VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE CICLO 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE CICLO 2014"

Transcript

1 VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE CICLO 2014 Firenze 14 settembre 2015 Maria Grazia Colao

2 VEQ 2014 HBV DNA HCV RNA HIV RNA HCV genotipo 106 laboratori partecipanti

3 VEQ invio 3 campioni monoparametrici Campione 1 HIV RNA Campione 2 HCV RNA e genotipo Campione 3 HBV DNA 2 e 3 invio 3 campioni multiparametrici Campione 4 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot Campione 5 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot Campione 6 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot Campione 7 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot Campione 8 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot Campione 9 HIV RNA HCV RNA HBV DNA HCV genot

4 VEQ 2014 risposte elaborate HBV HCV HIV HCV genotipo totale risposte elaborate VEQ 2014 Biologia molecolare HBV - HCV - HIV risposte elaborate invio 2 invio 3 invio

5 VEQ 2014 Gruppi di elaborazione dati Risultati QUALITATIVI TMA o PCR Risultati QUANTITATIVI bdna PCR End Point PCR Real Time Abbott PCR Real Time Taqman Roche Altre amplificazioni Real Time

6 VEQ 2014 metodi utilizzati VEQ 2014 Biologia molecolare HBV - HCV - HIV metodi utilizzati metodi qualitativi bdna PCR End Point 300 PCR Real time Abbott 250 PCR Real time Taqman Roche 214 Altre Real time genot LiPA genot RT-PCR genot Sequenziamento genot altro HBV HCV HIV genot HCV 14 17

7 VEQ 2014 Evoluzione dei sistemi di misura 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% VEQ Biologia Molecolare anno 2006 anno % % % altre real time PCR real time Taqman 51.0 PCR real time Abbott 32.8 PCR real time 47.9 PCR End Point bdna

8 VEQ 2014 metodiche manuali e automatizzate VEQ 2014 Biologia Molecolare automatizzata manuale ,2% estrazione DNA/RNA 2,5% amplificazione/rivelazione

9 VEQ 2014 Strumento per estrazione Strumento per amplificazione/rivelazione Ditta Abbott M 2000 SP Abbott R.T.7900 Abbott Cobas Ampliprep Cobas Taqman 48 Cobas Taqman 96 QiaCube Rotor Gene 3000 Rotor Gene 6000 Roche Artus/Qiagen Qiagen Versant sample prep Versant KPCR Siemens Versant 440 Siemens Easy Mag Real time PCR System Applera bio Merieux Magnesia 16 Montania 483 Anatolia GeneWork Applied Biosystem Gen Amp PCR 9700 ThermoFisher Scientific Genedia Life Gene Nuclear Laser

10 VEQ 2014: HIV RNA

11 copie/ml 2,000 1,500 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 1 59 risultati quantitativi 1,

12

13 copie/ml 2,000 1,500 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 4 56 risultati quantitativi 1,

14

15

16

17 copie/ml 1,500 1,000 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 6 60 risultati quantitativi 500 0

18 copie/ml 4,000 3,500 3,000 2,500 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 7 59 risultati quantitativi 2,000 1,500 1,

19 copie/ml 3,000 2,500 2,000 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 8 59 risultati quantitativi 1,500 1,

20 copie/ml 2,000 1,500 VEQ 2014 HIV RNA Campione N 9 56 risultati quantitativi 1,

21

22 VEQ 2014: HCV RNA

23 UI/ml 4,000 3,500 3,000 2,500 VEQ 2014 HCV RNA Campione N 2 genotipo 1a 84 risultati quantitativi 2,000 1,500 1,

24

25 UI/ml 5,000 4,500 4,000 3,500 VEQ 2014 HCV RNA Campione N 4 genotipo 1a 81 risultati quantitativi 3,000 2,500 2,000 1,500 1,

26 UI/ml 5,000 4,500 4,000 3,500 VEQ 2014 HCV RNA Campione N 5 genotipo 1a 90 risultati quantitativi 3,000 2,500 2,000 1,500 1,

27 UI/ml 2,000 1,500 VEQ 2014 HCV RNA Campione N 6 genotipo 4 85 risultati quantitativi 1,

28

29 UI/ml VEQ 2014 HCV RNA Campione N 7 genotipo 1a 82 risultati quantitativi

30

31

32

33 UI/ml 1,500 1,000 VEQ 2014 HCV RNA Campione N 9 genotipo 3a 83 risultati quantitativi 500 0

34

35 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 729 (carica virale insufficiente: 10,3%) Genotipo HCV RNA Campione 2 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 1a genotipo 1a/1b 1 1 genotipo genotipo 1b 2 2 carica virale insuff %

36 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 2091 (carica virale insufficiente: 3.8%) Genotipo HCV RNA 45 Campione 4 40 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 1a genotipo 1a/1b genotipo genotipo 1b 1 1 carica virale insuff %

37 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 1533 (carica virale insufficiente: 4.8%) Genotipo HCV RNA 55 Campione 5 50 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 1a genotipo 1a/1b 1 1 genotipo genotipo 1b carica virale insuff %

38 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 480 (carica virale insufficiente: 20,7%) Genotipo HCV RNA 45 Campione 6 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 4/4a-c-d genotipo 3a 1 1 genotipo genotipo 1a 2 2 carica virale insuff %

39 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 84 (carica virale insufficiente: 40%) Genotipo HCV RNA 35 Campione 7 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 1a genotipo 1a/1b genotipo genotipo 1b carica virale insuff %

40 HCV RNA valore medio tutti i metodi: 342 (carica virale insufficiente: 18%) Genotipo HCV RNA Campione 9 Anno risposte LiPA RT-PCR sequenziamento altro tot genotipo 3 /3a genotipo 1b 1 1 carica virale insuff %

41 VEQ 2014: HBV DNA

42 UI/ml HBV DNA Campione N 3 anno risultati quantitativi

43 UI/ml HBV DNA Campione N 4 anno risultati quantitativi

44

45 UI/ml HBV DNA Campione N 5 anno risultati quantitativi

46 UI/ml HBV DNA Campione N 7 anno risultati quantitativi

47 UI/ml HBV DNA Campione N 8 anno risultati quantitativi

48

49

50

51

52 UI/ml HBV DNA Campione N 9 anno risultati quantitativi

53 Alla ricerca di una risposta valida i risultati positivi sono falsi? i risultati negativi sono da attribuire ad una mancata capacità di rilevazione??

54 HBV DNA: minima concentrazione misurabile Abbott HBV PCR Real Time Qiagen HBV Reagent PCR kit Artus HBV RG PCR kit Roche Cobas Taqman 48 Roche Cobas Ampliprep Taqman HBV Siemens Versant HBV kpcr Genedia HBV Siemens Versant bdna Chiron dhbv Ultrio Plus Roche HBV PCR TaqScreen 10 UI/ml 10 UI/ml 5 UI/ml 6 UI/ml 20 UI/ml 13 UI/ml 100 UI/ml 357 UI/ml Probabilità di rilevamento (limiti fiduciali 95%) 2.5 ( ) UI/ml 2.3 ( ) UI/ml

55 HBV: i marcatori sierologici Campione VEQ biol mol 6 HBsAg Negativo anti HBs Negativo anti HBc Positivo Campione VEQ biol mol 9 HBsAg Negativo anti HBs Positivo anti HBc Positivo

56 HBV epatite B 2 miliardi di persone infette nel mondo 400 milioni portatore cronici nel mondo 4 milioni di nuovi casi /anno portatori cronici in Italia è la principale causa di epatocarcinoma Virus a DNA che si replica come un retrovirus Alto tasso di mutazione 10-5 sostituzioni/base/ciclo Elevato tasso di replicazione virale: per giorno Difficile da eradicare cccdna

57 HBV epatite B: rischi e conseguenze rischio di evoluzione della malattia rischio di trasmissione

58 HBV DNA: bassa viremia e rischio residuo Un caso della pratica quotidiana

59 Validazione biologica degli emocomponenti ALGORITMO DIAGNOSTICA MOLECOLARE VALIDAZIONE ESAMI Tri-NAT NEGATIVO* HBV DNA; HCV RNA; HIV RNA Tri-NAT REATTIVO* HBV DNA; HCV RNA; HIV RNA NEGATIVO** Esecuzione Test DISCRIMINATORIO su medesimo prelievo REATTIVO* NEGATIVO* referto su JCRS REATTIVI PER UNO DEI TRE MARCATORI POSITIVO* Eseguire Anti HBc Totale Valore test **Esito su JCRS Tavolo tecnico CQB Regione Toscana CRS Delibera 776 del 28/07/2015 HBV DNA REATTIVO** ALMENO 1 REATTIVA 20 REPLICHE dhbv - NAT Su sacca di Plasma TUTTE NEGATIVE HBV DNA- Inizialmente Reattivo NON DISCRIMINATO HIV E HCV NEGATIVI ** NEGATIVO* HBV DNA-HIV RNA-HCV RNA Inizialmente Reattivo NON DISCRIMINATO **

60 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

61 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 Sierologia screening HBsAg-HCVAb-HIV1-2 Ag/Ab-Lue Ab Tritest NAT (HIV1-HCV-HBV) Negativo Reattivo CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

62 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 Sierologia screening HBsAg-HCVAb-HIV1-2 Ag/Ab-Lue Ab Tritest NAT (HIV1-HCV-HBV) Negativo Reattivo Esecuzione test NAT discriminatorio sul prelievo della donazione HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Negativo CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

63 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 Sierologia screening HBsAg-HCVAb-HIV1-2 Ag/Ab-Lue Ab Tritest NAT (HIV1-HCV-HBV) Negativo Reattivo Esecuzione test NAT discriminatorio sul prelievo della donazione HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Negativo Esecuzione Markers HBV (HBsAg anti HBs anti HBc Negativo) Positivo Positivo CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

64 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 Sierologia screening HBsAg-HCVAb-HIV1-2 Ag/Ab-Lue Ab Tritest NAT (HIV1-HCV-HBV) Negativo Reattivo Esecuzione test NAT discriminatorio sul prelievo della donazione HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Negativo Esecuzione Markers HBV (HBsAg anti HBs anti HBc Negativo) Positivo Positivo Esecuzione test NAT discriminatorio su sacca di plasma su 20 repliche HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Reattivo 5 volte su 20 CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

65 Donazione Castelfiorentino del 10/06/2015 Sierologia screening HBsAg-HCVAb-HIV1-2 Ag/Ab-Lue Ab Tritest NAT (HIV1-HCV-HBV) Negativo Reattivo Esecuzione test NAT discriminatorio sul prelievo della donazione HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Negativo Esecuzione Markers HBV (HBsAg anti HBs anti HBc Negativo) Positivo Positivo Esecuzione test NAT discriminatorio su sacca di plasma su 20 repliche HCV RNA Negativo HIV RNA Negativo HBV DNA Reattivo 5 volte su 20 Validazione della donazione come HBV DNA Reattivo CQB Area Vasta Centro AOU Careggi

66 Record azzurro nel salto in alto: Tamberi vola a 2.37 e sogna Pechino Il 23enne marchigiano si colloca al terzo posto delle liste mondiali stagionali e al primo di quelle europee

VEQ in Biologia Molecolare ciclo 2013. HBV DNA HIV RNA HCV RNA Genotipo HCV

VEQ in Biologia Molecolare ciclo 2013. HBV DNA HIV RNA HCV RNA Genotipo HCV VEQ in Biologia Molecolare ciclo 2013 HBV DNA HIV RNA HCV RNA Genotipo HCV Firenze 21 ottobre 2014 Maria Grazia Colao VEQ 2013 2 7 54 4 1 1 2 17 5 3 2 4 1 2 4 3 112 partecipanti Metodi utilizzati Gruppi

Dettagli

Risultati VEQ 2013. Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue)

Risultati VEQ 2013. Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue) Risultati VEQ 2013 Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue) F. Parri 21 ottobre 2014 Campione 1 HBV markers totale POSITIVO NEGATIVO HBsAg 384 379 5 anti HBs 315 28 287 anti HBc 282 278 4 anti HBc

Dettagli

COMMENTO DEI RISULTATI DEL PROGRAMMA VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE VIROLOGICA 2016

COMMENTO DEI RISULTATI DEL PROGRAMMA VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE VIROLOGICA 2016 COMMENTO DEI RISULTATI DEL PROGRAMMA VEQ IN BIOLOGIA MOLECOLARE VIROLOGICA 2016 VEQ in Biologia Molecolare 2016 3 invii di 3 campioni multiparametrici HBV DNA HIV RNA HCV RNA 94 laboratori partecipanti

Dettagli

Risultati VEQ Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue)

Risultati VEQ Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue) Risultati VEQ 2014 Sierologia 1 (HBV-HCV-HIV) Sierologia 3 (Lue) F. Parri 14 settembre 2015 Sierologia 1 HBsAg Anti HBs Anti HBc Anti HBc IgM HBeAg Anti HBe Anti HAV tot/igg e IgM anti HCV HIV Ag/Ab Sierologia

