ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1997-2011 15 ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI"

Transcript

1 ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI

2

3 Questo libro è dedicato a tutti coloro che in questi anni hanno operato in AEM, ASM, AMSA, Ecodeco e poi nel Gruppo A2A contribuendo al successo di queste aziende. Un ricordo particolare va a Giuliano Zuccoli, scomparso il 10 febbraio 2012, che per 15 anni è stato alla guida prima di AEM e poi di A2A e che questa pubblicazione ha personalmente voluto.

4

5 INTRODUZIONE 5 STORIA DEL GRUPPO A2A 7 FATTI E DATI DAL 1997 AL AREE GEOGRAFICHE DI ATTIVITÀ 71 GRAFICI DI SINTESI A2A

6

7 Introduzione Storia del Gruppo A2A Il 1 gennaio 2008 nasceva A2A dall unione di due aziende, AEM Milano (che aveva appena incorporato AMSA) e ASM Brescia, la cui storia parallela era già un segnale delle affinità e dei comuni intenti che avrebbero portato alla fusione fortemente voluta, oltre che dalle rispettive amministrazioni comunali, dai due manager, Giuliano Zuccoli e Renzo Capra, che ne hanno guidato le sorti per molti anni. Due entità con una storia per tanti aspetti simile, a partire dall origine, oltre un secolo fa e quasi contemporanea, come aziende municipali poi entrambe trasformate, a distanza di poco più di un anno l una dall altra, in società per azioni. INTRODUZIONE Il sentire comune ha riguardato e riguarda fortemente anche l attenzione all ambiente, da cui deriva la volontà e l impegno nell intensificare gli interventi volti al risparmio energetico e allo sviluppo sostenibile, promuovendo politiche gestionali ed industriali che hanno sempre privilegiato tecnologie innovative ed eco-compatibili, quali la produzione da fonti rinnovabili, la termovalorizzazione, il teleriscaldamento e, più recentemente, la mobilità a zero emissioni. Le pagine che seguono sintetizzano 15 anni di storia comune, dalla trasformazione in società per azioni ad oggi, fornendo dati e informazioni che delineano il cammino percorso, le strategie di crescita seguite ed i risultati raggiunti. Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A Due aziende che hanno sempre avuto chiara la missione e l obiettivo di rafforzare il proprio radicamento territoriale, occupando contestualmente una posizione di rilievo nel mercato energetico nazionale e valorizzando le sinergie derivanti dall operare in una logica da multiutility. 5

8

9 Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati A2A, la società nata dall incontro Più avanti negli anni, nel 1980, STORIA DEL GRUPPO A2A di raccolta dei rifiuti a Milano, e la delle ex aziende municipali di Milano (AEM e AMSA) e di Brescia (ASM), ha preso formalmente il l attività si estende anche alla gestione della rete di distribuzione gas del Comune e AEM diventa Duomo, specializzata nei servizi di cernita degli stessi. Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A via il 1 gennaio Alla base di Azienda Energetica Municipale. Nei tempi più recenti, dando se- questa unione c è stata la volontà guito al processo di privatizzazio- di condividere forze e ambizioni, Ugualmente all inizio del secolo ne delle società pubbliche in atto di creare valore per gli stakeholder, scorso (1908) nasceva da una de- nel Paese, AEM (nel 1996) e ASM di svolgere un ruolo sempre più da libera del Comune di Brescia la (nel 1998) si trasformano da azien- protagonisti nel settore dell ener- locale Azienda dei Servizi Munici- de municipalizzate in società per gia e dei servizi ambientali, anche palizzati (ASM), cui veniva affidata azioni. Pochi anni dopo, entrambe al di fuori dei confini regionali e la gestione del servizio tranviario le società consolidano la propria nazionali. Tale volontà si è subito e della fabbrica del ghiaccio, a cui presenza sul mercato affrontando riflessa non solo nell azione mana- si aggiungono negli anni successivi un nuovo importante passaggio: la geriale, ma anche nel nuovo mar- la distribuzione di energia elettri- quotazione in Borsa, avvenuta per chio dell azienda e nella headline ca nel Comune di Brescia (1909), la AEM nel 1998 e per ASM nel energie in comune volta ad evo- produzione e distribuzione del gas care sia la proiezione al futuro che (1924), la gestione dell acquedotto Complice la coincidenza e conti- una storia, unica ed esemplare, al (1933), la nettezza urbana (1968) e guità delle comunità servite, le servizio della comunità. il teleriscaldamento (1972). storie di AEM, AMSA e ASM si sono intrecciate per un secolo prima di È del 1898 la decisione del Consi- Infine, sempre a quel periodo dar vita ad un unica azienda, gra- glio Comunale di Milano di affron- (1907) risale la nascita di AMSA zie alla comunanza di obiettivi e di tare quella che veniva definita la (Azienda Municipale Servizi Am- intenti, oltre che alla lungimiranza questione elettrica e di mettersi bientali), con la municipalizza- e determinazione dei rispettivi ma- a produrre in proprio la nuova zione del servizio di pulizia delle nagement e delle amministrazioni energia, a fronte delle richieste strade di Milano e l assunzione dei comunali di Milano e di Brescia. Ed considerate esagerate dell allo- circa seicento spazzini allora atti- è proprio l apprezzamento delle ra Comitato Edison, gettando le vi. In AMSA sono poi confluite nei rispettive capacità che ha permes- basi per la nascita di AEM (Azien- decenni successivi la SPAI (Servizi so di creare una realtà unica, inte- da Elettrica Municipale di Milano) Pubblici Anonima Italiana), nata grata, armonica e dinamica qual è formalmente costituita nel nel 1929 e operante nel servizio oggi A2A. 7

10

11 Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati FATTI E DATI DAL 1997 AL Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A Note alla lettura Alcuni dati riportati nelle tabelle e nei grafici possono scostarsi da quelli che figurano nei bilanci consolidati delle rispettive società in seguito a successive rettifiche o riallineamenti. I dati economici sono calcolati secondo i principi contabili italiani sino al 2003 e secondo i principi IAS/IFRS a partire dal

12 millenovecentonov ntasette

13 1997 gennaio maggio agosto Con l inizio dell anno Bill Clinton avvia il suo secondo mandato come presidente degli Stati Uniti. A Brescia si inaugura nel mese di gennaio la nuova sede dell Università in via San Faustino. L 11 maggio Gabriele Albertini viene eletto sindaco di Milano. A Parigi, nell ultimo giorno di agosto, Lady Diana rimane vittima di un incidente automobilistico sotto il Pont de l Alma assieme al suo compagno Dodi Al-Fayed. Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A settembre Il 5 settembre scompare Madre Teresa di Calcutta. ottobre Nel mese di ottobre parte la privatizzazione di Telecom Italia, la più grande operazione del genere in Italia. L Accademia di Svezia annuncia il 9 ottobre l assegnazione del Premio Nobel per la letteratura a Dario Fo. novembre Dal 16 novembre il Teatro alla Scala diventa Fondazione di diritto privato. dicembre In dicembre, a Kyōto, alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici viene redatto un protocollo che prevede entro il 2012 la riduzione delle emissioni dei cosiddetti gas serra del 5,2% rispetto al

14 1997 AEM S.p.A., sorta dalla trasformazione in società per azioni dell Azienda Energetica Municipale di Milano, viene formalmente costituita il 22 ottobre 1996 e diviene operativa il 2 dicembre dello stesso anno, ma è nel 1997 che porta a compimento il suo primo esercizio annuale. Le principali aree di attività riguardano: la produzione, il trasporto e la distribuzione dell energia elettrica nel Comune di Milano; la distribuzione del metano in Milano ed in alcuni Comuni limitrofi; la produzione e distribuzione di calore ad uso riscaldamento (teleriscaldamento) in alcune aree urbane; la gestione degli impianti semaforici e di illuminazione pubblica milanesi. La produzione di energia elettrica si realizza per il 61% nelle 7 centrali idroelettriche ubicate in Valtellina (Braulio, Fraele, Grosio, Grosotto, Lovero, Premadio, Stazzona) e per il 39% nella centrale termoelettrica di Cassano d Adda, in provincia di Milano, in comproprietà con ASM Brescia. Si dà avvio a un riassetto organizzativo, finalizzato a realizzare la separazione contabile delle attività aziendali di produzione, distribuzione e fornitura dell energia elettrica, distribuzione gas e calore, gestione impianti di illuminazione pubblica e semaforici. Viene adottata per la prima volta la Carta dei Servizi degli utenti, che fissa gli impegni dell azienda nei confronti della sua clientela in termini di qualità, tempi, efficienza e informazione rispetto ai servizi erogati. L anno si chiude con ricavi per 1.105,5 miliardi di lire (pari a 571milioni di euro) e con un utile di 180,2 miliardi di lire (pari a 93 milioni di euro). La produttività aziendale (calcolata come rapporto fra l energia distribuita e l organico medio dell esercizio) migliora del 2,6% rispetto all anno precedente, malgrado l incremento del 6% del costo del lavoro conseguente ai rinnovi contrattuali, grazie all effetto congiunto di fattori quali: l incremento delle utenze, la diminuzione del numero di dipendenti (da a 2.959) e un attenta azione di contenimento dei costi interni aziendali. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Enrico Cerrai Amministratore Delegato Giuliano Zuccoli Consiglieri Luigi Prosperetti - Vicepresidente Simonpaolo Buongiardino Alessandro Clerici Maurizio Dallocchio Marco Mazzarelli COLLEGIO SINDACALE Mario Tracanella Sindaci effettivi Marco Manzoli Stefano Tassi Sindaci Supplenti Paolo Chirichelli Paolo Dimitri Pagani SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 571 Mol (milioni di euro) 150 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 110 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 2 Utile netto (milioni di euro) 93 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 431 Gas distribuito (milioni di mc) 857 Gas venduto (milioni di mc) 845 Clienti gas (migliaia) 786 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

15 1997 Nel 1997 ASM è ancora un azienda municipalizzata del Comune di Brescia e la trasformazione in S.p.A. avviene nell anno successivo. L esercizio 1997 si colloca quindi al di fuori del periodo storico considerato da questa pubblicazione che, come già segnalato nell introduzione, ripercorre e sintetizza eventi e dati delle rispettive aziende a partire dal momento della trasformazione in società per azioni, anche per motivi di corretta raffrontabilità. 13

16 millenovecentonov ntotto

17 1998 gennaio febbraio maggio giugno A Milano viene inaugurato il nuovo Piccolo Teatro Strehler. Il 3 febbraio un aereo militare statunitense trancia il cavo della funivia del Cermis causando 20 vittime. A Lisbona si apre in maggio Expo 98, ultima esposizione mondiale del XX secolo, dedicata al tema Gli oceani: un patrimonio per il futuro. Un decreto ministeriale istituisce il 10 giugno la seconda Università degli Studi di Milano che prenderà il nome di Università di Milano-Bicocca. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A agosto Il 7 agosto le ambasciate americane di Dar es Salaam (Tanzania) e di Nairobi (Kenya) sono colpite da attacchi terroristici di gruppi legati a Osama Bin Laden che provocano 224 morti e oltre feriti. settembre Papa Giovanni Paolo II visita per la seconda volta la città di Brescia il 19 e 20 settembre. Negli Stati Uniti due studenti dell Università di Stanford, Larry Page e Sergey Brin, fondano Google: è il 27 settembre. ottobre In ottobre la squadra italiana femminile di fioretto vince a La Chaux-de-Fonds, in Svizzera, la medaglia d oro ai campionati mondiali di scherma. dicembre Il 14 dicembre Paolo Corsini viene eletto sindaco di Brescia. 15

18 1998 È l anno della quotazione alla Borsa Valori di Milano, dove il titolo AEM S.p.A. fa la sua comparsa sul mercato telematico azionario il 22 luglio. AEM si caratterizza sempre più come società multiutility e si consolida come principale azienda energetica locale d Italia. Nel settore dell energia elettrica è presente con sette centrali idroelettriche e quattro invasi in Valtellina, una centrale termoelettrica a Cassano d Adda (Milano), chilometri di rete elettrica di cui ad alta tensione. L energia elettrica venduta nell anno sfiora i 3,2 miliardi di kwh contribuendo per il 38% ai ricavi e per il 53% all utile operativo. Nel settore del gas è presente in Milano e in alcuni Comuni limitrofi ed opera attraverso una rete di chilometri di metanodotti; distribuisce 940 milioni di metri cubi di gas, che contribuiscono per il 48% ai ricavi e per il 47% all utile operativo. Nel teleriscaldamento produce e distribuisce calore in alcune aree urbane del milanese con due impianti termici, un impianto a celle a combustibile, due impianti a cogenerazione. La rete di teleriscaldamento è in costante incremento e l attività genera il 2% dei ricavi. L azienda si prepara a rivestire un ruolo di primo piano nel processo di apertura dei mercati energetici e di spinta delle fonti rinnovabili. Si ritorna ai grandi progetti di investimento nel settore idroelettrico, puntando a creare soprattutto maggiore potenza per il futuro, nel massimo rispetto dell ambiente. In quest ottica si avviano importanti interventi in Valtellina: la realizzazione del nuovo canale Viola, il potenziamento della centrale di Premadio, il massicciamento della diga di San Giacomo, l installazione del 4 gruppo nella centrale di Grosio. Vengono messe a punto nuove metodologie per l ottimizzazione energetica delle centrali di cogenerazione e partono progetti di ricerca, in partnership con altri soggetti, in tema di automezzi a trazione elettrica. Nell ambito della sperimentazione di tecnologie energetiche e impiantistiche innovative si studiano le possibilità offerte dagli impianti a celle a combustibile per la produzione di energia elettrica e calore nei centri urbani. AEM diviene azionista della neocostituita ASM S.p.A. esprimendo un consigliere. A fine anno il volume d affari tocca i miliardi di lire (pari a 598 milioni di euro), in aumento del 4,7% rispetto all esercizio precedente. L utile cresce del 24,6%. Azionariato al 31 dicembre (quote superiori al 2%) Comune di Milano 51,0% Compart S.p.A. 3,2% Motor Columbus 4,3% Mercato 41,5% ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Enrico Cerrai Amministratore Delegato Giuliano Zuccoli Consiglieri Luigi Prosperetti - Vicepresidente Simonpaolo Buongiardino Alessandro Clerici Maurizio Dallocchio Marco Mazzarelli COLLEGIO SINDACALE Mario Tracanella Sindaci effettivi Marco Manzoli Stefano Tassi Sindaci Supplenti Paolo Chirichelli Paolo Dimitri Pagani SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 598 Mol (milioni di euro) 191 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 97 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 8 Utile netto (milioni di euro) 116 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 432 Gas distribuito (milioni di mc) 939 Gas venduto (milioni di mc) 925 Clienti gas (migliaia) 790 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

19 1998 ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Renzo Capra Consiglieri Bruno Barzellotti Ennio Franceschetti Marco Vitale Giuliano Zuccoli COLLEGIO SINDACALE Franco Manenti Sindaci effettivi Alfredo Mentasti Giosuè Nicoletti Sindaci supplenti Aurelio Bizioli Guido Rossi SOCIETÀ DI REVISIONE Arthur Andersen S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE I dati economici si riferiscono alla sola ASM S.p.A. e al 2 semestre dell anno in quanto la società è divenuta operativa il 1 luglio Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 181 Mol (milioni di euro) 58 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 47 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 2 Utile netto (milioni di euro) 25 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 116 Gas distribuito (milioni di mc) 313 Gas venduto (milioni di mc) 307 Clienti gas (migliaia) 146 Acqua erogata all utenza (milioni di mc) 47 Clienti acqua (migliaia) 130 Calore venduto (GWht) 972 Rifiuti raccolti (migliaia di ton) 583 Rifiuti smaltiti (migliaia di ton) 582 Dalla trasformazione in società per azioni della preesistente Azienda Servizi Municipalizzati di Brescia nasce il 25 maggio ASM Brescia S.p.A. che acquisisce personalità giuridica e diviene operativa il 1 luglio, avendo AEM fra i soci fondatori. L azienda si configura come una tipica multiutility che opera prevalentemente nel territorio di Brescia e provincia nella produzione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica, nella distribuzione di gas naturale, nella produzione e distribuzione di calore, nella produzione e distribuzione di acqua potabile, nella gestione di impianti di fognatura e depurazione, nella gestione dei rifiuti (raccolta, trattamento, smaltimento e recupero energetico), nella gestione dell illuminazione pubblica, dei semafori e delle soste, nei trasporti pubblici locali. Le varie attività vengono svolte direttamente dalla capogruppo o da società controllate (Aprica S.p.A., Aprica Studi S.r.l., Sintesi S.p.A., Valgas S.p.A., Sinergia S.p.A.). Obiettivo di ASM Brescia S.p.A. è la crescita progressiva come operatore integrato nei settori consolidati e in settori innovativi, mirando a raggiungere dimensioni economiche e strutturali tali da garantire un adeguato posizionamento sul mercato. ASM e Comune di Brescia entrano con una quota del 48% nella neocostituita ASVT - Azienda Servizi Valtrompia S.p.A. di cui sono soci fondatori la Comunità Montana della Val Trompia e sette Comuni valligiani. Nel mese di agosto viene inaugurato alla periferia di Brescia il nuovo termovalorizzatore: un impianto modello, concepito all interno di una strategia di gestione integrata dei rifiuti, capace di fornire alla città energia elettrica e calore attraverso una capillare rete di teleriscaldamento. Il primo esercizio abbraccia il solo 2 semestre dell anno e si chiude con un volume d affari di 349,5 miliardi di lire (pari a circa 181 milioni di euro), in aumento dell 11,5% su base annua rispetto al 1997 grazie ai maggiori quantitativi di energia venduti, oltre che ad un azione di contenimento dei costi interni aziendali e alla ricerca di una sempre maggiore efficienza ed ottimizzazione dei fattori della produzione. 17 I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

20 millenovecentonov ntanove

21 1999 gennaio febbraio maggio Il 1 gennaio nasce ufficialmente l Euro, la nuova moneta europea. Dalla fusione fra Banca San Paolo di Brescia e Credito Agrario Bresciano, nasce il Banco di Brescia. Il film La vita è bella di Roberto Benigni vince tre premi Oscar: miglior film straniero, migliore colonna sonora e miglior attore protagonista. Dopo un restauro durato 21 anni e ore di lavoro riapre a Milano, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Il 13 maggio Carlo Azeglio Ciampi viene eletto presidente della Repubblica Italiana. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A luglio A Brescia, il 19 luglio, si inaugura in Santa Giulia il Museo della città. agosto Un disastroso terremoto nella notte del 17 agosto provoca in Turchia oltre quindicimila morti. settembre Romano Prodi viene eletto presidente della Commissione Europea il 16 settembre. novembre Il 30 novembre a Seattle (USA) si svolgono imponenti manifestazioni contro l Organizzazione Mondiale del Commercio: nasce il movimento no-global, chiamato anche popolo di Seattle. dicembre L ultimo giorno dell anno Boris Eltsin, primo presidente della Russia post-sovietica, si dimette dalla carica lasciando il posto al successore Vladimir Putin. 19

22 1999 Vengono portate a compimento le scelte strategiche e organizzative decise per partecipare attivamente al processo di liberalizzazione del settore energetico in Italia, determinato dal Decreto Bersani (D.L. 79/1999) in adeguamento alle direttive europee. A questo fine vengono costituite, fra l altro, società specializzate nelle singole aree di attività, che fanno capo alla capogruppo AEM S.p.A., così da ottenere una migliore focalizzazione nelle rispettive aree di business. Le attività del Gruppo aumentano con tassi di crescita considerevoli rispetto al mercato di riferimento. La distribuzione di energia elettrica registra un +5,7% sull anno precedente e i ricavi dell area +4%. La distribuzione di gas aumenta del 5,9% e i relativi ricavi del 2,5%. Procede il piano di potenziamento della capacità produttiva di energia elettrica, coinvolgendo sia gli impianti idroelettrici che la centrale termoelettrica di Cassano d Adda (Milano), sottoposta a lavori di repowering su entrambe le linee. La solidità del Gruppo è sostenuta dallo sviluppo di nuove opportunità, attraverso accordi e acquisizioni sia nei settori già propri che in quelli contigui, per rafforzare la capacità di generazione, aumentare la distribuzione e raggiungere le dimensioni ritenute più vantaggiose ad accrescere il valore dell azienda. Si avviano importanti progetti nelle telecomunicazioni, in forte crescita in Italia e nel mondo. Viene costituita Metroweb, in cui AEM detiene la maggioranza del capitale, che avvia a Milano la posa di una rete in fibra ottica da affittare a operatori nazionali e internazionali del settore delle telecomunicazioni fisse, mobili e internet. AEM partecipa inoltre, con una quota del 36,8%, alla costituzione di Fastweb, che propone servizi di telecomunicazione integrati per una trasmissione ad accesso unico di voce, dati, internet e internet-video. Nell anno gli investimenti totali ammontano a oltre 355 miliardi di lire (pari a circa 185 milioni di euro). Il volume d affari raggiunge i miliardi di lire (pari a circa 656 milioni di euro), con un incremento del 9,7% rispetto all anno precedente, generato prevalentemente dall aumento delle vendite di energia elettrica e dall acquisizione di nuovi utenti gas. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE Onorario Enrico Cerrai CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Giuliano Zuccoli Consiglieri Flavio Cattaneo - Vicepresidente Marco Manzoli Paolo Oberti Carlo Ortolani Luigi Prosperetti Angelo Provasoli Aldo Scarselli COLLEGIO SINDACALE Piero Lonardi Sindaci effettivi Michele Cattaneo Italo Bruno Vergallo Sindaci Supplenti Dario Colombo Giuseppe Santopietro SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 656 Mol (milioni di euro) 204 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 180 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 5 Utile netto (milioni di euro) 113 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 434 Gas distribuito (milioni di mc) 994 Gas venduto (milioni di mc) 963 Clienti gas (migliaia) 803 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

23 1999 ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Renzo Capra Consiglieri Bruno Barzellotti Ennio Franceschetti Marco Vitale Giuliano Zuccoli COLLEGIO SINDACALE Franco Manenti Sindaci effettivi Alfredo Mentasti Giosuè Nicoletti Sindaci supplenti Aurelio Bizioli Guido Rossi SOCIETÀ DI REVISIONE Arthur Andersen S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Secondo un piano di razionalizzazione organizzativa, volto ad assicurare nel modo migliore il governo del Gruppo, la realizzazione delle strategie di sviluppo e il raggiungimento degli obiettivi di risultato, si dà vita ad una struttura divisionale per la società capogruppo e vengono create nuove società specializzate focalizzate su specifiche aree di business. Nascono ASMEA S.r.l., società di vendita del Gruppo ASM nel settore energetico, e Selene S.r.l. destinata ad operare nel settore delle telecomunicazioni. Nel mese di ottobre inizia ad operare RETRASM Reti trasmissione energia elettrica ASM per la gestione delle reti di trasporto. Nel corso dell anno entra in funzione un innovativo sistema di telecontrollo degli impianti idrici, che coordina quasi 400 fra sorgenti, pozzi, serbatoi, stazioni di pompaggio e ripompaggio, impianti di trattamento, depuratori e impianti di sollevamento di acque reflue. L elettricità distribuita aumenta del 9,6% rispetto al 1998, passando da a GWh. Il gas immesso in rete aumenta dell 8%, passando da 313 a 338 milioni di metri cubi. Il calore erogato dal teleriscaldamento cresce del 6% passando da 972 a GWh. Grazie al funzionamento a pieno regime del nuovo termovalorizzatore, il quantitativo di rifiuti smaltiti registra un incremento del 30,4% e passa da a tonnellate. Viene costituita la Fondazione ASM Brescia Onlus, che diviene operativa a partire dal 2000, con finalità di realizzare interventi in ambito socioassistenziale e culturale. I ricavi dell esercizio chiudono a 871 miliardi di lire (pari a 450 milioni di euro), il margine operativo lordo si attesta a 299 miliardi di lire (pari a 154 milioni di euro) e l utile a 163 miliardi di lire (pari a 84 milioni di euro). Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 450 Mol (milioni di euro) 154 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 83 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 0 Utile netto (milioni di euro) 84 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 118 Gas distribuito (milioni di mc) 338 Gas venduto (milioni di mc) 332 Clienti gas (migliaia) 149 Acqua erogata all utenza (milioni di mc) 46 Clienti acqua (migliaia) 133 Calore venduto (GWht) Rifiuti raccolti (migliaia di ton) 581 Rifiuti smaltiti (migliaia di ton) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

24 duemil

25 2000 gennaio febbraio giugno Con l arrivo del 1 gennaio nessun danno per il Millennium Bug, il temuto baco dei computer. A Roma si apre il Giubileo che registrerà oltre 3 milioni di presenze. Dopo una chiusura lunga 20 anni, riapre a Brescia il 24 gennaio il rinnovato Teatro Sociale. Da febbraio entra in vigore il casco obbligatorio per tutti i motociclisti. Viene divulgato il 26 giugno il testo del terzo segreto di Fatima. Vittorio Gassman, grande attore teatrale e cinematografico, muore il 29 giugno. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A luglio Il 28 luglio la Zecca dello Stato stampa l ultima banconota della Lira Italiana (5.000 Lire). ottobre Il 24 ottobre viene approvata dal Parlamento Italiano la legge che abolisce la leva militare obbligatoria. novembre Ai primi di novembre elezioni presidenziali negli Stati Uniti: i voti elettorali sanciscono la vittoria di strettissima misura del repubblicano George W. Bush jr. In novembre esplode in Europa l epidemia denominata Mucca pazza. 23

26 2000 Vengono effettuati significativi investimenti per l ampliamento della rete elettrica di media e bassa tensione e l ammodernamento degli impianti interni, oltre che per lo sviluppo e il potenziamento della rete di distribuzione gas. Altri investimenti riguardano i due impianti di cogenerazione attivi nell area milanese (Famagosta e Figino) a supporto della rete di teleriscaldamento che assicura calore pulito ad un crescente numero di edifici e quartieri. Nell ambito della strategia di sviluppo nel settore energetico viene costituito da AEM unitamente ad ACEA, AEM Torino e alla svizzera ATEL, con quote paritetiche, il Consorzio Italpower per partecipare alla gara per l acquisto delle società di produzione che Enel dovrà cedere entro il Con AMGA Genova e ASM Brescia viene costituita Plurigas S.p.A. (di cui AEM detiene il 40% e le altre due società il 30% ciascuna) per operare nel mercato all ingrosso del gas naturale, in ambito nazionale e internazionale. Viene acquisito il 71,4% della società Serenissima Gas, attiva nella distribuzione di gas naturale in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. Con Metroweb S.p.A. (di cui AEM è azionista di maggioranza) prende corpo l innovativa infrastruttura di rete in fibra ottica al servizio delle telecomunicazioni (banda larga), che raggiunge un estensione di chilometri ponendo la città di Milano all avanguardia nel settore. Nell anno in corso i ricavi relativi alle attività di telecomunicazioni ammontano a 33,3 miliardi di lire (pari 17,2 milioni di euro) e derivano principalmente dall affitto di fibra ottica e dalla costruzione di building connections. I ricavi consolidati del Gruppo raggiungono 1.485,6 miliardi di lire (pari a 767,3 milioni di euro), con un incremento del 17% sull anno precedente, sostanzialmente riconducibile alla positiva evoluzione delle attività di core business: energia elettrica e gas. Il margine operativo lordo ammonta a 389 miliardi di lire (pari a 201 milioni di euro), in flessione dell 1,6% rispetto al 1999 a causa dell effetto congiunto della riduzione tariffaria delle vendite di energia elettrica ai clienti vincolati e dell aumento dei prezzi del combustibile per la produzione di energia termica. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE Onorario Enrico Cerrai CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Giuliano Zuccoli Consiglieri Marco Manzoli Paolo Oberti Carlo Ortolani Luigi Prosperetti Angelo Provasoli Aldo Scarselli COLLEGIO SINDACALE Piero Lonardi Sindaci effettivi Michele Cattaneo Italo Bruno Vergallo Sindaci Supplenti Dario Colombo Giuseppe Santopietro SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 767 Mol (milioni di euro) 201 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 248 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 54 Utile netto (milioni di euro) 74 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 437 Gas distribuito (milioni di mc) Gas venduto (milioni di mc) Clienti gas (migliaia) 849 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA

Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo. in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA Dieci anni di lavoro, progetti, sviluppo in Valle d Aosta e in Italia CVA. VALORE ENERGIA C V A M O S T R E Mostre in Centrale 2010 Doppio appuntamento a Maën A Valtournenche, in occasione dei dieci anni

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt

Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt Progetto «Lago Bianco» Centrale ad accumulazione con sistema di pompaggio da 1.000 megawatt L energia che ti serve. Repower AG Repower è una società del settore energetico operante a livello internazionale

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA

ALTRE MODALITA DI PRODUZIONE DI ENERGIA Scheda 6 «Agricoltura e Agroenergie» ALTRE MODALITA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA COMPONENTE TERMICA DELL ENERGIA Dopo avere esaminato con quali biomasse si può produrre energia rinnovabile è

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura

La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura Research Report Series ISSN 2036 1785 La generazione di energia elettrica in Italia a 10 anni dal Decreto Bersani Risultati raggiunti e agenda futura Federico Boffa, Guido Cervigni, Annalisa D Orazio,

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI

IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI IDROGENO E FONTI RINNOVABILI: UNA POSSIBILE SOLUZIONE AI PROBLEMI ENERGETICI di Gaetano Cacciola 1 Secondo il World Energy Outlook (WEO) 2007, dell Agenzia Internazionale dell Energia, l aumento dei consumi

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione

Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Il cammino di un kwh: dalla centrale alla tua abitazione Come arriva l'energia a casa Siamo talmente abituati ad avere tutta l energia che vogliamo, che è ormai inconcepibile anche solo pensare di farne

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA

IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA IL TELERISCALDAMENTO IN ITALIA Stato attuale e potenzialità di sviluppo Scenario dei benefici energetici ed ambientali INDICE PARTE I Lo stato attuale del riscaldamento urbano in Italia (anno 201 2) 1

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI

REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI REGIONE ABRUZZO ARAEN ENERGIOCHI Presentazione per le scuole primarie A cura di Enrico Forcucci, Paola Di Giacomo e Alessandra Santini ni Promuovere la conoscenza e la diffusione delle energie provenienti

Dettagli

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 8 «La gestione integrata dei rifiuti» LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA GREEN JOBS Formazione e Orientamento LA GERARCHIA PER UNA CORRETTA La Direttiva 2008/98/CE introduce una importante distinzione

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Pagina 1 di 5 REPUBBLICA ITALIANA N.4259/06 REG.DEC. IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 10235 REG.RIC. Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, Sezione Quinta ANNO 2004 ha pronunciato la seguente DECISIONE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI

ENERGIA PER L ITALIA. A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI ENERGIA PER L ITALIA A cura di Giovanni Caprara SAGGI BOMPIANI 2014 Bompiani / RCS Libri S.p.A. Via Angelo Rizzoli, 8 20132 Milano ISBN 978-88-452-7688-0 Prima edizione Bompiani ottobre 2014 Introduzione

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli