PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA REGIONALE DI ENNA"

Transcript

1 PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 SERVIZIO DI RICERCA ED APPROFONDIMENTO DELL ANALISI DELLA DOMANDA NEL TERRITORIO DEL DISTRETTO DEA DI MORGANTINA FINALIZZATO ALL AGGIORNAMENTO DEL PIANO DI SVILUPPO TURISTICO A SCALA TRIENNALE DEL DISTRETTO E PER LA FUTURA REDAZIONE DI PROGETTUALITÀ VOLTA ALLA DIVERSIFICAZIONE DI PRODOTTO. PROCEDURA APERTA CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE Ai fini del presente bando si intende: per Codice dei contratti il D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e successive modifiche e integrazioni, per Regolamento il D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, come applicati in Sicilia ai sensi della L.R. n.12/2011 e D.P.R.S. 31 gennaio 2012 n. 13. Determinazione a contrarre n. 27 del 17/03/2015 CIG: F7 Indice Parte prima GENERALITA Art. 1 Oggetto del servizio Art. 2 Caratteristiche prestazionali del servizio Art. 3 Cauzione Art. 4 Oneri fiscali Art. 5 Esecuzione del servizio e penalità Art. 6 Responsabilità del servizio Art. 7 Modalità di pagamento Art. 8 Osservanza di leggi e regolamenti Art. 9 Inadempienze e risoluzione del contratto Art. 10 Divieti Art. 11 Controversie Art. 12 Generali Parte seconda DESCRIZIONE DEL SERVIZIO Art. 13 Caratteristiche generali del servizio

2 Art. 1 - Oggetto del servizio Il presente capitolato ha per oggetto il servizio relativo all'attività di studio a piena scala distrettuale, cioè con una dimensione di interesse geografico tale da coinvolgere i territori dei Comuni aderenti al distretto stesso, per l aggiornamento del Piano di Sviluppo Turistico a scala triennale del Distretto e per la futura redazione di progettualità di adeguata qualità, coerenza e miglioramento dell'offerta turistica distrettuale in un'ottica di diversificazione, attraverso l'innalzamento dei servizi da destinare a nuove specifiche tipologie di utenza a cui rivolgersi per l'incremento dei flussi turistici verso il distretto. L ambito territoriale di riferimento comprende i comuni del Distretto Turistico Dea di Morgantina ovvero: Enna, Piazza Armerina, Aidone, Centuripe e Leonforte in provincia di Enna e Caltagirone in provincia di Catania. Importo a base di gara ,70 oltre I.V.A., spese generali e quant altro previsto fra le somme a disposizione dell amministrazione. La spesa è prevista nell ambito del PO FERS Sicilia 2007/2013 Obiettivo operativo 3.3.3, Potenziare i servizi a sostegno dell imprenditoria turistica ed i processi di integrazione di filiera ed in particolare la linea di intervento A Attività C) Azioni di rafforzamento delle attività di pianificazione e gestione delle risorse turistiche mediante cofinanziamento dei progetti di sviluppo turistico proposti dai sistemi turistici locali. Il servizio dovrà avere le caratteristiche indicate nella parte seconda del presente capitolato. Art. 2 - Caratteristiche prestazionali del servizio Le caratteristiche del servizio da rendere, indicate nella parte seconda del presente capitolato, rappresentano lo standard minimo che il servizio dovrà contenere. Art. 3 - Cauzioni L offerta deve essere corredata da cauzione provvisoria di. 427,83, pari al 2% dell importo della fornitura di che trattasi, da prestare anche mediante fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari finanziari iscritti nell'elenco speciale di cui all'art. 107 del decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385, che svolgano in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero del Tesoro, del Bilancio e della Programmazione Economica, e dall impegno di un fideiussore a rilasciare cauzione definitiva qualora l offerente risultasse aggiudicatario. Tale fideiussione bancaria o polizza assicurativa deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro quindici giorni a semplice richiesta scritta della Stazione appaltante ed avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell offerta. La ditta aggiudicataria, a garanzia dell'osservanza dell'esatto adempimento di tutti gli obblighi derivanti dal servizio oggetto del presente capitolato, dovrà prestare apposita cauzione definitiva nella misura e nei modi previsti dall art.113 del D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i.. Art. 4 - Oneri fiscali Tutti gli oneri fiscali (imposte, tasse, contributi, etc.) che gravano e potranno gravare in dipendenza del presente appalto sui redditi conseguiti dalla ditta aggiudicataria resteranno a carico della medesima, la quale si obbliga di adempierli direttamente esonerando l Ente appaltante da ogni responsabilità. Art. 5 - Esecuzione del servizio e penalità Il servizio, con tutte le caratteristiche minime descritte nella parte seconda del presente capitolato, dovrà essere reso e completato entro e non oltre il 31 marzo 2015, al fine di consentire che tutti i pagamenti dell'operazione siano effettuati, dall'ente appaltante, nell ambito del periodo temporale di validità del PO FESR 2007/2014 e in tempo utile per consentirne la successiva certificazione e rendicontazione.

3 Per ogni giorno di ritardo sarà applicata una penalità di 270,00 (euro duecentosettanta,00) fino alla concorrenza massima complessiva del 10% dell'importo contrattuale. Oltre tale limite, l'ente si riserva la facoltà di risolvere il contratto fatto salvo il diritto a richiedere eventuali risarcimenti danni. Art. 6 - Responsabilità del servizio La responsabilità della verifica dell esatto adempimento del contratto sarà affidata al Responsabile del procedimento individuato dall Ente appaltante. Art. 7 - Modalità di pagamento Il pagamento sarà effettuato, con le modalità che saranno previste dal bando di gara dietro presentazione di regolare fattura, previamente vistata dal R U P. Art. 8 - Osservanza di leggi e regolamenti Il servizio sarà regolato ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., e dalle vigenti norme di leggi e regolamenti in materia di contabilità di Stato. Art. 9 - Inadempienze e risoluzione del contratto In caso di gravi inadempienze contrattuale, l'amministrazione si riserva il diritto, formulate le opportune contestazioni, di risolvere anticipatamente il relativo contratto e di incassare a titolo risarcimento danni, la cauzione che la ditta aggiudicataria avrà prestato. Art Divieti All'impresa appaltatrice è assolutamente vietato cedere o sub appaltare, in tutto o in parte, il servizio, pena la risoluzione del contratto e la perdita del deposito cauzionale, salvo ulteriore risarcimento dei maggiori danni accertati. Art Controversie Per tutte le controversie che dovessero insorgere in dipendenza della fornitura, sarà competente il foro di Enna. Art Generali Per quanto non previsto nel presente Capitolato valgono le norme vigenti in materia per gli Enti Locali e le norme generali di contabilità dello Stato nonché le norme del Codice Civile in quanto applicabili. Parte seconda DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E RELATIVE CARATTERISTICHE ART. 13 CARATTERISTICHE GENERALI I servizi, oggetto del presente Capitolato speciale descrittivo e prestazionale, consistono nella realizzazione di una ricerca di approfondimento della domanda turistica del Distretto Turistico Dea di Morgantina. La ricerca dovrà articolarsi nei punti elencati di seguito: 1. approfondimento e aggiornamento dei fenomeni esposti nel documento Analisi della Domanda (allegato 1) e più in generale negli studi di settore: in particolare analizzare i dati sulle variazioni di distribuzione dei flussi avvenuti di recente con particolare dettaglio sulle presenze extra-alberghiere, nonché sulla stagionalità e permanenza media dei turisti; le analisi dovranno essere corredate di

4 confronti sul posizionamento rispetto ai competitor e rispetto ad un benchmark individuato dal gruppo di lavoro; 2. estendere l'analisi della Destination Reputation, comprendendo altri portali di intermediazione (Booking.com, Expedia, Trivago, e-dreams ecc.) ma soprattutto la presenza dell area nell offerta online di tour operator e altri intermediari stranieri che trattano la Sicilia nel loro catalogo; 3. approfondire la domanda attuale, attraverso la somministrazione di questionari presso le strutture ricettive locali. I temi da indagare, attraverso un campione di almeno 150 interviste, riguardano: a. la motivazione principale di soggiorno (che diventa tema strategico per costruire un offerta specifica); b. il livello di soddisfazione (e non soddisfazione) delle attese; c. quali offerte di servizi potrebbero portare gli utenti a prolungare la propria permanenza. Gruppo di Lavoro L'aggiudicatario dovrà garantire la costituzione di un gruppo di lavoro per l intera durata del servizio, dotato di una propria struttura logistica ed organizzativa, in possesso dei requisiti minimi di seguito indicati: N. 1 coordinatore esperto marketing territoriale in paesi esteri con funzioni orizzontali di coordinatore scientifico e operativo del team con almeno 5 anni di esperienza in materia; N. 1 esperto analisi socio-economiche con almeno 5 anni di esperienza in materia n. 1 esperto in turismo con almeno 5 anni di esperienza in materia.

5 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO per il TURISMO, lo SPORT e lo SPETTACOLO Dipartimento per il Turismo, lo Sport e lo Spettacolo Servizio 3/TUR Servizi Turistici Regionali, Distretti Turistici BANDO COFINANZIAMENTO DEI PROGETTI DI SVILUPPO PROPOSTI DAI DISTRETTI TURISTICI REGIONALI PO FESR Sicilia 2007/2013 Obiettivo Operativo Linea di intervento A., Attività C): Azioni di rafforzamento delle attività di pianificazione e gestione delle risorse turistiche mediante cofinanziamento dei progetti di sviluppo turistico proposti dai sistemi turistici locali ANALISI QUALI-QUANTITATIVA DELLA DOMANDA ATTUALE E POTENZIALE DI FRUIZIONE TURISTICO-CULTURALE ALLEGATO 1 DEL CAPITOLATO SPECIALE DESCRITTIVO E PRESTAZIONALE 1/38

6 INDICE 1. ANALISI DOMANDA ATTUALE 2. ANALISI DELLA PROVENIENZA 3. IL PROFILO DEL TURISTA DEL DISTRETTO 4. LA SPESA TURISTICA DIRETTA E INDIRETTA 5. UNA MISURAZIONE DELL IMPATTO ECONOMICO DEL TURISMO 6. ANALISI DELLA REPUTATION 7. NUOVI TREND DEL TURISMO 8. TREND DEI PRINCIPALI MERCATI DI RIFERIMENTO: MERCATI ESTERI 9. RISULTATI ATTESI CON LE AZIONI PROGETTUALI 2/38

7 1. ANALISI DOMANDA ATTUALE I dati sui flussi turistici del Distretto 1 Turistico Dea di Morgantina presentano un trend positivo sia in termini di presenze che di arrivi. Tuttavia, è necessario sottolineare che l apporto delle presenze nel Distretto, rispetto al panorama siciliano, è appena dell'1,23% (dati 2011): il potenziale turistico è ancora inespresso. Nel 2012 si sono registrati complessivamente arrivi e presenze, dati che tradotti in termini percentuali esprimono un incremento del 5,18% e del 14,35% rispetto all anno I dati mettono in evidenza una notevole incidenza dei turisti italiani, sia in termini di arrivi (nel 2012 il 65,5% di arrivi sono italiani) che in termini di presenze (nel 2012 il 75% delle presenze sono italiane). Nel confronto si apprezza un incremento degli arrivi in particolare di stranieri (+12,5%) e un aumento delle presenze di italiani (+18,6%). Gli arrivi stranieri passano dai del 2010 ai del 2012 ( ) ma contraggono il periodo di permanenza passando da 1.91 giorni del 2010 a 1,75 giorni del Nel corso del triennio l'incidenza percentuale degli arrivi italiani sul totale degli arrivi è ANDAMENTO PERMANENZA MEDIA 2,9 2,7 2,5 2,3 2,1 1,9 1,7 1, ITALIANI TOTALE STRANIERI 1 I dati Distrettuali sono ottenuti attraverso la somma dei dati della RILEVAZIONE DEL MOVIMENTO DEI CLIENTI NEGLI ESERCIZI RICETTIVI di Enna forniti dalla Provincia Regionale di Enna e quelli di Caltagirone forniti dall'assessorato Regionale Turismo S.T.R. 13 U.O. 3 di Caltagirone 3/38

8 diminuita del 3% mentre l'incidenza delle presenze degli italiani è cresciuta dell'1%. L'incidenza percentuale degli arrivi di turisti stranieri è cresciuta del 6,4% mentre l'incidenza delle presenze straniere è diminuita del 2,6%. PRESENZE PER PROVENIENZA TOTALE ITALIANI STRANIERI 2. Analisi della provenienza Passando ad esaminare le presenze 2012 per provenienza emerge che le presenze di siciliani spiegano il 41% del presenze totali e il 54% delle presenze italiane. I siciliani permangono sul territorio in media 2,6 notti, un dato superiore alla permanenza media totale del 2012 (2,43 notti) e notevolmente superiore a quella dei turisti stranieri pari a 1, 75. I siciliani sono attribuibili per la gran parte ad un segmento business, composto cioè da soggetti che si spostano sul territorio del Distretto o che transitano sullo stesso per esigenze lavorative. 4/38

9 PRESENZE 2012 PER PROVENIENZA SICILIANI ALTRI ITALIANI STRANIERI Nel triennio il maggiore incremento si è rilevato nel settore extralberghiero e B&B, dove si sono verificati aumenti sia negli arrivi (+12,93%) che nelle presenze (+30,76%); diverso l'andamento nel settore alberghiero dove ad un aumento delle presenze (+1,68%) non corrisponde una crescita degli arrivi anzi si registra un decremento (-1,47%). Dal confronto dei dati del triennio si rileva una contrazione del 3% degli arrivi italiani e un incremento pari al 6,4% degli arrivi di stranieri, mentre sul versante delle presenze si osserva una contrazione della presenza media degli stranieri (-2,56%). La permanenza media complessiva (2,43 gg.) cresce del 9% circa ma, si mantiene ben al di sotto di quella regionale (3,3 gg.). Nel settore alberghiero, in termini di incidenza, le presenze straniere (22.175) pesano per il 18% con una contrazione del 18% rispetto ai dati del Negli esercizi extralberghieri, i turisti stranieri fanno registrare un consistente incremento incidendo per il 37%, con un incremento del 31% rispetto allo stesso indicatore del Nel complesso, quindi, si registra un elevata presenza di turisti italiani che scelgono gli esercizi alberghieri, mentre sul fronte degli arrivi si segnala l'incremento dei turisti stranieri nelle strutture extralberghiere (+ 35,4%) con un'incidenza del 47% del totale arrivi di questa categoria. 5/38

10 6/38

11 Analisi della provenienza estera Relativamente ai flussi stranieri complessivi il flusso più significativo è quello riportato e sintetizzato nella tabella successiva. Dalla sintesi statistica riportata in tabella emerge che i primi 8 paesi spiegano il 77% degli arrivi e il 75% delle presenze straniere. I turisti tedeschi sono i principali turisti stranieri sia nel 2010 che nel 2012, anno in cui incrementano il numero degli arrivi (+34%) e il numero delle presenze (+17,5%). Lo stesso trend positivo si segnala anche per i turisti francesi (+18% arrivi) e per i turisti provenienti dai Paese Bassi (+17% arrivi). Il dato più significativo però lo si registra per i turisti provenienti dal Regno Unito 2 con un forte incremento del numero di arrivi (+72%) e delle presenze (+46,6%) passando dall'8 al 5 posto della graduatoria stilata sulla base del numero assoluto di arrivi nel Distretto. Anche se con volumi notevolmente inferiore è da sottolineare l'incremento percentuale di turisti 3 provenienti dalla Russia : +145% gli arrivi e +97% le presenze seppur con un totale di 216 arrivi. L'analisi dei flussi turistici stranieri per provenienza si completa con la Mappa delle Opportunità riportata di seguito. Il grafico è costruito riportando sull'asse delle ascisse la variazione percentuale degli arrivi nell'arco temporale e sull'asse delle ordinate la variazione percentuale delle presenze nello stesso periodo. L'ampiezza della bolla è determinata dalla numerosità in valore assoluto delle presenze dell'anno Nel periodo 2010 e 2011 si registra un'azione promozionale svolta dalla Camera di Commercio di Enna in Inghilterra, che ha fatto leva sulla promozione integrata del patrimonio del territorio: turismo e patrimonio eno-gastronomico. 3 Nel 2011 la Camera di Commercio di Enna ha realizzato a Mosca una missione promozionale per le imprese del settore abbigliamento e artistico Sicily Luxury Brand. 7/38

12 8/38

13 Da questo grafico scaturiscono alcune chiare indicazioni circa la strategia da adottare in relazione ai diversi paesi. Tale strategia può essere così sintetizzata: Target: Individuali e piccoli gruppi Prodotti: - arte e cultura - qualità del paesaggio -enogastronomia (genuina e tipica)- - tradizione e folklore- - ospitalità diffusa - PAESI STRATEGIA PRINCIPALE OBIETTIVO/Azioni Progettuali Francia, Paesi Bassi, Belgio, Svizzera (paesi in prevalenza francofoni) Regno Unito, Russia Germania Incrementare periodo di permanenza Sostenere e supportare il nuovo trend Rafforzare leadership incremento periodo di permanenza incremento arrivi Informare ed assistere i presenti sulle opportunità del Distretto attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale marzo-maggio (primavera) settembre-ottobre (autunno) Incrementare numero di arrivi con azione co-marketing sui rispettivi mercati e fornire assistenza attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale marzo-maggio (primavera) settembre-ottobre (autunno) Natale Incrementare numero di arrivi con azione co-marketing sul mercato e fornire assistenza attraverso il portale relazionale multilingua e implementazione livello servizi sul territorio attraverso il Marchio. Arco temporale settembre-maggio 9/38

14 Altre importanti informazioni possono essere recuperate attraverso l'analisi per provenienza (italianistranieri) e per mesi degli arrivi e delle presenze dell'anno 2012 riportata nel grafico successivo. Si evidenzia una curva degli arrivi italiani prossima alla linearità, cioè gli arrivi sono pressoché stabili nei 12 mesi con un leggero picco nel mese di agosto in cui gli italiani usano concentrare le loro vacanze (questo dato di stabilità conferma che i turisti italiani del Distretto appartengono al segmento Business, cioè giungono sul territorio per motivi di lavoro). La stessa curva ma per gli stranieri, al contrario, evidenzia una contrazione degli arrivi e delle presenze nel periodo estivo, determinando due picchi di valori massimi nei mesi primaverili e in quelli autunnali, per poi declinare nei mesi invernali. In sintesi il fenomeno turistico appare composto da uno zoccolo duro di italiani presenti tutto l'anno e da turisti stranieri che scelgono questa destinazione nei mesi meno caldi concentrando i loro arrivi nei mesi di aprile, maggio, giugno e settembre/ottobre. Dall'analisi di questi dati si può concludere che il Distretto appare come una destinazione naturalmente destagionalizzata, in relazione all'andamento classico dei flussi di vacanzieri ed al prodotto sole-mare che il Distretto non è in grado di offrire; il patrimonio culturale. Naturale ed enogastronomico è quello che attrae maggiormente il turista estero che sembra essere il vero viaggiatore. Questi aspetti saranno più chiari attraverso l'analisi condotta nel successivo paragrafo. 10/38

15 Un ultimo dato che si segnala è il numero dei visitatori della Villa Romana del Casale di Piazza Armerina che nel 2012 sono stati Un recente studio campionario ha stimato nel 77,8% la percentuale di questi visitatori che non sono all'interno di viaggi organizzati (seguono 20% i tour organizzati e il 2.1% le gite scolastiche). I circa visitatori che hanno organizzato in maniera indipendente il loro viaggio rappresentano un target fondamentale per l'azione di incremento della permanenza media dei visitatori. 11/38

16 3. Il profilo del turista del Distretto. Il profilo del turista tipo 4 L appeal della provincia di Enna è caratterizzato, in via generale, dalla prevalenza di uomini (60,7%), giovani (il 45,5% ha tra i 21 anni ed i 40 anni), con una istruzione media (il 50,7% sono diplomati), che svolge lavori autonomi, trascorre il soggiorno in coppia (con figli nel 47,3% dei casi) o da soli (32%). 5 si basa sui principali prodotti della sua offerta, vale a dire la natura e la cultura, e sulla componente relazionale del turismo di ritorno. Infatti, innanzitutto, la provincia si posiziona nell immaginario del turista come un luogo ideale per un soggiorno all insegna del relax (36,7%) e immerso nella natura (33,5%). Ritornare nella provincia di origine motiva i turisti (22,4%), soprattutto gli italiani (24,4%), che raggiungono i parenti e gli amici usufruendo della loro ospitalità. I turisti stranieri, inoltre, vogliono visitare per la prima volta la provincia incuriositi dalla sua offerta turistica (23,4%). L offerta culturale ed il patrimonio artistico monumentale interessano i turisti (16,8%), soprattutto quelli stranieri (19%) che si rivelano motivati anche all offerta enogastronomica provinciale (17% contro il 7,7% degli italiani). I turisti stranieri sono motivati anche dall esclusività della destinazione (13%), dalla cultura locale e anche dal gusto per l avventura (10%). In media nell 11% dei casi (quasi 12% per gli italiani e 8,8% per gli stranieri) la provincia è una destinazione business in cui svolgere attività commerciali, tecniche o di rappresentanza (55,6% per gli italiani) e per partecipare a riunioni (37,5% per gli stranieri). Il turista che trascorre il soggiorno in provincia di Enna si rivela uno sportivo (nonostante sia poco motivato dallo sport nella scelta della destinazione) e ben nel 65,2% dei casi pratica attività sportive (29%), equitazione (44,2%), ciclismo e passeggiate(23,8%). La componente motivazionale del soggiorno si ripercuote anche sui canali che condizionano la scelta dei turisti, con il consiglio di parenti e amici in prima linea. Inoltre, uno dei mezzi di comunicazione più importante, vale a dire Internet, ha un peso decisivo sulle scelte dei turisti (26,2%) 6, soprattutto di quelli stranieri (41,6%); se per gli italiani le mostre, i convegni e la fiere hanno influenzato la loro scelta nel 14,2% dei casi, per gli stranieri le guide turistiche sono state determinanti nel 12,8% delle volte. 4 OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI ENNA: LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO. IS.NA.R.T. Scpa CCIAA ENNA Seppure riferiti alla provincia di Enna si ritiene che le risultanze, per molteplici motivi, possano essere estese all'intero Distretto. 6 Si ribadisce che l'analisi è stata condotta nel Già 5 anni fa il web aveva un'importanza determinante. 12/38

17 La provincia di Enna si rivela come una destinazione vocata, innanzitutto, al turismo rurale, con il 73,4% dei turisti che trascorrono il soggiorno immersi nella natura (soprattutto gli stranieri), e alla cultura con le città d arte in prima linea (26,6%). Nel dettaglio, i turisti visitano i centri storici (78,4%), i castelli (54,7%), i parchi (41,6%), i siti archeologici (36,4%) ed i musei e le pinacoteche (28,8%) del territorio. In linea generale il soggiorno si trascorre soprattutto in coppia (32,3%), con una più spiccata propensione dei turisti italiani (36,2%) rispetto ai turisti stranieri (23,4%) che, invece, viaggiano anche con gli amici (22%), Il principale mezzo di trasporto utilizzato dai turisti italiani è l auto (56%) e il pullman (28,6%, di linea e organizzato) mentre gli stranieri raggiungono la destinazione prevalentemente in aereo (65,4%). 4. La spesa turistica diretta e indiretta L indagine condotta da ISNART per la Camera di Commercio di Enna prosegue definendo i valori medi di consumo relativi al territorio, evidenziandoli relativamente alle principali macro-categorie di spesa (ristorazione, attività legate allo sport, servizi turistici, servizi locali, prodotti tipici, shopping, ecc.). È stato, quindi, possibile stimare la quota di turisti che effettua ogni singola voce e il relativo importo medio dedicato all acquisto di quei servizi. Poco più di ¼ dei turisti si affida all intermediazione organizzata per prenotare il soggiorno ed, in particolare, spendono circa 91 euro per il viaggio, con una fisiologica spesa maggiore per gli stranieri (circa 120 euro contro i 79 euro degli italiani), e quasi 54 euro per l alloggio. Coloro che acquistano un pacchetto all inclusive spendono mediamente circa 95 euro (104 euro gli stranieri). Per le spese extra, i turisti spendono mediamente al giorno quasi 61 euro; nel dettaglio, la classe di spesa più diffusa è quella che va dai 30 euro ai 60 euro (38,4%), seguita da quella entro i 30 euro (28,5%). Quasi 9 su 10 i turisti che spendono circa 21 euro al giorno nei ristoranti o nelle pizzerie e quasi 6 turisti su 10 spendono mediamente 5 euro nei bar e nelle pasticcerie. Nel dettaglio, le ulteriori macro-categorie di spesa sono: quelle per i prodotti agroalimentari, con i cibi e le bevande acquistati nei supermercati (spesa che completa soprattutto i consumi necessari per chi alloggia nelle seconde case) dal 47% dei turisti per una spesa giornaliera di quasi 21 euro a pro-capite; agli acquisti di prodotti tipici (32,6%), inoltre, vengono destinati quasi 11 euro al giorno, l acquisto di souvenir, con il 33,4% dei turisti che spendono mediamente al giorno 8,5 euro (cifra che 13/38

18 supera gli 11 euro per i turisti stranieri), le attività ricreative, per le quali il 27,2% dei turisti spende mediamente quasi 19 euro al giorno, le lezioni e scuole sportive, nonostante sia una spesa poco diffusa (3,9%), la spesa media è di circa 41 euro, che sale a 50 euro nel caso degli stranieri. 5. Una misurazione dell impatto economico del turismo I valori di consumo identificati, permettono di stimare il giro d affari complessivo del turismo e le sue ricadute sugli altri settori dell economia provinciale. Nel complesso, la spesa turistica corrispondente è pari ad oltre 14 milioni di euro (dato 2008) di cui il 48% (pari a 6,9 milioni di euro) nel comparto primario, distribuendosi tra ricettivo (26,9% degli introiti, vale a dire oltre 3,9 milioni di euro) e quello ristorativo (18%, quasi 2,6 milioni di euro) e nei bar, caffè e pasticcerie (3%, 437 mila euro). Dei restanti 7,1 milioni di euro, il settore agroalimentare conta introiti pari a circa 2,2 milioni di euro (15% del totale della spesa turistica), provenienti soprattutto dalla domanda nazionale (17,5%). Segue la spesa derivante dalle attività ricreative, culturali e di intrattenimento svolte dai turisti nella provincia (14,5%, pari a 2 milioni di euro) e gli acquisti per i prodotti lavorati a mano (9,8%, 1,4 milioni di euro) effettuati soprattutto dai turisti stranieri (11,7%). 14/38

19 6. ANALISI DELLA REPUTATION Come afferma Josep Ejarque, (http://www.fourtourismblog.it/ ), la destination reputation non è altro che la somma delle convinzioni, idee, impressioni, opinioni e percezioni che il mercato ha riguardo una data destinazione. È molto importante perché è in grado di influenzare le decisioni dei potenziali turisti e condiziona l attenzione e l interesse del mercato. In un mercato turistico dove il 65% dei turisti utilizza internet per raccogliere informazioni, dove il sito web ufficiale di una destinazione incide per il 13% nella scelta finale (Google Traveler Survey 2011) e dove più della metà dei turisti vuole relazionarsi direttamente sui social media con aziende e destinazioni, la reputazione ovviamente diventa fondamentale. Secondo Forrester, ben il 74% dei turisti legge e presta attenzione ai commenti e alle opinioni di altri viaggiatori come fonte d informazione quando sta pianificando il proprio viaggio di piacere. In questo scenario, è inevitabile quindi considerare la reputazione un fattore assolutamente non trascurabile. La reputazione e l immagine di una destinazione non sono il frutto di quello che gli alberghi, gli uffici d informazione ed accoglienza turistica, gli enti di promozione e la destinazione stessa dicono di sé o per lo meno non solo; la reputazione e l immagine di una destinazione sono quello che i turisti raccontano. È il risultato dei contenuti generati dai turisti in rete, ossia il Travel Generated Content (TGC o UGC User Generated Content), una fonte preziosa per gli utenti alla ricerca di informazioni. Ai fini dell'analisi della domanda che riguarda la destinazione Distretto Dea di Morgantina si è proceduto a compiere una ricerca su quello che sul web si dice di questa destinazione. Il risultato è di seguito riportato. Destinazione: Distretto Dea di Morgantina Tipologia del report: Manual analysis Data: 18 Maggio 2013 Strumento di analisi: Ricerca artigianale Lingua dell analisi: Italiano e Inglese (internazionale) Scopo dell'analisi è studiare la notorietà e definire la reputazione online della destinazione siciliana denominata Distretto Dea di Morgantina, composta dai territori dei Comuni di Caltagirone, Enna, Piazza Armerina, Aidone,Centuripe e Leonforte. L'analisi è stata condotta manualmente per individuare URL dal principale motore di ricerca, 15/38

20 distinguendoli tra UGC (J. Ejarque li chiama TGC Travel Generated Content) e non-ugc, e poi analizzarli in relazione a variabili diverse (tipo di pagina UGC, attinenza settore turismo e soddisfazione utenti). Inoltre attraverso lo strumento di Google Trend si è analizzata la notorietà (misurabile in percentuale di ricerche condotte sul motore di ricerca in un arco di tempo) di alcune destinazioni e attrazioni che compongono il territorio del Distretto. Ulteriore analisi di notorietà e reputazione è stata condotta su TripAdvisor sia sulle destinazioni che sulle principali attrazioni presenti sul territorio. Metodologia Si è proceduto dapprima ad analizzare i volumi di ricerca su 7 keywords mediante l'utilizzo dello strumento Google Trends, in un arco di tempo che va dal 2005 ad oggi. Google Trend ci consegna informazioni aggregate sul volume di interrogazioni relative ai diversi termini di ricerca e sull'evoluzione temporale di questi volumi nel tempo. Le keywords ricercate nella sezione Viaggi e tempo libero sono: Sicilia, venere di Morgantina, Piazza Armerina, Aidone, Caltagirone, Enna e goddes aphrodite. Analisi dei volumi di ricerca nota: i valori sono espressi in valore assoluto fatto 100 il momento di massimo volume di ricerca Sicilia (utilizzato come parametro di confronto e di riferimento) Venere di Morgantina 16/38

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Osservatorio sul turismo giovanile

Osservatorio sul turismo giovanile Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 2013 Osservatorio sul turismo giovanile A cura di Iscom Group 1/49 Osservatorio Turisticmo Giovanile 2013 Sommario 1 Vacanze con gli under 18... 6 1.1 Propensione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA

IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA 1 Unioncamere Basilicata RAPPORTO ANNUALE 2002 DELL OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE IL RUOLO DEL TURISMO NELL ECONOMIA LUCANA Il ruolo del turismo nell economia

Dettagli

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita

I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita I Turisti in Campania Comportamento di Consumo e Soddisfazione Percepita (maggio 2008) Codice Prodotto- OSPS10-R03-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia

Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia. Il disciplinare della rete Enogastronomia Costruire nuovi prodotti turistici in provincia di Palermo: l Enogastronomia Il disciplinare della rete Enogastronomia marzo 2004 A. Le premesse L Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Palermo

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche Dalla spesa del turista all analisi della filiera, l individuazione delle aree

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Cultura e Turismo: i dati on-line per uno sviluppo turistico basato sulla cultura (un contributo al progetto Destinazione Italia )

Cultura e Turismo: i dati on-line per uno sviluppo turistico basato sulla cultura (un contributo al progetto Destinazione Italia ) Cultura e Turismo: i dati on-line per uno sviluppo turistico basato sulla cultura (un contributo al progetto Destinazione Italia ) Hanno contribuito all elaborazione della ricerca: Elena Alessandrini,

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE».

ARMANDO PERES: «L ITALIA SI MUOVA O PERDERÀ MOLTE OPPORTUNITÀ DI FAR CRESCERE IL BUSINESS CONGRESSUALE». Federcongressi&eventi è l associazione delle imprese e dei professionisti che lavorano nell industria italiana dei convegni, congressi ed eventi: un industria che dà lavoro a 287.741 persone, di cui 190.125

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE

L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Regione Siciliana P R O G E T T O D I R I C E R C A L AGRITURISMO IN SICILIA: STATO DELL ARTE E PROSPETTIVE Ricerche nell ambito delle attività istituzionali dell Osservatorio sul Sistema dell Economia

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO

1. AGROALIMENTARE, PROMOZIONE TERRITORIALE E TURISMO CHI SIAMO Sagitter One é la compagnia specializzata nel fornire soluzioni all avanguardia nel mercato dell ospitalità, della promozione agroalimentare, del marketing territoriale e dell organizzazione

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS.

L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. SMS: usali per raggiungere i tuoi contatti... con un click! Guida pratica all utilizzo degli sms pubblicitari L attività più diffusa a livello mondiale è quella di inviare e ricevere SMS. 2 SMS: usali

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza

Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Sintesi Report n 15 - Eventi enogastronomici come motivazioni di vacanza Gli eventi organizzati in provincia di Trento che hanno al loro centro una proposta enogastronomica sono, nell arco dell anno, numerosi.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI

MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI MA NDO VAI... ROMANI IN MOVIMENTO TRA CRISI ECONOMICA E MODELLI ALTERNATIVI In questa fermata Audimob, l analisi dei dati si sofferma sui comportamenti in mobilità dei romani e dei residenti nei comuni

Dettagli

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0

Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 Bibione.com: Strategie webmarketing 2.0 La gestione del portale e la promozione on-line Nicola Grassetto Time2marketing Srl Bibione Online Cos è oggi Bibione.com Operatori presenti 5 Strutture open air

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI

6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI dell Ambiente del 6. I RISULTATI RELATIVI AGLI ENTI LOCALI In questo capitolo esporremo i risultati che ci sembrano di maggior interesse tra quelli emersi dall elaborazione dei dati restituitici dagli

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

In collaborazione Gestionale per Hotel

In collaborazione Gestionale per Hotel In collaborazione Gestionale per Hotel Caratteristica Fondamentali E un programma di gestione alberghiera facile e intuitivo, in grado di gestire le prenotazioni, il check-in, i conti e le partenze in

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli