CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO"

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL'APPALTO PRESTAZIONI Oggetto dell'appalto è il Servizio di Assistenza Domiciliare agli Anziani ed inabili residenti nel Comune di Noci. Il servizio di assistenza domiciliare deve mantenere caratteristiche di flessibilità nei tempi e nelle modalità di erogazione delle prestazioni, nel rispetto di orari modulati sulle esigenze dell utente. Ogni intervento dovrà svolgersi in orario diurno e nella fascia oraria dalle ore 7,00 alle ore 20,30 dal lunedì al sabato. Il monte ore complessivo annuale (mesi dodici) è di n Le prestazioni di aiuto domestico che gli operatori della ditta aggiudicataria devono espletare a domicilio dell'utente sono le seguenti: - Governo e pulizia dell'alloggio dell'anziano e disbrigo dei lavori domestici, piccolo bucato e stiratura, rammendo, acquisto della spesa e aiuto nella preparazione dei pasti, aiuto per la pulizia e il riordino personale dell'anziano e/o inabile, piccole commissioni esterne (ambulatori medici per rilascio prescrizioni, pagamento tickets, bollette ENEL, GAS, TELEFONO, ecc.), accompagnamento dell'anziano presso studi medici, Enti, Istituzioni, ecc. presenti sul territorio comunale. - Sostegno e stimolo degli anziani e del loro ambiente di vita (parenti, vicini, volontari, ecc.) per una fattiva collaborazione che permetta la giusta utilizzazione del servizio ed il raggiungimento dei fini che lo stesso si prefigge. 1

2 ART. 2 PERSONALE La ditta appaltatrice assicurerà il Servizio con rapporto di lavoro subordinato con le seguenti figure: N. 1 Assistente Sociale Coordinatrice/Coordinatore del Servizio, con almeno un anno di comprovata esperienza nel servizio oggetto dell appalto. Il nominativo ed il curriculum di tale figura deve essere preventivamente comunicato all'ente appaltante in sede di presentazione dell'offerta di gara. In caso di assenza, l aggiudicatario è tenuto a comunicare immediatamente all Ufficio il nominativo del sostituto, che deve possedere gli stessi requisiti ed esperienza del titolare della funzione. N. 7 Operatori addetti all'assistenza, non occasionali e adeguatamente preparati, garantendo comunque la piena regolare esecuzione delle scelte operative del Comune nell'attuazione del Servizio. La ditta è tenuta all'osservanza dei Contratti Collettivi di Lavoro del settore di riferimento pena la decadenza del contratto. La stessa garantisce la copertura contributiva ed assicurativa degli operatori in dipendenza del servizio prestato, sia durante lo svolgimento dell'attività professionale, sia "in itinere" per raggiungere i luoghi di servizio, esonerando il Comune da ogni responsabilità. La ditta appaltatrice è obbligata a mantenere in servizio un numero di unità idoneo a garantire la tempestiva sostituzione di personale assente per qualsiasi motivo per il regolare espletamento delle incombenze ad essa affidate. Gli operatori dovranno avere adeguata capacità professionale, derivante da corsi di qualificazione e di aggiornamento, ovvero dall'aver prestato servizio, per almeno un anno, alle dipendenze di altra ditta, società e/o Cooperativa nel settore socio-assistenziale in favore delle persone anziane o inabili. In considerazione della peculiarità del Servizio, ovvero destinato a persone in condizioni di fragilità, la ditta, in virtù anche di quanto previsto dal Regolamento Regionale n. 4/07 art. 21 comma 6, è invitata ad utilizzare il personale attualmente occupato nel medesimo servizio. ART. 3 COMPITI DEGLI OPERATORI Le figure professionali da impiegare dovranno appartenere, rispettivamente per le attività da espletarsi, ai seguenti profili professionali: 1- Assistente domiciliare e dei servizi tutelari o operatore socio-assistenziale addetto all assistenza di base o operatore con esperienza documentata in attività socioassistenziali in favore delle persone anziane o inabili, di almeno un anno; Gli operatori addetti all assistenza a domicilio dovranno essere in grado di garantire le 2

3 prestazioni minime inderogabili di aiuto domestico familiare di cui all art. 1 del presente Capitolato prescritte dal programma personalizzato elaborato dall ufficio Servizi Sociali in collaborazione con l Assistente Sociale incaricata/o dall aggiudicatario, l utente ed eventuali familiari. 2- Assistente Sociale coordinatore per lo svolgimento dei sotto elencati compiti: individuazione delle modalità di intervento previa visita domiciliare, predisposizione programma di intervento individuale modi,tempi e tipologia delle prestazioni concordato con l ufficio servizi sociali,utente ed eventuali familiari; verifica del programma attraverso l effettuazione di visite periodiche a domicilio; coordinamento degli interventi degli operatori domiciliari per garantire lo svolgimento e la continuità del servizio; indizioni di periodiche riunioni mensili del personale per l analisi e la verifica degli interventi attuati e da attuare,redigendo apposita relazione da far pervenire all Ufficio Servizi Sociali; verifica del regolare svolgimento del servizio e custodia di tutta la documentazione relativa (registri operatori, archivio cartaceo e/o informatico ecc) avendo cura di comunicare all Ufficio Servizi Sociali tutte le variazioni e difficoltà inerenti il personale di servizio (sostituzione del collaboratore o collaboratrice assente, spostamento di orario del collaboratore/trice previo avviso all utente interessato); collegamento con i servizi socio-sanitari per la implementazione di eventuali interventi complementari al servizio. ART. 4 OBBLIGHI DEL PERSONALE Il personale dovrà essere dotato di idoneo tesserino di identificazione munito di foto e autenticato dal Comune. Tutti gli addetti dovranno mantenere, nell'espletamento del loro compito, un contegno serio e disciplinato e serbare, nei rapporti con gli utenti, un comportamento corretto e dignitoso; dovranno inoltre essere dotati della necessaria autonomia per una tempestiva esecuzione degli adempimenti connessi al Servizio appaltato. La ditta è inoltre sottoposta a tutti gli obblighi, verso i propri dipendenti, risultanti dalle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro e assicurazioni sociali ed assumere a proprio carico tutti gli oneri relativi. ART. 5 COORDINAMENTO DEL SERVIZIO All Ufficio Servizio Sociale, attraverso propria Assistente Sociale, compete svolgere un'azione di controllo generale e di verifica sull'andamento delle prestazioni e sul rispetto delle norme contenute nel presente Capitolato. 3

4 Al suddetto Ufficio spetta l avvio degli utenti al servizio, la pianificazione delle attività in collaborazione con l Assistente Sociale incaricato/a della ditta aggiudicataria, assicurando una organizzazione uniforme ed efficiente, una rispondenza delle prestazioni alle finalità del servizio ed una assistenza qualitativamente idonea a soddisfare i bisogni degli utenti. All'Ufficio Servizi Sociali dovranno essere preventivamente comunicati i nominativi delle unità da impiegare e la loro posizione professionale. Ogni variazione di nominativo verrà immediatamente segnalata all'ufficio, restando esclusa la possibilità di affidare prestazioni professionali a lavoratori autonomi, anche se occasionalmente. ART. 6 SISTEMA DI AFFIDAMENTO Si procederà all affidamento del Servizio con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa per l Ente ai sensi dell art. 83 D.Lgs. n. 163/06, con gli indirizzi di cui all art. 55 della L.R. n. 19/06 e del Regolamento Regionale n. 4 del 18/01/07 e ss.mm.ii., con valutazione, da parte di apposita Commissione di gara, delle offerte economiche, dell organizzazione della ditta e del servizio e dei servizi prestati e documentati. ART. 7 COMMISSIONE DI GARA La Commissione di gara è nominata con apposito atto del Responsabile del Settore Socio- Culturale dopo la scadenza del termine fissato per la presentazione delle offerte. A seguito del giudizio di questa, si provvederà alla relativa aggiudicazione. Il giudizio della Commissione sarà emesso previa valutazione tecnico-economica delle offerte e sulla scorta dell Avviso di Gara e del presente Capitolato. La Commissione nell espletamento del proprio compito, opera per valutare l offerta economicamente più vantaggiosa, coniugata con l accertamento di caratteristiche sostanziali di qualità, ai sensi del D.Lgs. n. 163/06. La decisione della Commissione è insindacabile nel merito, fermo restando l obbligo del rispetto di ogni criterio e requisito di cui al presente Capitolato. ART. 8 MODALITA DI VALUTAZIONE E PROCEDIMENTO I criteri in base ai quali la Commissione procederà alla valutazione delle offerte sono i seguenti: A) QUALITÀ DEL SERVIZIO E QUALITÀ ED ORGANIZZATIVE DELL IMPRESA MAX PUNTI 70 B) PREZZO MAX PUNTI 30 PUNTEGGIO MASSIMO ATTRIBUIBILE PUNTI 100 L aggiudicazione avverrà a favore della ditta che avrà conseguito il maggior punteggio risultante dalla sommatoria dei punti attribuiti rispettivamente alle qualità tecniche/organizzative e al prezzo, secondo l applicazione dei seguenti parametri: 4

5 A) QUALITÀ DEL SERVIZIO E ORGANIZZAZIONE DELL IMPRESA Criteri per la valutazione dell Offerta Tecnica Criteri Punti Sottocriteri Punti Criteri motivazionali e indicatori valutati 1) Qualità del Servizio 46 Originalità e coerenza del progetto nel suo insieme anche in relazione all adattabilità della proposta alle esigenze dell utenza del servizio 20 - Correttezza e completezza della descrizione del contesto territoriale di riferimento, con particolare attenzione alla consistenza e alle necessità della popolazione anziana ( da 1 a 6 punti, scarsa punti 1, media punti 2,5, buona punti 6); - Completezza della descrizione della metodologia e delle attività previste ( da 1 a 6 punti, scarsa punti 1, media punti 2,5, buona punti 6); - Adozione di uno strumento standardizzato di monitoraggio del servizio (max 4 punti ); - Adozione di un modello di un Piano di assistenza individualizzato ( max 4 punti). Proposte innovative e/o aggiuntive 12 Previsione di attività innovative aggiuntive: - Se il progetto garantisce lo svolgimento del servizio, all occorrenza, nei fine settimana e nei festivi, saranno attribuiti 5 punti; - Attività di socializzazione extra domiciliari ( max punti 2). Se il progetto garantisce la realizzazione di momenti di socializzazione ed aggregazione, soprattutto nel periodo estivo, saranno attribuiti 0,5 punti per ogni attività prevista fino ad un massimo di 4 attività; - Servizi aggiuntivi offerti dalla ditta oltre quelli previsti dal Capitolato senza alcuno onere aggiuntivo per l Ente (max 5 punti). 5

6 Disponibilità all utilizzo del personale già operante nel servizio Rapporti con le famiglie e con i Servizi Sociali del Comune 6 - Dichiarazione di disponibilità ad utilizzare personale già operante nel servizio. In ragione di: punti 2 per una percentuale non inferiore al 40% del personale già operante nel servizio; punti 4 per una percentuale non inferiore al 80% del personale già operante nel servizio; punti 6 per una percentuale pari al 100% del personale già operante nel servizio. 4 - Previsione di un raccordo operativo periodico e di un piano di scambi informativi con i responsabili dei servizi sociali del Comune. La commissione attribuirà un punteggio tra 0 e 2 punti. Se assente 0 punti, se presente 2 punti; - Previsione di strumenti per la rilevazione del grado di soddisfazione dell utenza, da 0 a 2 punti, 0 punti se assenti 2 punti se presenti; (una rilevazione all inizio del servizio per valutare le aspettative, una rilevazione a metà servizio e una alla fine per verificare se le aspettative sono state soddisfatte). Capacità di attivazione della rete territoriale 4 Verrà valutata la capacità del concorrente di attivare le risorse del territorio al fine di creare sinergie operative in fase di realizzazione delle attività. - Saranno valutati il numero e la tipologia di protocolli di intesa con realtà del territorio in grado di supportare il servizio. I protocolli di intesa dovranno specificare il ruolo di supporto offerto dai firmatari alla realizzazione del servizio: 0 punti se non ci sono protocolli (oppure se i protocolli presentati risultino generici e mancanti degli impegni dei contraenti), 1 punto per ogni protocollo di intesa (max 4 punti assegnabili). Al fine dell attribuzione dei punteggi, la ditta dovrà presentare un elaborato sotto forma di progetto tecnicoorganizzativo (complessivamente non oltre venticinque facciate, formato A4, di righi n. 25, per facciata, oltre alle eventuali schede e fac-simili). L elaborato progettuale dovrà essere debitamente sottoscritto dal legale rappresentante del soggetto concorrente (in caso di R.T.I. da ciascun legale rappresentante dei soggetti temporaneamente raggruppati). L elaborato dovrà illustrare la proposta di gestione del servizio in modo tale da consentire alla Commissione Giudicatrice l attribuzione dei punteggi di cui innanzi. 6

7 Criteri Punti Sottocriteri Punti Criteri e indicatori valutati 2)Qualità e Organizzazione dell impresa 24 Certificato di qualità 3 - Possesso di Certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2000 riferita all attività oggetto dell appalto, nel caso di raggruppamento di imprese, tale certificato potrà essere posseduto anche da una sola delle imprese associate. Sede operativa 3 - Nella misura di punti 3 se nel territorio di Noci; punti 1 se nel territorio dell Ambito del Distretto Socio-Sanitario n. 14. Sarà riconosciuto il relativo punteggio solo se tali sedi risultino dal certificato di iscrizione alla CCIAA alla data di pubblicazione dell Avviso di Gara. In caso di raggruppamento di imprese il requisito potrà essere posseduto anche da una sola impresa associata. Mezzi di trasporto Esperienza attività pregressa 4 - Nella misura di punti 2 per automezzo con pedana per disabili; punti 1 per ogni altro mezzo di trasporto (max 4 punti assegnabili); L attribuzione del punteggio è subordinata alla dichiarazione di disponibilità all utilizzazione dei mezzi per il servizio oggetto dell appalto e alla presentazione della documentazione che dimostri la disponibilità dei mezzi (titolo di proprietà, contratto di locazione, ecc.) Esperienza per attività pregressa nel settore dell Assistenza Domiciliare agli Anziani (S.A.D.) nella misura di punti 0,5 per ogni semestre continuativo di comprovata esperienza. Non saranno prese in considerazione frazioni inferiori a sei mesi se non continuativi; saranno conteggiati i singoli servizi prestati dalla stessa ditta per più Enti anche se i periodi si sovrappongono (max 12 punti). - Esperienza per attività pregressa nel settore socio-assistenziale nella misura di punti 0,25 per ogni semestre continuativo di comprovata esperienza. Non saranno prese in considerazione frazioni inferiori a sei mesi se non continuativi; saranno conteggiati i singoli servizi prestati dalla stessa ditta per più Enti anche se i periodi si sovrappongono (max 2 punti). 7

8 Al fine dell attribuzione dei punteggi, la ditta dovrà produrre idonea documentazione probatoria del possesso dei requisiti e dei servizi prestati rilasciati dagli Enti committenti in cui dovrà essere indicato l oggetto del servizio, la durata e la dichiarazione che il servizio è stato svolto con esito positivo e piena soddisfazione dell Ente committente, ovvero dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi del DPR 445/2000, fermo restando in ogni caso l obbligo per la ditta aggiudicataria di produrre la relativa documentazione prima della stipula della definitiva aggiudicazione. Non saranno ammessi alle fasi successive di gara i concorrenti che non avranno conseguito cumulativamente almeno 40 punti complessivi riferiti agli elementi: 1) Qualità del servizio - 2) Qualità e organizzazione dell impresa. B) PREZZO MAX PUNTI 30/100 Al prezzo orario offerto verranno attribuiti punti 30 per il più basso, ossia per il più vantaggioso per l Ente; agli altri prezzi saranno assegnati punteggi proporzionali secondo la progressione ottenuta applicando la seguente formula: A (prezzo orario più basso) X 30 (punteggio massimo attribuito) B (prezzo altre offerte da valutare) La Commissione, nell ora e nel giorno fissato dal bando di gara procederà in seduta pubblica alla verifica della documentazione per l ammissione alla gara, contenuta nella busta b. Completata tale prima fase di gara, in una o più sedute riservate, la Commissione procederà alla valutazione degli elementi organizzativi, tecnici e qualitativi contenuti nella busta c procedendo all assegnazione dei relativi punteggi. Successivamente, in seduta pubblica, alla data ed ora che sarà comunicata via fax o con telegramma ai concorrenti con almeno 3 (tre) giorni lavorativi di anticipo, la Commissione darà lettura dei punteggi attribuiti alle singole ditte relativamente agli elementi organizzativi, tecnici e qualitativi e procederà all apertura della offerta economica contenuta nella busta a di cui darà pubblica lettura. Alla fine della lettura delle offerte procederà all attribuzione del relativo punteggio. Saranno sottoposte a verifica le offerte ritenute anormalmente basse ai sensi e per gli effetti dell art. 86 del D.Lgs. n. 163/06. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida. ART. 9 GARANZIE La ditta appaltatrice sarà responsabile ( art e 2059 dei Codice Civile) di eventuali danni che, in relazione al servizio affidatole, dovesse derivare a beni mobili ed immobili, agli utenti, a terze persone o al Comune di Noci. 8

9 A garanzia di ciò presterà adeguata garanzia bancaria o assicurativa rilasciata da idonea società, nella misura del 10% del valore di aggiudicazione dell'appalto. ART. 10 CORRISPETTIVO PER IL SERVIZIO A fronte del Servizio prestato, il Comune di Noci erogherà un corrispettivo orario onnicomprensivo uguale a quello offerto dalla ditta aggiudicataria dell appalto e per il numero effettivo di ore prestate dagli operatori. La tariffa oraria aggiudicata rimarrà invariata per tutta la durata dell'appalto. Altresì il Comune erogherà, a favore della ditta aggiudicataria, un corrispettivo forfettario onnicomprensivo di uro 0,25 al Km., per le prestazioni effettuate a favore di utenti residenti fuori dal Centro abitato del Comune di Noci; è inteso "Fuori dal Centro abitato", tutto il territorio comunale esterno al perimetro che delimita il Centro urbano così come da planimetria allegata sotto la lettera "A". Per il calcolo chilometrico, il punto di origine coincide con la sede dell Assessorato alle Politiche Sociali di via Romanazzi (Centro Sociale Polivalente). Il corrispettivo verrà liquidato con periodicità mensile, dietro presentazione di regolare fattura e per le ore effettivamente prestate. Contestualmente alla fattura la ditta appaltatrice dovrà trasmettere il rendiconto del servizio svolto, con l'indicazione degli utenti e delle ore di servizio prestate. Gli utenti dovranno apporre la firma a fianco dell'elenco delle prestazioni e/o delle ore di servizio usufruite su apposito modulo predisposto dalla ditta stessa di concerto con l'ufficio Servizi Sociali dei Comune. La ditta, unitamente alla fattura è obbligata a presentare il Mod. D.U.R.C. (Documento Unico Regolarità Contabile). Il Comune ha diritto, cui corrisponde l'obbligo dell'appaltatore di adeguarsi, di variare l'orario di inizio e fine del servizio, inoltre, il Comune potrà variare le ore di servizio per operatore in più o in meno rispetto a quelle fissate in sede di gara entro i limiti di un quinto ai sensi dell'art. 11 R. D. n. 2440/23, nel caso di variazione il corrispettivo sarà rapportato alla maggiore/minore quantità di ore rispetto a quelle fissate fermo il diritto dell'appaltatore di recedere dal contratto con preavviso di giorni 30 qualora la variazione eccede il suddetto limite di un quinto. ART. 11 OBBLIGHI DELLA DITTA AGGIUDICATARIA La ditta aggiudicataria si obbliga, decorsi 10 giorni dall inizio del Servizio, a presentare: - Copia del libro matricola aggiornato. La ditta, inoltre, si obbliga a comunicare ogni variazione relativa al personale impiegato nel servizio trasmettendo altresì tutta la documentazione innanzi indicata per il personale che dovesse variare. - Dichiarazione sostitutiva di atto notorio a firma del legale rappresentante della ditta, attestante l applicazione del CCNL per tutti gli Operatori impiegati nel Servizio. 9

10 - Copia autenticata dei libretti sanitari dei dipendenti o documentazione equivalente. ART. 12 INADEMPIENZE CONTRATTUALI Sul servizio svolto dalla ditta appaltatrice sono riconosciute al Comune, mediante l'intervento del personale dell'ufficio Servizi Sociali, ampie facoltà di controllo e di vigilanza in merito all'adempimento puntuale e preciso dei programmi di lavoro previsti nel presente appalto e dal Regolamento approvato dal C. C. con delibera n. 23/96. Le eventuali inosservanze delle norme che regolano l'esecuzione del servizio dovrà essere segnalata per iscritto mediante raccomandata A.R. alla ditta aggiudicataria, la quale entro il termine di 10 giorni, festivi esclusi, dalla data di ricevimento della segnalazione, potrà far pervenire le proprie osservazioni. Il Comune si riserva la facoltà di risolvere l'appalto ai sensi dell'ex art c.c. e segg., dopo aver accertato in contraddittorio le violazioni degli obblighi assunti dalla controparte con la stipula del contratto d'appalto, previa diffida. ART. 13 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Oltre a quanto previsto dal precedente art. 12, si attuerà la risoluzione automatica del contratto, ex art c.c., previa semplice comunicazione mediante Raccomandata A.R., in caso di: - violazione ed inadempienze alle disposizioni di legge circa la prevenzione degli infortuni, l'assistenza dei lavoratori impiegati nell'esecuzione dei servizio concesso in appalto; - cessazione di attività senza giusta causa, ovvero di sospensione non autorizzata del servizio che si protragga oltre i 5 (cinque) giorni; - accertato subappalto. ART. 14 CONTROVERSIE Le controversie che potrebbero insorgere in conseguenza del presente Capitolato Speciale di Appalto, dell Avviso di Gara, dal Regolamento approvato dal. C.C. con delibera n. 23/96 e/o del contratto sottoscritto, non definibili in via breve tra le parti contraenti, saranno demandate ad un collegio arbitrale composto da tre membri, di cui uno scelto dall'amministrazione Comunale, uno dalla ditta appaltatrice ed il terzo da designarsi di comune accordo o, in mancanza, dal Presidente del Tribunale di Bari. Il collegio giudicherà secondo le norme di diritto e non secondo quelle di equità. 10

11 ART. 15 DURATA DELL'APPALTO E IMPORTO La durata del servizio oggetto del presente appalto è fissata in anni 1 (uno) a decorrere dalla data di affidamento. E facoltà dell Amministrazione, allo scadere dell appalto, rinnovare l affidamento previa negoziazione con l aggiudicatario, utilizzando la procedura di cui all art. 57, comma 5, lett. b) del D.Lvo 163/06 per un periodo ulteriore massimo di 24 mesi o indire nuova gara di appalto. In caso di indizione di nuova procedura di appalto, ci potrà essere proroga tecnica solo per il tempo necessario alla stipula di un nuovo contratto, a seguito espletamento nuova gara L ammontare complessivo dell appalto è calcolato in relazione al presumibile numero di 8684 ore annue di servizio prestate, pari quindi a: ,00= oltre IVA nella misura di legge se dovuta. ART. 16 ORGANIZZAZIONE Il numero degli operatori, le qualifiche degli stessi, l'organizzazione del servizio e altre forme e metodi organizzativi sono disciplinati dal presente Capitolato, dal Avviso di Gara e dal Regolamento approvato dal C. C. con delibera n. 23/96. ART. 17 DIVIETI Le prestazioni effettuate in ordine al presente Capitolato, all'avviso di Gara e dal Regolamento approvato dal C. C. con delibera n. 23/96, non potranno in alcun caso costituire rapporto di impiego né pubblico né privato dei membri della ditta aggiudicataria e/o dei suoi operatori nei confronti dell'ente pubblico. ART. 18 SPESE CONTRATTUALI Tutte le spese inerenti e conseguenti alla stipula dei contratto di appalto, nessuna esclusa, sono a carico della ditta aggiudicataria. ART. 19 RIFERIMENTI NORMATIVI Per quanto non previsto nel presente Capitolato, nell'avviso di Gara e dal Regolamento approvato dal C. C. con delibera n. 23/96, si fa riferimento alla normativa Comunale, Regionale e Statale vigente. AMC/fs 11

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE.

CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L'AFFIDAMENTO AREA DIVERSABILI TRASPORTO SOCIALE AI CENTRI DI RIABILITAZIONE. Art. l - PRINCIPI GENERALI Il presente capitolato ha per oggetto la gestione del servizio

Dettagli

COMUNE DI PALESTRINA

COMUNE DI PALESTRINA COMUNE DI PALESTRINA CAPITOLATO SPECIALE DI ONERI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA AI PORTATORI DI HANDICAP PRESSO LE SCUOLE DELL OBBLIGO NONCHE ASSISTENZA DOMICILIARE HANDICAPPATI E ANZIANI PRE SCUOLA E

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto

CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013. Art. 1 Oggetto dell appalto CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEGLI INTERVENTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PERIODO 01.10.2011 30.06.2013 Art. 1 Oggetto dell appalto Il presente capitolato ha per oggetto l appalto della gestione di

Dettagli

BANDO di GARA per pubblico incanto

BANDO di GARA per pubblico incanto BANDO di GARA per pubblico incanto Per l affidamento del servizio di Ristorazione Scolastica presso le Scuole Materne del Comune di MONTE SANT ANGELO 1. OGGETTO: SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Il Comune

Dettagli

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655

ISTITUTO DI SANTA MARGHERITA Piazza Santa Balbina, 8-00153 Roma, Tel 06 5750955 Fax 0657138655 DISCIPLINARE DI GARA Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'appalto ha per oggetto il servizio di pulizia dei locali della sede dell Istituto di Santa Margherita. Art. 2 - LUOGO DI ESECUZIONE DELL'APPALTO I servizi

Dettagli

COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE

COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE COMUNE DI CALANGIANUS PROVINCIA DI OLBIA - TEMPIO SERVIZIO SOCIALE C.I.G. 6445256980 CAPITOLATO DESCRITTIVO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE PER PERSONE ANZIANE, PORTATORI DI HANDICAP E NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO A FAVORE DELL'OPERA NAZIONALE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DEL CORPO NAZIONALE DEI VIGILI DEL FUOCO CIG 6201196CD0

Dettagli

ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- ---

ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- --- ISTITUTI RIUNITI di ASSISTENZA San Giovanni Battista CHIETI --- --- Avviso di selezione per l affidamento a Cooperative Sociali di tipo B ex L.R. n 85/94 del Servizio di pulizia e sanificazione degli ambienti.

Dettagli

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1

COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA ART. 1 COMUNE di BADESI PROVINCIA OLBIA-TEMPIO Area Servizi Sociali BANDO DI GARA Il responsabile dell Area Servizi Sociali rende noto che questo Comune intende procedere all appalto del servizio in oggetto:

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE

ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO ART. 2 CORRISPETTIVO ART. 3 MODALITA ATTUATIVE 3. 3 EROGAZIONE E GESTIONE DELLE ATTIVITA FORMATIVE CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI FORMAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PER IL PERSONALE DIPENDENTE DELLA PROVINCIA REGIONALE DI TRAPANI ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA

COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA COMUNE DI PETRALIA SOTTANA PROVINCIA DI PALERMO CAPOFILA DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO N.35 DELLA REGIONE SICILIANA REGOLAMENTO DI ACCREDITAMENTO DISTRETTUALE PER SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi. CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) tel. 02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it 1. E indetta asta pubblica secondo il criterio dell offerta economicamente

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO

AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO COMUNE DI NOICÀTTARO (Provincia di Bari) C.A.P. 70016 Tel. 080.4781313 Fax 080.4781298 C.F./P.Iva 05165930727 AMBITO TERRITORIALE N. 6 (COMUNI DI MOLA DI BARI RUTIGLIANO NOICATTARO) UFFICIO DI PIANO AVVISO

Dettagli

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE

In esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.. del SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ALLEGATO B) all Avviso Schema di CONVENZIONE TRA COMUNE DI FORLì E ASSOCIAZIONE DI (VOLONTARIATO /PROMOZIONE SOCIALE) (nome). PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO CRESCERE NEL CENTRO PREMESSO - che l Amministrazione

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32 Comune capo-fila TAORMINA

DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32 Comune capo-fila TAORMINA DISTRETTO SOCIO SANITARIO D32 Comune capo-fila TAORMINA CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO PIANI INDIVIDUALIZZATI DISABILI GRAVI Art.1 Oggetto del Capitolato La disgregazione e frammentazione territoriale,

Dettagli

COMUNE DI PIETRAPERZIA

COMUNE DI PIETRAPERZIA COMUNE DI PIETRAPERZIA PROVINCI DI ENNA BANDO DI GARA OGGETTO: Affidamento del servizio Assistenza domiciliare anziani nel Comune di Pietraperzia in esecuzione della Delibera di Giunta Comunale n. 105

Dettagli

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio;

cooperativa sociale... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito e assistenza al pubblico) per le sedi del Servizio; ALLEGATO A SCHEMA DI CONVENZIONE OGGETTO: Convenzione tra Il Comune di Trieste Servizio Biblioteche Civiche e la cooperativa sociale.... per la fornitura dei servizi culturali (distribuzione, prestito

Dettagli

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE

CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE CAPITOLATO D'ONERI PER SERVIZI DI INTERPRETARIATO E TRADUZIONE 1. Oggetto della gara Oggetto del presente capitolato è la fornitura di servizi di interpretariato e traduzione per le attività della Provincia

Dettagli

BANDO DI GARA Progetto ENTER

BANDO DI GARA Progetto ENTER Municipio Roma 6 U.O.S.E.C.S. BANDO DI GARA Progetto ENTER ALLEGATO A A. Premessa Il Municipio Roma 6 intende esperire una procedura aperta per affidare il progetto ENTER inserito nel Piano Regolatore

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento per il servizio di assistenza domiciliare Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 83 del 30.09.1997 1/6 SOMMARIO : ARTICOLO 1 - FINALITA DEL

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA E CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE ALL. A AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI PULIZIA E FACCHINAGGIO PER LA SEDE DELLA SOGESID S.P.A. DI ROMA E PER LA FORESTERIA MODALITÀ DI PRESENTAZIONE

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA

ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA ENTE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI BANDO DI GARA L Ente-Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli intende esperire pubblica gara a norma dell art. 6 lett. a) del d.lgs

Dettagli

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali 1) Oggetto del Sistema di qualificazione Il presente atto regola, ai sensi del D.Lgs..

Dettagli

COMUNE DI TEULADA Provincia di Cagliari SETTORE SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI TEULADA Provincia di Cagliari SETTORE SERVIZI SOCIALI COMUNE DI TEULADA Provincia di Cagliari C.A.P. 09019 070/9270029 - Fax 070/9270049 SETTORE SERVIZI SOCIALI AVVISO PUBBLICO BANDO PER LA VERIFICA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE PER L AFFIDAMENTO IN APPALTO

Dettagli

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari

C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari C O M U N E D I S E N O R B Ì Provincia di Cagliari Regolamento per il Servizio di Assistenza Domiciliare e dei Servizi Tutelari SOMMARIO: Art. 1 Finalità del Servizio; Art. 2 Gestione del Servizio; Art.

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) tra CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE (Art. 10 L.R. n. 23/2006) L anno 2011, il giorno., del mese di tra l Amministrazione Comunale di Cavarzere, con sede legale in Cavarzere

Dettagli

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali

DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE delle Imprese in grado di svolgere servizi di pulizia degli edifici ed aree aziendali 1) Oggetto del Sistema di qualificazione Il presente atto regola, ai sensi del D.Lgs..

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI

CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI CAPITOLATO DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI Il Comune di Vergiate ha necessità di integrare il Servizio di Assistenza Domiciliare Anziani e Disabili

Dettagli

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico

Prot. n. 381 /C14e Roma, li 20.01.2016 SITO WEB: WWW.SCUOLAREGINAMARGHERITA.GOV.IT. IL Dirigente Scolastico MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO COMPRENSIVO Regina Margherita Via Madonna dell Orto,2 00153 ROMA 065809250 Fax: 065812015 Distretto

Dettagli

Rio Marina AVVISO PUBBLICO

Rio Marina AVVISO PUBBLICO Rio Marina Comune elbano AVVISO PUBBLICO OGGETTO : Avviso di gara di licitazione privata per l affidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti. Si rende noto che con

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO

DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO DISCIPLINARE DI GARA CESSIONE DEL CREDITO PRO SOLUTO ART. 1 - OGGETTO DEL SERVIZIO Napoli Sociale S.p.A. di seguito più semplicemente Azienda, ha indetto gara, a mezzo procedura aperta ai sensi del D.lgs.

Dettagli

Procedure di conferimento degli incarichi professionali

Procedure di conferimento degli incarichi professionali Regolamento sull'ordinamento degli uffici e dei servizi Parte II Procedure di conferimento degli incarichi professionali Approvato con delibera della Giunta dell Unione di Comuni n. 88 del 23/10/2012 Modificato

Dettagli

AVVISO SERVIZIO PROGETTI

AVVISO SERVIZIO PROGETTI Settore Assistenza e Segreteria Organi Istituzionali, Affari Generali, Politiche Sociali e per la Famiglia, Politiche per la Casa, Politiche del Lavoro, Volontariato, Pari Opportunità, Risorse Umane, Euro

Dettagli

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore LICEO "Francesco Crispi" TECNICO "Giovanni XXIII" PROFESSIONALE "A. Miraglia" Istituto di Istruzione Secondaria Superiore "Francesco Crispi" Via Presti, 2-92016 Ribera (Ag) Tel. 0925 61523 - Fax 0925 62079

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo

COMUNE DI PALERMO SETTORE FINANZIARIO SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI Via Roma n. 209 90133 Palermo LOTTO N. 12 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO ALUNNI PER VISITE FUORI COMUNE. IMPORTO DISPONIBILE 27.272,72 oltre IVA (10%) ART. 1) OGGETTO DEL SERVIZIO, DESCRIZIONE

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA AVVISO DI SELEZIONE PER CONFERIMENTO INCARICO DI SERVIZI ATTINENTI L INGEGNERIA E L ARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale

C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale C I T T A D I T A O R M I N A PROVINCIA DI MESSINA Servizio di Solidarieta Sociale CAPITOLATO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI AIUTO DOMESTICO DISABILI GRAVI ASSISTENZA IGIENICO PERSONALE DISABILI GRAVI Art.1

Dettagli

C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA )

C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA ) C O M U N E D I I T A L A ( PROVINCIA DI MESSINA ) ================== 1. STAZIONE APPALTANTE : Comune di Itala (Prov. di Messina) - Via Umberto I - Telefono : 090/952155 -Fax 090/952116-2. PROCEDURA DI

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO

ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO ALLEGATO 1 FAC - SIMILE DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ISCRIZIONE ALLA CAMERA DI COMMERCIO e OTTEMPERANZA ADEMPIMENTI REG.CE 852/2004. OGGETTO: Spett.le Comune di Piaggine Piazza Umberto I 84065 Piaggine

Dettagli

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA

CONVENZIONE. Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA CONVENZIONE Il giorno VENTINOVE del mese di DICEMBRE dell anno DUEMILANOVE in Corvino San Quirico TRA L Amministrazione comunale di Corvino San Quirico (PV) C.F. 0046037018 di seguito indicata come il

Dettagli

REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA

REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA REGIONE BASILICATA BANDO DI GARA I.1) Denominazione ufficiale: Ente Regione Basilicata Dipartimento Presidenza della Giunta Ufficio Sistema Informativo Regionale e Statistica (S.I.R.S.) Indirizzo postale:

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

Città di La Maddalena

Città di La Maddalena Città di La Maddalena Provincia di Olbia Tempio Area Amministrativa Settore Cultura, Pubblica Istruzione e Sport www.comune.lamaddalena.ot.it dirigente.malu@comunelamaddalena.it BANDO DI GARA PER LA GESTIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO:

AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DI UN SOGGETTO CUI AFFIDARE IL SEGUENTE SERVIZIO: REALIZZAZIONE COLLEGAMENTI INTERNET FRA LE SEDI COMUNALI, FRA LE SEDI COMUNALI E SITI ESTERNI OVVERO FRA SITI ESTERNI

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.

COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P. COMUNE DI MONTANO ANTILIA PROVINCIA DI SALERNO Via Giovanni Bovio 17 C.A.P 84060 tel. 0974/951053 fax 0974/951458 C.F 84000670657 P.IVA 00340670657 AREA FINANZIARIA BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO, MEDIANTE

Dettagli

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs.

AREA TECNICA. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA (ai sensi dell art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, del vigente D.Lgs. 163/2006) Per l appalto dei lavori di Riqualificazione urbanistica delle aree periferiche

Dettagli

Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA

Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA Comune di Pelago AVVISO PUBBLICO DI PROCEDURA DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELL IMMOBILE EX SCUOLA ELEMENTARE DELLA CONSUMA Il Responsabile del Servizio Affari Generali del Comune di Pelago

Dettagli

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO n. 15 L. 328/00 PATTO PER LA GESTIONE DI INTERVENTI DOMICILIARI AI DISABILI. L anno il giorno del mese nei locali

DISTRETTO SOCIO-SANITARIO n. 15 L. 328/00 PATTO PER LA GESTIONE DI INTERVENTI DOMICILIARI AI DISABILI. L anno il giorno del mese nei locali DISTRETTO SOCIO-SANITARIO n. 15 L. 328/00 COMUNi: BRONTE MALETTO MANIACE E RANDAZZO Allegato : C PATTO PER LA GESTIONE DI INTERVENTI DOMICILIARI AI DISABILI L anno il giorno del mese nei locali, in via

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO

COMUNE DI GOLFO ARANCI PROVINCIA DI OLBIA TEMPIO AVVISO INDAGINE DI MERCATO OGGETTO: Indagine di mercato propedeutica alle procedure per l affidamento del Servizio di trasporto alunni scuola dell obbligo con scuolabus ai sensi dell art. 125, comma 11,

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto

CITTA di GROTTAGLIE Provincia di Taranto SETTORE AFFARI GENERALI UFFICIO CONTRATTI ED APPALTI PROT. N. 15139 Racc. A MANO Spett.le Ditta Oggetto: Gara per l affidamento dell appalto per i lavaggi media e piccola cilindrata,parco veicoli a motore

Dettagli

(VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011)

(VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011) REGOLAMENTO SULLA COOPERAZIONE SOCIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 123 DEL 8 OTTOBRE 2001 (VEDI ART. 29 DEL REGOLAMENTO SULL ATTIVITA CONTRATTUALE CC. N. 20/2011) ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento

Dettagli

C O M U N E D I L O N G A R E

C O M U N E D I L O N G A R E C O M U N E D I L O N G A R E Provincia di Vicenza PREMESSA AVVISO PER LA SELEZIONE DI COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B) A CUI AFFIDARE IL SERVIZIO DI PULIZIA IMMOBILI COMUNALI PER IL PERIODO 01/07/2014 30/06/2017

Dettagli

MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia. Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA. Procedura Aperta

MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia. Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA. Procedura Aperta MINIMETRO S.P.A. Loc. Pian di Massiano 06143 Perugia Partita Iva e Codice Fiscale 02327710543 BANDO DI GARA Procedura Aperta PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 12 APRILE 2006 N. 163 E DI-

Dettagli

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO Si rende noto che il Comune di Castagneto Carducci intende procedere all affidamento dell incarico relativo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS

REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS REGOLAMENTO PER L ACQUISTO DI BENI E SERVIZI DI FONDAZIONE COGEME ONLUS INDICE 1) OGGETTO DEL REGOLAMENTO 2) NORMATIVA DI RIFERIMENTO PARTE I PRINCIPI GENERALI PARTE II CONTRATTI SOPRA SOGLIA 3) ACQUISTO

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE

ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE BANDO DI GARA D APPALTO CIG. N. 0208211D23 SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1) DENOMINAZIONE E INDIRIZZO UFFICIALE DELL AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

Dettagli

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013

NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 SISTEMA DI QUALIFICAZIONE PER FORNITURE DI GAS NATURALE NORME DI QUALIFICAZIONE 2013 Premessa: Brescia Trasporti S.p.A. intende istituire un proprio sistema di qualificazione al fine di selezionare operatori

Dettagli

Quesiti pervenuti entro il decimo giorno antecedente la scadenza del bando

Quesiti pervenuti entro il decimo giorno antecedente la scadenza del bando Quesiti pervenuti entro il decimo giorno antecedente la scadenza del bando Quesito n.1 Bando di gara Sezione II, punto 1.1 Denominazione conferita all'appalto dall'amministrazione aggiudicatrice e punto

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria.

DISCIPLINARE. La procedura è in attuazione alla Determinazione n. 81 del 25/02/2014 del Dirigente dell Area Economico Finanziaria. FORNITURA DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ATTREZZATURE INFORMATICHE DI PROPRIETA DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI NAPOLI AL DI FUORI DEL PERIODO DI GARANZIA INIZIALE ON SITE - CIG: 5654825D33 DISCIPLINARE Il

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. RE02.PGAP01 Pag. 1 a 7 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI DI PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A. REGOLAMENTO PADANIA ACQUE GESTIONE S.P.A.

Dettagli

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI

CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI CONVENZIONE PER IL TRASPORTO SOCIALE DI SOGGETTI HANDICAPPATI OSPITI DEI CENTRI DIURNI Premesso che l Istituzione per i Servizi alla Persona del Comune di Livorno interviene per garantire il trasporto

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA C.F. 80000810863 Tel. 0935.521111 Fax 0935.500429 SETTORE I Affari Generali DIRIGENTE - Dott. Giuseppa Gatto Tel. 0935 521.215 Fax 0935 521217 Pec: protocollo@provincia.enna.it

Dettagli

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione

Progetto E-Inclusion. Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie. Disciplinare di rendicontazione Progetto E-Inclusion Integrazione scolastica attraverso l uso delle tecnologie Disciplinare di rendicontazione (Premessa) A seguito della pubblicazione dell Avviso per la presentazione di progetti e modalità

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CHIEDE. di partecipare alla gara informale per l affidamento dei servizi di cui all oggetto e a tal fine DICHIARA

CHIEDE. di partecipare alla gara informale per l affidamento dei servizi di cui all oggetto e a tal fine DICHIARA Modello A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE Il/La sottoscritto/a (cognome)... (nome)... nato/a il... a... in qualità di...... della Ditta... con sede legale in... prov... CAP... Via... n.... P.

Dettagli

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO

VISTI. gli articoli 1, 2, 4, 5, 8, 9 della Legge 381/91 e l articolo 11 della Legge Regionale 21/2003 PREMESSO SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI CREMONA E LA SOCIETA COOPERATIVA SOCIALE L ARCA AI SENSI DELL ART. 5, COMMA 1, DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 1991, N. 381 (ESENTE DA BOLLO AI SENSI D.L. 4.12.1997 N. 460

Dettagli

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO

CITTÀ di AVIGLIANA Provincia di TORINO Oggetto: Affidamento del servizio di ritiro e recapito diretto della corrispondenza comunale nell ambito del Comune. FOGLIO PATTI E CONDIZIONI Art. 1 OGGETTO DELL'APPALTO L'appalto ha per oggetto: -il

Dettagli

TERMINE DI ESECUZIONE:

TERMINE DI ESECUZIONE: C O M U N E D I M O L A D I B A R I Provincia di Bari Settore VIII Lavori Pubblici e Manutenzioni Profilo Committente: www.comune.moladibari.ba.it BANDO DI GARA 1. STAZIONE APPALTANTE: Comune di Mola di

Dettagli

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE

COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE COMUNE DI PISTOIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE ATTIVITA INFORMATIVE E FORMATIVE DEL CENTRO INTERCULTURALE ART. 1 - ATTIVITA DEL CENTRO INTERCULTURALE ED OGGETTO

Dettagli

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00

PROGETTO BIKE SHARING E BIKE SAVING IMPORTO COMPLESSIVO DI PROGETTO 536.328,00 AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI PROFESSIONISTI DA INVITARE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICO DI PROGETTAZIONE DEFINITIVA, ESECUTIVA E COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino

COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino COPIA ALBO COMUNE DI VILLAREGGIA Provincia di Torino Determinazione del Responsabile Servizio: TECNICO N. 30/8 del 16/04/2014 Responsabile del Servizio : Arch. CARRA Franco OGGETTO : SERVIZI CIMITERIALI

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO

Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO DELL AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA DI TRENTO Art. 1 - OGGETTO DELL INCARICO Il servizio ha per

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS

UNIONE DEI COMUNI DEL COROS UNIONE DEI COMUNI DEL COROS Unione di Comuni costituita ai sensi dell art.32 del D.Lgs n 267/2000 e dell art.3 e 4 della L.R.n 12/2008 tra i Comuni di Cargeghe, Codrongianos, Florinas, Ittiri, Muros, Olmedo,

Dettagli

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO

Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO COMUNE DI CALCIO REP. N. Provincia di Bergamo CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DURANTE IL TRASPORTO SCOLASTICO ANNI 2010/2011/2012-

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI RAVELLO PROVINCIA DI SALERNO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA Allegato A alla delibera di C. C. n. 14 del 30.08.2012 INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia.

BANDO DI GARA. Le offerte vanno inviate a: Comune di Praiano, Ufficio Protocollo, Via Umberto I n.12 84010 Praiano Italia. BANDO DI GARA procedura aperta : art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, decreto legislativo n. 163 del 2006 criterio:offerta economicamente più vantaggiosa art. 83 del decreto legislativo n. 163 del 2006

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PER IL PERIODO 01/07/2015-31/12/2019 CIG Z441113766 In esecuzione delle deliberazioni di Giunta Comunale n. n. 148 del 17 settembre 2014

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE internet: www.pasian.it SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BROKER ASSICURATIVO INDICE Articolo 1 Affidamento del servizio pagina 2 Articolo

Dettagli

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI

CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI CITTÀ DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Assessorato ai Servizi Sociali Via De Gasperi - Tel. 0831-955400 Fax 0831-955429 Allegato determina n.101 /SS-2015 CAPITOLATO SPECIALE PER L APPALTO

Dettagli