Speciale SIPAC ANNO VII N. 24 NEL LAZIO FAITA E SIPAC INSIEME PER L OPEN AIR L OPEN AIR PUÒ DARE DI PIÙ CAMPEGGI E VILLAGGI, LA PAROLA AGLI UTENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Speciale SIPAC ANNO VII N. 24 NEL LAZIO FAITA E SIPAC INSIEME PER L OPEN AIR L OPEN AIR PUÒ DARE DI PIÙ CAMPEGGI E VILLAGGI, LA PAROLA AGLI UTENTI"

Transcript

1 P E R I O D I C O D E L L A F A I T A F E D E R C A M P I N G ANNO VII N. 24 Poste Italiane SPA - Sped. Abb. Postale DL 353/2003 (conv. INL. 27/02/2004, nª 46) ART.1 comma 1 DCB ROMA Luglio - Settembre 2013 Speciale SIPAC FAITA E SIPAC INSIEME PER L OPEN AIR NEL LAZIO L OPEN AIR PUÒ DARE DI PIÙ CAMPEGGI E VILLAGGI, LA PAROLA AGLI UTENTI CASE MOBILI, IL CAOS CONTINUA

2

3 ANNO VII N. 24 CAMPING MANAGEMENT :EDITORIALE La stagione che abbiamo appena concluso ha registrato aspetti contraddittori e, come spesso accade, presenta luci ed ombre. Per amore di ottimismo e dovere d impresa incominciamo dalle luci. Il nostro settore sembra aver retto al sesto anno di crisi economica ed al terzo di recessione. Non ci sono stati incrementi significativi di arrivi e presenze ma non si è verificato neanche il paventato crollo della domanda interna. Quest ultima comunque, continua ad essere debole e concentrata e preoccupa soprattutto le regioni che su di essa puntano maggiormente. La Federazione ha deciso di scommettere ulteriormente sulla crescita delle imprese puntando su iniziative importanti quali il SIPAC di Padova, in occasione del quale saranno organizzati alcuni appuntamenti con Maurizio Vianello gli imprenditori sulle tematiche di maggior interesse quali l incremento della domanda attraverso il contatto diretto con tour operator o l adeguamento dell offerta attraverso la proposizione di modelli di project financing per l acquisto di case mobili. Chi crede che il nostro lavoro possa e debba essere fatto con professionalità non potrà mancare questi appuntamenti e spero tragga da essi idee e soluzioni per la propria azienda. Quanto alle ombre alle quali accennavo ne cito solo un paio, perché da sole bastano ed avanzano ad impensierire chiunque. Nonostante l incessante ed estenuante impegno della Federazione e di molte nostre continua a pag.7 FAITA FEDERCAMPING Via Cola di Rienzo, Roma tel fax www. faita.it Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 363/2006 del 29/09/2006 Direttore responsabile: Salvatore Vingiani Redazione: Nicolcarlo Genovese Pietro Licciardi Andrea Spezzigu Produzione e pubblicità: Contatto Comunicazione e Marketing s.r.l. Via Apuania, Roma Tel Fax Filippo Gentile cell Progetto grafico: Emilio Procopio Impaginazione: Format Roma s.r.l. Stampa: Rotoform Pomezia ROMA Finito di stampare Ottobre 2013 CAMPING MANAGEMENT :SOMMARIO 5 LA PINETA DI SAN VITO LO CAPO, QUATTRO STELLE DI QUALITÀ di Pietro Licciardi 8 NEL LAZIO L OPEN AIR PUO DARE DI PIÙ a cura di Pietro Licciardi 12 IL LAZIO REGIONE TURISTI- CAMENTE INOSSIDABILE a cura di Pietro Licciardi 16 CAMPEGGI E VILLAGGI, LA PAROLA AGLI UTENTI Giorgio Carone e Alessandra Bertoldo 18 FAITA E SIPAC INSIEME PER L OPEN AIR 35 VERO O FALSO? LA REPUTAZIONE ON-LINE DELLE ATTIVITA TURISTICHE Mauro Matiddi 38 QUALITA ED ESTETICA CON ONDUVILLA Filippo Gentile 40 VIAGGIARE NEL GUSTO: IL LITORALE ROMANO Giuliano Manzi 23 CASE MOBILI, IL CAOS CONTINUA 31 CAMPEGGIANDO, LA PRIMA APP-GUIDA PER I CAMPING

4

5 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO LA PINETA DI S.VITO LO CAPO, QUATTRO STELLE DI QUALITÀ di Pietro Licciardi ANTONINO CUSENZA, DA VENTICINQUE ANNI IMPRENDITORE «SENZA RIMPIANTI» San Vito lo Capo, in provincia di Trapani, è una delle località balneari più ambite della Sicilia, con spiagge di sabbia bianca e finissima, acqua cristallina e fondali suggestivi. Proprio qui sorge il Camping Village La Pineta, diretto da Antonino Cusenza, classe 1963, il quale ha preso saldamente in mano le redini della struttura creata dal padre nel Come ricorda il signor Antonino a quel tempo, più di trent anni fa, aprire un camping villaggio già allora dotato di servizi all avanguardia era considerata una vera e propria scommessa, tanto che i pochi colleghi imprenditori della zona, con non pochi altri addetti ai lavori nonchè diversi amici lo sconsigliarono vivamente di imbarcarsi in una operazione ritenuta finanziariamente suicida e destinata al sicuro fallimento. Ma Vincenzo Cusenza, per sua fortuna, e per la fortuna della famiglia, non volle sentire ragioni. L operazione non si rivelò effettivamente una passeggiata e ci volle tutta la sua tenacia, da buon siciliano, per sconfiggere già allora la burocrazia dell ente locale, della Provincia, della Regione che sembrava volessero far saltare l iniziativa a qualsiasi costo. Da notare che negli anni Ottanta la disoccupazione era in aumento e soprattutto al Sud il lavoro era per molti un miraggio ma evidentemente tutto ciò poco importava a chi, come ancora oggi, aveva una certa idea di stato: nemico dell impresa privata e dei cittadini. Comunque alla fine Vincenzo Cusenza e soci l ebbero vinta e La Pineta potè aprire i battenti: numerose piazzole per tende, roulotte e caravan immerse nel verde, alcune decine di bungalow in muratura, due grandi piscine, ristorante e campetti per praticare diversi sport all aria aperta. Il tutto a trecento metri da una magnifica spiaggia corallina. Antonino in quei primi anni di attività era un liceale fresco di diploma e da subito cominciò a lavorare nel campeggio imparando pian piano tutti i segreti del mestiere, seguendo e in qualche modo partecipando anche all evoluzione qualitativa della struttura. Come ricorda infatti, «all inizio in seguito alla poca esperienza era molto alta la presenza degli stanziali, i quali comunque furono molto importanti per dare al campeggio una stabilità economica. Poi però si cercò di elevare la qualità e migliorare l immagine e in accordo con i soci iniziò una selezione. Adesso gli stanziali sono circa il dieci per cento della nostra clientela». Al momento i clienti de La Pineta appartengono ad una fascia che potrebbe essere definita medio-alta, anche perché nel corso degli anni non è mai venuto meno l impegno nel mi- 5

6 CAMPING MANAGEMENT :PAROLE ATTORNO AL FUOCO gliorare e adeguare sia i servizi che le strutture e «perfezionando la qualità migliora di conseguenza anche la qualità dei turisti». Turisti molti dei quali stranieri, che come dice il signor Cusenza «sono aumentati rispetto ai primi tempi in maniera esponenziale, specialmente negli ultimi cinque anni grazie ad alcuni contratti che abbiamo sottoscritto con tour operator esteri e società che utilizzano il web e quindi inserite nel circuito internazionale. Da una presenza del 7 per cento circa degli anni Ottanta siamo passati dopo dieci anni al 13 per cento fino ad arrivare all attuale per cento. Purtroppo però è diminuita la presenza dei turisti italiani» Certamente le distanze non aiutano, soprattutto in tempi di crisi, e considerati gli alti costi del carburante, cui si aggiungono traghetto e pedaggio autostradale, non è facile continuare a far quadrare i bilanci. «Per fortuna il campeggio si trova in una zona e in una regione meravigliose», dice Cusenza, «siamo distanti dai principali bacini del turismo all aria aperta: le grandi città del nord e i paesi d oltralpe; però abbiamo grandi tradizioni storiche, bellezze naturali e paesaggistiche, folclore. Siamo anche a due passi dalla riserva naturale dello Zingaro. Insomma, chi viene da noi trova un oasi di pace, serenità e bellezza ma allo stesso tempo non ha certo modo di annoiarsi; senza contare il confort assicurato dalla nostra struttura». Per il futuro Antonino Cusenza non ha dubbi; per poter dare impulso al turismo open air, anche nella sua Sicilia, occorre puntare sulla conservazione dell ambiente e sulla tutela del paesaggio. Tra l altro è stato molto importante che le amministrazioni locali, sia quella attuale che le precedenti, abbiano centrato la loro politica proprio sulla salvaguardia ambientale, oltre che sull organizzazione di eventi lungo quasi tutto l arco dell anno, il più importante dei quali è il Cous-cous Fest che si svolge a fine settembre dando così una mano ad allungare la stagione. Rimangono comunque le difficoltà per gli imprenditori del turismo all aria aperta, che sono le stesse un po per tutti. Come lamenta Cusenza infatti non solo a livello nazionale ma anche a livello locale, e dunque pure in Sicilia, i camping non sono considerati al pari delle altre strutture turistiche, continuando a portarsi dietro l errata immagine di un turismo povero. «L ultima beffa che ho dovuto subire proprio in questi giorni», spiega tra l altro il signor Antonino, «è stata di non aver potuto partecipare a un bando per l assegnazione del marchio di qualità e ospitalità italiana, poiché la categoria campeggi non è stata menzionata. Hanno potuto concorrere solo gli hotel, le residenze turistico-alberghiere, i ristoranti, gli agriturismi e perfino i B&B. Nessun modulo da compilare per la domanda da parte dei campeggi. Eppure diamo tantissimo a livello locale e nazionale, a cominciare dalle tasse, Senza parlare del fatto che le nostre strutture ricettive garantiscono una grossa fascia di presenze 6

7 «DA UNA PRESENZA DI STRANIERI DEL 7 PER CENTO CIRCA DEGLI ANNI OTTANTA SIAMO PASSATI DOPO DIECI ANNI AL 13 PER CENTO FINO AD ARRIVARE ALL ATTUALE PER CENTO. PURTROPPO PERÒ È DIMINUITA LA PRESENZA DEI TURISTI ITALIANI» turistiche. Eppure, continuiamo a non essere promossi e a essere considerati al gradino più basso». Nonostante tutto questo però resta imperativo l adeguarsi costantemente ai tempi e al mercato, che è in continua evoluzione. «È necessario non abbassare mai la guardia, mantenere sempre alto lo standard di qualità», tiene a precisare il direttore del camping-villaggio La Pineta «e la nostra società ha cercato sempre, in venticinque anni di attività, di farlo. Soprattutto negli ultimi dieci anni, con la costruzione di nuovi bungalow in muratura e continue migliorie nei servizi. Direi che la trasformazione più evidente l abbiamo avuta proprio in questo periodo, diventando molto più simili a un villaggio, preservando tuttavia le stesse caratteristiche ambientali». Anche in futuro La Pineta si manterrà su questa linea organizzativa, la stessa che ha permesso al camping-villaggio di riqualificarsi da tre a quattro stelle Ma Antonino Cusenza cosa chiede alla politica, nazionale e regionale, per poter guardare con maggiore serenità al suo futuro imprenditoriale? «Alla politica regionale e nazionale chiedo di avere maggiori agevolazioni, di incentivare la detassazione e di diminuire il costo del lavoro. Per la mia azienda avere sessanta dipendenti, otto soci collaboratori e sopportare l aumento sproporzionato dell imposta sugli immobili, l Ici diventata Imu, da 27mila euro a 60mila e della Tares di circa per cento in più è diventato insostenibile. Una simile miopia politica e amministrativa rischia di far fallire anche le aziende più solide». E questo rischia di avere conseguenze anche dal punto di vista della continuità imprenditoriale. Già altri proprietari di campeggi avevano confidato a Camping management di avere qualche difficoltà nel trovare chi potesse portare avanti l impresa dopo di loro, dal momento che i giovani mostravano qualche titubanza ad accollarsi simili gravose responsabilità in un clima politico così sfavorevole. «Non posso dar torto a questi colleghi», confida il direttore de la Pineta, «perché la mancanza di una programmazione e il clima di persecuzione fiscale e normativa lascia prevedere un avvenire tutt altro che roseo per i nostri figli, i quali dovranno quasi certamente affrontare ancora maggiori difficoltà senza alcuna prospettiva certa. Tuttavia il mio invito e il mio auspicio è che possiamo fare tutti quadrato e lottare assieme alla nostra associazione di categoria, la Faita, per far sentire la nostra voce e ottenere finalmente l attenzione e la considerazione che meritiamo» Infine chiediamo al signor Cusenza se non ha qualche rimpianto o se si è pentito di qualche scelta imprenditoriale compiuta in passato. «Sono contento delle scelte che ho fatto insieme ai miei soci», risponde; «sacrificandomi ho cercato sempre di dare il massimo, realizzando una struttura che ha contribuito anche a migliorare l immagine di S. Vito lo Capo. Semmai, purtroppo, non credo di essere stato del tutto ripagato sotto il profilo finanziario, perché se penso a tutto quello che ho investito, rischiato, anche dal punto di vista penale, per mettere in piedi una simile struttura riconosco che l utile non è stato adeguato». Un cruccio, questo, che siamo convinti appartenga a molti altri imprenditori, non soltanto dell open air, in un Paese come il nostro che a persone che lavorano duramente per creare ricchezza e occupazione anziché gratitudine e rispetto si dispensa solo ostilità: fiscale, burocratica e legislativa. n CAMPING MANAGEMENT :EDITORIALE segue da pag.3 associazioni regionali il Governo non ha saputo proporre una norma chiara ed univoca in materia di case mobili, ipotecando seriamente il futuro di molte aziende ed indebolendo l intero settore. L argomento è ampiamente affrontato su questo numero di Camping Management e chi ha voglia può valutare qualità e quantità degli sforzi profusi a fronte dell incongruenza della soluzione normativa adottata. L esito desolante di questa vicenda mi ha spinto a chiedermi chi veramente sia interessato a mantenere il nostro settore in uno stato di arretratezza rispetto ai nostri competitori esteri ed in una condizione di minorità rispetto alle altre modalità turistiche. Non ho una risposta certa ma temo che il danno maggiore sia venuto, anche in questa occasione, più da chi si improvvisa esperto della materia e da chi millanta capacità di mediazione e di rappresentanza che da altri. Forse in futuro dovremo guardare con più attenzione e minore benevolenza a coloro che sostengono di fare gli interessi del nostro settore senza esserne minimamente partecipi e consapevoli. Infine tra le ombre annovero il perdurare dell incertezza politica che impedendo l assunzione di misure strutturali si riverbera negativamente sulla possibilità di superare la crisi e costringe il nostro settore e l intero comparto turistico a lottare per resistere sul mercato piuttosto che ad impegnarsi per crescere ed espandersi. 7

8 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO NEL LAZIO L OPEN AIR PUÒ DARE DI PIÙ a cura di Pietro Licciardi Nel Lazio ci sono oltre 120 imprese che operano nel turismo all aria aperta offrendo, secondo i dati Istat del 2011, poco meno di posti letto, per un totale di oltre di presenze. Parliamo di campeggi e villaggi che pur rappresentando appena il 2% dell intero comparto complementare raccolgono oltre il 52% di presenze e quasi il 44% di arrivi sul totale. Essi rappresentano inoltre un fattore strategico per la regione, soprattutto lungo la fascia costiera, dove l offerta complementare è rappresentata in maniera quasi esclusiva da campeggi e da villaggi turistici che offrono oltre il 94% dei posti letto extralberghieri. Placido Rosi è il presidente di Faita FederCamping del Lazio e con lui ci soffermiamo sulla realtà turistica regionale.. Presidente, innanzitutto qualche dato sullo stato di salute dell open air nel Lazio alla luce dei dati della stagione appena conclusa «Le indicazioni ancora parziali che emergono fanno intravedere una stagione turistica sostanzialmente stazionaria. Forse giugno ha avuto un calo di presenze anche a causa delle avverse condizioni meteorologiche. Il 2013 dovrebbe confermare le cifre dello scorso anno con una variazione del 2% in più o in meno. Il mercato interno sta soffrendo maggiormente con un tendenziale 2% di arrivi ed un più contenuto minor numero di presenze. I prezzi in generale sono invece invariati, ma la contrazione dei consumi di servizi aggiuntivi fanno prevedere un calo dei fatturati nell ordine del 3%. Circa PER PLACIDO ROSI, PRESIDENTE FAITA-LAZIO, LE IMPRESE HANNO ANCORA BISOGNO DI CERTEZZE. la scelta della modalità di soggiorno all interno delle strutture si conferma la tendenza consolidata in questi anni con una prevalenza di soggiorni in bungalow e case mobili (il 40% delle presenze) mentre dovrebbe confermarsi il dato in lieve crescita di ospiti con veicoli ricreazionali (il 35% delle presenze), ancora in diminuzione la quota di ospiti in tende e delle modalità di soggiorno cosiddette in abbonamento cioè tipologie di soggiorno prolungate per la stagione (meno del 25% delle presenze)». Quale contributo dà l open air al turismo regionale nel suo complesso? Come lei sa spesso si lamenta il fatto che Roma sia una calamita per il turismo nazionale e internazionale lasciando al resto della regione solo le briciole «L offerta regionale è rappresentata da poche imprese (solo il 3% dell intero comparto complementare), ma le presenze e gli arrivi ne evidenziano le altissime potenzialità: rispettivamente oltre il 50% di presenze e quasi il 45% di arrivi dell intero comparto. Campeggi e villaggi turistici sono la prima tipologia ricettiva per numero di posti letto dell intero comparto complementare con il 63% del totale. Infatti, si passa dalle 10 imprese con oltre posti letto ubicate nella Capitale, al litorale, dove l offerta complementare è rappresentata in maniera quasi esclusiva da campeggi e da villaggi turistici. La forte presenza di Roma nel mercato turistico regionale deve essere considerata come un opportunità e non come una minaccia. Occorre sfruttare le potenzialità della Capitale per poi distribuire il grande flusso turistico nel territorio regionale. La nostra tipologia di clientela mediamente ha un periodo di permanenza più lungo rispetto ad altre tipologie di ricettività, i turisti che utilizzano le nostre strutture a Roma discostano da questa tendenza generale, soggiornando mediamente 2 o 3 giorni, in linea con la permanenza delle altre tipologie ricettive della città. Questo accade perché dopo aver visitato Roma ripartono verso i loro paesi di 8

9 «L OFFERTA REGIONALE È RAPPRESENTATA DA POCHE IMPRESE (SOLO IL 3% DELL INTERO COMPARTO COMPLEMENTARE), MA LE PRESENZE E GLI ARRIVI NE EVIDENZIANO LE ALTISSIME POTENZIALITÀ: RISPETTIVAMENTE OLTRE IL 50% DI PRESENZE E QUASI IL 45% DI ARRIVI DELL INTERO COMPARTO» l open air in particolare? «Molto. Questa giunta ha grandi potenzialità e spero le utilizzino al meglio. La nostra associazione ha già avuto degli incontri con l assessorato all Urbanistica, proprio per confrontarci sulle problematiche evidenziate prima e devo dire che siamo molto soddisfatti, sia per l approccio che per la competenza e pragmatismo nell affrontare le questioni». permanenza, molto spesso visitando prima altre città italiane, comunque uscendo dal nostro territorio regionale. Secondo me è in questa fase che occorre lavorare, se si riuscisse a far conoscere le grandi opportunità che il nostro territorio offre prima, durante e dopo la permanenza a Roma, probabilmente si riuscirebbe a guadagnare almeno un giorno in più di permanenza a vantaggio del territorio». L occupazione, non soltanto giovanile, è diventata una emergenza anche nella sua regione. Secondo lei cosa occorrerebbe fare per aiutare il lavoro nel turismo, al di là delle chiacchiere? «Su questa tematica valgono i discorsi che la Federazione ha sempre fatto anche in ambito nazionale e che sono stati esposti molto bene anche su questa rivista: senza certezze un azienda non investe e di conseguenza non assume. Noi non chiediamo incentivi oltre quelli già esistenti perché oggi gli strumenti ci sono anche grazie alla cosiddetta contrattazione di secondo livello. Discorso a parte per il cuneo fiscale anche se il problema non è questo. Tutte le difficoltà nascono dal fatto che da decenni non nasce un campeggio nuovo nel Lazio ed è praticamente impossibile prevedere lo sviluppo di quelli esistenti; con queste prospettive com è possibile prevedere un incremento dell occupazione?» Cosa si aspetta dalla nuova giunta regionale in materia di turismo e per Siamo in recessione e l andamento politico lascia purtroppo supporre che non ne usciremo tanto facilmente. Come vede il futuro del turismo all aria aperta nel Lazio in considerazione di ciò? «Dall incrocio domanda-offerta, emerge in modo netto come le attuali tendenze evidenzino una ricerca crescente e diffusa di natura, cultura e qualità della vita; soprattutto attraverso la ricerca di forme di ricettività ecocompatibili e confortevoli come case mobili, camper o resort. A ciò si aggiunge una crescente attenzione al rapporto qualità prezzo dei servizi offerti, come espressione di un comportamento di consumo condizionato da un ridotto potere di acquisto. Il comparto del turismo all aria aperta, rappresentando una soluzione adeguata alle capacità di spesa e 9

10

11 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO consentendo il contatto con la natura secondo una formula ricettiva ecosostenibile, sembra avere tutte le carte in regola per rispondere in maniera adeguata a tali tendenze e ritrovare quella dinamicità che lo ha caratterizzato negli anni passati. Le prospettive sono buone, anche per alcune eccellenze presenti nella nostra regione. Importanti testimonianze di gradimento sono state espresse lo scorso anno attraverso una graduatoria redatta da alcuni media internazionali, come Der Spiegel e El Mundo, per citarne forse i più importanti, dove le Imprese all aria aperta di Roma sono stata dichiarate come le migliori nelle città d arte Europee». Qual è secondo lei l efficacia delle politiche di promozione turistica messe in campo sia dalle amministrazioni locali che dalla Regione Lazio? «L efficacia si può misurare su delle azioni compiute, diventa difficile quantificare l efficacia sul nulla. Purtroppo in questi ultimi anni, se non per pochi specifici casi, si è fatto molto poco per la promozione turistica, sia a livello regionale che comunale. È mancato totalmente il raccordo tra politiche di promozione regionali e locali, con casi limite come quello di Roma Capitale dove si è arrivati addirittura all antagonismo. Io vedo le politiche regionali come un grande contenitore di quelle territoriali, ovvero un coordinamento delle attività generali con delle linee guida nel rispetto delle singole identità e potenzialità, senza primi posti o detentori della verità assoluta». LO SCORSO ANNO UNA GRADUATORIA REDATTA DA ALCUNI MEDIA INTERNAZIONALI, COME DER SPIEGEL E EL MUNDO, HA DICHIARATO LE IMPRESE ALL ARIA APERTA DI ROMA COME LE MIGLIORI NELLE CITTÀ D ARTE EUROPEE». A quali strategie state lavorando come FAITA per sostenere l impresa nella regione? «Già da qualche anno stiamo procedendo con forza alla risoluzione delle problematiche di carattere urbanistico attraverso la sottoscrizione di protocolli di intesa con i comuni per procedere all adeguamento alle norme dei piani regolatori vigenti nei quali non erano previste aree destinate a questo comparto. Da quest anno poi abbiamo costituito insieme ad altri partner il Consorzio Lazio Outdoor (www.lazio-outdoor.it) che ha lo scopo di favorire lo sviluppo e la promozione delle attività turistico ricettive, ricreative, ludico o sportive all aria aperta e dei servizi ad esse collegati, nonché la riscoperta e la valorizzazione dei prodotti enogastronomici ed artigianali del territorio della regione Lazio. Lazio Outdoor vuole esprimere il viaggio alla scoperta del Lazio en plein air. Inoltre il Consorzio è anche una grande opportunità di business community per produrre, erogare, acquistare e vendere attraverso canali preferenziali e riservati: un network consortile a supporto delle Imprese che, attraverso la condivisione degli obiettivi, permette l ottimizzazione dei processi di acquisto e vendita. Lazio Outdoor si pone l obiettivo di divenire un consorzio di nuova generazione quale valore aggiunto del territorio come volano per una rapida ripresa dell economia regionale ed uno sviluppo sostenibile dell occupazione». Quali sono i principali appuntamenti per il comparto dell open air da qui alla fine dell anno? «A livello nazionale Faita FederCamping patrocina la terza edizione del Sipac, il salone internazionale e professionale di attrezzature per campeggi, che si terrà a Padova Fiere il 20 e 21 novembre. Si rivolge alle imprese operanti nel settore ed ai loro oltre addetti. L iniziativa ha riscosso un buon successo di espositori e visitatori nelle sue passate edizioni, anche quest anno al suo interno troveranno spazio alcune specifiche attività di dibattito e formazione rivolte agli operatori del settore. A livello regionale il Consorzio Lazio Outdoor sta predisponendo delle attività previste per il prossimo mese di settembre, quali momenti di confronto e discussione tra operatori utili per riflettere insieme sulle necessità di nuovi aspetti di marketing, vendita e comunicazione che hanno profondamente mutato il mercato negli ultimi cinque anni, ed in particolar modo in quest ultimo triennio.» n 11

12 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO IL LAZIO, REGIONE TURISTICAMENTE INOSSIDABILE NONOSTANTE LA CRISI IL SETTORE HA TENUTO ED È IN RIPRESA. E PERÒ ANCORA DEBOLE SUL FRONTE BRIC La crisi internazionale ha colpito come noto non solo l Italia, facendo sentitre i suoi effetti talvolta pesanti su economie un tempo ritenute prospere. Ciò ha avuto ricadute anche sul turismo, che infatti ha registrato una flessione pure nel Lazio, nonostante la sostanziale tenuta di Roma. Fortunatamente però i dati degli ultimi due anni hanno ricominciato a salire facendo parlare, almeno in questo settore, di sostanziale ripresa. Nel 2011 nelle strutture ricettive del Lazio sono stati registrati 10,3 milioni di arrivi e 30,7 milioni di presenze. Nel 2012 negli esercizi ricettivi alberghieri della provincia di Roma si sono contati 11,7 milioni di arrivi (+5,32% rispetto all anno precedente) e 26,7 milioni di presenze (+4,35%). Una tendenza positiva anche secondo i dati registrati nei mesi più recenti. Sulla base delle rilevazioni periodiche elaborate dall Isnart, nel trimestre Luglio- Settembre 2013, le strutture alberghiere ed extralberghiere del Lazio hanno occupato in media il 66,6% delle camere disponibili nel mese di Luglio, il 68% ad Agosto ed il 44,8% a Settembre, vantando dati superiori alla media italiana per lo stesso periodo. Rispetto allo scorso anno si è avuto un recupero delle vendite nel settore ricettivo alberghiero ed extralberghiero del 7,6% a Luglio, del 3,1% ad Agosto e dell 8,4% a Settembre. Il turismo nel Lazio risulta fortemente legato alla domanda internazionale considerando che, tra coloro che alloggiano nelle strutture ricettive e chi sceglie le abitazioni private, oltre il 70% dei turisti proviene dall estero, in particolare dalla Francia, dalla Germania, dal Regno Unito e dalla Spagna, per quanto riguarda l Europa e dagli Stati Uniti. Per quanto attiene ai turisti italiani che soggiornano nel Lazio, e che rappresentanto quasi il 30%, le regioni confinanti rappresentano la percentuale più numerosa, insieme alla Lombardia. I settori e gli ambienti regionali che attirano maggiormente i turisti sono molteplici. Il Lazio infatti è un insieme diffuso e straordinario di risorse culturali, archeologiche, storico artistiche, monumentali, paesaggistiche, enogastronomiche. Le sue potenzialità sono praticamente illimitate in considerazione della varietà geografica, antropologica, storicoculturale del suo territorio. L eterogeneità delle risorse del Lazio già rappresenta, ma potrebbe rappresentare ancor di più con adeguate politiche, un forte elemento attrattivo in grado di motivare i turisti, specialmente chi viene dall estero, a scegliere una destinazione diversa da Roma. Dai riscontri statistici elaborati sempre dall Isnart, le motivazioni principali per la scelta della regione come meta turistica sono legate alla possibilità di conoscere gli usi e costumi della popolazione locale (13,1% degli italiani e 34,9% degli stranieri), di divertirsi (18,8% degli italiani e 31,5% degli stranieri) all offerta culturale legata alla ricchezza del patrimonio storico artistico (in 12

13 media il 26,9%%) e all interesse verso gli eventi culturali organizzati in loco (24,1%). Ragioni che si integrano con il desiderio di dedicarsi allo shopping (26,7%), al relax e alla curiosità (rispettivamente per il 23,4% e 22,4% dei turisti) che si uniscono alla scoperta (espressa con maggiore accento dagli italiani, 21%) delle bellezze naturalistiche del luogo. I turisti post-moderni non sono più consumatori passivi ma sono consapevoli delle proprie ambizioni e dei propri interessi; cercano quindi di organizzarsi viaggi specializzati e capaci di soddisfare i gusti e desideri individuali. È insomma cambiata la concezione stessa della vacanza, oltre alla durata media del viaggio. Tuttavia spostarsi da un luogo all altro è oggi considerato, a differenza del passato, come un bene irrinunciabile, un esperienza capace di suscitare emozioni e ricordi i. Il mercato turistico laziale sembra quindi in grado di soddisfare gran parte delle aspettative e anche di nuove, a patto che l offerta sappia adeguarsi e rimanere al passo della domanda in continua evoluzione, capace a sua volta di generare sempre nuove nicchie di mercato. Di conseguenza anche per il Lazio si presenta la necessità non solo di valorizzare i settori tradizionali, maturi e consolidati dell offerta, quali quello cultural, ma nello stesso tempo diventa esigenza primaria poter offrire il Lazio come esperienza nuova. Da qualche anno nel Lazio, analogamente a quanto avviene altrove in Europa, sembra si voglia puntare con decisione sui parchi a tema, su quelli già in funzione come Magic Reimbow a Valmontone o Zoomarine a Torvaianica, che su quelli in fase di realizzazione l Acquario di Roma e in progetto come la Città del Cinema. I parchi del resto sono una realtà turisticamente significativa, specialmente per le famiglie, come conferma una recente indagine della Regione Lazio, secondo la quale il parco divertimenti di Valmontone, è risultato la terza attrazione più conosciuta, dopo l Isola di Ponza e la necropoli di Cerveteri. IL TURISMO NEL LAZIO RISULTA FORTEMENTE LEGATO ALLA DOMANDA INTERNAZIONALE CONSIDERANDO CHE OLTRE IL 70% DEI TURISTI PROVIENE DALL ESTERO, IN PARTICOLARE DA EUROPA E STATI UNITI. Un fattore di criticità per il turismo laziale è rappresentato senz altro dallo stress paesaggistico cui sono sottoposte alcune aree del territorio, messe a dura prova, specialmente in passato, dalla speculazione edilizia. Ovviamente non rientrano in questo discorso le infrastrutture dedicate ai trasporti, che sono determinanti per lo sviluppo turistico nonostante il loro impatto ambientale e c è anche da dire che uno sforzo è stato compiuto per mettere al riparo quel che è rimasto: Il Lazio infatti è la regione italiana con il maggior numero di aree naturali protette, il che rappresenta un punto di forza anche nella promozione turistica. Infine due parole sul turismo proveniente dalle cosiddette nazioni emergenti il cui affacciarsi sul mercato pone sul tavolo nuove questioni legate, ad esempio, al divario culturale Questo richiederà un adeguamento dell offerta, oppure la spiritualità, l arte e la storia (innanzitutto di 13

14 CASA MOBILE VACANZE qualità dei materiali flessibilità e personalizzazione risparmio ene nergetico, inverno / estate tecnologia del pannello in legno XLAM montaggio o sul posto affidabilità di un grande gruppo R Pr WA ogett A_Ruffo o Wolf Architetti Le case mobili Legnocase by Ruffo interpretano in modo innovativo le necessità dei proprietari di campeggio adattandosi a tutte le condizioni i ambientali e climatiche. La tecnologia costruttiva, che permette il montaggio della casa mobile su ruote direttamente presso la struttura turistica, rende le nostre case uniche nel panorama italiano. Sono vere e proprie case su ruote che uniscono un innovativo progetto estetico alla a qualità e al comfort di una casa in legno made in Trentino. Grande abitabili- tà, utilizzo di materia ali a km0, qualità certificata ta d ei processi produttivi, i rispa rm io energetico e attenzion e al dettaglio sono gli elementi distintivi. via Roma Condino - Trento T

15 CAMPING MANAGEMENT :AMBIENTE E TERRITORIO Roma) potranno conservare inalterato il loro appeal? I paesi BRIC: Brasile, Russia, India e Cina, sono tra le realtà a livello globale che stanno registrando una crescita economica tra le più favorevoli; conseguentemente la loro spesa turistica è in aumento. Russia e Cina risultano tra i primi dieci paesi al mondo che spendono di più per i viaggi all estero ma anche gli indiani hanno aumentato del 33% questa voce di spesa, seguiti dai brasiliani: 30%. Tali trend hanno spinto destinazioni consolidate come l Italia, che faticano a mantenere le proprie quote di mercato, a considerare i paesi BRIC come una possibile fonte di sviluppo del proprio settore turistico. Tuttavia l incidenza di questi paesi emergenti sui flussi complessivi è ancora limitata, specialmente se messi a confronto col potenziale da essi rappresentato. I dati riguardanti il Lazio ad esempio dicono che l affluenza turistica dai paesi BRIC è in crescita, ma le quote più significative continuano ad essere rappresentate dai paesi di tradizionale provenienza: Europa, Stati Uniti, Giappone e lo stesso mercato nazionale. Questo probabilmente dovrà spingere ad una seria analisi con la conseguente adozione di più adeguate strategie di marketing e di promozione. BASTIANELLI: AFFRONTIAMO IL RILANCIO DI UN SETTORE STRATEGICO DELLA NOSTRA REGIONE Giovanni Bastianelli è il direttore regionale al turismo della Regione Lazio, alle dipendenze del Governatore Zingaretti, il quale ha tenuto per sé la delega al turismo. Si tratta di una figura molto nota nel mondo del turismo italiano, essendo stato impegnato a lungo come coordinatore nazionale di Confturismo. Bastianelli inoltre ha assunto l incarico dopo essere stato coordinatore delle attività associative in Federcongressi. Direttore, quali sono le azioni promozionali che si sono rivelate più proficue e quali strategie e politiche adotterà la Regione per salvaguardare o ampliare gli attuali flussi turistici? «La nostra regione ha una distribuzione dei flussi turistici eterogenea, all interno della quale il fattore Roma fa la differenza. E essenziale costruire un offerta turistica che presenti caratteristiche adeguate sia per il profilo e le aspettative dei turisti, sia per la mobilità, attraverso itinerari praticabili in tempi ragionevoli. E ormai necessario fare un salto di qualità, trasformando la nostra regione in un sistema turistico unitario, basato anche sulle esperienze virtuose già poste in essere, mettendo a sistema le qualità imprenditoriali che operano nel territorio, integrando le competenze professionali private e pubbliche, facendo dell'ascolto del territorio il primo passo per rendere i processi decisionali trasparenti e partecipati, per far si che tutti gli attori coinvolti si riconoscano in un azione di crescita condivisa». E previsto un incremento del turismo nel Lazio e da quali mercati? «Promuovere le destinazioni turistiche significa promuovere anche il sistema economico che ruota attorno a queste destinazioni. Peraltro sappiamo che non tutti i luoghi vanno bene per tutti i mercati. Esistono degli elementi gerarchici collegati con il tipo di mercato cui ci si rivolge. Gli italiani ad esempio, che significano oltre il 50% del turismo complessivo, scelgono per fare la vacanza la regione di residenza o quelle immediatamente confinanti; sul turismo a medio raggio, ovvero quello che sta nelle due ore di aereo, incidono per buona parte i cosiddetti prodotti motivazionali. Per il mercato globale infine possono andare bene solo alcuni prodotti specifici. Nella elaborazione di un programma di promozione e commercializzazione del territorio, che stiamo definendo in condivisione con le istituzioni territoriali locali e con il sistema di rappresentanza camerale, saranno perciò definiti gli ambiti di azione e le linee di intervento, con l intento di ricucire il territorio in una chiave di lettura aggiornata sulle esigenze dei mercati attuali e con l obiettivo di incrementare i numeri e, soprattutto le entrate economiche collegate al settore turistico». Quali sono secondo lei le criticità del turismo laziale e quali azioni sono necessarie per superarle? «E stato intrapreso il percorso operativo per il nuovo Piano settoriale del turismo nel Lazio, relativo al triennio , con il più ampio coinvolgimento degli operatori del settore, sia istituzionali che dell imprenditoria. Si intende, a partire da questo strumento, affrontare il rilancio un settore strategico per l economia della nostra regione». 15

16 CAMPING MANAGEMENT :PIANETA TURISMO CAMPEGGI E VILLAGGI, LA PAROLA AGLI UTENTI di Giorgio Carone e Alessandra Bertoldo (CreatiWeb S.r.l.) COME AFFIDARE LA PROPRIA REPUTAZIONE ALLE RECENSIONI ON LINE SENZA RIMETTERCI LA FACCIA La crescita continua di portali e spazi dedicati alle recensioni online, ha portato anche le strutture turistiche, dagli hotel ai campeggi e non solo, ad adattarsi a questo cambiamento e a prestare sempre più attenzione alla propria immagine (brand reputation), così come viene percepita e descritta dagli utenti. Le parole hanno il potere di influenzare positivamente o negativamente le scelte di ogni essere umano: possono creare, distruggere, modificare o indirizzare verso una determinata opinione. Per questo motivo,le recensioni online, uno dei fenomeni più meritocratici del web, mettono in gioco e in discussione le strutture turistiche e costituiscono un opportunità per i loro clienti, che riconoscono ad internet il metodo migliore per manifestare la forza delle parole. Sono stati effettuati molteplici studi e riflessioni riguardo al mondo delle recensioni e dei commenti online e la prima conclusione sottolinea che la decisione di inserire un giudizio o un opinione riguardo a un particolare prodotto è condizionata, la maggior parte delle volte, dal commento di altri utenti, definendo il selection effect. Un importante distinzione da fare è tra gli utenti attivi e partecipativi, che sono disposti a lasciare commenti e giudizi, e i silent users, che usufruiscono del servizio di recensioni in modo passivo. Questo secondo gruppo costituisce quello più numeroso: è molto più probabile che un utente decida di cercare e di leggere le opinioni sul campeggio in cui vorrebbe trascorrere le prossime vacanze, piuttosto che scrivere un commento al ritorno dal soggiorno; la quantità di giudizi lasciati su internet costituisce, pertanto, l opinione di solo una piccola parte di consumatori. Sui siti internet delle strutture non è raro trovare spazi dedicati ai commenti e ai feedback degli utenti. E fondamentale per ogni struttura e per i portali turistici adottare tecniche e strategie per invogliare i propri clienti a lasciare un commento o un giudizio sui servizi, garantendo loro la visualizzazione non soltanto dei commenti positivi, ma anche di quelli più negativi. Un assoluta novità anche per il portale che vuole essere sempre al passo con i tempi, è la possibilità di rilasciare recensioni e valutazioni relative alle singole strutture: all interno dell apposita scheda, si può valutare complessivamente la struttura, attribuendo un punteggio per le sistemazioni e i servizi utilizzati, ed eventualmente commentare aspetti postivi e negativi. Questa novità ha segnato per il portale un traguardo molto importante, per fornire una guida sempre più completa e dettagliata per i turisti che cercano un campeggio o villaggio dove trascorrere le vacanze. A favore dei gestori, bisogna anche considerare che le recensioni non sono solo il criterio su cui un utente si basa per indirizzare la propria scelta verso una struttura turistica piuttosto che su un altra: molte persone spesso le utilizzano per verificare informazioni aggiuntive, come la presenza di una navetta per l aeroporto o per la stazione che parte dal campeggio, o la grandezza e la fornitura del supermercato all interno del villaggio. In entrambi i casi, indipendentemente dal giudizio, l utente avrà ricevuto conferma della loro presenza. Un errore che devono evitare le strutture è quello di inserire di propria iniziativa commenti eccessivamente positivi e accattivanti solamente per attirare l attenzione, deludendo poi le aspettative, trasformando in negativo un fenomeno che può risultare positivo anche per i gestori, che possono riflettere su cosa modificare e migliorare relativamente ai servizi offerti al pubblico. Il punto di partenza per costruire una buona reputazione online, parte dal coinvolgimento emotivo durante le vacanze, il momento nel quale le strutture devono soddisfare le esigenze dei clienti e porre la massima attenzione alla qualità dell esperienza di soggiorno. Le vacanze sono un momento importantissimo dell anno, in cui gli utenti investono le loro speranze e i loro desideri di relax, divertimento, benessere con se stessi, con la famiglia e gli amici. Deludere queste 16

17 E FONDAMENTALE PER OGNI STRUTTURA E PER I PORTALI TURISTICI ADOTTARE TECNICHE E STRATEGIE PER INVOGLIARE I PROPRI CLIENTI A LASCIARE UN COMMENTO O UN GIUDIZIO SUI SERVIZI, GARANTENDO LORO LA VISUALIZZAZIONE NON SOLTANTO DEI COMMENTI POSITIVI, MA ANCHE DI QUELLI NEGATIVI. aspettative significa perdere delle opportunità. La Sentiment Analysis, che ha come obiettivo la determinazione del comportamento di una o più persone verso un tema e la sua valutazione positiva o negativa, evidenzia come sia fondamentale che il turista partecipi emotivamente alla vacanza. Questo aspetto è evidenziato dal fatto che, al rientro del soggiorno, la persona decida o meno di lasciare un commento, impiegando parte del suo tempo per scriverlo: se durante la vacanza non viene coinvolto emotivamente, non sarà invogliato ed esprimere la propria opinione sulla struttura e i servizi offerti. In questo discorso non è possibile non citare due portali del settore molto utilizzati, dedicati alle recensioni: Zoover e TripAdvisor. Il primo portale, molto utilizzato dai turisti stranieri, raggruppa foto, video e giudizi su hotel, crociere, appartamenti e campeggi e offre la possibilità di selezionare la destinazione, la regione, la città, il tipo di struttura ricettiva sulla quale si desidera ricevere delle informazioni. E possibile visualizzare foto e video, così come scoprire quali sono le strutture e le località turistiche che nell anno sono state definite come migliori dai turisti, ottenendo lo Zoover Awards dell anno, riconoscimento molto ambito nel mondo dei viaggi. Anche TripAdvisor permette di trovare informazioni, opinioni e classifiche di hotel, villaggi turistici ed altre attività commerciali. Anche in questo caso, tutti i viaggiatori che rilasciano commenti e giudizi hanno la possibilità di selezionare quali sono le destinazioni turistiche e le strutture che meritano di ricevere il premio Traveller s Choice. Gli utenti che scrivono recensioni ricevono riconoscimenti che li gratificano a livello personale. Infine, oltre che attraverso le recensioni, la forza degli utenti si manifesta pienamente anche sui Social Media: la maggior parte delle strutture turistiche dispone almeno di una pagina su Facebook, sulla quale i Likers possono condividere le loro richieste ed esprimere le loro valutazioni. Molto interessante per il futuro e rivoluzionaria è una nuova funzionalità di Facebook, già disponibile per gli utenti che lo utilizzano in inglese (USA): si tratta della ricerca tra le connessioni, che ha l obiettivo di fornire risultati personalizzati, per ciascun utente, alle ricerche tramite i propri amici e le proprie connessioni. Questo permetterà sia di avere informazioni, ad esempio di un campeggio, tramite gli amici che già ci sono stati, sia di poter incontrare o contattare persone con gli stessi interessi per le vacanze. Recentemente Facebook ha anche introdotto la possibilità di inserire gli Hashtag (come quelli di Twitter), etichette che rimandano ad un argomento specifico e che permettono di raggruppare tutti i contenuti relativi ad un tema: una nuova occasione di interazione tra gli utenti che hanno in comune l interesse per l argomento evidenziato con le etichette. Gli utenti del web hanno quindi sempre più strumenti per condividere informazioni, manifestare i propri giudizi e condizionare le scelte delle persone. Ovviamente possono capitare degli episodi di concorrenza sleale (false recensioni e informazioni), ma se le strutture turistiche riuscissero ad innescare il coinvolgimento emotivo con la propria clientela, la parola degli utenti diventerebbe per loro un punto di forza notevole e una grandissima opportunità di crescita. n 17

18 CAMPING MANAGEMENT :PIANETA TURISMO FAITA E SIPAC INSIEME PER L OPEN AIR A NOVEMBRE LA TERZA EDIZIONE DEL SALONE, CHE AFFIDA ALLA FEDERAZIONE GLI APPUNTAMENTI CULTURALI La FAITA FederCamping si sta battendo da oltre dieci anni per sviluppare il settore dell open air italiano, far crescere e maturare gli imprenditori che con coraggio e dedizione operano in questa branca del turismo. Nel corso degli anni tale impegno ha portato la Federazione a proporre agli imprenditori numerose occasioni di incontro e confronto oltre a momenti di riflessione sui temi più attuali e scottanti posti dal mercato. E sembrato quindi naturale cercare la collaborazione con uno degli appuntamenti più importanti per gli operatori non solo italiani della vita all aria aperta: il Sipac, che in soli due anni si è ampliata conquistando spazi per metri quadrati nel complesso di PadovaFiere, dove la manifestazione aprirà i battenti il 20 novembre prossimo. La terza edizione della manifestazione si aprirà con l incontro in programma il 20 Novembre alle ore presso la sala conferenze del SIPAC - dedicato a La nuova domanda di turismo all aria aperta ; tema che sarà affrontato per primo da un esperto di marketing il quale introdurrà gli scenari di comparto declinandoli sulle diverse tipologie di impresa (piccola, media e grande). Seguirà LA FAITA AL SIPAC PROMUOVERÀ ANCHE UN BUY CAMPING, UN MEETING CON I PRINCIPALI TOUR OPERATOR CONTINENTALI PER DARE MODO ALLE IMPRESE DI ALLACCIARE UN CONTATTO DIRETTO CON QUESTA FORMA AVANZATA DI DOMANDA. l intervento di un esperto di realizzazioni e beni strumentali che chiarirà quali tipologie di strutture utilizzare in funzione della vocazione aziendale e del profilo dell utenza. Chiuderà i lavori un tecnico del settore finanziario il quale aiuterà a comprendere come approntare dal punto di vista economico un piano di investimenti in un contesto di crisi economica e di recessione dei consumi come quello attuale. La Faita al Sipac promuoverà anche un Buy camping : un meeting con i principali tour operator continentali per dare modo alle imprese di allacciare un contatto diretto con questa forma avanzata di domanda. Il Buy camping si articolerà in più sessioni nel corso delle due giornate del salone. Uno specifico seminario sarà invece dedicato alla sicurezza ambientale ed ulteriori meeting affronteranno alcuni dei temi commerciali di maggiore attualità. Il connubio FAITA- Sipac si preannuncia particolarmente proficuo per gli operatori, poiché grazie alla Federazione un appuntamento squisitamente commerciale diventa anche un luogo di intensa e qualificata formazione per i manager dell open air, oltre ad offrire agli operatori un luogo ove immaginare e sviluppare strategie d impresa alla luce delle elaborazioni più recenti suggerite dal mercato. Se tutto si svolgerà secondo le intenzioni degli organizzatori vi saranno importanti ricadute da questa edizione del Sipac su tutta la categoria degli imprenditori e sull intero settore, che acquisirà una visione omogenea ed al passo con le nuove sfide poste dal mercato turistico del segmento open air. La collaborazione proseguirà anche in futuro, con un maggiore e più articolato coinvolgimento delle diverse realtà territoriali che organizzano l offerta turistica. Cresceranno anche le partnership con soggetti, enti ed istituzioni che rappresentano elementi di rilevo sul piano operativo, finanziario ed amministrativo nell ambito del turismo all aria aperta. Un altra opzione sarà costituita dall allargamento della platea degli ospiti e dei visitatori attraverso la costitu- 18

19 zione di eventi specifici per ciascun territorio. Come sanno bene gli operatori infatti il mondo dell open air pur cercando di offrire il massimo del confort - non può fare a meno di un profondo legame con la natura e l ambiente. Per questo occorre poter valorizzare i diversi patrimoni locali e le specificità attrattive che fanno dell Italia un luogo unico al mondo. Del resto il Sipac si presta particolarmente a tale operazione essendo l unico esempio in Italia di Salone esclusivamente professionale dedicato al mondo del campeggio, dunque un luogo in cui gli addetti ai lavori hanno modo di incontrare nel modo più efficace sia l offerta che la domanda parlando in un certo senso la stessa lingua e senza le distrazioni rappresentate da eventi collaterali pensati per un attirare un pubblico generalista, magari solo marginalmente interessato. Già l opportunità di incontrarsi per due giorni tra colleghi di diversa provenienza, estrazione e cultura imprenditoriale è di per sé un vantaggio, che specie per gli imprenditori più giovani, dinamici ed interessati al cambiamento rappresenta un cambio di passo e di stile in un mondo che per molto tempo ha preferito la quantità alla qualità rimanendo talvolta refrattario all innovazione ed alla sperimentazione. TUTTI I NOSTRI SERVIZI PER COMUNICARE libera la tua voglia di comunicare Agenzia Wireless Verona Srl Via dell'industria 24 - Lugagnano di Sona (VR) Tel Fax

20 Trovate i vostri futuri ospiti con Campingnavigator 80 KAMPEREN OP CAMPINGS IN FRIESLAND 13 Downloadable guide Con le guide scaricabili ogni visitatore del nostro sito web puó creare gratuitamente la propria guida ai campeggi e riceverla nella sua cassetta postale oppure via . Ontdek Questa rivista sui campeggi offre vari spunti di ispirazione agli amanti del campeggio. Ontdek é una rivista con molte esperienze che contiene splendidi reportage e consigli interessanti copie per ogni edizione. App App gratis per smartphone. L applicazione per IPhone e Android ha riscosso un grande successo e viene giá utilizzata da campeggiatori. Best Deal La Best Deal Camping Card vi aiuta ad incrementare le attivitá in bassa e in media stagione. Sarete voi stessi a stabilire la tariffa da applicare per I titolari della carta copie. Website Ogni anno piú di 2 milioni di campeggiatori visitano il sito Il nostro obiettivo é trovare la corrispondenza perfetta tra il campeggio e i campeggiatori. Info Per ulteriori informazioni visitate il sito Tel.: +31 (0) Internet:

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15

PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 PERCORSI FORMATIVI PER LE IMPRESE TURISTICHE CATALOGO FORMATIVO 2014/15 Sommario Presentazione generale...3 1. LA QUALITA e IL MARCHIO OSPITALITA ITALIANA...4 1.1 Elementi base della qualità totale nelle

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI

PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI PANORAMA TURISMO MARE ITALIA OSSERVATORIO ITALIANO DELLE DESTINAZIONI BALNEARI L ESTATE 2013 DEI TEDESCHI Panorama Turismo Mare Italia è il centro ricerca specializzato sul turismo balneare di JFC INDICE

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità

Percorso A. p A. Le imprese ricettive. L industria dell ospitalità Percorso A ndimento 3 Un it à di re p p A Le imprese ricettive L industria dell ospitalità Il numero di imprese che attualmente operano nel settore turistico è elevato e possiamo individuare le seguenti

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly è leader in Europa nel settore dei viaggi, del turismo e del tempo libero. Il primo sito, Volagratis.it, nasce nel maggio del 2004 dall

Dettagli

Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive

Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive Le rilevazioni trimestrali di T.R.A.V.E.L. EXPO presso le strutture ricettive Il bimestre Giugno-Luglio 2015 Rapporto di sintesi Il team di T.R.A.V.E.L.-EXPO, Settembre 2015 1 Tassi di partecipazione alla

Dettagli

Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti

Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti Roma 22 aprile 2015 Palazzo Confesercenti Un riferimento strutturato alle attività del lavaggio auto Il car wash in Italia, problematiche e prospettive. Premessa Il mondo dell autolavaggio riveste un importanza

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA

IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA REGIONE BASILICATA UNIONCAMERE BASILICATA - CENTRO STUDI - OSSERVATORIO ECONOMICO REGIONALE IL CONSUNTIVO DEL TURISMO NELLA STAGIONE ESTIVA 2006 IN BASILICATA OTTOBRE 2006 UNA STAGIONE ESTIVA ALL INSEGNA

Dettagli

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA

QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA QUESTIONARIO SU ARTIGIANATO ARTISTICO DEL MARMO E DELLA PIETRA IN PROVINCIA DI MASSA-CARRARA Denominazione impresa Comune di residenza E-mail ANAGRAFICA A2. Sesso dell imprenditore 1. Maschio 2. Femmina

Dettagli

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo beta Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo [pag. 2] Perché scegliere VisitItaly [pag. 3] Il pacchetto promozionale VisitItaly [pag. 5] Newsletter [pag.

Dettagli

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015

Andamento generale Graf. 1) variazione presenze e fatturato. Estate 2015 Anche nei campeggi Toscani il vento delle ripresa del turismo: il ritorno di italiani e stranieri così l'evoluzione della domanda di turismo all'aria aperta nel 2015 secondo gli operatori toscani www.osservatorioturismoariaaperta.it

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO

CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO CONGIUNTURA TREND E INVESTIMENTI NEL SETTORE COSMETICO 2 NOTA ECONOMICA Tenuta del consumo di prodotti per la cura del corpo e per il benessere personale. Anche nel periodo a cavallo tra il 2009 e i primi

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE 2009

ANALISI CONGIUNTURALE 2009 ANALISI CONGIUNTURALE 2009 COMUNICATO Gennaio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA di Brindisi Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: dicembre

Dettagli

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013

Il Gruppo Bravofly Rumbo. Aprile 2013 Il Gruppo Bravofly Rumbo Aprile 2013 Chi siamo Il Gruppo Bravofly Rumbo è uno dei principali operatori online nel settore del turismo e del tempo libero in Europa. In costante crescita dal 2004, anno della

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE

CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING PROMOZIONALE love your holidays Le Vacanze sono momenti importanti della nostra vita, ricordi, emozioni, esperienze amicizie.. Scegli chi può far vivere le tue emozioni CHI SIAMO PROFESSIONISTI DEL TURISMO E MARKETING

Dettagli

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh

jklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcv bnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuio pasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfgh Qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwerty uiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasd fghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzx cvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyui La rivoluzione di internet nel turismo

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES

L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES L internazionalizzazione leggera in Sicilia. Il IV Rapporto della Fondazione RES Pier Francesco Asso ECONOMIA SICILIANA Si illustrano alcuni risultati del IV rapporto di ricerca della Fondazione RES dedicato

Dettagli

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto!

Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Ogni viaggio nasce da un sogno, vive nella realtà, si perpetua nel ricordo ed è inscindibile dal suo racconto! Solidità e passione Il gruppo Frigerio Viaggi Facciamo muovere il mondo Frigerio Ugo e C.

Dettagli

TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI?

TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI? Registro 4 TURISMO ON LINE: COME MUOVERE I PRIMI PASSI? Guida pratica per avviare con successo la propria attività turistica online TIPS&TRICKS DI MIRKO LALLI INDEX 3 5 7 11 15 Introduzione Registra il

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano,

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting Italy [pag.

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015.

TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. TrendRA RAPPORTO CONGIUNTURALE ED ECONOMICO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA Anno 2014 e prime tendenze 2015. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il direttore, Massimo

Dettagli

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE ATTIVITÀ DIDATTICHE 1 Temi in preparazione alla maturità DISTRIBUZIONE DEL PRODOTTO TURISTICO ON LINE, ANALISI DI BILANCIO PER INDICI, ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI DEI RICAVI E STRATEGIE DI COMUNICAZIONE

Dettagli

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE A seguire l'analisi dei seguenti aspetti riferiti al Mercato Turistico Indiano: 1. Breve analisi del trend turistico indiano in generale 2. Trend turistico

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA

LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA LA FRUIZIONE E LA SODDISFAZIONE DELLE MANIFESTAZIONI DELLA CULTURA LOCALE OLIOLIVA FESTA DELL OLIO NUOVO IMPERIA Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: UNIONCAMERE

Dettagli

Turismo 2013 La Spezia e tendenze

Turismo 2013 La Spezia e tendenze Turismo 2013 La Spezia e tendenze La presente nota riporta dati e brevi riflessioni sul turismo oggi nella nostra provincia. Dopo un 2012 segnato dalle ricadute negative del periodo post alluvioni, il

Dettagli

SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti.

SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti. SixPrint è SixPrint è... SEMPLICE. Facile da usare. Pensato per te. SICURO. Nei pagamenti, nei prodotti. SOCIALE. La tua community, per partecipare e divertirsi. SOSTENIBILE. Km0, prodotti green. Il pianeta

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano,

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione

PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione PROGETTO OSTELLO Quella che stiamo presentando non è solo una semplice richiesta di poter gestire una splendida struttura di accoglienza; la gestione di questa attività deve essere considerata anche l

Dettagli

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014 IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B Settembre 2014 INDICE 1- Il mercato turistico: ieri ed oggi 2- Il comportamento del turista 3- Le opportunità 4- Gli strumenti

Dettagli

Il turismo in Italia e in Piemonte

Il turismo in Italia e in Piemonte Il turismo in Italia e in Piemonte Piemonte e Turismo Turismo: risorsa economica anticrisi? a cura di Flavia Maria Coccia Direttore Operativo ISNART Torino, 25 giugno 2008 Nati mortalità delle imprese

Dettagli

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO Disegno di Legge di Iniziativa della Giunta Regionale PUNTI SALIENTI E NOVITA Venezia, 18 maggio 2011 Quanto perderebbe l economia del Veneto senza il turismo?

Dettagli

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011

BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 BAROMETRO IPSOS - EUROP ASSISTANCE 2011 Gli europei e le vacanze estive: abitudini e tendenze Sintesi della ricerca Anche quest anno l Istituto di Ricerca IPSOS ha realizzato per conto di Europ Assistance

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010

TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE. 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 TURISMO SOCIALE E FAMIGLIE 3 Workshop preparatorio al Congresso BITES Rimini 31 luglio 2010 Chi siamo? Nuova Planetario Viaggi spa, è un azienda autonoma, che opera nel settore del turismo, ma è anche

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

Touring Club Italiano

Touring Club Italiano Touring Club Italiano Touring Club Italiano è un organizzazione no-profit che da oltre cento anni contribuisce : -alla diffusione e alla promozione di un turismo rispettoso e responsabile, in Italia e

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 4 bollettino mensile Aprile 2009 Maggio 2009 A cura di Storia

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Terza indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2008 a cura della

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo

Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo Dott. Maurizio Melucci Vice Sindaco del Comune di Rimini Assessore al Turismo Il vostro convegno è sicuramente interessante, perché al di là delle valutazioni di merito che possono essere anche diverse,

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

Progetto Spoleto, Città dei Tempi

Progetto Spoleto, Città dei Tempi Progetto Spoleto, Città dei Tempi Programma amministrativo di Lista Due Mondi Punto 4 Premessa Cosa e' il Turismo? Un fenomeno economico Coinvolge tante aziende Operano in tanti settori. settore commerciale,

Dettagli

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE

DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE DA LUOGHI A DESTINAZIONI TURISTICHE 1 marzo 2008 IL CONTESTO STORICO Negli ultimi 20 anni l industria turistica ha aumentato la sua complessità. Dagli anni 90 fenomeni innovativi hanno modificato la natura

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Bravofly è leader in Europa per la ricerca e acquisto dei voli e ha un progetto ambizioso: diventare il punto di riferimento europeo per il turismo e il

Dettagli

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi

Il Nuovo Giornale di Modena. Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Il Nuovo Giornale di Modena Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo, più presenze da febbraio in poi Appennino Modena, stagione in chiaroscuro. La neve condiziona il turismo,

Dettagli

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO

Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA. ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Milano, 18 gennaio 2011 COMUNICATO STAMPA ANDAMENTO TURISTICO AUTUNNO 2010 e PREVISIONI PER L INVERNO Bilancio positivo per le strutture ricettive lombarde nell ultimo trimestre 2010 Il 2010 si chiude

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

ABSTRACT. V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione "L impegno sociale delle aziende in Italia"- 2012

ABSTRACT. V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione L impegno sociale delle aziende in Italia- 2012 ABSTRACT V Rapporto nazionale SWG per l'osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione "L impegno sociale delle aziende in Italia"- 2012 INDICE Con il contributo di Dompé Farmaceutici, Novartis e Pfizer

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 1-2 bollettino mensile Gennaio Febbraio 2009 Marzo 2009 A cura

Dettagli

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007 I Numeri dell Osservatorio Economico Statistico Regionale -TURISMO n. 2/2008 Periodico dell Unioncamere Molise Poste Italiane SpA spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2007

Dettagli

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013

Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 Parchi di divertimento Indagine sull andamento della stagione 2013 1 La stagione 2013 Al termine della stagione 2013 l indagine analizza l andamento del settore dei parchi di divertimento italiani intendendosi

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione

Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Supplemento 1.2007 7 Il sistema turistico dell Emilia-Romagna: evoluzione, margini di sviluppo, obiettivi strategici della Regione Venerio Brenaggi* Sommario 1. Il sistema turistico regionale nella l.r.

Dettagli

VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO

VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO VIII Edizione del Forum delle Camere di Commercio dell Adriatico e dello Ionio TAVOLO DEL TURISMO Intervento del Dott. Michele De Vita Segretario Generale Forum 1 Attività svolte dal tavolo del turismo

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA MARCHIO OSPITALITA ITALIANA Luglio 2014 A cura di Premessa L indagine di seguito presentata svolta dalla Comitel&Partners per conto

Dettagli

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG

Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Giacomo Bruno I 5 SEGRETI DEI BLOG Report tratto da: Fare Soldi Online con Blog e MiniSiti Puoi distribuire gratuitamente questo ebook a chiunque. Puoi inserire i tuoi link affiliato. I segreti dei Blog

Dettagli

Bravofly Rumbo Group: informazioni generali

Bravofly Rumbo Group: informazioni generali Bravofly Rumbo Group: informazioni generali CHI SIAMO Il Gruppo Bravofly Rumbo è uno dei principali operatori online nel settore del turismo e del tempo libero in Europa. In costante crescita dal 2004,

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO Seconda indagine nazionale sui prezzi rilevati nei siti web degli alberghi e delle strutture turistiche nelle località balneari italiane. Stagione estiva 2007 a cura

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Un adattamento del modello delle 5 forze di M. Porter Prof. Giorgio Ribaudo Management delle imprese turistiche Corso

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 BENESSERE CASA BELLEZZA RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ ANNO 2012 Il potenziale imprenditoriale in Italia in tempo di crisi RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITÀ IN EUROPA E IN ITALIA ANNO 2012 CASA

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli