I^ FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I^ FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA"

Transcript

1 I^ FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA ORDINE DEGLI STUDI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARIA DELLE PROFESSIONI SANITARIE ANNO ACCADEMICO 2010/2011 CLASSE 1 OSTETRICIA INFERMIERISTICA INFERMIERISTICA PEDIATRICA

2 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA Iˆ FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSI DI LAUREA UNIVERSITARIA DELLE PROFESSIONI SANITARIE COORDINATORE: Prof. Antonio Boccia Responsabile Ufficio di Coordinamento Dott.ssa Giuliana Pompa ORDINE DEGLI STUDI REGOLAMENTO DIDATTICO CALENDARIO ESAMI ELENCO E SEDE DEI CORSI PIANO DI STUDI CON PROGRAMMI ANNO ACCADEMICO 2010/2011 A cura di: Giuliana Pompa, Cinzia Castellani, Luana Girolami, Sabrina Dongarrà con la collaborazione del Prof. Antonio Boccia, di tutti i Presidenti, Vice Presidenti e Direttori Didattici dei Corsi di Laurea 2

3 REGOLAMENTO DIDATTICO DEI CORSI DI LAUREA UNIVERSITARIA DELLE PROFESSIONI SANITARIE (Gazzetta ufficiale n giugno 2001) La Laurea Specialistica, attivata presso la I^ Facoltà di Medicina e Chirurgia è articolata in due livelli: il primo, triennale, rilascia il titolo di laurea (Classe ), il secondo, biennale, rilascia il titolo di Laurea Specialistica (Classe 1/S - 2/S - 3a/S - 3b/S - /S). Il Consiglio di Facoltà stabilisce le articolazioni in autonomi Corsi delle singole tipologie di struttura didattica. Le strutture didattiche ordinarie (Corsi di Laurea, Corsi di Laurea specialistica, Scuole di Specializzazione) sono sottoposte alla vigilanza del Consiglio di Facoltà, che delibera riguardo alla loro istituzione, alla prima attivazione, all accreditamento delle strutture necessarie per il tirocinio professionale. Il Preside è delegato ad istituire i coordinamenti generali e di classe. Organizzazione didattica L attività formativa complessiva deve garantire una adeguata preparazione teorica ed un congruo addestramento professionale, anche attraverso il tirocinio, in conformità agli standard e al monte ore definiti dalle direttive dell Unione Europea e con la guida di tutori appartenenti allo specifico profilo professionale. Per conseguire tali finalità formative, la Facoltà di Medicina si può convenzionare con strutture, sia in Italia che all estero, che rispondano ai requisiti di idoneità per attività e dotazione di servizi e strutture come previsto dall art. 6 del DL/vo 229/1999. Per assicurare l'acquisizione delle competenze tecniche necessarie per l'esercizio delle attività professionali il cui profilo è approvato con D.M. Sanità, il Consiglio della struttura didattica individua le attività formative professionalizzanti (sotto forma di tirocinio guidato e di addestramento diretto) per un monte ore complessivo almeno pari a quello previsto dagli standard comunitari per i singoli profili professionali. Tali attività devono esclusivamente svolgersi attraverso forme di didattica a piccoli gruppi con ampi gradi di autonomia per lo studente, sotto la responsabilità di un tutore delle attività tecnico-pratiche e devono mirare a mettere progressivamente lo studente in grado di prendere in carico il paziente, acquisendo le abilità e attitudini necessarie al raggiungimento di una autonomia professionale, decisionale e operativa adeguata nei vari ruoli ed ambiti professionali. Tali attività possono svolgersi presso strutture di degenza e di day hospital o ambulatoriali o presso strutture territoriali identificate dal Consiglio di Corso di Laurea. Il Consiglio della Struttura Didattica ed il Consiglio di Facoltà, per le rispettive competenze, definiscono l'ordinamento didattico, nel rispetto della legge vigente. Qualora si renda necessario apportare cambiamenti all'ordinamento didattico (contenuto, denominazione, numero dei Corsi e numero degli esami), il Consiglio propone alla Giunta di Presidenza le necessarie modifiche. Definizione del Corso di Laurea I laureati sono, ai sensi della legge 10 agosto 2000, n. 251, articolo 1, comma 1, gli operatori delle professioni sanitarie di ciascuna area che svolgono con autonomia professionale attività dirette alla prevenzione, alla cura e salvaguardia della salute individuale e collettiva, espletando le funzioni individuate dalle norme istitutive dei relativi profili professionali nonché dagli specifici codici deontologici. I laureati nelle classi sono dotati di un adeguata preparazione nelle discipline di base, tale da consentire loro sia la migliore comprensione dei più rilevanti elementi, anche in relazione al genere, che sono alla base dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto il loro intervento preventivo e terapeutico, sia la massima integrazione con le altre professioni. Devono inoltre saper utilizzare almeno una lingua dell'unione Europea, oltre l'italiano, nell'ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. I laureati delle classi devono raggiungere le competenze previste dagli specifici profili professionali, svolgono la loro attività professionale in strutture sanitarie, pubbliche o private, nel territorio e nell'assistenza domiciliare, in regime di dipendenza o libero-professionale; contribuiscono alla formazione del personale di supporto e concorrono direttamente all'aggiornamento relativo al loro profilo professionale e alla ricerca. Ammissione al Corso di Laurea Possono essere ammessi ai Corsi di Laurea candidati che siano in possesso di Diploma di Scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero riconosciuto idoneo a i sensi delle leggi vigenti e che siano qualificati in posizione utile all esame di ammissione. Il numero massimo degli studenti iscrivibili a ciascun Corso di Laurea è stabilito dalle competenti Autorità in relazione alle strutture ed al personale docente disponibile. Il numero programmato di accessi al primo anno di corso è definito ai sensi dell'art. 3, c.2 della Legge 26 del 2 settembre 1999 (Norme in materia di accesso ai corsi universitari). Sono consentiti trasferimenti, ad anni successivi al primo, da un Ateneo all altro per lo stesso corso di Laurea dell area sanitaria, dietro rilascio di nulla osta da parte del Presidente del Corso di Laurea della sede prescelta e da parte del Presidente del Corso di Laurea della sede che si intende lasciare, senza ripetere il concorso di ammissione. Il passaggio da un corso di Laurea ad un altro, anche se appartenente alla stessa classe di laurea della stessa Facoltà, è possibile solo ed esclusivamente previo superamento del concorso di ammissione. Sono ammessi al II e al III anno di corso cambi di sede (stesso corso di Laurea e stessa Facoltà), presentando domanda presso la Segreteria Amministrativa entro i termini previsti; la domanda dovrà essere completa del nulla osta rilasciato dal Presidente della sede prescelta e del nulla osta rilasciato dal Presidente della sede che si intende lasciare. E vietata l iscrizione contemporanea a diverse Università o Istituti Universitari ed equiparati, a diverse Facoltà, Corsi di studio della stessa Università. Crediti Formativi Unitari () La durata del corso per il conseguimento della laurea è di 3 anni. L unità di misura del lavoro richiesto allo studente per l espletamento di ogni attività formativa prescritta dall Ordinamento del CL per conseguire il titolo di studio universitario costituisce il. Al corrispondono, a norma dei Decreti ministeriali, 30 ore di lavoro per studente per la Classe 1 e 25 ore di lavoro per studenti per le classi 2, 3 e. La quantità di lavoro medio svolto in un anno da uno studente impegnato a tempo pieno negli studi universitari è fissata in circa 60. La formazione comprende 180 comprensivi di attività didattica formale (ADF) almeno il 35%, di attività didattica opzionale (ADO) almeno il 15%, di attività formativa professionalizzante (AFP) almeno il 15%, di attività di autoapprendimento almeno il 35% e di attività di tirocinio da espletare nella sua tà; il lavoro dello studente quindi comprende ore di lezione, di esercitazione, di laboratorio, oltre ad ore relative alle prove in itinere e di esame, ai seminari e a tutte le altre attività formative richieste dall Ordinamento didattico, oltre le ore di studio e di impegno personale necessarie per preparare le prove di valutazione e per svolgere le attività formative non direttamente subordinate alla didattica in aula (tesi, progetti, tirocini, competenza linguistica ed informatica, ecc.). I corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell esame o di altra forma di verifica del profitto, ferma restando la quantificazione in trentesimi per la votazione degli esami e in centodecimi per la prova finale, con eventuale lode. Il Consiglio della Struttura Didattica può approvare crediti acquisiti dallo studente nel caso di documentata certificazione (nel rispetto della normativa vigente in materia), da parte sua, dell acquisizione di competenze e abilità professionali, nonché di altre competenze e abilità maturate in attività formative di livello post-secondario alla cui progettazione e realizzazione l Università abbia concorso. I crediti relativi alla conoscenza di una lingua dell Unione Europea possono essere riconosciuti sulla base di certificazioni rilasciate da strutture, interne o esterne, specificamente competenti per ciascuna delle lingue. 3

4 I acquisiti perdono la loro validità qualora lo studente interrompa per sei anni accademici consecutivi l iscrizione al Corso di Laurea o non abbia ottemperato per sei anni accademici consecutivi agli obblighi di frequenza o infine non abbia superato esami per più di sei anni accademici consecutivi. Obbligo di frequenza La frequenza all'attività didattica formale (ADF), all'attività didattica opzionale (ADO), alle attività integrative (AI), alle attività formative professionalizzanti (AFP) e di tirocinio è obbligatoria. La frequenza viene verificata dai Docenti adottando le modalità di accertamento stabilite dal Consiglio della Struttura Didattica. L attestazione di frequenza alle attività didattiche obbligatorie di un Corso di insegnamento è necessaria allo studente per sostenere il relativo esame. Lo studente è obbligato a frequentare tutto il monte ore di tirocinio previsto dall ordinamento didattico del corso di laurea entro il mese di ottobre, con recupero ore entro il mese di dicembre. Lo studente è assicurato per il monte ore di tirocinio previsto dall ordinamento didattico del corso di laurea. Esami di profitto I corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell esame o di altra forma di verifica del profitto, ferma restando la quantificazione in trentesimi per la votazione degli esami e in centodecimi per la prova finale, con eventuale lode. Gli esami di profitto possono essere effettuati nei periodi a ciò dedicati e denominati sessioni d esame. Le date di inizio e di conclusione delle sessioni d esame sono fissate nella programmazione didattica. In ogni sessione sono definite le date di inizio degli appelli, distanziate di almeno due settimane. La Commissione di esame di profitto è costituita da Docenti impegnati nel relativo Corso di insegnamento ed è presieduta, di norma, dal DIRETTORE DIDATTICO di corso integrato. Nel caso di assenza di uno o più componenti la Commissione alla data di un appello d esame, il Presidente della Commissione puòdisporre la sostituzione dei membri ufficiali con i membri supplenti della stessa. Il tirocinio prevede un esame finale previsto al termine di ogni anno di corso, con idoneità, documentata su un apposito verbale annuale. Tale valutazione dovrà essere effettuata da una apposita commissione d esame di tirocinio, presieduta dal DIRETTORE DIDATTICO tecnico-pratico. Il tirocinio prevede anche un esame finale previsto al termine degli studi, prima della discussione della tesi; il voto verrà espresso in dodicesimi in un apposito verbale. L'esame finale sostenuto dinanzi ad una Commissione nominata dalla competente Autorità accademica e composta a norma di legge - comprende: 1) una prova di dimostrazione di abilità pratiche; 2) la discussione di un elaborato finale di natura teorico-applicativa; L esame finale, con valore di Esame di Stato abilitante alla professione, è organizzato in due sessioni in periodi concordati su base nazionale (ottobrenovembre e marzo-aprile). L'esame finale non può essere ripetuto più di una volta nella stessa sessione; potrà essere quindi risostenuto nella sessione successiva. Le Commissioni giudicatrici per la prova finale esprimono la loro votazione in centodecimi e possono, all unanimità, concedere al candidato il massimo dei voti con lode. Ulteriori esami di profitto (ex. Art. 6 del R.D. n. 1269/38) Lo studente, in aggiunta agli esami stabiliti dall ordinamento didattico del corso di laurea per il conseguimento della laurea cui aspira, può iscriversi a non più di due insegnamenti di altri corsi di laurea, nella stessa Università o Istituto Universitario. Lo studente che voglia fruire della possibilità prevista dal presente articolo deve presentare alla Segreteria del corso di laurea a cui è iscritto apposita domanda entro il 31 gennaio specificando la Facoltà, il corso di Laurea e i due esami che intende frequentare e sostenere. Sbarramenti Lo studente è iscritto in corso per tutta la durata legale degli studi prevista dall Ordinamento didattico per i primi tre anni del Corso di laurea di I livello. Lo studente si iscriverà ripetente qualora al momento dell iscrizione non abbia superato gli esami o conseguito le frequenze obbligatoriamente richieste dall ordinamento per l iscrizione all anno di corso successivo, quindi lo studente che non abbia ottenuto l attestazione di frequenza ad almeno il 75% delle ore previste per ciascun corso ufficiale di un determinato anno, nel successivo anno accademico viene iscritto, anche in soprannumero, come ripetente del medesimo anno di corso, con l obbligo di frequenza ai corsi per i quali non ha ottenuto l attestazione. Il passaggio agli anni successivi è consentito esclusivamente agli studenti che abbiano: - frequentato l attività didattica formale; - ottenuto le valutazioni dell attività didattica opzionale; - superato con valutazione positiva entro la sessione di recupero di dicembre-gennaio (31 gennaio) tutti gli esami dell anno precedente, tranne 2 (debito massimo) - completato entro il mese di Ottobre tutto il monte ore di tirocinio previsto, con possibile recupero delle ore mancanti entro il mese di Dicembre (anno solare); - superato con esito positivo l esame di tirocinio entro la sessione di recupero dicembre-gennaio (inderogabilmente 31 gennaio) Riconoscimento degli studi compiuti presso altre sedi o altri Corsi di studio Gli studi compiuti presso i corsi di laurea di altre università Italiane nonché i crediti in queste conseguiti possono essere riconosciuti, previo esame del curriculum trasmesso dalla Università di origine e dei programmi dei corsi in quella Università accreditati. La documentazione necessaria per la richiesta dovrà essere presentata dallo studente presso la Segreteria amministrativa, la quale, dopo la verifica ed il controllo amministrativo (tasse, passaggi, trasferimenti) provvederà ad inoltrare tale documentazione ai vari Presidenti di corso di Laurea Il riconoscimento di crediti acquisiti dallo studente in altro corso di studio dell Università, ovvero nello stesso o in altro Corso di studio di altra Università, anche nel caso di trasferimenti o passaggi di corso di laurea o di Facoltà, compete al Presidente del Corso al quale lo studente si iscrive ed avviene secondo regole prestabilite ed adeguatamente pubblicizzate. Dopo avere deliberato il riconoscimento di un definito numero di crediti, il Presidente del corso di laurea dispone per l'iscrizione regolare dello studente ad uno dei primi tre anni di corso, L'iscrizione ad un determinato anno di corso è comunque condizionata dalla disponibilità di posti, nell'ambito del numero programmato. Riconoscimento degli studi compiuti presso altre sedi o altri Corsi di studio esteri Gli studi compiuti presso i corsi di laurea di altre sedi universitarie della Unione Europea nonché i crediti in queste conseguiti sono riconosciuti con delibera della Giunta di Presidenza, previo esame del curriculum trasmesso dalla Università di origine e dei programmi dei corsi in quella Università accreditati. Dopo avere deliberato il riconoscimento di un definito numero di crediti, la Giunta di Presidenza dispone per l'iscrizione regolare dello studente ad uno dei primi tre anni di corso, adottando gli stessi criteri utilizzati per gli studenti italiani. L'iscrizione ad un determinato anno di corso è comunque condizionata dalla disponibilità di posti, nell'ambito del numero programmato. Riconoscimento della Laurea conseguita presso Università estere La laurea conseguita presso Università straniere viene riconosciuta ove esistano accordi bilaterali o convenzioni internazionali che prevedono l'equipollenza del titolo. Ai fini di detto riconoscimento, il Consiglio della Struttura Didattica accerta l'autenticità della documentazione prodotta e l'affidabilità della Facoltà di origine, basandosi sulle attestazioni di Organismi centrali specificamente qualificati; esamina il curriculum e valuta la congruità, rispetto all'ordinamento didattico vigente, degli obiettivi didattico-formativi, dei programmi di insegnamento e dei crediti a questi attribuiti presso l'università di origine. Qualora soltanto una parte dei crediti conseguiti dal laureato straniero venga riconosciuta congrua con l'ordinamento vigente, la Giunta di Presidenza dispone l'iscrizione a uno dei tre anni di corso adottando gli stessi criteri utilizzati per gli studenti italiani. L'iscrizione ad un determinato anno di corso è comunque condizionata dalla disponibilità di posti nell'ambito del numero programmato. Per i laureati extracomunitari si richiamano le disposizioni del DPR 31 Agosto 1999, n. 39.

5 Calendario esami a.a. 2010/11 Sessione DICEMBRE 2010 GENNAIO 2011 Sono previsti 2 Appelli d esame (I e II semestre) In tale sessione possono partecipare gli studenti che hanno ottenuto le relative firme di frequenza nell a.a. 2009/10, o in Sessione FEBBRAIO 2011 E previsto 1 Appello d esame del I semestre. In tale sessione possono partecipare gli studenti che hanno ottenuto le relative firme di frequenza nell a.a. 2010/11, o in Sessione APRILE 2011 E previsto 1 Appello d esame di recupero I semestre. In tale sessione possono partecipare gli studenti che hanno ottenuto le relative firme di frequenza nell a.a. 2010/11, o in Sessione GIUGNO LUGLIO 2011 Sono previsti 3 Appelli d esame (I e II semestre). In tale sessione possono partecipare gli studenti che hanno ottenuto le relative firme di frequenza nell a.a. 2010/11, o in Sessione SETTEMBRE 2011 Sono previsti 2 Appelli d esame (I e II semestre). In tale sessione possono partecipare gli studenti che hanno ottenuto le relative firme di frequenza nell a.a. 2010/11, o in I laureandi della seconda sessione (marzo-aprile) a.a.2009/2010 DEVONO completare tutti gli esami entro e non oltre la data del (inderogabilmente). TIROCINIO A condizione che il monte ore sia stato completato entro il mese di ottobre con recupero nel mese di dicembre, possono essere istituite: - SESSIONE OTTOBRE per coloro che hanno completato le ore previste - SESSIONE GENNAIO (inderogabilmente 31 gennaio) per coloro che hanno recuperato le ore mancanti entro il mese di dicembre, e per coloro che non hanno sostenuto/superato la precedente sessione - SESSIONE GIUGNO per coloro che non hanno sostenuto/superato le precedenti sessioni TESI DI LAUREA I laureandi per poter usufruire della seconda sessione di Laurea prevista per marzo-aprile, riferita all anno accademico precedente, dovranno aver terminato inderogabilmente tutti gli esami, compreso l esame di tirocinio, entro e non oltre il 31 gennaio dell anno in corso. Il superamento di esami e/o tirocinio oltre la data del 31 gennaio comporterà il pagamento delle tasse universitarie e la discussione della tesi di laurea nella prima sessione utile di ottobre-novembre di anno accademico successivo. 5

6 ELENCO E SEDE DEI CORSI CLASSE 1 OSTETRICIA C.L. A Azienda Policlinico Umberto I Dip. Ginecologia e Ostetricia PRESIDENTE Prof. Maurizio M. Anceschi, VICE PRESIDENTE Pasquale Mancino, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Marisa Patrizia Messina OSTETRICIA C.L. B ASL Benevento A.O. - G. Rummo V. dell Angelo, 1 BN PRESIDENTE: Prof. Giorgio Carlomagno, VICE PRESIDENTE: Prof. Ettore Calzolari, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Gelsomina Pannella INFERMIERISTICA C.L. A Azienda Policlinico Umberto I IV Clinica Chirurgica PRESIDENTE: Prof. Alfredo Antonaci, VICE PRESIDENTE: Prof Carlo Maria Lanzalone, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Alessandro Delli Poggi INFERMIERISTICA C.L. B Azienda Policlinico Umberto Malattie Infettive e Tropicali PRESIDENTE: Prof. Vincenzo Vullo, VICE PRESIDENTE: Prof. Andrea Bellelli, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Maria Amato INFERMIERISTICA C.L. C Azienda Policlinico Umberto I Palazzina Ex Scre PRESIDENTE: Prof. Antonio Angeloni, VICE PRESIDENTE: Prof. Gianfranco Tonnarini, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Alessandra Moriconi INFERMIERISTICA C.L. D Servizio Sanitario Aeronautica Militare Via P. Gobetti 2A PRESIDENTE: Prof. Mario Rengo, VICE PRESIDENTE Agostina Longo, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Saverio Pompili INFERMIERISTICA C.L. E ASL RM/E S. Spirito Borgo S.Spirito 3 (RM) PRESIDENTE: Prof. Fabio Procacciante, VICE PRESIDENTE: Prof. Alfredo Covotta, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Francesca Passeretti INFERMIERISTICA C.L. F ASL RM/F Civitavecchia Osp. Civile S.Paolo Largo Donatori di Sangue PRESIDENTE: Prof. Francesco Vietri, VICE PRESIDENTE: Prof. Claudio Modini, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Marina Manna INFERMIERISTICA C.L. G ASL RM/G Colleferro Corso Garibaldi 7 Colleferro PRESIDENTE: Prof. Guido Antonelli, VICE PRESIDENTE: Prof. Claudio Letizia, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Rossana Mortari INFERMIERISTICA C.L. H ASL RM/H Nettuno Osp. Villa Albani Via Aldobrandini, PRESIDENTE: Prof.ssa Daniela Parola, VICE PRESIDENTE: Prof. Carmine Vizza, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Gilda Errera INFERMIERISTICA C.L. I IFO Regina Elena, Via Elio Chianesi, PRESIDENTE: Prof. Michele Ermini, VICE PRESIDENTE: Prof. Fabrizio Mainiero, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa INFERMIERISTICA C.L. J ASL RM/A Presidi Ospedalieri Presidio Nuovo Regina Margherita V.Enrico Morosini, PRESIDENTE: Prof. Massimo Del Piano, VICE PRESIDENTE Rosa Sessa, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa M. Concettina Larcinese INFERMIERISTICA C.L. L Azienda San Giovanni Addolorata Pontificia Università Lateranense P.zza S.Giovanni in Laterano, 06/ PRESIDENTE: Prof. Giovanni Battista Orsi, VICE PRESIDENTE: Prof. Carlo Tosti Croce, DIRETTORE DIDATTICO INFERMIERISTICA C.L. M Azienda San Camillo Forlanini (S. Camillo) Circ.ne Gianicolense, 85 RM PRESIDENTE: Prof. Serafino Ricci, VICE PRESIDENTE: Prof.ssa Daniela Rivanera, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Sabrina Coccoluto INFERMIERISTICA C.L. N ASL RM/F Bracciano Archivio storico/p.za Mazzini, 5 Bracciano PRESIDENTE: Prof. Adriano Redler, VICE PRESIDENTE: Prof. Paolo Pontone, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Cinzia Napoli INFERMIERISTICA C.L. O ASL Frosinone Ospedale Umberto I - V. Armando Fabi FR PRESIDENTE: Prof. Valerio Consalvi, VICE PRESIDENTE: Prof. Vincenzo Petrozza, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Rita Papetti INFERMIERISTICA C.L. P Cassino c/o Fac. Scienze Motorie Università Cassino Via S. Angelo Loc. Folcara 0776/ PRESIDENTE: Prof. Giovanni Capelli, VICE PRESIDENTE: Marco Bononi, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Patrizia Indigeno INFERMIERISTICA C.L. Q ASL Latina (distretto nord) Scuola D. Alighieri Via Varsavia 0773/ PRESIDENTE: Prof. Angelo Filippini, VICE PRESIDENTE: Prof. Alberto Paris, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Ernesta Tonini INFERMIERISTICA C.L. R ASL Latina Terracina (distret.centro/sud) Osp. Fiorini Terracina 0773/ PRESIDENTE: Prof. Franco Stagnitti, VICE PRESIDENTE: Prof. Erasmo Spaziani DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Nadia Visani INFERMIERISTICA C.L. S ASL Rieti V.le dell Elettronica,3 RI PRESIDENTI Prof. Luca Di Marzo, VICE PRESIDENTE: Prof. Maurizio Bufi, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.Andrea Ciulli INFERMIERISTICA C.L. T Regione Molise ASL 2 Pentria Isernia Largo Cappuccini 1 (IS) /5 PRESIDENTE: Prof. Sergio Scaccianoce, VICE PRESIDENTE: Prof. Maria Moro, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Giovanna Venditti INFERMIERISTICA C.L. U Regione Molise/IRCCS Neuromed Pozzilli 0865/91521 PRESIDENTE: Prof. Giuseppe Lembo, VICE PRESIDENTE Sergio Fucile, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Giulio Selvetella INFERMIERISTICA C.L. V ASL Viterbo Via Cardarelli s.n.c. - Viterbo PRESIDENTE: Prof. Valentina Gazzaniga, VICE PRESIDENTE Giuliano Bertazzoni, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa INFERMIERISTICA C.L. W ASL Latina Formia Gaeta Scuola Infermieri ex Convento Cappuccini salita Cappuccini Gaeta 0771/77997 PRESIDENTE: Prof. Angelina Di Carlo, VICE PRESIDENTE: Prof. M. Paroli, DIRETTORE DIDATTICO: Dott.ssa Edda O. Piacentini INFERMIERISTICA C.L. Y San Raffaele Pisana Via di Val Cannuta 27 tel. 06/ PRESIDENTE: Prof. Elisa Petrangeli, VICE PRESIDENTE: Paolo Barillari, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Vittorio Filonardi INFERMIERISTICA C.L. Z ASL RM Pomezia Selva dei Pini Via Pontina Km.31,00 tel. 06/ PRESIDENTE: Prof. Paolo Villari, VICE PRESIDENTE: Prof. Daniela Tufi, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Massimiliano Chiarini INFERMIERISTICA PEDIATRICA Azienda Policlinico Umberto I - Clinica Pediatrica fax 06/ PRESIDENTE: Prof. Marzia Duse, VICE PRESIDENTE: Prof.ssa Anna Zicari, DIRETTORE DIDATTICO: Dott. Carmine Rullo Segreteria Studenti: Città Universitaria - Palazzo delle Segreterie, scala A, piano terra. Telefono: 06/ Ricevimento: Lunedì Mercoledì Venerdi: dalle ore 8.30 alle ore Martedì Giovedì: dalle ore 1.30 alle ore Ufficio di Coordinamento: Azienda Policlinico Umberto I Palazzina della Presidenza II piano. Telefono: 06/

7 CORSO DI LAUREA INFERMIERISTICA - ASL RIETI (C.L. S) I ANNO I SEMESTRE Fisica, statistica ed OSP/ASL Fisica Erminio PACE 2 2 informatica /Statistica/Informatica Core curriculum: Forza gravitazionale, teorema di Bernoulli, grandezze scalari e vettoriali, i 3 principi della dinamica. Variabili, Curva di Gauss e sue proprietà, 2, t-d student. Internet, hardware e software, privacy, security BIO/10 Biochimica Remo BUCCI 2 Biologia e biochimica 5 BIO/13 Biologia applicata Mario FONTANA 2 MED/38 Genetica medica Luigi TARANI 1 Core curriculum: Atomo,soluzioni,acidi,basi,pH. Aminoacidi,proteine,glucidi,lipidi,acidi nucleici. Cellula,mitosi,meiosi, duplicaz.dna, trascrizione,traduzione. DNA,geni,cromosomi,mutazioni,eredità autosomica,x-linked,multifattoriale, malattiegenetiche,diagnosi prenatale BIO/17 Istologia Fabio NARO 2 Anatomia, Istologia e 6 BIO/16 Anatomia Ebe SALVI PARISI 2 Fisiologia OSP/ASL Fisiologia Laura FELICIANI 2 Core curriculum: La cellula, i tessuti: epiteliale, connettivo, muscolare, nervoso. Organi, apparati e sistemi: caratteristiche strutturali e rapporti topografici delle principali strutture degli apparati locomotore cardiocircolatorio,respiratorio, digerente, urinifero, genitale,neuroendocrino. Caratteristiche e relazioni funzionali degli organi per il mantenimento dell'omeostasi. Scienze Umane e M-DEA/01 Disc. Demoan Antonietta DI VITO 2 Psicopedagogia della Salute OSP/ASL Psicol. Gen Mauro PALLAGROSI 2 Core curriculum: tecniche della osservazione e della comunicazione, psico-neuro-chimica della comunicazione, psicologia dell età evolutiva, psicologia dinamica, psicologia clinica. Evoluzione del pensiero scientifico dalla preistoria al Medioevo Infermieristica Generale e Teorie del Nursing 5 OSP/ASL Infermieristica generale Cristina VECCHI 2 MED/18 Teoria del nursing Renzo PRETAGOSTINI 1 MED/18 Infermieristica generale Giorgio PALAZZINI 1 MED/11 Teoria del nursing Paolo Emilio PUDDU 1 Core curriculum: Pensiero critico, problem solvine e decision making, processo di nursing: significato, diagnosi infermieristiche, pianificazione dell assistenza, valutazione. Introduzione alla filosofia e alle teorie del nursing, concetto di bisogno e problema assistenziale, concetto di uomo, salute, ambiente, assistenza infermieristica Inglese Scientifico I 2 L-LIN/02 Inglese Franca PIGNATELLI 2 Core curriculum: Comunicazione medico paziente I ANNO II SEMESTRE OSP/ASL Patologia Generale 1 Gabriella DE MATTEIS 2 Patologia Generale e Patologia Clinica 1 Microbiologia MED/07 Microbiologia Daniela LILLI 2 Core curriculum: Lo stato di salute e le sue alterazioni, Patologia ambientale, Immunologia, Infiammazione, la Febbre e le ipertermie non febbrili, Patologia cellulare, Oncologia, Patologia clinica, Immunoematologia trasfusionale, Microbiologia generale e clinica MED/0 Patologia generale 2 Massimo REALACCI 2 Fisiopatologia Generale e Patologia clinica 2 Patologia Clinica MED/08 Anatomia Patologica Antonio CIARDI 2 Core curriculum: Fisiopatologia, Patologia clinica ed Anatomia Patologica del sangue, dell apparato cardiocircolatorio, respiratorio, digerente, renale ed endocrino. Equilibrio acido-base. Infermieristica Generale e MED/18 Infermieristica Generale Andrea CIULLI 3 6 Clinica OSP/ASL Infermieristica Clinica Giovanna Maria PICUTI 3 Core curriculum: il problem solving nella metodologia del processo scientifico di nursing, fasi del processo, strumenti operativi. Tecniche infermieristiche per la realizzazione delle prestazioni infermieristiche in risposta ai bisogni del paziente ed alle patologie in corso come problemi collaborativi al clinico. II ANNO I SEMESTRE Medicina Clinica e Farmacologia 5 MED/18 Chirurgia generale Alberto Maria ANGELICI 2 MED/17 Malattie Infettive Maria Rosa CIARDI 1 MED/09 Medicina interna Francesco VACCARO 1 BIO/1 Farmacologia Vittoria NOVIELLO 1 Core curriculum: Patologie di interesse chirurgico tra cui shock, traumi toracici, cancro dell'esofago, ernie della parete addominale, ittero ostruttivo, emorragie digestive, embolia polmonare,gozzo, neoplasie della mammella, occlusioni intestinali, calcolosi VBP. Principi generali di farmacologia, farmacocinetica, farmacodinamica, farmaci antinfiammatori, antalgici e antipiretici, farmaci attivi nei vari organi ed apparati. Patologie di interesse medico e infettivologico. Infermieristica Generale, Clinica e di Comunità I 7 MED/18 MED/18 MED/09 MED/22 Organizzazione professione Infermieristica Infermieristica clinica in chirurgia generale Infermieristica clinica in chirurgia generale Infermieristica di comunità e Territorio Luca DI MARZO 1 Paolo SAPIENZA 1 Concetta TORROMEO 1 Bruno GOSSETTI 1 7

8 OSP/ASL Organizzazione professione Mirio CAMUZZI 1 Infermieristica OSP/ASL Infermieristica di comunità e Cristina RICCO 2 Territorio Core curriculum: Trasfusione di sangue, visita medica al "paziente medico e chirurgico", strumentario chirurgico, le ferite, drenaggi, le punture mediche, le biopsie, pressione venosa centrale, alimentazione artificiale. Gruppo storia sociale e percorsi metodologici assistenziali i comunità e territorio. Gli ambiti lavorativi, l organizzazione della professione, la formazione, lo specifico professionale, deontologia, qualita, responsabilita professionale. MED/18 Statistica applicata Andrea MINGOLI 1 Igiene Epidemiologia e all epidemiologia Statistica MED/09 Metodologia epidemiologica Concetta TORROMEO 1 OSP/ASL Igiene generale 1 e 2 Vittoria M. GENTILE 2 Core curriculum: Organizzazione Sanitaria, Concetto di gestione, Servizi sanitari, Sistemi sanitari e impatto sui bisogni, Offerta servizi, Processi sanitari, Processi gestionali. L Igiene: definizione, obiettivi e finalità. Epidemiologia, Profilassi, Problematiche di igiene ospedaliere. Fasi dell indagine statistica; Statistica epidemiologica: Rapporti statistici; Studi epidemiologici; Test di screening; Indicatori ospedalieri. Inglese Scientifico II 3 L-LIN/02 Inglese Franca PIGNATELLI 1 Core curriculum: Ripasso comunicazione medico paziente. Primo Anno. Comprensione espressioni idiomatiche usate dai pazienti per descrivere i propri sintomi. Comprensione di telefonata. INGLESE SCIENTIFICO. Comunicare via Internet in Inglese Traduzione di articoli scientifici dall Inglese all Italiano II ANNO II SEMESTRE Medicina e Chirurgia Specialistica MED/12 Medicina Interna Adriano DE SANTIS 2 MED/11 Medicina Interna Paolo Emilio PUDDU 1 5 MED/18 Chirurgia specialistica Daniele BIACCHI 2 Core curriculum: Medicina Interna, Chirurgia Specialistica (app. digerente), Chirurgia Laparoscopica, Chirurgia Toracica, Urologia, Terapia Dialitica e Nefrologia, Chirurgia Vascolare, Chirurgia D Urgenza MED/17 Assistenza Infermieristica Maria Rosa CIARDI 1 Geriatrica Infermieristica Generale, MED/2 Assistenza Infermieristica Ettore DE BERARDINIS 2 6 Clinica e di Comunità II Geriatrica OSP/ASL Assistenza infermieristica paziente disabile Patrizia IBBA 2 OSP/ASL Infermieristica di Comunità Emanuela PETRONGARI 1 Core curriculum: Assistenza Infermieristica Geriatria. Assistenza Infermieristica paziente Disabile. Infermieristica di Comunità MED/38 Pediatria Luigi TARANI 1 Infermieristica Pediatrica Infermieristica Materno- Infantile Felice PATACCHIOLA 2 3 OSP/ASL Ginecologia - Infermieristica ostetricoginecologica Core curriculum: Basi di pediatria con particolare riguardo infermieristico. Nozioni di Ginecologia. Infermieristica Ostetrico-Ginecologica III ANNO I SEMESTRE MED/18 Infermieristica in Area Luca DI MARZO 1 Critica ed Emergenza MED/18 Chirurgia Generale Paolo SAPIENZA 1 Infermieristica in Area 5 MED/09 Medicina Interna Piernatale LUCIA 1 Critica e nell Emergenza MED/09 Malattie Apparato Paolo PALANGE 1 locomotore MED/1 Anestesiologia Maurizio BUFI 1 Core curriculum: Malattie cardiovascolari e respiratorie.- Chirurgia vascolare e dei trapianti. - Anestesia generale e periferica. Emergenze ospedaliere ed extraospedaliere. - Fratture. Patologie di rachide, spalla, anca, arti. - Broncoaspirazione. Ossigenoterapia. Nutrizione parenterale ed enterale. - Legislazione dell emergenza. ABC del soccorritore nell emergenza. MED/25 Psichiatria, Psicologia Gabriele CAVAGGIONI 2 Infermieristica in Psichiatria e Salute Mentale OSP/ASL Clinica Assistenza Infermieristica al paz.neuropsichiatrico, Infermieristica in Neuropsichiatria Inf.le Emanuela PETRONGARI 2 Core curriculum: Psichiatria clinica (anamnesi, psicodinamica, sintomatologia, diagnostica). Nevrosi. Disturbi del comportamento alimentare e dell umore. Psicosi. Perversioni. Demenze. - Assistenza e terapia al paziente ospedalizzato e a domicilio. - Lo sviluppo psicomotorio e del linguaggio. Malattie psichiatriche del bambino e dell'adolescente. MED/1 Medicina del Lavoro Monica ROCCO 2 OSP/ASL Diritto Pubblico Alessandra RENZI 2 Management Sanitario e Infermieristico Economia Aziendale 6 OSP/ASL Economia sanitaria applicata all infermieristica Pasquale CARDUCCI 2 Organizzazione Aziendale Core curriculum: Diritto e norme giuridiche. Organi dello stato.- Processi di produzione e di consumo. Strutture delle aziende. Programmazione, controlli di gestione e qualità. Forma giuridica delle imprese. - Fattori di rischio e prevenzione primaria in ambiente di lavoro. - Legislazione Sanitaria. Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale e sua evoluzione. 8

9 Inglese Scientifico III 2 L-LIN/02 Inglese Franca PIGNATELLI 2 Core curriculum: La linguistica inglese scientifica con particolare riguardo alla terminologia medica. III ANNO II SEMESTRE Diritto Sanitario, Deontologia, Etica e Bioetica Applicate alla Professione Infermieristica MED/1 Storia della Medicina Maurizio BUFI 1 MED/3 Medicina Legale Giuseppe RALLO 2 MED/21 Deontologia etica bioetica Federico VENUTA 1 Core curriculum: Elementi di storia della medicina. Basi della deontologia etica e bioetica. Medicina legale con riferimento al ruolo dell infermiere MED/09 Metodologia della Ricerca Francesco VACCARO 1 Metodologia della Ricerca OSP/ASL Applicata alla Professione Cristina RICCO 1 Applicata alla Professione 5 MED/09 Infermieristica Paolo PALANGE 1 Infermieristica MED/09 Piernatale LUCIA 1 BIO/1 Vittoria NOVIELLO 1 Core curriculum: Metodologia della Ricerca Applicata all Infermieristica Metodologia di Elaborazione 1 OSP/ASL Elaborazione delle Erminio PACE 1 delle Informazioni Informazioni Core curriculum: Basi di informatica con particolare riferimento all informatica in campo medico ed infermieristico. TIROCINIO Responsabile I ANNO 22 Andrea CIULLI II ANNO 23 Andrea CIULLI III ANNO 22 Andrea CIULLI ATTIVITA DIDATTICA ELETTIVA (ADE + SEMINARI) (1*= facoltativo 1= obbligatorio): I ANNO I SEMESTRE Docente SSD Fisica, statistica ed informatica Erminio PACE 1* Anatomia, Istologia e Fisiologia Ebe SALVI PARISI BIO/16 1 I ANNO II SEMESTRE Docente SSD Patologia generale e microbiologia Daniela LILLI MED/07 1* Fisiopatologia generale e patologia clinica Massimo REALACCI MED/0 1* II ANNO I SEMESTRE Docente SSD Medicina clinica e farmacologia Alberto Maria ANGELICI MED/18 1* Medicina clinica e farmacologia Vittoria NOVIELLO BIO/1 1* Medicina clinica e farmacologia Maria Rosa CIARDI MED/17 1 Infermieristica generale e clinica Patrizia IBBA 1* II ANNO II SEMESTRE Docente SSD Medicina e chirurgia specialistica Bruno GOSSETTI MED/22 1 Medicina e chirurgia specialistica Renzo PRETAGOSTINI MED/18 1 Medicina e chirurgia specialistica Giorgio PALAZZINI MED/18 1 Medicina e chirurgia specialistica Federico VENUTA MED/21 1 Medicina e chirurgia specialistica Andrea MINGOLI MED/18 1 Medicina e chirurgia specialistica Ettore DE BERARDINIS MED/2 1 Infermieristica materno-infantile Felice PATACCHIOLA 1* III ANNO I SEMESTRE Docente SSD Infermieristica in area critica e nell emergenza Luca DI MARZO MED/18 1* Infermieristica in area critica e nell emergenza Maurizio BUFI MED/1 1* Infermieristica in area critica e nell emergenza Piernatale LUCIA MED/09 1* Infermieristica in psichiatria e salute mentale Gabriele CAVAGGIONI MED/25 1* Infermieristica in psichiatria e salute mentale Emanuela PETRONGARI 1* ALTRE ATTIVITA FORMATIVE A/S Attività formative (autoapprendimento) 9 Per la prova finale Tirocinio 22 I anno Tirocinio 23 II anno Tirocinio 22 III anno Altre (art.10 comma1 lettera F) 2 TOTALE 180 9

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA

ALLEGATO 2 A) TITOLI ABILITANTI DI ACCESSO ALLA GRADUATORIA ALLEGATO 2 TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI DELLA TERZA FASCIA DELLE GRADUATORIE AD ESAURIMENTO DEL PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO DELLE SCUOLE ED ISTITUTI DI OGNI ORDINE E GRADO, APPROVATA CON D.M 27

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 D.R. n. 3060 Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI I LIVELLO IN TRATTAMENTO PRE-OSPEDALIERO E INTRA-OSPEDALIERO DEL POLITRAUMA VISTA la legge n. 341 del

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare?

1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 1) Sono fuori dai termini per cancellare/prenotare un esame, come posso rimediare? 2) Non ho prenotato, posso chiedere al docente di sostenere ugualmente l'esame? 3) La regola dell'appello alternato vale

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli