Consiglio Regionale della Qarnpan ia

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consiglio Regionale della Qarnpan ia"

Transcript

1 Consglo Rgonal dl Qarnpan a IX LEGISLATURA UFFICIO DI PRESIDENZA SEDUTA DEL 10 APRILE 2015 Dlbra n. 388 OGGETTO: Nuovo ORDINAMENTO DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMps.NIA DELIBERA N. 369 DEL 27 FEBBRAIO MODIFICA PER PARTE QUA. L anno dumqundc, dl propra sd al l gorno Cntro Drzonal Consglo Rgonal, così costtuto: d IO dl ms d aprl all or 13,40 nl sa runon Napol, so Fl3, s è runto l Uffco d Prsdnza dl PIETRO ANTONIO BIAGIO FRANCESCO VINCENZO NICOLA MAFALDA GENNARO FOGLIA VALIANTE IACOLARE NAPPI MARRAZZO AMENTE MUCCIOLO Prsdnt Vc Prsdnt Vc Prsdnt Consglr Qustor Consglr Qustor Consglr Sgrtaro Consglr Sgrtaro Sono assnt: Vc Prsdnt Vant Prsd: Fog Assstono Drgnt: Drttor Gnral Sgrtra Lgs a: Av Magda Fubbrocn Drttor Gnral Sgrtra Ammnstratva: Dott.ssa Luca Corrtto RELATORE: Qustor Francsco Napp

2 PREMESSO CHE con l dlbr n. 364 dl 30 gnnao 2015 n. 369 dl 27 fbbrao 2015 dll Uffco d Prsdnza dl Consglo rgonal, è stato approvato l Rgomnto rcant l Nuovo Ordnamnto dgl Uffc dl Consglo rgonal dl Campana n applcazon d quanto stablto dall art. 23, comma 12, dl lgg rgonal 27 gnnao 2012, n. I; CONSIDERATO CHE è stata prsntata a frma dl Consglr Qustor all Fnanz Francsco Paolo Napp sgunt proposta d modfca dll artcolo 19 dl ctato rgomnto prcsamnt l aggunta dl sgunt comma: 6. In attuazon dll art. 1 comma 42 dl Lgg Rgonal 4/2011 (Lgg fnanzara rgonal 201]) nll ambto dll prvson dl Pano d stablzzazon fnanzara dl Rgon Campana nonché dl procsso d contnmnto dl spsa avvata dal Consglo Rgonal, n consdrazon dll spcfch comptnz acqust, conoscnz, sapr rtv profl profssonal, l fabbsogno trnnal annual d prsonal, così com prvsto dal lgszon vgnt, è coprto, a sguto d spcfco atto dlbratvo con procss d mobltà ntrna dl prsonal ncardnato n ruol dl Gunta Rgonal dl Campana, trattandos d oprazon d mobltà nll ambto dl mdsmo Ent, sottoposto ad dntc vncol d assunzon d spsa, nl msura massma dl 50% dll untà rss vacant snza onr n quanto rntrant nllo stsso bnco rgonal VISTI Gl artcol dllo Statuto rgonal; l Dlgs. n. 165 dl 30 marzo 200 1; prncìp crtr d razonalzzazon contnmnto dl spsa pubblca rsultant dall art. 74 dl DL 112/2008 (convrtto dal L. 133/2008) succssv norm statal sul cosddtta rduzon dgl asstt organzzatv dll pubblch ammnstrazon; l art. 23, comma 12, dl L.R. n. 1/2012 l art. l dl Rgomnto ntrno dl Consglo rgonal; l prncpo gnral sancto dal Lgg n. 241/1990 d n partcor, l art.l6, comma 2; l dlbr n. 364 dl 30 gnnao 2015 n. 369 dl 27 fbbrao 2015

3 A vot unanm d prsnt DELIBERA Pr l motvazon llustrat dal proponnt D approvar modfca dll artcolo 19 dl Rgomnto rcant l Nuovo Ordnamnto ammnstratvo dgl uffc dl Consglo rgonal consstnt nll aggunta dl sgunt comma: 6. In attuazon d! art. 1 comma 42 dl Lgg Rgonal 4/2011 (Lgg fnanzara rgonal 20]]) nll ambto dll prvson dl Pano d stablzzazon fnanzara dl Rgon Campana nonché dl procsso d con tnmnto dl spsa avvata dal Consglo Rgonal, n consdrazon dll spcflch comptnz acqust, conoscnz, sapr rtv profl prqfssonal, l fabbsogno trnnal annual d prsonal, così com prvsto dal lgszon vgnt, è coprto, a sguto d spcfco atto dlbratvo con procss d mobltà ntrna dl prsonal ncardnato n ruol dl Gunta Rgonal dl Campana, trattandos d oprazon d,nobltà nll ambto dl mdsmo Ent, sottoposto ad dntc vncol d assunzon d spsa, nl msura massma dl 50 % dll untà rss vacant snza onr n quanto rntrant nllo stsso bnco rgonal. D nvar prsnt dlbra al Drzon Gnral Attvtà Lgstva al Drzon Gnral Rsors Uman Strumntal Fnanzara pr gl admpmnt consgunzal. Il Cons. Sgrtaro Il P

4 21 REGOLAMENTO RECANTE LORDINAMENTO AMMINISTRATIVO DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA S t / jj; In ;) / :1 :tdf : 2 n. 1!;b Art, I 1. li prsnt rgomnto dscplna l ordnamnto l organzzazon ammnstratva dl Consglo rgonal, nonché l funzon dll struttur n cu ssa s artco, n conformtà a prncp gnral stablt dal ttolo IX dllo Statuto rgonal dagl artcol 1, 4, 14, dl dcrto lgstvo 30 marzo 2001, n. 165 (Norm gnral sull ordnamnto dl voro all dpndnz dll ammnstrazon pubblch). Il prsnt rgomnto è adottato n attuazon dl comma 12 dll art. 23 dl lgg rgonal 27 gnnao 2012, n. 1, al fn d razonalzzar spsa pr l prsonal appartnnt a ruol, com prvsto dal comma dl mdsmo art. 23 dl lgg rgonal n. 1/2012, nonché d attuar rduzon dgl asstt organzzatv dl Consglo rgonal n conformtà a prncp crtr dttat pr l pubblch ammnstrazon dall art. 74 dl DL 112/2008 (convrtto dal L. 133/2008), dall art. 1, comma 3, dl DL 138/2001 (convrtto dal L. 148/2011) dall art. 2 dl DL 95/2012 (convrtto dal L. 135/2012). li prsnt rgomnto tn conto dll sprnz sussgunt l adozon dl prmo rgomnto approvato con dlbra dll Uffco d Prsdnza n. 211 dl 19 fbbrao 2013, pubblcata sul BURC n. 14 dl 4 marzo 2013, avnt ad oggtto Rgomnto concrnnt l nuovo Ordnamnto dl Consglo rgonal dl Campana, prva autorzzazon rcvuta con l art. 23, comma 12, dl lgg rgonal n. 1/2012, ntgrato modfcato con succssv dlbr n. 223 dl 14/03/2013, n. 236 dl 16/05/2013, n. 262 dl 16/7/2013, n. 272 dl 1/8/2013, n. 274 dl 10/9/2013, n. 277 dl 9/10/2013 n. 284 dl 28/11/2013, pubblcat sul BURC. Art, 2 1. L organzzazon dgl uffc consr s spra a sgunt prncp: a. dstngur l rsponsabltà potr dll Uffco d Prsdnza dl Consglo rgonal dl suo Prsdnt da qull propr dl drgnza; b. strutturar l propro asstto pr valorzzar lo svolgmnto dll comptnz consr, con partcor rfrmnto all funzon lgstv, d controllo dll poltch rgonal, d promozon d drtt d cttadn, d adguamnto all norm ammnstratv contabl ch garantscano l prncpo dl buon andamnto dl pubblca ammnstrazon basato su prncp d conomctà, ffcac d ffcnza, utlzzando valorzzando l profssonaltà dl prsonal d ruolo.

5 mthj 11 Ifì j 4r J I fco d, I ul j. )( H 2. In conformtà dil art. 67, comma 3, dllo Statuto rgonal, l prsonal dl Consglo rgonal è nquadrato n un autonomo ruolo. 3. I drgnt dl Consglo rgonal appartngono ad un unca qualfca, nll ambto dl ruolo dl Consglo rgonal, dstnto n ncarch d I, Il III lvllo, a sconda dll carattrstch dl struttura organzzatva da drgr. 4. L Uffco d Prsdnza, nll ambto dl somma annual stanzata nl comptnt captolo dl bnco d prvson dl Consglo rgonal, può dlbrar l confrmnto d ncarch drgnzal pr coprtura d post vacant, d consulnza d prstazon lbro- profssonal ad sprt profssonst d don comprovat sprnz rsptto all ncarco da rcoprr, pr l supporto scntfco all attvtà sttuzonal, ntro lmt d spsa stablt dall lgg fnanzar dllo Stato pr l confrmnto d ncarch d consulnza scondo l procdur stablt dall art.7, comm 6 sgunt, dl D,lgs. 165/2001 succssv modfch d ntgrazon. Art, 3,? ;rjflfli II 1. Il Prsdnt l Uffco d Prsdnza dl Consglo srctano l funzon d ndrzzo poltcoammnstratvo dfnscono ndrzz, obttv programm gnral pr l attvtà dll struttur consr, nl rsptto dl prncpo d sparazon tra attvtà d ndrzzo poltco d gston ammnstratva d cu all art. 4 dl D.lgs. 165/2001 succssv modfch d ntgrazon. 2. A drgnt sptta svolgr l attvtà d gston mdant l adozon d att d provvdmnt ammnstratv, comprs gl att ch mpgnano l ammnstrazon vrso l strno, nonché gston fnanzara, tcnca ammnstratva mdant autonom potr d spsa, d organzzazon dll rsors uman, strumntal d controllo. Sono rsponsabl dgl att d provvdmnt assunt. 3. L attrbuzon dl drgnza consr sono dfnt, oltr ch dall lgg, da rgomnt ntrn dagl att d organzzazon, nl rsptto d prncp d mparzaltà buon andamnto. Art La struttura organzzatva dl Consglo rgonal è costtuta da un Sgrtarato gnral d I lvllo, ch s artco n: a) du drzon gnral quordnat dnomnat rspttvamnt drzon gnral Attvtà lgstva Drzon gnral Rsors uman,jnanzar strumntal, struttur ndcat com complss d Il lvllo conomcamnt quparat tra d loro; 2

6 n r: n dht. j I OI n p >t b) tr untà drgnzal spcal, struttur ndcat com smplc d lvllo conomcamnt quparat tra d loro; c) dodc untà drgnzal, struttur ndcat com complss d III lvllo conomcamnt quparat tra d loro; d) poszon drgnzal ndvdual ndcat com smplc d l lvllo conomcamnt quparat tra d loro pr lo svolgmnto d compt d drzon d struttur poltch o d grupp d voro, staff o studo rcrca, ndvduat all ntrno dll organzzazon dl Consglo rgonal. Art La sgrtra gnral è struttura drgnzal d massmo lvllo d Consglo rgonal d opra a supporto dl Consglo rgonal dll Uffco d Prsdnza pr l srczo dll loro funzon sttuzonal, lgstv ammnstratv. La Sgrtra gnral è artcota n du drzon gnral accomunat da omogntà funzonal corrspondnt a sttor organc d matr. Il Sgrtaro gnral assst all runon dll Uffco d Prsdnza dl Consglo rgonal pr lo svolgmnto dll funzon d cu al comma 2 dll art L drzon gnral oprano con autonoma organzzatva funzonal nll ambto dgl ndrzz gnral dfnt dal sgrtaro gnral. Sono sttut du drzon gnral: a) Drzon gnral Attvtà lgstva; b) Drzon gnral Rsors uman, fnanzar strumntal. 3. Nll ambto dll sngol drzon gnral sono sttut l untà drgnzal, qual artcozon organzzatv carattrzzat dall omogntà d prodott, d srvz rogat, d procss gstt o dll comptnz spcalstch rchst. 4. Pr lo svolgmnto dll funzon d assstnza tcnco-gurdca organzzatva all attvtà dgl organsm prvst dallo Statuto dall lgg rgonal pr rspondr a spcfch ndcazon provnnt dal lgszon nazonal n tma d trasparnza lotta al attvtà corruttva n mrto al organzzazon d sstm d vgnza controllo dl sstma dll tlcomuncazon, sono sttut tr untà drgnzal spcal con dffrnt carattrstch opratv così com ndcato nl succssvo artcolo A fn dl contnmnto dl spsa dl rsptto d vncol post dall art. 14, comma 7, dl DL 78 dl 2010, da altr dsposzon vncont dl lgszon statal, possono ssr confrt al mdsmo drgnt anch du ncarch dstnt d drzon d struttur organzzatv o d staff. 6. La sgrtra gnral l drzon gnral s avvalgono cascuna d un propro uffco d sgrtra cu sptta, tra l altro, l compto dll archvazon dgl att prodott dall propr struttur. L uffco d sgrtra dl sgrtaro gnral cura l archvazon dgl att prodott dall untà drgnzal spcal d staff. 3

7 h 1 ) ( Q I hi p t: ; Hf ; Art Il sgrtaro gnral drg l ammnstrazon dl Consglo; n dfnsc, nl quadro dgl ndrzz, obttv programm gnral stablt dall Uffco d Prsdnza, gl ndrzz opratv attrbundo all drzon gnral d all altr struttur drgnzal, gl obttv consgunt; asscura l untartà dll azon tcnco-ammnstratva. Cura ralzzazon dll dlbrazon dgl ndrzz stablt dall Uffco d Prsdnza d mana l ncssar drttv, frma rstando l autonoma drgnzal d cntr d spsa. 2. Il sgrtaro gnral srcta l sgunt funzon: a) coordna l attvtà d assstnza al Prsdnt, all Uffco d Prsdnza, all Assmb, all Commsson, a Grupp consr d a sngol Consglr nllo svolgmnto dll loro funzon sttuzonal; b) propon dlbr, rgomnt att utl al soluzon d problm n ssr prsso l ammnstrazon; c) control l attvtà dll drzon gnral dll untà drgnzal spcal d staff può assumr, n caso d nrza, prva dffda rmasta snza sto, drtta trattazon d sngol quston d loro comptnza ovvro dlgarl ad altr drgnt dl Consglo rgonal; d) dfnsc, d ntsa con drttor gnral, nl comtato d drzon, dotazon organca dll nt, l fabbsogno trnnal annual d prsonal pan fnanzar dll drzon gnral; ) coordna l dìrzon gnral rsolv confltt d comptnza tra l stss; I] svolg l funzon d rsponsabl, anch n qualtà d prsdnt dl apposta commsson, d tutt l procdur dscplnar n confront d drttor gnral, d drgnt dl prsonal non drgnzal dgl uffc dll struttur d supporto agl organsm poltc d a grupp dl Consglo rgonal; g) avva, nll ntrss dll Ammnstrazon, spcfc progtt ntrsttoral a trmn, ch ntrssno l funzon d una o pù struttur dl Consglo n affda l coordnamnto ralzzazon ad uno d du drttor gnral o anch ad un drgnt d III lvllo, dfnndo scadnz d obttv; h) sttusc, n lmt n mod d cu al succssvo artcolo 11, l poszon organzzatv; 3. In caso d assnza o d tmporana mpossbltà a svolgr l funzon, l Sgrtaro gnral è sosttuto dal drttor gnral attvtà lgstva pr l compmnto d att urgnt ndffrbl ncssar pr l corrtto funzonamnto dl Consglo rgonal. 4. Il sgrtaro gnral è nomnato con dlbrazon dll Uffco d Prsdnza scondo l procdur n lmt prvst dall art. 19 dl D.Igs. n. 165/2001 può cssar dall ncarco confrto su dlbrazon dl nuovo Uffco d Prsdnza adottata ntro novanta gorn dal sua prma runon. 4

8 . ; - :; -.. }? I fr: 2 I1 II Y) h I ) r d 1% - 4 l 1 5. Il trattamnto conomco ornncomprnsvo dl Sgrtaro gnral è dtrmnato dall Uffco d Prsdnza dl Consglo rgonal con rfrmnto a paramtr rtv all fgur apcal dl drgnza dl Rgon Campana. Ar 7 1. La drzon gnral Attvtà lgstva cura: ogn ncombnza rtva al programmazon, convocazon, organzzazon assstnza al conduzon dll sdut dl Consglo dll Commsson; gston dll archvo prcdnt rgomntar l assstnza tcnco-gurdca al Gunta pr l rgomnto; rczon, rvson formal dstrbuzon d propost d lgg, mndamnt, att d ndrzzo d sndacato spttvo d altr att oggtto d sam n Assmb o Commsson; prdsposzon d rsocont procss vrbal gl altr admpmnt consgunt all sdut; gl admpmnt rtv a provvdmntì adottat, consulnza tcnco-lgstva all Commsson a loro componnt nll matr d comptnza dll Commsson; assstnza al Prsdnt all Uffco d Prsdnza nll funzon d rapprsntanza sttuzonal; vrfca d lgttmtà normatva d tutt l propost d dlbr sottopost all Uffco d Prsdnza; struttora pr l nomn d comptnza dl Consglo rgonal; borazon d stud lgstv su rchsta dl Prsdnt dl Consglo rgonal, d Prsdnt dll Commsson o dl Sgrtaro Gnral; l supporto lgal al Drzon Gnral Rsors Uman, Fnanzar Strumntal nl rdazon d contratt dì forntura d bn srvz; convocazon, organzzazon assstnza all sdut dll Uffco d Prsdnza, rtva vrbalzzazon prdsposzon dgl admpmnt consgunzal, l assstnza all sdut d Prsdnt d grupp consr, rapport con l Avvocatura dl Rgon con Cort d Cont, l assstnza tcnco-gurdca sugl att lgstv, normatv d ammnstratv d comptnza dl Consglo, l comuncazon, rapport con l pubblco l utnza n gnr, l crmonal l rzon strn con sttuzon ntrnazonal, nazonal, local. 2. La drzon gnral Rsors uman, fnanzar strumntal cura: ammnstrazon d bn mobl mmobl dl Consglo o adbt a suo uso, nvntano d conomato; gston dll procdur pr contratt rtv a vor, srvz forntur; sovrntndnza all scuzon d vor, srvz forntur rtv colud; organzzazon gston d srvz tcnc d au, tlfona, l USI gston dll rt nformatch; rproduzìon documnt; gston dll autoparco, gston dl fondo conomal a sns dl rgomnto d ammnstrazon contabltà dl Consglo, prdsposzon consrvazon d provvdmnt contratt rtv allo stato gurdco-conomco all ammnstrazon dl prsonal d ruolo, comandato o dstaccato prsso l Consglo; prdsposzon consrvazon d provvdmnt contratt rtv a consulnt colborator dl Consglo; gston dll rzon sndacal rtv procdur; l struttor n matra d fabbsogn d organco panfcazon dll assunzon; programmazon organzzazon d concors dll attvtà d formazon, l aggornamnto qualfcazon profssonal; l struttora su rcors n matra d prsonal; gston d procdmnt dscplnar; salut scurzza sul luogo d voro; prdsposzon dl bnco prvntvo dl conto consuntvo dl Consglo; gston dl bnco, contabltà gnral contabltà analtca; prdsposzon d provvdmnt rtv allo stato gurdco-conomco d Consglr rtva ammnstrazon contabl; prdsposzon d provvdmnt nrnt 5

9 Y }7 >? Grupp consr d cu contrbut rndconto d grupp consr; rtva ammnstrazon contabl con partcor rguardo al gston d assstnza tcnca n tma ammnstrazon dl fondo salvaguarda dgl qulbr fnanzar complssv al lgg rgonal 38/2012; d gston d d vncol d rdazon dl prvdnza d Consglr; d fnanza pubblca. 3. Il drttor gnral srcta l sgunt funzon: a) assgna l spcfch comptnz all sngol untà drgnzal; b) adotta dlbr, rgomnt l ammnstrazon; att utl al soluzon d problm n ssr prsso c) d) ) O g) h) ) j) k) svluppa crcor att funzon d dffuson sovraordna a agl charr l funzonamnto dgl assstnza pronta dsponbltà sul sto ntrant; coordna organ consr uffc, con partcor rguardo all ad ntrprtar normatv rlvant curandon l procsso d msurazon dl prformanc valuta l untà drgnzal affrnt al propra drzon control l attvtà dll untà drgnzal, rsolv n caso d nrza, drtta trattazon dffda, rmasta snza sto, ad admpr rvolta dl procdmnto; dfnsc nl comtato annual d prsonal d drzon d pan fnanzar; confltt sngol quston al drgnt dll prsonal drttamnt assgnatogl; d d comptnza comptnza dll untà, prva drgnt comptnt pr dotazon organca dll nt, avva, nll ntrss dll Ammnstrazon, spcfc progtt funzon o d una o pù untà drgnzal, n affda pù drgnt dfnndo scadnz d obttv; costtusc grupp d promuov contnut d procss rsptta d cura al l lo voro pr rsoluzon d l a coordnamnto l può assumr, trattazon fabbsogno trnnal trmn, ch ntrssno spcfch problmatch; scambo dll conoscnz nll ambto dl drzon formazon bnfcano drttv ch coordnamnto d d l d cu l ralzzazon ad uno condvson d sngol dpndnt dl Drzon; Sgrtaro Gnral mtt nll admpmnto d propr obblgh garanza dll untartà ammnstratva; rsrvatzza dll nformazon Consglo rgonal; d uffco vtandon dffuson a prsonal strno I) s rzona con soggtt strn al Ammnstrazon pr tmatch nrnt comptnz dl propra drzon gnral; l spcfch 4. L m) sttusc, n lmt Drzon gnral ndcat nl succssvo artcolo s n mod d cu al artcono, rspttvamnt, 8. succssvo artcolo n stt 6, l poszon organzzatv. cnqu Untà drgnzal così com 6

10 fl 3 2 u ,1 Il. B 3. 1 ;p o U Art, 8 1. L drzon gnral sono artcot n untà drgnzal d prmo lvllo. Tal struttur hanno autonoma funzonal, sono dotat d potr d spsa d acquszon dll ntrat, con ttortà dl rsponsabltà d procdmnt ammnstratv con facoltà d sprmr parr. 2. L attvtà d comptnza d ogn sngo untà drgnzal sono assgnat con dtrmna dl drttor gnral nll ambto d quanto ndcato nl prcdnt artcolo 7, prvdndo gston dl prsonal dll rsors fnanzar strumntal assgnat a propr uffc, l attuazon d pan, d programm d progtt assgnat da drttor gnral, adottando provvdmnt ammnstratv. 3. La Drzon gnral Attvtà lgstva s artco n stt untà drgnzal: rtv att (1) untà drgnzal Assmb; (2) 1 untà drgnzal Stud lgstv assstnza lgstva all commsson ordnar; (3) li untà drgnzal Stud lgstv assstnza lgstva all commsson ordnar; (4) untà drgnzal Stud lgstv assstnza lgstva all commsson spcal d nchsta; (5) untà drgnzal Stud lgstv srvz d documntazon; (6) untà drgnzal Affar lgal assstnza all Uffco d Prsdnza; (7) untà drgnzal Rzon strn, crmonal, uffco stampa URP. 4. La drzon gnral Rsors uman,jnanzar strumntals artco n cnqu Untà drgnzal: (1) untà drgnzal Gston dl prsonal dl Consglo; (2) untà drgnzal Gston dgl uffc d drtta colborazon supporto d assstnza a grupp consr status d consglr; (3) untà drgnzal Bnco ragorra contabltà analtca; (4) untà drgnzal Ammnstrazon Dator d voro; (5) untà drgnzal Sstm nformatv (USI). 5. li drgnt dl untà drgnzal Bnco ragonra contabltà analtca è l rsponsabl d srvz conomco-fnanzar. L su funzon, suo obblgh l su prrogatv sono qull dfnt nll artcolo 153 dl TUEL. 7

11 .. j)?&jflu I9 IIb n, Art,9 1. Sono sttut untà drgnzal spcal al drtta dpndnza dl sgrtaro gnral, carattrzzat dallo svolgmnto d funzon d drzon d struttur autonom facnt rfrmnto ad organsm prvst dal lgszon nazonal o rgonal, d programmazon, controllo vgnza. 2. In attuazon dl lgszon statal n matra d trasparnza antcorruzon è sttuta l untà drgnzal spcal Trasparnza antcorruzon, cu sono dmandat anch l funzon dl rsponsabl dl trasparnza ch dtn autonomo potr d ntrvnto facoltà d accsso a tutt gl att dll struttur ammnstratv dl Consglo, n forma drtta o pr l tramt d propr rfrnt. Tal struttura rspond organzzatvamnt al sgrtaro gnral ma, n consdrazon dll funzon da svolgr n applcazon dl D.lgs. 33/2013 dl L. 190/2012, valutazon dl drgnt prposto è dmandata ad sclusva comptnza dll Uffco d Prsdnza, al qual qust rspond n mrto a potr confrtgl dall norm. 3. In attuazon dll art. 10 dl L.R. n. 9/2002, è sttuta l untà drgnzal spcal Comtato rgonal dll comuncazon (Co.r.com) fnalzzata ad asscurar a lvllo trrtoral rgonal, l ncssar funzon d govrno, d garanza d controllo n tma d comuncazon srctando funzon d consulnza, gston garanza dl Rgon scondo l lgg statal rgonal, nl campo dl comuncazon. La dotazon organca è costtuta con prsonal attualmnt n srvzo n ruol dl Consglo rgonal dotat d lvata spcfca profssonaltà. 4. E sttuto l untà drgnzal d staff, dnomnata Panfcazon, qualtà, controllo ntrno assstnza agl organsm d controllo, al qual affrscono gl uffc dgl organsm prvst dallo Statuto dall norm rgonal spcfcatamnt: a) Uffco d sgrtra dl Dfnsor cvco, cu dotazon organca è composta da massmo n. 5 untà nll ambto dl dotazon organca dl Consglo rgonal pr lo svolgmnto dll funzon d assstnza tcnca, ammnstratva gurdca, così com ndcat dal L.R. n.15/85; b) Uffco dl Garant dll nfanza dll adolscnza, cu dotazon organca prvsta dall artcolo 5 dl L.R. n.17/06, è composta da massmo n. 5 untà nll ambto dl dotazon organca dl Consglo rgonal, pr Io svolgmnto dll funzon d assstnza tcnca, ammnstratva gurdca. Pr lo svolgmnto dl propra attvtà, l Garant può avvalrs, prva ntsa con comun l aznd santar, dl colborazon d srvz socal d srvz dl dpartmnto matrno-nfantl dll aznd santar local. c) Uffco dl Garant dll prson sottopost a msur rstrttv dl lbrtà prsonal d ossrvatoro rgonal sul dtnzon cu dotazon organca prvsta dall artcolo 4 dl L.R. n.18/06, è composta da n. 5 untà nll ambto dl dotazon organca dl Consglo rgonal, pr lo svolgmnto dll funzon d assstnza tcnca, ammnstratva gurdca. Il Garant può noltr avvalrs, quando ncssaro, d sprt da consultar su spcfc tm problm, nonché dl colborazon d assocazon d volontarato d cntr d stud rcrca snza onr agguntv pr l bnco rgonal. 8

12 - : foo.; 020 2h1 t) 0r Io. O U) o o It I ppo. d) Struttura tcnca dll OIV cu dotazon organca è composta da massmo n. 4 untà nll ambto dl dotazon organca dl Consglo rgonal, n posssso d lvata spcfca profssonaltà pr lo svolgmnto d compt prvst dall artcolo 14 dl D.lgs. 150/2 009 rtvamnt al msurazon valutazon dl prformanc; ) Uffco dl Collgo d rvsor d cont, organsmo prvsto dall artcolo 63 dllo Statuto rgonal, cu dotazon, è composta da massmo n. 4 untà nll ambto dl dotazon organca dl Consglo rgonal, pr lo svolgmnto dll funzon d assstnza tcnca, ammnstratva fnanzara. 5. li rsponsabl dl untà drgnt drgnzal d staff Panfcazon, qualtà, controllo ntrno assstnza agl organsm d controllo rspond dll procdur d utlzzo dl budgt assgnato agl organsm a sguto dll approvazon, da part dll Uffco d Prsdnza, dl programma annual dll attvtà. 6. Nll ambto dll ncsstà organzzatv è possbl prvdr l affdamnto d ncarch drgnzal ndvdual pr drzon d grupp d voro pr ncarch d studo rcrca. Art.O 1. In consdrazon dl ndvduazon dll tr lvll n qual sono ncardnat l struttur drgnzal consdrato quanto prvsto dall norm contrattual dll ara dl drgnza, s dvrs lvll dfnscono organzzatv: sgunt crtr pr ndvduazon dl rtrbuzon d poszon pr I lvllo sgrtaro gnral Il lvllo complsso gnral. - drttor gnral dfnto n mod d cu al prcdnt artcolo 6, comma % dl rtrbuzon d poszon dl sgrtaro li lvllo smplc d poszon dl sgrtaro gnral. - drgnt UD spcal UD staff panfcazon- 90% dl rtrbuzon III lvllo complsso gnral. - Drgnt UD - 85% dl rtrbuzon d poszon dl sgrtaro 111 lvllo smplc pr ncarch d studo rcrca gnral. - Incarch drgnzal ndvdual pr drzon d grupp d voro - 80% dl rtrbuzon d poszon dl sgrtaro 9

13 n ìh - ;-- ---I ì ) lzmru --«- I ArtJl 1. L struttur drgnzal d, Il III lvllo sono artcot n Untà Opratv ndvduat dal drgnt d I Il lvllo complsso con atto ammnstratvo analtcamnt motvato ch tnga conto dll oggttv sgnz organzzatv dl struttura. 2. L ncarco pr drzon dl Untà opratva è assgnato ad un struttor drttvo d cat. posssso d lvat conoscnz spcalstch d tpo tcnch, gstonal cultural; l rsponsabl drg struttura assgnatagl attravrso l manazon d struzon dsposzon dl drgnt, n applcazon dlgg rgomnt rspond dll sto ottnuto al supror grarchco ch lo valuta n bas a rsultat consgut. 3. Gl ncarch d cu al comma sono assgnat dal drgnt d 2 sono qull prvst dall art. 8 dl CCNL Rgon- AA.LL dl I Il lvllo complsso, cascuno pr l propr comptnz nll ambto dll prrogatv ad ss attrbut dall norm nonché nl rsptto dll ordnar rzon sndacal. 4. L Untà opratv sono ndvduat n un numro massmo d 3 pr ogn untà drgnzal ncardnata nll du drzon gnral, antcorruzon, 2 pr l untà drgnzal spcal Trasparnza pr l untà drgnzal d staff Panfcazon, qualtà, controllo ntrno assstnza 2 agl organsm d controllo, 3 pr l untà drgnzal spcal Comtato rgonal dll comuncazon (Co.r.com), 2 pr l uffco d sgrtra dl sgrtra gnral, pr l uffco d sgrtra dl drzon gnral Attvtà lgstva, pr l uffco d sgrtra dl drzon gnral Rsors uman,fnanzar strumntal, pr ogn Commsson. 1 pr ogn uffco d cu al comma 4 dl prcdnt artcolo 9 d D, n 5. In consdrazon dll tmatch affrontat n procss dl Consglo rgonal è prvsta valorzzazon dll comptnz lo svolgmnto d attvtà con contnut d maggor profssonaltà spcalzzazon, attravrso l rcorso a ncarch d alta profssonaltà. 6. Gl ncarch d cu al comma 5 sono qull prvst dall artcolo 10 dl CCNL Rgon- AA.LL S dffrnzano n tr tpolog: Staff, profssonal d sprt d sttor sono assgnat dal drgnt d prrogatv ad ss attrbut dall norm nonché nl rsptto dll ordnar rzon sndacal. I 11 lvllo complsso, cascuno pr l propr comptnz nll ambto dll 7. Untà d prsonal d ruolo, dvrs da qull chamat a sns dl comma 3 dll artcolo 15, possono ssr assgnat agl uffc dl Prsdnt d mmbr dll Uffco d Prsdnza. Tal untà appartngono al untà drgnzal Gston dgl uffc d drtta colborazon supporto assstnza a grupp consr status d consglr. 10

14 ) I! h I I) ArLI2 1. Al fn d promuovr l untartà dl gston ammnstratva l suo costant raccordo con gl ndrzz dll Uffco d Prsdnza, l sgrtaro gnral runsc, d norma con cadnza mnsl, l Comtato d drzon ammnstratva con drgnt dll drzon gnral. Il Comtato d drzon ammnstratva è convocato prsduto dal Sgrtaro gnral, ch nvta l Capo d Gabntto dl Prsdnt pr l acquszon dll nformazon ndspnsabl al fn d asscurar l costant raccordo tra gl ndrzz poltc gston ammnstratva. 2. Nl Comtato d drzon ammnstratva l sgrtaro gnral rapprsnta l untà drgnzal spcal d staff 3. L dcson sono vrbalzzat trasmss pr conoscnza all Uffco d Prsdnza. Art,13 1. Gl ncarch drgnzal nl struttura organzzatva dl Consglo rgonal possono ssr confrt anch a soggtt non appartnnt al ruolo dl Consglo, n lmt prcntual prvst dal comma 5- bs da comm da 6 a 6-tr dll art. 19 dl D.lgs. 165/2001. Art, Tutt gl ncarch drgnzal sono confrt con dcrto dl Prsdnt dl Consglo rgonal, su dlbrazon dll Uffco d Prsdnza. 2. La durata dll ncarco ha durata trnnal. L ncarco cssa automatcamnt n pots d sopprsson dl struttura drtta. 3. Gl ncarch a drgnt dl Consglo rgonal sono assgnat basandos su prncp pubblcst dl Costtuzon, dllo Statuto, ch ntgra, dl Rgomnto dl Consglo rgonal dl Campana. In applcazon d contnut dll artcolo 19 dl facoltà datoral contnut nl Ttolo V comma lbs dl D.lgs. 165/200 1, l UffIco d Prsdnza, rnd not l numro tpologa d post ch s rndono dsponbl d l valuta crtr d sclta d acqussc l dsponbltà d drgnt ntrssat 4. Pr l confrmnto dgl ncarch dll untà drgnzal, l UffIco d Prsdnza tn conto dl parr sprsso da Drttor Gnral. 11

15 . : :, I ) j. 1 J4Vn, vt V r,m, 5. L modaltà d confrmnto dgl ncarch d cu all art. 2, comma 4, crtr pr sclta dgl sprt d profssonst, sono dscplnat con dlbrazon dll Uffco d Prsdnza, prva vrfca d prsuppost d lgttmtà d cu all art. 7, comm 6 sgunt, dl D.lgs. 165/2001 scondo l modaltà v prvst, nonché nl rsptto d succssv comm 6-bs 6tr dl mdsmo artcolo. Art. S 1. Pr l srczo dll funzon d ndrzzo poltco-ammnstratvo l Prsdnt dl Consglo rgonal, componnt dll Uffco d Prsdnza, Prsdnt dll Commsson consr Grupp consr, s avvalgono d uffc d drtta colborazon supporto avnt comptnz d sgrtra partcor d raccordo con l ammnstrazon rgonal. 2. Gl uffc d drtta colborazon supporto d cu al comma 1 sono sgunt sono così compost: a) Uffco dl Prsdnt dl Consglo rgonal composto da un numro massmo d 7 untà; b) Uffc d Componnt dll Uffco d Prsdnza d Prsdnt dll Commsson consr, cascuno composto nl numro massmo d 4 untà; c) Uffc d Grupp consr costtut a norma d rgomnto, compost da prsonal l cu contrbuto pr sps d prsonal assgnato mdant rparto proporzonal dl ttto massmo d spsa stablto dall Uffco d Prsdnza scondo costo total non può suprar l mod dscrtt nl dscìplnar approvato dall Uffco d Prsdnza pr garantr l rsptto dl lgg rgonal 38/2012. d) Uffco dl Capo d Gabntto, coordnato da un Capo d Gabntto nomnato su rchsta dl Prsdnt composto n mod dfnt con apposto dcrto dl Prsdnt dl Consglo. 3. Nl rsptto d lmt numrc o d spsa d cu all lttr a), b), c) d) dl comma 2, nonché d lmt stablt dall Uffco d Prsdnza n ragon dl applcazon dl dsposto d cu al comma 28 dll artcolo 9 dl DL 78/2010, ttor d ncarco d cu al comma 1 possono chamar a far part dgl uffc d drtta colborazon supporto: prsonal d ruolo dl Consglo rgonal, prsonal n poszon d aspttatva, dstacco, comando, fuor ruolo, nonché colborator con contratt d drtto prvato, sprt consulnt. 4. Al gston opratva dgl uffc d cu all lttr a) b) dl prcdnt comma 2 è prposto un rsponsabl d sgrtra d al gston opratva dgl uffc d cu al lttra c) dl prcdnt comma 2 è prposto un coordnator ammnstratvo. Gl ncarch d rsponsabl d sgrtra d coordnator ammnstratvo sono assgnat su rchsta nomnatva d rtv ttor d ncarco com dscrtt al comma 1, a soggtt sclt tra l prsonal d ruolo, comandato o dstaccato assgnato all suddtt sgrtr partcor Grupp consr. 5. A coordnator ammnstratv d Grupp consr con consstnza numrca supror a 4 consglr a rsponsabl dsgrtra sptta l solo trattamnto conomco d ttor d poszon 12

16 I. : :; ;, 4 u I I I pr 4 ; 18 ) 4 pp drgnzal d! lvllo smplc d cu al comma dl prcdnt artcolo 10. l trattamnto conomco d coordnator ammnstratv d grupp con consstnza numrca nfror a 4 consglr, è dfnto nl rchsta nomnatva d cu al prcdnt comma non può ssr n nssun caso supror al trattamnto spttant a coordnator ammnstratv d grupp con consstnza numrca supror a A rsponsabl dì sgrtra a coordnator ammnstratv d cu al prcdnt comma sptta l coordnamnto d l controllo dll rsors uman assgnat agl uffc al cu gston sono prpost. 7. All uffco dl capo d gabntto è prposto un capo d gabntto, nomnato con dcrto dl Prsdnt. Il dcrto spcfca anch l trattamnto conomco ch non può ssr supror a qullo spttant a drttor gnral dl Consglo rgonal. 8. Al prsonal d ruolo, comandato dstaccato n srvzo prsso gl uffc a drtta colborazon supporto d cu al prcdnt comma 2 sono rconoscut bnfc d cu al comma 2 dll artcolo 2 dl lgg rgonal n. 20/2002. Tal bnfc concorrono, pr quanto concrn l prsonal dgl uffc a drtta colborazon d grupp, al raggungmnto dl ttto d spsa assgnato n applcazon dl lgg rgonal 38/ Il Prsdnt dspon d un Portavoc d cu all art. 7 dl lgg 7 gugno 2000, n Il portavoc è nomnato con dcrto dl Prsdnt dl Consglo Rgonal nll ambto dl ttto d spsa anch sso dfnto con apposto dcrto. A t La valutazon dl prsonal dl Consglo rgonal è ffttuata avvalndos d un organsmo ndpndnt d valutazon (01V). 2. L procdur pr valutazon dl prsonal dl Consglo rgonal sono dscplnat con apposta dlbra dll Uffco d Prsdnza, nl rsptto d prncp crtr rchamat dall artcolo 31 di D.lgs. 27 ottobr 2009, n. 150 (Attuazon dl lgg 4 marzo 2009, n. 15, n matra d ottmzzazon dl produttvtà dl voro pubblco d ffcnza trasparnza dll pubblch ammnstrazon). 3. L Uffco d Prsdnza dfnsc n partcor, con dlbrazon d cu al comma 2, l sstma d msurazon valutazon dl qualtà dl prstazon voratva dl prsonal gl strumnt volt a prmar l mrto sul bas dgl st dl valutazon; dlbra noltr compt l modaltà d funzonamnto dll organsmo ndpndnt d valutazon, l numro d suo componnt l ndnntà da corrspondr agl stss nll ambto dll rsors gà stanzat pr l fnanzamnto complssvo dl struttura rgonal. 4. L ncarco d componnt dll OlV ha durata trnnal d è dscplnato con contratto ndvdual compt l attvtà dll O.l.V. sono spcfcat n apposto Rgomnto d funzonamnto, approvato dall Uffco d Prsdnza 13

17 )) I I I OI. )r I ru pr. I. tu u I 1u I d.art li drgnt dl Untà drgnzal Ammnstrazon Dator d voro svolg l funzon prvst dall artcolo 2, comma 1, lttra b), dl D.lgs. 9 aprl 2008, n. 81 (Attuazon dll artcolo 1 dl lgg 3 agosto 2007, n. 123 n matra d tut dl salut dl scurzza n luogh d voro). 2. Il Dator d voro dfnsc l artcozon dll funzon fra soggtt tnut all admpmnto dgl obblgh d cu al D.lgs. 81/2008, d srcta l propr funzon, ad cczon d qull prvst nll artcolo 17 dl suddtto dcrto lgstvo, anch tramt dlga ad altr drgnt funzonar dl Consglo rgonal, nl rsptto d quanto prscrtto dall artcolo 16 dl mdsmo dcrto lgstvo, tnndo conto dll ubcazon dll sd consr dll attrbuzon d cascuna artcozon n ordn al tut dl salut dl scurzza n luogh d voro. Art La drzon gnral Rsors uman, fnanzar strumntal sovrantnd al gston d tutt l gar d appalto d srvz ch s svolgono nl Consglo rgonal dl Campana. 2. La drzon gnral Rsors uman,fnanzar strumntal dfnsc pubblczza, con apposta crcor, procdura ch drgnt dll struttur dl Consglo dvono sgur pr ndr una gara a valr su captol d spsa d cu dtngono ttortà. 3. La procdura d cu al comma prcdnt dv, n ogn caso, prvdr ch l drgnt ch chd ndzon d una gara dv procdr al nomna dl RUP nonché dl DEC, ndvduandol tra funzonar ncardnat prsso propra struttura scglndo, prfrblmnt, prsonal dotato d poszon organzzatva. Art li prsonal d ruolo dl Consglo rgonal è assgnato all struttur dal drttor gnral Rsors uman,fnanzar strumntal pr tramt dl untà drgnzal Gston d/prsonal. 14

18 1 o aia j o o?9 o: : : o : a a - O fo - -!--h >. oo o o f La gston drtta è affdata al sngolo drgnt dl struttura nl qual l sngolo dpndnt prsta srvzo. 3. La mobltà dl prsonal tra l var untà drgnzal è dsposta dallo stsso drttor gnral Rsors uman, fnanzar strumntal su rchsta n ntrata su sgnazon n uscta, dl drgnt d Il lvllo ntrssato, valutata compatbltà l ncsstà d srvzo dll var struttur drgnzal alfn d garantr mglor organzzazon dgl uffc. 4. L autorzzazon al prsonal d ruolo dl Consglo rgonal pr lo svolgmnto d ncarch strn sono rscat, nl rsptto dll vgnt dsposzon normatv rgomntar, con dtrmna dl drttor gnral Rsors uman,fnanzar strumntal. 5. Il prsonal dl comparto n srvzo prsso l Consglo rgonal può svolgr prstazon non ordnar pr l attuazon d convnzon d assstnza ultror agl organ organsm dl Consglo dll Autonom Local, n applcazon d spcfch normatv rgonal nazonal n vgor, rgomntat nll ambto dll ordnar rzon sndacal. 6. In attuazon dll art. comma 42 dl Lgg Rgonal 4/2011 (Lgg fnanzara rgonal 2011) nll ambto dll prvson dl Pano d stablzzazon fnanzara dl Rgon Campana nonché dl procsso d contnmnto dl spsa avvata dal Consglo Rgonal, n consdrazon dll spcfch comptnz acqust, conoscnz, sapr rtv profl profssonal, l fabbsogno trnnal annual d prsonal, così com prvsto dal lgszon vgnt, è coprto, a sguto d spcfco atto dlbratvo con procss d mobltà ntrna dl prsonal ncardnato n ruol dl Gunta Rgonal dl Campana, trattandos d oprazon d mobltà nll ambto dl mdsmo Ent, sottoposto ad dntc vncol d assunzon d spsa, nl msura massma dl 50% dll untà rss vacant snza onr n quanto rntrant nl stsso bnco rgonal. Ar Il prsnt rgomnto ntra n vgor l gorno succssvo a qullo dl sua pubblcazon sul bollttno uffcal dl Rgon Campana. Dal data d ntrata n vgor è abrogato l prcdnt ordnamnto approvato con Dlbra dll Uffco d Prsdnza n. 211/2013 succssv modfch ntgrazon. 15

19 ! r I QI. I I ppr (d (( I I H O I ; o. Art In sd d prma applcazon dl prsnt rgomnto l funzon drgnzal rtv agl ncarch attrbut a sns dl prcdnt ordnamnto sono prorogat fno al confrmnto d nuov ncarch connss al nuova organzzazon. 2. Entro sssanta gorn dal ntrata n vgor dl prsnt Rgomnto, l Comtato d drzon ammnstratva sottopon tramt l sgrtaro gnral all Uffco d Prsdnza proposta d nuova dotazon organca l contngntamnto dgl uffc prvst n applcazon dl nuovo ordnamnto ammnstratvo. 3. Entro novanta gorn dal ntrata n vgor dl prsnt Rgomnto, l Comtato d drzon ammnstratva sottopon pr l tramt dl Sgrtaro Gnral all Uffco d Prsdnza, proposta d Rgomnto dll procdur standard rtv all attvìtà dgl uffc. 4. In pots d confrmnto d ncarch drgnzal d l III lvllo n assnza dl sgrtaro gnral, s assum, com rfrmnto pr dtrmnazon dl rmunrazon a sns dl prcdnt artcolo 10, rtrbuzon d poszon d Cap Dpartmnto prvst nl prcdnt ordnamnto. 16

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio 11- Sezione Il

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Direzione Generale del Personale e della Formazione Ufficio 11- Sezione Il DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Drzon Gnral dl Prsonal dlla Formazon Uffco 11- Szon Il Prot. 11. LETTERA CIRCOLARE A Sgnor Provvdtor Rgonal dl'ammnstrazon Pntnzara A Sgnor Drttor dgl Isttut

Dettagli

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano

OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con delibera di Giunta Comunale n. 428 dell 11/12/2012) Responsabile Filippo Toscano OBIETTIVI POST VARIAZIONE PEG 2012 (approvata con dlbra d Gunta Comunal n. 428 dll 11/12/2012) Rsponsa Flppo Dscrz Az / Isttuz Agnza pr la famgla Isttuz dll Agnza pr la famgla 01/01/12 31/12/12 Obttvo

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Nr. 21 del 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Nr. 21 del 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) COMUNE DI CROPALATI Provnca d Cosnza COPIA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Nr. 21 dl 08/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI) L anno dumlaquattordc,

Dettagli

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015

COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015 APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 252 DEL 4 agosto 2015 ALL. A) COMUNE DI UDINE PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2015 VOLUME 4 SEGRETERIA GENERALE SERVIZIO SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICI

Dettagli

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti

Principi ed applicazioni del metodo degli elementi finiti. Formulazione base con approccio agli spostamenti Prncp d applcazon dl mtodo dgl lmnt fnt Formulazon bas con approcco agl spostamnt PRINCIPIO DEI LAVORI VIRTALI Data una crta statca: sforz σ j, forz d volum F forz d suprfc f j ; s dmostra ch mporr la

Dettagli

Eriberto de Munari Referente per la qualità dell aria ARPA Emilia-Romagna

Eriberto de Munari Referente per la qualità dell aria ARPA Emilia-Romagna Convgno Nazonal LA MOBILITA SOSTENIBILE NELLE AREE URBANE Vnrdì 30 novmbr 007 Padova Caffè Pdrocch, Sala Ross Inquamnto atmosfrco poltch dll ara Panura Padana Erbrto d Munar Rfrnt pr la qualtà dll ara

Dettagli

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009

Capgemini Italia Spa. Ingegneria del Software. Roma, 11 Dicembre 2009 Capgmn Ita Spa Inggnra dl Softwar Roma, 11 Dcmbr 2009 Soc Ntwork Gorfrnzato su Mobl Fzon Rzzar soc ntwork (tpo facbook o lnkn) n cu è possbl aggornar nl propro proflo propra poszon attu (tt longt) rndr

Dettagli

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di:

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di: GUIDA ll Prstzon Sntr d: FISIOTERAPIA AGOPUNTURA MANU MEDICA PRESIDI E AUSILI MEDICI ORTOPEDICI Sttor Trzro, Tursmo, Frmc Spcl, Ortofrutt A prtr dl 1 Aprl 2010 l prstzon offrt dl Fondo Est s sono rrccht.

Dettagli

Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri. Anno Accademico 2012-2013, I Semestre. (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics)

Biennio CLEM - Prof. B. Quintieri. Anno Accademico 2012-2013, I Semestre. (Tratto da: Feenstra-Taylor: International Economics) CONOMIA INTRNAZIONAL Bnno CLM - Prof. B. Quntr IL TASSO DI CAMBIO Anno Accadmco 2012-2013, I Smstr (Tratto da: Fnstra-Taylor: Intrnatonal conomcs) S propon, d sguto, una brv rassgna d prncp fondamntal

Dettagli

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di:

GUIDA alle Prestazioni Sanitarie di: GUIDA ll Prstzon Sntr d: FISIOTERAPIA AGOPUNTURA MANU MEDICA PRESIDI E AUSILI MEDICI ORTOPEDICI All ntrno l Novtà 2011 Sttor Trzro, Tursmo, Frmc Spcl, Ortofrutt A prtr dl 1 Aprl 2010 l prstzon offrt dl

Dettagli

Caratteristiche, funzioni e modalità di determinazione del prezzo. Alessandro Scopelliti

Caratteristiche, funzioni e modalità di determinazione del prezzo. Alessandro Scopelliti Carattrstch, funzon modaltà d dtrmnazon dl przzo Alssandro Scopllt Unvrstà d Rggo Calabra Unvrsty of Warwck alssandro.scopllt@unrc.t Gl strumnt fnanzar Gl strumnt fnanzar sono contratt d natura fnanzara

Dettagli

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario

Esercitazioni di Elettrotecnica: circuiti in regime stazionario Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Unrstà dgl Stud d assno srctazon d lttrotcnca: crcut n rgm stazonaro ntono Maffucc r sttmbr Maffucc: rcut n rgm stazonaro r- Sr paralllo parttor S alcolar la rsstnza qualnt

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN SERVICE PER LE ANALISI CHIMICO CLINICHE DEL LABORATORIO ANALISI DELL AZIENDA OSPEDALIERA G.

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN SERVICE PER LE ANALISI CHIMICO CLINICHE DEL LABORATORIO ANALISI DELL AZIENDA OSPEDALIERA G. Drzon Ammnstratva PROCEDURA APERTA PER LA FORNTURA D UN SERVCE PER LE ANALS CHMCO CLNCHE DEL LABORATORO ANALS DELL AZENDA OSPEDALERA G.BROTZU D CAGLAR PER UN PERODO D TRE ANN CON OPZONE PER ALTR DUE ANN.

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No

Tipo materia ID P0 2000-2006. Misura/Azione ID. Privacy x Si. ID No Pubblicazione integrale ID Si x No EtON 33LIA A,a Pohtche per la Rqualfcazone, la Tutela e la Scurezza Ambentale e per l Attuazone delle Opere Pubblche Servzo Ecologa ATTO DIRIGENZIALE ORIGINALE Codfca adempment L.R.15/08 (trasparenza)

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

i + I C'ERR,l ;al\ atore ~.\sl>ssl)~y?,a ' '

i + I C'ERR,l ;al\ atore ~.\sl>ssl)~y?,a ' ' c';~ >,12 Cct: dunanz da Provnca Rgo~a!c d Parmo. n xguto 3C nvto d c~~~~~ocazon. s.~rt J Gunta Pro\.nca con 'ntr~cnto d: :) \LdN(< 7 rro. ~XSL~S.S.J~~C~ 3 + C'ERR, ;a\ ator ~.\sl>ssl)~y?,a ' ' 2 L B t

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

REGIONE PUGLIA Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e per l attuazione delle opere pubbliche SERViZIO ECOLOGIA

REGIONE PUGLIA Area Politiche per la riqualificazione, la tutela e la sicurezza ambientale e per l attuazione delle opere pubbliche SERViZIO ECOLOGIA Grand O O O O O REGONE PUGLA Ara Poltch pr la rqualfcazon, la tutla la scurzza ambntal pr l attuazon dll opr pubblch SERVZO ECOLOGA DETERMNAZONE UFFCO PROGRAMMAZONE VJ.A. E POLTCHE ENERGFTCHE f d rr tm

Dettagli

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana

COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) Atto N. 09 del 05 03 20ls. il giorno, qll-qgg il sottoscritto dott. Vito Montana @ @ COMI]Ntr DI BI]RGIO (PROVINCIA DI AGRIGENTO) D etermnazone del Respons able dell' are a frnanzara Atto N. 09 del 05 03 20ls OGGETTO: Determnazone delf mporto della cassa vncolata alla data del 3lll2l20l4

Dettagli

ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE Attività economiche/servizi alle imprese/progetti e finanziamenti comunitari/sport

ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE Attività economiche/servizi alle imprese/progetti e finanziamenti comunitari/sport ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI SETTORE /Srvz all mprs/progtt fnanzamnt comuntar/sport Procdmnto Aprtura mda struttura d vndta o outlt Trasfrmnto mda struttura d vndta o outlt Amplamnto mda struttura

Dettagli

Modelli equivalenti del BJT

Modelli equivalenti del BJT Modll ulnt dl JT Pr lo studo dll pplczon crcutl dl JT, s è rso opportuno formulr d modll ulnt dl dsposto ch srssro rpprsntr n modo connnt l suo comportmnto ll ntrno d crcut. A scond dl tpo d pplczon (mplfczon

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Ogni anno a Padenghe si ripete la magia!

Ogni anno a Padenghe si ripete la magia! Ogn anno a Padngh s rpt la maga! C ra una volta un pas ncantvol ch s spcchava nl lago. Ogn anno, pr poch gorn, nl pccolo pas avvnva una maga: l asfalto l slcato s coprvano d rba, l v lascavano posto a

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE Mnstero dell Ambente e della Tutela del Terrtoro e del Mare MANUALE OPERATIVO PER IL SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DEL PERSONALE INDICE 1. INTRODUZIONE 1.1. I RIFERIMENTI NORMATIVI 1.2. GLI OBIETTIVI

Dettagli

Nella valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici,

Nella valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici, Smon Frrar, Valntna Zanotto Efftt dlla capactà trmca d mur nlla trasmsson dl calor Rcrca Un muro sottoposto a sollctazon trmca, da uno o da ambo lat, rsulta, com noto, attravrsato da un flusso d calor.

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari

COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provincia di Bari Allegato alla D.D. Area 3 - Terrtoro n 17 del 20.04.2009 COMUNE DI CASSANO DELLE MURGE Provnca d Bar DISCIPLINARE BANDO PUBBLICO PER L INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RECUPERO DELLE FACCIATE DI IMMOBILI

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA

Statuto dell Associazione Culturale TUTTI PER ROMA Art. l Denomnazone e sede E' costtuta, l Assocazone culturale denomnata TUTTI PER ROMA, con sede n Roma, n vale Aventno 67, che, a secondo delle necesstà, potrà avere una o pù sed operatve n altr luogh.

Dettagli

Dichiarazione Ambientale 2013 Centrale Napoli Levante

Dichiarazione Ambientale 2013 Centrale Napoli Levante Dcharazon Ambntal Cntral Napol Lvant Informazon al pubblco: La Cntral Napol Lvant fornsc nformazon sugl sugl asptt asptt ambntal ambntal dl sto dl all sto all part ntrssat. La Dcharazon Ambntal è è dsponbl

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Delberazone 20 ottobre 2004 Approvazone delle condzon general d accesso e d erogazone del servzo d rgassfcazone d gnl predsposte dalla socetà Gnl Itala Spa (delberazone n. 184/04) L AUTORITÀ PER L ENERGIA

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consglo Regonale della Campana Prot.n. 14872/A Al Sgnor Presdente della Gunta Regonale della Campana Va S. Luca, 81 NAPOLI A Presdent delle Commsson Conslar Permanent V e VI A Consgler Regonal Al Settore

Dettagli

COMUNE DI VALDASTICO

COMUNE DI VALDASTICO COPIA COMUNE DI VALDASTICO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 Ltto, confrmato sottoscritto IL PRESIDENTE F.to GUGLIELMI CLAUDIO IL SEGRETARIO COMUNALE F.to DOTT. LAVEDINI GIUSEPPE REFERTO

Dettagli

Alessandro Ottola matr. 208003 lezione del 11/3/2010 ora 10:30-13:30. Parete omogenea sottoposta a differenze termiche e diffusione

Alessandro Ottola matr. 208003 lezione del 11/3/2010 ora 10:30-13:30. Parete omogenea sottoposta a differenze termiche e diffusione Alssandro Ottola matr. 0800 lzon dl //00 ora 0:0-:0 Indc Dagramma d Glasr... Part omogna sottoosta a dffrnz trmch dffuson... Dagramma d Glasr r art omogna... 4 Dagramma d Glasr r art multstrato... 5 Esrczo

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data

COMUNE DI SESTU. Vigilanza SETTORE : Deiana Pierluigi. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 04/12/2015. in data COMUNE D SESTU SETTORE : Responsable: Vglanza Deana Perlug DETERMNAZONE N. n data 1926 04/12/2015 OGGETTO: Affdamento dretto alla dtta Racca Umberto & C. s.n.c. per la forntura d 6 chav elettronche per

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Norma UNI EN ISO 13788

Norma UNI EN ISO 13788 UNI EN ISO 13788 (2003: PRESTAZIONE IGROTERMICA DEI COMPONENTI E DEGLI ELEMENTI PER EDILIZIA TEMPERATURA SUPERFICIALE INTERNA PER EVITARE L'UMIDITA' SUPERFICIALE CRITICA E CONDENSAZIONE INTERSTIZIALE METODO

Dettagli

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne

Corso di Laurea in Lingue e Culture Moderne Dpartmento d Stud Umanstc Corso d Laurea n Lngue e Culture Moderne (L-11 classe n Lngue e Culture Moderne) Manfesto degl Stud A.A. 2014/2015 ART. 1 Obettv formatv specfc e descrzone del corso formatvo

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche

La contabilizzazione dei derivati: alcune problematiche Luc Frncsco Frncsch Dottor Commrcst Docnt Fnnz Aznd (Unvrstà Cttolc Mno) L contbzzzon d drvt: cun problmtch 12 mrzo 2009 Anno 2009 Strumnt fnnzr drvt -1- Agnd Crs d mrct fnnzr: problm dll modtà contbzzzon

Dettagli

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di SOLAROLO Vrbal Numro 8 OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SOLAROLO E L'ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO "MONS.G.BABINI". Priodo 1.1.2010-31.12.2014. MODIFICA

Dettagli

S O L U Z I O N I + 100

S O L U Z I O N I + 100 S O L U Z I O N I Nl 00 un farmaco vnva vnduto a 70 a) Nll pots ch ogn anno l przzo aumnt dl 3% rsptto all anno prcdnt quanto vrrbb a costar lo stsso farmaco nl 0? b) Supponamo ch l przzo dl farmaco nl

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA

PROVINCIA REGIONALE DI MESSINA PROVNCA REGONALE D MESSNA Regolamento per l'erogazone delle rsorse fnanzare agl sttut scolastc Artcolo 1 - Prncp, defnzon e norme general 1. l presente regolamento da attuazone all'art.3 della Legge 11

Dettagli

?wi,r* &t?alo Ddnfikt " 8, De 4ororrru" San &fnldi

?wi,r* &t?alo Ddnfikt  8, De 4ororrru San &fnldi frl'1nt! ut tul.rt$ì{.}ttl}&nlt r.]f*è(1 FES 20072013 2007 lt 16 PO 00,1 Ass Prmo Crcolo Ddattco "E. D Amcs" San Cataldo Vl d Platan snc 93017 5an Cataldo tl 093571232 fax 093589289 www,prmocrcolosancataldo.t

Dettagli

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO

REGIONE DEL VENETO DELIBERAZIONE OGGETTO REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIOSANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 259 dl 08/04/20 14 OGGETTO Isttuzon dl Gruppo Intrzndl Sclros Multp dl Provnc Vcnz. Proponnt: Srvzo Afftr Lgl Ammnstrtv

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INRICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACDEMICO

Dettagli

DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011

DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011 DAL LICEO ALL UNIVERSITA LE SCELTE E LE OPZIONI PROFESSIONALI I DATI DAL 2001 AL 2011 Ar d scrzon 70 2001 60 50 2003 40 30 20 2004 10 0 Altro Ara MEDICO-FARMAC.- PSICOLOGICA Ara SCIENTIFICA Ara SOCIALE

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV)

AVVISO PUBBLICO Costituzione di short list: Servizio di pulizie presso l Istituto di Ricerca Biogem s.c.ar.l. Via Camporeale, Ariano Irpino (AV) AVVISO PUBBLICO Costtuzone d short lst: Servzo d pulze presso l Isttuto d Rcerca Camporeale, Arano Irpno (AV) In esecuzone della Determna Presdenzale n. 15/103 del 10/09/2015, la Bogem Scarl ntende procedere

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Il ruolo delle Regioni nella Mobilità Ciclistica

Il ruolo delle Regioni nella Mobilità Ciclistica Il ruolo dll Rgon nlla Mobltà Cclstca Programm pr la bccltta n Rgon Lombarda Arch. Valro Montr - Ara Tcnca FIAB Collaborazon fra Rgon lombarda FIAB PIANIFICAZIONE Pano rgonal dlla Mobltà cclstca Vrfca

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO tra L Ent Circolo Didattico Statal con sd in Campi Bisnzio, Cod. Fisc. n. 80045390483, nlla prsona dl suo lgal rapprsntant pro-tmpor dott.ssa Ornlla Mrcuri l A.S.D. Polisportiva

Dettagli

La Finanza del Cinema Economia e Mercato, Bilancio e Fiscalità, Finanziamenti e Risk Management

La Finanza del Cinema Economia e Mercato, Bilancio e Fiscalità, Finanziamenti e Risk Management La Finanza del Cinema conomia e Mercato, Bilancio e Fiscalità, Finanziamenti e Risk Management Mario La Torre (a cura di) Bancaria ditrice novembre 2006 Roma, 6-7 novembre 2006 1 Struttura del Volume PRMA

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

L incentivazione economica nei problemi di agenzia: Il caso dell Azienda Sanitaria Pubblica

L incentivazione economica nei problemi di agenzia: Il caso dell Azienda Sanitaria Pubblica Dpartmnto d Poltch Pubblch Sclt Collttv POIS Dpartmnt of Publc Polcy and Publc Choc POIS Workng papr n. 9 Jun 28 ncntvazon conomca n problm d agnza: Il caso dll Aznda Santara Pubblca Robrto Ippolt UNIVERSITA

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ASSEGNAZIONE TEMPORANEA AI SENSI DELL ART. 39 C. 1 LR 31/1998 PRESSO L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

Dettagli

"~--~~ \ Registro Atti Monocratici. Comune di Bressanvido - VI. Ordinati per tipo atto, anno e numero. fl~~ev.q..-'~

~--~~ \ Registro Atti Monocratici. Comune di Bressanvido - VI. Ordinati per tipo atto, anno e numero. fl~~ev.q..-'~ Comun d Brssanvdo - VI Stampa d 12/08/2011-10:1 O Pagna 1 d 5 Prodo: [ 01/0712011, 31/07/2011], Tpo Atto:- Nssuno- Tpo Atto: Ammnstratvo/Contab 2011 70 04/07/2011 Lqudazon sps conoma 2A trmstr 2011. Ara

Dettagli

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria

COMUNE DI SOLARUSSA- (OR) Area_Finanziaria_Tributaria Responsable del provvedmento fnale : Solnas Grazella - tel.0783/378206 - ragonera@comune.solaru sto Acquszone d ben e servz d Fnanzaro Trbutaro Grazella Solnas 0783-378206 ragonera@comune.solaru preventv

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

CARATTERISTICHE DELL INVOLUCRO EDILIZIO

CARATTERISTICHE DELL INVOLUCRO EDILIZIO CAATTEISTICHE DELL INVOLUCO EDILIZIO Lvo d Santol, Francsco Mancn Unvrstà La Sapnza d oma lvo.dsantol@unroma1.t francsco.mancn@unroma1.t www.plus.t www.ngnrga.t Trasmttanza d una part opaca 2 La trasmttanza

Dettagli

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA

ISPETIORATO NAZIONALE DEL LAVORO RELAZIONE ILLUSTRATIVA SPETORATO NAZONALE DEL LAVORO RELAZONE LLUSTRATVA L'spettorato nazonale del lavoro è costtuto a sens dell'art. 8 del decreto legslatvo n. 300 del 1999, cò vuo sgnfcare anztutto che allo stesso è attrbuta

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per ndennita' e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo ND. D VACANZA ND. D VGLANZA PRSONAL RTRBUZON D RTRBUZON D NDNNTA D NDNNTÀ ART. CONTRATTUAL SCOLASTCO RSULTATO COMPARTO

Dettagli

4.1 REQUISITI GENERALI (UNI EN ISO 9001: 2000-4.1) 2

4.1 REQUISITI GENERALI (UNI EN ISO 9001: 2000-4.1) 2 .R.S. l AURORA MANUAL DLLA QUALTA SSTMA D GSTON PR LA QUALTA Pag.: 1 di 9 NDC 4. SSTMA D GSTON PR LA QUALTA 4.1 RQUST GNRAL (UN N SO 9001: 2000-4.1) 2 4.2 RQUST RLATV ALLA DOCUMNTAZON (UN N SO 9001: 2000

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche

Corso di Laurea in Scienze Giuridiche hoògoò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Facoltà d Gursprudenza Como Corso d Laurea n Scenze Gurdche Sede del corso: Como MANIFESTO DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2005/2006 Presentazone del Corso. Presso

Dettagli

EffePi Srl. Valore immobiliare: gestire ed amministrare per creare il valore degli immobili. EffePi S.r.l. Valore Immobiliare. EffePi S.r.l.

EffePi Srl. Valore immobiliare: gestire ed amministrare per creare il valore degli immobili. EffePi S.r.l. Valore Immobiliare. EffePi S.r.l. EffP Srl Valor mmoblar: gstr d ammstrar pr crar l valor dgl mmobl 1 Il Il U mmobl è u valor ch va prsrvato, curato, gstto matuto l tmpo. EffP è u azda ata pr forr srvz ch sostgoo l vostro. Il Valor dlla

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Tekla Structures Guida di riferimento per le opzioni avanzate. Versione del prodotto 21.1 agosto 2015. 2015 Tekla Corporation

Tekla Structures Guida di riferimento per le opzioni avanzate. Versione del prodotto 21.1 agosto 2015. 2015 Tekla Corporation Tkla Structurs Guda d rfrmnto pr l opzon avanzat Vrson dl prodotto 21.1 agosto 2015 2015 Tkla Corporaton Indc 1 Guda d rfrmnto pr l opzon avanzat... 17 1.1 Catgor nlla fnstra d dalogo Opzon avanzat...

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa

PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA. Anno scolastico 2015/2016. Allegato al Piano dell Offerta Formativa PIANO DI MIGLIORAMENTO PROMUOVERE COMPETENZE PER UNA SCUOLA DI QUALITA Anno scolastico 2015/ Allgato al Piano dll Offrta Formativa Dlibra dl Consiglio di Istituto n.4 dl 14/10/2015 PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

Dettagli

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE

UNIVERSITÀ VITA-SALUTE SAN RAFFAELE UNVERSTÀ VTA-SALUTE SAN RAFFAELE DECRETO RETTORALE N. 4809 Vsta Vsto Vsta Vste la Legge 2 agosto 1999, n. 264 L RETTORE l Decreto del Mnstero dell'struzone, dell'unverstà e della Rcerca del 22 ottobre

Dettagli

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche.

DECRETA. ART. 3 Il compenso per l attività di collaborazione è fissato in 1.095,00 esente dall imposta sul reddito delle persone fisiche. BANDO PER n. 64 BORSE DI COLLABORAZIONE PER IL SUPPORTO PRESSO IL C.I.A.O. DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA NEL PERIODO DA SETTEMBRE 2010 A FINE GENNAIO 2011 000280 IL RETTORE VISTO VISTO

Dettagli

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org

All Albo dell Istituto Tutte le sedi Al sito www.iisdirocco.org ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Sn. Anglo Di Rocco Ist. Tcnico Agrario Sn. A. Di Rocco - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr i Srvizi Albrghiri di Ristorazion - Caltanisstta Ist. Prof.l di Stato pr l

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACCADEMICO

Dettagli

PROVIAMO A VERIFICARE SE...

PROVIAMO A VERIFICARE SE... PROVAMO A VERFCARE SE... CHECK llst PER la VERFCA DEL RSPETTO DE PRNCPAL OBBLGH N MATERA D SCUREZZA E SALUTE SUL lavoro (RF. PCCOL UFFC) Pago 1 d 7 S PRECSA CHE LA CHECK-L1ST D SEGUTO RPORTATA NON PUÒ

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO

PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO PROTOCOLLO DI INTESA UNIONE VALDERA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI CONSORZIO DI BONIFICA VALDERA PROVINCIA DI PISA OGGETTO PROGRAMMAZIONE DI INTERVENTI MIRATI ALLA RIDUZIONE E AL SUPERAMENTO

Dettagli

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST DELIBERAZIONE DELL ESECUTIVO CIRCOSCRIZIONALE N. 5 SUD - OVEST N. 19 di Rg.Original (quartir) Sduta dl 22.11.2010 N. di Rg.Spcial (Uff.coord.) L anno 2010, il

Dettagli

Deliberazione della Giunta Comunale

Deliberazione della Giunta Comunale COMUNE DI GEMMANO 47855 Provincia di Rimini Sd: Piazza Roma n. 1 Tl. (0541) 854060 854080 Fax (0541) 854012 Partita I.V.A. n. 01188110405 Codic Fiscal n. 82005670409 Dlibrazion dlla Giunta Comunal N. 44

Dettagli

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione;

Visto l articolo 117, comma sesto, della Costituzione; 22 28.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 50 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 22 ottobre 2013, n. 59/R Modfche al regolamento emanato con decreto del Presdente della

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli