EVIDENZA LUG-2015 da pag. 3 foglio 1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EVIDENZA 13. 20-LUG-2015 da pag. 3 foglio 1 www.datastampa.it"

Transcript

1 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. 20-LUG-2015 da pag. 3 foglio 1 EVIDENZA 13

2 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. 20-LUG-2015 da pag. 2 foglio 1 / 4 EVIDENZA 14

3 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. 20-LUG-2015 da pag. 2 foglio 2 / 4 EVIDENZA 15

4 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. 20-LUG-2015 da pag. 2 foglio 3 / 4 EVIDENZA 16

5 Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. 20-LUG-2015 da pag. 2 foglio 4 / 4 EVIDENZA 17

6 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Roberto Napoletano 25-APR-2015 da pag. 11 EVIDENZA 5

7 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Pierluigi Magnaschi 08-APR-2015 da pag. 24 EVIDENZA 12

8 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 30-MAR-2015 da pag. 19 EVIDENZA 39

9 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 30-MAR-2015 da pag. 19 EVIDENZA 40

10 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Pierangelo Giovanetti 29-MAR-2015 da pag. 5 EVIDENZA 13

11 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Pierangelo Giovanetti 29-MAR-2015 da pag. 5 EVIDENZA 14

12 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alberto Faustini 27-MAR-2015 da pag. 8 EVIDENZA 53

13 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Pierangelo Giovanetti 27-MAR-2015 da pag. 8 EVIDENZA 40

14 Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Nicolas Barré 25-MAR-2015 da pag. 17 Il vino italiano vuole far ripartire il motore delle esportazioni EVIDENZA 32

15 Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Nicolas Barré 25-MAR-2015 da pag. 17 EVIDENZA 33

16 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 23-MAR-2015 da pag. 61 EVIDENZA 42

17 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 23-MAR-2015 da pag. 61 EVIDENZA 43

18 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 23-MAR-2015 da pag. 61 EVIDENZA 44

19 Tiratura: n.d. Diffusione 10/2014: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ezio Mauro 23-MAR-2015 da pag. 61 EVIDENZA 45

20 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Roberto Napoletano 21-MAR-2015 da pag. 12 EVIDENZA 1

21 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli 21-MAR-2015 da pag. 47 EVIDENZA 2

22 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Mario Calabresi 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 3

23 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Virman Cusenza 21-MAR-2015 da pag. 19 EVIDENZA 4

24 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 5

25 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 6

26 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 7

27 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 8

28 Tiratura 01/2015: Diffusione 01/2015: Lettori III 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 21-MAR-2015 da pag. 22 EVIDENZA 9

29 Tiratura: n.d. Diffusione 12/2012: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Enrico Franco 21-MAR-2015 da pag. 11 EVIDENZA 10

30 Tiratura: n.d. Diffusione 12/2012: Lettori II 2014: Dati rilevati dagli Enti certificatori o autocertificati Dir. Resp.: Enrico Franco 21-MAR-2015 da pag. 11 EVIDENZA 11

31 anno 5 - n luglio 2014 trebicchieri IL SETTIMANALE ECONOMICO DEL GAMBERO ROSSO PERCHÉ IL VINO ITALIANO NON VA IN BORSA? TAPPI A corona? Il no del Consorzio dell'asti, ma c'è chi lo usa. A breve il nuovo disciplinare pag.2 HI TECH Arriva il drone delle vigne. Mentre la contraffazione si combatte con un'app pag.4 SPAGNA Troppo vino: spunta la proposta di bloccare 4 mln hl. Ed è subito polemica VETI La Russia dopo lo stop alla vendita di vino on line. Quali le misure Ue più paradossali? INVESTIMENTI Borsa? No grazie. Perché le cantine italiane snobbano i mercati azionari pag.5 pag.10 pag.12

32 Gli indici internazionali suggerirebbero una quotazione, ma il tessuto imprenditoriale italiano ha forti remore. Giv, Antinori, Zonin: "Ecco perchè non ci interessa". E se arrivassero gli stranieri a fare acquisti come nella moda? Quell'antico e radicato tabu della Borsa... a cura di Gianluca Atzeni Per molti, se non per tutti, un vero e proprio tabu. La quotazione sul mercato azionario resta una scelta ancora lontana dagli orizzonti e dalle prospettive di investimento delle aziende vitivinicole italiane. Nonostante molte di esse, a guardare i bilanci, appaiano in grado di operare il fatidico passo, c'è qualcosa che funge da freno, che non convince fino in fondo. E che non fa scoccare la scintilla. Nel resto del mondo, dalla Spagna al Nord America, dal Cile alla Francia, le società vinicole quotate sono 46, fanno grandi numeri e beneficiano di un generale trend positivo che da gennaio 2001 a marzo 2014, ha rilevato Mediobanca, ha visto crescere l'indice complessivo vinicolo del 225,7%, nettamente al di sopra della media delle Borse mondiali, a +61,8%. Va detto che non è andata bene per tutti i singoli Paesi (come Cina, Cile e Australia), ma l'elemento che colpisce è la latitanza delle società a passaporto italiano, nonostante le buone performance in termini di competitività. "In Italia il rapporto coi mercati finanziari è tradizionalmente trascurabile", scrive l'ufficio Studi Mediobanca nella consueta Indagine sul settore, ricordando che chi si misura coi mercati lo fa in modo indiretto, attraverso la quotazione della controllante che è socio industriale, nel caso di Campari, o investitore finanziario (nel caso di UnipolSai, Allianz con San Felice e Generali con Geneagricola). In maniera indiretta è in borsa anche Santa Margherita attraverso il Gruppo Zignago; dieci anni fa, si parlò di ingresso a Piazza Affari del più grande gruppo vinicolo italiano, il Giv; e nel 2007/08 tastò il terreno della quotazione anche la piemontese Giordano Vini. Casi sporadici. Ma quali sono i motivi di questa resistenza? Mancanza di coraggio, scarsa convenienza? A giudizio di Stefano Cordero di Montezemolo, economista e docente di finanza strategica presso le Università di Firenze e di Palermo, che nel 2005 assieme a Mediobanca pose le basi per la creazione dell'indice delle società vinicole quotate, "la situazione da allora a oggi non è mutata. Rispetto al vino, gli investitori concepiscono le imprese come aziende dal basso profilo di rischio; la proprietà resta una sorta di bene intangibile e la struttura patrimoniale, di stampo familiare, non li avvicina. Alla finanza, infatti, non interessa comprare terre e immobili perché si è visto che la rivalutazione di questi beni è opinabile. Per entrare in borsa, mancano inoltre precisi piani di crescita industriale, che dovrebbero basarsi sulla separazione del patrimonio agricolo fondiario da quello legato al prodotto trasformato". Per Davide Gaeta, docente di marketing agroalimentare all'università di Verona, uno dei motivi 12 INVESTIMENTI

