INDICATORI DI PARTENZA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICATORI DI PARTENZA"

Transcript

1 Sommario delle REGOLE DEL GOLF, ho cercato di farlo possibilmente semplice, con qualche esempio e mi auguro chiaro, Con alcuni campitoli principali ed alcuni richiami alle Regole Basi. AREA DI PARTENZA L area di partenza è delimitata frontalmente da due indicatori e dietro fino alla distanza di 2 bastoni. Dobbiamo giocare la palla entro questa area, non davanti agli indicatori. Una palla è al di fuori dell area di partenza quando è interamente fuori da questa. (disegno). Penalità: in gara tipo match play non c è penalità, ma l avversario puo richiedere di rifare il colpo; in gare a colpi, incorriamo nella penalità di 2 colpi e dobbiamo rigiocare in modo corretto. (giocheremo il 3 colpo). INDICATORI DI PARTENZA Questi sono considerati fissi, durante il tee shot, quindi non devono essere rimossi, altrimenti: penalità di 2 colpi. Una volta eseguito il primo colpo, sono considerati Ostruzioni Movibili e possono essere rimossi Senza Penalità. GIOCARE FUORI TURNO Se giochiamo fuori turno, non c è penalità, e si gioca la palla come si trova. GIOCARE LA PALLA COME SI TROVA Tutti i giocatori devono giocare la palla come si trova, senza migliorare la posizione della palla, l area dello stance e quello dello swing. Significa che: non è permesso muovere, piegare o rompere qualsiasi cosa fissa o vegetante prima di eseguire il colpo eccetto che nel prendere correttamente lo stance o nell eseguire il movimento, la palla non puo essere toccata o alzata o pulita (questo dal tee al green), bisogna giocare il campo cosi come lo troviamo, salvo quando le Regole Locali lo permettono. Dobbiamo accettare il lie della palla come si trova. Penalità: 2 colpi di penalità. Ricordare che abbiamo 2 colpi di penalità anche se pieghiamo o rompiamo qualcosa mentre facciamo uno swing di prova, se quest azione avvantaggerà il nostro colpo. (* vedere disegno sotto delle Cose da Non Fare )

2

3 IN BUNKER ed in OSTACOLO D ACQUA Se la nostra palla è finita nel bunker o in un ostacolo d acqua, NON DOBBIAMO TOCCARE il terreno con il bastone o con la mano e NON DOBBIAMO toccare gli IMPEDIMENTI SCIOLTI (sassi, rami, frutta, sigarette, animali etc), ne nell ostacolo ne se toccano o sono a contatto con la palla. Penalità di 2 colpi. Quando la nostra palla è in uno di questi ostacoli, non è permesso alzare la palla per identificarla, altrimenti incorriamo nella penalità di 1 colpo. Dobbiamo giocarla, anche nel dubbio, infatti la regola ci autorizza, nel caso non fosse la nostra, di rigiocare la palla giusta, senza penalità. Il colpo effettuato con la palla sbagliata non conta. Palla vicino ad un altra, IN OSTACOLO Se due palle sono nello stesso ostacolo e sono vicine al punto di ostacolarsi, una delle due puo essere rimossa Senza Penalità, e Ripiazzata, ma ricordarsi di ricreare il LIE Originale della palla, in modo che sia il piu fedele possibile. Ricorda: se era leggermente infossata, va rimessa in quel modo, prima di alzarla, convenire con il proprio marcatore la giusta procedura ed il Lie. SUL GREEN La palla è in green quando qualsiasi parte della palla tocca il green. Quando la nostra palla si trova in green, dobbiamo riparare il segno lasciato da questa, ma NON dobbiamo riparare altri danni quali i segni lasciati dai chiodi delle scarpe. Quando si marca la palla e si alza, possiamo pulirla e dobbiamo ripiazzarla sempre nel punto esatto. ORDINE DI GIOCO SUL GREEN: Sul green gioca sempre per primo il giocatore con la palla piu lontana dalla buca, indipendentemente se la palla sia in green o fuori. Si consiglia nel caso, di usare una procedura che aiuti a risparmiare tempo, senza avvantaggiare se stesso o i compagni di gioco. Assicurarsi che la bandiera sia tolta o custodita, se la palla giocata dal green, tocca l asta della bandiera, in gara a colpi si incorre nella penalità di 2 colpi. NON è permesso provare la superficie del green, per esempio facendovi rotolare una palla (anche quella del compagno di gioco!!), non si puo migliorare la linea del putt calpestandola o toccandola, altrimenti incorriamo in 2 colpi di penalità. SUL GREEN Se pattando la palla del giocatore, colpisce un altra palla in green, incorre nella penalità di 2 colpi, e deve giocare la sua palla come si trova, mentre quella mossa, deve essere ripiazzata al suo posto originale.

4 SUL PERCORSO Per percorso si intende : i fairway e tutte le aree di semi rough, i rough, gli avant green ma anche le aree di partenza ed i green che non appartengono alla buca che si sta giocando. PALLA FERMA CHE SI MUOVE. Il giocatore che causa accidentalmente lo spostamento della sua palla, incorre in 1 colpo di penalità e DEVE Rimpiazzare la sua palla. Se non la ripiazza e la gioca dal posto sbagliato incorre in 2 colpi di penalità. Se la palla viene mossa da un tuo compagno di gioco o da qualsiasi altro o anche da un altra palla, NON C E Penalità, ma va sempre ripiazzata!!! PALLA MOSSA DURANTE LA RICERCA. Se il giocatore muove la palla durante la ricerca anche NON intenzionalmente, incorre ugualmente nella penalità di 1 colpo e deve ripiazzarla, idem quando ALZA LA PALLA e NON è permesso!! RICERCA DELLA PALLA. I giocatori hanno 5 minuti di tempo per trovare la palla, trascorsi i 5 minuti la PALLA E PERSA!! ed il giocatore DEVE giocare un altra palla con la penalità di 1 colpo. La palla va giocata nel punto piu vicino dal quale ha giocato l ultima volta la prima palla. PALLA IN MOVIMENTO DEVIATA O FERMATA Se la palla giocata viene fermata o deviata dal giocatore stesso, dal suo caddie o dal suo partner di gioco (nella gara a coppie )il giocatore incorre in una penalità di 2 colpi, e la palla si gioca come si trova. Se viene deviata o fermata da un'altra persona, non c è penalità e si gioca come si trova, ad eccezione della gara match play, in questo caso se la palla è deviata dall avversario o dal suo portabastoni, il giocatore ha la possibilità di rigiocare il colpo ( questo è uno dei rari casi in cui si rigioca il colpo senza penalità!!) Nelle gare a colpi, se viene deviata o fermata mentre giocate dal green, il giocatore DEVE rifare il colpo. IDENTIFICARE LA PALLA Tra i suggerimenti principali che vengono dati anche ai Professionisti, c è quello di fare un segno di riconoscimento sulla propria palla per facilitarne l identificazione e la ricerca. Infatti prima di alzare la palla, quando non siamo sicuri che fosse la nostra, dobbiamo avvertire il nostro marcatore e/o un altro compagno di gioco in modo che possa assistere all esatta procedura, altrimenti si incorre nella penalità di 1 colpo e la palla va ripiazzata esattamente nel suo lie originale. RICORDARSI di MARCARE sempre la posizione esatta e poi ALZARE LA PALLA.

5 DROPPAGGIO Una Palla deve essere droppata dal Giocatore stesso. Se è droppata da un altra persona o in modo sbagliato e l errore non è corretto, il giocatore incorre nella penalità di 1 colpo. Sono tanti i casi in cui si deve Droppare una palla, vediamone alcuni: Se la propria palla è Ingiocabile, il giocatore dichiarandola in giocabile (deve dirlo!!) puo rimetterla in gioco DROPPANDO, con 1 colpo di penalità e scegliendo tra 3 possibilità: - entra la distanza di 2 bastoni, dal punto dove è la palla ingiocabile, - indietro quanto si vuole mantenendo la linea tra la buca e la posizione originale della palla quando è stata dichiarata ingiocabile ( disegno) - droppare nel punto piu vicino da dove ha giocato l ultima volta, se ha giocato dalla partenza, puo rimetterla sul tee. Se la palla si ferma su un green sbagliato, non possiamo giocarla, quindi si DROPPA di 1 bastone fuori dal green, Senza Penalità. Se il giocatore finisce fuori limite con la sua palla, anche in questo caso, è vietato giocare la palla dal fuori limite, e deve Droppare nel punto dove ha giocato per l ultima volta, con 1 colpo di penalità. Se il golfista gioca una palla sbagliata sul percorso, incorre nella penalità di 2 colpi ed i colpi giocati con la palla sbagliata non contano, MA DEVE ritornare nel posto dove ha giocato la palla sbagliata la prima volta e riprendere da li con quella giusta. Se non trova la palla giusta, deve Droppare una nuova palla con 1 colpo di penalità, nel punto dove ha giocato per ultimo la palla giusta. IMPORTANTE: se il giocatore imbuca con una palla sbagliata e non rettifica il suo errore, (non ripiazza dal punto giusto) incorre nella squalifica. Vedremo altri esempi di droppaggio nell Ostacolo d Acqua, nel Terreno di Riparazione. COME SI DROPPA? Bisogna stare dritti ed allungare il braccio all altezza della spalla, quindi far cadere la palla. Se droppando la palla tocca il giocatore stesso o il suo portabastoni o il suo equipaggiamento, deve essere ridroppata senza penalità. QUANDO SI DEVE RIDROPPARE? Oltre al caso sopra mensionato, Si DEVE ridroppare, - quando la palla droppata rotola in un ostacolo, - va fuori da un ostacolo (noi stiamo droppando dentro l ostacolo!), - va sul green o fuori limite oppure - rotola in una posizione dove esiste l interferenza con una condizione che ci permette di ovviare a questa senza la penalità ( es. un irrigatore, una panchina, un oggetto considerato ostruzione inamovibile). - La palla va ridroppata anche quando si allontana OLTRE 2 bastoni da dove è stata droppata oppure si avvicina alla buca rispetto alla sua posizione originale. IMPORTANTE: Se la palla RIDROPPATA rotola ancora in una qualsiasi di queste situazioni, NON DEVE ESSERE PIU RIDROPPATA, ma VA PIAZZATA dove ha toccato per ultimo il terreno quando è stata ridroppata. In sintesi si deve : 1- DROPPARE, eventualmente 2- RIDROPPARE e poi 3- PIAZZARE!!! Se non si procede cosi si incorre nella penalità di 1 colpo e la palla va giocata dal punto esatto!!

6 PALLA IN OSTACOLO D ACQUA. Se la palla è andata nell ostacolo d acqua e c è la ragionevole evidenza che fosse finita li e non è giocabile dall ostacolo, si applica la regola dell ostacolo d acqua e si droppa una nuova palla fuori dall ostacolo con 1 colpo di penalità. Gli ostacoli d acqua sono delimitati da paletti o linee - di color ROSSO ( ostacolo Acqua Laterale) - di color GIALLI (ostacolo Acqua Frontale). La Palla è in un ostacolo d acqua se tocca il bordo o un paletto, infatti questi sono considerati ostacolo. - (**** vedere il disegno)

7

8 ACQUA FRONTALE Se la palla è in Ostacolo Acqua FRONTALE, (paletti o righe gialle) possiamo giocare 1- la palla come si trova o con la penalità di 1 colpo: 2- Droppare fuori dall ostacolo, indietro quanto vogliamo, ma mantenendo la linea fra la buca ed il punto dove la palla è entrata nell ostacolo l ultima volta, 3- Droppare dove abbiamo giocato l ultima volta, (*** vedere il disegno pagina precedente ) ACQUA LATERALE Quando abbiamo la palla nell Ostacolo ACQUA LATERALE (Paletti o righe rosse) possiamo giocare 1- la palla come si trova o con la penalità di 1 colpo applicare le stesse condizioni viste per l Ostacolo Acqua Frontale con ulteriori due possibilità, sempre con la penalità di 1 colpo: 2- Droppare fuori dall ostacolo entro la distanza di 2 bastoni dal punto dove è entrata la palla per l ultima volta nell ostacolo, 3- Droppare fuori dall ostacolo, entro la distanza di 2 bastoni dalla parte opposta dove la palla è entrata per l ultima volta, senza avvicinarsi alla buca, tale punto deve essere equidistante dalla buca. Per come droppare e ridroppare vedere il capitolo apposito. (vedi il caso di Pinco Pallo similare )

9 PALLA FUORI LIMITE - PALLA PROVVISORIA La nostra palla è andata fuori limite quando si trova INTERAMENTE fuori dal campo di golf. I paletti bianchi de delimitano il Fuori LIMITE sono loro stessi F.L., la palla deve essere completamente dentro la linea immaginaria che intercorre tra i due paletti piu vicini. ****Disegno librino Se la palla si trova fuori limite, abbiamo una sola soluzione: Con 1 colpo di Penalità dobbiamo Droppare una palla nel punto dove abbiamo giocato l ultimo colpo (possiamo metterla sul tee se eravamo sul tee di partenza). (Ricordiamo che oltre al colpo di penalità perdiamo anche la distanza) Nel caso abbiamo giàgiocato una Palla Provvisoria, (con 1 colpo di Penalità) ricordiamo sempre di Dichiararlo in modo chiaro, ad alta voce, prima di giocarla e prima di andare avanti a cercare la palla originale. Una volta giocata la Palla Provvisoria, che va droppata nel punto da cui abbiamo giocato l ultima volta con la palla originale, giocheremo questa palla sino a quando non raggiungeremo il punto approssimativo dove crediamo che si possa trovare la palla originale. Ricordiamo che se la nostra palla è con RAGIONEVOLE EVIDENZA entrata in un Ostacolo d Acqua, NON abbiamo l opzione di giocare una palla Provvisoria, nel caso venga fatto, questa diventa la Palla in gioco e quella in Acqua diventa una Palla Persa. Un consiglio, da valutare con molta attenzione: - Se giochiamo una Palla Provvisoria, e ci sembra di aver fatto un ottimo colpo, possiamo NON cercare la palla Originale. Ma se la trova un nostro compagno di gioco entro 5 minuti, dobbiamo identificarla e giocare la palla Originale, ed i colpi giocati con la Palla Provvisoria non valgono. TERRENO IN RIPARAZIONE E considerata Terreno in Riparazione, qualsiasi parte del campo marcata con Paletti o Linee Blue. Anche il materiale accatastato, per essere rimosso ( legname, erba,) cosi come buchi scavati dagli operai del campo è cosiderato TR, anche se non marcato. Si puo ovviare all interferenza del TR, quando la palla giace o tocca il TR o quando interferisce con la posizione dei piedi del giocatore o con l area del movimento che intendiamo fare. Nel caso si procede in questo modo: - marcare la palla e determinare il punto piu vicino da dove si trova la palla, senza avvicinarsi alla buca. Il giocatore dovrà alzare la palla e dropparla senza penalità entro la distanza di 1 bastone dal punto determinato. Sul Green dovrà : marcare, poi alzare la palla e Piazzarla senza penalità nel punto piu vicino dove si trovava la palla, ma evitando l interferenza. Tale procedura va applicata anche per l acqua occasionale.

10 CONSIGLI PRATICI PER TUTTI I GOLFISTI 1 - RISPETTIAMO LE REGOLE, IL CAMPO ED APPLICHIAMO IL FAIR PLAY, 2 - METTIAMO UN SEGNO DI IDENTIFICAZIONE SULLA NOSTRA PALLA. si evitano delle sicure penalità, 3 - NON POSSIAMO AVERE PIU DI 14 BASTONI. ricordiamo di CONTARLI prima di giocare il primo colpo dal Tee della buca 1! 4 - GIOCHIAMO SENZA PROCURARE RITARTO, 5 - FACCIAMO PASSARE IL TEAM PIU VELOCE, 6 - RIPARIAMO I BUCHI LASCIATI DAL NOSTRO COLPO, SIA SUL PERCORSO CHE IN GREEN, 7 - NON CALPESTIAMO LA LINEA DEL PUTT (la nostra e quella degli altri giocatori) 8 - RASTRELLIAMO LE IMPRONTE ED I COLPI NEI BUNKER 9 - NON GIOCHIAMO SINO A QUANDO IL TEAM CHE CI PRECEDE SIA FUORI TIRO 10 - AVVERTIAMO CON IL foor SE LA NOSTRA PALLA PUO COLPIRE QUALCUNO 11 - NON DOBBIAMO PARLARE O DISTURBARE I GIOCATORI CHE STANNO EFFETTUANDO UN COLPO NON POSSIAMO EFFETTUARE COLPI DI PRATICA, quando giochiamo una buca, 13 - NON DIAMO CONSIGLI (spesso non sono desiderati) ed OVVIAMENTE NON CHIEDIAMONE

Guida Breve alle Regole del FootGolf

Guida Breve alle Regole del FootGolf Guida Breve alle Regole del FootGolf Lo Spirito del Gioco INTRODUZIONE Il Footgolf è giocato, per la maggior parte, senza la supervisione di un arbitro. Il gioco si affida all integrità dell individuo

Dettagli

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 20-23 REGOLA N. 20 ALZARE, DROPPARE, PIAZZARE; GIOCARE DA UN POSTO SBAGLIATO

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 20-23 REGOLA N. 20 ALZARE, DROPPARE, PIAZZARE; GIOCARE DA UN POSTO SBAGLIATO SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 20-23 Com è andata la gara??? Avete avuto modo di applicare quanto discusso??? Vi sono tornate utili le raccomandazioni che vi abbiamo fatto??? Veramente

Dettagli

EGA Handicap System 2007-2010 PARTE 3. IL CAMPO DA GOLF E IL COURSE RATING D2.5 - D2.13 - D2.36 3.1 3.2 3.3 D2.26

EGA Handicap System 2007-2010 PARTE 3. IL CAMPO DA GOLF E IL COURSE RATING D2.5 - D2.13 - D2.36 3.1 3.2 3.3 D2.26 3.1 3.2 3.3 3. IL COURSE RATING 3.1 Tutti i campi dovranno essere valutati dalla Federazione Nazionale o dall Autorità Locale, se delegata in tal senso, in base al Sistema di Course Rating della USGA (Appendice

Dettagli

DISPENSA STUDIO REGOLE & ESAMI PER GIUDICI ARBITRI

DISPENSA STUDIO REGOLE & ESAMI PER GIUDICI ARBITRI FEDERAZIONE ITALIANA GOLF DISPENSA STUDIO REGOLE & ESAMI PER GIUDICI ARBITRI 2003 Federazione Italiana Golf CGR& R Ver. 1.2 Pag. 1 di 82 Premessa: L intenzione di questa dispensa è di dare all aspirante

Dettagli

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO DEFINIZIONI All inizio della gara tutti i giocatori sono in-. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-. Questi

Dettagli

REGOLA N. 6 IL GIOCATORE

REGOLA N. 6 IL GIOCATORE Ed ecco giunti al terzo appuntamento...eh già...perché, quelli di voi che sono riusciti a leggere le prime due puntata,e ed aspettavano con ansia l'uscita della terza...ecco...sono degli EROI!!!! Francamente

Dettagli

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLE 24-27. Sia che siano ''movibili'' che ''inamovibili'',

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLE 24-27. Sia che siano ''movibili'' che ''inamovibili'', SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLE 24-27 Siete pronti??? finora abbiamo scherzato con regolette facili facili. Oggi si entra nello zoccolo duro delle situazioni più spiacevoli del golf,

Dettagli

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO

REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO REGOLA 11 - FUORI-GIOCO E IN-GIOCO NEL GIOCO APERTO DEFINIZIONI All inizio della gara tutti i giocatori sono in-gioco. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-gioco.

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 28-34

SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 28-34 SPECIALE NEWSLETTER - LE REGOLE DEL GOLF - REGOLA 28-34 Allora ci piacerebbe sapere chi, dopo la pesantissima puntata della scorsa settimana, ha deciso di mollare: è assolutamente comprensibile, visti

Dettagli

GIOCHI SENZA SQUADRE

GIOCHI SENZA SQUADRE GIOCHI SENZA SQUADRE Età: 5-8 anni Questi giochi (50) sono proposti nel seguente modo: si ritaglia la descrizione del gioco, si piega il pezzo di carta e s inseriscono tutti i 50 foglietti in un sacchetto.

Dettagli

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero

GIOCHI MINIBASKET. 1) Il gioco dei nomi. 2) Il gambero GIOCHI MINIBASKET Questi giochi sono stati tratti da alcuni libri e talvolta modificati per adattarli al nostro gioco. Adatti per diverse età. Buon lavoro. 1) Il gioco dei nomi Obiettivi: conoscere i compagni,

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

HARE & TORTOISE REGOLAMENTO (PER TUTTE LE VERSIONI)

HARE & TORTOISE REGOLAMENTO (PER TUTTE LE VERSIONI) HARE & TORTOISE REGOLAMENTO (PER TUTTE LE VERSIONI) Le seguenti regole si applicano a tutte le versioni del gioco, anche se ogni edizione può avere delle differenze. Ci sono quattro principali gruppi di

Dettagli

TECNICA E TATTICA VOLLEY

TECNICA E TATTICA VOLLEY TECNICA E TATTICA VOLLEY Dalla posizione di attesa, e a seconda del tipo di attacco avversario, il muro e la difesa optano per dei cambiamenti di posizione, al fine di rendere più facile la ricostruzione.

Dettagli

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento

Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Descrizione e analisi tecnica dell attacco Esercizi d iniziazione e perfezionamento Giuseppe BOSETTI Relazione al Corso di aggiornamento per allenatori di 1 grado e allievi allenatori CP Fipav Varese -

Dettagli

L angolo tecnico a cura di Riccardo Fradella

L angolo tecnico a cura di Riccardo Fradella Ciao a tutti, a differenza delle precedenti presentazioni, non avendo mai calcato i fairways del Golf Club La Pinetina non sono in grado di fornire i consueti consigli tecnici personali ma, in via del

Dettagli

13.1 DOVE E COME SI EFFETTUA IL CALCIO D INVIO

13.1 DOVE E COME SI EFFETTUA IL CALCIO D INVIO DEFINIZIONI Il calcio d invio si effettua all inizio di ogni tempo di gara e all inizio di ogni periodo di extra time. I calci di ripresa del gioco si effettuano dopo una segnatura o un annullato. 13.1

Dettagli

IL MINIBASKET in ITALIA :

IL MINIBASKET in ITALIA : IL MINIBASKET in ITALIA : l Emozione, la Scoperta e il Gioco. I primi intervento per l angolo tecnico del nostro sito li voglio prendere da una delle esperienze professionalmente più gratificanti della

Dettagli

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su

di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su di Kai Haferkamp per 2-5 giocatori dagli 8 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas per Giochi Rari Versione 1.0 Novembre 2001 http://www.giochirari.it e-mail: giochirari@giochirari.it NOTA.

Dettagli

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2 PASSAGGIO ESERCITAZIONE 1 - I giocatori vengono divisi in 3 gruppi di diverso colore. 1A) Con le mani passare la palla al colore diverso 1B) Con i piedi passare la palla al colore diverso 2A) Con le mani

Dettagli

REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO

REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO REGOLA 13 - CALCIO D INVIO E CALCI DI RIPRESA DEL GIOCO DEFINIZIONE Il calcio d invio si effettua all'inizio di ogni tempo di gara ed all inizio di ogni periodo di extra time. I calci di ripresa si effettuano

Dettagli

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica Da 3 contro 3 a 1 contro 1 Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo - Ho il pallone / non ho il pallone / recupero il pallone/ perdo il pallone Sviluppo attraverso la creazione di superiorità

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

Regolamento Tecnico AIFG

Regolamento Tecnico AIFG Regolamento Tecnico AIFG Svolgimento del gioco Il FootGolf è un nuovo sport, ibrido tra il calcio ed il golf, il cui scopo è mandare il proprio pallone in buca con il solo ausilio dei piedi. Le regole

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

La scuola Calcio Barcellona

La scuola Calcio Barcellona La scuola Calcio Barcellona di Raffaele Barra Istruttore CONI FIGC, laureando in Comunicazione, dopo varie esperienze in altre società (nelle categorie pulcini ed esordienti) da 2 anni milita nel Sottomarina

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

IL GIOCO NEL MINIBASKET

IL GIOCO NEL MINIBASKET 88 Premessa IL GIOCO NEL MINIBASKET Inizierò con un gioco di collaborazione e di rapidità per immergerci subito nel cuore di questa lezione. Poichè l argomento è Il Gioco nel Minibasket, vorrei partire

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA

SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA SCHEDE GIOCHI SCUOLA DELL INFANZIA (A cura di Paolo Ligas) SCHEDA N 1 Percorso 3/4 Pallavolando Il primo giocatore di ogni squadra al Via parte esegue 2 rotolamenti su un materassino, salta l ostacolo,

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

L ATTACCO. Appunti. Principali problematiche:

L ATTACCO. Appunti. Principali problematiche: L ATTACCO Appunti Principali problematiche: L attacco deve essere considerato come tema permanente di ogni seduta di allenamento. Ore di lavoro specifico sull attacco della nazionale juniores femminile:

Dettagli

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA

OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA OBIETTIVI DELL ATTIVITA FISICA DEI BAMBINI DAI 6 AGLI 11 ANNI SECONDA PARTE LA CORSA Dopo avere visto e valutato le capacità fisiche di base che occorrono alla prestazione sportiva e cioè Capacità Condizionali

Dettagli

Introduzione. Strumenti di gioco

Introduzione. Strumenti di gioco Introduzione Lo snookball, calcio biliardo o calciobiliardo, è un gioco basato sull incrocio tra due discipline sportive: il calcio e il biliardo. La particolarità di questo sport consiste nei mezzi che

Dettagli

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley

I giochi tradizionali adatti alla pallavolo. Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley I giochi tradizionali adatti alla pallavolo e Gli esercizi sul palleggio, bagher e battuta nel Minivolley ricerca e composizione di: Rosario Ravalli docente regionale allenatori FIPAV Foggia Questo piccolo

Dettagli

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati

Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati Esperienza condotta in classe 2^ nella scuola di via G. Piumati *Dopo il primo incontro con la monaca buddista Doyu Freire, i bambini sono stati invitati a raccontare liberamente l esperienza, appena fatta,

Dettagli

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata -

Traduzione a cura della FIGH su testi EHF - riproduzione vietata - Federazione Italiana Giuoco Handball HANDBALL Il gioco Uno sguardo alle regole Pallllamano Diisciiplliina Olliimpiica 1 PRINCIPI DI BASE DELLA PALLAMANO La Pallamano è uno sport di squadra basato sui principi

Dettagli

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa.

In realtà la vera domanda e : Come posso fare ad ottenere tutte quelle rivoluzioni?, ma la risposta ad entrambe le domande e la stessa. Nella quarta parte di questi quattro articoli, andrò a rispondere alla domanda che mi viene posta più frequentemente: Come fanno i Professionisti ad ottenere tutte quelle rivoluzioni? In realtà la vera

Dettagli

Relazione Minibasket n 2

Relazione Minibasket n 2 Prof. Piergiorgio Manfre Basket Verbano Relazione Minibasket n 2 Ipotesi di lezioni per allievi 9 10 anni Premessa................................................... Proposte didattiche-tecniche.................................

Dettagli

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8

sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 sommario Conoscere il corpo umano il mio registro 4 Chi sono 4 Come sono 5 Prove di valutazione 8 SCHEDE di valutazione 22 Classe prima 22 Classe seconda 25 Classe terza 28 Prove di abilità motorie e sportive

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08

PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PROGETTO CLASSI IN...MOVIMENTO SCUOLA ELEMENTARE VALLICELLI DI VILLAFRANCA ATTIVITA DI GIOCO-SPORT ANNO SCOLASTICO 2007/08 PALLAVOLO BASKET ATLETICA SCHERMA TAMBURELLO ORIENTAMENTO CLASSI IV e V Insegnante

Dettagli

Golfshot: Golf GPS. Guida Utente Android Versione 1.8

Golfshot: Golf GPS. Guida Utente Android Versione 1.8 Golfshot: Golf GPS Guida Utente Android Versione 1.8 Contenuti Schermata Iniziale 3 Seleziona una Struttura 14 Ottimizzazione Durata 28 Segnapunti 6 Organizza Partita 15 Batteria Statistiche 7 Lista Buca

Dettagli

Introduzione alle regole del Golf

Introduzione alle regole del Golf Introduzione alle regole del Golf 1 Agenda della serata La serata precedente Definizioni Regola 20 Alzare, Droppare e Piazzare, Giocare da un Posto Sbagliato Test Domande 2 La serata precedente argomenti

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

Durata: 11 settimane 33 allenamenti 10 partite campionato

Durata: 11 settimane 33 allenamenti 10 partite campionato SECONDO PERIODO COMPETITIVO Durata: 11 settimane 33 allenamenti 10 partite campionato 89 19 SETTIMANA DI LAVORO 58 ALLENAMENTO seduta unica 15 minuti Resistenza: metodo intermittente. 3 Intermittente (45

Dettagli

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey > Abilità nei giochi 8ª Classe Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey La valutazione dell abilità nei giochi avviene durante e al termine processo d apprendimento. Giochi Pallacanestro Calcio Pallamano

Dettagli

PRINCIPI GENERALI DI LAVORO CON I BAMBINI 5-6 ANNI CARICO MENTALE

PRINCIPI GENERALI DI LAVORO CON I BAMBINI 5-6 ANNI CARICO MENTALE PRINCIPI GENERALI DI LAVORO CON I BAMBINI 5-6 ANNI Prima di inoltrarmi ad analizzare le proposte da proporre ai bambini di 5-6 anni, spiego un concetto, a mio parere, importante, il: CARICO MENTALE Quando

Dettagli

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete Smarcamento Mini partite 3>3 su un quadrato di 15x15. Goal valido solo dopo aver effettuato uno stop agli angoli del campo di gioco. 4>2 su un quadrato di 15x15. Il goal viene realizzato su stop su uno

Dettagli

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley

Settore Giovanile Giochi ed esercizi nel MiniVolley Giochi tradizionali adatti alla pallavolo ASINO Si può giocare in un numero imprecisato di bambini che si mettono in cerchio; si tira la palla a colui che lo precede e così via. Quando si sbaglia (la palla

Dettagli

PULCINI. Programma MILAN LAB

PULCINI. Programma MILAN LAB PULCINI Programma MILAN LAB SEDUTA DI ALLENAMENTO PULCINI 40% SCHEMI MOTORI DI BASE CAPACITÀ MOTORIE 60% CAPACITÀ COORDINATIVE 50% 10% CAPACITÀ CONDIZIONALI Rapidità BASSO GRADO DI DIFFICOLTÀ MEDIO GRADO

Dettagli

PGM Professional Golf Machine IL PRIMO SIMULATORE DI GOLF ITALIANO

PGM Professional Golf Machine IL PRIMO SIMULATORE DI GOLF ITALIANO PGM Professional Golf Machine IL PRIMO SIMULATORE DI GOLF ITALIANO Fornitore Ufficiale FIG Fornitore Ufficiale AITG PGM Professional Golf Machine IL PRIMO SIMULATORE DI GOLF ITALIANO In Ferro Dodici operiamo

Dettagli

Federazione Italiana Golf

Federazione Italiana Golf PREFAZIONE Questa dispensa è stata scritta prendendo come riferimento le pubblicazioni Guidance on Running a Competition (edizione 2005) e A Guide to the Rules on Clubs and Balls (seconda edizione) del

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA

REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA REGOLAMENTO DELLA PALLACANESTRO INTEGRATA LO SPORT INTEGRATO è, per definizione, un gioco educativo che ha lo scopo di creare una cultura dell integrazione, accettazione e valorizzazione delle diversità

Dettagli

Ed ecco come funziona

Ed ecco come funziona Ed ecco come funziona scuola in movimento è un programma nazionale dell Ufficio federale dello sport che promuove e sostiene il movimento quotidiano a scuola. Le scuole e le classi partecipanti si impegnano

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

Esercizi aerobici con palla

Esercizi aerobici con palla Esercizi aerobici con palla Passaggio, conduzione, cross, colpo di testa, dribbling, tiro e difesa individuale sono gli aspetti tecnici stimolati dal circuito. Forza veloce, agilità e forza pliometrica

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET

CLINIC NAZIONALE MINIBASKET EASY BASKET LA PALLA: MEZZO E/O METODO PER LO SVILUPPO DEGLI SCHEMI MOTORI DI BASE di Fabio Bagni Camminare per tutta la palestra, lontani l uno dall altro Camminare stando vicini Camminare all indietro, prima lontani,

Dettagli

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco

Disegnare il basket. di Andrea Capobianco Disegnare il basket di Andrea Capobianco L efficacia della comunicazione è legata ad una buona conoscenza del linguaggio utilizzato. L uso della rappresentazione icnica presuppone necessariamente la condivisione

Dettagli

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità

ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità ISCRIZIONE: Quota - Termini - Modalità 1. Il Torneo avrà inizio domenica 13 marzo con la gara di apertura. 2. Si potranno iscrivere ragazzi nati dal 1992 al 1996. 3. Quota di iscrizione 15 euro a persona

Dettagli

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno JSS Coach Muscella Date N Players 10 Where Torino Goals Tec Training Guide JSS - Juventus 2-3 Anno Conduzione Age Range 2 Anno N TG 31 Goals Tactic Concetto di fase offensiva Goals Tec Sec Project JSS

Dettagli

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite

Giochi e esercizi. Calcio di base. Calcio d élite ASSOCIAZIONE SVIZZERA DI FOOTBALL Dipartimento tecnico Servizio istruzione Modulo di perfezionamento 2015/16 Giocare meglio - Giochi e esercizi Giocare meglio Giochi e esercizi Calcio di base Calcio d

Dettagli

Programma giochi 14 novembre 1999. Viaggio in cina

Programma giochi 14 novembre 1999. Viaggio in cina Programma giochi 14 novembre 1999 Viaggio in cina La muraglia cinese (1) Pallone Questo gioco serve per fare le squadre. Tutti i giocatori si piazzeranno nella posizione B1. Un animatore si piazzerà invece

Dettagli

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6

CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS. Page 1 of 6 CERNUSCO INTERNATIONAL SEVENS Page 1 of 6 Premessa e applicazione delle regole internazionali dell IRB L intento e lo spirito del torneo sono quelle di sublimare il coraggio, la lealtà, la sportività,

Dettagli

Corso di perfezionamento I giochi di transizione

Corso di perfezionamento I giochi di transizione Contenuto della lezione pratica Osservazioni preliminari Corso di perfezionamento I giochi di transizione La durata del gioco dipende dall intensità. L allenatore deve controllare lo stato fisico dei suoi

Dettagli

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!.

GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. GIOCHI DI STRATEGIA Giochi di potere!!!. Dopo avere dedicato ampio spazio nei precedenti interventi al modello culturale del nostro Minibasket raccontando l esperienza finlandese, ora vorrei rivolgere

Dettagli

Lugano,10 Ottobre 2015

Lugano,10 Ottobre 2015 Not for ordinary players Lugano,10 Ottobre 2015 con il patrocinio di: SWISS GOLF CITY TOUR - Domenica 10 Ottobre 2015 Lugano ospiterà la manifestazione che appassiona grandi e piccini, professionisti e

Dettagli

Africana. Componenti di gioco. 1 tabellone con la mappa dell Africa. 2 libri. 30 carte avventura. (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone)

Africana. Componenti di gioco. 1 tabellone con la mappa dell Africa. 2 libri. 30 carte avventura. (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone) Africana Componenti di gioco 1 tabellone con la mappa dell Africa 2 libri 30 carte avventura (15 con il bordo bianco, 15 con il bordo marrone) 34 carte spedizione (con sul dorso A, B e C) 10 carte assistenti

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO. 10 Giugno 2012. Regolamento giochi. Dalle 15.00 in poi

GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO. 10 Giugno 2012. Regolamento giochi. Dalle 15.00 in poi GIOCHI I PALIO DEL VOLONTARIATO 10 Giugno 2012 Dalle 15.00 in poi Regolamento giochi 1 GIOCO Svuotiamo la cantina!! Gioco per 3 giocatori della squadra. LA GARA AVRA UN TEMPO MASSIMO DI 3 MINUTI Il primo

Dettagli

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE

FIBS I MANUALI DEL CNT ALLENARE IL BRACCIO DEL LANCIATORE FIBS I MANUALI DEL CNT Tratto da The Pitching Edge di Tom House Tom House BASEBALL FIBS-CNT 1 L Allenamento con i Pesi per i Lanciatori non è Body Building L obiettivo è ottenere una forza bilanciata e

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

un nuovo modo di fare calcio

un nuovo modo di fare calcio un nuovo modo di fare calcio I Piccoli Amici Si parte da qui! E l inizio del percorso calcistico, un inizio che di anno in anno viene sempre più anticipato. Un momento in cui è essenziale gettare le basi

Dettagli

NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO

NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO Documento n. 6 TITOLI INDIVIDUATI DAI GRUPPI 1. AL FUOCO 2. REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI INCENDIO 3. ALLARME ANTI INCENDIO 4. UN INCENDIO A SCUOLA NB: la classe ha scelto il titolo REGOLE DA SEGUIRE IN

Dettagli

IL PROTOCOLLO DI GARA. per i CAMPIONATI SERIE A

IL PROTOCOLLO DI GARA. per i CAMPIONATI SERIE A IL PROTOCOLLO DI GARA per i CAMPIONATI SERIE A SETTORE ARBITRALE Stagione Sportiva 2009/2010 IL PROTOCOLLO DI GARA CAMPIONATI SERIE A Gli arbitri debbono applicare le formalità protocollari e farle rispettare

Dettagli

REGOLAMENTO TREIBBAL

REGOLAMENTO TREIBBAL REGOLAMENTO TREIBBAL (Aggiornato luglio 2015) Estratto dal regolamento 2015/2016 American Treibball Association REGOLAMENTO 1. La persona che presenta la registrazione è responsabile di tutte le informazioni

Dettagli

Avvertenza. gesn@bluewin.ch

Avvertenza. gesn@bluewin.ch Versione 2.0 settembre 2006 Avvertenza Il presente testo è da considerarsi come documento di lavoro. Vi invitiamo pertanto a voler segnalare eventuali errori e imprecisioni al seguente indirizzo gesn@bluewin.ch

Dettagli

Seguiamo con un pennarello la strada del filo..ogni bambino sceglie il colore per evidenziare la strada del suo filo..

Seguiamo con un pennarello la strada del filo..ogni bambino sceglie il colore per evidenziare la strada del suo filo.. Seguiamo con un pennarello la strada del filo..ogni bambino sceglie il colore per evidenziare la strada del suo filo....è tutta storta....è con tante curve perché il gomitolo la fa strana..se non lo tiri

Dettagli

RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling

RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling RAJA Costruire Palazzi in India Un Gioco di Strategia per 2-5 Giocatori Di Wolfgang Kramer e Michael Kiesling Contenuto 1.0 Introduzione 2.0 Componenti 3.0 Iniziare a Giocare 4.0 Svolgimento 5.0 Posizione

Dettagli

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni

LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie. LEZIONE bambini 6/8 anni LA PIRAMIDE DEL MOVIMENTO: educhiamo gli schemi motori di base per ottenere abilità motorie LEZIONE bambini 6/8 anni ( adattamento allo spazio) Muoversi liberamente nella palestra palleggiando, Cambiare

Dettagli

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" 2014-15

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA Sei Bravo a... Scuola di Calcio 2014-15 CRITERI GENERALI - Le squadre devono presentarsi con almeno 14 giocatori. - 14 Bambini iscritti nella lista dovranno cimentarsi nei 3 giochi previsti e nel gioco partita 7c7. - La durata di ciascuna "partita

Dettagli

Maria, Matteo, Victor, Stefania, Samuele

Maria, Matteo, Victor, Stefania, Samuele Un giorno, finita la scuola siamo passati dal bar per comprare le cicche. Eravamo a piedi, desiderosi di fare due passi all'aria aperta e di goderci la bella giornata. Quando siamo usciti dal bar è arrivato

Dettagli

Regolamento Ravennate 200/400

Regolamento Ravennate 200/400 Regolamento Ravennate 200/400 L INIZIO Il tavolo è composto da 4 giocatori dove ognuno gioca per sé stesso. Controllare la propria posta in fiches,, deve risultare un totale di 2000 punti. ( 1 da 1.000,

Dettagli

I GIOCHI DI IERI PREMESSA

I GIOCHI DI IERI PREMESSA I GIOCHI DI IERI PREMESSA Alcuni ragazzi dell'istituto Maggiolini (Giovanni Pirrò Simone Mercuri Daniele Re Sartò Riccardo Bernardini), nell'ambito dello stage presso il Comune di Parabiago Ecomuseo del

Dettagli

Giochi e proposte per un BASKET GIOVANILE creativo. Palazzetto di Valenza giovedì 8 dicembre 2011. per ragazzi nati nell anno 2000

Giochi e proposte per un BASKET GIOVANILE creativo. Palazzetto di Valenza giovedì 8 dicembre 2011. per ragazzi nati nell anno 2000 8 dicembre 2011 Palazzetto di Valenza giovedì 8 dicembre 2011 PROPOSTE TECNICHE: A) Ball-Handling (dimostratore Fabio Grugnetti Scugnizzo ): -usiamo una progressione precisa con obiettivi identificabili,

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI

REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI REGOLAMENTO TECNICO GIOCHI POPOLARI 1) Ogni gioco popolare inserito nel programma del Palio delle Borgate contribuisce alla classifica generale come evento singolo. TIRO ALLA FUNE 2) La gara inizia quando

Dettagli

10 Lezioni di Minibasket

10 Lezioni di Minibasket 10 Lezioni di Minibasket LEZIONE N. 1 FASE INIZIALE 001. Esercizi e giochi di trattamento della palla sul posto e in movimento ad elevata intensità di esecuzione. 002. SPRINT: i bambini palleggiano per

Dettagli

LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE. Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO

LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE. Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO BAMBINI DI 4 ANNI LAVORO DELL ANNO PRECEDENTE Confronto tra quantità Successione cardinale Tanti/pochi LAVORO DI QUEST ANNO Le varie funzioni del numero : per quantificare per misurare per.. Dall indagine

Dettagli

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO

REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO REGOLAMENTO PERCORSO A TEMPO e PALLONCINO CLASSI DI ETA - GRADO Samurai 5-6-7 anni Da gialla a marrone Bambini 8-9 anni Da gialla a marrone Ragazzi 10-11 anni Da gialla a marrone ASPETTI ORGANIZZATIVI

Dettagli

SPECTER OPS. L'obiettivo del giocatore agente è quello che il suo agente completi 3 su 4 missioni obiettivo qualsiasi

SPECTER OPS. L'obiettivo del giocatore agente è quello che il suo agente completi 3 su 4 missioni obiettivo qualsiasi SPECTER OPS REGOLE 2-3 giocatori: 1 agente e 2 cacciatori - Le 4 missioni obiettivo sono conosciute dai giocatori: si lancia il dado e si segnano col relativo gettone sul lato verde sulla plancia e sul

Dettagli

FISICA. Le forze. Le forze. il testo: 2011/2012 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A.

FISICA. Le forze. Le forze. il testo: 2011/2012 La Semplificazione dei Testi Scolastici per gli Alunni Stranieri IPSIA A. 01 In questa lezione parliamo delle forze. Parliamo di forza quando: spostiamo una cosa; solleviamo un oggetto; fermiamo una palla mentre giochiamo a calcio; stringiamo una molla. Quando usiamo (applichiamo)

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli