PROGRAMMI CORSI DIDATTICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMI CORSI DIDATTICI"

Transcript

1 PROGRAMMI CORSI DIDATTICI 3 PROPOSTE PER IL CORSO DI GEOGRAFIA. Docente Andrea Stifini. Il Dott. Andrea Stifini, nato a Roma nel 1981, si laurea in Scienze Storiche con tesi sul narcotraffico presso l Università Roma Tre, dove impartisce seminari di storia economica. Da esperto in droghe e dipendenze, è autore di una pubblicazione sul gioco d azzardo e promotore con il Municipio XII di Roma Capitale di un progetto scolastico di prevenzione alla droga, patrocinato dall Agenzia Capitolina sulle Tossicodipendenze e dalla suddetta Università. Attualmente è anche impegnato nella realizzazione di un libro. 1. Storia e Politica dell'ambiente e Geografia dello sviluppo locale. Diviso in 3 parti: La prima mira a fornire un quadro storico delle politiche ambientali ed intende analizzare, nel loro inscindibile rapporto con le dinamiche socio economiche, le trasformazioni ambientali che con crescente intensità ed ampiezza hanno contrassegnato la storia degli ultimi secoli; La seconda parte intende invece illustrare le principali aree delle politiche ambientali (crisi idrica e alimentare, energia, rifiuti, incremento demografico, deforestazione e desertificazione, inquinamento, effetto serra); La terza parte, di carattere più pratico, volge a esplicare il concetto di sviluppo locale portando ad esempio quello del quartiere di Tor Bella Monaca (partendo dal programma Urbano al progetto di demolizione delle Torri). Agli allievi del corso si forniranno gli strumenti per poter far avanzare loro un piccolo progetto di sviluppo locale del quartiere in cui vivono. 2. Storia ed Economia del Narcotraffico. Il corso ricostruisce la storia e l economia del traffico di droga, esaminando i fenomeni criminali che ne controllano il commercio, in una dimensione geopolitica. Punto di partenza è considerare la droga non solo come problema derivante dall assunzione di sostanze 1

2 stupefacenti, dannose per la salute fisica e psichica dell uomo, ma soprattutto come un gigantesco business economico per la criminalità organizzata, fonte di finanziamento per le guerre e il terrorismo, oltre che elemento di sfruttamento, violenza e minaccia per la democrazia, la sicurezza e la stabilità internazionale. In questa direzione, risulta fondamentale affiancare alle informazioni relative ai danni prodotti sulla salute, anche quelli derivanti dal commercio illegale della droga, legato indissolubilmente al settore malavitoso, alimentato in maniera vicendevole da altri traffici illeciti, come quello di armi o dello sfruttamento della prostituzione. La prima parte del corso intende ripercorrere la storia della droga dai suoi albori e gli usi in tempi antichi sino alle guerre dell oppio e al periodo del proibizionismo con gli interventi della comunità internazionale. Successivamente sarà tracciato un modello standard di economia del narcotraffico poichè esso sembra connettersi strettamente alle vicende storiche, geografiche e politiche degli Stati coinvolti. Tale modello sarà analizzato prendendo ad esempio diversi Paesi produttori (Colombia, Afghanistan, Birmania) e di transito (Messico, Turchia, Balcani), evidenziando le forti collusioni tra narcotraffico e sfera governativa, nonché il rapporto tra droga e guerra. Da un lato, uno scenario di guerra o comunque un quadro di destabilizzazione favorisce il narcotraffico, dall altro, è la droga stessa a generare conflitti tra Stati o all interno di uno Stato per il suo controllo, impiegando i proventi del suo commercio come fonte di finanziamento per le attività militari. L ultima parte del corso è dedicata ai Paesi consumatori, con particolare attenzione al modello americano e al relativo concetto di guerra alla droga, non senza trascurare il caso europeo e anzi offrendo una particolare analisi al caso italiano e al ruolo della criminalità che ne gestisce il traffico. 3. CORSO DI GEOGRAFIA: GEOPOLITICA DELLA CRIMINALITA' ORGANIZZATA. Docente Andrea Stifini. Il corso esamina i fenomeni criminali, in particolar modo legati al traffico di droga, in una dimensione geopolitica. Punto di partenza è considerare il traffico di droga non solo come elemento di sfruttamento, violenza e minaccia alla stabilità internazionale, ma anche come business economico, fonte di finanziamento per altre attività illecite. La prima parte del corso intende ricostruire storicamente e geograficamente il fenomeno del narcotraffico, focalizzando l attenzione su gestione del commercio da parte della criminalità organizzata e su andamento di produzione, consumo e prezzo della droga. Verrà tracciato un modello standard di economia del narcotraffico poichè esso sembra connettersi strettamente alle vicende storiche, geografiche e politiche degli Stati. Tale modello verrà analizzato prendendo ad esempio diversi Paesi produttori (Colombia, Afghanistan, Birmania) e di transito (Messico, Turchia, Balcani), evidenziando le forti collusioni tra narcotraffico e sfera politica, nonché il rapporto tra 2

3 droga e guerra. Da un lato, uno scenario di guerra o comunque un quadro di destabilizzazione favorisce il narcotraffico, dall altro, è la droga stessa a generare conflitti tra Stati o all interno di uno Stato per il suo controllo, impiegando i proventi del suo commercio come fonte di finanziamento per le attività militari. L ultima parte del corso è dedicata ai Paesi consumatori, con particolare attenzione al modello americano e al relativo concetto di strategia politica di guerra alla droga, non senza trascurare il caso europeo e anzi offrendo una particolare analisi al caso italiano e al ruolo della criminalità che controlla il traffico. Anche la modalità di lotta al crimine sinora condotta sarà interpretata sotto un nuovo profilo. CORSO DI WEDDING PLANNER. Docente Alessia Deiana. Titolare dell Agenzia Eventi di Charme, è laureata in Scienze della Moda e del Costume Interfacoltà Lettere/Economia Università La Sapienza di Roma. Ha acquisito competenze specifiche inerenti al settore Matrimonio mediante l appassionata partecipazione a prestigiosi percorsi formativi. E autrice per Giacomo Bruno Editore degli ebook e degli audio ebook Sposarsi Risparmiando e "L'Eleganza a Colori". Si dedica con successo alla formazione, in aula e online, di coloro che desiderano intraprendere la professione di Wedding Planner. E Personal Shopper, attiva negli ambiti Moda, Consulenza d Immagine e Bon Ton; ha ideato e registrato il marchio "Coaching di Moda ed Eleganza - Fashion and Elegance Coaching ". Collabora con testate cartacee e web relativamente ai suddetti argomenti. Esperta Love Writer, sa tradurre emozioni e sentimenti di ogni storia d amore in forma di romanzo biografico. Autrice di narrativa e poesia, vincitrice a livello nazionale ed internazionale di numerosi concorsi letterari e fotografici, risiede a Roma. Bilingue, opera in italiano ed in inglese. Programma del corso: - Ruolo del/della Wedding Planner - Le caratteristiche che il/la Wedding Planner deve possedere - Il mercato dell'evento Matrimonio - Marketing dell'evento - Come creare il progetto di Nozze - L'importanza del Fil Rouge - Addobbi e allestimenti - Consulenza d'immagine per gli Sposi - Servizi extra per il giorno delle Nozze - Documenti per dire Sì - Il Galateo della Festa - Elementi di personalizzazione - Cadeaux de Mariage e design nuziale 3

4 - Gestione rapporto Fornitori e Clienti - Come connotare la propria Agenzia. Ciascuna delle suddette voci si articola, ovviamente, in svariati approfondimenti. CORSO PERSONAL SHOPPER. Docente Alessia Deiana. 1) Il Personal Shopper: chi è, di cosa si occupa, qual è la sua mission 2) Come dare risalto all'immagine per raggiungere l'autostima 3) L'importanza della Consulenza d'immagine 4) Analizzare l'aspetto 5) Scoprire come valorizzare il look 6) I colori "amici" e i colori "nemici": l'armocromia 7) Imparare a distinguere gli stimoli d'acquisto 8) La costruzione del guardaroba perfetto 9) Trucchi e suggerimenti per un look vincente 10) Come mantenere l'immagine al top. CORSO DI STORIA DELLA MODA E DEL COSTUME. Docente Alessia Deiana. 1) Le antiche civiltà del Mediterraneo 2) I fasti di Roma imperiale 3) La Moda nei secoli bui: il Medioevo 4) Lo splendore del Rinascimento 5) Dalla Rivoluzione francese alla Restaurazione 6) Dall'epoca romantica alla Belle Epoque 7) Dal primo dopoguerra al 1950: la nascita dell'alta moda italiana 8) Trasgressione anni '60 9) I gruppi giovanili negli anni '70 e il boom della griffe negli anni '80 10) Dal grunge anni '90 ad oggi. CORSO DI PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER ECDL CORE - Docente Anthony Tedesco. Anthony Tedesco, docente d informatica per la UPPER dal 2011 è un ex Ufficiale dell Esercito che, al momento del congedo, ha deciso di dedicare parte del suo tempo all insegnamento: attività che ha sempre svolto con successo. Nell A.A dirige un corso per la Preparazione agli Esami ECDL e un altro di Informatica di Base. In quest ultimo corso la componente Terza Età compone la maggioranza dei discenti. Il suo hobby è il tiro con l arco, è nato a New York negli Stati Uniti, conosce l inglese ed il tedesco, è sposato e padre di una figlia. Vive a Roma. 4

5 Modulo 1 ECDL Core Il modulo 1 "Concetti di base dell ICT" si propone di far comprendere all allievo i concetti fondamentali delle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT) ad un livello generale e far conoscere le varie parti di un computer. A tale scopo vengono dedicate dei periodi (rubando qualche minuto agli altri moduli) alla visione, montaggio/smontaggio di periferiche e alla manutenzione e pulizia. Lo scopo di questo modulo è: Comprendere cos è l hardware, conoscere i fattori che influiscono sulle prestazioni di un computer e sapere cosa sono le periferiche. Comprendere cos è il software e fornire esempi di applicazioni di uso comune e di sistemi operativi. Comprendere come vengono utilizzate le reti informatiche e conoscere le diverse modalità di collegamento a Internet. Comprendere cosa sono le Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT) e fornire esempi della loro applicazione pratica nella vita quotidiana. Comprendere le problematiche di igiene e sicurezza associate all impiego dei computer. Riconoscere importanti problematiche di sicurezza informatica associate all impiego dei computer. Riconoscere importanti problematiche legali relative al diritto di riproduzione (copyright) e alla protezione dei dati associate all impiego dei computer. Modulo 2 ECDL Core Il modulo 2 "Uso del computer e gestione dei file" si propone di fornire all allievo competenza nell uso delle normali funzioni di un personal computer. Lo scopo di questo modulo è: Utilizzare le funzioni principali del sistema operativo, incluse la modifica delle impostazioni principali e l utilizzo delle funzionalità di Guida in linea. Operare efficacemente nell ambiente di desktop e utilizzare un ambiente grafico. Conoscere i concetti principali della gestione dei file ed essere in grado di organizzare in modo efficace i file e le cartelle in modo che siano semplici da identificare e trovare. Utilizzare programmi per comprimere ed estrarre file di grandi dimensioni e utilizzare un software antivirus per proteggere il computer dai virus. Fornire la capacità di utilizzare dei semplici strumenti di elaborazione testi e di gestione stampe disponibili nel sistema operativo. Modulo 3 ECDL Core Il modulo 3 "Elaborazione testi" si propone di fornire all allievo le conoscenze per ottenere la capacità di usare un programma di elaborazione testi per creare lettere e documenti. Lo scopo di questo modulo è: Lavorare con i documenti e salvarli in diversi formati. Scegliere le funzionalità disponibili per migliorare la produttività, quali la Guida in linea. 5

6 Creare e modificare documenti di piccole dimensioni in modo che siano pronti per la condivisione e la distribuzione. Applicare formattazioni diverse ai documenti per migliorarne l aspetto prima della distribuzione e individuare buoni esempi nella scelta delle opzioni di formattazione più adeguate. Inserire tabelle, immagini e oggetti grafici nei documenti. Preparare i documenti per le operazioni di stampa unione. Modificare le impostazioni di pagina dei documenti e controllare e correggere errori di ortografia prima della stampa finale. Modulo 4 ECDL Core Il modulo 4 "Fogli elettronici" impartisce le nozioni principali di un foglio elettronico e poter usare il programma per produrre dei risultati accurati. Lo scopo di questo modulo è: Lavorare con i fogli elettronici e salvarli in diversi formati. Scegliere le funzionalità disponibili per migliorare la produttività, quali la Guida in linea. Inserire dati nelle celle e applicare modalità appropriate per creare elenchi. Selezionare, riordinare e copiare, spostare ed eliminare i dati. Modificare righe e colonne in un foglio elettronico. Copiare, spostare, eliminare e cambiare nome ai fogli di calcolo in modo appropriato. Creare formule matematiche e logiche utilizzando funzioni standard del programma. Applicare modalità appropriate per la creazione delle formule ed essere in grado di riconoscere i codici di errore nelle formule. Formattare numeri e contenuto testuale in un foglio di calcolo. Scegliere, creare e formattare grafici per trasmettere informazioni in modo significativo. Modificare le impostazioni di pagina di un foglio di calcolo e controllare e correggere errori nel contenuto prima della stampa finale. Modulo 5 ECDL Core Il modulo 5 "Uso delle basi di dati" si propone di insegnare all allievo la comprensione del concetto di base dati (database) e per ottenere la competenza nel suo utilizzo. Lo scopo di questo modulo è: Comprendere cos è un database, com è organizzato e come opera. Creare un semplice database e visualizzarne il contenuto in modi diversi. Creare una tabella, definire e modificare campi e loro proprietà; inserire e modificare dati in una tabella. Ordinare e filtrare una tabella o una maschera; creare, modificare ed eseguire delle query per ottenere informazioni specifiche da un database. Comprendere cos è una maschera e crearne una per inserire, modificare ed eliminare record e dati contenuti nei record. Creare dei report semplici e preparare delle stampe pronte per la distribuzione. 6

7 Modulo 6 ECDL Core Il modulo 6 "Strumenti di presentazione" si propone di fornire la competenza necessaria per utilizzare il software di presentazione. Lo scopo di questo modulo è: Lavorare con le presentazioni e salvarle in formati di file diversi. Scegliere le funzionalità disponibili per migliorare la produttività, quali la Guida in linea. Comprendere i diversi tipi di viste per le presentazioni e quando utilizzarli, scegliere diversi layout e disegni e modificare le diapositive. Inserire, modificare e formattare il testo nelle presentazioni. Riconoscere le metodologie corrette assegnando titoli univoci alle diapositive. Scegliere, creare e formattare grafici per trasmettere informazioni in modo significativo. Inserire e modificare figure, immagini e disegni. Applicare effetti di animazione e transizioni alle presentazioni; controllare e correggere il contenuto di una presentazione prima della stampa finale e della presentazione al pubblico. Modulo 7 ECDL Core Il modulo 7 "Navigazione web e comunicazione" è diviso in due sezioni. La prima sezione, Navigazione web, impartisce all allievo le conoscenze relative a Internet per poter utilizzare un browser web. Lo scopo di questa sezione del modulo è: Comprendere cos è Internet e quali sono i principali termini ad essa associati. Essere consapevole di alcune considerazioni di sicurezza durante l utilizzo di Internet. Eseguire comuni operazioni di navigazione sul web, incluse eventuali modifiche alle impostazioni del browser. Completare e inviare schede basate su pagine web e ricerche di informazioni. Salvare pagine web e scaricare file dalla rete. Copiare il contenuto di pagine web in un documento. Far conoscere i vari pericoli sul web. La seconda sezione, Comunicazione, impartisce all allievo le conoscenze legati alla posta elettronica ( ), ad altre opzioni di comunicazione e considerazioni legate alla sicurezza nell uso della posta elettronica. Lo scopo di questa sezione del modulo è: Comprendere cos è la posta elettronica e conoscere alcuni vantaggi e svantaggi derivanti dal suo utilizzo. Essere a conoscenza di altre possibilità di comunicazione. Essere consapevole della netiquette e delle considerazioni di sicurezza da tenere presenti quando si utilizza la posta elettronica. Creare, effettuare un controllo ortografico e inviare dei messaggi di posta elettronica. Rispondere e inoltrare messaggi, gestire file allegati e stampare un messaggio di posta elettronica. Conoscere i metodi che consentono di migliorare la produttività utilizzando dei programmi di posta elettronica. Organizzare e gestire i messaggi di posta elettronica. 7

8 CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA. Docente Anthony Tedesco. CONCETTI DI BASE DELLA TECNOLOGIA DELL INFORMAZIONE Storia del computer, costituzione fisica, unità di misura, struttura, architettura, supporti, unità di memorizzazione, schede e periferiche - Software firmware, Sistemi operativi, Software applicativi - lavoro al videoterminale (D.Lgs.626/94); copyright, shareware, freeware; tutela della privacy, sicurezza. USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILES Introduzione all'uso di Windows - Creare una cartella e delle sottocartelle - Comprendere il concetto di struttura a cartelle - Spostare e copiare file - Cancellare file da una o più cartelle Creare, rinominare, cancellare e modificare un file e salvarlo in una cartella - Dimensione dei file la data - Fare copie di backup di dati - Stampare e masterizzare. SEMPLICE ELABORAZIONE TESTI Aprire un documento esistente - Creare e Salvare - Inserire e Cancellare il testo. Spostare il testo - Copiare entro un documento o in un altro documento - Sostituire parole con altre parole - Usare il corsivo e il grassetto Centrare e sottolineare un testo Cambiare tipo di carattere e l'interlinea Giustificazione del testo - Verifica ortografica- Stampare (Pacchetto Office). INTERNET E SERVIZI WEB Cos è Internet Cos è una Rete - Come funziona Internet: gli indirizzi, i servizi - L'accesso a Internet: l'hardware, il software. Lavorare con la posta elettronica - Collegarsi a Internet - Reperire informazioni su Internet Sicurezza online. LABORATORIO DI SCRITTURA CINEMATOGRAFICA. Docente Salvatore Giardina. Salvatore Giardina è laureato in Lettere Moderne (indirizzo cinematografico), con lode, con una tesi su C era una volta in America (analisi ed interpretazione del film) di Sergio Leone, presso l università La Sapienza di Roma. Dal 1997 lavora nel cinema e nell audiovisivo in qualità di aiuto regista, sceneggiatore e regista. Dal 2005 è ideatore e docente di corsi, laboratori e seminari di Storia e critica del cinema, analisi del film, linguaggio cinematografico e scrittura cinematografica, presso associazioni culturali, enti di formazione privati ed istituti scolastici. 8

9 Programma del corso: IL MESTIERE DELLO SCENEGGIATORE Rapporti tra sceneggiatore, regista e produttore. Come vendere una sceneggiatura. LA SCENEGGIATURA COME PROGETTO SCRITTO DI UN FILM DA FARE La sceneggiatura e i tre stadi della produzione cinematografica: la pre-produzione, la produzione e la post-produzione. INTRODUZIONE ALLA SCRITTURA CINEMATOGRAFICA Apprendimento delle principali fasi della scrittura cinematografica: idea, soggetto, trattamento, scaletta e sceneggiatura. LA NARRAZIONE CINEMATOGRAFICA Cosa raccontare e come raccontare. L idea, il tema, la trovata e la dimensione spazio temporale del racconto. IL SOGGETTO L universo diegetico del racconto e l orizzonte assiologico. LA STRUTTURA Organizzazione della materia narrativa e costruzione dell intreccio: la scaletta cinematografica. Modelli drammaturgici a confronto: il modello dei tre atti di Syd Field e il modello del viaggio dell eroe di Chris Vogler. Due modelli narrativi a confronto: Storie di peripezie e Storie di personaggi. IL PERSONAGGIO La caratterizzazione, la scelta del punto di vista e la back story. La spina dorsale del personaggio: motivazione, azione ed obiettivo. IL CONFLITTO Il conflitto interiore e il conflitto esterno, le diverse tipologie di conflitto, lo sviluppo del conflitto, il climax e la risoluzione del conflitto. 9

10 I MECCANISMI DI DRAMMATIZZAZIONE Orchestrazione del dramma, set-up/pay-off e i meccanismi di coinvolgimento spettatoriali: suspense, sorpresa e mistero. IL DIALOGO Funzioni e tecnica del dialogo. La gestione della parola. LA COMPOSIZIONE DELLA SCENA Descrizioni e dialoghi. Rapporto tra testo e sottotesto. SEMINARIO SUL CINEMA ITALIANO. Docente Salvatore Giardina. Il cinema, da sempre, più di ogni altra attività umana, si pone come uno specchio più o meno fedele, a volte volutamente distorto della Storia di una nazione. Basti pensare al cinema americano, da sempre espressione del Paese America, ed in particolar modo del Sogno Americano. Anche in Italia, la cinematografia si è sempre posta come uno straordinario strumento di documentazione visiva e di indagine analitica della Storia nazionale italiana. In primis va sottolineato il decisivo apporto del Neorealismo cinematografico di Rossellini, De Sica, Zavattini, Visconti e De Santis per la comprensione della realtà storica, sociale e culturale dell Italia postbellica. Successivamente, il cinema italiano e i suoi migliori autori hanno continuato, in modi e forme certamente differenti, a mettere in scena personaggi, fatti e avvenimenti della nostra recente Storia nazionale. Questa investigazione storico-cinematografica successiva al momento fondante del Neorealismo ha assunto modalità eterogenee e talvolta originali, sia per i contenuti mostrati, sia per le soluzioni linguistiche adoperate. Ha attraversato gli ultimi cinque decenni, coinvolto molti dei migliori autori della nostra cinematografia e i più diversi generi cinematografici: dal cinema di dichiarato intervento politico e di denuncia civile (Rosi, Petri, Taviani, Montaldo, Lizzani, Maselli, Pontecorvo), ad alcuni film della cosiddetta Commedia all italiana (basti ricordare capolavori come Divorzio all italiana di Pietro Germi, I soliti ignoti di Mario Monicelli e Il sorpasso di Dino Risi), fondamentali nel mettere in mostra attraverso il filtro di una comicità graffiante, corrosiva e mai gratuita - alcuni vizi dell italianità, molti dei quali interpretabili come prodotti delle trasformazioni storiche, sociali e culturali che hanno attraversato gli ultimi cinquant anni della Storia italiana. Visione ed analisi filmica delle seguenti pellicole: 1. SALVATORE GIULIANO di FRANCESCO ROSI 2. LE MANI SULLA CITTA di FRANCESCO ROSI 3. LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO di ELIO PETRI 4. INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO di ELIO PETRI 10

11 5. I SOLITI IGNOTI di MARIO MONICELLI 6. IL SORPASSO di DINO RISI 7. DIVORZIO ALL ITALIANA di PIETRO GERMI 8. ROMA CITTA APERTA di ROBERTO ROSSELLINI 9. LA TERRA TREMA di LUCHINO VISCONTI 10. NOVECENTO di BERNARDO BERTOLUCCI 11. ROCCO E I SUOI FRATELLI di LUCHINO VISCONTI 12. LADRI DI BICICLETTE di VITTORIO DE SICA 13. ACCATTONE di PIERPAOLO PASOLINI 14. I CENTO PASSI di MARCO TULLIO GIORDANA 15. GOMORRA di MATTEO GARRONE 16. IL DIVO di PAOLO SORRENTINO 17. PLACIDO RIZZOTTO di PASQUALE SCIMECA 18. IL CASO MORO di GIUSEPPE FERRARA 19. BUONGIORNO NOTTE di MARCO BELLOCCHIO 20. GIOVANNI FALCONE di GIUSEPPE FERRARA CORSO INTERIOR DESIGN. Docente Laura Vongher. Laura Vongher: laurea in architettura nel 1993, abilitazione professionale nel 1994, continui corsi di aggiornamento sulla sicurezza e sulla qualità (Ispettore della Qualità, Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione), Docente del personale di cantiere sulla sicurezza, Consulente Tecnico Tribunale di Roma, per otto anni Direttore Tecnico di una società per azioni di impiantistica industriale, dal 1994 libero professionista, specializzato nelle ristrutturazioni di interni ove coniuga professionalità ed esperienza con la praticità di essere donna e mamma. Perché la nostra casa sia sempre un caldo nido dove rifugiarsi, il corso di arredamento prevede lezioni di: - Progettazione: per imparare a leggere le piante degli appartamenti e ad intervenire sugli spazi per creare ambienti comodi e confortevoli, con un breve accenno all idraulica ed alle tecniche dell illuminazione; - Stanza per stanza: per creare ambienti eleganti ma anche pratici e confortevoli, con tante idee anche con spazi e budget limitati; 11

12 - Cura del dettaglio: perché per rendere una casa accogliente e confortevole non occorre necessariamente spendere grandi somme di denaro, spesso basta un particolare accurato o un gioco di colore, per creare una giusta atmosfera; - Guida all acquisto: dalle ceramiche alle lampade, dalle tende ai divani, tante idee e consigli per orientarsi nel mondo degli acquisti, scoprendo che spesso anche nei mercatini o da ikea si possono trovare dettagli preziosi. il tutto ricordandosi sempre che ogni casa deve rispettare la personalità e le esigenze dei suoi abitanti. Inoltre, parte teorica e pratica per progettare e allestire lo stand nella festa del quartiere che cade nel mese di giugno. CORSO DI MARKETING E COMUNICAZIONE. LE BASI DEL SUCCESSO PERSONALE. DOCENTE CARMELA GIORDANO. Mi chiamo Carmela Giordano, sono laureata in psicologia e specializzata in psicoterapia Funzionale. Ho seguito numerosi corsi di perfezionamento e specializzazione, ne cito solo alcuni: perfezionamento in psicodiagnostica; corso in Esperto in selezione del personale; Addetto marketing e comunicazione; Formazione Formatori, etc... Da molti anni mi occupo di formazione e tutoraggio, inoltre, collaboro in qualità di redattrice - pubblicista freelance per case editrici e riviste. Vi saluto e attendo di conoscervi. PROGRAMMA DEL CORSO: Area Marketing: Introduzione al marketing Storia e definizione Concetti chiave del marketing Orientamenti aziendali Approcci di marketing Il comportamento di acquisto Il business plan Area Comunicazione: Introduzione alla comunicazione Definizione di comunicazione 12

13 Gli assiomi della comunicazione I sistemi della comunicazione L ascolto Le barriere comunicative La comunicazione scritta La comunicazione web La mappa dei social network Area Self-Marketing Applicazione del marketing a se stessi: Io come prodotto Chi sono i miei consumatori Immagine personale e auto-valorizzazione Le 5 V: verbalità, visibilità, vestibilità, vivibilità, vitalità Diventare un marchio forte e promuoversi tramite la rete. CORSO BASE DI VIDEO RIPRESA. Docente Giorgia Calisi. Ciao a tutti,mi chiamo Giorgia Calisi e ho 30 anni. Mi sono diplomata nel 2002 presso l Istituto d Arte Roma 1, con indirizzo grafica e fotografia artistica. Ho iniziato poi a seguire corsi di formazione inerenti al mio indirizzo di studi, principalmente mi sono specializzata in fotografia per i beni culturali, archeologici e architettonici. Alla fine del 2006 ho intrapreso il mio percorso di operatrice di ripresa, presso gli studi televisivi di LA 7 Sport e, da lì, dopo un po di gavetta, ho percorso la mia strada, lavorando per Mediaset, per programmi come Amici di Maria de Filippi, Scherzi a parte, Ciao Darwin, per la Rai per il programma Porta a porta e per Rai - Sat, dove riprendevo interviste e interventi politici. Attualmente lavoro come freelance, mi occupo di moda, giro e monto dei filmati pubblicitari, mi occupo anche di riprese per i convegni medici, per le aziende private e per gli spettacoli teatrali. La mia formazione nel campo è continua e sempre aggiornata,a tutto questo affianco anche la passione per la fotografia e il lavoro di fotografa professionista che svolgo nel settore della fotografia sociale e commerciale. IMMAGINE E MOVIMENTO: -la composizione dell immagine -il foro stenopeico e la fotografia -la macchina stenopeica e la sua costruzione(dal greco stenos opaios, dotato di uno stretto foro) -elementi base di anatomia dell occhio 13

14 LA VIDEOCAMERA E LE SUE FUNZIONI: -inquadrature, piani e campi -riprese fisse e mobili -le ottiche e le loro caratteristiche -messa a fuoco LA LUCE: -luce naturale e luce artificiale IL SUONO E LA VOCE: -gestione dell audio e dei microfoni -sorgenti dirette e indirette -anatomia base dell orecchio IMPOSTAZIONE GENERALE DELLE RIPRESE: -composizione della troupe- ruoli -gergo tv e comandi per cameraman IMPOSTAZIONE DI UNA RIPRESA SPECIFICA: -scelta del genere -note di preproduzione LA RIPRESA: -come si svolge -prove di ripresa sul campo in interni e in esterni IL MAKE-UP PER L HD: -regole essenziali per evitare errori e problemi durante la ripresa in alta definizione (elementi di trucco base) IL MONTAGGIO: -Accenni al video editing,e il suo linguaggio. 14

15 CORSO DI STORIA DELL ARTE ROMANA. Docente Fabrizio Pizzuto. Scrittore e critico siciliano, nato nel 1975 nella provincia di Messina vivo e lavoro a Roma. Mi sono laureato in Lettere alla Sapienza di Roma e specializzato in Storia dell Arte Contemporanea presso la Scuola di Siena, diretta da Enrico Crispolti. Ho pubblicato testi critici in numerosi cataloghi, ho curato diverse mostre spesso usando in luogo della comunicazione o del comunicato, proprio il Controcanto. Sono presente con un testo di scrittura sperimentale nella raccolta Reef (Roma Europa Fake Festival) prefazione di Bruce Sterling. Dopo aver fondato ed essere stato alla Direzione Artistica dello spazio Condotto C di Roma attualmente sono Direttore Responsabile dell'archivio Antonello Bulgini (Artista attivo a Monaco Berlino e Roma ) e curatore freelance. Ha curato la scorsa selezione video di Abstracta il Festival del Cinema astratto. Curerò il prossimo Padiglione Italiano della Biennale Internazione di Video arte Videoakt, in collaborazione con LOOP, a Barcellona in Spagna. Programma: CORSO DI STORIA DELL ARTE ROMANA medievale e rinascimentale. Il corso propone un'analisi della storia dell'arte tramite lezioni e visite guidate nei luoghi più rappresentativi e in occasione delle grandi mostre. Verranno analizzate sopratutto la storia degli avvenimenti romani in epoca medievale e rinascimentale dal Trecento al Seicento circa: gli artisti e le opere e le costruzioni che hanno realizzato a Roma. Parleremo del grand tour che quasi obbligava l'artista ad aggiornarsi sulle tecniche e sugli stili compiendo il viaggio a Roma e confrontandosi coi grandi maestri del passato. Praticamente quasi tutti i grandi autori italiani e internazionali nel corso di diversi secoli hanno soggiornato e spesso lavorato a Roma. In una piccola parte del corso scopriremo e daremo un occhio particolare a molti segreti e a molte teorie più o meno stravaganti che riguardano i templari i massoni e l'alchimia. Teorie più o meno accreditate come quelle che vedono una forte connotazione mistica o alchemica nascosta dietro a luoghi romani come Piazza dei cavalieri di Malta o alla Porta Alchemica nei pressi di Piazza Vittorio. Saranno necessarie delle brevi escursioni sul campo. 15

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni

Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso (D.M. 39/98) e abilitazioni Classi di concorso tabella A 1/A Aerotecnica e costruzioni aeronautiche 2/A Anatomia, fisiopatologia oculare e laboratorio di misure oftalmiche 3/A Arte del

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione

Liceo Mazzini - La Spezia a. s. 2010/11. classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Liceo Mazzini - La Spezia a. s. /11 classe 3 A Docente: Amadei Simonetta Laboratorio della comunicazione Nell ambito della programmazione di Laboratorio della Comunicazione, la nostra classe ha svolto

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche:

Per lo sviluppo delle competenze: Proposte didattico-metodologiche: Italiano Lingua Seconda 1 biennio FWI, SGYM, SP raguardi di sviluppo delle competenze al termine dell anno scolastico. L alunno / L alunna sa comprendere gli elementi principali di un discorso chiaro in

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli