I tesori del seminario

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I tesori del seminario"

Transcript

1 I tesori del seminario Manierista veneto Annunciazione, fine XVI sec. Olio su rame Cm 25 x 35 Acquisizione: Collezione Manfredini Esposizioni: Engen 2003

2 n Periodico quadrimestrale - Anno LXXXV - numero 3 - Settembre/Dicembre 2011 Poste Italiane S.p.a. - Spedizione in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 2, DCB PD La Madonna della Salute e i suoi Seminari

3 sommario editoriale I migliori giorni della mia vita p. 3 teologia La mia esperienza di diacono p. 5 Promozione vocazionale... richiesta di preghiera p. 7 comunità vocazionale Erano circa le quattro del pomeriggio p. 8 seminario minore Attendendo il Seminario Minore p. 9 E di nuovo tempo di traslocare p. 11 vita nostra Don Corrado dottore in Teologia Morale p. 15 IL Seminario di S. Pietroburgo p. 15 Esercizi spirituali p. 15 Tre operai occupano la Salute p. 16 Il Seminario di Bruxelles p. 17 Ottobre missionario p. 17 Giornata del Seminario p. 18 pagina degli amici Immagine di copertina: l altar maggiore della Basilica della Salute. Anno LXXXV - N.3 settembre/dicembre 2011 Autorizzazione Tribunale di Venezia n. 166 del Direzione seminario Patriarcale Venezia - C.C.P Tel Fax Direttore responsabile: Lucio Cilia Impaginazione e grafica: Claudia Catalano Stampa: Mediagraf - Padova Chiuso in redazione: aprile Informativa sulla privacy (L. 675/96) In relazione alla normativa sulla tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, ci è gradito comunicarle che il suo nome è stato inserito su sua richiesta nel nostro indirizzario allo scopo di poterle inviare questo bollettino e altre informazioni sulla nostra associazione e garantiamo che tali dati sono trattati con la massima riservatezza. E sua facoltà richiedere la cancellazione o rettifica dei dati relativi alla sua persona

4 editoriale I migliori giorni della mia vita editoriale di don Lucio Cilia Recentemente abbiamo ricevuto una lettera da una signora, professoressa di letteratura russa in una università francese. Ci scriveva: Carissimi seminaristi della Basilica della Salute di Venezia, io sono la signora francese che ha pregato con voi durante il periodo del carnevale, dal venerdì 17 febbraio al lunedì 20. Era per me una grandissima gioia, una gioia celestiale, di pregare in questa magnifica chiesa davanti la miracolosa icona della Madonna della Salute ma perché sono venuta a Venezia durante il Carnevale? Il mio sposo, famoso pittore russo ha reso la sua bellissima anima a Dio tre mesi fa in Parigi, in novembre durante molti anni mio marito ed io andavamo a Venezia per il Carnevale. Durante il carnevale andavamo sempre alla Basilica della Salute a pregare la Santa Vergine. Quest anno volevamo andare insieme ai nostri amici che ci hanno invitato per me era un grande problema spirituale: come è possibile venire a Venezia quando lo sposo è moto tre mesi fa? Mio marito sarebbe venuto e io ho deciso che tutti questi giorni saranno dedicati alla memoria di mio marito e allora sono andata dal venerdì al lunedì alla Basilica per pregare la Madonna per mio marito Carissimi seminaristi, con voi e con i vostri padri buonissimi io ho avuto i migliori, i bellissimi giorni in Venezia della mia vita, e ho ricevuto tante grazie, che non so come dire alla Madonna della Salute: Grazie! Grazie a voi, grazie ai padri che hanno celebrato bellissime messe, e grazie alla Madonna. Io voglio pregare per le vostre bellissime vocazioni, che sono tanto utili e necessarie in questo tempo molto difficile per la fede e la Chiesa. Ci ha fatto piacere ricevere questa testimonianza di stima e di riconoscenza. La lettera ci ha anche stimolato a percepire il valore enorme del tesoro che abbiamo nelle nostre mani: l Eucarestia, la preghiera, la presenza del Signore risorto, la comunità. Abbiamo realmente la possibilità, a partire dalla presenza del Risorto in mezzo a noi, di dar speranza a chi è stato colpito dal dolore della morte di una persona cara non limitandoci alla pur importante vicinanza (in questo caso noi non conoscevamo neppure questa signora) ma annunciando e testimoniando con la Messa e con la preghiera di adorazione la fede in Gesù risorto (l adorazione è evidenza della fede, non si spie- 3

5 editoriale gherebbe altrimenti la sosta in ginocchio in una chiesa fredda, in pieno tempo di carnevale davanti ad un ostensorio). Nel cammino educativo dei seminaristi è decisiva l esperienza della fecondità del ministero. È importante aiutare a maturare la capacità di cogliere i segni buoni del Regno di Dio che è in mezzo noi e che si sviluppa ben al di sopra delle nostre capacità. Ciò non vuol dire disporsi al trionfalismo e alla facile illusione. Tutti sappiamo che il tempo che viviamo è attraversato da una profonda crisi, che la resistenza al vangelo è aspra, che la comunità cristiana è chiamata ad una profonda purificazione. Ma l analisi onesta della realtà e la sola percezione delle difficoltà del tempo presente non possono adeguatamente sostenere chi è affascinato dal desiderio di impegnarsi in maniera radicale al servizio del Risorto per il bene dei fratelli. Ci si può disporre al sacrificio che tale scelta comporta solo se si vedono, già da adesso, i segni buoni prodotti da Colui che è più forte del male e della morte, da Colui che è vivo in mezzo a noi. Tali segni possono essere una lettera, il cambiamento di una vita che si riapre alla speranza Gli occhi puri vedono Dio che opera meraviglie ed è la capacità di vedere le meraviglie di Dio che scalda il cuore, sostiene l impegno, permette il dono di sé. Signore, aiutaci a diventare tuo profumo, a rendere percepibili le tracce della tua vita in questo mondo tu non ha visto la corruzione. Sei risorto e hai dato spazio alla carne trasformata nel cuore di Dio. Fa che possiamo rallegrarci di questa speranza e possiamo portarla gioiosamente nel mondo, fa che diventiamo testimoni della tua resurrezione. (Benedetto XVI) 4

6 teologia La mia esperienza di diacono teologia re quest anno immerso in un tale andirivieni. Mi dicevo: ecco rischierò di non riuscire a far bene né l una né l altra cosa. Come potrò assicurare una presenza stabile in parrocchia e come riuscirò a concentrarmi davvero negli studi? Ma il semplice fatto di fidarmi delle indicazioni ricevute dal Rettore e dagli altri superiori mi ha aiutato (e mi sta aiutando) non solamente ad affrontare l anno in corso, bensì ad approfondire il significato proprio del ministero che sto vivendo ora. La diaconia infatdon Francesco Marchesi, don Maurizio Morris Pasian, don Mauro Margagliotti Sono passati quattro mesi dalla mia ordinazione diaconale e devo proprio confessare che sono volati. Già, perché l impegno nella parrocchia di Santo Stefano Protomartire, a Caorle, insieme con l approfondimento degli studi teologici presso l Istituto di Studi Ecumenici San Bernardino, a Venezia, ha scandito inesorabilmente il tempo ritmando il quotidiano in una sorta di altalena continua tra Venezia ed il litorale caorlotto. Non nascondo come all inizio mi sembrasse un po ardito concepi- 5

7 teologia 6 ti è un servizio e, per servire veramente, bisogna imparare a seguire le persone che ti sono messe davanti da Colui che è l Amor che move il sole e l altre stelle. E dunque misteriosamente muove anche me. In questa sequela colgo allora, quale elemento fondamentale, la necessità di affidarmi al Signore,fidandomi concretamente di chi ho davanti come presenza autorevole. E questo il modo attraverso cui sto imparando a servire. Così, a partire da tale crescente consapevolezza, inizio ad introdurmi là dove sono chiamato a lavorare cercando di appassionarmi anche a cose che, per sensibilità, mi sembrerebbero a prima vista distanti. Non nascondo che una realtà come il patronato non sia mai stata esattamente tra i miei primi amori. Eppure, accettando di stare fino in fondo in quel luogo, non si può non vedere quale sfida educativa in esso si celi per il presente e per il futuro. Servire i ragazzi, servire il coordinamento della catechesi, dialogare con le famiglie e diventare amico dei genitori come della gente più diversa, curare la predicazione domenicale, diventano le modalità attraverso cui Cristo mi chiama ad assecondare il Suo disegno buono per Caorle e per me. Non c è luogo, situazione, problematica che mi sia estranea perché, come spesso ripeteva il caro Patriarca Angelo: Cristo c entra con tutto. Sì, in questo essere servo (certamente inutile) ogni cosa mi riguarda e ogni circostanza può diventare potenzialmente, se io me ne accorgo, la possibilità di incontrare il Signore che ancora una volta mi chiama e mi salva. Allora, la disposizione primaria di una simile sequela e di un simile affidamento diventa l ascolto: l ascolto che sono chiamato a prestare in tutte le situazioni in cui ora mi trovo. Ecco, potrei dire che grazie a tante persone che mi sono vicine in Seminario e in parrocchia sto imparando un nuovo gusto proprio nell ascoltare e così conoscere ciò che mi circonda. Avverto che è un lavoro paziente e che forse non sembra portare grandi risultati. Ma esso implica un coinvolgimento di tutto me stesso con la realtà che ho intorno. L ascolto della realtà diventa dunque ascolto del Signore che parla e che indica la strada giorno per giorno. Certo, in tutto questo sono fondamentali la celebrazione eucaristica e la preghiera. La domanda cioè che Gesù si renda presente, sperimentabile nella sua persona, perché alla fine, al di là dei miei limiti o delle mie doti, al di là del mio fare bene o fare male, io possa davvero dire: ho cercato di servire te, Signore. Ciò che, in altre parole, mi ha augurato don Giuliano, parroco della mia parrocchia d origine, il giorno della mia prima messa da diacono a Milano. Una sola cosa ti dico Francesco: non temere gli uomini, temi solo Dio. Francesco M.

8 Promozione vocazionale... richiesta di preghiera teologia Da alcuni mesi tra i vari impegni pastorali dei seminaristi se ne è riproposto un altro, che già don Raffaele Muresu svolgeva: incontrare le parrocchie durante la santa Messa domenicale. Il Seminario esiste ancora? Ha lasciato il posto al Marcianum? Ci sono ancora seminaristi? Come vivono? Questi alcuni fra i più ricorrenti interrogativi dei parrocchiani. La proposta di incontrarli alla santa Messa domenicale ci offre un occasione per rispondere a questi interrogativi. Unendoci nella celebrazione liturgica vogliamo essere portavoce della comunità del Seminario nelle comunità parrocchiali nel momento culmine della loro vita, quello che li rende famiglia: la santa Messa. Con semplicità, i parroci, cedono la presidenza ad uno dei sacerdoti del Seminario, accompagnato da un seminarista. Non vi sono proposte impegnative, si domanda a tutti la preghiera per le vocazioni e per il Seminario, ai giovani si propone il momento di SoStare in ascolto, ogni terza domenica del mese alle ore 19 a Zelarino presso il centro pastorale, e a chi si sta interrogando sulla propria scelta di vita si offre l opportunità di incontrarsi in un gruppo mensile che assicura accompagnamento per la verifica vocazionale. Non si cercano interlocutori speciali perché la prima finalità di questa iniziativa è far conoscere la nostra comunità di giovani che confidano di essere un domani a servizio della diocesi per il bene delle anime. Nei mesi scorsi abbiamo incontrato le parrocchie del vicariato di Mira, tutte ci hanno riservato una calorosa accoglienza e al termine della Messa abbiamo potuto rispondere alle domande dei bambini e dei giovani: dalle curiosità sulla vita dei seminaristi alle motivazioni profonde che ci hanno condotto a scegliere questo cammino. Nei prossimi mesi abbiamo in programma di incontrare le parrocchie dei vicariati di Mestre. Confidando che questa iniziativa sia apprezzata, ci affidiamo alla Madonna della Salute perché voglia assistere il nostro operare. Marco P. SE DESIDERI RICEVERE DIRETTAMENTE A CASA TUA IL NOSTRO BOLLETTINO CONTATTACI. TI INSERIREMO NELLA LISTA DEI NOSTRI AMICI Seminario patriarcale di Venezia Dorsoduro, Venezia oppure 7

9 comunità vocazionale comunità vocazionale Erano circa le quattro del pomeriggio 8 Che cos è la vocazione? La parola vocazione, per essere anche solo intuita, deve essere incarnata nell esperienza quotidiana, deve far riferimento ad una situazione particolare della vita di ognuno, ad eventi e a volti. Un episodio paradigmatico di vocazione è quello della chiamata dei primi discepoli nel vangelo di Giovanni (Gv1, 35-39). L affresco giovanneo dipinge innanzitutto un Giovanni Battista che prontamente indica a due dei suoi discepoli la persona di Gesù, che sta passando. «Ecco l agnello di Dio». Ecco la vostra salvezza e la vostra gioia. I discepoli lasciano il vecchio maestro, incuriositi da questa figura nuova e autorevole. Anche per noi, Gianpiero e Steven, che siamo entrati e stiamo vivendo il primo anno del Seminario di Venezia, le cose non sono andate poi così diversamente. Abbiamo conosciuto Gesù, nelle nostre comunitàdi Carpenedo e di Caorle, dei testimoni preziosi ce lo hanno indicato e noi, un po ingenui, un po curiosi, abbiamo cominciato a conoscerlo, a seguire timidamente i suoi passi, senza capire troppo dove essi ci conducevano, ma certamente con entusiasmo e passione nel cuore. Il nuovo Maestro si volta e chiede «Che cercate?». «Maestro dove abiti?», vogliamo conoscerti di più. «Venite e vedrete». A un certo punto della nostra vita, è avvenuto come se il Maestro ci chiedesse ben di più di una semplice conoscenza. Egli voleva e vuole tuttora costruire con noi un rapporto serio, vuole addirittura vivere assieme Steven R. e Giampiero G. a noi. Vuole che noi stiamo in Lui e Lui in noi, desidera instaurare un amicizia profonda, vuole che noi lasciamo tutto, che gli diamo tutto perché Egli sia il nostro tutto. «Andarono e videro». Quel giorno i discepoli rimasero con Lui. Erano circa le quattro del pomeriggio. Magari per noi non c è stato un evento così preciso e puntuale, magari c è stata una serie di incontri, la continuità via via crescente di un cammino assieme, che ha coinvolto il nostro affetto, il nostro impegno e la nostra intelligenza. Certo è che questo evento ha cambiato e cambia la nostra storia, è un nuovo inizio, ci dona una vita e un nome nuovi. Simone è diventato Pietro: Gesù è, per lui come per noi, la roccia, il baluardo. I semplici pescatori sono diventati pescatori di uomini. Nel donarci a Lui, impariamo ad essere dono a voi, in libertà e docilità all Amore del Maestro. Lo stesso Maestro che sulla Croce si dona tutto a tutti, per farci rivivere nella sua Risurrezione. Egli dona a noi, per grazia suoi discepoli e imitatori, l esempio e la protezione di Maria, la madre docile alla Parola e ardente nel servizio dell amore. Alle sue preghiere ci affidiamo e chiediamo anche a voi, amici del Seminario, preghiera e sostegno. Grandi cose sta facendo per noi il Signore, Santo è il suo nome. Steven

10 seminario minore Attendendo il Seminario Minore seminario minore E vero: il Seminario Minore, come istituzione, non esiste più da alcuni anni. Tuttavia c è un bel gruppo di ragazzi ed adolescenti (circa trenta) che sta facendo un cammino di verifica guidati da don Raffaele. Con gli adolescenti delle superiori, oltre ad un incontro mensile, si vivono dei periodi residenziali di una settimana in Seminario durante l anno, nei quali i ragazzi vivono insieme con i seminaristi, pur continuando ad andare a scuola la mattina. Il Seminario è fortemente caratterizzato dalla vita comunitaria e dalla preghiera, pertanto un esperienza di verifica vocazionale non può prescindere dal confrontarsi con queste dimensioni. Ci sono poi anche delle uscite per vivere insieme dei momenti di svago in fraternità, ma senza perdere di mira l obiettivo. Finora abbiamo vissuto due settimane residenziali: una in corrispondenza del ponte dell Immacolata ed una in In passeggiata a Refrontolo 9

11 seminario minore preparando la cena prossimità degli ultimi giorni di carnevale. Quest ultima è stata vissuta nel vero Seminario: il palazzo restaurato. Disponendo di diversi e spaziosi ambienti, è stato possibile riservare un intera area ai ragazzi, sperando che un domani questi spazi diventino il nuovo Seminario Minore. Come uscite di fraternità siamo stati a Refrontolo nel ponte di Ognissanti, presso la casa donata al card. Marco Cè, e durante le vacanze natalizie siamo stati qualche giorno a S. Vito, presso la casa del Seminario. Sono state due occasioni preziose per conoscerci meglio, per confrontarci, per stare con Gesù e per divertirci assieme a Lui. In questo periodo don Raffele sta portando i ragazzi a riflettere sul valore dell integralità della persona. Non si può avere una vita suddivisa in settori in cui si cambia atteggiamento e modo di pensare a seconda del gruppo o dell ambiente in cui ci si trova. Il cristiano è cristiano sempre e dovunque, senza compromessi e senza timori. Questo valore è particolarmente importante non solo per chi sta affrontando un percorso di verifica vocazionale, ma per ogni credente. Ringraziamo con gioia Dio per questo gruppo che seriamente sta camminando e chiediamo al Padre tre cose: che guidi questi giovani con la Sua luce; che continui a chiamare operai per la Sua messe, anche tra i ragazzi e gli adolescenti; che metta nel loro cuore anche il desiderio e la forza di verificare la loro vocazione attraverso una stabile vita comunitaria, in modo da poter ricostituire, con il Suo aiuto, il Seminario Minore vero e proprio. Pierpaolo

12 SPECIALE TRASLOCO E di nuovo tempo di traslocare La celebre sequenza cinematografica, firmata Walt Disney, del trasloco di Mago Merlino ne La spada nella roccia presenta una bizzarra fattura che solleva e rimpicciolisce, in una danza vorticosa, le sedie, gli sgabelli, le poltrone, il letto, le librerie, i tanti libri, il servizio da tè mezzo sbeccato, gli alambicchi e tutti gli strumenti per i sortilegi. E tutto va a finire ordinatamente nella valigia. Comodo no? Se bastasse un igitus-figitus a far sparire tutto den- tro una borsa da viaggio si eviterebbero i disagi di dover smantellare, riordinare, catalogare e pazientemente inscatolare tutta la casa. Il Seminario Patriarcale è nuovamente in trasloco e in quasi due anni di permanenza nel grande prefabbricato che ci ha ospitato durante i restauri dell antico palazzo sono molte le cose che si accumulano, tra il necessario e il secondario. Si va dunque alla rinnovata sede, si riaprono le porte della vecchia casa, la quale è torna- L ultima messa nella cappella del pre-allestimento 11

13 SPECIALE TRASLOCO ta al suo originale splendore e si è arricchita di nuove comodità. Ora, in preparazione del trasloco, la stessa ditta che ci ha aiutato nel passare nei prefabbricati è tornata per darci tutte le indicazioni utili e per cominciare a spostare i primi mobili. Le stanze si svuotano velocemente, le scatole di cartone prendono il posto degli armadi e delle cassettiere. Non tutti i mobili ci seguiranno: molti vecchi pezzi saranno venduti o semplicemente mandati in discarica. Compito degli educatori del Seminario, infatti, nelle fasi preparatorie, è la cernita del mobilio, per poter arrivare nel nuovo edificio privi dell inutile e del superfluo, alleggeriti di tutte le cose obsolete o giunte alla fine della loro carriera, e soprattutto dotare le nuove camere di nuove suppellettili. Compito non facile data la grande quantità di mobili! Molti, soprattutto i pezzi in legno pregiato, saranno restaurati in loco da un falegname, in modo da poter conservare e continuare ad utilizzare ciò che in passato la generosità dei benefattori ha donato al Seminario, segno questo innanzitutto di sobrietà e semplicità. È scontato dire che in questi giorni i luoghi più significativi sono i corridoi: da semplici locali di passaggio sono diventati il vero centro della vita della comunità: qui si accumulano i pacchi, si discute sui mobili, qui si ammassano gli oggetti da portare nella spazzatura, ci si accorda con i traslocatori, si incollano le etichette di colori diversi necessarie a smistare i pacchi nelle diverse stanze del nuovo edificio. Ma sembra quasi di non aver più i propri spazi, la disponibilità piena del- 12 Gianluca e la sua muraglia cinese

14 SPECIALE TRASLOCO la propria camera, il controllo delle proprie cose. Il cuore dell uomo necessita sempre di educarsi ai cambiamenti che la vita pone dinanzi. La docilità non è forse un tratto distintivo del discepolo fedele? I cambiamenti sono segni che il Signore ci dona, fondamentali perché occasione di crescita e di apertura alla vera vita. Un grande filosofo e teologo del XIX secolo, che è anche un celebre anglicano convertito, il Beato cardinale John Henry Newman ebbe spesso ad interrogarsi, sin dall adolescenza, sul mistero della crescita e dello sviluppo. Ebbe modo di approfondire questo tema in molti suoi scritti. Nel libro in cui tratta della sua conversione al cattolicesimo Apologia pro vita Sua sottolinea il dato esperienziale che: «la crescita è la sola espressione della vita». Proviamo perciò a riflettere sulle occasioni che il trasloco ci offre per crescere. Questa comunità del Seminario sarà la prima ad entrare nel rinnovato edificio. Certamente cambieranno non poco i ritmi e lo stile della convivenza: da un ambiente raccolto si tornerà ad abitare in una struttura ampia e complessa. Potrà apparire banale riflettere su quale impatto questa cosa avrà sulle relazioni tra noi, in realtà è una questione delicata. Il rischio di perdere la consuetudine alla confidenza fraterna e la delicata attenzione agli impegni di tutti e di chiudersi in se stessi, soprattutto quando gli impegni di studio e gli impegni pastorali rendono frenetico e sostenuto il ritmo della giornata, è sempre in agguato. Giustamente il nostro Padre Spirituale, don Giacinto, ha ricordato quanto forte e premurosa deve essere la signorile cura del nostro fraterno convivere. E ci ha anche spinto a mettere a tema l Esodo: il viaggio che non è solo un procedere verso la meta, ma occasione di conversione e cambiamento, fare pulizia di tutti i nostri vizi e delle nostre pigrizie. Don Giacinto spesso ci ha ricordato quanto salutare può essere l esperienza di ricordare, mentre si preparano gli scatoloni, i fatti legati agli oggetti delle nostre camere. Altro non è se non rivangare la nostra storia. Un cappello, una maglietta, lo zaino della Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid, una penna o un libro ci possono riportare alla mente incontri, discussioni, fatiche, dolori e piaceri. Anche in questo si può fare una concreta e umile verifica vocazionale, leggendo quella storia dei segni che il Cardinale Scola diceva essere la voce del Signore che ci chiama a lavorare nella Sua vigna. Altro esercizio utile suggerito dal Padre Spirituale è rimettere al centro il senso cristiano della povertà: non possediamo per semplice piacere di dominio, ma possediamo perché tutto abbiamo in uso ma niente in proprietà. Il vero proprietario, il vero padrone di tutto è sempre Lui. Santa Giuseppina Bakhita ebbe a dire: Poareta mi? Mi no son poareta perché son del Parón e neła so casa: quei che non xé del Parón i xé poareti (Povera io? Io non sono povera perché sono del Signore e nella sua casa: quelli che non sono del Signore sono i veri poveri). Ecco che anche il tra- 13

15 SPECIALE TRASLOCO Don Raffaele e Massimiliano tra gli scatoloni sloco può essere una propizia opportunità per semplificare il nostro rapporto con le cose. Il Signore perciò ci dona con questo trasloco una grande occasione per leggere nei ricordi della nostra vita i segni concreti della Sua chiamata e per celebrare sorella povertà ovvero per vivere con Lui e per Lui con il cuore e la mente alleggeriti di quei mondani attaccamenti che non devono animare la quotidianità di un candidato al sacerdozio. Marco Z. SE DESIDERI FARE UN OFFERTA, SEMPRE MOLTO GRADITA, AL SEMINARIO: CCP n intestato a Seminario patriarcale Venezia oppure BONIFICO BANCARIO Seminario patriarcale di Venezia Cassa di Risparmio di Venezia Calle XXII Marzo, 2188 San Marco Venezia 14 Coordinate IBAN: IT 45 X

16 vita nostra Don Corrado dottore in Teologia Morale Lo scorso dicembre don Corrado Cannizzaro ha conseguito il dottorato in teologia morale presso la Pontificia Università Alfonsiana di Roma discutendo la tesi Appartenere a Cristo: un contributo alla morale filiale a partire dalla teologia del carattere di battesimo e cresima, con voto finale summa cum laude. Don Corrado ha svolto per diversi anni il suo ministero in Seminario e la comunità gli è molto riconoscente. Anche per questo lo abbiamo festeggiato insieme. Le nostre vive congratulazioni!! vita nostra IL Seminario di S. Pietroburgo Lunedì 6 febbraio sono passati a trovarci i seminaristi del Seminario cattolico latino di S. Pietroburgo con il loro Rettore e il loro Padre Spirituale, accompagnati da don Marco Scarpa. Sono un gruppo di 8 ragazzi. Abbiamo celebrato insieme i vespri, alternando russo, italiano e latino. A cena ci hanno raccontato che il Seminario in cui abitano era stato chiuso dal regime comunista di Marx e ora da pochi anni è stato riaperto. E un luogo dove molti sacerdoti e seminaristi hanno pagato con il sangue la loro fede. Per molti anni la gente non ha più sentito parlare di Dio perché era vietato dal Governo. I seminaristi ci hanno raccontato che quando parlano di Dio, le persone sono incuriosite, meravigliate e accolgono con gioia il messaggio. Che il Signore benedica questi nostri fratelli e li accompagni nel loro cammino vocazionale e di evangelizzazione. Esercizi spirituali Quest anno, per motivi di calendario scolastico, abbiamo vissuto gli esercizi spirituali all inizio del periodo seminaristico, anziché nel suo corso. Curiosità: il predicatore, don Romano Martinelli, per molti anni padre spirituale del Seminario di Milano, era stato scelto dai formatori prima che il card. Angelo Scola fosse nominato arcivescovo di quella Diocesi. Era così già iniziato il legame tra Venezia e questa città. Don Romano ci ha parlato del profeta Geremia. E stata un esperienza molto ricca che ci ha permesso di iniziare con gioia il nuovo anno. Ringraziamo don Romano per la sua competenza, disponibilità e per la sua viva testimonianza di fede. Che il Signore lo illumini sempre nel guidare i sacerdoti ed i seminaristi che gli vengono affidati. 15

17 vita nostra 16 Gli operai della Vynils con il Rettore Mons. Lucio Cilia e alcuni seminaristi Tre operai occupano la Salute Lunedì 23 Gennaio 2012 sono arrivati alla Madonna della Salute tre lavoratori di Vinyls Italia, Nicoletta Zago, Lucio Sabbadin e Alessandro Gabanotto, muniti di zaino e sacco a pelo, per occupare la Basilica. Nicoletta ha, però, subito precisato: «Non è un occupazione, noi sentiamo questa chiesa come casa nostra. Qui l anno scorso avevamo incontrato il Papa e gli avevamo parlato, qui abbiamo visto il Patriarca Scola. Proprio lui, in un altra occasione, ci ha detto di pretendere che venga fatta chiarezza sulla nostra vicenda, qualunque sia la verità. La verità va sempre detta». È per chiedere la verità che Nicoletta, Lucio e Alessandro, in rappresentanza dei loro 150 colleghi, hanno attuato questa forma di manifestazione: «Non è ammissibile essere un giorno dipendenti di un azienda, e il giorno dopo non essere più nulla. Vogliamo sapere la verità e che il Governo ci convochi sul serio e al più presto. Non siamo più disposti ad accontentarci dei se, non vanno bene per esseri umani che da anni vengono presi in giro». Dopo aver partecipato alla messa delle 16, gli operai hanno incontrato il nostro Rettore e gli hanno spiegato le loro intenzioni. Don Lucio ha messo a loro disposizione una stanza per la notte e li ha invitati a condividere con i seminaristi la preghiera del vespro e, poi, la cena. I seminaristi sono stati arricchiti da questa esperienza. Qualcuno aveva una sorta di iniziale diffidenza, tanto da ventilare l ipotesi di richiedere un pronto intervento delle Forze dell Ordine, ma dopo pochi istanti, racconta Francesco A. «abbiamo subito avvertito un senso di fratellanza e di familiarità con loro». Secondo Giacomo C. «questo episodio ha aiutato la nostra comunità a riflettere su un dramma che, purtroppo colpisce non poche persone e famiglie. L impatto con questa realtà ci ha fatto conoscere dei problemi concreti che difficilmente s incontrano nella vita ordinaria del Seminario». Per Marco P. la modalità è stata un po discutibile: «mi sento di manifestare la mia attenzione e vicinanza a quanti non hanno garantita la loro occupazione, tuttavia mi chiedo: è possibile dichiarare di occupare una chiesa, dove è conservato il SS. mo perché luogo di verità? Credo che le chiese siano luoghi per riunirsi in preghiera e non da occupare». Le trattative per la vendita di Vinyls Italia stanno andando avanti. Speriamo che questa forma di pacifica protesta da parte di questi nostri amici sortisca non solo il risultato sperato di giungere alla verità, ma anche che, se proprio l azienda deve cambiare proprietario, il nuovo acquirente provveda ad assumere tutti i dipendenti Vinyls rimasti in cassa integrazione. Pierpaolo

18 Il Seminario di Bruxelles In gennaio sono venuti a visitarci i seminaristi del Redemptoris Mater di Bruxelles. I ragazzi provenivano da varie nazioni. Ci hanno raccontato che in Belgio la realtà è molto secolarizzata e che i cristiani devono confrontarsi con una società civile non molto sensibile al Vangelo e, purtroppo, si avverte una certa stanchezza anche da parte dei sacerdoti. Preghiamo perché questa terra di missione ritrovi la sua identità cristiana e perché anche la Chiesa belga trovi forza per reagire a questa crisi. vita nostra Ottobre missionario Lo scorso ottobre è venuto a trovarci un padre missionario del PIME: padre Angelo Campagnoli. Egli ha prestato la sua opera per diversi anni in Birmania e Thailandia e si è dovuto confrontare con il buddismo e le filosofie orientali. Ci ha spiegato come non sia semplice evangelizzare in quei luoghi. I rapporti sono molto cordiali e fraterni, ma è molto difficile che una persona si converta totalmente al cristianesimo. Sono molto significative le testimonianze che ci provengono dai missionari perché ci spronano sulla necessità di portare il Vangelo fino ai confini della Terra! Certo non tutti hanno questo tipo di vocazione, ma ognuno di noi è chiamato ad essere missionario nel contesto in cui il Signore lo pone! La comunità del Seminario con Padre Angelo Campagnoli 17

19 giornata seminario Giornata del Seminario Domenica 6 maggio ci sarà la prossima Giornata del Seminario. Qui di seguito, ringraziandovi di cuore, riportiamo le offerte pervenuteci in occasione della Giornata del Seminario Vi preghiamo di segnalarci eventuali errori che doveste riscontrare, sì da poterli correggere nel prossimo numero. San Marco - Castello Basilica di S. Marco 3.450,00 S. Moisè 310,00 S. Stefano 1.115,00 S. Luca S. Salvador S. Zaccaria 500,00 S. Maria Formosa Ss. Giovanni e Paolo 1.000,00 S. Elena S. Francesco di Paola / S.Pietro / S.Giuseppe 600,00 S. Martino S. Francesco della Vigna 300,00 S. Giovanni Battista (Bragora) S. Maria del Giglio S. Zulian 600,00 Cannaregio - Estuario S. Geremia 300,00 S. Giobbe 250,00 SS. Ermagora e Fortunato (S. Marcuola) 405,00 S. Girolamo 250,00 S. Alvise 530,00 S. Cristoforo Martire (Madonna dell Orto) 222,50 S. Felice 200,00 Ss. Apostoli 150,00 S. Canciano 500,00 S. Pietro (Murano) 500,00 S. Donato (Murano) 850,00 S. Erasmo Ss. Pietro e Caterina (Mazzorbo) S. Martino Vescovo (Burano) 600,00 Cristo Re (S. Erasmo - Vignole) 416,50 18 S. Polo - S. Croce - Dorsoduro S. Cassiano e S. Silvestro 700,00

20 giornata seminario S. Maria Gloriosa dei Frari S. Nicola da Tolentino (Tolentini) S. Simeone Profeta (S. Simon Grande) 395,00 S. Simeone e Giuda Taddeo (S. Simeon Piccolo) 70,00 S. Giacomo dall Orio S. Pantaleone Martire (S. Pantalon) 285,00 S. Maria del Rosario (Gesuati) 630,00 SS. Gervasio e Protasio (S. Trovaso) 2.350,00 S. Raffaele Arcangelo - S. Nicolò dei Mendicoli 745,00 S. Nicolò dei Mendicoli S. Maria del Carmelo (Carmini) 560,00 SS. Redentore S. Eufemia S. Gerardo Sagredo Lido S. Nicolò 150,00 S. Maria Elisabetta 550,00 S. Antonio 739,00 S. Ignazio 649,30 S. Maria Assunta (Malamocco) 300,00 S. Maria della Salute (Alberoni) 100,00 S. Maria Nascente - (Ospedale al Mare) Suore Bianche (Lido) Mestre S. Giuseppe S. Marco Evangelista 600,00 Cuore Immacolato di Maria (Altobello) S. Lorenzo Martire S. Cuore di Gesù S. Maria di Lourdes 700,00 S. Rita S. Barbara V. M ,00 S. Lorenzo Giustiniani S. Maria della Speranza Carpenedo S. Maria della Pace (Bissuola) Corpus Domini Beata Vergine Addolorata 617,00 S. Paolo 1.000,00 SS. Trinità S. Maria del Carmelo (Favorita) Ss. Gervasio e Protasio (Carpenedo) S. Giovanni Evangelista 1.180,00 19

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Diocesi di Caserta Santuario di San Michele Arcangelo e Santa Maria del Monte Programma invernale del Santuario 25 Anniversario della Madonna del Monte Anno Mariano 1987-2012 novembre-aprile 2011-2012

Dettagli

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi

Unità Pastorale Cristo Salvatore. Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi Unità Pastorale Cristo Salvatore Proposta di itinerari per l iniziazione cristiana dei fanciulli e dei ragazzi 2 3 Introduzione LE DIMENSIONI DELLA FORMAZIONE CRISTIANA In qualsiasi progetto base di iniziazione

Dettagli

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr.

I Quaresima B. Padre, tu che ci doni il tuo Figlio come Vangelo vivente, fa che torniamo a te attraverso un ascolto rinnovato della tua Parola, pr. I Quaresima B Padre buono, ti ringraziamo per aver nuovamente condotto la tua Chiesa nel deserto di questa Quaresima: donale di poterla vivere come un tempo privilegiato di conversione e di incontro con

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

EUCARESTIA E SANTA MESSA

EUCARESTIA E SANTA MESSA EUCARESTIA E SANTA MESSA Cari figli, Gesù, così come è nei Cieli, è anche qui sulla Terra, presente nell Eucarestia. Gesù è presente nell Eucarestia per fortificare lo spirito di ognuno di voi. Rendete

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

dal 1 dicembre al 10 gennaio

dal 1 dicembre al 10 gennaio DICEMBRE ORARIO SANTE MESSE dal 1 dicembre al 10 gennaio In Basilica: Prefestiva : ore 18.00 Festive : ore 7.30-9.30-11.00-18.00 ore 17.45 Celebrazione dei Vespri Feriali: ore 7.00-9.00 tutti i giorni

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame

COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME. Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame COS È UNA EQUIPES NOTRE DAME Allegato alla Carta delle Equipes Notre-Dame Cos è una Equipe Notre-Dame 1 - Un progetto Vieni e seguimi : questa chiamata, Cristo la rivolge a ciascuno di noi, a ciascuna

Dettagli

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri

diocesi di il giorno in cui è iniziato il viaggio data luogo persone significative emozioni pensieri LA VITA SI RACCONTA Primo momento della mattinata: in gruppo il coordinatore spiega brevemente il lavoro da svolgere personalmente, cosa si farà dopo e dà i tempi. Ogni partecipante si allontana, cercando

Dettagli

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo:

Nella mia Lettera ai cristiani della Chiesa di Lucca, per quest anno pastorale, chiedevo: LITURGIA DEL MANDATO PER IL SERVIZIO DI ANIMATORE DEI GRUPPI DI ASCOLTO DEL VANGELO Sabato 29 novembre 2014 (Rm 10,9-18; Mr 16,9-15) ITALO CASTELLANI Arcivescovo di Lucca Nella mia Lettera ai cristiani

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica

08-03-2015 All ombra dei campanili. L Eucaristia, cuore della Domenica E chiedere il dono di nuove vocazioni anche nella nostra parrocchia di PARROCCHIA S. GIOVANNI OLTRONA DI SAN MAMETTE Comunità Appiano Gentile 08-03-2015 All ombra dei campanili L Eucaristia, cuore della

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

La forza del suo messaggio

La forza del suo messaggio 6 Testimone di vita santa Anche quest anno nelle varie sedi de La Nostra Famiglia, nelle Parrocchie ambrosiane e nelle comunità delle Piccole Apostole della Carità si è celebrata la memoria liturgica del

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità

RELIGIONE CATTOLICA. CLASSE PRIMA I Macrounità Unione Europea Fondo Social Europeo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Distretto Scolastico N 15 Istituto Comprensivo III V.Negroni Via

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Tre minuti per Dio SHALOM

Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Tre minuti per Dio SHALOM Editrice Shalom - 22.05.2005 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile concessione Fondazione di Religione Santi

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI

A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI A DIECI ANNI DALLA NOTA SULL INIZIAZIONE CRISTIANA DEI RAGAZZI PREGHIAMO Siamo qui dinanzi a te, o Spirito Santo: sentiamo il peso delle nostre debolezze, ma siamo tutti riuniti nel tuo nome; vieni a noi,

Dettagli

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA

PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA A R C I D I O C E S I D I U D I N E Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia PREGARE NELL ASSEMBLEA LITURGICA CON LE FAMIGLIE NELL ANNO DELLA SPERANZA CRISTO NOSTRA SPERANZA (1 Tm 1,1) Anno Pastorale

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.

2. [19]Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore. MARIA DISCEPOLA DELLA PAROLA E MAESTRA DI PREGHIERA + Dal Vangelo secondo Luca 1,26-56 In quel tempo, l angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, sposa

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te

Domenica, 19 aprile 2009. Il Signore è con te Domenica, 19 aprile 2009 Il Signore è con te Marco 16:15-20- E disse loro: Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura. Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

quaresima, cammino verso la pasqua.

quaresima, cammino verso la pasqua. quaresima, cammino verso la pasqua. Siamo in cammino verso la Pasqua. Nelle nostre comunità accoglieremo, con la fatica di una umanissima e trepidante attesa, la gioia della resurrezione: Cristo, nostra

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno riflette su Dio Creatore e Padre significato cristiano del Natale L alunno riflette sui dati fondamentali

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini

PENSIERI IN ORDINE SPARSO. - Il diario di un seminarista - di Davide Corini PENSIERI IN ORDINE SPARSO - Il diario di un seminarista - di Davide Corini Come al solito ho bisogno di qualche giorno, dopo un esperienza importante, per rimettere in ordine le cose e cercare di fare

Dettagli

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18

LA BIBBIA. composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 GRUPPOQUINTAELEMENTARE Scheda 02 LA La Parola di Dio scritta per gli uomini di tutti i tempi Antico Testamento composto da 46 libri, suddivisi in Pentateuco Storici Sapienziali Profetici 5 16 7 18 Nuovo

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Adorazione Eucaristica

Adorazione Eucaristica Adorazione Eucaristica Pregare come i Santi I santi sono coloro che hanno creduto e vissuto con amore il mistero di Cristo. Essi hanno saputo vivere nel difficile nascondimento la preghiera, sottratta

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO

DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO DIREZIONE DIDATTICA G. PARINI TORINO INSEGNANTI: CATERINA PIRROTTA ANTONELLA BORDONARO CLASSE I OBIETTIVI GENERALI Portare il bambino alla scoperta di se stesso in rapporto con gli altri. Far scoprire

Dettagli

SCUOLE CATTOLICHE E FORMAZIONE SCUOLE

SCUOLE CATTOLICHE E FORMAZIONE SCUOLE CATTOLICHE SECONDARIE DI SECONDO GRADO 1. C.I.F. (Centro Italiano Femminile) (P028) 041 5241849 041 5244675 S. Croce, 595/B - 30135 Venezia 041 5240628 - Sito Web: www.cif-formazione.it

Dettagli

E il Signore ci dice:

E il Signore ci dice: E il Signore ci dice: mettetevi sulla strada buona (Paolo VI) Itinerario quaresimale con i Papi del Concilio Vaticano II: Giovanni XXIII e Paolo VI A cura di Mons. Battista Rinaldi Consulenza redazionale

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

Orazioni in suffragio

Orazioni in suffragio Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio SHALOM Orazioni in suffragio delle anime del purgatorio «Pietà di me, o Dio, secondo la tua misericordia: nel tuo grande amore cancella il mio peccato».

Dettagli

MODELLO SCHEMATICO DI PROGRAMMAZIONE PER L IRC SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA

MODELLO SCHEMATICO DI PROGRAMMAZIONE PER L IRC SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA ARGOMENTO CONTENUTI ESSENZIALI PERIODO ORE PREVISTE Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Gesù di Nazaret, l Emmanuele Dio con noi La Chiesa, comunità dei cristiani aperta

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali

Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali Parrocchia Sacro Cuore Capua Mandato agli Operatori pastorali parrocchiali 29 Settembre 2013 Monizione In questa Eucaristia, il nostro parroco consegnerà il mandato a svolgere il servizio nella pastorale

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO

IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO IL SIGNORE È VICINO A CHI HA IL CUORE FERITO Come mai chiedi da bere a me? Domenica 9 Novembre 2014 DIOCESI DI MILANO SERVIZIO PER LA FAMIGLIA DECANATO SAN SIRO Centro Rosetum Via Pisanello n. 1 h. 16.30

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità

Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia. Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità Arcidiocesi di Udine Ufficio Diocesano per la Pastorale della Famiglia Pregare nell assemblea liturgica con le famiglie nell anno della Carità IN PREGHIERA PER TUTTE LE FAMIGLIE NELLA FESTA DELLA SANTA

Dettagli

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico

SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico gruppo di lavoro 7 11 anni materiale per la sperimentazione diocesana SCHEDA 8.1 CHI È GESÙ? Un itinerario per la prima tappa del discepolato secondo l anno liturgico Versione aprile 2010 a cura di don

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA

PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA PARROCCHIA SACRO CUORE FESTA DEL PERDONO TI STRINGEVO TRA LE BRACCIA 2 maggio 2015 Canto iniziale Cel. Nel nome del Padre TI PORTAVO IN BRACCIO Una notte un uomo fece un sogno. Sognò che stava camminando

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Distretto pastorale Torino Città

Distretto pastorale Torino Città Distretto pastorale Torino Città Unità Pastorali: 23 parrocchie: 110 abitanti: 993.395 Vicario Episcopale territoriale: Gottardo don Roberto UNITÀ PASTORALE N. 1 - CATTEDRALE Moderatore: Franco can. Carlo

Dettagli

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno

SETTORE ADULTI ! PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI. ! anno SETTORE ADULTI PERCORSO FORMATIVO PER GRUPPI ADULTI anno PRESENTAZIONE #Viaggiando sull esempio di Maria, per essere uomini e donne che camminano «lungo la vita», luogo teologico in cui Dio si fa presente

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI

DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI DOSSIER MESE DEGLI INCONTRI 1 Caro educatore, quest'anno, come ben sai, Il richiamo al Concilio Vaticano II ha rappresentato il filo conduttore del cammino di tutti i ragazzi, i giovani e gli adulti di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA I.C. Gozzi-Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2012/2013 Insegnanti: Tanja Lo Schiavo Andrea Musso Silvia Trotta 1 Istituto Comprensivo Gozzi Olivetti PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE

Dettagli

La prima confessione di nostro figlio

La prima confessione di nostro figlio GLI INTERROGATIVI CHE ATTENDONO LA VOSTRA RISPOSTA Parrocchia San Nicolò di Bari Pistunina - Messina QUANDO MI DEVO CONFESSARE ANCORA? Quando senti in te il desiderio di migliorare la tua condotta di figlio

Dettagli

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco)

INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA. (Nepi Veneto Grugliasco) INCONTRO NAZIONALE DEI LAICI MISSIONARI DELLA CONSOLATA (Nepi Veneto Grugliasco) ASSISI, 3 5 aprile 2009 Dal 3 al 5 aprile 09 ci siamo ritrovati ad Assisi come Laici Missionari della Consolata di Nepi,

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli