106572, CUP F83G

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "106572, CUP F83G14000400007"

Transcript

1 Data pubblicazione: 16 gennaio 2015 Viterbo Lotto CIG Z6612C5B57 Rieti Lotto CIG ZCD12C5BA6 Latina Lotto CIG Z4B12C5BE8 Frosinone 1 Lotto CIG ZE512C5C3C Frosinone 2 Lotto CIG Z4E12C60A3 Roma 1 Lotto CIG Z3512C60C3 Roma 2 Lotto CIG Z3212C60EF Roma 3Lotto CIG Z1912C610F Roma 4 Lotto CIG Z6D12C6126 Roma 5 Lotto CIG Z4912C6140 Roma 6 Lotto CIG Z6E12C616B Progetto F.E.I. Programma annuale 2013 Azione 1 PRILS LAZIO Piano regionale d integrazione linguistica e sociale degli stranieri nel Lazio PROG. n , CUP F83G Invito a presentare proposta progettuale corredata da preventivo di spesa e tempi di esecuzione per l attivazione nel Lazio di presìdi operativi territoriali e servizi di mediazione interculturale in coordinamento con A.S.A.P. CPV (Servizi per programmi di formazione). I PRESENTAZIONE DEL PROGETTO PRILS, DEI PARTNER E DI A.S.A.P. Il progetto PRILS LAZIO - Piano Regionale d'integrazione linguistica e sociale degli stranieri nel Lazio, promosso dalla Direzione Regionale del Lazio Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport e finanziato dal Ministero dell Interno e dalla Unione Europea nel quadro del Programma Annuale 2013 del Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi terzi (FEI), ha come obiettivo generale di contribuire al consolidamento dell azione di sistema per l attuazione del Piano Regionale di formazione linguistica, culturale e civica dei cittadini di Paesi terzi, al fine di favorirne l integrazione sociale. Per il raggiungimento degli obiettivi saranno realizzati: percorsi formativi per gli stranieri, corsi di formazione per docenti e mediatori interculturali, materiali didattici, distribuzione di

2 materiali informativi, attività di comunicazione sul territorio, servizi di informazione e orientamento per gli stranieri e servizi tecnici per la gestione e il monitoraggio del progetto. Oltre alla Regione Lazio Direzione Regionale Politiche Sociali, Autonomie, Sicurezza e Sport (capofila), al progetto partecipano, in qualità di partner, l Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, il Centro Territoriale Permanente per la formazione degli adulti C.T.P. n. 16 di Pomezia, A.S.A.P. Agenzia per lo Sviluppo delle Amministrazioni Pubbliche e l Università degli Studi Roma Tre. Nell ambito del progetto, A.S.A.P. ricopre il ruolo di assistenza tecnica per le relazioni con i soggetti istituzionali e del territorio, per le attività gestionali, il monitoraggio, la rendicontazione e la valutazione generale di progetto e di attuatore delle azioni di informazione, disseminazione e servizi di mediazione. II OGGETTO DELL AFFIDAMENTO E PROPOSTA PROGETTUALE DEI CANDIDATI Finalità dell azione FEI è incrementare i servizi Formativi e Mirati erogati dai CTP del Lazio, al fine di facilitare da parte degli stranieri l adempimento degli obblighi previsti dalla sottoscrizione dell Accordo di integrazione. Il Progetto intende quindi: - incentivare la diffusione dell informazione circa le opportunità formative a disposizione dei cittadini dei Paesi terzi (mediante incontri sul territorio e la distribuzione di materiali informativi) e incrementare la frequenza ai Corsi gratuiti di Lingua, Cultura e Civiltà Italiana presso i CTP; - accrescere negli stranieri di primo ingresso la conoscenza circa gli adempimenti dell Accordo di integrazione e i servizi offerti dalle amministrazioni pubbliche a sostegno della loro integrazione sociale (mediante la presenza di mediatori e la distribuzione di materiali informativi nei SUI), raggiungendo la massima distribuzione sul territorio e il maggior numero di stranieri; - migliorare i servizi formativi svolti dai CTP (mediante la presenza di mediatori interculturali nell attività didattica e l utilizzo di sussidi didattici innovativi). Per realizzare tali obiettivi si ritiene necessario attivare nel Lazio presìdi operativi territoriali e servizi di mediazione interculturale, in coordinamento con A.S.A.P. Chiunque fosse interessato, può far pervenire la propria proposta nei termini e secondo le modalità indicate al paragrafo IV del presente avviso/invito. La proposta deve illustrare

3 analiticamente e chiaramente il contenuto progettuale/tecnico ed essere corredata da un preventivo di spesa da redigere secondo le indicazioni che seguono: a) Proposta tecnica Oggetto dell incarico è l attivazione nel Lazio di presìdi operativi territoriali e di servizi di mediazione interculturale, in coordinamento con A.S.A.P. 1. Attività dei presìdi I presìdi sono stabiliti su base territoriale limitata (anche non afferente ad una unica provincia) e comprendono il territorio dove sono localizzati 3 o 4 CTP e, in alcuni casi, il SUI provinciale. La scelta di limitare gli ambiti territoriali intende favorire la selezione di enti in possesso della massima conoscenza della zona e delle reti locali, nonché ridurre gli spostamenti e i relativi costi. I presìdi dovranno: - assicurare la circolazione di informazioni inerenti il progetto e l Accordo di integrazione, la diffusione capillare dei materiali informativi prodotti dal PRILS, il contatto con gli altri operatori del territorio; - organizzare iniziative (minimo 5 per ciascun lotto) con cittadini immigrati di Paesi terzi (es. riunioni con almeno 10 stranieri e/o occasioni di contatto, quali banchetti, stand, feste, ritrovi, ecc..) presso i luoghi maggiormente frequentati (es. punti di accesso e informativi, luoghi di aggregazione sociale e religiosa, centri di volontariato, ecc. ) per illustrare l offerta formativa, raccogliere le iscrizioni ai corsi di lingua e distribuire i materiali informativi; - organizzare incontri (minimo 2 per ciascun lotto) con operatori di uffici pubblici locali per presentare e consegnare per la distribuzione agli stranieri i materiali informativi realizzati dal PRILS (depliant e guida); - prestare servizio di informazione agli stranieri presso i SUI, mettendo a disposizione mediatori interculturali, circa il servizio formativo pubblico attivo presso i CTP (corsi di lingua, cultura e civiltà italiana) nonché sul sistema di acquisizione dei crediti previsto dall Accordo di integrazione, raccogliere le iscrizioni ai corsi di lingua e distribuire i materiali informativi; - supportare i SUI nella gestione delle pratiche relative alla sottoscrizione dell Accordo di Integrazione;

4 - supportare il corpo docente dei CTP nella realizzazione dei Servizi Mirati (accoglienza, orientamento e servizi complementari) e nell attività di formazione linguistica e civica e svolgere attività di codocenza, mettendo a disposizione mediatori interculturali; - svolgere attività di tutoraggio per gli stranieri durante la frequenza dei corsi (es. accompagnamento nelle visite esterne, attività di socializzazione, ecc ); - svolgere nei CTP attività per gli stranieri di orientamento ai servizi sul territorio (anche tramite l utilizzo della guida), mettendo a disposizione mediatori interculturali; - raccogliere documenti, dati e buone pratiche locali, secondo le metodologie e i format indicati da A.S.A.P.; - collaborare alla redazione del documento finale di progetto sulla valutazione dell impatto sul territorio delle azioni realizzate dal progetto FEI PRILS 2013, secondo le metodologie e i format indicati da A.S.A.P. Si precisa che il numero di incontri indicato come minimo rappresenta una prestazione essenziale del servizio. 1.1 In particolare: i servizi di mediazione interculturale Per le attività dei mediatori interculturali l Ente dovrà assicurare: - la disponibilità di mediatori interculturali professionalmente qualificati in relazione alle lingue e ai requisiti richiesti; - la presentazione dei mediatori presso i SUI (Sportelli Unici per l Immigrazione) prima della messa in servizio per l acquisizione obbligatoria del gradimento; - la formazione dei mediatori e l accompagnamento al loro inserimento; - l erogazione del servizio, concordato con CTP e SUI sulla base delle effettive esigenze (lingue, giorni, orari); - il coordinamento, il monitoraggio e la valutazione del servizio di mediazione. Il servizio di mediazione è così quantificato: - monte ore medio di n. 60 ore di mediazione per ogni pacchetto formativo attuato dai CTP nelle lingue richieste; - monte ore medio di n. 240 ore di mediazione per il SUI di Rieti nelle lingue richieste; - monte ore medio di n. 800 ore di mediazione per il SUI di Viterbo nelle lingue richieste; - monte ore medio di n. 190 ore di mediazione per il SUI di Frosinone nelle lingue richieste.

5 All interno di ogni lotto le ore di mediazione potranno essere attribuite ai singoli CTP o al Sui sulla base delle esigenze. Tutte le attività di cui ai precedenti punti 1 e 1.1 dovranno essere documentate. A tal fine, l A.S.A.P. fornirà indicazioni, format e strumenti (es. fogli firma, verbali, specifiche della documentazione fotografica, moduli di iscrizione ai corsi, altro) che dovranno essere obbligatoriamente utilizzati e consegnati in originale a fine progetto. Le attività (iniziative con stranieri e mediazione) dovranno essere attivate entro i 15 giorni successivi alla stipula del contratto. In caso di mancato inizio delle attività entro tale termine, il contratto sarà risolto di diritto e l incarico revocato. 2. Ambiti territoriali. Saranno attivati n. 11 presìdi operativi, relativi ai seguenti ambiti territoriali: - Viterbo (CTP 37 Viterbo, SUI VT) Lotto CIG Z6612C5B57 - Rieti (CTP 36 Rieti, SUI RI) Lotto CIG ZCD12C5BA6 - Latina (CTP 32 Latina, CTP 35 Terracina) Lotto CIG Z4B12C5BE8 - Frosinone 1 (CTP 27 Frosinone, CTP 28 Anagni, SUI FR) Lotto CIG ZE512C5C3C - Frosinone 2 (CTP 29 Cassino, CTP 30 Pontecorvo, CTP 34 Formia) Lotto CIG Z4E12C60A3 - Roma 1 (CTP 2 Roma, CTP 4 Roma, CTP 5 Roma, CTP 20 Roma) Lotto CIG Z3512C60C3 - Roma 2 (CTP 3 Roma, CTP 13 Guidonia, CTP 19 Monterotondo, CTP 24 Subiaco,) Lotto CIG Z3212C60EF - Roma 3 (CTP 1 Roma, CTP 11 Roma, CTP 21 Roma) Lotto CIG Z1912C610F - Roma 4 (CTP 8 Roma, CTP 9 Fiumicino, CTP 12 Civitavecchia, CTP 23 Ladispoli) Lotto CIG Z6D12C Roma 5 (CTP 14 Frascati, CTP 15 Velletri, CTP 17 Albano, CTP 26 Ciampino) Lotto CIG Z4912C Roma 6 (CTP 16 Pomezia, CTP 18 Nettuno, CTP 33 Aprilia) Lotto CIG Z6E12C616B 2.1 In particolare, per i servizi di mediazione interculturale I lotti hanno le seguenti caratteristiche: lotto Lingue Ore Viterbo Cingalese, Arabo, Russo, Inglese, Spagnolo, Cinese 920 Rieti Arabo, Inglese, Francese 300 Latina Arabo, Bengalese, Hindi, Inglese 120

6 Frosinone 1 Arabo, Inglese, Bengalese, Urdu, Spagnolo, Francese 310 Frosinone 2 Arabo, Inglese 300 Roma 1 Arabo, Cinese, Bengalese, Inglese 240 Roma 2 Inglese, Cingalese, Arabo, Cinese, Bengalese, Albanese, Yoruba 360 Roma 3 Cinese, Bengalese, Russo, Urdu, Panjabi, Arabo, Inglese 360 Roma 4 Arabo, Hindi, Bengalese, Urdu, Panjabi, Inglese 240 Roma 5 Cingalese, Inglese, Bengalese, Panjabi, Cingalese, Arabo 240 Roma 6 Panjabi, Hindi, Arabo, Urdu, Arabo, Francese, Spagnolo, Inglese 480 Si precisa che le ore di mediazione effettivamente erogate potranno subire una variazione fino al 5% del totale. Le variazioni oltre il 5% (ad esempio, per annullamento dei pacchetti formativi da parte dei CTP e dei SUI) daranno luogo ad adeguamento del corrispettivo in misura proporzionale. 3. Presentazione delle proposte e responsabile del presidio territoriale Possono essere presentate proposte per più di un ambito territoriale. L Ente candidato deve disporre, a qualunque titolo, di almeno una sede operativa localizzata nell ambito/i territoriale/i per il quale presenta la candidatura. Gli ambiti saranno affidati secondo graduatoria; ciascun Ente può essere affidatario di più ambiti territoriali, fino ad un massimo di 2 (due). Nel caso in cui non dovesse pervenire alcuna proposta o alcuna proposta congrua per uno o più lotti, A.S.A.P. si riserva di non assegnare detti lotti e di procedere, successivamente, mediante affidamento diretto. In caso di parità tra due o più proposte presentate da Enti distinti per un medesimo lotto, questo verrà assegnato mediante estrazione a sorte. Nel caso di presentazione di proposte per più ambiti territoriali dovranno essere presentate una proposta tecnica ed una proposta economica per ciascun ambito, redatte secondo gli allegati 1 e 2; mentre dovrà essere presentata un unica dichiarazione di possesso dei requisiti, redatta secondo l allegato 3. Per ciascuna proposta i candidati devono individuare un responsabile del presìdio territoriale che sarà altresì il referente di A.S.A.P. In caso di più ambiti, dovrà essere individuato un responsabile diverso per ciascun presìdio. L attività del presìdio sarà svolta in coordinamento con A.S.A.P. concordando il piano di lavoro, le modalità di collaborazione e gli strumenti metodologici.

