Sommario. Premessa... 5 Modelli organizzativi regionali... 6 Modello A... 7 Modello B... 8 Modello C... 9

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario. Premessa... 5 Modelli organizzativi regionali... 6 Modello A... 7 Modello B... 8 Modello C... 9"

Transcript

1

2

3 Sommario Premessa... 5 Modelli organizzativi regionali... 6 Modello A... 7 Modello B... 8 Modello C... 9 Composizione dei database locali Database SQL Server Esportazione Esportazione da parte di utente con profilo Standard Esportazione da parte di utente con profilo Amministratore Importazione Importazione da parte di utente con profilo Standard La continuità storica dei dati contabili Trasferimento archivi rilevatori sede regionale Importazione da parte di utente con profilo Amministratore Esportazione / Importazione da parte di utente Generico Flusso dei dati nella rete RICA Questo documento tecnico, disponibile solo in formato elettronico sul sito internet di GAIA, è stato redatto dal Team di Sviluppo del progetto GAIA: A. Giampaolo, M. De Dominicis e A. Gabriele, con la collaborazione di C. Pilan. La supervisione del documento è di A. Scardera. La copertina e le immagini sono state curate da A. Di Cesare. È vietato qualsiasi altro uso diverso dalle indicazioni INEA Istituto Nazionale di Economia Agraria

4

5 Premessa La raccolta dei dati presso le aziende agricole del campione RICA REA viene coordinata, gestita e realizzata dall INEA attraverso le proprie sedi regionali, secondo quanto stabilito nell ambito del cosiddetto II Protocollo d Intesa, stipulato tra Mipaaf, INEA, ISTAT e Regioni e Province Autonome. Essa è attuata con specifiche convenzioni bilaterali con le singole Regioni, oppure attraverso singoli contratti a persone fisiche o appalti ad Enti pubblici e privati. Poiché le indagini RICA e REA devono rispondere ai rispettivi regolamenti istitutivi comunitari e sono comprese nel Programma statistico nazionale (SISTAN), in base alla legislazione vigente, esse comportano il rispetto del segreto statistico, l obbligo di risposta e la tutela della riservatezza e dei diritti degli interessati. La diversa strutturazione a livello regionale della Rete RICA è giustificata dall impostazione della rilevazione che negli anni si è consolidata in ciascuna regione. La parte organizzativa comune a tutte le regioni prevede l intervento di rilevatori presso le aziende del campione (da 5 a 50 aziende circa per rilevatore, a seconda del modello organizzativo), col compito di raccogliere le informazioni necessarie ed eseguire la registrazione e il controllo delle medesime con il programma GAIA messo a disposizione dall INEA. Le indagini RICA e REA, avendo come unità di rilevazione le singole unità di produzione, presentano un flusso dei dati che inizia direttamente dalle aziende agricole del campione contabile; pertanto tutta l attività di raccolta e archiviazione dei dati ai diversi livelli della rete, assume un importanza rilevante per la nuova metodologia contabile RICA INEA. Il trasferimento degli archivi contabili prodotti da GAIA in ambito RICA è influenzato sia dai vincoli imposti dalle normative comunitarie (Reg. CE 79/65) e nazionali (d.lgs. 196/2003), sia dal tipo di organizzazione della rete di rilevazione a livello regionale, dalla tipologia di soggetti coinvolti nella raccolta dei dati, e infine dal sistema informativo progettato per l archiviazione dei dati. Il meccanismo implementato in GAIA di importazione ed esportazione dei dati tiene conto di tutti i possibili casi che si riscontrano in ambito RICA: Rilevatore Rilevatore, Rilevatore Centrocontabile, Rilevatore Sede regionale, Centrocontabile Sede regionale, ecc. La garanzia del buon esito di tali funzionalità comporta uno stretto collegamento sia al database relazionale SQL Server 2005 utilizzato in GAIA, sia alle modalità operative dei programmi import/export integrati in GAIA. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 5

6 Modelli organizzativi regionali A livello di Sede Centrale INEA, la responsabilità della gestione della rete RICA nazionale è affidata al Servizio 1, che ha il compito di monitorare e controllare la corretta esecuzione dell indagine ai diversi livelli della rete. A livello regionale il compito di assicurare il corretto svolgimento dell attività di rilevazione, secondo le disposizioni contenute nelle Procedure Operative emanate dal coordinatore nazionale della rete RICA, è svolto dal responsabile RICA regionale dell INEA. Le informazioni raccolte presso le aziende agricole vengono trasmesse alle sedi regionali INEA, direttamente dai soggetti incaricati, nel caso di rilevatore beneficiario di incarico da parte di INEA, o per il tramite di strutture intermedie (OOPPAA, Enti strumentali, ecc.) in caso di rapporti indiretti tra INEA e soggetto rilevatore. Le sedi regionali eseguono ulteriori verifiche e validazioni sui dati, ed infine li trasmettono, alla Sede Centrale INEA per l implementazione della Banca Dati nazionale, ai Servizi della DG Agri dell UE per la compilazione della scheda RICA comunitaria, all ISTAT per l implementazione della scheda REA. I sistemi organizzativi della rete di rilevazione RICA a livello regionale (rapporti tra Rilevatore e Sede Regionale dell INEA) si possono schematizzare in tre modelli: A. i Rilevatori vengono individuati, selezionati e incaricati direttamente dall INEA (contratti a persone fisiche: generalmente Collaborazione professionale o Collaborazione coordinata e continuativa), e collaborano direttamente con la Sede regionale. Ad ogni Rilevatore viene assegnato un codice utente univoco: il Rilevatore e l utente registrato in GAIA sono la stessa cosa. B. L INEA stipula Convenzioni/Appalti con Enti Pubblici/Privati (OOPPAA regionali o provinciali, Agenzie di Sviluppo Agricolo, Centri di Assistenza Agricoli, Studi associati, ecc.), in questo caso i Rilevatori non sono a diretto contatto con la Sede regionale, ma vengono scelti e coordinati dall Ente incaricato. In questi casi, tuttavia, è comunque necessario che la sede regionale stabilisca un contatto quanto più diretto possibile con il Rilevatore impegnato nella raccolta delle informazioni (come descritto nelle Procedure operative RICA); questo modello organizzativo nel tempo deve tendere verso il modello C descritto di seguito. Pertanto la Sede regionale non assegna il codice utente ai singoli Rilevatori ma all Ente collaboratore, quindi in GAIA più Rilevatori utilizzano lo stesso codice utente. C. L INEA stipula Convenzioni/Appalti con Enti Pubblici/Privati (OOPPAA, Agenzie di Sviluppo Agricolo, Centri di Assistenza Agricoli, Studi associati, ecc.), ma a differenza del modello B i Rilevatori vengono individuati (selezionati) e coordinati direttamente della Sede regionale (in collaborazione con l Ente incaricato). Come nel caso A, la Sede regionale assegna ad ogni singolo Rilevatore un codice utente univoco, quindi il Rilevatore e l utente registrato in GAIA sono la stessa cosa. In alcuni contesti regionali possono esistere modelli organizzativi misti, nei quali una parte della rilevazione è affidata ai singoli rilevatori con incarichi diretti (modello A), mentre un'altra quota di aziende è assegnata invece ad Enti privati (OOPPAA, ecc.), mediante contratti o appalti (modello B). La gestione degli archivi in GAIA Pagina 6

7 Modello A Rilevatore: persona fisica, con incarico diretto da parte di INEA, selezionata e formata dalla sede regionale INEA; Utente: codice utente in GAIA, univoco a livello regionale, assegnato dal Responsabile RICA regionale. Ogni Rilevatore avrà in GAIA, nella fase d impianto delle nuove contabilità, un proprio elenco aziende (un proprio file gaia_codici fornito dalla sede regionale). La gestione degli archivi in GAIA Pagina 7

8 Modello B Ente: soggetto giuridico incaricato da INEA per la rilevazione; Rilevatore: persona fisica coordinata e formata dall Ente e non dalla sede regionale INEA; Utente: codice utente in GAIA assegnato dal Responsabile RICA regionale all Ente incaricato. Ogni Rilevatore che lavora o collabora con l Ente avrà la stessa anagrafica utente in tutti i computer dove viene installato ed utilizzato GAIA. La ripartizione delle aziende tra i Rilevatori viene eseguita dall Ente, quindi ogni rilevatore avrà in GAIA, nella fase d impianto delle nuove contabilità, lo stesso elenco di aziende (unico file gaia_codici per tutti i rilevatori). La gestione degli archivi in GAIA Pagina 8

9 Modello C Ente: soggetto pubblico o privato a cui l INEA affida la rilevazione (anche più soggetti nella stessa regione); Rilevatore: persona fisica, non contrattualizzata da INEA, identificata e formata direttamente dal responsabile RICA regionale; Utente: codice utente in GAIA, univoco al livello regionale, assegnato dal Responsabile RICA regionale al singolo Rilevatore. La ripartizione delle aziende tra i Rilevatori viene eseguita da INEA, quindi ognuno di essi avrà in GAIA, nella fase d impianto delle nuove contabilità, un proprio elenco aziende (un proprio file gaia_codici fornito dalla sede regionale). La gestione degli archivi in GAIA Pagina 9

10 Composizione dei database locali Indipendentemente dal modello organizzativo gli archivi contabili, possono essere presenti nel/i database di GAIA come: 1. archivio contabile totale (contenente tutte le aziende contabilizzate in uno o più esercizi contabili) di un singolo Rilevatore memorizzato nel database di un singolo computer, non condiviso con altri utenti/rilevatori; 2. archivio totale o parziale (alcune aziende contabilizzate in un esercizio contabile) di un singolo Rilevatore memorizzato nei database di diversi computer non condivisi con altri utenti/rilevatori; 3. archivi totali di più Rilevatori memorizzati nel database installato su un unico computer; 4. archivi totali o parziali di più Rilevatori memorizzati nei database di diversi computer, condivisi o meno con altri utenti/rilevatori. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 10

11 Database SQL Server 2005 Il progetto iniziale di GAIA prevedeva un database MS ACCESS 97. Nel 2006, a seguito della messa a disposizione da parte di Microsoft della versione gratuita di MS SQL Server 2005, è iniziata la migrazione del database GaiaSys da Access verso la piattaforma SQL Server, trasferimento concluso nel primo semestre Questo tipo di database rappresenta l ambiente unico delle diverse base dati delle procedure informatiche della rete RICA. La versione Express (gratuita) è stata utilizzata per le installazioni stand alone e client degli utenti/rilevatori (GaiaTest compreso), mentre la versione Standard è stata impiegata per i database delle sedi regionali, della sede centrale, del datawarehouse e del database per la creazione degli archivi della Scheda Comunitaria e dell indagine REA. SQL Server 2005 Express, la versione successiva di MSDE, è una piattaforma di database client realizzata sulla base di SQL Server 2005 Standard. Le caratteristiche peculiari di questa piattaforma sono la semplicità di utilizzo, un sistema di database client affidabile e pienamente integrato con gli strumenti di sviluppo Microsoft Visual Studio 2005 e.net utilizzati per la realizzazione del pacchetto GAIA. L installazione e l aggiornamento dei database GaiaSys e GaiaTest è completamente automatizzata per gran parte dei Sistemi Operativi, da Windows 98 SP2 a Windows Vista. La procedura standard prevede l installazione del solo motore SQL Server e dei servizi di configurazione dei database. Solo in caso di manutenzione è necessario installare manualmente lo strumento di gestione del database (SQL Server Management Studio Express), per sostituire o collegare altri database distribuiti su altri computer, o per intervenire direttamente sulla struttura. Al termine della procedura di installazione del pacchetto GAIA, al primo avvio del programma, viene creato il file di configurazione per l accesso ai database (gaia.ini). Senza questo file, creato e gestito automaticamente da un modulo integrato in GAIA (ConnectGaia.exe), non è possibile collegarsi al database precedentemente installato. L avvio di GAIA con il parametro /r consente di selezionare il database SQL Server 2005 a cui collegarsi. Questa opzione va utilizzata per gestire i database di GAIA installati nei computer di una rete locale. Operazione da fare con il supporto dell amministratore di rete o dell help desk di GAIA. L aggiornamento del database è gestito in modo completamente automatico dal programma EsecuzioneScript.exe installato con GAIA, che consente, in abbinamento al programma SRCUPD.exe, di ricercare gli aggiornamenti disponibili online ed eseguirli in modo trasparente, senza alcun intervento da parte dell utente. L aggiornamento di Gaiasys e GaiaTest riguarda sia la struttura che il contenuto degli oggetti che compongono i database (tabelle, query, viste, ecc.). Ad ogni aggiornamento del database viene incrementato il numero della versione. Prima dell avvio delle operazioni di trasferimento degli archivi contabili, è importante verificare la versione del database in uso, visualizzata nella finestra di Login di GAIA. Il trasferimento degli archivi tra utenti o computer diversi è possibile solo se le versioni dei database sono identiche. Tale verifica viene eseguita dalla procedura al momento dell importazione. Ad ogni aggiornamento del database, automatico o manuale, viene eseguita sempre una copia di backup dei file, copia di sicurezza utilizzata da GAIA per ripristinare il database qualora l aggiornamento non venga completato correttamente. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 11

12 Esportazione L esportazione dei dati registrati in GAIA è una operazione importante non solo per creare copie di salvataggio dei dati immessi nella procedura, ma anche per inviare i propri archivi ad un altro utente, trasferire definitivamente o temporaneamente gli archivi su un altro computer, oppure, nel caso di una rete locale, trasferire gli archivi contabili da un database ad un altro. Questa operazione rappresenta la modalità esclusiva con cui i rilevatori della rete RICA trasmettono gli archivi contabili delle aziende rilevate alla sede Regionale INEA di competenza. Ovviamente la trasmissione può avvenire in più momenti nel corso delle fasi di rilevazione e di controllo dei dati registrati. L esportazione dei dati viene effettuata in due modi a seconda del profilo dell utente loggato in GAIA: utente standard o utente amministratore. L utente con profilo standard può esportare solo le proprie aziende, sia quelle registrate direttamente in GAIA sia quelle create da altri utenti standard ed associate al suo codice da parte dell utente amministratore. Quest ultimo invece può esportare tutte le aziende presenti in un determinato database collegato a GAIA indipendentemente dall utente a cui esse sono associate. In entrambi i casi le modalità di accesso a tale funzione sono identiche, come pure il formato e la struttura dell archivio esportato. L esportazione, svicolata dal profilo utente, può essere eseguita in qualsiasi momento della contabilità, sempre che sia stata completata la procedura guidata del contesto aziendale delle aziende da esportare. La selezione degli archivi richiede la scelta dell anno nell ambito del quale sono state contabilizzate le aziende agricole in GAIA. Essa non viene condizionata invece dalla stato della contabilità. Un archivio di esportazione, infatti, può contenere contemporaneamente sia aziende in fase di impianto, sia aziende chiuse, sia aziende con l esercizio contabile aperto. Mentre per le operazioni di esportazione lo stato dell esercizio contabile è ininfluente, nella fase di importazione questa condizione diventa invece vincolante, come sarà descritto in seguito. In GAIA, il comando per esportare i dati si trova nella maschera Gestione aziende (pulsante Esporta). L esportazione può essere eseguita anche dal comando Esporta dati del menu File. In entrambi i casi l esportazione può essere avviata solo dopo aver chiuso l eventuale azienda in lavorazione (comando Chiudi azienda del menu File o pulsante Chiudi della barra degli strumenti). Un altra importante attività nella gestione della rete di rilevazione RICA riguarda la distribuzione degli elenchi aziende. Con il comando Report della maschera Gestione aziende l utente può esportare, in diversi formati (excel, pdf, word, ecc.) l elenco delle aziende presenti sul proprio computer. Il report si presenta in modo diverso in funzione del profilo utente. Nel caso di utente standard le aziende sono raggruppate per esercizio contabile, mentre per gli utenti amministratori il report raggruppa le aziende per esercizio contabile e utente. Questo report è fondamentale per la definizione degli elenchi delle aziende disponibili ad essere rilevate con metodologia RICA INEA. Il report contenente l elenco delle aziende va trasmesso alla sede regionale INEA per le attività di monitoraggio, in particolare per controllare, all avvio della rilevazione, la corretta assegnazione dei codici alle aziende. Attualmente non è stata ancora implementata in GAIA la funzione che consente di esportare gli elenchi aziende verso il programma di classificazione tipologica comunitaria CLASS_CEG. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 12

13 Esportazione da parte di utente con profilo Standard L utente Standard può esportare solo ed esclusivamente le aziende registrate direttamente in GAIA con il proprio account, ovvero le aziende associate al suo codice utente da un utente con profilo di amministratore (generalmente il responsabile della sede regionale). L utente standard può esportare quindi solo le aziende che vengono visualizzate nella griglia della maschera Gestione aziende in funzione dell anno selezionato nel riquadro Esercizi contabili della stessa maschera. Una volta individuate le aziende contabilizzate in un determinato Esercizio Contabile che si intende esportare è sufficiente cliccare sulla casella di controllo posta ad inizio riga della griglia per selezionarle. Cliccando sulle intestazioni delle colonne che compongono la griglia della maschera Gestione aziende, l elenco delle aziende può essere ordinato a piacere; in questo modo si può facilmente individuare un gruppo particolare di aziende da esportare (ad esempio di un determinato comune o provincia, OTE o UDE, stato, codice azienda, tipo di indagine, ecc.). Per avviare la procedura occorre confermare la selezione cliccando sul pulsante Esporta. Tale pulsante si attiva solo dopo aver selezionato almeno un azienda elencata nella griglia. Al momento dell avvio dell esportazione il programma segnala all utente il numero delle aziende selezionate. Se si annulla, cliccando sul pulsante No del messaggio, l esportazione viene annullata. Se invece si conferma il numero di aziende che si intende esportare, la procedura mostra all utente una finestra di input attraverso la quale è possibile aggiungere una breve annotazione al file di esportazione. Questa nota è utile per identificare meglio gli archivi nella conseguente fase di importazione sia da parte dello stesso utente che da parte di altri utenti/rilevatori o dal responsabile RICA della sede regionale. Se si clicca sul pulsante Annulla il testo della nota viene cancellato e l esportazione viene avviata senza l annotazione. Il processo di elaborazione dell esportazione potrebbe durare qualche minuto in funzione del numero di aziende selezionate, del volume delle registrazioni contabili, e dalla potenza di calcolo del La gestione degli archivi in GAIA Pagina 13

14 computer. Attualmente non è possibile esportare con una unica soluzione tutti gli esercizi contabili di una determinata azienda archiviata nel database collegato a GAIA. Al termine dell esportazione, il programma richiede all utente, attraverso la classica finestra di dialogo di Windows, la cartella di destinazione (per default viene proposto il desktop) dove salvare il file prodotto dalla procedura. Nella casella Nome file viene proposto il nome del file in funzione della data di esportazione, che ovviamente può essere rinominato a piacere. La tipologia di file proposta è di tipo compresso (*.zip). Per motivi di sicurezza a tutela dei dati contabili in esso contenuti, il file zippato è protetto da una password gestita direttamente dai moduli importazione ed esportazione di GAIA. La dimensione del file varia in funzione del numero di aziende selezionate e dalla quantità delle informazioni registrate per ogni azienda. Il file può quindi essere archiviato su diversi supporti magnetici, per essere poi trasferito ad altri utenti via e mail o con programmi ftp, oppure con altre modalità di trasmissione online/offline. I dati esportati da GAIA sono in formato nativo SQL Server 2005, pertanto non possono essere aperti o gestiti con procedure diverse dai moduli di importazione ed esportazione integrati in GAIA, che utilizzano l utility denominata BCP del programma SQL Server La gestione degli archivi in GAIA Pagina 14

15 Esportazione da parte di utente con profilo Amministratore La procedura di esportazione è utile all utente amministratore per la restituzione ai soggetti rilevatori degli archivi contenenti le aziende contabilizzate, organizzati per anno e per utente. Prima di procedere con l esportazione l utente amministratore deve scegliere l utente standard presente nel database connesso a GAIA attraverso il campo lista denominato Filtra per utente della maschera Gestione aziende e quindi selezionare le aziende da esportare, associate allo stesso utente. Il pulsante Esporta non si attiva fino a quando non viene selezionato un utente e non vengono indicate le aziende da esportare. In alternativa possono essere selezionate tutte o alcune delle aziende visualizzate nella griglia, indipendentemente dall utente ad esso associate, selezionando la voce Tutte le aziende dalla lista Filtra per utente. Questa voce viene proposta per default all apertura della maschera Gestione aziende. L opzione Tutte le aziende è utile ad esempio per esportare l intero archivio consolidato (dal punto di vista contabile chiuso e corretto) di un determinato esercizio da un centro contabile alla sede regionale INEA oppure da quest ultima verso la sede nazionale. Gli utenti amministratori, dovendo gestire un numero di aziende consistente rispetto agli utenti standard, possono selezionare o deselezionare le aziende visualizzate nella griglia cliccando sul pulsante Seleziona tutto / Annulla selezione della maschera Gestione aziende. Il numero delle aziende caricate nella griglia varia quindi in funzione della voce selezionata nella lista Filtra per utente. La procedura esporterà tutte le aziende associate all utente selezionato che generalmente è diverso dall utente loggato in quel momento in GAIA, ovvero le aziende selezionate nella griglia indipendentemente dal filtro sull utente. I successivi passi della procedura di esportazione sono gli stessi illustrati per l utente con profilo standard. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 15

16 Importazione L importazione degli archivi è un attività importante per tutti gli utenti, dentro e fuori dalla rete RICA, indipendentemente dal profilo e dal momento della rilevazione. Si possono importare semplicemente archivi dello stesso utente quale funzione di ripristino (tipo restore) di un salvataggio effettuato come funzione di backup. Si possono ad esempio importare archivi dello stesso utente o di altri utenti, con le stesse aziende, proveniente da un altro computer o da un server di una rete locale. Nell ambito RICA uno dei momenti più importanti dell indagine riguarda l acquisizione degli archivi contabili dei singoli rilevatori da parte della sede regionale. Oltre che per l acquisizione definitiva delle aziende contabilizzate, per l implementazione delle banche dati della RICA, a livello regionale e nazionale, l importazione degli archivi è essenziale per l INEA anche ai fini del monitoraggio e controllo della rilevazione. La procedura di importazione costituisce pertanto un utilissimo strumento per acquisire in GAIA gli archivi contabili provenienti da altri utenti o da altri computer, allo scopo sia di rendere efficace il flusso dei dati tra gli utenti della rete RICA, indipendentemente dal modello organizzativo regionale, sia per alimentare, al termine della fase di rilevazione, i database centralizzati. Essa rappresenta quindi la procedura complementare alla fase di esportazione illustrata in precedenza. L importazione dei dati contabili può essere eseguita anche quando in GAIA non è stata ancora registrata alcuna azienda. Quando si avvia GAIA collegato ad un database vuoto e si vogliono importare delle aziende già registrate in altri computer, occorre prima selezionare l Esercizio Contabile corrispondente all archivio da importare, registrando l anno nella finestra di input oppure selezionandone uno dall apposita lista. Una volta scelto l anno contabile, se non è presente viene richiesto di importare il file gaia_codici. Nel caso in esame (database GaiaSys vuoto) tale richiesta deve essere annullata cliccando sul pulsante No del messaggio che compare all avvio della procedura guidata. Al primo passaggio della procedura guidata (sia esso lo step di selezione delle aziende dalla lista del file gaia_codici che la creazione di una nuova impresa) si deve cliccare sul pulsante Annulla della maschera. Una volta abbandonata la procedura guidata occorre cliccare sul menu File e selezionare il comando Importa dati, per visualizzare la finestra di dialogo GAIA importazione dati. A differenza della fase di esportazione, nell ambito della quale non esistono particolari vincoli formali o strutturali da rispettare, l importazione invece è condizionata da una serie di vincoli imposti dalla nuova metodologia contabile e dal tipo di database. Le verifiche sugli archivi da importare sono necessari sia per garantire l uniformità dei dati trasferiti tra entità e soggetti diversi della rete RICA, sia per rispettare la sicurezza delle informazioni contenute negli stessi archivi contabili. Ai vincoli imposti dal sistema di storicizzazione implementato nel database SQL Server, si associano inoltre le restrizioni derivanti dal modo con cui nell ambito RICA vengono assegnate le chiavi alle unità elementari della rilevazione (univocità dei codici utenti e dei codici azienda). La logica funzionale della procedura di importazione rispetta fedelmente quella di esportazione, ossia gli archivi contabili delle aziende vengono importati per singolo esercizio. Nei casi di archivi aziendali già presenti nel database di arrivo, nell ambito di uno stesso esercizio, e con lo stesso stato contabile, tutti i dati dell azienda presente nel database vengono eliminati e sostituiti con quelli in arrivo. Si raccomanda pertanto di fare una copia di sicurezza degli archivi presenti sul proprio computer attraverso il comando di esportazione, per eventuali ripristini successivi. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 16

17 GAIA non può determinare per ogni singola azienda quale dei due archivi sia quello più aggiornato; deve essere quindi l utente a decidere se sostituire l azienda già presente nel database oppure annullare l importazione. Nell ambito della rete RICA, un caso particolare di importazione, fondamentale nella fase di impianto delle nuove contabilità aziendali, è l acquisizione dell elenco delle aziende agricole predisposto e distribuito dalla sede regionale Inea (il cosiddetto file gaia_codici citato in precedenza). Tale elenco può essere importato in GAIA, in più momenti all impianto della contabilità, attraverso il comando Codici INEA del menu File. Per maggiori dettagli su questa specifica funzione per gestire gli elenchi delle aziende da contabilizzare per l indagine RICA si rimanda allo specifico documento tecnico scaricabile dalla pagina Documenti della sezione Download del sito di GAIA. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 17

18 Importazione da parte di utente con profilo Standard Prima di procedere con l importazione, occorre verificare che l utente con profilo standard sia lo stesso a cui sono associate le aziende da importare, indipendentemente dal profilo dell utente mittente che ha eseguito materialmente l esportazione. Per importare archivi contabili in computer dove non è stato ancora registrato l utente a cui sono associate le aziende da importare, occorre prima creare la sua anagrafica attraverso il pulsante Nuovo utente della maschera di Login. Le informazioni che compongono la scheda dell utente standard devono essere identiche a quelle dell utente a cui sono associate le aziende da importare. In particolare dovranno coincidere le seguenti informazioni: Nome e cognome, Sede INEA, Codice utente, Ente appartenenza, Nome utente e Password. Se una delle informazioni dei quattro campi sottolineati risulta diversa, l importazione degli archivi viene bloccata. La procedura si blocca anche quando la versione del database e il numero dell aggiornamento di GAIA risultassero diversi. Come è stato ricordato nei paragrafi precedenti, il file contenente gli archivi contabili da importare non può essere aperto in quanto è protetto da una password riconosciuta solo dal programma di importazione, quindi i dati dell anagrafica dell utente a cui sono associate le aziende esportate non possono essere recuperate attraverso il file di esportazione. Per garantire quindi la sicurezza dei dati esportati, è necessario acquisire con modalità diverse le informazioni essenziali per creare la nuova anagrafica utente in un computer diverso da quello da cui è stata effettuata l esportazione. Tali informazioni devono essere comunicate dall utente mittente su un file diverso dall archivio esportato, ovvero devono essere comunicate con procedure diverse (ad esempio via posta elettronica). Quindi anche lo stesso utente che deve ad esempio trasferire i propri archivi in un nuovo computer, deve prima registrare su quest ultimo la sua stessa anagrafica memorizzata nel computer dove ha contabilizzato le aziende. Attraverso il comando Dati utente del menu Strumenti, è possibile visualizzare e stampare l anagrafica dell utente standard connesso in quel momento a GAIA. Nel caso di incompatibilità con i dati contenuti nell archivio da importare (utenti diversi o versioni del database differenti) il programma segnala comunque all utente quali di queste informazioni risultano essere diverse. Quando l esportazione è stata effettuata da un utente con profilo amministratore, l utente mittente potrebbe essere diverso dall utente a cui sono associate le aziende esportate, ma ciò, a parità di tutte le altre informazioni, non blocca la fase di importazione. La gestione degli archivi in GAIA Pagina 18

19 Per poter avviare la procedura di importazione occorre chiudere l eventuale azienda in lavorazione, attraverso il pulsante Chiudi della barra degli strumenti oppure dal comando Chiudi Azienda del menu File. Il comando Importa si trova nella maschera Gestione aziende. Come per l esportazione, anche il comando di importazione è accessibile dal menu File attraverso il comando Importa dati. Sia che si clicchi sul pulsante Importa che sul relativo comando del menu File, viene visualizzata la finestra di dialogo di Windows attraverso la quale occorre individuare il percorso dove è posizionato il file zip da importare. Se accidentalmente si seleziona un file zip diverso dal file generato dal programma di esportazione, GAIA segnala l errore. Una volta individuato il giusto file degli archivi da importare, occorre cliccare sul pulsante Apri della finestra di dialogo per accedere al programma GAIA Importazione dati. Il programma di importazione si presenta in modo diverso a seconda delle verifiche effettuate sull archivio importato. Nel caso in cui vi sia corrispondenza tra i dati dell archivio importato e i dati presenti nel database, i campi della maschera vengono riempiti ed ordinati come illustrato nella figura seguente. Quando si accede al programma di importazione, anche se tutti i controlli sono superati, le aziende non vengono visualizzate immediatamente. Nell intestazione della maschera sono mostrati i Dati contenuti nel file d esportazione, nell ordine: il numero di aziende, l esercizio contabile, la data di esportazione, la versione del database, il numero dell aggiornamento di GAIA, il mittente che ha effettuato l esportazione e il relativo profilo, ed infine la sede regionale dell utente mittente. Sul lato destro della maschera viene invece evidenziata, nello specifico riquadro di colore giallo, la nota che accompagna il file di esportazione. Il pulsante Prosegui si attiva solo quando l anagrafica dell utente a cui sono associate le aziende, la versione del database e il numero dell aggiornamento collimano con i dati presenti in GAIA. Diversamente, il pulsante Prosegui non si attiva e sul lato sinistro dello stesso viene visualizzata la casella di testo che avvisa l utente per quale motivo l archivio non può essere importato. Nel caso illustrato nella figura precedente un utente con profilo standard ha tentato di importare un archivio di un altro utente. Quando invece, come nella figura sottostante, le versioni del database o il La gestione degli archivi in GAIA Pagina 19

20 numero dell aggiornamento di GAIA sono diversi, la maschera si presenta con i dati del file d esportazione tutti visibili e il pulsante Prosegui disattivato. Per recuperare archivi esportati da computer non aggiornati occorre rivolgersi al team di sviluppo della procedura GAIA per il tramite della sede regionale Inea oppure attraverso la sezione contatti del sito di GAIA. Indipendentemente dal fatto che si possa o meno proseguire con l importazione, la procedura può essere abbandonata in qualsiasi istante della fase di avvio dell importazione chiudendo la maschera GAIA Importazione dati, e il controllo quindi torna alla finestra principale di GAIA. Se tutti i dati contenuti nel file di esportazione coincidono allora si può andare avanti con l importazione cliccando sul pulsante Prosegui. La conferma apre la tabella posta nella sezione sottostante della maschera dove vengono elencate le aziende contenute nell archivio da importare. Per concludere l importazione occorre selezionare almeno una delle aziende comprese nell elenco. Come per la maschera Gestione aziende anche in questa griglia è possibile ordinare liberamente l elenco delle aziende a piacimento al fine di individuare il gruppo o le singole aziende che si intende importare. Se eventualmente si decide di non continuare allora basta cliccare sul pulsante Chiudi per abbandonare la procedura e tornare alla finestra principale di GAIA. Nel caso in cui tra le aziende da importare vi fossero aziende presenti nel database di importazione con lo stesso codice ma con uno stato contabile diverso, allora la procedura blocca l importazione di tali aziende, identificandole con una specifica icona. Portando il puntatore del mouse sull icona di attenzione posta ad inizio riga, viene visualizzato un breve testo (popup) che indica il motivo dell incompatibilità tra lo stato contabile dell azienda presente nel database rispetto a quella contenuta La gestione degli archivi in GAIA Pagina 20

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015]

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da Leggerasoft Sommario Introduzione... 3 Guida all installazione... 4 Fase login... 5 Menù principale... 6 Sezione

Dettagli

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC

Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC Guida all Utilizzo del Posto Operatore su PC 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad internet

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello

Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE. Gruppo Sportello Aggiornato alla data 10/05/2013 GARSIA WE Gruppo Sportello i M A N U A L E U T E N T E SofTech srl SofTech srl Via G. Di Vittorio 21/B2 40013 Castel Maggiore (BO) Tel 051-704.112 (r.a.) Fax 051-700.097

Dettagli

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)

GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0) GUIDA UTENTE INTERNET CAFE MANAGER (Vers. 5.2.0)...1 Installazione e configurazione...2 Installazione ICM Server...3 Primo avvio e configurazione di ICM

Dettagli

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001

Affari Generali. Manuale Utente. AGSPR - Produzione Lettere Interne e In Uscita. Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Sistema di qualità certificato secondo gli standard ISO9001 Indice e Sommario 1 PRODUZIONE LETTERE INTERNE ED IN USCITA 3 1.1 Descrizione del flusso 3 1.2 Lettere Interne 3 1.2.1 Redazione 3 1.2.2 Firmatario

Dettagli

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE

GESTIONE PRESENZE MANUALE PER COMINCIARE GESTIONE PRESENZE MANUALE Gestione archivi La prima operazione da effettuare, per poter utilizzare gestione presenze, è la creazione dell archivio dove saranno memorizzati tutti i dati riconducibili ad

Dettagli

GERICO 2015 p.i. 2014

GERICO 2015 p.i. 2014 Studi di settore GERICO 2015 p.i. 2014 Guida operativa 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ASSISTENZA ALL UTILIZZO DI GERICO... 4 3. CARATTERISTICHE TECNICHE... 5 4. INSTALLAZIONE DEL PRODOTTO DA INTERNET...

Dettagli

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015]

Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [10/09/2015] Manuale d uso [del 10/09/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Introduzione... 2 Guida all installazione... 2 Login...

Dettagli

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara

Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Corso introduttivo all utilizzo di TQ Tara Le pagine che seguono introducono l utente all uso delle principali funzionalità di TQ Tara mediante un corso organizzato in otto lezioni. Ogni lezione spiega

Dettagli

S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie. B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014

S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie. B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014 S.I.S.I.P. Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie B. Fontanella, Progettinrete 02/10/2014 Powered by Progettinrete, Firenze GENERALITA S.I.S.I.P (Sistema Informativo Scuole Infanzia Paritarie) nasce

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

Ri.Um. Gestione Risorse Umane

Ri.Um. Gestione Risorse Umane RiUm Ri.Um. Gestione Risorse Umane SOMMARIO 1. INTRODUZIONE 4 1.1. COS E RI.UM.... 4 1.2. PREREQUISITI... 4 2. RI.UM. 5 2.1. AVVIO... 5 2.2. CONSULTAZIONE TABELLE... 6 2.3. GESTIONE TABELLE... 6 2.3.1

Dettagli

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX

GUIDA RAPIDA di FLUR20XX GUIDA RAPIDA di COMPATIBILITA è compatibile con i sistemi operativi Microsoft Windows 9x/ME/NT/2000/XP/2003/Vista/Server2008/7/Server2008(R. Non è invece garantita la compatibilità del prodotto con gli

Dettagli

Guida alla presentazione dell offerta e alla gestione dei servizi per il lavoro mediante lo strumento della dote

Guida alla presentazione dell offerta e alla gestione dei servizi per il lavoro mediante lo strumento della dote Sistema informativo SINTESI Guida alla presentazione dell offerta e alla gestione dei servizi per il lavoro mediante lo strumento della dote Provincia Settore Cultura, Formazione e Lavoro Servizio Politiche

Dettagli

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale

Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 9: Creazione di un database relazionale Scopo: Scopo di questa esercitazione è la creazione di una base dati relazionale per la gestione

Dettagli

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino

Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino Guida all Utilizzo dell Applicazione Centralino 1 Introduzione Indice Accesso all applicazione 3 Installazione di Vodafone Applicazione Centralino 3 Utilizzo dell Applicazione Centralino con accessi ad

Dettagli

Monitor Orientamento. Manuale Utente

Monitor Orientamento. Manuale Utente Monitor Orientamento Manuale Utente 1 Indice 1 Accesso al portale... 3 2 Trattamento dei dati personali... 4 3 Home Page... 5 4 Monitor... 5 4.1 Raggruppamento e ordinamento dati... 6 4.2 Esportazione...

Dettagli

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni

> P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni > P o w e r D R E A M < Catalogazione Sogni Guida rapida all utilizzo del software (rev. 1.4 - lunedì 29 ottobre 2012) INSTALLAZIONE, ATTIVAZIONE E CONFIGURAZIONE INIZIALE ESECUZIONE DEL SOFTWARE DATI

Dettagli

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi

SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi SPIGA Sistema di Protocollo Informatico e Gestione Archivi Modulo Gestione Protocollo Manuale Utente Manuale Utente del modulo Gestione Protocollo Pag. 1 di 186 SPIGA...1 Modulo Gestione Protocollo...1

Dettagli

SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE...

SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE... MANUALE DITTA 1 SOMMARIO 1. PRESENTAZIONE 4 2. RICEZIONE PASSWORD 5 3. ACCESSO AL PORTALE STUDIOWEB 6 4. FILE 7 4.1. INVIO FILE DA AZIENDA A STUDIO... 8 4.2. TRASMISSIONE FILE DA AZIENDA A STUDIO E/O DIPENDENTE...

Dettagli

Guida rapida per l installazione e l uso

Guida rapida per l installazione e l uso Guida rapida per l installazione e l uso Istituto Nazionale di Economia Agraria GAIA:guidarapida Autori:A.Arzeni,C.DeVivo,A.Giampaolo,A.Scardera. ComitatodiprogettoGAIA:A.Arzeni,A.Bianchi.G.Bonati,F.Carillo,L.Cesaro,M.DeDominicis,C.

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016

U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 U N I O N C A F GUIDA ALLA COMPILAZIONE ONLINE DEL MODELLO 730/2016 PREMESSA ISCRIZIONE: ricordiamo agli utenti che la USERNAME e la PASSWORD di accesso hanno durata annuale. Per fruire del servizio di

Dettagli

ebridge 730 2015 PROFESSIONISTI

ebridge 730 2015 PROFESSIONISTI PREMESSA... 2 NOVITA - GESTIONE RICHIESTA DELEGA E 730 PRECOMPILATO... 2 Fase Preliminare... 3 Prima Fase Richiesta Delega... 5 Seconda Fase Richiesta 730 Precompilato... 8 Gestore File Telematico Archiviaz.\Visualizzaz.

Dettagli

Manuale Progetto Placement

Manuale Progetto Placement Manuale Progetto Placement V. 5 del 20/06/2013 FUNZIONI PRINCIPALI: Fornire uno strumento per la gestione centralizzata di stage, alternanze e placement. Costruire un database contenente i curriculum degli

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access

Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access + Strumenti digitali per la comunicazione A.A 2013/14 Esercitazione n. 8: Funzionalità base di MS Access Scopo: Familiarizzare con le funzionalità principali del DBMS (Database Management System) Microsoft

Dettagli

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati . Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati 1. Login Fig.1.1: Maschera di Login Per accedere all applicativo inserire correttamente nome utente e password poi fare clic sul pulsante Accedi,

Dettagli

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814

TaleteWeb. Funzionalità Trasversali e configurazioni generali. 1 rev. 0-280814 TaleteWeb Funzionalità trasversali e configurazioni generali 1 rev. 0-280814 Indice Per accedere ad un applicazione... 3 La home page di un applicazione... 4 Come gestire gli elementi di una maschera...

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015

CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015 CIRCOLARE 730/2015 N. 1 MAGGIO 2015 SOFTWARE FISCALI CAF 2015 1. Deleghe Modelli 730; 2. Importazione Anagrafiche; 3. Importazione precompilati; 4. Documenti utili; 5. Configurazione dati dello sportello;

Dettagli

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO

GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO GUIDA TECNICA ALLA RENDICONTAZIONE SU SIRIO Guida per l Istituto Convenzionato Versione 1.1 Sommario 1 Novità nella procedura informatica... 2 2 Valutazione tecnica... 2 2.1 Valutazione costi... 2 2.2

Dettagli

Archivio Parrocchiale

Archivio Parrocchiale BREVI INFORMAZIONI PER L UTILIZZO DEL PROGRAMMA Archivio Parrocchiale 1 INDICE PREMESSA...3 CENNI SUL PROGRAMMA...4 REQUISITI MINIMI DEL PC...5 LA FINESTRA PRINCIPALE...6 I PULSANTI DEL MENU PRINCIPALE...7

Dettagli

GUIDA RAPIDA SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06. Revisione OO del 01/06/2015

GUIDA RAPIDA SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06. Revisione OO del 01/06/2015 SOFTWARE GESTIONE RIFIUTI CONTROL WASTE 15.06 Revisione OO del 01/06/2015 Copyright 2015 by Maggioli S.p.A. Maggioli Editore è un marchio di Maggioli S.p.A. Azienda con sistema qualità certificato ISO

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico

Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi del settore civile della Giustizia finalizzata al Processo Telematico Ministero della Giustizia DIPARTIMENTO DELL ORGANIZZAZIONE GIUDIZIARIA, DEL PERSONALE E DEI SERVIZI DIREZIONE GENERALE PER I SISTEMI INFORMATIVI AUTOMATIZZATI Reingegnerizzazione ed evoluzione degli applicativi

Dettagli

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente

I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet. Manuale utente I.N.A.I.L. Certificati Medici via Internet Manuale utente CERTIFICATI MEDICI... 1 VIA INTERNET... 1 MANUALE UTENTE... 1 COME ACCEDERE AI CERTIFICATI MEDICI ON-LINE... 3 SITO INAIL... 3 PUNTO CLIENTE...

Dettagli

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi

Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi S.IN.E.R.G.I.A. Sistema Informatico per l Elaborazione dei Ruoli e la Gestione Integrata degli Avvisi Manuale Operativo SINERGIA Manuale Operativo S.IN.E.R.G.I.A. 2.5 Pagina 1 di 26 SOMMARIO PRESENTAZIONE...

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Moda.ROA. Raccolta Ordini Agenti ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DEL SOFTWARE Raccolta Ordini Agenti AVVIO PROGRAMMA Per avviare il programma fare click su Start>Tutti i programmi>modasystem>nomeazienda. Se il collegamento ad internet è attivo

Dettagli

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE

CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE CLAROLINE DIDATTICA ONLINE MANUALE DEL DOCENTE Sommario 1. Introduzione... 3 2. Registrazione... 3 3. Accesso alla piattaforma (login)... 4 4. Uscita dalla piattaforma (logout)... 5 5. Creazione di un

Dettagli

Sistema Gestionale Biophotonics Guida al sistema

Sistema Gestionale Biophotonics Guida al sistema Sistema Gestionale Biophotonics Guida al sistema Servizi Informatici 5 marzo 2013 Sommario della presentazione Il sistema informatico per la gestione delle domande Gli utenti: definizione dei ruoli Gli

Dettagli

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati

MANUALE UTENTE. Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati MANUALE UTENTE Versione 1.2 novembre 2011 2011 MAILDEM Tutti i diritti sono riservati INDICE ACCESSO AL SERVIZIO... 3 GESTIONE DESTINATARI... 4 Aggiungere destinatari singoli... 5 Importazione utenti...

Dettagli

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015]

Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Manuale d uso Software di parcellazione per commercialisti Ver. 1.0.3 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da LeggeraSoft Sommario Premessa... 2 Fase di Login... 2 Menù principale... 2 Anagrafica clienti...

Dettagli

STANDARD NAZIONALE DI COMUNICAZIONE MERCATO GAS PORTALE WEB DOCUMENTAZIONE OPERATIVA

STANDARD NAZIONALE DI COMUNICAZIONE MERCATO GAS PORTALE WEB DOCUMENTAZIONE OPERATIVA Revisioni: Versione Data Note 1.0 09-11-2009 Documentazione Operativa 1.1 29-03-2010 Documentazione Operativa comprendente booking on-line SOMMARIO 1 INTRODUZIONE E GENERALITA...3 2 ELENCO FUNZIONALITA

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0

MANUALE OPERATIVO. Programma di gestione della fatturazione. BDWinfatture 2007. Versione 6.0 MANUALE OPERATIVO Programma di gestione della fatturazione BDWinfatture 2007 Versione 6.0 MANUALE OP ERAT I V O BDWinfatture Belvedere Daniele Software Via Petitti, 25 10017 Montanaro (To) info@belvederesoftware.it

Dettagli

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DELLA SCHEDA INFORMATIZZATA E MODALITA DI INVIO DEI DATI - L. R. 162/98 PROGRAMMA 2012 052013

ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DELLA SCHEDA INFORMATIZZATA E MODALITA DI INVIO DEI DATI - L. R. 162/98 PROGRAMMA 2012 052013 Allegato alla nota n. 6592 del 10 maggio 2013 ISTRUZIONI PER L UTILIZZO DELLA SCHEDA INFORMATIZZATA E MODALITA DI INVIO DEI DATI - L. R. 162/98 PROGRAMMA 2012 052013 Premessa Il seguente documento illustra

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

CFR 21 PARTE 11 con FDS Factory DataStorage

CFR 21 PARTE 11 con FDS Factory DataStorage CFR 21 PARTE 11 con FDS Factory DataStorage Pagina 1 di 27 I REQUISITI RICHIESTI A UN SISTEMA PER ESSERE CONFORME AL CFR 21 PARTE 11. 1. COSA E IL CFR 21 PARTE 11 Il Cfr 21 parte 11 definisce dei criteri

Dettagli

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione

PARAMETRI 2014 P.I. 2013. Guida all uso ed all installazione PARAMETRI 2014 P.I. 2013 Guida all uso ed all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2014 consente di stimare i ricavi o i compensi dei contribuenti esercenti attività d impresa o arti e professioni

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER L ACCESSO AL PORTALE E GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEI FORMULARI

MANUALE OPERATIVO PER L ACCESSO AL PORTALE E GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEI FORMULARI MANUALE OPERATIVO PER L ACCESSO AL PORTALE E GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEI FORMULARI 1 Introduzione Per la presentazione delle istanze di finanziamento a valere sul PSR Agricoltura 2007/2013, è stato realizzato

Dettagli

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione

Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione Sportello Unico Immigrazione Sistema inoltro telematico Manuale Utente Versione per Decreto Flussi 2010 per l ingresso di lavoratori non stagionali Data

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

Manuale d uso Gestione Condomini

Manuale d uso Gestione Condomini Manuale d uso Gestione Condomini Guida Per Amministratori Indice 1. Introduzione 1.1 Principali Videate pag. 3 2. Comandi 2.1 Inserire una riga pag. 4 2.2 Cancellare una riga pag. 4 2.3 Aggiornare una

Dettagli

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA La principale utilità di un programma di posta elettronica consiste nel ricevere e inviare messaggi (con o senza allegati) in tempi brevissimi. Esistono vari programmi di

Dettagli

Fattura Facile. In questo menù sono raggruppati, per tipologia, tutti i comandi che permettono di gestire la manutenzione degli archivi.

Fattura Facile. In questo menù sono raggruppati, per tipologia, tutti i comandi che permettono di gestire la manutenzione degli archivi. Fattura Facile Maschera di Avvio Fattura Facile all avvio si presenta come in figura. In questa finestra è possibile sia fare l accesso all archivio selezionato (Archivio.mdb) che eseguire la maggior parte

Dettagli

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL MINISTERO DELLA SALUTE Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL Manuale dell applicazione A cura del Punto Nazionale di Contatto Italiano maggio 2014 Sommario I. Panoramica generale... 2 Campo di applicazione...

Dettagli

Manuale utente PDFONE

Manuale utente PDFONE Manuale utente PDFONE Servizio GEDCONS Societàcon socio unico, soggetta ad attività di direzione e coordinamento (ex art. 2497 bis c.c.) da parte di Credito Emiliano SpA INDICE CENNI SULL ORDINAMENTO DELLE

Dettagli

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende)

DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) DFPA 2013 (Dispositivo Fondo Pensione Aziende) MANUALE UTENTE Pagina 1 SOMMARIO 1. ACCESSO AL SISTEMA... 3 1.1 PRIMO ACCESSO... 3 1.2 ACCESSO SUCCESSIVO... 5 1.3 PASSWORD DIMENTICATA... 6 2. HOMEPAGE...

Dettagli

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Indice. Your journey, Our technology. 1. Introduzione 2. 6. Come aggiornare le mappe 6. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Indice 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

SOSEBI PAPERMAP2 MANUALE DELL UTENTE

SOSEBI PAPERMAP2 MANUALE DELL UTENTE SOSEBI PAPERMAP2 MANUALE DELL UTENTE S O. S E. B I. P R O D O T T I E S E R V I Z I P E R L E B I B L I O T E C H E So.Se.Bi. s.r.l. - via dell Artigianato, 9-09122 Cagliari Tel. 070 / 2110311 - Fax 070

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

SPOT. Sistema Puglia per l Osservatorio Turistico

SPOT. Sistema Puglia per l Osservatorio Turistico SPOT Sistema Puglia per l Osservatorio Turistico Innovazione e semplificazione nella gestione delle informazioni turistiche Modalità Completa Manuale d uso del sistema Ver. 2.0 maggio 2014 Progetto Sistema

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. IMPLEMENTAZIONI RELEASE Versione 2016.1.0

Dettagli

HORIZON SQL MENU' FILE

HORIZON SQL MENU' FILE 1-1/9 HORIZON SQL MENU' FILE 1 MENU' FILE... 1-2 Considerazioni generali... 1-2 Funzioni sui file... 1-2 Apri... 1-3 Nuovo... 1-3 Chiudi... 1-4 Password sul file... 1-5 Impostazioni... 1-5 Configurazione

Dettagli

Stress-Lav. Guida all uso

Stress-Lav. Guida all uso Stress-Lav Guida all uso 1 Indice Presentazione... 3 I requisiti del sistema... 4 L'installazione del programma... 4 La protezione del programma... 4 Per iniziare... 5 Struttura delle schermate... 6 Password...

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB

MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB MANUALE PER CONSULTARE LA RASSEGNA STAMPA VIA WEB o RICERCA p3 Ricerca rapida Ricerca avanzata o ARTICOLI p5 Visualizza Modifica Elimina/Recupera Ordina o RUBRICHE p11 Visualizzazione Gestione rubriche

Dettagli

Questionario scuola - I e II Ciclo di istruzione Manuale di compilazione

Questionario scuola - I e II Ciclo di istruzione Manuale di compilazione - I e II Ciclo di istruzione Sommario Introduzione... 3 Comunicazione di invito alla compilazione del Questionario scuola on-line... 3 Prerequisiti per l accesso al Questionario scuola on-line.... 3 Come

Dettagli

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare.

Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. Gestione delle informazioni necessarie all attività di validazione degli studi di settore. Trasmissione degli esempi da valutare. E stato previsto l utilizzo di uno specifico prodotto informatico (denominato

Dettagli

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione

PARAMETRI 2012 P.I. 2011. Guida all installazione PARAMETRI 2012 P.I. 2011 Guida all installazione 1 INTRODUZIONE Il prodotto PARAMETRI 2012 consente di stimare i ricavi o compensi realizzabili da parte dei contribuenti esercenti attività d impresa o

Dettagli

Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli

Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli AxSync e AxSynClient Acquisizione Dati PDA Manuale di Installazione, Configurazione e Gestione Redatto da: Alfredo Scacchi Marco Vitulli Sommario Sommario 2 Introduzione 3 Requisiti 4 Hardware Consigliato

Dettagli

Manuale utente Revisione del 06/04/2010

Manuale utente Revisione del 06/04/2010 Manuale utente Revisione del 06/04/2010 Team Power s.r.l. v.le E. Garrone, 16/A Città Giardino 96010 Melilli tel./fax 0931.744575 0931.713517 www.teampower.it Introduzione Congratulazioni per la scelta

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 06 MAGGIO 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI

SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI SIFORM MANUALE PROGETTI FORMATIVI AVVIO ATTIVITA GESTIONE DIDATTICA GESTIONE OPERATIVA 1 Amministrazione...3 1.1 Profili utente...3 1.2 Profilazione...4 1.3 Utenti...5 2 Sezione Anagrafica delle Imprese...7

Dettagli

MODULO 5 BASI DI DATI

MODULO 5 BASI DI DATI MODULO 5 BASI DI DATI A cura degli alunni della VD 2005/06 del Liceo Scientifico G. Salvemini di Sorrento NA Supervisione prof. Ciro Chiaiese SOMMARIO 5.1 USARE L APPLICAZIONE... 3 5.1.1 Concetti fondamentali...

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB

LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB LA GESTIONE DELLE VISITE CLIENTI VIA WEB L applicazione realizzata ha lo scopo di consentire agli agenti l inserimento via web dei dati relativi alle visite effettuate alla clientela. I requisiti informatici

Dettagli

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software

Cos è GIOELCOTT. Modalità d uso del software Giornale Elettronico dei Lavori e Gestione delle Planimetrie con l uso di Coni Ottici GIOELAV + GIOELCOTT (Versione 2.0.0) Cos è GIOELAV? E una piattaforma software, residente in cloud, per la registrazione

Dettagli

Manuale Utente. Contents. Your journey, Our technology. 6. Come aggiornare le mappe 6. 1. Introduzione 2. 2. Installazione di Geosat Suite 2

Manuale Utente. Contents. Your journey, Our technology. 6. Come aggiornare le mappe 6. 1. Introduzione 2. 2. Installazione di Geosat Suite 2 Manuale Utente Contents 1. Introduzione 2 2. Installazione di Geosat Suite 2 3. Prima connessione 2 4. Operazioni Base 3 4.1 Come avviare la Suite 3 4.2 Come chiudere la Suite 4 4.3 Come cambiare la lingua

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici

Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici TMintercent-TMintercent-TMintercent-TMintercent Nuova Piattaforma Intercent-ER: manuali per gli Operatori Economici Guida alla registrazione e alle funzioni base Intercent-ER INTRODUZIONE 2 Sommario 1.

Dettagli

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni

UltraSMS. Introduzione. 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni UltraSMS Introduzione 1. Primo Avvio 1.1 Installazione 1.2 Impostazioni 2. Gestire Contatti 2.1 Inserire/modificare/cancellare un contatto 2.2 Importare i contatti da Outlook 2.3 Creare una lista di numeri

Dettagli

Guida Docenti. Gestione degli Appelli. Verbalizzazione degli esami online

Guida Docenti. Gestione degli Appelli. Verbalizzazione degli esami online Progetto ESSE3-VOL Guida Docenti Gestione degli Appelli e Verbalizzazione degli esami online Redatto da: Giorgio Gagliardi (KION Spa) Mariangela Lotito (KION Spa) Verificato da: Approvato da: Giorgio Gagliardi

Dettagli

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line

Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line Manuale per la compilazione dei Questionari di rilevazione Monitor440 Modalità On-line e Off-Line INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento SOFTWARE PER L ARCHIVIAZIONE ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA INDICE SOFTWARE PER

Dettagli

Guida operativa servizi online. Versione: 1.00 del 30/9/2011. ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag.

Guida operativa servizi online. Versione: 1.00 del 30/9/2011. ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag. Guida operativa servizi online Versione: 1.00 del 30/9/2011 ATHENA PORTAL Software Amministrazione Associazioni Sportive Dilettantistiche Pag. 1 INDICE PREMESSA... 3 SCOPO DEL MANUALE... 3 COS È ATHENAPORTAL...

Dettagli

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 5.2 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Base offre la possibilità di creare database strutturati in termini di oggetti, quali tabelle, formulari, ricerche e rapporti, di visualizzarli e utilizzarli in diverse modalità.

Dettagli

------------------------------------------------------------------------------------------------------------ MANUALE SOFTWARE LOCAZIONI

------------------------------------------------------------------------------------------------------------ MANUALE SOFTWARE LOCAZIONI MANUALE SOFTWARE LOCAZIONI 1. Introduzione... 2 2. Accesso al programma... 2 2.1. Menù principale... 3 3. Dati Fornitura... 3 3.1. Sezione - Dati Fornitura... 4 3.2. Sezione Soggetto richiedente la registrazione...

Dettagli

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS)

Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) 2015 Manuale LiveBox CLIENT DESKTOP (WINDOWS) LiveBox Srl non rilascia dichiarazioni o garanzie in merito al contenuto o uso di questa documentazione e declina qualsiasi garanzia espressa o implicita di

Dettagli

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE F24 ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 MODELLO F24 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Importazione dati da anno precedente 3 1.2 Inserimento di una nuova anagrafica

Dettagli

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.33. Pagina 1 di 48

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.33. Pagina 1 di 48 TUO HOTEL Manuale operativo Ver. 1.0.0.33 Pagina 1 di 48 SOMMARIO Il programma... 4 Accesso... 5 L interfaccia... 6 TABLEAU... 6 Calendario... 8 Principale... 9 Gestione Clienti... 10 Gestione agenzie...

Dettagli

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.31. Pagina 1 di 41

TUO HOTEL. Manuale operativo. Ver. 1.0.0.31. Pagina 1 di 41 TUO HOTEL Manuale operativo Ver. 1.0.0.31 Pagina 1 di 41 SOMMARIO Il programma... 3 Accesso... 4 L interfaccia... 5 TABLEAU... 5 Calendario... 7 Principale... 8 Gestione Clienti... 9 Gestione agenzie...

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

MANUALE D USO DEL SOFTWARE PROGETTI IFTS 2.3

MANUALE D USO DEL SOFTWARE PROGETTI IFTS 2.3 MANUALE D USO DEL SOFTWARE PROGETTI IFTS 2.3 Il Software Progetti IFTS 2.3 è la versione software del formulario per la presentazione dei progetti IFTS e contiene reinserito: - lo Standard Minimo delle

Dettagli

LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web

LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web LINEA UP Installazione aggiornamento da Dynet Web Versioni:...VB e.net Rel. Docum.to... 0112LUDY Alla cortese attenzione del Responsabile Software INDICE A) MODIFICA IMPOSTAZIONI DI PROTEZIONE CORRENTI...2

Dettagli