PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA REGIONALE DI ENNA"

Transcript

1 PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 SERVIZIO DI RICERCA ED APPROFONDIMENTO DELL ANALISI DELLA DOMANDA NEL TERRITORIO DEL DISTRETTO DEA DI MORGANTINA FINALIZZATO ALL AGGIORNAMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO TURISTICO A SCALA TRIENNALE DEL DISTRETTO E PER LA FUTURA REDAZIONE DI PROGETTUALITÀ VOLTA ALLA DIVERSIFICAZIONE DI PRODOTTO. PROCEDURA APERTA CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE Ai fini del presente bando si intende: per Codice dei contratti il D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e successive modifiche e integrazioni, per Regolamento il D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, come applicati in Sicilia ai sensi della L.R. n.12/2011 e D.P.R.S. 31 gennaio 2012 n. 13. Determinazione a contrarre n. 27 del 17/03/2015 CIG: F7 Indice Parte prima GENERALITA Art. 1 Oggetto del servizio Art. 2 Caratteristiche prestazionali del servizio Art. 3 Cauzione Art. 4 Oneri fiscali Art. 5 Esecuzione del servizio e penalità Art. 6 Responsabilità del servizio Art. 7 Modalità di pagamento Art. 8 Osservanza di leggi e regolamenti Art. 9 Inadempienze e risoluzione del contratto Art. 10 Divieti Art. 11 Controversie Art. 12 Generali Parte seconda DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Art. 13 Caratteristiche generali del servizio

2 Art. 1 - Oggetto del servizio Il presente capitolato ha per oggetto il servizio relativo all'attività di studio a piena scala distrettuale, cioè con una dimensione di interesse geografico tale da coinvolgere i territori dei Comuni aderenti al distretto stesso, per l aggiornamento del Piano di Sviluppo Turistico a scala triennale del Distretto e per la futura redazione di progettualità di adeguata qualità, coerenza e miglioramento dell'offerta turistica distrettuale in un'ottica di diversificazione, attraverso l'innalzamento dei servizi da destinare a nuove specifiche tipologie di utenza a cui rivolgersi per l'incremento dei flussi turistici verso il distretto. L ambito territoriale di riferimento comprende i comuni del Distretto Turistico Dea di Morgantina ovvero: Enna, Piazza Armerina, Aidone, Centuripe e Leonforte in provincia di Enna e Caltagirone in provincia di Catania. Importo a base di gara ,70 oltre I.V.A., spese generali e quant altro previsto fra le somme a disposizione dell amministrazione. La spesa è prevista nell ambito del PO FERS Sicilia 2007/2013 Obiettivo operativo 3.3.3, Potenziare i servizi a sostegno dell imprenditoria turistica ed i processi di integrazione di filiera ed in particolare la linea di intervento A Attività C) Azioni di rafforzamento delle attività di pianificazione e gestione delle risorse turistiche mediante cofinanziamento dei progetti di sviluppo turistico proposti dai sistemi turistici locali. Il servizio dovrà avere le caratteristiche indicate nella parte seconda del presente capitolato. Art. 2 - Caratteristiche prestazionali del servizio Le caratteristiche del servizio da rendere, indicate nella parte seconda del presente capitolato, rappresentano lo standard minimo che il servizio dovrà contenere. Art. 3 - Cauzioni L offerta deve essere corredata da cauzione provvisoria di. 427,83, pari al 2% dell importo della fornitura di che trattasi, da prestare anche mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, che svolgano in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, e dall impegno di un fideiussore a rilasciare cauzione definitiva qualora l offerente risultasse aggiudicatario. Tale fideiussione bancaria o polizza assicurativa deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro quindici giorni a semplice richiesta scritta della Stazione appaltante ed avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta. La ditta aggiudicataria, a garanzia dell'osservanza dell'esatto adempimento di tutti gli obblighi derivanti dal servizio oggetto del presente capitolato, dovrà prestare apposita cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti dall art.113 del D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i.. Art. 4 - Oneri fiscali Tutti gli oneri fiscali (imposte, tasse, contributi, etc.) che gravano e potranno gravare in dipendenza del presente appalto sui redditi conseguiti dalla ditta aggiudicataria resteranno a carico della medesima, la quale si obbliga di adempierli direttamente esonerando l Ente appaltante da ogni responsabilità. Art. 5 - Esecuzione del servizio e penalità Il servizio, con tutte le caratteristiche minime descritte nella parte seconda del presente capitolato, dovrà essere reso e completato entro e non oltre il 31 marzo 2015, al fine di consentire che tutti i pagamenti dell'operazione siano effettuati, dall'ente appaltante, nell ambito del periodo temporale di validità del PO FESR 2007/2014 e in tempo utile per consentirne la successiva certificazione e rendicontazione.

