Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) CALTABELLOTTA (AG)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) 951121 92010 CALTABELLOTTA (AG)"

Transcript

1 ALLEGATO A Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) CALTABELLOTTA (AG) lì prot. n. Oggetto: bando di gara per l affidamento per 12 mesi dei servizi socio assistenziali alla persona IL PRESIDENTE Rende noto Questo Ente intende procedere all affidamento dei servizi socio assistenziali di seguito specificati, per un periodo di mesi dodici, con cooperative sociali del settore regolarmente iscritti all Albo Regionale, previsto dall art. 26 della L.R. 22/05/86, N. 22, per la tipologia assistenza domiciliare anziani. L affidamento del servizio è disciplinato dalle disposizioni di seguito indicate e dalle prescrizioni contenute nei seguenti atti, approvati con deliberazione n. 41 del 20/10/09, allegati al presente bando di gara: 1) preventivo di spesa; 2) progetto - base; 3) criteri di valutazione delle offerte; 4) schema di convenzione; 5) prestampato per la formulazione dell offerta aggiuntiva di servizi (all. F ). Il personale necessario, che va ad integrare i servizi prestati dal personale di ruolo dell Ente, per l attuazione del progetto base è il seguente (per una ricettività massima di 48 posti letto): a) n. 9 unità lavorative Ausiliari Servizi Tutelari a tempo pieno - per 38h settimanali - (n. 1 per ogni 12 utenti per due turni contrattuali, compreso il turno notturno); b) n. 1 Medico Geriatra - per 8h settimanali; c) N. 1 Assistente Sociale per 24 h settimanali; d) n. 1 Terapista della riabilitazione - per 9h settimanali; e) n. 1 Animatore Socio Culturale per 6h settimanali f) n. 1 Infermiere professionale per 6h settimanali; g) n. 1 barbiere per 2 volte a settimana; h) n. 1 parrucchiera per 1 volta a settimana. L importo complessivo della gara è di ,59, compresa I.V.A. al 4%. Il progetto-base predisposto dall Ente potrà essere migliorato con specifico riferimento ai singoli servizi di seguito indicati nell apposito schema di offerta prestampato (all. F) esclusivamente

2 attraverso la presentazione di una offerta aggiuntiva di servizi rispetto al progetto base, articolato nei seguenti servizi: terapia della riabilitazione; assistenza sanitaria di tipo infermieristico; assistenza sociale; medico; animazione sociale; ausiliari servizi tutelari e vari (barbiere e parrucchiera). L aggiudicazione sarà effettuata utilizzando i criteri di valutazione delle offerte, allegati al presente invito. Le Cooperative del settore sociale, interessate alla gara, per concorrere ad essa dovranno fare pervenire a mezzo raccomandata A.R. e in plico sigillato, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno antecedente quello fissato per l espletamento della gara (a pena di esclusione dell offerta, farà fede il timbro postale di ricevimento da parte dell Ente), ovvero mediante presentazione brevi manu del plico stesso direttamente al protocollo dell Ente entro e non oltre le ore 12,00 del giorno antecedente quello fissato per l espletamento della gara, la documentazione di seguito indicata. A prescindere dalle modalità di presentazione, il plico deve essere chiuso con ceralacca e deve essere chiaramente indicata la seguente dicitura: servizi socio assistenziali - gara del 03/12/2009, unitamente al nominativo della cooperativa mittente. Il plico deve essere indirizzato al Centro Servizi Sociali A. Rizzuti Caruso Sacro Cuore - Via Roma, Caltabellotta (AG). Per partecipare alla gara il plico deve contenere la seguente documentazione: 1) Offerta con l indicazione dell offerta aggiuntiva di servizi rispetto al progetto base, redatta esclusivamente sul prestampato predisposto dall Ente (all. F ). Tale offerta, redatta in lingua italiana, sottoscritta dal legale rappresentante della cooperativa offerente, deve essere inserita in apposita busta chiusa di tipo non trasparente, sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura nella quale, oltre all offerta, non devono essere inseriti altri documenti. Su tale busta deve essere apposta la seguente dicitura: offerta aggiuntiva di servizi rispetto al progetto base. 2) Dichiarazione sostitutiva, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, resa dal legale rappresentante della cooperativa e sottoscritta con firma autenticata, con la quale si attesti: a. di essere iscritta alla C.C.I.A.A. per la categoria inerente all oggetto della gara; b. di essere iscritta al n dell Albo regionale previsto dall art. 26 L.R. n. 22/1986, per la tipologia assistenza domiciliare anziani, giusto decreto assessoriale di autorizzazione, ai sensi dell art. 28 L.R n. 22/1986; c. di avere nel proprio organico le figure professionali necessarie per lo svolgimento del servizio oggetto dell appalto, specificando espressamente che le stesse sono fornite dei titoli e/o delle qualifiche professionali richiesti (medico, fisioterapista, infermiere profes-sionale, assistente sociale, animatrice sociale, aiuto cuoco, ausiliario ai servizi tutelari, ausiliari ai servizi vari, generali, cucina, lavanderia, portineria, ecc..); d. di conoscere le caratteristiche del servizio da espletare e di accettare, senza alcuna condizione, tutte le prescrizioni contenute negli atti di gara; e. di riconoscere remunerativa l offerta presentata, tenuto conto anche della predisposi-zione del piano per la sicurezza fisica dei lavoratori impiegati per l esecuzione del servizio; f. che la cooperativa è in regola con gli obblighi concernenti le dichiarazioni in materia di imposte e tasse ed i conseguenti pagamenti ed adempimenti; g. che la cooperativa è in regola con gli obblighi concernenti gli adempimenti ed i pagamenti in materia di contributi sociali; h. di non trovarsi nelle condizioni ostative previste dall art. 3 L. 19 marzo 1990 n. 55 e s.m.i.; i. di non aver riportato condanne penali che possano comunque influire sulla partecipazione alla presente gara;

3 j. di non avere in corso procedure di fallimento, di concordato preventivo, di amministrazione controllata o di liquidazione coatta amministrativa, conseguenti a sentenze e/o decreti negli ultimi cinque anni; k. di non aver avuto comunicazione di presentazione di istanza di fallimento negli ultimi due anni; l. di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili (art. 17 L. n. 68 del 12 marzo 1999). La dichiarazione di cui al punto 2, lettere h) ed i)deve essere resa da tutti i componenti del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale. La dichiarazione di cui al presente punto 2) è richiesta a pena di esclusione. 3) Eventuale documentazione attestante la qualità dei servizi svolti (certificazioni, attestati di servizio, ecc.). Avvertenze: Il recapito del plico presso la sede dell Ente rimane ad esclusivo rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non dovesse giungere a destinazione nei termini indicati nel presente invito. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta, ritenuta congrua e/o vantaggiosa per l Ente. E vietato concedere, anche di fatto, in subappalto, in tutto o in parte, il servizio appaltato. Non sono ammesse offerte condizionate o espresse in modo indeterminato o con riferimento ad offerte relative ad altro appalto. Se nell offerta vi è discordanza fra le indicazioni in cifre e quelle in lettere, sarà ritenuta valida quella più vantaggiosa per l Ente. L offerta presentata non può essere ritirata, né modificata o sostituita con un altra. Saranno esclusi dalla gara i plichi privi di chiusura con ceralacca e non controfirmati sui lembi di chiusura. Le spese contrattuali sono a carico della ditta aggiudicataria, senza diritto di rivalsa nei confronti dell Ente. Gli atti di gara possono essere consultati presso la Segreteria dell Ente, dal lunedì al sabato - dalle ore 8,00 alle ore 12,00. L Ufficio ed il Responsabile del procedimento sono rispettivamente l Ufficio di segreteria ed il Segretario dell Ente, Geom. Pellegrino Parlapiano. Il recapito telefonico è 0925/ La gara sarà esperita il giorno 03 Dicembre 2009 alle ore 11,00, nell Ufficio di Segreteria dell Ente, dal legale rappresentante dell Ente coadiuvato dal Segretario ed alla presenza di due testimoni. Il Rappresentante Legale dell Ente Il Segretario dell Ente

4 ALLEGATO B Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) CALTABELLOTTA (AG) Oggetto: bando di gara per l affidamento annuale dei servizi socio assistenziali alla persona.- Preventivo di spesa Il personale necessario per l attuazione del progetto base è il seguente: a) n. 9 Ausiliari Servizi Tutelari (muniti di qualifica e/o attestato di assistenti domiciliari anziani, O.S.A., OSS), per n. 38 ore settimanali tempo pieno - rapportati a 48 anziani, se presenti, come da standard organizzativi di cui al D.P.R.S. 4/6/96); b) n. 1 medico geriatra per 8 h settimanali x 52 settimane; c) n. 1 assistente sociale, per n. 4 ore giornaliere e 24 ore settimanali; d) n. 1 Terapista della riabilitazione - per 9h settimanali (da svolgersi alternativamente un giorno si ed uno no e per tre ore; e) n. 1 Animatore Socio Culturale per 6h settimanali (da svolgersi un giorno si ed uno no e per due ore; f) n. 1 Infermiere professionale per 6h settimanali (da svolgersi preferibilmente nel giorno di riposo dell infermiere di ruolo dell Ente. g) n. 1 barbiere per 2 volte a settimana e al bisogno. h) n. 1 parrucchiera per 1 volta a settimana e al bisogno. Al citato personale devono essere corrisposti gli emolumenti previsti dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro delle cooperative sociali per le istituzioni socio assistenziali che, in atto, sono quantificati complessivamente come segue: - n. 9 Ausiliari Servi Tutelari categoria B1 ( ,82 annuo) ,38 - n. 1 medico geriatra per 8 h settimanali x 52 settimane x 20, ,96 - n. 1 Ass. Sociale h. 4 a giorno x 6 gg. x 52 settim. = h x 15,807 = ,14 - Terapista h. 3 a giorno x 3 giorni x 52 settimane = h. 468 x 15,807 = 7.397,68 - Animatrice S.-C. h. 2 a giorno x 3 giorni x 52 settimane = h. 312 x 15,807 = 4.931,78 - Infermiere Prof. h. 6 a settimana x 52 settimane = h. 312 x 15,807 = 4.931,78 n. 1 Barbiere... a corpo = 5.000,00 n. 1 Parrucchiera.... a corpo = 2.000,00 TOTALE ,72 + I.V.A. al 4% ,87 = TOTALE GENERALE annuo ,59 Il Rappresentante Legale dell Ente Il Segretario dell Ente

5 ALLEGATO C Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) CALTABELLOTTA (AG) lì prot. n. Oggetto: bando di gara per l affidamento per nove mesi dei servizi socio assistenziali alla persona.- Progetto base Premesse: Questa I.P.A.B., con decreto assessoriale del 25/05/94 è stata iscritta al n. 405 dell albo regionale degli enti assistenziali ed è stata autorizzata a svolgere attività assistenziale in favore degli anziani (tipologia Casa di riposo ), nei limiti di ricettività di n. 24 unità. A seguito della chiusura della Residenza Sanitaria Assistita (R.S.A. per 20 posti letto giusta autorizzazione sanitaria) sono in itinere i procedimento per l ampliamento dell iscrizione per 48 posti letto tutti per la tipologia casa di riposo sezione anziani. Attualmente gli anziani assistiti sono in numero di 44 unità. Il presente progetto intende garantire un servizio unitario e globale in favore degli anziani ospitati dall Ipab che si prefigge le seguenti finalità: - favorire l inserimento degli anziani nella struttura e la partecipazione alla vita comunitaria anche al fine di evitare ogni forma d isolamento sociale e di emarginazione; - coinvolgere gli ospiti nella partecipazione ad attività ricreative, sociali e culturali; - creare le condizioni per rendere gli anziani il più possibile autonomi ed auto-sufficienti; - contenere i processi invalidanti e limitativi, utilizzando controlli frequenti, assistenza medica continua, fisioterapia, ecc.; - salvaguardare l integrità degli anziani e del loro ruolo, ove possibile, anche oltre il contesto dell Istituzione; - migliorare qualitativamente i servizi offerti al fine di rendere complessivamente più agevole la permanenza nell Ipab. Il progetto-base, con specifico riferimento ai singoli servizi indicati nell apposito schema (all. A ), potrà essere migliorato esclusivamente attraverso la presentazione di una offerta aggiuntiva di servizi rispetto al predetto progetto base predisposto dall Ente ed articolato in servizi come segue: - assistenza sociale; - terapia della riabilitazione; - assistenza sanitaria di tipo infermieristico; - assistenza sanitaria - medico; - animazione sociale; - assistenza socio assistenziale con assistenti qualificati, e ausiliari vari (barbiere e parrucchiera).

6 1) assistenza sociale: L assistente sociale dovrà garantire la sua presenza nei locali dell Ente per n. 4 ore giornaliere e per 24 ore settimanali (o per 5 h per 5 giorni). L assistente sociale dovrà: - assistere gli ospiti affinché possano più agevolmente e proficuamente inserirsi nella vita della comunità, familiarizzando e socializzando con gli altri ospiti e con il personale; - favorire i rapporti con i familiari, gli amici ed i conoscenti degli anziani; - sollecitare la partecipazione diretta degli ospiti a tutte le iniziative della comunità; - garantire e favorire il rispetto delle regole che disciplinano la vita nell Ente; - partecipare alle riunioni dell equipe preposta alla valutazione dell accertamento del0020grado di autosufficienza degli anziani; - tenere i rapporti con i servizi socio-sanitari e ricreativo-culturali del territorio, sollecitandone gli interventi in sintonia con l Ente; - tenere aggiornate le cartelle personali degli ospiti contenenti carattere anagrafico e sociale ed effettuare il disbrigo di piccole pratiche di segretariato sociale; - predisporre annualmente una relazione programmatica sull attività da svolgere e trimestralmente sull attività svolta; - relazionare agli Uffici dei servizi sociali dei Comuni con i quali l Ente ha rapporti in regime di convenzione finalizzata all assistenza degli anziani, sulle loro condizioni, sui rapporti con i loro familiari e sulle prospettive di regressione dalle condizioni di bisogno. - 2) terapia della riabilitazione: Il terapista della riabilitazione dovrà assicurare la presenza nei locali dell Istituzione per n. 9 ore settimanali e pomeridiani con una presenza alternata e per tre ore esempio Lunedì Mercoledì - Venerdì), concordando espressamente con il medico il numero di interventi di terapia riabilitativa (massaggi, kinesiterapia, riabilitazione motoria, ecc.) da praticare. 3) assistenza sanitaria di tipo infermieristico: L infermiere professionale dovrà garantire la presenza nei locali dell Ente per 6 ore e per un giorno settimanale, in sostituzione dell infermiere di ruolo dell Ente nella giornata di riposo settimanale. Il personale infermieristico dovrà: - eseguire le terapie stabilite per gli anziani dai rispettivi medici curanti e/o dal medico presente nella struttura, somministrare i farmaci, rilevare la pressione arteriosa, assicurare la prestazione di tutta l assistenza igienica e sanitaria di cui i singoli ospiti possono avere bisogno; - curare la tenuta delle cartelle cliniche e tenere in ordine l armadio dei farmaci; - assicurare la prestazione di tutta l assistenza sanitaria ed igienica necessarie all utenza; - sovrintendere e garantire la scrupolosa osservanza delle norme igieniche e di decoro degli anziani e degli ambienti nei quali sono ospitati; - garantire la reperibilità. 4) assistenza medica: Il servizio dovrà essere espletato con la presenza di n. 1 medico geriatra per n. 8 ore settimanali suddivisi nelle giornate di martedì e venerdì (o diversificate secondo le necessità delle parti), il quale dovrà: - effettuare, avvalendosi del personale infermieristico, tutte le terapie mediche di cui gli ospiti necessitano, predisporre e mantenere aggiornata la scheda sanitaria di ogni anziano; - partecipare alle riunioni dell equipe preposta alla valutazione dell accertamento del grado di autosufficienza dell anziano; - predisporre la tabella dietetica, tenendo conto delle specificità;

7 - segnalare tempestivamente all amministrazione dell Ipab ed alle competenti autorità sanitarie eventuali casi di malattie infettive e/o contagiose contratte dagli anziani; - garantire la reperibilità. 5) animazione sociale: L animatore socio-culturale garantirà la sua presenza nei locali dell Ente per n. 6 ore settimanali e pomeridiani con una presenza alternata e per due ore esempio Martedì Giovedì - Sabato). L animatore, di norma in collaborazione con l assistente sociale, dovrà: - favorire l inserimento degli ospiti nella struttura; - programmare l utilizzazione del tempo libero, organizzare le attività ricreative, sociali e culturali compatibili con le condizioni psico-fisiche degli anziani. Inoltre, in occasione dei compleanni degli anziani dovrà assicurare la propria presenza spostando eventualmente giornata di lavoro per come programmata. 6) assistenza socio assistenziale con assistenti qualificati, e ausiliari vari (barbiere e parrucchiera). Il servizio dovrà essere espletato, in turni antipomeridiani, pomeridiani e notturni, (festivi compresi) dalle seguenti 9 unità Ausiliare Servizi Tutelari, per complessive 6 ore giornaliere, cadauno, e per 36 ore settimanali: Il citato personale dovrà: - provvedere alla sorveglianza, alla pulizia, all igiene intima delle persone anziane specialmente quelle allettate ed al decoro degli anziani ospiti stessi. - provvedere alla pulizia di tutti i locali dell Ente, dove si svolge l assistenza; - collaborare, ove occorra, con il personale infermieristico per l assistenza materiale degli ospiti; - effettuare, se richiesto ed in caso di assenza temporanea del personale di ruolo, i lavori di pulizia e di aiuto in cucina; - effettuare, se richiesto ed in caso di assenza temporanea del personale di ruolo i lavori di lavanderia (stireria/guardaroba/ prelievo, lavaggio e sostituzione della biancheria) utilizzando gli impianti esistenti, sotto le direttive del personale addetto; - garantire l apertura e la chiusura delle entrate dell Ente (portone principale, ecc..); - fare rispettare le disposizioni che regolano l orario di visita degli anziani ospiti. 6 bis) Barbiere e parrucchiera Il servizio di barberia per gli ospiti di sesso maschile dovrà essere espletato nei locali dell Ente munito dell apposita sala. Il professionista dovrà svolgere il relativo compito nei giorni di Mercoledì e Sabato di ogni settimana ed ogni qual volta si rende necessario (preferibilmente dalle ore 9,30 in poi o dalle ore 15,00 in poi). Sarà presente per tutto il tempo necessario per effettuare il servizio di barba, rasatura (due volte a persona a settimana) e sciampo e taglio di capelli al meno una volta al mese a persona. I prodotti per la rasatura, il dopo barba, le creme, ove occorra, lo sciampo, le lamette mono uso, le tovaglie e gli asciugamani, quest ultimi sempre puliti e quanto altro occorra dovranno essere forniti dalla cooperativa mentre l Ente mette a disposizione la sala completa ed arredata ed accessoriata, la luce, l acqua calda e fredda e la pulizia dei locali. Il servizio di parrucchieria per le anziane ospitate in questa struttura dovrà essere espletato nei locali dell Ente munito dell apposita sala. Il professionista/la professionista dovrà svolgere il relativo compito almeno una volta a settimana preferibilmente di Giovedì ed ogni qual volta si rende

8 necessario. Il servizio dovrà essere reso, per ciascuna anziana almeno una volta al mese I prodotti per la toilette, le creme, ove occorra, lo sciampo, le lamette mono uso, le tovaglie e gli asciugamani, quest ultimi sempre puliti e quanto altro occorra dovranno essere forniti dalla cooperativa mentre l Ente mette a disposizione la sala completa ed arredata ed accessoriata, la luce, l acqua calda e fredda e la pulizia dei locali. Le varie figure professionali impegnate nei servizi dovranno essere munite di specifica abilitazione professionale, idoneità fisica all impiego e dovranno attenersi alle mansioni indicate, secondo i turni e le esigenze dell Amministrazione. E fatto divieto assoluto di richiedere agli ospiti mance o qualsivoglia ricompensa per servizi resi che rientrano nella predetta gara. Le ore giornaliere e settimanali indicate sono quelle previste per l espletamento dei servizi socio assistenziali per 9 mesi e potranno essere suscettibili di variazioni, in relazione alle esigenze organizzative conseguenti al numero degli anziani ricoverati (soggetto a variazioni durante il corso dei mesi e dell anno) e ad altri fattori (sostituzione del personale di ruolo assente per ferie, malattia, espletamento concorsi, ecc.),. Inoltre, quando l Ente ha necessità di sostituire un proprio dipendente, verrà richiesta alla cooperativa l unità lavorativa, il cui compenso verrà stabilito in base alle ore o giorni effettivamente espletate e la retribuzione sarà calcolata secondo il C.C.N.L. per le cooperative sociali del 30/07/08. La cooperativa aggiudicataria si impegna e si obbliga espressamente e formalmente ad espletare gli eventuali servizi giornalieri e settimanali in misura maggiore o minore, comunque entro il limite massimo complessivo annuo delle ore indicate nel progetto base per ciascun servizio, fatte salve le variazioni in favore dell Ente contenute nell offerta aggiuntiva di servizi formulata. In caso di assenza per qualsiasi motivazione, malattia, concedi ordinari e straordinari, di una qualsiasi unità lavorativa, la cooperativa si impegna alla tempestiva sostituzione senza nulla altro pretendere. Costo dei servizi Il costo complessivo dei servizi socio assistenziali indicati nel progetto base è quantificato, per il periodo 01 Gennaio 31 Dicembre 2010, in ,59, compresa I.V.A. al 4%, La liquidazione avverrà entro 60 giorni dalla data di presentazione di regolare fattura che dovrà indicare, analiticamente, il mese di riferimento, le unità lavorative impiegate, con l indicazione della paga oraria o mensile, corredata altresì dalla dichiarazione in ordine al rispetto degli obblighi contrattuali e previdenziali, entrambe sottoscritte dal legale rappresentante della Cooperativa. Il Rappresentante Legale dell Ente Il Segretario dell Ente

9 ALLEGATO D Centro Servizi Sociali "A. Rizzuti Caruso - Sacro Cuore" Via Roma, 27 - tel. e fax (0925) CALTABELLOTTA (AG) lì prot. n. Oggetto: bando di gara per l affidamento annuale dei servizi socio assistenziali alla persona.- Criteri di valutazione delle offerte Le offerte aggiuntive di servizi rispetto al progetto base formulate dalle cooperative partecipanti alla gara saranno valutate sulla base dei seguenti criteri: 1) offerta aggiuntiva di servizi: punteggio massimo: punti 60. I progetti saranno valutati tenuto conto delle prestazioni aggiuntive del personale e/o degli operatori rispetto ai servizi indicati nel progetto base, secondo il seguente prospetto: Servizi ore annue si servizio indicate nel progetto base punteggio massimo da attribuire punteggio per ogni ora aggiuntiva di servizi offerti rispetto a quelli indicati nel progetto base Ausiliari tutelari ,00 0,050 Terapista 468 6,00 0,035 Infermiere 312 4,00 0,035 Assistente sociale ,00 0,035 Animatore Sociale 312 4,00 0,035 Parrucchiere per donna 0 0,00 0,00 Barbiere 0 0,00 0,00 Medico 416 0,00 0,00 TOTALE 60,00

10 2) Qualità dei servizi svolti: punteggio massimo: punti 40 a) esperienze acquisite e documentate dal concorrente in servizi di assistenza agli anziani prestate presso enti pubblici: - punti 0,15 per ogni mese di servizio documentato, per un massimo di punti 15; b) esperienze acquisite e documentate dal concorrente per attività di assistenza agli anziani svolte in strutture residenziali pubbliche (case di riposo - Ipab): - punti 0,15 per ogni mese di servizio documentato per un massimo di punti 20; c) certificazione di qualità rilasciata da organo abilitato cat. E38: - punti 5. A parità di punteggio complessivo, sarà preferita la cooperativa che avrà acquisito un punteggio maggiore per l offerta aggiuntiva di servizi. Il Rappresentante Legale dell Ente Il Segretario dell Ente

11 ALLEGATO E PROVINCIA DI AGRIGENTO COMUNE DI CALTABELLOTTA CENTRO SERVIZI SOCIALI "A. RIZZUTI CARUSO - SACRO CUORE" Caltabellotta SCHEMA DI CONVENZIONE SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI AGLI ANZIANI DELLA CASA DI RIPOSO.. L'anno duemilanove il giorno del mese di, alle ore 10,00, nella sede dell'ente sita a Caltabellotta in via Roma, 27. tra Il Rappresentante Legale dell Ente (C.F.: ) Presidente Prof. Ignazio Grisafi, assistito dal Segretario dell Ente Geom. Parlapiano Pellegrino e il Sig., nato a, il, residente in, nella qualità di, della Cooperativa, con sede in, C.F. e P.I., regolarmente iscritta all albo regionale previsto dall art. 26 L.R. n. 22/1986, giusto provvedimento n. del, di seguito denominata la Cooperativa, Premesso: - che, statutariamente, scopo principale dell Ente è l attività socio assistenziale, prevalentemente a favore di persone anziane, di ambo i sessi, e bisognose di assistenza di questo comune e dei comuni limitrofi; - che la Casa di Riposo, con decreto assessoriale n. 282 del 25/05/94, è stata iscritta al n. 405 dell Albo regionale degli enti assistenziali ed è stato autorizzata a svolgere attività assistenziale in favore degli anziani (tipologia Casa di riposo ); - che l attività assistenziale della Casa di riposo è svolta continuativamente (24h/24h, tutti i giorni dell anno, festivi compresi) nel rispetto dei criteri e degli standards previsti dalla normativa regionale vigente in materia; - che, in questo contesto, l Ente intende garantire un servizio unitario e globale in favore degli anziani che si prefigge le seguenti finalità: a) favorire l inserimento degli anziani nella struttura e la partecipazione alla vita comunitaria, anche al fine di evitare ogni forma d isolamento sociale e di emarginazione; b) coinvolgere gli ospiti nella partecipazione ad attività ricreative, sociali e culturali; c) creare le condizioni per rendere gli anziani il più possibile autonomi ed autosufficienti; d) contenere i processi invalidanti e limitativi, utilizzando controlli frequenti, assistenza medica continua, fisioterapia, ecc.; e) salvaguardare l integrità degli anziani e del loro ruolo anche oltre il contesto dell Istituzione;

12 f) migliorare qualitativamente i servizi offerti al fine di rendere complessivamente più agevole la permanenza nell Ipab; - che Il progetto-base, con specifico riferimento ai singoli servizi indicati nell apposito schema (all. A ), potrà essere migliorato esclusivamente attraverso la presentazione di una offerta aggiuntiva di servizi rispetto al predetto progetto base predisposto dall Ente ed articolato in servizi come segue: - terapia della riabilitazione; - assistenza sanitaria di tipo infermieristico; - assistenza medica; - assistenza sociale; - animazione sociale; - ausiliari tutelari e vari. - che l Ente intende assicurare agli anziani, autosufficienti e non, una dignitosa condizione di vita; - che, a seguito di regolare gara d appalto con cooperative sociali, l'ente intende attuare i suddetti servizi in favore degli anziani mediante la stipula di apposita convenzione; - che la Cooperativa affidataria concorre all'attuazione del programma dei servizi socio assistenziali dell Ente, utilizzando il personale specificamente qualificato così come appresso analiticamente indicato; - che è stata acquisita agli atti dell Ente: 1) la dichiarazione del legale rappresentante della Cooperativa aggiudicataria, con firma autentica-ta, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000, nella quale attesta, tra l altro: a) di non trovarsi nelle condizioni ostative previste dall art. 3 L. 19 marzo 1990 n. 55 e s.m.i.; b) di essere iscritto al n. dell Albo regionale - sezione anziani - tipologia: assistenza domiciliare, in applicazione dell art. 26 L. R. n 22/1986; 2) l elenco nominativo degli operatori utilizzati con l indicazione del relativo titolo di studio e del titolo professionale, allegati alla dichiarazione; - che l Ente, a seguito della risultanze della gara d appalto espletata il., ha affidato alla Cooperativa.. l espletamento dei servizi socio- assistenziali in questione; quanto sopra premesso, si conviene e stipula quanto segue. art. 1 Prestazioni Mansioni L Ente, come sopra rappresentato, affida alla Cooperativa l espletamento delle prestazioni di seguito specificate a favore degli anziani della Casa di riposo. La Cooperativa si impegna e si obbliga ad espletare i servizi in questione utilizzando il personale specificamente qualificato e secondo le direttive dell Ente. Più in particolare, la Cooperativa espleterà i seguenti servizi: a) terapia della riabilitazione: Il terapista della riabilitazione dovrà assicurare la presenza nei locali dell Istituzione per n. 9 ore settimanali e pomeridiani con una presenza alternata e per tre ore esempio Lunedì Mercoledì - Venerdì), concordando espressamente con il medico il numero di interventi di terapia riabilitativa (massaggi, kinesiterapia, riabilitazione motoria, ecc.) da praticare. b) assistenza sanitaria di tipo infermieristico: L infermiere professionale dovrà garantire la presenza nei locali dell Ente per 6 ore e per un giorno settimanale, in sostituzione dell infermiere di ruolo dell Ente nella giornata di riposo settimanale. Il personale infermieristico dovrà: - eseguire le terapie stabilite per gli anziani dai rispettivi medici curanti e/o dal medico presente nella struttura, somministrare i farmaci, rilevare la pressione arteriosa, assicurare la prestazione di tutta l assistenza igienica e sanitaria di cui i singoli ospiti possono avere bisogno; - curare la tenuta delle cartelle cliniche e tenere in ordine l armadio dei farmaci; - assicurare la prestazione di tutta l assistenza sanitaria ed igienica necessarie all utenza;

13 - sovrintendere e garantire la scrupolosa osservanza delle norme igieniche e di decoro degli anziani e degli ambienti nei quali sono ospitati; - garantire la reperibilità. c) assistenza sociale: L assistente sociale dovrà garantire la sua presenza nei locali dell Ente per n. 4 ore giornaliere e per 24 ore settinanali. L assistente sociale dovrà: - assistere gli ospiti affinché possano più agevolmente e proficuamente inserirsi nella vita della comunità, familiarizzando e socializzando con gli altri ospiti e con il personale; - favorire i rapporti con i familiari, gli amici ed i conoscenti degli anziani; - sollecitare la partecipazione diretta degli ospiti a tutte le iniziative della comunità; - garantire e favorire il rispetto delle regole che disciplinano la vita nell Ente; - partecipare alle riunioni dell equipe preposta alla valutazione dell accertamento del0020grado di autosufficienza degli anziani; - tenere i rapporti con i servizi socio-sanitari e ricreativo-culturali del territorio, sollecitandone gli interventi in sintonia con l Ente; - tenere aggiornate le cartelle personali degli ospiti contenenti carattere anagrafico e sociale ed effettuare il disbrigo di piccole pratiche di segretariato sociale; - predisporre annualmente una relazione programmatica sull attività da svolgere e trimestralmente sull attività svolta; - relazionare agli Uffici dei servizi sociali dei Comuni con i quali l Ente ha rapporti in regime di convenzione finalizzata all assistenza degli anziani, sulle loro condizioni, sui rapporti con i loro familiari e sulle prospettive di regressione dalle condizioni di bisogno. d) assistenza medica: Il servizio dovrà essere espletato con la presenza di n. 1 medico geriatra per n. 8 ore settimanali (martedì e venerdì o diversamente), il quale dovrà: - effettuare, avvalendosi del personale infermieristico, tutte le terapie mediche di cui gli ospiti necessitano, predisporre e mantenere aggiornata la scheda sanitaria di ogni anziano; - partecipare alle riunioni dell equipe preposta alla valutazione dell accertamento del grado di autosufficienza dell anziano; - predisporre la tabella dietetica, tenendo conto delle specificità; - segnalare tempestivamente all amministrazione dell Ipab ed alle competenti autorità sanitarie eventuali casi di malattie infettive e/o contagiose contratte dagli anziani; - garantire la reperibilità. e) animazione sociale: L animatore socio-culturale garantirà la sua presenza nei locali dell Ente per n. 6 ore settimanali e pomeridiani con una presenza alternata e per due ore esempio Martedì Giovedì - Sabato). L animatore, di norma in collaborazione con l assistente sociale, dovrà: - favorire l inserimento degli ospiti nella struttura; - programmare l utilizzazione del tempo libero, organizzare le attività ricreative, sociali e culturali compatibili con le condizioni psico-fisiche degli anziani. Inoltre, in occasione dei compleanni degli anziani dovrà assicurare la propria presenza spostando eventualmente giornata di lavoro per come programmata.

14 f) assistenza socio assistenziale con assistenti qualificati, e ausiliari vari (barbiere e parrucchiera). Il servizio dovrà essere espletato, in turni antipomeridiani, pomeridiani e notturni, (festivi compresi) dalle seguenti 9 unità Ausiliare Servizi Tutelari, per complessive 6 ore giornaliere, cadauno, e per 36 ore settimanali: Il citato personale dovrà: - provvedere alla sorveglianza, alla pulizia, all igiene intima delle persone anziane specialmente quelle allettate ed al decoro degli anziani ospiti stessi. - provvedere alla pulizia di tutti i locali dell Ente, dove si svolge l assistenza; - collaborare, ove occorra, con il personale infermieristico per l assistenza materiale degli ospiti; - effettuare, se richiesto ed in caso di assenza temporanea del personale di ruolo, i lavori di pulizia e di aiuto in cucina; - effettuare, se richiesto ed in caso di assenza temporanea del personale di ruolo i lavori di lavanderia (stireria/guardaroba/ prelievo, lavaggio e sostituzione della biancheria) utilizzando gli impianti esistenti, sotto le direttive del personale addetto; - garantire l apertura e la chiusura delle entrate dell Ente (portone principale, ecc..); - fare rispettare le disposizioni che regolano l orario di visita degli anziani ospiti. f bis) Barbiere e parrucchiera Il servizio di barberia per gli ospiti di sesso maschile dovrà essere espletato nei locali dell Ente munito dell apposita sala. Il professionista dovrà svolgere il relativo compito nei giorni di Mercoledì e Sabato di ogni settimana ed ogni qual volta si rende necessario (preferibilmente dalle ore 9,30 in poi o dalle ore 15,00 in poi). Sarà presente per tutto il tempo necessario per effettuare il servizio di barba, rasatura (due volte a persona a settimana) e sciampo e taglio di capelli al meno una volta al mese a persona. I prodotti per la rasatura, il dopo barba, le creme, ove occorra, lo sciampo, le lamette mono uso, le tovaglie e gli asciugamani, quest ultimi sempre puliti e quanto altro occorra dovranno essere forniti dalla cooperativa mentre l Ente mette a disposizione la sala completa ed arredata ed accessoriata, la luce, l acqua calda e fredda e la pulizia dei locali. Il servizio di parrucchieria per le anziane ospitate in questa struttura dovrà essere espletato nei locali dell Ente munito dell apposita sala. Il professionista/la professionista dovrà svolgere il relativo compito almeno una volta a settimana preferibilmente di Giovedì ed ogni qual volta si rende necessario. Il servizio dovrà essere reso, per ciascuna anziana almeno una volta al mese I prodotti per la toilette, le creme, ove occorra, lo sciampo, le lamette mono uso, le tovaglie e gli asciugamani, quest ultimi sempre puliti e quanto altro occorra dovranno essere forniti dalla cooperativa mentre l Ente mette a disposizione la sala completa ed arredata ed accessoriata, la luce, l acqua calda e fredda e la pulizia dei locali. Le varie figure professionali impegnate nei servizi dovranno essere munite di specifica abilitazione professionale, idoneità fisica all impiego e dovranno attenersi alle mansioni indicate, secondo i turni e le esigenze dell Amministrazione. E fatto divieto assoluto di richiedere agli ospiti mance o qualsivoglia ricompensa per servizi resi che rientrano nella predetta gara. Le ore giornaliere e settimanali indicate nel progetto base sono quelle previste per l espletamento dei servizi socio assistenziali per l anno 2009 e potranno essere suscettibili di variazioni, in relazione alle esigenze organizzative conseguenti al numero degli anziani ricoverati (soggetto a variazioni durante il corso dell anno) e ad altri fattori (sostituzione del personale assente per ferie, malattia, ecc ). La cooperativa aggiudicataria si impegna ed si obbliga espressamente ad espletare gli eventuali servizi giornalieri e settimanali in misura maggiore o minore, comunque entro il limite complessivo annuo delle ore indicate nel progetto base per ciascun servizio.

15 Le prestazioni descritte al presente art. 1 potranno essere modificate a seguito dell offerta aggiuntiva dei servizi presentata in sede di gara. art. 2 Personale La Cooperativa, utilizzando il suo personale e/o i suoi dipendenti, adeguatamente qualificati, dovrà garantire l integrale ed efficiente esecuzione delle scelte organizzative effettuate dall Ente, attraverso le seguenti prestazioni: a) n. 9 Ausiliari Servizi Tutelari (muniti di qualifica e/o attestato di assistenti domiciliari anziani, O.S.A., OSS), per n. 36 ore settimanali tempo pieno - rapportati a 48 anziani, se presenti, come da standard organizzativi di cui al D.P.R.S. 4/6/96); b) n. 1 assistente sociale, per n. 4 ore giornaliere e 24 ore settimanali; c) n. 1 Terapista della riabilitazione - per 9h settimanali (da svolgersi alternativamente un giorno si ed uno no e per tre ore; d) n. 1 Animatore Socio Culturale per 6h settimanali (da svolgersi un giorno si ed uno no e per due ore; e) n. 1 medico geriatra; e) n. 1 Infermiere professionale per 6h settimanali (da svolgersi nel giorno di riposo dell infermiere di ruolo dell Ente. f) n. 1 barbiere per 2 volte a settimana e al bisogno. g) n. 1 parrucchiera per 1 volta a settimana e al bisogno. Le varie figure professionali, impegnate nei servizi, dovranno essere munite di specifica abilitazione professionale e dovranno attenersi alle mansioni indicate, secondo i turni e le esigenze dell Ente. art. 3 Prescrizioni Tutti gli operatori impiegati nell espletamento dei servizi indicati all art. 1 dovranno essere muniti di titolo specifico e di qualifica professionale, ove necessaria, conformi alla vigente normativa ed alle mansioni espletate. Le prestazioni effettuate in attuazione della presente convenzione, non potranno, in ogni caso, costituire rapporto di lavoro subordinato nei confronti dell Ente. Tutti gli operatori dovranno assolvere, con impegno e diligenza, alle mansioni loro assegnate, favorendo, a tutti i livelli, un clima responsabile e fattiva collaborazione, in armonia con gli scopi che l Ente persegue. La Cooperativa, durante lo svolgimento dell attività professionale, dovrà garantire la copertura assicurativa e previdenziale degli operatori, esonerando l Ente da ogni responsabilità di qualsiasi natura. La Cooperativa dovrà comunicare tempestivamente all Ente e con modalità tali da non arrecare disservizi ogni sostituzione di personale, qualunque ne sia la causa, che si rendesse necessaria nell espletamento delle prestazioni dovute. Eventuali richiami e/o osservazioni che l Ente intendesse muovere agli operatori saranno comunicati per iscritto al Responsabile della Cooperativa, a tale scopo appositamente indicato entro 10 (dieci) giorni dalla stipula della presente convenzione. Tutto il personale dovrà essere munito del tesserino di riconoscimento, rilasciato dal Responsabile della Cooperativa e vidimato dal Segretario dell Ente. art. 4 Obblighi La Cooperativa si obbliga espressamente e formalmente ad applicare al personale impiegato i contratti collettivi nazionali di lavoro vigenti in materia.

16 In caso di inottemperanza (accertata anche direttamente dal C. di A. dell Ipab) l Ente, oltre alla formale segnalazione all Ispettorato del lavoro territorialmente competente, ha la facoltà di sospendere immediatamente i pagamenti sino al 50% dell importo dovuto in base alla presente convenzione, con espressa riserva di procedere alla relativa liquidazione dopo aver accertato e/o avere acquisito idonea documentazione comprovante l avvenuta regolarizzazione da parte della Cooperativa. La Cooperativa non potrà sollevare eccezione alcuna per il ritardato pagamento a seguito delle disposta sospensione, né avrà titolo di richiedere alcun risarcimento del danno. La Cooperativa è obbligata a produrre tutta la certificazione che sarà richiesta dall Ente. art. 5 Modifiche della convenzione per sopravvenute esigenze del servizio Qualora mutamenti nella situazione del personale e/o del contesto organizzativo delle prestazioni da garantire all utenza lo rendessero necessario, l Ente, d intesa con la Cooperativa, può procedere ad una modifica organizzativa, quantitativa e qualitativa, delle prestazioni convenute. Ove ciò comporti una maggiore o minore presenza e/o un diverso impiego degli operatori, si procederà ad una ridefinizione dei profili organizzativi e dei relativi corrispettivi. art. 6 Durata Il presente affidamento decorrerà dal e si concluderà il. La presente convenzione è immediatamente impegnativa per la Cooperativa che fornisce i servizi di cui sopra. art. 7 Controllo e verifica dei risultati L Ente esercita le più ampie facoltà di controllo sul servizio svolto dalla Cooperativa. Più in particolare, verifica: - l adempimento puntuale e preciso delle prestazioni; - il rispetto delle norme contrattuali e contributive nei confronti dei lavoratori dipendenti; - ogni ulteriore adempimento di cui agli articoli precedenti. L ufficio competente dell Ente, con cadenza bimestrale, esaminerà i risultati raggiunti dal servizio, i piani di intervento, la validità delle metodologie di lavoro. art. 8 Recesso della convenzione L Ente si riserva la facoltà di risoluzione dell affidamento qualora venisse a cessare l esigenza di espletare il servizio o, in ogni caso, in presenza di giustificate ragioni di opportunità e/o di economicità. In tal caso, alla Cooperativa sarà corrisposta esclusivamente la quota parte del compenso relativo al periodo corrispondente alle prestazioni rese. L Ente, a mezzo dei suoi uffici, verifica, con ampia discrezionalità, le eventuali violazioni degli obblighi contrattuali. Le inadempienze, di qualsiasi natura, formeranno oggetto di apposita contestazione e potranno, specie se reiterate, dare luogo alla risoluzione del rapporto con la conseguente segnalazione ai competenti organi di vigilanza. Nel caso di accertate gravi inadempienze alla presente convenzione da parte di uno dei contrae nti, la parte lesa può contestarle per iscritto alla controparte.

17 Trascorsi 15 giorni dalla contestazione senza che la parte inadempiente abbia provveduto a sanare e/o a rimuovere le inadempienze, la parte lesa ha facoltà di recesso immediato. Se la parte inadempiente è la Cooperativa, l Ente ha diritto di sospendere la liquidazione dei compensi pattuiti fino a definizione della controversia. art. 9 Clausola arbitrale Eventuali controversie in merito all applicazione della seguente convenzione sono devolute ad un collegio arbitrale composto da un rappresentante nominato dall Ente, da un rappresentante nominato dalla Cooperativa e da un presidente scelto, d intesa, dalle parti tra pubblici funzionari in servizio o in quiescenza, esperto del settore. art. 10 Utenti e costi La Cooperativa si obbliga ad assistere tutti gli ospiti dell Ente, erogando le prestazioni elencate all art. 1. Il costo complessivo dei servizi socio assistenziali indicati nel progetto base è quantificato, per nove mesi, in ,44, compresa I.V.A. al 4%, La liquidazione avverrà entro 60 giorni dalla data di presentazione di regolare fattura che dovrà indicare, analiticamente, il mese di riferimento, le unità lavorative impiegate, con l indicazione della paga oraria o mensile, corredata altresì dalla dichiarazione in ordine al rispetto degli obblighi contrattuali e previdenziali, entrambe sottoscritte dal legale rappresentante della Cooperativa. art. 11 Rinvio Per quanto non espressamente previsto dalla presente convenzione, si applicano le disposizioni normative vigenti e quelle del codice civile in materia di prestazioni d opera e di appalto di servizi. art. 12 Registrazione della convenzione La Cooperativa dichiara che gode dell esenzione ai sensi dell art. 17 D.L.vo n. 460/1997; la registrazione della presente convenzione è a totale carico della Cooperativa. art. 13 Foro competente In caso di controversia giudiziale, il Foro competente è quello di Sciacca. Letto, confermato e sottoscritto. Per l Ente Per la Cooperativa

18

19 Allegato F Spett.le Centro Servizi Sociali A. Rizzuti Caruso Sacro Cuore CALTABELLOTTA Oggetto: Gara servizi socio assistenziali: offerta aggiuntiva di servizi rispetto al progetto base. Il sottoscritto, nella qualità di legale rappresentante della cooperativa, con riferimento alla gara in oggetto, formula la seguente offerta aggiuntiva di servizi rispetto al progetto base: (a) Servizi ore annue previste nel progetto base punteggio massimo da attribuire Offerta aggiuntiva di servizi in ore annue Ausiliari tutelari ,00 h. x 0,050 = Terapista 468 6,00 h. x 0,035 = Infermiere 312 4,00 h. x 0,035 = Assistente sociale ,00 h. x 0,035 = Animatore Sociale 312 4,00 h. x 0,035 = Parrucchiere per donna 0 0,00 h. x 0,035 = Barbiere 0 0,00 Medico 416 0,00 TOTALE 60,00 Totale punti Inoltre, dichiara che (b) per la qualità dei servizi svolti ha acquisito le esperienze per servizi di assistenza agli anziani prestati in enti pubblici (come da documentazione allegata) per punti; per la qualità dei servizi svolti ha acquisito le esperienze di assistenza agli anziani prestati in strutture residenziali pubbliche (case di riposo IPAB - come da documentazione allegata) per punti; è/non è in possesso del certificato di qualità rilasciato da organo abilitato (come da certificazione allegata) cat. E 38, punti; PER UN TOTALE (a + b) COMPLESSIVO DI PUNTI Lì Per la Cooperativa

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale

Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale Norme per la costituzione dei rapporti di lavoro a tempo parziale 1 - Individuazione qualifiche e numero di rapporti di lavoro a tempo parziale Il rapporto di lavoro a tempo parziale, anche se a tempo

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. Q Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli