PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESE VERSO LA SICUREZZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESE VERSO LA SICUREZZA"

Transcript

1 Fondazione FORMIT* EBUSINESS COMPETENCE INDEX: UNA METODOLOGIA PER LA DIAGNOSI DELLA MATURITÀ TECNOLOGICA DELLE PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESE VERSO LA SICUREZZA (EBUSINESS COMPETENCE INDEX: A METHODOLOGY TO ASSESS THE SME S TECHNOLOGY MATURITY AND AN OPPORTUNITY TO INCREASE COMPANIES AWARENESS TOWARDS SECURITY ISSUES) Sommario Il seguente articolo mira a illustrare una metodologia per la valutazione della capacità tecnologica delle PMI e, in particolare, propone l ebusiness Competence Index (EBCI) e i suoi 4 indicatori come strumento a disposizione di ogni impresa per giudicare e comparare la propria maturità nell adozione di soluzioni ebusiness. Tale metodologia, sviluppata all interno del progetto ebusiness Solutions and Services Benchmarking Project realizzato da Fraunhofer IAO e Fondazione FORMIT per la DG Impresa and Industria della Commissione Europea e per l European ebusiness Support Network (ebsn), rappresenta la parte funzionale della guida on-line per soluzioni ebusiness 1 L indice EBCI permette alle imprese che compilano un questionario on-line di valutare la loro maturità in termini di soluzioni ebusiness e di compararla con quella di tutte le altre imprese che hanno inserito in precedenza le proprie informazioni. L indice EBCI rappresenta quindi una preziosa base informativa per suggerire alle imprese europee soluzioni ebusiness per migliorare la produttività grazie all adozione di nuove tecnologie in grado di controllare e gestire il proprio processo produttivo. Le crescenti minacce del cyber spazio negli ultimi anni impongono però l applicazione in parallelo di un attenta valutazione dei rischi insiti nelle applicazioni per garantire un adeguato grado di sicurezza ICT a livello aziendale. Abstract The present article aims at illustrating a methodology to assess the technological capability of SMEs and, in particular, suggests the ebusiness Competence Index (EBCI) and its 4 indicators as an effective tool to evaluate and compare the ebusiness maturity of enterprises. This methodology, developed within the project ebusiness Solutions and Services Benchmarking Project carried out by Fraunhofer IAO and Fondazione FORMIT for the DG Enterprise and Industry of the European Commission and for the European ebusiness Support Network (ebsn) is the most effective part of the on-line guide for the ebusiness solutions 1. The EBCI allows the enterprises filling the on-line questionnaire to assess their ebusiness compentence and to compare it with that of all the other enterprises that enter their information in the tool. Furthermore, the EBCI represents a valuable informative basis to suggest to the European enterprises the ebusiness solutions to improve productivity through the new technology adoption. In the last years the increasing threat of the cybercrime has imposed, in parallel, a careful evaluation of the ICT security risk of the ebusiness solutions implemented in the enterprise. 1. Il ruolo dell ebusiness nel contesto Europeo All interno del contesto industriale Europeo, in cui le PMI rappresentano la componente maggior- mente strategica del mondo produttivo, un adeguata adozione tecnologica potrebbe rivelarsi uno strumento efficace per incrementare la produttività e, di conseguenza, per favorire la crescita economica. Accademici, industriali e istituzioni sono concordi * Fondazione FORMIT (http://www.formit.org/), Roma, Napoli, Bari, Caltanisetta, Bruxelles. 1 Speciale Sicurezza ICT 35

2 sull efficacia delle tecnologie informatiche nel migliorare la performance economica, come dimostrato dall eccezionale crescita dell economia statunitense negli anni Novanta (Adekola, Sergi, 2008). I vantaggi competitivi ottenuti dagli Stati Uniti in ambito industriale, hanno indotto i policy maker europei a implementare misure strutturali per lo sviluppo e l innovazione, quale la Strategia di Lisbona nel 2000, al fine di migliorare la crescita sociale ed economica mediante una più vasta adozione dell information technology, in special modo nel mondo produttivo. Dal punto di vista microeconomico, l impresa che adotta e utilizza soluzioni ICT ha come obiettivo l aumento della produttività del lavoro per migliorare la propria della competitività. Dal punto di vista macroeconomico, l adozione di soluzioni di ebusiness da parte delle imprese è da considerare come uno dei fattori cruciali per il raggiungimento degli obiettivi della Strategia di Lisbona. Il punto dell Action Plan eeurope , indica l impegno esplicito a un vasto impiego delle tecnologie informatiche e delle comunicazioni nelle attività di business: l obiettivo è la promozione di un dinamico ambiente per l ebusiness capace di promuovere la domanda di ebusiness con l obiettivo di aumentare la competitività delle imprese europee e d incrementare la produttività e la crescita tramite l investimento in tecnologie informatiche e delle comunicazioni, risorse umane (specialmente e-skills) e nuovi modelli di business 3. Secondo la definizione ufficiale fornita dalla Commissione Europea 4, l ebusiness è l utilizzo produttivo delle tecnologie informatiche e delle comunicazioni (ICT) per sostenere i processi di business sia interni sia esterni (dell impresa). [ ] Ma solo se accompagnati e supportati da cambiamenti organizzativi 5. Ancor più precisa è la definizione proposta in Adapting ebusiness policies in a changing environment: The lessons of the Go Digital initiative and the challenges ahead 6 che sottolinea la differenza tra e-commerce and ebusiness (Figura 1). L ecommerce riguarda tutte le applicazioni ICT collegate ai processi esterni di business, Figura 1 Definizioni di ebusiness e di ecommerce precisamente e-purchase e attività di e-selling. L ebusiness racchiude l e-commerce, ma comprende anche l integrazione dell ICT nel processo di business. 2. Le soluzioni di ebusiness e le piccole e medie imprese L ostacolo principale all adozione di soluzioni ebusiness in Europa è senza dubbio dovuto alla piccola dimensione delle imprese. Le Piccole e Medie Imprese (PMI) 7 rappresentano l elemento fondante dell economia europea: nel 2002, il 93% di tutte le imprese europee aveva meno di 10 dipendenti e il numero medio di dipendenti di una impresa europea è 6 (OECD, 2002). Secondo i dati dell ebusiness Index e i relativi quattro sottoindici prodotti dall EBSN, è evidente la minore propensione delle PMI europee all adozione di soluzioni ebusiness rispetto alle grandi imprese (GI). Paragonando i valori normalizzati (a 100) per le imprese più grandi e i risultati per le altre categorie d impresa, è possibile trarre alcune interessanti con- 2Appoggiato dal Consiglio Europeo di Siviglia nel giugno In originale "A dynamic ebusiness environment" capace to promote take-up of ebusiness with the aim of increasing the competitiveness of European enterprises and raising productivity and growth through investment in information and communication technologies, human resources (notably e-skills) and new business models. 4Sul sito web relativo a Measurement and economic analysis of ebusiness in Europe (http://ec.europa.eu/enterprise/ict/policy/econanal/index.htm). 5In originale the productive use of information and communication technologies (ICT) to support (enterprise) both internal and external business processes. [ ] But only if accompanied and supported by organisational changes. 6Comunicazione della Commissione al Consiglio, al Parlamento Europeo, al Comitato Economico e Sociale Europeo e al Comitato delle Regioni [COM(2003)148 final]. 36 Speciale Sicurezza ICT

3 EBUSINESS COMPETENCE INDEX: UNA METODOLOGIA PER LA DIAGNOSI DELLA MATURITÀ TECNOLOGICA DELLE PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESEVERSO LA SICUREZZA (EBUSINESS COMPETENCE INDEX: A METHODOLOGY TO ASSESS THE SME S TECHNOLOGY MATURITY AND AN OPPORTUNITY TO INCREASE COMPANIES AWARENESS TOWARDS SECURITY ISSUES) Dall altro, ci si può domandare se le piccole imprese abbiano davvero bisogno delle stesse potenti soluzioni delle grandi imprese per ottenere i medesimi benefici. In una piccola impresa, la gestione delle informazioni (information management) e l ebusiness possono essere forse anche conseguiti in maniera efficace ed efficiente tramite l uso di sistemi meno sofisticati e meno costosi. 8 Fonte: ebusiness 2006 Figura 2 ebusiness Index e sottoindici prodotti dall EBSN siderazioni riguardo al gap tecnologico delle PMI: nelle imprese più piccole il campo maggiormente sviluppato è quello delle reti ICT, mentre quello meno sviluppato è l integrazione informatica dei processi interni (Figura 2). Il gap tra PMI e GI indica che ci sono potenziali opportunità per lo sviluppo ICT nella piccola impresa, ma è necessario considerare un probabile tasso naturale di adozione ICT per le PMI strutturalmente inferiore a quello delle GI. Nell edizione 2006/07 di The European ebusiness Report: a portrait of ebusiness in 10 sectors of the EU economy, la questione della crescita dell adozione potenziale dell ICT nelle PMI è ben motivata: le implicazioni ICT per le PMI sono ambivalenti. Da un lato, l ICT potrebbe offrire vantaggiose economie di scala. Le grandi imprese possono permettersi importanti sistemi ICT a un costo proporzionalmente inferiore di quello che le PMI devono affrontare per la loro infrastruttura relativamente semplice. L ebusiness Index 2006 conferma che la diffusione di sistemi ICT per l integrazione dei processi interni ed esterni cresce con una tendenza lineare secondo la dimensione dell impresa. In tale prospettiva, uno strumento per raccogliere informazioni sull efficace adozione di soluzioni di ebusiness diventa essenziale per comprendere le opportunità per le piccole e medie imprese europee al fine di ridurre qualsiasi forma di distorsione che potrebbe potenzialmente impedire l accesso delle PMI a soluzioni ebusiness. 3. L EBCI: uno strumento per sostenere l adozione di soluzioni ebusiness e valutare la capacità tecnologica delle PMI All interno del progetto ebusiness Solutions and Services Benchmarking Project realizzato per la DG Impresa e Industria della Commissione Europea e per l European ebusiness Support Network (ebsn), Fraunhofer IAO e Fondazione FORMIT hanno implementato all interno della guida on-line per soluzioni ebusiness (http://ec.europa.eu/enterprise/ebsn/ebusiness-solutions-guide/welcome.do) uno strumento capace di valutare la capacità tecnologica delle imprese europee e supportarne l adozione di soluzioni ebusiness. La guida on-line, oltre a fornire informazioni e riferimenti sulle soluzioni ebusiness più recenti per Stato Membro, per settore economico, per dimensione d impresa e per funzionalità della soluzione 7La definizione di PMI riportata in e adottata dall Unione Europea usa tre criteri: numero di dipendenti, turnover annuale e stato patrimoniale annuale. In particolare, mentre è obbligatorio rispettare le soglie del numero dei dipendenti, non è necessario soddisfare i requisiti di turnover e bilancio. Guardando alle soglie, la categoria delle micro, piccole e medie imprese comprende imprese che impiegano meno di 250 persone e che hanno o un turnover annuale non superiore ai 50 milioni di euro o un totale dello stato patrimoniale annuale non superiore ai 43 milioni di euro. Le piccole imprese impiegano meno di 50 persone e hanno un turnover annuale o uno stato patrimoniale annuale che non supera i 10 milioni d euro. Le micro imprese sono definite come imprese che impiegano meno di 10 persone e il cui turnover annuale o il totale dello stato patrimoniale non supera i 2 milioni di euro. 8 The ICT implications for SMEs are ambivalent. On the one hand, ICT may offer increased economies of scale. Large enterprises can afford powerful ICT systems at proportionally lower cost than SMEs have to meet for their comparatively simple infrastructure. The ebusiness Index 2006 confirms that the diffusion of ICT systems for internal and external process integration increases in a linear fashion according to firm size. On the other hand, it is debatable whether small companies really need the same powerful solutions as large firms in order to achieve the same benefits. In a small company, information management and ebusiness can possibly also be effectively and efficiently achieved by the use of less sophisticated and less expensive systems. Speciale Sicurezza ICT 37

4 ebusiness, permette a ciascuna impresa che risponde ad un semplice questionario on line di fare una diagnosi della propria maturità tecnologica. Tale funzionalità consente alle micro, piccole e medie imprese europee di acquisire consapevolezza della capacità d informatizzare i processi di business. A tale scopo, una sezione del sito web permette alle PMI di calcolare il loro ebusiness Capability Index (EBCI) come misura del grado di adozione di prodotti e servizi ebusiness. Il questionario on-line (Figura 3) sulla dotazione ICT, composto da 16 domande divise in quattro sezioni, raccoglie le risposte dell impresa per determinarne l indice EBCI. Le variabili dell EBCI Le 16 variabili che costituisco l ebusiness Capability Index fanno riferimento a: 1. connettività LAN (Local Area Network) tra i computer dell impresa 2. connettività internet a banda larga 3. presenza di accesso remoto alla rete aziendale 4. accesso al VPN (Virtual Private Network) 5. presenza d intranet 6. uso della tecnologia per monitorare le ore di lavoro e/o il tempo di produzione 7. impiego di sistemi EDM (Enterprise Document Management system ) 8. impiego di sistemi ERP (Enterprise Resource Planning System) 9. acquisto on-line (almeno 5% del volume d acquisto totale) 10. utilizzo di specifiche soluzioni ICT per l e-procurement 11. impiego di sistemi SCM (Supply Chain Management System) 12. gestione on-line della capacità e dell inventario 13. CMS (Content Management System - Sistema di Gestione Contenuti) per il sito web 14. uso di sistemi software CMS (Customer Relationship Management System) 15.vendita on-line (almeno 5% del volume totale di vendita) 16. impiego di specifiche soluzioni ICT per i processi di marketing e vendita. La tipologia delle variabili utilizzate è analoga a quella dell ebusiness Index dell EBSN. La differenza sostanziale è nei quattro possibili gradi di adozione che possono aver implementato le imprese per ciascuna soluzione (vedi Figura 3): mai considerata in pianificazione in realizzazione già implementata Le informazioni di ciascuna sezione del questionario sono sintetizzate da un indicatore. L indice EBCI si compone infatti di 4 indicatori ottenuti dalla combinazione ponderata di 16 variabili derivanti dalle 16 domande (vedi box). Più precisamente, gli indicatori sono: l indicatore ICT infrastructure and Basic Connectivity Indicator (ICTBCI) composto dalle variabili 1, 2, 3 e 4; l indicatore Internal business Process Automation Indicator (IBPAI) composto dalle variabili 5, 6, 7 e 8; l indicatore Procurement and Supply Chain integration Indicator (PSCII) composto dalle variabili 9, 10, 11 e 12; l indicatore Marketing and Sales Processes Indicator (MSPI) composto dalle variabili 13, 14, 15 e 16. Nel caso di soluzione ICT già adottata dall impresa, il valore della variabile è 0,25, mentre nel caso di soluzione ICT mai considerata il valore è 0. In tal modo, tutti i 4 indicatori variano da 0 a 1. in cui: I j = uno dei 4 indicatori V i = una delle 4 variabili che compongono ciascun indicatore L ebusiness capability index è, a sua volta, composto da tutti i 4 indicatori che recano il medesimo peso (0,25). in cui: I j = uno dei 4 indicatori. con j=1 4 L ebusiness Competence Index (EBCI), come somma ponderata dei 4 indicatori, varia da 0 (PMI prive di ebusiness Competence) a 1 (PMI con massima ebusiness Competence). In base ai risultati dell EBCI, micro, piccole e medie imprese possono essere raggruppate in 3 categorie utilizzando le seguenti soglie: Imprese con basso livello di capacità ebusiness (Indice EBCI da 0 a 0,333). Imprese con medio livello di capacità ebusiness (Indice EBCI da 0,334 a 0,666). Imprese con alto livello di capacità ebusiness 38 Speciale Sicurezza ICT

5 EBUSINESS COMPETENCE INDEX: UNA METODOLOGIA PER LA DIAGNOSI DELLA MATURITÀ TECNOLOGICA DELLE PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESEVERSO LA SICUREZZA (EBUSINESS COMPETENCE INDEX: A METHODOLOGY TO ASSESS THE SME S TECHNOLOGY MATURITY AND AN OPPORTUNITY TO INCREASE COMPANIES AWARENESS TOWARDS SECURITY ISSUES) Figura 3 Form del questionario per l elaborazione dell ebusiness Competence Index (Indice EBCI da 0,667 a 1). Le imprese caratterizzate da un basso livello di ebusiness Competence non sono generalmente in possesso di una struttura ICT ben configurata e sono dotate di una connettività elementare. Si tratta d imprese con un adozione limitata di soluzioni ebusiness per la gestione dei processi interni e che non impiegano servizi on-line per l acquisto o la vendita. Tutte queste caratteristiche sono tipiche di imprese che operano sui mercati locali in settori tradizionali. La categoria delle imprese con un livello di ebusiness Competence medio comprende quelle imprese con, almeno, connettività internet a banda larga, alcune procedure automatiche per la produzione e la gestione amministrativa e una minima struttura per l e-commerce. Ciò implica anche una struttura interna ben definita per la gestione della dotazione ICT. La categoria con maggiore ebusiness Competence include le imprese che gestiscono una parte importante del business sfruttando le opportunità ICT. Questo significa un buon livello di connettività (LAN, banda larga, ect.), automazione dei processi di business più importanti, a seconda del settore di appartenenza, reale importanza dell e-selling nella strategia di marketing e ruolo strategico dell e-procurement nella gestione della supply chain. Per la determinazione dell ebusiness Competence Index e delle relative categorie di maturità delle imprese sono prese in considerazione le stesse variabili impiegate da ebusiness per la costruzione dell ebusiness Index, ma rispetto a quest ultimo l indice EBCI ha 2 punti di forza: fornisce una misura assoluta (variabile da 0 a 1) della maturità in termini di ebusiness di un impresa; fornisce una misura relativa della maturità in termini di ebusiness di un impresa rispetto alle imprese che hanno completato il questionario, comparando il risultato della medesima impresa con il valore medio e i risultati delle imprese della medesima dimensione e dello stesso settore industriale (Figura 4 e Figura 5). 4. Maturità in termini di soluzioni ebusiness e sicurezza ICT La valutazione tramite l EBCI, che mette in luce la maturità tecnologica delle imprese, deve però essere necessariamente complementare ad un anlaisi delle minacce e le vulnerabilità generate dall implementazione di tali soluzioni di ebusiness. Se da un lato le soluzioni di ebusiness accrescono la maturità tecnologica dell impresa con consistente impatto sulla sua produttività, dall altro mettono a rischio proprio quest ultima se non accompagnate da un impiego di misure di sicurezza ICT adeguate che permettano di garantire la funzionalità dei processi, la sicurezza dei dati e la tracciabilità delle comunicazioni. La sicurezza deve necessariamente diventare una componente essenziale di ogni scelta di implementazione di soluzioni di ebusiness. Le moderne strategie aziendali prevedono l'accessibilità a reti e applicazioni da parte di una comunità di utenti sempre più estesa con un conseguente incremento dei rischi e dei problemi di sicurezza. Un livello di protezione adeguato delle reti e dei loro componenti deve incorporare il grado di maturità tecnologica e il grado di Speciale Sicurezza ICT 39

6 Figura 4 Esempio di ebusiness Competence Index secondo le risposte fornite al questionario di un impresa Figura 5 Esempio del confronto dei 4 indicatori secondo le risposte fornite al questionario da un impresa complessità delle loro strutture. A tal fine l utilizzo di una misurazione quantitativa del grado di sicurezza rispetto alle soluzioni ebusiness implementate rappresenta un elemento complementare all EBCI e indispensabile considerando l evoluzione dello scenario tecnologico attualmente in corso. Analogamente all EBCI, il grado di sicurezza ICT può essere misurato attraverso l ebusiness Security Index (EBSI) 9 che include i seguenti cinque aspetti in termini di sicurezza ICT: 9 La costruzione di indicatori connessi alla sicurezza informatica e alle performance economiche è una delle attività di ricerca di Fondazione FORMIT in tema di Economics of Security. 40 Speciale Sicurezza ICT

7 EBUSINESS COMPETENCE INDEX: UNA METODOLOGIA PER LA DIAGNOSI DELLA MATURITÀ TECNOLOGICA DELLE PMI E UN OPPORTUNITÀ PER SENSIBILIZZARE LE IMPRESEVERSO LA SICUREZZA (EBUSINESS COMPETENCE INDEX: A METHODOLOGY TO ASSESS THE SME S TECHNOLOGY MATURITY AND AN OPPORTUNITY TO INCREASE COMPANIES AWARENESS TOWARDS SECURITY ISSUES) 1. Sicurezza Infrastrutture. Tale aspetto misura la sicurezza fisica e le modalità di accesso ai locali dove si trovano server e computer dedicati all amministrazione del sistema. Elementi essenziali da considerare sono la gestione del back up, le capacità di sostituzione dei componenti hardware, la presenza di soluzioni per la continuità, le modalità di istallazione e gestione dei componenti software (Firewall, network port, ecc.) 2. Salvataggio dati. Tale aspetto valuta le modalità di salvataggio dati con particolare attenzione alle informazioni personali e sensibili. Elementi essenziali sono il repository di tali dati, le modalità di accesso a tale repository, l utilizzo della crittografia, il tempo di detenzione delle diverse tipologie di informazione. 3. Trasmissione dati. Tale aspetto analizza le modalità di trasmissione dati, l utilizzo di per l invio di informazioni sensibili e riservate, l utilizzo di specifiche modalità di crittografia. 4. Strumenti di Amministrazione del sistema. Tale aspetto include la valutazione della gestione degli user da parte dell amministrator e il loro monitoraggio, le modalità di autenticazione e di gestione password, i diversi livelli di privilegi di sistema, i meccanismi di aggiornamento antivirus, l esistenza di disaster recovery e business contingency plan. 5. Utilizzo applicazioni. Tale aspetto valuta le procedure per il download, l installazione e l utilizzo di software (potenzialmente malicious), il grado di sicurezza intrinseco dei software commerciali, le procedure di utilizzo della posta elettronica. Come evidente dai 5 aspetti appena indicati per definire l ebusiness Security di un impresa, la complessità della valutazione è superiore a quella dell analisi della sua maturità tecnologica e deve necessariamente essere combinata con quest ultima. Una ridotta ebusiness Security può indicare per un impresa con basso livello di capacità ebusiness un certo grado di adeguatezza delle misure di protezione, mentre per un impresa con alto livello di capacità ebusiness un eccessiva esposizione alle minacce del cyberattack. 5. Conclusioni Secondo l ipotesi per cui l adozione delle nuove tecnologie all interno del contesto produttivo svolge un ruolo chiave nello stimolare la crescita economica, una chiara panoramica sull adozione delle soluzioni ebusiness da parte delle imprese è essenziale per definire azioni di policy volte a promuovere gli effetti positivi dell impiego dell ICT. In aggiunta, una crescente consapevolezza della propria ebusiness competence può stimolare ogni impresa ad un adozione di soluzioni ebusiness, e di conseguenza, ad un miglioramento in termini di produttività. A tale scopo, l indice EBCI rappresenta un efficace metodologia di valutazione a disposizione di policy makers nazionali ed europei e delle stesse imprese. Visti i recenti sviluppi dello scenario tecnologico e la crescente minaccia del cyber crime, la dotazione di soluzioni di ebusiness se non accompagnata da adeguate misure di sicurezza non rappresenta più una condizione sufficiente per il miglioramento della produttività aziendale. Una valutazione quantitativa della sicurezza relativa alle soluzioni ebusiness diventa uno strumento essenziale se integrato alla misurazione della maturità tecnologica aziendale che permette una riflessione sulle misure di sicurezza necessarie per non condizionare il potenziale di miglioramento della produttività offerto dalle soluzioni di ebusiness. Speciale Sicurezza ICT 41

8 Riferimenti bibliografici Adekola, A., Sergi, B. S., (2008), Particulars of US Information Technology and productivity: lessons for Europe, International Journal of Trade and Global Markets, Volume 1, Number 2, pp DG Enterprise and Industry, (2009), ebusinesses guide helps SMEs to self-diagnose their competences, ebusiness (2006), The European ebusiness Report: a portrait of ebusiness in 10 sectors of the EU economy, 2006/07 edition, 5th Synthesis Report, European Commission (2005), Measurement and economic analysis of ebusiness in Europe, European Commission (2005), The new SME definition - User guide and model declaration, Enterprise and Industry Publications. European Commission (2008), ebusiness Guide for SMEs ebusiness Software and Services in the European Market, realised by Fraunhofer IAO and Fondazione FORMIT, European Commission, (2003), Adapting e-business policies in a changing environment: The lessons of the Go Digital initiative and the challenges ahead, Communication from the Commission to the Council, the European Parliament, the European Economic and Social Committee and the Committee of the Regions, COM(2003)148 final European ebusiness Guide for SMEs - European e-business Support Network (ebsn) - Eurostat - Lisbon Strategy - OECD, (2002), Main results from the 2002 Observatory of European SMEs, 42 Speciale Sicurezza ICT

ATM. Compatibile con diversi Canali di Comunicazione. Call Center / Interactive Voice Response

ATM. Compatibile con diversi Canali di Comunicazione. Call Center / Interactive Voice Response Compatibile con diversi Canali di Comunicazione Call Center / Interactive Voice Response ATM PLUS + Certificato digitale Dispositivi Portatili Mutua Autenticazione per E-mail/documenti 46 ,classico richiamo

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni

Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Il Cloud per aziende e pubbliche amministrazioni Raffaello Balocco School of Management Politecnico di Milano 26 Giugno 2012 Il mercato del cloud mondiale: una crescita inarrestabile According to IDC Public

Dettagli

Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa. Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014

Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa. Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014 Prima Giornata InFormativa Progetto BioTTasa Area della Ricerca del CNR - Via G. Amendola,122/O Bari, 22 maggio 2014 Il TT nella dimensione europea Francesco S. Donadio Progetto Finanziato dal Ministero

Dettagli

SMS Engineering. Company Profile 2015. Azienda di Eccellenza

SMS Engineering. Company Profile 2015. Azienda di Eccellenza SMS Engineering Company Profile 2015 Azienda di Eccellenza 1 Vision L ICT che dà più valore alla tua azienda (Our ICT gives more!) Mission La nostra Mission si fonda sull idea che le nostre soluzioni informatiche

Dettagli

WEBGIS PER LA CONSULTAZIONE, L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO DEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI ROMA E DEI RELATIVI COMUNI

WEBGIS PER LA CONSULTAZIONE, L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO DEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI ROMA E DEI RELATIVI COMUNI WEBGIS PER LA CONSULTAZIONE, L AGGIORNAMENTO E LO SVILUPPO DEI PIANI DI PROTEZIONE CIVILE DELLA PROVINCIA DI ROMA E DEI RELATIVI COMUNI Monica RIZZO (*), Paolo SCALIA (*), Riccardo SCANO (*), Alessandro

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 AEO e sicurezza dei sistemi informativi Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Agenda La sicurezza delle informazioni: introduzione e scenario di riferimento La sicurezza

Dettagli

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015

Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 Gli aspetti innovativi del Draft International Standard (DIS) ISO 9001:2015 I requisiti per la gestione del rischio presenti nel DIS della nuova ISO 9001:2015 Alessandra Peverini Perugia 9/09/2014 ISO

Dettagli

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi

Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi Gestire i processi di business trasforma una organizzazione normale in una intelligente? Roberta Raimondi Professor, Sda Bocconi 1) information goes to work 2) model the way Quale migliore prospettiva

Dettagli

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti.

N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. ERRATA CORRIGE N 1 alla versione bilingue (italiano-inglese) DEL 31 luglio 2009 NORMA UNI EN ISO 9001 (novembre 2008) TITOLO Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti Punto della norma Pagina Oggetto

Dettagli

Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione

Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione Infrastrutture a Banda Larga per l E-government: la nuova frontiera della Pubblica Amministrazione Claudio Chiarenza Responsabile Business Unit Product Italtel Indice eeurope 2005: An information society

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti?

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? L innovazione applicata ai controlli: il caso della cybersecurity Tommaso Stranieri Partner di

Dettagli

Ingegneria del Software. Business Object Technology

Ingegneria del Software. Business Object Technology Ingegneria del Software Business Object Technology Premesse I sistemi informativi di qualsiasi organizzazione devono essere capaci di: gestire quantità di dati sempre crescenti fornire supporto a nuovi

Dettagli

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013 Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection Milano 30 Ottobre 2013 VIDEO IL NUOVO PANORAMA Le minacce sono più complesse E con tante risorse da proteggere il personale

Dettagli

La razionalità economica di una politica dell efficienza energetica

La razionalità economica di una politica dell efficienza energetica La razionalità economica di una politica dell efficienza energetica Arturo Lorenzoni Università degli Studi di Padova Cantiere Efficienza, Padova 17 novembre 2014 DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE

Dettagli

Beyond NPV & IRR: touching on intangibles

Beyond NPV & IRR: touching on intangibles Economic Evaluation of Upstream Technology Beyond NPV & IRR: touching on intangibles Massimo Antonelli Alberto F. Marsala Nicola De Blasio Giorgio Vicini Vincenzo Di Giulio Paolo Boi Dean Cecil Bahr Lorenzo

Dettagli

Company profile 2014

Company profile 2014 Company profile 2014 Chi siamo Digimetrica è una società specializzata in: Sicurezza informatica Networking e gestione di infrastrutture informatiche Outsourcing di soluzioni internet e cloud computing

Dettagli

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE

GESTIONE IMMOBILIARE REAL ESTATE CONOSCENZA Il Gruppo SCAI ha maturato una lunga esperienza nell ambito della gestione immobiliare. Il know-how acquisito nei differenti segmenti di mercato, ci ha permesso di diventare un riferimento importante

Dettagli

innovazione di casa nelle imprese

innovazione di casa nelle imprese innovazione di casa nelle imprese REPORT ON SMAU MILANO 2012 GENERAL RESULTS REGISTRATIONS COMMUNICATION AND PR RESULTS FOR EXPOCOMM: LEAD GENERATION PICTURES 2 3 5 7 8 GENERAL RESULTS Visitors to Smau

Dettagli

Ingegneria del Software

Ingegneria del Software Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A1_1 V2.2 Ingegneria del Software Il contesto industriale del software Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile

Dettagli

Verona, 29-30 ottobre 2013!

Verona, 29-30 ottobre 2013! Verona, 29-30 ottobre 2013! Smart Home L evoluzione digitale dell ambiente domestico Marco Canesi M2M Sales & Marketing Manager Italy Home & Building 29 Ottobre 2013 1 Le abitazioni e gli edifici stanno

Dettagli

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly linked to the oral comments which were made at its presentation,

Dettagli

HP e il Progetto SPC. Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector. 12 Maggio 2008. Technology for better business outcomes

HP e il Progetto SPC. Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector. 12 Maggio 2008. Technology for better business outcomes HP e il Progetto SPC Daniele Sacerdoti Consulting&Integration Public Sector 12 Maggio 2008 Technology for better business outcomes 2007 Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information contained

Dettagli

Security Summit 2011 Milano

<Insert Picture Here> Security Summit 2011 Milano Security Summit 2011 Milano Information Life Cycle: il governo della sicurezza nell intero ciclo di vita delle informazioni Jonathan Brera, KPMG Advisory S.p.A. I servizi di Security

Dettagli

Strumenti ICT per l innovazione del business

Strumenti ICT per l innovazione del business 2012 Strumenti ICT per l innovazione del business Progetto finanziato da Forlì 12-04-2012 1 Sommario Gli strumenti ICT a supporto delle attività aziendali Le piattaforme software Open Source per le piccole

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented

I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Sede AICA Liguria Competenze Professionali per l Innovazione Digitale Le competenze per la SOA-Service Oriented Architecture I profili professionali EUCIP per le architetture Service Oriented Roberto Ferreri

Dettagli

Quali requisiti contrattuali nelle richieste di offerta per beni e servizi relativi alla ICT Security. Specificità del contesto Pirelli.

Quali requisiti contrattuali nelle richieste di offerta per beni e servizi relativi alla ICT Security. Specificità del contesto Pirelli. Quali requisiti contrattuali nelle richieste di offerta per beni e servizi relativi alla ICT Security. Specificità del contesto Pirelli. Milano, 16 Giugno 2003 Ilaria.allodi@pirelli.com Lo scenario attuale

Dettagli

LA NUOVA ISO 9001:2015

LA NUOVA ISO 9001:2015 Aspettative e confronto con la versione 2008 Vincenzo Paolo Maria Rialdi Lead Auditor IRCA Amministratore Delegato e Direttore Tecnico Vevy Europe S.p.A. 2/9 BREVE STORIA DELLA NORMA ISO 9000 standard

Dettagli

scenario, trend, opportunità

scenario, trend, opportunità Cloud Computing nelle Imprese Italiane scenario, trend, opportunità Alfredo Gatti Managing Partner MODELLI EMERGENTI di SVILUPPO ed IMPLEMENTAZIONE Unione Parmense degli Industriali Pal. Soragna Parma

Dettagli

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA

INFORMATICA. Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA INFORMATICA Prof. MARCO CASTIGLIONE ISTITUTO TECNICO STATALE TITO ACERBO - PESCARA Informatica per AFM 1. SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE E SISTEMA INFORMATICO ITS Tito Acerbo - PE INFORMATICA Prof. MARCO

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it

La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego. alessandro.perego@polimi.it La logistica e lo sviluppo economico: risorse umane Alessandro Perego alessandro.perego@polimi.it Milano, Matching 2009, 23 Novembre 2009 Non-solo-distribuzione La logistica non è solo distribuzione fisica

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof.

Anno Scolastico: 2014/2015. Indirizzo: Sistemi informativi aziendali. Classe quarta AS. Disciplina: Informatica. prof. Anno Scolastico: 2014/2015 Indirizzo: Sistemi informativi aziendali Classe quarta AS Disciplina: Informatica prof. Competenze disciplinari: Secondo biennio 1. Identificare e applicare le metodologie e

Dettagli

Sicurezza e Internet 02

Sicurezza e Internet 02 Sicurezza e Internet 02 La Sicurezza Gli argomenti inerenti la sicurezza sono generalmente raggruppabili all interno delle seguenti aree: 1. Sicurezza Fisica 2. Sicurezza Logica 3. Sicurezza Organizzativa

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

Dall apprendimento alla gestione della conoscenza: dall e-learning al WBKMS KM KM 22

Dall apprendimento alla gestione della conoscenza: dall e-learning al WBKMS KM KM 22 Dall apprendimento alla gestione della conoscenza: dall e-learning al WBKMS Società dell informazione L informazione è il fatto/dato L informazione è il fatto/dato Società della conoscenza La Conoscenza

Dettagli

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security

Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Informazioni aziendali: il punto di vista del Chief Information Security Officer ed il supporto di COBIT 5 for Information Security Jonathan Brera Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 1 Agenda Introduzione

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

Service Design Programme

Service Design Programme Service Design Programme SERVICE DESIGN - cosa è Il Service Design è l attività di pianificazione e organizzazione di un servizio, con lo scopo di migliorarne l esperienza in termini di qualità ed interazione

Dettagli

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti

Copyright SDA Bocconi Elisa Pozzoli - Gianluca Salviotti L adozione di COBIT come strumento di IS Governance. Stato dell arte, risultati e fattori critici di successo nelle esperienze analizzate. Elisa Pozzoli, Gianluca Salviotti Copyright SDA Bocconi Elisa

Dettagli

Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare

Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare Forum PA 2007 Formazione Informatica nella PA Certificazioni professionali informatiche in Europa la misura condivisa delle competenze ICT per competere e innovare Giulio Occhini AICA Roma, 21 Maggio 2007

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione

BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione BANDA ULTRA LARGA BUL Progetto Sirmione Questionario Manifestazione d Intresse APRILE 2015 Sommario SEZIONE I. Descrizione dell iniziativa... 3 SEZIONE II. Dati Anagrafici Azienda... Errore. Il segnalibro

Dettagli

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL

Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Al servizio dei professionisti dell IT Governance Capitolo di Milano Misura delle performance dei processi con le metriche suggerite da COBIT e ITIL Valter Tozzini - ItSMF Italia Paola Belforte - ItSMF

Dettagli

Introduzione a COBIT 5 for Assurance

Introduzione a COBIT 5 for Assurance Introduzione a COBIT 5 for Assurance Andrea Pontoni 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 Agenda Obiettivi Assurance Definizione Drivers dell Assurance Vantaggi di

Dettagli

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer»

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» La security: esperienza vs conoscenza didattica Cosa può capitare avendone solo una delle due? Esperienza pregressa Conoscenza

Dettagli

LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management

LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management LM Ingegneria Gestionale ICT & Business Management 1 ICT: il peso nelle borse mondiali... 1 1 Apple (B$ 528) Classifica capitalizzazione di borsa 31 31 Vodafone (B$141) 5 4 Microsoft (B$260) 5 IBM (B$236)

Dettagli

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group)

CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) CiaoTech S.r.l. (Member of PNO Group) Opportunità di finanziamento europee per la Ricerca e lo Sviluppo - The New EU Framework Programme for Research and Innovation- Horizon 2014-2020 and LIFE opportunities

Dettagli

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET

LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET LA PROPOSTA DI SERVIZI DI RICERCA, ADVISORY & CONSULENZA per il GO-TO- MARKET Ezio Viola Co-Founder e General Manager The Innovation Group Elena Vaciago Research Manager The InnovationGroup 18 Dicembre

Dettagli

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT)

CONSIP SpA. Gara per l affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) CONSIP S.p.A. Allegato 6 Capitolato tecnico Capitolato relativo all affidamento dei servizi di supporto strategico a Consip nel campo dell Information & Communication Technology (ICT) Capitolato Tecnico

Dettagli

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo

25/11/14 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE. Tecnologie dell informazione e controllo ORGANIZZAZIONE AZIENDALE 1 Tecnologie dell informazione e controllo 2 Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale IT e coordinamento esterno IT e

Dettagli

Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention

Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention Il Sistema di Gestione per la Security: i controlli previsti dal D. Lgs 196/03 e quelli basati sulla BS 7799-2:2002 in logica di Loss Prevention Raoul Savastano Responsabile Security Services Kpmg Information

Dettagli

Pubblicazioni COBIT 5

Pubblicazioni COBIT 5 Pubblicazioni COBIT 5 Marco Salvato CISA, CISM, CGEIT, CRISC, COBIT 5 Foundation, COBIT 5 Trainer 1 SPONSOR DELL EVENTO SPONSOR DI ISACA VENICE CHAPTER CON IL PATROCINIO DI 2 La famiglia COBIT 5 3 Aprile

Dettagli

Information & Communication Technology. www.applicom.it - info@applicom.it

Information & Communication Technology. www.applicom.it - info@applicom.it Information & Communication Technology L'azienda Applicom opera nel settore dell'information & Communication Technology (ICT). E' specializzata nella consulenza e nello sviluppo di applicazioni software

Dettagli

Nuovi servizi di web marketing. Febbraio 2012

Nuovi servizi di web marketing. Febbraio 2012 Nuovi servizi di web marketing Febbraio 2012 B-SLIM Un servizio di visibilità gratuito all interno del nostro network di portali. Con il pacchetto SLIM, potrai inserire le informazioni principali legate

Dettagli

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016

Incontro di Orientamento 5 maggio 2015. Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Incontro di Orientamento 5 maggio 2015 Laurea Magistrale Economia, Mercati e Management 2015/2016 Novità : 4 nuovi curricula LM 2015/16 Novità: 2 curricula in lingua inglese; Informazioni sul primo anno;

Dettagli

Profilo Istituzionale

Profilo Istituzionale Profilo Istituzionale Anno 2009 Controllo di Gestione e Organizzazione Aziendale Rel.0903 Chi siamo slide 2 MESA nasce dalla volontà di colmare il gap tra chi parla il linguaggio del business e chi quello

Dettagli

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011

Project Management e Business Analysis: the dynamic duo. Firenze, 25 Maggio 2011 Project Management e Business Analysis: the dynamic duo Firenze, 25 Maggio 2011 Grazie! Firenze, 25 Maggio 2011 Ing. Michele Maritato, MBA, PMP, CBAP 2 E un grazie particolare a www.sanmarcoinformatica.it

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice

PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT turn risk into a choice OUR PHILOSOPHY PIRELLI ENTERPRISE RISK MANAGEMENT POLICY ERM MISSION manage risks in terms of prevention and mitigation proactively seize the

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Anno accademico 2008-2009 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 1 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 Organizzazione e Sistema

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

IT Risk Assessment. IT Risk Assessment

IT Risk Assessment. IT Risk Assessment IT Risk Assessment Una corretta gestione dei rischi informatici è il punto di partenza per progettare e mantenere nel tempo il sistema di sicurezza aziendale. Esistono numerosi standard e modelli di riferimento

Dettagli

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia La Mobility ha cambiato il nostro modo di lavorare e può cambiare il modo in cui le aziende

Dettagli

Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee

Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee Nuovi approcci per rilanciare l innovazione: il contributo di Bivee Claudia Diamantini Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università Politecnica delle Marche 1 Strategicità dell Innovazione Europe's

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Approfondimento APPROFONDIMENTO ICT Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Approfondimento OBIETTIVI, STRATEGIE E TATTICHE DI MARKETING ON-LINE: L INTERNET MARKETING PLAN ORGANISMO BILATERALE

Dettagli

Economia e gestione delle imprese

Economia e gestione delle imprese Anno accademico 2007-2008 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 1 Organizzazione e Sistema

Dettagli

La componente analitica di un progetto CRM in banca. Aldo Borghi Banking & Finance Manager

La componente analitica di un progetto CRM in banca. Aldo Borghi Banking & Finance Manager La componente analitica di un progetto CRM in banca Aldo Borghi Banking & Finance Manager I Sistemi Transazionali Conti correnti Risorse umane CRM Titoli Anagrafe Estero Contabilità generale Il CRM rappresenta

Dettagli

Service Manager Operations. Emerson Process Management

Service Manager Operations. Emerson Process Management Ronca Vito Service Manager Operations Emerson Process Management Italia Emerson e Cyber Security Nel settore industria ed energia, uno dei punti critici da un punto di vista CybSec è il sistema di controllo

Dettagli

Smart Specialisation e Horizon 2020

Smart Specialisation e Horizon 2020 Smart Specialisation e Horizon 2020 Napoli, 2 Febbraio 2013 Giuseppe Ruotolo DG Ricerca e Innovazione Unità Policy Che relazione tra R&D e crescita? 2 Europa 2020-5 obiettivi OCCUPAZIONE 75% of the population

Dettagli

Clouds over Europe Osservazioni su alcune attività europee

Clouds over Europe Osservazioni su alcune attività europee Clouds over Europe Osservazioni su alcune attività europee ForumPA, 19 maggio 2010 Daniele Tatti (tatti@digitpa.gov.it) Ufficio relazioni internazionali 1 Government Cloud Computing Status and plans in

Dettagli

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Visionest S.p.A. Padova, 11 giugno 2002 David Bramini david.bramini@visionest.com > Agenda Proteggere

Dettagli

Consolidamento Server

Consolidamento Server Consolidamento Server Consolidare i server significa ridurre il numero di computer della sala macchine lasciando invariati i servizi offerti grazie alla tecnologia di virtualizzazione, che è lo strumento

Dettagli

Facoltà di Ingegneria. prof. Sergio Mascheretti

Facoltà di Ingegneria. prof. Sergio Mascheretti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Sistemi i di controllo di gestione prof. Sergio Mascheretti LA SEGMENTAZIONE DEL MERCATO ICT SCG-L03 Pagina 1 di 45 La segmentazione del mercato in area ICT Esistono organismi

Dettagli

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE

CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE CORSI DI LAUREA TRIENNALI IN SCIENZE DELL'ECONOMIA E DELLA GESTIONE AZIENDALE Gli studenti che si iscrivono al I anno nell anno accademico 2003/2004 possono scegliere tra: ECONOMIA AZIENDALE - EA ECONOMIA

Dettagli

Elsag Datamat. Soluzioni di Cyber Security

Elsag Datamat. Soluzioni di Cyber Security Elsag Datamat Soluzioni di Cyber Security CYBER SECURITY Cyber Security - Lo scenario La minaccia di un attacco informatico catastrofico è reale. Il problema non è se ma piuttosto quando l attacco ci sarà.

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

TECHNOLOGY SOLUTIONS

TECHNOLOGY SOLUTIONS TECHNOLOGY SOLUTIONS DA PIÙ DI 25 ANNI OL3 GARANTISCE AFFIDABILITÀ E INNOVAZIONE AI CLIENTI CHE HANNO SCELTO DI AFFIDARSI AD UN PARTNER TECNOLOGICO PER LA GESTIONE E LA CRESCITA DEL COMPARTO ICT DELLA

Dettagli

Strategia macro-regionale EUSALP

Strategia macro-regionale EUSALP Strategia macro-regionale EUSALP Roberta Negriolli Regione Lombardia 11 maggio 2015 Regione Emilia-Romagna Sala 20 Maggio 2012 Viale della Fiera 8, Bologna INDICE 1. Cos è una Strategia Macroregionale

Dettagli

Soluzioni di cooperazione applicativa nell integrazione del sistema informativo dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi

Soluzioni di cooperazione applicativa nell integrazione del sistema informativo dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi 1/12 Libera il tuo computer con il software libero Linux day a Firenze 23 ottobre 2010 coordina Paolo Campigli - Consiglio Q4 - Firenze Soluzioni di cooperazione applicativa nell integrazione del sistema

Dettagli

Le norme della Qualità

Le norme della Qualità Le norme ISO9000 e la loro evoluzione L evoluzione delle ISO 9000 in relazione alla evoluzione delle prassi aziendali per la Qualita 3 Evoluzione della serie ISO 9000 2 1 Rev. 1 ISO 9000 Rev. 2 ISO 9000

Dettagli

Economia e. Prof. Arturo Capasso

Economia e. Prof. Arturo Capasso Anno accademico 2007-2008 Economia e gestione delle imprese Prof. Arturo Capasso 1 2 Ciclo dell informazione PROGRAMMAZIONE Decisioni ESECUZIONE Informazioni CONTROLLO Risultati 3 Organizzazione e Sistema

Dettagli

Cyber Security Architecture in Sogei

Cyber Security Architecture in Sogei Cyber Security Architecture in Sogei P. Schintu 20 Maggio 2015 Cybersecurity Sogei S.p.A. Summit - Sede - Legale Roma, Via 20 M. maggio Carucci n. 2015 99-00143 Roma 1 SOGEI, infrastruttura IT critica

Dettagli

La diagnosi energetica: un'opportunità per le imprese Daniele Forni, FIRE

La diagnosi energetica: un'opportunità per le imprese Daniele Forni, FIRE La diagnosi energetica: un'opportunità per le imprese Daniele Forni, FIRE Invertire il TREND: l industria diventa efficiente 4 ottobre 2012, Milano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale

Dettagli

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business

Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Il Cloud Computing: uno strumento per migliorare il business Luca Zanetta Uniontrasporti I venti dell'innovazione - Imprese a banda larga Varese, 9 luglio 2014 1 / 22 Sommario Cos è il cloud computing

Dettagli

Business continuity per la PA, G. Pontevolpe

Business continuity per la PA, G. Pontevolpe Business continuity per la PA Ing. Gianfranco Pontevolpe Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Programma Generalità sul disaster recovery Disaster recovery e sicurezza Aspetti

Dettagli

www.pwc.it/digitaltransformation Mobile Payment Definire un posizionamento di valore nel nuovo ecosistema dei pagamenti per le banche italiane

www.pwc.it/digitaltransformation Mobile Payment Definire un posizionamento di valore nel nuovo ecosistema dei pagamenti per le banche italiane www.pwc.it/digitaltransformation Mobile Payment Definire un posizionamento di valore nel nuovo ecosistema dei pagamenti per le banche italiane Alla ricerca del business model vincente Un mercato in tumulto

Dettagli

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato Consulenza di Direzione Partners del Vostro successo Ricerca e Selezione di personale specializzato COMPANY PROFILE IL GRUPPO Il Gruppo KNET si colloca tra le primarie aziende operanti nel settore della

Dettagli

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale

gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale gestione documentale dalla dematerializzazione dei documenti alla digitalizzazione dei processi fino all azienda digitale Gestione documentale Gestione documentale Dalla dematerializzazione dei documenti

Dettagli

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel

Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel Quale rotta verso il Cloud? Le scelte per una adozione su misura Stefano Pileri, AD Italtel I nuovi device, il trend BYOD, cambiano l IT 2 There will be 5B mobile devices and 2B M2M nodes Global mobile

Dettagli

Transforming for Results

Transforming for Results Transforming for Results Il nuovo paradigma per un efficace gestione del Capitale Umano 26 settembre 2013 Why deloitte? This is you This is you, Aligned This is you, Transformed Deloitte Business-Driven

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks?

Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity. Che cos è Parks What is Parks? Diversity: un opportunità per il business Diversity: a key business opportunity In un clima economico in cui ogni azienda si trova di fronte alla necessità di razionalizzare le proprie risorse e di massimizzare

Dettagli