3 Per ogni giorno di ritardo sarà applicata una penalità di 270,00 (euro duecentosettanta,00) fino alla concorrenza massima complessiva del 10% dell'importo contrattuale. Oltre tale limite, l'ente si riserva la facoltà di risolvere il contratto fatto salvo il diritto a richiedere eventuali risarcimenti danni. Art. 6 - Responsabilità del servizio La responsabilità della verifica dell esatto adempimento del contratto sarà affidata al Responsabile del procedimento individuato dall Ente appaltante. Art. 7 - Modalità di pagamento Il pagamento sarà effettuato, con le modalità che saranno previste dal bando di gara dietro presentazione di regolare fattura, previamente vistata dal R U P. Art. 8 - Osservanza di leggi e regolamenti Il servizio sarà regolato ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., e dalle vigenti norme di leggi e regolamenti in materia di contabilità di Stato. Art. 9 - Inadempienze e risoluzione del contratto In caso di gravi inadempienze contrattuale, l'amministrazione si riserva il diritto, formulate le opportune contestazioni, di risolvere anticipatamente il relativo contratto e di incassare a titolo risarcimento danni, la cauzione che la ditta aggiudicataria avrà prestato. Art Divieti All'impresa appaltatrice è assolutamente vietato cedere o sub appaltare, in tutto o in parte, il servizio, pena la risoluzione del contratto e la perdita del deposito cauzionale, salvo ulteriore risarcimento dei maggiori danni accertati. Art Controversie Per tutte le controversie che dovessero insorgere in dipendenza della fornitura, sarà competente il foro di Enna. Art Generali Per quanto non previsto nel presente Capitolato valgono le norme vigenti in materia per gli Enti Locali e le norme generali di contabilità dello Stato nonché le norme del Codice Civile in quanto applicabili. Parte seconda DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E RELATIVE CARATTERISTICHE ART. 13 CARATTERISTICHE GENERALI I servizi, oggetto del presente Capitolato speciale descrittivo e prestazionale, consistono nella realizzazione di una ricerca di approfondimento della domanda turistica del Distretto Turistico Dea di Morgantina. La ricerca dovrà articolarsi nei punti elencati di seguito: 1. approfondimento e aggiornamento dei fenomeni esposti nel documento Analisi della Domanda (allegato 1) e più in generale negli studi di settore: in particolare analizzare i dati sulle variazioni di distribuzione dei flussi avvenuti di recente con particolare dettaglio sulle presenze extra-alberghiere, nonché sulla stagionalità e permanenza media dei turisti; le analisi dovranno essere corredate di

4 confronti sul posizionamento rispetto ai competitor e rispetto ad un benchmark individuato dal gruppo di lavoro; 2. estendere l'analisi della Destination Reputation, comprendendo altri portali di intermediazione (Booking.com, Expedia, Trivago, e-dreams ecc.) ma soprattutto la presenza dell area nell offerta online di tour operator e altri intermediari stranieri che trattano la Sicilia nel loro catalogo; 3. approfondire la domanda attuale, attraverso la somministrazione di questionari presso le strutture ricettive locali. I temi da indagare, attraverso un campione di almeno 150 interviste, riguardano: a. la motivazione principale di soggiorno (che diventa tema strategico per costruire un offerta specifica); b. il livello di soddisfazione (e non soddisfazione) delle attese; c. quali offerte di servizi potrebbero portare gli utenti a prolungare la propria permanenza. Gruppo di Lavoro L'aggiudicatario dovrà garantire la costituzione di un gruppo di lavoro per l intera durata del servizio, dotato di una propria struttura logistica ed organizzativa, in possesso dei requisiti minimi di seguito indicati: N. 1 coordinatore esperto marketing territoriale in paesi esteri con funzioni orizzontali di coordinatore scientifico e operativo del team con almeno 5 anni di esperienza in materia; N. 1 esperto analisi socio-economiche con almeno 5 anni di esperienza in materia n. 1 esperto in turismo con almeno 5 anni di esperienza in materia.

5 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO per il TURISMO, lo SPORT e lo SPETTACOLO Dipartimento per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo Servizio 3/TUR Servizi Turistici Regionali, Distretti Turistici BANDO COFINANZIAMENTO DEI PROGETTI DI SVILUPPO PROPOSTI DAI DISTRETTI TURISTICI REGIONALI PO FESR Sicilia 2007/2013 Obiettivo Operativo Linea di intervento A., Attività C): Azioni di rafforzamento delle attività di pianificazione e gestione delle risorse turistiche mediante cofinanziamento dei progetti di sviluppo turistico proposti dai sistemi turistici locali ANALISI QUALI-QUANTITATIVA DELLA DOMANDA ATTUALE E POTENZIALE DI FRUIZIONE TURISTICO-CULTURALE ALLEGATO 1 DEL CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE 1/38

6 INDICE 1. ANALISI DOMANDA ATTUALE 2. ANALISI DELLA PROVENIENZA 3. IL PROFILO DEL TURISTA DEL DISTRETTO 4. LA SPESA TURISTICA DIRETTA E INDIRETTA 5. UNA MISURAZIONE DELL IMPATTO ECONOMICO DEL TURISMO 6. ANALISI DELLA REPUTATION 7. NUOVI TREND DEL TURISMO 8. TREND DEI PRINCIPALI MERCATI DI RIFERIMENTO: MERCATI ESTERI 9. RISULTATI ATTESI CON LE AZIONI PROGETTUALI 2/38

7 1. ANALISI DOMANDA ATTUALE I dati sui flussi turistici del Distretto 1 Turistico Dea di Morgantina presentano un trend positivo sia in termini di presenze che di arrivi. Tuttavia, è necessario sottolineare che l apporto delle presenze nel Distretto, rispetto al panorama siciliano, è appena dell'1,23% (dati 2011): il potenziale turistico è ancora inespresso. Nel 2012 si sono registrati complessivamente arrivi e presenze, dati che tradotti in termini percentuali esprimono un incremento del 5,18% e del 14,35% rispetto all anno I dati mettono in evidenza una notevole incidenza dei turisti italiani, sia in termini di arrivi (nel 2012 il 65,5% di arrivi sono italiani) che in termini di presenze (nel 2012 il 75% delle presenze sono italiane). Nel confronto si apprezza un incremento degli arrivi in particolare di stranieri (+12,5%) e un aumento delle presenze di italiani (+18,6%). Gli arrivi stranieri passano dai del 2010 ai del 2012 ( ) ma contraggono il periodo di permanenza passando da 1.91 giorni del 2010 a 1,75 giorni del Nel corso del triennio l'incidenza percentuale degli arrivi italiani sul totale degli arrivi è ANDAMENTO PERMANENZA MEDIA 2,9 2,7 2,5 2,3 2,1 1,9 1,7 1, ITALIANI TOTALE STRANIERI 1 I dati Distrettuali sono ottenuti attraverso la somma dei dati della RILEVAZIONE DEL MOVIMENTO DEI CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI di Enna forniti dalla Provincia Regionale di Enna e quelli di Caltagirone forniti dall'assessorato Regionale Turismo S.T.R. 13 U.O. 3 di Caltagirone 3/38

8 diminuita del 3% mentre l'incidenza delle presenze degli italiani è cresciuta dell'1%. L'incidenza percentuale degli arrivi di turisti stranieri è cresciuta del 6,4% mentre l'incidenza delle presenze straniere è diminuita del 2,6%. PRESENZE PER PROVENIENZA TOTALE ITALIANI STRANIERI 2. Analisi della provenienza Passando ad esaminare le presenze 2012 per provenienza emerge che le presenze di siciliani spiegano il 41% del presenze totali e il 54% delle presenze italiane. I siciliani permangono sul territorio in media 2,6 notti, un dato superiore alla permanenza media totale del 2012 (2,43 notti) e notevolmente superiore a quella dei turisti stranieri pari a 1, 75. I siciliani sono attribuibili per la gran parte ad un segmento business, composto cioè da soggetti che si spostano sul territorio del Distretto o che transitano sullo stesso per esigenze lavorative. 4/38

9 PRESENZE 2012 PER PROVENIENZA SICILIANI ALTRI ITALIANI STRANIERI Nel triennio il maggiore incremento si è rilevato nel settore extralberghiero e B&B, dove si sono verificati aumenti sia negli arrivi (+12,93%) che nelle presenze (+30,76%); diverso l'andamento nel settore alberghiero dove ad un aumento delle presenze (+1,68%) non corrisponde una crescita degli arrivi anzi si registra un decremento (-1,47%). Dal confronto dei dati del triennio si rileva una contrazione del 3% degli arrivi italiani e un incremento pari al 6,4% degli arrivi di stranieri, mentre sul versante delle presenze si osserva una contrazione della presenza media degli stranieri (-2,56%). La permanenza media complessiva (2,43 gg.) cresce del 9% circa ma, si mantiene ben al di sotto di quella regionale (3,3 gg.). Nel settore alberghiero, in termini di incidenza, le presenze straniere (22.175) pesano per il 18% con una contrazione del 18% rispetto ai dati del Negli esercizi extralberghieri, i turisti stranieri fanno registrare un consistente incremento incidendo per il 37%, con un incremento del 31% rispetto allo stesso indicatore del Nel complesso, quindi, si registra un elevata presenza di turisti italiani che scelgono gli esercizi alberghieri, mentre sul fronte degli arrivi si segnala l'incremento dei turisti stranieri nelle strutture extralberghiere (+ 35,4%) con un'incidenza del 47% del totale arrivi di questa categoria. 5/38

10 6/38

11 Analisi della provenienza estera Relativamente ai flussi stranieri complessivi il flusso più significativo è quello riportato e sintetizzato nella tabella successiva. Dalla sintesi statistica riportata in tabella emerge che i primi 8 paesi spiegano il 77% degli arrivi e il 75% delle presenze straniere. I turisti tedeschi sono i principali turisti stranieri sia nel 2010 che nel 2012, anno in cui incrementano il numero degli arrivi (+34%) e il numero delle presenze (+17,5%). Lo stesso trend positivo si segnala anche per i turisti francesi (+18% arrivi) e per i turisti provenienti dai Paese Bassi (+17% arrivi). Il dato più significativo però lo si registra per i turisti provenienti dal Regno Unito 2 con un forte incremento del numero di arrivi (+72%) e delle presenze (+46,6%) passando dall'8 al 5 posto della graduatoria stilata sulla base del numero assoluto di arrivi nel Distretto. Anche se con volumi notevolmente inferiore è da sottolineare l'incremento percentuale di turisti 3 provenienti dalla Russia : +145% gli arrivi e +97% le presenze seppur con un totale di 216 arrivi. L'analisi dei flussi turistici stranieri per provenienza si completa con la Mappa delle Opportunità riportata di seguito. Il grafico è costruito riportando sull'asse delle ascisse la variazione percentuale degli arrivi nell'arco temporale e sull'asse delle ordinate la variazione percentuale delle presenze nello stesso periodo. L'ampiezza della bolla è determinata dalla numerosità in valore assoluto delle presenze dell'anno Nel periodo 2010 e 2011 si registra un'azione promozionale svolta dalla Camera di Commercio di Enna in Inghilterra, che ha fatto leva sulla promozione integrata del patrimonio del territorio: turismo e patrimonio eno-gastronomico. 3 Nel 2011 la Camera di Commercio di Enna ha realizzato a Mosca una missione promozionale per le imprese del settore abbigliamento e artistico Sicily Luxury Brand. 7/38

12 8/38

13 Da questo grafico scaturiscono alcune chiare indicazioni circa la strategia da adottare in relazione ai diversi paesi. Tale strategia può essere così sintetizzata: Target: Individuali e piccoli gruppi Prodotti: - arte e cultura - qualità del paesaggio -enogastronomia (genuina e tipica)- - tradizione e folklore- - ospitalità diffusa - PAESI STRATEGIA PRINCIPALE OBIETTIVO/Azioni Progettuali Francia, Paesi Bassi, Belgio, Svizzera (paesi in prevalenza francofoni) Regno Unito, Russia Germania Incrementare periodo di permanenza Sostenere e supportare il nuovo trend Rafforzare leadership incremento periodo di permanenza incremento arrivi Informare ed assistere i presenti sulle opportunità del Distretto attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale marzo-maggio (primavera) settembre-ottobre (autunno) Incrementare numero di arrivi con azione co-marketing sui rispettivi mercati e fornire assistenza attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale marzo-maggio (primavera) settembre-ottobre (autunno) Natale Incrementare numero di arrivi con azione co-marketing sul mercato e fornire assistenza attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale settembre-maggio 9/38

14 Altre importanti informazioni possono essere recuperate attraverso l'analisi per provenienza (italianistranieri) e per mesi degli arrivi e delle presenze dell'anno 2012 riportata nel grafico successivo. Si evidenzia una curva degli arrivi italiani prossima alla linearità, cioè gli arrivi sono pressoché stabili nei 12 mesi con un leggero picco nel mese di agosto in cui gli italiani usano concentrare le loro vacanze (questo dato di stabilità conferma che i turisti italiani del Distretto appartengono al segmento Business, cioè giungono sul territorio per motivi di lavoro). La stessa curva ma per gli stranieri, al contrario, evidenzia una contrazione degli arrivi e delle presenze nel periodo estivo, determinando due picchi di valori massimi nei mesi primaverili e in quelli autunnali, per poi declinare nei mesi invernali. In sintesi il fenomeno turistico appare composto da uno zoccolo duro di italiani presenti tutto l'anno e da turisti stranieri che scelgono questa destinazione nei mesi meno caldi concentrando i loro arrivi nei mesi di aprile, maggio, giugno e settembre/ottobre. Dall'analisi di questi dati si può concludere che il Distretto appare come una destinazione naturalmente destagionalizzata, in relazione all'andamento classico dei flussi di vacanzieri ed al prodotto sole-mare che il Distretto non è in grado di offrire; il patrimonio culturale. Naturale ed enogastronomico è quello che attrae maggiormente il turista estero che sembra essere il vero viaggiatore. Questi aspetti saranno più chiari attraverso l'analisi condotta nel successivo paragrafo. 10/38

15 Un ultimo dato che si segnala è il numero dei visitatori della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina che nel 2012 sono stati Un recente studio campionario ha stimato nel 77,8% la percentuale di questi visitatori che non sono all'interno di viaggi organizzati (seguono 20% i tour organizzati e il 2.1% le gite scolastiche). I circa visitatori che hanno organizzato in maniera indipendente il loro viaggio rappresentano un target fondamentale per l'azione di incremento della permanenza media dei visitatori. 11/38

16 3. Il profilo del turista del Distretto. Il profilo del turista tipo 4 L appeal della provincia di Enna è caratterizzato, in via generale, dalla prevalenza di uomini (60,7%), giovani (il 45,5% ha tra i 21 anni ed i 40 anni), con una istruzione media (il 50,7% sono diplomati), che svolge lavori autonomi, trascorre il soggiorno in coppia (con figli nel 47,3% dei casi) o da soli (32%). 5 si basa sui principali prodotti della sua offerta, vale a dire la natura e la cultura, e sulla componente relazionale del turismo di ritorno. Infatti, innanzitutto, la provincia si posiziona nell immaginario del turista come un luogo ideale per un soggiorno all insegna del relax (36,7%) e immerso nella natura (33,5%). Ritornare nella provincia di origine motiva i turisti (22,4%), soprattutto gli italiani (24,4%), che raggiungono i parenti e gli amici usufruendo della loro ospitalità. I turisti stranieri, inoltre, vogliono visitare per la prima volta la provincia incuriositi dalla sua offerta turistica (23,4%). L offerta culturale ed il patrimonio artistico monumentale interessano i turisti (16,8%), soprattutto quelli stranieri (19%) che si rivelano motivati anche all offerta enogastronomica provinciale (17% contro il 7,7% degli italiani). I turisti stranieri sono motivati anche dall esclusività della destinazione (13%), dalla cultura locale e anche dal gusto per l avventura (10%). In media nell 11% dei casi (quasi 12% per gli italiani e 8,8% per gli stranieri) la provincia è una destinazione business in cui svolgere attività commerciali, tecniche o di rappresentanza (55,6% per gli italiani) e per partecipare a riunioni (37,5% per gli stranieri). Il turista che trascorre il soggiorno in provincia di Enna si rivela uno sportivo (nonostante sia poco motivato dallo sport nella scelta della destinazione) e ben nel 65,2% dei casi pratica attività sportive (29%), equitazione (44,2%), ciclismo e passeggiate(23,8%). La componente motivazionale del soggiorno si ripercuote anche sui canali che condizionano la scelta dei turisti, con il consiglio di parenti e amici in prima linea. Inoltre, uno dei mezzi di comunicazione più importante, vale a dire Internet, ha un peso decisivo sulle scelte dei turisti (26,2%) 6, soprattutto di quelli stranieri (41,6%); se per gli italiani le mostre, i convegni e la fiere hanno influenzato la loro scelta nel 14,2% dei casi, per gli stranieri le guide turistiche sono state determinanti nel 12,8% delle volte. 4 OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI ENNA: LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO. IS.NA.R.T. Scpa CCIAA ENNA Seppure riferiti alla provincia di Enna si ritiene che le risultanze, per molteplici motivi, possano essere estese all'intero Distretto. 6 Si ribadisce che l'analisi è stata condotta nel Già 5 anni fa il web aveva un'importanza determinante. 12/38

17 La provincia di Enna si rivela come una destinazione vocata, innanzitutto, al turismo rurale, con il 73,4% dei turisti che trascorrono il soggiorno immersi nella natura (soprattutto gli stranieri), e alla cultura con le città d arte in prima linea (26,6%). Nel dettaglio, i turisti visitano i centri storici (78,4%), i castelli (54,7%), i parchi (41,6%), i siti archeologici (36,4%) ed i musei e le pinacoteche (28,8%) del territorio. In linea generale il soggiorno si trascorre soprattutto in coppia (32,3%), con una più spiccata propensione dei turisti italiani (36,2%) rispetto ai turisti stranieri (23,4%) che, invece, viaggiano anche con gli amici (22%), Il principale mezzo di trasporto utilizzato dai turisti italiani è l auto (56%) e il pullman (28,6%, di linea e organizzato) mentre gli stranieri raggiungono la destinazione prevalentemente in aereo (65,4%). 4. La spesa turistica diretta e indiretta L indagine condotta da ISNART per la Camera di Commercio di Enna prosegue definendo i valori medi di consumo relativi al territorio, evidenziandoli relativamente alle principali macro-categorie di spesa (ristorazione, attività legate allo sport, servizi turistici, servizi locali, prodotti tipici, shopping, ecc.). È stato, quindi, possibile stimare la quota di turisti che effettua ogni singola voce e il relativo importo medio dedicato all acquisto di quei servizi. Poco più di ¼ dei turisti si affida all intermediazione organizzata per prenotare il soggiorno ed, in particolare, spendono circa 91 euro per il viaggio, con una fisiologica spesa maggiore per gli stranieri (circa 120 euro contro i 79 euro degli italiani), e quasi 54 euro per l alloggio. Coloro che acquistano un pacchetto all inclusive spendono mediamente circa 95 euro (104 euro gli stranieri). Per le spese extra, i turisti spendono mediamente al giorno quasi 61 euro; nel dettaglio, la classe di spesa più diffusa è quella che va dai 30 euro ai 60 euro (38,4%), seguita da quella entro i 30 euro (28,5%). Quasi 9 su 10 i turisti che spendono circa 21 euro al giorno nei ristoranti o nelle pizzerie e quasi 6 turisti su 10 spendono mediamente 5 euro nei bar e nelle pasticcerie. Nel dettaglio, le ulteriori macro-categorie di spesa sono: quelle per i prodotti agroalimentari, con i cibi e le bevande acquistati nei supermercati (spesa che completa soprattutto i consumi necessari per chi alloggia nelle seconde case) dal 47% dei turisti per una spesa giornaliera di quasi 21 euro a pro-capite; agli acquisti di prodotti tipici (32,6%), inoltre, vengono destinati quasi 11 euro al giorno, l acquisto di souvenir, con il 33,4% dei turisti che spendono mediamente al giorno 8,5 euro (cifra che 13/38

18 supera gli 11 euro per i turisti stranieri), le attività ricreative, per le quali il 27,2% dei turisti spende mediamente quasi 19 euro al giorno, le lezioni e scuole sportive, nonostante sia una spesa poco diffusa (3,9%), la spesa media è di circa 41 euro, che sale a 50 euro nel caso degli stranieri. 5. Una misurazione dell impatto economico del turismo I valori di consumo identificati, permettono di stimare il giro d affari complessivo del turismo e le sue ricadute sugli altri settori dell economia provinciale. Nel complesso, la spesa turistica corrispondente è pari ad oltre 14 milioni di euro (dato 2008) di cui il 48% (pari a 6,9 milioni di euro) nel comparto primario, distribuendosi tra ricettivo (26,9% degli introiti, vale a dire oltre 3,9 milioni di euro) e quello ristorativo (18%, quasi 2,6 milioni di euro) e nei bar, caffè e pasticcerie (3%, 437 mila euro). Dei restanti 7,1 milioni di euro, il settore agroalimentare conta introiti pari a circa 2,2 milioni di euro (15% del totale della spesa turistica), provenienti soprattutto dalla domanda nazionale (17,5%). Segue la spesa derivante dalle attività ricreative, culturali e di intrattenimento svolte dai turisti nella provincia (14,5%, pari a 2 milioni di euro) e gli acquisti per i prodotti lavorati a mano (9,8%, 1,4 milioni di euro) effettuati soprattutto dai turisti stranieri (11,7%). 14/38

19 6. ANALISI DELLA REPUTATION Come afferma Josep Ejarque, (http://www.fourtourismblog.it/ ), la destination reputation non è altro che la somma delle convinzioni, idee, impressioni, opinioni e percezioni che il mercato ha riguardo una data destinazione. È molto importante perché è in grado di influenzare le decisioni dei potenziali turisti e condiziona l attenzione e l interesse del mercato. In un mercato turistico dove il 65% dei turisti utilizza internet per raccogliere informazioni, dove il sito web ufficiale di una destinazione incide per il 13% nella scelta finale (Google Traveler Survey 2011) e dove più della metà dei turisti vuole relazionarsi direttamente sui social media con aziende e destinazioni, la reputazione ovviamente diventa fondamentale. Secondo Forrester, ben il 74% dei turisti legge e presta attenzione ai commenti e alle opinioni di altri viaggiatori come fonte d informazione quando sta pianificando il proprio viaggio di piacere. In questo scenario, è inevitabile quindi considerare la reputazione un fattore assolutamente non trascurabile. La reputazione e l immagine di una destinazione non sono il frutto di quello che gli alberghi, gli uffici d informazione ed accoglienza turistica, gli enti di promozione e la destinazione stessa dicono di sé o per lo meno non solo; la reputazione e l immagine di una destinazione sono quello che i turisti raccontano. È il risultato dei contenuti generati dai turisti in rete, ossia il Travel Generated Content (TGC o UGC User Generated Content), una fonte preziosa per gli utenti alla ricerca di informazioni. Ai fini dell'analisi della domanda che riguarda la destinazione Distretto Dea di Morgantina si è proceduto a compiere una ricerca su quello che sul web si dice di questa destinazione. Il risultato è di seguito riportato. Destinazione: Distretto Dea di Morgantina Tipologia del report: Manual analysis Data: 18 Maggio 2013 Strumento di analisi: Ricerca artigianale Lingua dell analisi: Italiano e Inglese (internazionale) Scopo dell'analisi è studiare la notorietà e definire la reputazione online della destinazione siciliana denominata Distretto Dea di Morgantina, composta dai territori dei Comuni di Caltagirone, Enna, Piazza Armerina, Aidone,Centuripe e Leonforte. L'analisi è stata condotta manualmente per individuare URL dal principale motore di ricerca, 15/38

20 distinguendoli tra UGC (J. Ejarque li chiama TGC Travel Generated Content) e non-ugc, e poi analizzarli in relazione a variabili diverse (tipo di pagina UGC, attinenza settore turismo e soddisfazione utenti). Inoltre attraverso lo strumento di Google Trend si è analizzata la notorietà (misurabile in percentuale di ricerche condotte sul motore di ricerca in un arco di tempo) di alcune destinazioni e attrazioni che compongono il territorio del Distretto. Ulteriore analisi di notorietà e reputazione è stata condotta su TripAdvisor sia sulle destinazioni che sulle principali attrazioni presenti sul territorio. Metodologia Si è proceduto dapprima ad analizzare i volumi di ricerca su 7 keywords mediante l'utilizzo dello strumento Google Trends, in un arco di tempo che va dal 2005 ad oggi. Google Trend ci consegna informazioni aggregate sul volume di interrogazioni relative ai diversi termini di ricerca e sull'evoluzione temporale di questi volumi nel tempo. Le keywords ricercate nella sezione Viaggi e tempo libero sono: Sicilia, venere di Morgantina, Piazza Armerina, Aidone, Caltagirone, Enna e goddes aphrodite. Analisi dei volumi di ricerca nota: i valori sono espressi in valore assoluto fatto 100 il momento di massimo volume di ricerca Sicilia (utilizzato come parametro di confronto e di riferimento) Venere di Morgantina 16/38

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Osservatorio turistico della provincia di Pavia INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Settembre 2009 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo

Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo beta Il Portale Turistico più completo sull Italia, consultato dai turisti di tutto il mondo [pag. 2] Perché scegliere VisitItaly [pag. 3] Il pacchetto promozionale VisitItaly [pag. 5] Newsletter [pag.

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO NELLA REGIONE LIGURIA FOCUS SUI PRODOTTI PRINCIPALI DEL TERRITORIO Rapporto annuale 2015 Marzo 2016

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Agosto 2010 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze dei residenti in... 4 Nota metodologica... 13 Periodo

Dettagli

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano,

MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, MeetingLuxury Il Workshop dedicato all offerta lusso italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting Italy [pag.

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 12 bollettino mensile Dicembre 2009 Gennaio 2010 A cura di Storia

Dettagli

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica

Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica Potenza, 10 febbraio 2015 Agli organi di informazione Gianpiero Perri: La bella stagione della Basilicata turistica L andamento turistico dell anno appena trascorso, benchè fortemente segnato dalla gravità

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali

Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Il turismo culturale e l analisi dell impatto economico nelle regioni meridionali Salvio Capasso Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e Mediterraneo - SRM Paestum, 30 Ottobre 2014 Agenda Il turista

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano,

VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, VisitItaly Il Workshop dedicato all intera offerta turistica italiana. Lugano, 1 novembre 2013 [pag. 2] Perché partecipare ai Workshop Meeting Italy [pag. 3] I buyer che partecipano ai Workshop Meeting

Dettagli

INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti SERBIA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE: 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi del

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica

Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Attrattività, performance e potenzialità della Sicilia turistica Ricerca di marketing sull attrattività turistica della Sicilia Presentazione dei risultati della ricerca Palermo, 11 luglio 2014 Obiettivi

Dettagli

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010

Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 Viaggio di classe I risultati dell Osservatorio sul Turismo Scolastico del Centro Studi TCI A.S. 2009/2010 L Osservatorio TCI sul Turismo Scolastico Perché? L idea di costituire un Osservatorio sul Turismo

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione LE DIMENSIONI ED I COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Febbraio 2011 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

SCHEDE MERCATO BRASILE

SCHEDE MERCATO BRASILE SCHEDE MERCATO BRASILE Dicembre 2011 in collaborazione con Sommario Quadro d insieme... 1 Il mercato turistico brasiliano... 3 Conclusioni... 11 Nota metodologica... 12 Quadro d insieme Caratteristiche

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing L Italia nel contesto internazionale A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing I primi dati provvisori dell Organizzazione Mondiale del Turismo relativi all anno 2006 confermano il trend positivo

Dettagli

Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani

Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani Il mercato di lingua tedesca: un bacino strategico per gli operatori turistici italiani I turisti di lingua tedesca che visitano ogni anno l'italia sono una risorsa importantissima per l'industria turistica

Dettagli

La domanda tiene, ma la crisi emerge

La domanda tiene, ma la crisi emerge La domanda tiene, ma la crisi emerge Sintesi del II Rapporto sulla Competitività e attrattività del sistema turistico Gardesano Roberta Apa Luciano Pilotti, Alessandra Tedeschi-Toschi Università di Milano

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 17 febbraio 2010 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO

9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9. LE DINAMICHE DEL TURISMO 9.1 Scenario nazionale e internazionale A livello mondiale, dopo un 29 che con il suo -4% aveva arrestato il trend di crescita iniziato nel 22, il 21 chiude con un segno positivo:

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 SERVIZI CORRELATI ALLA IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DEL PORTALE WEB RELAZIONALE DEL DISTRETTO TURISTICO DEA DI

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

coltivazione del fondo, alla selvicoltura, all'allevamento del bestiame e alle attività connesse" (art. 2135, I comma, del Codice civile).

coltivazione del fondo, alla selvicoltura, all'allevamento del bestiame e alle attività connesse (art. 2135, I comma, del Codice civile). L Agriturismo Dott.ssa Chiara Mazzocchi Corso PSR 2010-20112011 Università degli studi Milano-Bicocca Agriturismo: è l'attività di un imprenditore agricolo che offre ai turisti, nei propri fondi, vitto

Dettagli

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo

1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo 1 Rapporto dell Osservatorio Nazionale sul Turismo a cura di Flavia Maria Coccia Direzione Operativa Isnart Unioncamere Roma, 14 luglio 2011 www.isnart.it 1 L occupazione delle camere nelle imprese ricettive

Dettagli

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

OSSERVATORIO SUL TURISMO

OSSERVATORIO SUL TURISMO UFFICIO STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO SUL TURISMO Tra prospettive di sviluppo e criticità La vocazione turistica del nostro Paese è ben nota. Oltre alla presenza di risorse territoriali e amenities (la

Dettagli

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Com è cambiato il turismo: nuove mete, nuovi target, nuove tendenze Renzo Iorio Presidente Federturismo Confindustria Rossano

Dettagli

Osservatorio Turistico

Osservatorio Turistico Osservatorio Turistico Turismo: congiuntura, profilo della domanda, identikit e bisogni delle imprese savonesi Savona, 4 febbraio 2005 ISNART S.c.p.A. Chi è Cosa fa Mercato Istituto Nazionale Ricerche

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

XX Edizione Italian Workshop

XX Edizione Italian Workshop XX Edizione Italian Workshop 24 Novembre 2010 Per i mercati: Svezia - Norvegia Danimarca -Finlandia Lettonia - Estonia - Lituania Scheda Paese: AREA SCANDINAVA Totale n. abitanti ca. 25.000.000 PIL/ab.

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 4 bollettino mensile Aprile 2009 Maggio 2009 A cura di Storia

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 18 febbraio 2009 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE 2009

ANALISI CONGIUNTURALE 2009 ANALISI CONGIUNTURALE 2009 COMUNICATO Gennaio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: CCIAA di Brindisi Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: dicembre

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 19 febbraio 2007 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno 2006 L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2006. Le informazioni provengono

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 20 febbraio 2008 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno 2007 L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2007. Le informazioni provengono

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST

STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Città di Noto STORYTELLING RACCONTA IL SUD EST Azione di promozione e di marketing internazionale del Distretto del Sud Est per l incremento e la destagionalizzazione dei flussi turistici Noto, 27 novembre

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI LECCE MONITORAGGIO DELLE DINAMICHE TURISTICHE ATTUALI E POTENZIALI COME PIATTAFORMA INFORMATIVA A DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE Ottobre 2014 A cura di Sommario Premessa...

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013

L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 L innovazione e l internazionalizzazione del turismo in Puglia nel 2013 Misurare in tempo reale la competitività della destinazione Puglia e monitorare le variazioni quali/quantitative dei flussi turistici

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE PUGLIA INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE La Puglia sui mercati dell intermediazione internazionale Agosto 2012 A cura di Storia del documento Copyright:

Dettagli

PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1

PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1 Titolo Progetto Settori Merceologici Destinatari dell intervento Tipologia di Intervento Allegato 1 a D.D. n. 690 del 29/11/2013 PROGETTO PROMOZIONALE STRATEGICO 1 SCHEDA SINTETICA PROMOZIONE DEI PRODOTTI

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%)

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%) Il monitoraggio dei dati per la formulazione dell offerta turistica regionale a cura dell Osservatorio turistico Dipartimento regionale turismo, sport e spettacolo 1. Lo scenario e le macrodinamiche Nel

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo

INDICE. Prefazione Presentazione 1. PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo XVIII Rapporto sul Turismo Italiano I INDICE Prefazione Presentazione 1 PARTE PRIMA: STATISTICHE ED ECONOMIA Introduzione 5 1. 1 L Italia nel contesto mondiale ed europeo 1 Il turismo nel mondo secondo

Dettagli

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007 I Numeri dell Osservatorio Economico Statistico Regionale -TURISMO n. 2/2008 Periodico dell Unioncamere Molise Poste Italiane SpA spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2007

Dettagli

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO 13 febbraio 2013 Anno 2012 VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO Nel 2012 i viaggi con pernottamento effettuati in Italia e all estero dai residenti sono stati 78 milioni e 703 mila. Rispetto all anno

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013 Luglio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

CUSTOMER CARE TURISTI

CUSTOMER CARE TURISTI OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con CUSTOMER CARE TURISTI RAPPORTO ANNUALE Marzo 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Versione: 1.0

Dettagli

ROMIT Roman Itineraries

ROMIT Roman Itineraries Community Initiative INTERREG III B ROMIT Roman Itineraries Centro Studi EUROPA INFORM Rimini (Italy) Dicembre 2004 INDICE Pag. ABSTRACT 3 INTRODUZIONE 6 CAP. 1 - LA CULTURA NELLE NUOVE TENDENZE DEL TURISMO

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Il turismo balneare. Ottobre 2009. A cura di

Il turismo balneare. Ottobre 2009. A cura di Il turismo balneare Ottobre 2009 A cura di Sommario Il turismo balneare... 3 La dinamicità delle imprese e l andamento del mercato... 3 Il turismo italiano... 7 Il turismo straniero... 12 La spesa turistica

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA

INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA INDAGINE DI CUSTOMER CARE ALLE IMPRESE CERTIFICATE OSPITALITA ITALIANA MARCHIO OSPITALITA ITALIANA Luglio 2014 A cura di Premessa L indagine di seguito presentata svolta dalla Comitel&Partners per conto

Dettagli

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014

IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B. Settembre 2014 IL PORTALE WONDERFULEXPO2015.INFO La piattaforma di prenotazione B2C e B2B Settembre 2014 INDICE 1- Il mercato turistico: ieri ed oggi 2- Il comportamento del turista 3- Le opportunità 4- Gli strumenti

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA. Studio sul turismo nelle abitazioni private OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA Studio sul turismo nelle abitazioni private 18 Febbraio 2014 Elena di Raco, Dipartimento Ricerca IS.NA.R.T Le fasi dello studio Indagine ai Comuni Rivolta

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese

Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Turismo rurale in Veneto: il ruolo degli enti, delle associazioni, delle imprese Stefan Marchioro Direttore Turismo Padova Terme Euganee Docente a contratto di Economia e Marketing del Turismo presso l

Dettagli

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE

LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE LA CULTURA DEL TURISMO IN INDIA ANALISI E PROSPETTIVE A seguire l'analisi dei seguenti aspetti riferiti al Mercato Turistico Indiano: 1. Breve analisi del trend turistico indiano in generale 2. Trend turistico

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016

COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 COSTA RICA Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2016 1 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici 2. Analisi

Dettagli

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008

Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Allegato 9 Andamento della stagione turistica Analisi congiunturale Terzo Report 2008 Osservatorio Turistico della Regione Puglia 1 Osservatorio Turistico Regione Puglia L osservatorio turistico della

Dettagli

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010

Progetto. promo-commercializzazione. TurismoFVG 2010 Progetto promo-commercializzazione TurismoFVG 2010 Obiettivi generali del progetto Progetto per la realizzazione di un programma di commercializzazione del prodotto turistico della Regione Friuli Venezia

Dettagli

VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri -

VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri - VILLAS TOURISM IN ITALY - il turismo delle ville affittate agli stranieri - Gli affitti turistici, si sa, sono entrati in una crisi profonda: non serve essere in prima linea sul mare o nel centro della

Dettagli