ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SAN GIOVANNI BOSCO" DI MOLFETTA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SAN GIOVANNI BOSCO" DI MOLFETTA"

Transcript

1 COMPETENZE DI BASE (traguardi per lo sviluppo della competenza) E RELATIVI RAGGIUNTI Disciplina Italiano Partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti, in un registro il più possibile adeguato alla situazione Ascolta e comprende testi orali «diretti» o «trasmessi» dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Legge e comprende testi di vario tipo, continui e non continui, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura adeguate agli scopi. Utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l apprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica. Legge testi di vario genere facenti parte della letteratura per l infanzia, sia a voce alta sia in lettura silenziosa e autonoma e formula su di essi giudizi personali. Scrive testi corretti nell ortografia, chiari e coerenti, legati all esperienza e alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre; rielabora testi parafrasandoli, completandoli, trasformandoli. A Interviene attivamente nelle conversazioni apportando contribuiti personali ed utilizzando un registro linguistico adeguato alla situazione B Interviene negli scambi comunicativi con messaggi chiari rispettando il turni di parola. C Comprende l'argomento dei discorsi affrontati in una conversazione, ma non sempre vi partecipa spontaneamente. D Sollecitato, comprende e interviene in una conversazione motivante. A-Ascolta con interesse e comprende pienamente il tema, le informazioni essenziali, lo scopo e l'argomento di messaggi diretti o trasmessi dai media. B- Ascolta e comprende il tema, le informazioni essenziali, lo scopo e l'argomento di messaggi diretti o trasmessi dai media. C- - Ascolta e comprende il tema, lo scopo e l'argomento di messaggi diretti o trasmessi dai media in modo essenziale. D- - guidato, ascolta e comprende l'argomento di messaggi diretti A- Legge con espressione vari tipi di testo utilizzando opportune strategie per analizzare il contenuto e cogliere indizi utili a risolvere i nodi della comprensione. B- Legge con scorrevolezza vari tipi di testo utilizzando strategie per comprendere ed analizzare il contenuto C- Legge vari tipi di testo e ne coglie il senso globale. D- - Legge semplici testi e ne coglie il senso globale con il supporto di schemi e domande guida. A- ricerca autonomamente informazioni in testi di diversa natura e provenienza applicando tecniche di supporto alla comprensione e con l'utilizzo corretto il lessico specifico. B- ricerca informazioni in testi di diversa natura e provenienza applicando tecniche di supporto alla comprensione con l'utilizzo di lessico adeguato. C- Utilizza informazioni in testi di diversa natura e provenienza applicando alcune tecniche di supporto alla comprensione con l'utilizzo di lessico adeguato. D- Utilizza, con guida, informazioni desunte da semplici testi narrativi e descrittivi applicando alcune tecniche di supporto alla comprensione. A- Legge testi letterari narrativi, in lingua italiana contemporanea, cogliendone il senso, le caratteristiche formali più evidenti, l' intenzione comunicativa dell'autore ed esprimendo un motivato parere personale. B-- Legge testi letterari narrativi, in lingua italiana contemporanea, cogliendone il senso, le caratteristiche formali più evidenti, l' intenzione comunicativa dell'autore. C- Legge testi letterari narrativi, in lingua italiana contemporanea, cogliendone il senso e l' intenzione comunicativa dell'autore. D- Legge testi letterari narrativi, in lingua italiana contemporanea e, guidato, ne coglie il senso globale. A- Rielabora e produce testi scritti corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico e lessicale e originali per contenuto. B- Rielabora e produce testi scritti di esperienze personali o vissuti da altri, corretti dal punto di vista ortografico, morfosintattico e lessicale C- Rielabora e produce testi scritti di esperienze personali, osservando le regole ortografiche e lessicali. D- Guidato, produce semplici testi scritti di esperienze personali, osservando le principali regole 1

2 Capisce e utilizza nell uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso; capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio. Riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarità morfosintattiche e caratteristiche del lessico; riconosce che le diverse scelte linguistiche sono correlate alla varietà di situazioni comunicative. È consapevole che nella comunicazione sono usate varietà diverse di lingua e lingue differenti Padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso (o categorie lessicali) e ai principali Disciplina Lingua inglese Comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. Interagisce nel gioco; comunica in modo comprensibile, anche con espressioni e frasi memorizzate, in scambi di informazioni semplici e di routine. Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall insegnante, chiedendo eventualmente spiegazioni. ortografiche e lessicali. A- comprende e utilizza in modo appropriato parole del vocabolario fondamentale e a d alto uso attivando la conoscenza delle principali relazioni di significato tra le parole. B- Comprende e utilizza in modo appropriato parole del vocabolario fondamentale e ad alto uso. C- Comprende e utilizza parole del vocabolario fondamentale. D- Comprende e utilizza semplici parole del vocabolario fondamentale. A- Riconosce la variabilità della lingua nello spazio geografico, sociale e comunicativo B- Riconosce la variabilità delle scelte linguistiche correlate alla varietà di situazioni comunicative. C- Riconosce in modo semplice la correlazione tra le scelte linguistiche e le varie situazioni comunicative. D- Fruisce di semplici testi che evidenziano la correlazione tra le scelte linguistiche e le varie situazioni comunicative. A- Individua e utilizza nella comunicazione termini appartenenti ad altre lingue. B- Individua nella comunicazione termini appartenenti ad altre lingue. C- Individua nella comunicazione alcuni termini appartenenti ad altre lingue. D- Individua, con guida, nella comunicazione alcuni termini appartenenti ad altre lingue. A- Riconosce con sicurezza in una frase o in un testo le parti del discorso o categorie lessicali e i principali tratti grammaticali. B- Riconosce in una frase o in un testo le parti del discorso o categorie lessicali C- Riconosce gli elementi essenziali di una frase. D-Riesce a riconoscere, con guida, gli elementi essenziali di una frase. A Comprende con sicurezza brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. B Comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. C Comprende in maniera essenziale brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. D Comprende, se guidato, semplici messaggi relativi al proprio vissuto familiare A Descrive correttamente oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. B Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. C Descrive in modo essenziale oralmente e per iscritto aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. D Utilizza la parola frase oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati. A Interagisce consapevolmente ; comunica in modo comprensibile utilizzando espressioni e frasi memorizzate adatte alla situazione di gioco e scambi di informazioni. B Interagisce nel gioco; comunica in modo comprensibile, anche con espressioni e frasi memorizzate, in scambi di informazioni semplici e di routine. C Interagisce nel gioco e comunica con alcune frasi memorizzate. D Interagisce con guida in semplici situazioni di gioco. A Svolge autonomamente i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall insegnante. B Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall insegnante, chiedendo eventualmente spiegazioni. C Svolge i compiti con semplificazione secondo le indicazioni date dall insegnante. D Svolge i compiti facilitati secondo le indicazioni dell insegnante. 2

3 Individua alcuni elementi culturali e coglie rapporti tra forme linguistiche e usi della lingua straniera Disciplina Storia Riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. Riconosce e esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l importanza del patrimonio artistico e culturale. Usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni. Individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali. Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti. Comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche. A Individua e ricerca elementi culturali e coglie rapporti tra forme linguistiche e usi della lingua straniera B Individua alcuni elementi culturali e coglie rapporti tra forme linguistiche e usi della lingua straniera C Individua e confronta elementi culturali differenti D Individua,guidato, alcuni elementi culturali. A Riconosce e colloca in un quadro storico-sociale elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. B Riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. C Riconosce alcuni elementi significativi del passato del suo ambiente di vita. D Guidato, Riconosce alcuni semplici elementi del passato del suo ambiente di vita. A Ricerca,riconosce ed esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende e apprezza l importanza del patrimonio artistico e culturale. B Riconosce e esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l importanza del patrimonio artistico e culturale. C Riconosce le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l importanza del patrimonio artistico e culturale. D Riconosce, con l uso di sussidi, le più evidenti tracce storiche presenti nel territorio A Usa con sicurezza le cronologie per organizzare le conoscenze B Usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni. C Usa la linea del tempo per individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni. D Osserva sulla linea del tempo successioni e contemporaneità. A Ricerca e Individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali. B Individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali. C Riconosce le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali. D Individua, con l uso di sussidi, relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali. A Elabora e organizza autonomamente le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti. B Organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti. C Organizza in modo essenziale le informazioni e le conoscenze, usando le concettualizzazioni pertinenti. D Organizza le informazioni e le conoscenze con l ausilio di schemi-guida e mappe. A Comprende ed elabora i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche. B Comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche. C Comprende semplici testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche. D Comprende semplici testi storici proposti attraverso schemi-guida. 3

4 Usa carte geo-storiche, anche con l ausilio di strumenti informatici. Racconta i fatti studiati e sa produrre semplici testi storici anche con risorse digitali Comprende avvenimenti, fatti e fenomeni civiltà delle società e che hanno caratterizzato la storia dell umanità dal paleolitico alla fine del mondo antico con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. Comprende aspetti fondamentali del passato dell Italia dal paleolitico alla fine dell Impero romano d Occidente, con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. Disciplina Geografia L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. Utilizza il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare percorsi e itinerari di viaggio. A Analizza e interpreta carte geo-storiche, anche con l ausilio di strumenti informatici. B Usa carte geo-storiche, anche con l ausilio di strumenti informatici. C Legge carte geo-storiche, anche con l ausilio di strumenti informatici. D Osserva carte geo-storiche, anche con l ausilio di strumenti informatici. A- Racconta i fatti studiati utilizzando il lessico specifico della disciplina e sa produrre testi storici anche con risorse digitali B- Racconta i fatti studiati e sa produrre semplici testi storici anche con risorse digitali C- Racconta i fatti studiati in modo essenziale e sa produrre semplici testi storici anche con risorse digitali D- Racconta i fatti studiati con l ausilio di mappe e risorse digitali A Comprende ed elabora avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell umanità dal paleolitico alla fine del mondo antico con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. B Comprende avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell umanità dal paleolitico alla fine del mondo antico con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. C Legge e racconta in modo semplice avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell umanità dal paleolitico alla fine del mondo antico. D Legge, con guida, avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell umanità. A Comprende e mette in relazione aspetti fondamentali del passato dell Italia dal paleolitico alla fine dell Impero romano d Occidente, con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. B Comprende aspetti fondamentali del passato dell Italia dal paleolitico alla fine dell Impero romano d Occidente, con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità. C Coglie gli aspetti fondamentali del passato dell Italia dal paleolitico alla fine dell Impero romano d Occidente. D Si accosta, con guida, ad aspetti fondamentali del passato dell Italia. A L alunno si orienta autonomamente nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. B L alunno si orienta con sicurezza nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. C L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. D L alunno si orienta, con guida, nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. A Utilizza con padronanza il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare percorsi e itinerari di viaggio. 4

5 Ricava informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche e satellitari, tecnologie digitali, fotografiche, artistico-letterarie). Riconosce e denomina i principali «oggetti» geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.). Individua i caratteri che connotano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani, e individua analogie e differenze con i principali paesaggi europei e di altri continenti. Coglie nei paesaggi mondiali della storia le progressive trasformazioni operate dall uomo sul paesaggio naturale. B Utilizza il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare percorsi e itinerari di viaggio. C Utilizza in modo semplice il linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare percorsi e itinerari di viaggio. D Si accosta, con guida, al linguaggio della geo-graficità per interpretare carte geografiche. A Ricerca, Ricava ed elabora informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche e satellitari, tecnologie digitali, fotografiche, artistico-letterarie). B Ricava ed elabora informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche e satellitari, tecnologie digitali, fotografiche, artistico-letterarie). C Ricava informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche e satellitari, tecnologie digitali, fotografiche, artistico-letterarie). D Legge informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche,tecnologie digitali, fotografiche, artistico-letterarie). A Conosce, localizza e denomina i principali «oggetti» geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.). B Riconosce e denomina i principali «oggetti» geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.). C Individua i principali «oggetti» geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.). D Individua, con guida, i principali «oggetti» geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc.). A Individua e descrive con il lessico specifico i caratteri che connotano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani, e individua analogie e differenze con i principali paesaggi europei e di altri continenti. B Individua i caratteri che connotano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani, e individua analogie e differenze con i principali paesaggi europei e di altri continenti. C Individua i caratteri che connotano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani. D Osserva i caratteri che connotano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani. A Coglie e comprende, nei paesaggi mondiali della storia, le progressive trasformazioni operate dall uomo sul paesaggio naturale. B Coglie nei paesaggi mondiali della storia le progressive trasformazioni operate dall uomo sul paesaggio naturale. C Osserva nei paesaggi mondiali della storia le progressive trasformazioni operate dall uomo sul paesaggio naturale. D Osserva con guida alcune trasformazioni operate dall uomo sul paesaggio naturale. 5

6 Si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza. Disciplina Matematica L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di ricorrere a una calcolatrice. Riconosce e rappresenta forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall uomo. Descrive, denomina e classifica figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo.. Utilizza strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso, squadra) e i più comuni strumenti di misura (metro, goniometro ). Ricerca dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle e grafici). Ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici. A Riconosce e comprende che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza. B Si rende conto che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza. C Intuisce che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o di interdipendenza. D Osserva alcune relazioni tra gli elementi fisici e antropici del proprio contesto di vita. A L alunno si muove con padronanza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di ricorrere a una calcolatrice. B L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di ricorrere a una calcolatrice. C L alunno opera nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di ricorrere a una calcolatrice. D L alunno, se guidato, esegue calcoli scritti con i numeri naturali. A Riconosce e rappresenta con padronanza forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall uomo. B Riconosce e rappresenta con discreta sicurezza forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall uomo. C Riconosce e rappresenta forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall uomo. D Riconosce e rappresenta, se guidato, forme del piano e dello spazio. A Descrive, denomina e classifica con immediatezza figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo.. B Descrive, denomina e classifica con sicurezza figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo.. C Descrive, denomina e classifica figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo.. D Descrive, denomina e classifica, se guidato, figure in base a caratteristiche geometriche. A Utilizza con abilità strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso, squadra) e i più comuni strumenti di misura (metro, goniometro ). B Utilizza con sicurezza strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso, squadra) e i più comuni strumenti di misura (metro, goniometro ). C Utilizza strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso, squadra) e i più comuni strumenti di misura (metro, goniometro ). D Utilizza, con guida, strumenti per il disegno geometrico (riga, compasso, squadra) e i più comuni strumenti di misura. A Ricerca e rielabora dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle e grafici). Ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici B Ricerca autonomamente dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle 6

7 Riconosce e quantifica, in casi semplici, situazioni di incertezza. Legge e comprende testi che coinvolgono aspetti logici e matematici. Riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati. Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria Costruisce ragionamenti formulando ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri. Riconosce e utilizza rappresentazioni diverse di oggetti matematici (numeri decimali, frazioni, percentuali, scale di riduzione ). Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella e grafici). Ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici C Ricerca dati per ricavare informazioni e costruisce rappresentazioni (tabelle e grafici). Ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici D Costruisce con guida tabelle e grafici. A Riconosce con sicurezza e quantifica, in tutti i casi di ogni ordine e grado, situazioni di incertezza B Riconosce e quantifica, in tutti i casi di ogni ordine e grado, situazioni di incertezza. C Riconosce e quantifica, in casi semplici, situazioni di incertezza D Riconosce, se guidato, semplici situazioni di incertezza. A Legge e comprende con immediatezza testi che coinvolgono aspetti logici e matematici B Legge e comprende con sicurezza testi che coinvolgono aspetti logici e matematici C Legge e comprende testi che coinvolgono aspetti logici e matematici D Con guida comprende testi che coinvolgono aspetti matematici. A Riesce a risolvere con prontezza problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati. Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria B Riesce a risolvere con sicurezza problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati. Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria C Riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati. Descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria D Risolve con guida, facili problemi in alcuni ambiti di contenuto. A Costruisce ragionamenti piuttosto complessi formulando ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri. B Costruisce ragionamenti formulando ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri. C Costruisce ragionamenti formulando semplici ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri. D Guidato, formula ipotesi confrontandosi con il punto di vista di altri. A Riconosce e utilizza con immediatezza diverse rappresentazioni di oggetti matematici (numeri decimali, frazioni, percentuali, scale di riduzione ). B Riconosce e utilizza con sicurezza rappresentazioni diverse di oggetti matematici (numeri decimali, frazioni, percentuali, scale di riduzione ). C Riconosce e utilizza rappresentazioni diverse di oggetti matematici (numeri decimali, frazioni, percentuali, scale di riduzione ). D Riconosce e utilizza se guidato semplici rappresentazioni di alcuni oggetti matematici. A Sviluppa un atteggiamento di assoluta padronanza rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella realtà B Sviluppa un atteggiamento sicuro rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, 7

8 realtà Disciplina Scienze Sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere. Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti. Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali Individua aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, produce rappresentazioni grafiche e schemi di livello adeguato, elabora semplici modelli. che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella realtà C Sviluppa un atteggiamento positivo rispetto alla matematica, attraverso esperienze significative, che gli hanno fatto intuire come gli strumenti matematici che ha imparato ad utilizzare siano utili per operare nella realtà D Attraverso esperienze pratiche e guidate dall insegnante, comprende l utilità della matematica. A Sviluppa atteggiamenti di interesse, curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere. B Sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di guardare il mondo che lo stimolano a cercare spiegazioni di quello che vede succedere. C Cercare di trovare spiegazioni a quello che vede succedere intorno a sè D Individua, guidato, risposte a ciò che succede intorno a sé. A Esplora ed esamina con interesse i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza esperimenti. B Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza esperimenti C Esplora i fenomeni con un approccio scientifico: con l aiuto dell insegnante, dei compagni, in modo autonomo, osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, anche sulla base di ipotesi personali, propone e realizza semplici esperimenti D Esplora i fenomeni con l aiuto dell insegnante e dei compagni, osserva lo svolgersi dei fatti A Individua autonomamente nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali B Individua nei fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali C Individua in semplici fenomeni somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali D Individua nei fenomeni alcune somiglianze e differenze secondo le indicazioni dell insegnante. A Individua con sicurezza aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, produce rappresentazioni grafiche e schemi di un buon livello, elabora modelli. B Individua aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, produce rappresentazioni grafiche e schemi di buon livello, elabora modelli. C Individua aspetti quantitativi e qualitativi nei fenomeni, produce rappresentazioni grafiche e schemi di livello adeguato, elabora semplici modelli. D Individua nei fenomeni gli aspetti più rilevanti e con l aiuto dell insegnante produce semplici rappresentazioni grafiche. 8

9 Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali. Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce e descrive il funzionamento, utilizzando modelli intuitivi ed ha cura della sua salute. Ha atteggiamenti di cura verso l ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta e apprezza il valore dell ambiente sociale e naturale. Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato, utilizzando un linguaggio appropriato Trova da varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.) informazioni e spiegazioni sui problemi che lo interessano. Disciplina Musica Esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte. A Riconosce con consapevolezza caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali. B Riconosce con sicurezza le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali. C Riconosce le principali caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali. D Riconosce semplici caratteristiche e i modi di vivere di organismi animali e vegetali. A Ha piena consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce e descrive il funzionamento, utilizzando modelli intuitivi ed ha cura della sua salute. B Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce e descrive il funzionamento, utilizzando modelli intuitivi ed ha cura della sua salute. C Ha consapevolezza della struttura e dello sviluppo del proprio corpo, nei suoi diversi organi e apparati, ne riconosce il funzionamento ed ha cura della sua salute. D Osserva il proprio corpo e propone modelli elementari del suo funzionamento A Ha atteggiamenti di interesse, attenzione e cura verso l ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta e apprezza il valore dell ambiente sociale e naturale. B Ha atteggiamenti di cura verso l ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta e apprezza il valore dell ambiente sociale e naturale. C Ha atteggiamenti di sufficiente cura verso l ambiente scolastico che condivide con gli altri; rispetta in modo essenziale il valore dell ambiente sociale e naturale. D Condivide con gli altri l ambiente scolastico con sufficiente cura; rispetta in modo semplice il valore dell ambiente sociale e naturale. A Espone in forma chiara ciò che ha sperimentato, utilizzando un linguaggio analitico e appropriato B Espone ciò che ha sperimentato, utilizzando un linguaggio appropriato C Espone ciò che ha sperimentato, utilizzando un linguaggio semplice D Espone in forma elementare ciò che ha sperimentato, utilizzando le indicazioni dell insegnante. A Trova autonomamente da varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.) informazioni e spiegazioni sui problemi che lo interessano. B Trova da varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.) informazioni sui problemi che lo interessano. C Trova da varie fonti (libri, internet, discorsi degli adulti, ecc.) semplici informazioni sui problemi che lo interessano. D Trova, se guidato, semplici informazioni servendosi di alcune fonti. A Esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte. B Discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento 9

10 Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche o codificate Articola combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche, applicando schemi elementari; le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica. Improvvisa liberamente e in modo creativo, imparando gradualmente a dominare tecniche e materiali, suoni e silenzi. Esegue, da solo e in gruppo, semplici brani vocali o strumentali, appartenenti a generi e culture differenti, utilizzando anche strumenti didattici e auto-costruiti. Riconosce gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale, utilizzandoli nella pratica. Ascolta, interpreta e descrive brani musicali di diverso genere. alla loro fonte. C discrimina eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte. D riconosce eventi sonori in riferimento alla loro fonte. A Esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche o codificate B Utilizza con sicurezza diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; fa uso di forme di notazione analogiche o codificate C Utilizza diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri; D Esercita diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali. A Articola combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche, applicando schemi elementari; le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica. B Usa con sicurezza combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche, applicando schemi elementari; le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica. C Usa combinazioni timbriche, ritmiche e melodiche, le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica. D Esegue schemi elementari con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica. A Improvvisa liberamente e in modo creativo, imparando gradualmente a dominare tecniche e materiali, suoni e silenzi. B Improvvisa e impara gradualmente a dominare tecniche e materiali, suoni e silenzi. C Sperimenta e impara gradualmente a dominare tecniche e materiali, suoni e silenzi. D Si accosta liberamente a materiali, suoni e silenzi. A Esegue, da solo e in gruppo, semplici brani vocali o strumentali, appartenenti a generi e culture differenti, utilizzando anche strumenti didattici e auto-costruiti. B Esegue, in gruppo, semplici brani vocali o strumentali, appartenenti a generi e culture differenti, utilizzando anche strumenti didattici e auto-costruiti. C Esegue, in gruppo, alcuni semplici brani vocali o strumentali, appartenenti a generi e culture differenti, utilizzando anche strumenti didattici e auto-costruiti. D Esegue, in gruppo, semplici brani vocali e talvolta utilizza anche strumenti didattici e autocostruiti. A Riconosce gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale, utilizzandoli nella pratica. B Riconosce elementi costitutivi di un semplice brano musicale e con esercizio li utilizza nella pratica. C Riconosce alcuni elementi costitutivi di un semplice brano musicale, utilizzandoli nella pratica. D osserva gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale, A Ascolta, interpreta e descrive brani musicali di diverso genere. B Ascolta, interpreta e descrive, con esercizio, brani musicali di diverso genere. C Ascolta e descrive brani musicali di diverso genere. 10

11 D Ascolta brani musicali di diverso genere. Disciplina Arte e immagine Utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (graficoespressivi, pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali). È in grado di osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini (opere d arte, fotografie, manifesti, fumetti, ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip, ecc.). Individua i principali aspetti formali dell opera d arte; apprezza le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria. Conosce i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta sensibilità e rispetto per la loro salvaguardia. Disciplina Educazione Fisica Acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali contingenti. Utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo, anche attraverso la drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali e coreutiche A Utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con molteplici tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi, pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali). B Utilizza le conoscenze e le abilità relative al linguaggio visivo per produrre testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare immagini con tecniche, materiali e strumenti (grafico-espressivi, pittorici e plastici, ma anche audiovisivi e multimediali) diversi. C Utilizza semplici conoscenze e abilità relative al linguaggio visivo per produrre testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi)e riproduce immagini usando alcune tecniche grafico-pittoriche. D Utilizza, con guida, semplici conoscenze e abilità relative al linguaggio visivo per produrre testi visivi. A È in grado di osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini (opere d arte, fotografie, manifesti, fumetti, ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip, ecc.). B È in grado di osservare, descrivere e leggere immagini (opere d arte, fotografie, manifesti, fumetti, ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip, ecc.). C È in grado di osservare e leggere immagini (opere d arte, fotografie, manifesti, fumetti, ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip, ecc.). D È in grado,se guidato, di osservare immagini (opere d arte, fotografie, manifesti, fumetti, ecc.) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip, ecc.). A Individua i principali aspetti formali dell opera d arte; apprezza le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria. B Individua alcuni aspetti formali dell opera d arte; riconosce le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria. C Individua semplici aspetti formali dell opera d arte; osserva le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria. D Osserva, se guidato, le opere artistiche e artigianali provenienti da culture diverse dalla propria. A Conosce i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta sensibilità e rispetto per la loro salvaguardia. B Conosce i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta rispetto per la loro salvaguardia. C Osserva i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta rispetto per la loro salvaguardia. D Osserva, guidato, i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta rispetto per la loro salvaguardia. a Acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali contingenti. b Acquisisce sicurezza attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali contingenti. c Conosce se stesso attraverso la percezione del proprio corpo e gli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali contingenti. d Acquisisce l immagine di sé attraverso la percezione del proprio corpo A Utilizza con consapevolezza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo, anche attraverso la drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali e coreutiche B Utilizza con sicurezza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo, anche attraverso la drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali e coreutiche C Utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo, anche attraverso la 11

12 drammatizzazione e le esperienze ritmico-musicali e coreutiche D Utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d animo. Sperimenta una pluralità di esperienze che permettono di maturare competenze di giocosport anche come orientamento alla futura pratica sportiva. Sperimenta, in forma semplificata e progressivamente sempre più complessa, diverse gestualità tecniche. Agisce rispettando i criteri base di sicurezza per sé e per gli altri, sia nel movimento sia nell uso degli attrezzi e trasferisce tale competenza nell ambiente scolastico ed extrascolastico Riconosce alcuni essenziali principi relativi al proprio benessere psicofisico legati alla cura del proprio corpo, a un corretto regime alimentare e alla prevenzione dell uso di sostanze che inducono dipendenza. Comprende, all interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle regole e l importanza di rispettarle. Disciplina Tecnologia Riconosce e identifica nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale È a conoscenza di alcuni processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia, e del relativo impatto ambientale. Conosce e utilizza semplici oggetti e strumenti di uso quotidiano ed è in grado di descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il funzionamento A Sperimenta una pluralità di esperienze che permettono di maturare competenze di giocosport anche come orientamento alla futura pratica sportiva. B Sperimenta esperienze che permettono di sviluppare competenze di giocosport anche come orientamento alla futura pratica sportiva. C Sperimenta esperienze che permettono di accostarsi a competenze di giocosport anche come orientamento alla futura pratica sportiva. D Sperimenta esperienze di giocosport. A Sperimenta, in forma progressivamente sempre più complessa, diverse gestualità tecniche. B Sperimenta, in forma semplificata e progressivamente sempre più complessa, diverse gestualità tecniche. C Sperimenta, in forma semplificata diverse gestualità tecniche. D Sperimenta,essenziali gestualità tecniche. A Agisce rispettando i criteri di sicurezza per sé e per gli altri, sia nel movimento sia nell uso degli attrezzi e trasferisce tale competenza nell ambiente scolastico ed extrascolastico B Agisce rispettando i criteri base di sicurezza per sé e per gli altri, sia nel movimento sia nell uso degli attrezzi e trasferisce tale competenza nell ambiente scolastico ed extrascolastico C Conosce i criteri base di sicurezza per sé e per gli altri, sia nel movimento sia nell uso degli attrezzi e trasferisce tale competenza nell ambiente scolastico ed extrascolastico D Si accosta, se guidato, a criteri base di sicurezza sia nel movimento sia nell uso degli attrezzi. A Riconosce i principi relativi al proprio benessere psico-fisico legati alla cura del proprio corpo, a un corretto regime alimentare e alla prevenzione dell uso di sostanze che inducono dipendenza. B Riconosce essenziali principi relativi al proprio benessere psico-fisico legati alla cura del proprio corpo, a un corretto regime alimentare e alla prevenzione dell uso di sostanze che inducono dipendenza. C Riconosce alcuni essenziali principi relativi al proprio benessere psico-fisico legati alla cura del proprio corpo, a un corretto regime alimentare e alla prevenzione dell uso di sostanze che inducono dipendenza. D Si accosta,se guidato, ad alcuni essenziali principi relativi al proprio benessere psico-fisico proprio corpo. A Comprende con consapevolezza, all interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle regole e l importanza di rispettarle. B Comprende ed osserva all interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle regole e l importanza di rispettarle. C Comprende, all interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle regole e l importanza di rispettarle. D Rispetta, se guidato, le regole condivise all interno delle varie occasioni di gioco e di sport A Osserva, ricerca e riconosce nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale B Riconosce e identifica nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale C Identifica nell ambiente che lo circonda elementi e fenomeni di tipo artificiale D Identifica nell ambiente che lo circonda semplici elementi e fenomeni di tipo artificiale A Conosce ed individua alcuni processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia, e del relativo impatto ambientale. B È a conoscenza di alcuni processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia, e del relativo impatto ambientale. C È a conoscenza di semplici processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia, e del relativo impatto ambientale. D Riconosce, se guidato, semplici processi di trasformazione di risorse e di consumo di energia. A Conosce e utilizza con consapevolezza oggetti e strumenti di uso quotidiano ed è in grado di descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il funzionamento B Conosce e utilizza oggetti e strumenti di uso quotidiano ed è in grado di descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il funzionamento 12

13 Sa ricavare informazioni utili su proprietà e caratteristiche di beni o servizi leggendo etichette, volantini o altra documentazione tecnica e commerciale. Si orienta tra i diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. Produce semplici modelli o rappresentazioni grafiche del proprio operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti multimediali. Inizia a riconoscere in modo critico le caratteristiche, le funzioni e i limiti della tecnologia attuale. Disciplina Religione Cattolica Riflette su Dio Creatore e Padre sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive; riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi sul valore di tali festività nell esperienza personale, familiare e sociale. Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura, sapendola distinguere da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza. Si confronta con l esperienza religiosa e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa, la C Conosce e utilizza semplici oggetti e strumenti di uso quotidiano ed è in grado di descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il funzionamento D Utilizza, con guida, semplici oggetti e strumenti di uso quotidiano ed è in grado di descriverne la funzione principale e la struttura e di spiegarne il funzionamento A Sa ricavare autonomamente informazioni utili su proprietà e caratteristiche di beni o servizi leggendo etichette, volantini o altra documentazione tecnica e commerciale. B Sa ricavare informazioni utili su proprietà e caratteristiche di beni o servizi leggendo etichette, volantini o altra documentazione tecnica e commerciale. C Ricava le informazioni principali su proprietà e caratteristiche di beni o servizi leggendo etichette, volantini o altra documentazione tecnica e commerciale. D Legge informazioni su etichette, volantini o altra documentazione tecnica e commerciale. A Si orienta tra i diversi mezzi di comunicazione con prontezza ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. B Si orienta tra i diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. C Conosce i diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. D Si accosta, con guida, ai diversi mezzi di comunicazione ed è in grado di farne un uso adeguato a seconda delle diverse situazioni. A Produce modelli o rappresentazioni grafiche elaborate del proprio operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti multimediali. B Produce modelli o rappresentazioni grafiche del proprio operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti multimediali. C Produce semplici modelli o rappresentazioni grafiche del proprio operato utilizzando elementi del disegno tecnico o strumenti multimediali. D Produce, con guida, semplici modelli o rappresentazioni grafiche A Riconosce in modo critico le caratteristiche, le funzioni e i limiti della tecnologia attuale. B Individua, in modo critico le caratteristiche, le funzioni e i limiti della tecnologia attuale. C Inizia a riconoscere in modo critico le caratteristiche, le funzioni e i limiti della tecnologia attuale. D Inizia a riconoscere, se guidato, le caratteristiche e le funzioni della tecnologia attuale. A Riflette su Dio Creatore e Padre sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare consapevolmente i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive; coglie il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi sul valore di tali festività nell esperienza personale, familiare e sociale. B- Riflette su Dio Creatore e Padre sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive; riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi sul valore di tali festività nell esperienza personale, familiare e sociale. C. Riflette su Dio Creatore e Padre e sulla vita di Gesù; riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua. D. Riconosce alcuni segni di Dio Creatore e Padre e alcuni episodi della vita di Gesù. A - Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura, sapendola distinguere con sicurezza da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, e analizza alcune pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza. B- Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura, sapendola distinguere da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza. C - Riconosce che la Bibbia è il libro sacro per cristiani ed ebrei e documento fondamentale della nostra cultura; sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili. D -Riconosce, con guida. che la Bibbia è il libro sacro per i cristiani A- Si confronta consapevolmente con l esperienza religiosa e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa, la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e si impegna attivamente per mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il significato dei sacramenti e si interroga sul valore che essi hanno nella 13

14 comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e si impegnano per mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il significato dei sacramenti e si interroga sul valore che essi hanno nella vita dei cristiani. Disciplina Cittadinanza e Costituzione SI FA RIFERIMENTO ALL ATTUAZIONE DELLA LEGGE 169/2008 (ART 1) Costruisce il senso di legalità e sviluppa un etica della responsabilità, che si realizzano nel dovere di scegliere e agire in modo consapevole secondo le norme del vivere civile Promuove azioni finalizzate al miglioramento del proprio contesto di vita a partire dalla vita quotidiana a scuola fino alla tutela del paesaggio Conosce i diritti fondamentali dell uomo attraverso la Costituzione della Repubblica italiana e i principali documenti internazionali Riconosce l importanza della salvaguardia della salute sua e altrui, il valore e il rispetto della multiculturalità e dell inclusione; conosce e applica le regole del codice stradale vita dei cristiani. B- Si confronta con l esperienza religiosa e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa, la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e si impegnano per mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il significato dei sacramenti e si interroga sul valore che essi hanno nella vita dei cristiani. C- Riconosce nella chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo ; coglie il significato del sacramenti. D-. Riconosce nella chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e con guida cerca di mettere in pratica il suo insegnamento. A- Costruisce il senso di legalità e sviluppa un etica della responsabilità, impegnandosi a realizzarli agendo in modo consapevole secondo le norme del vivere civile B- Costruisce il senso di legalità e sviluppa un etica della responsabilità, che si realizzano nel dovere di scegliere e agire in modo consapevole secondo le norme del vivere civile C-Si accosta positivamente al senso di legalità e sviluppa un etica della responsabilità, che lo portano a scegliere e agire secondo le norme del vivere civile D- Si accosta positivamente se guidato al senso di legalità A- Promuove e sostiene azioni finalizzate al miglioramento del proprio contesto di vita a partire dalla vita quotidiana a scuola fino alla tutela del paesaggio B- Promuove azioni finalizzate al miglioramento del proprio contesto di vita a partire dalla vita quotidiana a scuola fino alla tutela del paesaggio C- Riconosce azioni finalizzate al miglioramento del proprio contesto di vita a partire dalla vita quotidiana a scuola fino alla tutela del paesaggio D- Esegue con guida azioni finalizzate al miglioramento del proprio contesto di vita a partire dalla vita quotidiana a scuola fino alla tutela del paesaggio A- Conosce, rispetta e sa contestualizzare i diritti fondamentali dell uomo attraverso la Costituzione della Repubblica italiana e i principali documenti internazionali B- Conosce e rispetta i diritti fondamentali dell uomo attraverso la Costituzione della Repubblica italiana e i principali documenti internazionali C- Conosce i diritti fondamentali dell uomo attraverso la Costituzione della Repubblica italiana e i principali documenti internazionali D-Si accosta ai diritti fondamentali dell uomo attraverso la Costituzione della Repubblica italiana e i principali documenti internazionali A- Riconosce e preserva l importanza della salvaguardia della salute sua e altrui, il valore e il rispetto della multiculturalità e dell inclusione; conosce e applica diligentemente le regole del codice stradale B- Riconosce l importanza della salvaguardia della salute sua e altrui, il valore e il rispetto della multiculturalità e dell inclusione; conosce e applica le regole del codice stradale C- Riconosce l importanza della salvaguardia della salute, il rispetto della multiculturalità e dell inclusione; conosce le regole del codice stradale D- Rispetta se guidato la sua salute, si relaziona alla multiculturalità; si accosta con sussidi alle regole del codice stradale Data L equipe pedagogica IL DIRIGENTE SCOLASTICO dott.ssa M. Tiziana SANTOMAURO 14

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO 1. L'allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA Plesso CESARE BATTISTI ARNATE Plesso ALESSANDRO MANZONI MADONNA IN CAMPAGNA CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE 4^ ITALIANO l allievo prende la parola negli scambi comunicativi dimostrando di aver colto l

Dettagli

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO Comunicare oralmente in modo adeguato. Leggere e comprendere parole, frasi e semplici brani. Produrre semplici testi scritti. Svolgere attività esplicite

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA anno scolastico 2013 2014 1 CLASSE PRIMA ITALIANO - Ascoltare, comprendere

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria.

SCUOLA PRIMARIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria. AREE DISCIPLINARI E DISCIPLINE SCUOLA PRIMARIA AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA ITALIANO L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, scambi epistolari

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA ITALIANO Traguardi dello sviluppo delle competenze L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni ed insegnanti. Ascolta

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Area dei linguaggi: ITALIANO o L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione), attraverso

Dettagli

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI ALLEGATO 4 Scuola Primaria Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI VOTO Eccellenti competenze e pieno controllo degli aspetti tecnici e formali. Rivela creatività, logica

Dettagli

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda di valutazione delle classi di Scuola Primaria C. Goldoni

Dettagli

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA Scuola Primaria G. Sordini Istituto Comprensivo Spoleto 2 Indicatori per la scheda di valutazione della classe I ITALIANO: Narrare brevi esperienze

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA TRAGUARDI 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE, COMUNICARE ORALMENTE ED ESPRIMERE GIUDIZI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA 2 LEGGERE,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI TRAMONTI (SA) ARTE E IMMAGINE Classe 1

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI TRAMONTI (SA) ARTE E IMMAGINE Classe 1 ARTE E IMMAGINE - Decodificare una sequenza d immagini; - Discriminare uguaglianze e differenze; - Percepire la figura-sfondo; - Eseguire riproduzioni di figure rispettando le relazioni spaziali; - Discriminare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di TREMESTIERI ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SCUOLA PRIMARIA Scuola primaria classe III Italiano Obiettivi di apprendimento Ascolto e parlato Contenuti Metodologia Verifica Traguardi

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE DELLE DISCIPLINE CLASSI TERZE

PROGRAMMA ANNUALE DELLE DISCIPLINE CLASSI TERZE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA PRATI Scuole Primarie Via Prati e Umberto Tagliabue - Scuola Secondaria di I Grado Gianni Rodari Cod. MPI: MIIC87500R Cod.Fisc.: 83007020155 tel 0362.392316 fax 0362.303076 e-mail:

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA

PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA PROGETTAZIONE ANNUALE DI MATEMATICA - Cl.3^ COMPETENZE SPECIFICHE DELLA DISCIPLINA CLASSI 1^-2^-3^-4^-5^ 1-L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali. 2-Riconosce

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA

CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA CLASSI seconde CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA LINGUA ITALIANA l alunno utilizza in maniera appropriata il codice linguistico per descrivere, narrare argomentare. si esprime in modo

Dettagli

OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^

OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^ OBIETTIVI DISCIPLINARI CLASSE 1^ MOTORIE E SPORTIVE Narrare esperienze personali ed i contenuti di brevi racconti rispettando l'ordine logico e cronologico. Acquisire le prime regole di lettura e scrittura.

Dettagli

Istituto corsaro. Curricolo verticale

Istituto corsaro. Curricolo verticale Istituto corsaro Curricolo verticale d Istituto Curricolo verticale Anno scolastico 2015/2016 IL CURRICOLO è la sintesi delle condizioni pedagogiche, organizzative e didattiche che consentono di realizzare

Dettagli

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA INDICATORI SCUOLA PRIMARIA Classe 1ª ITALIANO Narrare brevi esperienze personali rispettando le regole dell ascolto Ascoltare e cogliere il senso globale di semplici testi e informazioni Acquisire prime

Dettagli

Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA

Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA ITALIANO Voto Descrittori Formula scambi comunicativi con compagni e docenti attraverso messaggi semplici e pertinenti. Esprime in modo chiaro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.

ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov. ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GEOGRAFIA PRIMARIA GEOGRAFIA L ALUNNO SI ORIENTA NELLO SPAZIO CIRCOSTANTE E SULLE CARTE GEOGRAFICHE, UTILIZZANDO RIFERIMENTI TOPOLOGICI E PUNTI CARDINALI. UTILIZZA IL LINGUAGGIO DELLA GEO-GRAFICITÀ PER

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

IL CURRICOLO VERTICALE

IL CURRICOLO VERTICALE IL CURRICOLO VERTICALE La scuola dell infanzia e del primo ciclo vanno pensate come una scuola unitaria di base che prende in carico i bambini dall età di tre anni e li guida fino al termine del primo

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA CAMPI DI ESPERIENZA E DISCIPLINE SCUOLA DELL'INFANZIA Campi di esperienza I DISCORSI E LE PAROLE LA CONOSCENZA DEL MONDO IL SÉ E L'ALTRO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 il

Dettagli

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO Via Leopardi 002 Certaldo (Firenze) - tel. 011223-0112 - 0131 - fax. 0131 E-mail:FIIC200@istruzione.it - sito web: www.ic-certaldo.it

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori Classe 5 1.1.1

Dettagli

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA Traguardi di sviluppo e obiettivi di apprendimento per la classe SECONDA desunti dalle Indicazioni per il Curricolo Disciplina OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Italiano

Dettagli

VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015

VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015 ITALIANO VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015 - Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente in modo significativo. - Leggere

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO BELLUNO 3 PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI RELIGIONE CATTOLICA FINE 1^PRIMARIA Competenze specifiche Abilità Competenze Livello di competenza 1- comunicazione nella madre lingua

Dettagli

Obiettivi di apprendimento Definire la posizione di elementi presenti nello spazio vissuto.

Obiettivi di apprendimento Definire la posizione di elementi presenti nello spazio vissuto. CURRICOLO DISCIPLINARE DI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA Disciplina GEOGRAFIA Traguardi delle competenze (prescrittivi) L alunno si orienta circostante vissuto, cogliendone gli elementi e la relazioni. Obiettivi

Dettagli

CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA

CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA 1 CURRICOLO STORIA, GEOGRAFIA, CITTADINANZA 2 Competenza 1 al termine della scuola dell Infanzia Il tempo della propria esistenza Formula riflessioni e considerazioni relative a se stesso. Sviluppa il

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE ITALIANO termine della classe L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e adulti. Legge e comprende brevi testi con correttezza e rapidità; dimostra

Dettagli

Scuola primaria. Obiettivi di apprendimento. Orientamento

Scuola primaria. Obiettivi di apprendimento. Orientamento Geografia Scuola primaria classe 1^ Competenze chiave Traguardi per lo sviluppo della competenza Obiettivi di apprendimento Conoscenze Abilità Comunicazione nella madrelingua Competenze di base in campo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE SECONDA

PROGRAMMAZIONE DI CLASSE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE SECONDA PROGRAMMAZIONE DI CLASSE SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE SECONDA ITALIANO ASCOLTO E PARLATO partecipa a scambi comunicativi rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti

Dettagli

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Allegato 8 PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Scuola Primaria PERCORSI FORMATIVI E CRITERI DI VALUTAZIONE Il Piano Educativo e Didattico d Istituto (P.E.D.) è la programmazione dei percorsi formativi

Dettagli

Orientarsi nello spazio. Utilizzare gli strumenti e il linguaggio propri della disciplina. Riconoscere gli elementi che caratterizzano il territorio

Orientarsi nello spazio. Utilizzare gli strumenti e il linguaggio propri della disciplina. Riconoscere gli elementi che caratterizzano il territorio COMPETENZA CHIAVE GEOGRAFIA Fonte di legittimazione Raccomandazione europea 18/12/2006 SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA COMPETENZE ABILITÀ CONOSCENZE L alunno si orienta nello spazio circostante, utilizzando

Dettagli

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni.

a partire dal lessico già in suo possesso comprende nuovi significati e usa nuove parole ed espressioni. CLASSE I ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni e docenti attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti; si esprime verbalmente su vissuti ed esperienze personali con ordine logico/cronologico,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI

PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE SCUOLA DELL INFANZIA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3, 4, 5 ANNI 3 anni IL SÉ E L ALTRO Supera il distacco dalla famiglia Prende coscienza di sé Sviluppa

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria

GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO. Scuola primaria GEOGRAFIA : quadro sinottico delle COMPETENZE PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO Scuola dell infanzia Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio. Segue un percorso correttamente sulla base di indicazioni

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istiituto Comprensiivo Don Lorenzo Miillanii Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado anche

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINALE LIGURE CURRICOLO VERTICALE LINGUA ITALIANA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 COMPETENZA al termine del primo ciclo di istruzione Dimostra una padronanza della lingua italiana tale

Dettagli

Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre

Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre ITALIANO (Voto numerico espresso in decimi e riportato in lettere) Prestare attenzione, comprendere e riferire i contenuti di

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli (1) ASSE DEI LINGUAGGI : ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli 1. Padroneggia gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale

Dettagli

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : MUSICA

CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : MUSICA CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE : La consapevolezza ed espressione culturale è la competenza che più contribuisce a costruire l identità sociale e culturale, attraverso la capacità di fruire dei

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA

CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA CURRICOLO DI ITALIANO CLASSE PRIMA TRAGUARDI DI COMPETENZA NUCLEI FONDANTI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Sa usare la comunicazione orale e scritta per collaborare e interagire positivamente con gli altri

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA

GEOGRAFIA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L alunno/a si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali. ORIENTAMENTO Collocare se stesso e gli oggetti in uno spazio

Dettagli

MATERIA: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI CLASSE PRIMA OSSERVARE E LEGGERE IMMAGINI. - Guardare e osservare un immagine individuandone gli elementi formali.

MATERIA: ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI CLASSE PRIMA OSSERVARE E LEGGERE IMMAGINI. - Guardare e osservare un immagine individuandone gli elementi formali. MATERIA: ARTE E IMMAGINE ABILITÁ PRIMA OSSERVARE E LEGGERE IMMAGINI Osserva immagini per coglierne il significato. ESPRIMERSI E COMUNICARE Utilizza tecniche diverse in modo autonomo o guidato. - Guardare

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE 2012-2013 CLASSE QUARTA ITALIANO COMPETENZE ASCOLTA, LEGGE, COMPRENDE, PARLA, RIFLETTE, SCRIVE, PRODUCE

PROGETTAZIONE ANNUALE 2012-2013 CLASSE QUARTA ITALIANO COMPETENZE ASCOLTA, LEGGE, COMPRENDE, PARLA, RIFLETTE, SCRIVE, PRODUCE PROGETTAZIONE ANNUALE 2012-2013 CLASSE QUARTA ITALIANO ASCOLTA, LEGGE, COMPRENDE, PARLA, RIFLETTE, SCRIVE, PRODUCE L allievo - Partecipa a scambi comunicativi (conversazione,discussione di classe o di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AREA SOVRADISCIPLINARE LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA LINGUA ITALIANA Obiettivi

Dettagli

PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO

PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO OBIETTIVI MINIMI 1. ASCOLTARE/PARLARE: Ascoltare e comprendere testi orali di diverso tipo. Esprimersi oralmente in modo corretto (e pertinente), producendo testi

Dettagli

MUSICA. COMPETENZE CHIAVE: Comunicazione nella madrelingua, Consapevolezza ed espressione culturale, Imparare ad imparare

MUSICA. COMPETENZE CHIAVE: Comunicazione nella madrelingua, Consapevolezza ed espressione culturale, Imparare ad imparare MUSICA COMPETENZE CHIAVE: Comunicazione nella madrelingua, Consapevolezza ed espressione culturale, Imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno : Osserva, esplora, descrive

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento)

CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento) CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA (Campi di esperienza: La conoscenza del mondo, Il corpo e il movimento) ANNI TRE Traguardi per lo sviluppo delle competenze. (alla fine del triennio)

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE E DELLE MONOENNIO ITALIANO monoennio 1. saper ascoltare interlocutori in contesti diversi 2. saper comunicare oralmente 3. acquisire la tecnica della lettura 4. acquisire la tecnica della scrittura a)

Dettagli

1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI. Allegato al POF

1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI. Allegato al POF 1 CIRCOLO DIDATTICO - Pontecagnano Faiano (SA) PROFILI FORMATIVI Allegato al POF a.s. 2013/2014 Profilo formativo della classe prima competenze riferite agli strumenti culturali Comunicare per iscritto

Dettagli

Infanzia Obiettivi di apprendimento

Infanzia Obiettivi di apprendimento I DISCORSI E LE PAROLE IMMAGINI, SUONI, COLORI IL CORPO E IL MOVIMENTO Il corpo e la sua relazione con lo spazio e il tempo Asse linguistico-espressivo Infanzia-Primaria -Secondaria I grado- NUCLEI FONDANTI

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO Traguardi per lo sviluppo delle competenze 1.Partecipa a scambi comunicativi con compagni ed insegnanti, formulando messaggi chiari e pertinenti Obiettivi

Dettagli

Il Curricolo della Scuola Primaria

Il Curricolo della Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA STATALE 2 CIRCOLO Via A. De Gasperi,13-70016 NOICÀTTARO (BA) - Tel. e Fax 080 4793318 C.F. 80034260721 C.M.BAEE145008 www.degasperi2noicattaro.eu BAEE145008@istruzione.it Con l Europa,

Dettagli

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno: Ascolta e comprende parole e semplici espressioni, istruzioni,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA - CLASSE 3 a DISCIPLINA: ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SCUOLA PRIMARIA - CLASSE 3 a DISCIPLINA: ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE 3 a DISCIPLINA: ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno: I. interagisce in gruppo, rispettando il turno e formulando messaggi chiari; II. ascolta e comprende

Dettagli

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI

A - ORIENTAMENTO COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI GEOGRAFIA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA A - ORIENTAMENTO Riconosce e indica la propria posizione e quella di oggetti dati, nello spazio vissuto, rispetto a diversi punti di riferimento. a1) Riconoscere

Dettagli

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti.

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti. MATEMATICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che L alunno/a è stato/a ammesso/a alla classe successiva/all Esame di Stato al termine del 1 ciclo

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni ed insegnanti, attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti. Si esprime

Dettagli

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino

Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI LOVERE VIA DIONIGI CASTELLI, 2 - LOVERE Scuola Primaria Statale Falcone e Borsellino PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Le programmazioni didattiche sono state stese in base

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO Ascolto e parlato Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, conversazione, discussione) rispettando

Dettagli

GEOGRAFIA Scuola Primaria

GEOGRAFIA Scuola Primaria GEOGRAFIA Scuola Primaria Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria Orientamento -L alunno/a si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche utilizzando

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO

SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Via Pertini, 1 73020 UGGIANO LA CHIESA (LE) tel 036 17370 fax 036 14535 LEIC4300C@istruzione.it www.comprensivouggiano.it codice

Dettagli

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

GEOGRAFIA. Disciplina di insegnamento: TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Disciplina di insegnamento: GEOGRAFIA COMPETENZE (dal profilo dello studente) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE

Dettagli

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE Classe prima

Istituto Comprensivo statale Girolamo Fracastoro Cavaion Veronese. SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI SCIENZE Classe prima Classe prima Classe I competenza matematica e SPERIMENTARE CON OGGETTI E MATERIALI competenze di base in scienza e tecnologia competenza digitale Osservare, descrivere elementi della realtà circostante

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Scuola dell Infanzia qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd GEOGRAFIA qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd Istituto Comprensivo Castell Arquato qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd

Dettagli

CURRICOLO di ITALIANO classe terza

CURRICOLO di ITALIANO classe terza CURRICOLO di ITALIANO classe terza 1 TERZA NUCLEO DISCIPLINARE: A COLTO E PARLATO OBIETTIVO GENERALE: A - ascoltare, comprendere e comunicare oralmente CONTENUTI ATTIVITA Ascolto e comprensione di testi

Dettagli

GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZA/E CHIAVE DI CITTADINANZA DA PROMUOVERE. Imparare ad imparare. Progettare. Comunicare. Collaborare e partecipare.

GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZA/E CHIAVE DI CITTADINANZA DA PROMUOVERE. Imparare ad imparare. Progettare. Comunicare. Collaborare e partecipare. IC SIGNA- Curricolo verticale di Geografia (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) GRIGLIA N 1 - ORIENTAMENTO COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE

Dettagli

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE

Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE Geografia Competenze TRAGUARDI DELLE COMPETENZE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO - Individua le posizioni di oggetti e persone nello spazio, usando termini come avanti/dietro,

Dettagli

I CAMPI DI ESPERIENZA

I CAMPI DI ESPERIENZA I CAMPI DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO sviluppa il senso dell identità personale; riconosce ed esprime sentimenti e emozioni; conosce le tradizioni della famiglia, della comunità e della scuola, sviluppando

Dettagli

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA Traguardi di sviluppo e obiettivi di apprendimento per la classe TERZA desunti dalle Indicazioni per il Curricolo Disciplina OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Italiano L

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSI PRIME INSEGNANTI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSI PRIME INSEGNANTI 2 CIRCOLO DIDATTICO GIOVANNI XXIII PATERNÒ PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSI PRIME INSEGNANTI Castro Giuseppa Chisari Concetta Consoli Francesca Giannuzzi Chiarina Longo Lucia Mannino

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE COMPETENZE DI BASE. Traguardi Competenze al termine della SCUOLA DELL INFANZIA COMPETENZE TRASVERSALI

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE COMPETENZE DI BASE. Traguardi Competenze al termine della SCUOLA DELL INFANZIA COMPETENZE TRASVERSALI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Traguardi Competenze al termine della SCUOLA DELL INFANZIA COMPETENZE TRASVERSALI Ha acquisito autonomia personale (igiene e prassie). Ha cura del materiale didattico.

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO Livello di base non raggiunto Non ha raggiunto tutte le competenze minime previste nel livello di base Riconosce ed utilizza le strutture linguistiche di base Comprende

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli Via Sozzi, N 6-47042 Cesenatico (FC) - Cod. fisc. 90041150401 Tel 0547 80309 fax 0547 672888 - Email: fomm08900a@istruzione.it Sito web: www.smcesenatico.net

Dettagli

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazioni, discussioni, di classe o di gruppi) con compagni e insegnanti rispettando

Dettagli

Il Dirigente scolastico e il Presidente della Commissione d esame CERTIFICANO

Il Dirigente scolastico e il Presidente della Commissione d esame CERTIFICANO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Raffaello Giovagnoli Via Ticino 72 00015 Monterotondo (RM) Tel. 069068053 Fax 0690629007

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

INTERVENTO 3 CLASSE 3^ SERVIZI DEL TURISMO. Descrizione contenuti specifici. riferim ento 1C. Descrizione competenza da acquisire

INTERVENTO 3 CLASSE 3^ SERVIZI DEL TURISMO. Descrizione contenuti specifici. riferim ento 1C. Descrizione competenza da acquisire INTERVENTO 3 CLASSE 3^ SERVIZI DEL TURISMO Descrizione competenza da acquisire AREA DEI LINGUAGGI Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa

Dettagli

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva ETA : 4 ANNI Immagini, suoni e colori CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Tecniche di rappresentazione Ascoltare brani musicali Mimare testi ascoltati grafica, corporea

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti PER LA SCUOLA DELL INFANZIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 IL SE E L ALTRO - Gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA Conoscere, percepire e riconoscere i suoni dell ambiente. Discriminare e interpretare gli eventi sonori. Acquisire una corretta postura. Cantare in coro.

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

GEOGRAFIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA

GEOGRAFIA. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (dalle Indicazioni Nazionali) AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA GEOGRAFIA CLASSE 1 a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DEL- LE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO INDICATORI DI VALUTAZIONE (Stabiliti dal Collegio Docenti) AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA AL TERMINE DELLA

Dettagli