(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(FAQ) ANTICADUTA. Catalogo on-line www.iapir.it DA OLTRE 40 ANNI LA SICUREZZA IN ITALIA"

Transcript

1 (FAQ) ANTICADUTA Che cos è un impatto d urto? All'arresto di una caduta l'operatore subisce un impatto d'urto che può provocare delle lesioni. 400 dan : comparsa di postumi cervicali 600 dan : soglia accettabile per il corpo umano 1000 dan : limite superiore postumi molto importanti - rischio di morte - Un dispositivo anticaduta conforme alla norma deve rispettare un impatto d'urto inferiore o pari a 600 dan, per questo un elemento di dissipazione d'energia può essere integrato al dispositivo anticaduta. Che cos è un sistema di arresto delle cadute? È un'attrezzatura destinata a fissare una persona ad un punto d'ancoraggio in modo da prevenire le cadute dall' alto o ad arrestarle nelle condizioni di sicurezza. Un'attrezzatura di protezione individuale contro le cadute dall'alto deve obbligatoriamente comprendere tre elementi: 1. La presa del corpo - Imbracatura anticaduta - Gilet con imbracatura anticaduta - Tuta con imbracatura

2 2. Anticaduta - Dispositivi anticaduta su supporto di ancoraggio - Assorbitori di energia - Dispositivi anticaduta di tipo retrattile 3.Il collegamento Connettori (moschettone, ganci) Come indossare un imbracatura? Imbracatura

3 Imbracatura con gilet Descrizione di un imbracatura 1: Bretella (cinghia principale) 5 : Spalliera per mantenimento al lavoro 2 : Bavaroise (cinghia 6 : Elemento di regolazione 3 : Cinghia posteriore 7 : Elemento di aggancio 4 : Cosciale (cinghia principale) 8 : Fibbia 9 : Marcatura

4 Dispositivi di collegamento Servono a collegare l imbracatura anticaduta alla struttura d'aggancio chiamata punto di ancoraggio. (travi metalliche, cemento, impalcatura, linee vita, etc) o al connettore Possono essere in corda, in fibra sintetica, cavi metallici, cinghie. Devono limitare la caduta e devono essere selezionati in funzione dell ambiente di lavoro Occorre calcolare l altezza di caduta potenziale per determinare il Dispositivo di collegamento necessario ATTENZIONE: la lunghezza di un Dispositivo fisso o regolabile non deve superare superare 2 metri I Connettori Servono a collegare il dispositivo di collegamento al punto di ancoraggio. Esistono diversi tipi di Connettori: moschettoni, ganci, pinze, fettucce. Devono essere a chiusura automatica e sono a bloccaggio automatico o manuale. I diversi tipi di Dispositivi anticaduta. Esistono 3 famiglie di dispositivi anticaduta 1. I dispositivi anticaduta a richiamo automatico chiamati avvolgitori Si tratta di apparecchi con una funzione di bloccaggio automatico e un sistema di tensione e di richiamo del cavo metallico o del nastro tessile disponibili in varie lunghezze in base all'uso

5 2. I dispositivi anticaduta di tipo guidato Apparecchio con una funzione di bloccaggio automatico ed un sistema di guida (supporto di protezione). Il dispositivo anticaduta mobile si sposta lungo un supporto di protezione e accompagna l'utente nei suoi spostamenti verticali, senza il suo intervento manuale. Si blocca automaticamente in caso di caduta. Il supporto di protezione può essere: una corda, un cavo, o una rotaia. Esistono due categorie: - rigido (EN353-1) - flessibile (EN353-2) 3. Assorbitori di energia Elemento dissipatore d'energia, integrato ad un dispositivo di collegamento, che garantisce l'arresto di una caduta dall'alto in totale sicurezza, nelle normali condizioni d'uso. I Dispositivi di collegamento possono essere in corda, in fibre sintetiche, cavo metallico, cinghia.

6 Quali sono i diversi tipi di aggancio di una imbracatura anticaduta con cintura di trattenimento? Si possono distinguere due tipi di punti d'aggancio: I punti d'aggancio di sicurezza: per l'uso di un dispositivo anticaduta Punto d ancoraggio Punto d ancoraggio Punto d ancoraggio dorsale sternale doppio sternale punti d'aggancio di lavoro: per un uso con un sistema di mantenimento al lavoro Punto d ancoraggio Punto d ancoraggio Punto d ancoraggio di sospensione ventrale laterale Quali sono le caratteristiche di una imbracatura anticaduta? Si tratta di un dispositivo di presa del corpo destinato a bloccare le cadute. Grazie alla sua creazione, l'imbracatura deve trattenere una persona durante e dopo la caduta, la testa in alto, con un angolo massimo di 50 rispetto alla verticale.

7 Imbracatura o cintura? Una cintura di posizionamento è un dispositivo da considerarsi come per trattenuta, ossia la si può utilizzare senza imbracatura solo se in assenza di rischio di caduta! Nel caso questo rischio sia presente, la cintura va collegata ad un imbracatura, oppure occorre scegliere un imbracatura comprensiva di cintura Cintura con cosciali o imbracatura completa? Una cintura con cosciali è usata per lavori in sospensione garantendo una posizione confortevole e massima libertà di movimento. Se tuttavia c è il rischio di caduta, l operatore dovrà indossare un imbracatura completa. Quando effettuare la revisione dei DPI anticaduta? In quanto dispositivi di 3 categoria, la revisione deve essere effettuata una volta ogni 12 mesi I 12 mesi si considerano a partire dalla: data della prima messa in servizio del D.P.I. se non disponibile, dalla data di acquisto se non è possibile reperire le informazioni precedenti, si considera la data di produzione presente sul D.P.I. Qual è la durata di vita dei dispositivi? Materiale Tessile: 10 anni a partire dalla data di fabbricazione Materiale Metallico: Illimitata per prodotti soggetti a manutenzione regolare 10 anni a partire dalla data di fabbricazione nel caso di prodotti non apribili o non soggetti a manutenzione annuale

8 Come è possibile ridurre i rischi di caduta? E necessario capire i fattori di caduta per ridurre i possibili rischi! I fattori sono tre a seconda della posizione di ancoraggio. Sono utili per determinare la distanza potenziale di caduta di un lavoratore e quindi, per assicurare che non ci sia il rischio impatto con il piano inferiore. Quando possibile il lavoratore dovrebbe sempre utilizzare un punto d ancoraggio a livello delle spalle o sopra (Fattore 1 o 0). Un punto di ancoraggio più alto riduce la distanza di caduta e quindi riduce in maniera significativa il rischio di lesioni dovute alle forze d impatto di una caduta Distanza di caduta usando un cordino con assorbitore di energia di 2m VALIDO MIGLIORE OTTIMALE Fattore 2 (sotto il piede) Il lavoratore cade per 5,75 m (due volte la lunghezza del cordino + l assorbitore di energia dispiegato) Fattore 1 (a livello delle spalla o superiore) Il lavoratore cade per massimo 3,75 m (l altezza del lavoratore e la lunghezza dell assorbitore di energia dispiegato) Fattore 0 (teso sopra la testa) Il lavoratore cade per massimo 1,75 m (la lunghezza dell assorbitore di energia, nel caso si disipiegasse) Cos è l effetto pendolo? Se il dispositivo non è ancorato verticalmente sopra l operatore. questo, in caso di caduta, oscillerà lateralmente con il rischio di riportare delle ferite sbattendo al suolo o contro un ostacolo accanto a lui. Se non è possibile adottare un punto di ancoraggio in modo da evitare questo rischio, si consiglia di usarne due ai lati del lavoratore così da evitare qualunque oscillazione.

9 Come si calcola la distanza potenziale di caduta? Quando si usa un cordino con un assorbitore di energia, è importante capire come si calcola la distanza potenziale della caduta per evitare l impatto con il piano inferiore Il calcolo sotto indicato indica la distanza minima necessaria tra il punto di ancoraggio del cordino (con Fattore di caduta 2) e il piano inferiore Due volte la lunghezza del cordino (equivalente alla lunghezza del cordino e all altezza del lavoratore) +1,75 m distanza di decelerazione per l allungamento massimo dell assorbitore di energia e deformazione del cordino + 1 m di margine di sicurezza Esempio: Usando un cordino di 2 metri con un Fattore di caduta 2: 2 x 2 m + 1,75 m + 1 m il tirante d aria libero necessario è di 6,75m Usando un cordino di 1,5 m con un Fattore di caduta 2: 2 x 1,5 m +1,75 m + 1 m il tirante d aria libero necessario e di 5,75 m IN CASO DI DUBBI: I DISPOSITIVI RETRATTILI CONTENGONO L EVENTUALE DISTANZA IN 3m In dispositivo retrattile a richiamo automatico ferma la caduta in pochi centimetri ed è quindi la soluzione ideale per lavorare con piani di lavoro poco distanti, quando un cordino con assorbitore di energia non sarebbe in grado di evitare l impatto con l ostacolo sottostante

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA DISPOSITIVI 3 Normative EN Anticaduta La base di un sistema individuale di protezione anticaduta Punto di ancoraggio e connettore Punto di ancoraggio: punto in cui il sistema di protezione anticaduta è

Dettagli

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.)

Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) MASTER SICUREZZA Scelta e gestione dei dispositivi di protezione individuale (D.P.I.) Alessandro Cauduro Creazzo 1 luglio 2010 DPI Anticaduta Generalità I dispositivi di protezione individuale (DPI) sono:

Dettagli

INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA

INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA INDICE DISPOSITIVI ANTICADUTA CINTURE DI POSIZIONAMENTO Pag. 37 IMBRAGATURA ANTICADUTA Pag. 38 CORDINO DI ANCORAGGIO E ACCESSORI Pag. 323 ASSORBITORI DI ENERGIA E ANTICADUTA Pag. 324 FUNE ANTICADUTA Pag.

Dettagli

ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m. ME51 - Cordino con assorbitore di energia

ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m. ME51 - Cordino con assorbitore di energia ME52 - Cordino con assorbitore di energia - fune da 2m ME51 - Cordino con assorbitore di energia Cordini a nastro con assorbitore di energia Miller (EUR) Cordini elastico con assorbitore di energia Miller

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA I DPI presentati dalla SOCIM SpA su questo catalogo sono in grado, se utilizzati correttamente, di risolvere la totalità dei problemi derivanti dai lavori in zone pericolose a grande altezza, entro cavità,

Dettagli

CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO UNA CADUTA. Anche da una piccola altezza una caduta può avere conseguenze drammatiche!! È volontario.

CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO UNA CADUTA. Anche da una piccola altezza una caduta può avere conseguenze drammatiche!! È volontario. Sistemi anticaduta CHE COSA E UNA CADUTA? UN SALTO È volontario UNA CADUTA È involontaria E quindi è ammortizzato E quindi non è ammortizzata Buon assorbimento d energia IMPATTO DEBOLE Minimo assorbimento

Dettagli

SISTEMI DI ARRESTO CADUTA UN SISTEMA DI ARRESTO CADUTA È SEMPRE COMPOSTO DA TRE ELEMENTI BASILARI: - ANCORAGGIO - COLLEGAMENTO - IMBRACATURA

SISTEMI DI ARRESTO CADUTA UN SISTEMA DI ARRESTO CADUTA È SEMPRE COMPOSTO DA TRE ELEMENTI BASILARI: - ANCORAGGIO - COLLEGAMENTO - IMBRACATURA SISTEMI DI ARRESTO CADUTA UN SISTEMA DI ARRESTO CADUTA È SEMPRE COMPOSTO DA TRE ELEMENTI BASILARI: - ANCORAGGIO - COLLEGAMENTO - IMBRACATURA Prima dell uso occorre predisporre una procedura per il recupero

Dettagli

CATALOGO. Global Safety S.r.l. Anticaduta

CATALOGO. Global Safety S.r.l. Anticaduta CATALOGO Global Safety S.r.l. Via Commercio, 2 15068 Pozzolo Formigaro (AL) Tel: 0143-1437124 Fax: 0143-1437119 info@globalsafetysrl.com www. globalsafetysrl.com P.I. 02386530063 Anticaduta Normative EN

Dettagli

Seminario Tecnico. Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza

Seminario Tecnico. Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza Seminario Tecnico Le cadute dall'alto: una priorità per la sicurezza 27 febbraio 2014 Confindustria Marche Sala Tacconi Via Filonzi 11 Ancona In collaborazione con: 2 Seminario Tecnico Le cadute dall'alto:

Dettagli

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni

I LAVORI IN QUOTA. Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008. I Dispositivi di Protezione Individuale. Problematiche e soluzioni Expo Edilizia - Roma, 14 novembre 2008 I LAVORI IN QUOTA I Dispositivi di Protezione Individuale Problematiche e soluzioni Luigi Cortis via di Fontana Candida 1, 00040 Monte Porzio Catone (Roma) telefono

Dettagli

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI) CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (DPI) CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Servizio Antincendi e Protezione Civile Via Secondo da Trento, 2-38100 Trento Tel. 0461/492310 - Fax 492315 Osservatorio sugli Infortuni dei Vigili del Fuoco Documento n. 2/2007 maggio 2007 DISPOSITIVI

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA DISPOSITIVI ANTICADUTA 198 Normativa NORME EUROPEE La legislazione europea specifica che i principi generali di prevenzione devono essere applicati da ogni datore di lavoro che impiega personale che lavora

Dettagli

COPERTURE: LUOGHI DI LAVORO?

COPERTURE: LUOGHI DI LAVORO? COPERTURE: LUOGHI DI LAVORO? FASE DI LAVORO: MANUTENZIONE IMPIANTI EDIFICI e COPERTURE ELEMENTI CONDIZIONANTI EDIFICI e COPERTURE ELEMENTI CONDIZIONANTI OBIETTIVO MANUTENZIONI IN SICUREZZA ELABORATO TECNICO

Dettagli

Sistemi di protezione individuale dalle cadute

Sistemi di protezione individuale dalle cadute Sistemi di protezione individuale dalle cadute Quaderni Tecnici per i cantieri temporanei o mobili Edizione 2014 Pubblicazione realizzata da INAIL Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli

Dettagli

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO LAVORI IN QUOTA: I SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO l dilucarossi, Ricercatore, Dipartimento Tecnologie di Sicurezza, ex-ispesl Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con il Pubblico

Dettagli

Cinture e cordini per il posizionamento sul lavoro Cinture con cosciali

Cinture e cordini per il posizionamento sul lavoro Cinture con cosciali DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO EN 341 Dispositivi di discesa EN 353-1 Dispositivi anticaduta di tipo guidato su una linea di ancoraggio rigida EN 353-2 Dispositivi anticaduta

Dettagli

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

LINEA GUIDA. Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi di protezione individuale contro le CADUTE DALL ALTO SISTEMI DI ARRESTO CADUTA LINEA GUIDA Per la scelta, l uso e la manutenzione di dispositivi

Dettagli

AT-100 DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO A NORMA UNI EN 795 A2

AT-100 DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO A NORMA UNI EN 795 A2 A NORMA UNI EN 795 A2 Uso e manutenzione Dichiarazione di conformità Relazione di calcolo degli elementi di fissaggio Istruzioni di montaggio Anticaduta Mistral Srl Corso Marconi 25-10125 TORINO tel: 011.6509102

Dettagli

ing. Maurizio De Napoli SPISAL ULSS 9

ing. Maurizio De Napoli SPISAL ULSS 9 CRITERI DI SCELTA E USO DEI DPI: IMBRACATURE E ELMETTI Treviso, 11 Marzo 2015 ing. Maurizio De Napoli SPISAL ULSS 9 www.ulss.tv.it INTRODUZIONE Per prima cosa è necessario valutare se sia possibile eliminare

Dettagli

SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE

SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE SINTESI NORMA UNI EN 795:2002 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA DALL ALTO PER LE COPERTURE I DISPOSITIVI ANTICADUTA DALLE COPERTURE SONO SOTTOPOSTI ALLA NORMA UNI EN 795:2002 La norma UNI EN 795:2002

Dettagli

Sommario. Telecomunicazioni e Aziende di pubblica utilità 40. Potatura alberi 54. Accesso tecnico e Salvataggio 62. Formazione 73.

Sommario. Telecomunicazioni e Aziende di pubblica utilità 40. Potatura alberi 54. Accesso tecnico e Salvataggio 62. Formazione 73. ANTICADUTA 2008 Sommario Miller by Sperian Sinonimo di qualità 3 Concetti base della protezione anticaduta 4 Concetti base dei sistemi 4 Normativa sulla protezione anticaduta 6 Caratteristiche fondamentali

Dettagli

PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO

PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO PREVENIRE LE CADUTE DALL ALTO Gemona del Friuli, 23 maggio 2012 Dott.ssa Francesca Piva Tecnico della Prevenzione A.S.S. n. 3 Alto Friuli CLASSIFICAZIONE COPERTURE CLASSIFICAZIONE COPERTURE TIPOLOGIA Fortemente

Dettagli

Metodi di scalata, accesso, spostamento, posizionamento sul posto di lavoro in quota. Metodi di soccorso in quota

Metodi di scalata, accesso, spostamento, posizionamento sul posto di lavoro in quota. Metodi di soccorso in quota Metodi di scalata, accesso, spostamento, posizionamento sul posto di lavoro in quota. Metodi di soccorso in quota Gennaio 2015 ELETTRODOTTI AEREI Metodi di Scalata, Accesso, Spostamento, Posizionamento

Dettagli

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano N. 2/2015 LINEE VITA: MODULISTICA E NORMATIVA Disposizione tecnico organizzativa (DTO 2/2015) 1 (ai sensi dell articolo 7/III

Dettagli

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI

CADUTA DALL ALTO E LINEE VITA LA LEGGE PAROLARI CORSO DI AGGIORNAMENTO PER LA FORMAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI IN MATERIA DI SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI ALLA LUCE DELL ENTRATA IN VIGORE DEL NUOVO TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.Lgs. 9 aprile

Dettagli

RISCHIO CADUTA DALL ALTO

RISCHIO CADUTA DALL ALTO MICHELE SANGINISI RISCHIO CADUTA DALL ALTO DAI PONTEGGI METALLICI FISSI @ SERVIZI GRATUITI ON LINE Questo libro dispone dei seguenti servizi gratuiti disponibili on line: filodiretto con gli autori le

Dettagli

LINEA GUIDA. Montaggio, smontaggio, trasformazione PONTEGGI

LINEA GUIDA. Montaggio, smontaggio, trasformazione PONTEGGI LINEA GUIDA Per l esecuzione di lavori temporanei in quota con l impiego di sistemi di accesso e posizionamento mediante ponteggi metallici fissi di facciata Montaggio, smontaggio, trasformazione PONTEGGI

Dettagli

Cinture di sicurezza

Cinture di sicurezza Cinture di sicurezza Sommario Principi di sicurezza delle persone Dissipazione dell energia cinetica Dispositivi di protezione individuale (DPI) anticaduta 5. Imbracatura per il corpo 5. Cinture di posizionamento

Dettagli

Progettazione, Verifica e Calcolo dei Sistemi Anticaduta

Progettazione, Verifica e Calcolo dei Sistemi Anticaduta Progettazione, Verifica e Calcolo dei Sistemi Anticaduta (concetti di caduta libera, caduta limitata, contenuta, trattenuta spazio libero di caduta effetto pendolo punti deviazione caduta - relazione di

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione. Corso di aggiornamento per Coordinatori della sicurezza da 40 ore Modulo 2

Dipartimento di Prevenzione. Corso di aggiornamento per Coordinatori della sicurezza da 40 ore Modulo 2 Dipartimento di Prevenzione Struttura Complessa P.S.A.L. Via Collodi 13-17100 Savona Direttore dott. Angelo SERGI Corso di aggiornamento per Coordinatori della sicurezza da 40 ore Modulo 2 la figura del

Dettagli

Dispositivi di protezione individuale anticaduta

Dispositivi di protezione individuale anticaduta Dispositivi di protezione individuale anticaduta Sommario 1 Principi di sicurezza 3 2 Dissipazione dell energia cinetica 4 3 Dispositivi di protezione individuale (DPI) anticaduta 5 3.1 Imbracature anticaduta

Dettagli

SCHEDE di RIFERIMENTO. Per la Progettazione o per la Formazione su:

SCHEDE di RIFERIMENTO. Per la Progettazione o per la Formazione su: SCHEDE di RIFERIMENTO Per la Progettazione o per la Formazione su: Definizioni Titolo Scheda nr. Scheda Criteri Progettuali Criteri Generali Percorsi di Accesso Transito ed Esecuzione dei Lavori in Copertura

Dettagli

Per installare una parabola su un tetto oppure su superfici

Per installare una parabola su un tetto oppure su superfici Tractel Italiana www.tractel.edilio.it SICUREZZA Sistemi anticaduta per lavori in quota Per installare una parabola su un tetto oppure su superfici non protette, la cui altezza dal suolo è maggiore di

Dettagli

Protezione anticaduta

Protezione anticaduta Honeywell Safety Products Protezione anticaduta I Lavoro in quota significa qualsiasi attività svolta in un ambiente nel quale, in assenza di precauzioni, il lavoratore può cadere procurandosi gravi lesioni

Dettagli

ISPESL ISTITUTO SUPERIORE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA DEL LAVORO Dipartimento Tecnologie di Sicurezza

ISPESL ISTITUTO SUPERIORE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA DEL LAVORO Dipartimento Tecnologie di Sicurezza ISPESL ISTITUTO SUPERIORE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA DEL LAVORO Dipartimento Tecnologie di Sicurezza PER L ESECUZIONE DI LAVORI TEMPORANEI IN QUOTA CON L IMPIEGO DI SISTEMI DI ACCESSO E POSIZIONAMENTO

Dettagli

CORSO per LAVORATORI ADDETTI ai SISTEMI di ACCESSO e POSIZIONAMENTO mediante FUNI. A cura di

CORSO per LAVORATORI ADDETTI ai SISTEMI di ACCESSO e POSIZIONAMENTO mediante FUNI. A cura di CORSO per LAVORATORI ADDETTI ai SISTEMI di ACCESSO e POSIZIONAMENTO mediante FUNI A cura di Legge 2 gennaio 1989, n. 6 Ordinamento della professione di Guida Alpina È Guida Alpina chi svolge professionalmente

Dettagli

Cinture e cordini per il posizionamento sul lavoro Cinture con cosciali

Cinture e cordini per il posizionamento sul lavoro Cinture con cosciali DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO EN 341 Dispositivi di discesa EN 353-1 Dispositivi anticaduta di tipo guidato su una linea di ancoraggio rigida EN 353-2 Dispositivi anticaduta

Dettagli

Descrizione Copertura:

Descrizione Copertura: Soluzioni Progettuali Scheda: SP09 Rev: 09/07/2009 9.47.00 Pagina 1/8 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA CON PIANTA AD L E PADIGLIONE Nuova Esistente Praticabile Non Praticabile Si tratta

Dettagli

METTIAMO IN SICUREZZA LA TUA LIBERTÀ DI AZIONE

METTIAMO IN SICUREZZA LA TUA LIBERTÀ DI AZIONE METTIAMO IN SICUREZZA LA TUA LIBERTÀ DI AZIONE Sempre più persone si affidano ai prodotti Trentino Sicurezza per la prevenzione delle cadute dall alto. Quando le condizioni di lavoro presentano un rischio

Dettagli

La scelta delle attrezzature nella gestione del rischio di caduta dall alto. ing. PASTA NICOLA

La scelta delle attrezzature nella gestione del rischio di caduta dall alto. ing. PASTA NICOLA La scelta delle attrezzature nella gestione del rischio di caduta dall alto ing. PASTA NICOLA Quale approccio alla gestione del rischio di caduta dall alto alto D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. - Art. 15 Le misure

Dettagli

Gestione del rischio di caduta LAVORO IN QUOTA. www.ciprianobortolato.it. www.ciprianobortolato.it HOME HOME

Gestione del rischio di caduta LAVORO IN QUOTA. www.ciprianobortolato.it. www.ciprianobortolato.it HOME HOME 1 Gestione del rischio di caduta LAVORO IN QUOTA 2 Identificazione dei pericoli STRUTTURE O IMPIANTI CHE DEVONO ESSERE COSTRUITI O INSTALLATI, DEMOLITI O SMANTELLATI, ISPEZIONATI, TESTATI, MANTENUTI, RIPARATI

Dettagli

Modello: linea vita temporanea 2 operatori. Norma: EN 795 B CODICE: 0840112

Modello: linea vita temporanea 2 operatori. Norma: EN 795 B CODICE: 0840112 UNI EN 795:2012 Dispositivo di ancoraggio con uno o più punti di aggancio / ancoraggio fissi, senza la necessità di un ancoraggio strutturale o elemento di fissaggio per essere solidale alla struttura

Dettagli

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture ATTI Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture Venerdì 24 giugno In partnership con Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

Dettagli

Schede tecniche per lavoro su funi

Schede tecniche per lavoro su funi Schede tecniche per lavoro su funi Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, marzo 2008 pag 1 Scheda : 0 PRINCIPI GENERALI: lavori

Dettagli

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO

I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO Federico Genovesi Pierfrancesco Miniati I FONDAMENTALI DI UN CORRETTO IMPIANTO DI ANCORAGGIO I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale,

Dettagli

CENTRO DI FORMAZIONE e CONSULENZA PER I LAVORI IN QUOTA

CENTRO DI FORMAZIONE e CONSULENZA PER I LAVORI IN QUOTA PER I LAVORI IN QUOTA PER I LAVORI IN QUOTA...1 CHI SIAMO...2 FORMAZIONE PERCHE...2 La nostra idea di Formazione...2 Cosa dice la legge in Italia...2 COSA OFFRIAMO: corsi e consulenza...3 CORSI DPI ANTICADUTA...4

Dettagli

FASCICOLO TECNICO - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA

FASCICOLO TECNICO - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA FASCICOLO TECNICO - RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Progetto dispositivi permanenti anticaduta su copertura Ai sensi della Legge Regionale Liguria del 15/02/2010 n 5 Pagina 1 Il presente documento è di

Dettagli

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Dgr Veneto n. 97 del 31 gennaio 2012

RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Dgr Veneto n. 97 del 31 gennaio 2012 RELAZIONE TECNICA ILLUSTRATIVA Dgr Veneto n. 97 del 31 gennaio 2012 COMMITTENTE: UNIONE DEI COMUNI DEL MEDIO BRENTA Viale della Costituzione, 3 35010 Cadoneghe (PD) tipologia intervento Per i lavori di:

Dettagli

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica

Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Laboratorio di sicurezza degli impianti industriali Docente: Prof. Ing. Lorenzo Fedele Il rischio di caduta dall alto: dalla prevenzione/protezione all edilizia acrobatica Andrea Spaziani 1318099 A. A.

Dettagli

UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio

UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio UNI EN 795: Protezione contro le cadute dall alto. Requisiti e prove dei dispositivi di ancoraggio Ing. Salvatore LEANZA 22 Giugno 2012 - Fondazione Ordine degli Ingegneri - Catania UNI EN 795:2002 TITOLO

Dettagli

DEFINIZIONE di D.P.I.

DEFINIZIONE di D.P.I. DEFINIZIONE di Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA UNI EN 353 settembre 2003 Dispositivi di protezione individuale contro le cadute dall alto Dispositivi anticaduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio flessibile La presente norma è la

Dettagli

Dispositivi di tipo guidato per funi e cavi

Dispositivi di tipo guidato per funi e cavi Dispositivi di tipo guidato per funi e cavi Leggeri, sperimentati sul campo, in acciaio inox, automatici o manuali, per fune o cavo, i dispositivi di tipo guidato evitano che gli operatori possano cadere

Dettagli

Ente Scuola Edile Taranto LAVORI IN QUOTA

Ente Scuola Edile Taranto LAVORI IN QUOTA Ente Scuola Edile Taranto LAVORI IN QUOTA LAVORI IN QUOTA Attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile. (art.107

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici

Le problematiche di sicurezza per l allestimento del cantiere per l installazione degli impianti fotovoltaici Seminario Tecnico GLI IMPIANTI FOTOVOLTAICI Aggiornamenti legislativi, Problematiche tecniche, Problematiche di installazione, Rapporti con gli enti Le problematiche di sicurezza per l allestimento del

Dettagli

IO NON CI ASCO. terza edizione

IO NON CI ASCO. terza edizione IO NON CI ASCO terza edizione IO NON CI CASCO Manuale operativo per chi lavora in altezza Terza edizione Regione Veneto-Azienda U.L.S.S. 15 Alta Padovana Dipartimento di Prevenzione - Servizio Prevenzione

Dettagli

MANUALE OPERATIVO PER CHI LAVORA IN ALTEZZA

MANUALE OPERATIVO PER CHI LAVORA IN ALTEZZA Regione del Veneto DIREZIONE PER LA PREVENZIONE Azienda U.L.S.S. 15 Alta Padovana Regione del Veneto MANUALE OPERATIVO PER CHI LAVORA IN ALTEZZA Piano Regionale Amianto del Veneto IO NON CI CASCO Manuale

Dettagli

Manuale pratico sull uso dei D.P.I di I, II, III categoria. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE

Manuale pratico sull uso dei D.P.I di I, II, III categoria. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE kiker Manuale pratico sull uso dei D.P.I di I, II, III categoria Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE SEGNALETICA DI SICUREZZA In prossimità di zone di rischio deve essere

Dettagli

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE Servizio di Prevenzione e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro La progettazione degli edifici e della sicurezza integrazione del regolamento locale di igiene OBIETTIVO: introdurre

Dettagli

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini

Linee Vita. Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010. M.EN.S. Engineering. Dott. Ing. Corrado Giromini M.EN.S. Engineering Dott. Ing. Corrado Giromini Sistemi Anticaduta dall Alto Linee Vita Progettazione ed Posa in Opera D.Lgs.81/08 e s.m.i. L.R.5/2010 M.EN.S. Engineering Sommario Normativa D.Lgs.81/08

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali

LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali Fin Group LINEE VITA Ancoraggi e linee di ancoraggio flessibili orizzontali Prodotti Conformi a UNI EN 795 FIN GROUP S.R.L. Divisione Commerciale Via Sentieri 44 24050 Cividate al Piano (BG) Tel. +39 0363

Dettagli

SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA

SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA SICUREZZA IN CANTIERE PER I LAVORATORI CHE OPERANO IN QUOTA Sistemi di protezione collettivi ed individuali con riferimento alle normative europee UNI EN 13374 e UNI EN 795. I lavori in quota possono esporre

Dettagli

SOLUZIONI PROGETTUALI. Criteri progettuali per un percorso, accesso e transito in sicurezza in una copertura

SOLUZIONI PROGETTUALI. Criteri progettuali per un percorso, accesso e transito in sicurezza in una copertura SOLUZIONI PROGETTUALI Criteri progettuali per un percorso, accesso e transito in sicurezza in una copertura PERCORSO INTERNO Percorso interno di accesso alla copertura 41 Copertura a capanna L ACCESSO

Dettagli

LINEE VITA Redatto da geom. Anna Maria Macchi Giugno 2011

LINEE VITA Redatto da geom. Anna Maria Macchi Giugno 2011 LINEE VITA Redatto da geom. Anna Maria Macchi Giugno 2011 Lo scopo di un sistema ANTICADUTA é quello di consentire che il lavoro da svolgere in copertura sia eseguito in SICUREZZA. La "linea vita" è normalmente

Dettagli

La Catena di Assicurazione (CdA)

La Catena di Assicurazione (CdA) La Catena di Assicurazione (CdA) Agenda: Richiami di fisica I materiali che compongono la CdA Ancoraggi e soste Tecniche di assicurazione Cos e È l insieme degli elementi che permettono, in caso di caduta,

Dettagli

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CATALOGO

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CATALOGO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE CATALOGO indice pag 2 pag 4 pag 8 pag 21 pag 32 pag 39 pag 46 pag 49 pag 56 pag 59 pag 62 Definizioni Kit Imbracature Cordini Dispositivi retrattili Connettori Elmetti

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA Legge Regionale 3 gennaio 2005, n. 1 - articolo 82, comma 16 Decreto del Presidente della Giunta Regionale 18 dicembre 2013, n. 75/R Regolamento di attuazione dell articolo

Dettagli

LAVORO IN QUOTA: DEFINZIONE

LAVORO IN QUOTA: DEFINZIONE LAVORI IN ALTEZZA - NORME DI RIFERIMENTO D.Lgs 81/2008 e s.m.i. In particolare Titolo IV Cantieri temporanei o mobili Capo II Norme per la prevenzione sul lavoro nelle costruzioni e nei lavori in quota

Dettagli

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA art. 5 del DPGR del 23.11.2005 n.62/r

ELABORATO TECNICO DELLA COPERTURA art. 5 del DPGR del 23.11.2005 n.62/r ALLEGATO alla seguente pratica: Denuncia inizio attività Richiesta Permesso di costruire Variante con sospensione lavori Variante senza sospensione lavori (art.142 L.R. 01/05) Istanza di sanatoria (art.140

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E CONTESTUALE APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI

PROVINCIA DI VENEZIA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E CONTESTUALE APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI CAMPAGNA LUPIA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE E CONTESTUALE APPROVAZIONE DEL PROGETTO DI NUOVO IMPIANTO DI TRATTAMENTO E RECUPERO DI RIFIUTI SPECIALI

Dettagli

DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO MOBILE CON CONTRAPPESI A NORMA UNI EN 795 CLASSE E ART. NIM200

DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO MOBILE CON CONTRAPPESI A NORMA UNI EN 795 CLASSE E ART. NIM200 Manuale DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO MOBILE CON CONTRAPPESI A NORMA UNI EN 795 CLASSE E ART. NIM200 2 EDIZIONE APRILE 2012 Indice SOMMARIO CLASSIFICAZIONE DEI DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO Principi generali Scopo

Dettagli

SISTEMA DI SICUREZZA ACCREDITATO INSERTI QUALITÀ. Sistema anticaduta. a rapido innesto

SISTEMA DI SICUREZZA ACCREDITATO INSERTI QUALITÀ. Sistema anticaduta. a rapido innesto SISTEMA DI SICUREZZA 127 ACCREDITATO INSERTI QUALITÀ Sistema anticaduta a rapido innesto 128 Sistema anticaduta a rapido innesto Rurefast è il sistema sviluppato e brevettato da Ruredil in ottemperanza

Dettagli

Rischio di caduta: Dispositivo di protezione individuale (DPI) Manuale per dipendenti e lavoratori

Rischio di caduta: Dispositivo di protezione individuale (DPI) Manuale per dipendenti e lavoratori Rischio di caduta: Dispositivo di protezione individuale (DPI) Manuale per dipendenti e lavoratori Introduzione In Svizzera si verificano ogni anno 9.000 incidenti professionali che portano in media a

Dettagli

Arch. R.Angioni Riproduzione Vietata 0

Arch. R.Angioni Riproduzione Vietata 0 La Normativa Tecnica sistemi anticaduta I DPI UNI EN 353 354 355 360 361 DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO: UNI EN 517: Ganci di sicurezza da tetto UNI EN 795: Sistemi di ancoraggio Riproduzione Vietata 0 LA QUALIFICAZIONE

Dettagli

Da: atto unico Europeo del 1985(nuovo approccio)

Da: atto unico Europeo del 1985(nuovo approccio) Note Tecniche riguardanti la progettazione installazione ed uso di punti d ancoraggio fissi e mobili sulle coperture - Da: atto unico Europeo del 1985(nuovo approccio) Art.100 A :regolamenta il libero

Dettagli

SISTEMI ANTICADUTA EN 795 MANUALE D INSTALLAZIONE TIRANTE SOTTOTEGOLA SU TETTI INCLINATI CT.CA.06.A2

SISTEMI ANTICADUTA EN 795 MANUALE D INSTALLAZIONE TIRANTE SOTTOTEGOLA SU TETTI INCLINATI CT.CA.06.A2 SISTEMI ANTICADUTA EN 795 MANUALE D INSTALLAZIONE TIRANTE SOTTOTEGOLA SU TETTI INCLINATI CT.CA.06.A2 Cividate al Piano (BG) - Gennaio 2013 INDICE: 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODUTTORE...4 2 IMMAGINE TIRANTE

Dettagli

scheda n. 75 Tessera di riconoscimento per i soggetti di cui all art. 21

scheda n. 75 Tessera di riconoscimento per i soggetti di cui all art. 21 scheda n. 75 Tessera di riconoscimento per i soggetti di cui all art. 21 Titolo I art. 60 componenti dell impresa familiare; lavoratori autonomi; coltivatori diretti del fondo; soci delle società operanti

Dettagli

Linee guida per lavori in quota e PiMUS

Linee guida per lavori in quota e PiMUS Linee guida per lavori in quota e PiMUS Manuale dei pompieri di Torino 1827 Tecniche e materiali per i lavori in quota nell attività di soccorso, quadro didattico ANVVFC,, Presidenza Nazionale, settembre

Dettagli

Dispositivi di protezione individuale

Dispositivi di protezione individuale Dispositivi di protezione individuale KIT IMBRACATURE CORDINI ELMETTI SISTEMI RETRATTILI CONNETTORI PRIMO SOCCORSO SISTEMI DI ANCORAGGIO PROVVISORI SOLLEVAMENTO IMBRACATURE HI-TECH VARIE PUNTI D ANCORAGGIO

Dettagli

Descrizione Copertura:

Descrizione Copertura: Soluzioni Progettuali Scheda: SP18 Rev: 20/10/2009 12.33.00 Pagina 1/1 Descrizione Copertura: STATO DI FATTO COPERTURA A VOLTA a bassa pendenza (inferiore a 15 ) con annesso a copertura PIANA Nuova Esistente

Dettagli

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA PER MONTARE I PREFABBRICATI IN SICUREZZA

I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA PER MONTARE I PREFABBRICATI IN SICUREZZA I DISPOSITIVI DI PROTEZIONE COLLETTIVA PER MONTARE I PREFABBRICATI IN SICUREZZA l di Luca Rossi ricercatore Dipartimento Tecnologie di Sicurezza- ex ISPESL Osservatorio a cura dell Ufficio Relazioni con

Dettagli

M.TERMOLATTONERIA SISTEMA DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO. Ubicazione edificio: VIA SAN MARTINO N.14/B TURATE CO

M.TERMOLATTONERIA SISTEMA DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO. Ubicazione edificio: VIA SAN MARTINO N.14/B TURATE CO M.TERMOLATTONERIA SISTEMA DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO COMMITTENTE : NORD EDIL SRL VIA SAN MARTINO N.14/B TURATE CO Ubicazione edificio: VIA SAN MARTINO N.14/B TURATE CO SARONNO 12-12-2014

Dettagli

'Scale con sistema di ancoraggio'

'Scale con sistema di ancoraggio' AM.SA s.r.l. Telefono 011 22.22.227 Fax 011 26.25.755 E-mail info@am-sa.it Sito www.am-sa.it Manuale di posa, uso e manutenzione 'Scale con sistema di ancoraggio' DISPOSITIVO DI ANCORAGGIO CONFORME ALLA

Dettagli

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA E LE CADUTE DALL ALTO In Italia le cadute dall alto costituiscono il tipo di infortunio più frequente e con esito quasi sempre drammatico (inabilità

Dettagli

PROGRAMMA LINEE VITA

PROGRAMMA LINEE VITA PROGRAMMA LINEE VITA Cosa sono le linee vita Pighi I DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO CHE SALVANO LA VITA Cosa sono i dispositivi di sicurezza Un dispositivo di ancoraggio permette a qualunque operatore di operare

Dettagli

Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure

Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure Seminario su linee vita: normative, tecniche e procedure Fascicolo dell opera (D.Lgs. 81/08 art.91 All. XVI) elaborato tecnico e grafico della copertura relazione tecnica illustrativa fascicolo del sistema

Dettagli

LA CATENA DI ASSICURAZIONE. Lezione a cura di Torrini Andrea

LA CATENA DI ASSICURAZIONE. Lezione a cura di Torrini Andrea LA CATENA DI ASSICURAZIONE Lezione a cura di Torrini Andrea PARLEREMO IN QUESTA LEZIONE DI: Significato di CATENA DI ASSICURAZIONE Dimensionamento della CATENA DI ASSICURAZIONE Forza di Arresto Fattore

Dettagli

SPAZI CONFINATI ACCESSO E SALVATAGGIO IN. Decreto Legislativo 81/08 - DPR 177 14 settembre 2011

SPAZI CONFINATI ACCESSO E SALVATAGGIO IN. Decreto Legislativo 81/08 - DPR 177 14 settembre 2011 ACCESSO E SALVATAGGIO IN SPAZI CONFINATI Decreto Legislativo 81/08 - DPR 177 14 settembre 2011 Immagini fotografiche sull uso del treppiedetractel Tracpode tratte da corsi di formazione ed addestramento

Dettagli

LA SICUREZZA in COPERTURA

LA SICUREZZA in COPERTURA INCONTRI TECNICI Progettazione, tecniche e materiali 08 giugno 2011 LA SICUREZZA in COPERTURA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI SISTEMI ANTICADUTA IN COPERTURA Relatori: Ing. Cosimo Chines Ing. Stefano

Dettagli

Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nei lavori in quota nelle costruzioni.

Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nei lavori in quota nelle costruzioni. Arezzo, 23 settembre 2011 Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nei lavori in quota nelle costruzioni. Analisi delle novità legislative. Esperienze e modalità di applicazione. ATLAS è azienda

Dettagli

La tua sicurezza prima di tutto

La tua sicurezza prima di tutto La tua sicurezza prima di tutto I II DEFINIZIONI Punto di ancoraggio Punto su un sistema di ancoraggio in cui è previsto il collegamento con il dispositivo di protezione individuale anticaduta. Dispositivo

Dettagli

ANTICADUTA GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE ATEX GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE SISTEMI RIGIDI E SU FUNE CERTIFICATI PER SPAZI INCLINATI

ANTICADUTA GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE ATEX GUIDA RIGIDA ORIZZONTALE SISTEMI RIGIDI E SU FUNE CERTIFICATI PER SPAZI INCLINATI ANTICADUTA SCALA ANTICADUTA SKYTAC Utilizzo: accesso in quota o in profondità. Con pioli o senza per scala esistente, installabile su qualsiasi tipo di struttura (torri, tralicci, edifici, pali). Caratteristiche:

Dettagli

LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA

LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA LINEEDIVITA CRITERI DI SCELTA Si tratta di dispositivi di ancoraggio flessibili e rigidi orizzontali, costituiti generalmente da cavi metallici (esecuzione fissa), tessili (esecuzione temporanea) oppure

Dettagli

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA

LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA UNI EN 795 - SISTEMI ANTICADUTA - DPI LINEE VITA QUALITÀ, TECNOLOGIA E INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLA SICUREZZA LINEE VITA E LE CADUTE DALL ALTO In Italia le cadute dall alto costituiscono il

Dettagli

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita

Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Sicurezza nei lavori in quota linee Vita Enrico Bernardi e Michele Cannata www.anticaduta.com* Le necessità di manutenzione oppure di accesso a vario titolo ad una coperutra determinano importanti problemi

Dettagli

Dispositivi di protezione individuale

Dispositivi di protezione individuale Dispositivi di protezione individuale KIT IMBRACATURE CORDINI ELMETTI DISPOSITIVI RETRATTILI CONNETTORI PRIMO SOCCORSO SISTEMI DI ANCORAGGIO PROVVISORI catalogo 2010 - seconda edizione IMBRACATURE HI-TECH

Dettagli

LAVORI IN QUOTA E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DI III CATEGORIA + INSTALLATORE QUALIFICATO DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO STRUTTURALE

LAVORI IN QUOTA E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DI III CATEGORIA + INSTALLATORE QUALIFICATO DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO STRUTTURALE CORSO DI FORMAZIONE SPECIALISTICA LAVORI IN QUOTA E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE DI III CATEGORIA + INSTALLATORE QUALIFICATO DISPOSITIVI DI ANCORAGGIO STRUTTURALE Corso tecnico formativo della

Dettagli

LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA

LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA D.Lgs.235/2003 LAVORO IN QUOTA CON FUNI LA SCELTA ED IL CORRETTO USO DEI DPI ANTICADUTA Stefano Cesari Amorini Srl - Perugia GCodina Quando si applica il D.Lgs.235/2003? Art. 3 Il presente decreto determina

Dettagli