7 4. Contenuto della proposta tecnica La proposta tecnica deve essere redatta secondo l allegato 1 al presente avviso. Per ogni proposta l Ente candidato deve indicare: - nominativo, qualifica ed esperienza del responsabile del presìdio che sarà il referente di A.S.A.P. (curriculum); - nominativi, qualifiche ed esperienze dei membri del gruppo di lavoro che compone il presìdio; - nominativi, qualifiche ed esperienze dei mediatori interculturali (in possesso di esperienza presso SUI, CTP o uffici pubblici del territorio di riferimento) che saranno coinvolti nel servizio in relazione alle lingue di erogazione richieste per l ambito territoriale per il quale si presenta la candidatura (curricula); - breve descrizione del contesto territoriale e sociale e delle modalità realizzative del servizio (scheda di max 5 pagine) contenente: presenza di cittadini di Paesi terzi (tipologie, localizzazione, numerosità), reti territoriali attive (reti/comitati/organismi/soggetti che si occupano di immigrati presenti nell ambito territoriale di riferimento), uffici pubblici e servizi per gli stranieri presenti nell ambito territoriale, contatti attivi dell Ente da coinvolgere nelle varie iniziative/incontri (lettere di adesione di soggetti nel territorio, quali comunità di stranieri, ASL, CTP, uffici pubblici, enti del volontariato, ecc ), proposta delle iniziative e del piano di distribuzione dei materiali informativi, criteri di selezione, formazione e sistemi di monitoraggio e valutazione dei mediatori. b) Proposta economica La proposta economica consiste in un preventivo di spesa. Il costo base, da sottoporre a ribasso, è per i diversi presìdi così determinato: - Lotto di Viterbo: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (venticinquemilacentosessanta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (trentamilasettecentosessanta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta;

8 - Lotto di Rieti: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (diecimilanovecento/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (sedicimilacinquecento/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Latina: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro 6.760,00 (seimilasettecentosessanta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (dodicimilatrecentosessanta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Frosinone 1: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (undicimilacentotrenta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (sedicimilasettecentotrenta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Frosinone 2: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (diecimilanovecento/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (sedicimilacinquecento/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Roma 1: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro 9.520,00 (novemilacinquecentoventi/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (quindicimilacentoventi/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Roma 2: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (dodicimiladuecentottanta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (diciassettemilaottocentottanta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Roma 3: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (dodicimiladuecentottanta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (diciassettemilaottocentottanta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Roma 4: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro 9.520,00 (novemilacinquecentoventi/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (quindicimilacentoventi/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta;

9 - Lotto di Roma 5: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro 9.520,00 (novemilacinquecentoventi/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro ,00 (quindicimilacentoventi/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta; - Lotto di Roma 6: euro 5.600,00 (cinquemilaseicento/00) per il presìdio e euro ,00 (quindicimilatrecentoquaranta/00) per il servizio di mediazione. Totale del lotto euro euro ,00 (ventimilanovecentoquaranta/00) oneri inclusi. L importo si intende altresì comprensivo di IVA, se dovuta. Non saranno prese in considerazione proposte il cui preventivo superi il costo base. c) Tempi di realizzazione L incarico deve essere svolto a partire dalla data di assegnazione e fino al 20 giugno 2015, salvo eventuale proroga in relazione alle esigenze di progetto. III REQUISITI DI AMMISSIONE Sono ammessi a partecipare alla procedura i soggetti: - in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all art. 38, d.lgs. n.163/2006; in caso di mancanza, incompletezza o irregolarità essenziale degli elementi e delle dichiarazioni sostitutive relative al possesso dei requisiti di ordine generale ex art. 38, d.lgs. n.163/2006, al concorrente sarà comminata una sanzione pecuniaria di Euro 250,00; è assegnato un termine, non superiore a dieci giorni, perché siano rese, integrate o regolarizzate le dichiarazioni necessarie. In caso di inutile decorso di detto termine, il concorrente sarà escluso dalla gara; - che abbiano almeno due anni di comprovata esperienza nello svolgimento di attività a favore di stranieri immigrati e in mediazione interculturale e che partecipino attivamente a reti territoriali che operano a favore degli stranieri del territorio per il quale si propone la candidatura; - che dispongano, a qualunque titolo, di almeno una sede operativa, localizzata nell ambito (o luogo) relativamente al quale si presenta la proposta (una sede operativa per ogni ambito territoriale di candidatura); - che risultino iscritti, sulla base di quanto da ultimo disposto con Determinazione n. G18676 del 23 dicembre 2014 della Direzione Regionale per le Politiche sociali, al Registro Regionale del Lazio delle Associazioni, enti e organismi che operano a favore

10 dei cittadini stranieri immigrati (ex L.R. 14 luglio 2008, n. 10 e DGR 213/2010) e/o che, alla data di pubblicazione del presente avviso, risultino iscritti alla prima sezione del Registro di cui all'art. 42 del Testo Unico sull'immigrazione - D. Lgs n. 286; - che dispongano di mediatori interculturali con esperienza c/o SUI, CTP o uffici amministrativi analoghi. Il possesso dei suddetti requisiti dovrà essere attestato a pena di esclusione mediante dichiarazione redatta in base al modello di cui all allegato 3 al presente avviso. Tutti i mediatori indicati dall Ente nell allegato 1 dovranno rendere, a pena di esclusione, la dichiarazione relativa all insussistenza di provvedimenti penali di condanna definitivi, ivi compresi quelli per i quali abbiano beneficiato della non menzione sul casellario giudiziale penale. La dichiarazione sarà resa da ogni mediatore secondo il modello di cui all allegato 4. A.S.A.P. si riserva comunque la facoltà di effettuare ogni ulteriore verifica che sarà richiesta dalle Prefetture per accertare l idoneità morale dei mediatori designati. IV TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE Le proposte dovranno essere firmate dal legale rappresentante dell Ente proponente e contenere il consenso al trattamento dei propri dati ai sensi del d.lgs. n. 196/2003 per le esigenze e le finalità di cui al presente avviso. Le proposte saranno valide per 180 giorni dal momento della presentazione. Il proponente dovrà dichiarare, nella propria proposta, di assumere a suo carico tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge, di osservare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti, nonché di accettare le condizioni contrattuali e le penalità ivi dedotte. Le proposte, corredate delle dichiarazioni di possesso dei requisiti di ammissione di cui all allegato 3, devono pervenire ad A.S.A.P. entro il termine perentorio delle ore del giorno 13 febbraio 2015 con la seguente modalità: - in un plico sigillato e adeguatamente contrassegnato, recante la seguente dicitura: PRILS LAZIO 2013: presìdi territoriali e servizi di mediazione interculturale ; - è indispensabile indicare il riferimento al/i lotto/i per il quale/i si presenta la candidatura specificando l ambito/i territoriale/i e il/i corrispondente codice CIG (vedi pag.1). (Esempio: in caso di candidatura per gli ambiti territoriali di Viterbo e di Roma 4,

11 la dicitura da apporre sul plico sigillato dovrà essere la seguente: PRILS LAZIO 2013: presìdi territoriali. Lotto di Viterbo CIG Z6612C5B57 e Lotto di Roma 4 CIG Z6D12C6126 ); - all interno del plico dovranno essere inserite quattro buste separate, sigillate e contrassegnate, rispettivamente, dalla dicitura Proposta tecnica (contenente la/le proposta/e tecnica/e redatta secondo l allegato 1 e relativi allegati), Proposta economica (contenente il preventivo redatto in base all allegato 2), Dichiarazione di possesso dei requisiti (contenente la dichiarazione redatta secondo l allegato 3) e Dichiarazione del mediatore (contenente le dichiarazioni redatte da ciascun mediatore secondo l allegato 4); - il plico può essere consegnato a mano o inviato con raccomandata A.R. presso la sede operativa di A.S.A.P. al seguente indirizzo: Via della Mercede, , Roma, oppure tramite posta elettronica certificata all indirizzo Nel caso di utilizzo del servizio postale, non farà fede la data di spedizione bensì quella di ricezione del plico, attestata dal protocollo di A.S.A.P. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente, per cui A.S.A.P. non assumerà responsabilità alcuna qualora, per qualsiasi motivo, il plico medesimo non venga recapitato in tempo utile dal servizio postale o non giunga integro a destinazione. Si precisa che gli uffici dell A.S.A.P. sono aperti dal lunedì al venerdì e osservano il seguente orario: dalle ore alle ore I plichi verranno aperti in seduta pubblica, che si fissa sin d ora per il giorno 16 febbraio 2015 alle ore 10,00 presso la sede operativa dell A.S.A.P. sita in Via della Mercede 52, Roma. Eventuali modifiche od ulteriori sedute relative alla procedura saranno comunicate sul sito V CRITERI PER L AFFIDAMENTO Il criterio di aggiudicazione è quello dell offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi della Decisione 2008/457/CE. Le proposte pervenute saranno valutate in base ai seguenti parametri, individuati in ordine decrescente di importanza: 1. valore tecnico della proposta progettuale redatta secondo le indicazioni di cui al precedente sub II.a) (85 pt.), da determinare in base a:

12 - esperienza dell Ente in attività a favore di stranieri immigrati e nella mediazione interculturale e partecipazione nel territorio di riferimento a reti/comitati/organismi e/o collaborazione con altri enti/istituti che si occupano di stranieri (max 10 punti); - capacità professionale dell Ente individuato come responsabile del presìdio e composizione e qualificazione del gruppo di lavoro (max 10 punti); - competenza ed esperienza dei mediatori interculturali presso SUI, CTP e uffici pubblici del territorio e rispondenza alle lingue di erogazione richieste (max 20 punti); - conoscenza del contesto sociale e istituzionale dell ambito di riferimento (max 15 punti); - analiticità e completezza del piano di relazioni e contatti che si intendono attivare per la realizzazione delle attività di divulgazione del progetto e di diffusione dei materiali informativi per gli stranieri (max 20 punti); - modalità realizzative del servizio (descrizione dei criteri di selezione adottati per la scelta dei mediatori, delle attività di formazione per i mediatori previste prima dell attivazione del servizio, delle modalità di monitoraggio e dei fattori che saranno utilizzati per la valutazione finale del servizio) (max 10 punti); 2. prezzo (max 15 pt.): sarà preso in considerazione il ribasso offerto sui valori base indicati al precedente sub II.b). A.S.A.P. si riserva la possibilità di convocare i singoli proponenti per un colloquio finalizzato al chiarimento/miglioramento della propria proposta. VI ALTRE INFORMAZIONI UTILI a. Oltre a quanto esposto ai singoli punti precedenti, saranno dichiarate inammissibili le offerte: - pervenute ad A.S.A.P. dopo la scadenza del termine perentorio previsto dal precedente punto IV; - trasmesse con modalità tali da non assicurare: (i) l esatto momento della loro ricezione ovvero (ii) la segretezza delle informazioni di carattere tecnico o economico contenute nella proposta; - prive del documento Allegato 3 recante dichiarazione sul possesso dei requisiti ovvero provenienti da soggetti privi dei suddetti requisiti di ammissione; - prive della proposta tecnica e/o del preventivo, ovvero che contengano informazioni non veritiere, ovvero che non rispettino requisiti minimi;

13 - prive dei documenti Allegato 4 rilasciati dai mediatori; - che prevedano un prezzo superiore ai massimi previsti. b. Si precisa che il contratto prevede la facoltà di riutilizzo dei documenti prodotti e raccolti per finalità istituzionali di A.S.A.P. o degli altri enti coinvolti nel progetto PRILS. c. A.S.A.P. si riserva il potere di disporre l esecuzione d urgenza dei servizi aggiudicati ai sensi dell art. 11, co. 9 del d.lgs. n. 163/2006. d. Ai sensi del Manuale delle spese ammissibili e del Vademecum di attuazione dei progetti del FEI non è consentito il subappalto delle attività. e. A.S.A.P. si riserva la facoltà di procedere ad aggiudicazione anche nel caso di una sola offerta valida, purché ritenuta congrua. Nel caso in cui non dovesse pervenire alcuna proposta o alcuna proposta congrua per uno o più lotti, A.S.A.P. si riserva di non assegnare detti lotti e di procedere successivamente mediante affidamento diretto. f. L affidatario di ambiti territoriali il cui valore complessivo superi euro ,00 al netto dell IVA, dovrà prestare una garanzia del 10 per cento dell importo contrattuale, a copertura degli oneri per il mancato od inesatto adempimento, propedeutica alla sottoscrizione del contratto. La predetta garanzia potrà essere prestata mediante cauzione o fideiussione, a scelta del proponente. La cauzione può essere costituita, a scelta del proponente, in contanti o in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, presso una sezione di tesoreria provinciale o presso le aziende autorizzate, a titolo di pegno a favore dell amministrazione aggiudicatrice. La fideiussione, a scelta dell'offerente, può essere bancaria o assicurativa o rilasciata dagli intermediari iscritti nell'albo di cui all'art. 106, d.lgs. n. 385/1993. La garanzia deve prevedere: (i) la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale; (ii) la rinuncia all'eccezione di cui all'articolo 1957, comma 2, del codice civile; (iii) l'operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta di A.S.A.P.; g. Poiché non sono stati riscontrati rischi da interferenza nell esecuzione del servizio in questione, non è necessario provvedere alla redazione del DUVRI. Non sussistono conseguentemente costi per la sicurezza. h. Il proponente selezionato per l incarico dovrà produrre, entro il termine fissato da A.S.A.P., una dichiarazione attestante gli estremi identificativi del conto corrente dedicato, anche non in via esclusiva, al presente servizio, nonché le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su detto conto, comunicando altresì ogni modifica relativa ai dati trasmessi, in adempimento a quanto previsto dall art. 3, co. 7, L. n. 136/2010. Si ricorda

14 che l'omessa, tardiva o incompleta comunicazione degli elementi informativi di cui all'articolo 3, comma 7, L. n. 136/2010 comporta, a carico del soggetto inadempiente, l'applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a euro (art. 6, comma 4, L. n. 136/2010). Il pagamento dei corrispettivi, conformemente alle regole dei progetti FEI, sarà liquidato entro il termine massimo del 31 agosto 2015 e potrà prevedere un anticipo ad avvio attività. i. Ai fini della pubblicità, il presente avviso invito viene pubblicato sul sito e j. Gli esiti della selezione saranno pubblicati sul sito k. Ai sensi e per gli effetti dell art. 10 d.lgs. 163/2006, Responsabile del Procedimento è il dott. Nicola Maria Apollonj Ghetti

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015

AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 AVVISO PUBBLICO SELEZIONE DEI PROGETTI DI INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE ALLO SVILUPPO PROMOSSI DALLE ONG DOTAZIONE FINANZIARIA 2015 DATA DI PUBBLICAZIONE DELL ESTRATTO DEL BANDO SULLA GURI: DATA DI SCADENZA

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO

PREMIO STOR-AGE. Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO PREMIO STOR-AGE Concorso di idee innovative per lo storage energetico REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto e finalità Il premio STOR-AGE è un iniziativa volta a supportare lo sviluppo di progetti imprenditoriali

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE

Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE Programma Mini-Bond AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE 1 aprile 2014 1 PREMESSA Il Consorzio camerale per il credito e la finanza, in accordo con Unioncamere Lombardia, intende individuare professionalità da

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2

E INDETTA. Art. 1. Articolo 2 Direttore: Prof. Filippo Rossi Fanelli SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI N. 1 INCARICO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA (CO.CO.CO.) PER LE ESIGENZE DEL CENTRO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno)

COMUNE DI FORCE. (Provincia Ascoli Piceno) COMUNE DI FORCE PROT. N. 5794 del 15 dicembre 2014 (Provincia Ascoli Piceno) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE - AI SENSI DELL ART. 30 DEL D.LGS. 163/2006 - DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA BAGNANTI E PULIZIA VASCHE DEGLI EDIFICI E DELLE PISCINE, NONCHE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli