Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa"

Transcript

1 Simonetta Fumagalli - ENEA UTTEI-SISP Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa I programmi di efficienza energetica in Europa e in Italia CORSO: RISPARMIO ENERGETICO NELL'ILLUMINAZIONE Politecnico di Milano Dipartimento di Design Milano, 31 gennaio 2014

2 ENEA e la sua mission

3 Il progetto comunitario «Buy Smart+» Buy Smart+ Acquisti verdi per prodotti eco-efficienti 18 partner da 15 Stati Membri: Germania: Berliner Energieagentur (coordinatore) Austria Bulgaria Croazia Cipro Repubblica Ceca Francia Grecia Ungheria Italia Lettonia Lituania Romania Slovenia Svezia Durata: 30 mesi (15/03/ /09/2014) Co-finanziamento comunitario/partner: ,00 / ,00

4 Obiettivi del progetto Buy Smart+ Diffondere la conoscenza e l applicazione pratica degli acquisti verdi basati sulla valutazione del Costo del Ciclo di Vita dei prodotti nella pubblica amministrazione e nel settore privato. Contribuire all armonizzazione delle procedure e degli strumenti per gli acquisti verdi. Suggerire criteri di efficienza energetica e protezione dell ambiente per l acquisto di prodotti e servizi eco-efficienti. Fornire esempi di buone pratiche e supporto al legislatore per permettere una ulteriore diffusione delle azioni di green procurement nel Paese. Migliorare la consapevolezza del risparmio energetico e della riduzione dell emissioni di CO 2 ottenibili attraverso l acquisto di beni e servizi eco-efficienti. Contribuire a migliorare l efficienza energetica in Italia e in Europa.

5 L ambiente luminoso è influenzato da Definizione di comfort luminoso Luce Condizione di soddisfazione delle esigenze di ordine visivo espresse dall utente Attività OBIETTIVI GENERALI Spazio fisico Garantire le esigenze di: Sicurezza Prestazione visiva Benessere / Fruibilità degli spazi Soggetto rielaborato da L.Blaso - ENEA COMFORT VISIVO

6

7 Impianti efficienti con prodotti efficienti? C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? E la ricerca cosa sta facendo?

8 Ecodesign trascina il mercato verso prodotti più efficienti requisiti minimi - di efficienza, funzionalità, informazioni di prodotto... per l'immissione sul mercato dei nuovi prodotti Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura Energetica spinge il verso prodotti più efficienti classifica i prodotti del mercato sulla base di caratteristiche energetiche dà un criterio di scelta ai potenziali compratori e quindi indirizza verso scelte consapevoli

9 In Europa: efficienza energetica, etichettatura &C Impianti efficienti con prodotti efficienti? Eco-label 1 A+++ Strumento volontario: identifica prodotti con ridotto impatto ambientale A++ A+ A B Incentivi EU GPP Strumento volontario: promuove prodotti ecoefficienti assicurando cumunque un buon livello di competizione 6 C 7 D Ecodesign Strumento obbligatorio: definisce requisiti minimi di immissione sul mercato comunitario Categorie di Prodotto E F G Etichettatura energetica Strumento obbligatorio: confronta i prodotti sulla base dell efficienza energetica e prestazioni funzionali da M.Presutto - ENEA

10 Impianti efficienti con prodotti efficienti? Le etichette nell Unione Europea Etichette volontarie Etichette obbligatorie Etichette nazionali da M.Presutto - ENEA

11 61 paesi... Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura & efficienza energetica nel mondo > 80% popolazione mondiale da M.Presutto - ENEA fonte. IEA 2008

12 Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura & efficienza energetica nel mondo Etichette di forma e contenuto diversi Apparecchi e prodotti etichettati spesso diversi perché rispondono a bisogni diversi dei consumatori Algoritmi di calcolo dell efficienza energetica diversi e specifici per le specifiche etichette Classificazione dei modelli (migliore/peggiore) strettamente dipendente dal metodo di misura Standard (condizioni di prova) diversi per la misura del consumo energetico e degli altri parametri, legati al comportamento locale dell utente finale rielaborato da M.Presutto - ENEA

13 L etichettatura energetica comunitaria Direttiva 2010/30/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 19 maggio 2010 concernente l indicazione del consumo di energia e di altre risorse dei prodotti connessi all energia, mediante l etichettatura ed informazioni uniformi relative ai prodotti (rifusione della Direttiva 92/75/CEE) In Italia: Recepimento della Direttiva 2010/30/UE con D.Lgs 104/2012, Gazzetta Ufficiale n. 168 del 20 luglio 2012

14 L Etichetta Energetica in breve Efficienza energetica dei prodotti classificata mediante la creazione di classi di efficienza energetica Classi da A a G o da A+++ a D A (o A+++) è la più efficiente e G (o D) la meno efficiente L etichetta contiene inoltre informazioni su caratteristiche tecniche (per es: volumi dei frigoriferi) prestazioni funzionali (per es: efficienza di centrifuga per le lavatrici) La classificazione è rivista quando: una quota importante di prodotti sul mercato appartiene alle due migliori classi di efficienza energetica e sono possibili risparmi aggiuntivi attraverso un ulteriore differenziazione dei prodotti se i prodotti sono quasi tutti nella stessa classe, l'utente finale non è più aiutato nelle scelte se non c'è possibilità di risparmi aggiuntivi, non ha senso la revisione C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? ATTENZIONE: Non tutte le classi sono popolate per effetto dei requisiti di ecodesign

15 Nuova etichetta energetica per le lampade Regolamento UE 874/2012* dal 1 settembre 2013 sulla confezione delle lampade i prodotti immessi sul mercato prima di tale data hanno l'etichetta vecchia nuova classificazione di efficienza energetica: da A++ a E introdotto il consumo annuo ponderato di energia [kwh/1000h] estesa l'etichetta anche a lampade che in precedenza ne erano esentate migliore efficienza energetica delle nuove tecnologie disponibili (prima era da A a G) la classificazione energetica indica se l energia consumata è utilizzata in maniera efficiente o meno, ma non fornisce un dato quantitativo di consumo aiuta ad acquisire consapevolezza e a confrontare i diversi prodotti anche in termini di consumo energetico (percezione bolletta) semplificata * Regolamento delegato (UE) N. 874/2012 della Commisione del 12 luglio 2012 che integra la Direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'etichettatura indicante il consumo di energia delle lampade elettriche e degli apparecchi di illuminazione. rielaborato da (ASSIL)

16 L etichetta energetica "vecchia" per le sorgenti luminose (direttiva 98/11/CE) Per: lampade elettriche per uso domestico alimentate direttamente dalla rete (lampade ad incandescenza e fluorescenti compatte integrali) lampade fluorescenti per uso domestico (incluse le lampade fluorescenti lineari e compatte non integrali) anche se commercializzate per uso non domestico Tra le principali eccezioni: lampade a riflettore

17 C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Esiste anche un'etichetta energetica per gli apparecchi di illuminazione? Attenzione: l etichetta per apparecchi esposti nel punto vendita esiste ma NON è l etichetta energetica degli apparecchi di illuminazione: non indica la loro efficienza energetica fornisce informazioni circa l efficienza energetica delle sorgenti luminose compatibili con l'apparecchio e/o delle lampade eventualmente già incluse nella confezione d acquisto a colori posta in prossimità dell'apparecchio stesso (visibile e identificabile come etichetta relativa a tale modello) rielaborato da (ASSIL)

18 Etichetta apparecchi illuminazione (dal 1 marzo 2014) Regolamento UE 874/2012 A. Apparecchio compatibile con lampade di tutte le classi energetiche disponibili, sostituibili direttamente dall utilizzatore finale ( ). No lampade fornite nell'imballaggio. B. Apparecchio dotato esclusivamente di moduli LED non sostituibili. C. Apparecchio dotato sia di moduli LED non sostituibili sia compatibile con lampade di classi energetiche da C a E, direttamente sostituibili dall utilizzatore finale ( ). Venduto con una lampada di classe energetica C. D. Apparecchio dotato sia di moduli LED non sostituibili sia compatibile con lampade di classi energetiche da A++ a E, direttamente sostituibili dall utilizzatore finale ( ). Venduto senza lampade.

19 Direttiva Ecodesign e Regolamenti attuativi Definisce quadro normativo generale e stabilisce regole per la definizione dei requisiti tecnici, emanati mediante regolamenti attuativi, ai quali i produttori di dispositivi dovranno attenersi, già in fase di progettazione, per incrementare l efficienza energetica e ridurre l impatto ambientale negativo dei propri prodotti durante tutto il loro ciclo di vita (produzione uso fine vita). "Directive 2009/125/EC of the European Parliament and of the Council of 21 October 2009 establishing a framework for the setting of ecodesign requirements for energyrelated products."

20 Ecodesign. Misura di esecuzione: Regolamento attuativo Immissione sul mercato e messa in servizio I prodotti oggetto di una misura di esecuzione possono essere immessi sul mercato ed in servizio solamente se ottemperano a tale misura e sono muniti di marcatura CE Regolamento: nasce da studio preparatorio, consultazione... Le misure di esecuzione devono non avere significativo impatto negativo sulla funzionalità del prodotto non avere incidenza negativa su ambiente, salute e sicurezza dell utilizzatore non avere ripercussioni negative sui consumatori a riguardo dell accessibilità economica ed il costo del ciclo di vita del prodotto non avere effetti negativi sulla competitività dell industria non imporre ai costruttori una tecnologia proprietaria non imporre oneri amministrativi eccessivi essere verificabili essere accompagnate da linee-guida...

21 Ecodesign. I regolamenti e i prodotti Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Regolamento (CE) n. 244/2009 : Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1), emendato dal Regolamento CE 859/2009. Regolamento n. 245/2009: Misura di implementazione per l illuminazione nel settore terziario, emendato dal Regolamento CE 347/2010. Regolamento n. 1194/2012: Misura di implementazione per lampade direzionali, LED e relative apparecchiature

22 Ecodesign. I prodotti e i regolamenti Lampade non direzionali per uso domestico (CFL-i, a filamento, LED) Lampade fluorescenti senza alimentatore integrato, lampade a scarica ad alta intensità e di alimentatori e apparecchi di illuminazione in grado di far funzionare tali lampade Lampade LED (Direzionali; per le Non direzionali si aggiungono dei requisiti prestazionali) Moduli LED Lampade direzionali (di tutte le tecnologie) Unità di alimentazione per lampade a filamento Unità di alimentazione per lampade LED Dispositivi di controllo per lampade (Interruttori, dimmers, sensori) Apparecchi di illuminazione per lampade a filamento, CFL-i e LED 244/ / /2012 Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato?

23 PRESTAZIONI Quanta luce fa la lampada? Efficienza energetica Resa dei colori Tonalità della luce Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? STRUTTURA Attacco lampada Forma e dimensioni Tipologia di apparecchio di illuminazione Acquisto consapevole: uso domestico TECNOLOGIA Tecnologie: Alogene, Fluorescenti compatte, LED Sistemi di regolazione/dimmer rielaborato da (ASSIL)

24 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Ecodesign Informazioni di prodotto Lampade non direzionali: regolamento 244/2009 CE Lampade direzionali: regolamento (UE) 1194/2012 Sulla confezione e sul sito a libero accesso del produttore Quanto è grande la lampada? Posso utilizzare la lampada con apparecchi o impianti di illuminazione dotati di varialuce? Quanta luce fa la lampada? Qual è la corrispondenza con le vecchie lampadine a incandescenza? Che colore avrà la luce emessa? Quanto è efficiente la lampada? La lampada contiene mercurio? Come devo comportarmi nel caso di rottura accidentale di una lampada a fluorescenza? Dove la butto? Quante volte è possibile accendere e spegnere la lampada? Quanto tempo occorre alla lampada prima di raggiungere un adeguato livello di luce emessa? Quanto durerà la lampada? Quanto è concentrata la luce emessa dalla lampada? (Solo per lampade direzionali) da (ASSIL)

25 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Lampade non direzionali da (ASSIL)

26 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Lampade direzionali da (ASSIL)

27 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Marcatura CE: marcatura obbligatoria in Europa. È la dichiarazione di rispondenza alla legislazione europea applicabile non idonea per l illuminazione ordinaria in ambienti domestici non dimmerabile Dimmerabile (esempio): si può installare in apparecchi di illuminazione muniti di varialuce o connessi ad un sistema di regolazione dell'impianto elettrico utilizzare solo in ambienti domestici Altri simboli in caso di rottura servono specifiche precauzioni. Indicato indirizzo web con informazioni su come comportarsi tubi di vetro relativamente, fragili: opportuno maneggiare per la base il prodotto deve essere smaltito separatamente per non inquinare l ambiente. Marchio obbligatorio per lampade LED e CFL Non toccare a mani nude. Il grasso della pelle può rovinare il quarzo ("vetro") riducendo la durata della lampada. Usare tessuto o foglio di carta senza toccare il vetro. non utilizzare se l'involucro esterno è rotto Il marchio ENEC garantisce la conformità ai requisiti europei di sicurezza. È rilasciato da autorevoli istituti di certificazione europei rielaborato da (ASSIL) adatta ad apparecchi privi di vetro di protezione da installare solo in apparecchi dotati di vetro di protezione

28 Vigilanza del mercato Decisione 768/2008/CE Art.1: i prodotti immessi sul mercato comunitario devono essere conformi a tutta la normativa applicabile Considerando 34: gli Stati Membri hanno la responsabilità di garantire una vigilanza forte ed efficiente del mercato sul proprio territorio e dovrebbero conferire poteri e risorse sufficienti alle proprie autorità di vigilanza del mercato Considerando 1: È necessario assicurare che i prodotti che beneficiano della libera circolazione dei beni all interno della Comunità soddisfino requisiti che offrano un grado elevato di protezione di interessi pubblici. nonché la protezione dei consumatori, la protezione dell ambiente e la sicurezza pubblica, assicurando che la libera circolazione dei prodotti non sia limitata in misura maggiore di quanto consentito ai sensi della normativa comunitaria di armonizzazione o altre norme comunitarie in materia. Di conseguenza, si dovrebbero prevedere norme sull accreditamento, la vigilanza del mercato, i controlli dei prodotti provenienti da paesi terzi e la marcatura CE Sta iniziando in Italia vigilanza del mercato su etichetta energetica di sorgenti luminose

29 Lighting Europe industry association representing leading European lighting manufacturers, national lighting associations, and companies producing materials ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, federata Confindustria ANIE a cura di ASSIL Camera Commercio Milano Scegliere la lampadina giusta: consigli pratici Scelta lampade, obblighi operatori, vigilanza e controllo, sanzioni CEI video e brochure su lampade Commissione Europea Commissione Europea Commissione Europea https://circabc.europa.eu/faces/jsp/extension/wai/ navigation/container.jsp materiale in inglese per cittadini e professionisti strudi preparatori per ecodesign vecchio ma utile, sul settore domestico

30

31 PROGETTI DI RICERCA Internazionale Europa Italia IEA VII Framework Program IEE Horizon 2020 Accordo MSE-ENEA "Ricerca di Sistema" task 50 ESOLI Energy Saving Outdoor Lighting Industria PREMIUMLIGHT Top quality energy efficient lighting for the domestic sector City

32 ACCORDO DI PROGRAMMA MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ENEA SULLA RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Illuminazione industriale 2011 Tecnologie "smart" per l'integrazione della illuminazione pubblica con altre reti di servizi energetici e loro ottimizzazione 2012-oggi Sviluppo di prodotti efficienti per l illuminazione Tecnologie per il risparmio energetico nell illuminazione pubblica Innovazione nella illuminazione pubblica: nuove tecnologie ed integrazione smart con altre reti di servizi energetici

33 AdP MSE-ENEA RdS I collaboratori universitari I principali partner I principali collaboratori Lumière Poli. Milano. Dip. Design Univ. Milano. Dip. Informatica e Comunicazione Univ. Sapienza Roma. Dip. DIAEE Univ. di Pisa Univ. Roma 3 AIDI ASSIL Comune di Marcallo con Casone INRIM Oxytech NERI Crosspoint associazioni di Comuni associazioni di ESCO provincie a altre associazioni CRIET

34 DESIGN/INTEGRATION SMART LIGHTING SMART BUILDING SMART MOBILITY Modelli SMART TOWN Rete illuminazione come struttura portante per un modello di Smart Town Prototipi / applicazioni: Smart village ENEA Casaccia (S.Maria di Galeria) L'Aquila... rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

35 L ARCHITETTURA DI RIFERIMENTO Urban Sensor Networks CITY CLOUD ENERGIA MOBILITÀ SICUREZZA AMBIENTE SOCIAL PARTICIPATION Users Users Users Users Users rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

36 Smart Lighting: predire la domanda di luce Energy on Demand Predizione della domanda di luce! Ensembling ( assemblea di reti neurali ) Qualificato su dati Terni: 3 % di errore per predire la richiesta nell ora successiva! rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

37 Programma per amministrare in modo efficiente ed efficace la luce pubblica

38 PRODOTTI LUMIERE Linee Guida - Illuminazione pubblica - Normative del settore - Mercato Energia Elettrica - Consorzi acquisto energia - Messa a norma - Piano della luce - Audit energetico E ANCHE - Modello di Audit energetico - Schema Piano della Luce - Schema Bandi di Gara - Bandi di gara bandi verdi - Esco e FTT - Finanziamenti europei - Servizio luce Consip - Fondo Kyoto Cassa DDPP - Smart city DOMANI - Sw di valutazione potenzialità energetiche - Indicazioni di Progettazione - Scheda censimento

39 Accordo di programma MISE - ENEA Ricerca di Sistema Elettrico: dal 2010 a oggi Design per urban beautification Contestualizzazione Modulo Dematerializzazione Superficie planare Multilayer Flessibilità Parassitismo Politecnico Milano Dip. Design

40 The start: historic and urban centre in a small municipality, typical italian situation: lighting performance requirements possibile photometric distributions Public spaces have to be pleasant places for people both during day and night time: therefore not only safety and functionality, but also quality, comfort, aesthetics, taking into account environment and energy savings Politecnico Milano Dip. Design

41 The classic luminaire is fragmented into modules, which may be recombined and composed different photometric curves according to specific application requirements different aestethic-formal solutions for the final luminaire Politecnico Milano Dip. Design

42 Politecnico Milano Dip. Design

43 Politecnico Milano Dip. Design

44 SPD CCT = 5013 K CRI = 71 Apparecchio stradale 12 led con ottica integrata: 1-PLUS (Cree + lenti DW) 2-PLUS (Cree + lenti DN) Dimensioni [mm]: 235x120x35 Dimensioni area luminosa [mm]: 115X165 Tipo e potenza lampada [W] 12 LED 12 W Flusso [lm]: 1100 Design: Poli. Milano Dip.Design Realizzazione: CROSSPOINT

45 Politecnico Milano Dip. Design

46 street lighting lighting of squares, frames Politecnico Milano Dip. Design bollards paths and light guide

47 Light Example. Scenario "predicting": girl going home during night Politecnico Milano Dip. Design

48 Politecnico Milano Dip. Design

49

50 Neri Crosspoint

51 Politecnico Milano Dip. Design

52 Politecnico Milano Dip. Design

53 Politecnico Milano Dip. Design

54 Distribuzione fotometrica simulata del singolo modulo (8 LEDs CREE XM-L alimentati alla corrente di 1.2 A) Politecnico Milano Dip. Design

55 Politecnico Milano Dip. Design

56 Politecnico Milano Dip. Design

57 Neri

58 Dall'ufficio STEREOTIPATO all'ufficio ANTROPIZZATO Politecnico Milano Dip. Design

59 VISIONE BENESSERE E COMFORT limitazione dell abbagliamento, resa cromatica, bianco uniforme RESPONSABILITA E SOSTENIBILITA rendimento dell apparecchio (LOR), efficienza energetica, LCA Design for Disassebling ADATTABILITA ED ESPERIENZA bianco dinamico, illuminazione regolabile, apparecchio modulare Politecnico Milano Dip. Design

60 Politecnico Milano Dip. Design

61 Politecnico Milano Dip. Design

62 Politecnico Milano Dip. Design

63 Politecnico Milano Dip. Design

64 Politecnico Milano Dip. Design

65

66 apparecchi di illuminazione con tecnologia a fosfori remoti sistema di controllo Smart dedicato per la gestione e la regolazione manuale ed automatica degli apparecchi di illuminazione. protocoolo comunicazione wireless ZigBee comunica via radio con tutti i dispositivi presenti nella sua rete sensori di presenza, fotosensori, attuatori dispositivi per regolazione e interzaione (tablet, smart phone, touch screen) monitoraggio

67 test di percezione visiva resa dei colori legata al contesto contrasto test per valutare influenza sulle capacità cognitive aspetti psicofisiologici... Università Milano Dip. Informatica Università Roma1 Sapienza Dip. DIAEE

68

69 (a) (b) (c) (d)

70 The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Union. Neither the EACI nor the European Commission are responsible for any use that may be made of the information contained therein.

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Green ProcA In pratica... acquisti verdi! Acquisti e Protezione dell Ambiente Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Apparecchiature per Ufficio www.gpp-proca.eu/it

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

Efficienza, comfort, e semplicità

Efficienza, comfort, e semplicità UM UM Efficienza, comfort, e semplicità La gamma UM offre diffusori con tecnologia MesoOptics. I vantaggi di questa tecnologia (altissima efficienza e distribuzione grandangolare della luce) uniti ad un

Dettagli

ACCENDIAMO IL RISPARMIO

ACCENDIAMO IL RISPARMIO ACCENDIAMO IL RISPARMIO PUBBLICA ILLUMINAZIONE PER LA SMART CITY Ing. Paolo Di Lecce Tesoriere AIDI Amministratore Delegato Reverberi Enetec srl LA MISSION DI REVERBERI Reverberi Enetec è una trentennale

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008)

Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Decreto 10 ottobre 2008 (G.U. Serie Generale n. 288 del 10 dicembre 2008) Disposizioni atte a regolamentare l'emissione di aldeide formica da pannelli a base di legno e manufatti con essi realizzati in

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Ministero dell'ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare PIANO D AZIONE PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE DEI CONSUMI NEL SETTORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (OVVERO PIANO NAZIONALE D AZIONE SUL

Dettagli

La luce dà emozione agli acquisti

La luce dà emozione agli acquisti Comunicato stampa La luce dà emozione agli acquisti Un nuovo supermercato Spar con illuminazione interamente LED studiata da Zumtobel Per il suo nuovo supermercato a Budapest, la catena Spar ha chiamato

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose.

Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. Capitolo 2 Caratteristiche delle sorgenti luminose In questo capitolo sono descritte alcune grandezze utili per caratterizzare le sorgenti luminose. 2.1 Spettro di emissione Lo spettro di emissione di

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015.

Approvazione del modello unico di dichiarazione ambientale per l anno 2015. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento. Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Accreditation process for abilitation/notification: experiences and criticalities 1-32 28 giugno 2013 IL QUADRO DI RIFERIMENTO Cambiano gli scenari europei Regolamento

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico

Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico Come la tecnologia può indirizzare il risparmio energetico CITTÀ, RETI, EFFICIENZA ENERGETICA CAGLIARI, 10 APRILE 2015 a cura di Fabrizio Fasani Direttore Generale Energ.it Indice 1. Scenari del mercato

Dettagli

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione UADERNI DI CONFORMA QUADERNI DI CONFORMA I QUAD n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione La riproduzione totale o parziale con qualunque mezzo di questo documento nella sua versione italiana