Dettagli

Esami di qualificazione biologica su ogni donazione

Esami di qualificazione biologica su ogni donazione Esami di qualificazione biologica su ogni donazione HCV Ab, HCV-RNA (da giugno 2002) HIV 1-2 Ab, HIV1-RNA (da giugno 2008) HBsAg, HBV-DNA (da giugno 2008) Sierodiagnosi per la lue Decreto Ministro della

Dettagli

Abbreviazioni Denominazione Presidi: Ospedale SS. Trinità Ospedale Businco Ospedale Binaghi Ospedale Microcitemico

Abbreviazioni Denominazione Presidi: Ospedale SS. Trinità Ospedale Businco Ospedale Binaghi Ospedale Microcitemico ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DELLA FORNITURA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA IN PIU LOTTI, IN MODALITA SERVICE, DI SISTEMI ANALITICI DI BIOLOGIA MOLECOLARE PER I LABORATORI ANALISI DELL AZIENDA ASL N. 8 DI

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL SISTEMA. Marcatura CE dell'intero sistema diagnostico. Scheda riepilogativa caratteristiche tecniche

CARATTERISTICHE GENERALI DEL SISTEMA. Marcatura CE dell'intero sistema diagnostico. Scheda riepilogativa caratteristiche tecniche Lista Caratteristiche Tecniche Istituto Nazionale per le Malattie Infettive "Lazzaro Spallanzani" I.R.C.C.S. Scheda riepilogativa caratteristiche tecniche Allegato B FORNITURA CHIAVI IN MANO DI UN SISTEMA

Dettagli

cobas MPX Un test, 3 risultati

cobas MPX Un test, 3 risultati cobas MPX Un test, 3 risultati Il test cobas MPX, da usare con i sistemi cobas 6800/8800, è un test multiplex in Real-time, multy dye, per HIV, HCV e HBV L immediata rilevazione e identificazione in Real-time

Dettagli

infettive potenzialmente trasmissibili

infettive potenzialmente trasmissibili REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE REDAZIONE APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE EMISSIONE Dott. Gino Bernuzzi, Dirigente Medico Dott.re Paolo Annunziato Dell Anna, Dirigente Medico De

Dettagli

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI 1 Prima Stesura Redattori : Cosenza Data: 20-01-2014 SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4 DESCRIZIONE ATTIVITÀ...

Dettagli

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI

SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI 1 Prima Stesura Revisione 1 Redattori : Cosenza 20-01-2014 09-11-2015 SIMT - POS 045 SORVEGLIANZA EPIDEMIOLOGICA DONATORI Indice 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2

Dettagli

Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche

Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche Parte 3a. Epatiti Test di laboratorio nelle malattie epatiche e pancreatiche Fiumicino, 16 aprile 2016 www.cos.it/mediter Dr. Ugo Montanari Epatiti: tests diagnostici - 1 Indicazioni cliniche Tipo di richiesta

Dettagli

Infezione da Citomegalovirus umano. L importanza di un test automatizzato e standardizzato per il monitoraggio della carica virale

Infezione da Citomegalovirus umano. L importanza di un test automatizzato e standardizzato per il monitoraggio della carica virale 2-3anteCAPCTM 12/07/11 11.07 Pagina 3 Infezione da Citomegalovirus umano L importanza di un test automatizzato e standardizzato per il monitoraggio della carica virale 2-3anteCAPCTM 12/07/11 11.07 Pagina

Dettagli

G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli

G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli Congresso SiBioc-SIMEL Rimini, 29 ottobre 2008 Workshop Siemens G. PERRUOLO Dipartimento di Biologia e Patologia Cellulare e Molecolare Università Federico II Napoli Trasmissione sessuale: OMO ETERO Scambio

Dettagli

Il Processo Trasfusionale

Il Processo Trasfusionale Il Processo Trasfusionale Approvvigionamento Apparecchiature Risorse umane Sicurezza D O NA T O RE Esami di validazione e controlli Selezione del donatore Raccolta emocomponenti Preparazione emocomponenti

Dettagli

NAT e controlli regionali sul sangue

NAT e controlli regionali sul sangue NAT e controlli regionali sul sangue Dott. Riccardo Serafini Direttore SIMT Ospedale Sandro Pertini ASL RM B 19 settembre 2014 NAT Nucleic acid Amplification Tecnology NAT HCV obbligatoria e centralizzata

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE. LOTTO 1 Applicazioni di biologia molecolare per la diagnostica della Sepsi.

SPECIFICHE TECNICHE. LOTTO 1 Applicazioni di biologia molecolare per la diagnostica della Sepsi. 1 ALLEGATO A) SPECIFICHE TECNICHE LOTTO 1 Applicazioni di biologia molecolare per la diagnostica della Sepsi. Il sistema deve essere costituito da idonea strumentazione nuova di fabbrica, gruppo di continuità

Dettagli

INCUBAZIONE ACUTA CONVALESC GUARIGIONE. HBsAg. Anti HBs. HBeAg HBV DNA. Infezione ALT. Anti Hbe. Infezione. Anti HBc IgM. Da Virus.

INCUBAZIONE ACUTA CONVALESC GUARIGIONE. HBsAg. Anti HBs. HBeAg HBV DNA. Infezione ALT. Anti Hbe. Infezione. Anti HBc IgM. Da Virus. PERIODO DI FASE INCUBAZIONE ACUTA CONVALESC GUARIGIONE HBsAg contemp poranea B + Virus Delta Infezione Da Virus solo da Virus B Infezione Anti HBs HBeAg HBV DNA Anti Hbe Anti HBc IgM Anti HBc IgG ALT Anti

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-11-2004 (punto N. 37 ) Delibera N.1183 del 22-11-2004 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-11-2004 (punto N. 37 ) Delibera N.1183 del 22-11-2004 DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE DI REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 22-11-2004 (punto N. 37 ) Delibera N.1183 del 22-11-2004 Proponente ENRICO ROSSI DIREZIONE GENERALE DIRITTO ALLA SALUTE E POLITICHE

Dettagli

LOTTO 2 (indivisibile)

LOTTO 2 (indivisibile) LOTTO 2 (indivisibile) SISTEMA MACCHINA REATTIVI PER LA RICERCA QUANTITATIVA DEGLI ACIDI NUCLEICI DI VIRUS EPATITE B, EPATITE C e VIRUS HIV IN PCR REAL TIME 1. Obiettivi organizzativi del laboratorio:

Dettagli

LA RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA TRASFUSIONALE STATO DELL ARTE E QUALE FUTURO

LA RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA TRASFUSIONALE STATO DELL ARTE E QUALE FUTURO LA RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA TRASFUSIONALE STATO DELL ARTE E QUALE FUTURO Limbiate, 25 ottobre 2014 oltre Dr.ssa Andrea Lobbiani SIMT A.O. G.Salvini Laboratorio NAT DMTE Milano Nord Ovest I requisiti

Dettagli

Allegato E al Decreto n. 17 del 23.02.2016 pag. 1/5

Allegato E al Decreto n. 17 del 23.02.2016 pag. 1/5 Allegato E al Decreto n. 17 del 23.02.2016 pag. 1/5 R E G I O N E V E N E T O Segreteria Regionale per la Sanità Coordinamento Regionale Acquisti per la Sanità * * * * * * LOTTO N. 2 FORNITURA DI SISTEMI

Dettagli

Storia naturale dell epatite C

Storia naturale dell epatite C Storia naturale dell epatite C Infezione acuta: 75% anitterica/asintomatica. Alta percentuale di cronicizzazione. Decorso fulminante molto raro. Infezione cronica: portatori silenti; malattia non progressiva

Dettagli

La diagnosi microbiologica per HCV e proposta di una flow-chart diagnostica

La diagnosi microbiologica per HCV e proposta di una flow-chart diagnostica La diagnosi microbiologica per HCV e proposta di una flow-chart diagnostica Danila Bassetti, MD Microbiologia e Virologia Struttura Semplice Sierologia Autoimmunità Ospedale S.Chiara Trento Trento, 14

Dettagli

LE INDAGINI DI LABORATORIO IL RISCHIO HIV

LE INDAGINI DI LABORATORIO IL RISCHIO HIV DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI: ATTUALITA E SICUREZZA 24-25-26 NOVEMBRE 2008 AOU G.MARTINO LE INDAGINI DI LABORATORIO IL RISCHIO HIV Isa Picerno Pasquale Spataro UOS di Sorveglianza Epidemiologica delle

Dettagli

VEQ 2016 SIEROLOGIA 1 e 3

VEQ 2016 SIEROLOGIA 1 e 3 VEQ 216 SIEROLOGIA 1 e 3 Loria Bianchi Sieroimmunologia Asl Centro Toscana Sierologia 1 HBsAg Anti HBs Anti HBc Anti HBc IgM HBeAg Anti Hbe Anti HAV tot Anti HAV IgG Anti HAV IgM Anti HCV HCV conferme

Dettagli

Dipartimento di Patologia Clinica. S. S.D. Biologia Molecolare

Dipartimento di Patologia Clinica. S. S.D. Biologia Molecolare Dipartimento di Patologia Clinica S. S.D. Biologia Molecolare Caterina Valle Dirigente Responsabile Struttura S. Dipartimentale Biologia Molecolare Ospedale S. Corona Pietra Ligure Biologia molecolare

Dettagli

Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale

Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale Problematiche di Laboratorio nell applicazione del Protocollo regionale UOC di Microbiologia e Virologia DAI di Patologia e Diagnostica AOUI di Verona MALATTIE TRASMESSE DA VETTORI E SORVEGLIANZA DELLE

Dettagli

Metodiche Molecolari

Metodiche Molecolari Metodiche Molecolari La rivelazione degli acidi nucleici virali è un altro saggio che può essere utilizzato sia per verificare la presenza di un virus in un determinato campione biologico, sia per studiare

Dettagli

Terapia della epatite HBV: chi trattare, quando trattare

Terapia della epatite HBV: chi trattare, quando trattare Terapia della epatite HBV: chi trattare, quando trattare 10 Maggio 2008 Barbara Omazzi UO Gastroenterologia Az.G.Salvini Ospedale di Rho Prevalenza di HBsAg + Problema sanitario mondiale 350 milioni di

Dettagli

ALLEGATO A. Cadenza consegna: da concordare con il capotecnico del Laboratorio

ALLEGATO A. Cadenza consegna: da concordare con il capotecnico del Laboratorio ALLEGATO A Durata della fornitura: un (1) anno. Quantità: kit necessari ad analizzare circa 300/350 campioni l anno Importo a base d asta: 20.000,00 s/iva Scadenza reattivi: almeno sei mesi Cadenza consegna:

Dettagli

Divisione di Gastroenterologia - Casa Sollievo della Sofferenza- IRCCS San Giovanni Rotondo

Divisione di Gastroenterologia - Casa Sollievo della Sofferenza- IRCCS San Giovanni Rotondo EPATITE B: DIAGNOSI. Il Laboratorio GA Niro, A Andriulli Divisione di Gastroenterologia - Casa Sollievo della Sofferenza- IRCCS San Giovanni Rotondo La descrizione del meccanismo replicativo del virus

Dettagli

Centro Unico di Validazione Sistema Trasfusionale Lazio

Centro Unico di Validazione Sistema Trasfusionale Lazio Centro Unico di Validazione Sistema Trasfusionale Lazio Quadro Normativo Oggi. Sicurezza Trasfusionale Preanalitica Analitica Postanalitica Input Output Outcame Efficienza Efficacia Economicità complessiva

Dettagli

Azienda Ospedaliero Universitaria Cagliari Servizio Provveditorato ed Economato. Via Ospedale, 54 09124 Cagliari Tel. 070/6092130 - Fax 070/6092288

Azienda Ospedaliero Universitaria Cagliari Servizio Provveditorato ed Economato. Via Ospedale, 54 09124 Cagliari Tel. 070/6092130 - Fax 070/6092288 Capitolato Tecnico Caratteristiche generali valide per fornitura in oggetto: Offerta tecnica 1.strumentazione la Ditta dovrà indicare la strumentazione che intende proporre che deve essere nuova di ultima

Dettagli

Il ruolo dei laboratori ai fini della qualità e della sicurezza

Il ruolo dei laboratori ai fini della qualità e della sicurezza PRESENTAZIONE DEI RISULTATI DELL AUDIT SULLA SICUREZZA INFETTIVOLOGICA NEL PROCESSO DI DONAZIONE-TRAPIANTO Il ruolo dei laboratori ai fini della qualità e della sicurezza Maria R. Capobianchi Istituto

Dettagli

La conferma di laboratorio della rosolia

La conferma di laboratorio della rosolia La conferma di laboratorio della rosolia La risposta anticorpale all infezione post-natale da rosolia IgG Rash IgM Prodromi INCUBAZIONE 0 7 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 27 35 42 VIREMIA ESCREZIONE

Dettagli

Nel 1985 l Ufficio federale della sanità

Nel 1985 l Ufficio federale della sanità Malattie trasmissibili Il concetto svizzero per i test HIV compendio aggiornato sul concetto tecnico e sul concetto di laboratorio Nel 1985 l Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), in collaborazione

