GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ELABORAZIONE E DI GESTIONE DI ALCUNI SISTEMI INFORMATIVI CIG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ELABORAZIONE E DI GESTIONE DI ALCUNI SISTEMI INFORMATIVI CIG 2489158628"

Transcript

1 GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI ELABORAZIONE E DI GESTIONE DI ALCUNI SISTEMI INFORMATIVI CIG CAPITOLATO D APPALTO NORME TECNICHE 1

2 Indice Richiesta Offerta 1 PREMESSA, DEFINIZIONI E CONTESTO ORGANIZZATIVO AMBIENTE DI RIFERIMENTO Architettura Software Architettura Hardware Ambiente e strumenti di sviluppo Communication Integrazione con l ambiente esistente GLOSSARIO 5 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO RICHIESTO 7 3 DETTAGLIO DEI SERVIZI RICHIESTI CAPACITÀ ELABORATIVA E STORAGE DI BASE SERVIZI DI GESTIONE 8 4 INDICATORI DI QUALITÀ E LIVELLI DI SERVIZIO ORARI DEL SERVIZIO: LIVELLI DI SERVIZIO 11 5 MONITORAGGIO 15 6 PENALI 15 2

3 1 PREMESSA, DEFINIZIONI E CONTESTO ORGANIZZATIVO Il presente Capitolato Norme tecniche descrive e regolamenta i Servizi di elaborazione e di gestione di alcuni sistemi informativi erogati da INVA a favore dei propri clienti istituzionali. I servizi richiesti sono rivolti a sistemi originariamente sviluppati in ambiente CICS/VSE e successivamente oggetto di re-hosting in ambiente UNIX/AIX su piattaforma applicativa CLERITY (ex SUN); in particolare si evidenziano le seguenti principali applicazioni : Sistema di gestione del bilancio e delle finanze; Sistema di gestione delle provvidenze agli Invalidi Civili; Sistema informativo zootecnico regionale Sistema di gestione del fascicolo delle aziende agricole valdostane Sistema di consultazione dei carburanti in esenzione fiscale. A titolo puramente indicativo, si sono di seguito riportate le specifiche generali dell attuale piattaforma tecnologica, con particolare riferimento all architettura software e a quella hardware attualmente utilizzate. 1.1 Ambiente di riferimento Architettura Software L ambiente di riferimento è composto da una suite di prodotti software commercializzati e distribuiti da CLERITY. La soluzione riproduce in ambiente Unix le funzionalità offerte su Mainframe dal TP monitor CICS e da file system di tipo VSAM. Ha due componenti fondamentali: 1. Mainframe Transaction Processing (MTP); 2. Mainframe Batch Manager (MBM). Il primo è il Transaction Manager e supporta le principali API CICS: file control, terminal control, basic mapping support (BMS), interval control, program control, storage control, transient data control, temporary storage control, recovery and debugging, built-in function, exceptional conditions e ECI EPI e IIOP, rendendo portabile la maggior parte dei programmi COBOL-CICS. Il secondo è un sottosistema batch che offre funzionalità e meccanismi di base per la gestione e la schedulazione dei programmi batch supportando concetti di classe, attività, conditional execution priorità ed accounting. L ambiente di sviluppo con le funzionalità di debug e problem determination utilizza l ambiente MICROFOCUS COBOL e ANIMATOR Architettura Hardware L architettura Hardware, portata a riferimento è mutuata su piattaforme IBM (AIX). 3

4 Questa configurazione è oggi in grado di sostenere agevolmente il carico relativo all'intera applicazione nonché di ospitare eventuali altre istanze di database ORACLE. Cluster di Produzione: 2 cpu 1200 MHZ, 4 gigabyte di RAM Test e sviluppo 1 cpu 1050 MHZ, 2 gigabyte RAM Storage 430 Gigabyte lordi, 2 controller 2 gigabyte di cache Gli ambienti di test e sviluppo vengono ospitati in un sistema separato da quello di produzione. L'ambiente di produzione è costituito da una architettura cluster composta da una coppia di sistemi configurati con 2 cpu e 4 Gb di memoria. Ciascun singolo nodo del cluster di produzione così configurato è in grado di erogare oltre 50 MIPS di tipo mainframe. Entrambi i nodi del cluster sono attivi e possono ospitare rispettivamente le applicazioni migrate e le relative base dati. Dal momento che ciascuno dei sistemi può ospitare sino a 4 cpu, ogni singolo nodo può raddoppiare la potenza con la semplice aggiunta di cpu e raggiungere in questo caso, nella sua complessità (entrambi i nodi), una potenza di oltre 800 MIPS. Inoltre in ogni momento è possibile aggiungere nodi al cluster definito. Gli ambienti di test e sviluppo sono ospitati da un sistema con una cpu e 2Gb di memoria. La soluzione identificata è compatibile con gli standard relativi alla Storage Area Network (SAN) e fornisce sottosistemi ad alte prestazioni e collegabili con fibra ottica. La scelta prevede l'utilizzo di sottosistemi dischi modulari che consentono di fornire tutti i requisiti di affidabilità e performance fornite dall'ambiente di partenza (cache di elevata dimensione e funzionalità RAID hardware). L'espandibilità di questa soluzione è garantita dall'inserimento di nuovi moduli (cabinet) con le stesse caratteristiche di quelli di partenza. Questa soluzione è caratterizzata da una notevole flessibilità, da alte prestazioni ed affidabilità nonché dalla modularità delle eventuali espansioni. Il sistema ospita 6 dischi da 73 gigabyte per uno spazio lordo di circa 438 Gigabyte e può raddoppiare lo spazio disco semplicemente aggiungendo dischi all'interno del cabinet (sino a 12). E' possibile espandere ulteriormente lo spazio disco aggiungendo ulteriori cabinet collegati in cascata tramite fibre ottiche (sino a 8). Essi sfruttano i due controller del cabinet preesistente per uno spazio totale di altre 4 terabyte. La configurazione degli ambienti proposti è descritta nella tabella seguente. 4

5 Cluster di produzione CPU totali Slot PCI RAM totale 2 X 1200 Mhz 6 4 GB 2 X 1200 Mhz 6 4 GB Test e sviluppo CPU totali Slot PCI RAM totale Dischi interni 1 x 1050 Mhz 3 2 GB 2X36 GB Ambiente e strumenti di sviluppo L ambiente di sviluppo è costituito dalla suite COBOL MICROFOCUS. ANIMATOR è l ambiente grafico interattivo di debugging del Workbench per il codice sorgente dei programmi che consente di modificare e testare le applicazioni in modalità grafica. Per le applicazioni online è disponibile, come peraltro in ambiente CICS-ESA-VSE, la transazione CEDF per il debug delle applicazioni all interno del transaction manager. E disponibile un versione di Cobol MICROFOCUS, NET EXPRESS che gira in ambiente Microsoft, che permetterebbe il decentramento dell attività di sviluppo, edit compilazioni e unit test. Per quanto riguarda il versioning e/o il change management sono disponibili le utilities standard Unix SCCS o RCS. Quest ultima, il cui acronimo stà per Revision Control System e una suite di comandi per il controllo di versione e di tracking Communication Sono presenti due tipologie di connessioni remote: SNA 3270 (Emulazione SNA via Microsoft SNA Server) WEB 3270 (Rumba Web to Host ) L infrastruttura di comunicazione tra il Fornitore e INVA è a totale carico del Fornitore Integrazione con l ambiente esistente Un aspetto molto importante riguarda l integrazione con l ambiente preesistente; la soluzione adottata prevede, infatti, di poter continuare ad utilizzare alcune funzioni tipicamente disponibili per Main Frame, in particolare CICS transaction gateway. 1.2 Glossario Aggiudicatario o Fornitore: si intende l Impresa o R.T.I. o Consorzio aggiudicatario del servizio; 5

6 Richiesta Offerta Produttore: si intende l Impresa che ha prodotto il dispositivo oggetto del servizio; Asset: si intendono le apparecchiature o dispositivi informatici contrassegnati da un codice univoco identificativo; Incidente: è la qualificazione di una richiesta utente relativa alla sostituzione di un consumabile e/o è la qualificazione di una richiesta utente dovuta al mancato funzionamento parziale o totale delle apparecchiature, causato da un guasto (hardware o software) alle componenti delle stesse; Manutenzione ordinaria: per manutenzione ordinaria si intende la diagnosi e la rimozione delle cause e degli effetti dei malfunzionamenti delle apparecchiature; tale attività è caratterizzata dalla risoluzione dei guasti del normale funzionamento dell apparecchiatura o da differenze riscontrate fra l effettivo funzionamento rispetto a quello atteso. Il servizio di manutenzione ordinaria è pertanto teso alla risoluzione dei difetti presenti attraverso la diagnosi e la rimozione delle cause e degli effetti con il ripristino del funzionamento dei dispositivi; Manutenzione preventiva: per manutenzione preventiva si intende l attività di manutenzione volta ad assicurare i livelli di operatività ed efficienza dell asset, con l obiettivo principale di prevenire e ridurre i guasti; Materiale di consumo e consumabili: sono tutti quei prodotti identificati con le seguenti denominazioni: o supporti cartacei, adesivi e pellicole di stampa; o cartucce di inchiostro, di liquidi e di polveri di qualsiasi natura; o materiali fotosensibili, tamburi, kit di trasferimento; o kit di pulizia, kit fusori e kit di manutenzione; Periferiche locali: si intendono tutti i dispositivi di stampa collegati e configurati localmente; Periferiche di rete: si intendono tutti i dispositivi di stampa, di scansione multifunzione collegati e configurati in rete o tramite sistemi server; Personale tecnico specializzato (PTS): il personale tecnico del Fornitore che effettua l intervento; Postazione di lavoro (PDL): si intende un personal computer con monitor e il corredo di tastiera e mouse e/o un notebook sul quale sono installati i software di base ed i software applicativi richiesti, in licenza d uso a tempo indeterminato; Presa in carico della richiesta: è l attività del Fornitore che certifica l attivazione del proprio processo di gestione; Program Manager: è il Responsabile di Progetto del Fornitore. Il Program Manager è responsabile nei confronti di INVA per la gestione di tutti gli aspetti tecnici relativi ai servizi; Riparazione: intervento atto a ripristinare un asset nelle condizioni iniziali di efficienza e di integrità, eliminando guasti e danni provocati dall'usura o dal tempo; Tempo di presa in carico dell incidente: è il tempo che intercorre fra la segnalazione del disservizio, da parte di INVA o di un qualsiasi utente del servizio al Service Desk, e la presa in carico della richiesta da parte del Fornitore; Ticket: numero univoco, generato dal sistema, all atto della registrazione della richiesta dell utente; 6

7 Work order: modulo dell incidente cartaceo o in formato elettronico; NBD: intervento Next Business Day on-site. E il livello di servizio relativo al tempo di intervento da parte del fornitore presso l ubicazione dell apparecchiatura sulla quale effettuare l intervento. Di fatto l intervento deve essere effettuato (e concluso) entro la conclusione del giorno lavorativo successivo a quello in cui è stata effettuata la chiamata di assistenza. Service Desk di INVA: il Service Desk rappresenta, per gli utenti di INVA e dei suoi Committenti, il singolo punto di contatto per ogni tipo di richiesta di informazione o supporto e provvede all apertura degli incidenti eseguendo le seguenti attività: o ricevere le chiamate in arrivo; o registrare i dati che caratterizzano l incidente; o attivare i fornitori terzi coinvolti nel ciclo di assistenza; o monitorare l intervento ed eventuale sollecito dei fornitori; o chiudere l incidente. 2 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO RICHIESTO Il servizio prevede la messa a disposizione di: infrastruttura completa necessaria ad ospitare i sistemi informativi oggetto di rehosting; capacità elaborativa necessaria al buon funzionamento dei sistemi (si vedano a tal proposito i valori riportati nei seguenti capitoli); dei servizi di gestione correlati e necessari al buon funzionamento dei sistemi (riportati nei seguenti capitoli). Il servizio dovrà essere erogato sulla base del Service Level Agreement integralmente riportato nel capitolo 4 del presente documento. 3 DETTAGLIO DEI SERVIZI RICHIESTI I servizi richiesti sono suddivisi in: servizi di elaborazione (capacità elaborativa e storage di base); servizi di gestione. 3.1 Capacità elaborativa e storage di base Il canone dei servizi di capacità elaborativa e storage, dovrà comprendere : o la disponibilità di potenza elaborativa totale di almeno 27 rperf o equivalenti (18 rperf per l ambiente di produzione e di almeno 9 rperf per l ambiente di sviluppo/test); o la disponibilità di almeno 345 GB netti di storage; o la disponibilità di un sottosistema di back-up condiviso; o le licenze di software di base (S.O. e sue componenti) ; 7

8 o la componente sistemistica per la gestione dell infrastruttura hardware; o il monitoraggio pro-attivo dell infrastruttura HW e del SW di base. Dovranno inoltre essere comprese nel canone, per le Applicazioni ospitate nel nuovo sistema: o le licenze del software d ambiente (Oracle, SMTP, scheduler, spooler, backup); o il monitoraggio proattivo e il fault management dell ambiente di produzione in normale orario lavorativo. Il fornitore potrà avvalersi della possibilità di cambiare tecnologia hardware durante il periodo contrattuale fermo restando i livelli di servizio pattuiti e le garanzie di affidabilità e sicurezza delle infrastrutture tecnologiche. L availability garantita per il sistema HW sarà di almeno il 98%. Crescita della capacità elaborativi e di storage : La necessità di maggior potenza elaborativa e di storage dovrà poter essere soddisfatta sulla base di incrementi minimi di potenza. Il canone dell incremento di potenza dovrà prevedere anche la quota delle licenze del software di base e di ogni eventuale ulteriore costo derivante dalle licenze dei Data Base (es. Oracle, DB2, SQL, ecc ) e dei vari software di ambiente (scheduler, back-up, monitoring, ecc ) che sono determinati in base alla potenza/processori utilizzati. Infrastruttura di comunicazione tra il Data Center e il Fornitore: L infrastruttura di comunicazioni tra il Fornitore e INVA dovrà essere a totale carico del Fornitore e dovrà avere le seguenti caratteristiche minime: - velocità trasmissiva pari ad almeno 10 Mbps; - il collegamento dovrà essere attestato in Aosta, all indirizzo che verrà successivamente comunicato al Fornitore; - il collegamento potrà essere realizzato anche per tramite dei servizi di interconnessione TOPIX. 3.2 Servizi di gestione I servizi di gestione, delle applicazioni migrate, incluso DB Oracle, verranno erogati con riferimento alle modalità e SLA di fruizione riportati nei seguenti capitoli. Sono inclusi nei servizi di gestione anche eventuali nuovi sistemi aggiunti nel periodo di durata contrattuale che non modifichino il perimetro della capacità elaborativa e di storage inizialmente pattuiti; eventuali variazioni di perimetro andranno condivise tra le parti e saranno oggetto di un nuovo contratto. Il fornitore si impegna a svolgere le attività di gestione tecnica ed operativa in tutti gli ambienti utilizzati (nuovo ambiente open, ORACLE ecc.), ed in particolare: SERVIZI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI Assistenza sistemistica o Supporto tecnico sistemistico e DBA in H24; 8

9 o Tuning parametri del sistema; o Reporting delle prestazioni; o Debugging errori del software di base; o Monitoring del sistema; o Applicazione correzioni (PTF); o Aggiornamento tabelle (utenti, terminali, transazioni) nei vari sottosistemi; o Supporto al personale EDP di INVA; o Gestione spazio dischi e amministrazione dei data base (l attività potrà all occorrenza essere integrata dal contributo del personale interno di INVA); o Upgrading di releases o installazioni di nuovi prodotti (effettuati sulla base di progetti specifici concordati con INVA). Gestione operativa o Presidio operativo della console di sistema in H24; o Monitoraggio proattivo sistemi on line e network di competenza del Fornitore; o Apertura e chiusura sistemi on line; o Gestione dei problemi; o Esecuzione copie di backup e relativa gestione; o Gestione del passaggio dei nuovi sistemi in ambiente di produzione, secondo le regole riportate nello SLA. Gestione lavori batch o Sottomissione alla esecuzione dei Job secondo il calendario e le sequenze stabilite da INVA (schedulazione); o Controllo della corretta esecuzione; o Correzione di eventuali inconvenienti di carattere tecnico (JCL, Spazio, ecc.); o Segnalazione a INVA di eventuali inconvenienti di tipo applicativo; o Monitoraggio spazio dischi; o Gestione dei problemi. HELP DESK È richiesta la disponibilità di un servizio di Help Desk per la gestione delle segnalazioni di problemi che ricadano entro il perimetro di intervento del Fornitore. A tale servizio dovranno poter accedere sia il personale EDP di INVA sia eventuali utenti definiti da INVA che filtrino gli utenti finali ed indirizzino all Help Desk solo le problematiche di sua pertinenza. HOUSING DEI SISTEMI Il sistema dovrà essere ubicato presso la sede del Fornitore, in locali ed infrastrutture progettati per garantire in modo specifico l operatività dei sistemi informatici assicurando le condizioni ottimali di sicurezza fisica ed ambientale per la loro custodia e funzionamento. Il servizio di housing dovrà comprendere i seguenti sistemi e servizi ausiliari: o guardiania 24 ore per 7 gg.; o sistemi anti-intrusione; o controllo accessi automatizzato; o sistemi antincendio (rilevazione e spegnimento a gas); o gruppi di continuità elettrica UPS; o gruppi elettrogeneratori diesel; 9

10 o impianto di condizionamento autonomo; o sistema di supervisione e controllo impianti computerizzato. Richiesta Offerta MONITORAGGIO DEI SISTEMI L attività di monitoraggio dei sistemi dovrà includere: o monitoraggio proattivo delle componenti del Sistema: piattaforma hw, piattaforma sw (sistema operativo e database); o monitoraggio proattivo dei processi gestionali (attività di backup e processi batch); o segnalazione di malfunzionamenti secondo gli schemi concordati. GESTIONE DEI SISTEMI Si dovrà articolare in: o Esecuzione del Piano di Esercizio Comprende le attività, tipicamente batch, la cui pianificazione è definita dal Piano di Esercizio, di schedulazione e controllo dell esito dei processi previsti (job scheduling) e gestione di eccezioni al Piano di Esercizio. o Gestione Infrastruttura Include i servizi di: o gestione del sistema operativo (SW di Base); o amministrazione del DB fisico; o gestione delle autorizzazioni di accesso ai Sistemi Applicativi in accordo con le politiche di security definite da INVA; o gestione delle release di SW di Base su richiesta e secondo pianificazione di INVA, tenendo conto del Piano di Esercizio o Servizio di Backup/Restore Secondo la cadenza, la tipologia e la granularità definite con INVA. Tali attività saranno svolte sulla base di un architettura di back-up (hw e sw) messa a disposizione dal Fornitore. L acquisto dei materiali di consumo, quali supporti magnetici, ecc., è a totale carico del fornitore. o Risoluzione dei malfunzionamenti L attività di risoluzione dei malfunzionamenti sistemistici e di database sono svolte dai sistemisti INVA, sia in caso di allarme proveniente dal sistema di monitoring, sia in caso di segnalazioni provenienti da INVA. o Attivazione fornitori e gruppi di supporto esterni o attivazione di terze parti addette alla manutenzione HW, SW; o gestione e controllo delle terze parti addette alla manutenzione HW, SW; o accompagnamento del fornitore di servizio nei locali tecnici ove effettuare l intervento. REPORTING Tutte le attività descritte nei paragrafi precedenti dovranno essere consuntivate mensilmente in forma sintetica nel report analitico sui servizi svolti, che contiene indicatori chiave per la misura della qualità del Servizio. I contenuti e il layout grafico degli elaborati di stampa richiesti verranno definiti, di concerto con INVA, all atto dell avvio dei lavori. 10

11 4 INDICATORI DI QUALITÀ E LIVELLI DI SERVIZIO 4.1 Orari del Servizio: On line (disponibilità applicazioni) Dalle 8:00 alle 18:30 dal Lunedì al Venerdì Dalle 8:00 alle 13:00 il Sabato (esclusi I fermi programmati) Le festività infrasettimanali sono escluse Disponibilità del Sistema Dalle 00:00 alle 24:00 Monitoraggio Sistemi e Segnalazione Malfunzionamenti Reperibilità (finestra di tempo in cui gli specialisti sono reperibili per ripristino dei sistemi critical a fronte di condizioni di fault bloccanti) Help Desk disponibilità servizio di ricezione chiamata e supporto di I livello Dalle 00:00 alle 24:00 Dalle 18:30 alle 8:00 dal Lunedì al Venerdì Dalle 13:00 alle 24:00 Sabato Dalle 00:00 alle 24:00 Domenica e festivi Dalle 8:00 alle 18:30 dal Lunedì al Venerdì Dalle 8:00 alle 13:00 il Sabato Le festività infrasettimanali sono escluse 4.2 Livelli di Servizio Disponibilità del Sistema di Produzione Il tempo di servizio del sistema è stabilito essere di 24 ore su 24 per 365 giorni all anno al netto dei tempi dovuti alle normali attività di manutenzione preventiva ed ai fermi dovuti a cause non imputabili al Fornitore. Il target di availability del sistema garantito è del 98%, misurato su base mensile, sull orario di operatività di 24h. Tale percentuale viene intesa come valore medio su base mensile calcolata come segue: DISPONIBILITA (%) = 100 x ore di disponibilità erogate nel mese ore di disponibilità teoriche nel mese Da tutte le misurazioni saranno esclusi: i fermi programmati; tutte le interruzioni dei Servizi, richieste dal INVA; I fermi dovuti a causa di forza maggiore. Tempo di risposta medio dei sistemi on line di produzione Al fine di monitorare i tempi di risposta medi dei sistemi coinvolti nei servizi richiesti, verranno individuate, congiuntamente al Fornitore, alcune transazioni da tenere sotto controllo attraverso un applicazione fornita da INVA che misura il tempo di esecuzione delle servlet; nell ambito delle aree Finanziaria, Agricoltura e Sanità saranno individuati due gruppi di transazioni che saranno oggetto di misurazione. 11

12 Dovranno essere garantiti i seguenti Livelli di Servizio: 95% delle transazioni dovranno avere una durata a 5 secondi; 90% delle transazioni dovranno avere una durata a 1 secondo. Le transazioni potranno essere sostituite nel corso del periodo di validità contrattuale da INVA in accordo con il Fornitore. I Livelli di Servizio sono impegnativi nell ambito del Profilo di Impiego. Il Fornitore non è responsabile dei tempi di risposta qualora a fronte di un significativo aumento di carico non sia stato modificato il profilo d impiego in modo congruente. Dal computo sono espressamente escluse le transazioni di stampa, le transazioni di query parametriche e le transazioni in errore applicativo. Disponibilità del Servizio On-line di produzione su base mensile Dovrà essere garantita la disponibilità del 98% del servizio on-line, su base mensile, esclusa la Rete ed al netto dell'indisponibilità derivante da interruzioni programmate e da cause non imputabili al Fornitore, come il prolungamento di lavori batch richiesti esplicitamente da INVA. Tale percentuale viene intesa come valore medio su base mensile calcolata come segue: DISPONIBILITA (%) = 100 x ore di Servizio online erogate nel mese ore di disponibilità teoriche nel mese Disponibilità del Servizio On-line di produzione su base giornaliera Dovrà essere garantita la disponibilità del 85% del servizio on-line, su base giornaliera esclusa la Rete ed al netto dell'indisponibilità derivante da interruzioni programmate e da cause non imputabili al Fornitore come il prolungamento di lavori batch richiesti esplicitamente da INVA. Tale percentuale viene intesa come valore medio su base mensile calcolata come segue: DISPONIBILITA (%) = 100 x ore Servizio online erogate nel giorno ore di disponibilità teoriche nel giorno Disponibilità del sistema di emulazione terminali RWTH su base mensile Dovrà essere garantita la disponibilità del 98% del servizio on-line, su base mensile esclusa la Rete ed al netto dell'indisponibilità derivante da interruzioni programmate e da cause non imputabili al Fornitore. Tale percentuale viene intesa come valore medio su base mensile calcolata come segue: 12

13 DISPONIBILITA (%) = 100 x ore di Servizio online erogate nel mese ore di disponibilità teoriche nel mese Disponibilità del sistema di emulazione terminali RWTH su base giornaliera Dovrà essere garantita la disponibilità del 85% del servizio on-line, su base giornaliera esclusa la Rete ed al netto dell'indisponibilità derivante da interruzioni programmate e da cause non imputabili al Fornitore. Tale percentuale viene intesa come valore medio su base mensile calcolata come segue: DISPONIBILITA (%) = 100 x ore Servizio online erogate nel giorno ore di disponibilità teoriche nel giorno Interventi di rimozione delle anomalie e di supporto sistemistico Lo SLA verrà applicato alle richieste classificate nelle tabelle definite nel seguito, rispetto alle soglie concordate. Mensilmente verrà calcolato, per ciascun KPI, la percentuale rispetto a quella stabilita. Verrà fornito un report mensile riepilogativo contenente gli indicatori chiave (KPI). Esercizio Sistemi: INCIDENTI : ESERCIZIO DI SISTEMI INCIDENT Malfunzionamenti del sistema derivanti da segnalazione di INVA o da eventi rilevati dagli strumenti di monitoraggio SEVERITY (default) HIGH PRIORITY MEDIUM-HIGH MEDIUM Incidenti relativi a malfunzionamenti bloccanti Incidenti relativi a malfunzionamenti che provocano un degrado delle prestazioni del Sistema Incidenti che non pregiudicano l attività di INVA (non urgenti) Il Ticket viene posto in modalità sospesa per tutto il periodo nel quale c è l intervento di una terza parte (fornitori HW e SW o è in corso il processo di approvazione INVA Esercizio Sistemi: MODIFICHE AMBIENTI PRODUZIONE E PRE PRODUZIONE: ESERCI ZIO DI TIPOLOGIA DI CHANGE SMALL MEDIUM LARGE 13

14 CHANGE Modifiche urgenti all ambiente di produzione e Pre produzione all interno dell orario di servizio standard : LU-VE 8,00/18,00 Modifiche urgenti all ambiente di produzione e Pre Produzione, relative ai seguenti ambiti : Rilasci in produzione di modifiche applicative e di database Modifiche alla schedulazione ordinaria e straordinaria Modifiche definite non urgenti all ambiente di produzione e di pre produzione, relative ai seguenti ambiti: Amministrazione Utenti Restore dei dati Rilasci in pre produzione di modifiche applicative e di database Modifiche progettuali agli ambienti di produzione e pre produzione relative ai seguenti ambiti: Creazione di nuove strutture di database Configurazioni di nuovi ambienti Revisione dei processi di schedulino Applicazioni fix e patch Il Ticket viene posto in modalità sospesa per tutto il periodo nel quale c è l intervento di una terza parte (fornitori HW e SW o è in corso il processo di approvazione INVA I livelli di servizio sono esposti, per ciascun servizio nella tabella seguente: OGGETTO MISURA INTERVALLO MISURAZIONE VALORE LIVELLO Incidenti severità 1 MENSILE 90% in 4 ore 95% in 8 ore Incidenti severità 2 MENSILE 80% in 8 0re 95% in 2 GG Incidenti severità 3 MENSILE 80% in 2 GG 95% in 5 GG INDICATORE Valore % delle attività svolte entro i termini previsti Valore % delle attività svolte entro i termini previsti Valore % delle attività svolte entro i termini previsti CHANGE Tipologia 1 MENSILE 95% in 4 ore Valore % delle attività svolte entro i termini previsti CHANGE Tipologia 2 MENSILE 95% in 8 ore Valore % delle attività svolte entro i termini previsti CHANGE Tipologia 3 MENSILE Non Applicato Monitoraggio proattivo dei sistemi in produzione Il monitoraggio proattivo dei sistemi in esercizio dovrà essere garantito sia attraverso la consegna di report mensili che evidenzino il livello di utilizzo delle risorse di sistema (es. memoria, cpu ecc.), sia attraverso la puntuale segnalazione dei livelli di allarme per superamento della soglia di criticità, riscontrati nel corso delle normali operazioni giornaliere. I report devono essere consegnati entro il 5 giorno lavorativo dalla fine del mese di competenza. 14

15 Viene misurata la tempestività di segnalazione dei valori anomali intercettati dai sistemi di monitoraggio del fornitore; il 98% dei valori anomali riscontrati nel mese deve essere segnalato via e:mail a INVA entro le 8 ore lavorative dal verificarsi dell evento. Tale percentuale viene calcolata come segue: numero di segnalazioni valori anomali comunicate entro le 8 ore TEMPESTIVITA (%) = 100 x numero totale di valori anomali riscontrati nel mese (*) (*) Il numero totale di valori anomali riscontrati nel mese dovrà essere ottenuto in automatico dallo strumento di misurazione adottato. Consegna dei report di fine mese Dovrà essere garantita la consegna dei report mensili di monitoraggio dei livelli di servizio entro il 5 giorno lavorativo dalla fine del mese di competenza. 5 MONITORAGGIO A INVA è demandato il compito della supervisione, del controllo e monitoraggio del servizio, sia nelle sue caratteristiche di qualità che nelle sue modalità di erogazione. Parimenti il Fornitore ha il compito di monitorare e controllare costantemente la qualità del servizio erogato dal proprio personale tecnico. Nessun compenso può essere richiesto dal Fornitore a INVA in relazione all esecuzione di attività connesse con lo svolgimento di tale monitoraggio. 6 PENALI INVA avrà facoltà di applicare una penale, in caso di mancato rispetto dei livelli di servizio attesi, da imputare sull importo dovuto nel periodo successivo a quello di misurazione, secondo quanto riportato nella seguente tabella. Il valore delle penali applicabili è integralmente riportato nella seguente tabella: Progr. Indicatore di misura Valore obiettivo Causale Penale 1 Disponibilità del sistema di produzione su base mensile 2 Disponibilità del servizio on line di produzione su base mensile 3 Disponibilità del servizio on line su base giornaliera 98% Per ogni punto 98% Per ogni punto 85% Per ogni punto 0,1% del valore del servizio nel periodo di osservazione;. 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 4 Tempo di risposta medio delle 95% Per ogni punto 0,1 % del valore del servizio 15

16 transazioni controllate < = 5 secondi (Gruppo A) 5 Tempo di risposta medio delle transazioni controllate < = 1 secondo (Gruppo B) 6 Disponibilità del sistema di emulazione terminali RWTH di produzione su base mensile 7 Disponibilità del servizio on line su base giornaliera 8 Rimozione delle anomalie o interventi specialistici di supporto o assistenza (si veda tabella livelli di servizio 9 Monitoraggio proattivo dei sistemi di produzione 85% Per ogni punto 98% Per ogni punto 85% Per ogni punto vari Per ogni punto 98% Per ogni punto Richiesta Offerta nel periodo di osservazione; 01% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 0,2% del valore del servizio nel periodo di osservazione; 16

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica

Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Caratteristiche e modalità di erogazione dell assistenza tecnica Termini del servizio La funzione dell Help Desk è quella di assicurare il mantenimento delle caratteristiche ottimali di funzionamento della

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015

INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 INDICE Listino aggiornato al 25/05/2015 NethSecurity Firewall UTM 3 NethService Unified Communication & Collaboration 6 NethVoice Centralino VoIP e CTI 9 NethMonitor ICT Proactive Monitoring 11 NethAccessRecorder

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Servizio HP Hardware Support Exchange

Servizio HP Hardware Support Exchange Servizio HP Hardware Support Exchange Servizi HP Il servizio HP Hardware Support Exchange offre un supporto affidabile e rapido per la sostituzione dei prodotti HP. Studiato in modo specifico per i prodotti

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti

CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II. 1.Modalità pagamento pasti CAPITOLATO GESTIONALE PARTE II 1.Modalità pagamento pasti Pagina Introduzione 2 Pre-pagato con tessera scalare 3 1.1 Componenti del sistema 4 1.2 Come funziona 5 1.3 Fasi del servizio 6 - L iscrizione

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014)

CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) CMN4i (Vers. 1.1.0 del 27/02/2014) Il monitoring che permette di avere la segnalazione in tempo reale dei problemi sul vostro sistema IBM System i Sommario Caratterisitche... Errore. Il segnalibro non

Dettagli

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org

La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org 1 La soluzione open source per l'it Asset Management: CMDB, workflow, interoperabilità www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com www.tecnoteca.com Il progetto CMDBuild CMDBuild è nato nel

Dettagli

rischi del cloud computing

rischi del cloud computing rischi del cloud computing maurizio pizzonia dipartimento di informatica e automazione università degli studi roma tre 1 due tipologie di rischi rischi legati alla sicurezza informatica vulnerabilità affidabilità

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT

1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT Via Turati 4/3, 16128 Genova Tel. 348/4103643 Fax 010/8932429 ITIL (Information Technology Infrastructure Library) 1.1 ITIL e la gestione dei servizi IT In un mercato in cui il successo delle aziende è

Dettagli

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana

Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana Condizioni Generali Parte II - Servizi di Borsa Italiana 1. Definizioni 1.1 I termini con la lettera iniziale maiuscola impiegati nelle presenti Condizioni Generali Parte II si intendono usati salvo diversa

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Informatica. Scopo della lezione

Informatica. Scopo della lezione 1 Informatica per laurea diarea non informatica LEZIONE 1 - Cos è l informatica 2 Scopo della lezione Introdurre le nozioni base della materia Definire le differenze tra hardware e software Individuare

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by

PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori PANDORA is powered by PANDORA Sistema di Telecontrollo per Ascensori l'espressione v a s o d i P a n d o r a viene usata metaforicamente per alludere all'improvvisa scoperta di un problema o una serie di problemi che per molto

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli