La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La gestione della Polizia Locale in forma associata. A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L."

Transcript

1 tra i comuni di Dolo, Fiesso d Artico e Fossò (VE) La gestione della Polizia Locale in forma associata A cura di: Alberto Baratto, Comandante P.L.

2 Costituzione dell unione Difficoltà dei Comuni Deficit di formazione Carenze strutturali Organico ridotto Difficoltà dei singoli Comuni Problemi finanziari Inadeguatezza orario di servizio

3 Costituzione dell unione Obiettivi dei Comuni Efficienza Flessibilità Risparmio Qualità

4 Efficienza Rapidità di intervento Risposte qualificate Personale motivato Mezzi ed infrastrutture adeguate

5 Flessibilità - Possibilità di avere un servizio strutturato in funzione delle effettive esigenze. - Una maggior copertura oraria per soddisfare le specifiche necessità dei singoli Comuni.

6 Risparmio Coerenza fra strategie strutture e risorse umane Realizzazione di economie di scala Interazione con le altre forze di Polizia Centralizzazione back office e ufficio contravvenzioni

7 Qualità Aggiornamento e formazione professionale Organizzazione divisa per reparti specializzati

8 Polizia Locale: Competenze Commercio e pubblici esercizi Patrimonio e ambiente Compiti Polizia Locale Legge quadro 65/86 L.R. 40/88 Polizia stradale Polizia giudiziaria e Pubblica sicurezza Edilizia

9 I reparti specializzati 1 Reparto: Amministrazione, affari generali 2 Reparto: Polizia Giudiziaria - Tutela ambientale - Igiene 3 Reparto: Pronto intervento - Servizio Polizia Stradale - Pubblica Sicurezza 4 Reparto: Polizia Amministrativa - Servizi informativi 5 Reparto: Annona - Commercio - AA.PP.

10 1 Reparto: Amministrazione - Affari Generali - Segreteria e Gestione finanziaria - Gestione verbali - Gestione personale - Pareri, Permessi - Definizione procedure - Ordinanze - Formazione professionale - Studio e progettazione - Educazione stradale - Centrale operativa

11 2 Reparto: Polizia Giudiziaria Tutela ambientale Igiene - Controlli attività urbanistico edilizia - Vigilanza Inquinamento - Controllo Rifiuti - Regolamenti Comunali - Attività di P.G. delegata - Esposti e Denuncie

12 3 Reparto: Pronto intervento - Polizia Stradale Pubblica Sicurezza - Vigilanza circolazione stradale - Rilievo incidenti stradali - Pattugliamento e controllo del territorio - Vigilanza scolastica, - Trattamenti sanitari obbligatori - Vigilanza Consigli Comunali - Servizi per manifestazioni civili, sportive, religiose, culturali, sagre e feste paesane

13 4 Reparto: Polizia Amministrativa - Servizi informativi - Accertamenti anagrafici - Accertamenti in materia di pubblicità e affissioni - Gestione infortuni sul lavoro - Denuncie ospitalità - Cessione fabbricati - Denuncie assunzione extracomunitari - Notifiche di P.G. - Oggetti smarriti

14 5 Reparto: Annona Commercio AA.PP. - Vigilanza commercio in sede fissa e in aree pubbliche - Controllo fiere e mercati - Vigilanza pubblici esercizi - Vigilanza strutture ricettive - Controllo prezzi, orari e turni di riposo - Iscrizioni attività artigianali

15 Organigramma del Corpo Comandante Vice Comandante Coord. Reparto 1 Coord. Reparto 2 Coord. Reparto 3 Coord. Reparto 4 Coord. Reparto 5 8 Agenti

16 Mezzi e infrastrutture Dotazione dei singoli Comandi Dotazioni ottenute con Contributi Statali e Regionali Attuale dotazione al Corpo di Polizia Locale dell Unione

17 Finanziamenti da Stato e Regione Veneto ristrutturazione centrale operativa arredo centrale operativa acquisto garage 120 mq impianto videosorveglianza (14 v.cam.).) ponte radio (copertura 15 km raggio) acquisto stazione mobile attrezzata server, P.C., telefonia, fax per acquisto di un etilometro impianto allarme, armi e corsi due moto e tre vetture servizi finalizzati serali e notturni

18 Struttura organizzativa presidi mobili e fissi Servizio Radiomobile Servizi reparti specializzati Centrale Operativa a Dolo Pattuglia appiedata Presidio territoriale di Fossò Presidio territoriale di Fiesso d Artico

19 Risultati: Accertamenti violazioni codice della strada

20 Risultati: Introiti proventi codice della strada

21 Introiti c.d.s. Comparazione dei risultati Dolo Fiesso d'a. Fossò Prima dell'unione Dopo l'unione differenza

22 Risultati: Infortunistica stradale

23 Risultati: Statistiche vigilanza ambientale

24 Risultati: Statistiche educazione stradale ore di lezione

25 Numero di addetti per 1000 abitanti 0,8 0,7 0,6 0,5 0,4 0,3 0,2 0,

26 Grazie per l attenzione!

501 - POLIZIA MUNICIPALE

501 - POLIZIA MUNICIPALE 501 - POLIZIA MUNICIPALE A A POLIZIA STRADALE Bisogno: Prevenzione e repressione in materia di circolazione stradale. Regolazione del traffico, presidio punti scuola e assistenza manifestazioni. Rilevazione

Dettagli

COMUNE DI GELA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE

COMUNE DI GELA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI GELA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE 1 COMUNE DI GELA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE DI GELA. Introduzione. PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI OSNAGO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OSNAGO PROVINCIA DI LECCO SETTORE 3 Polizia Locale SETTORE 3 POLIZIA LOCALE RESPONSABILE: Galbusera Gabriele CENTRO DI RESPONSABILITA UFFICIO POLIZIA LOCALE La Polizia Locale agisce quotidianamente con attività di prevenzione e

Dettagli

Report di Gestione e Performance. dal 1.05.2014 al 31.08.2014

Report di Gestione e Performance. dal 1.05.2014 al 31.08.2014 C O M U N E DI R O T T O F R E N O PROVINCIA DI PIACENZA POIZIA MUNICIPAE Report di Gestione e Performance dal 1.05.2014 al 31.08.2014 Macroaree Obiettivi Ordinari Azioni 1. POIZIA MUNICIPAE ATTIVITA ESTERNA

Dettagli

CORPO POLIZIA MUNICIPALE

CORPO POLIZIA MUNICIPALE COMUNE DI GENOVA CORPO POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE SULL ATTIVITÀ ISTITUZIONALE SVOLTA NEL 2013 RGANIZZAZIONE DEL CORPO La ricorrenza del nostro Santo Patrono, San Sebastiano, costituisce anche l'occasione

Dettagli

I nsieme per la C ittà. Polizia Municipale di Imola

I nsieme per la C ittà. Polizia Municipale di Imola I nsieme per la C ittà Polizia Municipale di Imola La Polizia Municipale di Imola cambia sede. Dopo oltre 20 anni si trasferisce dalla sede storica di via Mentana al complesso Sante Zennaro. Nella nuova

Dettagli

CITTA' DI CASTENASO POLIZIA MUNICIPALE

CITTA' DI CASTENASO POLIZIA MUNICIPALE CITTA' DI CASTENASO POLIZIA MUNICIPALE L ATTIVITA' DELLA POLIZIA MUNICIPALE NELL ANNO 2014 1 SOMMARIO: ORGANIZZAZIONE E SERVIZI...3 LA POLIZIA MUNICIPALE...4 SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE...4 INFORTUNISTICA

Dettagli

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI

CERVIA CITTA SICURA. Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI CERVIA CITTA SICURA Periodo gennaio settembre 2014 SERVIZIO CENTRALE OPERATIVA - VERBALI controlli effettuati per segnalazioni ricevute 3227 veicoli fermati e sottoposti a controllo 1686 posti di controllo

Dettagli

VERIFICA DI META ANNO

VERIFICA DI META ANNO : dott. MASSIMILIANO GALLONI Centri di costo: 1... Servizio Intercomunale di Protezione Civile. VERIFICA DI META ANNO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE RENO GALLIERA : Massimiliano Galloni OBIETTIVI PERMANENTI

Dettagli

Composizione Corpo di Polizia Municipale di Andria

Composizione Corpo di Polizia Municipale di Andria Composizione Corpo di Polizia Municipale di Andria Comandante del Corpo Dirigente del Settore Vigilanza e Protezione Civile Nr.6 Ufficiali Nr.16 Sottufficiali Nr.23 Assistenti Nr. 35 Agenti Nr. 1 Istruttore

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

SETTORE 1 AFFARI GENERALI SERVIZI SOCIALI. - Servizio elettorale - Servizi Demografici elettorali e leva

SETTORE 1 AFFARI GENERALI SERVIZI SOCIALI. - Servizio elettorale - Servizi Demografici elettorali e leva SETTORE 1 AFFARI GENERALI SERVIZI SOCIALI - Segreteria e Affari Generali Istituzionali - Contratti - Gestione Giuridica del Personale - Pubblica istruzione - Servizio elettorale - Servizi Demografici elettorali

Dettagli

Struttura responsabile: Reparto Segreteria Organizzazione e Programmazione Sala Operativa

Struttura responsabile: Reparto Segreteria Organizzazione e Programmazione Sala Operativa Ambito del Rischio: Videosorveglianza e viabilità Tipologia Procedimento: Carico e scarico delle immagini dal sistema di videosorveglianza Città Sicura, l archiviazione delle stesse e la loro gestione

Dettagli

Indicatori: A seconda delle caratteristiche di ogni singolo obiettivo si possono individuare

Indicatori: A seconda delle caratteristiche di ogni singolo obiettivo si possono individuare SCHEDA N 16 CENTRO DI RESPONSABILITA SETTORE POLIZIA MUNICIPALE RESPONSABILE GIAN LUIGI BERNARDI PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE Centro di costo e ricavo SERVIZIO POLIZIA MUNICIPALE ESERCIZIO FINANZIARIO 2013

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1

POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 POLIZIA MUNICIPALE RELAZIONE ATTIVITA ANNO 2010 1 ATTIVITA UNITA SEGRETERIA NOTIFICHE - CONTENZIOSO CODICE DELLA STRADA 2009 2010 VIOLAZIONI ACCERTATE 16.292 16.721 DIVIETI DI SOSTA 15.784 15.679 PARCHEGGI

Dettagli

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI 1 Registro deliberazioni Consiglio comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 2 Registro deliberazioni Giunta comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 3 Registro generale determinazioni

Dettagli

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02

COMUNE DI SCHIO PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE (P.E.G.) (Previsioni Assestate) - Esercizio Finanziario 2013 PARTE I - ENTRATA direzione: D0 SETTORE 02 direzione: D0 SETTORE 02 servizio: S04 SERVIZIO RISORSE UMANE E RELAZIONI SINDACALI Centro responsabile: R48 Servizio risorse umane e relaz.sindacali Pag.1 TITOLO I ENTRATE TRIBUTARIE Categoria 1 02 Tasse

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

A cura dell'assessore alla Polizia Municipale e Attività Produttive Libero GUIDA

A cura dell'assessore alla Polizia Municipale e Attività Produttive Libero GUIDA CITTA' DI CAPRIATE SAN GERVASIO P.zza della Vittoria, 4-24042 Capriate San Gervasio(BG) C. F. e P. I VA 00325440162 SETTORE VI - Area Polizia Municipale e Sviluppo Economico Responsabile- FERRERI Filippo

Dettagli

COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013

COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013 Data : 25-11-2013 Pagina 1 COMUNE DI PEDARA P.E.G. ANNO 2013 ENTRATE RESPONSABILE 1 RESPONSABILE SERVIZI GENERALI- Data : 25-11-2013 Pagina 2 Centro di Ricavo 0 Capitolo Cod. Bilancio Descrizione Previsione

Dettagli

ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi)

ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) ENTE ATTIVITA ATTIVAZIONE (modalità ) (tempi) Servizi Veterinari ( coord. ) Cattura cane vagante custodito Cattura cane vagante libero Chiamata diretta con validazione del comune. Chiamata diretta su segnalazione

Dettagli

GESTIONE ASSOCIATA UFFICIO COMUNE FONTANELLA BARBATA

GESTIONE ASSOCIATA UFFICIO COMUNE FONTANELLA BARBATA GESTIONE ASSOCIATA UFFICIO COMUNE FONTANELLA BARBATA UFFICI FONTANELLA Provincia di Bergamo - Piazza 26 Aprile, 75 24056 Fontanella Tel. 0363.997555 int. 3 Fax 0363. 907303 info@comune.fontanella.bg.it

Dettagli

LA POLIZIA MUNICIPALE DI CASTENASO Relazione sull attività svolta nell anno 2010

LA POLIZIA MUNICIPALE DI CASTENASO Relazione sull attività svolta nell anno 2010 LA POLIZIA MUNICIPALE DI CASTENASO Relazione sull attività svolta nell anno 2010 La Polizia Municipale costituisce oggi uno dei più efficaci strumenti per garantire quotidianamente il rispetto autentico

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò

UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò UNIONE DEI COMUNI Città della Riviera del Brenta tra i Comuni di: Dolo, Fiesso D'Artico e Fossò L'associazionismo tra i Comuni quale Forma Organizzativa Ottimale per la Gestione dei Servizi Servizio Attività

Dettagli

DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI

DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO DOTAZIONE ORGANICA E ARTICOLAZIONE UFFICI Esperto di gestione economico attività di ricerca, studio ed elaborazione di dati in funzione della programmazione economico finanziaria

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE - ESERCIZIO 2010

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE - ESERCIZIO 2010 Pag. 1 OPERATORI: PO04 LAVORI PUBBLICI OBIETTIVI: POLIZIA MUNICIPALE Attuazione del Servizio di vigilanza stradale, previsione, verifica ed aggiornamenti della segnaletica orizzontale e verticale. Adeguamento

Dettagli

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA 195 196 15. SICUREZZA Progetto 15.1 Polizia Municipale Le attività della Polizia Municipale sono rivolte ad affermare e mantenere la legalità nella società civile, attraverso

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3

L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3 L esperienza della Polizia Municipale di Bologna nella rete R3 Bologna, 11 dicembre 2008 Romano Mignani Comandante della Polizia Municipale di Bologna Sommario Sommario: Alcune informazioni sul nostro

Dettagli

LE AREE DI INTERVENTO

LE AREE DI INTERVENTO ATTIVITA ANNO 2013 LE AREE DI INTERVENTO SICUREZZA URBANA SICUREZZA STRADALE SICUREZZA DEL TERRITORIO SICUREZZA DEI CONSUMATORI e DEI LAVORATORI. IL CORPO della POLIZIA LOCALE 113 OPERATORI (-1 ) FRA CUI:

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE PER LE POLIZIE LOCALI

CORSI DI FORMAZIONE PER LE POLIZIE LOCALI CORSI DI FORMAZIONE PER LE POLIZIE LOCALI Obiettivi del Corso: Le Polizie Locali vivono, oggi, un momento di rapida crescita professionale non supportata, nella maggioranza dei casi, dhhha validi strumenti

Dettagli

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE A far data 01/03/2015 la struttura organizzativa dell Ente viene articolata in 5 macroaree suddivise in 9 Servizi, ai quali sono preposti i Responsabili individuati

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Progetto Cofinanziato dall Unione Europea Ministero dell Interno DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA Programma operativo nazionale Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d Italia Fondo FESR Monitoraggio

Dettagli

COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero.

COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero. COMUNE DI MURA PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Paolo VI, 1 CAP 25070 tel. (0365) 899020 - fax (0365) 899090 E-mail: comune.mura@libero.it TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI NEL COMUNE DI MURA Artt. 32, comma

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI.

CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. COMUNE DI LANUSEI Provincia dell Ogliastra CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI VIGILANZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI DI LANUSEI. Durata dall aggiudicazione dell appalto fino al 31/12/2014 INDICE Pagina. TITOLO

Dettagli

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE

Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE Questura di Bergamo FESTA DELLA POLIZIA 22 MAGGIO 2015 LA SICUREZZA IN CIFRE 2 163 ANNIVERSARIO DELLA FONDAZIONE DELLA POLIZIA DI STATO 3 REATI REGISTRATI NELLA PROVINCIA DI BERGAMO 01/05/2013 30/04/2014

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL CORPO DI POLIZIA PROVINCIALE CAPO I ORGANIZZAZIONE DEL CORPO ART. 1 ORGANO DI GOVERNO Il presidente della Provincia, nell esercizio della funzione di indirizzo politico

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 TEMPI MEDI DI EROGAZIONE DEI SERVIZI NEL COMUNE DI PERTICA BASSA Artt. 32, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 14 marzo

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Comune di Tradate Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 60 Registro Deliberazioni. OGGETTO: APPROVAZIONE PROGETTO CITTÀ SICURA 2009 IN FUNZIONE DEL D.G.R. 09 APRILE 2008 N 8/7048 CRITERI E

Dettagli

Comune di Figino Serenza Provincia di Como RELAZIONE SULLE ATTIVITA SVOLTE DALL UFFICIO DI POLIZIA LOCALE ANNO 2013

Comune di Figino Serenza Provincia di Como RELAZIONE SULLE ATTIVITA SVOLTE DALL UFFICIO DI POLIZIA LOCALE ANNO 2013 Comune di Figino Serenza Provincia di Como RELAZIONE SULLE ATTIVITA SVOLTE DALL UFFICIO DI POLIZIA LOCALE ANNO 2013 20 gennaio 2014 Festa della Polizia Locale San Sebastiano martire (Narbona 256 - Roma

Dettagli

PONTECAGNANO FAIANO. Carta dei Servizi della Polizia Municipale

PONTECAGNANO FAIANO. Carta dei Servizi della Polizia Municipale PONTECAGNANO FAIANO Carta dei Servizi della Polizia Municipale Introduzione INDICE PREMESSA Cos è la Carta e come funziona I principi fondamentali I nostri obiettivi IMPEGNI E GARANZIE Caratteristiche

Dettagli

Procedimenti amministrativi del Servizio Polizia Locale Commercio - Ufficio Vigilanza

Procedimenti amministrativi del Servizio Polizia Locale Commercio - Ufficio Vigilanza Procedimenti amministrativi del Servizio - Vigilanza N. 1 DENOMINAZION E E OGGETTO 2 Gestione oggetti rinvenuti 3 Ordinanze sulla circolazione stradale ed eventi trasporti eccezionali STRUTTURA ORGANIZZATIV

Dettagli

Linee guida per la realizzazione del Piano della Performance

Linee guida per la realizzazione del Piano della Performance COMUNE DI COSTA VOLPINO Piazza Caduti di Nassiriya, n. 3 - c.a.p. 24062 - Prov. di BG Cod.Fisc. e P.IVA 00572300168 Linee guida per la realizzazione del Piano della Performance Premessa... 2 Ambito strategico:

Dettagli

SETTORE POLIZIA LOCALE

SETTORE POLIZIA LOCALE SETTORE POLIZIA LOCALE UFFICIO AUTORIZZAZIONI PER MANIFESTAZIONI DI PUBBLICO SPETTACOLO UFFICIO AUTORIZZAZIONI E CONCESSIONI STRADALI UFFICIO CASSA E VERBALI SERVIZIO COMANDO: UFFICIO RILASCIO AUTORIZZAZIONI

Dettagli

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI Il programma garantisce il funzionamento degli uffici e dei servizi di carattere generale: tra questi i più importanti riguardano: a) la segreteria generale dell ente per

Dettagli

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI PRAMOLLO PROVINCIA DI TORINO ALLEGATO 3 AL MANUALE DI GESTIONE DEL PROTOCOLLO INFORMATICO, DEI FLUSSI DOCUMENTALI E DEGLI ARCHIVI TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE TITOLARIO DI CLASSIFICAZIONE Categoria

Dettagli

5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA

5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA 5.SEGRATE ANCORA PIU SICURA La sicurezza dei cittadini continuerà a essere una priorità dell Amministrazione. Tra le linee guida per perseguire l obiettivo di una sicurezza a tutto tondo: incremento dell

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

CITTA DI GUIDONIA MONTECELIO CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE

CITTA DI GUIDONIA MONTECELIO CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE CARTA DEI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE SOMMARIO Premessa... pag. 2 Principi fondamentali della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27.01.1994 pag. 3 Presentazione del Corpo della

Dettagli

Comune di Nuoro Settore Polizia Municipale. Carta dei Servizi

Comune di Nuoro Settore Polizia Municipale. Carta dei Servizi Comune di Nuoro Settore Polizia Municipale Carta dei Servizi Indice Presentazione Storia del Corpo della Polizia Municipale di Nuoro Compiti, obiettivi e impegni del Corpo Struttura organizzativa Modalità

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

FC10U QUESTIONARIO UNICO - Dati strutturali. Dati strutturali. Si/No. Numero. Numero giornate annue. Numero. Km lineari. Numero

FC10U QUESTIONARIO UNICO - Dati strutturali. Dati strutturali. Si/No. Numero. Numero giornate annue. Numero. Km lineari. Numero Dati strutturali Si/No giornate annue Mq Km lineari Mq Unione di comuni o Comunità Montana Consorzio Convenzione intercomunale e altre forme di gestione associata Nome Elenco Comuni che ricevono il Codice

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di NAPOLI. BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 Provincia di NAPOLI BILANCIO di PREVISIONE per l'esercizio 2009 PARTE I - ENTRATA 14/05/2009 :00 Pag. 1 Risorsa Accertamenti Previsioni PREVISIONI DI COMPETENZA AVANZO DI AMMINISTRAZIONE 1.147.632,00 1.698.132,00

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA CITTA' DI NARDO' Provincia di LECCE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA PER L'ESERCIZIO 2015 SEZIONE 1 CARATTERISTICHE GENERALI DELLA POPOLAZIONE, DEL TERRITORIO, DELL'ECONOMIA INSEDIATA E DEI SERVIZI

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Provincia di Varese REGOLAMENTO DEL CORPO INTERCOMUNALE DI POLIZIA LOCALE

UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Provincia di Varese REGOLAMENTO DEL CORPO INTERCOMUNALE DI POLIZIA LOCALE UNIONE DEI COMUNI LOMBARDA DI LONATE POZZOLO E DI FERNO Provincia di Varese REGOLAMENTO DEL CORPO INTERCOMUNALE DI POLIZIA LOCALE Approvato con deliberazione di Giunta dell Unione n. 32 del 27.09.2006

Dettagli

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14

Utente: Monica Salviato, Data di stampa: 13/05/2014 Pagina 1 di 14 Responsabile : 30104801 30107401 30107401 30208701 30208 30509401 30509413 40109 40109 Settore AFFARI GENERALI - SUPPORTO ALLA SEGRETERIA GENERALE 30.02.1 CONTRIBUTO PER LA TENUTA REGISTRO REGIONALE DELLE

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

COMUNE DI POLIGNANO A MARE

COMUNE DI POLIGNANO A MARE COMUNE DI POLIGNANO A MARE REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE DELLA FIGURA DELL ISPETTORE AMBIENTALE VOLONTARIO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI DIFESA AMBIENTALE E CONTROLLO, DEPOSITO, GESTIONE, RACCOLTA E SMALTIMENTO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO (Allegato n. 3 all Avviso di selezione)

CAPITOLATO TECNICO (Allegato n. 3 all Avviso di selezione) AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CENTRALINO, CUSTODIA, PORTINERIA, VIGILANZA AGLI STABILI DI PROPRIETÀ E IN USO ALL UNIVERSITÀ PER STRANIERI DI SIENA PARTECIPAZIONE ALLA SQUADRA DI EMERGENZE E DI PRIMO SOCCORSO

Dettagli

T20 Prodotti per Area di Intervento

T20 Prodotti per Area di Intervento T20 Prodotti per Area di Intervento Area Operativa: Indirizzo politico - istituzionale Area d'intervento: Indirizzo politico N. delibere, decreti ed ordinanze adottati 1015 N. sedute del consiglio comunale

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI Ufficio di Segreteria Cod. Fisc./Part. I.V.A. 00175660554 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI POLIZIA PROVINCIALE I SINGOLI ARTICOLI DEL REGOLAMENTO SONO STATI APPROVATI CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 155 DEL 2/10/2003 IL REGOLAMENTO

Dettagli

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO

CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO CONTRASSEGNO INVALIDI RILASCIO, RINNOVO I residenti nel Comune che hanno una ridotta capacità motoria certificata (permanente o temporanea) o risultano non vedenti, possono richiedere il rilascio di un

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Aggiornamento 2013. Approvato con Determina Dirigenziale n 147 del 14 novembre 2013

CARTA DEI SERVIZI. Aggiornamento 2013. Approvato con Determina Dirigenziale n 147 del 14 novembre 2013 CARTA DEI SERVIZI Aggiornamento 2013 Approvato con Determina Dirigenziale n 147 del 14 novembre 2013 Corpo Polizia Municipale Città di Messina 1 Sommario Presentazione del Sig. Comandante pag. 3 Principi

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale

COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO. a cura del Settore Personale COMUNE di N U O R O TITOLI DI STUDIO E MATERIE D ESAME PER L ACCESSO a cura del Settore Personale Qualifica Funzionale Servizio e/o Capo Settore Gabinetto del Sindaco Dirigente Dirigenza Tutti i diplomi

Dettagli

CHI SIAMO GUIDA AI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE

CHI SIAMO GUIDA AI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE CHI SIAMO GUIDA AI SERVIZI DELLA POLIZIA MUNICIPALE In questi ultimi dieci anni profondi mutamenti sociali, culturali ed economici hanno ridisegnato l architettura della nostra città, la composizione della

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia NUCLEO TRADUZIONI PROVINCIALE DI FROSINONE Pagina 1 di 22 P A R T E P R I M A Capo I ISTITUZIONE NUCLEO TRADUZIONI PROVINCIALE 1. LIMITI DI COMPETENZA MATERIALE E TERRITORIALE AREA PROVINCIALE Nell area

Dettagli

Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso

Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso Sicurezza stradale Le priorità di intervento dell unità organizzativa quali eccesso velocità, semaforo rosso, uso del casco, uso telefono cellulare e cinture di sicurezza, sono sviluppate attraverso azioni

Dettagli

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza

RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza RAMS: la gestione completa delle attività degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza White Paper 1 Gennaio 2005 White Paper Pag. 1 1/1/2005 La gestione degli Istituti di Vigilanza e Sorveglianza L efficienza

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona

Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona Polizia di Stato Compartimento Polizia Stradale Marche Ancona Attività di controllo Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2010, la Polizia Stradale delle Marche ha effettuato 21.554 pattuglie di vigilanza stradale

Dettagli

SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI

SPESE PER RIMBORSO DI PRESTITI Interventi per rimborso Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Organi istituzionali, partecipazione e decentramento Segreteria generale, personale e organizzazione Gestione economica,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO"

LICEO SCIENTIFICO STATALE ALDO MORO LICEO SCIENTIFICO STATALE "ALDO MORO" Via XX Settembre, 5-42124 REGGIO EMILIA Tel. 0522/517384-0522/511699 - Fax 0522/ 922077 Cod. Fisc. 80016270359 - C.M. REPS03000B e-mail: dsga@liceomoro.gov.it - segreteria@liceomoro.gov.it

Dettagli

SPESE IN CONTO CAPITALE

SPESE IN CONTO CAPITALE Utilizzo mobili, Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Organi istituzionali, partecipazione e decentramento Segreteria generale, sonale e organizzazione Gestione economica, finanziaria,

Dettagli

MLaw. MLAW è una soluzione software che fa parte delle Cloud Application Microrex MLINE rivolte al mercato della Pubblica Amministrazione

MLaw. MLAW è una soluzione software che fa parte delle Cloud Application Microrex MLINE rivolte al mercato della Pubblica Amministrazione Infinite Creativity MLaw MLAW è una soluzione software che fa parte delle Cloud Application Microrex MLINE rivolte al mercato della Pubblica Amministrazione Il sistema consente ai Comandi di Polizia Municipale

Dettagli

PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI VILLAR PELLICE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25

PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI VILLAR PELLICE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25 Originale PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI VILLAR PELLICE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 25 OGGETTO: Destinazione dei proventi derivanti da sanzioni per violazioni al codice della strada

Dettagli

descizione attività centro di costo

descizione attività centro di costo PEG 204 AREA ORGANIZZATIVA Polizia Locale CENTRO DI COSTO POLIZIA 3.0 RIF PROGRAMMA RRpp 8.05.0 RESPONSABILE DI SERVIZO Vincenzo Cannarozzo descizione attività centro di costo La Polizia Locale costituisce

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE. Carta dei Servizi

POLIZIA MUNICIPALE. Carta dei Servizi COMUNE DI SALERNO POLIZIA MUNICIPALE Carta dei Servizi Guida ai servizi della Polizia Municipale Presentazione La Polizia Municipale sta affrontando negli ultimi anni un percorso per il miglioramento della

Dettagli

COMUNE DI ALA. SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE anno 2014

COMUNE DI ALA. SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE anno 2014 COMUNE DI ALA SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE anno 14 Allegato A) Delibera Giunta Comunale n. 037 dd. 19.03.14 SERVIZIO TECNICO URBANISTICO Ing. PRETTI ALESSANDRA PERIODO 14 *obiettivo

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2010

BILANCIO DI PREVISIONE 2010 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2010 Approvato con deliberazione Consiglio Comunale n. 55-315 del 28 aprile 2010 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2008 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 1.326.30 376.60

Dettagli

Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Caltanissetta

Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Caltanissetta Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Caltanissetta PROGRAMMA DELLE ATTIVITA ANNUALI 2012 (art. 4 DLGS 240/2006) 1. LE RISORSE 1.1 IL PERSONALE (situazione del personale al 31

Dettagli

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009

CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 CITTÁ DI CONEGLIANO Provincia di Treviso BILANCIO DI PREVISIONE 2009 ENTRATA COMUNE DI CONEGLIANO Pagina 1 Parte Entrata - Anno 2009 Risorsa Accertamenti Previsioni Avanzo di Amministrazione 376.60 875.00

Dettagli

Città di Trapani PREVENTIVO DI SPESA. Provincia di Trapani Settore 3 Urbanistica Suap Patrimonio Manutenzioni. Servizio manutenzioni Immobili Comunali

Città di Trapani PREVENTIVO DI SPESA. Provincia di Trapani Settore 3 Urbanistica Suap Patrimonio Manutenzioni. Servizio manutenzioni Immobili Comunali Città di Trapani Provincia di Trapani Settore 3 Urbanistica Suap Patrimonio Manutenzioni Servizio manutenzioni Immobili Comunali PREVENTIVO DI SPESA OGGETTO: Affidamento del servizio di manutenzione dei

Dettagli

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N

(giorno/mese/anno) con sede in Comune Via N DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO E DI CERTIFICAZIONE RESA DA UN IMPRESA ALBERGHIERA IN RELAZIONE AL POSSESSO DEI REQUISITI PER LA CLASSIFICAZIONE A QUATTRO STELLE NEL PERIODO 1/1/2011 31/12/2015

Dettagli

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA

Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Comune di Mogliano Veneto PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DELLA SPESA Triennio 2012/2014 Piano triennale di razionalizzazione della spesa In ottemperanza al disposto dell art. 2, commi da 594 a 599,

Dettagli

DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI

DESCRIZIONE DEGLI OBIETTIVI PROGRAMMA N. Area VIGILANZA Responsabile Domenico Tenca Ufficio Polizia Locale Viabilità Autorizzazioni al transito e alla sosta annuali e temporanei Autorizzazioni portatori di handicap Autorizzazioni

Dettagli

Comune di Pontassieve

Comune di Pontassieve Comune di Pontassieve PIANO TRIENNALE 2013-2015 PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA. PRIME MISURE ALLEGATO 1 MAPPATURA DEI RISCHI Legenda Rischio 1: Basso Rischio 2: Medio basso Rischio

Dettagli

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI

COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI COMUNE DI DOLIANOVA PROVINCIA DI CAGLIARI PIAZZA BRIGATA SASSARI SETTORE SERVIZI ALLA COMUNITA CAPITOLATO PRESTAZIONALE AFFIDAMENTO DEL CENTRO SERVIZI UBICATO TRA LA VIA CAGLIARI E LA VIA DELLE ROSE Articolo

Dettagli

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato

Gestire la programmazione finanziaria, la funzione amministrativa-contabile e l'economato FUNZIONE SERVIZIO PROCESSO ORGANI ISTITUZIONALI PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE 24 Servizi di supporto interno: Gestire Segreteria, Protocollo, Servizi informativi

Dettagli

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO

SERVIZIO PRONTO INTERVENTO CITTÀ DI MONCALIERI Settore Servizi Tecnici e Ambientali REGOLAMENTO COMUNALE DEL SERVIZIO PRONTO INTERVENTO INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Art. 2 Art. 3 Oggetto del Regolamento Scopo del Regolamento

Dettagli

L INDAGINE DI POLIZIA GIUDIZIARIA SUGLI INFORTUNI PROCEDURA REGIONALE

L INDAGINE DI POLIZIA GIUDIZIARIA SUGLI INFORTUNI PROCEDURA REGIONALE L INDAGINE DI POLIZIA GIUDIZIARIA SUGLI INFORTUNI PROCEDURA REGIONALE 1.PREMESSA L indagine per infortunio viene svolta dallo SPISAL attraverso propri operatori con qualifica di Ufficiale di Polizia Giudiziaria

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014

COMUNE DI CARPENEDOLO PROVINCIA DI BRESCIA BILANCIO PLURIENNALE - ENTRATE TRIENNIO 2012-2014 AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE AVANZO AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO PROVENTI CONCESSIONI EDILIZIE AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: VINCOLATO MONETIZZAZIONI AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: ALIENAZIONI

Dettagli

Regolamento organizzativo e funzionale del S.U.A.P. associato della Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve

Regolamento organizzativo e funzionale del S.U.A.P. associato della Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve Regolamento organizzativo e funzionale del S.U.A.P. associato della Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve (Approvato con Deliberazione della Giunta n. 8 del 30/12/2010) (Modificato con Deliberazioni della

Dettagli

2002 2012: I DIECI ANNI DELLO SPORTELLO POLIFUNZIONALE SI CITTADINO

2002 2012: I DIECI ANNI DELLO SPORTELLO POLIFUNZIONALE SI CITTADINO Dolo, 20 febbraio 2012 COMUNE DI DOLO 2002 2012: I DIECI ANNI DELLO SPORTELLO POLIFUNZIONALE SI CITTADINO 1. PREMESSA Lo Sportello Polifunzionale è stato una tappa fondamentale del percorso di sperimentazione

Dettagli

COMUNE DI LIPOMO Provincia di Como Regione Lombardia POLIZIA LOCALE

COMUNE DI LIPOMO Provincia di Como Regione Lombardia POLIZIA LOCALE DESCRIZIONE ATTO NUMERO GEN. DATA OGGETTO CONTENUTO EVENTUALE SPESA (COMPRESA IVA) ESTREMI PRINCIPALI DOCUMENTI NEL FASCICOLO 17 263 2.07.2013 Impegno per la fornitura di modulistica ufficio Assunzione

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Accertata la necessità di iscrivere nel corrente bilancio le seguenti nuove e maggiori entrate derivanti da: - contributo regionale per finanziamento deleghe di 51.598,47; - saldo

Dettagli

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI

I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI I^ AREA - SERVIZI AMMINISTRATIVI SERVIZIO AFFARI GENERALI Protocollo - Notifiche Centralino telefonico - Vice Segreteria Generale Deliberazioni e Determine - URP Informazione Albo Online Presidenza del

Dettagli

POLIZIA MUNICIPALE Dirigente A. Tomarchio PREVENTIVO PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI

POLIZIA MUNICIPALE Dirigente A. Tomarchio PREVENTIVO PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI 2012 POLIZIA MUNICIPALE Dirigente A. Tomarchio PREVENTIVO PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI 271 Progetto 16. VIGILANZA DEL TERRITORIO Il progetto si articola secondo tre modalità: Il Servizio di prossimità,

Dettagli