CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE"

Transcript

1 COMUNE DI SANTU LUSSURGIU - Provincia di Oristano C.A.P / / Allegato alla determinazione n.300 /A in data 16/11/2010 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1

2 OGGETTO Il presente capitolato disciplina i rapporti tra l'amministrazione comunale di Santu Lussurgiu e l'appaltatore in relazione all'affidamento della gestione dei servizi di assistenza domiciliare e di aiuto alla persona sul territorio del Comune di Santu Lussurgiu. Si intende per servizio di assistenza domiciliare e di aiuto alla persona oggetto dell'appalto, l'insieme delle prestazioni inerenti: - il servizio di assistenza domiciliare (SAD); - gli interventi del fondo regionale per la non autosufficienza ( piani personalizzati per persone con disabilità grave Legge 162/98 punti a) e b) delibera G.R. 28/16, programma sperimentale Ritornare a Casa, Interventi immediati, per i quali è stata prevista la gestione diretta). Il servizio di assistenza domiciliare (SAD), consiste nel complesso di prestazioni di natura socioassistenziale a favore di anziani, minori, disabili psico-fisici e sofferenti mentali, e in genere di nuclei familiari comprendenti soggetti a rischio di emarginazione o di abbandono sociale, che per particolari contingenze o per non completa autosufficienza non siano in grado, anche temporaneamente, di ottenere il pieno soddisfacimento delle esigenze personali domestiche, e relazionali, con l'obiettivo e lo scopo di consentire la permanenza dei soggetti interessati nel proprio domicilio. Il servizio oggetto dell'appalto è finalizzato a garantire esclusivamente le prestazioni di tipo assistenziale rimanendo escluse quelle sanitarie di competenza della ASL. Gli interventi del fondo regionale per la non autosufficienza consistono in un sistema integrato di servizi e interventi a favore delle persone non autosufficienti (persone anziane o disabili), e dei nuclei di appartenenza, che non possono provvedere alla cura della propria persona e mantenere una normale vita di relazione senza l'aiuto determinante di altri. MODALITA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA Modalità di partecipazione e adempimenti relativi alla presentazione delle offerte e della documentazione richiesta per l ammissione alla gara, nonché termini di presentazione e data della gara sono indicati nell unito bando di gara. DESTINATARI DEL SERVIZIO Sono destinatari del servizio di assistenza domiciliare e di aiuto alla persona i cittadini residenti nel territorio comunale, in particolare: 2

3 - gli anziani; - i soggetti totalmente o parzialmente e permanentemente non autosufficienti (non vedenti, non udenti, disabili psico-fisici, insufficienti e sofferenti mentali, etc); - i soggetti temporaneamente non autosufficienti (perdita parziale o totale di abilità fisica o psichica); - nuclei familiari e soggetti che vivono in situazioni di grave marginalità e isolamento sociale o con minori a rischio di disagio, famiglie multiproblematiche, malati terminali e chiunque necessiti di prestazioni domiciliari. OBIETTIVI DEL SERVIZIO Il servizio di assistenza domiciliare e di aiuto alla persona ha l'obiettivo di: - sostenere gli utenti e i familiari che vivono accanto e se ne prendono cura; - mantenere o reinserire gli utenti nel proprio ambiente di vita e nel contesto sociale di appartenenza al fine di contribuire al superamento di situazioni di temporanea difficoltà personale e familiare, mediante la stimolazione e il recupero di sufficienti livelli di autonomia personale e sociale; - migliorare la qualità della vita sia dell'utente che del suo nucleo familiare. DURATA DELL'APPALTO L'appalto ha una durata di 12 mesi a decorrere dal Resta inteso che l'amministrazione comunale si riserva la facoltà di applicare la procedura disciplinata ai sensi dell'art. 57 del D.lgs 163/ 2006 comma 5 lettera b). QUANTIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ Il monte ore delle attività lavorative è di La quantificazione del monte ore è puramente indicativa e non impegna l'amministrazione, può essere suscettibile di variazioni in aumento o diminuzione sulla base delle richieste ed esigenze degli utenti interessati, che sarà comunicata alla ditta appaltatrice a cura della stazione appaltante. AMPLIAMENTO DEL SERVIZIO Nell'eventualità in cui nel corso del contratto di appalto si renda necessario l'ampliamento del servizio, in particolare a seguito di assegnazione del finanziamento per la gestione diretta dei piani personalizzati Legge 162/98, programma sperimentale "Ritornare a Casa" ed "Interventi immediati", esso potrà avere luogo a seguito di richiesta specifica da parte della stazione appaltante. Al verificarsi di tale circostanza la stazione appaltante si riserva pertanto la facoltà 3

4 di richiedere alla ditta aggiudicataria, l'espletamento di un numero di ore superiori rispetto a quelle previste nel presente capitolato, agli stessi prezzi, patti e condizioni nello stesso previste e se necessario, l'incremento degli operatori in rapporto alle esigenze dell'utenza. Sulla base di specifica valutazione che prenda in considerazione la permanenze dell'interesse pubblico e l'economicità della scelta, l'amministrazione si riserva altresì la facoltà, in analogia a quanto previsto dall'articolo 57 lett. b) del codice dei contratti pubblici, di affidare al soggetto aggiudicatario del presente appalto nuovi servizi consistenti nella ripetizione di servizi analoghi a quelli oggetto del presente capitolato, purché tali servizi siano conformi al progetto base per il quale è stato aggiudicato il presente appalto. A tal fine si applicano le disposizioni di cui al succitato articolo 57 del Dlgs 163/06 lett. b). IMPORTO DELL'APPALTO E CORRISPETTIVI L'importo annuale complessivo presunto è pari ad ,60 IVA esclusa per un totale annuale di circa ore di attività lavorative. L'importo orario netto a base d'asta è stabilito in 18,16. L importo d'appalto, quale importo dedotto dall'eventuale ribasso effettuato in sede di gara sarà corrisposto in rate mensili posticipate, entro trenta giorni dal ricevimento della fattura corredata dalla seguente documentazione: - scheda mensile oraria sottoscritta dall operatore incaricato del servizio e del beneficiario del servizio; - documentazione attestante il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali ed oneri di legge, riferiti al mese di competenza dei lavoratori occupati nel servizio; In carenza di quanto sopra non si procederà alla liquidazione della relativa fattura fino ad integrazione della stessa ed i trenta giorni decorreranno dalla data di regolarizzazione. Le prestazioni di servizio non programmate non verranno retribuite ed il corrispettivo verrà detratto dal rateo mensile. La ditta aggiudicataria si impegna inoltre a fornire su richiesta dell'amministrazione qualsiasi altra documentazione comprovante la regolarità del rapporto di lavoro degli operatori, ed in caso di accertata inottemperanza verificata dall'autorità comunale si procederà alla segnalazione agli enti competenti. CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO E PRESTAZIONI Gli interventi sono costituiti dal complesso di prestazioni di natura socio-assistenziale e concorrono in generale a favorire l'autonomia personale dell'utente nel proprio ambiente di 4

5 vita ed a ridurre i rischi di isolamento e di emarginazione, nel rispetto delle sue capacità di autodeterminazione. Le prestazioni dovranno essere rese di norma (ma non esclusivamente) presso il domicilio anche temporaneo della persona o in altro luogo indicato dall'amministrazione Comunale. Il servizio di assistenza domiciliare (SAD) è inteso quale intervento sociale unitario, globale ed integrato con altri servizi socio-assistenziali e con i servizi sanitari. Gli interventi del fondo regionale per la non autosufficienza sono intesi come complesso integrato di prestazioni socio-assistenziali finalizzate a sostenere l'autonomia dell'utente ed evitare il rischio di emarginazione sociale. In particolare: 1) le prestazioni del servizio di assistenza domiciliare (SAD) del servizio di aiuto e sostegno alla persona diretto a soggetti disabili o anziani ultrasessantacinquenni attuato ai sensi della Legge 162/98 (punto b) delibera G.R. 28/16, del progetto "Ritornare a casa", del progetto "Interventi immediati-, consistono in - Aiuto volto a favorire l'autosufficienza nelle attività giornaliere: aiuto nelle attività di cura della persona ( igiene personale, cura dell'aspetto fisico, vestizione), aiuto nella deambulazione e nel movimento di arti invalidi, somministrazione dei pasti, spostamento nell'ambito domestico per il soddisfacimento dei bisogni fisiologici fondamentali, accompagnamento per spese; disbrigo pratiche; promozione e coinvolgimento degli stessi in attività e iniziative socio-culturali, ricreative e di partecipazione alla vita di relazione in genere. - Aiuto per il governo dell'alloggio e delle attività domestiche: cura delle condizioni igieniche ordinarie e straordinarie degli ambienti e degli arredi; lavaggio e stiratura della biancheria; aiuto e/o preparazione dei pasti e/o preparazione dei pasti a domicilio; approvvigionamento di alimenti, generi di consumo, capi di vestiario, spesa e commissioni diverse, assistenza nell'organizzazione dell'attività economica domestica. - accompagnamento dell'utente per visite mediche e terapie, segnalazioni al Servizio Sanitario di base delle anormalità nelle condizioni psicofisiche dell'utente. - Interventi volti a favorire la socializzazione e la vita di relazione degli utenti: accompagnamento ed accesso ai servizi, partecipazione alle attività ricreative-culturali del territorio o promosse dai servizi comunali; interventi volti a favorire la socializzazione con vicini e parenti o nell'ambito dei servizi diurni comunali; 5

6 - Attività di aiuto e sostegno coordinato dall'assistente sociale comunale: segnalazione di difficoltà personali e/o ambientali finalizzate all'intervento di altri operatori e nell'attivazione di altri servizi che tengano conto della situazione familiare, dei rapporti di parentela e di vicinato; 2) le prestazioni di assistenza domiciliare (SAD) diretta al sostegno di nuclei familiari con minori a rischio o a disabili, del servizio di aiuto e sostegno alla persona diretto a soggetti disabili gravi attuato ai sensi della Legge 162/98 (punto a) delibera G.R. 28/16, consistono: - Aiuto per il governo dell'alloggio e delle attività domestiche: cura delle condizioni igieniche ordinarie e straordinarie della persona e degli ambienti e degli arredi; lavaggio e stiratura della biancheria; aiuto e/o preparazione dei pasti e/o preparazione dei pasti a domicilio; approvvigionamento di alimenti, generi di consumo, capi di vestiario, spesa e commissioni diverse, assistenza nell'organizzazione dell'attività economica domestica; - interventi diretti al sostegno socio educativo, alla promozione ed al sostegno della vita di relazione e di socializzazione alla persona o al nucleo ove risiede il disabile; - interventi volti a favorire lo sviluppo dell'autonomia personale della persona nell'ambiente di vita e di relazione finalizzati da un lato al sostegno del nucleo familiare sotto il profilo educativo e dall'altro al corretto inserimento dell'utente nell'ambiente scolastico e di vita in genere; - interventi di stimolo delle attività culturali, ricreative e formative e quant'altro utile, laddove questi rappresentino il tramite per il pieno sviluppo delle capacità espressive degli utenti in difficoltà ed aumentino le possibilità di conoscenza della realtà circostante e di fruizione delle risorse esistenti. ORARI Gli orari di espletamento delle attività dovranno essere concordati con il servizio sociale a seconda delle esigenze dei beneficiari e devono rispondere alle esigenze funzionale dei servizi stabiliti dalla stazione appaltante. Il soggetto aggiudicatario si impegna ad assicurare i servizi su uno o più turni giornalieri in tutti i giorni della settimana nella fascia oraria dalle ore alle ore 20,00. Le prestazioni dovranno essere comunque assicurate per tutti i giorni dell'anno, compresa la domenica e le altre festività. 6

7 PERSONALE Per l effettuazione del servizio oggetto dell appalto, la ditta dovrà impiegare personale in possesso di titolo di assistente domiciliare e dei servizi tutelari o operatore socio sanitario o altri titoli equipollenti previsti dalla normativa vigente; il 50% degli operatori deve possedere almeno tre anni di esperienza lavorativa dimostrabile nel settore dell assistenza. Nel caso in cui l'amministrazione valuti che il personale richiesto non sia sufficiente per la gestione dei servizi e per motivi organizzativi vincoli l'espletamento delle attività in maniera funzionale, la ditta dovrà procedere all'integrazione degli operatori richiesti nel presente capitolato garantendo il possesso delle qualificazioni professionali richieste. Prima di dar corso alle prestazioni, la ditta aggiudicataria dovrà inviare a codesto Ente l'elenco del personale operante con specificata la relativa qualifica. Ogni variazione a detto elenco dovrà essere comunicato all'ente anticipatamente e tempestivamente. L appaltatore si obbliga a garantire la presenza del seguente personale: - coordinatore/responsabile del servizio; - assistenti domiciliari e dei servizi tutelari in possesso di specifica qualifica di assistenza domiciliare e dei servizi tutelari, operatore socio sanitario. II personale impiegato dovrà essere in numero adeguato all articolazione dell orario di lavoro e al numero di utenza. L appaltatore è tenuto a trasmettere all ufficio servizio sociale del Comune, prima della stipula del contratto, il nome del coordinatore/responsabile e l elenco nominativo del personale del quale si avvarrà per l espletamento del servizio, allegando i titoli professionali posseduti. Il personale deve tenere nell'espletamento del servizio un contegno sereno e corretto, in caso di assenze per ferie o malattia l'impresa è obbligata a garantire la continuità delle prestazioni sostituendo il personale mancante. Per l'assunzione del personale e per il trattamento giuridico ed economico l'impresa deve attenersi al contratto collettivo nazionale di lavoro del settore socio-sanitario-assistenziale-educativo. In particolare l impresa aggiudicataria sarà tenuta al rispetto dell'art. 34 del predetto C.C.N.L. (cambi di gestione), in relazione al mantenimento dei livelli 7

8 occupativi della gestione precedente. Il personale deve essere fisicamente idoneo all'espletamento di tutte le prestazioni previste dal presente capitolato, deve essere sottoposto a vaccinazione antitetanica e a tutte le altre vaccinazioni obbligatorie per legge, nonché a tutti gli accertamenti sanitari previsti in materia di lavoro per garantirne l'integrità fìsica. L'impresa deve osservare, nei riguardi del personale, tutte le disposizioni contenute nel C.C.N.L. di categoria, negli accordi locali integrativi e nelle altre disposizioni vigenti in materia previdenziale, assistenziale ed antinfortunistica. E a carico dell'impresa il pagamento degli emolumenti e di tutti i contributi assistenziali e previdenziali a carico del datore di lavoro. Sono a carico dell'impresa le indennità di anzianità che il personale matura alle sue dipendenze e che dovranno essere corrisposte all atto della risoluzione dei rapporti di lavoro. A richiesta del responsabile del servizio l'impresa dovrà dare dimostrazione dell'integrale applicazione delle norme predette. Il Comune è sollevato da qualsiasi responsabilità civile per i rapporti intercorrenti tra il personale e l'impresa. L'impresa è unica responsabile dei danni e degli infortuni al personale dipendente, rimanendo il Comune esente da qualsiasi responsabilità di carattere civile. COMPITI DEL PERSONALE Gli operatori impegnati nel servizio dovranno svolgere i seguenti compiti: - collaborare all'organizzazione del servizio, alla definizione dei metodi di lavoro ed alle prassi di intervento ed elaborare il progetto operativo in relazione agli obiettivi individuati; - predisporre, anche in collaborazione con altre figure professionali, il piano di lavoro entro dieci giorni dalla presa in carico; - collaborare nell'attuazione dei piani di intervento elaborati e condivisi con i servizi sociali comunali, i servizi specialistici della Asl e le famiglie dei beneficiari; - osservare i comportamenti, le caratteristiche ed i problemi dei beneficiari, raccogliendo le 8

9 informazioni relative alle condizioni ambientali, e psico-fisiche del singolo e del contesto sociofamiliare di appartenenza; - proporre eventuali modifiche al piano personalizzato e all'organizzazione del servizio al fine di migliorare la qualità delle prestazioni agli utenti; - mantenere i rapporti e i livelli comunicativi con i servizi e la famiglia per la verifica e l'andamento dei progetti individuali; - predisporre a cadenza mensile la scheda oraria, da consegnarsi all'ufficio di servizio sociale entro cinque giorni dall'inizio del mese, e una relazione per ciascun beneficiario contenente tutti i dati necessari ad una valutazione in merito alla produttività del servizio attuato, alle attività svolte, ai risultati raggiunti e alle difficoltà incontrate ed alle eventuali modifiche al piano resesi necessarie; - predisporre una relazione finale per ciascun beneficiario; - porre in essere tutte le attività connesse alla programmazione e verifica degli interventi. - consegnare periodicamente i bollettini di versamento della contribuzione al costo del servizio. La supervisione dei servizi verrà curata dal servizio sociale comunale con il quale dovranno essere preventivamente concordate tutte le attività. DOVERI DEL PERSONALE Gli operatori impegnati a svolgere i servizi oggetto dell'appalto dovranno: a. svolgere il servizio con impegno, diligenza, professionalità e mantenere un contegno riguardoso e corretto nei confronti dei beneficiari e dei servizi; b. mantenere la riservatezza nonché il segreto d'ufficio e quello professionale su tutte le questioni concernenti le prestazioni ad essi affidate e su fatti e circostanze di cui vengono e conoscenza nell'espletamento dei propri compiti; c. compilare le schede orarie e le relazioni mensili e finali; d. avvertire il servizio sociale dell'assenza dell'utente ed adeguare prontamente il calendario di lavoro; e. attuare i progetti personalizzati elaborati e condivisi con i servizi sociali comunali, i servizi specialistici della Asl e le famiglie dei beneficiari e collaborare per le parti di propria competenza dando le informazioni di ritorno al gruppo; f. comunicare le eventuali modifiche apportate all'orario e al programma di intervento e concordarle con il servizio sociale; 9

10 g. comunicare con tempestività ai referenti dei servizi sociali eventuali disservizi o fatti che ostacolano il regolare svolgimento degli interventi; h. non apportare modifiche all'orario di lavoro o a qualsiasi altra direttiva impartita dai servizi sociali senza la formale autorizzazione da parte degli stessi; i. partecipare ai momenti di programmazione e verifica congiunti sull'andamento del servizio sotto il profilo della qualità, efficacia, economicità e raggiungimento degli obiettivi con frequenza almeno trimestrale. L'Amministrazione Comunale potrà richiedere esponendo per iscritto le motivazioni, l'allontanamento immediato dal servizio dell'operatore inadempiente o il cui comportamento sia stato contrario ai fini ed alle regole del servizio e che dimostri di perseverare negli stessi comportamenti nonostante i richiami verbali. In caso di rifiuto da parte della ditta di sostituzione del predetto operatore il Comune potrà recedere dal contratto con effetto immediato. SOSTITUZIONI DEL PERSONALE I servizi dovranno essere svolti dalla ditta con proprio personale dipendente o convenzionato. La ditta dovrà impegnarsi a garantire stabilità e continuità di prestazioni con gli stessi operatori per tutta la durata dell'appalto, al fine di garantire la migliore qualità della prestazione, la continuità nel servizio, e favorire il miglior rapporto relazionale, riducendo al minimo i turn over. In caso di assenze e/o sostituzioni debitamente giustificate il soggetto aggiudicatario assicura il servizio programmato, provvedendo tempestivamente alla sostituzione con personale in possesso della medesima qualifica, senza alcuna interruzione del servizio, e senza che ciò dia titolo ad ulteriori compensi e fermo restando gli obblighi e le responsabilità di cui al presente capitolato. Le eventuali sostituzioni o modificazioni dovranno essere concordate con l'ente e comunicate in forma scritta alla stazione appaltante che dovrà autorizzare l'immediata sostituzione con altro personale provvisto di pari titolo professionale ed esperienza lavorativa. In caso di inadeguatezza, costituita da carenze nella capacità relazionale, da mancanza di onestà o moralità accertati in base a riscontri oggettivi anche su segnalazione dell'utenza, per negligenza operativa, imperizia ed inosservanza dei propri compiti verso l'utente e/o nell'esecuzione del programma di intervento, il soggetto aggiudicatario provvederà all'immediata sostituzione degli operatori con altro operatore avente i requisiti professionali richiesti entro un tempo massimo di dieci giorni. 10

11 CONTROLLO SULLA GESTIONE DEL SERVIZIO Il Comune si riserva di effettuare tutti gli accertamenti e i controlli prescritti dalla legge nonché quelli che comunque ritiene opportuno effettuare per assicurare che da parte del gestore siano osservate tutte le pattuizioni contrattuali. CAUZIONE E GARANZIE A garanzia dell'esatto e puntuale adempimento di tutti gli obblighi previsti dal presente capitolato, del risarcimento dei danni e del rimborso delle somme che il Comune dovesse pagare per fatto dell'appaltatore, a causa di inadempimento o di cattiva esecuzione del servizio, l aggiudicatario dovrà prestare, prima della stipula del contratto, una cauzione definitiva pari al 5% (cinque per cento) dell'importo contrattuale. La ditta aggiudicataria dovrà, inoltre, contrarre adeguata copertura assicurativa per infortuni o danni per tutti i partecipanti (personale e beneficiari) e di responsabilità civile verso terzi, per morte, infortuni e danni provocati durante l esercizio delle attività oggetto dell appalto secondo i seguenti massimali minimi: a)polizza infortuni a copertura degli infortuni che i beneficiari e gli operatori possono subire durante lo svolgimento delle varie attività oggetto del servizio: - non inferiore a ,00 per morte e invalidità permanente; - non inferiore a ,00 per invalidità permanente; - non inferiore a 1.000,00 per spese sanitarie; - non inferiore a 20,00 per indennità giornaliera; b) RCT a copertura di danni che i beneficiari possono subire e/o causare a terzi durante lo svolgimento delle varie attività oggetto del servizio: - non inferiore a ,00 per sinistro; - non inferiore a ,00 per persone; La ditta affidataria si assumerà ogni responsabilità sotto il profilo civile e penale per danni a sinistri arrecati in dipendenza di manchevolezze o trascuratezze e/o nell esecuzione degli adempimenti assunti in contratto esonerando il Comune da ogni responsabilità al riguardo. Il soggetto aggiudicatario è tenuto altresì all osservanza delle disposizioni del D.lgs. n. 626/94, dovrà comunicare, al momento della della stipula del contratto, il nominativo del responsabile del servizio di prevenzione e protezione. DIVIETO DI SUBAPPALTO E DI CESSIONE DEL CONTRATTO E vietato subappaltare, direttamente o indirettamente, il servizio, pena la 11

12 risoluzione automatica del contratto ed il risarcimento delle maggiori spese e dei danni che derivino al Comune. DOMICILIO SPECIALE DELL'IMPRESA L'impresa aggiudicataria, all'atto della stipula del contratto, elegge domicilio speciale presso la casa comunale del Comune di Santu Lussurgiu, per tutti gli effetti del contratto stesso. CARTELLA E SCHEDA UTENTE Per ogni utente del servizio di assistenza domiciliare deve essere predisposta idonea cartella contenente i principali dati personali socio- economici e familiari. La cartella conterrà copia del piano di intervento individuale, il tipo di intervento e di prestazioni erogate, gli operatori incaricati, i tempi previsti. Sulla cartella andranno registrati l andamento degli interventi ed ogni variazione del piano di lavoro. SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese di contratto, di registrazione ed ogni altra spesa accessoria e dipendente, sono a carico dell impresa aggiudicataria. Il contratto verrà stipulato in forma pubblico amministrativa. PENALI In caso di inottemperanza ad uno degli obblighi di cui al presente capitolato ed inosservanza delle disposizioni in esso previste, il Comune applicherà, penali variabili tra 100 euro e euro, a seconda della gravità o a seguito di ripetute contestazioni. L importo della penalità sarà trattenuto dall ammontare delle liquidazioni relative a fatture già emesse o da emettersi e non ancora liquidate. Le inadempienze e irregolarità riscontrate saranno contestate con comunicazione scritta, da trasmettersi anche a mezzo fax, alla ditta che dovrà, entro 5 giorni lavorativi decorrenti dal ricevimento della lettera, produrre per iscritto le proprie controdeduzioni; trascorso il tempo suddetto l Ente appaltante 12

13 deciderà nel merito applicando, se è il caso, le relative penali con le modalità di cui al primo comma del presente articolo. RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Il Comune si riserva la facoltà di risolvere il contratto, ai sensi e per gli effetti di cui all art del codice civile, qualora ritenga che lo stesso crei pregiudizio al servizio, salvo comunque il diritto al risarcimento dei danni, con provvedimento motivato, che verrà portato a conoscenza del contraente con lettera raccomandata. Costituisce grave inadempimento che comporta la risoluzione del contratto: - mancata assunzione del servizio alla data stabilita; - interruzione del servizio senza giusta causa; - utilizzo di personale privo delle necessarie qualifiche; - inosservanza reiterata delle disposizioni di legge, di regolamenti e obblighi previsti dal presente capitolato. Qualora venga riscontrato l insorgere di una delle cause di cui sopra, l Amministrazione Comunale procederà a far notificare, secondo le procedure di legge, le contestazioni a carico del gestore con l invito a produrre, mediante lettera raccomandata A/R, le proprie controdeduzioni entro il termine di 5 giorni dalla data della notifica. Nel caso di risoluzione del contratto per i casi previsti dal presente articolo, il gestore incorre comunque nella perdita della cauzione che resta incamerata dal Comune, salvo il risarcimento dei maggiori danni per l interruzione del servizi e per tutte le altre circostanze che possono verificarsi. CONTROVERSIE Qualsiasi controversia relativa all'interpretazione del contratto e all'esecuzione del servizio, che non possa essere risolta in via amministrativa, sarà di esclusiva competenza dell'autorità giudiziaria ordinaria, restando escluso fin d'ora il ricorso a collegi arbitrali comunque formati. TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI 13

14 Ai sensi del D.lgs. n. 196/2003, in ordine al trattamento dei dati personali inerenti il procedimento instaurato dal presente bando si informa che: - le finalità cui sono destinati i dati raccolti ineriscono a contratto di appalto pubblico di servizi; le modalità di trattamento consistono nella gestione dei dati finalizzata alla gestione del rapporto contrattuale ai sensi della normativa vigente; - il conferimento dei dati ha natura facoltativa, e si configura più esattamente come onere, nel senso che il soggetto, se intende mantenere il contratto, deve rendere la documentazione richiesta dall Amministrazione in base alla vigente normativa; - la conseguenza di un eventuale rifiuto di rispondere consiste nell esclusione dalla decadenza dal rapporto; - i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono: il personale interno dell Amministrazione implicato nel procedimento e ogni altro soggetto che abbia interesse ai sensi della L. n. 241/90 e s.m.i.; - i diritti spettanti all interessato sono quelli di cui al D.lgs. n. 196/2003 cui si rinvia; - soggetto attivo della raccolta dei dati è il Comune di Santu Lussurgiu; Limitatamente ai propri dati personali, il concessionario presta consenso al trattamento dei propri dati personali, da parte del Comune, per le necessità connesse alla gestione economica e giuridica dell appalto. DISPOSIZIONE FINALE Per quanto non previsto dal presente capitolato si applicano le norme vigenti in materia. Santu Lussurgiu, 16/11/2010 Il Responsabile del Servizio Amministrativo (D.ssa Anna Rita Mula) 14

SHEMA DI CONTRATTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

SHEMA DI CONTRATTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI SAMUGHEO Repubblica Italiana Rep. N PROVINCIA DI ORISTANO SHEMA DI CONTRATTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE L anno duemila.. il giorno del mese di.. in Samugheo, nella sede comunale, avanti

Dettagli

Art. 10 Compiti del Comune

Art. 10 Compiti del Comune CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA MATERIALE DIVERSAMENTE ABILI: PERIODO DAL 15.06.2012-31.12.2012 (Assistenza domiciliare) PERIODO DAL 01.10.2012 31.12.2012 (Assistenza

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI DOMICILIARITA E DI AIUTO ALLA PERSONA

CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI DOMICILIARITA E DI AIUTO ALLA PERSONA COMUNE di ESTERZILI PROVINCIA DI CAGLIARI SERVIZIO SOCIO-CULTURALE Tel. 0782/55323 Fax. 0782/562156 CAPITOLATO D APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI DOMICILIARITA E DI AIUTO ALLA PERSONA Art. 1 Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI Art.1 OGGETTO DEL CAPITOLATO Costituisce oggetto del presente capitolato l appalto del Servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE

CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE NEL COMUNE DI VILLADOSE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto il SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (d ora in avanti: SAD)

Dettagli

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO

ALLEGATO F FRA VISTI PREMESSO ALLEGATO F SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI LADISPOLI E LA COOPERATIVA SOCIALE TIPO B, Al SENSI DELL'ART. 5 LEGGE 381/91, PER LA GESTIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DI LADISPOLI

Dettagli

COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari

COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari COMUNE DI ASSEMINI Provincia di Cagliari CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE E AIUTO ALLA PERSONA IN FAVORE DI ANZIANI E DISABILI ART 1 OGGETTO DEL CAPITOLATO

Dettagli

Partida I.V.A. 00478550957 - Còdici Fiscali 80006660957 Telèfunu: 0783.91751 - Fax: 0783.91751 - E-mail: comunecurcuris@tiscali.it

Partida I.V.A. 00478550957 - Còdici Fiscali 80006660957 Telèfunu: 0783.91751 - Fax: 0783.91751 - E-mail: comunecurcuris@tiscali.it Allegato alla determinazione del Responsabile del Servizio N 150 del 07.10.2013 CODICE CIG [ZE40BCDD8A] CAPITOLATO D'APPALTO GARA D APPALTO DEL 18 NOVEMBRE 2013 ALLE ORE 8,30 II presente capitolato disciplina

Dettagli

COMUNE DI SANT ANGELO IN VADO (PU)

COMUNE DI SANT ANGELO IN VADO (PU) COMUNE DI SANT ANGELO IN VADO (PU) Servizio Servizi Sociali CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (S.A.D.) PERIODO 01.01.2007 31.12.2009. Art. 1 - Oggetto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma)

REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO. (Provincia di Roma) Repertorio n. REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI TREVIGNANO ROMANO (Provincia di Roma) CONTRATTO D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SOCIALE E DOMICILIARE DESTINATO AI MINORI, DISABILI, ANZIANI RESIDENTI NEL

Dettagli

COMUNE DI ZEDDIANI PROVINCIA DI ORISTANO Area Amministrativa

COMUNE DI ZEDDIANI PROVINCIA DI ORISTANO Area Amministrativa COMUNE DI ZEDDIANI PROVINCIA DI ORISTANO Area Amministrativa Via Roma n.103 09070 Zeddiani Tel 0783/418000 Fax 0783/418267 P. IVA/C.F. 00070410956 e mail area.amministrativa@comune.zeddiani.or.it area.amministrativa@pec.comune.zeddiani.or.it

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

ART. 4 MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO CAPITOLATO D ONERI REGOLANTE L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER ANZIANI E DIVERSAMENTE ABILI ART. 1 OGGETTO DURATA DELL APPALTO Oggetto dell appalto è l affidamento del servizio di

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A

C I T T A D I T A O R M I N A C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale Oggetto: CONTRATTO PER I SERVIZI DI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE L anno duemila il giorno

Dettagli

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA REGOLAMENTO DI ACCREDITAMENTO DISTRETTUALE PER SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE E SORVEGLIANZA SANITARIA AI SENSI DEL D. LGS. 81/2008 ART. 1. OGGETTO DEL SERVIZIO L incarico comporta lo svolgimento di

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

Casarano Collepasso Matino Parabita Ruffano Supersano Taurisano Provincia di Lecce

Casarano Collepasso Matino Parabita Ruffano Supersano Taurisano Provincia di Lecce Piano di Zona Ambito n. 4 Casarano Collepasso Matino Parabita Ruffano Supersano Taurisano Provincia di Lecce CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER PERSONE DIVERSAMENTE ABILI Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO FINALITA DEL SERVIZIO L oggetto del capitolato è l affidamento del servizio

Dettagli

COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE

COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE C.I.G. 6445256980 CAPITOLATO DESCRITTIVO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER PERSONE ANZIANE, PORTATORI DI HANDICAP E NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO D'ONERI CAPITOLATO D ONERI per L AFFIDAMENTO DELL INCARICO del SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO per l'istituto BATTISTI di COGLIATE per la DURATA di ANNI UNO ART. 1 - OGGETTO L appalto ha

Dettagli

PLUS AMBITO QUARTU COMUNI DI DOLIANOVA, DONORI, SERDIANA, SOLEMINIS COMUNE CAPOFILA: DOLIANOVA

PLUS AMBITO QUARTU COMUNI DI DOLIANOVA, DONORI, SERDIANA, SOLEMINIS COMUNE CAPOFILA: DOLIANOVA Comune di Donori Comune di Dolianova Comune di Serdiana Comune di Soleminis PLUS AMBITO QUARTU COMUNI DI DOLIANOVA, DONORI, SERDIANA, SOLEMINIS COMUNE CAPOFILA: DOLIANOVA CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI.

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. Durata dall aggiudicazione dell appalto fino al 31/12/2014 INDICE Pagina. TITOLO

Dettagli

COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Allegato 2 alla Determina Dirigenziale n. 88 del 21/05/2013 COMUNE DI TRAPANI PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI SETTORE 3 URBANISTICA, SUAP, PATRIMONIO, MANUTENZIONE IMMOBILI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dettagli

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COMUNE di FORMIA Provincia di Latina ALLEGATO AL BANDO DI GARA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA E TRASPORTO SCOLASTICO A FAVORE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE

Dettagli

Gli interventi sono gestiti nel rispetto del principio di libera scelta del cittadino, attraverso l utilizzo del voucher sociale.

Gli interventi sono gestiti nel rispetto del principio di libera scelta del cittadino, attraverso l utilizzo del voucher sociale. REQUISITI PER L ACCREDITAMENTO DI SOGGETTI PROFESSIONALI PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI ED INTERVENTI SOCIO ASSISTENZIALI DOMICILIARI IN FAVORE DI ANZIANI, DISABILI E MINORI E LORO FAMIGLIE DELSERVIZIO DI

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO (approvato con Determinazioni Dirigenziali n. 190/26.02.2014 e successiva n. 906/30.09.2014 della

CAPITOLATO D APPALTO (approvato con Determinazioni Dirigenziali n. 190/26.02.2014 e successiva n. 906/30.09.2014 della COMUNE DI TARANTO DIREZIONE SERVIZI SOCIALI ISABILI - Via Veneto, 83 74121 Taranto T SERVIZIO DISABILI tel. 099.4581757 57; ; Fax 099.4581748 48; ; e-mail: e servizisociali@servizisociali.it Affidamento

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N. 4

AMBITO TERRITORIALE N. 4 AMBITO TERRITORIALE N. 4 Dei Comuni di Mesagne (capofila) Torchiarolo Cellino San Marco Erchie Latiano Torre Santa Susanna San Donaci San Pancrazio Salentino San Pietro Vernotico. CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018.

CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018. CAPITOLATO D ONERI PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL COMUNE DI TRECATE PER PERIODO 2015-2018. Art.1 Oggetto dell incarico L incarico ha per oggetto il servizio di assistenza per la gestione

Dettagli

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse

C.I.S.A. Consorzio Intercomunale Socio Assistenziale Rivoli Rosta Villarbasse CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA - SOSTEGNO, AUTONOMIA E COMUNICAZIONE A FAVORE DI ALUNNI IN SITUAZIONE DI DISABILITÀ FREQUENTANTI LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA

Dettagli

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI

C O M U N E D I C O P E R T I N O P r o v i n c i a d i L e c c e AREA AFFARI GENERALI E FINANZIARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI ED ALTRI SERVIZI AD ESSO CONNESSI PER UN PERIODO DI MESI DODICI (12) CAPO I CAPITOLATO DESCRITTIVO - PRESTAZIONALE ART.

Dettagli

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici...

Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2. Articolo. 2 Requisiti... 3. Articolo. 3 Videoterminali 3. Articolo. 4 Esami clinici e biologici... Articolo. 1 Oggetto del servizio... 2 Articolo. 2 Requisiti.... 3 Articolo. 3 Videoterminali 3 Articolo. 4 Esami clinici e biologici... 3 Articolo. 5 Rapporto con i lavoratori.... 3 Articolo. 6 Cause di

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE DISABILI GRAVI Art.1

Dettagli

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA I.N.P.D.A.P. ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL AMMINISTRAZIONE PUBBLICA PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALLʹAFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE. Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO CAPITOLATO SPECIALE PER LA GESTIONE DEI CENTRI DI AGGREGAZIONE PER BAMBINI, BAMBINE E ADDOLESCENTI AQUILONE Art. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento alla Società

Dettagli

COMUNE DI SESTO ED UNITI

COMUNE DI SESTO ED UNITI COMUNE DI SESTO ED UNITI Provincia di Cremona Gestione RSA Casa Soggiorno Nolli-Pigoli Allegato alla delibera G.C. n. 184 del 27.10.2009 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COPIA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA DELIBERAZIONE N. 41 in data: 02.10.2012 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: AFFIDAMENTO A DITTA SPECIALIZZATA DEL SERVIZIO DI

Dettagli

COMUNE DI VILLAMAR (Provincia del Medio Campidano) Prazza de Corti n. 1-09020 Villamar Telef. 070/93069313 070/93069317 fax 070/9396017

COMUNE DI VILLAMAR (Provincia del Medio Campidano) Prazza de Corti n. 1-09020 Villamar Telef. 070/93069313 070/93069317 fax 070/9396017 COMUNE DI VILLAMAR (Provincia del Medio Campidano) Prazza de Corti n. 1-09020 Villamar Telef. 070/93069313 070/93069317 fax 070/9396017 - UFFICIO SERVIZI SOCIALI - CONDIZIONI DI SERVIZIO PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PREMESSA ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ARTICOLO 2 DURATA DELL APPALTO

PREMESSA ARTICOLO 1 OGGETTO DELL APPALTO ARTICOLO 2 DURATA DELL APPALTO CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA/ASSISTENZA SPECIALISTICA IN FAVORE DI ALUNNI DISABILI RESIDENTI NEI COMUNI DELL AMBITO TERRITORIALE TA/2 - CIG 588501974E PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI MISTERBIANCO

COMUNE DI MISTERBIANCO COMUNE DI MISTERBIANCO PROVINCIA DI CATANIA ************** SETTORE IX AFFARI SOCIALI C CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA DI BASE E SPECIALISTICA IN FAVORE

Dettagli

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova

C O M U N E D I V I A D A N A. Provincia di Mantova C O M U N E D I V I A D A N A Provincia di Mantova AVVISO ESPLORATIVO PER MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER LA CONCESSIONE DEI LOCALI POSTI IN VIA AL PONTE NEI PRESSI DEL CENTRO SPORTIVO COMUNALE PER LA

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

- DURATA DEL SERVIZIO

- DURATA DEL SERVIZIO CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE A FAVORE DI ANZIANI, DISABILI E FAMIGLIE CON MINORI E INTERVENTI DI SERVIZIO SOCIALE PER LA DOMICILIARITA NEL COMUNE DI BREMBATE. Art.1

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI ZOGNO REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE 1 TITOLO I NORME GENERALI DEL SERVIZIO Art. 1 Campo di intervento Il Comune di Zogno, nell ambito del Servizio Assistenza, eroga le prestazioni

Dettagli

DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE - SAD - Servizio di assistenza domiciliare - ADH - Servizio educativo domiciliare disabili - SED - Servizio educativo minori Art.

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI TRA

ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI TRA ACCORDO QUADRO PER L INSERIMENTO DI MINORI E MADRI CON BAMBINI IN STRUTTURE RESIDENZIALI E SEMI-RESIDENZIALI L anno 2015, il mese di., il giorno TRA la struttura residenziale/semiresidenziale denominata....

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ELABORAZIONE STIPENDI ED ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E FISCALI CONNESSI PER IL PERSONALE DEL PARCO NAZIONALE VAL GRANDE 2016-2020 (CIG ZB415FBACD) Art.

Dettagli

COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE DI COMABBIO PROVINCIA DI VARESE Piazza Marconi, 1/1-21020 COMABBIO - P. IVA 00261830129 Tel. 0331.968.572 int.6 - fax. 0331.968.808 e- mail: poliziamunicipale@comune.comabbio.va.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Provincia di Livorno CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 - OGGETTO DELL INCARICO 1.1. Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI Nell anno 2012 il giorno 28 del mese di Dicembre, nella sede del Comune di Monterotondo (RM) TRA - ANTONELLI

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO

COMUNE DI MONTEROTONDO COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO delle ATTIVITA del Servizio di Assistenza Domiciliare per i i Bambini e gli Adolescenti. ARTICOLO 1 OGGETTO Oggetto del presente capitolato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ANIMAZIONE E SOCIALIZZAZIONE DI AD PERSONAM ART. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto il servizio di animazione e socializzazione rivolto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E PORTATORI HANDICAPS. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E PORTATORI HANDICAPS. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E PORTATORI HANDICAPS Art. 1 Finalità Il servizio di assistenza domiciliare ha come obiettivo il mantenimento o reinserimento nel proprio ambiente

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO SCHEMA DI CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA COMUNALE DEL SERVIZIO PROFESSIONALE DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha ad oggetto l affidamento del

Dettagli

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICILIARE

COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI PALERMO REGOLAMENTO ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con Delibera Consiglio n. 202 del 03/06/94 Art. 1 (Finalità) - Il servizio di assistenza domiciliare ha come obiettivo il mantenimento o reinserimento

Dettagli

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA

COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO. Provincia di LUCCA COMUNE DI PIAZZA AL SERCHIO Provincia di LUCCA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA ALUNNI SCUOLA MATERNA ED EVENTUALI DISABILI SCUOLA DELL OBBLIGO DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO

Dettagli

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI

Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI Comune di Cagliari Area Gestione del Territorio ASSESSORATO AI SERVIZI TECNOLOGICI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA ANNUALE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE RELATIVE A TUTTI GLI EDIFICI

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 77 DEL 29/11/2007

ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 77 DEL 29/11/2007 C O M U N E DI N O R M A Piazza I Maggio, 13 04010 Tel. 0773/352808 Fax 0773/354186 www.comunedinorma.it P.I. 00125240598 SETTORE 3: POLITICHE SOCIALI E CULTURALI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 Premessa L'Amministrazione Comunale di Pianoro, nell'ambito della rete dei servizi socioassistenziali (a favore della popolazione residente : non

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI SERVIZIO PASTI A DOMICILIO.

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI SERVIZIO PASTI A DOMICILIO. C O M U N E D I I T T I R E D D U Provincia di Sassari CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI SERVIZIO PASTI A DOMICILIO. CIG N. GARA 4106784 4131923AB7 C O M U N E D I

Dettagli

COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI

COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI COMUNE DI PONTINIA CAPITOLATO D APPALTO PARTE SPECIALE ASSISTENZA SCOLASTICA SPECIALISTICA E DI BASE MINORI DISABILI Nell ambito delle azioni previste dalla Legge 328/2000, volte ad assicurare l esistenza

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO COMUNE DI CASARANO (Comune Capofila) PROVINCIA DI LECCE (Convenzione ex art. 30 del D.Lgs n. 267/2000)

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI DEL DISTRETTO SOCIO- SANITARIO D 12

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI DEL DISTRETTO SOCIO- SANITARIO D 12 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI DEL DISTRETTO SOCIO- SANITARIO D 12 Dichiarazione dei Principi Oggetto del presente disciplinare è la gestione

Dettagli

DISTRETTO SOCIALE DELLA BASSA SABINA AMBITO RIETI 2

DISTRETTO SOCIALE DELLA BASSA SABINA AMBITO RIETI 2 DISTRETTO SOCIALE DELLA BASSA SABINA AMBITO RIETI 2 Ente capofila: COMUNE DI POGGIO MIRTETO Tel. 0765-410068 Sito web: bassasabinasociale.it lì Ottobre 2013 Capitolato speciale per l affidamento a cottimo

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA di PISTOIA) SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

COMUNE DI MASSA E COZZILE (PROVINCIA di PISTOIA) SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ALLEGATO A SERVIZIO DI CONSULENZA E DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Art. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo.

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE D APPALTO PER IL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E/O ADULTI INABILI.- L anno il giorno. del mese nei locali

SCHEMA DI CONVENZIONE D APPALTO PER IL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E/O ADULTI INABILI.- L anno il giorno. del mese nei locali C I T T A D I E R I C E PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI All. sub B SCHEMA DI CONVENZIONE D APPALTO PER IL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E/O ADULTI INABILI.- L anno il giorno del mese nei locali

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA

COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA COMUNE DI CARRARA GESTIONE DELLO SPORTELLO CENTRO DI ASCOLTO DONNA CHIAMA DONNA In attuazione degli indirizzi di programmazione degli interventi relativi alle politiche giovanili da parte dell Assessorato

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE REGOLAMENTO SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n 25 del 29/09/2004 Parte Prima - INTRODUZIONE ART. 1- DEFINIZIONE Il servizio di Assistenza Domiciliare

Dettagli

Allegato 4 Capitolato Tecnico

Allegato 4 Capitolato Tecnico Progetto SICS (Sistema di Informazione e Comunicazione in Sanità) Regione Puglia Gara a procedura aperta per l affidamento del Servizio di somministrazione di lavoro a tempo determinato per il Progetto

Dettagli

COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE NELLE MODALITA DEL BUONO DI SERVIZIO

COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE NELLE MODALITA DEL BUONO DI SERVIZIO COMUNE DI GRADO PROVINCIA DI GORIZIA REGOLAMENTO PER L ACCESSO AL SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE NELLE MODALITA DEL BUONO DI SERVIZIO Adottato con deliberazione consiliare N.48 dd. 29.11.2004 Premessa

Dettagli

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA SCHEMA TIPO DI CONTRATTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DELLA PREFETTURA MINISTERO DELL INTERNO Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Nr. di rep. (Richiami alle esigenze da soddisfare

Dettagli

PATTO DI ACCREDITAMENTO PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI

PATTO DI ACCREDITAMENTO PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI Provincia Regionale di Enna DISTRETTO SOCIO SANITARIO N.24 COMUNI DI PIAZZA ARMERINA BARRAFRANCA PIETRAPERZIA AIDONE PATTO DI ACCREDITAMENTO PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Comune di Nuoro Ente Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ART 1 Oggetto del regolamento. Il presente regolamento disciplina, nell ambito dei principi dell ordinamento e nel rispetto

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010.

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO SPAZIO GIOCO RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA. TRIENNIO 2007/2010. ART. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la

Dettagli

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO PROGETTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE RIVOLTO AD ANZIANI, PORTATORI DI HANDICAP E FAMIGLIE MULTI PROBLEMATICHE Il servizio di assistenza domiciliare consiste nel

Dettagli

Capitolato Amministrativo

Capitolato Amministrativo ALLEGATO C Capitolato Amministrativo Relativo al bando di gara per l affidamento del Servizio di realizzazione, personalizzazione, erogazione, monitoraggio e rendicontazione dei voucher sociali del valore

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697

COMUNE DI LANCIANO. Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Settore Tutela Ambiente C.A.P. 66034 P.IVA 00091240697 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Servizi di disinfestazione e derattizzazione del territorio del Comune di Lanciano 1 TITOLO 1 PARTE GENERALE Art. 1 Oggetto L appalto ha ad oggetto i servizi di disinfestazione

Dettagli

fiftm' s}t tr#ffistffiffi ALUNNI DISABILI CAPITOLATO SERVIZTO ASSISTEI\ZA PE,DAGOGICO EDUCATIVA FRfrVIruCIA DI MILAruÚ

fiftm' s}t tr#ffistffiffi ALUNNI DISABILI CAPITOLATO SERVIZTO ASSISTEI\ZA PE,DAGOGICO EDUCATIVA FRfrVIruCIA DI MILAruÚ fiftm' s}t tr#ffistffiffi FRfrVIruCIA DI MILAruÚ CAPITOLATO SERVIZTO ASSISTEI\ZA PE,DAGOGICO EDUCATIVA ALUNNI DISABILI Luglio 2013 Art. l OGGETTO DEL CAPITOL.ATO costituisce oggetto del presente capitolato

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 I SETTORE AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI DIRIGENTE - Dott.ssa Lucia Antonia Buscemi e-mail: affarigenerali@provincia.enna.it

Dettagli

AMBITO ZONA DI GALATINA PROVINCIA DI LECCE A M B I T O T E R R I T O R I A L E D I G A L A T I N A

AMBITO ZONA DI GALATINA PROVINCIA DI LECCE A M B I T O T E R R I T O R I A L E D I G A L A T I N A AMBITO ZONA DI GALATINA PROVINCIA DI LECCE A M B I T O T E R R I T O R I A L E D I G A L A T I N A CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA E DI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. ALLEGATO 2 AL BANDO DI GARA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO COMUNE DI GUASILA. Art. 1 Norme regolatrici dell appalto L appalto ha per oggetto l

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE

REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO DI ACCESSO AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 13 luglio 1995 Modificato con deliberazioni consiliari:

Dettagli

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO

ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ALLEGATO B) CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO ART. 1. OGGETTO DELL INCARICO 1.1. Il presente capitolato disciplina l'incarico inerente il servizio professionale di brokeraggio assicurativo

Dettagli

Scheda tecnica 1 Servizio assistenza domiciliare a favore di anziani, disabili e adulti a svantaggio sociale

Scheda tecnica 1 Servizio assistenza domiciliare a favore di anziani, disabili e adulti a svantaggio sociale ALLEGATO TECNICO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ED EDUCATIVA PER IL PERIODO 01.04.2011 31.12.2012. CIG N. 07771837B1. indetta con determinazione N 53 del 17.01.2011

Dettagli

ART. 4 SOGGETTI IDONEI A PARTECIPARE ALL APPALTO

ART. 4 SOGGETTI IDONEI A PARTECIPARE ALL APPALTO C o m u n e d i C o m un e d i C omune di Comune di Comu n e d i ASL BA P u t i g n a n o A l b e rob e l l o C a s t ellana Grotte Locorotondo No c i Ambito Territoriale di Putignano Ufficio di Piano

Dettagli

COMUNE di ASSEMINI. Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

COMUNE di ASSEMINI. Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO COMUNE di ASSEMINI Provincia di Cagliari UFFICIO DATORE DI LAVORO Via Marconi n. 87-09032 ASSEMINI e-mail: ambiente.assemini@tiscali.it tel. 070 949.365 - fax 070/949.366 Prot. n. Prot. Utc /Amb CAPITOLATO

Dettagli

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SESTU PROVINCIA DI CAGLIARI REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEI CITTADINI AL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI, DISABILI E FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ Indice generale Articolo 1...3 Articolo 2...3

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL PERIODO 01/09/2013-01/08/2016 CIG 52049669D0

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL PERIODO 01/09/2013-01/08/2016 CIG 52049669D0 COMUNE DI AOSTA Area A2 Servizio Ragioneria Piazza Chanoux n. 1-11100 Aosta Tel. 016 tel 0165-300 436 - Fax 0165 35653 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER IL PERIODO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto (Approvato con deliberazione del C.C. n. 101 del 16/11/2006) REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto Il Comune di Mogliano Veneto nell ottica di promozione

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA . REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI INFERMIERISTICI PRESSO LA CASA DI RECLUSIONE E LA CASA CIRCONDARIALE DI PADOVA. * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO DI RITIRO CARTA E CARTONE PROVENIENTI DA RACCOLTA DIFFERENZIATA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SOMMARIO Titolo I DISPOSIZIONI GENERALI... 3 Art. 1 - Oggetto dell'appalto, stima quantitativi e importo

Dettagli

COMUNE DI MONTORFANO UFFICIO SERVIZI SOCIALI E ALLA PERSONA Piazza Roma n. 18 22030 MONTORFANO TEL. 031/55.33.15 FAX 031/55.30.97

COMUNE DI MONTORFANO UFFICIO SERVIZI SOCIALI E ALLA PERSONA Piazza Roma n. 18 22030 MONTORFANO TEL. 031/55.33.15 FAX 031/55.30.97 CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO (SCUOLABUS, CONDUCENTE, FORNITURA GASOLIO, MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA) A.S. 2015/2016 PER ALUNNI FREQUENTANTI LE SCUOLE

Dettagli