Iniziare con C# Che cos è C# Perché C#? Giorno 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Iniziare con C# Che cos è C# Perché C#? Giorno 1"

Transcript

1 Giorno 1 Iniziare con C# Che cos è C# Rilasciato nel giugno 2000, C# (si pronuncia Ci sharp ) è un nuovo linguaggio di Microsoft sottoposto a ECMA per la standardizzazione. Creato da un équipe guidata dall ingegnere Anders Hejlsberg, che ha ideato altri prodotti, quali Borland Turbo C++ e Borland Delphi, C# integra e migliora gli aspetti più funzionali di linguaggi già esistenti. C# è potente e flessibile e, come tutti i linguaggi di programmazione, può essere utilizzato per creare molteplici applicazioni; non pone limiti a ciò che potete fare ed è già stato utilizzato per progetti molto diversi tra loro, come siti Web, strumenti di sviluppo e persino compilatori. Vari linguaggi di programmazione possiedono caratteristiche orientate agli oggetti, ma sono davvero pochi quelli che si possono definire completamente OOP (Object- Oriented Programming) come C#. Il linguaggio orientato agli oggetti verrà trattato nel Giorno 2. Più avanti, nella lezione di oggi, si confronterà C# con altri linguaggi di programmazione e si vedrà quali applicazioni possono essere create. Perché C#? Si supponeva che Java, C++, Perl, Microsoft Visual Basic e altri linguaggi esistenti offrissero tutte le funzionalità necessarie e, quindi, non ci fosse ragione di creare un nuovo linguaggio di programmazione. C# si basa su C e C++, ma ha regole proprie. Microsoft ha utilizzato le proprietà più efficaci di C e C++ includendovi nuove caratteristiche che rendono il linguaggio facile da usare (molte di queste sono simili alle funzionalità di Java). Le caratteristiche principali di C# sono le seguenti: C# è semplice; C# è di ultima generazione; C# è orientato agli oggetti.

2 4 Giorno 1 Ma esistono anche altre ragioni per cui C# risulta interessante: C# è potente e flessibile; C# è un linguaggio costituito da poche istruzioni; C# è modulare; C# sarà molto diffuso. Il paragrafo seguente presenta molti termini tecnici, ma la maggior parte di essi non sono particolarmente importanti per i programmatori di C#. Quelli davvero rilevanti verranno spiegati successivamente nel corso del libro. C# è semplice C# ha permesso di eliminare alcuni aspetti complessi tipici di linguaggi quali Java e C++, come macro, modelli, eredità multiple e classi di base virtuali, che creano vari problemi agli sviluppatori C++. C# è semplice perché è basato su C e C++; quindi, se avete familiarità con tali linguaggi o con Java, riuscirete a comprendere meglio C#. Istruzioni, espressioni, operatori e altre funzioni derivano direttamente da C e da C++, ma le migliorie apportate a C# (come l eliminazione di ridondanze e le modifiche riguardanti la sintassi) semplificano notevolmente il linguaggio. Per esempio, C++ possiede tre operatori che consentono di lavorare con i membri (::,. e ->) e risulta complesso capire quando usarli. In C#, essi vengono sostituiti da un solo simbolo: l operatore dot. Se avete usato Java e siete convinti che sia semplice, troverete che C# lo è ancora di più. C# è di ultima generazione Caratteristiche quali la gestione delle eccezioni, la garbage collection, i tipi di dati estensibili e la protezione del codice sono proprie di un linguaggio di ultima generazione e C# le possiede tutte. I puntatori sono parte integrante di C e C++, ma rappresentano anche l elemento del linguaggio che genera maggiore confusione. C# elimina molti dei problemi determinati dai puntatori. In C#, le garbage collection e la protezione dei tipi sono parte integrante del linguaggio. Se non avete familiarità con i concetti di puntatori, garbage collection e sicurezza dei tipi, non preoccupatevi: saranno spiegati nelle prossime lezioni. C# è orientato agli oggetti TERMINE Le caratteristiche fondamentali di un linguaggio orientato agli oggetti sono l incapsulamento, l ereditarietà e il polimorfismo. C# le supporta tutte. L incapsulamento è il posizionamento di funzionalità in un singolo pacchetto. L ereditarietà è un metodo per estendere codice e funzionalità esistenti nei nuovi programmi e pacchetti. Il

3 Iniziare con C# 5 polimorfismo è la capacità di adattarsi alle operazioni richieste. Spiegazioni più dettagliate in merito, verranno fornite nel corso del libro e in particolare nella lezione del Giorno 2. C# è potente e flessibile Come si è già accennato, C# non pone limiti alla realizzazione di qualsiasi tipo di progetto, tra cui elaboratori di testi, grafica, fogli di calcolo e persino compilatori per altri linguaggi. C# è un linguaggio costituito da poche istruzioni TERMINE C# è un linguaggio che utilizza un numero limitato di istruzioni, denominate parole chiave, che rappresentano la base su cui sono costruite le funzionalità del linguaggio. La Tabella 1.1 elenca le parole chiave di C#, la maggior parte delle quali viene usata per descrivere informazioni. Potreste pensare che un linguaggio con un maggior numero di parole chiave sia più potente, ma ciò non corrisponde al vero. Quando programmerete con C# vi renderete conto che è possibile eseguire qualsiasi tipo di operazione. Vi sono alcune altre istruzioni nei programmi C# che, sebbene non siano parole chiave, dovrebbero essere trattate come se lo fossero: si tratta di get, set e value. Tabella 1.1 Le parole chiave di C# abstract as base bool break byte case catch char checked class const continue decimal default delegate do double else enum event explicit extern false finally fixed float for foreach goto if implicit in int interface internal is lock long namespace new null object operator out override params private protected public readonly ref return sbyte sealed short sizeof stackalloc static string struct switch this throw true try typeof uint ulong unchecked unsafe ushort using virtual void while

4 6 Giorno 1 C# è modulare TERMINE Il codice C# può (e dovrebbe) essere scritto in parti denominate classi, che contengono routine chiamate metodi membri. Classi e metodi possono essere riutilizzati in altre applicazioni e programmi. Passando parti di informazioni alle classi e ai metodi, potete creare un codice utile e riutilizzabile. Nel Giorno 2 imparerete le classi e nel Giorno 6 come crearle. C# sarà molto diffuso C# è uno dei linguaggi di programmazione più recenti e si può affermare a ragion veduta che conoscerà un ampia diffusione. Questo è anche l intento di Microsoft e sebbene un azienda non possa determinare la notorietà di un prodotto, può sicuramente contribuirvi. Non molto tempo fa, Microsoft ha registrato il fallimento del sistema operativo Microsoft Bob. C# ha migliori opportunità di Microsoft Bob poiché Microsoft lo utilizza continuamente e porzioni di molti dei suoi prodotti sono già state riscritte in C#; in questo modo l azienda ne rafforza le capacità per soddisfare le necessità dei programmatori. Microsoft.NET è un altra ragione per cui C# ha grandi possibilità di affermarsi:.net rappresenta una svolta nel modo in cui si effettua la creazione e l implementazione delle applicazioni. Sebbene virtualmente qualsiasi linguaggio di programmazione possa venire usato con.net, C# sta dimostrando di essere quello maggiormente adatto. Il Giorno 2 comprende un paragrafo che illustra i punti di forza di.net. Grazie alle caratteristiche citate precedentemente, C# avrà buone possibilità di affermarsi e di diffondersi ampiamente come linguaggio di programmazione. C# e gli altri linguaggi di programmazione Probabilmente, vi state domandando non solo quali differenze intercorrano tra C# e gli altri linguaggi di programmazione, ma anche se non sia consigliabile imparare uno di questi linguaggi al posto di C#. Le principali domande relative a.net che si incontrano nei forum di Internet sono: qual è la differenza tra Java e C#? C# non è semplicemente un clone di Java? qual è la differenza tra C# e C++? dovrei imparare Visual Basic.NET o C#? Microsoft afferma che C# coniuga la potenza di C++ con la semplicità di Visual Basic. Potrebbe forse non essere facile come Visual Basic 6, ma lo è sicuramente quanto Visual Basic.NET (versione 7), che è stato riscritto completamente. Dunque, si

5 Iniziare con C# 7 può concludere che Visual Basic non è più facile di C#: impiegando C#, infatti, potete scrivere molti programmi con meno codice. C# ha eliminato alcune caratteristiche di C++ che causano molti problemi ai programmatori, mantenendo potenza e funzionalità. Alcuni degli errori di programmazione in cui è più facile incorrere in C++ possono essere tranquillamente evitati, risparmiando ore o addirittura giorni di lavoro. Un altro linguaggio molto diffuso è Java che, come C++ e C#, si basa su C. Avrete modo di scoprire che quanto avrete imparato su C# può essere applicato quasi sempre anche a Java. Probabilmente, conoscete il linguaggio di programmazione C. Molti utenti si chiederanno se debbano imparare C prima di C#, C++ o Java. In realtà, non è assolutamente necessario. Nei prossimi paragrafi esplorerete i passaggi di creazione di un programma. Preparazione alla programmazione Se siete impegnati nella soluzione di un problema, dovreste seguire dei passaggi ben precisi. Prima di tutto, ovviamente, è necessario definire il problema; dopo di che potete mettere a punto una strategia per porvi rimedio, attuarla e, infine, testare i relativi risultati per assicurarvi di aver raggiunto l obiettivo. Questa stessa logica può essere applicata a molti altri campi, programmazione compresa. Quando, infatti, create un programma in C# (o in qualsiasi linguaggio), dovreste seguire una sequenza di passaggi. 1. Determinare l obiettivo (o gli obiettivi) del programma. 2. Determinare i metodi che intendete usare nello scrivere il programma. 3. Creare il programma per risolvere il problema. 4. Eseguire il programma per verificare i risultati. Si potrebbe scrivere un elaboratore di testi o un programma di database oppure, molto più semplicemente, posizionare il vostro nome sullo schermo. Comunque, se non fissate un obiettivo, non sarete in grado di scrivere un programma efficace. Successivamente, dovete determinare il metodo da usare per scrivere il programma. Avete necessità di un programma per risolvere il problema? Di quali informazioni dovete disporre? Quali formule saranno usate? Dovreste provare a determinare ciò che è necessario e in quale ordine verrà implementato. Supponete che qualcuno vi domandi di scrivere un programma per determinare l area all interno di un cerchio. Il primo passaggio, dunque, è già superato, poiché conoscete il vostro obiettivo. Il secondo passaggio è determinare ciò che vi serve per circoscrivere l area. Date per scontato che il programmatore fornisca il raggio del cerchio; in questo modo potete applicare la formula πr 2 per ottenere la risposta. Ora disponete di tutti gli elementi necessari, potete quindi passare al terzo e al quarto passaggio, ovvero al ciclo di sviluppo del programma.

6 8 Giorno 1 Ciclo di sviluppo del programma Il ciclo di sviluppo del programma impone di seguire passaggi precisi. Nel primo passaggio, potete usare un editor per creare un file contenente il vostro codice sorgente; nel secondo, compilate il codice sorgente per creare un file intermedio denominato file eseguibile o file libreria; il terzo passaggio, infine, consiste nell eseguire il programma per verificarne il funzionamento. Creare il codice sorgente TERMINE Il codice sorgente è una serie di istruzioni o comandi utilizzati per istruire il computer a eseguire le attività desiderate. Come già accennato, il primo passaggio del ciclo di sviluppo del programma consiste nell inserire codice sorgente in un editor. Di seguito viene mostrata una riga di codice sorgente C#: System.Console.WriteLine( Hello, Mom! ); Con questa istruzione il computer è in grado di visualizzare il messaggio Hello, Mom! sullo schermo. (Per ora, non preoccupatevi di come funziona.) Uso di un editor TERMINE Un editor è un programma che può essere usato per inserire o salvare un codice sorgente; ne esistono vari da utilizzare con C#: ideati specificatamente o meno. Al momento della stesura del libro esistevano solo alcuni editor creati per C#; tuttavia, a breve, molti altri saranno presenti sul mercato. Microsoft ha potenziato le capacità del suo prodotto Visual Studio, che include Visual C#, l editor attualmente più importante in circolazione. Se non possedete Visual Studio.NET, potete comunque lavorare con C#. Vi sono inoltre altri editor disponibili per C# che, Come Visual Studio.NET, vi consentono di eseguire tutti i passaggi del ciclo di sviluppo senza abbandonare l editor stesso. La maggior parte di questi colorano il testo che inserite; questo rende più facile individuare eventuali errori. Molti editor vi offrono anche varie informazioni su ciò che dovete inserire e forniscono aiuto consistente. Se non possedete un editor C#, non preoccupatevi: gran parte dei sistemi di elaborazione comprendono un programma che può essere usato come editor. Se state usando Microsoft Windows, potete scegliere Blocco note o WordPad come vostro editor. Se avete optato per un sistema Linux o UNIX, potete impiegare editor quali ed, ex, edit, emacs o vi. Quasi tutti gli elaboratori di testo usano speciali codici per formattare i loro documenti; altri programmi, invece, non possono leggerli correttamente. Vari word processor, quali WordPerfect, Microsoft Word e WordPad, sono capaci di salvare file sorgenti in un formato basato sul testo. Per salvare un file di elaboratore di testi come file di testo, selezionate l opzione testo.

7 Attribuire un nome ai file sorgente Iniziare con C# 9 Per trovare editor alternativi, potete cercare nei negozi di computer, nei cataloghi di vendita per corrispondenza o negli annunci delle riviste di programmazione di computer. Di seguito vengono riportati alcuni editor disponibili al momento della stesura di questo libro. CodeWrite. È un editor che fornisce speciale supporto per ASP, XML, HTML, C#, Perl, Python e altri. Si trova consultando il sito EditPlus. È un editor di testo adatto a Internet, un editor HTML e un editor per programmatori di Windows. Oltre a rappresentare un buon sostituto di Blocco note, offre molte caratteristiche potenti per autori e programmatori di pagine Web, inclusa la codifica colore per il codice. Si trova all indirizzo JEdit. È un editor open source per Java; tuttavia può essere impiegato anche per C#. Comprende la capacità di codifica colore di codice. Si trova all indirizzo Poorman IDE di Duncan Chen. Fornisce un editor che evidenzia la sintassi sia per C# sia per Visual Basic.NET. Consente anche di eseguire il compilatore e catturare l output del terminale, in modo da non dover abbandonare IDE Poorman. Si trova all indirizo com/duncanchen/poormanide.htm. SharpDevelop di Mike Krüger. È un editor gratuito per progetti C# su piattaforme.net di Microsoft ed è open source (GPL): potete scaricare sia il codice sorgente sia gli eseguibili da Quando salvate un file sorgente, dovete attribuirgli un nome che descriva le funzioni del programma. Inoltre, quando salvate un file sorgente di programmi C#, date al file un estensione.cs. Sebbene possiate scegliere per il vostro file sorgente qualsiasi nome ed estensione,.cs è considerata quella più appropriata. Eseguire un programma C# Prima di addentrarci nel ciclo di sviluppo del programma, è importante capire come viene eseguito un programma C# che è strutturato in modo diverso da quelli che create con altri linguaggi di programmazione. TERMINE I programmi C# sono creati per essere eseguiti in CLR (Common Language Runtime). Ciò significa che se create un programma eseguibile C# e provate a eseguirlo su un computer che non possiede CLR o un runtime compatibile, non verrà eseguito. Eseguibile significa che il programma può essere eseguito dal vostro computer. Il vantaggio nel creare programmi per un ambiente runtime consiste nella portabilità. In linguaggi più datati, quali C e C++, se volevate creare un programma da eseguire su diverse piattaforme o sistemi operativi dovevate compilare differenti programmi eseguibili. Per esempio, se avevate scritto un applicazione C e desideravate

8 10 Giorno 1 eseguirla su un computer Linux e su un computer Windows, dovevate creare due programmi differenti. Con C#, invece, potete creare un solo programma ed eseguirlo su entrambi i sistemi operativi. TERMINE Se desiderate che il vostro programma venga eseguito il più velocemente possibile, dovete creare un vero eseguibile. Un computer necessita di istruzioni digitali o binarie in ciò che viene chiamato linguaggio computer. Un programma nominato compilatore esegue questa traduzione: prende il vostro file di codice sorgente come input e produce un file su disco contenente le istruzioni che corrispondono alle istruzioni del vostro codice sorgente. Con programmi quali C e C++ il compilatore crea un file che può essere eseguito senza ulteriori operazioni da compiere. Con C# potete usare un compilatore che non produce linguaggio macchina, bensì un file IL (Intermediate Language). Poiché esso non è direttamente eseguibile dal computer, occorre effettuare un passaggio in più per tradurre o per compilare il programma per il computer. CLR o una fase di esecuzione C# compatibile compie la necessaria compilazione finale. Una delle prime operazioni che fa CLR con un file IL è una compilazione finale del programma. In questo processo, CLR trasforma il codice IL portabile in un linguaggio (linguaggio macchina) che il computer possa comprendere ed eseguire. CLR in realtà compila solo le parti del programma che vengono utilizzate, consentendo di risparmiare tempo. Inoltre, dopo che a una porzione del vostro file IL è stata data una vera compilazione, non è più necessario ricompilarla, poiché questa porzione del programma viene salvata e riutilizzata tutte le volte che viene eseguita. Poiché il runtime deve compilare il file IL, la prima volta ci vuole un po più di tempo per eseguire un programma in C# rispetto a quello impiegato per eseguire un linguaggio pienamente compilato come C++. Ma le volte successive che un programma in C# viene eseguito la differenza di tempo non sussiste più, perché verrà usata la sua versione pienamente compilata. L ultimo minuto di compilazione di un programma C# è denominato compilazione Just in time o anche jitting. Compilare codice sorgente C# Per creare il file IL potete usare il compilatore C#. Normalmente si usa il comando csc per eseguire il compilatore, seguito dal nome di file sorgente. Per esempio, per compilare un file sorgente denominato radius.cs, digitate la formula seguente alla riga di comando: csc radius.cs Se state usando un ambiente di sviluppo grafico, compilare è persino più semplice. Nella maggior parte degli ambienti grafici potete compilare un programma selezionando l icona Compila o l appropriata opzione dal menu. Dopo che il codice è stato compilato, selezionando l icona Esegui o l appropriata opzione dal menu il pro-

9 Iniziare con C# 11 gramma viene eseguito. Dovreste controllare i vostri manuali di compilazione per avere ulteriori dettagli sulla compilazione e sull esecuzione di un programma. TERMINE Dopo la compilazione, ottenete un file IL. Se osservate un elenco dei file nella directory o nella cartella in cui avete compilato, dovreste trovare un nuovo file che ha lo stesso nome del vostro file sorgente ma con un estensione.exe (invece che.cs). Il file con l estensione.exe è il vostro programma compilato (chiamato assembly). Questo programma è pronto per essere eseguito sul CLR. Il file assembly contiene tutte le informazioni che la fase di esecuzione ordinaria deve conoscere per eseguire il programma. La Figura 1.1 mostra che cosa accade nel passaggio dal codice sorgente al codice eseguibile. QUESTO È CODICE Compila OXOXOXO XOXOXOX OXOXOX OXOXOX XOXOXO OXXOOX File assembly contenente IL Figura 1.1 Il codice sorgente C# che scrivete è convertito in un codice IL (Intermediate Language) dal compilatore. In generale vengono creati due tipi di programmi C#: gli eseguibili e le librerie. Durante le prime due settimane lezione sarete concentrati sugli eseguibili, che sono file EXE. Potete inoltre usare C# per altri tipi di programmazione, compreso lo scripting su pagine ASP.NET. Approfondirete la conoscenza delle librerie nelle lezioni della terza settimana. Completamento del ciclo di sviluppo Una volta che il vostro programma è un file IL compilato, potete eseguirlo inserendo il suo nome nel prompt da riga di comando o semplicemente come qualsiasi altro programma. Se eseguite il programma e ottenete risultati differenti da ciò che vi aspettavate, dovete tornare al primo passaggio del processo di sviluppo. Dovete identificare ciò che ha provocato il problema e correggerlo nel codice sorgente. Quando apportate una modifica al codice sorgente, dovete ricompilare il programma per creare una versione corretta del file eseguibile. Continuate a seguire questo ciclo finché non riuscite a eseguire il programma esattamente come volevate.

10 12 Giorno 1 Il ciclo di sviluppo C# Passaggio 1. Usate un editor per scrivere il vostro codice sorgente. Ai file codice sorgente C# viene abitualmente attribuita l estensione.cs (per esempio, a_program.cs, database.cs e così via). Passaggio 2. Compilate il programma usando un compilatore C#. Se il compilatore non individua alcun errore nel programma, produce un file assembly con l estensione.exe o.dll. Per esempio, myprog.cs è compilato a myprog.exe di default. Se il compilatore individua errori, li riporta. Dovete ritornare al passaggio 1 per effettuare le correzioni nel vostro codice sorgente. Passaggio 3. Eseguite il programma sul computer con un runtime C# quale il Common Language Runtime. Dovreste verificare se il vostro programma funziona correttamente. In caso contrario, iniziate di nuovo dal passaggio 1 ed effettuate le modifiche e le aggiunte al vostro codice sorgente. La Figura 1.2 mostra i passaggi del processo di sviluppo del programma. Per tutti i programmi, tranne quelli più semplici, potreste dover eseguire questa sequenza molte volte. Persino i programmatori più esperti non riescono a scrivere un programma completo senza errori, la prima volta! Quindi, poiché eseguirete il ciclo edita-compila-effettua test molte volte, è importante avere dimestichezza con l editor, il compilatore e l ambiente di runtime. Il vostro primo programma C# Per aiutarvi a conoscere meglio il vostro compilatore, il Listato 1.1 contiene un programma semplice e rapido su cui potete lavorare. Questa dimostrazione impiega un programma denominato hello.cs che visualizza le parole Hello, World! sullo schermo ed è il più utilizzato per introdurre gli utenti alla programmazione; poiché risulta molto valido per l apprendimento. Il codice sorgente per hello.cs è riportato nel Listato 1.1. Quando lo digitate, non includete il numero delle righe a sinistra o i due punti. Listato 1.1 hello.cs 1: class Hello 2: { 3: static void Main() 4: { 5: System.Console.WriteLine( Hello, World! ); 6: } 7: } Assicuratevi di aver installato il vostro compilatore come specificato nelle istruzioni di installazione fornite con il software. Una volta che il compilatore e l editor sono pronti, seguite i passaggi descritti nel prossimo paragrafo per inserire, compilare ed eseguire hello.cs.

11 Iniziare con C# 13 Inizio Inserimento codice sorgente Passaggio 1 Compilazione Passaggio 2 Errori? Sì No Esecuzione programma Funziona correttamente? No Passaggio 3 Sì Fatto Figura 1.2 I passaggi da seguire per sviluppare un programma C#. Inserire e compilare hello.cs Per inserire e compilare il programma hello.cs, seguite i passaggi seguenti. 1. Avviate il vostro editor. 2. Usate la tastiera per digitare il codice sorgente mostrato nel Listato 1.1. Non inserite i numeri delle righe o i due punti, che vengono forniti solo come riferimento all interno di questo libro. Premete Invio alla fine di ogni riga. Assicuratevi di inserire il codice usando le stesse maiuscole o minuscole. C# è un programma case sensitive, quindi se modificate la maiuscola/minuscola si genereranno errori. In C e C++, main() è minuscolo. In C#, Main() ha una M maiuscola. In C#, se digitate una m minuscola si genererà un errore.

12 14 Giorno 1 3. Salvate il codice sorgente. Dovreste nominare il file hello.cs. 4. Verificate che hello.cs sia stato salvato elencando i file nella directory o cartella. 5. Compilate hello.cs. Se state usando un compilatore a riga di comando, inserite: csc hello.cs Se state usando IDE (Integrated Development Environment), selezionate un icona o opzione di menu appropriata. Apparirà un messaggio in cui si segnala che non vi è alcun errore o avvertimento. 6. Controllate i messaggi del compilatore. Se non ricevete alcun messaggio di errore o avvertimento, tutto dovrebbe funzionare. Se avete commesso un errore digitando il programma, il compilatore lo individuerà e visualizzerà un messaggio di errore. Per esempio, se avete digitato il termine Console al posto di Consol, vedrete un messaggio simile al seguente: hello.cs(5,7): error CS0117: System does not contain a definition for Consol 7. Ritornate al passaggio 2, se viene visualizzato questo o qualsiasi altro messaggio di errore. Aprite il file hello.cs nel vostro editor. Confrontate attentamente il contenuto del file con il Listato 1.1, effettuate le correzioni necessarie e proseguite con il passaggio A questo punto, il vostro primo programma C# dovrebbe risultare compilato e pronto per venire eseguito. Se visualizzate un elenco di directory di tutti i file nominati hello (con qualsiasi estensione), dovreste osservare quanto segue: hello.cs, the source code file you created with your editor hello.exe, the executable program created when you compiled hello.cs 9. Per eseguire hello.exe, inserite hello nella riga di comando. Il messaggio Hello, World! verrà visualizzato sullo schermo. Se eseguite il programma hello facendo doppio clic in Windows Explorer di Microsoft, potreste non vedere i risultati. Questo programma viene eseguito in una finestra da riga di comando. Quando fate doppio clic in Windows Explorer, il programma apre un finestra da riga di comando, esegue il programma e chiude la finestra; il tutto può avvenire così velocemente da sembrare che non sia accaduto niente. È meglio aprire una finestra da riga di comando, spostarsi alla directory contenente il programma e quindi eseguire il programma dalla riga di comando. Hello.cs è un programma semplice, ma è un inizio. Infatti, la maggior parte dei programmatori esperti di oggi ha imparato a lavorare compilando un programma hello world.

13 Comprendere gli errori di compilazione Iniziare con C# 15 Un errore di compilazione avviene quando il compilatore trova nel codice sorgente un elemento che non può compilare; errori di ortografia o tipografici, per esempio, possono causare l arresto del compilatore. Fortunatamente, i compilatori moderni non si bloccano semplicemente, ma indicano su quale elemento si sono bloccati e dove risiede il problema; in questo modo diventa più facile individuare e correggere gli errori nel codice sorgente. Tale situazione può venire illustrata introducendo un errore nel programma hello.cs, sul quale avete lavorato precedentemente. Se avete seguito l esempio (e dovreste averlo fatto), diponete ora di una copia di hello.cs sul vostro disco. Usando l editor, spostate il cursore alla fine della riga 5 e cancellate il punto e virgola finale: Hello.cs dovrebbe apparire come nel Listato 1.2. Listato 1.2 hello.cs con un errore 1: class Hello 2: { 3: static void Main() 4: { 5: System.Console.WriteLine( Hello, World! ) 6: } 7: } Salvate il file e compilatelo inserendo il comando per il vostro compilatore e rammentate che il comando da riga di comando è: csc hello.cs A causa dell errore che avete introdotto, la compilazione non viene completata. Il compilatore visualizza invece un messaggio simile al seguente: hello.cs(5,48): error CS1002: ; expected Questa riga è composta da tre parti: hello.cs Il nome del file dove è stato individuato l errore. (5,48): Il numero di riga e la posizione dove è stato notato l errore: riga 5, posizione 48. error CS1002: ; expected Una descrizione dell errore. Questo messaggio indica che quando il compilatore è arrivato al quarantottesimo carattere della riga 5 di hello.cs, non ha trovato il punto e virgola che si aspettava di incontrare. Utilizzando la vostra conoscenza di C#, dovete interpretare i messaggi del compilatore e stabilire il posizionamento esatto di tutti gli errori riportati. Essi vengono spesso individuati nella riga riportata dal compilatore, ma, se così non è, sono quasi sempre presenti nella riga precedente.

14 16 Giorno 1 Prima di abbandonare questo argomento, date uno sguardo a un altro esempio di errore di compilazione. Caricate nuovamente hello.cs nel vostro editor ed effettuate le seguenti modifiche: 1. Riposizionate il punto e virgola alla fine della riga Cancellate le virgolette davanti alla parola Hello. Salvate il file su disco e compilate il programma nuovamente. Questa volta il compilatore dovrebbe visualizzare un messaggio di errore simile al seguente: hello.cs(5,32): error CS1010: Newline in constant Il messaggio trova il corretto posizionamento dell errore, localizzandolo alla riga 5; precisamente nella posizione 32, dove mancano le prime virgolette. Questo messaggio di errore non ha considerato il punto dove si trovava il punto e virgola mancante. In questo caso, il compilatore ha individuato il problema. Se il compilatore riporta più errori e ne trovate uno soltanto, correggetelo e ricompilate. Potreste scoprire che la vostra singola correzione è l unica necessaria e il programma verrà compilato senza errori. Comprendere gli errori di logica Vi è un altro tipo di errore che si potrebbe generare: quello di logica, che non potete imputare al codice o al compilatore, ma soltanto a voi stessi. Infatti, è possibile creare un programma con un codice C# perfetto che contiene comunque un errore. Per esempio, supponete che intendiate calcolare l area di un cerchio moltiplicando 2 per il valore di PI moltiplicato per il raggio: Area = 2πr Potete inserire questa formula nel vostro programma, compilare ed eseguire: otterrete un risultato. Il programma C# potrebbe venire scritto con una sintassi corretta; tuttavia, ogni volta che eseguite questo programma, riceverete una risposta errata. È la logica del programma ad essere sbagliata: con questa formula otterrete la circonferenza di un cerchio e non la sua area. Avreste dovuto usare la formula πr 2. Per quanto valido sia un compilatore, non sarà mai in grado di individuare gli errori di logica. Dovete trovarli personalmente, revisionando il codice e facendo eseguire i vostri programmi. Tipi di programmi C# Prima di terminare la lezione odierna, analizzate quali tipi di applicazioni potete creare con C#. Applicazioni di console. Eseguono dalla riga di comando e sono principalmente basate sul carattere tipografico o sul testo; di conseguenza, rimangono relativamente semplici da comprendere. Applicazioni Windows. Si avvantaggiano dell interfaccia utente grafica (GUI) fornita da Windows di Microsoft.

15 Iniziare con C# 17 Servizi Web. Sono routine che possono essere interpellate attraverso il Web. Web form/applicazioni ASP.NET. Vengono eseguite su un server Web e generano pagine Web dinamiche. Inoltre, C# può essere impiegato per eseguire molte altre operazioni, comprese la creazione di librerie, console e altro. Domande e risposte D. Un programma C# verrà eseguito su qualsiasi computer? R. No. Un programma C# sarà eseguito unicamente sui computer che hanno installato CLR (Common Language Runtime). In caso contrario, si genererà un errore. Nelle versioni di Windows sprovviste di CLR viene, solitamente, indicato che un file DLL è mancante. D. Se si fornisce un programma personalizzato, quali file bisogna inserire? R. Uno degli aspetti positivi di C# è che è un linguaggio compilato. Ciò significa che, dopo la compilazione del codice sorgente, disponete di un programma eseguibile. Se desiderate passare ad altri il programma hello, potete farlo: fornitegli hello.exe. Infatti, non è necessario il file sorgente hello.cs e non c è bisogno di possedere un proprio compilatore C#; basta usare un sistema di elaborazione che abbia una fase di esecuzione C# quale Common Language Runtime di Microsoft. D. Dopo aver creato un file eseguibile, bisogna mantenere il file sorgente (.cs)? R. Se eliminate il file sorgente, successivamente, non potete effettuare modifiche al programma in modo semplice, quindi dovreste conservarlo. Gran parte degli ambienti di sviluppo integrato creano dei file in aggiunta al codice sorgente (.cs) e al file eseguibile. Finché manterrete il file sorgente (.cs), potrete quasi sempre ricreare altri file. Quando il vostro programma impiega risorse esterne quali immagini e form, non dovete mai eliminare questi file, se pensate di dover effettuare modifiche e ricreare l eseguibile. D. Se il compilatore fosse fornito di un editor, si sarebbe obbligati a usarlo? R. Assolutamente no. Potete usare qualsiasi editor a patto che salvi il codice sorgente in formato testo. Se il compilatore fosse fornito di un editor, dovreste provare a usarlo; se preferite, scegliete un editor venduto separatamente. Comunque, gli editor forniti con i compilatori stanno migliorando: alcuni formatizzano automaticamente il vostro codice C# e altri colorano parti diverse del vostro file sorgente per rendere più facile l individuazione di errori. D. È possibile ignorare i messaggi di attenzione? R. Alcuni messaggi di attenzione non influiscono su come viene eseguito il programma, altri invece sì. Se il compilatore visualizza un messaggio di attenzione, non tutto è corretto. Quasi tutti i compilatori vi permettono di impostare il livello di attenzione per ottenere solo messaggi di attenzione molto gravi o riceverli tutti, compreso il più insignificante. Alcuni compilatori offrono anche diversi livelli intermedi. Nei vostri programmi dovreste con-

16 18 Giorno 1 trollare ogni messaggio di attenzione e adottare i provvedimenti adeguati. Infatti, in presenza di un errore, il vostro compilatore non creerà il file eseguibile. Verifica Questo paragrafo fornisce quiz ed esercizi per consolidare la comprensione dei temi trattati nel corso della lezione. Le risposte sono riportate nell Appendice A. Quiz 1. Spiegate per quali ragioni C# risulta un ottima scelta come linguaggio da utilizzare per la programmazione. Fornite almeno tre motivazioni. 2. Che cosa significano IL e CLR? 3. Quali sono i passaggi nel ciclo di sviluppo del programma? 4. Quale comando dovete inserire per compilare un programma denominato my_prog.cs con il vostro compilatore? 5. Quale estensione dovreste usare per i file sorgente C#? 6. Il nome di file.txt è un nome valido per un file sorgente C#? 7. Se eseguite un programma che avete compilato e non funziona secondo le vostre aspettative, come dovete intervenire? 8. Qual è la funzione del linguaggio macchina? 9. In quale riga è avvenuto l errore seguente? my_prog.cs(35,6): error CS1010: Newline in constant 10. Vicino a quale colonna si è potuto verificare l errore riportato di seguito? my_prog.cs(35,6): error CS1010: Newline in constant Esercizi 1. Usate il vostro editor di testo per analizzare il file EXE che avete creato nel Listato 1.1. Il file EXE assomiglia al file sorgente? (Non salvate questo file quando uscite dall editor.) 2. Inserite il seguente programma e compilatelo (non includete i numeri di riga o i due punti). Qual è la funzione di questo programma? 1: // circle.cs Usando variabili e valori letterali 2: // Questo programma calcola elementi attinenti al cerchio. 3: // : 5: using System; 6: 7: class variables 8: {

17 Iniziare con C# 19 9: public static void Main() 10: { 11: //Dichiara variabili 12: 13: int radius = 4; 14: const double PI = ; 15: double circum, area; 16: 17: //Fa i calcoli 18: 19: area = PI * radius * radius; 20: circum = 2 * PI * radius; 21: 22: //Stampa i risultati 23: 24: Console.WriteLine( Radius = {0}, PI = {1}, radius, PI ); 25: Console.WriteLine( The area is {0}, area); 26: Console.WriteLine( The circumference is {0}, circum); 27: } 28: } 3. Inserite e compilate il seguente programma. Che cosa si ottiene? 1: class AClass 2: { 3: static void Main() 4: { 5: int x,y; 6: for ( x = 0; x < 10; x++, System.Console.Write( \n ) ) 7: for ( y = 0; y < 10; y++ ) 8: System.Console.Write( X ); 9: } 10: } 4. Il seguente programma ha un problema. Inseritelo nel vostro editor e compilatelo. Quali righe generano messaggi d errore? 1: class Hello 2: { 3: static void Main() 4: { 5: System.Console.WriteLine(Keep Looking!); 6: System.Console.WriteLine(You ll find it!); 7: } 8: } 5. Eseguite la seguente modifica all interno del programma dell esercizio 3. Ricompilate e rieseguite questo programma. A questo punto cosa succede? 8: System.Console.Write( {0}, (char) 1 );

18

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. "Generate debugging information"

FASE DEBUGGING: Compiler Linker. controllando che la voce Genera le informazioni per il debug cioè. Generate debugging information FASE DEBUGGING: Prima della compilazione, si devono inserire 1 nel progetto informazioni per il debug cioè si devono visualizzare le opzioni di progetto seguendo il percorso: controllando che la voce Genera

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I

Oggetti Lezione 3. aspetti generali e definizione di classi I Programmazione a Oggetti Lezione 3 Il linguaggio Java: aspetti generali e definizione di classi I Sommario Storia e Motivazioni Definizione di Classi Campi e Metodi Istanziazione di oggetti Introduzione

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso

Integrare le MFC con Irrlicht. Sezione 1: Creazione del progetto. by Raffaele White tiger Mancuso Integrare le MFC con Irrlicht by Raffaele White tiger Mancuso In questo topic spiegherò come integrare irrlicht in un documento singolo MFC *(1). Io ho usato il visual c++ 6 ma la procedura dovrebbe essere

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto Università degli studi di Camerino Scuola di scienze e tecnologia - Sezione Informatica Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto LEZIONE

Dettagli

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++ IL LINGUAGGIO C++ Note sull'uso di DevC++ Requisiti di sistema per Dev-C++ - Sistema operativo Microsoft Windows 95, 98, Millenium Edition, NT 4, 2000 o XP - RAM: 8 Mb (consigliati almeno 32 Mb) - CPU:

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof.

Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica. Programmazione I - corso B a.a. 2009-10. prof. Università di Torino Facoltà di Scienze MFN Corso di Studi in Informatica Programmazione I - corso B a.a. 009-10 prof. Viviana Bono Blocco 9 Metodi statici: passaggio parametri, variabili locali, record

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Gestione dei File in C

Gestione dei File in C Gestione dei File in C Maurizio Palesi DIIT Università di Catania Viale Andrea Doria 6, 95125 Catania mpalesi@diit.unict.it http://www.diit.unict.it/users/mpalesi Sommario In questo documento saranno introdotte

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++ PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI OGGETTI in C++ Classi ed oggetti. Classi derivate, ereditarietà e polimorfismo. Template Capitoli 12, 13, 14 Luis Joyannes Aguilar. Fondamenti di Programmazione in C++. Algoritmi,

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Linguaggio C: introduzione

Linguaggio C: introduzione Linguaggio C: introduzione Il linguaggio C è un linguaggio general purpose sviluppato nel 1972 da Dennis Ritchie per scrivere il sistema operativo UNIX ed alcune applicazioni per un PDP-11. Il linguaggio

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Compilare il primo programma. Primo programma in C. Esercizio Somma due numeri. Compilare il primo programma. Analisi. Analisi

Compilare il primo programma. Primo programma in C. Esercizio Somma due numeri. Compilare il primo programma. Analisi. Analisi Primo in C Un semplice L ambiente di sviluppo Dev-C++ Codifica del Compilazione e correzione errori Esecuzione e verifica 2 Esercizio Somma due numeri Si realizzi un in linguaggio C che acquisisca da tastiera

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore

Cicli in Visual Basic for Application. For contatore = inizio To fine istruzioni Next contatore Cicli in Visual Basic for Application Le strutture del programma che ripetono l'esecuzione di una o più istruzioni sono chiamate Cicli. Alcune strutture per i cicli sono costruite in modo da venire eseguite

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1)

Strutture. Strutture e Unioni. Definizione di strutture (2) Definizione di strutture (1) Strutture Strutture e Unioni DD cap.10 pp.379-391, 405-406 KP cap. 9 pp.361-379 Strutture Collezioni di variabili correlate (aggregati) sotto un unico nome Possono contenere variabili con diversi nomi

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

Il compilatore Dev-C++

Il compilatore Dev-C++ Il compilatore Dev-C++ A cura del dott. Marco Cesati 1 Il compilatore Dev-C++ Compilatore per Windows: http://www.bloodshed.net/devcpp.html Installazione Configurazione Utilizzazione 2 1 Requisiti di sistema

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final

Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final Programmazione Java: Variabili membro, Metodi La parola chiave final romina.eramo@univaq.it http://www.di.univaq.it/romina.eramo/tlp Roadmap Definire una classe» Variabili membro» Metodi La parola chiave

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium

Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Procedura corretta per mappare con ECM Titanium Introduzione: In questo documento troverete tutte le informazioni utili per mappare correttamente con il software ECM Titanium, partendo dalla lettura del

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia

Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Manuale per ascoltare e creare file audio Utilizzando la tecnologia Virtual Singer (VS) di Choralia Informazioni generali Questo manuale fornisce informazioni e istruzioni per l ascolto e la creazione

Dettagli

Introduzione al linguaggio C Gli array

Introduzione al linguaggio C Gli array Introduzione al linguaggio C Gli array Vettori nome del vettore (tutti gli elementi hanno lo stesso nome, c) Vettore (Array) Gruppo di posizioni (o locazioni di memoria) consecutive Hanno lo stesso nome

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Classi ed Oggetti in JAVA

Classi ed Oggetti in JAVA Classi ed Oggetti in JAVA Dott. Ing. Leonardo Rigutini Dipartimento Ingegneria dell Informazione Università di Siena Via Roma 56 53100 SIENA Uff. 0577233606 rigutini@dii.unisi.it www.dii.unisi.it/~rigutini/

Dettagli

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009. Lab 02 Tipi semplici in C

Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009. Lab 02 Tipi semplici in C Fondamenti di Informatica e Laboratorio T-AB Ingengeria dell Automazione a.a. 2008/2009 Lab 02 Tipi semplici in C Obiettivo dell esercitazione Acquistare familiarità con i tipi di dato semplici supportati

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero

---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero ---------------------------------------------------------------- Puntatori a funzione. In C è possibile utilizzare dei puntatori a funzioni, ovvero delle variabili a cui possono essere assegnati gli indirizzi

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli