Sistemi Satellitari di nuova generazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi Satellitari di nuova generazione"

Transcript

1 Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Corso di Sistemi Wireless in Area Locale a.a Sistemi Satellitari di nuova generazione Ing. Rosalba Suffritti 10 marzo 2008

2 Comunicazioni Satellitari perché? Vantaggi delle reti satellitari: permettere l estensione del range di copertura di reti terrestri fissi e mobili (aree rurali ) distribuire informazioni multimediali su aree geografiche molto vaste (wide-area coverage ) non essere danneggiate da disastri naturali che possono accadere sulla superficie terrestre (comunicazioni per situazioni di emergenza ) La popolazione è diventata sempre più esigente nel richiedere servizi e connettività anytime e anywhere CRESCENTE DOMANDA DI COMUNICAZIONI SATELLITARI 2

3 Sistemi via Satellite (I) Sistemi LEO (Low Earth Orbit) Costellazioni di satelliti per trasmissione voce e dati a Bassi Data Rate ( IRIDIUM,GLOBALSTAR ) necessitano di condizioni LOS problemi in ambienti indoor vasta copertura della superficie terrestre IRIDIUM totale copertura della Terra compresi oceani e poli presenza di collegamenti inter-satellite GLOBALSTAR satelliti trasparenti necessità di un gateway a terra copertura non completa della superficie terrestre ( parti dell oceano, zone molto remote ) 3

4 Sistemi via Satellite (II) Sistemi MEO (Medium Earth Orbit) Sistemi di Posizionamento (Glonass, GPS, Galileo) GLONASS (1995) Sistema controllato dall esercito russo 24 satelliti accuratezza 55m orizz e 70m vert GPS (2000) Sistema controllato dall esercito statunitense 24 satelliti (non coprono i poli) in Banda L precisione metri GALILEO ( ) Sistema civile europeo 30 satelliti con possibilità di copertura globale in banda L accuratezza 4m orizz e 8m vert 4

5 Sistemi via Satellite (III) Sistemi GEO (Geostationary Orbit) Altitudine di circa km sull orbita equatoriale Rotazione sincronizzata con quella del pianeta. Copertura offerta di circa 1/3 della superficie terrestre, escludendo le latitudini elevate 3 satelliti GEO possono coprire (spaziati di 120 ) l'intera superficie del globo. Sistemi DVB Standard Open prodotti dal Consorzio DVB Sistema DOCSIS Sistema proprietario sviluppato da un consorzio di compagnie americane ( CISCO, Texas Instruments ) Sistema IPoS (IP over Satellite) Sistema pubblicato da TIA (Telecommunications Industries Association) e promosso da HUGHES 5

6 Il consorzio DVB (Digital Video Broadcasting) Gli standard del consorzio DVB sono standard open Servizi satellitari multimediali e di digital broadcasting per terminali fissi DVB-S: forward link (K u /K a band) 1997/2004 DVB-S2: forward link 2 nd Generation (K u /K a band) 2005/06 DVB-RCS : return link (K u /K a band) 2005/06 Estensione degli standard per applicazioni mobili DVB-RCS +M : return link per scenari ferroviari, aerei, marittimi e veicolari (K u /K a band) previsto nel 2008 DVB-SH : servizi satellitari per dispositivi portatili ( le frequenze utilizzate sono sotto i 3 Ghz (banda L) ) 2007/08 Primo standard satellitare basato su tecniche di accesso OFDM 6

7 DVB-S the First Generation DVB-S è stato il 1 standard per trasmissioni digitali broadcasting via satellite standard di grande successo e diffusione Il sistema prevede la trasmissione di un flusso audio/video digitale MPEG-2 utilizzando un sistema di modulazione QPSK con codifica concatenata (Reed-Solomon + Codice convoluzionale). 7

8 DVB-S2 the Second Generation (I) E nato per incrementare l efficienza e la qualità del sistema DVB-S Concetti chiave: 1. Maggiore capacità trasmissiva rispetto al DVB-S 2. Totale flessibilità 3. Ragionevole complessità del ricevitore Per ottenere il bilanciamento tra prestazioni e complessità, il DVB-S2 si avvale di alcune tra le più recenti tecniche sviluppate sia nel campo della codifica di canale sia in quello della modulazione. E stato progettato per applicazioni satellitari a larga banda quali: TV a definizione standard, STDV (Standard Definition Television) TV ad alta definizione, HTDV (High Definition Television) Servizi interattivi ( accesso ad Internet ) Distribuzione di segnali TV a trasmettitori digitali terrestri VHF/UHF 8

9 DVB-S2 the Second Generation (II) Codifica di canale: Codifica concatenata: codice esterno BCH + codice interno LDPC LDPC Low Density Parity Check Scoperti da Gallanger nel Soltanto oggi però i progressi fatti dalla tecnologia sui microcircuiti consentono di realizzare i complicati algoritmi di decodifica nei prodotti consumer. Sono codici blocco Caratteristiche principali nel DVB-S2: 1. la grande lunghezza del blocco LDPC: bit per blocchi detti Normal e bit per blocchi detti Short ; 2. l elevato numero di iterazioni in decodifica (circa 50 iterazioni SISO); BCH: codici ciclici usati per correggere pattern di errori random 9

10 DVB-S2 the Second Generation (III) Tecniche di modulazione: QPSK 8PSK 16 APSK 32 APSK La 16APSK e la 32APSK sono state scelte per minimizzare la distorsione non lineare. Collocando i vari punti su cerchi concentrici è possibile ridurre le fluttuazioni dell inviluppo del segnale trasmesso. Uso di tecniche di predistorsione 10

11 DVB-S2 the Second Generation (IV) 11

12 DVB-S2 the Second Generation (V) ACM (Adaptive Coding and Modulation) Modalità che permette di ottimizzare la trasmissione a seconda delle condizioni del canale Ad ogni blocco di codifica il rate di codice e l ordine di modulazione possono essere variati in base all analisi del SNR dell utente Information data Channel status 12

13 DVB-S2 the Second Generation (VI) Compatibilità con il sistema DVB-S 1. Modulazioni stratificate (layered modulations) I segnali DVB-S2 e DVB-S sono combinati in modo asincrono sul canale a radio frequenza, con il segnale DVB-S trasmesso ad un livello di potenza molto più elevato 2. Modulazione gerarchica (hierarchical modulation) Un flusso ad Alta Priorità ( DVB-S ) e uno a Bassa Priorità ( DVB-S2 ) sono mappati in modo sincrono su una costellazione 8PSK NON uniforme i 2 bit HP DVB-S definiscono un punto della costellazione QPSK, mentre il bit proveniente dal flusso DVB-S2 impone una rotazione addizionale ±θ prima della trasmissione. 13

14 DVB-RCS the Return link (I) E lo standard che definisce il canale di ritorno per le comunicazioni satellitari per terminali fissi Network Control Center (NCC) fornisce le funzioni di Controllo e Monitoraggio. genera i segnali di controllo e di timing per il funzionamento della rete interattiva Traffic Gateway (TG) Riceve i segnali di ritorno dai terminali RCS, fornendo i servizi interattivi e le connessioni verso i gestori di piattaforma e le varie reti (Internet, PSTN, ISDN). Feeder Trasmette il segnale interattivo di andata costituito da un segnale video digitale di broadcast (DVB-S o DVB-S2) sul quale sono multiplati i dati d utente e/o i segnali di controllo e timing. 14

15 DVB-RCS the Return link (II) Burst Formats Traffic (TRF) ATM (53 bytes) MPEG (188 bytes) Acquisition (ACQ) Syncronization (SYNC) Common signalling channel (CMS) E usato dal terminale per identificare se stesso durante il log-on Gli ACQ e SYNC sono richiesti per posizionare correttamente le trasmissioni dei burst di ogni terminale durante e dopo il log-on 15

16 DVB-RCS the Return link (III) Codifica di canale la codifica di canale è applicata ai burst di traffico e di controllo sono previsti 2 schemi di codifica : 1. Codice convoluzionale non sistematico è prevista una concatenazione con un codice esterno Reed-Solomon 16

17 DVB-RCS the Return link (IV) 2. Turbo Codice è un Double-binary Circular Recursive Systematic Convolutional (CRSC) code Il bit più significativo (MSB) del primo byte è assegnato al bit informativo A, quello successivo a B e così via. sono definiti 7 rate di codice: 1/3, 2/5, 1/2, 2/3, 3/4, 4/5, 6/7 Il rate nominale del Turbo encoder è 1/3 e gli altri rate vengono ottenuti con un operazione di puncturing sui bit di parità 17

18 DVB-RCS the Return link (V) Modulazione nello standard è prevista la QPSK ma ci sono studi che stanno valutando l inserimento della 8PSK e della 16APSK 18

19 DVB-RCS the Return link (VI) Accesso Multiplo MF-TDMA Lo schema di accesso utilizzato è il Multi-Frequency Time Division Multiple Access (MF-TDMA). MF-TDMA permette ad un gruppo di terminali di comunicare con il gateway usando un set di portanti, ognuna delle quali è divisa in time-slots. Il NCC alloca ad ogni terminale attivo una serie di burst, ognuno definito da una frequenza, una banda, uno start time e una durata. Schema fisso: banda e durata time slot fissi Schema dinamico: il terminale usa slot che possono variare in banda e durata 19

20 DVB-RCS + M towards the mobility Services to be provided Mobile broadband access System scenarios Aeronautical Passenger transportation (e.g. airliners) Private aircrafts (e.g. executive jets) Maritime Passenger transportation Commercial ships (e.g. cargos, etc) Land mobile scenario Railway (Trains) Vehicular (Buses & cars) Service Coverage Global coverage requested for Aeronautical and Maritime Regional coverage requested for Aeronautical, Maritime, and Land mobile Frequency bands Ku-band (assigned to MSS ) Space-to-earth GHz Earth-to-space GHz Ka-band (assigned to MSS and FSS) Earth-to-space GHz Space-to-earth GHz 20

21 DVB-RCS+M le sfide da vincere Scenario LOS (Line of Sight): Aeronautico e Marittimo Doppler shift Interferenze Beam/Network Handover accesso SCPC (Single channel per carrier) Scenario NLOS: Land Mobile (ferroviario e veicolare) Shadowing frequente del segnale Canale multipath 21

22 DVB-RCS+M le key features Introduzione di tecniche di Spread Spectrum per rispettare le regolamentazioni sulla potenza per antenne di misure ridotte da usare su aerei, navi, veicoli Handover di satellite, di fascio e di gateway Aggiunta di segnalazione per gestire l handover e il logon Possibilità di trasmettere sul return link una trama DVB-S2 con il modo SCPC e gestione dei 2 tipi di accesso (MF-TDMA e SCPC) Tecniche per contrastare Shadowing/Fading: Codifica eseguita a livello di pacchetto negli strati superiori (Upper Layer FEC) nel forward link Estensione tecniche ACM al contesto di mobilità 22

23 DVB-SH for the handheld devices (I) DVB-SH è un sistema per la trasmissione di servizi multimediali su reti ibridi satellitari e terrestri, a frequenze inferiori a 3 GHz, verso terminali mobili e fissi aventi piccole antenne con direttività molto limitata: cellulari, palmari, computer portatili, nomadici o stazionari. Lo standard fornisce copertura universale combinando in modo cooperativo: SC (Satellite Component): assicura una copertura geografica totale CGC (Complementary Ground Component): fornisce una copertura di tipo cellulare 23

24 DVB-SH for the handheld devices (II) Lo standard definisce 2 architetture che combinano le 2 componenti: 1. SH-A: c. terrestre OFDM + c. satellitare OFDM Turbo codici + Modulazioni QPSK - 16QAM - Non-uniform 16QAM (dal DVB-T/H) 2. SH-B: c. terrestre OFDM + c. satellitare TDM Turbo codici + Modulazioni QPSK 8PSK 16APSK (dal DVB-S2) 24

25 DOCSIS-S Originariamente è stato sviluppato come standard per trasmissioni terrestri via cavo E promosso da ViaSat Consiste di terminali (CM: Cable Modem) e di HUB (CMTS: Cable Modem Termination System) DOCSIS-S implementa lo standard DOCSIS 1.1 al di sopra del livello fisico e un livello fisico specifico per il sistema satellitare Il Forward link utilizza un sistema di turbo codifica con ACM (Adaptive Coding & Modulation) Il MAC layer contiene un MAC header di 6 byte e un ETHERNET packet come payload. L incapsulamento di pacchetti IP richiede un header addizionale di 17 Byte e un CRC32 25

26 IPoS (IP over Satellite) (I) Realizza una rete satellitare a stella in cui un gruppo di terminali comunica con un hub in modalità bi-direzionale SPACE SEGMENT Permette la comunicazione tra hub e terminali in entrambe le direzioni per mezzo di transponder in banda Ku HUB SEGMENT Interconnette la rete di accesso satellitare con le reti esterne (Internet, private packet network..) Svolge le operazioni di aggregazione del traffico, conversione da un protocollo ad un altro, routing e management della rete satellitare USER SEGMENT E responsabile di interfacciare gli user hosts 26

27 IPoS (IP over Satellite) (II) E un always-on IP service: l utente non deve effettuare un nuovo log-on una volta registrato L architettura separa le funzionalità satellite - dependent da quelle satellite - indipendent per mezzo dell interfaccia SI-SAP posizionata tra il livello MAC e il livello Network. Il canale di ritorno è simile al DVB-RCS ma prevede l utilizzo della O-QPSK e di burst di lunghezza variabile 27

28 Confronto tra sistemi satellitari 28

29 Bibliografia 1. ETSI EN : "Digital Video Broadcasting (DVB); Framing structure, channel coding and modulation for 11/12 GHz satellite services, ETSI EN v , "Digital Video Broadcasting (DVB); Second generation framing structure, channel coding and modulation system for Broadcasting, Interactive Services, News Gathering and other broadbandsatellite applications", Final Draft ETSI EN v , "Digital Video Broadcasting (DVB); Framing Structure, channel coding and modulation for Satellite Services to Handheld devices (SH) below 3 GHz, State-of-the-art and new trends in the physical layer of digital satellite communications, Prof. G.E.Corazza, Università di Bologna 5. DOCSIS - S 6. IP over Satellite 29

30 GRAZIE PER L ATTENZIONE! Rosalba Suffritti CNIT- Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Laboratorio di Elaborazione Numerica dei Segnali e Telematica (LENST) 30

DVB-H Il livello fisico e aspetti di rete. Maria Missiroli

DVB-H Il livello fisico e aspetti di rete. Maria Missiroli DVB-H Il livello fisico e aspetti di rete Maria Missiroli Cos è il DVB-H? Digital Television for Handheld terminals Il DVB-H non è solo TV, ma è data broadcasting per molti utenti con un singolo servizio.

Dettagli

PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND SEGmENT SATELLITARE

PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND SEGmENT SATELLITARE INGEGNERIA della a cura di Ing. g. Nicolai Ing. M. Nava commissione ingegneria dei sistemi complessi Visto da: Ing. g. d agnese PRINcIPI DI SySTEm ENGINEERING APPLIcATI ALLA REALIzzAzIONE DI UN GROUND

Dettagli

fmtvdigitalbroadcasting

fmtvdigitalbroadcasting fmtvdigitalbroadcasting EVOLUZIONE DELLA TV SITUAZIONE DEL MERCATO: PRIMA Mercati separati e verticali LA SITUAZIONE DEL MERCATO: ADESSO CONVERGENZA DIGITALE: nuovi mercati orizzontali, con molteplici

Dettagli

Tab. 1. Gamma di frequenze [GHz]

Tab. 1. Gamma di frequenze [GHz] 58 Ponti radio Per ponte radio si intende un sistema di collegamento, bidirezionale, a larga banda, che utilizza le onde elettromagnetiche per trasmettere informazioni sia analogiche sia digitali. I ponti

Dettagli

Digitale Terrestre Televisivo (DTT):

Digitale Terrestre Televisivo (DTT): Digitale Terrestre Televisivo (DTT): infrastruttura per il trasporto wireless della rete IP tecnologia per l accesso capillare alle applicazioni telematiche Roberto.Borri@csp.it Giovanni.Ballocca@csp.it

Dettagli

Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce

Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce 1 Spostamento = Velocità utente Frequenza della portante Velocità della luce 2 3 4 5 6 7 WiMAX : Worldwide Interoperability for Microwave Access Consorzio no-profit di aziende creato per promuovere e certificare

Dettagli

I quaderni di. Televisione digitale terrestre, satellitare: in queste pagine parliamo di standard. Lo standard

I quaderni di. Televisione digitale terrestre, satellitare: in queste pagine parliamo di standard. Lo standard I quaderni di Nuove piattaforme di diffusione terrestre e satellitare dellatv digitale: gli standard DVB-T2 e DVB-S2 Televisione digitale terrestre, satellitare: in queste pagine parliamo di standard.

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Martedì 26-05-2015 1 Confronto tra switch

Dettagli

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN)

WLAN 802.11. Local Area Network (LAN) WLAN 802.11 1 Local Area Network (LAN) Ethernet Server Hub Internet 2 1 Wireless Local Area Network (WLAN) Ethernet Server Access Point Internet 3 Perchè le Wireless LAN Riduzione costi di manutenzione

Dettagli

Rete di accesso. Reti di accesso

Rete di accesso. Reti di accesso Rete di accesso Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Reti di accesso Per arrivare all utenza residenziale ( ultimo miglio ), l

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto

RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica. Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica ISDN ADSL RAS Lenee dedicate Reti a commutazione di pacchetto ATM Reti wireless

Dettagli

Tecniche di Comunicazione Multimediale

Tecniche di Comunicazione Multimediale Tecniche di Comunicazione Multimediale Standard di Comunicazione Multimediale Le applicazioni multimediali richiedono l uso congiunto di diversi tipi di media che devono essere integrati per la rappresentazione.

Dettagli

Sistemi a larga banda (Broadband)

Sistemi a larga banda (Broadband) 61 Sistemi a larga banda (Broadband) Le applicazioni informatiche e i servizi multimediali (musica, film, manifestazioni sportive) offerti sulla grande rete Internet e attraverso la televisione digitale

Dettagli

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale

La telematica. Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica. Segnale analogico / digitale Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Lettere e Filosofia La telematica Informatica per le discipline umanistiche Note sulla telematica Marco Lazzari A.A. 2005-2006 Telematica: telecomunicazioni

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12 Sommario della

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

Reti di Calcolatori:

Reti di Calcolatori: Reti di Calcolatori: Internet, Intranet e Mobile Computing a.a. 2007/2008 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/reti/reti0708.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì

Dettagli

OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE

OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE MICSO srl Via Tiburtina, 318 65128 PESCARA Tel. 085-4315192 info@micso.it http://www.micso.net OFFERTA CONNESSIONE ADSL SATELLITARE BIDIREZIONALE MICSO S.r.l tramite Network Teleport Italia rende disponibili

Dettagli

Scopri la libertà di Mobile Line.

Scopri la libertà di Mobile Line. Scopri la libertà di Mobile Line. Discover Mobile Line freedom. Inmarsat Pro Sistema Inmarsat è un sistema basato su una costellazione di satelliti geostazionari la cui copertura è mondiale, esclusi i

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services

VSAT. Enhancing Your Connectivity with Universat Italia Services with VSAT Per i clienti che operano in ambienti estremi, spesso non raggiunti dalle tradizionali reti di telecomunicazione Universat rende disponibile soluzioni VSAT (Very Small Aperture Terminal) per

Dettagli

Garr Ws05 1. PREMESSA V01

Garr Ws05 1. PREMESSA V01 DIGITALE TERRESTRE TELEVISIVO (DTT): INFRASTRUTTURA PER IL TRASPORTO WIRELESS DELLA RETE IP E TECNOLOGIA PER L ACCESSO CAPILLARE ALLE APPLICAZIONI TELEMATICHE 1. PREMESSA La digitalizzazione del mezzo

Dettagli

Standard delle reti wireless

Standard delle reti wireless Standard delle reti wireless Pubblicati dalla IEEE, 802 LAN-MAN standards committee. ISO OSI 7-layer model Application Presentation Session Transport Network Data Link Physical IEEE 802 standards Logical

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 23 Giovedì 22-05-2014 1 Reti wireless Una

Dettagli

Centraline di conversione

Centraline di conversione Centraline per la transmodulazione modulare RACK DTV Rack: una soluzione veramente flessibile La centrale di testa modulare è basata su un mobile rack da 19 che viene fornito completo di scheda madre.

Dettagli

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella Premessa breve Reti, Protocolli e Indirizzi Lo sviluppo delle telecomunicazioni ha avuto due fattori determinanti : L esistenza di una rete esistente (quella telefonica) La disponibilita di HW e SW adeguati

Dettagli

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Wireless Mesh a banda larga. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Wireless Mesh a banda larga Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless multihop

Dettagli

SIMULATORI PER RETI AD HOC

SIMULATORI PER RETI AD HOC SIMULATORI PER RETI AD HOC Ing. Alessandro Leonardi Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università degli Studi di Catania Modelli di simulazione per Reti Ad Hoc Le reti Ad-Hoc

Dettagli

Nuove piattaforme di diffusione dei media digitali DVB-SH piattaforma per Mobile TV

Nuove piattaforme di diffusione dei media digitali DVB-SH piattaforma per Mobile TV DVB-SH 1 Paolo Talone Nuove piattaforme di diffusione dei media digitali DVB-SH piattaforma per Mobile TV Paolo Talone Sommario: Piattaforme di diffusione per la Mobile TV Piattaforma Hybrid satellite/terrestrial

Dettagli

Wi-Fi, la libertà di navigare in rete senza fili. Introduzione.

Wi-Fi, la libertà di navigare in rete senza fili. Introduzione. Wi-Fi, la libertà di navigare in rete senza fili. Introduzione. L evoluzione delle tecnologie informatiche negli ultimi decenni ha contribuito in maniera decisiva allo sviluppo del mondo aziendale, facendo

Dettagli

Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM

Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM Rete Satellitare per le telecomunicazioni di emergenza SkyPlexNetE TM La rete SkyplexNetE TM, fornita e gestita da Telespazio, rappresenta la cosidetta Dorsale Satellitare Nazionale per le comunicazioni

Dettagli

Networking e Reti IP Multiservizio

Networking e Reti IP Multiservizio Networking e Reti IP Multiservizio Modulo 2: Introduzione alle reti per dati IEEE802.3 (Ethernet) Gabriele Di Stefano: gabriele@ing.univaq.it Argomenti già trattati: Lezioni: Concetti fondamentali Entità

Dettagli

Reti di calcolatori. Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti. Reti di calcolatori

Reti di calcolatori. Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti. Reti di calcolatori Reti di calcolatori Permettono la condivisione di risorse (hardware e software) e la comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello time-sharing,

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet Le reti telematiche e Internet Lezione 6 1 Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro computer distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate

Dettagli

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol

Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello MAC - Medium Access Protocol Sottolivello del data link Regola l accesso al mezzo per reti broadcast LAN e WAN satellitari allocazione statica - a priori allocazione dinamica - in base allo

Dettagli

Reti di accesso wireless metropolitane (WMAN)

Reti di accesso wireless metropolitane (WMAN) Università di Genova Facoltà di Ingegneria Local Loop: Doppino binato 2. Reti Wireless in area locale, personale e d'accesso 2.2 Reti d'accesso wireless (standard IEEE 802.16) Permutatore Prof. Raffaele

Dettagli

GREEN SAT. Introduzione

GREEN SAT. Introduzione 1 GREEN SAT Introduzione Il mercato business nella richiesta di connettività a larga banda può individuare nella soluzione via satellite il compromesso ottimale fra costi, performance e tempi di realizzazione

Dettagli

La Comunicazione tra Computer e le Reti

La Comunicazione tra Computer e le Reti La Comunicazione tra Computer e le Reti Prof. Vincenzo Auletta 1 Rete di Computer Insieme di computer, opportunamente collegati tra loro, che trasmettono informazioni. Stazione/Nodo: Apparecchio collegato

Dettagli

WiMAX. Sistemi wireless in area locale a.a. 2005/06

WiMAX. Sistemi wireless in area locale a.a. 2005/06 WiMAX Sistemi wireless in area locale a.a. 2005/06 I contenuti di questa presentazione sono stati in gran parte estratti dai white papers del WiMAX forum Sistemi Wireless Data rate MMDS LMDS Satellite

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33

Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 Ricezione satellitare 2014 Totale audio 33 RIC. SATELLITARE Introduzione a TV via satellite 3 Satelliti per telecomunicazioni 2 Posizione satelliti-puntamento 6 Frequenze utilizzate e LNB Scelta della

Dettagli

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente

Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Settore Guida 8 Tecnologie satellitari per il controllo del territorio e dell ambiente Presented by Paolo Bellofiore Telespazio Roma, 24 marzo 2011 CNR Piazzale A. Moro 7 Tecnologie satellitari Soluzione

Dettagli

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 1 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Precisazione Noi ci occuperemo solo della trasmissione di informazione in formato digitale. Un segnale analogico è basato su una variazione

Dettagli

Wireless LAN. Scritto da BigDaD

Wireless LAN. Scritto da BigDaD Una Wireless local area network, WLAN, è un sistema di comunicazione flessibile e implementabile nella sua estensione, o alternativo, ad una rete fissa (wired LAN). In una W-LAN viene utilizzata una tecnologia

Dettagli

Test di verica per il corso di Reti di Telecomunicazioni

Test di verica per il corso di Reti di Telecomunicazioni Nome e Cognome Laurea Diploma in Test di verica per il corso di Reti di Telecomunicazioni 31/7/2003 1. La realizzazione asincrona di un servizio sincrono (segnare tutto ciò che è corretto) fa sì che l'allocazione

Dettagli

LTE Long Term Evolution Late To Evolve

LTE Long Term Evolution Late To Evolve LTE Long Term Evolution Late To Evolve 0 Overview della tecnologia 1 Driver del 4G: la domanda di banda del mobile 2 LTE (3GPP Rel.8): ingredienti tecnologici del 4G Architettura Evoluta (E-UTRAN) di tipo

Dettagli

Comunicazioni via Satellite

Comunicazioni via Satellite Comunicazioni via Satellite Tratto da wikipedia Il famoso scrittore di fantascienza Arthur C. Clarke (autore di 2001: Odissea nello spazio) viene notoriamente indicato come l'ideatore dei sistemi satellitari

Dettagli

IEEE 802.16 WIRELESS MAN

IEEE 802.16 WIRELESS MAN Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Ingegneria dell Informazione IEEE 802.16 WIRELESS MAN Maria Luisa Merani IEEE 802.16 e WiMAX M LM 1 Oggetto dello standard 802.16 Fornire

Dettagli

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete

Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Universita' di Verona Dipartimento di Informatica Classificazione delle applicazioni multimediali su rete Davide Quaglia a.a. 2006/2007 1 Sommario Architettura di riferimento Classificazione per funzionalità

Dettagli

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR.

1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. 1 Descrizione del sistema satellitare D-STAR. Il sistema satellitare D-STAR è una rete di terminali VSAT (Very Small Aperture Terminal) con topologia a stella, al centro della quale è presente un HUB satellitare

Dettagli

SDT SERIES MM, ARK-1 PAL + DVB. SDT ARK-1 Serie DVB-T2

SDT SERIES MM, ARK-1 PAL + DVB. SDT ARK-1 Serie DVB-T2 SDT SERIES MM, ARK-1 PAL + DVB SDT ARK-1 Serie 44 Trasmettitore Digitale di ultima Generazione SDT SERIES ARK-1 Serie SDT ARK-1 da 2,5W rms a 6000W rms SDT Serie ARK-1 Versione Trasmettitore completamente

Dettagli

Programmazione in Rete

Programmazione in Rete Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 102 Sommario della

Dettagli

Reti di Calcolatori. Il software

Reti di Calcolatori. Il software Reti di Calcolatori Il software Lo Stack Protocollare Application: supporta le applicazioni che usano la rete; Transport: trasferimento dati tra host; Network: instradamento (routing) di datagram dalla

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx

Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici A. A. 2009/2010. Reti di accesso. Architettura di rete HFC FTTx Corso di Sistemi di Telecomunicazione Ottici Reti di accesso Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2009/2010 Reti di accesso (1) Reti di accesso Architettura di rete

Dettagli

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni

Guido Salerno Aletta. Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Dalla televisione digitale di prima generazione alla Ip-TV Guido Salerno Aletta Direttore Generale Fondazione Ugo Bordoni Il passaggio al digitale nella telefonia mobile e nella televisione inizia dal

Dettagli

Comunicazione codifica dei dati. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni

Comunicazione codifica dei dati. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni Comunicazione codifica dei dati Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni Trasmissione dati La trasmissione dati,permette di trasmettere a distanza informazioni di tipo digitale

Dettagli

Gestione Globale delle Risorse Mobili

Gestione Globale delle Risorse Mobili Gestione Globale delle Risorse Mobili Localizza e Controlla con un unica Soluzione La Tecnologia Qastrack è la soluzione Qascom per la localizzazione ed il monitoraggio remoto delle risorse mobili, siano

Dettagli

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line

xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line xdsl Generalità xdsl fa riferimento a tutti i tipi di Digital Subscriber Line ADSL: asymmetric DSL SDSL: symmetric DSL HDSL: High-data-rate DSL VDSL: Very high DSL E una tecnologia utilizzata per fornire

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

3.3 - GPRS-EDGE. Architetture e Protocolli per Reti Wireless - R. Bolla 1. Università di Genova Facoltà di Ingegneria. dist. Prof.

3.3 - GPRS-EDGE. Architetture e Protocolli per Reti Wireless - R. Bolla 1. Università di Genova Facoltà di Ingegneria. dist. Prof. Università di Genova Facoltà di Ingegneria 3. Reti Radio-mobili Cellulari 3.3 GPRS-EDGE Prof. Raffaele Bolla Architetture e Protocolli per Reti Wireless dist La trasmissione dati su reti radio mobili cellulari

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza

Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza Brochure Applicazioni Soluzioni di collegamento per la videosorveglianza Collegamenti wireless per progetti di videosorveglianza di alta qualità Dopo l 11 settembre l esigenza relativa a progetti di videosorveglianza

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI

PIANO DI LAVORO DEI DOCENTI Pag. 1 di 6 Docente: Materia insegnamento: Telecomunicazioni Dipartimento: Elettronica Classe Anno scolastico: 1 Livello di partenza (test di ingresso, livelli rilevati) Verifica formativa attuata nel

Dettagli

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone

Politecnico di Milano. Facoltà di Ingegneria dell Informazione. Reti Radiomobili. Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione Reti Radiomobili Prof. Antonio Capone Politecnico di Milano Facoltà di Ingegneria dell Informazione 1 - Introduzione al corso Reti Radiomobili

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come:

Dettagli

Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1. Network Organization pag. 1 2. NETWORK ORGANIZATION pag. 2

Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1. Network Organization pag. 1 2. NETWORK ORGANIZATION pag. 2 RETI DI TELECOMUNICAZIONI INDICE CAPIITOLO 1 Introduzione al Corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 1 Presentazione del corso di Reti di Telecomunicazioni pag. 2 Argomenti trattati nel corso di Reti di

Dettagli

Reti di accesso e mezzi trasmissivi

Reti di accesso e mezzi trasmissivi Reti di accesso e mezzi trasmissivi Domanda: come si connettono gli host agli edge router? Reti di accesso residenziale (da casa) Reti di accesso istituzionali (scuole, università, aziende) Reti di accesso

Dettagli

Simulazione n. 2 della seconda prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli)

Simulazione n. 2 della seconda prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli) Simulazione n. 2 della seconda prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli) Lo sviluppo delle applicazioni Internet ha posto il problema della velocità nella

Dettagli

CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004

CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004 CONVEGNO SPACE ECONOMY Roma, 25 maggio 2004 25/05/2004 1 Business Sat: : un servizio 25/05/2004 2 1 Business Sat Business Sat è una soluzione totalmente satellitare per fornire larga banda alla clientela

Dettagli

Trasmissione Satellitare

Trasmissione Satellitare Ing. Pasquale Pace Trasmissione Satellitare Historical Overview and Architectures Corso di Telematica (Ingegneria Informatica) Calabria University Laboratory on TelecommUnication Research Engineering Web

Dettagli

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti

Reti di calcolatori. Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti Reti di calcolatori Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello time-sharing, centri di calcolo Anni 80: reti di

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Sommario Prefazione all edizione italiana XIII Capitolo 1 Introduzione 1.1 Applicazioni delle reti di calcolatori 2 1.1.1 Applicazioni aziendali 3 1.1.2 Applicazioni domestiche 5 1.1.3 Utenti mobili 8

Dettagli

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30

Internet e il World Wide Web. Informatica Generale -- Rossano Gaeta 30 Internet e il World Wide Web 30 Tecnologia delle Telecomunicazioni Uso di dispositivi e sistemi elettromagnetici per effettuare la comunicazione a lunghe distanze (telefoni, televisione, radio, etc) Comunicazione

Dettagli

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager

MobiMESH. Presentazione tecnico-commerciale. Ing. Stefano Napoli Product Manager MobiMESH Presentazione tecnico-commerciale Ing. Stefano Napoli Product Manager Un paradigma di networking Architettura di rete MobiMESH Rete Cablata: integrata nel routing Backbone: infrastruttura wireless

Dettagli

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE

SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE SISTEMI XDSL PER L ACCESSO A LARGA BANDA SU COPPIE SIMMETRICHE L acronimo xdsl indica una famiglia di sistemi che consente di impiegare il doppino telefonico in rame per trasportare il traffico numerico

Dettagli

Componenti della rete

Componenti della rete Componenti della rete Nodi, Link e adattatori di rete (NIC) Modulazione e Multiplexing Tipologia di cavi - wireless Correzione d errore - rete affidabile Ethernet - reti ad anello - reti wireless - reti

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli

5 Architettura protocollare

5 Architettura protocollare 5 Architettura protocollare L architettura protocollare del GPRS è basata sul principio della stratificazione dei protocolli, in accordo col modello ISO/OSI; lo standard GPRS distingue due tipi di piani

Dettagli

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili!

Capitolo 6. Wireless LAN: via i fili! Capitolo 6 Wireless LAN: via i fili! Spesso la realizzazione di una rete impone maggiori problemi nella realizzazione fisica che in quella progettuale: il passaggio dei cavi all interno di apposite guide

Dettagli

Il sistema DVB-S2 di seconda generazione per la trasmissione via satellite e Unicast

Il sistema DVB-S2 di seconda generazione per la trasmissione via satellite e Unicast Il sistema DVB-S2 di seconda generazione per la trasmissione ing. Alberto Morello, Direttore ing. Vittoria Mignone Rai Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica Torino 1. Introduzione Il consorzio DVB

Dettagli

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti

Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Capitolo 15 Reti di calcolatori e sistemi distribuiti Indice Mezzi e tecniche di trasmissione dati Cavi in rame Fibre ottiche Onde radio e sistemi wireless Modulazione e demodulazione Reti di calcolatori

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

Reti e Internet: introduzione

Reti e Internet: introduzione Facoltà di Medicina - Corso di Laurea in Logopedia Corso di Informatica III anno Prof. Crescenzio Gallo Reti e Internet: introduzione c.gallo@unifg.it Reti e Internet: argomenti Tipologie di reti Rete

Dettagli

Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete

Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete Guido GENTILE Elettronica Industriale Mobile TV Quali opzioni per le architetture di rete Bologna 24 Novembre 2005 0 Agenda Introduzione all architettura DVB-H Mediaset Specificità e problematiche nella

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE "G. MARCONI" Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI)

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. MARCONI Via Milano n. 51-56025 PONTEDERA (PI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE CLASSE: DISCIPLINA: Telecomunicazioni- pag. 1 PROGRAMMAZIONE COORDINATA TEMPORALMENTE A.S. 2014/2015 - CLASSE: DISCIPLINA: Monte ore annuo

Dettagli

WiMAX: uno standard in evoluzione

WiMAX: uno standard in evoluzione WiMAX: uno standard in evoluzione Giovanni Cancellieri Università Politecnica delle Marche Centro Radioelettrico Sper. G. Marconi g.cancellieri@univpm.it Pontecchio Marconi, 9 giugno 26 Sensitivity e data

Dettagli

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma

L ambiente mobile. Ing. Gianfranco Pontevolpe. Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Programma L ambiente mobile Ing. Gianfranco Pontevolpe Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Programma I sistemi cellulari Lo standard GSM I problemi di sicurezza del GSM Lo standard

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 3 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 3 Martedì 11-03-2014 1 Accesso alla rete Gli host possono connettersi

Dettagli

Tecnologie Radio Cellulari. Reti Cellulari. Forma e Dimensione delle Celle. Organizzazione di una Rete Cellulare

Tecnologie Radio Cellulari. Reti Cellulari. Forma e Dimensione delle Celle. Organizzazione di una Rete Cellulare I semestre 04/05 Tecnologie Radio Cellulari Reti Cellulari Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Maggio 2006. 802.16 WiMAX. Pietro Nicoletti. Studio Reti s.a.s. www.studioreti.it. WiMAX - 1 P. Nicoletti: si veda nota a pag. 2

Maggio 2006. 802.16 WiMAX. Pietro Nicoletti. Studio Reti s.a.s. www.studioreti.it. WiMAX - 1 P. Nicoletti: si veda nota a pag. 2 802.16 WiMAX Pietro Nicoletti Studio Reti s.a.s www.studioreti.it WiMAX - 1 P. Nicoletti: si veda nota a pag. 2 Nota di Copyright Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slides) è protetto dalle

Dettagli

2 - Canali e Multiplazione

2 - Canali e Multiplazione Università degli studi di Bergamo Università degli studi di Bergamo Dipartimento di Ingegneria dell Informazione e Metodi Matematici Reti di Calcolatori prof. F. Martignon 2 - Canali e Multiplazione 1

Dettagli

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE

Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE Il nostro obiettivo è connettervi al mondo COMUNICARE OVUNQUE [ ] Ogni tecnologia sufficientemente avanzata è indistinguibile dalla magia. Arthur Charles Clarke Digitaria nel mondo Specializzata in telecomunicazioni

Dettagli

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless

Dispensa del Corso Comunicazioni Wireless UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA ELETTRICA, GESTIONALE E MECCANICA Dispensa del Corso

Dettagli

Introduzione FlorenceonLine

Introduzione FlorenceonLine 0 Introduzione La tecnologia di trasmissione satellitare bidirezionale non è una novità, in quanto esiste da più di trent anni sotto la sigla VSAT (Very Small Aperture Terminal). A lungo però questa tecnologia

Dettagli

Wireless LAN IEEE 802.11

Wireless LAN IEEE 802.11 Reti non cablate Wireless LAN IEEE 802.11 Eliminazione del cablaggio Riduzione costi infrastrutturali Reti temporanee Mario Baldi Politecnico di Torino mario.baldi@polito.it staff.polito.it/mario.baldi

Dettagli

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE

Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Il collegamento delle reti aziendali: DHCP, DSL, PPPoE Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza

Dettagli