FONDI&SICAV. CONOSCERE PER INVESTIRE AL MEGLIO Anno 2 - Numero 9 - Maggio Aumentare il rischio? Si può tornare a puntare qualcosa sulle borse

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FONDI&SICAV. CONOSCERE PER INVESTIRE AL MEGLIO Anno 2 - Numero 9 - Maggio 2009. Aumentare il rischio? Si può tornare a puntare qualcosa sulle borse"

Transcript

1 FONDI&SICAV CONOSCERE PER INVESTIRE AL MEGLIO Anno 2 - Numero 9 - Maggio 2009 Aumentare il rischio? Si può tornare a puntare qualcosa sulle borse Consensus Europa Qualche opportunità, ma restano tanti problemi Fondi obbligazionari emerging market C è ancora molto valore nascosto

2

3 EDITORIALE Buon compleanno a noi Un anno fa, in occasione dell ITForum di Rimini, usciva il primo numero di Fondi&Sicav e sicuramente tutto ciò che è successo sui mercati finanziari in questi 365 giorni è stato per noi un ottima palestra. Il nostro auspicio è che i nostri articoli possano essere stati utili a coloro che, a diverso titolo, si confrontano quotidianamente con il mondo degli investimenti finanziari. Per tutti coloro che collaborano al progetto di Fondi&Sicav l anno trascorso è stato intenso, a volte difficile, ma sicuramente ci riempie di orgoglio vedere ogni mese il giornale che deriva dal nostro lavoro. A giudicare dalle reazioni dei lettori e degli investitori pubblicitari, Fondi&Sicav si sta affermando come un importante punto di riferimento indipendente che ha saputo mantenere le promesse fatte in fase di lancio: «Un giornale che possa essere una guida per chi quotidianamente deve affrontare il non facile mondo degli investimenti, dove nulla è scontato. Un giornale che illustri i possibili scenari, che racconti il punto di vista delle principali società di gestione italiane e mondiali, che offra prospettive, ma che VOLUTAMENTE non dia facili soluzioni che nessuno è in grado di dare». GIUSEPPE RICCARDI Non aggiungo altro, se non invitare tutti coloro che saranno a Rimini per la decima edizione di ITForum a passare a trovarci allo stand per festeggiare con noi e augurarci di arrivare al secondo compleanno con lo stesso entusiasmo. Questo numero Per alcuni mesi la politica dei più raffinati strategist, dei più sperimentati gestori è stata in fondo semplice: «Giù la testa!» La paura la faceva da padrona e il timore che saltasse tutto il sistema è stato concreto. «Abbiamo visto la morte in faccia», è stato il sentiment comune. La scelta di tutti, nel momento peggiore è stata di eliminare ogni possibile forma di rischio. I titoli di stato a breve dei paesi più solidi sono apparsi come l unico rifugio che garantiva quanto meno l esistenza del capitale iniziale. Oggi non è che siano successi fenomeni eclatanti, ma la decisa reazione dei governi e delle banche centrali, che hanno immesso una quantità di liquidità nel sistema mai vista finora, e qualche spiraglio di luce nei fondamentali hanno fatto ripartire i mercati azionari e in parte delle materie prime. Per di più a essere premiati sono stati proprio quei titoli che erano stati più a rischio e da cui tutti erano fuggiti, a qualsiasi prezzo. In pratica sta tornando il gusto del rischio. Ed è proprio su questo fenomeno che Fondi&Sicav ha costruito il suo pezzo di copertina: vale la pena ricominciare ad alzare il rischio negli investimenti? La risposta non è stata ovviamente unanime, ma è indubbio che un senso di sollievo si percepisce in maniera chiara e oggi anche le notizie più negative, come il Pil trimestrale degli Usa in calo di oltre il 6%, non sembrano lasciare tracce nel comportamento dei mercati. Complessivamente la strategia di ritorno verso un livello di rischio più alto è in pieno corso e ciò significa che triliardi di dollari che oggi sono parcheggiati nella liquidità o in altri investimenti considerati sicuri potranno presto tornare sui mercati azionari. Il risultato dovrebbe essere una spinta fortissima, il classico calcio in culo alle borse. Da questo numero Fondi&Sicav, come abbiamo annunciato, si fa in due, con un ampio inserto centrale dedicato ai promotori finanziari (e ai consulenti, che stanno prendendo sempre più spazio sul mercato). Riteniamo che la centralità di questa categoria meriti ampiamente una trattazione a parte dei loro problemi e delle loro potenzialità. Perché se da una parte gestori e strategist rappresentano la base dell industria del risparmio gestito, non bisogna scordare che la cinghia di trasmissione con il grande pubblico è rappresentata proprio da promotori e consulenti. Sono stati loro che hanno contribuito a fare tenere i nervi saldi ai risparmiatori nei momenti peggiori e che hanno garantito la sopravvivenza di tutto il sistema. E con i tempi che corrono non è certo lavoro da poco. Forse la vera base del sistema è stata proprio quella. ALESSANDRO SECCIANI FONDI&SICAV/Maggio

4 MAGGIO N 9 SOMMARIO S O M 6 18 I portafogli di Mc Gestioni La situazione OSO, O NON OSO... La sensazione generale è che la fase peggiore della crisi sia stata messa alle spalle. Anche gli stress test sulle banche sono stati positivi e hanno fornito un ulteriore ventata di ottimismo, anche se aprile e i primi di maggio non hanno portato dati macro particolarmente rilevanti. Nei portafogli vale la pena continuare a puntare sugli emerging market e sulla tecnologia statunitense Gli ultimi due mesi hanno portato più notizie positive che negative. I problemi sia sui mercati, sia nell economia reale sono ancora pesanti, ma un minimo di ottimismo si sta facendo strada e alcune borse ne hanno preso coraggiosamente atto, con aumenti anche del 50% nel bimestre. In questo contesto, secondo diversi strategist, può valere la pena abbassare leggermente la guardia e tornare su asset che permettano in prospettiva maggiori guadagni I conti mentali permettono ai sottoscrittori di muoversi sulla base di obiettivi importanti sul lungo termine, come l acquisto di una casa o lo studio dei figli. E consente di pianificare il risparmio con una visione strategica 36 Intervista a PIETRO GIULIANI 40 Consulenza IN DICIASSETTE ALLA CARICA È ormai questo il numero di sim che ha deciso di puntare esclusivamente sul servizio al cliente. Il mercato appare promettente, anche se la maggior parte dei protagonisti ritiene che saranno solo i risparmiatori più abbienti a usufruire di questa opportunità. Sul piano normativo la confusione è ancora forte e quale sarà il ruolo di queste nuove figure non è sempre chiaro. Soprattutto per la possibile sovrapposizione con i pf, che in diversi casi consigliano i sottoscrittori Il vecchio professionista che girava carico di documenti di ogni genere che esibiva in grande quantità al cliente ha lasciato il posto a un promotore che fa uscire tutti i dati necessari dal pc portatile. Cd realizzati ad hoc, contratti stampati sul momento, collegamento via internet con la casa madre e software dedicati per dare ogni spiegazione sono oggi a disposizione di quasi tutte le reti 46 Supporti tecnologici ADDIO VECCHIA VALIGETTA 4 FONDI&SICAV / Maggio 2009

5 MAGGIO N 9 SOMMARIO M A R I O Secondo Simon Lue Fong, money manager del Pictet global emerging debt fund, il migliore nelle performance a un anno tra quasi 100 prodotti, la scelta vincente è stata di sottoponderare il mercato rispetto agli indici. «Oggi preferiamo bond in dollari e in moneta locale in Brasile, Colombia, Turchia e Sud Africa» I rendimenti che possono procurare questi titoli sono molto interessanti e non a caso i migliori prodotti del risparmio gestito che operano in questo settore hanno dato ai sottoscrittori guadagni anche del 20% in un anno. Ma non bisogna dimenticare i pericoli che sono presenti negli emerging market: la storia ha dimostrato che i default non sono un evento così raro e la situazione attuale non può essere considerata tra le più tranquille Obbligazionari paesi emergenti IL RISCHIO C È E SI VEDE Fondi obbligazionari Obbligazionari paesi emergenti Parla il gestore leader SOPRATTUTTO SHORT Analisti e gestori vedono qualche discreta opportunità nel Vecchio continente, ma pochi ci credono fino in fondo. La ripresa economica e dei mercati dovrebbe arrivare prima in altre macroaree. Anche le aziende sembrano tuttora in difficoltà e il credito non è ripartito come avrebbe dovuto, nonostante tagli dei tassi senza precedenti. Incidono anche il calo dei Pil avvenuto in misura nettamente superiore alle attese e l impossibilità da parte della Bce di operare con tutti gli strumenti che ha la Fed Consensus sull Europa SÌ, SENZA ENTUSIASMO 70 Il rimbalzo messo a segno dalle borse ha fatto tornare a molti la voglia di rientrare sull azionario. Tuttavia è proprio in questa fase che occorre tenere in alta considerazione il pericolo di eventuali ricadute che potrebbero riportare indici e titoli diversi punti indietro. Ma ecco un buon compromesso per non rimanere a terra, mentre i mercati continuano a macinare punti al rialzo, e nel contempo controllare l eventualità di perdite per un ritorno della volatilità Certificati CON IL RISCHIO MISURABILE 80 3 Editoriale 14 Notizie in breve 84 My Life, My style Rubriche FONDI&SICAV / Maggio

6 I PORTAFOGLI DI MC GESTIONI Una moderata positività Un anno di DJ Eurostoxx Un anno di S&P500 Il mese di aprile non ha offerto dati macroeconomici particolarmente rilevanti, sebbene ci sia la sensazione che la fase di deterioramento sia in progressiva diminuzione. Il rally sui principali listini azionari ha raggiunto, agli inizi di maggio, importanti livelli di resistenza, diminuendo tuttavia l intensità nella crescita; si cercano quindi ulteriori segnali di conferma per la prosecuzio- La sensazione generale è che la fase peggiore della crisi sia stata messa alle spalle. Anche gli stress test sulle banche sono andati bene e hanno fornito un ulteriore ventata di ottimismo, anche se aprile e i primi di maggio non hanno portato dati macro particolarmente rilevanti. Nei portafogli vale la pena continuare a puntare sugli emerging market e sulla tecnologia statunitense ne del trend rialzista, sia a livello fondamentale sia sulla parte macro stessa, per un rimbalzo che assume una connotazione ancora di natura tecnica. Nonostante ciò, la sensazione è che la fase peggiore della crisi sia stata messa alle spalle: il mercato dovrebbe ormai avere scontato gran parte delle notizie negative provenienti dal settore finanziario e potremmo quindi assistere, almeno nel breve periodo, a una nuova fase di consolidamento della ripresa. Sono stati discreti i risultati dello stress test sviluppato dalle autorità statunitensi sulle principali istituzioni bancarie per capire quale sia la reale condizione del sistema finanziario americano, sia in termini di solvibilità sia di adeguatezza patrimoniale. Anche in questo caso la sensazione era che qualora i risultati non fossero stati in linea con quelli attesi dal governo, le autorità monetarie avrebbero continuato ad adottare misure forti per il contenimento della crisi. Nella costruzione di portafoglio manteniamo le posizioni assunte nei mesi precedenti, perché i trend passati non sono sostanzialmente variati. Si rimane positivi sul settore tecnologico statunitense, sulle small cap e sul mercato canadese trainato dal settore minerario e ultimamente anche dal settore del legname. In Europa si privilegiano il Dax e l Ibex, mentre perdono progressivamente forza relativa quei paesi che accusano una fase di debolezza della propria divisa, quali Uk e le aree nordiche. L Asia emergente è l area best performer, con possibili prese di beneficio su Taiwan e Hong Kong. Si rimane sottopesati sul listino giapponese, sia large sia small cap, che non offre valore nell area e la preferenza è per il mercato australiano grazie, anche in questo caso, all apporto del settore minerario. Continua il buon momentum delle aree emergenti. 6 FONDI&SICAV/Maggio 2009

7

8 Quattordici prodotti per attaccare Investment Tipo Macroarea Area Stile Peso Franklin Us Opportunities Fund Usd Azionario America Nord America Growth 8 MC Fdf America Acc Eur Azionario America Nord America Blend 10 Nordea-1 North American Growth Fund Bp Eur Acc Eur Azionario America Nord America Growth 8 Dexia Equities L Australia Acc Aud Azionario Asia Australia Stile generico 6 Templeton Bric Fund Eur Azionario Emergenti Globale Stile generico 5 Etf Ishares Mdax Ex Eur Azionario Europa Euro Blend 12 Oyster European Opportunities Eur Azionario Europa Globale Blend 8 Lemanik Sicav - Mc World Equities Cap Retail Eur Acc Eur Azionario Mondiale Globale Blend 6 Generali Am Global New Technologies D Acc Eur Azionario Settoriale Infor. technology Stile generico 4 Etf Ishares S&P Global Timber & Forestry Eur Azionario Settoriale Materials Stile generico 4 MC Fdf Flex Medium Volatility Eur Flessibile Mondiale Area generica Stile generico 8 Bot 11/16/2009 Eur Monetario Euro Area generica Stile generico 8 Parvest Euro Medium Term Bond Eur Eur Obbligazionario Diversificati Europa Stile generico 8 Axa Wf Euro 3-5 Eur Acc Eur Obbligazionario Governativo Europa Short term euro 5 La visione dinamica Migliora il sentiment Come suddividere i pesi Parvest Euro Medium Term Bond Eur Eur Bot 11/16/2009 Eur Mc Fdf Flex Medium Volatility Eur Etf Ishares S&P Global Timber & Forestry Eur 8% Generali Am Global New Technologies D Acc Eur 8% 4% 4% Lemanik Sicav - Mc World Equities Cap Retail Eur Acc Eur Il portafoglio si rivolge a un investitore dal profilo di rischio medio-alto: l obiettivo è la crescita del capitale in un orizzonte temporale di medio periodo. L esposizione è il 71% sul comparto azionario puro, l 8% sul flessibile e il 21% tra titoli obbligazionari e monetari. A livello macroeconomico Usa registriamo un parziale miglioramento dei principali indicatori di sentiment e di fiducia del mercato, con contestuale stabilizzazione del settore immobiliare, che può rappresentare il comparto più importante da Axa Wf Euro 3-5 Eur Acc Eur 6% 8% 5% 8% 8% 12% monitorare affinché l economia possa effettivamente ripartire. Il Pil Usa nel primo trimestre 2009 al -6.1%, che segue il calo del 6,3% del quarto trimestre 2008, è ancora un valore preoccupante: solo 27 anni fa il dato fu peggiore. Gli indicatori anticipatori non forniscono invece particolari segnali operativi, confermando quanto accaduto nelle settimane precedenti: l indice dei noli e quello delle materie prime fluttuano lateralmente. Nella costruzione di portafoglio riteniamo che la diversificazione debba rimane- Franklin Us Opportunities Fund Usd 10% 5% Mc Fdf America Acc Eur 8% 6% Etf Ishares Mdax Ex Eur Nordea-1 North American Growth Fund Bp Eur Acc Eur Dexia Equities L Australia Acc Aud Templeton Bric Fund Eur re ancora ampia, perché le rotazioni, sia geografiche sia settoriali, sono state ancora più evidenti dal raggiungimento dei minimi fino ai livelli attuali. In portafoglio leggera preferenza per l area americana rispetto a quella europea e inserimento in portafoglio della componente asiatica, i cui paesi hanno relazioni commerciali avanzate con la Cina (Taiwan e Hong Kong) e/o sono esportatrici di materie prime (Australia). I paesi emergenti nel loro complesso continuano ad avere una buona forza relativa e quindi maggiore valore, in relazione ai mercati delle economie sviluppate. Anche in questo caso le rotazioni geografiche potrebbero penalizzare l investitore nella scelta: conviene pertanto puntare su un prodotto ben diversificato come un Bric. Tra gli emergenti continuiamo comunque a preferire Cina, India e Brasile. L economia cinese mostra segnali di ripresa, sotto la spinta degli stimoli monetario e fiscale. India e Brasile godono di una domanda interna solida e prospettive di riduzione dei tassi d intervento da parte delle autorità monetarie locali. Oyster European Opportunities Eur 8 FONDI&SICAV/Maggio 2009

9

10 I PORTAFOGLI DI MC GESTIONI La visione moderata Incrementato l azionario Come suddividere i pesi Schroder Global Inflation Linked Bond B Acc Eur 4% 10% 10% Il portafoglio si rivolge a un investitore dal profilo di rischio medio-alto: l obiettivo è la crescita del capitale in un orizzonte temporale di medio periodo. L esposizione è pari al 27% sul comparto obbligazionario, al 9% su absolute return e flessibili, al 18% sul monetario e al 46% sul comparto azionario. Rispetto al mese passato abbiamo leggermente aumentato il peso dell azionario all interno del portafoglio. In questa fase proprio il mercato azionario ha mostrato una doppia velo- 8% Mc Fdf Flex Medium Volatility Eur 5% 10% cità: da un lato abbiamo i settori ciclici che hanno dato valore e risultano positivi da inizio anno, dall altro ci sono i settori difensivi, che dopo essere riusciti a contenere la volatilità, soffrono durante le rotazioni di mercato. È ancora prematuro pensare a una ripresa effettiva. Esistono tuttavia alcuni fattori positivi che dobbiamo prendere in considerazione: tassi bassi e prezzi delle materie prime stabili aumentano il reddito disponibile da parte del consumatore con effetti benefici per i consu- Caam Volatility Equities S (C) Eur Dexia Index Euro Bonds Classic Acc Eur 5% 4% 8% 10% Axa Wf Euro 7-10 Eur Acc Eur Parvest Euro Corporate Bond Classic Acc Eur Parvest Short Term (Euro) Eur Bot 11/16/2009 Eur Henderson Horizon American Equity Fund A2 Acc Usd 6% 8% 8% Schroder Us Small & Mid Cap Equity Eur Hedged A Eur 4% Templeton Bric Fund Eur Franklin Mutual Global Discovery Fund Eur Franklin Mutual European Fund A E Acc Eur Invesco Pan European Structured Equity Fund Eur mi; alcuni settori, tra cui spicca il tecnologico, stanno vedendo fenomeni di aggregazione e consolidamento, il che è positivo e consente di aumentare le quote di mercato per le imprese predatrici; alcuni governi hanno varato piani per investimento in infrastrutture (ad esempio la Cina) e i mercati sembrano apprezzare. Esistono quindi buone opportunità sull equity, anche in un contesto macro debole, ma bisogna considerare che prese di beneficio e ritracciamenti potrebbero ancora verificarsi. Nel lungo periodo il settore delle energie alternative, vista la spinta che l amministrazione Obama sta fornendo e considerando il vasto consenso presso le amministrazioni di alcuni paesi emergenti e di quelli più sviluppati, potrebbe essere un asset interessante su cui puntare. Sul lato obbligazionario, le politiche monetarie delle banche centrali hanno ridotto i tassi vicino allo zero e per trovare rendimenti interessanti è necessario o allungare la durata finanziaria dell investimento, oppure puntare su emissioni societarie a elevata garanzia o high yield. La view è favorevole. Quattordici prodotti per ogni scenario Investment Tipo Macroarea Area Stile Peso Caam Volatility Equities S (C) Eur Absolute return Flex Area generica Stile generico 4 Henderson Horizon American Equity Fund A2 Acc Usd Azionario America Nord America Blend 10 Schroder Us Small & Mid Cap Equity Eur Hedged A Eur Azionario America Nord America Small Cap 8 Templeton Bric Fund Eur Azionario Emergenti Globale Stile generico 4 Franklin Mutual European Fund A E Acc Eur Azionario Europa Globale Blend 8 Invesco Pan European Structured Equity Fund Eur Azionario Europa Globale Blend 6 Franklin Mutual Global Discovery Fund Eur Azionario Mondiale Globale Blend 10 Mc Fdf Flex Medium Volatility Eur Flessibile Mondiale Area generica Stile generico 5 Bot 11/16/2009 Eur Monetario Euro Area generica Stile generico 8 Parvest Short Term (Euro) Eur Monetario Euro Area generica Stile generico 10 Parvest Euro Corporate Bond Classic Acc Eur Obbligazionario Corporate Europa Stile generico 4 Axa Wf Euro 7-10 Eur Acc Eur Obbligazionario Governativo Europa M/L euro 10 Dexia Index Euro Bonds Classic Acc Eur Obbligazionario Governativo Europa Short Term euro 8 Schroder Global Inflation Linked Bond B Acc Eur Obbligazionario Inflation linked Area generica Stile generico 5 10 FONDI&SICAV/Maggio 2009

11

12 I PORTAFOGLI DI MC GESTIONI Dodici prodotti per difendersi Investment Tipo Macroarea Area Stile Peso Nordea -North Amer Growth Fund Usd Azionario America Nord America Growth 7 Franklin Mutual European Fund A E Acc Eur Azionario Europa Globale Blend 4 Lemanik Sicav - Mc World Equities Cap Retail Eur Acc Eur Azionario Mondiale Globale Blend 10 Mc Fdf Flex Low Volatility Eur Flessibile Mondiale Area generica Stile generico 10 Bot 11/16/2009 Eur Monetario Euro Area generica Stile generico 10 Parvest Euro Corporate Bond Classic Acc Eur Obbligazionario Corporate Europa Stile generico 5 Parvest Euro Medium Term Bond Eur Obbligazionario Diversificati Europa Stile generico 8 Mc Fdf High Yield Eur Obbligazionario Emergenti Globale Stile generico 5 Axa Wf Euro 7-10 Eur Acc Eur Obbligazionario Governativo Europa M/L euro 12 Fortis L Fund Bond Government Euro Acc Eur Obbligazionario Governativo Europa M/L euro 8 World Express European Short-Term Bonds Ae Eur Obbligazionario Governativo Europa Short term euro 9 Schroder Global Inflation Linked Bond B Acc Eur Obbligazionario Inflation linked Area generica Stile generico 12 La visione prudente Mantenere alta la cautela Come suddividere i pesi Schroder Global Inflation Linked Bond B Acc Eur World Express European Short-Term Bonds Ae Eur Fortis L Fund Bond Government Euro Acc Eur Axa Wf Euro 7-10 Eur Acc Eur 8% 9% 12% Mc Fdf High Yield Eur 12% 5% 8% 5% Il portafoglio si rivolge a un investitore dal profilo di rischio mediobasso: l obiettivo è la crescita del capitale in un orizzonte temporale almeno superiore all anno. L esposizione è al 59% sul comparto obbligazionario, al 20% sul monetario e al 21% sul comparto azionario. Il mercato obbligazionario area euro continua a essere in tensione. Nei mesi scorsi esistevano due forze contrapposte: la prima recessionista, che implicava un generalizzato ribasso dei tassi con politiche fortemente espansive adottate delle autorità monetarie, la seconda caratterizzata da un aumento del premio a rischio, essenzialmente dovuto ai problemi legati al settore finanziario, con conseguente rialzo dei tassi sulle scadenze più lunghe. Il risultato dei due movimenti è stato di generare volatilità e incertezza su un comparto che nell anno appena trascorso aveva raggiunto i suoi massimi, ma che non trova in questa fase una vera e propria direzionalità. Lo spread Btp-Bund si è ulteriormente ristretto durante il mini rally del mercato azionario, a testimonianza di una situazione che almeno sui mercati finanziari appare più serena. Il segnale Nordea -North Amer Growth Fund Usd Franklin Mutual European 7% Fund A E Acc Eur 4% Lemanik Sicav - Mc World Equities Cap 10% Retail Eur Acc Eur 10% Parvest Euro Medium Term Bond Eur 10% Mc Fdf Flex Low Volatility Eur Bot 11/16/2009 Eur Parvest Euro Corporate Bond Classic Acc Eur è da interpretare in maniera positiva. Negli ultimi mesi gli asset più rischiosi sono diventati quelli maggiormente remunerativi, ma è necessario mantenere alta la cautela e a livello operativo la diversificazione di portafoglio, specialmente in un contesto macroeconomico debole. Gli stessi Cds segnalano ancora instabilità e possibilità di ritracciamento: l erogazione del credito a imprese e consumatori non si è ancora normalizzata, ma il miglioramento è notevole rispetto all anno passato. Nell ultimo mese sia la curva europea sia quella americana sono rimaste sostanzialmente invariate: si consolida quindi l irripidimento che dura ormai da inizio anno. La sensazione è che l indice di riferimento rappresentativo dei titoli governativi Jpm Emu sembra avere ripreso con lentezza il proprio trend crescente. L ideale posizionamento sul portafoglio in termini di duration rimane la neutralità, ovvero quel livello compreso tra i cinque e i sette anni. Rimaniamo positivi sull asset class corporate investment grade e high yield, che potrebbero continuare a beneficiare dell ampia liquidità attualmente presente sul mercato. 12 FONDI&SICAV/Maggio 2009

13

14 NOTIZIE IN BREVE LA CUSTOM HOUSE DI DUBLINO Irlanda Tutto per le banche Irlanda potrebbe essere il primo paese a passare dalla recessione alla depressione. L Economist intelli- L gence unit calcola che entro il 2010 la contrazione del Pil sarà del 12%: una stima non azzardata, se teniamo conto che le esportazioni irlandesi dirette in Usa e Regno Unito (il 40% del totale) sono state gravemente danneggiate dal rallentamento di queste due economie e dalla debolezza del dollaro e della sterlina. Con i prezzi degli immobili in calo del 10% e il settore delle costruzioni in caduta Raccolta fondi Quasi positivi I numeri di aprile libera (-45%), il tasso di disoccupazione supera il 10% (rispetto al 4,4% del 2007) e potrebbe impennarsi fino al 13% nel Più ottimista la Banca centrale locale, che si aspetta che la frenata del Pil non vada oltre il 7%. In questo scenario, il governo non ha avuto dubbi nell applicare un severo piano di aggiustamento che include rialzi delle imposte, tagli alle spese, sospensione di aiuti fiscali e tagli degli stipendi nel settore pubblico. Il settore bancario ha evitato qualsiasi tipo di taglio e ha ricevuto tutto l appoggio dell esecutivo per garantire il suo buon funzionamento. apr-09 mln. euro mar-09 mln. euro AZIONARI BILANCIATI OBBLIGAZIONARI FONDI DI LIQUIDITÀ FLESSIBILI FONDI HEDGE FONDI APERTI FONDI RISERVATI FONDI HEDGE FONDI DI DIRITTO ITALIANO Gruppi italiani Gruppi esteri FONDI DI DIRITTO ESTERO Gruppi italiani Gruppi esteri GRUPPI ITALIANI GRUPPI ESTERI TOTALE da inizio anno mln. euro RACCOLTA NETTA Discrete notizie, anche se non ancora positive, sul fronte delle sottoscrizioni dei fondi comuni. Ad aprile, infatti, la somma tra sottoscrizioni e riscatti si è fermata a -826 milioni di euro. Nonostante i deflussi, grazie all attività di gestione e al favorevole andamento dei mercati, il patrimonio è tornato a crescere passando da 385,6 miliardi dello scorso mese agli attuali 396,7. Interessante anche il ritorno in territorio positivo dei prodotti azionari e flessibili. Per i secondi la raccolta è stata di Fonte: Assogestioni 477 milioni di euro, mentre per gli azionari il saldo positivo è stato di 373 milioni di euro. Prossimi alla parità i fondi bilanciati che si sono presentati con un saldo negativo di 106 milioni. I fondi di liquidità hanno registrato riscatti complessivi per 193 milioni di euro. Netta la frenata dei deflussi dai fondi obbligazionari: la categoria è passata da -2,7 miliardi, rilevati a marzo, agli attuali -403 milioni. Infine ad aprile la maglia nera è stata assegnata ai fondi hedge, che hanno registrato riscatti per 975 milioni di euro e detengono asset, in diminuzione, inferiori a 17 miliardi di euro (4,2% delle masse complessive). Le principali vittime dei deflussi sono stati i fondi di diritto italiano. I prodotti domestici hanno registrato riscatti per circa 2 miliardi di euro. Positiva invece la raccolta provvisoria dei fondi di diritto estero con + 1,2 miliardi di euro. 14 FONDI&SICAV/Maggio 2009

15

16 NOTIZIE IN BREVE Bce Non solo tagli ai tassi L a Banca centrale europea ha rispettato le aspettative e ha annunciato misure eccezionali per fare fronte alla peggiore recessione economica post seconda guerra mondiale. Stando alle comunicazioni diffuse da Jean Claude Trichet, la Bce ha deciso di acquistare bond denominati in euro emessi dai paesi dell Eurozona. Una misura che equivale a porre in marcia la macchina fabbrica banconote con l obiettivo di iniettare liquidità nel sistema e che, sommata al taglio del costo del denaro all 1% e all ampliamento delle scadenze del credito, punta a fornire un valido aiuto alla ripresa. Allo stesso tempo, Trichet ha annunciato che la Bce presterà denaro alle banche adeguandosi alle scadenze richieste dal settore. Fino a questo momento, la Bce ha aggiudicato la liquidità alle banche commerciali della zona euro per periodi non più lunghi di sei mesi, ma da ora in poi la scadenza sarà portata a 12 mesi. Il capitolo delle misure eccezionali si completa con l inclusione della Cina Non è sufficiente per la ripresa La Cina dispone di armi poderose per fare fronte a un eventuale decelerazione della sua crescita. Il deficit pubblico è di poco superiore al 3%; il debito pubblico sarà inferiore al 20% del Pil; la politica monetaria, a differenza di altri casi, ha ancora margini per essere espansiva con tagli addizionali del costo del denaro e del coefficiente di riserva delle banche; il Paese dispone di 2 triliardi di dollari di riserve in valuta estera. Infine le autorità potrebbero svalutare lo yuan, che dal luglio del 2005 si è apprezzato del 20% verso la moneta Usa. I segnali di ripresa sono reali, ma le valutazioni di alcuni analisti sul contributo che il Paese può dare alla soluzione della crisi planetaria appaiono esagerate. La Cina è stata negli ultimi anni uno dei motori dell economia mondiale, ma non bisogna dimenticare che se gli altri motori dovessero fermarsi, il gigante asiatico non potrebbe caricarsi tutto il peso sulle sue spalle. Per esempio, basti ricordare che il consumo privato in Cina è un sesto di quello Usa. Ipotizzando che i consumi crescano in Cina del 15% e decrescano negli Stati Uniti del 5%, il Paese asiatico contribuirebbe per 255 miliardi di dollari ai consumi globali, mentre gli Usa apporterebbero quasi il doppio. In altri termini, la caduta dei consumi a stelle e strisce, alla quale dovrebbe essere sommata quella di altri paesi Bei tra le entità che possono prendere parte alle operazioni di liquidità. In quanto al prezzo del denaro, il consiglio di governo della Bce ha apportato un taglio dello 0,25%, pilotando i tassi all 1%, un livello storicamente basso. Guardando al futuro, anche se Trichet ritiene che questo livello sia adeguato nella situazione attuale, non ha scartato la probabilità di ulteriori ribassi. Il responsabile della politica monetaria ha riconosciuto che l economia mondiale sta sperimentando una severa contrazione che persisterà durante l anno in corso e ha pronosticato un recupero graduale a partire dal Per quanto riguarda l acquisto di titoli pubblici, la maggiore obiezione è che questa misura rischia di produrre confusione tra le politiche fiscali dei singoli paesi e le politiche monetarie. Sarebbe inoltre difficile decidere quali bond governativi acquistare, creando difficoltà nell individuazione della strategia di uscita corretta. Vale a dire che, una volta che la Bce si sarà caricata il peso del debito pubblico, sarebbe difficile disfarsi di questo senza provocare delle distorsioni nel mercato. industrializzati, non può essere compensata neppure lontanamente con un sensibile aumento di quelli cinesi e degli altri paesi emergenti. Inoltre basta farsi un idea delle dimensioni del Pil nelle grandi economie per capire che la Cina non può ancora trainare da sola l economia globale. Nel 2008, il Pil è stato circa 17 triliardi di dollari nell Ue, 14 negli Usa, 4,5 in Giappone e 3,5 in Cina. La contrazione del Pil del 2,8% nel 2009 nell Ue equivarrebbe a circa 355 miliardi di dollari e quella del 5,2% del Giappone a 225. La crescita (ipotetica) dell 8% in Cina equivarrebbe a 280 miliardi, poco più della quarta parte della contrazione congiunta di Usa, Ue e Giappone. 16 FONDI&SICAV/Maggio 2009

Schroder ISF EURO Short Term Bond

Schroder ISF EURO Short Term Bond Pagina 1 Indice Review su mercato e fondo pag. 2 Il mercato Il fondo Cosa ci aspettiamo dal mercato e dal fondo pag. 3 Uno sguardo al mercato Le scelte strategiche I risultati di pag. 4 Descrizione del

Dettagli

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto 29 Settembre 2015 Fonditalia Core MERCATO Azionario Da metà aprile gli indici azionari hanno corretto al ribasso dopo il rialzo di inizio anno (prima a causa dell acuirsi della crisi greca, poi per via

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO

MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 86 MEDIOLANUM RISPARMIO REDDITO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il 29 giugno

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE

TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE DOCUMENTO PUBBLICITARIO TROVA I RENDIMENTI OVUNQUE CON BGF FIXED INCOME GLOBAL OPPORTUNITIES FUND (FIGO) È un nuovo mondo per i mercati obbligazionari. È quindi giunto il momento di considerare un approccio

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2013 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 1.903.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Commento & Analisi operative

Commento & Analisi operative Commento & Analisi operative Mese di ottobre che ha visto variazioni mensili modeste (con cali in molti paesi specifici ma con azionario Usa e Giapponese ai massimi storici) ma nasconde molti fatti e movimenti

Dettagli

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato

Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato Il ruolo dei fondi alternativi multi-manager nell attuale scenario di mercato No. 10 giugno 2015 N. 10 giugno 2015 2 Le principali Banche Centrali hanno aumentato complessivamente di oltre 6.000 miliardi

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 6 giugno A cura dell

Dettagli

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap

Piccole imprese grandi opportunità. Small Cap Small Cap Piccole imprese grandi opportunità. A sei anni dall inizio della crisi finanziaria internazionale, l economia mondiale sembra recuperare, pur in presenza di previsioni di crescita moderata. In

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario

Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Per Consulenti E Investitori Qualificati Strategic Solutions Schroder Global Diversified Growth Fund Oltre i soliti strumenti Per uno spettacolo fuori dall ordinario Quando gli strumenti classici non bastano

Dettagli

Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico"

Portafoglio Invesco a cedola Profilo dinamico Portafoglio Invesco a cedola Profilo "dinamico" Questo documento è riservato per i Clienti Professionali/Investitori Qualificati e/o Soggetti Collocatori in Italia e non per i clienti finali. È vietata

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 30/04/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

Portafogli Modello Giugno 2014

Portafogli Modello Giugno 2014 Portafogli Modello Giugno 2014 Investment Advisory 10 Giugno 2014 Milano Indice Commento Generale (p. 3) Portafoglio Obbligazionario (p. 4) Portafoglio Bilanciato (p. 6) Portafoglio Azionario (p. 8) Ranking

Dettagli

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad

Fondi & Gestioni Gennaio 2014. Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Fondi & Gestioni Gennaio 2014 Rispondiamo in tempo reale alle domande sui fondi e le gestioni di AcomeA SGR su Twitter. Utilizza l hashtag #aad Indice Classifiche: rassegna stampa fondi...3 AcomeA Classifiche

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity

Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity 24 Risk Parity Investimenti consapevoli e l approccio Risk Parity Se volessimo descrivere l approccio Risk Parity con una sola parola, Diversificazione sarebbe sicuramente la più indicata. In media, in

Dettagli

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio

2014/2015: Retrospettiva e prospettive future. Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio 2014/2015: Retrospettiva e prospettive future Risparmio in titoli per conti Risparmio 3 e di libero passaggio Retrospettiva 2014 La comunicazione relativa a una riduzione solo graduale degli acquisti di

Dettagli

UBS Dynamic. Portfolio Solution

UBS Dynamic. Portfolio Solution Dynamic 30 giugno 2013 UBS Dynamic Linee di Gestione di UBS (Italia) S.p.A. Linea Global Credit Linea Income Linea Yield Linea Balanced Linea Equity Linea Global Credit Linea Income Linea Yield Linea Balanced

Dettagli

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A.

KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. KAIROS PARTNERS SGR S.p.A. Relazione Semestrale al 30.06.2015 FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO Kairos Income Kairos Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via San Prospero 2, 20121 Milano Tel 02.777181

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE ZENIT MC BREVE TERMINE ZENIT MC OBBLIGAZIONARIO ZENIT MC PIANETA ITALIA ZENIT MC EVOLUZIONE ZENIT MC PARSEC ZENIT MC MEGATREND RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 3 marzo A cura dell

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 8 agosto A cura dell

Dettagli

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati.

Vendere titoli o fondi o cambiare semplicemente fondi significa pagare subito questa nuova tassa sugli interessi maturati. FEBBRAIO 2016 Vediamo di riassumere sinteticamente in questa mail le cause che hanno portato allo storno delle borse e grazie all ausilio delle informazioni ricevute da alcuni dei principali gestori mondiali,

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

8a+ Investimenti Sgr. Latemar

8a+ Investimenti Sgr. Latemar 8a+ Investimenti Sgr Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Latemar RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2007 Sede Legale: Varese, Piazza Monte Grappa 4 Tel 0332-251411 Telefax 0332-251400 Capitale

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile

Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Asset class: Fondi Obbligazionari Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Obbligazionari

Dettagli

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859

FR0010222224 LU0613540185 FR0010344853 LU0533032859 Vediamo di aggiornare l Etf Portfolio in ottica di Investimento, che avevo introdotto a fine gennaio 2009. (a fondo articolo metto anche un portafoglio per chi inizia adesso, chiaramente con differenti

Dettagli

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA:

FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE APERTO DI DIRITTO ITALIANO CATEGORIA: Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA INCOME FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO MOBILIARE

Dettagli

Aviva Top Funds. unit linked multimanager a fondi esterni

Aviva Top Funds. unit linked multimanager a fondi esterni unit linked multimanager a fondi esterni Novità Novembre 2012 + 21 fondi 1 nuova casa di investimento 7 nuovi fondi azionari 1 nuova categoria di fondi azionari 10 nuovi fondi obbligazionari 2 nuove categorie

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

I Differenziali di rendimento

I Differenziali di rendimento I Differenziali di rendimento continuano ad orientare il mercato FX 14 Febbraio 2011 Durante la scorsa settimana abbiamo avuto un attività di trading favorevole sul Dollaro USA in quanto i differenziali

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo

3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo www.dominosolutions.it - info@dominosolutions.it 3 buone ragioni perchè il mercato americano sia ancora in rialzo Il nostro One Million Dollar Portfolio da inizio anno sta realizzando il 58.13% Il nostro

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015

CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa. Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 CFA Italy Financial Business Survey and Sentiment Index, maggio 2015 Rassegna Stampa Il Sole 24 Ore Radiocor 4 maggio 2015 Cfa Society: +56,8 pt Italy sentiment in maggio, fiducia confermata 2015-05-04

Dettagli

I fondi a distribuzione Parvest

I fondi a distribuzione Parvest Il presente documento ha natura pubblicitaria e viene diffuso con finalità promozionali, è redatto a mero titolo informativo e non costituisce (i) un offerta di acquisto o una sollecitazione a vendere;

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento

Data xx/xx/xxxx. Cliente: ESEMPIO/09/03/1. Piano di Intervento Data xx/xx/xxxx Piano di Intervento Cliente: ESEMPIO/09/03/1 Gentile CLIENTE, Il presente elaborato è stato redatto sulla base di quanto emerso durante i nostri precedenti incontri e costituisce uno strumento

Dettagli

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca?

2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? 2014 : Fondi o Etf? Mono o multimarca? Venerdì 29 novembre 2013 In questo Diario di Bordo parliamo in sintesi: MERCATO OBBLIGAZIONARIO. MEGLIO FONDI O ETF? MEGLIO OPERARE CON UNA SOLA SOCIETA DI GESTIONE

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL

Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna stampa - TENDERCAPITAL Rassegna del 22/05/2014 INDICE TENDERCAPITAL 21/05/2014 Fondi & Sicav È sempre grande America 21/05/2014 Fondi & Sicav Nel complesso benino 21/05/2014 Fondi & Sicav Il vero

Dettagli

Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente

Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente Tassi a zero e Azioni: le risposte per il Cliente 2 Eurizon Capital: un grande patrimonio di competenza e fiducia 193 miliardi Patrimonio gestito 1,4 milioni di clienti retail (fondi italiani e GP) 15%

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015

L Asset Allocation Strategica di Inarcassa 2011-2015 Presentazione ai nuovi consiglieri 2011-2015 Comitato Nazionale dei Delegati Roma, 14-15 ottobre 2010 Protocollo: DFI/10/267 Indice Asset Allocation Strategica 2010: le deliberazioni del CND del 12-13

Dettagli

La crisi iniziata nel 2007

La crisi iniziata nel 2007 La crisi iniziata nel 2007 In questa lezione: Analizziamo lo scoppio della crisi finanziaria. Studiamo l effetto della crisi finanziaria sull economia reale. 300 L origine della Crisi Nell autunno del

Dettagli

Il futuro ha bisogno di più Anima.

Il futuro ha bisogno di più Anima. Il futuro ha bisogno di una nuova visione. Più attenta all essenza. Più responsabile e rigorosa. Più aperta e positiva. Per questo i migliori consulenti, le migliori banche e reti di promotori finanziari

Dettagli

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni

Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni Offerta al pubblico di UNIVALORE STARS prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto UL13US) Regolamento dei Fondi interni REGOLAMENTO DEL FONDO INTERNO CREDITRAS F INFLAZIONE

Dettagli

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015

L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 COMUNICATO STAMPA L INVESTMENT BAROMETER DI J.P. MORGAN PRIVATE BANK RIVELA LE OPINIONI DEGLI INVESTITORI HIGH NET WORTH E LE MINACCE PIÙ TEMUTE NEL 2015 Le azioni mantengono la fiducia degli investitori

Dettagli

Osservare il Giappone

Osservare il Giappone Osservare il Giappone Troppo scontato parlare di Renzi e della politica italiana. Cerco di guardare più avanti. Parliamo quindi di Giappone. Qualcosa nel Sol Levante non sta funzionando. L Abenomics al

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION

Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION Zurich Investments Life S.p.A. Fondo pensione aperto ZURICH CONTRIBUTION INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2009) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 11 novembre A cura

Dettagli

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007

Piano Economico Finanziario 2008. Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Piano Economico Finanziario 2008 e previsioni anni 2009 e 2010 Consiglio Generale: seduta del 26 Ottobre 2007 Indice Scenario & Previsioni PIANO ANNUALE 2008 1Fonti di finanziamento 2Impieghi 3Ricavi 4Costi

Dettagli

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro

Top players in Europa. PARVEST Equity Best Selection Euro Top players in Europa PARVEST Equity Best Selection Euro 5 motivi per investire in PARVEST Equity Best Selection Euro 1 I nostri esperti ritengono che potrebbe essere il momento opportuno per investire

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

Fondo AcomeA ETF attivo

Fondo AcomeA ETF attivo Articolo pubblicato su Borsa Italiana il 28 giugno 2012 http://www.borsaitaliana.it/speciali/trading/inside-markets/23/etf-fondoacomeaetfattivo.htm Fondo AcomeA ETF attivo Il fondo AcomeA ETF Attivo è

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Investire in bond: quando il gioco si fa duro

Investire in bond: quando il gioco si fa duro Investire in bond: quando il gioco si fa duro No. 3 - Maggio 2013 Investire in bond: quando il gioco si fa duro Dopo la corsa agli elevati rendimenti generalizzati degli ultimi anni, il mercato obbligazionario

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

IL PIANO DI RISPARMIO ATTIVO CHE UNISCE PROTEZIONE E PERFORMANCE FINANZIARIA.

IL PIANO DI RISPARMIO ATTIVO CHE UNISCE PROTEZIONE E PERFORMANCE FINANZIARIA. IL PIANO DI RISPARMIO ATTIVO CHE UNISCE PROTEZIONE E PERFORMANCE FINANZIARIA. PERCHÉ ACCONTENTARSI? Il mercato oggi offre soluzioni sempre più interessanti e innovative, alla portata di tutti. Dal telefono

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014

Regolamento dei fondi interni Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 Data ultimo aggiornamento 06/11/2014 REGOLAMENTO DEI FONDI INTERNI 1 - Istituzione e denominazione del fondo La Società ha istituito e gestisce, secondo le modalità previste dal presente Regolamento, i

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave

La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Active Marzo Management 2015 La gestione attiva nei mercati obbligazionari: Conviction è la parola chiave Mauro Vittorangeli CIO Conviction Fixed Income e Senior Portfolio Manager Le politiche monetarie

Dettagli

GP Benchmark GP Quantitative

GP Benchmark GP Quantitative Servizio d'investimento commercializzato da: GP Benchmark GP Quantitative Sede legale e direzione generale 38122 Trento - Via Segantini, 5 +39.0461.313111 www.cassacentrale.it Messaggio pubblicitario.

Dettagli

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA

GESTIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA 31 Elisioni intersettoriali Le elisioni intersettoriali sono relative allo storno di ricavi e costi tra società del Gruppo appartenenti a settori diversi. In particolare il saldo negativo di 15 milioni

Dettagli

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER PLUS (Tariffa 60047)

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER PLUS (Tariffa 60047) EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER PLUS (Tariffa 60047) Reggio Emilia, 25 febbraio 2013 Oggetto: aggiornamento delle informazioni sugli OICR esterni riportate nel Documento Informativo Gentile Cliente, nel

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto

ZED OMNIFUND fondo pensione aperto Zurich Investments Life S.p.A. ZED OMNIFUND fondo pensione aperto INFORMAZIONI SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE (Dati aggiornati al 31.12.2014) Alla gestione delle risorse provvede la Zurich Investments Life

Dettagli

Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio

Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio 07/12/2015 Ambrosetti Am riduce l'azionario in portafoglio L'analisi dei mercati a cura dell'ad Allegri. A dicembre meno esposizione al rischio, mentre aumenta la selezione settoriale www.finanzareport.it

Dettagli

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011 05/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Maggio 2014 2011 Maggio 2014 Analisi di scenario Mercati 22/05/2014 2 Analisi di scenario Il nuovo Conundrum Tra le principali sorprese del

Dettagli

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048)

EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) EUROMOBILIARE LIFE MULTIMANAGER ADVANCED (Tariffa 60048) Reggio Emilia, 28 febbraio 2015 Oggetto: aggiornamento delle informazioni sugli OICR esterni riportate nel Documento Informativo Gentile Cliente,

Dettagli

PROMOTORI & CONSULENTI

PROMOTORI & CONSULENTI art PROMOTORI & CONSULENTI FONDI&SICAV Dicembre 2010 Federico Sella di Banca patrimoni Sella &c.: «Trasparenti e prudenti» Reclutamento I soldi non sono tutto Concentrazione Un mondo sempre più di grandi

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera

Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera COMUNICATO STAMPA Indice di Benessere Finanziario ING Bank: prosegue il trend positivo che dai 42,2 punti dello scorso autunno sale ai 42,5 di questa primavera Milano, 06 luglio 2015 - Secondo l ultima

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 9 giugno 2015 View Fideuram Investimenti Scenario macroeconomico Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 I dati diffusi nelle ultime settimane mostrano che

Dettagli