L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In"

Transcript

1 L IMPRESA SOSTENIBILE Il valore della sostenibilità per il Made In Francesca Rulli 25 marzo Dossobuono di Villafranca (Vr)

2 DALLA DECISIONE STRATEGICA ALLA PIANIFICAZIONE OPERATIVA L impresa SOSTENIBILE che ricerca il miglioramento della performance economica attraverso un attenta gestione delle RELAZIONI (DIMENSIONE SOCIALE) e una consapevole TUTELA DELL AMBIENTE (DIMENSIONE AMBIENTALE), accresce il proprio PATRIMONIO (VALORE) di conoscenza e reputazione. MITIGANDO I RISCHI VALORIZZANDO LE OPPORTUNITA

3 DALLA DECISIONE STRATEGICA ALLA PIANIFICAZIONE OPERATIVA RISCHI E OPPORTUNITA. Il VALORE DELLA REPUTAZIONE si costruisce nel medio lungo termine ma si può distruggere rapidamente.. è quindi fondamentale: definire obiettivi chiari per il miglioramento delle performance economico sociali ambientali; individuare eventi potenziali (RISCHI in ambito sociale, etico, ambientale, finanziario, operativo, reputazionale. ) che possano influire sul VALORE aziendale (Patrimonio); definire i limiti accettabili dei RISCHI individuati; gestire le azioni conseguenti, per fornire una ragionevole certezza sul conseguimento degli obiettivi aziendali; valorizzare le azioni e le opportunità create con il percorso.

4 COSA E CAMBIATO Non più solo intenti ma fatti; Non più attività e iniziative casuali ma progetti; Non più percorsi isolati ma Stakeholder Engagement; Non più attività di un «dipartimento» ma principi, processi e obiettivi integrati nel sistema organizzativo dell intera azienda.

5 COSA E CAMBIATO IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SOSTENIBILITA PER PORTARE I RISULTATI ATTESI DEVE QUINDI ESSERE BEN PENSATO, PROGETTATO, PIANIFICATO, IMPLEMENTATO E MONITORATO.

6 IL SISTEMA DI GESTIONE PER LA SOSTENIBILITÀ Il sistema di gestione per la sostenibilità è l integrazione di processi, procedure e regole operative che permettono all organizzazione di lavorare per gli obiettivi comuni e condivisi della sostenibilità. Un percorso per la costruzione di un sistema di gestione per la sostenibilità ha quindi l obiettivo di integrare le diverse dimensioni (economico organizzativa-ambientale-sociale) nei processi operativi e tenere in equilibrio i diversi interessi degli stakeholder, verso il fine comune della crescita e durata nel tempo

7 CSR E SOSTENIBILITA Questa gestione ha impatto su: vantaggio competitivo reputazione; capacità di attirare e mantenere lavoratori o membri, acquirenti, clienti o utenti; mantenimento di motivazione, impegno e produttività dei dipendenti; rapporti con i fornitori e la gestione della catena del valore; VALORIZZAZIONE DELLE PERFORMANCE INTERNE ELEMENTO DI DIFFERENZIAZIONE punto di vista di investitori, proprietari, donatori, sponsor e della comunità finanziaria; relazione con i poteri governativi, i mass media, i fornitori, le organizzazioni dello stesso tipo, i clienti, le associazioni e ONG, e l'intera comunità in cui opera.

8 LE TEMATICHE DELLA SOSTENIBILITA Ambiente Diritti Umani Rapporti e condizioni di lavoro VALORE Coinvolgimento della comunità Corrette prassi gestionali Aspetti specifici dei consumatori

9 FASHION E TESSILE: UN SETTORE IN CUI È SEMPRE PIÙ RICHIESTO FARE SOSTENIBILITÀ Moda alta obsolescenza del prodotto maggiore consumo maggior uso di risorse Fast fashion riduzione del ciclo di vita del prodotto aumento dei consumi IMPATTO SOCIALE (spostamento delle produzioni) + AMBIENTALE (uso delle risorse naturali e emissioni)

10 FASHION E TESSILE: UN SETTORE IN CUI È SEMPRE PIÙ RICHIESTO FARE SOSTENIBILITÀ SOSTENIBILITA NEL SETTORE MODA E ABBIGLIAMENTO : i fattori chiave impatto ambientale delle lavorazioni: uso delle sostanze chimiche nella tintura, rifinizione, concia, ecc uso di acqua ed energia elettrica nelle lavorazioni impatto sociale: spostamento delle produzioni gestione della legalità per lavorazioni sicurezza sui luoghi di lavoro CONSUMATORE MOVIMENTI E ASSOCIAZIONI BRAND - FILIERA

11 BRAND SUSTAINABILITY VALUE CHAIN Consumatore/Ambiente Progettazione/stile Gestione Materie Prime Acquisti Controlli in produzione Logistica/Retail

12 LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI: PRINCIPI Inclusione stakeholder Comportamento etico Rendicontazione Rispetto legalità Rispetto Ambiente Rispetto diritti umani Trasparenza Rispetto norme

13 LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI: METODO E NORMATIVA Sistema organizzativo ISO (Linea Guida per la CSR) SA 8000 (Social Accountability 8000) AA 1000 (AccounAbility 1000) OHSAS (Occupation Health and Safety Management System) ISO EMAS (Sistema di gestione ambientale) ISO (Sistema di gestione energia) ISO 9001 (Sistema di gestione per la qualità). Sistema di gestione Compliance di prodotto Innovazione di prodotto Footprint di prodotto Indici ambientali (es: Indice di Higg) AA 1000 (AccounAbility 1000) GRI (Global Reporting Iniziative) GBS (Gruppo per il Bilancio Sociale).. Prodotto Rendicontazione e coinvolgimento

14 LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI: METODO E NORMATIVA L impatto ambientale ed il prodotto: UNI EN ISO Environmental Management - Life Cycle Assessment - Principles And Framework UNI EN ISO Environmental Management - Life Cycle Assessment Requirements and guideline UNI ISO/DIS Carbon footprint of products - Requirements and guidelines for quantification and communication ISO/CD Life cycle assessment - Water footprint - Requirements and guidelines ISO Specification with guidance at the organization level for quantification and reporting of greenhouse gas emissions and removals ISO Environmental labels and declarations - Type III environmental declarations Principles and procedures GHG Protocol Product Life Cycle Accounting and Reporting Standard / Corporate Accounting and Reporting Standard PAS 2050 Specification for the assessment of the life cycle greenhouse gas emissions of goods and services

15 LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI: ESEMPI DI STRUMENTI A SUPPORTO LCA DI PRODOTTO (energia, clima, acqua, terra, sostanze chimiche): Climate SCORECARD Energy use Mappatura e inventario dei processi Impatto per ogni processo in riferimento a: Produzione della materia prima Realizzazione prodotti Packaging e trasporto Uso del prodotto Fine della sua vita Creazione della SCORECARD di prodotto. Water use Land use Chemical use Mass balance MONITORAGGIO SUPPLY CHAIN a seguire parliamo di

16 SOSTENIBILI SI DIVENTA: LA STRADA CORRETTA L azienda che vuole intraprendere un percorso di sostenibilità, può orientarsi ad uno o più OBIETTIVI / IMPEGNI che, complessivamente, possono rappresentare il proprio modo di essere sostenibile, in un percorso virtuoso di crescita della consapevolezza sulle diverse tematiche e di definizione del relativo SISTEMA DI GESTIONE.

17 LA ROAD MAP PER LA SOSTENIBILITA Sviluppare Codici di Condotta, Linee Guida, RSL, MRSL, Procedure, Processi, 3 Ruoli e Responsabilità, Rendicontare Report ambientale, report sociale Report o Bilancio di 5 sostenibilità. 1 Analizzare Assessment iniziale Definire Carta degli Impegni, Codice Etico 2 e Piano delle azioni (Progetto operativo) Gestire Implementazione e Monitoraggio processi Raccolta dati e azioni di miglioramento 4

18 SISTEMA DI GESTIONE DALLA STRATEGIA ALLA ESECUZIONE Elementi Centrali: Organizzazione, Processi e Strumenti Ruoli e Responsabilità Processi regole e Controlli Formazione e Informazione

19 LA CATENA DEL VALORE E LA SOSTENIBILITA La catena del valore del prodotto (dalla Fibra al Consumatore) è una storia complessa con tanti attori, processi e valori da TRACCIARE e MONITORARE. L integrazione della sostenibilità determina pertanto la revisione dei processi e l inserimento dei requisiti per la sostenibilità, sia per le attività svolte internamente che per quanto esternalizzato sulla catena di fornitura.

20 MAPPARE E COINVOLGERE LA SUPPLY CHAIN PER LA SOSTENIBILITA Definire i DRIVER di mappatura (territorio, dimensione, processo, ) Individuare i fornitori STRATEGICI per la realizzazione del prodotto e CRITICI per la sostenibilità Definire le modalità di COINVOLGIMENTO (Linee Guida, Capitolati, Self- Assessment, ecc ) Creare il SISTEMA DI MONITORAGGIO (Audit e raccolta dati)

21 SISTEMA DI MONITORAGGIO Monitoraggio Interno e sulla Catena di fornitura Assessment interno e sulla Supply Chain Audit & Improoving Report & Rating

22 SISTEMA DI MONITORAGGIO ELEMENTI FONDAMENTALI Definire bene cosa controllare e come controllare: il processo e le famose «checklist» Lavorare per l integrazione dei controlli: la quantità di controlli può portare inefficienze Utilizzare il monitoraggio come momento di ascolto e condivisione Riunire tutti gli attori intorno allo stesso «tavolo» Utilizzare i dati per prendere decisioni e gestire azioni Condividere e comunicare dati e non solo buoni propositi.

23 Assessment & Autovalutazione Rilevazione a distanza dei parametri del fornitore, tramite questionari di selfassessment personalizzabili, finalizzati alla definizione del livello di rischio dell azienda. Audit & Analisi chimiche Gestione di audit a distanza, dallo sviluppo delle check-list alla pianificazione e redazione del rapporto di audit, con coinvolgimento diretto di auditor e terze parti. Gestione della richiesta, raccolta ed elaborazione di analisi chimiche di processo (es: analisi sulle acque, fanghi, ecc..). Report & Rating Aggregazione dei dati raccolti in fase di assessment, audit e analisi chimiche, elaborazione di statistiche e comparazione dei risultati. Elaborazione di indici relativi alla catena di fornitura, KPI e rating dei fornitori.

24 ESEMPIO: IL SISTEMA DI GESTIONE PER IL CHEMICAL MANAGEMENT Materie prime SISTEMA Prodotti/ semilavorati PROCESSI Prodotti chimici DI GESTIONE Scarichi/ emissioni

25 IL CHEMICAL MANAGEMENT L indirizzo e controllo riguarda prevalentemente i seguenti aspetti: Per la gestione delle sostanze chimiche nocive, sono nati nuovi strumenti di indirizzo in affiancamento al Codice di Condotta, quali: RSL (Restricted Substances List) MRSL (Manufacturing Restricted Substances List) Capitolati e Linee Guida (es. RTM e CTW) Ruoli e responsabilità Materie Prime Chemical Inventory (Magazzino sostanze chimiche) Analisi del rischio delle sostanze Immagazzinamento e movimentazione delle sostanze Identificazione e tracciabilità della produzione es. disposizioni e ricette Controlli in produzione e controlli sul prodotto finito (test interni ed esterni) Controllo del packaging Controllo degli scarichi ed emissioni Qualifica dei laboratori Coinvolgimento e monitoraggio dei subfornitori Gestione delle Non Conformità

26 IL SISTEMA DI GESTIONE PER IL CHEMICAL MANAGEMENT Materie Prime: Quali? Quante? Chi? Quali controlli? Quanti? Quando? Chemical Inventory (Magazzino sostanze chimiche) Quali? Quante? Chi? Quali controlli? Quanti? Quando? Identificazione e tracciabilità della produzione Cosa? Dove? Quali rischi? Quali controlli? Quanti? Quando? Prodotto finito o semilavorato Cosa? Quali requisiti? Quali controlli? Quanti? Quando? Scarichi ed emissioni Cosa? Dove? Quali rischi? Quali controlli? Quanti? Quando?

27 LA FORMALIZZAZIONE DEL CHEMICAL MANAGEMENT PROCEDURA OPERATIVA: REGOLE OPERATIVE E RESPONSABILITA SISTEMA DEI CONTROLLI SISTEMA DI CAMPIONAMENTO PIANO DI MONITORAGGIO GESTIONE DELLE NON CONFORMITA GESTIONE DELLE AZIONI CORRETTIVE REPORTISTICA REPORT O BILANCIO DEL SISTEMA

28 IL SISTEMA GENERA VALORE. LA RENDICONTAZIONE E COMUNICAZIONE Il sistema così costruito, permette di rendicontare e comunicare in maniera strutturata e affidabile, attraverso modalità proprie del Brand o della Filiera, producendo: COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Report, Siti, Bilanci di Sostenibilità COMUNICAZIONE DIRETTA SUL PRODOTTO Etichette, comunicazioni di prodotto

29 Grazie! Contatti FRANCESCA RULLI Process Factory s.r.l. tel fax Via Masaccio, Firenze

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto

GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto GREEN TOOLS Armando Romaniello Direttore Marketing Industry Management e Certificazione di prodotto Mantova, 25 novembre 2015 Consumatore e mercato globale: ogni giorno più esigenti - Sicurezza (conditio

Dettagli

Sistemi di Gestione Ambientale: standard di riferimento ed iter per l ottenimento della certificazione/registrazione

Sistemi di Gestione Ambientale: standard di riferimento ed iter per l ottenimento della certificazione/registrazione Sistemi di Gestione Ambientale: standard di riferimento ed iter per l ottenimento della certificazione/registrazione Come gestire l ambiente? attraverso l adozione di un sistema di gestione ambientale,

Dettagli

Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain. Concretezza, misurabilità e valore. Improving performance, reducing risk

Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain. Concretezza, misurabilità e valore. Improving performance, reducing risk Corporate Social Responsibility lungo la Supply Chain Concretezza, misurabilità e valore Improving performance, reducing risk La CSR secondo LRQA La CSR è una modalità di gestione dell azienda attraverso

Dettagli

RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI

RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI RICERCA, CONSULENZA E PROGETTAZIONE PER LA SOSTENIBILITÀ SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO PER LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE LAVANDERIE INDUSTRIALI AMBIENTE ITALIA IN SINTESI Ambiente Italia è un azienda

Dettagli

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Roberta Ianna Direzione generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e dell Energia del Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio

Dettagli

tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura.

tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura. tessere buoni valori L applicazione web che permette di monitorare la sostenibilità della propria catena di fornitura. La nostra mission Le aziende hanno bisogno di collaborare e comunicare con i propri

Dettagli

Milano, Giugno 2009 Claudia Strasserra CSR Market Developer

Milano, Giugno 2009 Claudia Strasserra CSR Market Developer Il valore aggiunto del sistema di gestione della responsabilità sociale Milano, Giugno 2009 Claudia Strasserra CSR Market Developer L azienda come luogo di incontro L azienda è il luogo in cui si confrontano

Dettagli

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Martina Hauser Segreteria Tecnica del Ministro Task Force per la valutazione dell impronta ambientale dei sistemi e dei modelli di produzione

Dettagli

Elena Cervasio LRQA Italy. La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO

Elena Cervasio LRQA Italy. La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO Elena Cervasio LRQA Italy La certificazione dell impronta di carbonio secondo la ISO 14067:2013 - il chiusino KIO Motivazioni e Milestone INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE 2 Scenario INNOVAZIONE E

Dettagli

Carbon Footprint di un organizzazione

Carbon Footprint di un organizzazione CHE COSA E LA CARBON FOOTPRINT? La Carbon Footprint misura il contributo che le attività umane producono sull effetto serra, espresso in tonnellate di biossido di carbonio equivalente (CO 2 eq). Il tema

Dettagli

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade.

si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. si può fare di più La sostenibilità, il nuovo motore delle imprese. Più si ricercano soluzioni sostenibili e più si aprono nuove strade. Cloros è una società certificata ISO 9001 e UNI CEI 11352, che ha

Dettagli

CATALOGO FORMATIVO FONDIMPRESA

CATALOGO FORMATIVO FONDIMPRESA CATALOGO FORMATIVO FONDIMPRESA Attraverso il presente catalogo è possibile individuare, in maniera preliminare, le tematiche formative di interesse per la progettazione del Piano formativo aziendale. 01.

Dettagli

Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione Aziendale. Clicca qui per l avvio

Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione Aziendale. Clicca qui per l avvio Titolo intervento Ambiente e sostenibilità per la tua Azienda sono un costo?.noi lo trasformiamo in ricchezza. Relatore: : Gian Piero Zattoni Consulenza di Direzione Ambiente & Innovazione Sistemi di Gestione

Dettagli

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Martina Hauser Segreteria Tecnica del Ministro Task Force per la valutazione dell impronta ambientale dei sistemi e dei modelli di produzione

Dettagli

Milano, 15 maggio 2013

Milano, 15 maggio 2013 1 ISO/CD 14067.3 Il quadro Carbon normativo Footprint ISO di sui marchi ambientali di Prodotto prodotto Daniele Pernigotti Milano, 15 maggio 2013 Quinto Vicentino, 6 dicembre 2011 Presentazione 2 Opera

Dettagli

BUSINESS ASSURANCE DNV GL SAFER, SMARTER, GREENER. 15 October, 2014 DNV GL 2013

BUSINESS ASSURANCE DNV GL SAFER, SMARTER, GREENER. 15 October, 2014 DNV GL 2013 BUSINESS ASSURANCE DNV GL 1 15 October, 2014 SAFER, SMARTER, GREENER Chi siamo SUSTAINABLE BUSINESS PERFORMANCE Tra i principali Enti di certificazione a livello mondiale, DNV GL - Business Assurance supporta

Dettagli

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni

EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni EcoDesigne Sistemi di Gestione dell Energia Gian Piero Zattoni Workshop Chi Siamo EQO S.r.l. da oltre 10 anni riunisce professionisti provenenti da diversi settori e con differenti esperienze professionali,

Dettagli

GRUPPO BILANCIO SOCIALE CSR UPDATE. 24 novembre 2014. Giuseppe Chiappero

GRUPPO BILANCIO SOCIALE CSR UPDATE. 24 novembre 2014. Giuseppe Chiappero GRUPPO BILANCIO SOCIALE CSR UPDATE 24 novembre 2014 Giuseppe Chiappero PILLOLE DI ATTUALITA OBAMA - 12 NOVEMBRE 2014 STORICO ACCORDO CINA USA RILANCIO DELLE POLITICHE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE PAPA FRANCESCO

Dettagli

CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000

CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000 CSR e Supply Chain, alla luce della ISO 26000 Claudia Strasserra, CSR Market Developer Bureau Veritas Italia Spa ore 11.00 11.45 I rischi della supply chain: globalizzazione In molti settori industriali

Dettagli

Quantificazione e rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra relativi alla 3ª CONFERENZA INTERNAZIONALE SU DECRESCITA, SOSTENIBILITA ED

Quantificazione e rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra relativi alla 3ª CONFERENZA INTERNAZIONALE SU DECRESCITA, SOSTENIBILITA ED Quantificazione e rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra relativi alla 3ª CONFERENZA INTERNAZIONALE SU DECRESCITA, SOSTENIBILITA ED EQUITA SOCIALE Introduzione La Carbon Footprint misura

Dettagli

Carbon Footprint e riduzione delle Emissioni di CO2

Carbon Footprint e riduzione delle Emissioni di CO2 Carbon Footprint e riduzione delle Emissioni di CO2 Luca Leonardi, Climate Change Services Bureau Veritas Italia Spa ore 12.15 13.00 Sommario: Il carbon footprint Contabilizzazione delle emissioni di CO

Dettagli

Responsabilità Sociale di Impresa

Responsabilità Sociale di Impresa Responsabilità Sociale di Impresa Un po di storia 1. 1992, si tiene il Rio De Janeiro Earth Summit per la discussione dei problemi ambientali del pianeta e dei loro legami con i problemi dello sviluppo

Dettagli

Supply Chain Risk Management e Sostenibilità. Davide Busani 19 Marzo 2009

Supply Chain Risk Management e Sostenibilità. Davide Busani 19 Marzo 2009 Supply Chain Risk Management e Sostenibilità Davide Busani 19 Marzo 2009 GLOBAL: una parola, molti significati Aumentano i i prodotti alimentari ricchi e compositi, i i cui ingredienti provengono da varie

Dettagli

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente

Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente Limitare la Water e la Carbon Footprint: un impegno verso l ambiente 05 Aprile 2013 Contenuti Carbon Footprint delle organizzazioni e di prodotto (ISO 14064 e PAS 2050/ISO 14067) Misurare l importa idrica

Dettagli

Dichiarazione di Verifica (Verification Statement)

Dichiarazione di Verifica (Verification Statement) Dichiarazione di Verifica (Verification Statement) A seguito dell attività di verifica condotta ai sensi della norma UNI ISO 14064-3:2006, si rilascia la presente Dichiarazione alla società: (After the

Dettagli

SOSTENIBILE S.r.l. CONSULENZA STRATEGICA PER LA SOSTENIBILITA

SOSTENIBILE S.r.l. CONSULENZA STRATEGICA PER LA SOSTENIBILITA SOSTENIBILE S.r.l. CONSULENZA STRATEGICA PER LA SOSTENIBILITA CHI SIAMO Un team formato da professionisti esperti di marketing, comunicazione e CSR, che ha scelto di mettere al servizio della sostenibilità

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Il Bilancio socio-ambientale come veicolo di dialogo coi portatori di interessi (stakeholder)) e di progetti aziendali di Responsabilità Sociale

Il Bilancio socio-ambientale come veicolo di dialogo coi portatori di interessi (stakeholder)) e di progetti aziendali di Responsabilità Sociale Il Bilancio socio-ambientale come veicolo di dialogo coi portatori di interessi (stakeholder)) e di progetti aziendali di Responsabilità Sociale Assolombarda Milano, 19 luglio 2005 Parte Prima Tendenze

Dettagli

PARTNERSHIP Gruppo AS & LIFEGATE

PARTNERSHIP Gruppo AS & LIFEGATE PARTNERSHIP Gruppo AS & LIFEGATE GRUPPO AMBIENTE SICUREZZA Gruppo Ambiente Sicurezza nasce dall esperienza di tecnici, ingegneri, formatori e consulenti. Gruppo offre servizi volti a costruire opportunità

Dettagli

Forum Internazionale degli Acquisti Verdi VIII edizione - Acquario Romano- Casa dell Architettura, Roma 1-2 Ottobre 2014 www.forumcompraverde.

Forum Internazionale degli Acquisti Verdi VIII edizione - Acquario Romano- Casa dell Architettura, Roma 1-2 Ottobre 2014 www.forumcompraverde. Forum Internazionale degli Acquisti Verdi VIII edizione - Acquario Romano- Casa dell Architettura, Roma 1-2 Ottobre 2014 www.forumcompraverde.it SEMINARI E APPROFONDIMENTI A CURA DEL GDL ACQUISTI VERDI

Dettagli

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile

Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile ANA-ANAP, Associazione Nazionale Audioprotesisti e Associazione Nazionale Audioprotesisti Professionali Bilancio Sociale per un imprenditorialità socialmente ed eticamente responsabile Milano, 21/10/2014

Dettagli

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC)

5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) 5.A.1 Controllo statistico di processo (SPC) F [2.A.3] Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono relativi alla comprensione del metodo, all utilizzo sistematico delle, alla progettazione di un controllo

Dettagli

Dai modelli organizzativi e di gestione alla responsabilità sociale di impresa - La rendicontazione sociale: strumento di gestione e di accountability

Dai modelli organizzativi e di gestione alla responsabilità sociale di impresa - La rendicontazione sociale: strumento di gestione e di accountability Dai modelli organizzativi e di gestione alla responsabilità sociale di impresa - La rendicontazione sociale: strumento di gestione e di accountability Carlo Luison Segretario nazionale Managing director

Dettagli

Il nostro impegno verso la sostenibilità

Il nostro impegno verso la sostenibilità 1 Il nostro impegno verso la sostenibilità IT 2013 2 APPROCCIO DI DANI ALLA SOSTENIBILITÀ APPROCCIO DI DANI ALLA SOSTENIBILITÀ Nato come piccola conceria a conduzione familiare nel 1950, il gruppo Dani

Dettagli

Il percorso di sostenibilità ambientale

Il percorso di sostenibilità ambientale Esperienze, sviluppi ed evoluzioni 2 Luglio 2015, Milano Stefania Furfori, Sustainability & LCA Specialist Gianluca Nardelotto, Health & Safety and Environment Manager Gli assi principali della sostenibilità

Dettagli

UNI CEI EN ISO 50001:2011 I vantaggi della certificazione energetica e il ruolo dell ODC Fedrico Bollati DNV Business Assurance

UNI CEI EN ISO 50001:2011 I vantaggi della certificazione energetica e il ruolo dell ODC Fedrico Bollati DNV Business Assurance UNI CEI EN ISO 50001:2011 I vantaggi della certificazione energetica e il ruolo dell ODC Fedrico Bollati DNV Business Assurance Workshop - Riduzione dei costi energetici: strumenti e sistemi di gestione

Dettagli

Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo.

Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo. Costi energetici in aumento? Lo standard ISO 50001 li tiene sotto controllo. Fate il pieno di BSI. Il nostro know-how può trasformare la vostra azienda. Per oltre un secolo abbiamo combattuto la resistenza

Dettagli

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY

IL VALORE DELLA FIDUCIA. STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY IL VALORE DELLA FIDUCIA STRUMENTI INNOVATIVI PER COMUNICARE LA SOSTENIBILITA: VALORE CONDIVISO e ENERGY SAVING COMPANY SOSTENIBILITA La sostenibilità rappresenta una grande opportunità per le imprese,

Dettagli

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007

REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della L. R. n. 30/2007 Dipartimento Istruzione, Formazione e Lavoro Settore Politiche del Lavoro e delle Migrazioni UO MONITORAGGIO E ANALISI REGISTRO DEI DATORI DI LAVORO SOCIALMENTE RESPONSABILI ai sensi dell art. 15 della

Dettagli

CARBON FOOTPRINT ANALYSIS

CARBON FOOTPRINT ANALYSIS CARBON FOOTPRINT ANALYSIS PROFILO AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto Club e Ambiente Italia. Accreditata come ESCo (Energy Service Company), analizza

Dettagli

Competitività e sostenibilità. Gli strumenti (2) Lez. del 24 ottobre 2014 Docente: Aurora Magni

Competitività e sostenibilità. Gli strumenti (2) Lez. del 24 ottobre 2014 Docente: Aurora Magni Competitività e sostenibilità Gli strumenti (2) Lez. del 24 ottobre 2014 Docente: Aurora Magni Fonte: Progetto Desire Net -ENEA LCA: Life Cycle Assessment Nel 2013 a Commissione Europea ha sviluppato due

Dettagli

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ

GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ GLI IMPEGNI E LE AZIONI PER LA SOSTENIBILITÀ Contributo allo sviluppo sostenibile Finmeccanica interpreta il concetto di sostenibilità come capacità di un organizzazione di generare valore nel tempo. Il

Dettagli

BILANCIO SOCIALE: CONTENUTI E METODI DI RENDICONTAZIONE. Claudia Strasserra Bureau Veritas Italia SpA

BILANCIO SOCIALE: CONTENUTI E METODI DI RENDICONTAZIONE. Claudia Strasserra Bureau Veritas Italia SpA BILANCIO SOCIALE: CONTENUTI E METODI DI RENDICONTAZIONE Claudia Strasserra Bureau Veritas Italia SpA I 3 elementi chiave: il prodotto, il processo, la cultura RESPONSABILITA SOCIALE ACCOUNTABILITY RENDICONTAZIONE

Dettagli

Progetto CARBOMARK Il ruolo delle aziende interessate all acquisto delle quote di CO2

Progetto CARBOMARK Il ruolo delle aziende interessate all acquisto delle quote di CO2 Progetto Il ruolo delle aziende interessate all acquisto delle quote di CO2 Dr. Federico Balzan Divisione Ricerca & Sviluppo Castellavazzo, 6 luglio 2010 La certificazione volontaria dei sistemi di gestione

Dettagli

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche.

IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole e Medie Imprese aventi l unità produttiva nella Regione Marche. BANDO REGIONE MARCHE. INCENTIVI ECONOMICI ALLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE AL FINE DI FAVORIRE I PROCESSI DI AGGREGAZIONE IN FILIERE E LE PRODUZIONI MADE IN ITALY. IMPRESE CHE POSSONO PARTECIPARE: Piccole

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi

BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi BSI Group Italia 8901 Sostenibilità degli eventi 1 Chi è BSI 2 BSI nasce nel 1901 in Inghilterra come primo ente di normazione al mondo, riconosciuto dalla corona britannica e oggi, a più di 100 anni dalla

Dettagli

VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Ciclo di convegni SOSTENIBILITA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO EDILIZIO VALUTAZIONE LCA ED EPD DEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI 18 giugno 2014 Organizza In collaborazione con Con il patrocinio di In cooperazione

Dettagli

La Certificazione ISO 9001:2008. Il Sistema di Gestione della Qualità

La Certificazione ISO 9001:2008. Il Sistema di Gestione della Qualità Il Sistema di Gestione della Qualità 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione La gestione del progetto Le interfacce La Certificazione 9001:2008 Referenze 2 Chi siamo

Dettagli

Questionario sul Manuale per la sostenibilità

Questionario sul Manuale per la sostenibilità Questionario sul Manuale per la sostenibilità Deliverable 4.1 Deliverable Progetto I.M.A.G.I.N.E. MAde Green IN Europe Il progetto IMAGINE Il progetto IMAGINE è finalizzato alla sperimentazione e diffusione

Dettagli

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE.

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE. Procedura Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: HSE 1 Frontespizio TITOLO: Politica

Dettagli

1. Il Network in sintesi 2. La governance 3. Le attività 4. Il programma per le piccole imprese

1. Il Network in sintesi 2. La governance 3. Le attività 4. Il programma per le piccole imprese 1 INDICE 1. Il Network in sintesi 2. La governance 3. Le attività 4. Il programma per le piccole imprese 2 Il Network dei professionisti della CSR Il CSR Manager Network Italia è l associazione nazionale

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2016

CALENDARIO CORSI 2016 SAFER, STER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 9 66409 - Fax +39 9 68324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvgl.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO CORSI

Dettagli

La Gestione del Carbon Footprint in ottica di Filiera L esperienza di PALM

La Gestione del Carbon Footprint in ottica di Filiera L esperienza di PALM Centro Studi Qualità Ambiente Dipartimento di Processi Chimici dell Ingegneria Università di Padova 049 8275536-9 www.cesqa.it Responsabile: Prof. Antonio Scipioni Relatore: Ing. Filippo Zuliani filippo.zuliani@unipd.it

Dettagli

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale

Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Programma italiano per la valutazione dell impronta ambientale Roberta Ianna Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile e il Clima Programma per la valutazione dell impronta ambientale dei sistemi

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA

AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA AUTOVALUTAZIONE E INTEGRAZIONE SISTEMICA NELLA SCUOLA di Marco Bechis e Laura Tomatis Introduzione Al termine del percorso di revisione dell attuale norma iso 9001 1 a cura del Comitato Tecnico iso/tc

Dettagli

La Gestionale Ambientale in Enel

La Gestionale Ambientale in Enel La Gestionale Ambientale in Enel Il contesto della Gestione Ambientale Politiche, Regolazione e principi internazionali Corporations Impatti sugli ecosistemi locali Impatti sull ecosistema globale Movimenti

Dettagli

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014

ROSSANA REVELLO CHIAPPE REVELLO RELATORE AGENZIA GENOVA, 16 SETTEMBRE 2014 COMUNICARE LA SOSTENIBILITÀ STRUMENTI, STANDARD E MODELLI PER RENDICONTARE E VALORIZZARE L IMPEGNO DI UN ORGANIZZAZIONE IN MATERIA DI RESPONSABILITÀ AMBIENTALE, SOCIALE ED ECONOMICA. GENOVA, 16 SETTEMBRE

Dettagli

Progetto CARBOMARK. Ruolo delle imprese nel mercato volontario del carbonio

Progetto CARBOMARK. Ruolo delle imprese nel mercato volontario del carbonio Progetto Dr. Federico Balzan Divisione Ricerca & Sviluppo Asiago, 29 settembre 2010 COGENTE: La direttiva europea 2003/87/CE istituisce il sistema europeo di scambio delle quote di emissione dei gas-serra

Dettagli

CompostLabel POLYCART S.P.A. www.polycart.eu. la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente

CompostLabel POLYCART S.P.A. www.polycart.eu. la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente POLYCART S.P.A. www.polycart.eu CompostLabel CFP e riduzione delle emissioni l esperienza Polycart, la collaborazione con Green Innovation, l accordo volontario con il Ministero dell Ambiente Cos è CompostLabel

Dettagli

La valorizzazione competitiva in chiave ambientale del Made in Europe : attività e risultati del progetto IMAGINE

La valorizzazione competitiva in chiave ambientale del Made in Europe : attività e risultati del progetto IMAGINE La valorizzazione competitiva in chiave ambientale del Made in Europe : attività e risultati del progetto IMAGINE Tiziano Cini Direttore ASEV Agenzia Sviluppo Empolese Valdelsa, capofila del progetto IMAGINE

Dettagli

Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta. Aula 8 Base performance ambientali.

Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta. Aula 8 Base performance ambientali. MODALITA' AREA TEMATICA COD TITOLO CONTENUTI DURATA ORE TIPOLOGIA FORMATIVA N. LAVORATORI IN FORMAZIONE Il corso intede fornire le informazioni di base per la corretta 1 applicazione di un Sistema di Gestione

Dettagli

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl

I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Logo azienda/università I Sistemi di Gestione dell'energia per migliorare l efficienza e ridurre i costi Gian Piero Zattoni EQO Srl Ottimizzazione energetica nelle imprese e nelle istituzioni Labmeeting

Dettagli

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo

Essere leader nella Green Economy. Percorso formativo Essere leader nella Green Economy Percorso formativo L urgenza di innovare il modello produttivo e di mercato che ha causato la crisi economica e ambientale che stiamo vivendo, sta aprendo spazi sempre

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione per la Qualità UNI EN ISO 9001:2008 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati.

Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Ridurre i rischi. Ridurre i costi. Migliorare i risultati. Servizi di approvvigionamento professionale. Essere più informati, fare scelte migliori. Achilles procurement toolkit Supporto per la selezione

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

UNI EN ISO 22716:2008: Cosmetici

UNI EN ISO 22716:2008: Cosmetici UNI EN ISO 22716:2008: Cosmetici Pratiche di buona fabbricazione (GMP) - Linee Guida sulle Pratiche di Buona Fabbricazione GLOBAL MACRO TRENDS Global Macro Trends Crescita della popolazione Globalizzazione

Dettagli

AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI

AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI AlpCoRe ALPI COMPETITIVE E RESPONSABILI CARTA D IDENTITÀ DELL AZIENDA Nome azienda * Partita IVA, codice identificativo* Indirizzo* Telefono e Fax* Referente aziendale* E-mail referente aziendale* Settore

Dettagli

1 Borgonovi Elio, Valore economico sostenibile nella società globale: regole e comportamenti aziendali, Symphonya. Emerging

1 Borgonovi Elio, Valore economico sostenibile nella società globale: regole e comportamenti aziendali, Symphonya. Emerging 4. CONCLUSIONI Nella prima parte di questo lavoro si è parlato sulla responsabilità sociale d impresa, le sue definizioni e il legame con il Corporate Governance, come vengono la CSR e Corporate Governance

Dettagli

CALENDARIO CORSI 2016

CALENDARIO CORSI 2016 SAFER, SMARTER, GREENER DNV GL - Business Assurance Segreteria Didattica Training Tel. +39 039 60564 - Fax +39 039 6058324 e-mail: training.italy@dnvgl.com www.dnvgl.it/training BUSINESS ASSURANCE CALENDARIO

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015

PROPOSTE FORMATIVE. Aprile 2015 PROPOSTE FORMATIVE Aprile 2015 AREE TEMATICHE GESTIONE D IMPRESA COMPLIANCE E-LEARNING ANALISI ORGANIZZATIVA FINALITA : Intraprendere un progetto di cambiamento organizzativo prevede la capacità di individuare

Dettagli

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali M Premessa La AS 9100 è una norma ampiamente adottata in campo aeronautico ed aerospaziale dalle maggiori aziende mondiali del settore, per la definizione, l utilizzo ed il controllo dei sistemi di gestione

Dettagli

Applicazione della metodologia LCA e delle Etichette di tipo III al settore delle costruzioni Adriana Del Borghi

Applicazione della metodologia LCA e delle Etichette di tipo III al settore delle costruzioni Adriana Del Borghi Applicazione della metodologia LCA e delle Etichette di tipo III al settore delle costruzioni Adriana Del Borghi CE.Si.S.P. Centro per lo Sviluppo della Sostenibilità dei Prodotti Università costituenti:

Dettagli

Presentazione Generale

Presentazione Generale Presentazione Generale Milano, Maggio 2015 info@svreporting.com Servizi Se vuoi cambiare il modo di pensare di qualcuno, lascia perdere; non puoi cambiare come pensano gli altri. Dai loro uno strumento,

Dettagli

L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale

L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale L'attuazione di politiche ambientali ed il monitoraggio dei processi in un grande gruppo industriale Simone Cencetti Environment, Health and Safety Fiat Group Automobiles 20 Novembre, 2010 Il Gruppo Fiat

Dettagli

PROPOSTA DI UN MODELLO DI PRODUCT-ORIENTED ENVIRONMENTAL MANAGEMENT SYSTEM (POEMS) PER L INDUSTRIA AGRO-ALIMENTARE: RISULTATI PRELIMINARI

PROPOSTA DI UN MODELLO DI PRODUCT-ORIENTED ENVIRONMENTAL MANAGEMENT SYSTEM (POEMS) PER L INDUSTRIA AGRO-ALIMENTARE: RISULTATI PRELIMINARI PROPOSTA DI UN MODELLO DI PRODUCT-ORIENTED ENVIRONMENTAL MANAGEMENT SYSTEM (POEMS) PER L INDUSTRIA AGRO-ALIMENTARE: RISULTATI PRELIMINARI Roberta Salomone, Maria Teresa Clasadonte, Maria Proto, Andrea

Dettagli

Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione. Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl

Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione. Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl Valutare la sostenibilità dell integrato: il ruolo della certificazione Giuseppe Garcea e Fabrizio Piva CCPB srl Piacenza, 22 Novembre 2013 Agricoltura e Sostenibilità Perchè l agricoltura ha la necessità

Dettagli

Confindustria: le fondamenta etiche e valoriali La Riforma e il nuovo Codice Etico

Confindustria: le fondamenta etiche e valoriali La Riforma e il nuovo Codice Etico Vision Confindustria partecipa al processo di sviluppo della società italiana contribuendo all affermazione di un sistema imprenditoriale innovativo, internazionalizzato e sostenibile, capace di promuovere

Dettagli

Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli

Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli Bologna, 21 gennaio 2009 R. Raffaelli va letto tramite CRITERI OGGETTIVI che si esprimono nelle Certificazioni/Strumenti individuati dal VI programma d Azione per l Ambiente UE (2002 2012) e e dalla Nuova

Dettagli

Sessione A - La variabile ambiente: banche e impatti. Introduzione alla sessione e presentazione del Global Compact Italian Network Marco Frey

Sessione A - La variabile ambiente: banche e impatti. Introduzione alla sessione e presentazione del Global Compact Italian Network Marco Frey Sessione A - La variabile ambiente: banche e impatti Introduzione alla sessione e presentazione del Global Compact Italian Network Marco Frey Roma - 29/1/2008 Struttura della sessione 2 Global Compact

Dettagli

Responsabilità e competitività

Responsabilità e competitività Investire nella finanza sostenibile e responsabile Responsabilità e competitività R e l a t o r e : Irene Bengo P o s t D o c P o l i t e c n i c o d i M i l a n o Sommario: Responsabilità Sociale d'impresa

Dettagli

Presentazione di Arthur D. Little Integrazione di sistemi di gestione

Presentazione di Arthur D. Little Integrazione di sistemi di gestione Presentazione di Arthur D. Little Integrazione di sistemi di gestione Presentazione a: Novembre 2010 Arthur D. Little S.p.A. Corso Sempione, 66 20124 Milano Telefono (39) 02.673761 Telefax (39) 02.67376251

Dettagli

Fornitori d Eccellenza

Fornitori d Eccellenza Fornitori d Eccellenza Dal 1994 Consulenza e Formazione Aziendale www.gestaonline.it Sistemi gestionali Sicurezza sul lavoro Ambiente Modelli 231 Direzione aziendale La nostra missione è quella di aiutare

Dettagli

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE

Corso di Qualificazione per. Auditor Interni. dei. Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Corso di Qualificazione per Auditor Interni dei Sistemi di Gestione della Sicurezza BS OHSAS 18001:2007 PROGRAMMA DEL CORSO 24 ORE Responsabile del progetto formativo: Dott. Ing. Antonio Razionale Tutor:

Dettagli

PREMESSA. La norma ISO 50001, Energy management systems - Requirements with guidance for use, è stata sviluppata dall ISO Project Committee ISO/PC 242

PREMESSA. La norma ISO 50001, Energy management systems - Requirements with guidance for use, è stata sviluppata dall ISO Project Committee ISO/PC 242 PREMESSA. L'esigenza di una gestione più attenta e razionale dell'energia ha spinto diverse nazioni ad elaborare standard nazionali volontari, tra le quali anche gli Stati Uniti con MSE 2000:2005, introducendo

Dettagli

Aree verdi Prati, aiuole, aree coperte da arbusti e alberi di varie specie affidate alla cura di società specializzate.

Aree verdi Prati, aiuole, aree coperte da arbusti e alberi di varie specie affidate alla cura di società specializzate. Glossario Accountability Esigenza di rendere conto dei processi attuati e dei risultati prodotti da parte di coloro che hanno ruoli di responsabilità nei confronti dell impresa o delle parti interessate

Dettagli

La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global Compact.

La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global Compact. Tavole riassuntive TAVOLE RIASSUNTIVE La sezione riconduce i temi trattati all interno del rapporto all esperienza internazionale del GRI G4 e del UN Global. ELEMENTI DI REPORTING Il Bilancio di Sostenibilità

Dettagli

STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY 2014

STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY 2014 STATI GENERALI DELLA GREEN ECONOMY 2014 Sessione tematica di approfondimento e consultazione DALLA CARBON FOOTPRINT ALL ENVIRONMENTAL FOOTPRINT : stato dell arte, indirizzi europei e prospettive future

Dettagli

Carbon Footprint. A. Contin - Gestione Ambientale VII - 0

Carbon Footprint. A. Contin - Gestione Ambientale VII - 0 Carbon Footprint VII - 0 Gestione delle emissioni di gas serra Settore cogente Settore volontario VII - 1 L impronta climatica Carbon Footprint Carbon Footprint di di azienda azienda Carbon Footprint di

Dettagli

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità

6 Il Valore della Sostenibilità. Il valore della sostenibilità 6 Il Valore della Sostenibilità Il valore della sostenibilità Il Valore della Sostenibilità 7 Strategia e approccio GRI - G4: 1 In Snam sostenibilità e creazione di valore sono concetti fortemente legati.

Dettagli

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11

I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 I Sistemi di gestione dell energia: la norma ISO 50001:11 25 settembre 2012, Treviso Matteo Locati Direzione Certificazione Sistemi di Gestione QHSE e compliance Product Manager Sustainability a.ficarazzo@certiquality.it

Dettagli

TE SOCIAL CORPORA RESPONSIBILITY TE SOCIAL

TE SOCIAL CORPORA RESPONSIBILITY TE SOCIAL LA CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY COME STRUMENTO DI PREMIALITA PER LE IMPRESE Filippo Amadei Centro Studi BilanciaRSI Ricerca consulenza e formazione per la sostenibilità aziendale 16 aprile 2013 Dalla

Dettagli

Indice. Prefazione 13

Indice. Prefazione 13 Indice Prefazione 13 1 Energia e sostenibilità: il ruolo chiave dell Energy 15 management 1.1 Sviluppo sostenibile e sistemi energetici 16 1.2 Il contesto delle politiche energetiche: competitività, energia

Dettagli

Servizi per la sostenibilità

Servizi per la sostenibilità Servizi per la sostenibilità Servizi per la sostenibilità Analisi del ciclo di vita o LCA (Life Cycle Assessment) Carbon Footprint di prodotto o impronta di carbonio Water Footprint Inventario delle emissioni

Dettagli

Sistemi di gestione dell energia e Green Building:

Sistemi di gestione dell energia e Green Building: Sistemi di gestione dell energia e Green Building: Marzo 2014 Marco Mari I temi trattati 1. Tendenze e orientamenti europei 2. La garanzia per la committenza: UNI CEI 11352:2010 Requisiti per le ESCO 1.

Dettagli

Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015

Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015 Come innovare i sistemi di gestione ambientale alla luce dei requisiti della nuova ISO 14001:2015 Le linee guida del Gruppo di Lavoro Qualità Ambientale Assolombarda Vittorio Biondi - Direttore Competitività

Dettagli

La gestione del Carbon Footprint di Prodotto: il processo di normazione ISO 14067

La gestione del Carbon Footprint di Prodotto: il processo di normazione ISO 14067 Centro Studi Qualità Ambiente c/o Dipartimento di Processi Chimici dell Ingegneria Università di Padova tel +39 049 8275539 www.cesqa.it cesqa@unipd.it Ing. Alessandro Manzardo alessandro.manzardo@unipd.it

Dettagli

Qualità e sostenibilità: un binomio inscindibile

Qualità e sostenibilità: un binomio inscindibile 17-12-2013 Udine Qualità e sostenibilità: un binomio inscindibile Un prodotto eccellente per essere tale non può che essere sostenibile. La ricerca della qualità origina un circuito virtuoso che crea

Dettagli

ETICA, SOSTENIBILITA E COMUNICAZIONE NELLA FILIERA DEGLI ACQUISTI

ETICA, SOSTENIBILITA E COMUNICAZIONE NELLA FILIERA DEGLI ACQUISTI ETICA, SOSTENIBILITA E COMUNICAZIONE NELLA FILIERA DEGLI ACQUISTI I rischi della catena di fornitura Globalizzazione. In molti settori industriali la produzione di materie prime, componenti e prodotti

Dettagli