LE CAUSE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LE CAUSE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE"

Transcript

1 1

2 LE CAUSE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE A differenza della Prima, nella Seconda Guerra Mondiale non vi sono molteplici cause sovrapposte l una all altra e, soprattutto, è piuttosto evidente per colpa di quale nazione e di quale estremismo politico tale guerra si scatenò. Ovviamente, la responsabilità storica fu del Nazismo e di Adolf Hitler. Come già studiato con il Nazismo, Hitler ottenne enormi consensi dopo il crollo della borsa di Wall Street (1929), che lo portò in pochi anni ad ottenere un potere assoluto, TOTALE, in Germania. Hitler, dunque, una volta fondato il TERZO REICH, aveva in mente solo di riconquistare i territori che erano stati sottratti alla nazione tedesca dopo l umiliante pace di Versailles del In questo trattato le condizioni per la Germania erano state durissime. Ecco, qui di seguito riportate, le principali: - La Germania doveva restituire l Alsazia e la Lorena alla Francia - Pagare un pesante contributo economico come risarcimento per i danni subiti dalla Francia e da tutte le altre nazioni europee contro le quali lo Stato tedesco aveva combattuto il conflitto - Erano state distrutte tutte le risorse belliche (cioè le armi) presenti sul territorio della Germania e, inoltre, lo Stato tedesco non poteva riarmare nessun settore militare e nemmeno istituirne la leva - Alla Germania furono tolti altri territori nei quali vivevano molti tedeschi, riducendo la grandezza stessa di questa nazione. In particolare le furono sottratti i territori dei SUDETI, nelle regioni della Boemia e della Moldavia, che andarono a costituire il nascente Stato della Cecoslovacchia (attualmente non più esistente e divisa, invece, fra la Repubblica Ceca e la Slovacchia); inoltre fu tolta alla Germania anche la città di Danzica, che dava accesso direttamente al mar Baltico, in modo tale che lo Stato tedesco non potesse sviluppare commerci con gli Stati del Nord Europa e recuperare direttamente da lì le materie prime che in quelle nazioni erano abbondanti. In poche parole erano state tagliate le gambe alle potenzialità di espansione tedesca. Quando Hitler riuscì a rafforzare lo Stato tedesco, si sentì pronto per progettare il suo piano di conquiste e, dal 1938 in avanti, attuò una sistematica espansione nei confronti dei territori limitrofi (cioè vicini alla Germania), che sarà la causa scatenante della Seconda guerra mondiale. Una ripresa, in pratica, del concetto di PANGERMANESIMO. Le principali conquiste furono: { - Marzo 1938: l annessione (Anschluss) dell Austria { - Settembre 1938 : conquista dei territori dei Sudeti 2

3 Che cosa erano i Sudeti? Erano dei territori del centro Europa nei quali vivevano molti tedeschi e che erano stati sottratti alla Germania subito dopo la fine della Prima guerra Mondiale. Essi costituivano soprattutto le regioni della Boemia e della Moldavia (nell attuale Repubblica Ceca), che, in quel periodo, facevano parte della Cecoslovacchia. Hitler affermava che era sacrosanto che la Germania si rimpossessasse di tali territori perché erano per diritto naturale regioni tedesche. I SUDETI Subito dopo questa espansione verso il centro Europa, l Inghilterra e la Francia, assieme all Italia, convocarono Hitler a Monaco per una conferenza nella quale, però, esse accettarono senza battere ciglio quanto accaduto. Speravano, in questo modo, di aver placato la sete di rivalsa della Germania e che Hitler, appagato da ciò, non avrebbe creato altri problemi in Europa. Mai errore di valutazione fu più grande!! Infatti, in quella conferenza, che dagli storici è stata ribattezzata con il nome di Sindrome di Monaco, Hitler si convinse che le altre importanti nazioni europee temevano la Germania e che non si erano opposte in modo convincente, perché non erano in grado di poter ostacolare gli assurdi piani di conquista del Fuhrer. Oramai convinto di essere praticamente invincibile, scalpitava per poter estendere ulteriormente il proprio dominio in Europa e ciò, inevitabilmente, farà scoppiare la Seconda guerra mondiale. Il Fuhrer, a questo punto, si considerava praticamente invincibile e scalpitava per poter estendere ulteriormente il proprio dominio in Europa. Tuttavia, egli sapeva che se avesse continuato ad ampliare il proprio potere ai danni delle altre nazioni europee, prima o poi l Inghilterra e la Francia lo avrebbero ostacolato. Doveva, quindi, giocare d astuzia e cercare di evitare un possibile accerchiamento Che strategia adottò? Decise di stringere un alleanza con uno dei suoi rivali più odiati: l Urss 3

4 Per quale motivo? Perché alleandosi con tale nazione, qualora fosse scoppiata un altra guerra mondiale, la Germania avrebbe potuto concentrare i propri sforzi sul fronte occidentale contro Francia e Inghilterra, senza dover inviare truppe anche su quello orientale, così come, invece, era avvenuto durante il Primo conflitto. Ovviamente né Hitler, né Stalin erano intenzionati a rimanere alleati al lungo; però questo patto, per il momento, serviva ad entrambi. Nei piani del Fuhrer, infatti, c era la volontà di attaccare la Polonia e sapeva benissimo che Inghilterra e Francia non sarebbero state a guardare. Quindi, si stava preparando ad uno scontro con queste due nazioni. Nella sua logica, una volta sconfitte entrambe, avrebbe concentrato i suoi sforzi per polverizzare l Urss.. Anche a Stalin l accordo non dispiacque: infatti, oltre a poter prendere tempo per organizzare meglio la difesa militare contro i tedeschi (in attesa che il patto venisse violato), tale accordo prevedeva che Germania e Unione Sovietica si sarebbero spartite i territori della Polonia. Quelli occidentali sarebbero andati ai tedeschi, quelli orientali ai sovietici. Questa intesa fra le due nazioni venne sancita nell agosto del 1939 (PATTO MOLOTOV VON RIBBENTROP, dal nome dei due ministri degli esteri che firmarono il documento). L accordo fu reso noto al mondo intero. Tranne, ovviamente, la spartizione della Polonia, rimasto invece come atto segreto siglato dai due. POCHI GIORNI DOPO, L 1 SETTEMBRE 1939, LA GERMANIA, ATTRAVERSO IL CORRIDOIO DI DANZICA, INVADEVA LA POLONIA. FRANCIA E INGHILTERRA, IL 3 SETTEMBRE, LE DICHIARARONO GUERRA. INIZIAVA, COSÌ, LA SECONDA GUERRA MONDIALE. 4

5 La Germania attacca la Polonia passando per il corridoio di Danzica, che dava l accesso diretto al mar Baltico (1 settembre). Due giorni dopo, l Inghilterra e la Francia, che avevano in precedenza stipulato un patto con la Polonia per difenderla da possibili aggressioni tedesche, dichiarano guerra alla Germania. Ha inizio la Seconda Guerra Mondiale. A metà settembre Varsavia (capitale della Polonia) è conquistata. Nel frattempo i russi s impadroniscono delle regioni orientali della Stato polacco e, di fatto, la Polonia cessa di esistere. Questa operazione militare fu ribattezzata BLITZKRIEG (GUERRA LAMPO). DANZICA Nei sette mesi successivi la guerra sembra congelarsi, tanto che gli storici francesi la definirono Drole de Guerre = Strana Guerra. Dal 1940 possiamo effettivamente incominciare a parlare dei vari fronti. FRONTE OCCIDENTALE FRONTE ORIENTALE (Gran Bretagna e Usa) (aperto solo a partire dal 1941) VS Germania e Italia) FRONTE. OCCIDENTALE FRONTE ORIENTALE Urss VS Germania e Italia FRONTE NORD AFRICANO FRONTE DEL PACIFICO (aperto solo a partire dalla fine del 1941) GIAPPONE USA G.B. Germania e Italia VS Gran Bretagna e Usa Usa e Gran Bretagna VS Giappone 5

6 Naturalmente, vale la pena ricordare che in tutti i fronti in cui si è svolta la guerra, così come in quella del 14-18, combatterono anche i soldati originari delle colonie. Questo significa che, ad esempio, per la Gran Bretagna, oltre a inglesi, scozzesi, nord irlandesi, gallesi, vi furono anche indiani, australiani, neo zelandesi, egiziani, sud africani ecc., mentre per la Francia vi furono i marocchini, gli algerini e tunisini. Per l Italia, invece, libici, etiopi, eritrei e somali. Oltre a numerosissimi altri popoli che lottarono sia in Europa sia in altri territori per poter ottenere la libertà persa durante questo conflitto. In questo senso vale la pena ricordare i tanti soldati polacchi che sacrificarono la loro vita in territorio italiano perché sconfiggere il nazismo avrebbe significato poter liberare anche la Polonia. ARMI IMPIEGATE DURANTE LA SECONDA GUERRA MONDIALE Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, la ricerca e lo sviluppo in campo bellico, portarono ad un progresso tecnologico senza precedenti. All'inizio del conflitto la maggior parte delle armi era antiquata, alcune addirittura risalenti alla Prima Guerra Mondiale. Nei sei anni successivi la qualità media divenne talmente elevata che molte delle armi sviluppate all'epoca si possono considerare tutt'ora efficaci. Per esempio la mitragliatrice tedesca MG42 o il lanciarazzi americano Bazooka. Inoltre, l'uso delle stazioni radar a terra, del sonar sulle navi, dei motori a reazione sugli aerei iniziarono proprio durante la guerra. Purtroppo, anche l'arma più distruttiva in assoluto, la bomba atomica, fa parte delle innovazioni tecnologiche di quel periodo. Proprio durante la Seconda guerra mondiale furono utilizzate le menti più brillanti per cercare di decifrare i messaggi criptati (cioè nascosti e incomprensibili) dei nemici. In particolar modo vale la pena ricordare la figura di ALAN TURING, ingegnere informatico britannico che grazie ai suoi studi riuscì a comprendere il funzionamento della macchina ENIGMA, utilizzata dai nazisti per scambiarsi messaggi segreti e in modo tale da non essere compresi dagli avversari. Ed è proprio in quegli anni che si possono fare risalire i primi computer della storia. Quel che è certo è che la Seconda guerra mondiale segnò un punto di non ritorno per la storia dell umanità: 55 MILIONI di morti, di cui circa 41 nella sola Europa. Sei milioni dei quali ebrei che subirono il dramma dei LAGER, i campi di concentramento nazisti. Oltre ad essi, furono perseguitate altre minoranze come zingari e polacchi, oltre ad omosessuali e minorati psichici. Se già durante la Grande guerra furono utilizzati gli aerei per bombardare le città è però durante la Seconda guerra mondiale che tale attività militare provocherà le tragedie più grandi. Migliaia di sfollati, donne e bambini sotto le macerie e intere grandi città devastate dalle bombe sganciate dai biplani che sorvolavano le città, molte delle quali italiane. Genova fu più volte colpita e, come abbiamo visto anche a Trieste dove siamo andati a visitare la Klein Berlin, la popolazione dopo il suono delle sirene che avvisava dell imminente attacco aereo si rifugiava nelle gallerie. Tuttavia i bombardamenti non si effettuarono solo per via aerea, ma anche via mare, con le navi inglesi che colpirono a ripetizione i quartieri cittadini. Ancora oggi, vi è testimonianza di tutto ciò in alcune bombe inesplose, come ad esempio quella che colpì la Cattedrale di S. Lorenzo il 9 febbraio Lapide in ricordo della bomba inesplosa in Cattedrale 6

7 I DUE SCHIERAMENTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE GERMANIA ITALIA GIAPPONE FORZE DELL ASSE VS FRANCIA U.K. URSS USA ALLEATI DOPO L 8 SETTEMBRE 1943 ITALIA CAMBIA SCHIERAMENTO E PASSA CON: 7

8 FRONTE OCCIDENTALE ( ) Maggio 1940 Offensiva contro la Francia, che aveva costruito la linea difensiva detta Linea Maginot, la quale, però, era fortificata solo sul confine del Reno. Allora i tedeschi, come nella Prima Guerra Mondiale, penetrarono in Francia passando dal Belgio e, questa volta, anche dall Olanda e dal Lussemburgo. Dopo aver superato la Foresta delle Ardenne e sfondato le linee nemiche presso Sedan (toh chi si rivede nella storia ), in breve tempo conquistarono il resto del centro settentrione e il 14 giugno i tedeschi entrarono vittoriosi a Parigi. Subito dopo venne firmato l armistizio dal maresciallo Pétain e la Francia si divise in due: la parte centro settentrionale in mano ai tedeschi, mentre quella centro meridionale formò la REPUBBLICA DI VICHY; una repubblica fantoccio, formalmente filo nazista e sotto il comando del Maresciallo Petain (leggi Peten). DAI TEDESCHI FILO NAZISTA Francia nel 1940 Un mese dopo, con i francesi oramai sconfitti, le truppe inglesi si ritirano verso DUNKERQUE. Questo, secondo alcuni storici militari, è uno dei momenti più importanti della guerra. Infatti, se i tedeschi si fossero gettati subito all inseguimento dei britannici, con buona probabilità anche la Gran Bretagna sarebbe stata sconfitta e l intera Europa occidentale sarebbe stata dominata dal Nazismo. Però, così non avvenne e ancora oggi si dibatte sul perché ciò non sia accaduto. Probabilmente gli stessi germanici avendo subito numerose perdite non ebbero la forza per ripartire subito all attacco. E se il destino a volte ci mette lo zampino, mai occasione fu più fortunata per gli inglesi, che ebbero il tempo di organizzare la difesa della città. Così facendo, la marina britannica ebbe il tempo di organizzare l evacuazione da tale territorio (proprio al confine sullo Stretto della Manica, fra Gran Bretagna e Francia) e portare in salvo ben (TRECENTOTRENTAMILA!) soldati!! Winston Churchill definì tale operazione IL SALVATAGGIO MIRACOLOSO. E proprio a seguito comunque di questa battaglia, che ad ogni modo fu una disfatta per l Inghilterra, il Governo fu costretto a sciogliersi e, successivamente, divenne presidente del Consiglio lo stesso CHURCHILL, politico fondamentale nella Seconda guerra mondiale e che contribuì con intelligenza e astuzia politica alla sconfitta del Nazismo. Famoso è rimasto il suo discorso di insediamento in Parlamento (cioè il discorso inaugurale quando si diventa Capo di Governo). Così, infatti, disse rivolgendosi agli parlamentari e al popolo della Gran Bretagna: Non ho altro da offrire che sangue, dolore, lacrime e sudore. Dunkerque DUNKERQUE 8

9 I soldati salvati a Dunkerque furono utilizzati per la difesa dell Inghilterra. Infatti, in Europa, rimaneva solo essa a contrastare il Nazismo. Poiché l Inghilterra era da sempre forte in mare, Hitler e i suoi ufficiali decisero di attaccarla dall alto. Iniziarono così delle feroci battaglie aeree (vere protagoniste, assieme ai mezzi corazzati, della Seconda Guerra Mondiale). Nel luglio del 40 scattò, dunque, l OPERAZIONE LEONE MARINO, che prevedeva il bombardamento sistematico di Londra da parte degli aviatori tedeschi. Tuttavia Londra resistette, grazie al coraggio della sua popolazione e alla determinazione della gloriosa RAF (Royal Air Force), cioè le forze aeree reali britanniche, che ribatterono colpo su colpo alla potenza dell aviazione tedesca, la cosiddetta LUTWAFFE. Londra subì comunque gravissimi danni e visse una drammatica situazione, ma riuscì, però, a non farsi piegare dall oppressione nazista. Naturalmente ci furono anche battaglie sottomarine fra gli U BOOT tedeschi e le ROYAL NAVY britanniche. Questa battaglie risulteranno poi fondamentali per l esito del conflitto, perché se Londra e l Inghilterra non avessero resistito a Hitler, quasi certamente le sorti della Seconda Guerra Mondiale sarebbero andate diversamente. Inoltre, fu la prima vera battuta d arresto della Germania, che, fino ad allora, non aveva trovato ostacoli alla propria arrogante espansione in Europa. LA GUERRA IN PARALLELO di Mussolini (che non voleva aiuti da Hitler per paura di dover poi subire anch egli e l Italia pesanti limitazioni ad opera dei nazisti, e anche per orgoglio e volontà di dimostrare la forza dell esercito italiano) si dimostrò una disfatta totale. Infatti, in ottobre, tentò di conquistare la Grecia (l anno prima era stato conquistato il vicino regno d Albania), ma gli italiani furono respinti e, addirittura, i greci contrattaccarono facendo scappare via le truppe del Duce. Mussolini dovette arrendersi all evidenza e accettare, da quel momento in avanti, l aiuto della Germania. Tuttavia, nell aprile del 41, con l aiuto tedesco, i Balcani furono interamente riconquistati e la Grecia tornò sotto il dominio nazi-fascista. Nel 1941 Le forze dell ASSE si riprendono i Balcani 9

10 FRONTE OCCIDENTALE ( ) Nel 1942 diventa sempre più drammatica la situazione degli Ebrei e delle altre minoranze etniche perseguitate da Hitler (soprattutto zingari). Una volta chiuso il fronte africano, le forze Alleate (Inglesi e Americani) si concentrano sulla conquista dell Italia per poi raggiungere direttamente la Germania attraverso il passo del Brennero (dal Trentino). Ovviamente, vista la vicinanza del Nord Africa con la Sicilia, si decise d intraprendere la risalita della nostra nazione proprio partendo da quella regione. Il 10 luglio del 1943 avvenne lo Sbarco in Sicilia. SICILIA FORZE ALLEATE Il 25 luglio, Mussolini veniva arrestato e il comando del Governo affidato al Maresciallo Badoglio. Di fatto, aveva termine la dittatura fascista su tutta l Italia. Nel settembre del 1943, il nuovo Governo in carica firmò l armistizio con gli Inglesi e gli Americani e L ITALIA CAMBIÒ CAMPO PASSANDO DALL ALLEANZA CON LA GERMANIA A QUELLA CON LE FORZE ALLEATE ANGLO AMERICANE (8 SETTEMBRE). In questo stesso periodo incominciarono a formarsi i primi gruppi di PARTIGIANI, che combatterono contro i Nazisti sul territorio italiano per liberarlo dai tedeschi. Questa lotta viene definita RESISTENZA (cioè, il resistere dei partigiani all oppressione nazi fascista e che lottarono contro tali dittature per ripristinare la libertà). Sempre in questi frangenti Hitler liberò Mussolini, esiliato sul Gran Sasso (Abruzzo), e, a quel punto, il Duce instaurò, nel Nord Italia ancora in mano ai Nazisti, la Repubblica Sociale Italiana (RSI). L Italia, praticamente, veniva spaccata in due: Nord Italia : Repubblica Sociale con capitale Salò (vicino al lago di Garda, presso Verona) Sud Italia : Regno Monarchico con capitale Brindisi (dove si erano rifugiati il Re e Badoglio subito dopo l armistizio dell 8 settembre), sotto la tutela delle forze alleate. Fu il momento più drammatico per l Italia, perché da quegli istanti in avanti, moltissimi Italiani si fronteggeranno su opposti schieramenti. Fra loro vi fu chi continuò a lottare a fianco dei tedeschi, aderendo quindi alla Repubblica Sociale di Salò (definiti spregiativamente repubblichini) e che, invece, aderì alla Resistenza, schierandosi a fianco degli inglesi e degli americani. Sostanzialmente, gli anni che vanno dal settembre 1943 all aprile 1945 furono anni di GUERRA CIVILE: italiani contro italiani. 10

11 Situazione italiana dopo l 8 settembre 1943 NORD E CENTRO ITALIA SOTTO IL FASCISMO E IL NAZISMO SUD ITALIA SOTTO GLI ALLEATI (Gran Bretagna e Usa) Poco alla volta gli alleati incominciano a risalire la Penisola e, NEL GIUGNO 1944, ROMA VENNE LIBERATA. Il 6 GIUGNO 1944, avvenne lo SBARCO IN NORMANDIA (detta anche D Day o OPERAZIONE OVERLORD). I due generali che comandavano le truppe alleate erano MONTGOMERY (inglese) e EISENHOWER (leggi EISENAUER). Quando parliamo di questo avvenimento, in realtà, dobbiamo parlare di una serie di battaglie avvenute in successione fra giugno ed agosto in ben 5 spiagge della Normandia. Per l esattezza durò 77 giorni con una media di morti al giorno, compresi civili, fra i soli alleati. Chi ha fatto questi calcoli sostiene che ci furono più morti in questi scontri che a Verdun o a La Somme nella Prima guerra mondiale. Il vantaggio dei soldati alleati su quelli tedeschi era di 3-1. Le truppe che combatterono in Normandia furono prevalentemente inglesi e canadesi. Ad ogni modo, per comodità storica, è giusto sempre sintetizzare parlando di truppe anglo americane. Esse dovettero affrontare la linea difensiva tedesca, il cosiddetto Vallo Atlantico, che era una fortificazione progettata dai tedeschi e che si estendeva dalle coste dei Paesi Bassi fino al confine tra Francia e Spagna, sull'atlantico appunto, e doveva servire come difesa da eventuali attacchi degli eserciti stranieri. LO SBARCO IN NORMANDIA 11

12 Alla fine di luglio il Vallo fu completamente sfondato e in agosto le truppe anglo americane entravano a Parigi, che, nel frattempo, era già stata liberata dai partigiani francesi. Il Generale tedesco che comandava le truppe a Parigi si rifiutò di obbedire a quel pazzo di Hitler che voleva che, in caso di sconfitta, prima dell arrivo degli alleati la capitale francese venisse rasa al suolo. Così, una volta liberata l intera Francia, nacque in essa la QUARTA REPUBBLICA. Al giorno d oggi, in questa nazione, siamo alla quinta repubblica. Naturalmente, come già voi sapete molto bene, la prima repubblica di Francia è nata durante la Rivoluzione francese. Ma questa, come si suol dire, è un altra storia L ULTIMO ANNO DI GUERRRA: 1945 Febbraio 1945 Conferenza di Yalta Si riunirono presso questa cittadina dell Ucraina, i rappresentanti degli Usa, Inghilterra e Urss. Essi stabilirono che, una volta terminata la guerra, oramai saldamente in mano alle forze alleate, la Germania sarebbe stata divisa in quattro zone d influenza da spartire fra queste 3 nazioni più la Francia. Tutta Europa stava ormai per essere liberata dal Nazismo. Dopo aver dilagato in Germania, le truppe anglo tedesche, il 25 aprile, raggiunsero l Elba congiungendosi con le truppe sovietiche, in attesa di assediare Berlino e conquistarla. Nel frattempo anche in Italia, sempre il 25 APRILE, i partigiani del CLN (Comitato di liberazione nazionale) diedero l ordine (insurrezione generale) di liberare Milano. il 25 aprile è, infatti, celebrato in Italia come il giorno della Festa di Liberazione. Mussolini, mentre tentava di scappare in Svizzera travestito da ufficiale nazista, venne riconosciuto e arrestato dai partigiani, i quali lo fucilarono il 28 aprile. Il suo cadavere fu esposto per i piedi a Piazzale Loreto (Milano), e fatto scempio da parte della folla inferocita. Hitler, per paura di subire la stessa sorte, due giorni dopo decise di suicidarsi. Furono ritrovati i suoi resti bruciati, anche se non si ha la certezza che appartenessero al Fuhrer. La sera fra l 8 e il 9 maggio terminarono gli scontri in Europa con la richiesta di pace da parte della Germania. Mancava ancora il fronte del Pacifico Dopo la fine della guerra, Berlino venne divisa in quattro zone d influenza, così come tutta quanta la Germania. Tre di esse, quelle che rappresentavano la zona occidentale, furono spartite fra Americani, Inglesi e Francesi, mentre la parte orientale fu riconosciuta all URSS. Berlino distrutta dopo la fine della guerra 12

13 FRONTE NORD AFRICANO ( ) Una volta in cui anche l Italia entra in guerra (maggio 1940) anche il nord Africa diventa teatro di guerra. Italia e Germania si contrappongono ai soldati britannici e americani con le loro rispettive colonie. Dopo essere rimasto in attesa degli eventi, Mussolini, per paura di rimanere senza terre da conquistare, e sotto lo strapotere di Hitler, decide di far entrare l Italia in guerra. Fu un grandissimo errore, che portò progressivamente il Fascismo a perdere consensi fra il popolo e che gettò la nostra nazione in una crisi tremenda. L Italia, che ha il dominio sulla Libia, cerca d impadronirsi del vicino Egitto, sotto il possesso inglese, ma non vi riesce e subisce il contrattacco britannico e, a questo punto, Mussolini è costretto, suo malgrado, ad accettare l aiuto tedesco. Figura importante fu quella dell ufficiale tedesco ROMMEL e del suo leggendario gruppo: gli AFRIKAN KORPS. Egli fu da tutti considerato grande stratega militare, passato alla storia come La volpe del deserto. Dopo l entrata in guerra degli Usa, avviene lo sbarco delle truppe americane in nord Africa, che portò, automaticamente, all occupazione militare da parte dei Nazisti della Repubblica di Vichy (parte centro - meridionale della Francia) per poter contrastare più adeguatamente gli Inglesi e gli Americani. La Francia meridionale, infatti, è vicina al Marocco e all Algeria. FRANCIA NORD AFRICA 13

14 Fra la fine del 1942 e l inizio del 1943 la situazione per le forze dell ASSE (Germania e Italia) è oramai drammatica ed è evidente a tutti quanti che sarà solo questione di tempo prima che vengano definitivamente sconfitte. Due sono le battaglie fondamentali passate alla storia: EL ALAMEIN e ALA AMBAGI Nella prima, la famosissima battaglia di EL ALAMEIN (a 80 Km da Alessandria d Egitto) le forze dell asse vennero ricacciate oltre l Egitto e, in meno di tre mesi, furono costrette a ripercorrere all indietro tutti i territori conquistati dall inizio del conflitto fino a giungere in Tunisia. In questo scontro dimostrarono coraggio e grande valore i soldati della FOLGORE, che attuarono una strenua resistenza all avanzata inglese, anche se alla fine vennero sconfitti. Nel frattempo le forze anglo americane sbarcarono anche nel Nord dell Africa (Marocco e Algeria), bloccando praticamente la fuga dei nazifascisti, i quali vennero presi in mezzo a due fuochi: Egitto e Libia da una parte in mano anglo americana, Tunisia ai Tedeschi e Italiani, Marocco e Algeria anch esse in mano anglo americana. Quindi, ricapitolando, le forze degli ALLEATI (Usa e Gran Bretagna) riescono a circondare quelle dell ASSE (Germania e Italia). ALLEATI FORZE DELL ASSE ALLEATI ALLEATI Con quella di ALA AMBAGI, l esercito italiano, comandato dal duca AMEDEO SAVOIA D AOSTA viene sconfitto presso appunto Ala Ambagi, una montagna alta metri circa che si trova in Etiopia. L esercito italiano combatté coraggiosamente tanto che quando si arrese, fu concesso ad esso l onore delle armi, ovvero i soldati assieme al duca Amedeo d Aosta poterono passare fra le due ali dell esercito nemico con parte del loro equipaggiamento militare e, nel caso del loro caso, con la pistola d ordinanza. L onore delle armi veniva concesso al nemico che si era dimostrato valoroso e leale sul campo di battaglia. 14

15 Nel maggio del 1943 il fronte nord africano viene chiuso definitivamente con la fuga dei soldati tedeschi e italiani verso l Europa meridionale per cercare di potenziare la difesa di tale zona strategica contro l avanzata anglo-americana da ovest e quella sovietica da est.. TEDESCHI 15

16 FRONTE ORIENTALE ( ) Proprio a partire dal 1941, la Germania decise di attaccare l Unione Sovietica (Operazione Barbarossa) e di rompere il patto stabilito con l Unione Sovietica due anni prima. Questa scelta operata da Hitler, fu determinante per l esito del conflitto perché, da quel momento in avanti, l Inghilterra non fu più sola in Europa a combattere contro la Germania. I sovietici (che ben sapevano che prima poi sarebbero stati attaccati dai tedeschi), furono colti impreparati dall attacco, perché erano convinti che Hitler, prima di aprire un fronte contro di loro, avrebbe prima cercato di sottomettere l Inghilterra. 4, 5 MILIONI DI UOMINI furono inviati in territorio sovietico, per quella che è passata alla storia come la CAMPAGNA DI RUSSIA. In due settimane le truppe tedesche penetrarono in territorio sovietico per centinaia di Km giungendo quasi fino a Mosca, senza però riuscire ad espugnarla (cioè conquistarla). Come contro Napoleone, i russi attuarono la TATTICA DELLA TERRA BRUCIATA e il GENERALE INVERNO fece il resto. Se è vero che le battaglie si vincono e si perdono anche per fortuna o sfortuna, indubbiamente le condizioni climatiche sono fra i fattori determinanti. Pensate che quello del 1941 fu l inverno più gelido degli ultimi 140 anni in Russia!! Il 4 dicembre le temperature, a Mosca, raggiunsero i 35!!... Oltre a Mosca venne considerata strategicamente fondamentale la città di STALINGRADO, dove si combatté la MADRE DI TUTTE LE BATTAGLIE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE. L assedio di Stalingrado ha oramai trapassato i confini della stessa storia ed è direttamente entrato a far parte del mito. I cittadini e soldati di quella città resistettero con le unghie e con i denti ai continui assalti dei tedeschi dimostrando un eroismo e una determinazione al di fuori del comune. URSS Mosca Stalingrado Nel 1942, però, avvenne la controffensiva sovietica che allontanò la minaccia nazista da Mosca e il rigido inverno russo fece il resto. Da una possibile guerra lampo in territorio sovietico, si passò ad una guerra di logoramento. In questa nuova fase dello scontro, la Germania era destinata a perdere l iniziale vantaggio legato alla superiorità tecnica e strategica. Hitler non aveva imparato nulla dall esperienza di Napoleone E proprio alla fine di quell anno si rovesciano le sorti della Guerra; infatti, dopo un assedio durato più di un anno e mezzo, proprio alla fine del 42, le truppe dell Armata Rossa contrattaccarono all invasione tedesca, spingendo lontano dal loro territorio le truppe germaniche. 16

17 FRONTE ORIENTALE ( ) La situazione, dunque, volgeva oramai nettamente a favore degli stessi sovietici, che, a partire dal 1944, nel giro di pochi mesi riuscirono non solo a liberare completamente l intera Urss, ma, addirittura, a compiere una lenta, quanto inesorabile, controffensiva che li avrebbe portati, l anno successivo, ad invadere Berlino. I sovietici respingono i tedeschi URSS Nel frattempo, per l esattezza a fine gennaio, veniva liberata la Polonia con la raccapricciante scoperta dei Lager. Auschwitz venne liberato il 27 gennaio, e per questo tale data è quella del giorno della memoria. Nel febbraio 1945 abbiamo la Conferenza di Yalta. Presso questa cittadina dell Ucraina, si riunirono ROOSWELT, CHURCILL e STALIN, i leader delle tre potenze che stavano per sconfiggere il Nazismo..Essi stabilirono che, una volta terminata la guerra, oramai saldamente in mano alle forze alleate, la Germania sarebbe stata divisa in quattro zone d influenza da spartire fra queste 3 nazioni e la Francia. Nei mesi seguenti tutta Europa stava ormai per essere liberata. Dopo aver dilagato in Germania, le truppe anglo franco americane, il 25 aprile, raggiunsero l Elba congiungendosi con le truppe sovietiche, in attesa di assediare Berlino e conquistarla. URSS FORZE ALLEATE BERLINO Il 30 aprile Hitler si suicidò. Mentre la sera fra l 8 e il 9 maggio 1945 terminarono gli scontri in Europa con la sconfitta della Germania. Restava aperto ancora il fronte del Pacifico 17

18 IL FRONTE DEL PACIFICO Per fronte del Pacifico intendiamo la zona dell Oceano Pacifico che durante quegli anni era contesa fra il Giappone (anch esso stato totalitarista con una politica di espansione aggressiva simile a quella tedesca e italiana) e l America. E proprio per via di questi contrasti gli Usa entrarono in guerra. In che modo, dunque, l America entrò nella Seconda guerra Mondiale? Essa intervenne dopo l ATTACCO DI PEARL HARBOR del 7 dicembre Che cosa è l attacco di Pearl Harbour? L attacco che l aviazione nipponica (cioè gli aerei giapponesi) sferrò a partire dalle ore 3.42 del mattino del 7 DICEMBRE 1941 nella zona di Pearl Harbor (Hawaii) col quale buona parte della flotta (marina) americana venne distrutta morti di cui solo 59 giapponesi. L azione nipponica aveva l obiettivo di respingere l avanzata americana sul Pacifico, infatti gli Usa e gli altri stati occidentali erano in contrasto proprio con il Giappone per il predominio economico su tale Oceano. A quel punto, gli americani furono costretti ad entrare nel conflitto. Subito dopo, anche Italia e Germania dichiararono guerra agli Usa, mentre la Gran Bretagna al Giappone. PEARL HARBOR 18

19 FRONTE DEL PACIFICO (1942) Il Giappone controllava tutto il sud est asiatico. Infatti, dopo aver distrutto la flotta americana (e in attesa che gli Stati Uniti potessero ripresentare un adeguata forza militare in grado di contrastare i nipponici sul Pacifico) esso aveva in mano le Filippine, la Malesia, la Birmania e l Indonesia. Si trovava, quindi, a minacciare da vicino l India, in mano agli Inglesi, che, a quel punto, furono costretti a distogliere un po delle loro forze dal fronte africano per contrastare il Giappone sul Pacifico. Il Giappone aveva conquistato, dunque, le FILIPPINE, la MALESIA, la BIRMANIA e l INDONESIA. Anche l INDIA, sotto la Gran Bretagna, si sentiva minacciata. Fu così che la Gran Bretagna decise di spostare una parte della sua flotta sul Pacifico contro il Giappone. INDIA Tuttavia, però, già nel maggio di quell anno, cioè del 1942, arrivarono le prime vittorie degli anglo - americani nel Pacifico (con le due battaglie dei Coralli e quella delle MIDWAY). GIAPPONE USA MIDWAY 19

20 FRONTE DEL PACIFICO ( ) Nel 1943 la situazione rimane in stallo, nel senso che l America e l Inghilterra preferisce concentrare la maggior parte della sua forza militare contro la Germania in Europa. proprio in quell anno, il 23 novembre a Tarawa, c è una importante vittoria americana. Su soldati giapponesi e civili ne restano in vita solamente 17. L anno decisivo è comunque il 44, perché dopo che nel 43 il sud Italia viene liberato e dopo che, l anno seguente, appunto il 1944, con lo sbarco di Normandia viene progressivamente liberata la Francia, gli Usa incominciarono a spostare massicce quantità di mezzi e di uomini sul fronte del Pacifico, visto che, oramai, sembrava evidente a tutti che la Germania, in Europa, avrebbe avuto le ore contate. Di vitale importanza fu certamente l impiego delle portaerei, capaci di trasportare fino a 50 elicotteri. Così come importanti furono i bombardamenti strategici, cioè una concentrazione impressionante di fuoco e missili sganciati dagli aerei e che colpivano obiettivi particolari in mano ai giapponesi, distruggendo completamente le linee difensive e le forze militari di questo paese nel Pacifico. A inizio maggio 1945, come già visto, la Germania crolla e, dunque, la guerra rimaneva aperta solo nel Pacifico con il Giappone oramai unica forza a contrastare gli americani, che senza più problemi nel resto del mondo, poterono concentrare tutte le loro risorse militari ed economiche per annientare l Impero nipponico. Agli inizi del 45, divenne presidente Henry Truman, il quale per accelerare la fine delle ostilità prese la vergognosa decisione di sganciare due bombe atomiche su HIROSHIMA (6 agosto) e NAGASAKI ( 9 agosto). A metà agosto, HIROITO, l imperatore giapponese, offerse la resa senza condizioni. Così, IL 2 SETTEMBRE 1945, TERMINAVA LA SECONDA GUERRA MONDIALE. L esplosione della bomba atomica e i suoi effetti devastanti ad HIROSHIMA L aereo ENOLA GAY, con il quale fu sganciata la bomba atomica su Hiroshima. Il nome dell aereo deriva da quello della mamma del pilota, che si chiamava, appunto, Enola Gay. 20

21 L ITALIA IN GUERRA - GLI ULTIMI ANNI DEL FASCISMO 1940 Dopo essere rimasto in attesa degli eventi, Mussolini, per paura di rimanere senza terre da conquistare, e sotto lo strapotere di Hitler, decide di far entrare l Italia in guerra. Fu un grandissimo errore, che portò progressivamente il Fascismo a perdere consensi fra il popolo e che gettò la nostra nazione in una crisi tremenda. L Italia, che ha il dominio sulla Libia, cerca d impadronirsi del vicino Egitto, sotto il possesso inglese, ma non vi riesce e subisce il contrattacco britannico e, a questo punto, Mussolini è costretto, suo malgrado, ad accettare l aiuto tedesco. Figura importante dell ufficiale tedesco Rohmel, grande stratega militare, passato alla storia come La volpe del deserto Famosissima battaglia di EL ALAMEIN (a 80 Km da Alessandria d Egitto) nella quale le forze dell asse (Tedeschi e Italiani) vennero ricacciate oltre l Egitto e, in meno di tre mesi, furono costrette a ripercorrere all indietro tutti i territori conquistati dall inizio del conflitto fino a giungere in Tunisia. Nel frattempo le forze anglo americane sbarcarono anche nel Nord dell Africa (Marocco e Algeria), bloccando praticamente la fuga dei nazifascisti, i quali vennero presi in mezzo a due fuochi: Egitto e Libia da una parte in mano anglo americana, Tunisia ai Tedeschi e Italiani, Marocco e Algeria anch esse in mano anglo americana. Oramai questo fronte di guerra era destinato a chiudersi con la vittoria delle forze alleate Una volta chiuso il fronte africano, le forze Alleate (Inglesi e Americani) si concentrano sulla conquista dell Italia per poi raggiungere direttamente la Germania attraverso il passo del Brennero (dal Trentino). Ovviamente, vista la vicinanza del Nord Africa con la Sicilia, si decise d intraprendere la risalita della nostra nazione proprio partendo da quella regione. Il 10 luglio del 1943 avvenne lo Sbarco in Sicilia ALLEATI 21

22 Il 25 luglio, Mussolini veniva arrestato e il comando del Governo affidato al Maresciallo Badoglio. Di fatto, aveva termine la dittatura fascista su tutta l Italia. Nel settembre del 1943, il nuovo Governo in carica firmò l armistizio con gli Inglesi e gli Americani e l Italia cambiò campo passando dall alleanza con la Germania a quella con le forze Alleate anglo americane (8 settembre). In questo stesso periodo incominciarono a formarsi i primi gruppi di partigiani, che combatterono contro i Nazisti sul territorio italiano per liberarlo dai tedeschi. Questa lotta viene definita RESISTENZA (cioè, il resistere dei partigiani all oppressione nazi fascista e che lottarono contro tali dittature per ripristinare la libertà) Sempre in questi frangenti Hitler liberò Mussolini, esiliato sul Gran Sasso (Abruzzo), e, a quel punto, il Duce instaurò, nel Nord Italia ancora in mano ai Nazisti, la Repubblica Sociale Italiana (RSI). L Italia, praticamente, veniva spaccata in due: Nord Italia : Repubblica Sociale con capitale Salò (vicino al lago di Garda, presso Verona) Sud Italia : Regno Monarchico con capitale Brindisi (dove si erano rifugiati il Re e Badoglio subito dopo l armistizio dell 8 settembre), sotto la tutela delle forze alleate. RSI (dittatura nazi-fascista) REGNO MONARCHICO (sotto Vittorio Emanuele III e difeso dagli ALLEATI) Fu il momento più drammatico per l Italia, perché da quegli istanti in avanti, moltissimi Italiani si fronteggeranno su opposti schieramenti. Fra loro vi fu chi continuò a lottare a fianco dei tedeschi, aderendo quindi alla Repubblica Sociale di Salò (definiti spregiativamente repubblichini) e chi, invece, aderì alla Resistenza, schierandosi a fianco degli inglesi e degli americani. Sostanzialmente, gli anni che vanno dal settembre 1943 all aprile 1945, nel NORD e nel CENTRO ITALIA, furono anni di Guerra Civile: italiani contro italiani. 22

23 PARTIGIANI ITALIANI, VS FASCISTI E NAZISTI FORZE ALLEATE PARTIGIANI vs FASCISTI GRUPPI FORZE ALLEATE vs NAZISTI In breve tempo, l intero sud Italia venne liberato dagli ALLEATI (prevalentemente americani e inglesi). L unica città meridionale che riuscì a scacciare i tedeschi senza l aiuto delle forze anglo americane fu la città di Napoli. Il movimento di protesta che fece scappare i soldati della Germania è passato alla storia come le famosissime QUATTRO GIORNATE DI NAPOLI (27-30 settembre 1943). Ciò avvenne proprio pochi giorni dopo la notizia dell armistizio firmato con l America e la Gran Bretagna. All'indomani dell'armistizio del '43, dunque, molti napoletani lasciarono la città, ma altrettanti rimasero, decisi a darsi un'organizzazione e ad opporsi alle autorità tedesche che il 13 settembre li minacciarono apertamente: Dal 27 settembre iniziò una vera e propria caccia all'uomo, senza distinzione d'età: diciottomila persone furono fermate, portate via, arrestate Poi, alla notizia dell'esecuzione spietata di un giovane marinaio coinvolto nella resistenza, esplose la rivolta. In breve l'intera città si schierò in prima linea, si alzarono le barricate in tutti i quartieri e per quattro giorni i napoletani tennero duro fino a costringere i tedeschi alla resa. Napoli fu la prima città dell intera Europa in cui un popolo di civili riuscì a scacciare i tedeschi dal proprio territorio. La notizia si sparse dovunque per l incredibile tenacia con la quale i napoletani erano riusciti a far ritirare la WEHRMACHT (esercito tedesco). 23

24 1944 Mentre Roma è ancora sotto il dominio tedesco (anche se in realtà è stata dichiarata CITTÀ APERTA, ovvero teoricamente libera da ogni controllo su di essa da parte degli stranieri), avviene il più famoso attentato compiuto da gruppi partigiani nei confronti dei soldati tedeschi. L episodio in questione è quello di VIA RASELLA, dove il 23 marzo del 44 i partigiani comunisti delle Brigate Garibaldi fecero esplodere due bombe che ammazzarono 33 soldati tedeschi. Per rappresaglia (cioè vendetta), i nazisti uccisero 335 italiani, dieci per ogni tedesco morto nell agguato. I cadaveri furono poi fatti sparire all interno delle cave di pozzolana sulla via Ardeatina a Roma e difatti tale drammatico episodio è ricordato come quello delle FOSSE ARDEATINE. Nella fretta di vendicarsi dell attentato, i tedeschi conteggiarono un numero maggiore di persone da uccidere rispetto a quello stabilito (infatti 33 x 10 = 330), ma resisi conto dell errore non si scomposero più di tanto e ammazzarono anche i restanti 5 prigionieri. Nell Aprile del 44, nel Regno Monarchico del Sud Italia, si formò il Primo Governo di Unità Nazionale, che comprendeva tutte le forze anti fasciste (cattolici, socialisti, comunisti, ecc.) In giugno Roma venne liberata. Nell autunno di quell anno, le truppe alleate subirono una battuta d arresto sulla Linea Gotica (linea difensiva da Pesaro a La Spezia, congeniata dai Nazisti per bloccare l avanzata anglo americana e rallentare la liberazione dell Italia). SPEZIA LINEA GOTICA PESARO Inoltre, gli aiuti militari si indebolirono perché, già a partire dall estate del 44, gli anglo americani avevano progettato uno sbarco in Normandia (Nord della Francia) per liberare la Francia dal regime nazista e in modo tale da poter penetrare in Germania attraverso il Reno, che era il confine naturale che separava, per l appunto, Germania e Francia. In pratica, i partigiani, con l aiuto delle forze Alleate, comunque presenti nel Nord Italia, rimasero da soli a fronteggiare le truppe tedesche, che si macchiarono, soprattutto in questo periodo, di crimini vergognosi e massacri d intere popolazioni per vendicarsi del tradimento compiuto dal Governo italiano. L inverno del 1944/1945 fu un momento terribile per i partigiani, che dovettero lottare strenuamente per resistere all esercito tedesco. 24

25 1945 Dopo aver dilagato in Germania, le truppe anglo tedesche, il 25 aprile, raggiunsero l Elba congiungendosi con le truppe sovietiche, in attesa di assediare Berlino e conquistarla. Nel frattempo anche in Italia, sempre il 25 APRILE 1945, i partigiani del CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) diedero l ordine (insurrezione generale) di liberare Milano. IL 25 APRILE È, INFATTI, CELEBRATO IN ITALIA COME IL GIORNO DELLA FESTA DI LIBERAZIONE. Mussolini, mentre tentava di scappare in Svizzera travestito da ufficiale nazista, venne riconosciuto e arrestato dai partigiani, i quali lo fucilarono il 28 aprile. Il suo cadavere fu esposto per i piedi a Piazzale Loreto (Milano), e fatto scempio da parte della folla inferocita. (si può vedere il video dell arrivo dei cadaveri a Piazzale Loreto, e che fu girato all epoca, su il seguente indirizzo web: ) Hitler, per paura di subire la stessa sorte, due giorni dopo decise di suicidarsi. Furono ritrovati i suoi resti bruciati, anche se non si ha la certezza che appartenessero al Fuhrer 25

26 SOMMARIO LE CAUSE DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE P.. 2 I DUE SCHIERAMENTI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE P 7 FRONTE OCCIDENTALE ( ) P 8 FRONTE OCCIDENTALE ( ) P 10 L ULTIMO ANNO DI GUERRRA: 1945 P 12 FRONTE NORD AFRICANO ( ) P. 13 FRONTE ORIENTALE ( ) P. 16 FRONTE ORIENTALE ( ) P. 17 IL FRONTE DEL PACIFICO P. 18 FRONTE DEL PACIFICO (1942) P. 19 FRONTE DEL PACIFICO ( ) P. 20 L ITALIA IN GUERRA - GLI ULTIMI ANNI DEL FASCISMO P

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale dura dal 1939 al 1945 ed è una guerra totale, cioè coinvolge tutto il mondo. da un lato i regimi nazifascisti, gli STATI DELL ASSE, cioè Germania,

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica video A questo punto Francia e Inghilterra, decise a non permettere ulteriori

Dettagli

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941

LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 LE BATTAGLIE DELL ITALIA 1940-1941 Alla fine del 1940 l Italia invade la Grecia. L impresa è più difficile del previsto e deve chiedere aiuto ai tedeschi L esercito italiano e quello tedesco combattono

Dettagli

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945

La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 La Seconda Guerra Mondiale 1939-1945 A partire dal 1935 la Germania nazista di Hitler iniziò ad attuare la sua politica espansionistica, approfittando della debolezza e delle problematiche economiche di

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale 1939: l inizio del conflitto Il 1 settembre la Germania invade la Polonia che crolla dopo un mese. In base agli accordi, l URSS occupa la Polonia orientale, le repubbliche baltiche

Dettagli

Preliminari di guerra

Preliminari di guerra Preliminari di guerra Le vittorie diplomatiche di Hitler Marzo 1938. L Austria viene annessa al Reich (ANSCHLUSS) Questione dei Sudeti. Accordi di Monaco (29-30 settembre 1938) Entro il marzo 1939 tutta

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia

L inizio del conflitto: l invasione della Polonia L inizio del conflitto: l invasione della Polonia La seconda Guerra Mondiale scoppiò nel 1939 dopo l invasione della Polonia da parte dei Tedeschi. La Repubblica Polacca non accettò le imposizioni tedesche

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 settembre 1939 invasione della Polonia LA SECONDA GUERRA MONDIALE VERSO LA SECONDA GUERRA MONDIALE CRISI DEGLI ANNI 30 ISOLAZIONISMO AMERICANO AFFERMAZIONE DEL NAZISMO IN GERMANIA POLITICA ESTERA AGGRESSIVA

Dettagli

STORIA CLASSE V prof.ssa Midolo. LA II GUERRA MONDIALE: i fatti bellici (lezione del prof. Marco Migliardi)

STORIA CLASSE V prof.ssa Midolo. LA II GUERRA MONDIALE: i fatti bellici (lezione del prof. Marco Migliardi) STORIA CLASSE V prof.ssa Midolo LA II GUERRA MONDIALE: i fatti bellici (lezione del prof. Marco Migliardi) Il piano di guerra tedesco: Hitler aveva già pronto il suo piano militare dopo aver invaso la

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE CONCORSO A.N.P.I. IC S.P. DAMIANO Scuola secondaria di 1 grado Classe: 3^C Insegnante: Anita Vitali Discipline: Italiano e Storia Abbiamo colto l occasione offerta da questo concorso per affrontare lo

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 16 LA SECONDA GUERRA MONDIALE

Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 16 LA SECONDA GUERRA MONDIALE Scuola Secondaria di 1 Grado Via MAFFUCCI-PAVONI Via Maffucci 60 Milano PROGETTO STRANIERI STORIA 16 LA SECONDA GUERRA MONDIALE A cura di Maurizio Cesca Dalla guerra-lampo alla guerra di logoramento (1939-1941)...

Dettagli

Storia contemporanea

Storia contemporanea Storia contemporanea Prof. Roberto Chiarini http://rchiarinisc.ariel.ctu.unimi.it Anno Accademico 2008/2009 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini

Storia. n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Storia contemporanea n. 8 La seconda guerra mondiale (A) Prof. Roberto Chiarini Anno Accademico 2011/2012 1 9. La seconda guerra mondiale Le origini e le responsabilità: A provocare il conflitto è la politica

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia.

LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. LA SECONDA GUERRA MONDIALE La seconda guerra mondiale iniziò quando Hitler nel primo settembre del 1939 attaccò la Polonia. La Francia e l Inghilterra a loro volta intervennero a sua difesa. Cosi Hitler

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte

GIAPPONE. ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte GIAPPONE ideologia nazionalista (kokutai) società armonica, paese ricco, esercito forte 1913/1920 grande sviluppo industriale e urbano: occupazione mercato asiatico Con la pace: crisi economica, revanchismo.

Dettagli

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1

La prima Guerra Mondiale. IV F La prima guerra mondiale 1 La prima Guerra Mondiale IV F La prima guerra mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile

Dettagli

Seconda guerra mondiale

Seconda guerra mondiale Seconda guerra mondiale La politica espansionistica di Hitler basata sul desiderio di unire tutti i popoli tedeschi (pangermanesimo), di dare alla razza ariana uno spazio vitale a est in cui vivere e la

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LE CAUSE DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE ALLA FINE DEL XIX SECOLO I RAPPORTI FRA GLI STATI DIVENTANO SEMPRE PIÙ TESI CAUSE COMPETIZIONE ECONOMICA RIVALITA COLONIALI POLITICHE NAZIONALISTICHE

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale La Germania Era l'ultima tra le potenze arrivate Per poter conquistare e mantenere le proprie colonie, potenzia l'esercito e la flotta più delle altre nazioni europee, che non

Dettagli

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo:

STORIA. La guerra fredda. L Europa divisa. Gli Stati Uniti. il testo: 01 L Europa divisa La seconda guerra mondiale provoca (fa) grandi danni. Le vittime (i morti) sono quasi 50 milioni. L Unione Sovietica è il Paese con più morti (20 milioni). La guerra con i bombardamenti

Dettagli

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA

INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA INDICE L AVVENTO DI HITLER IN GERMANIA LA GUERRA DI SPAGNA LA SITUAZIONE DELL EUROPA PRIMA DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE IL PATTO D ACCIAIO L EUROPA SOTTO IL DOMINIO NAZISTA L INVASIONE DELLA FRANCIA L

Dettagli

La repubblica di Weimar

La repubblica di Weimar Hitler e il nazismo La repubblica di Weimar Mentre gli eserciti degli imperi centrali stavano perdendo la guerra, in Germania vi fu una rivoluzione che portò nel novembre 1918 al crollo dell impero (il

Dettagli

La prima Guerra Mondiale

La prima Guerra Mondiale La prima Guerra Mondiale 1 Temi trattati Le cause della guerra I fronti della prima guerra mondiale Le date della Grande guerra I soldati: la vita in trincea La società civile Lo stato e la censura La

Dettagli

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare

II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare II Guerra Mondiale CRONOLOGIA militare 1931-1939 Gli eventi anticipatori 18 Settembre 1931 Il Giappone invade la Manciuria. Luglio 1936 La guerra civile spagnola (luglio 1936 - aprile 1939) 2 Ottobre 1935

Dettagli

La prima guerra mondiale

La prima guerra mondiale La prima guerra mondiale CAUSE POLITICHE 1. Le cause Contrasti Francia Germania per l Alsazia Lorena Contrasto Italia Impero Austro Ungarico per Trento e Trieste Espansionismo di Austria, Russia e Italia

Dettagli

Storia, Educazione civica

Storia, Educazione civica Storia, Educazione civica del prof. Nappini Iacopo insegnante di Storia, Educazione Civica nella classe 5 sez. D Ore settimanali di lezione: 3 Totale annuale delle ore: 98 PROGRAMMA SVOLTO Programmazione

Dettagli

1936:partecipazione alla guerra civile spagnola

1936:partecipazione alla guerra civile spagnola LA VIGILIA LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1936:partecipazione alla guerra civile spagnola 1937: ASSE ROMA-BERLINO 1938: annessione dell'austria occupazione dei Sudeti (Cecoslovacchia) e Patto di Monaco LA

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Cosa furono il Fascismo e la Seconda Guerra Mondiale?

Cosa furono il Fascismo e la Seconda Guerra Mondiale? Cosa furono il Fascismo e la Seconda Guerra Mondiale? Indice generale - Obiettivi..p.1 - L ITALIA FASCISTA: LINEE GENERALI.p.2 - LA SECONDA GUERRA MONDIALE: LINEE GENERALI..p.6 - Bibliografia p.14 Obiettivi

Dettagli

SECONDA GUERRA MONDIALE LA GUERRA LAMPO

SECONDA GUERRA MONDIALE LA GUERRA LAMPO SECONDA GUERRA MONDIALE ITALIA Patto tra Germania e URSS (Molotov Ribbentropp) Agosto 1939 L URSS, secondo il Patto, invade la Polonia da Est, i Paesi Baltici e la Finlandia L URSS si annette i Paesi baltici

Dettagli

L unificazione dell Italia

L unificazione dell Italia L unificazione dell Italia Dopo i moti rivoluzionari del e la sconfitta piemontese nella prima guerra d indipendenza (1848-1849) negli stati italiani ci fu una dura repressione chiesta dall Austria. L

Dettagli

Nella Germania in crisi Adolf Hitler, ispirandosi a Mussolini, prende il potere e

Nella Germania in crisi Adolf Hitler, ispirandosi a Mussolini, prende il potere e Capitolo 4: 1933-1945 La seconda guerra mondiale, la Resistenza, la Liberazione Nella Germania in crisi Adolf Hitler, ispirandosi a Mussolini, prende il potere e impone il nazismo, rafforzando in Europa

Dettagli

L aggressione nazifascista all Europa

L aggressione nazifascista all Europa L aggressione nazifascista all Europa Carta Il fascismo in Europa Germania e Italia non sono un eccezione: tra gli anni 20 e 30 molti paesi europei conoscono governi autoritari: Austria (Dolfuss), Ungheria

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d italia

Il Risorgimento e l Unità d italia Il Risorgimento e l Unità d italia Prima parte: L Italia dopo il «Congresso di Vienna» : un espressione geografica L Italia, dopo il congresso di Vienna (1814-1815), è divisa in più stati, la maggior parte

Dettagli

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo:

STORIA. Il Fascismo. Perchè si ha il Fascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra. Chi è Benito Mussolini? il testo: 01 Perchè si ha il ascismo in Italia? L Italia nel dopoguerra Nel dopoguerra (alla fine della prima Guerra Mondiale, che si chiama anche Grande Guerra) l Italia si trova in una situazione difficile. In

Dettagli

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU)

Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Il contesto storico della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (DUDU) Marcello Flores Il 10 dicembre 1948 l Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvava la Dichiarazione Universale dei Diritti

Dettagli

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore

La Prima guerra mondiale. Lezioni d'autore La Prima guerra mondiale Lezioni d'autore Carta dell Europa al 1914, da www.silab.it/storia L Europa del secondo Ottocento Periodo di pace, dalla guerra franco-tedesca del 1870 alla guerra 1914-1918. Modifiche

Dettagli

Il corso degli avvenimenti

Il corso degli avvenimenti Il corso degli avvenimenti Il 23 agosto 1939 Germania e Unione Sovietica, per mano dei rispettivi ministri degli Esteri Joachim von Ribbentrop e Molotov, firmarono a Mosca un patto di non aggressione cui

Dettagli

La Resistenza Italiana SPIEGATA DAGLI ALUNNI DELLA 3 E

La Resistenza Italiana SPIEGATA DAGLI ALUNNI DELLA 3 E La Resistenza Italiana SPIEGATA DAGLI ALUNNI DELLA 3 E Cosa è la resistenza? La Resistenza italiana, comunemente chiamata Resistenza, anche detta "Resistenza partigiana" o "Secondo Risorgimento", fu l'insieme

Dettagli

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE

CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE 1 CONOSCERE LA STORIA PER CAPIRE IL PRESENTE E COSTRUIRE UN MONDO DI PACE La passione per la storia risale ai primi anni della mia vita e ora, che ho dieci anni, continuo ad avere interesse per tutto ciò

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale 1938 Marzo: Annessione dell Austria Settembre: Conferenza di Monaco: cessione dei Sudeti a Hitler (Hitler, Daladier, Chamberlin, Mussolini: la pace è salva! Politica di appeasement)

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1939-1945 La linea del tempo 1939: invasione nazi-sovietica della Polonia 1941: invasione della Russia da parte della Germania. Attacco giapponese a Pearl Harbor ed entrata in

Dettagli

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA

LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA LE TAPPE DELLE UNIFICAZIONI ITALIANA E TEDESCA 1848-1849 La Prima Guerra d Indipendenza Nel 1848 un ondata rivoluzionaria investì quasi tutta l Europa. La ribellione scoppiò anche nel Veneto e nella Lombardia,

Dettagli

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000

Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Superficie: 331.689 km² Popolazione: 85.700.000 Il territorio del Vietnam Il Vietnam è uno stato del Sud-est Asiatico. Confina a nord con la Cina, a Ovest con il Laos e la Cambogia, a est e a sud si affaccia

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

Lo scoppio della guerra fredda

Lo scoppio della guerra fredda Lo scoppio della guerra fredda 1) 1945: muta la percezione americana dell URSS da alleato ad avversario e nemico 2) 1946: ambio dibattito interno all amministrazione Truman sulla svolta in politica estera

Dettagli

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE

LE SCHEDE DIDATTICHE DELLA MAESTRA MPM LE GUERRE PERSIANE LE GUERRE PERSIANE Mentre le città greche si sviluppavano, i Persiani crearono un vastissimo impero sottomettendo tutti i popoli conquistati. Sparta e Atene, piuttosto di perdere la propria libertà affrontarono

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici La voce de "Gli Amici" Testo più grande Cerca domenica 2 maggio 2004 Home page News Newsletter Disabili mentali: amici senza limiti Handicap e Vangelo Pagina precedente Gli Amici La mostra di pittura Scarica

Dettagli

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario

Nazismo Repubblica di Weimar Hindenburg 1929 Partito Nazionalsocialista 1923 Mein Kampf pangermanesimo Reich millenario Dopo la sconfitta della Prima guerra mondiale, nel 1918 in Germania viene proclamata la Repubblica di Weimar. La Germania è condannata a pagare ingenti danni di guerra ai vincitori e per questo la situazione

Dettagli

1939 1939 15 marzo Hitler invade la Cecoslovacchia Boemia e Moravia protettorato

1939 1939 15 marzo Hitler invade la Cecoslovacchia Boemia e Moravia protettorato Verso la guerra Ottobre 1935 maggio 1936 l'italia occupa l'etiopia 1936 7 marzo Hitler invade la Renania (Vittorio Emanuele III, re d'italia e imperatore di Etiopia) 24 ottobre 1936 Sanzioni Mussolini

Dettagli

I NONNI FANNO LA STORIA. La seconda guerra mondiale

I NONNI FANNO LA STORIA. La seconda guerra mondiale I NONNI FANNO LA STORIA La seconda guerra mondiale In occasione del 25 aprile, giorno della liberazione dal regime nazifascista, abbiamo intervistato i nostri nonni per conoscere la guerra che loro hanno

Dettagli

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore

Il nazismo al potere. La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo. Lezioni d'autore Il nazismo al potere La caduta della Repubblica di Weimar e l ascesa del nazismo Lezioni d'autore Dal sito: www.biography.com La Repubblica di Weimar (1919-1933) 3 ottobre 1918: Il Reich tedesco-prussiano

Dettagli

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8

L Europa e il mondo nel primo Novecento p. 8 Libro misto DVD Atlante Storico Percorso di cittadinanza e Costituzione con testi integrali Materiali aggiuntivi per lo studio individuale immagini, carte, mappe concettuali RISORSE ONLINE Schede per il

Dettagli

La Grande guerra. L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss

La Grande guerra. L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss La Grande guerra L Europa verso la guerra I principali fatti militari La rivoluzione in Russia e la nascita dell Urss Le cause della guerra Fattori internazionali: Conflitto economico e coloniale tra Germania

Dettagli

Prof.ssa Cristina Galizia www.arringo.wordpress.com

Prof.ssa Cristina Galizia www.arringo.wordpress.com LA SECONDA GUERRA DI INDIPENDENZA (1859-1860) Prof.ssa Cristina Galizia Per scacciare gli Austriaci dal suolo italiano, Cavour decise di chiedere aiuto alla Francia, nemica storica dell Austria. Ma come

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

Seconda guerra mondiale fronte Europeo

Seconda guerra mondiale fronte Europeo Seconda guerra mondiale fronte Europeo 1 settembre 1939 i tedeschi entrano in Polonia 3 settembre Inghilterra e Francia dichiarando guerra alla Germania scoppia ufficialmente la seconda guerra mondiale

Dettagli

È morta l architetta Zaha Hadid

È morta l architetta Zaha Hadid È morta l architetta Zaha Hadid Edifici distrutti dai bombardamenti del governo siriano a Damasco, il 10 febbraio 2016. (Bassam Khabieh, Reuters/Contrasto) 11MAR 201618.40 La spartizione della Siria è

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492

Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Progetto : Io con te Una data speciale in tutto il mondo : 12 Ottobre 1492 Il 12 Ottobre ricorre un avvenimento molto importante per la Storia: la scoperta dell America. Il protagonista di questo evento

Dettagli

IL FRONTE OCCIDENTALE

IL FRONTE OCCIDENTALE IL FRONTE OCCIDENTALE QUESTO TESTO E QUESTA CARTINA TRATTANO DELLA SITUAZIONE SUL FRONTE OCCIDENTALE. VEDRAI ANCHE COME VIVEVANO I SOLDATI IN TRINCEA. All inizio della guerra, la Germania invade il Belgio,

Dettagli

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE GLI ANIMALI NELLA PRIMA GUERRA MONDIALE I CAVALLI La prima guerra mondiale sfruttò moltissimo gli animali; cani, asini, muli, cavalli e piccioni vennero largamente usati nelle operazioni militari, in un

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori

FRATELLI D'ITALIA. spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori FRATELLI D'ITALIA spettacolo teatrale per scuole medie inferiori e biennio delle scuole medie superiori Di seguito vi proponiamo una serie di tematiche, presenti nello spettacolo teatrale, che possono

Dettagli

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali.

L Impero bizantino. L Impero bizantino. 4. L Impero paga ai Germani tanto oro per far rimanere i Germani lontani dai confini delle regioni orientali. il testo: 01 L Impero romano d Oriente ha la sua capitale a Costantinopoli. Costantinopoli è una città che si trova in Turchia, l antico (vecchio) nome di Costantinopoli è Bisanzio, per questo l Impero

Dettagli

Il1968 è anno di rottura col passato

Il1968 è anno di rottura col passato Il1968 è anno di rottura col passato Evento chiave: la guerra in Vietnam perché non si riconosce all intervento di Usa quella valenza di tutela della libertà contro i rischi del comunismo Giovani di paesi

Dettagli

Il 1 settembre 1939 la Germania invase la Polonia, costringendola alla resa in meno di tre settimane ( 18 settembre ).

Il 1 settembre 1939 la Germania invase la Polonia, costringendola alla resa in meno di tre settimane ( 18 settembre ). Storia: La Seconda guerra Mondiale Alle fine della prima guerra mondiale, la Germania stava attraversando una grava crisi. I motivi principali erano i seguenti: 1)L orgoglio della Germania era stato calpestato

Dettagli

Risorgimento e Unità d'italia

Risorgimento e Unità d'italia Risorgimento e Unità d'italia Il Risorgimento è il periodo in cui i territori italiani ottengono nuovamente l'unità nazionale che l'italia aveva perso con la caduta dell'impero romano. Durante il Risorgimento

Dettagli

PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA

PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA PROLOGHI SULLA GRANDE GUERRA di Angelo Fasolo L Italia si trovò spiazzata dallo scoppio della prima guerra mondiale. La triplice alleanza, nata il 20 maggio 1882, era un patto militare di carattere esclusivamente

Dettagli

La seconda guerra mondiale

La seconda guerra mondiale La seconda guerra mondiale A differenza della prima guerra mondiale, nella seconda guerra mondiale sono ben chiare le responsabilità. Queste ricadono in tutto nella Germania nazista e nella sua volontà

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA SVOLTO VD. Conoscenze, abilità e competenze

SCHEDA PROGRAMMA SVOLTO VD. Conoscenze, abilità e competenze Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Indirizzi: Trasporti Marittimi / Apparati ed Impianti

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato

La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato La rivoluzione Francese: cade la Bastiglia, crollano feudalesimo e assolutismo dei re. Guglielmo Spampinato Data l indecisione sul metodo della votazione ( per stato o per testa) il terzo stato si riunì

Dettagli

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI)

UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) UN GIOCO STRATEGICO DI ATTACCO E DI CONQUISTA (DA 3 A 6 GIOCATORI ETA : PER GIOVANI E ADULTI) CONTENUTO Ogni scatola comprende: 1 tabellone rappresentante l Europa suddivisa in 6 Imperi e 44 Territori,

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE

IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE IL MIRACOLO DELLA TREGUA DI NATALE CENTENARIO DELLE TREGUE DI NATALE Venerdì 25 dicembre 1914, Belgio, settore settentrionale del fronte occidentale, trincee delle Fiandre, sud di Ypres: è il primo Natale

Dettagli

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin

IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA. Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin IL RUOLO DELLE DONNE DURANTE LA RESISTENZA Lavoro a cura della 2^B dell Istituto Comprensivo di Vado Ligure Peterlin Le donne occuparono un ruolo molto importante durante la seconda guerra mondiale. Prima

Dettagli

Pio Lando Di Stefano, un arzillo nonnino di novanta anni, ha vissuto gli orrori della seconda guerra Mondiale ed ha

Pio Lando Di Stefano, un arzillo nonnino di novanta anni, ha vissuto gli orrori della seconda guerra Mondiale ed ha Libertà. Per capire il significato di questa parola, bisogna conoscere il significato della parola opposta: prigionia. Questo termine significa essere prigionieri, schiavi, servitori di un padrone. Non

Dettagli

1920 Hitler è a capo del Partito nazista (Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori)

1920 Hitler è a capo del Partito nazista (Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori) VERSO IL SECONDO CONFLITTO MONDIALE 1919 1933 La repubblica di Weimar in Germania 1920 Hitler è a capo del Partito nazista (Partito nazionalsocialista tedesco dei lavoratori) ottobre 1923 Putsch di Hitler

Dettagli

PRIMA GUERRA MONDIALE

PRIMA GUERRA MONDIALE Capitolo 4L A PRIMA GUERRA MONDIALE Il mondo durante la Prima Guerra Mondiale Alle origini del conflitto Nel 1914 l Europa era percorsa da molteplici tensioni e da rivalità profonde tra gli Stati, che

Dettagli

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi,

Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, le bombe su londra Nel 1940, la guerra è ormai in corso ovunque e gli scontri sono durissimi: attacchi, distruzioni, convogli affondati in mare, grandi e piccole nazioni già occupate. Insomma, il massacro

Dettagli

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE. Nome Comunemente. Utilizzato nella Comunità Internazionale. Mar del Giappone

MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE. Nome Comunemente. Utilizzato nella Comunità Internazionale. Mar del Giappone MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI DEL GIAPPONE L unico Nome Comunemente Utilizzato nella Comunità Internazionale Mar del Giappone 1 Mar del Giappone è l unico nome stabilito a livello internazionale per l

Dettagli

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it

Antonella Pulvirenti www.maestrantonella.it SECOLO/ XV sec = 1400 (dal 1400 al 1500) RINASCIMENTO XVI sec = 1500 (dal 1500 al 1600) XVII sec = 1600 XVIII sec = 1700 (dal 1700 al 1800) SCOPERTA DELL AMERICA (1492) RIFORMA PROTESTANTE (1517) GUERRE

Dettagli

Due parole sull Alto Adige - Süd3rol. Per chi non ne sa proprio nulla o quasi

Due parole sull Alto Adige - Süd3rol. Per chi non ne sa proprio nulla o quasi Due parole sull Alto Adige - Süd3rol Per chi non ne sa proprio nulla o quasi Perché, arrivando in Alto Adige Süd;rol, avete trovato cartelli come ques;, addiri=ura in tre lingue? Il Tirolo alla fine dell

Dettagli

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente

I garibaldini fecero irruzione nella via verso la Fiera Vecchia, oggi via Garibaldi. Qualche finestra si aperse, qualche testa si sporse, ma gente GARIBALDI A PALERMO Giuseppe Cesare Abba nella sua Storia dei Mille fornisce un racconto dettagliato degli incredibili giorni che segnarono la fine del dominio borbonico a Palermo. Dopo lo sbarco a Marsala

Dettagli

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE

L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE 1 L EUROPA DELLE GRANDI POTENZE capitolo 1 Le origini della società di massa 1. Redditi e consumi 4 2. Divertimenti di massa 9 3. Amore, famiglia e sessualità 12 4. Scienze mediche e misoginia 15 PASSATO

Dettagli

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI

LA STORIA DEI DIRITTI UMANI LA STORIA DEI DIRITTI UMANI IL DOCUMENTO CHE SEGNA UNA TAPPA FONDAMENTALE NELL AFFERMAZIONE DEI DIRITTI UMANI È LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL UOMO SIGLATA NEL 1948. OGNI DIRITTO PROCLAMATO

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE. La situazione europea tra le due guerre. Lo scoppio della guerra

LA SECONDA GUERRA MONDIALE. La situazione europea tra le due guerre. Lo scoppio della guerra LA SECONDA GUERRA MONDIALE La situazione europea tra le due guerre Tra il 1919 e il 1925 la diplomazia francese, per ottemperare alle decisioni dei vari trattati della pace di Parigi e per evitare il ripetersi

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA TRINCEA La Prima Guerra Mondiale fu caratterizzata da combattimenti in TRINCEA una tattica di guerra che vide gli eserciti nemici fronteggiarsi per lunghi periodi di tempo.

Dettagli

La Seconda guerra mondiale

La Seconda guerra mondiale La Seconda guerra mondiale Il 1 settembre 1939 Hitler attacca la Polonia con il pretesto di occupare il corridoio di Danzica Attacco tedesco alla Polonia La resa di Varsavia A questo punto Francia e Gran

Dettagli

Napoleone, la Francia, l l Europa

Napoleone, la Francia, l l Europa L Età napoleonica Napoleone, la Francia, l l Europa Nel 1796 Napoleone intraprese la campagna d d Italia. Tra il 1796 e il 1799 l l Italia passò sotto il dominio francese. Nacquero alcune repubbliche(cisalpina,

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d Italia

Il Risorgimento e l Unità d Italia Il Risorgimento e l Unità d Italia IL CONGRESSO DI VIENNA Quando? dal 1 novembre 1814 al 9 giugno 1815 Chi lo ha voluto? Francia, Inghilterra, Austria, Prussia e Russia Perché? per ritornare al passato,

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa

PROGRAMMA DI STORIA. Il dopoguerra Crisi delle istituzioni liberali Tensioni sociali e malcontento Il mito della Rivoluzione russa Anno Scolastico 2013/2014 5^A Liceo Scientifico Tecnologico PROGRAMMA DI STORIA L Europa e il mondo di inizio 900: Guerre prima della guerra (Inglesi, Boeri, Russi e Giapponesi) La crisi marocchina Il

Dettagli

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana

2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Biblioteca Nazionale Braidense presenta: DOMANI AVVENNE 2 giugno 1946: nasce la Repubblica Italiana Sala Microfilm 30 maggio - 30 giugno 2009 1 Rassegna DOMANI AVVENNE : ciclo di mostre documentarie di

Dettagli