Dettagli

Settore Sierologia Laboratorio Unico AVR

Settore Sierologia Laboratorio Unico AVR Patrizia Billi 1 0547-394808 Settore Sierologia Laboratorio Unico AVR Dott.ssa Patrizia Billi 0547-394807 Dott.ssa Mara Della Strada Dott.ssa Simona Semprini Sara Bertozzi Bonetti Barbara Ceccarelli Manuela

Dettagli

Verranno inoltre effettuati: - HCV Ab - CMV IgG, - Toxoplasma IgG - EBV VCA-IgG, EBNA - HSV IgG - VZV IgG

Verranno inoltre effettuati: - HCV Ab - CMV IgG, - Toxoplasma IgG - EBV VCA-IgG, EBNA - HSV IgG - VZV IgG Versione approvata al 1marzo 2005 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER GLI ANTICORPI DIRETTI CONTRO L ANTIGENE CORE (HBcAb-IgG) DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBV) NEL TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE

Dettagli

L ESSENZIALE IN BREVE

L ESSENZIALE IN BREVE Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Unità di direzione sanità pubblica Direttive e raccomandazioni: Prevenzione di trasmissione ai pazienti delle malattie

Dettagli

T V A. Il processo analitico è costituito da tre fasi distinte: a) Estrazione - arricchimento b) Retrotrascrizione c) Amplificazione Real Time TM

T V A. Il processo analitico è costituito da tre fasi distinte: a) Estrazione - arricchimento b) Retrotrascrizione c) Amplificazione Real Time TM genedia DIVISIONE BIOMOLECOLARE DETERMINAZIONE QUANTITATIVA DI RNA HCV MEDIANTE HPA (HIGH PERFORMANCE AMPLIFICATION) T V A L HPA è un protocollo d amplificazione che coniuga le conoscenze acquisite con

Dettagli

Sabato 17 ottobre 2015 S. Beux, S. Monticone, G. Innocenzi, M. Zaffaroni, G. Bona

Sabato 17 ottobre 2015 S. Beux, S. Monticone, G. Innocenzi, M. Zaffaroni, G. Bona Sabato 17 ottobre 2015 S. Beux, S. Monticone, G. Innocenzi, M. Zaffaroni, G. Bona Clinica Pediatrica Università degli Studi di Novara A.O.U. Maggiore della Carità di Novara Nel Mondo: 130-150 milioni di

Dettagli

Organizzazione e ottimizzazione dell attività nel laboratorio di virologia: l esempio del CMV a Torino

Organizzazione e ottimizzazione dell attività nel laboratorio di virologia: l esempio del CMV a Torino Organizzazione e ottimizzazione dell attività nel laboratorio di virologia: l esempio del CMV a Torino CRISTINA COSTA SC Microbiologia e Virologia U Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza

Dettagli

IL TECNICO DI LABORATORIO E LA GESTIONE DEL CAMPIONE E DELL ESAME ESAME IN MEDICINA MOLECOLARE. A. Forlin ULSS 13 Mirano (VE)

IL TECNICO DI LABORATORIO E LA GESTIONE DEL CAMPIONE E DELL ESAME ESAME IN MEDICINA MOLECOLARE. A. Forlin ULSS 13 Mirano (VE) IL TECNICO DI LABORATORIO E LA GESTIONE DEL CAMPIONE E DELL ESAME ESAME IN MEDICINA MOLECOLARE A. Forlin ULSS 13 Mirano (VE) PREMESSE La Biologia Molecolare e l applicazione l delle sue tecnologie, in

Dettagli

Dott. Vincenzo Pezzullo

Dott. Vincenzo Pezzullo Dott. Vincenzo Pezzullo Epatiti croniche ad eziologia virale Pozzuoli 1 ottobre 2011 HBV marcatori Antigeni Anticorpi HBsAg HBsAb o anti-hbs HBcAg HBcAb o anti-hbc IgM e IgG HBeAg HBeAb o anti-hbe HBV

Dettagli

PCR. PCR o reazione di polimerizzazione a catena. Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte

PCR. PCR o reazione di polimerizzazione a catena. Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte PCR Prof.ssa Flavia Frabetti PCR o reazione di polimerizzazione a catena Fine anni 80 Amplificazione esponenziale di DNA. Puo amplificare un tratto di DNA per piu di 1 milione di volte Permette di estrarre

Dettagli

Versione aggiornata al 1 agosto 2003

Versione aggiornata al 1 agosto 2003 Versione aggiornata al 1 agosto 2003 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER GLI ANTICORPI DIRETTI CONTRO L ANTIGENE CORE (HBcAb-IgG) DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBV) NEL TRAPIANTO DI FEGATO.

Dettagli

Applicazione dei metodi rapidi alla microbiologia alimentare: Real Time PCR per la determinazione dei virus enterici

Applicazione dei metodi rapidi alla microbiologia alimentare: Real Time PCR per la determinazione dei virus enterici "Focus su sicurezza d'uso e nutrizionale degli alimenti" 21-22 Novembre 2005 Applicazione dei metodi rapidi alla microbiologia alimentare: Real Time PCR per la determinazione dei virus enterici Simona

Dettagli

STUDIO DI PREVALENZA DI HIV; HCV; HBV SU 578 UTENTI DEL SER.T.DI AREZZO STUDIATI NEGLI ANNI 1998-2006

STUDIO DI PREVALENZA DI HIV; HCV; HBV SU 578 UTENTI DEL SER.T.DI AREZZO STUDIATI NEGLI ANNI 1998-2006 STUDIO DI PREVALENZA DI HIV; HCV; HBV SU 578 UTENTI DEL SER.T.DI AREZZO STUDIATI NEGLI ANNI 1998-2006 Autori Dott.ssa Fabrizia Giusti,Medico Internista, Ser.T. Arezzo, Asl 8 Dott. Paolo Edoardo Dimauro

Dettagli

19-21 gennaio 2011 Cantine Ferrari -Trento

19-21 gennaio 2011 Cantine Ferrari -Trento 19-21 gennaio 2011 Cantine Ferrari -Trento Cogliati Elisa Vian Elisa Una struttura sanitaria pubblica o accreditata, senza attività di lucro, individuata dalla regione di competenza che ha il compito di

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO N. 133 DEL 07/04/2015 OGGETTO: Procedura ristretta per la

Dettagli

Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento

Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento Convegno Nazionale GISCi Gestire il cambiamento Studio pilota Regione Umbria-ASL1 C.Castello-Gubbio Venezia 27-28 maggio 2010 Tecnology Assessment: LBC (citologia in fase liquida) e HPV-DNA HR come test

Dettagli

Corrispondenza tra campi di INPUT gestiti da mfp e reports di OUTPUT

Corrispondenza tra campi di INPUT gestiti da mfp e reports di OUTPUT Corrispondenza tra campi di INPUT gestiti da mfp e reports di OUTPUT SCHEDE MINISTERIALI 1) SER.01 Dati anagrafici dei servizi pubblici per le tossicodipendenze Sezione C. Numero strutture carcerarie e

Dettagli

Il ruolo dei marcatori molecolari nello screening colo rettale

Il ruolo dei marcatori molecolari nello screening colo rettale Il ruolo dei marcatori molecolari nello screening colo rettale Cristina Sani (1), Leonardo Ventura (2), Marco Zappa (2), Carlo Senore (3), Luigi Bisanti (4), Grazia Grazzini (5), Germana Martinasso (3),

Dettagli

ALLEGATO B LOTTO N. 1 SCHEDA DI VALUTAZIONE ECONOMICA

ALLEGATO B LOTTO N. 1 SCHEDA DI VALUTAZIONE ECONOMICA LOTTO N. 1 Test per la ricerca degli anticorpi anti HCV metodica immunoenzimatica con antigeni del Core, NS3, NS4, NS5 HCV metodica immunoblot con antigeni del Core, NS3, NS4, NS5 Test per la ricerca dell'hbsag

Dettagli

September 2015 artus CMV QS-RGQ Kit: Performance characteristics

September 2015 artus CMV QS-RGQ Kit: Performance characteristics September 2015 artus CMV QS-RGQ Kit: Performance characteristics artus CMV QS-RGQ Kit, Version 1 4503363 Check availability of new electronic labeling revisions at www.qiagen.com/products/artuscmvpcrkitce.aspx

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA - VERONA

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA - VERONA Pag.. 1 AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA - FORNITURA QUINQUENNALE IN SOMMINISTRAZIONE, SUDDIVISA IN LOTTI, DI SISTEMI PER LA DIAGNOSTICA DELLE INFEZIONI DA HBV, HCV E ALTRI MICRORGANISMI IN

Dettagli

NPTT- NON-INVASIVE PRENATAL TESTING

NPTT- NON-INVASIVE PRENATAL TESTING Dr.ssa Chiara Boschetto NPTT- NON-INVASIVE PRENATAL TESTING Il TEST PRENATALE NON INVASIVO è un test molecolare nato con l obiettivo di determinare l assetto cromosomico del feto da materiale fetale presente

Dettagli

VEQ 2015 SIEROLOGIA 1 e 3

VEQ 2015 SIEROLOGIA 1 e 3 VEQ 2015 SIEROLOGIA 1 e 3 Loria Bianchi Sieroimmunologia Area Vasta Centro Risultati VEQ 2015 Sierologia 1 (HBV HCV HIV) Sierologia 3 (Lue) Sierologia 1 HBsAg (Ag Australia o di superficie) Anti HBs (Ab

Dettagli

STATO DI AGGIORNAMENTO. Rev. Pag. Tipo di modifica data visto

STATO DI AGGIORNAMENTO. Rev. Pag. Tipo di modifica data visto DI. Unità emittente SGQ Unità destinataria DIR TAL IMM UdR CQB SGQ BSCS SGA LAB CRIO CAR X X X X X X X X X X X REDATTO Dott. P.A. Accardo 25/10/2013 REVISIONATO Dott.ssa M. Ferraro APPROVATO Dott. F. Buscemi

Dettagli

PRE-GRAVIDANZA INFEZIONE DA CITOMEGALOVIRUS UMANO

PRE-GRAVIDANZA INFEZIONE DA CITOMEGALOVIRUS UMANO FIGURA 1 PRE-GRAVIDANZA IgG - IgM - IgG + IgM - Soggetto suscettibile all infezione primaria Soggetto immune (infezione pregressa) Referto commentato: : se in previsione di una gravidanza, consulti il

Dettagli

Controllo delle Terapie Antivirali in Biologia Molecolare. Dott.ssa Rosa Tripaldi

Controllo delle Terapie Antivirali in Biologia Molecolare. Dott.ssa Rosa Tripaldi Controllo delle Terapie Antivirali in Biologia Molecolare Dott.ssa Rosa Tripaldi Taranto, 8 Novembre 2004 It is the supreme biotechnological invention. PCR has transformed molecular biology through vastly

Dettagli

Diagnostica sierologica e algoritmi interpretativi delle epatiti virali

Diagnostica sierologica e algoritmi interpretativi delle epatiti virali Diagnostica sierologica e algoritmi interpretativi delle epatiti virali Dr. Giuliano Furlini Laboratorio Unico Metropolitano UOC di Microbiologia - Policlinico S. Orsola, Bologna Congresso nazionale ELAS

Dettagli

Centro Regionale Trapianti - Regione Lazio. La rete nazionale per la sicurezza della donazione di organi

Centro Regionale Trapianti - Regione Lazio. La rete nazionale per la sicurezza della donazione di organi La rete nazionale per la sicurezza della donazione di organi SICUREZZA DEL PAZIENTE (Patient safety) Dimensione della qualità dell'assistenza, che garantisce la progettazione e l'implementazione di sistemi

Dettagli

LE IDONEITÀ DIFFICILI

LE IDONEITÀ DIFFICILI LE IDONEITÀ DIFFICILI Il giudizio di idoneità in operatori sanitari HBV, HCV, HIV positivi Giantommaso Pagliaro - AO Ordine Mauriziano di Torino - APAMIL APAMIL - Associazione Piemontese e Aostana di Medicina

Dettagli

IL CENTRO NAZIONALE SANGUE

IL CENTRO NAZIONALE SANGUE IL CENTRO NAZIONALE SANGUE Vista la legge 21 ottobre 2005, n. 219, recante: Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati ed in particolare l articolo 15

Dettagli

Fornitura per 60 mesi di sistemi diagnostici per le attività di biochimica clinica, microbiologia e virologia e medicina trasfusionale

Fornitura per 60 mesi di sistemi diagnostici per le attività di biochimica clinica, microbiologia e virologia e medicina trasfusionale 1 SISTEMI PER PERIANALITICA/CHIMICA CLINICA/PROTEINE SPECIFICHE 3.685.000,00 c.vo 60,00 824.095,00 40,00 100,00 2 IMMUNOCHIMICA (ORMONI, MARCATORI TUMORALI, FARMACI, TOSSICOLOGIA) 1.750.000,00 Roche s

Dettagli

Curriculum formativo e professionale della d.ssa Muratore Maddalena

Curriculum formativo e professionale della d.ssa Muratore Maddalena Curriculum formativo e professionale della d.ssa Muratore Maddalena La sottoscritta Maddalena Muratore nata a Palermo il 05/04/1961 dipendente dell Azienda Villa Sofia - Cervello in qualità di Dirigente

Dettagli

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 027 Analisi Immnunoematologiche

Direttore Dr.ssa Tiziana Riscaldati. SIMT-POS 027 Analisi Immnunoematologiche 1 1 2 1 SCOPO Scopo della presente procedura è quello di illustrare le analisi immunoematologiche che vengono effettuate presso il SIMT andando a descrivere le modalità attraverso le quali vengono gestite.

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 533 DEL 15/07/2014

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 533 DEL 15/07/2014 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 533 DEL 15/07/2014 OGGETTO: fornitura di materiale diagnostico

Dettagli

INDICE. RESPONSABILE DEI CONTENUTI: Dr.ssa Michela Zortea, Direttore Sanitario. CS, versione 2.3 del 17/06/2014 Pag. 2 di 10

INDICE. RESPONSABILE DEI CONTENUTI: Dr.ssa Michela Zortea, Direttore Sanitario. CS, versione 2.3 del 17/06/2014 Pag. 2 di 10 Università degli Studi di Trento CIBIO - DMA Diagnostica Molecolare Avanzata Direttore Sanitario: dott.ssa Michela Zortea Direttore CIBIO: prof. Alessandro Quattrone Pag. 1 di 7 CARTA DEI SERVIZI CS Versione

Dettagli

HPV & Cervico-carcinoma

HPV & Cervico-carcinoma Infezione HPV & Cervico-carcinoma Infezione HPV HPV ad alto rischio Età all infezione 80% 20% Fattori mmunologici Transitoria Infezione persistente Infezione da C. trachomatis Displasia basso grado CIN

Dettagli

106 28.1.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 4

106 28.1.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 4 106 28.1.2009 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 4 Direzione Generale Diritto alla Salute e Politiche di Solidarietà Area di Coordinamento Sanità Settore Assistenza Sanitaria DECRETO 19

Dettagli

LA VIREMIA MINIMA RESIDUA DI HCV E I TEST DI MONITORAGGIO

LA VIREMIA MINIMA RESIDUA DI HCV E I TEST DI MONITORAGGIO LA VIREMIA MINIMA RESIDUA DI HCV E I TEST DI MONITORAGGIO Dott. Davide Campagnolo Gruppo di Epatologia Molecolare, Prof. A. Alberti Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM), Padova 1 Congresso NewMicro,

Dettagli

PRINCIPALI TIPI DI PCR a) PRINCIPALI TIPI DI PCR b)

PRINCIPALI TIPI DI PCR a) PRINCIPALI TIPI DI PCR b) PRINCIPALI TIPI DI PCR a) RT-PCR: serve a valutare l espressione di un gene tramite l amplificazione dell mrna da esso trascritto PCR COMPETITIVA: serve a valutare la concentrazione iniziale di DNA o RNA

Dettagli

PRELIEVO DI LIQUIDO AMNIOTICO

PRELIEVO DI LIQUIDO AMNIOTICO PRELIEVO DI LIQUIDO AMNIOTICO ANALISI DEL DNA PRELIEVO DI VILLI CORIALI Ivilli coriali e tutte le strutture placentari sono di origine embrionale: di conseguenza la dotazione cromosomica dei singoli elementi

Dettagli

Antonio Lodato Direttore SIMT A.O. G.Salvini di Garbagnate

Antonio Lodato Direttore SIMT A.O. G.Salvini di Garbagnate La Macroarea Trasfusionale Milano Nord- Ovest: nascita e sviluppo di un nuovo modello organizzativo territoriale lombardo per la lavorazione e validazione del sangue e degli emocomponenti Antonio Lodato

Dettagli

CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE

CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE Padova 11 giugno 2007 Conferma di Laboratorio della Rosolia e Significato del Dosaggio degli Anticorpi Anna Piazza Giorgio Palù

Dettagli

CURRICULUM VITAE Raimondi Tommasina. Data di nascita 13/10/59

CURRICULUM VITAE Raimondi Tommasina. Data di nascita 13/10/59 CURRICULUM VITAE Dott. Raimondi Tommasina Cognome Nome Raimondi Tommasina Data di nascita 13/10/59 Qualifica Dirigente Biologa Amministrazione AZIENDA OSPEDALIERA PUGLIESE CIACCIO Incarico Attuale Studio

Dettagli

Funzione della struttura di riferimento regionale per la gestione delle infezioni in gravidanza

Funzione della struttura di riferimento regionale per la gestione delle infezioni in gravidanza CORSO REGIONALE SULLA ROSOLIA CONGENITA E NUOVE STRATEGIE DI PREVENZIONE Funzione della struttura di riferimento regionale per la gestione delle infezioni in gravidanza Dott.ssa Nadia Gussetti U.O. Malattie

Dettagli

Versione aggiornata al 1 marzo 2005

Versione aggiornata al 1 marzo 2005 Versione aggiornata al 1 marzo 2005 PROTOCOLLO PER L UTILIZZO DI DONATORI POSITIVI PER L ANTIGENE DI SUPERFICIE DEL VIRUS B DELL EPATITE (HBsAg +) NEL TRAPIANTO DI CUORE E/O POLMONE E/O RENE. Razionale

Dettagli

FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI DI ANALISI CHIMICO-CLINICHE E MICROBIOLOGICHE E LABORATORI DI MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA

FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI DI ANALISI CHIMICO-CLINICHE E MICROBIOLOGICHE E LABORATORI DI MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA FORNITURA IN SERVICE DI SISTEMI ANALITICI PER I LABORATORI DI ANALISI CHIMICO-CLINICHE E MICROBIOLOGICHE E LABORATORI DI MICROBIOLOGIA E VIROLOGIA LOTTO 1: SISTEMA PER IDENTIFICAZIONI ED ANTIBIOGRAMMI

Dettagli

Introduzione ai Test di Avidità 3 Congresso NEWMICRO Padenghe sul Garda 20-22 Marzo 2013

Introduzione ai Test di Avidità 3 Congresso NEWMICRO Padenghe sul Garda 20-22 Marzo 2013 Introduzione ai Test di Avidità 3 Congresso NEWMICRO Padenghe sul Garda 20-22 Marzo 2013 Daniela Bernasconi Product Manager Infectious Disease Abbott Diagnostici Italia CMV e T. gondii Principali Differenze:

Dettagli

Un nuovo approccio: la VEQ in biologia molecolare

Un nuovo approccio: la VEQ in biologia molecolare Un nuovo approccio: la VEQ in biologia molecolare Il crescente interesse nella biologia molecolare applicata alla diagnostica è il risultato dei profondi progressi ottenuti nelle conoscenze scientifiche

Dettagli

BIOLOGIA MOLECOLARE: introduzione alle tecniche e alle loro applicazioni cliniche

BIOLOGIA MOLECOLARE: introduzione alle tecniche e alle loro applicazioni cliniche I T A L B I O F O R M A i n c o l l a b o r a z i o n e c o n O R D I N E N A Z I O N A L E D E I B I O L O G I o r g a n i z z a i l c o r s o d i a g g i o r n a m e n t o BIOLOGIA MOLECOLARE: introduzione

Dettagli

L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune.

L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune. L'epatite virale acuta è un processo necrotico infiammatorio del fegato indotto da virus, dovuto alla risposta immune. Virus Epatici Maggiori HAV,HBV,HCV,HDV,HEV Virus Epatici Minori EBV, CMV,HSV Alterazioni

Dettagli

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011

Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011 Convegno Nazionale GISCi Lo Screening nel futuro - l evoluzione dello screening Viterbo 16-17 giugno 2011 HPV-DNA hr test di I livello: i risultati di fattibilità della Regione Umbria Basilio Ubaldo Passamonti

Dettagli

Test HPV primario e organizzazione del laboratorio

Test HPV primario e organizzazione del laboratorio GISCi - Convegno Nazionale 2013 Riva del Garda (TN), 22-24 maggio 2013 Test HPV primario e organizzazione del laboratorio Annarosa Del Mistro - IOV IRCCS, Padova Francesca Maria Carozzi ISPO, Firenze Nello

Dettagli

INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI

INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI INFEZIONI VIRALI A TRASMISSIONE MATERNO-FETALI Alcune malattie infettive ad eziologia virale e andamento benigno nei soggetti immunocompetenti, se sono contratte durante la gravidanza, possono rappresentare

Dettagli

Come e quando fare i test. Antonino Di Caro INMI

Come e quando fare i test. Antonino Di Caro INMI Come e quando fare i test Antonino Di Caro INMI Come e quando fare il test Antonino Di Caro, antonino.dicaro@inmi.it Maria Rosaria Capobianchi, maria.capobianchi@inmi.it Concetta Castilletti, concetta.castilletti@inmi.it

Dettagli

centrale (CNS) causata dall infezione litica degli oligodendrociti da parte del Polyomavirus JC (JCPyV). Ad

centrale (CNS) causata dall infezione litica degli oligodendrociti da parte del Polyomavirus JC (JCPyV). Ad RESOCONTO ATTIVITÀ DI RICERCA ANNO 2013 Studio dell espressione di fattori virali e cellulari implicati nella replicazione del Polyomavirus umano JC Responsabile scientifico: Dr. Simone Giannecchini, Dipartimento

Dettagli

Protocollo 101 : TSH Reflex AL SUD

Protocollo 101 : TSH Reflex AL SUD Protocollo 101 : TSH Reflex AL SUD TSH Reflex TSH TSH < 0.45 μu/ml 0.45 μu/ml TSH 3.50 μu/ml TSH > 3.50 μu/ml FT4 AbTPO FT4 FT4 1.12 ng/dl FT4 > 1.12 ng/dl AbATPO 9 UI/ml AbATPO > 9 UI/ml FT3 Ab ATG In

Dettagli

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012

Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 Convegno HIV ed AIDS in Toscana: un'epidemia sotto controllo? Firenze, 29 novembre 2012 IL SISTEMA DI MONITORAGGIO HIV/AIDS IN TOSCANA E IL NUOVO APPLICATIVO WEB Fabio Voller Osservatorio di Epidemiologia,

Dettagli

Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare

Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare Carta dei Servizi U.O.C. Laboratorio di Virologia Molecolare Mission Il Policlinico Tor Vergata ha iniziato, dal 10 gennaio 2001, a costruire insieme con tutti i suoi professionisti l ospedale umano aperto

Dettagli

Servizio fitosanitario regionale

Servizio fitosanitario regionale Regione Toscana Servizio fitosanitario regionale Il laboratorio di diagnostica fitopatologica e biologia molecolare Direzione generale Competitività del sistema regionale e sviluppo delle competenze Sviluppo

Dettagli

Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita

Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita Laboratori unificati per il test HPV: problemi di organizzazione e controlli di qualita Laura De Marco 1, Anna Gillio Tos 1, Carla Contessa 2 1 Centro Unificato Screening Cervico Vaginale, AOU Città della

Dettagli

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo

immagine Biologia applicata alla ricerca bio-medica Materiale Didattico Docente: Di Bernardo Esperto in processi innovativi di sintesi biomolecolare applicata a tecniche di epigenetica Materiale Didattico Biologia applicata alla ricerca bio-medica immagine Docente: Di Bernardo TECNICHE PER L ANALISI

Dettagli

PROTOCOLLO COMPORTAMENTALE a SEGUITO di ESPOSIZIONE OCCUPAZIONALE a RISCHIO BIOLOGICO

PROTOCOLLO COMPORTAMENTALE a SEGUITO di ESPOSIZIONE OCCUPAZIONALE a RISCHIO BIOLOGICO ASS 4 MEDIO FRIULI PROTOCOLLO COMPORTAMENTALE a SEGUITO di ESPOSIZIONE OCCUPAZIONALE a RISCHIO BIOLOGICO Dr.ssa Mauro Katia Dipartimento di Prevenzione DEFINIZIONI Incidente a Rischio Biologico: si definisce

Dettagli

Guida agli esami di Laboratorio eseguiti dal CUVB

Guida agli esami di Laboratorio eseguiti dal CUVB eseguiti dal CUVB Questa guida è diretta al Personale medico e non medico che opera nell Azienda Sanitaria Isontina. Vi sono raccolte informazioni sulla DIAGNOSTICA DI LABORATORIO di competenza del CUVB

Dettagli

Numero: 327 del 27/03/2013. Oggetto: Determinazione n. 91/2011 Fornitura di Sistemi Analitici per l\'esecuzione dei test di

Numero: 327 del 27/03/2013. Oggetto: Determinazione n. 91/2011 Fornitura di Sistemi Analitici per l\'esecuzione dei test di Numero: 327 del 27/03/2013 Oggetto: Determinazione n. 91/2011 Fornitura di Sistemi Analitici per l\'esecuzione dei test di amplificazione gnomica (HCV-RNA, HIV-RNA, HBV-DNA) per la validazione biologica

Dettagli