Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 DBMS ORACLE 9i

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32 I componenti del Database Server Oracle : Strutture di memoria Processi File fisici Directory principali: c:\oracle\admin\<nome database>\pfile c:\oracle\ora92\database c:\oracle\oradata\<nome database>

33 Strutture di memoria SGA Redo Log Buffer Cache Database Buffer Cache Shared Pool Large Pool Java Pool PGA

34

35 SGA Caratteristiche: Dimensionamento componenti dinamico in init.ora SGA_MAX_SIZE: estensione massima Componenti: DB BC: dati elaborati dal sistema RL BC: modifiche sul database Large Pool: dati per backup o restore Java Pool: dati per esecuzione codice java

36 Shared Pool Area: Data Dictionary: informazioni su utenti, tabelle, file, permessi; viene usato per i vari controlli. Library cache: Shared Sql Area: query lanciate sul DB e codice risultante; Pl/SQL: codice procedure e funzioni PL/SQL; Locks: informazioni sui lock per impedire conflitti. PGA: Caratteristiche: informazioni sui singoli processi (variabili, ecc.); non è condivisa.

37 Processi 1. DBWn (scrittore database) Attivazione: Esaurimento buffers liberi Checkpoint 2. LGWR (scrittore file log) Attivazione: Commit 1/3 Redo log buffer cache piena DBWn in scrittura Timeout ogni 3 secondi

38 3. Checkpoint trasferimento dati sui dischi update intestazioni CF e DF Nota: frequenti checkpoint minor tempo recovery 4. SMON (system monitor) recovery istanza dopo crash in base agli RLF pulizia segmenti temporanei 5. PMON (process monitor) pulizia risorse processi per anomalie rilascio locks

39 6. ARCn (archiver) copia RLF prima di riscrittura modalità ARCHIVELOG Processo utente: Programma applicativo (SQL*Plus, ) che gira sul server o sul client. Processo server: prende le richieste dal client, esegue i comandi e restituisce i dati all utente.

40 File fisici CF (CONTROL FILES): informazioni su DB (nome, dimensione e posizione dei file, ) RLF (REDO LOG FILES): comandi modifica DB, quindi ~backup DB DF (DATA FILES): dati DB

41 Control File: nome db DF: nome, path, stato (online/offline) RLF: nome, path informazioni stato archive nome tablespaces informazioni Checkpoint più recente Nota: Unico Control File Mirror Aggiornamento: Processo server per aggiunta Files CheckPoint ARCn

42 Redo Log Files: comandi di modifica database Aggiornamento: LGWn Nota: Garanzia coerenza dati in seguito a crash, possibilità di ricreazione del database

43 Crash & Recovery: Situazioni possibili in caso di crash: transazioni in corso, già applicate ai dati. transazioni in corso, NON ancora eseguite. transazioni completate, già applicate ai dati. transazioni completate, NON ancora eseguite. Recovery: riportare il DataBase nell ultimo stato coerente possibile ripristino transazioni committate al momento del crash annullamento transazioni NON committate al momento del crash

44 Archivelog: Modalità archiviazione degli RLF Attivazione (in qualunque momento) attivazione ARCn Noarchivelog (default): Sovrascrittura circolare degli RLF

45 Data Files: dati del DB Struttura: segment extent blocco

46 Tablespace: contenitore logico costituito da uno o più DF memorizzati anche su dischi diversi quota tablespace1 quota tablespace2 Utente quota tablespacen Schema

47 Tablespace Vantaggi: riduzione contese di accesso a disco (DF su dischi diversi). gestione quote per singolo utente gestione efficiente applicazioni che usano lo stesso database gestione operazioni di Back Up e Recovery per singolo tablespace

48 Tablespace Creazione: allocazione di un unico DF modalità: dictionary-managed: informazioni spaziali memorizzate nel DD modifiche accesso al DD locally-managed (default): informazioni spaziali memorizzate nell header di ogni DF mediante matrice di bit (ogni bit corrisponde a un blocco del DF e indica se è libero o meno) nessun aggiornamento sul DD prestazioni superiori

49 Data Dictionary: insieme di tabelle e viste contenenti informazioni su utenti, tabelle, privilegi, Viste di Sistema: query memorizzate nel DB, utili per ricavare informazioni sul DB poiché le tabelle interne (accessibili dagli amministratori) memorizzano i dati in formati di difficile interpretazione.

50 Viste principali: USER_ Contengono informazioni sugli oggetti di proprietà dell utente che lancia la query sulla vista. SQL> select * from user_tables; ALL_ Contengono informazioni sugli oggetti sui quali l utente che lancia la query ha accesso (o privilegi). SQL> select * from all_tables; DBA_ Contengono informazioni sugli oggetti di tutti gli utenti. Solo gli utenti privilegiati possono eseguire delle query sulle viste DBA_. Inoltre alcune di esse contengono informazioni sulle strutture del DB, come l elenco dei DF.

51 Esempio: - elenco di tutte le viste del DD: SQL> select * from DICTIONARY; - informazioni sul contenuto delle colonne: SQL> select * from DICT_COLUMNS;

52 Creazione del DB: DBCA comandi SQL Directory principali: C:\oracle\admin\ORCL\bdump C:\oracle\admin\ORCL\cdump C:\oracle\admin\ORCL\create C:\oracle\admin\ORCL\pfile C:\oracle\admin\ORCL\udump C:\oracle\database C:\oracle\oradata\ORCL

53 Creazione DB Variabili d ambiente: ORACLE_BASE indica la directory base dell installazione. Es: c:\oracle ORACLE_HOME indica la directory contenente il software, ed è relativa alla oracle_base. Es: ORACLE_HOME=%ORACLE_BASE%\ora92 risolto in ORACLE_HOME=c:\oracle\ora92 ORACLE_SID indica il nome dell istanza. DBNAME indica il nome del database

54 Creazione DB Utenti di default: SYS (default password: CHANGE_ON_INSTALL) proprietario di tutte le tabelle di sistema, compreso DD SYSTEM (default password: MANAGER) amministratore meno potente di SYS Ruoli: SYSOPER STARTUP e SHUTDOWN ALTER DATABASE [ OPEN / MOUNT ] ALTER DATABASE ARCHIVELOG RECOVER DATABASE CREATE SPFILE ecc.. SYSDBA tutti i privilegi inclusi in SYSOPER CREATE DATABASE ecc

55 Autenticazione: - tramite SO (credenziali di accesso al SO) - tramite username / password Stati DB: 1. CLOSED 2. NOMOUNT (creazione di un DB) 3. MOUNT (recovery, passaggio ad ARCHIVELOG, ) 4. OPEN (accesso consentito a utenti normali)

56 Avvio: - STARTUP: da Closed a Open - STARTUP NOMOUNT: da Closed a NoMount - STARTUP MOUNT: da Closed a Mount Passaggio di stato: SQL> alter database mount; (passaggio umount mount) SQL> alter database open; (passaggio mount open)

57 Arresto: - SHUTDOWN (impedimento di nuove connessioni e attesa disconnessione di tutti gli utenti) - SHUTDOWN IMMEDIATE (disconnessione immediata di tutti gli utenti, e chiusura del Database) - SHUTDOWN TRANSACTIONAL (impedimento nuove connessioni e attesa commit o rollback) - SHUTDOWN ABORT (in caso di mal funzionamento degli altri comandi di shutdown; implica recovery al prossimo avvio)

58 DATABASE TableSpace System TableSpace Users TableSpace. B B B B ext table 1 ext table 1 ext table 2 ext table 2 DataFile1 DataFile2 DataFileN ext table N ext table N

59 Riepilogo comandi SQL: - create table <nometabella> ( <colonna1> <tipo di dato> [primary key unique not null]... <colonnan> <tipo di dato> [primary key unique not null] [vincoli] ); vincoli: primary key (<colonna i>,, <colonna j>); foreign key (<colonna i>) references <tabella j> (<colonna k>); tipo di dato: char(size) stringa di caratteri di dimensione fissa, varchar2(size) stringa di caratteri di dimensione variabile, number, date,

60 Riepilogo comandi SQL: - insert into <tabella> [<colonna i,,colonna j>] values(<valore i,,valore j>); - update <tabella> set <colonna i> = <espressione i>,, <colonna j> = <espressione j> [ where <condizione> ] - delete from <tabella> [where <condizione>] - select [distinct] [<alias a k >.]<colonna i>,,[<alias a l >.]<colonna j> from <tabella 1>[alias a 1 >],, <tabella n>[alias a n >] [where <condizione>]

61 SQL*PLUS Ogni comando deve terminare con ; oppure con / ; Per uscire: exit oppure quit ; SQL buffer: l: elenca le linee memorizzate nel buffer; la corrente è identificata da * ; l<numero>: imposta la linea corrente alla linea <numero>; c/<vecchia stringa>/<nuova stringa>: rimpiazza la prima occorrenza della vecchia stringa con la nuova nel buffer; r: esegue il contenuto corrente del buffer.

62 Comandi vari: desc <nome tabella>: elenca la struttura di una tabella; spool <nome file>: memorizza su un file il contenuto dello schermo dal momento della chiamata; percorso del file:c:\oracle\ora92\bin spool file>: richiama i comandi salvati nel file <nome file>.sql; copy: Es: copy from scott/tiger create prova using select * from prova1;

63 COMANDO ( at ) Esegue lo specifico file di istruzioni indicato nel path / ( slash ) Esegue il comando SQL o il blocco PL/SQL precedentemente stilato ACC[EPT] Legge una riga di input e la memorizza in una variabile A[PPEND] Aggiunge uno specifico testo alla fine della riga corrente nel buffer ATTRIBUTE Specifica la caratteristica per un dato attributo della colonna di Tipo Oggetto e lista la corrente caratteristica per un singolo attributo o per tutti gli attributi BRE[AK] Specifica come e dove verranno formattati i cambiamenti in un report BTI[TLE] Posiziona e formatta uno specifico titolo in fondo ad ogni pagina di report o lista la corrente definizione di BTITLE. C[HANGE] Cambia il testo nella corrente linea del buffer CL[EAR] Resetta o cancella il corrente valore COL[UMN] Visualizza le caratteristiche di una data colonna COMP[UTE] Calcola e stampa il totale delle linee, usando diversi standard di calcolo, su un raggruppamento di righe selezionate CONN[ECT] Connette un dato utente al database COPY Copia i dati da una query in una tabella di database locale o remoto DE[FINE] Definisce una variabile o lista il valore e il tipo di dato di una variabile DEL Cancella una o più righe nel buffer DESC[RIBE] Lista le specifiche di una tavola, vista o sinonimo o le specifiche di una procedura o funzione

64 Il comando column <nome colonna> <opzione 1> <opzione 2> viene usato per formattare le colonne del risultato di una query. Le opzioni più frequentemente usate sono: format A<n> Per dati alfanumerici, questa opzione imposta la lunghezza del <nome colonna> a <n>. Per colonne che hanno tipi di dati number, il comando format può essere utilizzato per specificare il formato prima e dopo il punto decimale. Per esempio, format 99, specifica che se il valore ha più di tre cifre prima del punto decimale,le cifre verranno separate da una virgola, e solo due cifre vengono visualizzate dopo il punto decimale. heading <testo> rinomina <nome colonna> e gli dà una nuova intestazione. null <testo> viene usato per specificare l output dei valori null (tipicamente, i valori null non sono visualizzati). column <nome colonna> clear cancella la definizione del formato per <nome colonna>. Il comando set linesize <numero> può essere usato per impostare la massima lunghezza di una singola linea che può essere visualizzata a schermo. Set pagesize <numero> imposta il numero totale di linee che SQL*Plus visualizza prima di visualizzare nuovamente i nomi di colonna e le intestazioni, rispettivamente, delle righe selezionate.

Introduzione a Oracle 9i

Introduzione a Oracle 9i Introduzione a Oracle 9i Ing. Vincenzo Moscato - Overview sull architettura del DBMS Oracle 9i L architettura di Oracle 9i si basa sul classico paradigma di comunicazione client-server, in cui sono presenti

Dettagli

Le risposte alle domande a fine capitolo

Le risposte alle domande a fine capitolo Appendice A Le risposte alle domande a fine capitolo Capitolo 1 ORACLE: LA SOCIETÀ E IL SOFTWARE 1. Oracle è stata fondata da Larry Ellison, Bob Miner e. D. Ed Oates 2. In quale anno Oracle ha fornito

Dettagli

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf Il sistema IBM DB2 Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf IBM DB2 Il DBMS relazionale IBM DB2 è il prodotto di punta dell IBM per la gestione di basi di dati relazionali

Dettagli

Introduzione ad Oracle da http://escher07.altervista.org

Introduzione ad Oracle da http://escher07.altervista.org Introduzione ad Oracle da http://escher07.altervista.org Generalità Oracle è database più diffuso al mondo specie nella cosiddetta fascia alta, ovvero come database o datawarehouse server in sistemi gestionali

Dettagli

Welcome to Oracle 12c

Welcome to Oracle 12c Massimo Ruocchio Welcome to Oracle 12c Corso introduttivo al Database Oracle Architettura SQL PL/SQL C come Cloud http://oracleitalia.wordpress.com ISBN 978-1-291-82092-8 Copyright 2011-2014 di Massimo

Dettagli

Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1.

Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1. Indice INTRODUZIONE XI Capitolo 1 Oracle: la società e il software 1 1.1 Terminologia 1 1.2 Oracle Corporation: la storia 2 1.3 L offerta corrente 12 1.4 Domande 13 Capitolo 2 I servizi Oracle 15 2.1 Terminologia

Dettagli

Implementazione in Oracle di un semplice progetto

Implementazione in Oracle di un semplice progetto Oracle e SQL Implementazione in Oracle di un semplice progetto Operazioni preliminari La versione del DBMS Oracle a cui si farà riferimento di qui in seguito è la 10g Express Edition, liberamente scaricabile

Dettagli

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari

Il DBMS Oracle. Express Edition. Donatella Gubiani e Angelo Montanari Gubiani & Montanari Il DBMS Oracle 1 Il DBMS Oracle Express Edition Donatella Gubiani e Angelo Montanari Il DBMS Oracle Il DBMS Oracle Oracle 10g Express Edition Il DBMS Oracle (nelle sue versioni più

Dettagli

DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB)

DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB) Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DB2Presentazione2009.pdf Sistemi Informativi L-A DB2 Universal

Dettagli

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database

Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database Introduzione Al giorno d oggi, i sistemi per la gestione di database implementano un linguaggio standard chiamato SQL (Structured Query Language). Fra le altre cose, il linguaggio SQL consente di prelevare,

Dettagli

Laboratorio avanzato di Basi di Dati AA 2003-2004

Laboratorio avanzato di Basi di Dati AA 2003-2004 Laboratorio avanzato di Basi di Dati AA 2003-2004 Dr. Carlo Masera Dr.ssa Giovanna Petrone Obiettivi del corso studiare le principali funzionalità di uno strumento reale e di ampia diffusione per la gestione

Dettagli

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language)

Indice Introduzione Elementi di base dei database Il linguaggio SQL (Structured Query Language) Indice Introduzione XI Capitolo 1 Elementi di base dei database 1 1.1 Che cos è un database 1 1.2 L architettura di Oracle Database 10g 3 Progetto 1.1 L architettura di Oracle Database 10g 8 1.3 I tipi

Dettagli

Oracle 11g Enterprise. A cura del docente Giuliano Pellegrini Parisi - 2009

Oracle 11g Enterprise. A cura del docente Giuliano Pellegrini Parisi - 2009 Oracle 11g Enterprise A cura del docente Giuliano Pellegrini Parisi - 2009 Copyright e diritti d autore Oracle è un marchio registrato di Oracle Corporation e/o filiali Copyright 1995-2009. Tutti i diritti

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Indice. Introduzione PARTE PRIMA L ARCHITETTURA DEI DATABASE 1

Indice. Introduzione PARTE PRIMA L ARCHITETTURA DEI DATABASE 1 Indice Introduzione XI PARTE PRIMA L ARCHITETTURA DEI DATABASE 1 Capitolo 1 Introduzione all architettura di Oracle 3 1.1 I database e le istanze 3 1.2 Installazione del software 9 1.3 Creazione di un

Dettagli

Oracle 8i è una soluzione integrata e completa per lo sviluppo di applicazione di gestioni di dati in rete. relazioni e tipi di dati astratti.

Oracle 8i è una soluzione integrata e completa per lo sviluppo di applicazione di gestioni di dati in rete. relazioni e tipi di dati astratti. ORACLE 8i 8i è una soluzione integrata e completa per lo sviluppo di applicazione di gestioni di dati in rete. l DBMS ORACLE 8i DBMS relazionale a oggetti: permette di creare database contenenti relazioni

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Introduzione a Oracle

Introduzione a Oracle Introduzione a Oracle Prof. Matteo Golfarelli Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Per approfondimenti: ORACLE 11g Rel. 2 - Concepts 1 I DBMS (richiami) Un DBMS (Data Base Management System) è

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

2104 volume III Programmazione

2104 volume III Programmazione 2103 SQLite Capitolo 77 77.1 Utilizzo generale................................. 2104 77.1.1 Utilizzo di sqlite3».......................... 2104 77.1.2 Copie di sicurezza............................ 2106

Dettagli

Architettura MySQL. E Motori MySQL

Architettura MySQL. E Motori MySQL E Motori MySQL Caratteristiche Differente dagli altri DBMS Non perfetta Ma flessibile Gestisce DataWarehouses, OLTP, ecc. Architettura delle Storage Engine Separa il query processing dai task di memorizzazione

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL Structured Query Language SQL è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali Il linguaggio

Dettagli

Panoramica Oracle. Struttura fisica

Panoramica Oracle. Struttura fisica Panoramica Oracle Oracle è il leader di mercato in ambito di RDBMS di fascia alta, ed è un prodotto commerciale non open source. E disponibile su varie piattaforme (fra cui Linux e Windows e MAC ed è ottimizzato

Dettagli

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System

Sistemi Operativi. Organizzazione logica ed implementazione di un File System Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Organizzazione logica ed implementazione di un File

Dettagli

DESIGNAZIONE: Rappresenta una relazione tra due entità di tipo 1 ad M. Esempio tipico è : REPARTO ------- IMPIEGATO

DESIGNAZIONE: Rappresenta una relazione tra due entità di tipo 1 ad M. Esempio tipico è : REPARTO ------- IMPIEGATO DESIGNAZIONE: Rappresenta una relazione tra due entità di tipo 1 ad M. Esempio tipico è : REPARTO ------- IMPIEGATO (designata) (designante) Viene rappresentata inserendo, nella tabella dell entità designante,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Utilizzare il FireSoft. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Utilizzare il FireSoft. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Utilizzare il FireSoft Admin Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il FireSoft NET Admin... 4 Verificare la connessione al database.... 4 Svuotare i log... 5 Compatta

Dettagli

Basi di dati e sistemi informativi I

Basi di dati e sistemi informativi I Basi di dati e sistemi informativi I mod. laboratorio Alessandro De Luca Università degli Studi di Napoli Federico II Lezione, 11 marzo 2015 Soluzione 1, creazione CREATE TABLE Impiegato ( Cod NUMBER(4),

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL SQL (Structured Query Language) è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali. Sono stati proposti

Dettagli

APPENDICE. Procedure in SQL (1)

APPENDICE. Procedure in SQL (1) APPENDICE Procedure in SQL Transazioni in SQL Embedded SQL Remote Procedure Call Appendice 1 Procedure in SQL (1) Standard SQL2 permette di definire procedure, associate a singoli comandi SQL, memorizzate

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

Architettura di storage

Architettura di storage Architettura di storage Architettura di storage 27/11/08 /home/scotty/enrico/corso web/finale/architettura/arch1.odp page 1 Architettura di storage Cluster Databases Tabelle Indici Blocchi 27/11/08 /home/scotty/enrico/corso

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati

Informatica Generale Andrea Corradini. 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Informatica Generale Andrea Corradini 19 - Sistemi di Gestione delle Basi di Dati Sommario Concetti base di Basi di Dati Il modello relazionale Relazioni e operazioni su relazioni Il linguaggio SQL Integrità

Dettagli

8 Tecniche di recovery

8 Tecniche di recovery 8 Tecniche di recovery Se viene sottomessa una transazione T, o tutte le operazioni di T sono completate ed il loro effetto è registrato permanentemente nel DB, o T non ha nessun effetto né sul DB né su

Dettagli

Strumenti Software per Esercitazioni (ambiente Windows) Basi di Dati L LS Ing. Gestionale

Strumenti Software per Esercitazioni (ambiente Windows) Basi di Dati L LS Ing. Gestionale Strumenti Software per Esercitazioni (ambiente Windows) Basi di Dati L LS Ing. Gestionale Installazione EasyPHP Scaricare e lanciare easyphp1-8_setup.exe (es. dalla pagina della didattica su http://www-db.deis.unibo.it/~fgrandi)

Dettagli

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date;

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date; CREAZIONE STRUTTURA DI UNA TABELLA by Marinsalta Fausto CREATE TABLE Personale Matricola char(5), Cognome char(30), Nome char(20), Codfis char(16) not null, Assunzione date, Filiale smallint, Funzione

Dettagli

Esercitazione: Il DBMS MySQL

Esercitazione: Il DBMS MySQL Laurea in Ingegneria Informatica SAPIENZA Università di Roma Insegnamento di Basi di Dati Esercitazione: Il DBMS MySQL Marco Console Aspetti Organizzativi Marco Console Sito: www.dis.uniroma1.it/~console

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI

PROGRAMMA DI CLASSE 5AI Istituto di Istruzione Superiore Euganeo Istituto tecnico del settore tecnologico Istituto professionale del settore servizi socio-sanitari Istituto professionale del settore industria e artigianato PROGRAMMA

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

Esercitazione 1. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.2.DDLDMLbase.pdf

Esercitazione 1. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.2.DDLDMLbase.pdf Esercitazione 1 SQL: DDL e DML di base Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.2.DDLDMLbase.pdf Prime cose da fare Fare login sul PC usando lo username di Facoltà Procedura descritta qui: http://ccib.ing.unibo.it/content/account

Dettagli

Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione I Release 2

Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione I Release 2 Oracle University Contact Us: 800 672 253 Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione I Release 2 Duration: 5 Days What you will learn Agli utenti che desiderano diventare professionisti Oracle viene

Dettagli

Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF

Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF SPARC-CS-12/001 20 Gennaio 2012 Backup e Restore di un database PostgreSQL Sandro Fioravanti INFN-LNF Abstract Vengono descritte le procedure di backup e restore dei dati memorizzati in un database di

Dettagli

Esercitazione 01: DDL e DML di base

Esercitazione 01: DDL e DML di base Esercitazione 01: DDL e DML di base Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: Esercitazione01.pdf Sistemi Informativi L-A Prima di iniziare

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

Esercitazioni di Basi di Dati

Esercitazioni di Basi di Dati Esercitazioni di Basi di Dati A.A. 2008-09 Dispense del corso Utilizzo base di pgadmin III Lorenzo Sarti sarti@dii.unisi.it PgAdmin III PgAdmin III è un sistema di progettazione e gestione grafica di database

Dettagli

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com

MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com MySQL Controllare gli accessi alla base di dati A cura di Silvio Bonechi per http://www.pctrio.com 15.03.2006 Ver. 1.0 Scarica la versione pdf ( MBytes) Nessuno si spaventi! Non voglio fare né un manuale

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico

Dettagli

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array...

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array... Prefazione...xiii A chi si rivolge il libro... xiv Struttura e contenuti del libro... xiv Dove trovare aiuto... xvii Le newsletter di SitePoint... xviii I vostri commenti... xviii Convenzioni adottate

Dettagli

Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione II Release 2

Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione II Release 2 Oracle University Contact Us: 800 672 253 Oracle Database 11g: Workshop di amministrazione II Release 2 Duration: 5 Days What you will learn Questo corso va oltre le attività di base descritte per il database

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi Stefania Marrara Elisa Quintarelli Lezione 1 2 ore a.a 2004/05 Preparazione Accesso all area condivisa Start -> Programs ->MySQL

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER

I comandi del linguaggio DDL (Data Definition Language): CREATE E ALTER Caratteristiche generali del linguaggio SQL Il linguaggio SQL è il linguaggio usato per la gestione dei database relazionali, cioè dei database creati con un DBMS di tipo relazionale. Esso nacque nella

Dettagli

Oracle PL/SQL. Motivazioni

Oracle PL/SQL. Motivazioni Oracle PLSQL Motivazioni Supponiamo che nella gestione del database Azienda ci venga chiesto di apportare le modifiche necessarie a far sì che ad ogni impiegato possa essere assegnato, alla fine di ogni

Dettagli

Definizione di domini

Definizione di domini Definizione di domini Come nei linguaggi ad alto livello (es. C) è possibile definire nuovi domini (tipi di dati) a partire da quelli predefiniti, anche se il costruttore è più limitato. create domain

Dettagli

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL I tipi di dato in SQL:1999 si suddividono in tipi predefiniti tipi strutturati tipi user-defined ci concentreremo sui tipi predefiniti i tipi predefiniti sono suddivisi

Dettagli

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL il linguaggio SQL è un linguaggio per la definizione e la manipolazione dei dati, sviluppato originariamente presso il laboratorio IBM a San Jose (California) è diventato

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione SQL DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione! Linguaggio di definizione dati (Data-definition language, DDL):! Crea/distrugge/modifica relazioni

Dettagli

Data Base. Master "Bio Info" Reti e Basi di Dati Lezione 6

Data Base. Master Bio Info Reti e Basi di Dati Lezione 6 Data Base 1 Sommario I concetti fondamentali. Database Relazionale.. Query e SQL MySql, Creazione di un db in MySQL con PHPmyAdmin Creazione database e delle Tabelle Query Inserimento Ricerca Modifica

Dettagli

Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino. Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino

Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino. Riccardo Dutto, Paolo Garza Politecnico di Torino Integration Services Project SQL Server 2005 Integration Services Permette di gestire tutti i processi di ETL Basato sui progetti di Business Intelligence di tipo Integration services Project SQL Server

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Giovanna Rosone 04/03/2010. 04/03/2010 SQL, Istruzioni per la modifica dello schema

Giovanna Rosone 04/03/2010. 04/03/2010 SQL, Istruzioni per la modifica dello schema Giovanna Rosone 04/03/2010 04/03/2010 SQL, Istruzioni per la modifica dello schema 1 Riepilogo Impiegato Pagamenti Nome colonna PAG_COD PAG_MATR Tipo dati CHAR(6) CHAR(6) Nome colonna Tipo dati PAG_STIPENDIO

Dettagli

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza

Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza (ITALIANO) Software Gestionale Professionale Specifico per Comuni Realizzato da: Ing. Francesco Cacozza Indice Introduzione e requisiti tecnici 3 Installazione 5 Menu principale 6 Gestione 7 Dati Societari

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende.

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende. Programma 30 set 205 Installazione Macchina Virtuale Introduzione alla BI nelle Aziende Introduzione SQL Macchina Virtuale È un emulazione di un computer su un altro computer Stesso punto di partenza per

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

Compilazione rapporto di Audit in remoto

Compilazione rapporto di Audit in remoto Compilazione rapporto di Audit in remoto Installazione e manuale utente CSI S.p.A. V.le Lombardia 20-20021 Bollate (MI) Tel. 02.383301 Fax 02.3503940 E-mail: info@csi-spa.com Rev. 1.1 23/07/09 Indice Indice...

Dettagli

Standard di Installazione Oracle per Sistemi Sicraweb Documentazione Tecnica

Standard di Installazione Oracle per Sistemi Sicraweb Documentazione Tecnica Documentazione tecnica Standard di Installazione Oracle per Sistemi Sicraweb Informazioni Preliminari Tipo di documento: Redatto da: Informazioni del Documento Standard di Installazione Oracle per Sistemi

Dettagli

Oracle9i. Sono le dieci di sera, state impazzendo sul database. Indietro nel tempo con. Flashback Query

Oracle9i. Sono le dieci di sera, state impazzendo sul database. Indietro nel tempo con. Flashback Query Nella versione 9i del database più diffuso al mondo sono state aggiunte molte nuove funzionalità, una di queste consente di visualizzare i dati com erano in un determinato istante del passato Indietro

Dettagli

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Roccatello Ing. Eduard L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Agenda Presentazione docente Definizione calendario Questionario pre corso

Dettagli

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica

Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Istituto di Istruzione Superiore Alessandrini - Marino 1 Esercitazione di riepilogo sulle Query MySQL Giugno 2011 Classe VB Informatica Descrizione Un azienda commerciale che vende prodotti IT (computers,

Dettagli

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. Implementazione del File System. Struttura del File System. Implementazione

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. Implementazione del File System. Struttura del File System. Implementazione IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM 9.1 Implementazione del File System Struttura del File System Implementazione Implementazione delle Directory Metodi di Allocazione Gestione dello spazio libero Efficienza

Dettagli

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. D. Talia - UNICAL. Sistemi Operativi 9.1

Sistemi Operativi IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM. D. Talia - UNICAL. Sistemi Operativi 9.1 IMPLEMENTAZIONE DEL FILE SYSTEM 9.1 Implementazione del File System Struttura del File System Implementazione Implementazione delle Directory Metodi di Allocazione Gestione dello spazio libero Efficienza

Dettagli

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28

Indice. 1.13 Configurazione di PHP 26 1.14 Test dell ambiente di sviluppo 28 Indice 25 184 Introduzione XI Capitolo 1 Impostazione dell ambiente di sviluppo 2 1.1 Introduzione ai siti Web dinamici 2 1.2 Impostazione dell ambiente di sviluppo 4 1.3 Scaricamento di Apache 6 1.4 Installazione

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov.

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Appunti di MySql Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Indice generale avviare la shell mysql...2 comandi SQL per la gestione del database (DDL)...2 visualizzare l'elenco

Dettagli

PROGRAMMI ACCESSORI A CORREDO CON EUREKA

PROGRAMMI ACCESSORI A CORREDO CON EUREKA PROGRAMMI ACCESSORI A CORREDO CON EUREKA Oltre al programma di gestione EUREKA contenuto nel CD di installazione, altri software complementari vengono installati quando si installa il programma EUREKA.

Dettagli

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER

DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER DATABASE IN RETE E PROGRAMMAZIONE LATO SERVER L architettura CLIENT SERVER è l architettura standard dei sistemi di rete, dove i computer detti SERVER forniscono servizi, e computer detti CLIENT, richiedono

Dettagli

The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015. L'Antipasto 11 Marzo

The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015. L'Antipasto 11 Marzo The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015 L'Antipasto 11 Marzo Riepilogo della puntata precedente ##################### Avviamo la macchina virtuale #####################

Dettagli

PHP e Structured Query Language

PHP e Structured Query Language Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale PHP e Structured Query Language Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 Interrogazioni (ripasso)

Dettagli

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database

PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database PL/SQL Uso di un linguaggio procedurale per un database Roberto Basili Corso di Basi Di Dati 1 a.a. 2000-2001 Abstract Questa breve dispensa descrive piu etesamente i contenuti della esercitazione del

Dettagli

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g

Sommario. Oracle Database 10g (laboratorio) Grid computing. Oracle Database 10g. Concetti. Installazione Oracle Database 10g Sommario Oracle Database 10g (laboratorio) Dr. Daniele Barone Dr. Simone Grega 1 2 Oracle Database 10g Offre alte qualità del servizio: Performance; Scalabilità; Sicurezza; Affidabilità. Gestione autonoma

Dettagli

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati

Che cos è un DBMS? Capitolo 1. Perché usare un DBMS? DBMS. Descrizioni dei dati nei DBMS. Modelli di dati Che cos è un DBMS? Capitolo 1 Introduzione ai sistemi di basi di dati Una collezione integrata molto grande di dati Modella organizzazioni del mondo reale Entità (ad esempio studenti, corsi) Relazioni

Dettagli

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query

Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL. Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Costruzione di Sit Web con PHP e MySQL Lezione 7 - Esercitazione - Introduzione a MySQL: le tabelle, i tpi di dato, le query Esercitazione In questa lezione si farà insieme una seconda esercitazione che

Dettagli

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump.

La parte client è invece un programma che si chiama mysql. Gli altri eseguibili (client) fondamentali sono mysqladmin, mysqldump. Panoramica MySQL MySQL è un RDBMS free ed open source, nativo dell ambiente Linux ma disponibile anche su piattaforme Windows e MAC OS. E stato pensato come prodotto leggero come contenitore di dati a

Dettagli

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 GESTIONE DEL SISTEMA EASYMIX CONNECT E RELATIVO AGGIORNAMENTO MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 Sommario LAUNCH MANAGEMENT TOOL...3 APPLICATION UPDATE...4 MODULO SYSTEM MANAGEMENT...5 LINGUA... 6 DATE

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

MySQL Adoption. Esperienze in ambienti mission-critical. Emilio Scalise, Senior System Engineer, Babel MySQL Tech Tour 18/02/2014

MySQL Adoption. Esperienze in ambienti mission-critical. Emilio Scalise, Senior System Engineer, Babel MySQL Tech Tour 18/02/2014 MySQL Adoption Esperienze in ambienti mission-critical Emilio Scalise, Senior System Engineer, Babel MySQL Tech Tour 18/02/2014 Babel una business unit di Par-Tec S.p.A. - P.zza S. Benedetto da Norcia

Dettagli

Oracle - PL/SQL. Oracle: Prodotti

Oracle - PL/SQL. Oracle: Prodotti Oracle - PL/SQL Introduzione ad Oracle PL/SQL: Elementi di base Tecniche di programmazione uso delle variabili uso dei cursori uso delle funzioni/procedure I/O Oracle: Prodotti SQL*Plus - Interprete di

Dettagli

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente

v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente v. 1.0-7-11-2007 Mistral ArchiWeb 2.0 Manuale utente Sommario 1. INTRODUZIONE...3 2. DESCRIZIONE FUNZIONALITÀ...3 2.1. LOGIN...3 2.2. SCHEDA ARCHIVIO...3 2.3. GESTIONE ARCHIVI...4 2.3.1 Creazione nuovo

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi

Il linguaggio SQL: le basi Il linguaggio SQL: le basi Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Sistemi Informativi L-A SQL: caratteristiche generali

Dettagli

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle Linguaggio SQL: fondamenti Creazione di una tabella Modifica della struttura di una tabella Cancellazione di una tabella Dizionario dei dati Integrità dei dati 2 2007 Politecnico di Torino 1 Creazione

Dettagli

SQL. Storia e standard

SQL. Storia e standard SQL Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 1 Storia e standard Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 2 SQL-2 È ricco e complesso e nessun sistema commerciale lo implementa in maniera completa Sono definiti 3 livelli

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

SOSEBI PAPERMAP2 MODULO WEB MANUALE DELL UTENTE

SOSEBI PAPERMAP2 MODULO WEB MANUALE DELL UTENTE SOSEBI PAPERMAP2 MODULO WEB MANUALE DELL UTENTE S O. S E. B I. P R O D O T T I E S E R V I Z I P E R I B E N I C U L T U R A L I So.Se.Bi. s.r.l. - via dell Artigianato, 9-09122 Cagliari Tel. 070 / 2110311

Dettagli

TEORIA sulle BASI DI DATI

TEORIA sulle BASI DI DATI TEORIA sulle BASI DI DATI A cura del Prof. Enea Ferri Cos è un DATA BASE E un insieme di archivi legati tra loro da relazioni. Vengono memorizzati su memorie di massa come un unico insieme, e possono essere

Dettagli

Manuale utente Volta Control

Manuale utente Volta Control Manuale utente Volta Control www.satellitevolta.com 1 www.satellitevolta.com 2 Volta Control è un tool che permette la progettazione, l implementazione e la gestione di database Cassandra tramite interfaccia

Dettagli