ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE"

Transcript

1 ETICA E SPRECO ALIMENTARE I GRANDI PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE

2 2 ETICA E SPRECO ALIMENTARE - indice Etica e sostenibilità 3 grandi paradossi del sistema alimentare mondiale Spreco alimentare, definizione Spreco alimentare, i numeri Spreco alimentare, le cause Spreco di risorse scarse Spreco alimentare nel settore ospedaliero Cosa possiamo fare noi cittadini?

3 3 Etica e sostenibilità L ETICA come ricerca di ciò che è bene per l'uomo, di ciò che è giusto fare o non fare non può prescindere da valutazioni sulla SOSTENIBILITÀ dell attuale SISTEMA ALIMENTARE

4 4 Etica e sostenibilità Cosa si intende per sostenibilità? RAPPORTO BRUNDTLAND 1987 «lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri»

5 5 Etica e sostenibilità Il nostro attuale SISTEMA ALIMENTARE è SOSTENIBILE?

6 6 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE FAME E CARESTIE vs SPRECO ALIMENTARE

7 7 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE FAME E CARESTIE versus SPRECO ALIMENTARE Secondo recenti dati FAO, circa 1/3 della produzione alimentare umana - c è chi ipotizza addirittura il 50% - è sprecato; circa 1 miliardo di persone al mondo vive in condizioni di sottoalimentazione, e una grossa fetta di questi di assoluta denutrizione.

8 8 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE OBESITÀ vs DENUTRIZIONE

9 9 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE OBESITÀ versus DENUTRIZIONE Oltre 1 miliardo di persone al mondo è afflitto da obesità e sovrappeso - e questo non solo nei paesi Occidentali, ma in maniera sempre più seria e preoccupante anche nei paesi in via di sviluppo - mentre 925 milioni di persone non hanno accesso a sufficienti risorse alimentari e con un numero ancor maggiore di persone (1,4 miliardi) vive con meno di 1,25 dollari il giorno.

10 10 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE ALIMENTAZIONE ANIMALI/AUTOMOBILI versus ALIMENTAZIONE UOMO

11 11 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE ALIMENTAZIONE ANIMALI/AUTOMOBILI versus ALIMENTAZIONE UOMO Un terzo dell intera produzione alimentare globale, è utilizzato per nutrire i circa tre miliardi di animali da allevamento, contribuendo tra l altro in maniera significativa ai fenomeni di cambiamento climatico.

12 3 PARADOSSI DEL SISTEMA ALIMENTARE MONDIALE Considerevoli parti dei terreni agricoli e dei raccolti globali per la produzione di biocarburanti: negli Stati Uniti, per esempio, nel 2011 il 45% del mais raccolto è stato destinato alla produzione di biofuel. Queste forme di concorrenza tra cibo, mangime e carburante non sono accettabili se si considera che milioni di persone potrebbero nutrirsi con quelle quantità di cibo.

13 13 SPRECO ALIMENTARE: definizione Non esiste una definizione univoca di spreco alimentare adottata a livello internazionale, ma varia a secondo dei paesi. Una definizione semplice di spreco alimentare in inglese «Food Wastage» - è cibo acquistato e non consumato che finisce in spazzatura. Ma questa definizione non basta perché il cibo sprecato in fase di consumo è solo una parte del problema.

14 14 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI Il cibo si spreca in ogni anello della catena agroalimentare

15 15 SPRECO ALIMENTARE: definizione Nei vari report e studi redatti al mondo per quantificare lo spreco sono considerati aspetti diversi del fenomeno, che rendono i dati disponibili disarmonici e non confrontabili.

16 16 SPRECO ALIMENTARE: definizione Ma tutti concordano che: Lo spreco alimentare si riferisce solo ai prodotti destinati al consumo umano. (-) Si esclude il cibo prodotto e destinato a scopi diversi dal consumo umano (mangimi per animali, biocombustibili). (+) Si include il cibo prodotto per essere destinato al consumo umano ma reindirizzato a usi diversi dall alimentazione (es. prodotto per l uomo e poi destinato agli animali).

17 17 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI C è chi ipotizza che IL venga buttato 50% DEL CIBO PRODOTTO AL MONDO

18 18 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI La FAO ha stimato che Nel 2011 nel mondo circa 1/3 del cibo prodotto e destinato al consumo umano va perso o buttato. Per un totale di : circa 1,3 miliardi di tonnellate/anno (il peso corrispondente a circa navi da crociera!!)

19 19 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI FAO Spreco alimentare Pro-capite Europa e Nord America - su una produzione di cibo di 900 kg/anno, kg/anno vanno sprecati. Africa Subsahariana e in Sud e Sud-Est Asiatico - su una produzione di cibo di 460 kg/anno, kg/anno vanno sprecati.

20 20 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI

21 21 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI

22 22 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI IN ITALIA Confrontando la quantità di cibo che ogni italiano, secondo la FAO ha a disposizione in media al giorno, con il consumo pro capite al giorno (INRAN). La quantità in più è molto probabile che diventi «spreco alimentare».

23 23 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI Uno studio condotto sul sistema agroalimentare in Italia ha calcolato che il cibo sprecato in un anno è pari a tonnellate con cui potrebbero essere nutrite milioni di persone

24 24 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI Il valore economico dello spreco alimentare in Italia corrisponde

25 25 SPRECO ALIMENTARE: I NUMERI DIAMO UN VALORE

26 26 SPRECO ALIMENTARE: le cause Le cause dello spreco alimentare sono molto diverse tra Paesi industrializzati (con reddito medio-alto) e Paesi in Via di Sviluppo (con reddito basso)

27 27 SPRECO ALIMENTARE: le cause

28 28 SPRECO ALIMENTARE: le cause Perché si spreca in fase di CONSUMO? Viene cucinato troppo cibo e vengono prodotti «avanzi», tra cui rientrano anche gli alimenti che vengono danneggiati durante la cottura (cibo bruciato, ecc.) Alimenti non sono consumati in tempo, sono gettati via perché hanno superato le date di scadenza. Errata interpretazione delle date di scadenza, in particolare delle diciture «da consumarsi entro» che influisce sulla sicurezza dell alimento e «da consumarsi preferibilmente entro» che influisce sulla qualità dell alimento. Scarsa o errata pianificazione degli acquisti. Scarsa consapevolezza degli sprechi che ognuno produce e del loro impatto economico e ambientale.

29 29 SPRECO ALIMENTARE: le cause Nel 2050 ci saranno sul pianeta circa 9,15 miliardi di persone, 2 miliardi in più rispetto ad oggi. La produzione alimentare al 2050 dovrà aumentare del 60% per soddisfare la domanda di cibo. questo aumento dovrà avvenire in maniera sostenibile. Ma

30 30 SPRECO DI RISORSE SCARSE GLI IMPATTI

31 31 SPRECO DI RISORSE SCARSE GLI IMPATTI AMBIENTALI Gli sprechi e le perdite alimentari generano rifiuti ed emissioni in atmosfera e inutile consumo di risorse. Un aspetto nascosto e più subdolo del fenomeno dello spreco alimentare è proprio il consumo di risorse scarse acqua, energia, suolo - necessarie alla produzione del cibo sprecato.

32 32 SPRECO DI RISORSE SCARSE INDICATORI PER IL CALCOLO DEGLI IMPATTI AMBIENTALI Per valutare correttamente l impatto ambientale di uno spreco alimentare bisogna considerare l intero ciclo di vita del prodotto alimentare. Esistono alcuni indicatori che se calcolati permettono di valutare l impatto ambientale degli sprechi alimentari: il Carbon Footprint, il Water Footprint, Ecological Footprint.

33 33 SPRECO DI RISORSE SCARSE Carbon Footprint, che rappresenta e identifica le emissioni di gas serra responsabili dei cambiamenti climatici, ed è misurato in massa di CO2 equivalente

34 34 SPRECO DI RISORSE SCARSE Ecological Footprint, che misura la quantità di terra (o mare) biologicamente produttiva necessaria per fornire le risorse e assorbire le emissioni associate a un sistema produttivo: si misura in m2 o ettari globali

35 35 SPRECO DI RISORSE SCARSE Water Footprint (o virtual water content), che quantifica i consumi e le modalità di utilizzo delle risorse idriche, ed è misurato in volume (litri) di acqua;

36 36 SPRECO DI RISORSE SCARSE Acqua Apparentemente il pianeta blu ne è ricco, ma in realtà se si analizzano bene i dati si scopre che di tutta quella che c è tra terra e mare soltanto il 2,5% circa è acqua dolce, e la maggior parte è intrappolata nei ghiacciai e nelle calotte artiche o si trova a grandi profondità nel sottosuolo. Secondo gli esperti, non più dello 0,001% del totale è realmente utilizzabile. E questa quantità ci deve bastare per tutte le nostre esigenze, non solo quelle alimentari e igieniche, ma anche agricole e industriali.

37 37 SPRECO DI RISORSE SCARSE Acqua risorsa scarsa Per comprendere l importanza che ha l acqua in tutto ciò che consumiamo, è stato coniato il termine acqua virtuale, inteso come il volume di acqua che un qualunque bene (o servizio) ha richiesto per la sua produzione. Il termine virtuale si riferisce al fatto che la grande maggioranza dell acqua utilizzata per realizzare il prodotto non è contenuta fisicamente nello stesso, ma è stata consumata durante le diverse fasi della sua produzione, dal campo fino alla tavola.

38 38 SPRECO DI RISORSE SCARSE Acqua, risorsa scarsa In particolare, i prodotti dell allevamento (carne, uova, latte e derivati) presentano un contenuto di acqua virtuale molto elevato, perché gli animali allevati si alimentano enormi quantità di prodotti coltivati (in aggiunta al consumo diretto di acqua per abbeveraggio ed altre operazioni) nei diversi anni tra la nascita e il momento in cui essi stessi vengono trasformati in alimenti.

39 39 SPRECO DI RISORSE SCARSE Acqua, risorsa scarsa Acqua virtuale contenuta in alcuni prodotti: PRODOTTO 1 hamburger (da 150 gr) ACQUA VIRTUALE litri 100 gr di formaggio 500 litri 100 gr di pasta 200 litri 1 arancia (50 gr) 50 litri 1 patata (100 gr) 25 litri

40 40 SPRECO DI RISORSE SCARSE Acqua, risorsa scarsa Considerato che un individuo utilizza in media 2 litri d acqua al giorno per bere, mentre il suo consumo d acqua virtuale giornaliero per alimentarsi può variare tra e litri (nel caso di una dieta vegetariana), a circa litri (per una dieta ricca di carne). L evoluzione delle abitudini alimentari degli individui avrà certamente un impatto rilevante sulla disponibilità delle risorse idriche: è stato stimato che se tutti gli abitanti del nostro pianeta adottassero il regime alimentare medio dei Paesi Occidentali, caratterizzato da un elevato consumo di carne, sarebbe necessario un incremento del 75% dell acqua utilizzata attualmente per produrre cibo.

41 41 SPRECO ALIMENTARE NEL SETTORE OSPEDALIERO Negli ospedali italiani il 40% del cibo preparato per degenti e dipendenti finisce tra i rifiuti

42 42 SPRECO ALIMENTARE NEL SETTORE OSPEDALIERO Un pasto costa alle Asl a seconda dei bandi di gara dai 12 ai 18 euro. Ogni anno abbiamo circa 70 milioni di giornate di degenza, quindi il valore dei pasti sprecati negli ospedali è superiore ai 400 milioni di euro! *Rapporto del Ministero della Salute sui ricoveri

43 43 SPRECO ALIMENTARE NEL SETTORE OSPEDALIERO La crisi economica presenta anche degli aspetti positivi in campo ambientale - minor consumo di materie prime e minor produzioni di rifiuti - e fa accrescere anche alcune sensibilità in campo sociale. Siticibo rappresenta la prima applicazione della Legge 155/ detta del Buon Samaritano - che ha per scopo il recupero di alimenti freschi e cucinati eccedenti nel canale della ristorazione organizzata (es. mense aziendali, ospedaliere, caserme, ristoranti, hotel, società di catering, esercizi al dettaglio, etc) e della Distribuzione moderna organizzata.

44 44 SPRECO ALIMENTARE NEL SETTORE OSPEDALIERO Piemonte esperienze più interessanti Dopo il contributo del Presidio Ospedaliero Torino Nord Emergenza San Giovanni Bosco e dell'asl TO 2, si è aggiunto l'ospedale Molinette che ha stretto un accordo con il Banco Alimentare del Piemonte. Tale accordo prevede il recupero del cibo non distribuito nella mensa e nei reparti dell'ospedale, per destinarlo alle mense per indigenti della città. L ospedale Molinette prevede che saranno circa i pasti annuali recuperati (70-80 porzioni giornaliere sulle preparate quotidianamente nel nosocomio) provenienti dalla mensa dell'ospedale.

45 45 SPRECO ALIMENTARE NEL SETTORE OSPEDALIERO Due interventi per contrastare lo spreco dei pasti: 1. la qualità del cibo, troppo spesso scadente e senza particolare varietà; 2. gli orari di distribuzione dei vassoi: oggi i pasti vengono serviti troppo presto (per esempio la cena attorno alle sei del pomeriggio, un inutile pasto per i pazienti che non hanno ancora fame)

46 46 SPRECO ALIMENTARE: cosa possiamo fare noi cittadini? Anche noi, cittadini e consumatori, possiamo fermare lo spreco Come? fare la lista della spesa e comprare solo quanto è necessario; comprare se possibile dai produttori locali; scegliere i prodotti in base alla stagione; usare meno trasformati e più ingredienti; imparare a cucinare con quello che c è, usando avanzi e scarti e non servire porzioni eccessive! Fonte: SlowFood Italia/Barilla

47 47 SPRECO ALIMENTARE: cosa possiamo fare noi cittadini? Cosa può fare ognuno di noi a partire da oggi? Alcune possibili raccomandazioni al consumatore sono: comprare solo quello che si prevede di consumare; controllare sempre le date di scadenza; ricordare che sprecare cibo significa anche sprecare denaro; controllare che il frigorifero sia regolato correttamente; mettere in vista i prodotti prossimi alla scadenza; riutilizzare quello che avanza dei pasti; non servire porzioni eccessive; conservare il cibo in modo corretto.

48 48 pensare globalmente, agire localmente IL PIANETA RINGRAZIA PER L ATTENZIONE PRESTATA!

CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso CREPAPANZA ERA. 1.buono e generoso 2.avido ed ingordo 3.cattivo e pericoloso IL NUTRIMENTO E UNA NECESSITA VITALE PER L UOMO,

Dettagli

Può Risparmiare NON ALIMENTARE. Evitando LO SPRECO. Consumi Oltremisura

Può Risparmiare NON ALIMENTARE. Evitando LO SPRECO. Consumi Oltremisura Si Può Risparmiare Evitando NON ALIMENTARE LO SPRECO Consumi Oltremisura Per spreco alimentare si intende l insieme di tutti quei prodotti alimentari che hanno perso valore commerciale e vengono scartati

Dettagli

SPRECO ALIMENTARE e CONSERVAZIONE degli ALIMENTI. Buone pratiche per ridurre lo spreco alimentare a casa

SPRECO ALIMENTARE e CONSERVAZIONE degli ALIMENTI. Buone pratiche per ridurre lo spreco alimentare a casa SPRECO ALIMENTARE e CONSERVAZIONE degli ALIMENTI 24 aprile 15 Buone pratiche per ridurre lo spreco alimentare a casa Ci siamo incontrati con Matteo che collabora con LAST MINUTE MARKET. LAST MINUT MARKET

Dettagli

Sviluppo sostenibile partecipato e Progetto Mense Tipiche. Realizzato da So.Svi.Ma. SpA

Sviluppo sostenibile partecipato e Progetto Mense Tipiche. Realizzato da So.Svi.Ma. SpA Sviluppo sostenibile partecipato e Progetto Mense Tipiche Scelte alimentari e costi sociali ed ambientali Modello socio economico imperfetto sintetizzato dal sistema dei prezzi cui si affianca il concetto

Dettagli

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA

CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA CIBO, ALIMENTAZIONE E BIODIVERSITA VILLA PAOLINA ASTI 8 settembre 2015 La popolazione mondiale è cresciuta di 250 milioni di persone in 1600 anni 9 miliardi mentre ora cresce drasticamente. dal 1950

Dettagli

LA NOSTRA IMPRONTA ECOLOGICA

LA NOSTRA IMPRONTA ECOLOGICA LA NOSTRA IMPRONTA ECOLOGICA CHE COSA E' L'IMPRONTA ECOLOGICA L impronta ecologica INDICATORE è un AGGREGATO E SINTETICO che mette in relazione gli STILI DI VITA di una popolazione con la quantit à di

Dettagli

Il ruolo delle mense scolastiche per la costruzione di una nuova democrazia del cibo giusto, buono e sostenibile

Il ruolo delle mense scolastiche per la costruzione di una nuova democrazia del cibo giusto, buono e sostenibile Il ruolo delle mense scolastiche per la costruzione di una nuova democrazia del cibo giusto, buono e sostenibile LE CIFRE DELLO SPRECO ALIMENTARE 1/3 della produzione mondiale non raggiunge i nostri stomaci.

Dettagli

Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN. Milano 9 ottobre 2014

Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN. Milano 9 ottobre 2014 Salute delle persone e sostenibilità ambientale: La Doppia Piramide BCFN Milano 9 ottobre 2014 Indice 1. Introduzione, motivazione e obiettivi del lavoro 2. Il framework teorico: la Doppia Piramide Alimentare

Dettagli

MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare

MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare MANIFESTO della green economy per l'agroalimentare Del Consiglio Nazionale della green economy Roma, 30 giugno 2015 In occasione di Expo 2015 Consiglio nazionale della green economy, formato da 66 organizzazioni

Dettagli

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto

Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto Dieta sana = dieta costosa? No Consigli utili per mangiare sano senza spendere tanto A CURA DEL MINISTERO DELLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DELLA COMUNICAZIONE E DEI RAPPORTI EUROPEI E INTERNAZIONALI, UFFICIO

Dettagli

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ

ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ Secondo le Nazioni Unite, circa 25 mila persone muoiono di fame tutti i giorni, soprattutto bambini e anziani. Per ELIMINARE LA FAME E LA POVERTÀ, è prioritario affrontare la questione della terra, del

Dettagli

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo.

LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau LA DECRESCITA FELICE Viaggio alla ricerca del vivere a misura d uomo. Con la compartecipazione della Provincia di Bologna, Tavolo Provinciale per la Pace.

Dettagli

Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN)

Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN) onlus Rimini Incontro pubblico su Spreco alimentare e fame nel mondo Martedì 15 dicembre 2009, Aula magna ITC Molari Santarcangelo di Romagna (RN) I problemi agricoli e alimentari del Terzo Mondo come

Dettagli

Campagna 1 Milione di Pasti le uova di Pasqua diventano solidali. Press Kit 21/03/2013

Campagna 1 Milione di Pasti le uova di Pasqua diventano solidali. Press Kit 21/03/2013 Campagna 1 Milione di Pasti le uova di Pasqua diventano solidali Press Kit 21/03/2013 COMUNICATO STAMPA 328.200 pasti distribuiti nelle nostre scuole durante il 2012 e 100.000 solo in Italia negli ultimi

Dettagli

L impronta ecologica

L impronta ecologica L impronta ecologica IMPRONTA ECOLOGICA L'impronta ecologica parte dal presupposto che ogni categoria di consumo di energia e di materia e ogni emissione di scarti ha bisogno della capacità produttiva

Dettagli

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI

PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI OTALL Il salone della Ricerca, Innovazione e Sicurezza alimentare Cosa abbiamo nel piatto: Tecnologie, Ambiente, Educazione, Sicurezza PER SOSTENERE IL FUTURO, COME RIDURRE GLI SPRECHI ALIMENTARI Claudia

Dettagli

Il modello alimentare europeo ha forti ripercussioni sull ambiente : necessita di energia, produce rifiuti con gli imballaggi, consuma petrolio per

Il modello alimentare europeo ha forti ripercussioni sull ambiente : necessita di energia, produce rifiuti con gli imballaggi, consuma petrolio per Il modello alimentare europeo ha forti ripercussioni sull ambiente : necessita di energia, produce rifiuti con gli imballaggi, consuma petrolio per le produzioni e per i trasporti. Insostenibilità della

Dettagli

LA PORZIONE E SERVITA SPUNTI PER SENSIBILIZZARE I GESTORI PUBBLICI E PRIVATI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA, UTENTI E OPERATORI DELLE MENSE

LA PORZIONE E SERVITA SPUNTI PER SENSIBILIZZARE I GESTORI PUBBLICI E PRIVATI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA, UTENTI E OPERATORI DELLE MENSE LA PORZIONE E SERVITA SPUNTI PER SENSIBILIZZARE I GESTORI PUBBLICI E PRIVATI DELLA REFEZIONE SCOLASTICA, UTENTI E OPERATORI DELLE MENSE Osserviamo cosa succede in una mensa scolastica Il menù della scuola

Dettagli

Realtà e prospettive del biologico per un agricoltura sostenibile. Paolo Carnemolla Il Biologico verso l Expo 2015 Bologna 06 settembre 2013

Realtà e prospettive del biologico per un agricoltura sostenibile. Paolo Carnemolla Il Biologico verso l Expo 2015 Bologna 06 settembre 2013 Realtà e prospettive del biologico per un agricoltura sostenibile Paolo Carnemolla Il Biologico verso l Expo 2015 Bologna 06 settembre 2013 Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita Serve un sistema agroalimentare

Dettagli

L impronta carbonica degli alimenti. Laura Tagliabue, Matteo Zanchi, Stefano Caserini Politecnico di Milano

L impronta carbonica degli alimenti. Laura Tagliabue, Matteo Zanchi, Stefano Caserini Politecnico di Milano L impronta carbonica degli alimenti Laura Tagliabue, Matteo Zanchi, Stefano Caserini Politecnico di Milano Fondazione Culturale San Fedele, Milano, 9 ottobre 2014 Indice Le emissioni di gas serra dalle

Dettagli

ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS

ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS ASSOCIAZIONE BANCO ALIMENTARE DEL PIEMONTE ONLUS Relazione Attività 2012 Cosa è il Banco Alimentare? Una rete di organizzazioni senza fine di lucro con lo scopo di raccogliere le eccedenze di produzione,

Dettagli

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte Luca Urbinati L obiettivo della mia ricerca Informare per educare: 1. Rendere il consumatore consapevole dello spreco. 2. Insegnargli come agire per evitare

Dettagli

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari

La nostra. Il nostro Clima. Il nostro Mondo La nostra Alimentazione. scelte alimentari La nostra Alimentazione COMPLETATE LA PRIMA ATTIVITÀ DI QUESTO CAPITOLO, POI SCEGLIETENE ALTRE TRE DALLA LISTA CHE SEGUE. Le nostre scelte alimentari possono avere effetti positivi o negativi sul clima

Dettagli

2 INCONTRO DI FORMAZIONE

2 INCONTRO DI FORMAZIONE 2 INCONTRO DI FORMAZIONE Insegnanti della Scuola Secondaria 2 ore Temi trattati: L impatto ambientale dei rifiuti, cosa serve la raccolta differenziata e come ridurre l emissioni di CO2 in atmosfera PRESENTAZIONE

Dettagli

Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola. Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy

Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola. Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy Dopo EXPO, il futuro dell educazione alimentare nella scuola Dott.ssa Evelina Flachi Presidente Food Education Italy Nel passato sono stati molti e forse troppi i soggetti che hanno promosso un educazione

Dettagli

Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT)

Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (CRA-NUT) Gruppo di ricerca Sorveglianza del rischio alimentare Sorveglianza dell esposizione

Dettagli

Acqua: bene comune dell umanità

Acqua: bene comune dell umanità Acqua: bene comune dell umanità Carenza d acqua Quante persone colpisce? Nel mondo 1.680 milioni di persone non hanno accesso all acqua potabile. Con l attuale crescita dei modelli di consumo, nel 2.020

Dettagli

Quale cibo per il futuro?

Quale cibo per il futuro? Quale cibo per il futuro? C. Forni Laboratorio di Botanica e Fitotecnologie Università degli Studi di Roma Tor Vergata forni@uniroma2.it Frascati Scienza 22 9 14 1 Le piante sono costituite da tante molecole

Dettagli

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili

Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Deforestazione: i consumi nell UE tra i maggiori responsabili Tra il 1990 e il 2008 le importazioni ed i consumi dell Europa hanno contribuito alla deforestazione di 9 milioni di ettari (una superficie

Dettagli

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO Produzione Superficie agricola nel Comune di Milano: 49,2% (8.948 ettari) nel 1955 21,9% ( 3.988 ettari) nel 1999 19% (3.448 ettari) nel 2012 Distretti agricoli: 1 distretto

Dettagli

Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza

Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza Il contributo della Regione Emilia-Romagna alla diffusione del Last Minute Market Dal 2007 la Regione Emilia-Romagna, nell ambito della competenza Tutela dei consumatori, ha individuato la promozione del

Dettagli

Cos è l Agricoltura Biologica?

Cos è l Agricoltura Biologica? Cos è l Agricoltura Biologica? La produzione biologica è un sistema globale di gestione dell azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull interazione tra le migliori pratiche ambientali,

Dettagli

da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica

da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO Area Igiene degli Alimenti e della Sicurezza Nutrizionale Servizio Igiene della Nutrizione da spreco a opportunità la gestione degli avanzi nelle ristorazione scolastica

Dettagli

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA

Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA Educazione alla Sostenibilità a Tavola nella Scuola Progetto DAL PIATTO ALLA CIOTOLA, QUI NON SI BUTTA NULLA PREMESSA Le società moderne vivono in una situazione di sazietà e i dati relativi allo spreco

Dettagli

La sostenibilità nella filiera latte. Marco Trevisan Istituto di Chimica Agraria e Ambientale Università Cattolica, sede di Piacenza

La sostenibilità nella filiera latte. Marco Trevisan Istituto di Chimica Agraria e Ambientale Università Cattolica, sede di Piacenza La sostenibilità nella filiera latte Marco Trevisan Istituto di Chimica Agraria e Ambientale Università Cattolica, sede di Piacenza Piacenza, 11 febbraio 2014 Il concetto di sostenibilità Sviluppo sostenibile

Dettagli

3. Consigli e strategie

3. Consigli e strategie Dipartimento delle Professioni Sanitarie Guida al percorso di assistenza nutrizionale in riabilitazione cardiologica Servizio Dietetico Responsabile: Dr.ssa Maria Luisa Masini 3. Consigli e strategie Raccomandazioni

Dettagli

SFIDE APERTE E TEMPO DI SCELTE. 12 Novembre 2010

SFIDE APERTE E TEMPO DI SCELTE. 12 Novembre 2010 AMBIENTE E SVILUPPO SFIDE APERTE E TEMPO DI SCELTE 12 Novembre 2010 LO STATO DEL PIANETA: I FONDAMENTALI Living Planet Report : documento base Viene pubblicato dal 1998 e, a partire dal 2000, ogni due

Dettagli

Risorse idriche globali e alimentazione

Risorse idriche globali e alimentazione Risorse idriche globali e alimentazione sfide per il futuro Guido Santini FAO Land and Water Division ACQUA 2.0 - II EDIZIONE, Roma, 27 Marzo 2014 Introduzione Quadro diagnostico: Panoramica sulle risorse

Dettagli

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE

L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE L INTERSCAMBIO DI PRODOTTI AGROALIMENTARI TRA I PAESI AGRONET : STATO DELL ARTE, TREND E PROSPETTIVE FUTURE Direttore Area Agricoltura e Industria alimentare Nomisma spa I TEMI DI APPROFONDIMENTO Gli scambi

Dettagli

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare

Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Forse non tutto si può misurare ma solo ciò che si può misurare si può migliorare Se non siamo in grado di misurare non abbiamo alcuna possibilità di agire Obiettivo: Misurare in modo sistematico gli indicatori

Dettagli

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità

Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Terramacchina: viaggiando nella Food Valley tra cibo e sostenibilità Antonella Bachiorri*, Alessandra Puglisi*, Guido Giombi* *Centro Italiano di Ricerca ed Educazione Ambientale (C.I.R.E.A.) Dipartimento

Dettagli

L Impronta Ecologica della Provincia di Milano

L Impronta Ecologica della Provincia di Milano L Impronta Ecologica della Provincia di Milano Dall impronta globale a quella locale Milano, 8 Ottobre 2008 Definizione di Impronta Ecologica Area bio-produttiva complessivamente utilizzata da una determinata

Dettagli

LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO. L esperienza di Banco Alimentare

LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO. L esperienza di Banco Alimentare LE ECCEDENZE ALIMENTARI COME FONTI DI NUTRIMENTO PER L UOMO L esperienza di Banco Alimentare Milano,10 dicembre 2014 LA RETE BANCO ALIMENTARE ITALIA FONDAZIONE BANCO ALIMENTARE ONLUS COORDINA 21 ORGANIZZAZIONI

Dettagli

CARTA UNIVERSALE DELL AGRONOMO

CARTA UNIVERSALE DELL AGRONOMO CARTA UNIVERSALE DELL AGRONOMO Gli Agronomi nel VI Congresso Mondiale di Milano, ambientato in EXPO2015, Padiglione della Fattoria Globale del Futuro - Farm LAB, approvano la Carta Universale dell Agronomo

Dettagli

Qualità e sicurezza dell acqua. Il ruolo dell acqua nell agricoltura sostenibile e nella salute alimentare

Qualità e sicurezza dell acqua. Il ruolo dell acqua nell agricoltura sostenibile e nella salute alimentare Qualità e sicurezza dell acqua Il ruolo dell acqua nell agricoltura sostenibile e nella salute alimentare Il pianeta blu Il problema delle risorse idriche a livello mondiale va affrontato considerando

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

Liceo Scientifico Scienze Applicate Liceo Scientifico Tecnologico. G. Galilei. Viareggio. Classi 1 AL e 3BST. Anno scolastico 2010-11

Liceo Scientifico Scienze Applicate Liceo Scientifico Tecnologico. G. Galilei. Viareggio. Classi 1 AL e 3BST. Anno scolastico 2010-11 Liceo Scientifico Scienze Applicate Liceo Scientifico Tecnologico G. Galilei Viareggio Classi 1 AL e 3BST Anno scolastico 2010-11 L acqua, un bene prezioso Gli scienziati ed gli ecologisti mettono l'accento

Dettagli

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti 60x90_IT 20/11/09 15:33 Pagina 1 1 Troppi rifiuti La produzione di rifiuti urbani è quasi raddoppiata in 30 anni ed è pari ad una media di 522 kg per abitante all anno che significa 10 kg alla settimana.

Dettagli

Perché sprecare se...

Perché sprecare se... Perché sprecare se... Emergenza acqua Dal ciclo dell'acqua dipendono sia le condizioni climatiche e ambientali, sia i processi di fotosintesi e respirazione, che rendono possibile la vita sul nostro pianeta.

Dettagli

FOOD AND WATER FOR LIFE

FOOD AND WATER FOR LIFE FOOD AND WATER FOR LIFE 1.000.000.000 di persone soffrono la fame, la malnutrizione e la sete Milioni di persone soffrono per malattie associate al sovraalimentazione o per nutrizione di scarsa qualità

Dettagli

IMPRONTA ECOLOGICA, CONSUMISMO E SOSTENIBILITA

IMPRONTA ECOLOGICA, CONSUMISMO E SOSTENIBILITA IMPRONTA ECOLOGICA, CONSUMISMO E SOSTENIBILITA Che cos è l impronta ecologica di una persona? È possibile calcolarla in qualche modo? Il nostro lavoro per SCUOLA 21 Classe 2 OPA febbraio/marzo 2013 Docente:

Dettagli

Tutela dell ambiente, abitudini delle famiglie e spreco alimentare

Tutela dell ambiente, abitudini delle famiglie e spreco alimentare Tutela dell ambiente, abitudini delle famiglie e spreco alimentare K N O W L E D G E F O R Waste Watcher - Knowledge for Expo Expo Milano 6 Giugno 2015 tutela preoccupazioni impegno Waste Watcher - Knowledge

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO. Assessorato all Istruzione Assessorato ai Servizi Sociali SAMARITANO

COMUNE DI BRUSAPORTO. Assessorato all Istruzione Assessorato ai Servizi Sociali SAMARITANO COMUNE DI BRUSAPORTO Assessorato all Istruzione Assessorato ai Servizi Sociali BUON SAMARITANO IL CONTESTO EXPO 2015 Nutrire il Pianeta. Energia per la vita rappresenta l occasione per riflettere e confrontarsi

Dettagli

Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO

Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO Intervento di Paolo Gallana LA POLITICA DI FRONTE AI DIRITTI, ALLE INEGUAGLIANZE SOCIALI, ALLE POVERTÀ, ALLO SPRECO Art. 1 Dalla dichiarazione universale dei diritti dell uomo Tutti gli esseri umani nascono

Dettagli

FABBISOGNI NUTRIZIONALI NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO E SPRECO ALIMENTARE DI MICRONUTRIENTI

FABBISOGNI NUTRIZIONALI NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO E SPRECO ALIMENTARE DI MICRONUTRIENTI FABBISOGNI NUTRIZIONALI NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO E SPRECO ALIMENTARE DI MICRONUTRIENTI Warren Lee (FAO Dipartimento di Nutrizione) Elisabetta Toti (CREA-NUT) LO SCENARIO MONDIALE Circa un terzo della

Dettagli

GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER

GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER GUIDA A UNA VITA CON MENO RIFIUTI SPAZIO PER LOGO PARTNER IL PROGETTO ZEROWASTE PRO IL TEMA DEI RIFIUTI Il tema dei rifiuti riguarda tutti noi. Stiamo producendo una sempre maggiore Per ulteriori informazioni

Dettagli

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO

EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO EXPO 2015 WWF: LE BUONE ABITUDINI ALIMENTARI FANNO BENE AL PIANETA EVENTI SUL TERRITORIO PER EXPO 2015 OASI WWF PERSANO TUTELA DELLA BIODIVERSITA ED AGRICOLTURA BIOLOGICA Domenica 25 Ottobre 2015 con inizio

Dettagli

Conservare l ambiente per

Conservare l ambiente per Conservare l ambiente per difendere la salute Soroptimist Club Monza 18 febbraio 2015 Claudia Sorlini Già prof. Ordinario di Microbiologia Agraria Università di Milano Presidente Comitato Scientifico per

Dettagli

IL CICLO DEI MATERIALI

IL CICLO DEI MATERIALI 1 LA SOCIETA DEI CONSUMI La nostra società produce molti beni di consumo, perché la pubblicità ci convince che abbiamo bisogno di nuovi prodotti buttando quelli vecchi anche se perfettamente funzionanti,

Dettagli

II FORUM AGENDA 21 SCUOLA La Scuola nel Percorso verso la Sostenibilità. Agenda 21: Cosa è?

II FORUM AGENDA 21 SCUOLA La Scuola nel Percorso verso la Sostenibilità. Agenda 21: Cosa è? Comune di Rieti II FORUM AGENDA 21 SCUOLA La Scuola nel Percorso verso la Sostenibilità Sala Riunioni Comune di Rieti giovedì 14 settembre 2006 ore 16.00 http://www.comune.rieti.it/portalerieti/agenda21/index.asp

Dettagli

Le biomasse rappresentano oltre

Le biomasse rappresentano oltre Il futuro della bioenergia: rischi e prospettive Franco Donatini Le biomasse rappresentano oltre al sole la fonte energetica più anticamente utilizzata dall uomo per sopperire ai suoi bisogni. Il suo utilizzo

Dettagli

Batti la crisi col cervello!

Batti la crisi col cervello! Batti la crisi col cervello! 20 suggerimenti per vivere meglio consumando meno alimentazione trasporti economia domestica denaro tempo libero calcola il valore della tua AltraCard! Batti la crisi col cervello!

Dettagli

Valutazioni sugli impianti a Biogas. Gianni Tamino

Valutazioni sugli impianti a Biogas. Gianni Tamino Valutazioni sugli impianti a Biogas Gianni Tamino Processi produttivi naturali e umani A differenza dei processi produttivi naturali, che utilizzano energia solare, seguono un andamento ciclico, senza

Dettagli

Ridurre, recuperare, ridistribuire. Linee per un percorso educativo

Ridurre, recuperare, ridistribuire. Linee per un percorso educativo Verso Expo 2015 Ridurre, recuperare, ridistribuire. Linee per un percorso educativo Dott. Giorgio Donegani Direttore Scientifico Food Education Italy - www.foodedu.it Comitato Tecnico Scientifico «Cibo

Dettagli

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo

Alimentazione nel mondo. I.C. D.Galimberti Bernezzo Alimentazione nel mondo Nord/Sud Una divisione economica più che geografica Situazione mondiale Il 35% dell intera popolazione della terra ha un alimentazione insufficiente, inferiore cioè a 2000 Kcal

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

produrre consuma Alimenti Trasporti

produrre consuma Alimenti Trasporti Impronta Ecologica Immaginiamo di racchiudere una città sotto una cupola emisferica di vetro trasparente che lasci entrare la luce ma impedisca alle cose materiali di qualunque genere di entrare e uscire.

Dettagli

Buone pratiche. Il Menù Salvaclima

Buone pratiche. Il Menù Salvaclima Buone pratiche Il Menù Salvaclima Gentile Visitatore, Ti presentiamo il nuovo progetto che il Parco Naturale Adamello Brenta propone per sensibilizzare i suoi ospiti sulla tematica dei cambiamenti climatici.

Dettagli

Operatori S.O.A. del territorio ferrarese. Angela Soriani Ferrara, 28 ottobre 2014

Operatori S.O.A. del territorio ferrarese. Angela Soriani Ferrara, 28 ottobre 2014 Operatori S.O.A. del territorio ferrarese Angela Soriani Ferrara, 28 ottobre 2014 di cosa parliamo:il Reg. CE n. 1069/2009 i consideranda...i sottoprodotti di origine animale costituiscono una potenziale

Dettagli

ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future. «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale»

ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future. «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale» ALIMENTAZIONE SALUTE AMBIENTE in tre parole Expo2015 e prospettive future Torino, 24 marzo 2015 Mauro D Aveni Ufficio Qualità Coldiretti Torino «Agricoltura virtuosa, innovativa e multifunzionale» L AGRICOLTURA

Dettagli

Commercio equo e chilometro alimentare

Commercio equo e chilometro alimentare Commercio equo e chilometro alimentare Milano, 9 ottobre 2014 Fondazione Culturale San Fedele Contenuti 1. Crisi del Sistema alimentare globale 2. I piccoli produttori 3. Il chilometro alimentare 4. La

Dettagli

Bitonto 20 settembre 2007 Sala degli specchi

Bitonto 20 settembre 2007 Sala degli specchi Bitonto 20 settembre 2007 Sala degli specchi Strade per la gente Workshop sulla mobilità sostenibile Impronta ecologica Il tema centrale per il nostro presente e futuro è come riuscire a fare in modo che

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e Politecnico di Milano in collaborazione con Nielsen Italia. Edizioni Guerini

Dettagli

Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.)

Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.) Prodotti a Km 0 e Gruppi d'acquisto Solidali (G.A.S.) Il viaggio dei prodotti del supermercato La globalizzazione e le attuali logiche di mercato stanno distanziato sempre più i produttori dai consumatori.

Dettagli

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014

EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 ESPOSIZIONE UNIVERSALE (EXPO) EXPO Milano 2015 1 Maggio 31 Ottobre Classe 2B a.s. 2013-2014 CENNI STORICI Cos è EXPO: EXPO = Esposizione Universale EXPO = esposizione a carattere INTERNAZIONALE. Ogni EXPO

Dettagli

Il progetto Ma.Ri.Sa.

Il progetto Ma.Ri.Sa. Il progetto Ma.Ri.Sa. Alimentazione e stili di vita MAngio e RIsparmio in Salute: una collaborazione fra ASL 11, Comuni, Associazioni di volontariato per sviluppare comportamenti solidali nella comunità

Dettagli

Dalla campagna a casa tua

Dalla campagna a casa tua Prodotti di agricoltura locale Dalla campagna a casa tua Ricevi a casa prodotti freschissimi di agricoltura locale a poche ore dal raccolto! Esci dal supermercato, entra in agricoltura Prodotti di agricoltura

Dettagli

2. Gli impatti Ambientali della produzione degli alimenti

2. Gli impatti Ambientali della produzione degli alimenti 2. Gli impatti Ambientali della produzione degli alimenti 27 Justin Guariglia/National Geographic Image Collection 2. Gli impatti ambientali della 2.1 produzione degli alimenti Gli indicatori AMBIENTALI

Dettagli

Ogni anno muoiono in Italia tra le 30.000 e le 40.000 persone a causa dell inquinamento (OMS 2005) L inquinamento atmosferico determina 22-23 milioni

Ogni anno muoiono in Italia tra le 30.000 e le 40.000 persone a causa dell inquinamento (OMS 2005) L inquinamento atmosferico determina 22-23 milioni Ogni anno muoiono in Italia tra le 30.000 e le 40.000 persone a causa dell inquinamento (OMS 2005) L inquinamento atmosferico determina 22-23 milioni di giornate di assenza per malattia (MISA- 2) Persone

Dettagli

Alimenti. Gruppi Alimentari

Alimenti. Gruppi Alimentari Alimenti Gli alimenti sono tutto ciò che viene utilizzato come cibo dalla specie umana. Un dato alimento non contiene tutti i nutrienti necessari per il mantenimento di un corretto stato fisiologico La

Dettagli

La gestione del pasto

La gestione del pasto La gestione del pasto La produzione, la composizione e lo smaltimento dell avanzo. Torino - 29 ottobre 2013 Gabriella Iacono Presidente Milano Ristorazione Chi è Milano Ristorazione Milano Ristorazione

Dettagli

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Coop per l ambiente e la sostenibilità Stiamo consumando più risorse di quanto la Terra

Dettagli

Gruppo: Martina, Gaia, Andreea, Andrea, Antonio. PROGETTO GEOGRAFIA SLOW FOOD

Gruppo: Martina, Gaia, Andreea, Andrea, Antonio. PROGETTO GEOGRAFIA SLOW FOOD Gruppo: Martina, Gaia, Andreea, Andrea, Antonio. PROGETTO GEOGRAFIA SLOW FOOD PERDITA VARIETÀ COLTURE AGRARIE La FAO stima che a oggi il 75% delle varietà per colture agrarie siano andate perdute e che

Dettagli

Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014

Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014 Emergenza Alimentare Lombardia 11 Maggio 2014 La Mission La Rete Banco Alimentare recupera le eccedenze dalla filiera agroalimentare, dalla grande distribuzione organizzata e dalla ristorazione collettiva

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

I_I05.s Sistemi alimentari (e il Maine)

I_I05.s Sistemi alimentari (e il Maine) PoliCulturaExpoMilano2015 I_I05.s Sistemi alimentari (e il Maine) Versione breve Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Prof. Mark Lapping Docente di Pianificazione

Dettagli

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici).

Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). Aumento di temperatura nel prossimo secolo secondo le previsioni dell'ipcc (Comitato nazionale delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici). IL CAMBIAMENTO CLIMATICO \ INQUINAMENTO DELL'ARIA Ogni anno

Dettagli

www.facebook.com/fondazionefeltrinelli

www.facebook.com/fondazionefeltrinelli www.carta.milano.it Da un idea di www.fondazionefeltrinelli.it @FondFeltrinelli www.facebook.com/fondazionefeltrinelli Quanto pesa una lacrima? Dipende: la lacrima di un bambino capriccioso pesa meno del

Dettagli

SPRECO ALIMENTARE: UN PARADOSSO INSOSTENIBILE

SPRECO ALIMENTARE: UN PARADOSSO INSOSTENIBILE SPRECO ALIMENTARE: UN PARADOSSO INSOSTENIBILE 2013 anno europeo contro lo spreco alimentare Attuale Multidisciplinare Il tema Il tema Il consumismo ci ha indotto ad abituarci allo spreco. Ma il cibo che

Dettagli

Filippo Lenzerini Servizio Ambiente e Difesa del Territorio Provincia di Ferrara. www.provincia.fe.it/agenda21/agenda.htm

Filippo Lenzerini Servizio Ambiente e Difesa del Territorio Provincia di Ferrara. www.provincia.fe.it/agenda21/agenda.htm Filippo Lenzerini Servizio Ambiente e Difesa del Territorio Provincia di Ferrara Agenda 21 Domestica Carta da ufficio e da appunti Acquistate carta riciclata Fate Block-notes con fogli di riuso sporchi

Dettagli

un bene prezioso da non sprecare

un bene prezioso da non sprecare ACQUA un bene prezioso da non sprecare Consumo giornaliero di acqua per abitante USA 425 l L acqua dolce è solo circa l 1% Francia 150 l dell acqua totale della terra. Italia 215 l Africa 10 20 l Un abitante

Dettagli

valori, qualità, consigli Il corso della vita.

valori, qualità, consigli Il corso della vita. Utenze Servizio domestiche idrico acqua Acqua Hera valori, qualità, consigli Il corso della vita. L acqua è un valore che non va mai fuori corso il ciclo dell acqua Siamo la seconda società italiana nei

Dettagli

I chimici e la sicurezza alimentare:

I chimici e la sicurezza alimentare: I chimici e la sicurezza alimentare: un binomio sicuro per presente e futuro Daniela Maurizi XVII Convegno Nazionale dei Chimici Milano 3 ot Non è soltanto cibo Consumi alimentari nei mercati emergenti

Dettagli

Surplus Food Management Against Food Waste

Surplus Food Management Against Food Waste Surplus Food Management Against Food Waste Il recupero delle eccedenze alimentari. Dalle parole ai fatti. Autori Paola Garrone Marco Melacini Alessandro Perego Ricerca promossa in collaborazione da Outcomes

Dettagli

Una sana alimentazione per una sana sanità:

Una sana alimentazione per una sana sanità: CESENA 27 SETTEMBRE 2012 Una sana alimentazione per una sana sanità: l impatto di una corretta alimentazione sulla spesa sanitaria Roberto Copparoni Ministero della salute Direzione Generale per l igiene

Dettagli

Il consumo socialmente responsabile nei paesi sviluppati

Il consumo socialmente responsabile nei paesi sviluppati Sviluppo agricolo e povertà rurale nell era della globalizzazione: il contributo della Facoltà di Agraria Portici, 27 marzo 2006 Il consumo socialmente responsabile nei paesi sviluppati Ornella Wanda Maietta

Dettagli

PATTO DELLA SCIENZA. Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare. La biodiversità

PATTO DELLA SCIENZA. Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare. La biodiversità PATTO DELLA SCIENZA Sostenibilità dei processi di produzione agroalimentare Dagli anni '60 a oggi la popolazione mondiale è cresciuta da 3 a più di 7 miliardi. Ciò ha comportato una domanda crescente di

Dettagli

La solidarietà a tutela della salute

La solidarietà a tutela della salute Recuperare il valore del cibo e degli altri beni. Dallo spreco alla solidarietà comunitaria La solidarietà a tutela della salute gli impegni dei servizi sanitari Emilia Guberti UO Igiene Alimenti e Nutrizione

Dettagli

Osservatorio SANA 2012

Osservatorio SANA 2012 Osservatorio SANA 2012 A cura di: Evento organizzato da: In collaborazione con: I CONSUMI ALIMENTARI BIOLOGICI DI FRONTE ALLA CRISI ECONOMICA I risultati dell indagine di Nomisma Fabio Lunati - Silvia

Dettagli

La contraffazione alimentare: un danno per le imprese, un pericolo per la salute. Centro Congressi Torino Incontra Martedì 8 ottobre 2013

La contraffazione alimentare: un danno per le imprese, un pericolo per la salute. Centro Congressi Torino Incontra Martedì 8 ottobre 2013 La contraffazione alimentare: un danno per le imprese, un pericolo per la salute. Centro Congressi Torino Incontra Martedì 8 ottobre 2013 Alimenti: conservazione, sprechi e packaging ingannevole Cibo spazzatura

Dettagli