MANUALE DI MANUTENZIONE dell'aeromobile I-XXX

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE DI MANUTENZIONE dell'aeromobile I-XXX"

Transcript

1 * Mod. FM-03 Il presente Mod. fornisce esclusivamente i criteri per stilare un manuale di manutenzio con obiettivo di uniformità d'impostazio e di coerenza filosofica dovendo il documento definitivo rispecchiare tuttavia la realtà tecnica dell'aeromobile cui si riferisce. MANUALE DI MANUTENZIONE dell'aeromobile I-XXX Sotto la definizio di manutenzio di un aeromobile si comprendono due diversi tipi di attività: l attività di diagnosi di eventuali difetti e l'attività correttiva di tali difetti. Le due attività sono concettualmente e professionalmente separate e quindi attengono a due diverse categorie di esecutori dotati di capacità diverse e di mentalità diverse. Queste diverse capacità e mentalità possono anche confluire in una sola persona la quale tuttavia deve saper mantere separate le attività ed i criteri che le guidano. Pertanto le attività manutentive si suddividono in attività di ispezio ed in attività di riparazio. Le prime si esprimono lla stesura di un programma di cadenze ispettive e di elenchi di elementi da ispezionare, le seconde in un testo descrittivo che facendo riferimento ai disegni applicabili, agli schemi degli impianti, alle caratteristiche di tutti i componti compresa la loro identificazio e le fonti di approvvigionamento, illustri i metodi di riparazio, i loro limiti di accettabilità e registi gli atti correttivi eseguiti. L esperienza operativa pregressa ha mostrato, per la classe di aeromobili in cui rientrano geralmente quelli della Costr Amatoriale, che le cadenze ispettive previste per l Aviazio Gerale sono sufficientemente idoe a raggiungere l obiettivo su indicato. Com è noto tuttavia tali cadenze ispettive poggiano sul presupposto che l aeromobile abbia un impiego di almeno 100 ore annue ed uno spettro d impiego non di tipo specialistico ad esempio impiego scuola, rimorchio alianti, etc. etc. Per questo motivo, in caso d'impiego orario di livello inferiore si deve prevedere una particolare ispezio calendariale significativa e obbligatoria denominata "ispezio annuale" Nel caso invece d' impiego specialistico occorrerà valutare una cadenza ispettiva più ristretta per quei componti o parti soggette a maggiore attività. Inoltre poiché gli aeromobili sono assoggettati anche a introd di impianti aggiuntivi in funzio di specifici impieghi occorre far rientrare queste particolari installazioni sotto i criteri dell impostazio più gerale del programma di manutenzio. Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 1 di 20

2 Com è noto i manuali di manutenzio degli aeromobili dell Aviazio Gerale di norma prevedono come PROGRAMMA MANUTENTIVO la sottostante sequenza di interventi ispettivi: - ispezio pre-volo - servicing - ispezio 25 ore - ispezio 50 ore - ispezio 100 ore - ispezio 500 ore - ispezio 1000 ore - programma ispettivo del costruttore del motore - programma ispettivo degli accessori motore - programma ispettivo per le installazioni speciali - ispezio calendariale (Ispezio Annuale della stessa natura e dimensio della 100 ore ) significativa e obbligatoria l caso in cui l'aereo voli meno di 100 ore l'anno. Nel caso dei componti ed accessori, le cadenze correttive sono di norma quelle previste dai singoli costruttori, che in lia di principio poggiano (per prodotti di normale impiego aeronautico) su un intervallo (TBO) di 1000 ore (10 3 ), per quelle di origi automobilistica già di largo impiego aeronautico dimostrato i TBO sono anch'essi di 10 3 ore, mentre per gli altri sarebbe prudente determinare cadenze di 50 e 100 fino a quando non si raggiuge una sufficiente confidenza operativa. Ovviamente ciascun programma manutentivo deve essere calibrato sullo specifico aeromobile, e anche le cadenze ispettive devono uniformarsi alle caratteristiche tecniche peculiari di ciascun tipo. A vantaggio del singolo utilizzatore di aeromobili di origi approvata, si segnala che il manuale del costruttore primario risponde già a questi criteri salvo appunto un utilizzo di tipo specialistico. Nel caso di componti non identificati di uso aeronautico e per i quali il costruttore ha codificato procedure manutentive e determinato scadenze orarie di intervento, il costruttore amatoriale dovrebbe definire un programma orario di controlli di tipo cautelativo associandolo a possibili informazioni provenienti da altri utilizzatori per cercare di definire un programma ispettivo consolidato. I programmi ispettivi si estrinsecano in una lista di elementi da ispezionare con riportato a fianco la casella dello scopo dell'ispezio, cioè la ricerca di quali difetti, ed il metodo ispettivo da usare qualora fosse diverso dall'ispezio visiva. Nel caso di serraggi, precisio di collegamento, o comunque di rispondenza a precise misurazioni i rispettivi valori dovrebbero essere riportati lla casella od avere ivi il riferimento al documento che li definisce. Come ultime osservazioni si chiarisce che questo documento di ausilio è impostato sulla scelta di riassumere per ogni programma di ispezio tutte le voci pertinti a tale ispezio ad evitare che il Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 2 di 20

3 Costruttore amatore debba riunire, ad esempio all'ispezio delle 100 ore, anche i fogli riguardanti le ispezioni delle 25 e delle 50 ore. In parole povere l' ispezio delle 100 ore è completa in se e l'ispezio annuale di conseguenza s'identifica in una ispezio delle 100 ore; inoltre i fogli d'ispezio contengono voci riguardanti più modelli di aeroplano,monomottore,plurimotore,carrello fisso, carrello retrattile e così via, occorre qiundi che il costruttore amatore adegui le liste in funzio del proprio velivolo eliminando le voci superflue ed introducedo eventuali voci specifiche,ciò in special modo l caso di aeromobili in gerale. Infi occorre considerare che le cadenze d'ispezio sono strettamente legate all'esperienza d'impiego dei componti. Nel caso d'impiego di gruppi motopropulsori di tipo nuovo ad es. occorrerà stabilire cadenze d'ispezio quali esame candele, cambi olio ed esami olio, prove consumi, ispezio di zo strutturali in prossimità del motore, con cadenza più ristretta fino a quando non si sia presa confidenza con la loro affidabilità anche verso l'instaurarsi di danggiamenti. Analoga considerazio si dovrebbe fare l caso d'impiego, per i comandi di volo a cavo, di cavi che non rispettino i minimi regolamentari richiesti ( 3/8 inc) e per i quali la cadenza di 100 ore è un valore sufficientemente garantito dall'esperienza, stingendo il periodo d'ispezio a 50 ore o meno a seconda della criticità dell'installazio. Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 3 di 20

4 Ispezio delle 100 ore Ispezio annuale Tipo a/m Marche: Ore totali a/m: Ore motore/i totali: / u.r.: / Ore elica/e totali: / u.r.: / Operatore/i: Luogo: Data: Voce Gere ispezio esec soltanto in caso di azio correttiva) Cappottature Ogiva Elica Bulloni elica Paraolio albero motore Presa aria M. Zona motore esterna Danni,crinature, scollamenti,corrosioni, vincoli Danni, crinature,smontare Danni, intaccature,blindatura, gioco pale,perdite olio, protezio.ecc. Controllo stato e serraggio X lbs / ft Integrità, trafilamenti Danni, ostr Zona motore interna Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 4 di 20

5 Supporti motore Danni, stato gomma,vincoli Voce Gere ispezio esec Castello motore Tubazioni flessibili Tubazioni rigide Pompe vincoli, Danni,isolamento,perdite, stato terminali, vincoli Idem + corrosioni Danni,vincolo, perdite Radiatore olio Vincolo, danni,crinature, perdite Radiatore acqua Comandi motore Parafiamma Supporto carrello Vincolo, danni,crinature, perdite Danni guai,vincoli,libertà corsa Danni,isolamento,chiodatura Danni, corrosio,vincoli, soltanto in caso di azio correttiva) Scatola aria calda cabina + comando Scambiatore calore Tubi di scarico Alternatore Vincoli, danni, funzionalità,tenuta Smontare controllare per danni e crinature per danni e crinature, sfiati Vincoli,danni,collegamenti Accessori motore ed elica Filtro aria Vincoli,danni, collegamenti perdite,sfiati Pulizia e stato Voce Gere ispezio esec Serbati liquidi Vincoli,danni,perdite,sfiati ripristino livelli soltanto in caso di azio correttiva) Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 5 di 20

6 Filtro Tappo scarico olio Motore Esaminare per residui Serrare e frenare Voce Gere ispezio esec Carburatore Deflettori Cilindri Vincoli, perdite Vincoli danni Vincoli,danni, crinature Punterie Stato e usura uniforme * Valvole Regolare gioco 0,X mm * Teste Cil. Carter Smontaggio candele Magti Compressio cilindri Sfiati e serraggio X Ft/Lbs Danni,perdite e serraggio bull. Pulizia,verifica distanza elettrodi, crinature, etc.. Stato gerale, collegamenti,ventilazio e massa, parastrappi,messa in fase. Verificare tenuta a caldo. * soltanto in caso di azio correttiva) Parti in rotazio Carello anteriore Asta retrazio,seg nalazio Gamba, anti shimmy, ruota Carrello Retrattile o Fisso Rifornire tutti i punti di lubrificazio Danni, corrosio, allentamenti,vincoli,libertà corsa Danni,crinature,corrosio,vin coli, giochi,usure pumatici Sistema sterzo Danni, crinature,corrosio,vincoli, giochi, interferenze Carrello principale Sistema, retrazio, Danni, crinature,corrosio,vincoli, giochi, interferenze Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 6 di 20

7 segnalazio Gamba, ruota Danni,crinature,corrosio,vin coli, giochi, usura pu. Voce Gere ispezio esec Assale ruota e cuscitto Prove funzionali a terra Freni,tubazion i,serbatoi Danni,usura, corrosio, lubrificare Funzionalità sistema principale e di emergenza e condizio componti. Danni, perdite, usure,scadenze gomme Voce Gere ispezio esec * * soltanto in caso di azio correttiva) soltanto in caso di azio correttiva) Struttura e rivestimento Alettoni Trim Flap Slot Semiala destra Aprire tutti gli sportelli di ispezio indicazioni di perdite. scollamenti, tela,giochi. Collegamento, vincolo, irreversibilità scollamenti, tela,giochi. giochi * Vent Tappo carburante Pitot Presenza, ostr, protezio ghiaccio Chiusura, tenuta e blocco, marcature. Vincolo e pulizia Avvisatore di Funzionalità, danni e vincoli. Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 7 di 20

8 stallo Strobe e luci Vincoli e danni. Voce Gere ispezio esec Struttura e rivestimento Semiala sinistra Aprire tutti gli sportelli di ispezio indicazioni di perdite. * soltanto in caso di azio correttiva) Alettoni Trim Flap Slot scollamenti, tela,giochi. Collegamento, vincolo, irreversibilità scollamenti, tela,giochi. giochi Vent Tappo carburante Pitot Avvisatore di stallo Presenza, ostr, protezio ghiaccio Chiusura, tenuta e blocco marcature Vincolo e pulizia Funzionalità, danni e vincoli. Strobe e luci Vincoli e danni. Piani di coda Aprire tutti gli isportelli di ispezio Stabilizzatore Vincoli, corrosio, danni, * Ger e ispezi o Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 8 di 20

9 Superficie mobile orizzontali scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Voce Gere ispezio esec Deriva Superficie mobile verticali Trims Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, giochi, irreversibilità. Strobe e luci Vincolo e danni soltanto in caso di azio correttiva) Strutture e rivestimento Ispezionare dall'interno attacchi castello motori e superfici alari e di coda Porta o tettuccio cabina Cruscotto Comandi motore Fusoliera Aprire tutti gli isportelli di ispezio indicazioni di perdite, scollamenti,stato intelaggi. Corrosio, allentamenti,serraggio e bloccaggio, marcature antiscorrimento. Stato del parabrezza, meccanismi chiusura/blocco, cerniere, marcature. Vincoli, danni, antivibrazio, collegamenti strumenti, targhette..ecc.. Libertà di funzionamento, vincoli, * Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 9 di 20

10 Strumenti Impianto carburante Bussola magtica Marcature, funzionalità, vincoli, lie antiscorrimento Collegamenti, serraggi, perdite, funzionalità, marcature, targhette Vincolo,stato, taratura Voce Gere ispezio esec Comandi volo (cabina, semiali, piani di coda) Anten Danni, collegamenti, serraggi/bloccaggi, libertà movimenti, tensio cavi, sfregamenti, stato carrucole, stato guide, libertà movimento, cuscitti, lubrificazio Danni, corrosioni, vincoli, collegamenti. Targhette Verificare esistenza, leggibilità * Marcature strumenti Verificare esistenza, leggibilità * Scritte ester Verificare esistenza, leggibilità * Parabrezza Fistrini Danni, trasparenza,vincolo Danni, trasparenza,vincolo soltanto in caso di azio correttiva) Prova funzionale Comandi volo Verifica escursio * Impianto statica Impianto carburante Avviare motore Strumenti di bordo Controllare taratura impianto statica e strumenti conssi. Drenare dal punto piu basso, esame filtro e contenuti impurità. Riscaldare motore per evidenziare eventuali perdite. Controllare funzionalità strumenti ai vari regimi, e * Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 10 di 20

11 Elica sistema di accensio. Verificare variazio passo e funzionamento giri costanti Prova in volo * Ispezio delle 50 ore Tipo a/m Marche: Ore totali a/m: Ore motore/i totali: / u.r.: / Ore elica/e totali: / u.r.: / Operatore/i: Luogo: Data: Voce Gere ispezio esec Cappottature Ogiva Elica Bulloni elica Paraolio albero motore Presa aria M. Zona motore esterna Danni,crinature, scollamenti,corrosioni, vincoli Danni, crinature,smontare Danni, intaccature,blindatura, gioco pale,perdite olio, protezio.ecc. Controllo stato e serraggio X lbs / ft Integrità, trafilamenti Danni, ostr Zona motore interna soltanto in caso di azio correttiva) Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 11 di 20

12 Supporti motore Danni, stato gomma,vincoli Castello motore Tubazioni flessibili Tubazioni rigide vincoli, Danni,isolamento,perdite, stato terminali, vincoli Idem + corrosioni Voce Gere ispezio esec Pompe Danni,vincolo, perdite Radiatore olio Vincolo, danni,crinature, perdite Radiatore acqua Comandi motore Parafiamma Supporto carrello Vincolo, danni,crinature, perdite Danni guai,vincoli,libertà corsa Danni,isolamento,chiodatura Danni, corrosio,vincoli, soltanto in caso di azio correttiva) Scatola aria calda cabina + comando Scambiatore calore Vincoli, danni, funzionalità,tenuta Smontare controllare per danni e crinature Tubi di scarico per danni e crinature, sfiati Alternatore Accessori motore ed elica Filtro aria Vincoli,danni,collegamenti Vincoli,danni, collegamenti perdite,sfiati Pulizia e stato Voce Gere ispezio esec Serbati liquidi Vincoli,danni,perdite,sfiati ripristino livelli soltanto in caso di azio correttiva) Olio motore Motore Sostituire(vedi M.V. per tipo e qua.) Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 12 di 20

13 Filtro Tappo scarico Esaminare per residui Serrare e frenare Carburatore Deflettori Cilindri Teste Cil. Carter Vincoli, perdite Vincoli danni Vincoli,danni, crinature Sfiati e serraggio X Ft/Lbs Danni,perdite e serraggio bull. Voce Gere ispezio esec Smontaggio candele Magti Pulizia,verifica distanza elettrodi, crinature, etc.. Stato gerale, collegamenti,ventilazio e massa, parastrappi,messa in fase. soltanto in caso di azio correttiva) Parti in rotazio Carello anteriore Asta retrazio,segn alazio Gamba, anti shimmy, ruota Carrello Retrattile o Fisso Rifornire tutti i punti di lubrificazio Danni, corrosio, allentamenti,vincoli,libertà corsa Danni,crinature,corrosio,vin coli, giochi,usure pumatici Sistema sterzo Danni, crinature,corrosio,vincoli, giochi, interferenze Carrello principale Sistema, retrazio, segnalazio Gamba, ruota Freni,tubazioni,serbatoi Danni, crinature,corrosio,vincoli, giochi, interferenze Danni,crinature,corrosio,vin coli, giochi, usura pu. Danni, perdite, usure,scadenze gomme Voce Gere ispezio esec * Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 13 di 20

14 soltanto in caso di azio correttiva) Struttura e rivestimento Alettoni Semiala destra indicazioni di perdite. scollamenti, tela,giochi. Voce Gere ispezio esec Trim Flap Vent Slot Collegamento, vincolo, irreversibilità scollamenti, tela,giochi. Presenza, ostr, protezio ghiaccio giochi soltanto in caso di azio correttiva) Tappo carburante Pitot Avvisatore di stallo Strobe e luci Chiusura, tenuta e blocco, marcature. Vincolo e pulizia Funzionalità, danni e vincoli. Vincoli e danni. Semiala sinistra Struttura e rivestimento indicazioni di perdite. Alettoni scollamenti, tela,giochi. Trim Collegamento, vincolo, Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 14 di 20

15 irreversibilità Flap Slot Vents scollamenti, tela,giochi. giochi Presenza, ostr, protezio ghiaccio Voce Gere ispezio esec Tappo carburante Pitot Avvisatore di stallo Strobe e luci Chiusura, tenuta e blocco marcature Vincolo e pulizia Funzionalità, danni e vincoli. Vincoli e danni. soltanto in caso di azio correttiva) Piani di coda Stabilizzatore Superficie mobile orizzontali Deriva Superficie mobile verticali Trims Strobe e luci Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, scollamenti, giochi, stato rivestimento. Vincoli, corrosio, danni, giochi, irreversibilità. Vincolo e danni Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 15 di 20

16 Fusoliera Strutture e rivestimento Ispezionare dall'interno attacchi castello motori e superfici alari e di coda indicazioni di perdite, scollamenti,stato intelaggi. Corrosio, allentamenti,serraggio e bloccaggio, marcature antiscorrimento. Voce Gere ispezio esec Porta o tettuccio cabina Cruscotto Comandi motore Strumenti Impianto carburante Bussola magtica Comandi volo (cabina, semiali, piani di coda) Anten Impianto carburante Strumenti di bordo Stato del parabrezza, meccanismi chiusura/blocco, cerniere, marcature. Vincoli, danni, antivibrazio, collegamenti strumenti, targhette..ecc.. Libertà di funzionamento, vincoli, Marcature, funzionalità, vincoli, lie antiscorrimento Collegamenti, serraggi, perdite, funzionalità, marcature, targhette Vincolo,stato, Danni, collegamenti, serraggi/bloccaggi, libertà movimenti, tensio cavi, sfregamenti, stato carrucole, stato guide, libertà movimento, cuscitti, lubrificazio Danni, corrosioni, vincoli, collegamenti. Prova funzionale Drenare dal punto piu basso, esame filtro e contenuti impurità. Controllare funzionalità strumenti ai vari regimi e soltanto in caso di azio correttiva) Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 16 di 20

17 Elica sistema di accensio Verificare variazio passo e funzionamento giri costanti Ispezio 25 Ore Tipo a/m Marche: Ore totali a/m: Ore motore/i totali: / u.r.: / Ore elica/e totali: / u.r.: / Operatore/i: Luogo: Data: Voce Gere ispezio esecu zio Ala Sx Aletto Esame Esterno Danni, schiodature, scollaggi, corrosioni,vincolo Cerniere,giochi,collegamento lubrificazio,alliamento al termi dell'azio correttiva) Flap Flap bordo attacco Luci Cerniere,giochi,collegamento lubrificazio,alliamento Cerniere,giochi,collegamento lubrificazio,alliamento Danni, funzionalità Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 17 di 20

18 Pitot Tappo carb. Carrello Trim Vents Ala Dx Flap Vincolo,ostr Tenuta, marcature Danni, vincoli, usura pumatico, perdite olio, scritte Danni, vincolo, giochi, irreversibilità Collegamenti e ostr Danni, schiodature, scollaggi, corrosioni,vincolo Cerniere,giochi,collegamento lubrificazio,alliamento Voce Gere ispezio esecu zio Flap bordo attacco Vents Luci Pitot Tappo carb. Carrello Elica e ogiva Fusoliera Vano Motore Vents Tubi scarico Cerniere,giochi,collegamento lubrificazio,alliamento Collegamenti e ostr Danni, funzionalità Vincolo,ostr Tenuta, marcature Danni, vincoli, usura pumatico, perdite olio, scritte Danni,blindatura,perdite olio, protezio, corrosio Danni,corrosio,chiodature, prese d'aria, parabrezza, fistrini, portiere o capottina, chiusure e vincoli, Stato gerale installazio motore. Trafilamenti Olio. Trafilamenti liquido raffreddamento livelli liquidi, Collegamenti e ostr Soffiature, bruciature, vincolo Radiatore olio Perdite, rotture, vincolo Radiatore liquido raff. Comandi motore e elica Castello Perdite, rotture, vincolo Collegamento, vincolo, danni Collegamento, danni al termi dell'azio correttiva) Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 18 di 20

19 Motore Carrello anteriore Piani Coda fissi e Deriva Piani di Coda mobili Trim Strumenti Impianti di bordo Serveicing Collegamento,danni, pressioni,usura pumatico Danni,vincoli,collegamenti, Danni,vincoli, collegamenti lubrificazio, giochi Danni, vincoli collegamento giochi, irreversibilità Funzionalità. Danni,collegamenti, funzionalità Verifica di tutti i livelli dei liquidi Verifica di tutti i valori di pressio Controllo sfiati, esec drenaggi FINE TBO Riportare in forma tabellare i part number di tutti i componti con scadenza dei loro TBO, di norma pari a 10 3 ore di volo. Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 19 di 20

20 In caso di componte non identificato come TBO, occorre fare una indagi circa le avarie e definire il suo TBO che potrà essere incrementato mano a mano che l'esperienza permetta di verificar l'affidabilità. Le parti in gomma non dovrebbero superare i dieci anni per materale di provenienza aeronautica. In ogni caso le tubazioni in pressio andrebbero sostituite alle scadenze previste dal loro costruttore, non è ammesso provare questi componti con pressio di collaudo e quindi reinstallarli se prive di perdite. Questa pratica è altamente rischiosa perchè si possono gerare dei danni interni non rilevabili che si mostrano immediatamente dopo la ripresa dell'esercizio operativo. Mod. FM-03 23/09/2009 Pag. 20 di 20

NORMAL CHECK LIST P 2004 " BRAVO"

NORMAL CHECK LIST P 2004  BRAVO NORMAL LIST P 2004 " BRAVO" ISPEZII PREVOLO DOCUMENTI E UTENZE BREAKERS LIVELLO CARBURANTE TRIM GIRO ESTERNO Parabrezza e finestrini puliti ed integri Cofano, Ruotino anteriore Carenatura ruota integri

Dettagli

BMW-Motorrad. Smontaggio della protezione motore

BMW-Motorrad. Smontaggio della protezione motore Smontaggio della protezione motore Smontare le viti (8) e (7) con la rondella (6). Togliere i dadi (9) e rimuovere la protezione del motore (1). Smontare il tampone (3). Smontare il dado (5). Estrarre

Dettagli

Uscita liquido di raffreddamento per riscaldamento esterno

Uscita liquido di raffreddamento per riscaldamento esterno Il liquido di raffreddamento del motore può essere usato per riscaldare gli elementi esterni. Questi possono essere ad esempio cassoni, cabine gru e cassette portaoggetti. Il calore viene prelevato dal

Dettagli

Parte 2. Manutenzione della motosega. Operazioni e tecniche

Parte 2. Manutenzione della motosega. Operazioni e tecniche Utilizzo in sicurezza e manutenzione delle motoseghe Parte 2 Manutenzione della motosega. Operazioni e tecniche Al termine di questo modulo sarai in grado di: descrivere la struttura e il funzionamento

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO

IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO IMPIANTI DI RAFFREDDAMENTO i Informazioni per i conducenti Il meglio dalla vostra auto RAFFREDDAMENTO Nei giorni dei primi film, nuvole di fumo provenienti da un radiatore bollente erano parte integrante

Dettagli

Guida di manutenzione programmata per Gilera Runner 125-200 (180) OGNI 2 ANNI

Guida di manutenzione programmata per Gilera Runner 125-200 (180) OGNI 2 ANNI Guida di manutenzione programmata per Gilera Runner 125-200 (180) OGNI 2 ANNI Filtro aria secondaria (esterno /interno) - pulizia liquido di raffreddamento - sostituzione Olio freni - sostituzione OGNI

Dettagli

Sostituzione della testata (09)

Sostituzione della testata (09) Sostituzione della testata (09) Il motore prodotto dal gruppo PSA, oggetto della riparazione, è siglato WJY ed ha una cilindrata pari a 1868 cm 3. Oltre che sulla Fiat Scudo, è stato utilizzato anche su

Dettagli

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1

Impianto pneumatico. 25 mag. 07IMPIANTO PNEUMATICO-libro 1 Impianto pneumatico La finalità di tale impianto è quella di fornire ad una serie di utenze aria a pressione e temperatura controllate. Queste sono raggiungibili con una rete di distribuzione, composta

Dettagli

Impianti di propulsione navale

Impianti di propulsione navale Il circuito acqua di raffreddamento deve asportare e dissipare il calore generato dalle tre fonti principali, precisamente: Cilindri motore; Olio lubrificante; Aria di sovralimentazione. Il circuito è

Dettagli

Capitolato Speciale INDICE

Capitolato Speciale INDICE INDICE INDICE... 2 Art. 1 Descrizione attività di manutenzione... 3 Art. 2 Centraline oleodinamiche... 3 Art. 3 Sgrigliatori... 4 Art. 3.1 Sgrigliatori mobili... 4 Art. 3.2 Sgrigliatori fissi... 5 Art.

Dettagli

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi

Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Manutenzione Edifici: scheda mensile delle operazioni programmate da contratto per impianti elevatori fissi Edificio 03 Scuola elementare Barbusi Quadro sinottico delle attività Mese di Giugno Anno 2015

Dettagli

Linee Guida AICQ Incollaggio Parte 5 Manutenzione e Riparazione

Linee Guida AICQ Incollaggio Parte 5 Manutenzione e Riparazione Direzione Tecnica Ingegneria Rotabili e Tecnologie di Base Tecnologie Meccaniche e Sistemi Frenanti - Sistemi e Componenti Meccanici - Sistemi Frenanti - Processi Speciali Autori: Nannini Andrea e-mail:

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 8 PER L INSTALLAZIONE DI BARRIERE MOTORIZZATE IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN

Dettagli

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE

D e s c r i z i o n e i n t e r v e n t o N OPERAZ. ORE LAV. 28 SOSTITUZIONE MOTORINO AVVIAMENTO 29 S.R. MOTORINO AVVIAMENTO E REVISIONE ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA SERVIZIO TERRITORIALE DI NUORO VIA A. DEFFENU N 9 T e m p a r i o V e i c o l i I n d u s t r i a l i 2012 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 ESECUZIONE TAGLIANDO CON: SOST.NE FILTRO

Dettagli

L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative.

L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative. IMPIANTO A.P.U. Missione dell impianto L impianto Auxiliary Power Unit (A.P.U.) ha il compito di fornire energia elettrica ed energia pneumatica al velivolo in varie situazioni operative. Aspetti costruttivi

Dettagli

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300

CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI 1.IM 300 CORPO VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE DELLA BRIANZA CORSO UTILIZZO GRUPPO ELETTROGENO LOMBARDINI.IM 300 INTRODUZIONE CON QUESTA PICCOLA MA ESAURIENTE GUIDA SI VUOLE METTERE A DISPOSIZIONE DELL UTENTE UNO STRUMENTO

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY 0 1 PREMESSA Questo coreassy è stata prodotto e collaudato secondo gli schemi della norma UNI EN ISO 9001:2008 e risulta essere perfettamente intercambiabile all originale.

Dettagli

LA MANUTENZIONE degli AEREI

LA MANUTENZIONE degli AEREI 05/05/2008 1 LA MANUTENZIONE degli AEREI AFFIDABILITA e SICUREZZA sono LA BASE DELL ATTIVITA DI MANUTENZIONE 05/05/2008 2 05/05/2008 3 LA MANUTENZIONE degli AEREI L efficienza del velivolo ed ogni sua

Dettagli

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità

MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA. MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel. con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità MOTOCOMPRESSORE portatile a vite KAESER con profilo SIGMA MOBILAIR 27 / 7 bar con motore diesel Compressore con marcatura CE e Dichiarazione di Conformità Portata effettiva Massima pressione operativa

Dettagli

www.cpautorip@virgilio.it il forum del meccanico FIAT Modelli vari

www.cpautorip@virgilio.it il forum del meccanico FIAT Modelli vari www.cpautorip@virgilio.it il forum del meccanico FIAT Modelli vari Versione: T.T. 1.9 JTD 8V (Punto Marea Multipla Stilo Doblò) DEBIMETRO Procedura di diagnosi delle anomalie INCONVENIENTE LAMENTATO Irregolarità

Dettagli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli

Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Verifica ed analisi dei rischi per cancelli scorrevoli Rev 3.00 In conformità alla Direttiva Macchine 98/37/CE e alle parti applicabili delle norme EN 13241-1; EN 12453; EN 12445; EN 12635. 01/09/2007

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD 1.1 GENERALITA 1.2 CLASSI 1.3 MOTORE 1.4 TELAIO 1.5 ALIMENTAZIONE 1.6 PNEUMATICI 1.7 VERIFICHE TECNICHE BANCO PROVA 1.8 PROCEDURE VERIFICA 1.9 CATEGORIA SPERIMANTALE

Dettagli

29 Circuiti oleodinamici fondamentali

29 Circuiti oleodinamici fondamentali 29 Circuiti oleodinamici fondamentali Fig. 1. Circuito oleodinamico: (1) motore elettrico; (2) pompa; (3) serbatoio; (4) filtro; (5) tubazione di mandata; (6) distributore; (7) cilindro; (8) tubazione

Dettagli

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari

Smontaggio del motore. Informazioni generali. Attrezzi. Intervento. Operazioni preliminari Informazioni generali Informazioni generali Applicabile ai motori da 9 e 13 litri con XPI, PDE o GAS e monoblocco di 2ª generazione. Attrezzi Esempi di attrezzi idonei forniti da Scania: Codice componente

Dettagli

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 Costruttore: BAUDAT Gmbh & Co. KG Alte Poststr. 20 D 88525 Duermentingen

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE

ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO DEI COLLETTORI NEL TETTO TETTO A TEGOLE Pannello solare SFSD10 Attenzione! Leggere attentamente le seguenti istruzioni prima del montaggio e della messa in funzione dell impianto.

Dettagli

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS

Istruzioni per l uso ed il montaggio. Montaggio ADS ADS La serie ADS è stata progettata sulla base della comprovata serie di ammortizzatori per carichi pesanti LDS da utilizzare su ascensori per persone e carichi. La prova di omologazione garantisce che

Dettagli

Monosplit a Parete Alta - Installazione

Monosplit a Parete Alta - Installazione Prima di iniziare l installazione, è necessario scegliere il luogo di installazione delle apparecchiature, verificandone l idoneità tecnica. Per una installazione a regola d arte, non è sufficiente applicare

Dettagli

The Tube 40011167-1120. Installazione e manuale dell'utente

The Tube 40011167-1120. Installazione e manuale dell'utente The Tube 40011167-1120 IT Installazione e manuale dell'utente IT 1.1 A 1.1 B 1.1 C Vetro 1.2 A 1.2 B 1.2 C A 1.3 1 < < < < 1.5 1.6 1.7 2 < < < < 1 Introduzione Il Tube è destinato esclusivamente all'uso

Dettagli

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN

INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) INSTALLAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1 EN 12453 - EN 12445 Con la

Dettagli

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO TRASFERIBILE E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO [Articolo 71 comma 8 D.Lgs. 81/08 e s.m.i.] Le check-list riportate di seguito riassumono,

Dettagli

0.0.2 Normalmente si considerano le seguenti tipologie di attività di manutenzione:

0.0.2 Normalmente si considerano le seguenti tipologie di attività di manutenzione: 0.0.0 PREMESSA 0.0.1 Come manutenzione si identifica un tipo di attività il cui scopo è quello di mantenere funzionanti ed in sicurezza, con le prescrizioni qualitative e quantitative gli impianti elettrici.

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO FISSO E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO

APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO FISSO E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO APPENDICE A LISTE DI CONTROLLO PER APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO DI TIPO FISSO E RELATIVI ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO Le check-list riportate di seguito riassumono, per ciascuna delle figure coinvolte nei controlli

Dettagli

Know-how in pillole. Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo

Know-how in pillole. Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo Sostituzione della catena su una Volkswagen Polo Attenzione: Non girare il bullone dell albero a camme fino alla fine del processo di sostituzione e dopo aver controllato la fasatura. Solo dopo deve essere

Dettagli

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4

CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 CONTROLLO MOTORE BOSCH MOTRONIC ME 7.3H4 Schema elettrico TCM00085 1 TCM00085 2 TCM00085 3 Descrizione dei componenti A01 ELETTROPOMPA CARBURANTE Azionare la pompa del carburante per misurarne la portata

Dettagli

I S P E S L. Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro. Dott. Sergio Morelli 1

I S P E S L. Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro. Dott. Sergio Morelli 1 I S P E S L Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza del Lavoro Dott. Sergio Morelli 1 Chi è L I.S.P.E.S.L L'Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro ISPESL e' ente di

Dettagli

PROVINCIA DELL OGLIASTRA

PROVINCIA DELL OGLIASTRA PROVINCIA DELL OGLIASTRA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST DI QUALITA IN LOCALITA QUIRRA-OSINI MANUTENZIONE PROGRAMMATA MEZZI

Dettagli

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono)

Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 9 PER L INSTALLAZIONE DEI CANCELLI MOTORIZZATI A SCORRIMENTO VERTICALE DAL BASSO VERSO L ALTO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE

Dettagli

SERVICE MANUAL CYLINDRA

SERVICE MANUAL CYLINDRA SERVICE MANUAL CYLINDRA Tutte le parti incluse nel presente documento sono di proprietà della FABER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento e le informazioni in esso contenute, sono fornite

Dettagli

Descrizione del funzionamento

Descrizione del funzionamento Descrizione del funzionamento Laddomat 21 ha la funzione di......all accensione, fare raggiungere velocemente alla caldaia una temperatura di funzionamento elevata....durante il riempimento, preriscaldare

Dettagli

"Frequenze e modalità di esecuzione dei controlli e della manutenzione. L'importanza del registro di controllo."

Frequenze e modalità di esecuzione dei controlli e della manutenzione. L'importanza del registro di controllo. Venerdì 02 ottobre 2015 - ore 14,00 GIS PIACENZA CONVEGNO La manutenzione e l aggiornamento dei requisiti di sicurezza: Indicazioni normative e obblighi giuridici. "Frequenze e modalità di esecuzione dei

Dettagli

Libretto verifiche e controlli per

Libretto verifiche e controlli per Libretto verifiche e controlli per Gru a torre n fabbrica matricola ISPESL Eseguendo le verifiche e i controlli è necessario osservare quanto segue: - le norme di legge italiane e comunitarie, - le norme

Dettagli

AZIENDA San Valentino Città di Levico Terme LEVICO TERME PROVINCIA DI TRENTO

AZIENDA San Valentino Città di Levico Terme LEVICO TERME PROVINCIA DI TRENTO Prot. n. 5421/13 (1)... AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI ALLA PERSONA San Valentino Città di Levico Terme LEVICO TERME PROVINCIA DI TRENTO DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 231 OGGETTO: AFFIDAMENTO, A MEZZO TRATTATIVA

Dettagli

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire

La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire SICUREZZA MACCHINE: Marcatura CE: La gestione delle modifiche su macchine/linee esistenti: errori comuni, criticità e corretta prassi da seguire - 21 ottobre 2010 Relatore: Marino Zalunardo Con il patrocinio

Dettagli

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500

Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldatrice HM 4500 Dati tecnici Riscaldamento Larghezza max. di riscaldamento Potenza calorifica max. Radiatori Lunghezza del gruppo radiante anteriore Lunghezza del gruppo radiante posteriore

Dettagli

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75

ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 1. Gruppi utente Mansione Operatore Personale specializzato ISTRUZIONI PER L'USO (Traduzione) Argano a fune Tipo 4202.0,5 4585.0,5 4585.0,75 Uso, controllo visivo Montaggio, smontaggio, riparazione, manutenzione

Dettagli

Istruzioni montaggio e smontaggio Meccatronica VAG DSG6 02E

Istruzioni montaggio e smontaggio Meccatronica VAG DSG6 02E Istruzioni montaggio e smontaggio Meccatronica VAG DSG6 02E Marca Modello Prodotto VAG DQ250 Meccatronica Revisione 1.0 Codice documento P0051.03.01 1. Attrezzatura necessaria... 3 2. Smontaggio... 4 3.

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche Torino Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra

Consiglio Nazionale delle Ricerche Torino Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra Consiglio Nazionale delle Ricerche Torino Istituto per le Macchine Agricole e Movimento Terra Rischi nel settore Agricolo Forestale Vezzolano, 24 ottobre 2008 Danilo RABINO CNR-IMAMOTER Macchine agricole

Dettagli

Multipurpose All Terrain Vehicle

Multipurpose All Terrain Vehicle FRESIA F18 4X4 Multipurpose All Terrain Vehicle Mezzo Speciale per Trasporto Materiale Logistico in condizioni estreme su ogni tipo di terreno 4 Ruote Motrici 4 Ruote Sterzanti L F18 4x4 è un veicolo leggero

Dettagli

FESSURIMETRI MECCANICI. Manuale d'uso

FESSURIMETRI MECCANICI. Manuale d'uso FESSURIMETRI MECCANICI Manuale d'uso INDICE Introduzione Pag. 4 Descrizione Pag. 4 Controlli preliminari Pag. 6 Installazione Pag. 6 Esecuzione delle misure Pag. 9 Elaborazione delle misure Pag. 9 Troubleshooting

Dettagli

Gru Serie CT - CTT City - CTT Manutenzione Generale 1 MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DELLA MACCHINA 1.1 GENERALITA 1.2 REQUISITI PER LA MANUTENZIONE DELLA GRU 1.3 PRECAUZIONI DI SICUREZZA 1.4 GRUPPI SOGGETTI

Dettagli

SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE

SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE Man500n 09/2006 Istruzioni d'installazione Uso e Manutenzione SERIE 500 TRASMETTITORE PNEUMATICO DI PRESSIONE DIFFERENZIALE A CAMPO VARIABILE INDICE 1. MONTAGGIO 2. COLLEGAMENTO ALLA RETE ARIA COMPRESSA

Dettagli

Oggetto: Impiego durante missioni H.E.M.S. della Termoculla Modello Baby

Oggetto: Impiego durante missioni H.E.M.S. della Termoculla Modello Baby Oggetto: Impiego durante missioni H.E.M.S. della Termoculla Modello Baby Cristina a bordo di elicotteri tipo BK 117. Scopo dell istruzione Operativa Disciplinare, informare, istruire ed uniformare il personale

Dettagli

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012

Autoscuola Marche - http://www.autoscuolamarche.com/ DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 DIRETTIVA 2012/36/UE DELLA COMMISSIONE del 19 novembre 2012 recante modifica della direttiva 2006/126/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la patente di guida LA COMMISSIONE EUROPEA, (Testo

Dettagli

DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003

DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003 DIRETTIVA 97/23/CE PED PER LE ATTREZZATURE ED INSIEMI A PRESSIONE SEMINARIO INFORMATIVO DICEMBRE 2003 IL D.LGS 93 DEL 25.02.2000 E LA DIRETTIVA PED PER LE APPARECCHIATURE E GLI IMPIANTI A PRESSIONE LA

Dettagli

Università degli studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale

Università degli studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Università degli studi di Bologna FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Meccanica Disegno Tecnico Industriale Tesi di laurea di: Mirco Ronconi Relatore: Prof. Ing.. Luca Piancastelli Correlatore:

Dettagli

Compattezza semi-vio. Mini-escavatore. Caratteristiche principali. Vantaggi operativi

Compattezza semi-vio. Mini-escavatore. Caratteristiche principali. Vantaggi operativi Mini-escavatore Compattezza semi-vio Caratteristiche principali Dimensioni compatte : - larghezza della macchina ridotta a 980 mm ; - raggio di rotazione posteriore di soli 980 mm ; - raggio di rotazione

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE MANUALE USO E MANUTENZIONE Argano manuale con cavo Art. 0070/C ISTRUZIONI ORIGINALI PREMESSA Leggere il presente manuale prima di qualsiasi operazione ISTRUZIONI ORIGINALI Prima di iniziare qualsiasi azione

Dettagli

Cinghia distribuzione

Cinghia distribuzione Cinghia distribuzione 1 CASA COSTRUTTRICE: AUDI MODELLO: A3 1.8 Turbo CODICE MOTORE: APP ANNO: 1999-03 Intervallo di sostituzione raccomandato Ogni 180.000 km - sostituire. Danni al motore ATTENZIONE:

Dettagli

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO

NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DI UN CABLAGGIO NOTE ELEMENTARI PER UNA CORRETTA EECUZIONE DI UN CABLAGGIO La realizzazione di un cablaggio non è un lavoro molto difficile. Purchè si rispettino quelle precauzioni necessarie alla sicurezza del volo.

Dettagli

ITALIANO BEAN. Barriera stradale MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO BEAN. Barriera stradale MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO BEAN Barriera stradale MANUALE PER L'UTENTE BEAN - Manuale per l'utente Indice Capitolo 1 Introduzione 3 1.1 Descrizione del prodotto... 3 1.2 Caratteristiche tecniche... 3 1.3 Descrizione del

Dettagli

Istruzioni accurate per una lunga vita del motore

Istruzioni accurate per una lunga vita del motore VOLKSWAGEN VOLVO Numero 16 2013 VKMC 01270 VKMC 01258-1 VKMC 01258-2 Istruzioni accurate per una lunga vita del motore Molti autoriparatori corrono rischi non seguendo tutte le raccomandazioni delle case

Dettagli

Allegato B.15 - Schede interventi di manutenzione preventiva per Gruppi Elettrogeni Sede coinvolta: Via Scarsellini 40 (Lastrico Solare)

Allegato B.15 - Schede interventi di manutenzione preventiva per Gruppi Elettrogeni Sede coinvolta: Via Scarsellini 40 (Lastrico Solare) Allegato B.15 - Schede interventi di manutenzione preventiva per Gruppi Elettrogeni Sede coinvolta: Via Scarsellini 40 (Lastrico Solare) Questi interventi di manutenzione preventiva, già elencati nella

Dettagli

Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE

Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE Sito Web: http://www.gardenale-estintori.it/ UNI 9994-1 /2013 fasi di manutenzione 4 ATTIVITA E PERIODICITA DELLA MANUTENZIONE 4.1 Generalità La persona responsabile deve predisporre un programma di manutenzione,

Dettagli

Bloccaggio per guide lineari

Bloccaggio per guide lineari Bloccaggio per guide lineari Unità di frenatura pneumatica e manuale ERRE.DI. srl Via dei Lavoratori, 15 20092 Cinisello Balsamo (Milano) Tel. 02 66047168 02 66040229 Fax 02 6128041 erredi@erredisrl.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053)

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053) DATA: 07.11.08 PAG: 1 DI: 12 Il Gruppo idraulico racchiude tutti gli elementi idraulici necessari al funzionamento del circuito solare (circolatore, valvola di sicurezza a 6 bar, misuratore e regolatore

Dettagli

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445

GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Installatore: (Nome, indirizzo, telefono) GUIDA UNAC N. 5 PER L INSTALLAZIONE DI PORTE A LIBRO IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE E ALLE NORME EN 12453 - EN 12445 Con la presente pubblicazione

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Mezzi Soccorso Bremach Eex

Mezzi Soccorso Bremach Eex Mezzi Soccorso Bremach Eex Presidi DPI Eliminazione Innesco Cause Innesco Contatto Fiamma Libera Contatto Scariche Elettriche Contatto Superfici Calde Contatto Scintille Zona Avanzamento Eliminazione Innesco

Dettagli

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608

Istruzioni per l installazione. combinazione frigo-congelatore Pagina 18 7081 401-00. CNes 62 608 struzioni per l installazione combinazione frigo-congelatore Pagina 18 I 7081 401-00 CNes 62 608 Posizionamento Evitare la posizionatura dell'apparecchio in aree direttamente esposte ai raggi del sole,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/11 Sessione ordinaria 2015 Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte. PRIMA PARTE SISTEMA DI CONTROLLO E TRATTAMENTO DEI GAS DI SCARICO

Dettagli

Serraggi. Fascette NormaClamp Torro 9. Fascette NormaClamp Torro 12 Come Fascette NormaClamp Torro 9, ma nastro 12 mm.

Serraggi. Fascette NormaClamp Torro 9. Fascette NormaClamp Torro 12 Come Fascette NormaClamp Torro 9, ma nastro 12 mm. Fascette NormaClamp Torro 9 Serraggi Fascette stringitubo a vite senza fine DIN 3017, nastro 9 mm. Realizzate con nastro pieno e bordi arrotondati. La conformazione del carrello portavite garantisce una

Dettagli

NOVITÀ MONDALE. EN 806-4 Bollettino tecnico ZVSHK T 82-2011 1) T 84-2004. Unità elettronica di fl ussaggio e provaimpianti.

NOVITÀ MONDALE. EN 806-4 Bollettino tecnico ZVSHK T 82-2011 1) T 84-2004. Unità elettronica di fl ussaggio e provaimpianti. Unità elettronica di fl ussaggio e provaimpianti con compressore senza olio. REMS Multi-Push NOVITÀ MONDALE EN 806-4 Bollettino tecnico ZVSHK T 82-2011 1) T 84-2004 2) for Professionals Un solo apparecchio

Dettagli

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI LINEE GUIDA PER IL MONTAGGIO GPL INIEZIONE SEQUENZIALE IN FASE GASSOSA AUTOMOBILI TRASFORMABILI AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE ASPIRATO AUTOMOBILI AD INIEZIONE CON MOTORE TURBO AUTOMOBILI NON TRASFORMABILI

Dettagli

Valvola di allarme ad umido

Valvola di allarme ad umido MANUALE VALVOLA UMIDO 1 Manuale di installazione e manutenzione Valvola di allarme ad umido MODELLO H da 3-4 4-6 6-8 MANUALE VALVOLA UMIDO 2 Valvole di allarme ad umido AG modello H Panoramica... 3 Dati

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione CR, CRN 120 e 150 50/60 Hz 3~ 1. Identificazione del modello... 2 1.1 Targhetta identificativa... 2 1.2 Codice del modello... 2 2. Coppie di serraggio e lubrificanti... 3 3.

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Rimessaggio / Messa in acqua

Rimessaggio / Messa in acqua ACCESSORI NAUTICI PER NAVIGARE Rimessaggio / Messa in acqua Stampa questa lista e controlla con noi Ti proponiamo un elenco di lavori da effettuare per il rimessaggio invernale o in alternativa prima della

Dettagli

Protocollo di manutenzione Transformer Compact Station

Protocollo di manutenzione Transformer Compact Station Protocollo di manutenzione Transformer Compact Station Nome progetto: Cliente: Indirizzo, ubicazione dell impianto: Numero di serie di Transformer Compact Station: Versione di produzione di Transformer

Dettagli

Service Information 99220_131-132_SI_20150305

Service Information 99220_131-132_SI_20150305 Pulizia filtro antiparticolato con micrologic PREMIUM 131-132 Set pulizia per il filtro antiparticolato TUNAP 992 20 Pistola per la pulizia TUNAP TUNAP 994 11 Sonda TUNAP Sommario 1. Introduzione...3 2.

Dettagli

Pulizia con ContraSept

Pulizia con ContraSept Pulizia con ContraSept Indice: Pagina 2: 145 (1994-2001) 147 (2000-2010) 156 (1997-2007) 164 (1987-1997) 166 (1998-2007) Pagina 3: Spider 916 (1994-2005) GTV (1994-2005) 147 (2000-2010) 159 (2005-2011)

Dettagli

I Controlli degli ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO

I Controlli degli ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO I Controlli degli Relatore: Sig. Giuseppe VEZZOLI Brescia, 23 Marzo 2015 1 - DEFINIZIONE Secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE un Accessorio di Sollevamento è definito come: componente o attrezzatura

Dettagli

NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO

NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO ADRIANO GOMBA & C. NOTE E CONSIDERAZIONI SULLA PESATURA DI SILOS E SERBATOI CON CELLE DI CARICO Installazione. Un sistema di pesatura è costituito da un serbatoio, il cui contenuto deve essere tenuto sotto

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

CANDIDATO: William Berardi. RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli

CANDIDATO: William Berardi. RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Ingegneria Corso di laurea in Ingegneria Meccanica A.A. 2010/2011 - Sessione III CANDIDATO: William Berardi RELATORE: Prof. Ing. Luca Piancastelli

Dettagli

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Unità di azionamento. Avvertenze sulla sicurezza. al personale specializzato. per Vitoligno 300-C

VIESMANN. Istruzioni di montaggio. Unità di azionamento. Avvertenze sulla sicurezza. al personale specializzato. per Vitoligno 300-C Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Unità di azionamento per Vitoligno 300-C Avvertenze sulla sicurezza Si prega di attenersi scrupolosamente alle avvertenze sulla sicurezza

Dettagli

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO

LEGENDA DEI RISCHI MECCANICI DOVUTI AL MOVIMENTO Installatore: GUIDA TAU PER LA MOTORIZZAZIONE DEI CANCELLI SCORREVOLI IN CONFORMITÀ ALLA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE E ALLE PARTI APPLICABILI DELLE NORME EN 13241-1, EN 12453, EN 12445 Con la presente

Dettagli

TABELLE INTERVENTI DI MANUTENZIONE PERIODICI SU VENTOSE GRU - CARROPONTI

TABELLE INTERVENTI DI MANUTENZIONE PERIODICI SU VENTOSE GRU - CARROPONTI GARANZIA DAL 1974 - Produzione Ventose - Produzione Ventose - Via S. Piero, 94-56031 BIENTINA (PI) - Cod. Fisc. e Partita I.V.A. 01126720505 Tel.: 0587 756395 - Fa: 0587 756511 info@ataventose.it - www.ataventose.it

Dettagli

MANUTENZIONE ATTREZZATURE

MANUTENZIONE ATTREZZATURE MANUTENZIONE ATTREZZATURE Procedura di Straordinaria Manutenzione ordinaria programmata (MOP) e Manutenzione INDICE: 1. SCOPO 2. APPLICABILITA 3. RESPONSABILITA 4. MODALITA OPERATIVE 5. RIFERIMENTI 1.

Dettagli

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE

Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Co.ma. S.p.a. COILS MANUFACTURER BATTERIE RADIANTI MANUALE DI MONTAGGIO, AVVIAMENTO E MANUTENZIONE BATTERIE ALETTATE Sommario Premessa Movimentazione Installazione Manutenzione Avvertenze 2 Premessa 3

Dettagli

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A

Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Scheda tecnica Contattore Logo TL-AFS19 100A Caratteristiche principali Il contattore LOGO TL-AFS 19, di piccole dimensioni e notevole portata, è realizzato per i settori della trazione e della movimentazione

Dettagli

DIAGNOSI CANDELE NORMALE

DIAGNOSI CANDELE NORMALE DIAGNOSI CANDELE NORMALE Il piede isolatore presenta un colore da bianco-grigio/giallo-grigio a bruno. Il consumo dell'elettrodo è ridotto. Il grado termico della candela di accensione è stato scelto correttamente.

Dettagli

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori

- Verifica funzionalità, pulizia e controllo connessioni altro tipo di trasformatori Impianto elettrico Cabine elettriche Quadri elettrici media e bassa tensione e c.c Interruttori media e bassa tensione Trasformatori Batteria di rifasamento Impianto di Protezione contro le scariche atmosferiche

Dettagli

PULITORE SISTEMA DI ASPIRAZIONE E CARBURATORE

PULITORE SISTEMA DI ASPIRAZIONE E CARBURATORE PULITORE INIETTORI BENZINA Pulitore intenso del sistema di alimentazione benzina, da usare con inject flebo. Elimina i depositi sugli iniettori. Riduce le emissioni di CO e HC. Elimina le difficoltà di

Dettagli

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM

Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Gruppo Freno a Disco MILLENNIUM Manutenzione Sistema 11 17-19 idraulico Bassano Grimeca S.p.A. Via Remigia, 42 40068 S. Lazzaro di Savena (Bologna) Italy tel. +39-0516255195 fax. +39-0516256321 www.grimeca.it

Dettagli

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate.

Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Renault Clio II 1.2 16V Motore benzina D4F 712 (00 06) Difetto: spia iniezione accesa e funzionamento al minimo irregolare, causa valvole bruciate. Soluzione: sostituzione valvole. Note: La vettura di

Dettagli

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia La forcella è un componente molto importante della moto e ha una grande influenza sulla stabilità del veicolo. Leggere attentamente

Dettagli

REGISTRO DI CONTROLLI GRU A PONTE BITRAVE

REGISTRO DI CONTROLLI GRU A PONTE BITRAVE 1 REGISTRO DI CONTROLLI GRU A MATRICOLA Allegato 2 CSA SERVIZIO ON SITE GRU A Pagina 1 di 2 SOMARIO 1.1. NOTE GENERALI 3 1.2. MANUTENZIONE ORDINARIA 3 1.2.1 Controlli giornalieri (frequenza minore di 1

Dettagli