Editoriali. Let s meet. Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on european markets. EcodermoNews

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Editoriali. Let s meet. Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on european markets. EcodermoNews"

Transcript

1 Anno 1, Settembre-Dicembre 2008 Periodico quadrimestrale - Spedizione in abbonamento postale 45% - art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Milano - In caso di mancata consegna restituire al mittente che si impegna a pagare la relativa tassa. Presentazione Riccarda Serri Editoriali Adele Sparavigna Pucci Romano Let s meet Umberto Borellini Lucia Brambilla Roberto Cavagna Antonino Di Pietro Piera Fileccia Ketty Peris Luigi Rigano Francesco Tamburella Fabrizio Zago Mario Zappaterra Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on european markets Gabriella Alberti Fusi EcodermoNews Bibliographic survey by Adele Sparavigna

2 Presentazione Piantare il seme del cambiamento. L abbinamento di pelle (come ecosistema cutaneo) e pianeta (come ecosistema ambientale) mi è sempre parso un abbinamento naturale e logico. Da sempre seguo le tematiche ambientali, da 25 anni mi occupo di dermocosmesi. Ma mai come oggi ho avvertito la necessità di partecipare da protagonista, come medico, come dermatologo e come abitante del pianeta, all ambizioso progetto di contribuire a salvare la pelle e salvare l ambiente. SKINECO è pelle nell ambiente. Di più SKINECO è tutto ciò che viene in contatto con la pelle. E per tutta la filiera produttiva, fino allo smaltimento. Quindi SKINECO è anche studio e miglioramento della biodegradabilità e della non tossicità di ciò che a contatto della cute umana arriva: non solo creme e cosmetici, ma anche tessuti, arredamento, indumenti, detergenti casa. Ma SKINECO è anche sole (malato?) e aria (inquinata?) e acqua (dermocompatibile?). La tutela e salvaguardia del nostro microambiente e del macroambiente mondo si associano in un tutt uno. Sono un medico, e non posso non considerare il fatto che la nostra salute è strettamente connessa alla salute ambientale. Ma sono anche specialista in dermatologia, e so che la salute, il benessere, e il bell essere della cute si legano intimamente con i fattori ambientali e con tutto ciò che noi volenti o nolenti a contatto della nostra pelle mettiamo. Come medico e come esperto di pelle, inoltre, tengo molto a stare, per usare un termine giornalistico, sul pezzo. Il tema ambientale è attualmente una delle priorità e delle emergenze mondiali: in queste poche righe desidero solo stressare l importanza che il risparmio energetico e il ricorso a fonti rinnovabili hanno per tutti quasi tutti i paesi del mondo civile. Tutte ma proprio tutte le aziende si adegueranno, anno dopo anno, progressivamente, a nuove normative. Ebbene: noi ci siamo. Non vorrei apparire una fanatica ambientalista, non è questo il punto. Il punto è che realisticamente mi piace essere dove deve andare la ricerca scientifica. E la ricerca va in direzione della salvaguardia di ambiente, e della pelle nell ambiente. Dello studio di cosmetici sempre più innovativi, sempre più dermocompatibili, ma soprattutto più ecocompatibili. Innovativi con rigore scientifico. Innovativi come ECO-TECH. Io credo nella chimica amica. Il processo del cambiamento produttivo in senso eco-tech, sfruttando la tecnologia non denigrandola utilizzando la chimica non demonizzandola non avverrà dall oggi al domani, ma progressivamente. Il mondo del naturale e dell ecologico, nel campo cutaneo e dermocosmetico, per esempio, è un mondo ancora ai margini minimi della ricerca. Vorremmo enfatizzarlo, nobilitarlo, premiando ogni sforzo di miglioramento. L arrivo di nuovi materiali e tessuti più o meno approvati dagli enti preposti, che ne certifichino idoneità e sicurezza da ogni parte del mondo, ci mette di fronte a diverse emergenze. E i bebè che nascono hanno il diritto di arrivare in un mondo con aria e acque sempre più pulite, e di utilizzare prodotti, sulle loro pelli, che non abbiano impatto negativo né con la pelle né con l ambiente. Con SKINECO, il desiderio è quello di piantare il seme del cambiamento. Perché siamo, vogliamo essere, sul pezzo. Non vogliamo arrivare in ritardo. Non vogliamo perdere questo treno, e questa possibilità. Riccarda Serri Presidente SKINECO Riccarda Serri nasce a Milano il 29/04/1955. Si laurea in Medicina e Chirurgia all Università Statale di Milano, votazione di 110/110 cum lode, con una tesi sull immunopatologia cutanea, nell ultima sessione dell anno accademico 80/81, marzo Dal 1980 è studente interno presso la Clinica Dermatologica Prima dell Università di Milano, dopo la laurea frequenta la clinica come medico specializzando in dermatologia, sempre occupandosi di ricerca in immunopatologia. Nel periodo luglio-settembre 1983 svolge un fellowship presso il Dipartimento di Dermatologia della British Columbia University, Canada, sotto la guida del prof. Stuart Maddin. Dal 1982 è anche iscritta all Ordine dei Giornalisti come giornalista pubblicista. Collabora con il Corriere della Sera e con numerosissime testate su temi dermatologici ed educazionali sanitari. Scrive libri di divulgazione scientifica su tematiche dermocosmetologiche. Il 10/07/85 si specializza all Università di Milano in Dermatologia e Venereologia tesi sulle cellule di Lungerhans fetali, con pieni voti assoluti e lode. Nel 1983 vince una borsa di studio ministeriale, della durata triennale (83/85), per frequentare il corso di specializzazione. Nello stesso periodo scrive diverse pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali in tema immunologico. Nel 1985 svolge i sei mesi di tirocinio presso la Clinica Dermatologica Prima dell Università di Milano. Dopo la specializzazione inizia a occuparsi di Dermatologia Cosmetologia, e partecipa alla fondazione del Centro di Cosmesi Dermatologica dell Università di Milano. Relatore in Congressi medici nazionali e internazionali in tema dermocosmetologico. Autore di numerose pubblicazioni e articoli in tema dermocosmetologico sia su riviste scientifiche, sia su riviste di divulgazione medico-scientifica. Autore di capitoli di libri scientifici su tematiche dermocosmetologiche. Docente di Dermocosmesi presso l Università di Roma Tor Vergata, la Fondazione Fatebenefratelli di Roma e la Scuola di medicina Estetica Agorà di Milano. Dal 1997, segretario scientifico degli Incontri di Dermocosmetologia Medica e Chirurgia dell Università di Milano. Membro di SIDEV (Società Italiano di Dermatologia e Venereologia), AAD (American Academy of Dermatology), ISPLAD (International Society of Plastic Dermatology), EADV (European Academy of Dermatology), IACD (International Academy of Cosmetic Dermatology), ESCAD (European Society Cosmetic Dermatology). Responsabile del Coordinamento Internazionale dell ISPLAD (International Society of Plastic Dermatology). Dal 2002 Coordinatrice del Corso di perfezionamento in dermatologia plastica dell Università di Milano. Direttore responsabile della news-letter bimestrale DERMOCOSMONEWS. Coordinamento dei Quaderni Di Dermocosmetologia - Paletto editore. Membro del Board of Directors International Academy of Cosmetic Dermatology IACD Presidente SKINECO (Associazione Internazionale di Dermatologia Ecoogica) Membro del Comitato Infosheet EADV (European Academy of Dermatologo and Venereology) Responsabile dermatologa certificazione ICEA cosmetici Bioecocompatibili Presidente di SKINECO Associazione Internazionale di Ecologia Dermatologica 1

3 Editorial board Editor Riccarda Serri Milan, Italy Editor in Chief Pucci Romano Rome, Italy Adele Sparavigna Milan, Italy Associate Editors Sergio Chimenti, Rome, Italy Helmut Kerl, Graz, Austria Ignazio Marino, Rome, Italy Jennifer Parish, Philadelphia, USA Ketty Peris, L Aquila, Italy Scientific Board Carlo Alberto Bartoletti, Rome (Italy) Emanuele Bartoletti, Rome (Italy) Enzo Berardesca, Rome (Italy) Umberto Borellini, Milan (Italy) Lucia Brambilla, Milan (Italy) Roberto Cavagna, Milan (Italy) Leonardo Celleno, Rome (Italy) Mauro Cervia, Milan (Italy) Maria Costantino, Naples (Italy) Stefano De Filippi, Rome (Italy) Antonino Di Pietro, Milan (Italy) Ernesto Di Pietro, Milan (Italy) Piera Fileccia, Rome (Italy) Guido Filippi, Rome (Italy) Simona Giogilli, Milan (Italy) Alberto Massirone, Milan (Italy) Tiziana Parasassi, Rome (Italy) Elena Rosella, Milan (Italy) Michele Setaro, Milan (Italy) Francesco Tamburella, Rome (Italy) Aurora Tedeschi, Catania (Italy) Marco Valussi, Milan (Italy) Fabrizio Zago, Verona (Italy) Mario Zappaterra, Ferrara (Italy) Presentazione Riccarda Serri pag. 1 Editoriali Adele Sparavigna pag. 4 Pucci Romano pag. 5 Umberto Borellini pag. 7 Lucia Brambilla pag. 8 Roberto Cavagna pag. 9 Antonino Di Pietro pag. 10 Piera Fileccia pag. 11 Ketty Peris pag. 12 Luigi Rigano pag. 13 Francesco Tamburella pag. 14 Fabrizio Zago pag. 15 Mario Zappaterra pag. 16 Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on european markets Gabriella Alberti Fusi pag. 19 Bibliographic survey by Adele Sparavigna pag. 29 Volume 1, 1/2008 Direttore Responsabile Direttore Generale Direttore Marketing Consulenza grafica Pietro Cazzola Armando Mazzù Antonio Di Maio Piero Merlini Registr. Tribunale di Milano in corso di registrazione Scripta Manent s.n.c. Via Bassini, Milano Tel / Fax Abbonamento annuale (3 numeri) Euro 39,00 Pagamento: conto corrente postale n intestato a: Edizioni Scripta Manent s.n.c., via Bassini Milano Stampa: Arti Grafiche Bazzi, Milano È vietata la riproduzione totale o parziale, con qualsiasi mezzo, di articoli, illustrazioni e fotografie senza l autorizzazione scritta dell Editore. L Editore non risponde dell opinione espressa dagli Autori degli articoli. Ai sensi della legge 675/96 è possibile in qualsiasi momento opporsi all invio della rivista comunicando per iscritto la propria decisione a: Edizioni Scripta Manent s.n.c. Via Bassini, Milano 3

4 Editoriale Sulla pelle ed attraverso la pelle. Da oggi Skineco ha il suo Journal. Abbiamo apprezzato e colto l opportunità prontamente offertaci da Scripta Manent, la Casa Editrice che ha creduto nel nostro progetto rendendo realizzabile l idea di una rivista tutta nostra, impagabile mezzo di aggiornamento e di divulgazione, nella quale potessero trovare spazio gli articoli scientifici, le novità, gli appuntamenti, le occasioni di incontro e di confronto sulle tematiche inerenti la dermatologia ecologica. Una rivista che si collocasse in una dimensione multidisciplinare ed internazionale, di avanguardia, di rivoluzione tecnologica. Si, perché, ne sono fermamente convinta, la rivoluzione dermoecologica richiede molta tecnologia e molta ricerca per essere portata avanti. Tutto ciò che viene a contatto con la nostra pelle, cosmetici, tessuti d abbigliamento, monili, scarpe, persino la nostra alimentazione, deve essere rivisitato in chiave dermoecologica. Bisogna ripartire da zero, valutare la progettazione, la realizzazione, il confezionamento e lo smaltimento dei prodotti destinati alla cute nonché la loro interazione con il pianeta pelle, in termini di sicurezza, tollerabilità e reale efficacia. Ma Sono nata a Pompei il 2 settembre Nel 1985 mi sono laureata in Medicina e Chirurgia presso bisogna anche valutare l universo delle sostanze chimiche inquinanti, l Università degli Studi di Napoli. Ho conseguito la Specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso l Università degli Studi di Milano. tutto ciò che finisce nell aria, nel suolo, nelle acque, l azione del clima Dal 1993 a tutt oggi sono Presidente del Consiglio di Amministrazione e Direttore delle Ricerche malato, dell inquinamento elettromagnetico e di quello acustico (ad Cliniche di DermIng srl. esempio è stato dimostrato, e pubblicato, che esiste una correlazione tra DermIng, è un istituto privato che opera nel settore della ricerca dermatologica, in collaborazione con alcune tra le più importanti Aziende Cosmetiche e Farmaceutiche e, sempre più spesso, con inquinamento acustico e gravità della dermatite atopica) ed i loro effetti altri centri di ricerca pubblici e privati. sulla pelle. Sulla ed attraverso la pelle, perché la pelle può fungere da Attraverso ricerche condotte con sistemi di diagnostica non invasiva cutanea, ho maturato la mia significativa e preoccupante porta d ingresso di fattori ambientali nocivi, esperienza professionale nel campo della valutazione dell interazione tra cute e farmaci, prodotti cosmetici, tessuti e più in generale, tutti i prodotti destinati al contatto con la cute. tossici e cancerogeni in grado di esercitare la loro attività patogena anche Attualmente sono docente presso la Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia sugli organi interni. Un progetto così ambizioso deve poter contare su dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata (Direttore Prof. Sergio Chimenti). tante risorse, tanta energia. Ho pubblicato lavori su riviste e testi specialistici, presentato letture, relazioni e comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali. Sono membro di numerose associazioni dermatologiche, tra le SKINECO è un associazione aperta a tutti coloro i quali quali : International Society of Bioengineering and the Skin; International Society of Skin Imaging, vogliano apportare le proprie cacacità ed esperienze professionali, fornire idee, suggerimenti, partecipare alla vita dell associazione. Il Journal of Ho anche l onore di essere membro dei comitati scientifici di diverse riviste specializzate nei settori European Academy of Dermatology and Venereology, ISPLAD, SIDEMAST, AIDA, ADOI. dermatologico e cosmetologico, tra le quali: Journal of Plastic Dermatology, Cosmetic Technology, Ecologic Dermatology non potrà esistere se non basandosi sul contributo scientifico di quanti vorranno, attraverso queste pagine, pubblicare Last but not least, da un po di mesi a questa parte (cioè da quando è nata l idea Skineco) Dermocosmonews. i loro studi e le loro ricerche eco-dermatologiche. vivo in una realtà tridimensionale grazie all amicizia ed alla collaborazione con le colleghe Riccarda e Pucci. Adele Sparavigna Editor in Chief Sono orgogliosa che mi abbiano affidato il compito di fare da regista Vicepresidente SKINECO per questa stupenda iniziativa che è il Journal of Ecologic Dermatology. 4

5 Editoriale Un secchiello d acqua di mare. Gennaio 2007: Adele (dott. Adele Sparavigna), mi invita a Milano a intervenire ad un congresso sull Acqua (Top Water-Tap Water) per relazionare sulle acque termali (mi sono occupata del reparto di dermocosmetologia delle Terme di Saturnia per molti anni). Conoscevo Adele di fama, leggevo spesso di lei,ammiravo le sue ricerche, il suo rigore, il suo essere un po unica nel mondo della dermatologia Italiana. Il congresso ebbe un notevole successo, ma per me,il mio vero successo personale fu cominciare a frequentare Adele, confrontarmi con lei, condividere scambi culturali ma anche intimità e confidenze, come se ci fossimo sempre conosciute. E forse è stato davvero così, visto, che abbiamo trascorso le nostre vacanze da bambine, negli stessi luoghi (siamo entrambe del Sud), magari abbiamo giocato insieme o ci siamo accapigliate per un secchiello d acqua di mare. Mi piace proprio pensare che è andata così. Ma intanto, cominciamo a trovare spunti di collaborazione per poter sinergizzare le nostre intese e la facilità con la quale ci intendiamo. A questo punto, appare Riccarda (dott. Riccarda Serri). Riccarda è un icona della dermatologia cosmetologica italiana! L ho sempre ammirata, la conosco da tanto, soprattutto ho sempre amato di lei la sua pulizia morale, la sua bravura eccezionale, la sua straordinaria capacità di comunicare, sia scrivendo che parlando. Credo di non espormi ad alcuna smentita: Riky è l unica figlia d arte che è in gamba quanto suo padre (se non di più!). Quasi senza che ce ne accorgiamo, come per incanto, sempre più spesso siamo noi 3. Ci interroghiamo su problematiche scientifiche, collaboriamo alla preparazione di alcune sessioni congressuali. Tutto si snoda con una facilità e scioltezza, come, almeno per me, battitore libero da una vita, non era mai successo. Catania, Gennaio 2008: ci ritroviamo tutte e tre al congresso dell amico Giuseppe Micali. L inverno siciliano è dolce come una primavera, il sole scalda e illumina, come se miliardi di brillanti siano stati gettati, a manciate, sull acqua. Parliamo, parliamo, parliamo. Ognuna di noi custodisce un sogno. Incredibilmente il sogno è lo stesso: trovare il modo di fondere il concetto di pelle con quello dell ambiente. Quando ce lo sveliamo, lo stupore della condivisione, quasi supera l originalità dell idea. Nasce SKINECO. E insieme ad essa, una grande amicizia. Pucci Romano Editor in Chief Vicepresidente SKINECO Maria Concetta Romano (detta Pucci) è nata a Saviano il 25 ottobre Si laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Napoli nel 1979 e consegue il Diploma di Specializzazione in Clinica Dermosifilopatica presso l Università degli studi di Roma nel Autrice di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali, ha maturato le seguenti esperienza professionali: Responsabile del Servizio di Dermatologia Cosmetologica presso l ambulatorio delle Terme di Saturnia dal 1987 al Professore a Contratto di Dermatologia Cosmetologica presso la Clinica Dermatologica dell Università dell Aquila, dal 1988 al Docente di Dermatologia Cosmetologia presso la Scuola Internazionale di Medicina Estetica della Fondazione Fatebenefratelli,Roma dal 1991 a tutt oggi. Presidente e/o Moderatore e/o Relatore nei Congressi di Medicina Estetica dal 1990 a tutt oggi. Docente di Dermatologia e Termalismo presso l Università degli studi dell Aquila,Facoltà di Medicina e Chirurgia, per il corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Cosmetologiche (anno Acc. 2005/06). Docente di Dermocosmetologia presso il Master di Dermatologia Plastica, Università degli studi di Roma Torvergata. (Anno acc. 2006/07 a tutt oggi). Docente di Malattie cutanee e sessualmente trasmesse Anno III Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia dir. Prof. Sergio Chimenti Università degli Studi di Roma Tor Vergata (Anno acc.2008/2009 a tutt oggi). Collaborazioni nazionali ed internazionali in corso con: Istituto di Neurobiologia e Medicina Molecolare, CNR, Roma; Royal Institute of Technology, AlbaNova University Center, Department of Biotechnology, Stockholm, Sweden; Rehabilitation Medicine, Karolinska University Hospital, Stockholm, Sweden. Socia SIDEMAST e DDI (Donne Dermatologhe Italiane). Collabora con riviste scientifiche di pertinenza dermatologica: il Dermatologo, la Pelle. Collabora regolarmente con vari articoli di pertinenza dermatologica sulle pagine specializzate di alcune riviste: l ESPRESSO, il VENERDÌ di REPUBBLICA, VIVER SANI E BELLI. Ha scelto questa foto perché, oltre ad essere recente, le ricorda un viaggio meraviglioso in Namibia. Un posto dove il cielo, il sole, la terra, la notte, sono intatti. Sono come erano milioni e milioni di anni fa. 5

6

7 Umberto Borellini Bello e possibilmente naturale. La riflessione nasce spontanea: questa società esalta in modo spropositato un bello conforme alle leggi della moda e del mercato commerciale, ma, a livello semantico profondo tendiamo, in qualche misura, a relegare quasi in colpa la bellezza... Così, le professioni attinenti alla bellezza vengono sistemate in una nicchia specifica: importantissime, certo, per una società edonista e consumistica, ma colpevolizzabili o, comunque, passibili di superficialità. Ritengo invece, sia importante far sì che il mondo dell estetica di superficie, più esteriore ed apparente, possa riferirsi ad un aspetto più profondo di ricerca ed applicazione, grazie a cui poter proporre un maggior livello di sensibilizzazione e consapevolezza, per chi opera in un contesto così delicato ed esposto, in tutti i sensi (ed a tutti i sensi). A maggiore ragione, l integrazione tra le varie professioni (ad esempio cosmetologo e dermatologo) che ruotano attorno al benessere diviene sempre più importante per l individuazione delle migliori soluzioni per la qualità della vita e per il raggiungimento del benessere psicofisico a più ampio raggio. Proprio per tale motivo diviene fondamentale il confronto di tutta una serie di operatori estetici appartenenti a specialità mediche e non mediche, nel rispetto della propria attività professionale. In sostanza credo che, nel nostro settore, occorra proporre una nuova e più vasta serietà. Per questo è importante decidere di conoscersi (come volevano gli antichi Greci), conoscersi interiormente, ripartire da se stessi; altrimenti si rischia di modellare il proprio corpo e pretendere di modellare il corpo altrui secondo stereotipi e modelli (appunto!) ad esso totalmente estranei, facendone un perfetto estraneo della nostra anima. Tali stereotipi, infatti, possono risultare predominanti: diamo la precedenza alla moda, smentendo il nostro modo personale di riconoscerci ed acquisire coscienza di sé, per la realizzazione di una bellezza che rispetti il nostro intimo desiderio individuale di benessere. SKINECO per me deve partire da queste considerazioni dopodiché via libera a eccipienti sebosimili e attivi rispettosi della natura e soprattutto della intelligenza cutanea. Ciao a tutti Umberto Borellini, si laurea in Farmacia nel 1985 presso l Università degli Studi di Trieste. Si specializza in Scienza e Tecnologia Cosmetiche presso l Università degli Studi di Milano ( ). Inoltre, si specializza presso l Università Statale di San Pietroburgo in Psicologia (2003). Docente di Cosmetologia, sin dal 1986, insegna attualmente presso la Scuola di Specializzazione in Medicina Estetica Agorà di Milano, presso la scuola di Specializzazione in Chirurgia plastica c/o l Università di Pavia ( ) e presso le Università di Ferrara e Messina ( ) e Roma Tor Vergata (2008). Direttore Tecnico della Glass Onion, società di ricerca fisiocosmetica di Milano, dal 1990 a tutt oggi. Socio SICC dal 1989, è autore di testi quali Cosmetologia, edito da L.N.E. giunto alla 7 a edizione (2006) e La bellezza intelligente edito da j4life (2007). Relatore c/o congressi di estetica in Italia e all estero (S. Paolo - Brasile, Riga-Lettonia Kiev-Mosca-S. Pietroburgo, ecc), collabora come redattore per le riviste: La Pelle, La Pelle Beauty, Les Nouvelles Esthetiques, L Erborista, Farmacia Naturale (250 articoli firmati) ed è consulente di riviste di Bellezza e Salute. 7

8 Lucia Brambilla Tessuti in dermatologia: tecnici, ipoallergenici ed ecologici. Lucia Brambilla si è specializzata in Dermatologia e Venereologia presso l Università di Milano e dal 1984 è Medico Specialista Dermatologo di ruolo presso l Istituto di Clinica Dermatologica degli Studi di Milano È responsabile dell Ambulatorio Sarcoma di Kaposi e lavora anche presso l Ambulatorio di Allergologia Dermatologica della Clinica Dermatologica - Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena di Milano. Collabora con diversi Istituti, tra i quali l Istituto Superiore di Sanità, l U.O. di Oncologia S. Carlo di Milano, l Istituto di Immunologia dell Università di Milano e la Fondazione Don Gnocchi per trials clinici, terapeutici e per ricerca di base in campo immunologico e virologico, principalmente sul sarcoma di Kaposi. È responsabile regionale della International- Italian Society of Plastic-Aesthetic and Oncologic Dermatology (ISPLAD); inoltre, è membro di diverse Società Scientifiche, tra le quali la Società Italiana di Dermatologia e Venereologia (SIDEV), l American Academy of Dermatology (AAD), la European Academy of Dermatology and Venereology (EADV) e la Società Italiana di Dermatologia Allergologica Professionale e Ambientale (SIDAPA). Come relatrice ha partecipato a congressi nazionali ed internazionali di Dermatologia ed Oncologia presentandovi numerose comunicazioni. È autrice di oltre 175 pubblicazioni, comunicazioni e relazioni a congressi, in buona parte pubblicate su riviste scientifiche internazionali. Il tema ecologico diventa sempre più pressante per dare risposte innovative a problemi che stanno diventando non solo di moda ma anche di interesse collettivo. Ben venga quindi un iniziativa di questo tipo, che non solo mi vede come persona interessata ed aderente, ma anche può stimolare curiosità e ricerche di ordine antico e nuovo in dermatologia che sempre come specialità ha tenuto un piede nel passato ed uno al futuro, riuscendo a non perdere terapie galeniche e a sposarle con l innovazione. Per scendere dalla teoria alla pratica, noi del gruppo di ricerca sul sarcoma di Kaposi abbiamo cominciato a occuparci di tessuti partendo dalle calze elastiche per la cura del linfedema dei pazienti affetti da tale patologia. Ci siamo quindi accorti che i tessuti impiegati per l elastocompressione si associavano spesso alla comparsa di prurito e accentuavano segni e sintomi preesistenti come la xerosi cutanea e la sensazione di calore. Abbiamo per questo ricercato e sperimentato altri tessuti come la seta ipoallergenica per ridurre questi problemi. Da questo, il nostro interesse per i tessuti che coprono tutto il giorno la nostra pelle, si è risvegliato e ha trovato collaborazioni con i ricercatori del Politecnico di Milano per lo studio di tessuti in ambito dermatologico. Proprio di questi nuovi orizzonti che si aprono per l utilizzo di tessuti tecnici, ipoallergenici e ecologici in dermatologia si è parlato al 8 Congresso SIDAPA a Firenze e ha suscitato un interesse vivacissimo. Questo nostro nuovo interesse, ben si sposa con gli indirizzi della nuova Società SKINECO che inizia oggi i suoi primi passi e che attraverso la sua rivista ufficiale Journal of Ecologic Dermatology porterà allo sviluppo di metodiche in linea con il futuro che ci attende e che necessita di risposte innovative in linea ecologica. Speriamo quindi di apportare nuovi indirizzi e di ricevere input diversi per dare risposte moderne a vecchie richieste. 8

9 Roberto Cavagna I perché di una scelta. Ho aderito a SKINECO con l entusiamo di un ragazzino (dai capelli ormai brizzolati) perché da sempre ho scelto a pelle da che parte schierarmi, con chi legare e con chi no. A volte le cose nascono per caso, da quattro chiacchiere tra colleghi, da incontri casuali, da incroci strani tra impegni e professione, ma per chi come me non crede più al caso, ma ad un unico grande disegno, come non seguire la profonda vocina che dal cuore ti sussurra di riprovarci, di ritentare, di credere ancora che il tuo piccolo contributo possa cambiare qualcosa, creare una breccia, da cui forse uscirà una goccia, poi un rigagnolo e forse un fiume, che eromperà tumultuoso ridando vita e speranza a tanti altri. li futuro appartiene a coloro che credono alla bellezza dei propri sogni Recita così una pubblicità televisiva, ed io ancora non ho perso il mio ottimismo, la mia voglia di crescere, umile e silenziosa, come quella di tanti altri miei colleghi, che ritrovo ora radunati intorno a questo ideale di eco-logia dermatologica (in inglese skin-eco). Eco- deriva dal greco, oikos (= casa, ambiente, famiglia). Ed è proprio la pelle che racchiude il nostro ambiente, costituisce il perimetro della nostra casa vitale, ed è l organo a noi più familiare, perché sempre lì in bella vista. Una dermatologia ambientale, familiare, quindi, ma anche eco-nomica, che aiuti il paziente ad avere il massimo col minimo costo (non solo economico, ma fisico ed emozionale), evitando inutili quanto incivili speculazioni sanitarie. La mia attività professionale integra quotidianamente le mie esperienze di dermatologo termalista, omeopata, psicoterapeuta, docente e formatore. Perché non esiste, per me, la bacchetta magica né la scienza esatta che scredita tutte le altre, come non esiste una religione migliore di un altra. Tutte però, come le ruote di un carro, convergono al centro dell uomo, al suo cuore, ognuna col proprio linguaggio. Più lingue conosciamo, nella fede come nel lavoro, più strumenti avremo per apprendere e per curare, integrando tra loro, di volta in volta, le tecniche più efficaci, eco-nomiche ed eco-logiche. Logico, anzi, eco-logico. Roberto Cavagna, nato a Parma nel 1960, Laureato in Medicina e Chirurgia e Specializzato in Dermatologia e Venereologia con tesi sperimentali (Premio di laurea per la miglior tesi del biennio). Esperienza termale presso le Terme di Tabiano (PR) come Direttore del Centro di Dermocosmesi, durante la quale ha prodotto pubblicazioni sul trattamento termale di ustioni e psoriasi. Omeopata unicista dell International Academy of Classical Homeopathy di George Vithoulkas, utilizza nella pratica medica quotidiana tecniche Gestalt e di terapia strategica breve (Watzlawick), Psicogenealogia ed Enneagramma secondo la scuola di Claudio Naranjo. Direttore Sanitario del Poliambulatorio Privato San Camillo di Parma per 15 anni, svolge ora attività specialistica ambulatoriale a Parma (Direttore Sanitario del Poliambulatorio Privato Fysios) ed a Milano (Servizi Medici Associati - S.M.A.). 9

10 Antonino Di Pietro Ecodermatologia della Bellezza. Antonino Di Pietro, nato a Salerno il 30 Aprile 1956, si laurea in Medicina e Chirurgia all Università di Milano nel 1982, dove nel 1985 consegue la Specializzazione in Dermatologia e Venereologia. È altresì iscritto all Ordine dei Giornalisti di Milano (dal 1998). Ha ricoperto incarichi professionali presso la Prima Clinica Dermatologica dell'università di Milano, presso l Ospedale di Melzo (MI), la Dermatologia delle Terme Grotta Giusti e delle Terme di Montecatini. Attualmente è: Direttore Servizio di Dermatologia Ospedale di Inzago (MI), Responsabile Dermatologia Plastica Terme Regina Isabella Ischia (Na), Segretario generale Milano Check-Up (Medical Science Expo). Professore a contratto in Dermatologia Plastica all'università di Pavia dal 2000 ad oggi. Socio accademico dell Accademia di Storia dell Arte Sanitaria di Roma dal Coordinatore del Master in Dermatologia Plastica Università TOR VERGATA di Roma (dal 2005). Presidente dell I.S.PL.A.D.: International Society of Plastic-Aesthetic and Oncologic Dermatology. Membro delle seguenti Società Scientifiche: S.I.De.Ma.S.T, A.D.O.I., A.I.D.A., I.S.D.S. (International Society for Dermatologic Surgery, USA), S.I.D.C.O. Fondatore e Direttore Editoriale della rivista Journal of Plastic Dermatology. Membro del Comitato di Redazione delle riviste DermoCosmetologia e Il Dermochirurgo. Direttore Editoriale della rivista Esthetitaly. Ha pubblicato libri: Il Dermatologo Italiano, Vademecum ed. 2004, Editore Hippocrates. La Bellezza Autentica Sperling & Kupfer Editore (2005). Chairman e Relatore in congressi Italiani e Internazionali di Dermatologia. Autore e coautore di articoli scientifici riguardanti la dermatologia clinica, oncologica, chirurgica, plastica. Credo che la Ecodermatologia si debba occupare di tutto ciò che può essere utile per mantenere sana, bella e autentica la nostra pelle con metodi naturali. Una messa al bando di veleni e tossine, una continua e alta attenzione a inquinanti che subdolamente possono alterare il metabolismo del nostro organismo. Ma dovrebbe esistere anche una Ecodermatologia della Bellezza per non vedere più visi che con terapie inquinanti diventano maschere da clown, labbroni di metacrilati, zigomi enormi che nascondono gli occhi, smorfie mimiche per la contrazione di quei pochi muscoli che non si è a riusciti paralizzare con veleni e tossine. Sono sicuro che SKINECO contribuirà benissimo a realizzare gli obiettivi di questa Ecodermatologia; è per questo che l ISPLAD, che già da dieci anni (cioè dalla sua fondazione) si fa portavoce di questi principi, è lieta di collaborare per condividere questo impegno. Mi auguro che SKINECO non diventi invece un burocratico ente certificatore di ciò che è buono o ciò che è cattivo; non abbia intenzione di mettere bollini per approvare o suggerire ciò che è meglio comprare o usare. Purtroppo siamo già pieni di pseudo-società Scientifiche che, ai limiti della legalità, suggeriscono ai consumatori quali sono i prodotti migliori. Sono sicuro che SKINECO non cadrà in questo errore ma che promuoverà una scientifica e corretta cultura per eliminare ogni tipo di inquinante pericoloso per la vita della pelle e della buona dermatologia. Auguri. 10

11 Piera Fileccia Bellezza e salute della pelle al naturale. È con vivo piacere che ho appreso della nascita di SKINECO e mi complimento con le Socie Fondatrici per la loro intuizione, che valorizza l ambiente esterno quale tutore della salute ma anche quale determinante della malattia cutanea. L interesse delle Colleghe e amiche ben si coniuga con la mia spontanea inclinazione verso il biologico, che per me è abitudine di vita ma anche cultura, trasmessami da anni di lavoro aziendale, in cui ho imparato quanto sia complessa la formulazione cosmetica con estratti naturali ma quanto, alla fine, sia soddisfacente in termini di attività e anche tollerabilità. SKINECO ha davanti un mondo di conoscenze da trasferire alla dermatologia italiana, per superare quell innato scetticismo dei colleghi verso sostanze che, spesso erroneamente, vengono ritenute scarsamente efficaci o, peggio ancora, irritanti e sensibilizzanti dai più. Più in generale, sensibilizzare ai meccanismi che portano la cute ad adattarsi al suo esterno potrebbe fornire una chiave interessante per capire quando il sistema si squilibra e si ammala. Auguro a SKINECO di avere la caparbietà di andare oltre schemi ed etichettature per affermare un canone di bellezza e salute della pelle al naturale : sono certa che Riccarda, Pucci e Adele accetteranno la sfida con la professionalità e competenza che le distingue. Un abbraccio Piera Fileccia è nata il 3 giugno 1957 e risiede in Roma. Si è laureata con lode il 3 novembre 1982 presso Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università Cattolica in Roma con tesi in Dermatologia. Nel 1985 ha conseguito con lode il Diploma di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia presso la stessa Università Cattolica. Già durante il periodo di specializzazione ha arricchito la sua esperienza teorica e clinica con stages all'estero ed in Italia, in particolare presso l'istituto Dermopatico dell'immacolata (IDI), istituto scientifico di eccellenza a livello mondiale. È stata assunta da IDI FARMACEUTICI SpA nel 1990 con la qualifica di Direttore Medico, incarico ricoperto fino al Ha pubblicato lavori scientifici su riviste di settore nazionali ed estere. Ha partecipato a numerosi Congressi in Italia e all estero in qualità di relatore. È socia di diverse Società Dermatologiche, è responsabile nazionale della cosmetologia e rappresentante del Lazio per ISPLAD (International Society Plastic Dermatology). È stata più volte invitata presso il Nobile Collegio Chimico Farmaceutico di Roma in qualità di docente per corsi ECM, su temi dermatologici, con particolare riferimento al dermocosmetico. È stata nominata nel 2004 Accademico del Nobile Collegio Chimico Farmaceutico. Dal 2006 è docente di Scienze Farmaceutiche presso lo stesso Ente. 11

12 Ketty Peris Relazioni tra ecosistema cutaneo ed ambiente. Ketty Peris, Professore di Dermatologia e Direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia dell Università di L Aquila, nasce il 25 Novembre Nel 1987 si laurea in Medicina e Chirurgia presso l Università La Sapienza di Roma, con lode. Successivamente Guest Resident all Università di Graz ed all Università di Monaco, presso gli istituti di Dermatologia e Anatomia Patologica. Nel 1991 consegue la specializzazione all Università di L Aquila con voto 70/70 e lode (Direttore: Prof. Sergio Chimenti). È membro delle seguenti Società Scientifiche: Società Italiana di Dermatologia e Venereologia (SIDEV), Comitato Scientifico del Gruppo Italiano per la Ricerca Sperimentale in Dermatologia (GIRSDE), European Society for Dermatological Research (ESDR), European Organisation for Research and Treatment of Cancer (EORTC), Cutaneous Lymphoma Project Group, International Society for Cutaneous Lymphomas (ISCL), Board Member of the European Association of Dermato-Oncology, Gruppo Italiano Linfomi Cutanei (GILC), European Dermatology Forum. È nel Consiglio Direttivo della Società Italiana di Dermatologia (SIDeMaST) dal Ha collaborato in qualità di segreteria scientifica e come relatore invitato a numerosi congressi nazionali ed internazionali, soprattutto nel campo della dermatologia oncologica e dell immunopatologia. Autrice di 266 Pubblicazioni scientifiche (inclusi 180 lavori originali e 86 abstract) e di 21 Capitoli di Libri. Lo sconvolgimento della situazione ambientale avvenuto nel corso delle ultime decadi ha radicalmente modificato il rapporto uomo-ambiente, rendendo necessaria una nuova visione del concetto di salute e benessere. In questa problematica assume un ruolo fondamentale la cute, che è il primo organo ad entrare in contatto con l esterno svolgendo una complessa funzione di filtro e barriera protettiva tra l ambiente e l organismo Conseguentemente, diventa cruciale che il dermatologo sia consapevole delle possibili relazioni tra ecosistema cutaneo e ambiente. D altra parte, è sempre più forte l esigenza anche da parte del consumatore di utilizzare, soprattutto in campo cosmetologico, prodotti che contengano sostanze che non siano nocive per l uomo e non siano inquinanti per l ambiente. Skineco è un associazione nata proprio per occuparsi di queste problematiche e, grazie alla collaborazione di dermatologi e ricercatori, dare garanzie ai consumatori e alle Aziende sullo studio e sviluppo di formulazioni eco- e dermo-sostenibili. Ritengo che Skineco rappresenti un associazione di grande impatto sociale, che sarà in grado di affrontare la sfida di unire diverse categorie di persone al fine di arginare i danni dermo-ecologici promuovendo la salvaguardia dell ambiente. 12

13 Luigi Rigano Perché mi piace SKINECO. Perché la pelle è un ecosistema complesso, cui partecipano fenomeni fisici (irraggiamento, scambi termici, evaporazione, diffusione, osmosi, assorbimento e adsorbimento) chimici (ossidazione, idrolisi, sintesi) biochimici (tutti i meccanismi della riproduzione cellulare e dei complessi enziamtici cutanei) microbiologici (proliferazioni batterice e micotiche). Sono convinto che i cosmetici del terzo millennio debbano tenere conto di tutto questo in maniera più attenta di quanto non sia accaduto nel passato. Sono convinto che i cosmetici, oltre a essere strumenti di ordinaria manutenzione della pelle, siano uno strumento per il dialogo con se stessi e con gli altri, oltre che un sistema di integrazione attiva e protezione della nostra salute. Sono poi convinto che dalla collaborazione corretta di ricercatori e aziende si possa realizzare l'arte cosmetica ossia l'uso creativo degli ingredienti. Mi piace pensare che la chimica, scienza poco conosciuta e scarsamente apprezzata, possa aiutare, tramite i cosmetici, l efficacia di trattamenti medici e il miglioramento dell'esistenza di molti tipi di malati. Penso che, in campo cosmetico-dermatologico, sia finita l epoca del non-contiene trombazzato come una qualità, ma possa iniziare l epoca del contiene per un vero dialogo tra chi formula e chi applica. Sono Luigi Rigano, chimico industriale e lavoro da 38 anni nel settore cosmetico. Ho svolto attività di ricerca e sviluppo, assistenza tecnica, fabbricazione e direzione tecnica in vari tipi di aziende nazionali e multinazionali per circa 15 anni, sia nel campo dei prodotti finiti che in quello delle materie prime per la cosmetica. Dal 1986 dirigo il mio Studio di Consulenza, dedicato principalmente alla formulazione di nuovi prodotti cosmetici, a studi di base su nuove materie prime e alla consulenza di ricerca, sviluppo e metodi di fabbricazione per aziende del settore, su scala internazionale. Teniamo anche corsi di addestramento alla formulazione di cosmetici. Sono anche il Direttore Scientifico del Laboratorio ISPE, Institute of Skin and Product Evaluation, di Milano, centro di prova con sistema di Qualità certifcato Vision 2000 e riconosciuto dal Ministero per la Ricerca Scientifica, che effettua valutazioni in-vivo di innocuità, efficacia e prove sensoriali su cosmetici e affini. Sono stato Segretario, Presidente e ora Socio Onorario della SICC; Società Italiana di Chimica e Scienze Cosmetologiche. Insegno e ho insegnato in vari corsi e Master Universitari, nelle Facoltà di Chimica, Farmacia e Medicina a Padova, Perugia, Milano e Bari. Ho scritto circa 100 articoli su argomenti cosmetici. 13

14 Francesco Tamburella Collaborazione tra SKINECO, CODACONS e COMITAS Francesco Tamburella, amministratore di aziende pubbliche e private, in diversi settori: bancario, assicurativo, sanitario, costruzioni, fashion, arte e cultura. Fondatore nel 1983 della MARKONET, oggi gruppo di imprese per servizi integrati di marketing e comunicazione leader nel settore. Fondatore nel 2004 di ACTAM società specializzata nelle applicazioni multimediali e nella elaborazione digitale di contenuti per i beni e le attività culturali, storiografie aziendali, comunicazione d'impresa. Promotore della FONDAZIONE IMAGOTHE- CA, partecipata da enti pubblici e privati, dedicata alla digitalizzazione e alla catalogazione dei beni artistici. In collaborazione con Associazioni di Consumatori ha improntato un sistema di analisi delle criticità del mercato, estratte dalla corrispondenza e dalle vertenze, per definire la reputazione di un'azienda ed il profilo dell'affidabilità nell'ambito della CSR - Corporate Social Responsibility. Segretario delle Associazioni CORITAS (tutela e assistenza consumatori di riguardo) e COMITAS (tutela e sviluppo micro-piccolemedie imprese), collegate al CODACONS. Già Presidente della Commissione per lo sviluppo di tecnologie a supporto della diffusione della cultura italiana nel mondo presso il Ministero degli Affari Esteri. Già Membro della Commissione Arte e Musei Virtuali del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Consulente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per le tecnologie e i sistemi produttivi per la cultura e per il marketing degli Istituti Culturali. Docente in Master post-universitari e Alta Formazione di marketing e comunicazione. Ha scritto libri per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e la Luiss University Press. Il marketing e la comunicazione sono alla base del mio impegno professionale, anche come amministratore di aziende pubbliche e private, in diversi settori: bancario, assicurativo, sanitario, costruzioni, fashion, arte e cultura. Nel mio ultimo libro, Consumatore, gigante nano, manifesto delle Associazioni Coritas e Comitas, ho espresso chiaramente l'importanza della prevenzione e della tutela, insieme alla consapevolezza e alla partecipazione, per il miglior benessere sociale. Il libro infatti prova a rivedere gli scenari accreditati, quelli dei grandi guru, con le idee dell'intelligenza collettiva, quella dei consumatori. Se, veramente, i consumatori fossero ascoltati, l'economia andrebbe meglio, perché premierebbe la qualità del consumo oltre la quantità dei profitti, il valore individuale nel benessere comune, l'importanza del futuro nella spinta allo sviluppo. Trattando di consumi non si può prescindere dal benessere e quindi dalla salute. La collaborazione tra SKINECO e CODACONS, rappresentanza dei consumatori, e COMITAS, rappresentanza delle imprese, segue questo intento. 14

15 Fabrizio Zago Eccellenza del prodotto cosmetico e suo destino ambientale. Ho anche provato ad insegnare ma quando ho scoperto perché gli shampoo facevano schiuma ho capito che quella era la mia strada, la mia vita. Quando poi ho scoperto che potevano essere irritanti oppure no, a seconda di come lisi formulava, ho deciso che quello era amore! Dopo averli fabbricati direttamente come direttore di stabilimento e dopo essermi occupato di materie prime come agente e dopo che ho scoperto quanto poteva essere il potenziale inquinante delle sostanze impiegate nei prodotti di bellezza, ebbene allora ho capito che si trattava di una missione. Le regole che governano il settore cosmetico sono attente a molti aspetti che vanno dalla maniera in cui vengono prodotti, formulati, controllati ma sono inesistenti per quanto riguarda l impatto ambientale che possono avere una volta che raggiungono i corsi d acqua. E siccome le quantità in gioco sono molto importanti, nell ordine di diverse migliaia di tonnellate al giorno, è chiaro che non si può essere insensibili al problema considerando anche che il vituperato comparto dei detergenti è molto, ma molto, meglio presidiato in termini di garanzie per l ecosistema. L incontro con Ecolabel (nel 2001) e con i suoi criteri di limitazione delle sostanze poco biodegradabili, di quelle non biodegradabili anaerobicamente, delle sostanze tossiche e bioaccumulabili e di come è possibile calcolare con precisione il loro impatto, mi ha fatto pensare che adesso non ci sono più scuse per non fare qualche cosa. Oggi abbiamo a disposizione tutti gli strumenti per fare dei cosmetici il cui impatto ambientale non debba essere pagato dai nostri nipoti, di alta vedi altissima qualità. Ma rispettosi del medio ambiente. È per questo motivo che ho aderito con entusiasmo all iniziativa SKINECO. Perché il percorso di SKINECO colma un vuoto enorme e cioè quello di garantire, per l intero comparto dei prodotti di bellezza, sia l eccellenza del prodotto stesso ed il suo destino ambientale. Fabrizio Zago: chimico industriale, possiede e dirige l azienda Chimica HTS a Venezia. Sostiene l utilizzo di molecole naturali nel campo dei detergenti e dei cosmetici, offre servizi di formulazione, ricerca e sviluppo, certificazione Ecolabel, gestione sistema di qualità. È consulente Ecolabel, membro del gruppo UEAMPE (European Association of Craft Small and Medium-sized Enterprises) Bruxelles Belgium, in qualità di esperto nei settori detergenza e cosmetici per l elaborazione di nuovi criteri e revisione criteri Ecolabel. È membro di ICEA (Istituto di Certificazione Etica e Ambientale - Institute of Ethical and Environmental Certification) Bologna Italy per la certificazione dei prodotti organici in qualità di rappresentante delle istituzioni nel comitato per la certificazione di detergenti e cosmetici. Docente del CESQA Center Studies Quality Environment. Master of Environmental Management, su argomenti quali: schema Ecolabel, altre certificazioni ecologiche e biologiche, valutazione e classificazione dell impatto ambientale. Socio di Eurochem, laboratorio chimico, biologico, cosmetologico di Padova. Autore del biodizionario, consultabile sul sito 15

16 Mario Zappaterra Perché partecipare a SKINECO? Io, Mario Zappaterra, nasco in un torrido 15 agosto 1963 (per fortuna il sole volgeva al tramonto erano infatti le 20 e 15). Entro in possesso di un diploma di Perito Chimico Industriale presso l istituto Tecnico Industriale N. Copernico di Ferrara. Mi laureo in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche presso l Università degli studi di Ferrara il 16 marzo 1993 Non avendo di meglio da fare, essendo un periodo di crisi, mi iscrivo alla scuola di specializzazione in scienza e tecnologia cosmetiche presso la quale seguo il relativo corso di formazione e dopo due lunghi anni ottengo il diploma di Specialista in Scienza e Tecnologia Cosmetiche. Comincio a lavorare come consulente presso diverse aziende cosmetiche del settore, coordinando la sviluppo dei dossier cosmetici e la messa a punto di sistemi di valutazione della performance cosmetica. Nel frattempo riesco a ottenere notevoli risultati durante le relazioni per diversi ECM di argomento cosmetico rivolti a farmacisti e medici. Sviluppo di software specifici per la valutazione di prodotti cosmetici venduti in farmacia e valutazione degli stessi per la ditta UNIFARM. Collaboro attivamente alla stesura di articoli di divulgazione cosmetologica presso diverse riviste del settore, anche grazie ad una attiva collaborazione con mie colleghe cosmetologhe. Partecipo al mondo del cosmetico naturale e biologico essendo stato responsabile e attualmente membro della commissione di certificazione per la bio cosmesi di ICEA ed essendo stato indegnamente chiamato nel comitato scientifico dell associazione internazionale di dermatologia ecologica SKINECO. Ho organizzato i due convegni internazionali EcoLabel e Cosmesi del 2005 e 2007 che fondono il mondo cosmesi con il mondo ambientalista, anche grazie alla preziosa collaborazione di mie colleghe. Questa domanda può apparire retorica ma così non è. Al cospetto di un mondo che si va sempre più riscaldando, ed un ambiente sempre sotto assedio, porsi il problema di dove siamo e, soprattutto, dove stiamo andando costituisce condizione necessaria al fine di poter dettare una regola per sopravvivere. La partecipazione a SKINECO appare utile al fine di poter iniziare un viaggio verso il domani, un domani che deve tener conto di quanto stiamo seminando e dei frutti che la nostra semina può dare. Operando nel mondo della cosmetica da ormai quasi tre lustri, posso dire di aver assistito ad una sempre maggiore presa di coscienza dell azione che il cosmetico ha sul mondo che ci circonda, oltre che sulla nostra pelle. Molte aziende, e soprattutto, molti consumatori, si stanno sempre più domandando se la cura della nostra cute può costituire una delle cause di inquinamento ambientale. Le sostanze che utilizziamo nel cosmetico sono classificate come innocue ma spesso le medesime sostanze sono utilizzate in detergenti casa classificati come inquinanti; ovviamente vi è qualcosa che non và. Partecipare a SKINECO e un modo di mettere in evidenza questo qualcosa, segnalare che non sempre uno shampoo od una crema sono innocui per l ambiente, sensibilizzare su quello che stiamo utilizzando e sugli effetti che i prodotti possono avere nel lungo periodo sulla nostra cute e sull ambiente Si tratta di una missione difficile Specie in questo periodo di crisi Ma una missione da portare avanti 16

17 Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on European markets The projects carried out at National and European level between 2002 and 2006 show some critical aspects about which, nowadays, there is still need to intervene in an incisive way and with a capillary action. Gabriella Alberti Fusi Technical Director, Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento S.p.A, Busto Arsizio (VA), Italy ABSTRACT Monitoring of the ecotoxicological properties of textile products sold on European markets Globalization makes international commercial exchange easier and easier but market rules, especially in emerging countries, often differ among themselves and from the ones of the European Union, which invites the Countries, and so the companies, to operate respecting human dignity, health, safety and information transparency. Under these circumstances, the immission on the market of products imported from Extra-Eu, manufactured in Countries where laws are less strict, is source of great concern. Such concern is amplified by the fact that, nowadays, there is not any European law providing the Origin indication on imported goods. However, it is not correct, how often happens, to deal with these issues only from a theoretic point of view through general assumptions not backed by decisive actions: consistent legislative actions and controls able to assure that they are respected shall be undertaken. In Italy, the Chambers of Commerce system Body for the Development and Safeguard of products of Fashion Supply chain ITF (Italian Textile Fashion), thought it necessary to act concretely and so, in 2006, carried out a specific survey through which data related to the characteristics of the textile items sold in Europe were collected. All operational activities were entrusted to Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento S.p.A. of Busto Arsizio (VA), Italy. The project has been carried out with modalities similar to the ones of other projects performed in Italy from 2002 till today that had similar objectives. The results show a higher percentage of nonconformed products. The overall evaluation of results of the carried out projects let us conclude that in the different European countries the problems are substantially the same.the raised problems and the possible solutions are summed up and related hereafter. Information to consumers: The data clearly highlighted the fact that Consumers don t have enough information on the origin of the products; both Italian and European researches have highlighted that more than 40% of the tested samples don t bear any origin indication. Health of the consumer and reciprocity of conditions: the data highlighted a critical situation concerning substances noxious to human health tested in the survey. Transparency of the market carried out by putting complete information at disposal of Consumers - is consumers safeguard. This safeguard cannot be regardless of the fact that the results of the project highlighted surely commercial damages but also damages to health. Controls The effectiveness of the existing legislative instruments is drastically reduced by the lack of controls aimed at checking the compliancy with the.m Introduction Globalization makes international commercial exchange easier and easier but market rules, especially in emerging countries, often differ among themselves and from the ones of the European Union, which invites through the system of regulations, directives and guidelines the Countries, and so the companies, to operate respecting human dignity, health, safety and information transparency. The most evident consequence of this situation has been the increasing commitment of the European textile companies to comply with the binding laws both from a technical and economic point of view: selection of chemical products and dyes, selection of suppliers, tests and periodical controls, adjustment and optimization of production processes, also through the gaining of certifications acknowledged at international level. At the same time, initiatives aiming at assuring an aware purchasing choice are increasing. Such initiatives are realized, on one hand, through the commitment of the European companies to identify new communication tools that highlight the added value of the products and, on the other hand, through the effort of all the parties involved, aimed at making consumers more and more aware of their duties; not because consumers rights have been already gained or are superseded (for sure we are far from that), but because they become an active party able to reward the 19

18 products manufactured complying with international regulations and transparency. However, it is clear that an aware consumer must be an informed consumer and that the available information must be truthful and so controlled. Thus, under these circumstances, the immission on the market of products imported from Extra-Eu, manufactured in Countries where laws are less strict, is source of great concern: these products enter the European market without a capillary network of controls on the presence of toxic harmful substances and, more in general, on the compliancy to law regulations in force in European Union. Such concern is amplified by the fact that, nowadays, there is not any European law providing the Origin indication on imported goods; thus consumer is not put in the condition to know the origin of goods and the related, for examples ecotoxicological, potential criticalities. The interest in such a law regulation has not the aim of preventing the free exchange of goods from a protectionist point of view, but would like to create a tool for market transparency and a mechanism able to start a virtuous cycle also in newly industrialized Extra-EU countries. It is reasonable to think that considering the fact that initiatives for the performance of ecological controls on textiles are rapidly spreading also in emergent countries (Standard GB 18401:2003 in China, for example, a certification of ecological compliancy, made compulsory by Chinese government for all apparel products in contact with skin sold on Chinese market). Regardless of the different opinions about origin labelling, we believe that we can state that the principle that all textile and apparel products sold in Europe must comply with the law requirements in force, and that consumer must be given the opportunity to carry out an aware purchasing choice can be shared. However, it is not correct, how often happens, to deal with these issues only from a theoretic point of view through general assumptions not backed by decisive actions: consistent legislative actions and controls able to assure that they are respected. In Italy, the Chambers of Commerce system Body for the Development and Safeguard of products of Fashion Supply chain ITF (Italian Textile Fashion), thought it necessary to act concretely and so, in 2006, carried out a specific survey through which data related to the characteristics of the textile items sold in Europe were collected. All operational activities, such as definition of the sampling, sampling criteria, test to perform, requirements when not mandatory according to which evaluate the results were entrusted to Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento S.p.A. di Busto Arsizio (VA, Italy). The project has been carried out with modalities similar to the ones of other projects performed in Italy from 2002 till today that had similar objectives. Among these we mention: Sustainable Globalization Project financed by Varese Chamber of Commerce and carried out by Centro Tessile Cotoniero e Abbigliamento. Sustainable Globalization Project financed by Como Chamber of Commerce and carried out by Tessile di Como. These projects are described in details hereafter: for each of them the official data at disposal are reported, selected so as to enable their gathering and confrontation. Taking into account the availability of data enough significant concerning Italian market, the ITF project carried out a survey on textile products sold in five different European cities (Amsterdam, Barcelona, Frankfurt, Paris e Stockholm) and focused on compliancy with law requirement and with some ecological parameters. The compliancy with law requirements has been performed checking: The correct composition label of the items that must comply with the requirements of European Directive 96/74/EC related to denomination in textile sector. The presence of cancerogenous aromatic ammines forbidden by European Directive 2002/61/EC. The compliancy with voluntary ecological requirements included: The presence of noxious substances for human health, selected form the requirement of Ecological Certification Schemes of product acknowledged at European level and so Chlororganic Carriers, Allergenic dyes, Free and extractable formaldehyde, Heavy and extractable metals, PH aqueous extract. THE SURVEY CARRIED OUT IN ITALY Sustainable globalization Project (Varese) The project, the fist in time, whose original aim was checking if the products present on the market complied with law requirement and if this compliancy could be related to their origin included controls on textile products selected according to their final usage (man and woman outer wear, children wear, hosiery, home and bed linen) and with different fibre composition (except silk). The project highlighted many criticalities of the typology of products checked in the survey. Consumers don t have enough information to select purchased products according to their Origin. Infact, more than 40% of tested samples on a total of 688 samples collected partly from Italian Custom Agency (154 samples), and partly from the market in Varese Province, from large-scale retail trade (298 samples), independent shops (116 samples) and street traders (120 samples) doesn t bear any Origin indication. Products picked up in the different distribution channels showed significant non-conformity percentages, also concerning law requirements fibres composition and cancerogenous aromatic ammines (see Table 1 and 2). RESULTS OF CONTROLS ON THE TOTAL SAMPLES Non-conformity characteristic All samples Fiber composition 22.7 (European Directive 96/74/EC) Cancerogenous Aromatic Ammine 2.5 (European Directive 2002/61/EC) Ecological Requirements 8.1 (other) Table 1 Non-conformed samples [% of total samples: 688] [Sustainable Globalization (Varese): ] 20

19 RESULTS OF CONTROLS PER DISTRIBUTION CHANNEL WHERE SAMPLING WAS PERFORMED Non-conformity characteristic Custom agency Large-scale retail trade Street traders Shops Fiber composition (European Directive 96/74/EC) Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) Ecological Requirements (other) Table 2 Non-conformed samples [% of total samples: 688], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Varese): ] IMPORTED SAMPLES AND FIBRE COMPOSITION: THE PERCENTAGE OF NON-CONFORMED SAMPLES Non-conformity characteristic Custom agency Large-scale retail trade Street traders Shops Fiber composition (European Directive 96/74/EC) Table 3 Non-conformed imported samples (products with declared Extra Eu origin or with generic imported indication) [% of total samples: 281], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Varese): ] IMPORTED SAMPLES AND ECOLOGICAL CHARACTERISTICS: THE PERCENTAGE OF NON-CONFORMED SAMPLES Non-conformity characteristic Custom agency Large-scale retail trade Street traders Shops Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) Ecological Requirements (other) Table 4 Imported samples (products with declared Extra Eu origin or with generic imported indication) [% specific non-conformities in comparison with total ecological non-conformities found out on imported products: 281 ], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Varese): ] IMPORTED SAMPLES AND ECOLOGICAL CHARACTERISTICS: THE PERCENTAGE INCIDENCE COMPARED TO THE TOTAL OF NON-CONFORMITIES Non-conformity characteristic Custom agency Large-scale retail trade Street traders Shops Mandatory Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) and voluntary (other) ecological characteristics Table 5 Imported samples non-conformed to ecological characteristic (products with declared Extra Eu origin or with generic imported indication) [% ecological non-conformities of imported products (281) on ecological non-conformities found out on the total tested samples (688)], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Varese): ] Imported products (281 of total samples and including only product declared imported from Extra-EU countries or with a generic Imported indication) turned out to be highly non-conformed both in terms of the indication of fibre composition declared on the label (see Table 3) and in terms of presence of Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) and general ecological characteristics ph aqueous extract, free and extractable formaldehyde chlorophenols and tributil-tin (TBT) (see Tab 4 and 5). The critical evaluation of results concerning imported samples can t leave out the following consideration: the non-compliancy with law requirement concerning the correct declaration of fibre composition on the label (European Directive 96/74/EC) certainly causes a commercial damage; the non-compliancy with mandatory (Cancerogenous Aromatic Ammine: European Directive 2002/61/EC) and voluntary ecological requirements cause a damage to human health. 21

20 SUSTAINABLE GLOBALIZATION PROJECT (COMO) The project examined Silk Products for garment and accessories and, coherently with the survey Sustainable globalization carried out in Varese, also evaluated their compliancy with law requirements: composition label (European Directive 96/74/EC) and presence of cancerogenous aromatic ammines (European Directive 2002/61/EC). The sampling demonstrated again that Consumers don t have enough information to select purchased products according to their Origin. Infact, more than 44% of tested samples on a total of 105 samples picked up from the market in Como Province, from large-scale retail trade (36 samples), independent shops (15 samples) and street traders (37 samples) and outlet (17 samples) don t bear any Origin indication. The percentages of non-conformed products are significant; in the following tabs (from Table 6 to Table 10) the results are shown according to the modalities already used in Varese. Generally speaking, the same conclusions can be drawn for Como and Varese Project: the need for controls and targeted actions aimed at promoting aware purchasing choices to safeguard consumers is confirmed again. RESULTS OF CONTROLS ON ALL SAMPLES RESULTS OF CONTROLS ON ALL SAMPLES Non-conformity characteristic All samples Fiber composition (European Directive 96/74/EC) 30.5 Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) 19.0 Ecological Requirements (other) 11.4 Table 6 Non conformed samples [% on the total samples: 105] [Sustainable Globalization (Como): 2004] RESULTS OF CONTROLS PER DISTRIBUTION CHANNEL WHERE SAMPLING WAS PERFORMED Non-conformity characteristic Large-scale retail trade Street traders Shops Fiber composition (European Directive 96/74/EC) Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) Ecological Requirements (other) Table 7 Non conformed samples [% on the total samples: 105], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Como): 2004] IMPORTED SAMPLES AND FIBRE COMPOSITION: THE PERCENTAGE OF NON-CONFORMED SAMPLES Non-conformity characteristic Large-scale retail trade Street traders Shops Fiber composition (European Directive 96/74/EC) Table 8 Non-conformed Imported products (products with declared Extra Eu origin or with generic imported indication) [% on total imported samples: 24], per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Como): 2004] IMPORTED SAMPLES AND ECOLOGICAL CHARACTERISTICS: THE PERCENTAGE OF NON-CONFORMED SAMPLES Non-conformity characteristic Large-scale retail trade Street traders Shops Cancerogenous Aromatic Ammine (European Directive 2002/61/EC) Ecological Requirements (other) Table 9 Non-conformed Imported products (products with declared Extra Eu origin or with generic imported indication) [% specific non-conformities in comparison with total ecological non-conformities found out on imported products] per characteristic and Distribution Channel [Sustainable Globalization (Como): 2004] 22

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente

Editoriale. XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente XX Congresso Fismad e riorganizzazione della SIED: comunicazioni del Presidente Cari Associati, abbiamo da poco celebrato a Napoli il ventennale del Congresso Fismad, appuntamento scientifico riconosciuto

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi

Humana comoedia. Una riflessione sulla condizione umana oggi Humana comoedia Una riflessione sulla condizione umana oggi Biagio Pittaro HUMANA COMOEDIA Una riflessione sulla condizione umana oggi saggio www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Biagio Pittaro Tutti

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica

4. Processo di elaborazione: Descrivi brevemente il processo di elaborazione/creazione del vostro progetto/pratica Descrizione della pratica 1. Identificazione Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica ISIS A. GRAMSCI-J.M. KEYNES Nome della pratica/progetto Consumare meno per consumare tutti Persona referente

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli