ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1997-2011 15 ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI"

Transcript

1 ANNI NEL MERCATO DELL ENERGIA E DEI SERVIZI AMBIENTALI

2

3 Questo libro è dedicato a tutti coloro che in questi anni hanno operato in AEM, ASM, AMSA, Ecodeco e poi nel Gruppo A2A contribuendo al successo di queste aziende. Un ricordo particolare va a Giuliano Zuccoli, scomparso il 10 febbraio 2012, che per 15 anni è stato alla guida prima di AEM e poi di A2A e che questa pubblicazione ha personalmente voluto.

4

5 INTRODUZIONE 5 STORIA DEL GRUPPO A2A 7 FATTI E DATI DAL 1997 AL AREE GEOGRAFICHE DI ATTIVITÀ 71 GRAFICI DI SINTESI A2A

6

7 Introduzione Storia del Gruppo A2A Il 1 gennaio 2008 nasceva A2A dall unione di due aziende, AEM Milano (che aveva appena incorporato AMSA) e ASM Brescia, la cui storia parallela era già un segnale delle affinità e dei comuni intenti che avrebbero portato alla fusione fortemente voluta, oltre che dalle rispettive amministrazioni comunali, dai due manager, Giuliano Zuccoli e Renzo Capra, che ne hanno guidato le sorti per molti anni. Due entità con una storia per tanti aspetti simile, a partire dall origine, oltre un secolo fa e quasi contemporanea, come aziende municipali poi entrambe trasformate, a distanza di poco più di un anno l una dall altra, in società per azioni. INTRODUZIONE Il sentire comune ha riguardato e riguarda fortemente anche l attenzione all ambiente, da cui deriva la volontà e l impegno nell intensificare gli interventi volti al risparmio energetico e allo sviluppo sostenibile, promuovendo politiche gestionali ed industriali che hanno sempre privilegiato tecnologie innovative ed eco-compatibili, quali la produzione da fonti rinnovabili, la termovalorizzazione, il teleriscaldamento e, più recentemente, la mobilità a zero emissioni. Le pagine che seguono sintetizzano 15 anni di storia comune, dalla trasformazione in società per azioni ad oggi, fornendo dati e informazioni che delineano il cammino percorso, le strategie di crescita seguite ed i risultati raggiunti. Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A Due aziende che hanno sempre avuto chiara la missione e l obiettivo di rafforzare il proprio radicamento territoriale, occupando contestualmente una posizione di rilievo nel mercato energetico nazionale e valorizzando le sinergie derivanti dall operare in una logica da multiutility. 5

8

9 Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati A2A, la società nata dall incontro Più avanti negli anni, nel 1980, STORIA DEL GRUPPO A2A di raccolta dei rifiuti a Milano, e la delle ex aziende municipali di Milano (AEM e AMSA) e di Brescia (ASM), ha preso formalmente il l attività si estende anche alla gestione della rete di distribuzione gas del Comune e AEM diventa Duomo, specializzata nei servizi di cernita degli stessi. Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A via il 1 gennaio Alla base di Azienda Energetica Municipale. Nei tempi più recenti, dando se- questa unione c è stata la volontà guito al processo di privatizzazio- di condividere forze e ambizioni, Ugualmente all inizio del secolo ne delle società pubbliche in atto di creare valore per gli stakeholder, scorso (1908) nasceva da una de- nel Paese, AEM (nel 1996) e ASM di svolgere un ruolo sempre più da libera del Comune di Brescia la (nel 1998) si trasformano da azien- protagonisti nel settore dell ener- locale Azienda dei Servizi Munici- de municipalizzate in società per gia e dei servizi ambientali, anche palizzati (ASM), cui veniva affidata azioni. Pochi anni dopo, entrambe al di fuori dei confini regionali e la gestione del servizio tranviario le società consolidano la propria nazionali. Tale volontà si è subito e della fabbrica del ghiaccio, a cui presenza sul mercato affrontando riflessa non solo nell azione mana- si aggiungono negli anni successivi un nuovo importante passaggio: la geriale, ma anche nel nuovo mar- la distribuzione di energia elettri- quotazione in Borsa, avvenuta per chio dell azienda e nella headline ca nel Comune di Brescia (1909), la AEM nel 1998 e per ASM nel energie in comune volta ad evo- produzione e distribuzione del gas care sia la proiezione al futuro che (1924), la gestione dell acquedotto Complice la coincidenza e conti- una storia, unica ed esemplare, al (1933), la nettezza urbana (1968) e guità delle comunità servite, le servizio della comunità. il teleriscaldamento (1972). storie di AEM, AMSA e ASM si sono intrecciate per un secolo prima di È del 1898 la decisione del Consi- Infine, sempre a quel periodo dar vita ad un unica azienda, gra- glio Comunale di Milano di affron- (1907) risale la nascita di AMSA zie alla comunanza di obiettivi e di tare quella che veniva definita la (Azienda Municipale Servizi Am- intenti, oltre che alla lungimiranza questione elettrica e di mettersi bientali), con la municipalizza- e determinazione dei rispettivi ma- a produrre in proprio la nuova zione del servizio di pulizia delle nagement e delle amministrazioni energia, a fronte delle richieste strade di Milano e l assunzione dei comunali di Milano e di Brescia. Ed considerate esagerate dell allo- circa seicento spazzini allora atti- è proprio l apprezzamento delle ra Comitato Edison, gettando le vi. In AMSA sono poi confluite nei rispettive capacità che ha permes- basi per la nascita di AEM (Azien- decenni successivi la SPAI (Servizi so di creare una realtà unica, inte- da Elettrica Municipale di Milano) Pubblici Anonima Italiana), nata grata, armonica e dinamica qual è formalmente costituita nel nel 1929 e operante nel servizio oggi A2A. 7

10

11 Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati FATTI E DATI DAL 1997 AL Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A Note alla lettura Alcuni dati riportati nelle tabelle e nei grafici possono scostarsi da quelli che figurano nei bilanci consolidati delle rispettive società in seguito a successive rettifiche o riallineamenti. I dati economici sono calcolati secondo i principi contabili italiani sino al 2003 e secondo i principi IAS/IFRS a partire dal

12 millenovecentonov ntasette

13 1997 gennaio maggio agosto Con l inizio dell anno Bill Clinton avvia il suo secondo mandato come presidente degli Stati Uniti. A Brescia si inaugura nel mese di gennaio la nuova sede dell Università in via San Faustino. L 11 maggio Gabriele Albertini viene eletto sindaco di Milano. A Parigi, nell ultimo giorno di agosto, Lady Diana rimane vittima di un incidente automobilistico sotto il Pont de l Alma assieme al suo compagno Dodi Al-Fayed. Introduzione Storia del Gruppo A2A Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A settembre Il 5 settembre scompare Madre Teresa di Calcutta. ottobre Nel mese di ottobre parte la privatizzazione di Telecom Italia, la più grande operazione del genere in Italia. L Accademia di Svezia annuncia il 9 ottobre l assegnazione del Premio Nobel per la letteratura a Dario Fo. novembre Dal 16 novembre il Teatro alla Scala diventa Fondazione di diritto privato. dicembre In dicembre, a Kyōto, alla Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici viene redatto un protocollo che prevede entro il 2012 la riduzione delle emissioni dei cosiddetti gas serra del 5,2% rispetto al

14 1997 AEM S.p.A., sorta dalla trasformazione in società per azioni dell Azienda Energetica Municipale di Milano, viene formalmente costituita il 22 ottobre 1996 e diviene operativa il 2 dicembre dello stesso anno, ma è nel 1997 che porta a compimento il suo primo esercizio annuale. Le principali aree di attività riguardano: la produzione, il trasporto e la distribuzione dell energia elettrica nel Comune di Milano; la distribuzione del metano in Milano ed in alcuni Comuni limitrofi; la produzione e distribuzione di calore ad uso riscaldamento (teleriscaldamento) in alcune aree urbane; la gestione degli impianti semaforici e di illuminazione pubblica milanesi. La produzione di energia elettrica si realizza per il 61% nelle 7 centrali idroelettriche ubicate in Valtellina (Braulio, Fraele, Grosio, Grosotto, Lovero, Premadio, Stazzona) e per il 39% nella centrale termoelettrica di Cassano d Adda, in provincia di Milano, in comproprietà con ASM Brescia. Si dà avvio a un riassetto organizzativo, finalizzato a realizzare la separazione contabile delle attività aziendali di produzione, distribuzione e fornitura dell energia elettrica, distribuzione gas e calore, gestione impianti di illuminazione pubblica e semaforici. Viene adottata per la prima volta la Carta dei Servizi degli utenti, che fissa gli impegni dell azienda nei confronti della sua clientela in termini di qualità, tempi, efficienza e informazione rispetto ai servizi erogati. L anno si chiude con ricavi per 1.105,5 miliardi di lire (pari a 571milioni di euro) e con un utile di 180,2 miliardi di lire (pari a 93 milioni di euro). La produttività aziendale (calcolata come rapporto fra l energia distribuita e l organico medio dell esercizio) migliora del 2,6% rispetto all anno precedente, malgrado l incremento del 6% del costo del lavoro conseguente ai rinnovi contrattuali, grazie all effetto congiunto di fattori quali: l incremento delle utenze, la diminuzione del numero di dipendenti (da a 2.959) e un attenta azione di contenimento dei costi interni aziendali. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Enrico Cerrai Amministratore Delegato Giuliano Zuccoli Consiglieri Luigi Prosperetti - Vicepresidente Simonpaolo Buongiardino Alessandro Clerici Maurizio Dallocchio Marco Mazzarelli COLLEGIO SINDACALE Mario Tracanella Sindaci effettivi Marco Manzoli Stefano Tassi Sindaci Supplenti Paolo Chirichelli Paolo Dimitri Pagani SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 571 Mol (milioni di euro) 150 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 110 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 2 Utile netto (milioni di euro) 93 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 431 Gas distribuito (milioni di mc) 857 Gas venduto (milioni di mc) 845 Clienti gas (migliaia) 786 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

15 1997 Nel 1997 ASM è ancora un azienda municipalizzata del Comune di Brescia e la trasformazione in S.p.A. avviene nell anno successivo. L esercizio 1997 si colloca quindi al di fuori del periodo storico considerato da questa pubblicazione che, come già segnalato nell introduzione, ripercorre e sintetizza eventi e dati delle rispettive aziende a partire dal momento della trasformazione in società per azioni, anche per motivi di corretta raffrontabilità. 13

16 millenovecentonov ntotto

17 1998 gennaio febbraio maggio giugno A Milano viene inaugurato il nuovo Piccolo Teatro Strehler. Il 3 febbraio un aereo militare statunitense trancia il cavo della funivia del Cermis causando 20 vittime. A Lisbona si apre in maggio Expo 98, ultima esposizione mondiale del XX secolo, dedicata al tema Gli oceani: un patrimonio per il futuro. Un decreto ministeriale istituisce il 10 giugno la seconda Università degli Studi di Milano che prenderà il nome di Università di Milano-Bicocca. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A agosto Il 7 agosto le ambasciate americane di Dar es Salaam (Tanzania) e di Nairobi (Kenya) sono colpite da attacchi terroristici di gruppi legati a Osama Bin Laden che provocano 224 morti e oltre feriti. settembre Papa Giovanni Paolo II visita per la seconda volta la città di Brescia il 19 e 20 settembre. Negli Stati Uniti due studenti dell Università di Stanford, Larry Page e Sergey Brin, fondano Google: è il 27 settembre. ottobre In ottobre la squadra italiana femminile di fioretto vince a La Chaux-de-Fonds, in Svizzera, la medaglia d oro ai campionati mondiali di scherma. dicembre Il 14 dicembre Paolo Corsini viene eletto sindaco di Brescia. 15

18 1998 È l anno della quotazione alla Borsa Valori di Milano, dove il titolo AEM S.p.A. fa la sua comparsa sul mercato telematico azionario il 22 luglio. AEM si caratterizza sempre più come società multiutility e si consolida come principale azienda energetica locale d Italia. Nel settore dell energia elettrica è presente con sette centrali idroelettriche e quattro invasi in Valtellina, una centrale termoelettrica a Cassano d Adda (Milano), chilometri di rete elettrica di cui ad alta tensione. L energia elettrica venduta nell anno sfiora i 3,2 miliardi di kwh contribuendo per il 38% ai ricavi e per il 53% all utile operativo. Nel settore del gas è presente in Milano e in alcuni Comuni limitrofi ed opera attraverso una rete di chilometri di metanodotti; distribuisce 940 milioni di metri cubi di gas, che contribuiscono per il 48% ai ricavi e per il 47% all utile operativo. Nel teleriscaldamento produce e distribuisce calore in alcune aree urbane del milanese con due impianti termici, un impianto a celle a combustibile, due impianti a cogenerazione. La rete di teleriscaldamento è in costante incremento e l attività genera il 2% dei ricavi. L azienda si prepara a rivestire un ruolo di primo piano nel processo di apertura dei mercati energetici e di spinta delle fonti rinnovabili. Si ritorna ai grandi progetti di investimento nel settore idroelettrico, puntando a creare soprattutto maggiore potenza per il futuro, nel massimo rispetto dell ambiente. In quest ottica si avviano importanti interventi in Valtellina: la realizzazione del nuovo canale Viola, il potenziamento della centrale di Premadio, il massicciamento della diga di San Giacomo, l installazione del 4 gruppo nella centrale di Grosio. Vengono messe a punto nuove metodologie per l ottimizzazione energetica delle centrali di cogenerazione e partono progetti di ricerca, in partnership con altri soggetti, in tema di automezzi a trazione elettrica. Nell ambito della sperimentazione di tecnologie energetiche e impiantistiche innovative si studiano le possibilità offerte dagli impianti a celle a combustibile per la produzione di energia elettrica e calore nei centri urbani. AEM diviene azionista della neocostituita ASM S.p.A. esprimendo un consigliere. A fine anno il volume d affari tocca i miliardi di lire (pari a 598 milioni di euro), in aumento del 4,7% rispetto all esercizio precedente. L utile cresce del 24,6%. Azionariato al 31 dicembre (quote superiori al 2%) Comune di Milano 51,0% Compart S.p.A. 3,2% Motor Columbus 4,3% Mercato 41,5% ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Enrico Cerrai Amministratore Delegato Giuliano Zuccoli Consiglieri Luigi Prosperetti - Vicepresidente Simonpaolo Buongiardino Alessandro Clerici Maurizio Dallocchio Marco Mazzarelli COLLEGIO SINDACALE Mario Tracanella Sindaci effettivi Marco Manzoli Stefano Tassi Sindaci Supplenti Paolo Chirichelli Paolo Dimitri Pagani SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 598 Mol (milioni di euro) 191 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 97 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 8 Utile netto (milioni di euro) 116 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 432 Gas distribuito (milioni di mc) 939 Gas venduto (milioni di mc) 925 Clienti gas (migliaia) 790 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

19 1998 ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Renzo Capra Consiglieri Bruno Barzellotti Ennio Franceschetti Marco Vitale Giuliano Zuccoli COLLEGIO SINDACALE Franco Manenti Sindaci effettivi Alfredo Mentasti Giosuè Nicoletti Sindaci supplenti Aurelio Bizioli Guido Rossi SOCIETÀ DI REVISIONE Arthur Andersen S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE I dati economici si riferiscono alla sola ASM S.p.A. e al 2 semestre dell anno in quanto la società è divenuta operativa il 1 luglio Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 181 Mol (milioni di euro) 58 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 47 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 2 Utile netto (milioni di euro) 25 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 116 Gas distribuito (milioni di mc) 313 Gas venduto (milioni di mc) 307 Clienti gas (migliaia) 146 Acqua erogata all utenza (milioni di mc) 47 Clienti acqua (migliaia) 130 Calore venduto (GWht) 972 Rifiuti raccolti (migliaia di ton) 583 Rifiuti smaltiti (migliaia di ton) 582 Dalla trasformazione in società per azioni della preesistente Azienda Servizi Municipalizzati di Brescia nasce il 25 maggio ASM Brescia S.p.A. che acquisisce personalità giuridica e diviene operativa il 1 luglio, avendo AEM fra i soci fondatori. L azienda si configura come una tipica multiutility che opera prevalentemente nel territorio di Brescia e provincia nella produzione, trasmissione e distribuzione di energia elettrica, nella distribuzione di gas naturale, nella produzione e distribuzione di calore, nella produzione e distribuzione di acqua potabile, nella gestione di impianti di fognatura e depurazione, nella gestione dei rifiuti (raccolta, trattamento, smaltimento e recupero energetico), nella gestione dell illuminazione pubblica, dei semafori e delle soste, nei trasporti pubblici locali. Le varie attività vengono svolte direttamente dalla capogruppo o da società controllate (Aprica S.p.A., Aprica Studi S.r.l., Sintesi S.p.A., Valgas S.p.A., Sinergia S.p.A.). Obiettivo di ASM Brescia S.p.A. è la crescita progressiva come operatore integrato nei settori consolidati e in settori innovativi, mirando a raggiungere dimensioni economiche e strutturali tali da garantire un adeguato posizionamento sul mercato. ASM e Comune di Brescia entrano con una quota del 48% nella neocostituita ASVT - Azienda Servizi Valtrompia S.p.A. di cui sono soci fondatori la Comunità Montana della Val Trompia e sette Comuni valligiani. Nel mese di agosto viene inaugurato alla periferia di Brescia il nuovo termovalorizzatore: un impianto modello, concepito all interno di una strategia di gestione integrata dei rifiuti, capace di fornire alla città energia elettrica e calore attraverso una capillare rete di teleriscaldamento. Il primo esercizio abbraccia il solo 2 semestre dell anno e si chiude con un volume d affari di 349,5 miliardi di lire (pari a circa 181 milioni di euro), in aumento dell 11,5% su base annua rispetto al 1997 grazie ai maggiori quantitativi di energia venduti, oltre che ad un azione di contenimento dei costi interni aziendali e alla ricerca di una sempre maggiore efficienza ed ottimizzazione dei fattori della produzione. 17 I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

20 millenovecentonov ntanove

21 1999 gennaio febbraio maggio Il 1 gennaio nasce ufficialmente l Euro, la nuova moneta europea. Dalla fusione fra Banca San Paolo di Brescia e Credito Agrario Bresciano, nasce il Banco di Brescia. Il film La vita è bella di Roberto Benigni vince tre premi Oscar: miglior film straniero, migliore colonna sonora e miglior attore protagonista. Dopo un restauro durato 21 anni e ore di lavoro riapre a Milano, nella Chiesa di Santa Maria delle Grazie, il Cenacolo di Leonardo da Vinci. Il 13 maggio Carlo Azeglio Ciampi viene eletto presidente della Repubblica Italiana. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A luglio A Brescia, il 19 luglio, si inaugura in Santa Giulia il Museo della città. agosto Un disastroso terremoto nella notte del 17 agosto provoca in Turchia oltre quindicimila morti. settembre Romano Prodi viene eletto presidente della Commissione Europea il 16 settembre. novembre Il 30 novembre a Seattle (USA) si svolgono imponenti manifestazioni contro l Organizzazione Mondiale del Commercio: nasce il movimento no-global, chiamato anche popolo di Seattle. dicembre L ultimo giorno dell anno Boris Eltsin, primo presidente della Russia post-sovietica, si dimette dalla carica lasciando il posto al successore Vladimir Putin. 19

22 1999 Vengono portate a compimento le scelte strategiche e organizzative decise per partecipare attivamente al processo di liberalizzazione del settore energetico in Italia, determinato dal Decreto Bersani (D.L. 79/1999) in adeguamento alle direttive europee. A questo fine vengono costituite, fra l altro, società specializzate nelle singole aree di attività, che fanno capo alla capogruppo AEM S.p.A., così da ottenere una migliore focalizzazione nelle rispettive aree di business. Le attività del Gruppo aumentano con tassi di crescita considerevoli rispetto al mercato di riferimento. La distribuzione di energia elettrica registra un +5,7% sull anno precedente e i ricavi dell area +4%. La distribuzione di gas aumenta del 5,9% e i relativi ricavi del 2,5%. Procede il piano di potenziamento della capacità produttiva di energia elettrica, coinvolgendo sia gli impianti idroelettrici che la centrale termoelettrica di Cassano d Adda (Milano), sottoposta a lavori di repowering su entrambe le linee. La solidità del Gruppo è sostenuta dallo sviluppo di nuove opportunità, attraverso accordi e acquisizioni sia nei settori già propri che in quelli contigui, per rafforzare la capacità di generazione, aumentare la distribuzione e raggiungere le dimensioni ritenute più vantaggiose ad accrescere il valore dell azienda. Si avviano importanti progetti nelle telecomunicazioni, in forte crescita in Italia e nel mondo. Viene costituita Metroweb, in cui AEM detiene la maggioranza del capitale, che avvia a Milano la posa di una rete in fibra ottica da affittare a operatori nazionali e internazionali del settore delle telecomunicazioni fisse, mobili e internet. AEM partecipa inoltre, con una quota del 36,8%, alla costituzione di Fastweb, che propone servizi di telecomunicazione integrati per una trasmissione ad accesso unico di voce, dati, internet e internet-video. Nell anno gli investimenti totali ammontano a oltre 355 miliardi di lire (pari a circa 185 milioni di euro). Il volume d affari raggiunge i miliardi di lire (pari a circa 656 milioni di euro), con un incremento del 9,7% rispetto all anno precedente, generato prevalentemente dall aumento delle vendite di energia elettrica e dall acquisizione di nuovi utenti gas. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE Onorario Enrico Cerrai CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Giuliano Zuccoli Consiglieri Flavio Cattaneo - Vicepresidente Marco Manzoli Paolo Oberti Carlo Ortolani Luigi Prosperetti Angelo Provasoli Aldo Scarselli COLLEGIO SINDACALE Piero Lonardi Sindaci effettivi Michele Cattaneo Italo Bruno Vergallo Sindaci Supplenti Dario Colombo Giuseppe Santopietro SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 656 Mol (milioni di euro) 204 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 180 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 5 Utile netto (milioni di euro) 113 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 434 Gas distribuito (milioni di mc) 994 Gas venduto (milioni di mc) 963 Clienti gas (migliaia) 803 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

23 1999 ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Renzo Capra Consiglieri Bruno Barzellotti Ennio Franceschetti Marco Vitale Giuliano Zuccoli COLLEGIO SINDACALE Franco Manenti Sindaci effettivi Alfredo Mentasti Giosuè Nicoletti Sindaci supplenti Aurelio Bizioli Guido Rossi SOCIETÀ DI REVISIONE Arthur Andersen S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Secondo un piano di razionalizzazione organizzativa, volto ad assicurare nel modo migliore il governo del Gruppo, la realizzazione delle strategie di sviluppo e il raggiungimento degli obiettivi di risultato, si dà vita ad una struttura divisionale per la società capogruppo e vengono create nuove società specializzate focalizzate su specifiche aree di business. Nascono ASMEA S.r.l., società di vendita del Gruppo ASM nel settore energetico, e Selene S.r.l. destinata ad operare nel settore delle telecomunicazioni. Nel mese di ottobre inizia ad operare RETRASM Reti trasmissione energia elettrica ASM per la gestione delle reti di trasporto. Nel corso dell anno entra in funzione un innovativo sistema di telecontrollo degli impianti idrici, che coordina quasi 400 fra sorgenti, pozzi, serbatoi, stazioni di pompaggio e ripompaggio, impianti di trattamento, depuratori e impianti di sollevamento di acque reflue. L elettricità distribuita aumenta del 9,6% rispetto al 1998, passando da a GWh. Il gas immesso in rete aumenta dell 8%, passando da 313 a 338 milioni di metri cubi. Il calore erogato dal teleriscaldamento cresce del 6% passando da 972 a GWh. Grazie al funzionamento a pieno regime del nuovo termovalorizzatore, il quantitativo di rifiuti smaltiti registra un incremento del 30,4% e passa da a tonnellate. Viene costituita la Fondazione ASM Brescia Onlus, che diviene operativa a partire dal 2000, con finalità di realizzare interventi in ambito socioassistenziale e culturale. I ricavi dell esercizio chiudono a 871 miliardi di lire (pari a 450 milioni di euro), il margine operativo lordo si attesta a 299 miliardi di lire (pari a 154 milioni di euro) e l utile a 163 miliardi di lire (pari a 84 milioni di euro). Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 450 Mol (milioni di euro) 154 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 83 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 0 Utile netto (milioni di euro) 84 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 118 Gas distribuito (milioni di mc) 338 Gas venduto (milioni di mc) 332 Clienti gas (migliaia) 149 Acqua erogata all utenza (milioni di mc) 46 Clienti acqua (migliaia) 133 Calore venduto (GWht) Rifiuti raccolti (migliaia di ton) 581 Rifiuti smaltiti (migliaia di ton) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

24 duemil

25 2000 gennaio febbraio giugno Con l arrivo del 1 gennaio nessun danno per il Millennium Bug, il temuto baco dei computer. A Roma si apre il Giubileo che registrerà oltre 3 milioni di presenze. Dopo una chiusura lunga 20 anni, riapre a Brescia il 24 gennaio il rinnovato Teatro Sociale. Da febbraio entra in vigore il casco obbligatorio per tutti i motociclisti. Viene divulgato il 26 giugno il testo del terzo segreto di Fatima. Vittorio Gassman, grande attore teatrale e cinematografico, muore il 29 giugno. Introduzione Storia del Gruppo Fatti e dati Aree geografiche di attività Grafici di sintesi A2A luglio Il 28 luglio la Zecca dello Stato stampa l ultima banconota della Lira Italiana (5.000 Lire). ottobre Il 24 ottobre viene approvata dal Parlamento Italiano la legge che abolisce la leva militare obbligatoria. novembre Ai primi di novembre elezioni presidenziali negli Stati Uniti: i voti elettorali sanciscono la vittoria di strettissima misura del repubblicano George W. Bush jr. In novembre esplode in Europa l epidemia denominata Mucca pazza. 23

26 2000 Vengono effettuati significativi investimenti per l ampliamento della rete elettrica di media e bassa tensione e l ammodernamento degli impianti interni, oltre che per lo sviluppo e il potenziamento della rete di distribuzione gas. Altri investimenti riguardano i due impianti di cogenerazione attivi nell area milanese (Famagosta e Figino) a supporto della rete di teleriscaldamento che assicura calore pulito ad un crescente numero di edifici e quartieri. Nell ambito della strategia di sviluppo nel settore energetico viene costituito da AEM unitamente ad ACEA, AEM Torino e alla svizzera ATEL, con quote paritetiche, il Consorzio Italpower per partecipare alla gara per l acquisto delle società di produzione che Enel dovrà cedere entro il Con AMGA Genova e ASM Brescia viene costituita Plurigas S.p.A. (di cui AEM detiene il 40% e le altre due società il 30% ciascuna) per operare nel mercato all ingrosso del gas naturale, in ambito nazionale e internazionale. Viene acquisito il 71,4% della società Serenissima Gas, attiva nella distribuzione di gas naturale in Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia. Con Metroweb S.p.A. (di cui AEM è azionista di maggioranza) prende corpo l innovativa infrastruttura di rete in fibra ottica al servizio delle telecomunicazioni (banda larga), che raggiunge un estensione di chilometri ponendo la città di Milano all avanguardia nel settore. Nell anno in corso i ricavi relativi alle attività di telecomunicazioni ammontano a 33,3 miliardi di lire (pari 17,2 milioni di euro) e derivano principalmente dall affitto di fibra ottica e dalla costruzione di building connections. I ricavi consolidati del Gruppo raggiungono 1.485,6 miliardi di lire (pari a 767,3 milioni di euro), con un incremento del 17% sull anno precedente, sostanzialmente riconducibile alla positiva evoluzione delle attività di core business: energia elettrica e gas. Il margine operativo lordo ammonta a 389 miliardi di lire (pari a 201 milioni di euro), in flessione dell 1,6% rispetto al 1999 a causa dell effetto congiunto della riduzione tariffaria delle vendite di energia elettrica ai clienti vincolati e dell aumento dei prezzi del combustibile per la produzione di energia termica. ORGANI SOCIALI AL 31 DICEMBRE Onorario Enrico Cerrai CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Giuliano Zuccoli Consiglieri Marco Manzoli Paolo Oberti Carlo Ortolani Luigi Prosperetti Angelo Provasoli Aldo Scarselli COLLEGIO SINDACALE Piero Lonardi Sindaci effettivi Michele Cattaneo Italo Bruno Vergallo Sindaci Supplenti Dario Colombo Giuseppe Santopietro SOCIETÀ DI REVISIONE Reconta Ernst & Young S.p.A. PRINCIPALI DATI AL 31 DICEMBRE Dipendenti (unità) Ricavi (milioni di euro) 767 Mol (milioni di euro) 201 Investimenti in immobilizzazioni materiali e immateriali (milioni di euro) 248 Investimenti in partecipazioni (milioni di euro) 54 Utile netto (milioni di euro) 74 Elettricità prodotta (GWh) Elettricità distribuita (GWh Inclusi acquisti da terzi) Elettricità venduta (GWh Inclusi acquisti da terzi) Clienti elettricità (migliaia) 437 Gas distribuito (milioni di mc) Gas venduto (milioni di mc) Clienti gas (migliaia) 849 Calore venduto (GWht) I dati economici sono espressi in euro per una migliore raffrontabilità con gli esercizi più recenti.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015.

COMUNICATO STAMPA. Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. COMUNICATO STAMPA Il Gruppo Iren presenta l aggiornamento del Piano Industriale al 2015. Ebitda al 2015 di circa 670 milioni di euro, con una crescita media annua del 3,2%. Posizione finanziaria netta

Dettagli

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA

CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA CHI SIAMO ATTIVITÀ LA STORIA STRUTTURA AZIONARIA RISORSE UMANE VALORE AGGIUNTO ENERGIA ELETTRICA STRUTTURA SOCIETARIA RISULTATI FINANZIARI IGIENE URBANA E CICLO IDRICO GAS E COGENERAZIONE Chi siamo Il

Dettagli

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato

La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato La gestione del valore in un mercato in sviluppo e regolamentato Massimo Levrino CFO Gruppo IREN Torino, 28 ottobre 2011 0 Diffusione territoriale delle local utilities A S P S.P.A. Pordenone AMPS Parma

Dettagli

Conference Call, 21 Marzo 2005. Risultati 2004 e Q4 04

Conference Call, 21 Marzo 2005. Risultati 2004 e Q4 04 Conference Call, 21 Marzo 2005 e Q4 04 Presidente Renzo Capra Il flottante a seguito della fusione con BAS è circa il 18% Azionariato A seguito della programmata fusione con BAS Bergamo, il Comune di Brescia

Dettagli

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag.

Cartella stampa. Sommario. Enìa pag. 2. La struttura pag. 5. Azionariato pag. 7. Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7. La storia pag. Cartella stampa Sommario Enìa pag. 2 La struttura pag. 5 Azionariato pag. 7 Informazioni finanziarie del Gruppo pag. 7 La storia pag. 8 Scheda di sintesi pag. 11 Contact: Ufficio Stampa Enìa SpA Selina

Dettagli

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia

Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Nuove centrali ed emissioni di CO2 in Lombardia Milano, 30-12-05 Per approfondimenti: Davide Zanoni, zanoni@avanzi.org Tel. 02-36518110 Cell 333 4963144 Matteo Bartolomeo, bartolomeo@avanzi.org Tel. 02-36518110

Dettagli

impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea

impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea impianto di selezione e trattamento rifiuti san biagio di osimo / 12 settembre 2009 gruppo astea il gruppo astea Il Gruppo Astea è una multiutility a prevalente capitale pubblico locale, che opera nell

Dettagli

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena

ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena ENERGY MANAGEMENT Gruppo Monte dei Paschi di Siena Ing. Francesco Pellegrino- Energy Manager PGI Milano, 12/11/2004 INDICE 1 LA BANCA MPS 2 LA POLITICA AMBIENTALE 3 IMMOBILIARI 4 ENERGY MANAGEMENT 2 1-

Dettagli

Bilancio consolidato e separato

Bilancio consolidato e separato 2015 Bilancio consolidato e separato capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE HIGHLIGHTS 884,4 milioni di euro Margine operativo lordo 194,4 milioni di euro Utile netto 332,7 milioni di euro Investimenti 3x

Dettagli

Piano Industriale 2015 2018 Sintesi

Piano Industriale 2015 2018 Sintesi Piano Industriale 2015 2018 Sintesi Overview Chi siamo Acquedotto Pugliese S.p.A. (AQP) nasce dalla trasformazione in società per azioni dell Ente Autonomo Acquedotto Pugliese (E.A.A.P.), ai sensi del

Dettagli

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea

Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Convegno Governance e competitività dei sistemi produttivi e delle reti nell area euromediterranea Workshop Governance e rete dell energia Il Gruppo Acea Intervento di Giuseppe SGARAMELLA Responsabile

Dettagli

Impianti idroelettrici

Impianti idroelettrici U N M O N D O D I E N E R G I A Il Gruppo Iren è strutturato nella holding industriale Iren S.p.A. e in cinque società di business interamente controllate che operano nei settori di pertinenza, sia direttamente

Dettagli

Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia

Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia pagina 1 di 5 Sheda legislativa sul processo di liberalizzazione/privatizzazione dell energia elettrica in Italia di ATTAC Italia Normativa Europea: L inizio del processo di privatizzazione dell energia

Dettagli

AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti

AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni. ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti AEM TORINO il sistema di teleriscaldamento di Torino e sue estensioni ing. Marco Codognola Direttore business development e grandi progetti Impianti AEM Torino VALLE ORCO 273 MW TORINO AREA 12 MW VAL di

Dettagli

Capiago Intimiano. Cermenate. Rovellasca. Rovello Porro

Capiago Intimiano. Cermenate. Rovellasca. Rovello Porro COMPANY PROFILE Canzo Cavallasca Como Erba Capiago Intimiano Cantù Cermenate Rovellasca Rovello Porro Barlassina Monza Sedi e uffici delle società del GRUPPO Bolzano Venzone Sondrio Belluno Trento Udine

Dettagli

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI

MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI MERCATI DELL ENERGIA E TUTELA DEI CONSUMATORI Dott. Marco Merler, Presidente Trenta S.p.A. Trento, Lunedì 4 giugno 2007 Sala Conferenze, Facoltà di Economia INDICE Il Gruppo Trentino Servizi Struttura

Dettagli

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE:

COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: COMUNICATO STAMPA ASCOPIAVE: Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati dei primi nove mesi del 2010. Utile e margini operativi in forte crescita. Ricavi Consolidati: Euro 620,9 milioni (+11,3%

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Overview Pag. 3. La storia Pag. 5. Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7. La strategia di business del Gruppo Pag.

CARTELLA STAMPA. Overview Pag. 3. La storia Pag. 5. Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7. La strategia di business del Gruppo Pag. CARTELLA STAMPA CARTELLA STAMPA ALERION CLEAN POWER Overview Pag. 3 La storia Pag. 5 Il mercato in cui opera il Gruppo Pag. 7 La strategia di business del Gruppo Pag. 8 I risultati economico-finanziari

Dettagli

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015

comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 comunicato stampa Bologna, 24 marzo 2015 Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2014 L anno si chiude con tutti i principali valori in crescita, migliorando la performance positiva dei trimestri precedenti.

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

Longarone, 4 novembre 2011

Longarone, 4 novembre 2011 Acqua buona, città pulite, servizi di qualità, prezzi equi oggi e nel futuro nei Comuni che ci affidano la gestione dei servizi pubblici locali. Longarone, 4 novembre 2011 Il contesto in cui opera Etra

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti

CARTELLA STAMPA. Ottobre 2013. Chi Siamo La Storia Obiettivi integrazione industriale L Offerta di ADVAM Partners SGR Management Contatti CARTELLA STAMPA Ottobre 2013 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Domenico Gentile, Antonio Buozzi Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 d.gentile@irtop.com ufficiostampa@irtop.com

Dettagli

Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale

Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale Centrale di cogenerazione Hera come veicolo di marketing territoriale Green Management e Marketing Territoriale 13 dicembre 2012 Università di Bologna Facoltà di Economia Susanna Zucchelli Direttore Hera

Dettagli

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore

Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore Risorse geotermiche di media e bassa temperatura in Italia. Potenziale, Prospettive di mercato, Azioni. Reti di Teleriscaldamento e sfruttamento del calore geotermico Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU

Dettagli

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 -

- Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - COMUNICATO STAMPA SOCIETA ACQUE POTABILI S.P.A: - Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 30 giugno 2014 - - Progetto di fusione per incorporazione in Sviluppo Idrico S.p.A.

Dettagli

Resoconto Intermedio di Gestione

Resoconto Intermedio di Gestione Resoconto Intermedio di Gestione 31 marzo 2011 Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano 1 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE 31.03.2011 Indice 1. Le cariche sociali di Retelit S.p.A. pag. 3 2. Lettera

Dettagli

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA

POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA POSTE ITALIANE: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2015 RICAVI E RISULTATO OPERATIVO IN CRESCITA Ricavi totali: 23,9 miliardi, +6,0% ( 22,6 miliardi al 30.09.2014) Risultato

Dettagli

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag.

Soluzioni edili Pag. 1. Una storia lunga un secolo Pag. 2. L attività di engineering Pag. 3. I settori di attività Pag. 4. Scheda di sintesi Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Soluzioni edili Pag. 1 Una storia lunga un secolo Pag. 2 L attività di engineering Pag. 3 I settori di attività Pag. 4 Scheda di sintesi Pag. 6 Mantova, luglio 2006

Dettagli

Hera Amga: approvato il progetto di fusione

Hera Amga: approvato il progetto di fusione comunicato stampa Bologna, Udine 23 gennaio 2014 Hera Amga: approvato il progetto di fusione I Consigli di Amministrazione di Hera e di Amga riuniti oggi pomeriggio hanno approvato e sottoscritto l accordo

Dettagli

Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro

Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro comunicato stampa Bologna, 29 marzo 2010 Il Consiglio d'amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009 Risultati industriali in crescita e dividendo confermato a 8 centesimi di Euro Ricavi a 4.204,2

Dettagli

Gruppo Iren: la storia

Gruppo Iren: la storia Iren Mercato Gruppo Iren: la storia > 1905 > 1907 > 1922 > 1962 > 1971 Nasce l azienda Municipale di Parma Nasce l azienda Municipale di Torino Nasce l azienda Municipale di Genova Nasce l azienda Municipale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015

COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA 10 Aprile 2015 Il Consiglio di Amministrazione ha esaminato e approvato il Piano Strategico 2015-2019 del Gruppo A2A *** Importante rilancio degli investimenti 2,1 miliardi di euro di

Dettagli

Conferenza Europea dell Energia EPSU/SDA

Conferenza Europea dell Energia EPSU/SDA Conferenza Europea dell Energia EPSU/SDA La liberalizzazione elettrica italiana e i principali effetti sul mercato, sulla politica energetica, sulle imprese e sull occupazione Documento sull esperienza

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ

EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Comunicato stampa EUROFIDI ED EUROCONS RISULTATI 2007 NEL SEGNO DELLA REDDITIVITÀ Le imprese associate a Eurogroup sono quasi 37 mila (+8,6% rispetto al 2006) L avanzo di gestione ante imposte è di 6,3

Dettagli

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano

Relazione Trimestrale al. 31 marzo 2006. Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano Relazione Trimestrale al 31 marzo 2006 Retelit S.p.A., via G. Vida 19, 20127 Milano 1 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31.03.2006 Indice 1. Le cariche sociali di Retelit S.p.A. pag. 3 2. Lettera agli azionisti

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag.

Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1. Il Gruppo e le sue attività pag. 2. L organizzazione del network pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Un network dinamico e leader nel settore immobiliare pag. 1 Il Gruppo e le sue attività pag. 2 L organizzazione del network pag. 5 Le partnership commerciali pag.

Dettagli

Energia A2A: una forza che genera vantaggi.

Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Energia A2A: una forza che genera vantaggi. Una solida realtà, un Gruppo che cresce. Diga di San Giacomo (SO) A2A: i numeri per un ruolo da leader. A2A, forte degli oltre 100 anni di attività di AEM Milano

Dettagli

I nostri numeri. In attività dal 2010 3.500. Circa 20.000. + di 14.000. + di 13.000. + di 150 dipendenti 150 installatori. + di 600 Collaboratori

I nostri numeri. In attività dal 2010 3.500. Circa 20.000. + di 14.000. + di 13.000. + di 150 dipendenti 150 installatori. + di 600 Collaboratori MEDIAK I T I nostri numeri + di 150 dipendenti 150 installatori In attività dal 2010 1000 Impianti termodinamici installati nel 2013 +150% rispetto al 2012 3.500 Impianti fotovoltaici installati nel 2013

Dettagli

AcegasAps e le sfide della Green Economy

AcegasAps e le sfide della Green Economy AcegasAps e le sfide della Green Economy Il programma INDICE Il Gruppo AcegasAps Spa L economia Green AcegasAps le attività AcegasAps l Efficienza energetica Il Gruppo Hera Il Gruppo AcegasAps La Capogruppo,

Dettagli

link alla pagina Approfondimenti

link alla pagina Approfondimenti link alla pagina Approfondimenti VESTA Vesta è la società per azioni che si occupa di servizi pubblici locali nel comune di Venezia ed altri comuni della provincia, con un bacino di utenza di circa 300.000

Dettagli

COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2006 con risultati economici in forte crescita.

COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2006 con risultati economici in forte crescita. COMUNICATO STAMPA SAVE AEROPORTO DI VENEZIA: Il C.d.A. approva il Progetto di Bilancio dell esercizio 2006 con risultati economici in forte crescita. Fatturato consolidato in crescita del 35,6% a 225,2

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006

Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006 Enel: il CdA approva i risultati al 30 settembre 2006 Ricavi a 28.621 milioni di euro, +17,0% Ebitda a 6.264 milioni di euro, +4,3% Ebit a 4.885 milioni di euro, +12,4% Risultato netto del Gruppo a 2.640

Dettagli

Pisa, 18 dicembre 2009

Pisa, 18 dicembre 2009 Pisa, 18 dicembre 2009 TOSCANA ENERGIA: un azienda cresciuta velocemente Negli ultimi dieci anni, in Italia, nel settore dell energia sono cambiate le regole e si è innescato un processo di riassetto e

Dettagli

Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA

Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA Efficienza energetica tra missione e nuovi obblighi: l esperienza di HERA Claudio Palmieri Efficienza energetica, HERA Modena Efficienza energetica e mercato dei certificati bianchi Convegno IEFE Milano,

Dettagli

Servizio Idrico in Regione Lombardia e Bolletta La Qualità commerciale e la fatturazione dei consumi in A2A C icl c o Id I rico 6 marzo 2012

Servizio Idrico in Regione Lombardia e Bolletta La Qualità commerciale e la fatturazione dei consumi in A2A C icl c o Id I rico 6 marzo 2012 Servizio Idrico in Regione Lombardia e Bolletta La Qualità commerciale e la fatturazione dei consumi in A2A Ciclo Idrico Alberto Hrobat 6 marzo 2012 A2A Ciclo Idrico pag. 3 Il SIVIRI pag. 7 diamo i numeri

Dettagli

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 COMUNICATO STAMPA Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Ecosuntek S.p.A. approva

Dettagli

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato

Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato Relazione tecnica Presupposti per la determinazione per l anno 2003 del prezzo all ingrosso dell energia elettrica destinata ai clienti del mercato vincolato 1. Premessa e contesto normativo Il provvedimento

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI.

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. www.assoelettrica.it INTRODUZIONE Vieni a scoprire l energia dove nasce ogni giorno. Illumina, nel cui ambito si svolge la terza edizione

Dettagli

Brescia, 11 dicembre 2015

Brescia, 11 dicembre 2015 Brescia, 11 dicembre 2015 COSA COMUNICHIAMO Presto a Brescia partirà il Nuovo Sistema Combinato di Raccolta Differenziata informiamo i cittadini sul cambiamento imminente nel sistema di Raccolta Differenziata

Dettagli

comunicato stampa Bologna, 20 marzo 2014 Highlight finanziari LINK UTILI MULTIMEDIA Highlight operativi CONTATTI -------------

comunicato stampa Bologna, 20 marzo 2014 Highlight finanziari LINK UTILI MULTIMEDIA Highlight operativi CONTATTI ------------- comunicato stampa Bologna, 20 marzo 2014 Il Gruppo Hera approva i risultati al 31/12/2013 L anno si chiude con valori in crescita, anche grazie dell aggregazione di AcegasAps. Dividendo confermato a 9

Dettagli

Prospettive ed evoluzione dei servizi pubblici locali

Prospettive ed evoluzione dei servizi pubblici locali The Adam Smith Society Regulatory Lectures 2004 Prospettive ed evoluzione dei servizi pubblici locali Piergiorgio Berra, Direttore Area elettricità Milano, 1 marzo 2004 L evoluzione degli scenari nel settore

Dettagli

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato

Iren Acqua Gas Iren Ambiente Iren Emilia Iren Energia Iren Mercato S E R V I Z I D I Q U A L I T À Iren è una delle più importanti e dinamiche multiutility del panorama italiano e opera nei settori dell energia elettrica, dell energia termica per teleriscaldamento, del

Dettagli

CODI CE DI COMPORTAMENTO PER IL PERSONALE COINVOLTO NELLE ATTIVITA DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS NATURALE

CODI CE DI COMPORTAMENTO PER IL PERSONALE COINVOLTO NELLE ATTIVITA DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS NATURALE CODI CE DI COMPORTAMENTO PER IL PERSONALE COINVOLTO NELLE ATTIVITA DI DISTRIBUZIONE E MISURA DEL GAS NATURALE INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 1.1 La separazione funzionale nel settore energetico... 3 1.2 Il

Dettagli

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003

MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi. Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DELL ENERGIA E ENTI LOCALI Renato Rossi Milano, 23 Gennaio 2003 MERCATO DEL GAS METANO DIMENSIONI Il mercato italiano ha raggiunto, terzo in Europa, nel 2001 70 miliardi di metri cubi di consumo.

Dettagli

I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE

I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE I - LE SOCIETÀ SELEZIONATE L indagine considera le società di capitale controllate da sei comuni italiani: Milano, Roma, Torino, Napoli, Brescia e Bologna, selezionati sulla base del volume di valore aggiunto

Dettagli

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011

CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 CONAFI PRESTITO : APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2011 Margine di intermediazione consolidato pari a 5,68 milioni di euro (4,14 milioni di euro al IH2010) Risultato della gestione operativa

Dettagli

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato?

Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Gli obiettivi 20-20-20 e le incentivazioni della cogenerazione e delle fonti rinnovabili: il quadro italiano è bilanciato? Ing. Fausto Ferraresi Presidente AIRU Associazione Italiana Riscaldamento Urbano

Dettagli

dalla natura l energia per la vita

dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita dalla natura l energia per la vita È racchiusa in questa frase l identità di Ciesse Energia. Poche parole per definire un azienda convinta che progresso e sviluppo, in

Dettagli

Il Gruppo: valore per il territorio

Il Gruppo: valore per il territorio Il Gruppo AEB-Gelsia rappresenta una tra le prime multiutility in Lombardia per fatturato e clienti serviti e si colloca tra i primi 20 operatori a livello nazionale. Il Gruppo ha voluto ribadire il proprio

Dettagli

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che:

A relazione dell'assessore Giordano: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU26 28/06/2012 Deliberazione della Giunta Regionale 11 giugno 2012, n. 18-3996 Approvazione dello schema di Protocollo d'intesa tra la Citta' di Torino, la Fondazione Torino Smart City,

Dettagli

OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE

OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE OPPORTUNITÀ OFFERTE DA IREN AL MONDO DELLA SCUOLA: VISITE IMPIANTI E LEZIONI IN CLASSE CE.SE.DI. in collaborazione con IREN S.p.A. DESTINATARI: Docenti e studenti delle scuole secondarie di primo e secondo

Dettagli

La rivoluzione verde: nasce Green Utility

La rivoluzione verde: nasce Green Utility La rivoluzione verde: nasce Green Utility Il 9 Marzo 2007, la Commissione Europea ha stabilito come obiettivo europeo vincolante sul piano politico che le energie rinnovabili raggiungano il 20% della produzione

Dettagli

La società: le origini e l evoluzione Pag. 1. Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3. Le attività Pag.

La società: le origini e l evoluzione Pag. 1. Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3. Le attività Pag. DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA La società: le origini e l evoluzione Pag. 1 Obiettivi e strategie sui mercati dell energia e del gas in Italia Pag. 3 Le attività Pag. 4 I dati economico-commerciali

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

TERNA: 10 ANNI DI VALORE PER GLI AZIONISTI E PER LA CRESCITA DEL PAESE

TERNA: 10 ANNI DI VALORE PER GLI AZIONISTI E PER LA CRESCITA DEL PAESE TERNA: APPROVATI I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2014 Ricavi a 950,4 milioni di euro (918,8 milioni nel 1H 2013, +3,4%) Ebitda a 753 milioni di euro (732,2 milioni nel 1H 2013, +2,8%) Utile netto a 274,5 milioni

Dettagli

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese

Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese Le nuove offerte del Gruppo Egea a servizio delle imprese ing. Giuseppe Zanca, Direttore Sviluppo del Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì 4 marzo - Milano Servizi

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA.

CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. CHI SIAMO ESTRA ENERGIE S.R.L. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA ATTIVA SUL MERCATO DELLA VENDITA DI GAS NATURALE ED ENERGIA ELETTRICA. NATA NEL 2008 DALLA FUSIONE DI TRE IMPORTANTI AZIENDE DEL SETTORE, CONSIAGAS

Dettagli

Distribuzione di gas naturale

Distribuzione di gas naturale 56 Distribuzione di gas naturale PRINCIPALI INDICATORI DI PERFORMANCE (milioni di ) 2010 2011 2012 Var.ass. Var.% Ricavi della gestione caratteristica (*) 1.233 1.297 1.434 137 10,6 - di cui ricavi di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA:

COMUNICATO STAMPA 30 2014 18,3 (+0,1%) EBITDA: COMUNICATO STAMPA MC-link: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 giugno 2014 Valore della produzione: 18,3 milioni di euro (+0,1%) EBITDA: 3,7 milioni di euro (+3,6%) Risultato Ante

Dettagli

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.)

menoenergia PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) PROPOSTA ENERGETICA SETTORE LATTIERO - CASEARIO Ing. M. Alberti ( Amministratore MenoEnergia S.r.l.) 2 LA MISSION DI MENOENERGIA ORIGINE DI MENOENERGIA Menoenergia è una società controllata dal Gruppo

Dettagli

Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A

Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A Relazione illustrativa della fusione per Incorporazione di I.S.E. S.p.A in Edison S.p.A Motivazioni La proposta di incorporazione in Edison SpA (in seguito Edison) di ISE SpA (in seguito Ise), società

Dettagli

Normativa di riferimento

Normativa di riferimento Normativa di riferimento La normativa in materia di energie alternative da fonti rinnovabili è presente a diverse scale territoriali: da indirizzi a livello globale ed europeo sino ad una trattazione a

Dettagli

Progetto di Bilancio 2004

Progetto di Bilancio 2004 Progetto di Bilancio 2004 Magenta, 30 marzo 2005 Esercizio 2004 Dati consolidati Ricavi netti: 471 milioni di euro, rispetto ai 542 milioni di euro a fine 2003 (-13%). Margine operativo lordo: 45,2 milioni

Dettagli

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali.

Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Seminario sui processi di aggregazione delle aziende dei servizi pubblici locali. Bologna, 10 giugno 2008 Relazione introduttiva di Renato Matteucci Dip. Reti-Terziario Cgil nazionale Premessa Fin dall

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI ERGYCAPITAL S.P.A. APPROVA I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 1 Valore della produzione pari ad Euro 3,1 milioni in linea rispetto al corrispondente

Dettagli

technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it

technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it technoarea Gorizia AREA Science Park Investire a Gorizia UDINE 28 settembre 2001 Elena Pianese elena.pianese@area.trieste.it 1 Il Polo Tecno-Industriale per l Energia di AREA Science Park a Gorizia La

Dettagli

Perdurare della congiuntura macroeconomica negativa in Area Euro. Quadro normativo/regolatorio meno favorevole rispetto al 2013

Perdurare della congiuntura macroeconomica negativa in Area Euro. Quadro normativo/regolatorio meno favorevole rispetto al 2013 Highlights 2014 Perdurare della congiuntura macroeconomica negativa in Area Euro Quadro normativo/regolatorio meno favorevole rispetto al 2013 Temperature invernali eccezionalmente miti Temperature medie

Dettagli

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica

Figura 3.22 - Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica. Figura 3.23 - Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.22 Evoluzione dei consumi totali di energia elettrica Figura 3.23 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica 67 Figura 3.24 Ripartizione dei consumi totali di energia elettrica (dati

Dettagli

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni

Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale. Dott.ssa Rita Montagni Obbiettivi regionali nell Ambito del Piano Energetico Nazionale Dott.ssa Rita Montagni Direttiva 2009/28/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio OBBIETTIVO 2020: ITALIA del 23 aprile 2009 17% del consumo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015

COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 COMUNICATO STAMPA 30 Luglio 2015 Il Consiglio di Amministrazione di A2A S.p.A. ha esaminato e approvato la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Margine Operativo Lordo, a 562 milioni di euro,

Dettagli

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008:

IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA IL CDA DI CAMFIN SPA APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2008: RISULTATO NETTO CONSOLIDATO: -42 MLN DI EURO (+9,1 MLN DI EURO NEL PRIMO SEMESTRE 2007). IL DATO RISENTE DEL

Dettagli

RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA. TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004

RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA. TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004 RELAZIONE SULLA GESTIONE DELLA TOSCANA SERVIZI S.c.p.a. PER L'ANNO 2004 *** Signori soci I dati relativi alla gestione di Toscana Servizi Scpa per l anno 2004 segnano il consolidamento del fatturato e

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 18 CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione: (per l esercizio 2010) Presidente Consiglieri Giovanni TOSO Nicola NATALI Sergio VITELLI * *

Dettagli

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza

Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Università degli Studi di Roma "Tor Vergata" Facoltà di Ingegneria Corso di Gestione ed Economia dell Energia e Fonti Rinnovabili Il settore elettrico italiano: dal Monopolio alla Concorrenza Ing. Tiziana

Dettagli

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo L IMPRESA NELLE APEA IL SISTEMA PRODUTTIVO DELL EMILIA EMILIA-ROMAGNA ALCUNI PUNTI DI FORZA ALCUNI PUNTI DI DEBOLEZZA ALTO LIVELLO

Dettagli

04/11/2006 Società che staccheranno il dividendo nel mese di novembre 2006

04/11/2006 Società che staccheranno il dividendo nel mese di novembre 2006 04/11/2006 Società che staccheranno il dividendo nel mese di novembre 2006 Titolo Ex* Dividendo Pagamento Dividendo unitario Sabaf 06/11/2006 09/11/2006 1.0000 EUR Sirti 13/11/2006 16/11/2006 1.0000 EUR

Dettagli

Il leader nell efficienza energetica e ambientale

Il leader nell efficienza energetica e ambientale Il leader nell efficienza energetica e ambientale GDF SUEZ offre soluzioni energetiche innovative a privati, comunità e imprese, avvalendosi di: un portafoglio di approvvigionamento diversificato un parco

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli

Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica. Ing. Francesco Faccioli Il Gruppo Dolomiti Energia e l'auto Elettrica Ing. Francesco Faccioli Mesiano, 03 dicembre 2014 Gruppo Dolomiti Energia: attività Energia elettrica gestione impianti di produzione manutenzione e telecontrollo

Dettagli

Assemblea degli Azionisti. Genova, 24 Aprile 2007

Assemblea degli Azionisti. Genova, 24 Aprile 2007 Assemblea degli Azionisti Genova, 24 Aprile 2007 2 INDICE MEDITERRANEA IN BREVE Struttura societaria e Azionisti Evoluzione EBITDA e Fatturato per Attività Risultati 2006 Consolidati Capitale Investito

Dettagli

Scenario 3 Alberto Bertaso SET Distribuzione Gruppo Dolomiti Energia

Scenario 3 Alberto Bertaso SET Distribuzione Gruppo Dolomiti Energia Scenario 3 Alberto Bertaso SET Distribuzione Gruppo Dolomiti Energia Gruppo Dolomiti Energia: attività Energia elettrica gestione impianti di produzione manutenzione e telecontrollo reti di distribuzione

Dettagli

Il Bilancio Consolidato della Città di Torino

Il Bilancio Consolidato della Città di Torino Il Bilancio Consolidato della Città di Torino Renzo Mora, Claudia Garino, Stefania Maranetto, Stefania Scarpulla Torino, 20 marzo 2012 Master in Management delle Aziende Ospedaliere e Sanitarie Locali

Dettagli