33 l vino Redditività Redditività del vino del vino PERCHÉ IL MERCATO DELLE AZIONI NON ATTRAE: 5 MOTIVI PER NON QUOTARSI Il brand di monte aziende italiane è così forte da non richiedere la pubblicità legata alla Borsa In Italia il rapporto tra valore di Borsa e Pil è il più basso tra i Paesi occidentali Le imprese italiane sono più piccole rispetto ai competitor del vino. Questo rende la quotazione proporzionalmente più onerosa Le grandi italiane sono cooperative (azionariato diffuso) e questo complica operazioni di aumento di capitale, rendendo inutile l'offerta pubblica di vendita. Inoltre, i margini bassi legati alla specificità delle coop mal si conciliano con un mercato azionario che lavora sui dividendi L'elevata componente immobiliare di molte aziende italiane non interessa la Borsa. Occorrerebbe lo scorporo delle attività commerciali. (in %, ) (in %, ) si lega alla struttura familiare delle imprese del vino: "C'è una forte matrice culturale rurale, meno propensa a gestire il capitale in maniera condivisa; altra ragione è il nanismo delle 29,9 28,5 28,5 28,5 imprese 27,0 del vino 27,0 e anche quello della stessa Piazza Affari che, se 25,3 confrontata con altre borse 25,3 internazionali, 25,3 non appare ideale per raccogliere capitali. Oltre alla redditività bassa del settore, pesa una mentalità imprenditoriale che in Italia, paese di risparmiatori, è meno del sviluppata vino di altre realtà. Si pensi, ad esempio, alla Redditività borsa di Wall Street dove la formula del venture capital è quella (in %, ) più utilizzata". Anche Augusto Marinelli, docente ordinario 5,5 di economia 5,5 6,7agraria all'università 6,7di Firenze, 6,7 6,2 4,9 4,9 4,9 Redditività pone l'accento del vino sulla peculiare forma mentis italiana: 5,6 5,1 5,6 5,6 "Siamo molto bravi a produrre, ma meno nella fase commerciale. Fonte: Mediobanca - Indagine settore vino 5,5 4,9 6,7 6,2 C'è una mentalità padronale e aziendale e non imprenditoriale che intende misurarsi coi mercati finanziari. È comprensibile che andando in borsa ci si giochi in qualche modo il patrimonio. Inoltre, 29,9 non dimentichiamo 28,4 che ogni grande 28,4 azienda ha il suo marchio con cui andare alla conquista del mondo, ognuno con il proprio canale privilegiato". Qual è la posizione di alcuni importanti top seller italiani? Il gruppo Giv, col suo vice presidente Rolando Chiossi, è molto chiaro: "Effettivamente dieci anni fa si parlò 6,2 6,2 di un nostro interesse a 5,7 quotarci, ma 5,7a seguito del riassetto avvenuto nel Gruppo nel 2008/09, 4,8 con la fusione 4,8 fra Riunite e Civ e la presa 5,1 di controllo di Giv spa al 100% da parte della coop unificata, tale 28,4 ipotesi è venuta meno. Nel nuovo piano triennale, l'attenzione è su sviluppo ed efficienza. La Borsa è ipotesi esclusa". Sulla stessa linea la Casa vinicola 28,4 Zonin, altro grande player veneto che nella classifica Mediobanca vanta il maggiore sviluppo delle vendite (+66,9%): "Al 5,7 momento escludiamo una quotazione. 4,8 La nostra strategia è quella di espanderci, acquisendo tenute, consolidare e sviluppare i brand" spiega il finan- 5,7 4,8 5,1 (in %, ) 3,5 2,7 2,7 3,5 3,5 29,9 28, , LA REDDITIVITÀ DEL VINO IN ITALIA 25,3 ROI Redditività del ROE capitale ROI investito Mon ROI / VAROE Redditività ROE netta Mon / VA Mon / VA Margini 27, ,3 28,5 5,6 5,1 2,7 3, ,5 6, , , ,4 29,9 ROI ROE Mon / VA 5,6 5,1 2,7 3, ,7 29,9 4,

34 LA STRUTTURA PROPRIETARIA DELLE PRINCIPALI AZIENDE ESTERE QUOTATE La struttura è concentrata. Due le public company: le australiane Treasury Wine Estates e Australian Vintage. Le quattro francesi e la tedesca Sektkellerei Schloss Wachenheim sono a controllo familiare (discendenti dei fondatori), con quote sopra 70% per Lanson-BCC e Vranken-Pommery Monopole. In Viña Concha y Toro (51,3%), Constellation Brands (50% dei diritti di voto) e nella canadese Andrew Peller (35,2%) i primi azionisti sono ancora famiglie e persone fisiche. La cilena Viñas Santa Rita è controllata con una quota superiore all'80% da una conglomerata quotata, la Compañía Electro Metalúrgica. Nell'altra cilena, Viña San Pedro Tarapacá, il controllo è riferibile a una joint-venture tra Heineken e famiglia Luksic. Una multinazionale è anche nella sudafricana Distell Group: è il colosso SABMiller che col 29% si affianca alla quota di controllo riconducibile alla holding Remgro-Capevin Investment, col 57,7%. Infine, la famiglia Reina (Illva Saronno) detiene il 33% della Yantai Changyu Group che controlla il 50,4% della Yantai Changyu Pioneer Wine. (fonte Ufficio Studi Mediobanca - Indagine sul settore vinicolo 2014) cial controller Michele Zonin, che individua alcuni fattori chiave, tra cui quello affettivo: "Quotarsi provocherebbe una rivoluzione amministrativa in azienda; poi le grandi imprese italiane sono in mano alle famiglie e spogliarsi di una percentuale di quote per darle al mercato è difficile; c'è anche un mercato che non coglie la logica dei tempi lunghi del settore; e c'è un assottigliarsi della redditività, che però vanta un alto valore patrimoniale, spesso non considerato dalle banche. In conclusione, per andare in Borsa ci deve essere un motivo valido". Renzo Cotarella, a.d. di Antinori, sottolinea la non opportunità di una quotazione: "Un'ipotesi del genere è antitetica per un'azienda orientata alla qualità come Antinori, nel senso che i tempi lunghi e le performance non immediate del mondo del vino contrastano con la richiesta di performance trimestrali del mercato azionario. Imprese come la nostra devono talvolta saper rinunciare a fatturare se il vino non è valido. Come fai, poi, a spiegare al mercato che per quell'anno non potrai vendere il tuo prodotto di punta? C'è poi l'aspetto redditività: la gran parte delle imprese italiane ha un patrimonio troppo alto rispetto ai volumi venduti. E per andare in Borsa un'azienda deve possedere una spiccata azione commerciale, con pochi legami sugli asset patrimoniali, ossia vigneti e cantine. Antinori, su 150 milioni di fatturato, ha un ebitda del 40%, ma per raggiungere questo risultato sono stati investiti centinaia di milioni". Sette italiane sopra i 150mln di (fatturato 2012) LE PRIME 22 SOCIETA' MONDIALI PER FATTURATO (2012) In conclusione, quali sono i possibili scenari, dal momento che anche i fondi di investimento stentano ad entrare in maniera decisa nei capitali del vino? "Serve accorpare" dice Gaeta "creando gruppi di imprese sotto un'unica anima di controllo, con forte trasparenza. Occorre fare delle holding e conferirgli i marchi. Il modello è Constellation Brands. E soprattutto, visto che il marchio Italia è forte all'estero lascerei stare Piazza Affari per scegliere gli Usa". Per Ste- (fatturato 2012) fano Cordero di Montezemolo potrebbe essere buona: "Grazie agli imbottigliatori, che dovrebbero crescere approvvigionandosi di materia prima di qualità ed essere incentivati secondo principi di fornitura, nel senso che le aziende che a loro vendono il prodotto andrebbero sostenute in un piano di trasformazione da confezionatrici a fornitrici. Sul mercato dovrebbero, quindi, operare imprese commercialmente forti, sostenute da altre che garantiscono la materia prima. E questa visione, questa linea di tendenza, dovrebbe essere alla base di un progetto ministeriale. Visione che ho colto in altri Paesi, come Australia, Usa, Cile. In Italia, invece, ci sono tante aziende artigianali ma senza una struttura in grado di portarle sul mercato. Il rischio è che accada come nella moda, coi grandi marchi stranieri a fare campagna acquisti in caso di crisi. E potremmo ritrovarci impreparati". Sette italiane s Fonte: Mediobanca - Indagine settore vino INVESTIMENTI

35 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Luca Landò 11-LUG-2014 da pag. 13

36 Lettori: Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Ezio Mauro 30-GIU-2014 da pag. 21 EVIDENZA 11

37 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. 09-MAG-2014 da pag. 5 EVIDENZA 46

38 RASSEGNA WEB affaritaliani.it Data Pubblicazione: 20/04/2014 Vini italiani Ferdinando Giordano alla conquista di Scandinavia e Usa Domenica, 20 aprile :35:00 Continua la campagna di conquista dei mercati internazionali da parte della Ferdinando Giordano Spa, l azienda vinicola che ha fatto della vendita diretta il fulcro del suo successo: dopo i recenti successi in Francia e Belgio, la cantina varca nuove frontiere e si apre a nuovi mercati in Scandinavia e Stati Uniti. Sul fronte europeo è pronta la campagna export sui paesi scandinavi, Norvegia, Svezia e Finlandia. La Scandinavia rappresenta un mercato vitale, con percentuali di crescita importanti nel consumo del vino, che sta vivendo un interessante cambio generazionale. In questi Paesi, infatti, i giovani consumatori si stanno avvicinando sempre più al vino ed alla sua cultura, in una modalità sempre più simile a quella dei Paesi produttori storici, come Italia e Francia. Giordano, leader in Italia nella vendita diretta del vino, si è introdotto in quest area partendo dalla Norvegia, dove la prima etichetta introdotta - un Primitivo di Manduria che Giordano produce nella cantina di sua proprietà a Torricella (Taranto) - ha riscosso un grande successo. Il mercato del vino nella penisola scandinava è un mercato particolare, regolamentato e gestito dal Monopolio centrale, che introduce un numero chiuso di prodotti alcolici che possono essere venduti rigorosamente nei negozi autorizzati.

39 RASSEGNA WEB affaritaliani.it Data Pubblicazione: 20/04/2014 Per rispondere alle nuove tendenze di gusto ed al crescente interesse degli scandinavi nei confronti del vino italiano, Giordano introdurrà nuove referenze tailor-made per questi mercati, tra cui il Fascino Passo, un vino prodotto da Uve NegroAmaro di Puglia. La previsione di vendita delle etichette Giordano in Svezia, Norvegia e Finlandia per il 2014 è di circa 120 mila bottiglie con l obiettivo di un ulteriore sviluppo negli anni successivi. Anche negli Stati Uniti - dove l azienda è approdata nel 2013 vendendo i suoi prodotti in California, Texas ed Illinois - il 2014 sarà l anno della conquista di nuovi mercati, come il Minnesota e il Nevada, due stati particolarmente interessanti perché la loro popolazione ha registrato tassi di aumento del consumo di vino tra i più alti degli Stati Uniti. L export commenta Simon Pietro Felice, ad di Giordano Spa - ha rappresentato quest anno il 49% del nostro fatturato, con una crescita di due punti percentuali rispetto allo scorso anno. L export rappresenta per noi, come per molte aziende italiane, una chiave di crescita molto importante. La famiglia Giordano produce vini fin dal 1900 e affonda le sue radici nelle Langhe, cuore dell eccellenza vinicola piemontese. Nel 1956 l azienda decise di vendere i propri vini esclusivamente col sistema della vendita diretta, senza intermediari. Grazie a questa intuizione, da piccola realtà contadina, dopo oltre cento anni di storia e quattro generazioni, pur conservando sempre la sua matrice famigliare, l'azienda è salita ai vertici nazionali del settore e figura oggi tra le prime aziende vinicole (secondo il ranking Mediobanca) con un fatturato di 101 milioni di euro (nel 2013). Oggi l Azienda conta oltre 3 milioni di consumatori in Italia e nel mondo.

40 Lettori: Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Ezio Mauro 14-APR-2014 da pag. 6

41 Lettori: Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Ezio Mauro 14-APR-2014 da pag. 6

42 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Roberto Papetti 12-APR-2014 da pag. 26

43 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Pierluigi Magnaschi 09-APR-2014 da pag. 20 EVIDENZA 26

44 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Pierluigi Magnaschi 09-APR-2014 da pag. 20 EVIDENZA 27

45 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Paolo Possamai 08-APR-2014 da pag. 8 EVIDENZA 24

46 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Paolo Possamai 08-APR-2014 da pag. 8 EVIDENZA 25

47 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Maurizio Cattaneo 08-APR-2014 da pag. 15 EVIDENZA 20

48 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Nicolas Barré 07-APR-2014 da pag. 21 Boom delle esportazioni dei vini italiani EVIDENZA 10

49 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Maurizio Cattaneo 06-APR-2014 da pag. 10 EVIDENZA 13

50 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Maurizio Cattaneo 06-APR-2014 da pag. 10 EVIDENZA 14

51 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Giovanni Morandi 05-APR-2014 da pag. 28 EVIDENZA 48

52 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Girolamo Fragalà 05-APR-2014 da pag. 3 EVIDENZA 49

53 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Alexis Brézet 05-APR-2014 da pag. 19 EVIDENZA 45

54 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Gabriele Canè 05-APR-2014 da pag. 14 EVIDENZA 46

55 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Pierangelo Giovanetti 05-APR-2014 da pag. 8 EVIDENZA 41

56 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 05-APR-2014 da pag. 19 EVIDENZA 16

57 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 05-APR-2014 da pag. 19 EVIDENZA 17

58 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 05-APR-2014 da pag. 19 EVIDENZA 18

59 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Roberto Napoletano 04-APR-2014 da pag. 12 EVIDENZA 1

60 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli 04-APR-2014 da pag. 41 EVIDENZA 2

61 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Mario Calabresi 04-APR-2014 da pag. 23 EVIDENZA 3

62 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Alessandro Sallusti 04-APR-2014 da pag. 21 EVIDENZA 4

63 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Pierluigi Magnaschi 04-APR-2014 da pag. 10 EVIDENZA 5

64 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Maurizio Cattaneo 04-APR-2014 da pag. 15 EVIDENZA 6

65 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Lino Morgante 04-APR-2014 da pag. 10 EVIDENZA 7

66 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Gabriele Canè 04-APR-2014 da pag. 23 EVIDENZA 8

67 Lettori: n.d. Diffusione: n.d. Dir. Resp.: Gabriele Canè 04-APR-2014 da pag. 17 EVIDENZA 9

68 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Paolo Possamai 04-APR-2014 da pag. 12 EVIDENZA 10

69 Lettori: Diffusione: Dir. Resp.: Mario Ciancio Sanfilippo 04-APR-2014 da pag. 10 EVIDENZA 11

70 Il vino italiano batte la crisi: crescono fatturato e addetti - Repubblica.it Page 1 of 3 04/04/2014 Home Finanza con Bloomberg Calcolatori Finanza Personale Osserva Italia Il vino italiano batte la crisi: crescono fatturato e addetti Dal 2008 l'occupazione registra un +2,7%, mentre in Italia è esplosa la disoccupazione. Vola l'export. Surclassato il rendimento delle Borse: l'indice vinicolo elaborato da Mediobanca è aumentato del 225,7% contro il 61,8% dei listini di GIULIANO BALESTRERI STR Lo leggo dopo MILANO - Il vino batte la Borsa. Di più: il vino batte l'industria manifatturiera. E ancora: il vino supera il settore alimentare e delle bevande in particolare. Risultati che valgono sia in termini di reddittività che occupazionali. Insomma, la crisi che dal 2008 ha travolto il Vecchio continente continua a mietere vittime in tutti i comparti, ma pare lasciare indenne i produttori di vino italiani. Con Vinitaly alle porte, domenica l'inaugurazione ufficiale alla Fiera di Verona, è tempo di bilanci. A tirare le somme di un settore che resta fiore all'occhiello di un Paese appena uscito dalla recessione è Mediobanca secondo cui il 2013 si è chiuso con un aumento del fatturato del TAG 4,8% a 5,6 miliardi di euro (+7,7% l'aumento vino, Vinitaly, mediobanca, borsa l'anno prima). Una progressione trainata ancora una volta dall'estero (+7,7%) a dimostrazione che in tutto il mondo, Europa e Nord America in testa, piace "bere italiano". L'INFOGRAFICA. L'industria. Per dare un idea del fenomeno vino "made in Italy" basti pensare che lo scorso anno l'industria manifatturiera è rimasta sostanzialmente invariata (-0,3%) così come gli alimentari (+0,3%). Un discorso che va di pari passo con la dimensione ilmi Pub Com Pub Scriv

71 Il vino italiano batte la crisi: crescono fatturato e addetti - Repubblica.it Page 2 of 3 04/04/2014 occupazionale del comparto vinicolo: mentre la disoccupazione in Italia è esplosa dal 6,8% del 2008 al 12,2% dello scorso anno, il settore ha aumentato gli addetti del 2,7%. Divisi L Esp Societ CIR S La Borsa. Numeri che giustificano l'attenzione degli investitori verso le società del settore quotate in Borsa. Da gennaio 2001 a marzo di quest'anno l'indice del settore vinicolo elaborato da Mediobanca è cresciuto del 225,7% contro il 61,8% della Borse mondiali. Le performance però non sono uguali per tutti: se gli Usa e la Francia volano, Australia, Cina e Cile registrano rendimenti negativi, mentre l'italia resta ancora alla finestra non avendo alcuna società del settore quotata. Un dato che - secondo Piazzetta Cuccia - andrà aggiornato "se la crescita dei produttori italiani continuerà a seguire i trendi positivi descritti". Chi vince. Le bollicine made in Italy hanno chiuso un anno da record con un aumento delle vendite all'estero del 10,3% confermando il sorpasso ai danni dello champagne. Tra le cantine, invece, la maglia rosa va a Cantine Riunite-Giv con 534 milioni di fatturato (+4,2%) che valgono anche la settima piazza a livello mondiale. Sul podio anche Caviro (327 milioni, +15,2%) e Campari (228 milioni, 15,8%). Sul fronte della solidità dai bilanci vincono invece il Veneto e la Toscana con in testa Masi Agricola, Casa Vinicola Botter e Antinori. La produzione. L'Italia si conferma anche nel 2013 il principale produttore di vino al mondo con 44,9 milioni di ettolitri contro i 44,1 milioni della Francia e i 40 della Spagna. La produzione italiana lo scorso anno è salita rispetto ai 43,8 milioni di ettolitri del 2012, pari al 17% del totale mondiale e al 30% della Ue: il valore della produzione nostrana è stimato a 9,1 miliardi di euro. (03 aprile 2014) RIPRODUZIONE RISERVATA SULLO STESSO ARGOMENTO La Cina scopre le bollicine italiane. Vino, lo spumante traina l'export Il vino prova a sfondare in Cina, fronte comune tra le cantine italiane 10 luglio 2013 Il ritardo del vino italiano in Cina. Un portale web per recuperare terreno 9 giugno 2013 I consumi di vino crollano ai minimi dall'unità d'italia 6 aprile 2013

72 Il vino italiano batte la crisi: crescono fatturato e addetti - Repubblica.it Page 3 of 3 04/04/2014 Vino, l'italia sorpassa la Francia è il primo produttore al mondo 11 giugno 2011 Il vino italiano piace all'estero Un mercato da 4,4 miliardi 25 marzo 2012 Annata record per il vino italiano Le esportazioni superano i 4 miliardi 19 febbraio 2012

73 Report Mediobanca. Vino: attese prudenti ma positive per il Gambero Rosso Page 1 of 1 04/04/2014 Giovedì, 03 Aprile :19 Report Mediobanca. Vino: attese prudenti ma positive per il 2014 A cura di Gianluca Atzeni Cantine Riunite-Giv, Caviro e Campari wines sul podio per fatturato. La migliore performance complessiva per Masi Agricola. Gli indici internazionali di borsa continuano a crescere: investire nel vino è un buon affare. Cresce il fatturato italiano nel 2013 (+4,8%) in controtendenza con il settore alimentare (+0,3%) e manifatturiero (-0,3%). L'export assume un ruolo sempre più rilevante (+7,7%), mentre l indice di Borsa mondiale del settore vinicolo da gennaio 2001 è cresciuto del 225,7%. Prudenti ma comunque positive le attese per il 2014, con il 92% dei produttori che confida di non ridurre le vendite, anche se cala la quota degli ottimisti (solo l 8% prevede una crescita superiore al 10%). I dati emergono dall'indagine Mediobanca sul settore vinicolo (111 società con più di 25 milioni di fatturato), presentata oggi a Milano. Da notare come il settore vino italiano nell insieme registri una fiducia ma senza gli exploit del 2011 e 2012 quando gli ottimisti sfioravano il 40%. Chi non teme di perdere vendite sono i produttori di spumanti. I top seller Al vertice della graduatoria 2013 dei fatturati Cantine Riunite-GIV con 534 milioni di euro e un miglioramento del 4,2% sul La piazza d onore spetta a Caviro con 327 milioni e un incremento del +15,2% rispetto allo scorso anno. Terzo gradino del podio per la divisione vini della Campari (228 milioni, +15,8%); segue la Antinori a 166

INDAGINE SUL SETTORE VINICOLO. a cura dell Ufficio Studi di Mediobanca

INDAGINE SUL SETTORE VINICOLO. a cura dell Ufficio Studi di Mediobanca INDAGINE SUL SETTORE VINICOLO a cura dell Ufficio Studi di Mediobanca Aprile 2014 1 MEDIOBANCA DECRETO LEGISLATIVO n. 196 DEL 30-06-2003 SULLA TUTELA DELLA PRIVACY INFORMATIVA Ai sensi dell art. 13 del

Dettagli

Rassegna del 20/04/2015

Rassegna del 20/04/2015 Rassegna del 20/04/2015 LAVORO 20/04/2015 Corriere della Sera Voucher più facili per pagare le colf - Voucher fino a 7 mila euro per pagare colf e badanti 20/04/2015 Corriere della Sera Economia 20/04/2015

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Rassegna del 28/04/2015

Rassegna del 28/04/2015 Rassegna del 28/04/2015... 28/04/15 Adige 47 Intervista a Diego Mosna - Mosna: «Noi sempre freddi» M.bar. 1 28/04/15 Adige 46 Macerata vuole Lanza... 4 28/04/15 Adige 46 Trento si gioca la finale L'occasione

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana ***

LA BORSA ITALIANA DAL 1928. Indice annuale dei corsi della Borsa italiana *** LA BORSA ITALIANA DAL 1928 Indice annuale dei corsi della Borsa italiana La serie storica dell indice di borsa dal 2 gennaio 1928 al 3 giugno 213 è stata elaborata a puro titolo indicativo. Essa è stata

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset.

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Indice Chi Siamo Azienda Conte Diamonds 2 Investire in Diamanti 3 Vantaggi dell investimento in Diamanti 5 Il Diamante. Un investimento

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO

MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Pagina 1 di 5 Giovedì, 8 Maggio 2008 Notizie Web Politica NOTIZIE Cronaca Economia Esteri Politica Scienze e Tech Spettacoli Sport Top New MORTI BIANCHE/ SENATORI PD, NUOVO GOVERNO PROSEGUA LAVORO Presentata

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi

COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ. Riccardo Puglisi COSA COMPRA LA PUBBLICITÀ Riccardo Puglisi Le questioni in ballo Che cosa compra la pubblicità? L attenzione di lettori ed ascoltatori per i prodotti pubblicizzati. I mass mediacome "GianoBifronte (mercatoaduelati)

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli