I NUOVI TREND DEL MOBILE BANKING

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I NUOVI TREND DEL MOBILE BANKING"

Transcript

1 I NUOVI TREND DEL MOBILE BANKING Conference Paper di Abbinato al Workshop Mobile Banking e New Customer Experience - 6 marzo 2014 Sponsorizzato da:

2 È ormai evidente come da alcuni anni il settore bancario si stia gradualmente aprendo a tecnologie e linguaggi che gli consentano di stare al passo con i paradigmi promossi dai nuovi scenari digitali peraltro già assimilati da altri settori tra cui in particolare il paradigma della mobilità. Inoltre è sempre più evidente come, in ogni mercato, la preferenza dei clienti per il canale mobile sia in forte crescita. Negli ultimi anni si è infatti registrato un sostanziale cambiamento nella distribuzione delle preferenze dei clienti in relazione alle modalità di interazione, con i canali tradizionali (Phone, Web, ) in continuo declino e quelli nuovi (Mobile e Social Media) in continua crescita. SCENARIO EVOLUTIVO DEL MOBILE BANKING Il Mobile Banking si sta dimostrando una realtà in forte crescita, anche in Italia, in risposta all elevata propensione all utilizzo in mobilità di nuovi smart connected devices (smartphone e tablet). Con più di 4 milioni di tablet e 25 milioni di smartphone oggi in circolazione, le banche italiane sentono sempre più la necessità di essere presenti sui nuovi canali in un ottica di multicanalità, sia offrendo servizi tradizionali in maniera più efficiente, sia per studiare e implementare nuove capacità e funzionalità, in linea con i profili dei nuovi utenti. Da una rielaborazione di su dati rilasciati da ABILab, Federal Reserve e altre fonti, la percentuale di possessori di smartphone che utilizzano servizi di Mobile Banking in Italia è ancora ridotta (intorno al 10%, circa il 4% della popolazione italiana) se confrontata con i tassi raggiunti in altri paesi, ma sta registrando una crescita estremamente positiva (+40% nel 2013 rispetto al 2012). È da sottolineare d altra parte come la crescente presenza delle banche sulla scena Mobile non abbia portato solamente ad una modifica delle abitudini di accesso, in termini di tempi e modi, ai servizi bancari da parte degli utenti, ma ha anche determinato un graduale mutamento nell approccio del risparmiatore ai servizi bancari, nei suoi comportamenti e nelle decisioni finanziarie. I clienti attivi sul canale mobile dichiarano infatti di avere oggi un maggior controllo sul proprio denaro, riducendo la frequenza degli scoperti sui conti correnti e i tempi di pagamento, a fronte di una sostanziale intensificazione dei rapporti tra cliente e banca. LE PIATTAFORME PER IL MOBILE BANKING Le attività che ricadono sotto l etichetta di Mobile Banking sono molteplici e si basano su più piattaforme. Di queste, le 4 più spesso citate sono: (i) SIM, (ii) SMS, (iii) Mobile site e (iv) Mobile Application. La prima modalità (SIM) risulta ad oggi scarsamente diffusa mentre per gli SMS si ha una diffusione matura. I principali sforzi delle banche nel delineare una nuova strategia Mobile sono quindi rivolti principalmente verso il mondo delle App per smartphone e tablet, e in misura marginale ad adattare l Internet Banking agli schermi ridotti degli smart device (Mobile site). Entrando nel dettaglio delle singole piattaforme, in Italia oggi tutte le banche utilizzano in maniera diffusa gli SMS per svolgere alcune attività base, informative o di avviso. Le attività più comuni sono infatti gli SMS di alert su carte di pagamento e di notifica per attività sui conti correnti, così come i servizi di trading via SMS (ad esempio, SMS che consentono di controllare l andamento di un titolo, impostando un prezzo e ricevendo un SMS quando il titolo raggiunge il prezzo impostato). Il ricorso ai messaggi di testo, benchè possa far leva sulla facilità di utilizzo e la loro estrema diffusione (circoscritta non solo ai cellulari di nuova generazione), è limitato da una sostanziale univocità della relazione con il cliente, a cui non è richiesta alcuna interazione (trattandosi di avvisi unidirezionali della banca). Per quel che riguarda l accesso da mobile ai siti web delle banche, disponibile oggi per diversi dispositivi e browser, il suo utilizzo è da ricercarsi soprattutto nell immediatezza di fruizione e nella più generale compatibilità, non richiedendo alcun tipo di download o di dipendenza da un App store specifico. Allo stesso modo, i siti mobili rimangono per certi versi più dinamici e flessibili in termini di aggiornamento dei contenuti e delle funzionalità (anche perchè, di nuovo, non è richiesto alcun download per gli aggiornamenti, operazione al contrario obbligatoria per le App Mobile). D altro canto, uno dei limiti maggiormente riscontrati quando si parla di siti adattati per dispositivi mobili riguarda, così come già per gli SMS, l univocità del canale di comunicazione che viene creato tra banca e utente. A suscitare particolare interesse sono oggi le App Mobile, intese come una risposta ad hoc per device mobili, che le banche stanno gradualmente adottando in un ottica di migliore sfruttamento delle funzionalità dei device stessi. Se infatti i principali gruppi bancari si sono ad oggi già attrezzati nel fornire applicazioni per i diversi sistemi operativi (ios, Android e per ultimo Windows Phone), la presenza delle banche italiane sui principali App store rimane ancora a macchia di leopardo, molto spesso con applicazioni in versione beta. Si osserva poi la presenza in alcuni casi di un numero particolarmente Conference Paper - Marzo

3 elevato di App per banca. Questo fenomeno è esplicativo del tentativo di alcune banche di ottenere la maggiore copertura delle funzionalità, abilitate dalle applicazioni mobili, per accumulo, ovvero fornendo più applicazioni per svolgere tutta una serie di attività che potrebbero essere al contrario riassunte in un unica App. L accumulo di applicazioni bancarie sugli store è spesso segnale di una sostanziale strategia di imitazione dei competitor, senza rilettura in chiave incrementale dell esistente: l introduzione di un nuovo servizio in mobilità da parte di una banca determina l introduzione da parte di un altra banca di un applicazione che sviluppa tale servizio in aggiunta all offerta già esistente. È d altra parte utile sottolineare come questa tendenza all accumulo sia spesso da ricondurre a una rigidità nell architettura originaria dell applicazione, che in molti casi non è stata predisposta per ulteriori sviluppi. L interesse nei confronti delle applicazioni mobili da parte delle banche è quindi riconducibile, oltre che alla diffusa tendenza in ogni settore a esplorare questo nuovo paradigma, alle possibilità e potenzialità insite in queste. In particolare, cresce l interesse intorno alle possibilità di personalizzazione e di sfruttamento delle funzionalità native del dispositivo su cui l App è installata (es. fotocamere, GPS per la geolocalizzazione), così come allo svolgimento delle attività anche in modalità offline. MOBILE BANKING: CLIENTI, FILIALI E CUSTOMER EXPERIENCE Sviluppare applicazioni mobili permette oggi alle banche di aggiungere nuove funzionalità e servizi al proprio portfolio, in modo da attirare con maggior efficacia l interesse e l attenzione degli utenti. A questo riguardo, si stanno diffondendo con successo a livello internazionale casi di servizi di banking low-cost e mobile-only che si propongono di portare all estremo il paradigma delle banche in mobilità, traducendo su dispositivi mobili l insieme delle possibili relazioni che la banca può avere con la propria clientela. Sul tema delle relazioni tra banca e cliente, due sono i principali fattori, abilitati dalla mobilità, che vengono maggiormente rilevati: da un lato, l adozione del canale mobile da parte delle banche ha portato inevitabilmente a un aumento dei punti di contatto tra cliente e banca, diventando così una possibile leva per i ricavi di quest ultima; dall altro lato, però, la mobilità sembra anche stimolare l infedeltà del cliente, sempre meno legato alla filiale sotto casa e a una relazione univoca con l istituto bancario di riferimento. In quest ottica, diventa sempre più importante per le banche ripensare sia le dinamiche di contatto e la semplificazione, tramite un design delle applicazioni che sia user-centered e responsive, delle interfacce e dei processi, sia il canale fisico e la struttura stessa delle filiali. In particolare, queste ultime devono adottare sempre più un approccio consulenziale, invertendo il verso della relazione: non sarà più il cliente che andrà verso la filiale, ma al contrario sarà sempre più la banca/consulente ad andare verso il cliente. COME DISEGNARE LA NEW CUSTOMER EXPERIENCE CON IL MOBILE Intervista a: Giuseppe Gramazio, POD Manager, CEFRIEL Politecnico di Milano La qualità della User Experience delle App bancarie si è dimostrata all estero come una carta vincente, in quanto gli utenti richiedono semplicità, velocità, rilevanza delle informazioni e delle modalità di fruizione dei servizi finanziari. Quali strategie devono essere seguite per realizzare una CX di successo nello sviluppo di App Mobile? Conference Paper - Marzo

4 È sempre stato molto difficile realizzare una UX soddisfacente che garantisca la popolarità e la diffusione di qualsiasi applicazione. Riuscire a realizzare invece una UX di vero successo, che sposi alla perfezione i bisogni degli utenti fin quasi riuscire ad anticiparli, rendendo l esperienza d uso unica e pervasiva in ogni contesto della giornata, rappresenta la chiave di successo unica per un applicazione. Nell ambito delle applicazioni bancarie questi concetti sono ancora più importanti in quanto l utilizzo di tali applicazioni è legato a una necessità primaria dell utente di gestire i propri interessi finanziari e quindi rilevanti per la sua stessa vita quotidiana, di conseguenza avere la percezione e la chiarezza che le operazioni che si stanno compiendo siano limpide, certe, facili e sicure appare ancor più essenziale che in altri contesti. Essere vicini all utente ed ai suoi bisogni, cercare di soddisfarli in maniera rapida, semplice ma sicura, rendere trasparente all utente la complessità delle operazioni che si stanno compiendo e garantire sempre ed ovunque la disponibilità dei servizi, sono queste le chiavi di una UX di successo anche e soprattutto in ambito bancario. Il canale Mobile è oggi per le Banche un ambito in rapida evoluzione: in Italia si contano oltre 3 milioni di utenti di servizi Mobile Banking e questo numero è in rapida crescita. Il canale Mobile si presta particolarmente a innovazioni e avvio di nuovi servizi, come pagamenti in prossimità o invio di denaro. Quali sono le possibilità di integrare la CX Mobile con altre esperienze digitali e realizzare un Customer Journey multicanale consistente? Le nuove tecnologie di localizzazione insieme a quelle di autenticazione e trasmissione dati, hanno aperto numerosi scenari di utilizzo nell ambito del Mobile Banking. La tendenza attuale di dotare di sensori biometrici anche gli oggetti mobili con cui interagiamo quotidianamente, rende l esperienza d uso sempre più seamless, incentivando ancor di più l utilizzo di device mobili (e non solo) nell arco del customer journey. Alcune tecnologie sono ormai assestate in termini di maturità, quindi possono essere ritenute debitamente affidabili per essere messe nelle mani anche di utenti non propriamente tecnologici. Poter ritrovare la propria identità digitale su ogni strumento con il quale si interagisce durante le attività di ogni giorno, recuperare e condividere eventualmente i propri dati e disporne nella maniera che si ritiene più opportuna su qualsiasi canale, rappresentano le reali potenzialità di una CX consistente e di successo. In aggiunta, si stanno affacciando nuove tecnologie digitali, come le Wearable technologies e l Internet of Things: quali nuovi utilizzi si prefigurano, quali saranno gli sviluppi con riferimento alle interfacce verso gli utenti e come sfruttare queste opportunità dal punto di vista della comunicazione, brand awareness e integrazione verso servizi tradizionali? L attenzione al proprio stato di salute c è sempre stata anche in passato da parte di chiunque avesse a cuore il proprio benessere fisico. Oggi la possibilità di farlo senza dover ricorrere a mezzi esterni e a volte dispendiosi quantomeno in termini di tempo (analisi mediche, visite specialistiche, dietologi ), fornisce la possibilità alle persone di avere una maggiore percezione del proprio stato di benessere fisico, semplicemente indossando della tecnologia per misurare se stessi autonomamente e in ogni momento. Ovviamente la valenza delle grandezze misurate autonomamente non è paragonabile a quella fornita con i tradizionali metodi specialistici, ma per l utente finale rappresenta un occasione in più per imparare a conoscere se stessi ed entrare eventualmente in contatto con altre persone (pensiamo all aspetto social della condivisione del proprio stato di fitness). Wearable technologies non vuol dire solo health e fitness, ma anche sicurezza, servizi personali e localizzati. Ogni servizio che può essere attivato in maniera sicura e ancora una volta seamless ricade nella sfera di applicazioni utili all utente finale che vede tutelata la sua privacy e facilitato l accesso a informazioni o servizi altamente personalizzati semplicemente indossando smart device o smart sensor. Wearable è quindi sinonimo di utilità, efficienza e ogni oggetto che può entrare in contatto con le nostre attività quotidiane può trasformarsi in un mezzo attraverso il quale veicolare informazione e servizi. L internet delle cose rappresenta ormai una realtà in forte crescita e non sfruttarne le peculiarità di pervasività e vicinanza all utente finale per offrire nuove chiavi di accesso ai servizi tradizionali o inventarsene di nuovi per rendere sempre più efficiente l ingaggio con l utente, significherebbe perdere l occasione unica di essere veramente innovativi. Conference Paper - Marzo

5 L EVOLUZIONE DEI MODELLI DISTRIBUTIVI DELLE BANCHE ITALIANE ALLA LUCE DELLE SPECIFICITÀ E DELL INNOVAZIONE OFFERTA DAL MOBILE BANKING Intervista a: Paolo Gatelli, Research Manager, CeTIF Negli ultimi anni, si è evidenziata una forte attenzione da parte delle banche italiane retail verso l evoluzione dei modelli distributivi: molte banche stanno diminuendo il numero di filiali e stanno basando l integrazione multicanale (che comprende oggi Web e Mobile oltre ai canali tradizionali) su logiche di cost-to-serve. Dal vostro osservatorio di analisi, quali emergono essere i nuovi principali modelli organizzativi e strategie di servizio delle banche italiane? La crisi economica e il continuo mutamento dei bisogni del consumatore in ambito finanziario stanno conducendo le banche retail a ripensare i propri modelli di servizio mediante scelte strategiche coerenti con la segmentazione della clientela, i relativi bisogni, i canali e i prodotti/ servizi. L effetto più rilevante di tali evoluzioni è probabilmente rappresentato dall apertura a nuovi modelli di creazione del valore, con l effetto di orientare il mercato a un numero di prodotti e servizi più granulari e personalizzati. In tal senso, il modello di servizio ha necessità di coniugare la soddisfazione dei bisogni del consumatore, soprattutto in termini di autonomia e utilizzo dei canali remoti, con il valore rappresentato da una relazione personale con la banca. In particolare le reti esterne, l offerta fuori sede e da remoto stanno assumendo un ruolo sempre più importante nelle modalità con cui le istituzioni finanziarie coltivano la relazione con il cliente, soprattutto se si considera l insieme dei servizi in un ottica di upselling. I dati raccolti da CeTIF, analizzati in relazione al contesto socio-economico, testimoniano una situazione in cui l approccio tradizionale al presidio del territorio deve mutare necessariamente nella tipologia e nella funzione dei singoli sportelli. L evoluzione delle strategie commerciali e di distribuzione non prevede l abbandono del canale fisico, ma una specializzazione dello stesso rispetto alla collocazione geografica, alla tipologia di clientela, al livello di integrazione con gli altri canali e all obiettivo che esso persegue. In altre parole, sembra emergere una prospettiva in cui sportelli di diversa tipologia e livello di innovazione (leggeri, self service, specializzati, orientati alla consulenza o al transazionale, ecc.) verranno governati con l obiettivo di sfruttare le possibilità offerte dai canali remoti e renderne maggiormente sostenibile il modello di redditività, differenziandone l operatività in virtù delle differenti strategie. Con riferimento particolare al Mobile Banking, come sta evolvendo il modello di servizio su questo canale? Quali sono soluzioni innovative e quale l evoluzione dei servizi di pagamento realizzabile con device Mobile, tablet e smartphone? Il Mobile, inizialmente inteso come strumento per usufruire di servizi on the go, sta progressivamente assumendo una connotazione più vicina all internet banking, secondo logiche di integrazione con gli altri canali. Alle aziende in grado di saper cogliere il potenziale rappresentato da quest evoluzione tecnologica si aprono nuove opportunità di business: possibilità di proporre nuovi servizi e contenuti, valorizzazione del brand, sviluppo di prodotti/servizi per cluster di clienti oltre che al cliente individuale. Ma l effetto più rilevante è forse rappresentato dall apertura a nuovi modelli di creazione del valore, con l effetto di orientare il mercato verso un numero di prodotti e servizi più granulari e personalizzati, basati soprattutto sulla caratteristica contestuale del servizio offerto via smartphone. L evoluzione dei servizi di pagamento realizzabile con device Mobile, tablet e smartphone si coniuga con una strategia commerciale fondata sul presidio di diversi punti di contatto, sia fisici che virtuali. È infatti ormai un parere condiviso che l abbattimento delle barriere fisiche tra fornitore e cliente richiede la formulazione di un offerta innovativa che integri processi di vendita da remoto e offra servizi di pagamento, anche in presenza, attraverso strumenti evoluti. Questa nuova offerta consente inoltre di ridurre i costi di transazione e i costi organizzativi, valorizzando la raccolta di dati e informazioni sui comportamenti di una clientela che richiede la possibilità di accedere ai servizi finanziari (informativi e dispositivi) senza alcun vincolo di spazio o tempo. Conference Paper - Marzo

6 Analizzando nello specifico l evoluzione in corso del sistema dei pagamenti, favorita dall innovazione tecnologica e dalla disponibilità di nuove modalità di pagamento in mobilità, si assiste a un estensione del perimetro degli attori con ingresso di attori non finanziari (ad esempio la nuova carta ricaricabile You&Eni). Dal punto di vista delle banche, quali sono le conseguenze e quali possono essere le collaborazioni e sinergie con operatori non bancari? Il mercato dei pagamenti sta cambiando sensibilmente anche in seguito all entrata di nuovi player. Nonostante l incertezza degli scenari futuri è probabile che il nuovo mercato sarà fatto da una fitta rete di relazioni basate sulla coopetition, un tipo di collaborazione competitiva auspicata oggi da banche, provider di servizi di pagamento, payment institution e altri operatori non finanziari. Ad esempio è possibile che i diversi attori coinvolti nelle nuove forme di E-Business e in forme innovative di pagamento trovino accordi per presidiare alcune o tutte le differenti parti della catena del valore. L aggregazione dei servizi di pagamento e servizi a valore aggiunto (loyalty, couponing, advertising, ticketing, ecc.) offerti da player finanziari e non finanziari sembra dunque essere l elemento principale su cui si baserà lo sviluppo del mercato. La rete e la tecnologia Mobile si dimostrano il mezzo ideale per favorire tali sviluppi. Tocca al mercato riflettere sul cambiamento di paradigma che dovrà portare a nuove possibilità di fruizione, comunicazione e fidelizzazione del cliente e, quindi, alla nascita di nuovi prodotti e servizi, non solo per quanto riguarda il canale fisico, ma per tutti i dispositivi di supporto alla mobilità in un ottica integrata. I NEW ENTRANT NELLO SCENARIO MOBILE BANKING All inizio degli anni 90 cominciarono a diffondersi a livello globale quelle che all epoca vennero chiamate le Digital Bank, prime esperienze di banche virtuali operanti unicamente attraverso Internet. Il loro ingresso sul mercato rappresentò una sfida agli istituti di credito tradizionali, con la proposta di un nuovo modello di banca completamente online. A distanza di venti anni, queste banche continuano a registrare tassi di crescita al di sopra della media di settore e hanno una diffusione sempre più capillare, a cui nel tempo si è aggiunta anche una limitata presenza di filiali fisiche. Mobile Banking: un scenario in rapida trasformazione Fonte: It's Time to Reinvent Mobile Banking, by Jim Marous, Bank Marketing Strategy, 13 January 2014 Oggi, anche le Banche Dirette appaiono superate da un nuovo modo di erogare servizi finanziari, quelli proposti nelle economie più avanzate dai cosiddetti operatori Mobile First, banche che nascono per operare principalmente via Mobile. Alcuni esempi: le americane Moven e Simple, la francese Soon (Axa Banque), la giapponese Jibun Bank ed Hello Bank! da poco presente anche in Italia. Queste banche, che vedono come loro principale (e spesso unica) interfaccia con il cliente gli schermi dei device mobili mostrano tutte una particolare attenzione alla user experience e al design delle proprie applicazioni: se la banca deve essere dalla parte del cliente (in un ottica, ancora una volta, di contrapposizione all approccio delle banche tradizionali), uno dei punti principali intorno a cui deve ruotare la sua offerta è proprio la semplicità di utilizzo e di interazione, e la diffusione di servizi che sfruttino l attuale onnipresenza dei device mobili per educare e responsabilizzare i comportamenti finanziari degli utenti. Da queste esperienze le banche tradizionali stanno apprendendo che il disegno di una user experience avanzata, unito al lancio di servizi innovativi che sfruttano le caratteristiche uniche del device Mobile, sono il punto di volta per avere successo nel mercato nascente del Mobile Banking. Di seguito riportiamo alcune best practice su come le banche italiane si stanno attrezzando per rispondere alla sfida dei nuovi servizi finanziari erogati attraverso il canale Mobile. Conference Paper - Marzo

7 MOBILE BANKING IN BANCA MEDIOLANUM Intervista a: Marco Scolè, Mobile Project Manager - Marketing Canali Diretti Banca Mediolanum Qual è stata la vostra esperienza con riferimento agli sviluppi Mobile? Nel 2007 Banca Mediolanum ha avviato lo sviluppo di soluzioni di Mobile Banking, inizialmente per i sistemi Nokia Symbian o BlackBerry. La forte implementazione del canale mobile è però avvenuta a partire dal 2011, quando abbiamo iniziato a sviluppare la prima App per ios (iphone e ipad), poi per Android e infine, nel 2012, per Windows Phone. L operatività su Mobile di Banca Mediolanum si accresce continuamente, sia sul versante delle funzioni informative, sia per quelle dispositive. I servizi informativi coprono tutta l offerta della Banca: conti, carte, conti deposito, fondi, polizze, investimenti e trading. A livello dispositivo, la nostra clientela utilizza con grande frequenza le funzionalità dispositive per effettuare bonifici e ricariche telefoniche, per il pagamento dei bollettini, per la compravendita di fondi ma anche per il trading su Mobile. Ovviamente per tutte le valutazioni di scelta di investimento per il futuro, per cui il cliente necessita di un approfondita consulenza, rimane sempre indispensabile la figura del Family Banker. Possiamo dire che il 2013 è stato un anno molto intenso dal punto di vista dell innovazione e dell implementazione del Mobile. Banca Mediolanum è stata, infatti, il primo istituto bancario in Italia a implementare nel Mobile i servizi di chat, chiamata e videochiamate VoIP verso il customer service. A marzo dello scorso anno abbiamo anche ricevuto il premio ABI per l innovazione bancaria introducendo, per i sistemi Android, un lettore OCR per compilare i bollettini postali semplicemente scattando una fotografia. Per effettuare il pagamento basta inquadrare il codice presente sul bollettino, scattare la foto e confermare i dati. Durante il mese di maggio abbiamo testato la nuova frontiera del Mobile payment sviluppato in collaborazione con CartaSi. Per pagare basterà utilizzare uno smartphone dotato di tecnologia NFC (Near Field Communication), su cui è stata caricata una carta di credito dematerializzata e avvicinare il cellulare a una cassa con apposito lettore (un Pos contactless ). E ancora, a luglio in partnership con PayPal è stato lanciato Send Money il primo servizio in Italia che permette ai clienti della Banca di inviare denaro in maniera facile e veloce a un beneficiario identificato da un indirizzo o da un numero di telefono cellulare. https://www.bancamediolanum.it/send-moneypaypal.htm Sempre a luglio Banca Mediolanum è stata la prima banca in Italia a introdurre i comandi vocali all interno della propria applicazione Mobile con tecnologia Nuance. Questa nuova modalità di interazione si configura come un servizio di Mobile Banking all avanguardia e permette al cliente di accedere in modo facile e veloce a tutte le informazioni contenute nell App. https://www.bancamediolanum.it/mediolanumnuance-comandi-vocali.htm Nella vostra esperienza, quanto è stato importante testare le applicazioni, la User Experience e la soddisfazione degli utenti? Poniamo sempre il cliente al centro dei nostri progetti di sviluppo. Ecco perchè la raccolta dei feedback direttamente attraverso i commenti sugli store oppure tramite i tradizionali canali di contatto con la Banca risultano fondamentali. È per questo motivo che, in occasione del lancio della fase pilota NFC abbiamo deciso di coinvolgere 60 tester. Con il solo cellulare dotato di tecnologia NFC e un applicazione progettata da CartaSi che permette di localizzare gli esercenti già abilitati a questo nuovo sistema di pagamento, si sono concessi ogni lusso: dalla colazione al bar, alla cena in centro, agli acquisti in negozi di abbigliamento, telefonia, cosmetici e profumi, libri e farmacia, compresa l happy-hour di fine pomeriggio, saldando tutti i costi, ovviamente. La prova? https://www.bancamediolanum.it/pagamento_ bollettini_foto_facile.html Conference Paper - Marzo

8 MYCOMPASS: GLI ELEMENTI CHE FAVORISCONO IL SUCCESSO DI UN APP MOBILE Intervista a: Andrea Bellinzona, Responsabile Web Marketing, Compass Gruppo Mediobanca Il canale Mobile è oggi per le Banche italiane in fortissima evoluzione. Qual è stata la vostra esperienza negli ultimi anni? Quale crescita osservate nella fruizione dei vostri ambienti Mobile? Da novembre 2013 il canale Mobile ha avuto un balzo in alto, nel periodo natalizio abbiamo triplicato gli accessi al nostro sito da Mobile e nel primo bimestre 2014 siamo stabilmente a livelli doppi rispetto alla media del Questo fenomeno ed esigenze interne ci hanno fatto intraprendere il progetto d implementazione dell App istituzionale Compass, con funzioni informative e dispositive, come primo tassello di una presenza di Compass nel Mobile che si arricchirà a breve con funzioni dispositive evolute. La User Experience (UX) degli utenti gioca un ruolo fondamentale nel garantire il successo di un App di Mobile Banking. Per voi in quali aspetti si declina nello specifico un obiettivo di ottimizzazione della UX? La UX è l ossatura che guida il progetto APP, stiamo giusto ora definendo la struttura funzionale e molte scelte sono guidate a garantire la migliore UX. Un aspetto importante è la semplicità: non bisogna per forza ricercare l effetto wow anzi un ambiente minimal e chiaro dove le info siano immediatamente reperibili è vincente. Quali sono gli elementi che secondo lei favoriscono il successo di un progetto di Mobile Banking quale il vostro e quali raccomandazioni si sentirebbe di dare a chi sta cominciando ora questo percorso? Un aspetto importante è capire da subito che in un App Mobile l utente può anche non trovare tutto ciò che l azienda offre online, non bisogna fare un mirror dell offerte web dell azienda. Siamo in un contesto di mobilità: meglio offrire poche cose ma facilmente fruibili che far affogare l utente in strutture complesse....e INFINE GLI OSTACOLI AL MOBILE BANKING Una delle ragioni dietro alla sempre maggior rilevanza del canale Mobile nel settore bancario riguarda soprattutto la possibilità per le banche di ridurre i tradizionali costi di transazione e di aumentare al contempo l engagement dei clienti e il loro tasso di mantenimento. D altra parte, l offerta di servizi mobili da parte delle banche si sta ad oggi confrontando con alcuni ostacoli alla propria diffusione. Due sono i principali fattori che impediscono la crescita del Mobile Banking: (i) la mancanza di una copertura mobile per circa la metà della popolazione italiana (il 53% degli italiani tra gli 11 e i 74 anni, dai dati relativi ad ottobre 2013 di Audiweb); e (ii) il problema della sicurezza del canale. Se la preoccupazione relativa all esclusione di parte dell attuale clientela e di quella potenziale può essere parzialmente calmierata dalle previsioni di forte crescita nella diffusione dei device mobili per i prossimi anni, il problema relativo alla sicurezza rimane invece al centro dell attenzione degli istituti bancari, degli organi di sorveglianza e degli utenti. Il tema della sicurezza per i device Mobile è piuttosto ampio e riguarda almeno 3 aspetti: 1. La prevenzione della possibile perdita di dati, legata a furto o smarrimento del device; 2. Le attività di protezione da Mobile malware; 3. La rispondenza ad aspetti gestionali e normativi, che richiedono di adottare misure minime di controllo dei device, education degli utenti, procedure di sicurezza avanzata (si punta ora alla strong authentication) nell accesso a servizi critici come quelli finanziari. Per quanto riguarda il tema della possibile perdita di informazioni critiche, la procedura più seguita per evitare che i dati sul cellulare siano visibili a Conference Paper - Marzo

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab

Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi. Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab Multicanalità e Mobile: un opportunità per rinnovarsi Romano Stasi Segretario Generale, ABI Lab CARTE 2012 Roma, 15 novembre 2012 La multicanalità Fonte: Elaborazioni ABI su dati sull Osservatorio di Customer

Dettagli

Banking Workshop Banking: Mobile & New Customer Experience

Banking Workshop Banking: Mobile & New Customer Experience Banking Workshop Banking: Mobile & New Customer Experience The Innovation Group Milano, 6 Marzo 2014 Due immagini simbolo/1 2 Mercato pc/device mobili e apps, mobile adv e ecommerce e mpayment 1.500 1.000

Dettagli

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni

Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni ry colors 0 39 118 146 212 0 0 161 222 60 138 46 114 199 231 201 221 3 Mobile Security: un approccio efficace per la sicurezza delle transazioni RSA Security Summit 2014 Paolo Guaschi Roma, 13 maggio 2014

Dettagli

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle

Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle WHITE PAPER MARZO 2013 Come stanno rapidamente cambiando le preferenze sulle modalità di contatto e interazione tra utente e azienda Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente

Dettagli

ATM: strategie ed innovazioni

ATM: strategie ed innovazioni ATM: strategie ed innovazioni Business e tecnologie Gli investimenti delle banche in tecnologia e nello sviluppo del canale Atm devono andare in direzione non solo dell efficienza e del cost saving, ma

Dettagli

MyCompass. Le esigenze che portano ad un App di valore. Andrea Bellinzona Responsabile Web Marketing. Mobile Summit 2014, 26 febbraio 2014

MyCompass. Le esigenze che portano ad un App di valore. Andrea Bellinzona Responsabile Web Marketing. Mobile Summit 2014, 26 febbraio 2014 MyCompass Le esigenze che portano ad un App di valore Andrea Bellinzona Responsabile Web Marketing Mobile Summit 2014, 26 febbraio 2014 I contenuti del presente documento sono strettamente riservati e

Dettagli

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab

L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca. Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab L'utilizzo di strumenti di Social Network & Community in banca Romano Stasi Segretario Generale ABI Lab Milano, 16 marzo 2010 Priorità ICT di investimento e indagine per le banche Italiane canali Fonte:ABI

Dettagli

Big Data e Customer Engagement

Big Data e Customer Engagement 2013 Big Data e Customer Engagement Una Ricerca di: Novembre 2013 SOMMARIO PRINCIPALI RISULTATI DELLO STUDIO 2 INTRODUZIONE 5 COSA SONO I BIG DATA 5 PERCHÉ I BIG DATA SONO DIVENTATI IMPORTANTI 6 ADOZIONE

Dettagli

Il Mobile: creare valore aggiunto nei pagamenti valorizzando il ruolo della Banca. Roma 15 novembre 2012

Il Mobile: creare valore aggiunto nei pagamenti valorizzando il ruolo della Banca. Roma 15 novembre 2012 Il Mobile: creare valore aggiunto nei pagamenti valorizzando il ruolo della Banca Roma 15 novembre 2012 Lo scenario di mercato 25 milioni di smartphone in Italia a cui si collegano nuove soluzioni di pagamento

Dettagli

Banca e cliente cavalcano l onda del Mobile

Banca e cliente cavalcano l onda del Mobile Saldo/lista movimenti c/c Ricarica cellulare Ricerca sportelli Bancomat/ATM più Ricerca filiali più vicine Bonifici e giroconti Saldo/lista movimenti conto Ricarica carta di credito prepagata Informazioni

Dettagli

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012

PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 DO YOU SEPA? 2010 PAYMENT RESEARCH PROGRAM 2009-2012 Chiara Frigerio CeTIF in collaborazione con 1 Dinamiche evolutive del business dei pagamenti Fattori Socio-culturali SEPA Evoluzione del mercato Sistemi

Dettagli

SNAP Proposte e coupon personalizzati in tempo reale sui canali digitali

SNAP Proposte e coupon personalizzati in tempo reale sui canali digitali SNAP Proposte e coupon personalizzati in tempo reale sui canali digitali Canali e Core Banking Finanza Crediti Sistemi Direzionali Sistemi di pagamento e Monetica SNAP Proposte e coupon personalizzati

Dettagli

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET Ezio Viola Co-Founder e General Manager The Innovation Group Elena Vaciago Research Manager The InnovationGroup 18 Dicembre

Dettagli

Digital CRM: analytics e customer dynamics per lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi PROPOSTA DI ADESIONE ATTIVITA DI RICERCA 2015

Digital CRM: analytics e customer dynamics per lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi PROPOSTA DI ADESIONE ATTIVITA DI RICERCA 2015 ATTIVITA DI RICERCA 2015 Digital CRM: analytics e customer dynamics per lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi PROPOSTA DI ADESIONE In collaborazione con 1 TEMI E MOTIVAZIONI Nel corso degli ultimi

Dettagli

Semplifica la gestione di una forza lavoro globale

Semplifica la gestione di una forza lavoro globale Semplifica la gestione di una forza lavoro globale Cezanne HR è un azienda internazionale, che gestisce clienti in tutto il mondo. Per questo sappiamo quanto possa essere complicato gestire le Risorse

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso INCA CGIL Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso INCA CGIL Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione dei

Dettagli

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca

Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Conoscere il cliente e le sue potenzialità: l importanza della business intelligence in banca Luca Molteni Elena Feltrinelli Università Bocconi Milano Convegno ABI Dimensione Cliente Roma, 13 febbraio

Dettagli

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico

Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro. Luigi d Oriano Amministratore Unico 1 Non soltanto una visione, ma un modo di progettare il futuro Luigi d Oriano Amministratore Unico 2 Progettiamo innovazioni Passione, esperienza, intuizione, innovazione. La presenza di lavoratori altamente

Dettagli

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione

Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione I sistemi gestionali e le Piccole Medie Imprese A cura di Fabrizio Amarilli Docente di Impianti di Elaborazione presso il Politecnico di Milano e ricercatore di Politecnico Innovazione Articoli Sono noti

Dettagli

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa

Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa Il cliente multicanale, le sfide e le opportunità per la distribuzione assicurativa I comportamenti in evoluzione dei clienti assicurativi Milano, 11 ottobre 2012 Uno scenario complesso La grande depressione

Dettagli

Internet e Mobile Banking. Soluzioni evolute per la clientela retail anche in mobilità

Internet e Mobile Banking. Soluzioni evolute per la clientela retail anche in mobilità Internet e Mobile Banking Soluzioni evolute per la clientela retail anche in mobilità Canali e Core Banking Front End Unico Soluzione integrata per l operatività di filiale Internet e Mobile Banking Soluzioni

Dettagli

Perché e cosa significa una strategia mobile?

Perché e cosa significa una strategia mobile? Perché e cosa significa una strategia mobile? Ezio Viola Co-Founder & Direttore Generale The Innovation Group Due immagini simbolo/1 2 Due immagini simbolo /2 3 Mercato pc/device mobili e apps, mobile

Dettagli

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag.

Guida ai Concorsi a Premio Digital. www.aladino-net.com. pag. 1 L obiettivo di questo e-book è quello di creare uno strumento semplice ma molto utile per comprendere quali sono le opportunità per raggiungere e premiare i propri consumatori attraverso i concorsi a

Dettagli

Web, Mobile e Firma Digitale: servizi in mobilità, reti esterne e offerta fuori sede

Web, Mobile e Firma Digitale: servizi in mobilità, reti esterne e offerta fuori sede ATTIVITA DI RICERCA 2013 Web, Mobile e Firma Digitale: servizi in mobilità, reti esterne e offerta fuori sede PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI I dati sulla diffusione del web in Italia segnalano

Dettagli

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile

Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Osservatorio Cloud & ICT as a Service Collaborative business application: l evoluzione dei sistemi gestionali Tra cloud, social e mobile Mariano Corso Stefano Mainetti 17 Dicembre 2013 Collaborative Business

Dettagli

Dalla Banca Retail alla Banca Digitale

Dalla Banca Retail alla Banca Digitale Dalla Banca Retail alla Banca Digitale Carlo Panella ABI - Dimensione Cliente, 9 Aprile 2014 Il Gruppo CSE: copertura dei servizi bancari Fleet Management: POS, ATM, Cash/Desktop Management, Teller Cash

Dettagli

Ruggero Benedetto Responsabile Multicanalità Gruppo Montepaschi

Ruggero Benedetto Responsabile Multicanalità Gruppo Montepaschi Montepaschi e Paskey: Territorialità digitale territory banking and digital experience Ruggero Benedetto Responsabile Multicanalità Gruppo Montepaschi Roma, 3 4 novembre 2010 ABI Conference & Expo Carte

Dettagli

Unlocking Digital Banking opportunities. Unlocking Digital Banking opportunities

Unlocking Digital Banking opportunities. Unlocking Digital Banking opportunities 1 Il consumatore connesso: i servizi finanziari Cristina Colombo, Chief Client Officer Italy, TNS Italia Fabrizio Andreose, Account Director, TNS Italia TNS e Azienda Banca hanno stimolato il confronto

Dettagli

Copyright 2013 - CircleCap. Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0

Copyright 2013 - CircleCap. Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0 Visione ed esperienze CircleCap sul Turismo 2.0 Di cosa parliamo? Una volta compreso, il turismo 2.0 è una fondamentale rivoluzione nel modo di vivere, gestire, organizzare e promuovere il turismo. Porta

Dettagli

CKit Cedacri Keep in touch. L innovazione che avvicina la banca al cliente

CKit Cedacri Keep in touch. L innovazione che avvicina la banca al cliente CKit Cedacri Keep in touch L innovazione che avvicina la banca al cliente Canali e Core Banking Front End Unico Soluzione integrata per l operatività di filiale Internet e Mobile Banking Soluzioni evolute

Dettagli

Mobile Loyalty Suite

Mobile Loyalty Suite Mobile Loyalty Suite Caratteristiche dell offerta Mobile Loyalty Suite è la soluzione di mobile loyalty che Olivetti propone integrata con le proprie soluzioni per il PoS. E modulare, scalabile e personalizzabile

Dettagli

Digitalizzazione e Multicanalità per un modello innovativo di Banca Territoriale

Digitalizzazione e Multicanalità per un modello innovativo di Banca Territoriale Digitalizzazione e Multicanalità per un modello innovativo di Territoriale Roberto Manini, Responsabile Gestione Clienti e Sviluppo Commerciale 23 ottobre, ABI Costi & Business 2013 1 AGENDA Digitalizzazione

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

Prospettive e Soluzioni per il Mobile Money

Prospettive e Soluzioni per il Mobile Money Prospettive e Soluzioni per il Mobile Money CARTE 2012 Venerdì 16 novembre 2012 Tecnologie e mobile al servizio dei pagamenti Ing. Roberto Pierantoni Business Expert Mobile Money Contents Mobile Money

Dettagli

Bank of America Il Mobile Banking

Bank of America Il Mobile Banking Bank of America Il Mobile Banking Questa breve sintesi è solo un supporto alla comprensione del caso e non ne sostitusce la lettura. L analisi del caso avverrà venerdì 11 settembre pomeriggio (le domande

Dettagli

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE

MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE MODA E LUSSO NELL ERA DELLA TECNOLOGIA TRA BIG DATA E SHOPPING EXPERIENCE AS HIO N LUXURY Internet e customer engagement omnichannel stanno trasformando le strategie dei grandi brand del mercato Fashion

Dettagli

Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale.

Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale. Costruire la relazione all interno e all esterno della filiale. Un ambiente di relazione Realizzare una filiale digitale significa costruire un esperienza di relazione, coerente e misurabile, che collega

Dettagli

CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI

CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI CONSUMATORE IBRIDO 10 TREND EMERGENTI PER IL SETTORE ASSICURATIVO OSSERVATORIO REPUTATIONAL & EMERGING RISK 1 3 CONSUMATORE IBRIDO Per un customer journey in cui si mescolano sempre più fasi offline e

Dettagli

CARTELLA STAMPA. L e commerce e l innovazione nei pagamenti digitali

CARTELLA STAMPA. L e commerce e l innovazione nei pagamenti digitali CARTELLA STAMPA L e commerce e l innovazione nei pagamenti digitali Per richieste stampa: Mediobanca Media Relations Paola Salvatori Comunicazione Retail & Private Banking Tel 02/8829012 paola.salvatori@mediobanca.com

Dettagli

MOBILE BANKING: QUALE LA DIREZIONE INTRAPRESA DALLE BANCHE ITALIANE. Paolo Gatelli Research Manager CeTIF Università Cattolica di Milano

MOBILE BANKING: QUALE LA DIREZIONE INTRAPRESA DALLE BANCHE ITALIANE. Paolo Gatelli Research Manager CeTIF Università Cattolica di Milano MOBILE BANKING: QUALE LA DIREZIONE INTRAPRESA DALLE BANCHE ITALIANE Paolo Gatelli Research Manager CeTIF Università Cattolica di Milano 1 VASCO ROSSI Live 1990 2 VASCO ROSSI Live 2010 La situazione delle

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

La comunicazione mobile

La comunicazione mobile La comunicazione mobile Applicazioni e opportunità per il territorio di Sara Ermini e Matteo Théodule Welcome! Il programma dell incontro Brainstorming: Che cos è il Mobile? La rivoluzione Mobile Le caratteristiche

Dettagli

Smart Visual Merchandising. Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nel punti vendita e in mobilità

Smart Visual Merchandising. Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nel punti vendita e in mobilità Smart Visual Merchandising Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nel punti vendita e in mobilità Circle: un interlocutore qualificato Consulenza Innovazione Integrazione e sinergia Marketing

Dettagli

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA

Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FEDERAZIONE DELLE BCC DELL'EMILIA- ROMAGNA Innovare e competere con le ICT: casi

Dettagli

NEXTVALUE 2014. Presentazione

NEXTVALUE 2014. Presentazione NEXTVALUE 2014 Presentazione NEXTVALUE 2014 CALENDARIO ATTIVITA E-commerce in Italia. Aziende e Operatori a confronto. End-user Computing in Italia. What s next. Information Security Management in Italia.

Dettagli

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015

INDICE. 1.Perché fare Qualità. 2. Qualità e non-qualità. 3. Le potenzialità del Sistema di gestione. 4. La ISO 9001:2015 LE NOVITA INDICE 1.Perché fare Qualità 2. Qualità e non-qualità 3. Le potenzialità del Sistema di gestione 4. La ISO 9001:2015 1. PERCHE FARE QUALITA Obiettivo di ogni azienda è aumentare la produttività,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata

Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata CADENAS SOLUTION FORUM 2016 Bologna 21 Aprile 2016 www.vesta.it www.workup.it IL GRUPPO VESTA 1980 1984 2014 SYSTEM INTEGRATOR IL CLIENTE

Dettagli

L'evoluzione della comunicazione: la multicanalità il video call center

L'evoluzione della comunicazione: la multicanalità il video call center L'evoluzione della comunicazione: la multicanalità il video call center 25 Ottobre 2013 White paper 1. CONTESTO ED ESIGENZE DEL MERCATO Imprese e Pubbliche Amministrazioni sono pressate dall esigenza di

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST

Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica. Il caso ELETECNO ST Estratto dell'agenda dell'innovazione Smau Milano 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica Il caso ELETECNO ST Innovare e competere con le ICT - PARTE I Cap.1 L innovazione nella gestione

Dettagli

www.simplymobile.it 2014 Auriga

www.simplymobile.it 2014 Auriga www.simplymobile.it 2014 Auriga Spa. Tutti i diritti riservati. www.aurigaspa.com Indice pag 3 4 5 5 5 6 7 8 9 9 9 10 11 12 13 1. Contesto: banche & strategia mobile 2. Proposta di campagna di comunicazione

Dettagli

L analisi del fenomeno delle frodi informatiche nel settore bancario italiano

L analisi del fenomeno delle frodi informatiche nel settore bancario italiano L analisi del fenomeno delle frodi informatiche nel settore bancario italiano La convenzione ABI Polizia di Stato per la costruzione di una piattaforma tecnologica per lo scambio reciproco di alert Romano

Dettagli

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc.

Via F. Bulgherini 1 25020 FLERO (BS) Tel. 030/2563480 Fax. 030/2563470 Via Verdi, 70-20038 SEREGNO (MI) Tel. 0362/237874 P.IVA 03248470175 Cap. Soc. AS/400 STAMPANTI SERVER WINDOWS WORKSTATIONS MATERIALI DI CONSUMO SERVER LINUX CORSI DI FORMAZIONE CHI SIAMO Solution Line è una società di consulenza composta da professionisti di pluriennale esperienza,

Dettagli

Gestire l esperienza nell era del cliente

Gestire l esperienza nell era del cliente Gestire l esperienza nell era del cliente Clienti sempre più informati, con aspettative crescenti e alla ricerca della libertà di canale. È questa la fotografia del cliente tipo di Intesa Sanpaolo. Per

Dettagli

Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali

Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali ATTIVITA DI RICERCA 2014 Mobile e Social Banking: strategie di presidio e integrazione tra canali digitali PROPOSTA DI ADESIONE 1 TEMI E MOTIVAZIONI La continua diffusione di internet e la rapida evoluzione

Dettagli

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia FACCIAMO SOLO CIO IN CUI SIAMO BRAVI: LA DOMOTICA MISSION Fin dal suo esordio, il marchio Easydom ha fatto della domotica il suo

Dettagli

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area)

I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) ABI SPIN 2006 SWIFT ITALY I fattori del cambiamento Regolamentazione e competizione I differenti ruoli nel progetto SEPA (Single Euro Payments Area) Antonio Finocchiaro Vice Direttore generale della Banca

Dettagli

IoT Security & Privacy

IoT Security & Privacy IoT Security & Privacy NAMEX Annual Mee8ng 2015 CYBER SECURITY E CYBER PRIVACY, LA SFIDA DELL INTERNET DI OGNI COSA Rocco Mammoliti, Poste Italiane 17 Giugno 2015 Agenda 2 1 Ecosistema di Cyber Security

Dettagli

Lo slogan: La città in tasca

Lo slogan: La città in tasca Progetto Citizen card (1/3) Filone operativo Servizi al cittadino A) Descrizione ed obiettivi B) Funzioni / Servizi C) Vincoli / Dipendenze Facilitare l accesso ai servizi comunali offerti ai cittadini,

Dettagli

Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma

Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma GRUPPO TELECOM ITALIA ABI Banche e Sicurezza 2009 Strong Authentication: il Secondo Fattore... è mobile! Securecall di Cariparma Simone Bonali Gruppo Cariparma Friuladria Responsabile Jacopo d Auria Telecom

Dettagli

Postemobile: il mobile payment decolla in Italia. Paolo Baldriga, Resp.le Marketing VAS CeTIF, 14 Maggio

Postemobile: il mobile payment decolla in Italia. Paolo Baldriga, Resp.le Marketing VAS CeTIF, 14 Maggio Postemobile: il mobile payment decolla in Italia Paolo Baldriga, Resp.le Marketing VAS CeTIF, 14 Maggio Agenda 2 Poste Mobile Cosa offre - L offerta consumer - I VAS distintivi - Un modello aperto I risultati

Dettagli

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 1 In alcuni settori l innovazione è sotto gli occhi di tutti 85-90 90-95 96-00 01-08 Oggi Domani 2

Dettagli

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016

Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Evento Smart Cities and Communities -Milano 5 aprile 2016 Esperienze di successo e prospettive future Olivia Postorino AdG POR FESR 2007-2013 Un contesto in evoluzione : il ruolo delle Smart Cities Un

Dettagli

Innovare l esperienza d acquisto con MySi. Milano, 21 aprile 2015

Innovare l esperienza d acquisto con MySi. Milano, 21 aprile 2015 Ora più che My. Innovare l esperienza d acquisto con MySi. Milano, 21 aprile 2015 1 Dalla gestione dei pagamenti ad una nuova esperienza d acquisto La visione di CartaSi ed alcune delle iniziative chiave

Dettagli

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale. Università degli Studi di Roma Tor Vergata I sistemi di Pagamento Elettronico come abilitatore centrale della Rivoluzione Digitale Università degli Studi di Roma Tor Vergata Roma, 13 Marzo 2014 Rivoluzione Industriale e Rivoluzione Digitale Rivoluzione

Dettagli

App mobile, la soluzione efficace ed efficiente. Un nuovo modello di fruizione dei servizi, non più statico ma in mobilità.

App mobile, la soluzione efficace ed efficiente. Un nuovo modello di fruizione dei servizi, non più statico ma in mobilità. Mobile APP Un nuovo modello di fruizione dei servizi, non più statico ma in mobilità. Negli ultimi 5 anni la penetrazione dei device mobili (smartphone e tablet) ha subito una crescita vertiginosa (ad

Dettagli

The new outsourcing wave: multisourcing

The new outsourcing wave: multisourcing EVOLUZIONE DEI MODELLI DI OUTSOURCING La pratica dell outsourcing, cioè del trasferire all esterno dell azienda singole attività, processi o infrastrutture è in voga da tempo, e negli anni ha dimostrato

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA

CATALOGO FORMATIVO KNOWITA Il Catalogo Formativo 2015 di Knowità è composto da incontri pensati per soddisfare le esigenze di figure di responsabilità che necessitano di risposte concrete alle principali e più attuali priorità aziendali.

Dettagli

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO

vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO vip vip VIRAL IDEA PROJECT Idee e strategie di comunicazione Identifichiamo il giusto canale per diffondere le tue idee. CHI SIAMO Viral Idea Project (VIP) è un progetto nato da un team di professionisti

Dettagli

CALENDARIO EVENTI 2015

CALENDARIO EVENTI 2015 CALENDARIO EVENTI 2015 Cloud Computing Summit Milano 25 Febbraio 2015 Roma 18 Marzo 2015 Mobile Summit Milano 12 Marzo 2015 Cybersecurity Summit Milano 16 Aprile 2015 Roma 20 Maggio 2015 Software Innovation

Dettagli

Qualità, integrazione e innovazione nei call center bancari

Qualità, integrazione e innovazione nei call center bancari L Osservatorio 2010 ABI-ABI Lab sui call center bancari evidenzia una sempre più ampia proattività di questo canale che diviene operativo anche nella comunicazione via web, potendo beneficiare della professionalità

Dettagli

Carte Diem 2008 Palazzo dei Congressi Roma

Carte Diem 2008 Palazzo dei Congressi Roma Carte Diem 2008 Palazzo dei Congressi Roma Gli aspetti di sicurezza nell'evoluzione dei canali verso il self service Romano Stasi Segretario Consorzio ABI Lab Centro di ricerca e sviluppo sulle tecnologie

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nei punti vendita e in mobilità. 2014 2015 Copyright CircleSrl

Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nei punti vendita e in mobilità. 2014 2015 Copyright CircleSrl Comunicazione digitale, Interazioni ed Engagement nei punti vendita e in mobilità 2014 2015 Copyright CircleSrl Srl Circle: un interlocutore qualificato Consulenza Innovazione Integrazione e sinergia Marketing

Dettagli

LA SOLUZIONE GESTIONALE INTEGRATA PER IL COMMERCIALISTA. Provarlo non vi Costerà Nulla, Acquistarlo Soltanto la Metà

LA SOLUZIONE GESTIONALE INTEGRATA PER IL COMMERCIALISTA. Provarlo non vi Costerà Nulla, Acquistarlo Soltanto la Metà LA SOLUZIONE GESTIONALE INTEGRATA PER IL COMMERCIALISTA Provarlo non vi Costerà Nulla, Acquistarlo Soltanto la Metà OFFERTA ESCLUSIVA PASSEPARTOUT BUSINESSPASS EASY OFFICE S.r.l.s. PARTNER PASSEPARTOUT

Dettagli

Firma Biometrica: una soluzione integrata agli applicativi di filiale per la dematerializzazione dei processi dispositivi e di vendita

Firma Biometrica: una soluzione integrata agli applicativi di filiale per la dematerializzazione dei processi dispositivi e di vendita ABILab Forum 2012 Milano 28-29 Marzo Firma Biometrica: una soluzione integrata agli applicativi di filiale per la dematerializzazione dei processi dispositivi e di vendita Stefano Carmina - Product Manager

Dettagli

Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone

Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone Una piattaforma innovativa per i pagamenti in mobilità tramite smartphone 16 Novembre 2012 Michele Dotti, Responsabile Architettura Funzionale e Canali Agenda Introduzione al mobile payment Comunicazione

Dettagli

www.akite.net IL FILO DIRETTO CON I PUNTI DI VENDITA

www.akite.net IL FILO DIRETTO CON I PUNTI DI VENDITA www.akite.net IL FILO DIRETTO CON I PUNTI DI VENDITA akite IL FILO DIRETTO CON I PUNTI DI VENDITA La crescente competizione richiede massima concentrazione sul servizio ai clienti e sull ottimizzazione

Dettagli

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014

Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 2014 Cloud Computing 2014: mercato, adozione, scenario competitivo Una Ricerca di: The Innovation Group A cura di: Camilla Bellini, Elena Vaciago Aprile 2014 INDICE INDICE DELLE FIGURE 2 INDICE DELLE TABELLE

Dettagli

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi

Chi è CartaSi. I numeri chiave di CartaSi PROFILO CARTASI Chi è CartaSi CartaSi S.p.A. è dal 1985 la società leader in Italia nei pagamenti elettronici con oltre 2 miliardi di transazioni complessivamente gestite, 13,5 milioni di carte di credito

Dettagli

Opportunity. Il nostro valore aggiunto nella gestione della fidelizzazione

Opportunity. Il nostro valore aggiunto nella gestione della fidelizzazione Opportunity Il nostro valore aggiunto nella gestione della fidelizzazione grave crisi economica fase recessiva mercati instabili terremoto finanziario difficoltà di crescita per le aziende Il mercato La

Dettagli

Gestire il laboratorio in maniera semplice

Gestire il laboratorio in maniera semplice Gestire il laboratorio in maniera semplice Guida al LIMS Software as a Service Eusoft White Paper Introduzione La tecnologia oggi offre alle organizzazioni grandi possibilità di innovazione e trasformazione

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client

I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client 2012 I nuovi strumenti di produzione dagli smartphone, ai tablet ai thin client Progetto finanziato da Genova 15-05-2012 1 Argomenti Strumenti di produzione aziendale Smartphone, tablet, thin client Mercato

Dettagli

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico

Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa. Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Evouzione del modello di servizio retail: da Filiale Estesa a Relazione Estesa Laura Furlan Responsabile Marketing Strategico Divisione Banca dei Territori Roma, 8-9 Aprile 2014 Intesa Sanpaolo, come tutti

Dettagli

Direzione Commerciale Via Boschetti, 1 20121 Milano Tel. +39 02 2901 7449

Direzione Commerciale Via Boschetti, 1 20121 Milano Tel. +39 02 2901 7449 INDICE 1. PROBLEMATICA... 3 2. RAMSES (Ricerche Armonizzate Statistiche)... 5 3. Posizionamento di RAMSES... 8 4. Come si presenta RAMSES... 10 5. FASE di ETL... 11 6. SICUREZZA (utente)... 11 7. ARCHITETTURA...

Dettagli

Argomenti principali. 1. Trend e mercato. 2. Samsung: contenuti e soluzioni. 3. Evoluzione del mondo finanziario

Argomenti principali. 1. Trend e mercato. 2. Samsung: contenuti e soluzioni. 3. Evoluzione del mondo finanziario Argomenti principali 1. Trend e mercato 2. Samsung: contenuti e soluzioni 3. Evoluzione del mondo finanziario 1 I principali trend della nuova societa MOBILE DEMATERIALIZZAZIONE BIG DATA COMUNICAZIONE

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

Infinita: multicanalità at work

Infinita: multicanalità at work Infinita: multicanalità at work Paolo Lombardi Responsabile Servizio Infinita Banca Monte dei Paschi di Siena Workshop Osservatorio ABI Call Center Bancari Milano, 3 luglio 2009 Agenda Comportamenti del

Dettagli

FORUM HR 2015. Roma, 9/10 giugno 2015. Le nuove professioni in Banca. La crisi economico-finanziaria, iniziata a partire dal 2008, ha avuto importanti

FORUM HR 2015. Roma, 9/10 giugno 2015. Le nuove professioni in Banca. La crisi economico-finanziaria, iniziata a partire dal 2008, ha avuto importanti 1 FORUM HR 2015 Roma, 9/10 giugno 2015 Le nuove professioni in Banca La crisi economico-finanziaria, iniziata a partire dal 2008, ha avuto importanti ripercussioni, oltreché a livello sociale, sulla redditività

Dettagli

Roma, 18 novembre 2014. WoW The OTT mobile payment wallet

Roma, 18 novembre 2014. WoW The OTT mobile payment wallet Roma, 18 novembre 2014 WoW The OTT mobile payment wallet Mobile payments: il mercato italiano Come affrontare la sfida del mobile 2 Come gli italiani usano i mobile devices al mese di mobile surfers Fonte:

Dettagli

Company Profile. Quarto trimestre 2014

Company Profile. Quarto trimestre 2014 Company Profile Quarto trimestre 2014 CartaSi SpA Azienda del Gruppo ICBPI Corso Sempione 55 20145 Milano T. +39 02 3488.1 F. +39 02 3488.4180 www.cartasi.it CartaSi S.p.A. è la Società leader in Italia

Dettagli

La digitalizzazione a supporto di tutte le fasi della relazione Banker/Cliente

La digitalizzazione a supporto di tutte le fasi della relazione Banker/Cliente Convegno Azienda Banca / AIPB Private Banking: soluzioni per il dialogo con il cliente La digitalizzazione a supporto di tutte le fasi della relazione Banker/Cliente Estratto dal documento presentato Milano,

Dettagli

CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione

CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione CassaXpress La forza dell idea, la potenza dell innovazione Premio ABI per l Innovazione nei Servizi Bancari 2014 Categoria 1 - La banca per il futuro Innovare per la famiglia e i giovani CassaXpress parola

Dettagli

FRANCHISING E CATENE DI

FRANCHISING E CATENE DI Passepartout Retail è una soluzione studiata per soddisfare le esigenze gestionali e fiscali delle attività di vendita al dettaglio. Il prodotto, estremamente flessibile, diventa specifico per qualsiasi

Dettagli

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione -

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - Laboratorio operativo sugli strumenti di Business, Marketing & Reputation,per aumentare la visibilità e il potere attrattivo delle aziende on-line SCENARIO Ogni giorno

Dettagli

La BI secondo Information Builders

La BI secondo Information Builders Page 1 of 6 Data Manager Online Pubblicata su Data Manager Online (http://www.datamanager.it) Home > La BI secondo Information Builders La BI secondo Information Builders La BI secondo Information Builders

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli