Milano-Roma: treno o aereo? La saga Alitalia dalla privatizzazione alla concorrenza intermodale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano-Roma: treno o aereo? La saga Alitalia dalla privatizzazione alla concorrenza intermodale"

Transcript

1 Milano-Roma: treno o aereo? La saga Alitalia dalla privatizzazione alla concorrenza intermodale Andrea Pezzoli Mercato Università La Sapienza, Roma maggio 2012

2 Schema della presentazione 2 Un pò di storia: la privatizzazione, la retorica della compagnia di bandiera, l art. 25, la Marzano bis, la sentenza della Corte Costituzionale Tre anni dopo: la valutazione ex-post La concorrenza intermodale è in grado di disciplinare l aumento del potere di mercato che si è determinato con la concentrazione?

3 La privatizzazione 3 E, infine, la privatizzazione Nel dicembre del 2008 Alitalia (la compagnia pubblica di bandiera ) e AirOne (il suo principale concorrente) si fondono e vengono acquisiti da un gruppo di imprenditori privati (cfr. G. Dragoni Capitani coraggiosi ) La nuova società, CAI, ha una shifting majority Le caratteristiche e le dimensioni dell operazione non richiedono la notifica in Commissione (ruolo minoritario di Air France/Klm) L AGCM dovrebbe valutare la concentrazione e, invece

4 Il decreto legislativo n.134/ Il decreto riguarda la ristrutturazione delle grandi imprese in crisi Prevede una procedura speciale per le concentrazioni che riguardano servizi pubblici essenziali (?!) al fine di garantire la stabilità dell offerta di tali servizi Le concentrazioni con queste caratteristiche realizzate entro il 30 giugno 2009 sono automaticamente autorizzate (senza la valutazione dell AGCM) Devono solo essere notificate all AGCM integrate con misure volte a eliminare la possibilità di abusi di prezzo (o condizioni ingiustificatamente gravose )

5 Il decreto legislativo n.134/ L AGCM può integrare le misure con altre misure di carattere comportamentale (non strutturale) La verifica delle misure comportamentali è l unica azione possibile per tre anni (oltre all applicazione dell art. 102) nelle corde dell AGCM Passati i tre anni di esenzione, il rafforzamento del potere di mercato (le posizioni di monopolio, sic) determinatosi a seguito della concentrazione, ove persistesse, dovrà essere rimosso

6 La decisione del 3 dicembre Le misure imposte dall AGCM volte a evitare il rischio di prezzi e condizioni ingiustificatamente gravose 1. Misure relative all intera gamma tariffaria (le tariffe promozionali devono essere presenti sempre, su tutte le rotte e su tutti i voli) 2. Almeno il 10% delle tariffe deve essere pari alla tariffa più bassa pre-concentrazione 3. Misure relative alle informazioni su ritardi e cancellazioni 4. Pagamento di penali nel caso di ritardi superiori alle 2 ore (soglie più stringenti rispetto a quelle comunitarie)

7 La decisione del 3 dicembre Le misure proposte da CAI : 1. La copertura del precedente frequent flyer program 2. La riallocazione di 50 slot da/per Linate su altre tratte dove la quota di mercato di Alitalia era inferiore al 60%.

8 Il parere della Corte Costituzionale 8 Eurofly ricorre al TAR chiedendo l annulamento della decisione dell AGCM La richiesta solleva alcune questioni di carattere costituzionale Il TAR si rivolge alla Corte costituzionale

9 Il parere della Corte Costituzionale 9 La coerenza con gli artt. 3 e 41 della Costituzione 1. Bilanciamento tra utilità sociale, obiettivi sociali e concorrenza 2. Il controllo delle concentrazioni: un ibrido tra regolazione e antitrust 3. Coerenza del controllo delle concentrazioni a livello nazionale e il Reg. 139/2004 UE 4. La flessibità del controllo delle concentrazioni (art. 25, failing firm defense ) 5. Interessi generali, altri dalla concorrenza, possono essere presi in considerazione

10 Il parere della Corte Costituzionale 10 Quali sono gli interessi generali sottostanti il decreto? 1. L impatto sociale della crisi di grandi imprese (too big to fail ) 2. La stabilità dei servizi pubblici essenziali 3. Il ruolo strategico del trasporto aereo (oggettivamente meno enfatizzato..)

11 Il parere della Corte Costituzionale 11 Test di proporzionalità (e ragionevolezza) delle restrizioni imposte dal decreto 1. Gli spazi per l intervento antitrust ex post rimangono inalterati (art. 2-3 L. 287/90 o art EU) 2. Gli interessi dei consumatori vengono salvaguardati dalle misure comportamentali 3. Le restrizioni durano solo tre anni e le possibilità di deroga sono circoscritte alle richieste formulate entro giugno 2009

12 E se invece l operazione fosse stata valutata? 12 Un valutazione pragmatica i) Una valutazione tradizionale avrebbe autorizzato la concentrazione? ii) iii) Si sarebbero potuti imporre rimedi sufficientemente efficaci per rendere contendibili le rotte dove la concentrazione determinava la costituzione e/o il rafforzamento della posizione dominante? In particolare sarebbero stati effettivamente praticabili rimedi strutturali (i.e. slot release)? Gli slot da/per Linate e i gioelli di famiglia.

13 La failing firm defense 13 i) La failing firm defense avrebbe potuto essere presa in considerazione? ii) iii) iv) I requisiti erano soddisfatti? Le Parti stavano effettivamente fallendo? Una almeno, o entrambe? La failing firm defense e le implicazioni sulla titolarità degli slot (Gli asset sarebbero stati a disposizione di tutti i concorrenti e non solo di CAI) Failing Firm defense in tempi di crisi (cfr. banche )

14 L art. 25 della L. 287/ Deroghe previste in molte normative antitrust. The Council of Ministers shall, at the proposal of the Minister for Trade and Industry, lay down the criteria to be used by the Authority when issuing an authorization.when major general interests of the national economy are involved in the process of European integration, provided that competition is not eliminated from the market or restricted to an extent which is not strictly justified by the aforementioned general interests

15 L art. 25 della L. 287/ Perché non è stato usato? E un bene o un male che i criteri per l applicazione dell art. 25 non siano ancora stati definiti? E un bene o un male che sia necessario un decreto per definire i criteri? Il decreto n. 134/2008 è stato necessario per le difficoltà di applicazione dell art. 25? Una conferma della solidità dell art. 25 oppure una restrittività eccessiva?

16 3 anni dopo 16 Identificare le rotte dove l operazione ha costituito e/o rafforzato la dominanza (determinato posizioni di monopolio, sic ) Verificare l eventuale persistenza del rafforzamento del potere di mercato determinato dalla concentrazione Imporre un termine entro il quale il potere di mercato (le posizioni di monopolio, sic ) deve essere rimosso

17 3 anni dopo 17 Il controllo delle concentrazioni (anche quello ex post) riguarda solo il contributo aggiuntivo dell operazione La sostituibilità tra areoporti (in particolare Linate vs Malpensa) La sostituibilità con il treno

18 3 anni dopo 18 Tre gruppi di rotte: i) quote alte (superiori al 60%, anche 100%) ma libertà di entrata (rotte da/per Roma e da/per Napoli; ii) quote alte da/per Linate e nessun vincolo esercitato dall Alta Velocità (rotte Linate/Sud); iii) Linate-Roma

19 Le rotte da /per Roma e Napoli 19 Sul primo gruppo di rotte (da Roma a Catania, Palermo, Lamezia, Torino, Venezia, Bari, Brindisi, Genova, Pisa, Trieste; da Napoli a Torino e Venezia) la privatizzazione non ha costituito né rafforzato alcuna posizione dominante. Si tratta di mercati altamente contendibili, in alcuni casi caratterizzati anche dalle presenza di concorrenti qualificati: dal 2008 al 2011 il ricavo/pax di Alitalia si è ridotto del 20% in media.

20 Le rotte Linate/Sud 20 Sulle secondo gruppo di rotte, il potere di mercato rafforzato dalla concentrazione e derivante dalle peculiari condizioni di ingresso su Linate (indisponibilità di slot per ragioni amministrative) e dall assenza di concorrenza intermodale, trova un efficace disciplina dai voli da/per Malpensa: i) solo il 10% dei passeggeri torna in giornata; ii) per chi dorme fuori Malpensa diventa un alternativa seria iii) su queste rotte, pertanto, l Agcm non ravvisa la persistenza dell aumento del potere di mercato determinanto dalla concentrazione del 2008

21 Linate/Roma e la concorrenza intermodale i) Il vincolo concorrenziale esercitato dal treno sull aereo varia a seconda della distanza e dei tempi (sotto i 400 Km; tra i 400 e il 600 Km; oltre i 600 Km); 21 ii) In genere è il treno che disciplina l aereo e non viceversa. Con i low cost può succedere l inverso; iii) Il vincolo concorrenziale morde meno sulla domanda meno sensibile al prezzo e più al tempo (business e a/r in giornata). Indirettamente la concorrenza intermodale si riflette anche su questa componente della domanda

22 Linate/Roma e la concorrenza intermodale 22 I precedenti comunitari (British Airways/SN Brussels (2003); Air France/Klm (2004); Lufthansa/Swiss (2005); Lufthansa/ Eurowings (2005); Ryan Air/Air Lingus (2007); British Airways/British Midland (2012) e delle altre Autorità (in particolare Autorità spagnola Barcellona-Madrid) Nessun precedente ha a che fare con un aeroporto così peculiare come Linate Rari i casi in cui il treno compete con un solo vettore Unico il caso in cui ci sono due treni AV

23 Linate/Roma e la concorrenza intermodale 23 Cosa succede dopo la concentrazione, a casusa della concentrazione e dopo l introduzione dell AV (3 ore) e a causa dell AV? Attenzione a definizioni scolastiche del mercato rilevante e/o a quote treno/areo dei passeggeri Milano/Roma La domanda corretta è se l AV costituisce un vincolo concorrenziale non quanta gente prende il treno e quanta l aereo

24 Linate/Roma e la concorrenza intermodale Aereo: I tempi Roma centro-fco Check in/imbarco Volo 70 2h35m-3h00m Arrivo/sbarco 15 Linate-Milano centro Treno: Roma centro-termini Treno 180 3h30m-3h45m Staz. Centrale-Milano centro 15-20

25 Linate/Roma e la concorrenza intermodale L offerta di Trenitalia 25 Intercity e Eurostar quasi per intero sostituiti dall Alta Velocità (con o senza fermate): Eurostar (da 14 a 2); Intercity costanti (6-7); Alta Velocità con fermate (da 20 a 30); Alta Velocità senza fermate (da 0 a 14). Oggi l offerta di Alitalia-CAI è di 45 frequenze al giorno vs 25 ad Alta Velocità sotto le tre ore

26 Linate/Roma e la concorrenza intermodale Prezzi, quantità e redditività 26 Prezzi (ricavo medio/passeggeri): Da 110 a 139 e poi di nuovo a 120 (a fronte di una diminuzione della domanda, del potere d acquisto e dell aumento del prezzo del carburante) Quantità: da oltre 70 frequenze giornaliere (nel 2008) a meno di 50 (nel 2011) Redditività: il ricavo medio/posto offerto è rimasto pressoché invariato

27 Linate/Roma e la concorrenza intermodale 15/16 RICAVO MEDIO PER PASSEGGERO SOLO AZ AV 3h30m MERGER + [1-10] % AV 3h 90 + [10-20] % [20-30] % 70 summer 2008 winter 2008/2009 summer 2009 winter 2009/2010 summer 2010 winter 2010/2011 summer 2011

28 Linate/Roma e la concorrenza intermodale Ricavo medio/passeggero 28 La riduzione si spiega con la concorrenza intermodale? Con il passaggio dalle tariffe business a quelle leisure? Con un effetto reddito?

29 Linate/Roma e la concorrenza intermodale I passeggeri: 29 Alitalia CAI cede il 12-14% dei passeggeri all Alta Velocità L Alta Velocità assorbe passeggeri dagli Eurostar e dagli Intercity (che di fatto non ci sono più ) ma aumenta anche il numero dei viaggiatori che usa il treno Fatto 100 il numero di passeggeri che viaggia tra Roma e Milano (aereo + Alta Velocità): Trenitalia batte Alitalia 60 a 40!! Che senso ha?

30 Linate/Roma e la concorrenza intermodale L andamento dei prezzi (ricavo medio/passeggeri) per fascia oraria: prima delle 9 a.m. e dopo le 7 p.m. Quanto pesano i passeggeri più sensibili al tempo? Proxy: 20-25% in numero, oltre 35% in valore Le tariffe business e economy riflettono ancora le due tipologie di clientela (time sensitive e price sensitive)? Oppure le tariffe business sottostimano la clientela time sensitive? Quanto pesano i passeggeri che tornano in giornata? Oltre il 35%!! 30 Può questa componente della domanda beneficiare del vincolo concorrenziale esercitato solo dal treno? Oppure per disciplinare quel segmento di mercato è necessaria la presenza di un altro vettore?

31 Linate/Roma e la concorrenza intermodale 31 La decisione dell Autorità: su Linate Roma, malgrado il treno, il problema rimane: Alitalia entro 90 giorni (10 luglio) dovrà dire come rimuoverà la posizione di monopolio Entro il 28 ottobre (inizio stagione Winter 2012) la posizione di monopolio dovrà essere rimossa La presenza di un altro vettore e la dimensione minima efficiente Le richieste di slot di EasyJet, Meridiana e Air Dolomiti

32 32 Thank You for your attention! ( and for travelling with Alitalia?!)

Alitalia/AirOne, easyjet e la rotta Linate-Roma: dal monopolio alla concorrenza? (Storia di una fusione che si doveva fare?)

Alitalia/AirOne, easyjet e la rotta Linate-Roma: dal monopolio alla concorrenza? (Storia di una fusione che si doveva fare?) Alitalia/AirOne, easyjet e la rotta Linate-Roma: dal monopolio alla concorrenza? (Storia di una fusione che si doveva fare?) Gabriele Accardo 24 ottobre 2013 Bruxelles, 14 pranzo La rotta di oggi Takeoff

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 11 aprile 2012; SENTITO il Relatore Professore Carla Rabitti Bedogni; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTO il decreto

Dettagli

Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia

Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia Da Malpensa a Fiumicino: come cambia il trasporto aereo in Italia Oliviero Baccelli vice-direttore CERTeT Bocconi e direttore MEMIT (Master in Economia e Management dei Trasporti) Sommario 1) Gli effetti

Dettagli

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia

Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia Indice Analisi congiunturale Indicatori di accessibilità 2 Analisi congiunturale 3 Aeroporti e segmenti di mercato Mercato

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 13 luglio 2012; SENTITO il Relatore Dottor Salvatore Rebecchini; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTA la comunicazione

Dettagli

Il controllo degli aiuti di Stato e le restrizioni della concorrenza. Alberto Heimler Scuola Nazionale dell Amministrazione Roma

Il controllo degli aiuti di Stato e le restrizioni della concorrenza. Alberto Heimler Scuola Nazionale dell Amministrazione Roma Il controllo degli aiuti di Stato e le restrizioni della concorrenza Alberto Heimler Scuola Nazionale dell Amministrazione Roma Sommario della presentazione 1) Il ruolo delle restrizioni della concorrenza

Dettagli

Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani

Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani Mobility Conference 9 febbraio 2009 Il quadro globale del trasporto aereo e le prospettive per gli aeroporti italiani Oliviero Baccelli vice-direttore CERTeT Bocconi e direttore MEMIT (Master in Economia

Dettagli

C9812 - COMPAGNIA AEREA ITALIANA/ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE -AIRONE Provvedimento n. 19248

C9812 - COMPAGNIA AEREA ITALIANA/ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE -AIRONE Provvedimento n. 19248 C9812 - COMPAGNIA AEREA ITALIANA/ALITALIA LINEE AEREE ITALIANE -AIRONE Provvedimento n. 19248 L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 3 dicembre 2008; SENTITO il Relatore

Dettagli

LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA

LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA ROMA 12/02/2014 LA COMPAGNIA A BASSE TARIFFE PREFERITA IN EUROPA Le tariffe piú basse/costo per posto piú basso in Europa Nessuna sovrattassa carburante.garantito! No 1 per Traffico 81.5m No 1 per Copertura

Dettagli

MERIDIANA EUROFLY: PRESENTAZIONE DEL NUOVO NETWORK 2008

MERIDIANA EUROFLY: PRESENTAZIONE DEL NUOVO NETWORK 2008 Milano, 18 febbraio 2008 MERIDIANA EUROFLY: PRESENTAZIONE DEL NUOVO NETWORK 2008 LA STRATEGIA COMMERCIALE E IL POSIZIONAMENTO Dal 31 marzo 2008, con l avvio della stagione IATA Summer 2008, Meridiana e

Dettagli

NEWS FLASH TRASPORTI N 1 LUGLIO 2012

NEWS FLASH TRASPORTI N 1 LUGLIO 2012 N 1 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie g.serafini@uil.it A cura del Servizio Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie MOBILITA T.P.L. ASSTRA ANAV

Dettagli

103 30 giugno 2008. IBL Focus. Qualcosa è cambiato? idee per il libero mercato. di Andrea Giuricin

103 30 giugno 2008. IBL Focus. Qualcosa è cambiato? idee per il libero mercato. di Andrea Giuricin 103 idee per il libero mercato Qualcosa è cambiato? di Andrea Giuricin Il governo ha iniziato la terza fase della privatizzazione di Alitalia con due azioni importanti: ha assegnato a Intesa San Paolo

Dettagli

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri

Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri Gran Bretagna Italia Rapporto Passeggeri 2009 Operatori, Infrastrutture & Profili Passeggeri INDICE Introduzione P. 1 1 Il Mercato 2003-08 P. 5 20 2 Il profilo dei passeggeri: visitatori britannici in

Dettagli

Roma, novembre 2008. Alta velocità eoctà. Strettamente riservato Uso esclusivo Ferrovie dello Stato

Roma, novembre 2008. Alta velocità eoctà. Strettamente riservato Uso esclusivo Ferrovie dello Stato Roma, novembre 2008 Alta velocità eoctà I corridoi Transeuropei 2 Domanda di traffico Densità abitanti Densità illuminazione Fonte: Columbia University NY Fonte: Royal Astronomical Society 3 Scenario macro

Dettagli

Ex art.5 del D.lgs. 6 febbraio 2007, n.25

Ex art.5 del D.lgs. 6 febbraio 2007, n.25 DOCUMENTO ALTAMENTE CONFIDENZIALE Ex art.5 del D.lgs. 6 febbraio 2007, n.25 1. VISIONE STRATEGICA PER ALITALIA: UNA STRATEGIA DI CRESCITA SOSTENIBILE E REDDITIZIA Air France-KLM desidera il rilancio di

Dettagli

fenomeno dell overbooking

fenomeno dell overbooking Overbooking È una tecnica di vendita in forza della quale i vettori di linea accettano prenotazioni per un numero di passeggeri superiore a quello che può essere trasportato dall aeromobile fenomeno dell

Dettagli

La pensione del giovane ricercatore. Contratti e tutele previdenziali per il lavoro nella ricerca fra mobilità professionale e internazionale

La pensione del giovane ricercatore. Contratti e tutele previdenziali per il lavoro nella ricerca fra mobilità professionale e internazionale La pensione del giovane ricercatore Contratti e tutele previdenziali per il lavoro nella ricerca fra mobilità professionale e internazionale Contratti a tempo indeterminato Art. 33 Cost. Il presidio costituzionale

Dettagli

Lamezia: Aeroporto, dal 25 giugno volo Air Transat per Toronto

Lamezia: Aeroporto, dal 25 giugno volo Air Transat per Toronto Lamezia: Aeroporto, dal 25 giugno volo Air Transat per Toronto Lunedì, 16 Giugno 2014 11:56 Lamezia Terme - L Air Transat, compagnia aerea canadese leader dei viaggi vacanze, annuncia che dal prossimo

Dettagli

Consultazione ART sui diritti aeroportuali

Consultazione ART sui diritti aeroportuali Milano, 16 giugno 2014 Consultazione ART sui diritti aeroportuali I corrieri aerei soci AICAI si avvalgono come utenti dei servizi degli aeroporti di Fiumicino, Napoli, Catania, Bologna, Linate, Venezia,

Dettagli

UNIONCAMERE LOMBARDIA. Rapporto semestrale

UNIONCAMERE LOMBARDIA. Rapporto semestrale UNIONCAMERE LOMBARDIA Rilevazione e analisi di indicatori di accessibilità e connettività per i trasporti a medio e lungo raggio in Lombardia TRT Trasporti e Territorio Milano, febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE

ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE Allegato B alla delibera n. 642/06/CONS ANALISI DI IMPATTO DELLA REGOLAMENTAZIONE L analisi dell impatto regolamentare richiede di valutare: a) l ambito dell intervento regolamentare proposto, con particolare

Dettagli

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA

GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA 1 GLI EFFETTI SOCIOECONOMICI DELL AEROPORTO CANOVA Analisi degli impatti diretti, indiretti e indotti di una struttura aeroportuale sul territorio di insediamento REPORT DI SINTESI Responsabile scientifico

Dettagli

Corso di Strategie d impresa RYANAIR: IL PIONIERE EUROPEO DELLE COMPAGNIE AEREE A BASSO COSTO

Corso di Strategie d impresa RYANAIR: IL PIONIERE EUROPEO DELLE COMPAGNIE AEREE A BASSO COSTO Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani RYANAIR: IL PIONIERE EUROPEO DELLE COMPAGNIE AEREE A BASSO COSTO A cura di: Licia Galdenzi,, Monica Montanari

Dettagli

Business Strategy in the Airline Industry. Caso aziendale elaborato da: Valentina Cocco 45717, Francesca Curci 46172, Maria Benedetta Porrà 45247

Business Strategy in the Airline Industry. Caso aziendale elaborato da: Valentina Cocco 45717, Francesca Curci 46172, Maria Benedetta Porrà 45247 Business Strategy in the Airline Industry Caso aziendale elaborato da: Valentina Cocco 45717, Francesca Curci 46172, Maria Benedetta Porrà 45247 1 History Airline Industry Negli ultimi anni in Europa e

Dettagli

Durazzo (Albania) 30 Agosto-2 Settembre

Durazzo (Albania) 30 Agosto-2 Settembre 2 CONVENTION NAZIONALE Durazzo (Albania) 30 Agosto-2 Settembre Professionalità, abnegazione e innovazione a servizio dell imprenditore INVITO RISERVATO AGLI OSSERVATORI ESTERNI AL NETWORK Per avere la

Dettagli

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe

DATIDITRAFFICO 2014. DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe DATIDITRAFFICO 214 DirezioneSviluppoStudiEconomicieTariffe A cura di Patrizia Sapia Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA del 25 ottobre 2009; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni; VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287; VISTA la legge 28 dicembre

Dettagli

Sommario degli argomenti contenuti nel volume

Sommario degli argomenti contenuti nel volume Sommario degli argomenti contenuti nel volume Pagina Terminologia usata nel testo 5 Traffico aeroportuale Graduatorie movimenti, passeggeri e cargo 9 Traffico commerciale complessivo 13 Traffico commerciale

Dettagli

I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati

I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati I servizi infrastrutturali non energetici a carattere nazionale: scelte di policy e risultati Luigi Prosperetti - Ines Tomasi Prometeia, 16 dicembre 2005 Sintesi Negli ultimi anni, i servizi infrastrutturali

Dettagli

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013

Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 Atto di indirizzo per la definizione del Piano Nazionale per lo Sviluppo Aeroportuale Roma, 29 gennaio 2013 1 Perché un atto di indirizzo? Per la prima volta, dopo 26 anni, si intende proporre un riordino

Dettagli

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti;

L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO. NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; L AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO NELLA SUA ADUNANZA dell 11 maggio 2011; SENTITO il Relatore Professore Carla Bedogni Rabitti; VISTO l articolo 101 del Trattato sul Funzionamento dell

Dettagli

FRANCHIGIA ED ECCEDENZA BAGAGLIO PER BIGLIETTI EMESSI DAL 22/09/2015

FRANCHIGIA ED ECCEDENZA BAGAGLIO PER BIGLIETTI EMESSI DAL 22/09/2015 FRANCHIGIA ED BAGAGLIO PER BIGLIETTI EMESSI DAL 22/09/201 Nella colonna costo eccedenza bagagli i valori sono da intendersi in: EUR (da Europa, Est Europa, Giappone, Corea e Cina), CAD (da Canada) o USD

Dettagli

Overbooking e negato imbarco

Overbooking e negato imbarco IL TRASPORTO AEREO Prenotazione e tariffe I voli sono classificabili in voli di linea, previsti dagli orari delle compagnie aeree, e voli "charter", ossia voli a carattere occasionale noleggiati da organizzazioni

Dettagli

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 425/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A.

ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 425/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. ORDINE DI SERVIZIO ORGANIZZATIVO n. 425/AD del 11 mar 2005 Trenitalia S.p.A. Alle dirette dipendenze dell Amministratore Delegato è istituita la DIREZIONE GENERALE OPERATIVA PASSEGGERI (in seguito DGOP),

Dettagli

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO

OFFERTE SPECIALI PER DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO OFFERTE SPECIALI DESTINAZIONI IN ITALIA E NEL MONDO Condizioni generali dell'offerta Le offerte sono acquistabili fino al 4 marzo 2015 ad esclusione della tratta indiretta nazionale - Genova, con scalo

Dettagli

ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016

ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016 COMUNICATO STAMPA ALITALIA NEL MONDO PRESENTAZIONE DELLE LINEE GUIDA DEL NUOVO PIANO INDUSTRIALE 2013-2016 - IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE DI ALITALIA SI CONCENTRERA SU 3 BUSINESS PRINCIPALI: ALITALIA, AIR

Dettagli

MERIDIANA EUROFLY: NETWORK 2008/2009

MERIDIANA EUROFLY: NETWORK 2008/2009 Rimini, 24 ottobre 2008 MERIDIANA EUROFLY: NETWORK 2008/2009 LA STRATEGIA COMMERCIALE E IL POSIZIONAMENTO Dal 26 ottobre 2008, con l avvio della stagione IATA Winter 2008/2009, Meridiana e Eurofly, grazie

Dettagli

Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori (A.N.I.Tra.V) Mauro Ferri, Presidente

Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori (A.N.I.Tra.V) Mauro Ferri, Presidente Associazione Nazionale Imprese Trasporto Viaggiatori (A.N.I.Tra.V) Mauro Ferri, Presidente Audizione presso Senato della Repubblica Commissione X A.S. 2085 Disegno di Legge recante «Legge annuale per il

Dettagli

il BUSINESS è cambiato. scopri il business sense.

il BUSINESS è cambiato. scopri il business sense. Chi siamo easyjet è la compagnia leader in Europa in termini di posti offerti sulle prime 100 coppie di città europee. Opera con 26 basi, su oltre 700 rotte in più di 30 Paesi e oltre 130 aeroporti. Nel

Dettagli

Key Performance Indicators nel TPL

Key Performance Indicators nel TPL Key Performance Indicators nel TPL Edoardo Marcucci Professore associato, Economia Applicata DISP e CREI, Università di Roma Tre Alcune questioni aperte sul Trasporto Pubblico Locale Workshop SIPOTRA Roma,

Dettagli

Société Air France/Alitalia Linee Italiane SpA (2003/C 297/04)

Société Air France/Alitalia Linee Italiane SpA (2003/C 297/04) C 297/10 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 9.12.2003 Comunicazione ai sensi dell'articolo 16, paragrafo 3, del regolamento (CEE) n. 3975/87 del Consiglio, del 14 dicembre 1987, in merito al caso COMP/A.38.284/D2

Dettagli

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012

Gli aeroporti. Paola Monti. Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Gli aeroporti Paola Monti Le Infrastrutture in Italia: dotazione, realizzazione, programmazione Università Bocconi, Milano, 23 gennaio 2012 Dotazione, realizzazione, programmazione come si declina per

Dettagli

3.960.000 (+11,0%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso.

3.960.000 (+11,0%) i passeggeri transitati nel sistema aeroportuale di Venezia e Treviso. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: approvata dal C.d.A. la Relazione Semestrale al 30 giugno 2007, ricavi e utile in crescita soprattutto per effetto delle acquisizioni di Airest e Ristop e della

Dettagli

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance

Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance Playing by the Rules: Optimizing Travel Policy and Compliance A CWT White Paper Una panoramica sui temi della travel policy e compliance Carlson Wagonlit Travel (CWT), l azienda leader mondiale nel settore

Dettagli

L importanza dei contenuti per rendere competitiva l offerta. Tommaso Vincenzetti Direttore Marketing Amadeus Italia SpA Twitter: @tommaso_v #TTDay13

L importanza dei contenuti per rendere competitiva l offerta. Tommaso Vincenzetti Direttore Marketing Amadeus Italia SpA Twitter: @tommaso_v #TTDay13 L importanza dei contenuti per rendere competitiva l offerta Tommaso Vincenzetti Direttore Marketing Amadeus Italia SpA Twitter: @tommaso_v #TTDay13 Amadeus History 2 3 Year-on-year 2012 highlights Risultati

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR

IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR 1 Le politiche incentivanti Muovendo, correttamente, dal presupposto che le spese effettuate dai turisti che visitano la regione costituiscono una buona parte

Dettagli

Audizione Legge annuale Concorrenza - AS 2085 Commissione Industria Senato della Repubblica 24 novembre 2015 *

Audizione Legge annuale Concorrenza - AS 2085 Commissione Industria Senato della Repubblica 24 novembre 2015 * Audizione Legge annuale Concorrenza - AS 2085 Commissione Industria Senato della Repubblica 24 novembre 2015 * FISE ARE Associazione di categoria aderente a Confindustria da oltre 50 anni, identifica e

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO

CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO CARTA DEI DIRITTI DEL PASSEGGERO AMBITO DI APPLICAZIONE ED INFORMAZIONI ESSENZIALI Il trasporto aereo è regolato dalla normativa comunitaria e dalle convenzioni internazionali applicabili nonché dal Codice

Dettagli

Nuovo Orario Trenitalia. 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA

Nuovo Orario Trenitalia. 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA Nuovo Orario Trenitalia 9 dicembre 2012 8 giugno 2013 **** LE NOVITA Il 2012 in pillole Nei primi 11 mesi del 2012 35 mio pax hanno scelto di viaggiare con Le Frecce (+7% vs 2011). Chiuderemo il 2012 con

Dettagli

Con i nostri migliori Auguri...

Con i nostri migliori Auguri... NEWSLETTER n. 11 Allegato ad Aeroporto di Genova NEWS Con i nostri migliori Auguri... Contatti Aeroporto di Genova S.p.A. : www.airport.genova.it Aerostazione passeggeri - 010/60151 email: info@airport.genova.it

Dettagli

BRIEF. Eventi Non Convenzionali

BRIEF. Eventi Non Convenzionali ALL. 1 BRIEF Eventi Non Convenzionali Il Gruppo Ferrovie dello Stato ha l esigenza di individuare una società specializzata cui affidare la realizzazione di eventi non convenzionali secondo le modalità

Dettagli

Gli oneri di servizio pubblico nel trasporto aereo: caratteristiche ed esperienze in Sardegna

Gli oneri di servizio pubblico nel trasporto aereo: caratteristiche ed esperienze in Sardegna XVII Riunione Scientifica della Società Italiana di Economia dei Trasporti e della Logistica Nuovi sviluppi dell economia dei trasporti: alla ricerca di un equilibrio tra crescita economica, sostenibilità

Dettagli

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo

Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Presentazione di: Beluffi Matteo Guddelmoni Gianpaolo Storia 1985: Nasce per mano dell imprenditore irlandese Tony Ryan. Lo scopo è quello di collegare per via aerea Irlanda e Gran Bretagna, come alternativa

Dettagli

NOTA INTERPRETATIVA. Prologo

NOTA INTERPRETATIVA. Prologo NOTA INTERPRETATIVA Prime osservazioni sull affidamento dei servizi pubblici locali e sulla tariffa del servizio idrico integrato in esito al referendum abrogativo del 12 e 13 giugno 2011. Prologo In seguito

Dettagli

Liberalizzazione e promozione della concorrenza nei settori dei servizi:un analisi dei provvedimenti contenuti nel decreto Bersani

Liberalizzazione e promozione della concorrenza nei settori dei servizi:un analisi dei provvedimenti contenuti nel decreto Bersani Liberalizzazione e promozione della concorrenza nei settori dei servizi:un analisi dei provvedimenti contenuti nel decreto Bersani Corso di Economia Industriale 2 Davide Arduini Facoltà di Economia - Università

Dettagli

Valeria Brozzi. Maria Giulia Facchini

Valeria Brozzi. Maria Giulia Facchini Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Scuola di Economia Corso di Strategia d impresa A.A. 2013/2014 Prof. T. Pencarelli Dott. M. Dini IL CASO Valeria Brozzi (v.brozzi@campus.uniurb.it) Maria Giulia

Dettagli

Quanto vale l azienda, quanto la paga Cai e quanto costa l operazione agli italiani di Andrea Giuricin e Ugo Arrigo

Quanto vale l azienda, quanto la paga Cai e quanto costa l operazione agli italiani di Andrea Giuricin e Ugo Arrigo 63 idee per il libero mercato IBL Briefing Paper Il punto su Alitalia Quanto vale l azienda, quanto la paga Cai e quanto costa l operazione agli italiani di Andrea Giuricin e Ugo Arrigo Il Commissario

Dettagli

Struttura di mercato e potere di mercato

Struttura di mercato e potere di mercato Struttura di mercato e potere di mercato Valutazione del potere di mercato Potere di mercato dal punto di vista teorico: P>Cma Come valutare il potere di mercato in concreto? Prima problema cosa intendiamo

Dettagli

DI PASSEGGERI 25 5 2014 (+5% VS

DI PASSEGGERI 25 5 2014 (+5% VS Roma 13 Giugno 2014 La forza dei numeri 25 mln DI PASSEGGERI nei primi 5 mesi del 2014 (+5% VS 2013) 12 mln AV (+12% VS 2013) 97% di PUNTUALITÀ (98,5% su AV) 97% di CUSTOMER SATISFACTION 11 mln i biglietti

Dettagli

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Prima) SENTENZA.

R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio. (Sezione Prima) SENTENZA. N. 03378/2014 REG.PROV.COLL. N. 05883/2013 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Prima) ha pronunciato la

Dettagli

QUADERNI DELL AVIAZIONE CIVILE COLLANA DEL CENTRO STUDI DEMETRA DOSSIER MALPENSA. Pierluigi Di Palma Roberta Sara Paviotti.

QUADERNI DELL AVIAZIONE CIVILE COLLANA DEL CENTRO STUDI DEMETRA DOSSIER MALPENSA. Pierluigi Di Palma Roberta Sara Paviotti. QUADERNI DELL AVIAZIONE CIVILE COLLANA DEL CENTRO STUDI DEMETRA DOSSIER MALPENSA di Pierluigi Di Palma Roberta Sara Paviotti Prefazione di Giovanni Minoli EDIZIONI Quaderni dell Aviazione Civile Collana

Dettagli

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione non è obbligatoria) DECISIONI COMMISSIONE

(Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione non è obbligatoria) DECISIONI COMMISSIONE 25.2.2009 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 52/3 II (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione non è obbligatoria) DECISIONI COMMISSIONE DECISIONE DELLA COMMISSIONE del

Dettagli

Quando deregolare non significa necessariamente lasciare agire le forze del mercato. Il caso del settore aereo in Italia.

Quando deregolare non significa necessariamente lasciare agire le forze del mercato. Il caso del settore aereo in Italia. Quando deregolare non significa necessariamente lasciare agire le forze del mercato. Il caso del settore aereo in Italia. Marco Alderighi 1,2,, Oliviero Baccelli 2 1 Università della Valle d Aosta 2 CERTeT,Università

Dettagli

ADDETTO DI SCALO AEROPORTUALE

ADDETTO DI SCALO AEROPORTUALE RASSEGNA STAMPA CORSO PROFESSIONALE PER ADDETTO DI SCALO AEROPORTUALE 1 «Investire negli aeroporti per conquistare la ricchezza dei cieli» 30/11/2014 La sorprendente e illuminante ricerca del Censis sul

Dettagli

BUSINESS TRAVEL SURVEY 2011

BUSINESS TRAVEL SURVEY 2011 UVET AMERICAN EXPRESS MAGGIO 2011 FULL VERSION BUSINESS TRAVEL SURVEY 2011 UN ANNO DI VIAGGI IN RIPRESA L economia italiana, dopo un 2009 complicato, ha visto un leggero recupero, grazie soprattutto al

Dettagli

IL CASO ALITALIA - SALVATAGGIO O FALLIMENTO?

IL CASO ALITALIA - SALVATAGGIO O FALLIMENTO? IL CASO ALITALIA - SALVATAGGIO O FALLIMENTO? Il salvataggio della nostra compagnia di bandiera è un argomento che, oramai da molti mesi, tiene banco nella pubblica opinione, più ancora che in sede politica

Dettagli

Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio.

Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio. Puglia Lisa Molinari e Barbara Roveda Consigli pratici e raccomandazioni Tutte le informazioni utili da sapere per preparare il viaggio. Treni delle Ferrovie del Gargano. In bicicletta nel Parco Nazionale

Dettagli

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali Milano, 22 giugno 2012 Prof. Avv. Alessandro Mantelero Politecnico di Torino IV Facoltà I. Informazione pubblica ed informazioni personali

Dettagli

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI

IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI IL MINISTRO DELLE COMUNICAZIONI Vista la direttiva 97/67/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 dicembre 1997, concernente regole comuni per lo sviluppo del mercato interno dei servizi postali

Dettagli

136 5 giugno 2009. IBL Focus. Gli slot della discordia. idee per il libero mercato. di Andrea Giuricin

136 5 giugno 2009. IBL Focus. Gli slot della discordia. idee per il libero mercato. di Andrea Giuricin 136 idee per il libero mercato Gli slot della discordia di Andrea Giuricin Alitalia, nella conferenza stampa tenuta a Roma il 12 Maggio scorso ha affermato di avere scelto come unico hub lo scalo di Roma

Dettagli

NEWS FLASH TRASPORTI N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie

NEWS FLASH TRASPORTI N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie N 2 LUGLIO 2012 A cura delle Politiche di Programmazione Economiche e Finanziarie g.serafini@uil.it NEWS FLASH TRASPORTI NEWS FLASH TRASPORTI A cura del Servizio Politiche di Programmazione Economiche

Dettagli

SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE

SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE UVET AMERICAN EXPRESS BUSINESS TRAVEL SURVEY MAGGIO 2010 LIGHT VERSION SECONDO SEMESTRE: SEGNALI DI RIPRESA, LE AZIENDE ITALIANE RICOMINCIANO A VIAGGIARE L impatto della crisi economica iniziata a metà

Dettagli

2. Istituzione di nuove competenze per l Autorità

2. Istituzione di nuove competenze per l Autorità ANTITRUST Le novità in materia di controllo delle concentrazioni, le nuove attribuzioni dell AGCM e la revisione delle competenze giurisdizionali in materia antitrust nel Decreto Liberalizzazioni Contenuti

Dettagli

RECUPERO DI CREDITI VERSO LA P.A.: I CASI DI BLOCCO ALLE ESECUZIONI

RECUPERO DI CREDITI VERSO LA P.A.: I CASI DI BLOCCO ALLE ESECUZIONI RECUPERO DI CREDITI VERSO LA P.A.: I CASI DI BLOCCO ALLE ESECUZIONI A causa delle difficoltà finanziarie in cui versano molte amministrazioni pubbliche, negli ultimi anni vari provvedimenti sono stati

Dettagli

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE

INDICATORI SOCIO-ECONOMICI SU FIRENZE Gli indicatori delle modalità di arrivo a Firenze: i bus turistici e il traffico aereo Tra le numerose modalità di arrivo a Firenze si evidenziano quelle più rappresentative dell andamento turistico nonché

Dettagli

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE

- SERVIZI DI PULIZIA - SISTEMAZIONE DEL VERDE IL GRUPPO SOGAER SOGAER S.p.A. GESTIONE AEROPORTUALE N Occupati 130 SOGAERDYN SERVIZI DI HANDLING N Occupati 111 Tempo indet 22 Tempo det. SOGAER SECURITY SERVIZI DI SICUREZZA N Occupati 93 Tempo indet

Dettagli

Comitato di redazione

Comitato di redazione 1 2 3 4 Comitato di redazione Alla realizzazione della presente pubblicazione hanno collaborato: - Patrizia Sapia per la raccolta, verifica ed elaborazione dei dati di traffico aeroportuale, le serie storiche

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia

Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia MOBILITY CONFERENCE 2015 CONNESSIONI AEREE E SVILUPPO AEROPORTUALE Grandi aeroporti e aeroporti accessibili. L investimento di easyjet per la Lombardia FRANCES OUSELEY, Direttore Italia easyjet Milano,

Dettagli

Collegamenti in pullman

Collegamenti in pullman Collegamenti in pullman Per consentirvi di raggiungere comodamente i porti d imbarco in Italia, organizziamo collegamenti dalle principali città italiane con confortevoli pullman Granturismo in coincidenza

Dettagli

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale

Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei principali casi di disservizio aeroportuale Via Volturno n. 33-30173 VENEZIA/MESTRE Telefono e Fax 041/5349637 E-mail: info@associazionedifesaconsumatori.it www.associazionedifesaconsumatori.it Vacanza Informata *** I diritti del passeggero nei

Dettagli

VISTO il Regolamento del Consiglio delle Comunità Europee n. 4064/89 del 21 dicembre 1989;

VISTO il Regolamento del Consiglio delle Comunità Europee n. 4064/89 del 21 dicembre 1989; Provvedimento n. 1 del 5aprile 1993 BANCO DI SARDEGNA Spa / BANCA POPOLARE DI SASSARI Scrl / CASSA COMUNALE DI CREDITO AGRARIO DI SAMATZAI / CASSA COMUNALE DI CREDITO AGRARIO DI PIMENTEL VISTA la legge

Dettagli

ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE

ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE ALL. 1 Allegato all OS. n. 31 /2012 del 11-04-2012 DISCIPLINA PER I VIAGGI DEGLI ELETTORI CAPO I AMBITO DI APPLICAZIONE Per i viaggi degli elettori residenti nel territorio nazionale e di quelli residenti

Dettagli

Il futuro del trasporto aereo in Italia: ipotesi per un assetto sistemico e strumenti di governance per il rilancio del settore

Il futuro del trasporto aereo in Italia: ipotesi per un assetto sistemico e strumenti di governance per il rilancio del settore ASSAEREO Associazione Nazionale Vettori ed Operatori del Trasporto Aereo Il futuro del trasporto aereo in Italia: ipotesi per un assetto sistemico e strumenti di governance per il rilancio del settore

Dettagli

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST

CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST CORSO DI TRASPORTI AEREI Prof. Luigi La Franca COMPAGNIE LOW-COST A.A. 2006/07 Storia Pre Deregulation Southwest Airlines (1971) Introduzione di servizi di linea a basso costo: Riduzione dei servizi ai

Dettagli

1 Network aeroportuale italiano

1 Network aeroportuale italiano www.weblocat.com Web Locat è anche su: 1 Network aeroportuale italiano partner di Web Locat in breve 38 Aeroporti Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Milano Linate, Napoli Capodichino, Roma Ciampino, Bergamo

Dettagli

Presentazione delle proposte di comunicazione a bordo

Presentazione delle proposte di comunicazione a bordo Presentazione delle proposte di comunicazione a bordo 1 Chi siamo Meridiana è il secondo gruppo del trasporto aereo italiano. La flotta consta di 27 velivoli, e l offerta si focalizza su tre aree prevalenti:

Dettagli

INDICE GENERALE. Introduzione LA REGOLAZIONE DEI MERCATI DEL TRASPORTO: IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI COMUNITARIE (di Stefano Zunarelli)

INDICE GENERALE. Introduzione LA REGOLAZIONE DEI MERCATI DEL TRASPORTO: IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI COMUNITARIE (di Stefano Zunarelli) INDICE GENERALE Introduzione LA REGOLAZIONE DEI MERCATI DEL TRASPORTO: IL RUOLO DELLE ISTITUZIONI COMUNITARIE (di Stefano Zunarelli) 1. Premessa... pag. 1 2. Iniziale difficoltà nell applicazione dei principi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri

COMUNICATO STAMPA. Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri COMUNICATO STAMPA Trend in crescita per gli aeroporti italiani Nel 2014 superati i 150 MLN di passeggeri Roma, 27 gennaio 2015: Nel 2014 il traffico aereo torna a crescere nel nostro Paese dopo due anni

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 25 novembre 2010 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Disposizioni in materia di invii di corrispondenza rientranti nell'ambito del servizio postale universale e tariffe degli invii di corrispondenza

Dettagli

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione;

lo Statuto Speciale per la Sardegna e le relative norme di attuazione; DETERMINAZIONE PROT. N. 11827 REP N. 647 DEL 10.10.2013 Oggetto: Procedura di gara d appalto per gli oneri di servizio pubblico ai sensi dell art. 16 par. 9 e 10 e art. 17 del Regolamento (CE) 1008/2008.

Dettagli

AEROPORTO DI BOLOGNA 2015/16 ORARIO VOLI. Voli di linea

AEROPORTO DI BOLOGNA 2015/16 ORARIO VOLI. Voli di linea AEROPORTO DI BOLOGNA 2015/16 ORARIO VOLI Voli di linea Inverno 2015/2016 Aggiornato al 26/10/2015 Valido fino al 26/03/2016 Guida alla lettura dell Orario Voli Da Compagnia N. Volo Partenza Arrivo Frequenza

Dettagli

Fact Book ICCSAI 2012

Fact Book ICCSAI 2012 Fact Book ICCSAI 2012 Aeroporti e sistemi territoriali: Investimenti e sviluppo Renato Redondi Comitato Scientifico ICCSAI Palermo, 8 Giugno 2012 AGENDA TRAFFICO PASSEGGERI IN ITALIA E IN EUROPA TRAFFICO

Dettagli

Novembre 2014. Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti

Novembre 2014. Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti Novembre 2014 Commissioni interbancarie: legittime per la Corte di Giustizia quando forniscono benefici per gli esercenti Andrea De Matteis, De Matteis Studio Legale Le commissioni interbancarie multilaterali

Dettagli

IMPRESE DI GRUPPO ALITALIA IN A. S. COMUNICATO

IMPRESE DI GRUPPO ALITALIA IN A. S. COMUNICATO COMUNICATO STAMPA IMPRESE DI GRUPPO ALITALIA IN A. S. COMUNICATO Il Commissario straordinario, Prof. Avv. Augusto Fantozzi, comunica che in data odierna ha accettato l Offerta formalizzata in data 19 novembre

Dettagli

2. Esenzioni dal congelamento 3. Gestione depositi

2. Esenzioni dal congelamento 3. Gestione depositi Regolamento (UE) n. 204/2011 del Consiglio del 2 marzo 2011 concernente misure restrittive in considerazione della situazione in Libia. Comunicazione agli operatori A seguito delle misure restrittive introdotte

Dettagli

Lettura Guida ai voli low cost

Lettura Guida ai voli low cost Guida ai voli low cost Informazioni generali sulle compagnie low cost Le compagnie aeree low cost con le loro tariffe hanno rivoluzionato il settore dei voli. Una low cost (o no frill o low fare) è una

Dettagli

ALITALIA: NEL 2008 DECOLLA IL NUOVO NETWORK. Conferenza Stampa martedì 5 febbraio 2008 ore 11.00

ALITALIA: NEL 2008 DECOLLA IL NUOVO NETWORK. Conferenza Stampa martedì 5 febbraio 2008 ore 11.00 COMUNICATO STAMPA ALITALIA: NEL 2008 DECOLLA IL NUOVO NETWORK PRESENTAZIONE DEL NUOVO NETWORK PER LA STAGIONE SUMMER 2008 Conferenza Stampa martedì 5 febbraio 2008 ore 11.00 Il 31 marzo 2008 parte il nuovo

Dettagli