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

La nuova era delle città

La nuova era delle città La nuova era delle città Res Novae: il cuore intelligente della città. Res Novae Un progetto innovativo, che ricerca e sperimenta un sistema di gestione avanzata ed efficiente dei flussi energetici a livello

Dettagli

Studio sull efficienza degli edifici

Studio sull efficienza degli edifici Studio sull efficienza degli edifici Effetti dei comandi di luce e schermature antisolari sul consumo energetico di un complesso di uffici Gennaio 2012 I rilevamenti in tempo reale confermano che il risparmio

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

MIMIK 20 MIMIK 30 MADE IN ITALY

MIMIK 20 MIMIK 30 MADE IN ITALY MIMIK 2 MIMIK 3 MADE IN ITALY MIMIK 2 Serie di apparecchi a parete, per interni ed esterni, costituita da: Corpo in pressofusione di alluminio verniciato Diffusore in vetro piano temperato lavorato e serigrafato

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Informazione agli impianti di trattamento

Informazione agli impianti di trattamento dell'articolo 11, comma 1, o di conferimento gratuito senza alcun obbligo di acquisto per i RAEE di piccolissime dimensioni ai sensi dell'articolo 11, comma 3; c) gli effetti potenziali sull'ambiente e

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO

UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO UNA CITTA INTELLIGENTE per I SERVIZI AL CITTADINO FGTecnopolo S.p.A ha costituito la società Itramas FGT una joint venture internazionale con la società malese ItraMA Technology (Kuala Lumpur, Malesia),

Dettagli

Efficienza Capitale 1

Efficienza Capitale 1 Efficienza Capitale 1 Efficienza energetica, abbattimento Co2, risparmio e investimenti, controllo social PREMESSA Gli edifici pubblici devono essere i luoghi dove curare il nostro presente. Le scuole

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme?

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Introduzione Le macchine per costruzioni immesse sul mercato europeo devono rispettare le norme Ue e tutti

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici http://www.globalnetworking group.com/ Page 1 of 2 Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli Edifici Speakers

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo

Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Risorse e strumenti per l efficienza energetica nel settore marittimo Enrico Biele, FIRE Green shipping summit 2014 26 giugno 2014, Napoli Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA

FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA FARMACI DI IMPORTAZIONE PARALLELA Anna Rosa Marra, Ugo Santonastaso (Ufficio Valutazione e Autorizzazione, Agenzia Italiana del Farmaco) Cosa significa farmaco di importazione parallela Il farmaco, come

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico

Illuminotecnica. Introduzione al calcolo illuminotecnico Illuminotecnica Introduzione al calcolo illuminotecnico 1 Illuminotecnica La radiazione luminosa Con il termine luce si intende l insieme delle onde elettromagnetiche percepibili dall occhio umano. Le

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Vetri a controllo solare per una maggiore efficienza energetica

Vetri a controllo solare per una maggiore efficienza energetica Vetri a controllo solare per una maggiore efficienza energetica Come le scelte politiche potrebbero far risparmiare energia e ridurre in modo significativo le emissioni di CO2 per raggiungere gli obiettivi

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE

Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare quando si utilizza una PLE AMBIENTE LAVORO 15 Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro BOLOGNA - QUARTIERE FIERISTICO 22-24 ottobre 2014 Principali norme e buona prassi relative agli strumenti di sicurezza da attivare

Dettagli

Provincia di Belluno Attività in materia energetica

Provincia di Belluno Attività in materia energetica Provincia di Belluno Attività in materia energetica - Piano Energetico Ambientale Provinciale - Contributo Energia su PAT/PATI - Progetti europei arch. Paola Agostini Servizio pianificazione e gestione

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile Più intelligenti e più ecologici Consumare e produrre in maniera sostenibile 1 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar DOC026.57.00817 Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar Sensore radar senza contatto a canale aperto con sensore della velocità di sovraccarico opzionale MANUALE UTENTE Marzo 2011, Edizione 2 Sommario

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli