Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa"

Transcript

1 Simonetta Fumagalli - ENEA UTTEI-SISP Efficienza energetica tra ricerca e direttive in Europa I programmi di efficienza energetica in Europa e in Italia CORSO: RISPARMIO ENERGETICO NELL'ILLUMINAZIONE Politecnico di Milano Dipartimento di Design Milano, 31 gennaio 2014

2 ENEA e la sua mission

3 Il progetto comunitario «Buy Smart+» Buy Smart+ Acquisti verdi per prodotti eco-efficienti 18 partner da 15 Stati Membri: Germania: Berliner Energieagentur (coordinatore) Austria Bulgaria Croazia Cipro Repubblica Ceca Francia Grecia Ungheria Italia Lettonia Lituania Romania Slovenia Svezia Durata: 30 mesi (15/03/ /09/2014) Co-finanziamento comunitario/partner: ,00 / ,00

4 Obiettivi del progetto Buy Smart+ Diffondere la conoscenza e l applicazione pratica degli acquisti verdi basati sulla valutazione del Costo del Ciclo di Vita dei prodotti nella pubblica amministrazione e nel settore privato. Contribuire all armonizzazione delle procedure e degli strumenti per gli acquisti verdi. Suggerire criteri di efficienza energetica e protezione dell ambiente per l acquisto di prodotti e servizi eco-efficienti. Fornire esempi di buone pratiche e supporto al legislatore per permettere una ulteriore diffusione delle azioni di green procurement nel Paese. Migliorare la consapevolezza del risparmio energetico e della riduzione dell emissioni di CO 2 ottenibili attraverso l acquisto di beni e servizi eco-efficienti. Contribuire a migliorare l efficienza energetica in Italia e in Europa.

5 L ambiente luminoso è influenzato da Definizione di comfort luminoso Luce Condizione di soddisfazione delle esigenze di ordine visivo espresse dall utente Attività OBIETTIVI GENERALI Spazio fisico Garantire le esigenze di: Sicurezza Prestazione visiva Benessere / Fruibilità degli spazi Soggetto rielaborato da L.Blaso - ENEA COMFORT VISIVO

6

7 Impianti efficienti con prodotti efficienti? C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? E la ricerca cosa sta facendo?

8 Ecodesign trascina il mercato verso prodotti più efficienti requisiti minimi - di efficienza, funzionalità, informazioni di prodotto... per l'immissione sul mercato dei nuovi prodotti Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura Energetica spinge il verso prodotti più efficienti classifica i prodotti del mercato sulla base di caratteristiche energetiche dà un criterio di scelta ai potenziali compratori e quindi indirizza verso scelte consapevoli

9 In Europa: efficienza energetica, etichettatura &C Impianti efficienti con prodotti efficienti? Eco-label 1 A+++ Strumento volontario: identifica prodotti con ridotto impatto ambientale A++ A+ A B Incentivi EU GPP Strumento volontario: promuove prodotti ecoefficienti assicurando cumunque un buon livello di competizione 6 C 7 D Ecodesign Strumento obbligatorio: definisce requisiti minimi di immissione sul mercato comunitario Categorie di Prodotto E F G Etichettatura energetica Strumento obbligatorio: confronta i prodotti sulla base dell efficienza energetica e prestazioni funzionali da M.Presutto - ENEA

10 Impianti efficienti con prodotti efficienti? Le etichette nell Unione Europea Etichette volontarie Etichette obbligatorie Etichette nazionali da M.Presutto - ENEA

11 61 paesi... Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura & efficienza energetica nel mondo > 80% popolazione mondiale da M.Presutto - ENEA fonte. IEA 2008

12 Come il mercato si muove verso prodotti efficienti? Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Etichettatura & efficienza energetica nel mondo Etichette di forma e contenuto diversi Apparecchi e prodotti etichettati spesso diversi perché rispondono a bisogni diversi dei consumatori Algoritmi di calcolo dell efficienza energetica diversi e specifici per le specifiche etichette Classificazione dei modelli (migliore/peggiore) strettamente dipendente dal metodo di misura Standard (condizioni di prova) diversi per la misura del consumo energetico e degli altri parametri, legati al comportamento locale dell utente finale rielaborato da M.Presutto - ENEA

13 L etichettatura energetica comunitaria Direttiva 2010/30/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 19 maggio 2010 concernente l indicazione del consumo di energia e di altre risorse dei prodotti connessi all energia, mediante l etichettatura ed informazioni uniformi relative ai prodotti (rifusione della Direttiva 92/75/CEE) In Italia: Recepimento della Direttiva 2010/30/UE con D.Lgs 104/2012, Gazzetta Ufficiale n. 168 del 20 luglio 2012

14 L Etichetta Energetica in breve Efficienza energetica dei prodotti classificata mediante la creazione di classi di efficienza energetica Classi da A a G o da A+++ a D A (o A+++) è la più efficiente e G (o D) la meno efficiente L etichetta contiene inoltre informazioni su caratteristiche tecniche (per es: volumi dei frigoriferi) prestazioni funzionali (per es: efficienza di centrifuga per le lavatrici) La classificazione è rivista quando: una quota importante di prodotti sul mercato appartiene alle due migliori classi di efficienza energetica e sono possibili risparmi aggiuntivi attraverso un ulteriore differenziazione dei prodotti se i prodotti sono quasi tutti nella stessa classe, l'utente finale non è più aiutato nelle scelte se non c'è possibilità di risparmi aggiuntivi, non ha senso la revisione C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? ATTENZIONE: Non tutte le classi sono popolate per effetto dei requisiti di ecodesign

15 Nuova etichetta energetica per le lampade Regolamento UE 874/2012* dal 1 settembre 2013 sulla confezione delle lampade i prodotti immessi sul mercato prima di tale data hanno l'etichetta vecchia nuova classificazione di efficienza energetica: da A++ a E introdotto il consumo annuo ponderato di energia [kwh/1000h] estesa l'etichetta anche a lampade che in precedenza ne erano esentate migliore efficienza energetica delle nuove tecnologie disponibili (prima era da A a G) la classificazione energetica indica se l energia consumata è utilizzata in maniera efficiente o meno, ma non fornisce un dato quantitativo di consumo aiuta ad acquisire consapevolezza e a confrontare i diversi prodotti anche in termini di consumo energetico (percezione bolletta) semplificata * Regolamento delegato (UE) N. 874/2012 della Commisione del 12 luglio 2012 che integra la Direttiva 2010/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'etichettatura indicante il consumo di energia delle lampade elettriche e degli apparecchi di illuminazione. rielaborato da (ASSIL)

16 L etichetta energetica "vecchia" per le sorgenti luminose (direttiva 98/11/CE) Per: lampade elettriche per uso domestico alimentate direttamente dalla rete (lampade ad incandescenza e fluorescenti compatte integrali) lampade fluorescenti per uso domestico (incluse le lampade fluorescenti lineari e compatte non integrali) anche se commercializzate per uso non domestico Tra le principali eccezioni: lampade a riflettore

17 C'è un metodo condiviso per valutare l'efficienza dei prodotti? Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Esiste anche un'etichetta energetica per gli apparecchi di illuminazione? Attenzione: l etichetta per apparecchi esposti nel punto vendita esiste ma NON è l etichetta energetica degli apparecchi di illuminazione: non indica la loro efficienza energetica fornisce informazioni circa l efficienza energetica delle sorgenti luminose compatibili con l'apparecchio e/o delle lampade eventualmente già incluse nella confezione d acquisto a colori posta in prossimità dell'apparecchio stesso (visibile e identificabile come etichetta relativa a tale modello) rielaborato da (ASSIL)

18 Etichetta apparecchi illuminazione (dal 1 marzo 2014) Regolamento UE 874/2012 A. Apparecchio compatibile con lampade di tutte le classi energetiche disponibili, sostituibili direttamente dall utilizzatore finale ( ). No lampade fornite nell'imballaggio. B. Apparecchio dotato esclusivamente di moduli LED non sostituibili. C. Apparecchio dotato sia di moduli LED non sostituibili sia compatibile con lampade di classi energetiche da C a E, direttamente sostituibili dall utilizzatore finale ( ). Venduto con una lampada di classe energetica C. D. Apparecchio dotato sia di moduli LED non sostituibili sia compatibile con lampade di classi energetiche da A++ a E, direttamente sostituibili dall utilizzatore finale ( ). Venduto senza lampade.

19 Direttiva Ecodesign e Regolamenti attuativi Definisce quadro normativo generale e stabilisce regole per la definizione dei requisiti tecnici, emanati mediante regolamenti attuativi, ai quali i produttori di dispositivi dovranno attenersi, già in fase di progettazione, per incrementare l efficienza energetica e ridurre l impatto ambientale negativo dei propri prodotti durante tutto il loro ciclo di vita (produzione uso fine vita). "Directive 2009/125/EC of the European Parliament and of the Council of 21 October 2009 establishing a framework for the setting of ecodesign requirements for energyrelated products."

20 Ecodesign. Misura di esecuzione: Regolamento attuativo Immissione sul mercato e messa in servizio I prodotti oggetto di una misura di esecuzione possono essere immessi sul mercato ed in servizio solamente se ottemperano a tale misura e sono muniti di marcatura CE Regolamento: nasce da studio preparatorio, consultazione... Le misure di esecuzione devono non avere significativo impatto negativo sulla funzionalità del prodotto non avere incidenza negativa su ambiente, salute e sicurezza dell utilizzatore non avere ripercussioni negative sui consumatori a riguardo dell accessibilità economica ed il costo del ciclo di vita del prodotto non avere effetti negativi sulla competitività dell industria non imporre ai costruttori una tecnologia proprietaria non imporre oneri amministrativi eccessivi essere verificabili essere accompagnate da linee-guida...

21 Ecodesign. I regolamenti e i prodotti Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato? Regolamento (CE) n. 244/2009 : Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1), emendato dal Regolamento CE 859/2009. Regolamento n. 245/2009: Misura di implementazione per l illuminazione nel settore terziario, emendato dal Regolamento CE 347/2010. Regolamento n. 1194/2012: Misura di implementazione per lampade direzionali, LED e relative apparecchiature

22 Ecodesign. I prodotti e i regolamenti Lampade non direzionali per uso domestico (CFL-i, a filamento, LED) Lampade fluorescenti senza alimentatore integrato, lampade a scarica ad alta intensità e di alimentatori e apparecchi di illuminazione in grado di far funzionare tali lampade Lampade LED (Direzionali; per le Non direzionali si aggiungono dei requisiti prestazionali) Moduli LED Lampade direzionali (di tutte le tecnologie) Unità di alimentazione per lampade a filamento Unità di alimentazione per lampade LED Dispositivi di controllo per lampade (Interruttori, dimmers, sensori) Apparecchi di illuminazione per lampade a filamento, CFL-i e LED 244/ / /2012 Il mercato va avanti da solo da solo o è guidato?

23 PRESTAZIONI Quanta luce fa la lampada? Efficienza energetica Resa dei colori Tonalità della luce Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? STRUTTURA Attacco lampada Forma e dimensioni Tipologia di apparecchio di illuminazione Acquisto consapevole: uso domestico TECNOLOGIA Tecnologie: Alogene, Fluorescenti compatte, LED Sistemi di regolazione/dimmer rielaborato da (ASSIL)

24 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Ecodesign Informazioni di prodotto Lampade non direzionali: regolamento 244/2009 CE Lampade direzionali: regolamento (UE) 1194/2012 Sulla confezione e sul sito a libero accesso del produttore Quanto è grande la lampada? Posso utilizzare la lampada con apparecchi o impianti di illuminazione dotati di varialuce? Quanta luce fa la lampada? Qual è la corrispondenza con le vecchie lampadine a incandescenza? Che colore avrà la luce emessa? Quanto è efficiente la lampada? La lampada contiene mercurio? Come devo comportarmi nel caso di rottura accidentale di una lampada a fluorescenza? Dove la butto? Quante volte è possibile accendere e spegnere la lampada? Quanto tempo occorre alla lampada prima di raggiungere un adeguato livello di luce emessa? Quanto durerà la lampada? Quanto è concentrata la luce emessa dalla lampada? (Solo per lampade direzionali) da (ASSIL)

25 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Lampade non direzionali da (ASSIL)

26 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Lampade direzionali da (ASSIL)

27 Come si possono scegliere i prodotti da acquistare sulla base di parametri energeticiambientali? Marcatura CE: marcatura obbligatoria in Europa. È la dichiarazione di rispondenza alla legislazione europea applicabile non idonea per l illuminazione ordinaria in ambienti domestici non dimmerabile Dimmerabile (esempio): si può installare in apparecchi di illuminazione muniti di varialuce o connessi ad un sistema di regolazione dell'impianto elettrico utilizzare solo in ambienti domestici Altri simboli in caso di rottura servono specifiche precauzioni. Indicato indirizzo web con informazioni su come comportarsi tubi di vetro relativamente, fragili: opportuno maneggiare per la base il prodotto deve essere smaltito separatamente per non inquinare l ambiente. Marchio obbligatorio per lampade LED e CFL Non toccare a mani nude. Il grasso della pelle può rovinare il quarzo ("vetro") riducendo la durata della lampada. Usare tessuto o foglio di carta senza toccare il vetro. non utilizzare se l'involucro esterno è rotto Il marchio ENEC garantisce la conformità ai requisiti europei di sicurezza. È rilasciato da autorevoli istituti di certificazione europei rielaborato da (ASSIL) adatta ad apparecchi privi di vetro di protezione da installare solo in apparecchi dotati di vetro di protezione

28 Vigilanza del mercato Decisione 768/2008/CE Art.1: i prodotti immessi sul mercato comunitario devono essere conformi a tutta la normativa applicabile Considerando 34: gli Stati Membri hanno la responsabilità di garantire una vigilanza forte ed efficiente del mercato sul proprio territorio e dovrebbero conferire poteri e risorse sufficienti alle proprie autorità di vigilanza del mercato Considerando 1: È necessario assicurare che i prodotti che beneficiano della libera circolazione dei beni all interno della Comunità soddisfino requisiti che offrano un grado elevato di protezione di interessi pubblici. nonché la protezione dei consumatori, la protezione dell ambiente e la sicurezza pubblica, assicurando che la libera circolazione dei prodotti non sia limitata in misura maggiore di quanto consentito ai sensi della normativa comunitaria di armonizzazione o altre norme comunitarie in materia. Di conseguenza, si dovrebbero prevedere norme sull accreditamento, la vigilanza del mercato, i controlli dei prodotti provenienti da paesi terzi e la marcatura CE Sta iniziando in Italia vigilanza del mercato su etichetta energetica di sorgenti luminose

29 Lighting Europe industry association representing leading European lighting manufacturers, national lighting associations, and companies producing materials ASSIL Associazione Nazionale Produttori Illuminazione, federata Confindustria ANIE a cura di ASSIL Camera Commercio Milano Scegliere la lampadina giusta: consigli pratici Scelta lampade, obblighi operatori, vigilanza e controllo, sanzioni CEI video e brochure su lampade Commissione Europea Commissione Europea Commissione Europea https://circabc.europa.eu/faces/jsp/extension/wai/ navigation/container.jsp materiale in inglese per cittadini e professionisti strudi preparatori per ecodesign vecchio ma utile, sul settore domestico

30

31 PROGETTI DI RICERCA Internazionale Europa Italia IEA VII Framework Program IEE Horizon 2020 Accordo MSE-ENEA "Ricerca di Sistema" task 50 ESOLI Energy Saving Outdoor Lighting Industria PREMIUMLIGHT Top quality energy efficient lighting for the domestic sector City

32 ACCORDO DI PROGRAMMA MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ENEA SULLA RICERCA DI SISTEMA ELETTRICO Illuminazione industriale 2011 Tecnologie "smart" per l'integrazione della illuminazione pubblica con altre reti di servizi energetici e loro ottimizzazione 2012-oggi Sviluppo di prodotti efficienti per l illuminazione Tecnologie per il risparmio energetico nell illuminazione pubblica Innovazione nella illuminazione pubblica: nuove tecnologie ed integrazione smart con altre reti di servizi energetici

33 AdP MSE-ENEA RdS I collaboratori universitari I principali partner I principali collaboratori Lumière Poli. Milano. Dip. Design Univ. Milano. Dip. Informatica e Comunicazione Univ. Sapienza Roma. Dip. DIAEE Univ. di Pisa Univ. Roma 3 AIDI ASSIL Comune di Marcallo con Casone INRIM Oxytech NERI Crosspoint associazioni di Comuni associazioni di ESCO provincie a altre associazioni CRIET

34 DESIGN/INTEGRATION SMART LIGHTING SMART BUILDING SMART MOBILITY Modelli SMART TOWN Rete illuminazione come struttura portante per un modello di Smart Town Prototipi / applicazioni: Smart village ENEA Casaccia (S.Maria di Galeria) L'Aquila... rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

35 L ARCHITETTURA DI RIFERIMENTO Urban Sensor Networks CITY CLOUD ENERGIA MOBILITÀ SICUREZZA AMBIENTE SOCIAL PARTICIPATION Users Users Users Users Users rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

36 Smart Lighting: predire la domanda di luce Energy on Demand Predizione della domanda di luce! Ensembling ( assemblea di reti neurali ) Qualificato su dati Terni: 3 % di errore per predire la richiesta nell ora successiva! rielaborato da M.Annunziato (ENEA)

37 Programma per amministrare in modo efficiente ed efficace la luce pubblica

38 PRODOTTI LUMIERE Linee Guida - Illuminazione pubblica - Normative del settore - Mercato Energia Elettrica - Consorzi acquisto energia - Messa a norma - Piano della luce - Audit energetico E ANCHE - Modello di Audit energetico - Schema Piano della Luce - Schema Bandi di Gara - Bandi di gara bandi verdi - Esco e FTT - Finanziamenti europei - Servizio luce Consip - Fondo Kyoto Cassa DDPP - Smart city DOMANI - Sw di valutazione potenzialità energetiche - Indicazioni di Progettazione - Scheda censimento

39 Accordo di programma MISE - ENEA Ricerca di Sistema Elettrico: dal 2010 a oggi Design per urban beautification Contestualizzazione Modulo Dematerializzazione Superficie planare Multilayer Flessibilità Parassitismo Politecnico Milano Dip. Design

40 The start: historic and urban centre in a small municipality, typical italian situation: lighting performance requirements possibile photometric distributions Public spaces have to be pleasant places for people both during day and night time: therefore not only safety and functionality, but also quality, comfort, aesthetics, taking into account environment and energy savings Politecnico Milano Dip. Design

41 The classic luminaire is fragmented into modules, which may be recombined and composed different photometric curves according to specific application requirements different aestethic-formal solutions for the final luminaire Politecnico Milano Dip. Design

42 Politecnico Milano Dip. Design

43 Politecnico Milano Dip. Design

44 SPD CCT = 5013 K CRI = 71 Apparecchio stradale 12 led con ottica integrata: 1-PLUS (Cree + lenti DW) 2-PLUS (Cree + lenti DN) Dimensioni [mm]: 235x120x35 Dimensioni area luminosa [mm]: 115X165 Tipo e potenza lampada [W] 12 LED 12 W Flusso [lm]: 1100 Design: Poli. Milano Dip.Design Realizzazione: CROSSPOINT

45 Politecnico Milano Dip. Design

46 street lighting lighting of squares, frames Politecnico Milano Dip. Design bollards paths and light guide

47 Light Example. Scenario "predicting": girl going home during night Politecnico Milano Dip. Design

48 Politecnico Milano Dip. Design

49

50 Neri Crosspoint

51 Politecnico Milano Dip. Design

52 Politecnico Milano Dip. Design

53 Politecnico Milano Dip. Design

54 Distribuzione fotometrica simulata del singolo modulo (8 LEDs CREE XM-L alimentati alla corrente di 1.2 A) Politecnico Milano Dip. Design

55 Politecnico Milano Dip. Design

56 Politecnico Milano Dip. Design

57 Neri

58 Dall'ufficio STEREOTIPATO all'ufficio ANTROPIZZATO Politecnico Milano Dip. Design

59 VISIONE BENESSERE E COMFORT limitazione dell abbagliamento, resa cromatica, bianco uniforme RESPONSABILITA E SOSTENIBILITA rendimento dell apparecchio (LOR), efficienza energetica, LCA Design for Disassebling ADATTABILITA ED ESPERIENZA bianco dinamico, illuminazione regolabile, apparecchio modulare Politecnico Milano Dip. Design

60 Politecnico Milano Dip. Design

61 Politecnico Milano Dip. Design

62 Politecnico Milano Dip. Design

63 Politecnico Milano Dip. Design

64 Politecnico Milano Dip. Design

65

66 apparecchi di illuminazione con tecnologia a fosfori remoti sistema di controllo Smart dedicato per la gestione e la regolazione manuale ed automatica degli apparecchi di illuminazione. protocoolo comunicazione wireless ZigBee comunica via radio con tutti i dispositivi presenti nella sua rete sensori di presenza, fotosensori, attuatori dispositivi per regolazione e interzaione (tablet, smart phone, touch screen) monitoraggio

67 test di percezione visiva resa dei colori legata al contesto contrasto test per valutare influenza sulle capacità cognitive aspetti psicofisiologici... Università Milano Dip. Informatica Università Roma1 Sapienza Dip. DIAEE

68

69 (a) (b) (c) (d)

70 The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Union. Neither the EACI nor the European Commission are responsible for any use that may be made of the information contained therein.

PROGETTO SHEEP. Perché acquistare prodotti efficienti che consumano meno energia

PROGETTO SHEEP. Perché acquistare prodotti efficienti che consumano meno energia PROGETTO SHEEP Perché acquistare prodotti efficienti che consumano meno energia Premessa La presente dispensa è stata realizzata nell ambito del progetto SHEEP finanziato dal programma europeo Energie

Dettagli

2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1)

2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico (Domestic Lighting Part 1) Versione aggiornata a Marzo 2011 INDICE 1. CHE COS È LA DIRETTIVA ECO-DESIGN? 2. REGOLAMENTO (CE) N. 244/2009 DELLA COMMISSIONE Misura di implementazione per le lampade non direzionali di uso domestico

Dettagli

GREEN SCHOOL COMPETITION 3. ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO «Martini» SCUOLA PRIMARIA «Colombo» Castelfranco Veneto 21 maggio 2015

GREEN SCHOOL COMPETITION 3. ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO «Martini» SCUOLA PRIMARIA «Colombo» Castelfranco Veneto 21 maggio 2015 GREEN SCHOOL COMPETITION 3 ISTITUTO TECNICO STATALE ECONOMICO E TECNOLOGICO «Martini» SCUOLA PRIMARIA «Colombo» Castelfranco Veneto 21 maggio 2015 RISPARMIO ENERGETICO La nostra scuola partecipa al concorso

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Norma CEI 64-8 e aggiornamenti Arcavacata Rende, 8 ottobre 2010 La luce come requisito di legge negli ambienti di lavoro Come riconoscere un apparecchio di illuminazione Direttiva ECOdesign e possibili

Dettagli

PROGETTO SHEEP. L ecodesign

PROGETTO SHEEP. L ecodesign PROGETTO SHEEP L ecodesign Premessa La presente dispensa è stata realizzata nell ambito del progetto SHEEP finanziato dal programma europeo Energie Intelligenti per l Europa. I dettagli sul progetto e

Dettagli

Progetto Lumiere. L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities.

Progetto Lumiere. L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities. Progetto Lumiere L efficienza dell Illuminazione Pubblica quale parte integrante dello sviluppo del Paes e della programmazione delle smart cities. Bassano del Grappa 29 aprile 2014 Nicoletta Gozo ENEA

Dettagli

Progetto Lumiere. Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione

Progetto Lumiere. Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione Progetto Lumiere Progetto Lumiere Modello per la gestione efficiente ed efficace degli impianti e del servizio di pubblica illuminazione Milano 20 maggio2014 Nicoletta Gozo ENEA Coordinatrice Progetto

Dettagli

MODELLO DI ENERGY AUDIT

MODELLO DI ENERGY AUDIT MODELLO DI ENERGY AUDIT Modello di Energy Audit Work Package n : 4 Deliverable nº: 13 Partner coordinatore di questo deliverable: A.L.E.S.A. Srl The sole responsibility for the content of this publication

Dettagli

Energy Help Desk. Silvia Rossi

Energy Help Desk. Silvia Rossi Energy Help Desk Silvia Rossi The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. It does not necessarily reflect the opinion of the European Union. Neither the EASME nor

Dettagli

C-LIEGE - Clean Last mile transport and logistics management for smart and efficient local Governments in Europe

C-LIEGE - Clean Last mile transport and logistics management for smart and efficient local Governments in Europe C-LIEGE - Clean Last mile transport and logistics management for smart and efficient local Governments in Europe DELIVERABLE n. 7.1 TRANSFERABILITY PLAN FOR LOCAL GOVERNMENTS ON ENERGY SAVING AND SUSTAINABLE

Dettagli

Progetto Lumiere. Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City

Progetto Lumiere. Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City Progetto Lumiere Dalla gestione efficiente della pubblica Illuminazione alla Smart City Belluno 11 aprile 2014 Nicoletta Gozo ENEA Coordinatrice Progetto Lumiere Ruolo Pubblica Illuminazione Immagine del

Dettagli

SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence

SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence SPiCE3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence "Ridurre i consumi con l Efficienza Energetica: gli Audits gratuiti con il Progetto SPICE 3 ". Programma Energia 2014: «L evoluzione

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence

SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence SPiCE 3 Sectoral Platform in Chemicals for Energy Efficiency Excellence «3 Sessione: Informare le imprese su come misurare e valorizzare l'efficienza Energetica» "Il Progetto SPICE 3 : uno strumento manageriale

Dettagli

CATALOGO GENERALE 2013

CATALOGO GENERALE 2013 CATALOGO GENERALE 2013 ENERGY SAVING LED SOLUTIONS Introduzione Caratteristiche e Vantaggi dei LED Tra i vantaggi e le caratteristiche di questa tecnologia possiamo citare: 1 Enorme risparmio di energia:

Dettagli

40 casi studio in Europa

40 casi studio in Europa Impianti solari termici nelle reti di teleriscaldamento 40 casi studio in Europa Report D3.3 The sole responsibility for the content of this document lies with the authors. It does not necessarily reflect

Dettagli

«Chieti Towards2020»project ELENA facility

«Chieti Towards2020»project ELENA facility «Chieti Towards2020»project ELENA facility Energy Efficiency & Renewable Energy in public buildings and public lighting systems Provincia di Chieti Roberto Di Gennaro Project Communication Officer rdigennaro.elena@provincia.chieti.it

Dettagli

Workshop Trasporti e Infrastrutture

Workshop Trasporti e Infrastrutture Workshop Trasporti e Infrastrutture Illuminazione efficiente nel terziario: illuminazione pubblica Fabio Pagano ANIE ASSIL Introduzione L'illuminazione è stato il primo servizio offerto dalle aziende elettriche

Dettagli

ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA

ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA ILLUMINIAMOCI! SOTTO UNA LUCE NUOVA DA FINE APRILE 2014 Tutto il nostro Comune sarà interessato dalla sostituzione dei corpi illuminanti di tutta la pubblica illuminazione con tecnologia a LED. Lampioni

Dettagli

ENERGETICA DELLE LAMPADE

ENERGETICA DELLE LAMPADE GUIDA PER L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE (UE) N. 874/2012 RELATIVO ALL ETICHETTATURA ENERGETICA DELLE LAMPADE E DEGLI APPARECCHI DI ILLUMINAZIONE. Traduzione a cura di ASSIL Versione1

Dettagli

Progetto Lumière. Smart Facility & Energy Management Il Progetto Lumière per il retrofit energetico dell illuminazione urbana

Progetto Lumière. Smart Facility & Energy Management Il Progetto Lumière per il retrofit energetico dell illuminazione urbana Progetto Lumière Smart Facility & Energy Management Il Progetto Lumière per il retrofit energetico dell illuminazione urbana Bologna 24 Ottobre 2014 Nicoletta Gozo ENEA Coordinatrice Progetto Lumière efficacia

Dettagli

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale COMPANY PROFILE 2013 L idea Green to Green srl è una società di servizi energetici nata nel 2013 dalla volontà di 3 professionisti del settore che hanno voluto trasferire le competenze maturate in una

Dettagli

L Ecolabel dell Unione Europea per la Rubinetteria Sanitaria

L Ecolabel dell Unione Europea per la Rubinetteria Sanitaria L Ecolabel dell Unione Europea per la Rubinetteria Sanitaria Il Contesto legislativo europeo e italiano: Criticità e prospettive Novara, 08 novembre 2013 Federata Associazione italiana costruttori valvole

Dettagli

Lighting Energy Domotics

Lighting Energy Domotics Lighting Energy Domotics www.lifeled.it Energia per il futuro LifeLed offre soluzioni innovative nei mercati Lighting, Energy, Domotics per il risparmio energetico e la riqualificazione energetica in ambito

Dettagli

C4 COMPONENTE PARTECIPAZIONE: Visione Comune Strategica. Fase 1 Avvio del processo partecipato

C4 COMPONENTE PARTECIPAZIONE: Visione Comune Strategica. Fase 1 Avvio del processo partecipato MED Programme Progetto MedStrategy Strategia Integrata per lo Sviluppo Sostenibile delle Aree Rurali del Mediterraneo Project reference no.: 2G-MED09-282 C4 CMPNENTE PARTECIPAZINE: Visione Comune Strategica

Dettagli

Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City

Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City una proposta per un progetto nazionale sulla illuminazione pubblica Mauro Annunziato Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

PICIL IN OTTICA SMART

PICIL IN OTTICA SMART PICIL IN OTTICA SMART Ing. Diego Bonata Belluno, 11 Aprile 2014 La prima associazione europea di progettisti dell illuminazione eco-sostenibile www.lightis.eu 01-gen-05 01-ago-05 01-mar-06 01-ott-06 01-mag-07

Dettagli

TELECONTROLLO E TELEGESTIONE

TELECONTROLLO E TELEGESTIONE TELECONTROLLO E TELEGESTIONE NEGLI IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE ing. Ruggero Guanella AIDI Associazione Italiana di Illuminazione Forum Telecontrollo Reti Acqua Gas ed Elettriche Roma 14-15 ottobre

Dettagli

BUY SMART. Acquisti e Protezione dell Ambiente

BUY SMART. Acquisti e Protezione dell Ambiente BUY SMART Acquisti verdi per prodotti eco-efficienti Acquisti e Protezione dell Ambiente Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di efficienza energetica e protezione dell ambiente

Dettagli

Oggi parliamo di. Liberalizzazione del mercato elettrico

Oggi parliamo di. Liberalizzazione del mercato elettrico The sole responsibility for the content of this presentation lies with the authors. it does not necessarily reflect the opinion of the European Communities. The European Commission is not responsible for

Dettagli

La Gestione degli impianti di Illuminazione Pubblica - Smart Lighting

La Gestione degli impianti di Illuminazione Pubblica - Smart Lighting La Gestione degli impianti di Illuminazione Pubblica - Smart Lighting Illuminazione dei Centri Urbani Tecnologia o conservazione? AIDI Università Roma Tre 16 Marzo 2012 Illuminazione Pubblica a Roma AIDI

Dettagli

la roadmap per le città sostenibili

la roadmap per le città sostenibili Smart Cities la roadmap per le città sostenibili Mauro Annunziato Coordinatore Smart City ed Ecoindustria La strada maestra della sostenibilità ambientale passa attraverso l efficienza energetica Fonte

Dettagli

CHI SIAMO, COME OPERIAMO

CHI SIAMO, COME OPERIAMO PRESENTAZIONE 1 CHI SIAMO, COME OPERIAMO Tecnologie e soluzioni al servizio dell Uomo e dell Ambiente impegniamo la nostra passione e le nostre competenze nella ricerca e nello sviluppo di idee, prodotti

Dettagli

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO

QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO Convegno EPH+ La progettazione integrata a servizio dell efficienza energetica e del comfort ILLUMINOTECNICA QUALITÀ DELLA LUCE E RISPARMIO ENERGETICO ENERGY PERFONRMANCE HOME PLUS 1 Gestione digitale

Dettagli

Comunicato stampa - Aprile 2012 ALYA

Comunicato stampa - Aprile 2012 ALYA ALYA Alya è stato progettato in occasione del 50esimo anniversario di Neri. Dotato di una tecnologia Led all avanguardia è la versione moderna di una lanterna e raggiunge massimi standard di comfort attraverso:

Dettagli

Certificazione energetica in Regione Lombardia

Certificazione energetica in Regione Lombardia Milano 18 dicembre 2008 Certificazione energetica in Regione Lombardia IEE-Project: Tools and Methods for Linking EPBD and Continuous Commissioning (EPBD-cx) The sole responsibility for the content of

Dettagli

Il Piano d Azione Nazionale per il GPP

Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Aalborg Commitments e Turismo Sostenibile: idee progetti iniziative delle destinazioni turistiche italiane Venerdì 6 giugno 2008 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Direzione Salvaguardia Ambientale

Dettagli

Etichette Energetiche e utili consigli per la scelta e l uso degli elettrodomestici

Etichette Energetiche e utili consigli per la scelta e l uso degli elettrodomestici Etichette Energetiche e utili consigli per la scelta e l uso degli elettrodomestici Finalità etichettatura energetica La finalità dell etichettatura energetica degli elettrodomestici è quella di informare

Dettagli

Smart City: Mauro Annunziato

Smart City: Mauro Annunziato Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Smart City : sostenibilità a 360 ECONOMY Development of innovative spirit Ability to

Dettagli

Presentazione!!del!progetto!di!efficientamento!energetico!con!! utilizzo!di!apparati!illuminanti!professionali!!con!tecnologia!led!

Presentazione!!del!progetto!di!efficientamento!energetico!con!! utilizzo!di!apparati!illuminanti!professionali!!con!tecnologia!led! Presentazionedelprogettodiefficientamentoenergeticocon utilizzodiapparatiilluminantiprofessionalicontecnologialed Descrizione progetto di Locazione Operativa con riscatto Riduzione spesa energetica ed

Dettagli

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone

ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE. Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone ILLUMINAZIONE INTELLIGENTE Luce di qualità e efficienza energetica per il benessere e la sicurezza delle persone Illuminazione di qualità e efficienza energetica nel sistema edificio Definizione di ILLUMINAZIONE

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED

Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED Risparmio ed efficienza energetica nella illuminazione a LED Luca Moscatello Direttore Tecnico Enel Sole Assisi, 12 Dicembre 2014 Enel Sole Profilo e Mission Profilo: Enel Sole, società del Gruppo Enel,

Dettagli

Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione

Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione Progetti per l efficienza energetica e meccanismi di incentivazione A. D Orazio 15 maggio 2008 IEFE - UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI Struttura intervento Consumi energetici e cambiamento climatico

Dettagli

Il progetto Energy Saving Omron. Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò

Il progetto Energy Saving Omron. Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò Il progetto Energy Saving Omron Roma, 21 Marzo 2013 Marco Viganò Introduzione Il tema del Risparmio Energetico è diventato di grande interesse a causa dei problemi legati alla dipendenza energetica nazionale

Dettagli

Gli Acquisti verdi negli strumenti di acquisto Consip

Gli Acquisti verdi negli strumenti di acquisto Consip Gli Acquisti verdi negli strumenti di acquisto Consip Lidia Capparelli Napoli, 10 aprile 2015 D.Lgs. 163/2006 - I principali riferimenti normativi Art.68 Specifiche tecniche (c.1 e c.3, punto b) Ogni qualvolta

Dettagli

Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI

Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI Integrazione di LAMPADE a LED in SISTEMI di CONTROLLO ESISTENTI Beniamino Durini Padova, 11 OTTOBRE 2013 Punti trattati CHI E SITE SPA LA DIVISIONE LED LIGHTING INTERVENTI di RETROFIT e BUILDING INTEGRATION

Dettagli

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting

www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting www.wireless-led.com Wireless LED Control for Indoor & Outdoor Lighting Indoor Smart Building INDOOR LIGHTING Gli edifici del futuro saranno in grado di acquisire dai propri sistemi informazioni utili

Dettagli

Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA

Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA Energia: Minor costi maggior efficienza I MERCATI ITALIANI DELL ENERGIA Assoutility srl - Assolombarda Arch. Daniela Colalillo Comune di Settala, 08 novembre 2006 Efficienza energetica e mercato liberalizzato:

Dettagli

WS Series. Plafoniera stagna a LED

WS Series. Plafoniera stagna a LED WS Series Plafoniera stagna a LED Prestazioni straordinarie in ogni condizione ambientale. TECNOLOGIA Evoluta CONSUMI Ridotti RESISTENZA Ottimale VERSATILITÀ Massima La distribuzione uniforme del flusso

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N.245/2009 NOTA ALLA SECONDA EDIZIONE DELLA GUIDA

REGOLAMENTO (CE) N.245/2009 NOTA ALLA SECONDA EDIZIONE DELLA GUIDA Guida al Regolamento (CE) n. 245/2009, modificato dal Regolamento (CE) n. 347/2010, sui prodotti per l illuminazione del settore terziario Requisiti di Ecodesign per lampade fluorescenti senza alimentatore

Dettagli

Energy Efficient Future Electric Lighting for Buildings Rapporto sulle attività della IEA ECBCS Annex 45

Energy Efficient Future Electric Lighting for Buildings Rapporto sulle attività della IEA ECBCS Annex 45 COPERTINA DEF2009-5.RdS:Layout 1 5-06-2009 12:25 Pagina 1 Energy Efficient Future Electric Lighting for Buildings Rapporto sulle attività della IEA ECBCS Annex 45 Simonetta Fumagalli Fabio Bisegna Report

Dettagli

Sviluppo dell efficienza e del risparmio energetico

Sviluppo dell efficienza e del risparmio energetico Gruppo di Lavoro 3 Sviluppo dell efficienza e del risparmio energetico Bozza di indice Quadro internazionale e nazionale L efficienza energetica rappresenta il principale strumento per ridurre le emissioni

Dettagli

INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION

INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION CHI SIAMO GREENLED INDUSTRY, A NEW LIGHTING COMPANY IS GROWING FAST NASCE NEL 2012 COME START-UP INNOVATIVA ALL INTERNO DELL INCUBATORE ITALEAF SPA SETTORE

Dettagli

IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE

IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE Sassari, 1 luglio 2010 MODULO 2.3 LA GESTIONE DEI RAEE 1/31 I - PREMESSA: I RAEE (1/3)

Dettagli

Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe

Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe Solar Heating and Cooling for a Sustainable Energy Future in Europe Vision Potential Deployment Roadmap Strategic Research Agenda Sintesi conclusiva Sintesi conclusiva L energia solare termica è una fonte

Dettagli

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile

La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile La politica regionale a sostegno dell energia energia sostenibile giuliano vendrame sezione energia regione del veneto Padova, 17 novembre 2014 Piano Energetico Regionale Fonti Rinnovabili - Risparmio

Dettagli

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari Edo Ronchi Presidente della

Dettagli

«I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica»

«I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica» Torino, 7 Marzo 2014 SEMINARIO FORMATIVO APPALTI VERDI PER I SERVIZI DI GESTIONE ENERGETICA E ILLUMINAZIONE PUBBLICA «I Criteri Ambientali Minimi e buone pratiche per il Servizio di Illuminazione pubblica»

Dettagli

Ridurre bolletta ed emissioni

Ridurre bolletta ed emissioni Ridurre bolletta ed emissioni dell elettricità Ilaria Pozzi, Davide Carbognani, Gianluca ruggieri Dass - Universita dell insubria La mia bolletta Famiglia di tre persone Appartamento di circa 70 mq Frigorifero,

Dettagli

La nuova Direttiva RAEE II: campo di applicazione

La nuova Direttiva RAEE II: campo di applicazione RECUPERO E RICICLO DEI MODULI FOTOVOLTAICI A FINE VITA: IL PRINCIPIO DELLA RESPONSABILITÀ ESTESA DEI PRODUTTORI Fiera Milano 7 maggio 2014 Il D.Lgs 49/2014: analisi del campo di applicazione, esclusioni

Dettagli

Olidata - AJA Energy

Olidata - AJA Energy Olidata - AJA Energy IL PROGETTO LED La tecnologia LED consente un risparmio di energia elettrica fino al 70% sulle normali tecnologie a disposizione per l illuminazione. Il progetto si rivolge a Pubbliche

Dettagli

SMART CITIES L ESPERIENZA ENEA - SCENARI ATTUALI E FUTURI NELLO SVILUPPO DELLE SMART CITIES UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA

SMART CITIES L ESPERIENZA ENEA - SCENARI ATTUALI E FUTURI NELLO SVILUPPO DELLE SMART CITIES UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA SMART CITIES L ESPERIENZA ENEA - SCENARI ATTUALI E FUTURI NELLO SVILUPPO DELLE SMART CITIES ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Dott. Nicola Cantagallo CONVEGNO

Dettagli

Elettricità: Criteri Chiave Procura + - Versione estesa

Elettricità: Criteri Chiave Procura + - Versione estesa Elettricità: Criteri Chiave Procura + - Versione estesa 1 INTRODUZIONE 1 2 PRINCIPALI CRITERI PROCURA + ELETTRICITA' VERDE 4 3 ULTERIORI IDEE 6 1 Introduzione Gli enti pubblici sono i principali consumatori

Dettagli

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA PERCORSI PER UN COMUNE ILLUMINATO L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PATTO DEI SINDACI, IL PROGETTO ENEA LUMIERE, LE ESCO, E TANTO ALTRO ANCORA Spendiamo

Dettagli

Acquisti verdi in Italia Formazione e informazione: Componenti per l edilizia

Acquisti verdi in Italia Formazione e informazione: Componenti per l edilizia Acquisti verdi in Italia Formazione e informazione: Componenti per l edilizia dr.ssa Milena Presutto dr.ssa Lidia Capparelli www.gpp-proca.eu/it Ottobre 2014 Contenuto Introduzione Il quadro giuridico

Dettagli

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED 10 IDEE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE di Gaia Gusso Intervista al dottor Paolo Pipere, Responsabile Servizio Territorio, Ambiente e Cultura della Camera di Commercio Industria

Dettagli

INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION

INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION INNOVATIVE LIGHTING SOLUTION COMPANY PRESENTATION CHI SIAMO GREENLED INDUSTRY TECNOLOGIA, INNOVAZIONE E KNOW HOW SETTORE INDUSTRIALE GREENLED INDUSTRY SpA È UN AZIENDA SPECIALIZZATA NELLO SVILUPPO E NELLA

Dettagli

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS

CRITICITA NELLA VALUTAZIONE DI ZERO ENERGY BUILDINGS ECOMONDO 2010 Valutazione di sostenibilità di tecnologie: quale ruolo per l LCA? CRITICITA NELLA VALUTAZIONE LIFE CYCLE SUSTAINABILITY ASSESSMENT DI ZERO ENERGY BUILDINGS Michele Paleari Politecnico di

Dettagli

Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi. Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti

Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi. Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti ENERGY & the TOWN Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti Green City Energy Green City Energy Bari, 3 dicembre

Dettagli

percepto THE GREEN LIGHT

percepto THE GREEN LIGHT THE GREEN LIGHT CARATTERISTICHE APPARECCHIO Ermeticità blocco ottico: IP 66 (*) Ermeticità vano ausiliari: IP 66 (*) Resistenza agli urti: senza rilevatore di movimento IK 08 (**) con rilevatore di movimento

Dettagli

5. LE NORME CHE REGOLANO LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE IN PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO

5. LE NORME CHE REGOLANO LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE IN PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 5. LE NORME CHE REGOLANO LA PUBBLICA ILLUMINAZIONE IN PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO 5.1. Normativa europea Comunicazione della Commissione delle Comunità europee COM(2003)/302 del 18 giugno 2003 Politica

Dettagli

Prodotti e processi per il miglioramento dell efficienza energetica nell elettromobilità

Prodotti e processi per il miglioramento dell efficienza energetica nell elettromobilità Accordo di Programma MiSE-ENEA Prodotti e processi per il miglioramento dell efficienza energetica nell elettromobilità Un progetto della Ricerca di Sistema Elettrico Vincenzo Porpiglia ENEA Roma, 15 luglio

Dettagli

La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30

La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30 La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30 RES NOVAE: Un caso reale di integrazione di soluzioni per la Smart City Automazione di Rete

Dettagli

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia

domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia domotica, tutto comincia con un tocco... e continua con la tua fantasia FACCIAMO SOLO CIO IN CUI SIAMO BRAVI: LA DOMOTICA MISSION Fin dal suo esordio, il marchio Easydom ha fatto della domotica il suo

Dettagli

PROGETTO SHEEP FORMAZIONE INSEGNANTI: COMUNICAZIONE CON LE FAMIGLIE

PROGETTO SHEEP FORMAZIONE INSEGNANTI: COMUNICAZIONE CON LE FAMIGLIE PROGETTO SHEEP FORMAZIONE INSEGNANTI: COMUNICAZIONE CON LE FAMIGLIE Premessa La presente dispensa è stata realizzata nell ambito del progetto SHEEP finanziato dal programma europeo Energie Intelligenti

Dettagli

GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT

GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT GUIDA AL GUIDA AL GREEN PUBLIC PROCUREMENT GREEN PUBLIC PROCUREMENT Il Green Public Procurement (GPP) o Acquisti Verdi è una modalità di acquisto, da parte delle pubbliche amministrazioni locali e nazionali,

Dettagli

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza

Green ProcA. Acquisti e Protezione dell Ambiente. Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Green ProcA In pratica... acquisti verdi! Acquisti e Protezione dell Ambiente Linee guida per l acquisto di beni e servizi secondo criteri di eco-efficienza Apparecchiature per Ufficio www.gpp-proca.eu/it

Dettagli

Le azioni a supporto del PAN GPP attuate dalla centrale di acquisto nazionale e i risultati ottenuti da Consip sugli acquisti verdi

Le azioni a supporto del PAN GPP attuate dalla centrale di acquisto nazionale e i risultati ottenuti da Consip sugli acquisti verdi Le azioni a supporto del PAN GPP attuate dalla centrale di acquisto nazionale e i risultati ottenuti da Consip sugli acquisti verdi Lidia Capparelli, responsabile Green Public Procurement Roma, 25 novembre

Dettagli

Materiale elettrico a bassa tensione

Materiale elettrico a bassa tensione La sicurezza dei prodotti Materiale elettrico a bassa tensione Avv. LA SICUREZZA COME VALORE COMUNITARIO Reg. CE/765/2008 È necessario assicurare che i prodotti che beneficiano della libera circolazione

Dettagli

AZIONI PER L APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA 50/50 NELLE SCUOLE

AZIONI PER L APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA 50/50 NELLE SCUOLE AZIONI PER L APPLICAZIONE DELLA METODOLOGIA 50/50 NELLE SCUOLE Deliverable nº6: D6: DOCUMENTO con la metodologia dettagliata per l applicazione del 50/50 Work Package 2: Definizione dei requisiti di base

Dettagli

Diamo luce al tuo risparmio

Diamo luce al tuo risparmio Diamo luce al tuo risparmio L azienda Greenvest è attiva nel settore dell efficienza energetica a livello nazionale e opera come Società di Servizi Energetici integrati (ESCo). L azienda è accreditata

Dettagli

Energia per Gassino. Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020

Energia per Gassino. Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020 Energia per Gassino Programma del Movimento 5 Stelle per il risparmio e l efficienza 2014-2020 PROTOCOLLO DI KYOTO strategia 20-20-20 Entro il 2020 taglio del 20% del consumo di energia aumento della produzione

Dettagli

Sommario. Introduzione 1

Sommario. Introduzione 1 Sommario Introduzione 1 1 Il Telecontrollo 1.1 Introduzione... 4 1.2 Prestazioni di un sistema di Telecontrollo... 8 1.3 I mercati di riferimento... 10 1.3.1 Il Telecontrollo nella gestione dei processi

Dettagli

Nicoletta Gozo, Angelo Di Gregorio, Roberto Chierici. Report RdS/2013/110 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Nicoletta Gozo, Angelo Di Gregorio, Roberto Chierici. Report RdS/2013/110 MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Progetto Lumière. Sviluppo di tool per le azioni di efficientamento energetico

Dettagli

Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro. Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015

Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro. Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015 Trend di tecnologie e servizi per lo Smart Building del futuro Ivan Mangialenti - Business Development Manager EcoBuilding Modena, 24 Marzo 2015 Agenda Il contesto energetico Smart Building: Misura Smart

Dettagli

Il sistema di recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici Criticità e soluzioni. Milano, 28 giugno 2005

Il sistema di recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici Criticità e soluzioni. Milano, 28 giugno 2005 Il sistema di recupero dei rifiuti elettrici ed elettronici Criticità e soluzioni Milano, 28 giugno 2005 IL RUOLO DEI PRODUTTORI E LE PROBLEMATICHE ANCORA APERTE Dr.ssa Daniela Capaccioli Responsabile

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Obiettivo RES NOVAE Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori

Figura 1: requisiti CE per driver LED o alimentatori Prefazione: la marcatura CE di un apparecchio a LED prevede diversi requisiti, tra cui sicurezza, compatibilità elettromagnetica (EMC), RoHS ed Ecodesign (progettazione ecocompatibile). Sicurezza, EMC

Dettagli

Smart Building Networks Management

Smart Building Networks Management Progetto C.1: Risparmio di energia elettrica nei settori : civile, industria e servizi Smart Building Networks Management Mauro Annunziato*, Stefano Pizzuti* ENEA Dip. Tecnologie Energetiche *Dir. Div.

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

INDOOR. Fissaggio a Sospensione SPECIFICHE TECNICHE. TS DI46 SOSPENSIONE INDOOR Rev. 0 1/04/11

INDOOR. Fissaggio a Sospensione SPECIFICHE TECNICHE. TS DI46 SOSPENSIONE INDOOR Rev. 0 1/04/11 INDOOR Fissaggio a Sospensione SPECIFICHE TECNICHE Dogma è un sistema di illuminazione rivoluzionario, composto dall elemento illuminante e da hardware e software che ne permettono il controllo e la gestione

Dettagli

Wiser, il vostro esperto in efficienza energetica

Wiser, il vostro esperto in efficienza energetica Wiser, il vostro esperto in efficienza energetica Con Wiser la gestione energetica delle abitazioni non è mai stata così semplice. La miglior soluzione, che assicura comfort, risparmio e facilità di gestione

Dettagli

L.E.D. Luce per il futuro

L.E.D. Luce per il futuro L.E.D. Luce per il futuro Cos è un LED? Acronimo di LIGHT-EMITTING DIODE Cos è un diodo? Semiconduttore (materiale che ha una conducibilità intermedia tra i conduttori e gli isolanti) che permette il flusso

Dettagli

Progetto Lumière Programma e strumenti per una gestione efficiente ed efficace della luce pubblica

Progetto Lumière Programma e strumenti per una gestione efficiente ed efficace della luce pubblica Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Progetto Lumière Programma e strumenti per una gestione efficiente ed efficace

Dettagli

Ti aspettiamo! www.eusd.it www.legambiente.it solardays@ambienteitalia.it campagne@legambiente.it

Ti aspettiamo! www.eusd.it www.legambiente.it solardays@ambienteitalia.it campagne@legambiente.it Mini guida all energia solare Cosa sono: gli European Solar Days sono la più importante campagna di informazione, su scala nazionale ed europea, per la promozione dell utilizzo dell energia solare sotto

Dettagli

LISTINO n. 29. Divisione Consumer

LISTINO n. 29. Divisione Consumer 2014 LISTINO n. 29 Divisione Consumer NUMERO VERDE BEGHELLI Gli operatori Beghelli sono a disposizione TUTTI I GIORNI, 24 SU 24 per qualsiasi chiarimento o assistenza sui prodotti I prodotti Beghelli sono

Dettagli

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente Eugenio Bora Milano, 15 febbraio 2006 Rifiuti e legislazione I rifiuti sono un

Dettagli

Illuminazione stradale. Sistemi di controllo per esterno

Illuminazione stradale. Sistemi di controllo per esterno Illuminazione stradale Sistemi di controllo per esterno Illuminazione stradale Sistemi di controllo per esterno Tre livelli di sistemi di controllo Un fornitore di servizi leader Benvenuto ai Sistemi di

Dettagli