Stezà FOGLIO DI INFORMAZIONE COMUNALE. COMUNE DI STEZZANO Anno XVIII n. 8 - Settembre Lavori Pubblici e viabilità Ampliamento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stezà FOGLIO DI INFORMAZIONE COMUNALE. COMUNE DI STEZZANO Anno XVIII n. 8 - Settembre 2011. Lavori Pubblici e viabilità Ampliamento"

Transcript

1 Stezà FOGLIO DI INFORMAZIONE COMUNALE COMUNE DI STEZZANO Anno XVIII n. 8 - Settembre 2011 Lavori Pubblici e viabilità Ampliamento scuole a che punto siamo? Pag. 5 Visita La visita del Cardinale Sodano Pag. 22 CRE Le foto dei ragazzi (inserto da staccare) Pag. 17

2 ORARI UFFICI COMUNALI COMUNE DI STEZZANO UFFICIO ANAGRAFE Telefono: 035/ Fax: 035/ Lunedì/Venerdì 9.00/13.00 Martedì/Giovedì 15.00/18.00 Sabato 9.00/12.00 UFFICI TECNICI Fax 035/ Lavori Pubblici: Telefono 035/ Edilizia Privata/Urbanistica: Telefono 035/ Lun/Mer/Ven 10.00/13.00 Martedì 16.00/18.00 Giovedì 16.00/17.30 Ecologia: Telefono 035/ Lunedì/venerdì 10.00/13.00 UFFICIO POLIZIA LOCALE Telefono: 035/ Fax 035/ da Lunedì a Venerdì 11.00/12.00 Martedì e Giovedì 16.00/17.00 BIBLIOTECA CIVICA Telefono: 035/ Fax 035/ Martedì/Sabato 9.30/12.30 Martedì/Venerdì 14.30/18.30 SERVIZI ALLA PERSONA Fax 035/ Servizi Sociali: Telefono 035/ amministrativo Istruzione/Scuola: Telefono 035/ Sport e Tempo Libero: Telefono 035/ Lun/Mer/Ven 10.00/13.00 Martedì 10.00/13.00 e 16.00/17.30 (solo su appuntamento) Giovedì 10.00/13.00 e 16.00/18.00 Segretariato Sociale Assistente Sociale: Telefono 035/ Lunedì senza appuntamento 10.00/13.00 Per tutti gli altri giorni solo su appuntamento ALTRI UFFICI Fax 035/ Ufficio Relazioni con il Pubblico/Ufficio Sinistri: Telefono 035/ Segreteria/Protocollo/Servizi Cimiteriali: Telefono 035/ Ragioneria e Tributi: Telefono 035/ ORARI DI RICEVIMENTO DELLA GIUNTA Poma Elena Sindaco Assessore Servizi Sociali Riceve: tutti i giorni su appuntamento Ezio Riva Vicesindaco Assessore Bilancio e Tributi Riceve: tutti i giorni su appuntamento Angelo Oberti Assessore Urbanistica/Edilizia Privata Riceve: martedì dalle ore alle ore In altri giorni previo appuntamento Marco Rota Assessore Lavori Pubblici Riceve: martedì dalle ore alle ore In altri giorni previo appuntamento Mauro Ricciardi Assessore Sport e Tempo Libero Riceve: martedì dalle ore Giovanni Calabria Commercio e Attività produttive Riceve: giovedì dalle ore alle ore Francesco Manaresi Assessore Ecologia e ambiente Riceve: martedì dalle ore alle ore Ivano Fedele Assessore all Istruzione-Cultura-Sicurezza Riceve: giovedì dalle ore alle ore su appunt. Per fissare appuntamenti con i componenti della Giunta telefonare alla Sig.ra Sonzogni al n telefonico 035/ Stezà - Anno XVIII n. 8 - Settembre 2011 Periodico a cura dell Amministrazione Comunale Autorizzazione del Tribunale di Bergamo n. 32 del 7/6/1991 Si ringraziano tutte le persone che hanno collaborato Direttore Responsabile: Monica Pagani Legale Rappresentante Elena Poma Sindaco Editore: Comune di Stezzano Grafica e stampa Cooperativa Sociale La Solidarietà Via IV Novembre, 3 - Dalmine - Tel In copertina: Sua eminenza Cardinale Angelo Sodano

3 Editoriale Carissimi concittadini, anche settembre è cominciato e le attività stanno pian piano riprendendo regolarmente. Per il Comune si apre una nuova stagione di lavoro e devo dire che anche quest anno ci siamo attrezzati per affrontarla al meglio. Tra le tante questioni aperte che da sempre impegnano la mia Amministrazione c è anche quella relativa al progetto del nuovo stadio di Bergamo, previsto nella zona di Grumello al Piano, nelle immediate vicinanze del territorio stezzanese e quindi del nostro Santuario della Madonna dei Campi. Premetto che la posizione espressa dal comune di Stezzano in merito al nuovo progetto nulla ha a che fare con la passione sportiva per il calcio in generale e per l Atalanta in particolare: società sportiva storica che da sempre rappresenta Bergamo e i bergamaschi, fonte di passione per molti tifosi. Il Comune di Stezzano ha rappresentato in tutte le sedi, istituzionali e non, la propria contrarietà circa invece la localizzazione del nuovo stadio, nella zona prevista all interno dell attuale PLIS (parco locale di interesse sovracomunale) di Bergamo e Stezzano, recentemente riconosciuto anche dalla Provincia di Bergamo. Credo sia importante proprio dalle pagine del notiziario comunale, che rappresenta la voce dell Amministrazione, informare la cittadinanza di quanto è avvenuto durante il consiglio comunale del 01/06/2011, allorquando i consiglieri comunali hanno dovuto ascoltare le dichiarazioni dell attuale 3 capogruppo di Stezzano 99, il quale, a proposito dell impegno profuso da parte della mia amministrazione nell azione di contrasto alla realizzazione della cittadella dello sport di Bergamo, ha affermato che: nonostante le preoccupazioni espresse dal Sindaco nella lettera ai quotidiani (quella del 13/05/2011),(Stezzano 99 afferma la propria convinzione che, tra comune di Bergamo e Stezzano, ndr) gli accordi, condivisi o imposti, siano stati già presi insinuando pertanto che la mia amministrazione abbia preso accordi, sottobanco, con il comune di Bergamo e aggiungendo tra l altro aggettivi non certo trascurabili come: condivisi o imposti. Voglio subito precisare che tra il comune di Stezzano ed il comune di Bergamo non esiste alcun tipo di accordo, nè verbale nè scritto e tantomeno c è condivisione circa il progetto dello stadio a Grumello: credo di aver già ampiamente dimostrato, con i fatti e non con le parole, che la mia amministrazione ha fin dall inizio del suo mandato agito nella direzione di tutelare quanto più possibile il PLIS tra Stezzano e Bergamo, mettendo in atto tutta una serie di adempimenti burocratici e di azioni concrete di forte opposizione alla scelta adottata dal comune di Bergamo, dando adeguata motivazione ad ogni posizione assunta. E per questo che nelle prossime pagine del notiziario troverete, in ordine cronologico, tutti gli atti, visibili a chiunque fosse interessato e prossimamente pubblicati integralmente anche sul nostro sito internet, per rendere tangibile sia la volontà più volte espressa e rimarcata dalla mia amministrazione, sia la concretezza delle azioni messe in campo in quella direzione. Respingo le illazioni che Stezzano 99 ha lanciato nell ultimo consiglio comunale, illazioni che offendono la mia persona, infangano la correttezza, la trasparenza e la onestà intellettuale della mia amministrazione. Si tratta però anche di un offesa nei confronti dei cittadini di Stezzano, ai quali si vuol far credere che il Sindaco di fronte a loro parli in un certo modo e sui tavoli politici faccia il contrario! Pensare che i cittadini possano essere tratti in inganno e cercare di farlo con mezzucci come quelli messi in atto da questa minoranza è un fatto gravissimo! Le azioni sottobanco che mi vengono attribuite le lascio fare a chi le ha pensate! Sappiano i miei detrattori che sono e rimarrò serena, convinta del lavoro che sto facendo, tra mille difficoltà, leggi finanziarie sempre più complicate e stringenti, situazione economica in stallo, e aggiungo, nonostante la mancanza di rispetto di una parte della minoranza, che, anche in questo caso, lascio ai lettori giudicare. E fin troppo chiaro quale sia la grande strategia politica che qualcuno sta mettendo in atto: la parola d ordine è delegittimare, lo strumento utilizzato il continuo e martellante atteggiamento provocatorio e irrispettoso delle persone e delle istituzioni. Termino riportando le dichiarazioni del cardinal Angelo Bagnasco di qualche giorno fa, estremamente importanti e adeguate anche al nostro contesto politico (e non solo) locale, sulle quali tutti quanti dovremmo riflettere: C è bisogno di una grande conversione culturale e sociale e coloro che hanno particolari responsabilità rispetto alla vita pubblica, in qualunque forma e a qualunque livello, ma anche quanti hanno poteri e interessi economici, ne hanno il dovere impellente più degli altri, sapendo che, attraverso il loro operare, propongono modelli culturali destinati a diventare dominanti. Cordialmente. Il Sindaco Elena Poma

4 Editoriale ORDINE CRONOLOGICO DELLE AZIONI COMPIUTE DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI STEZZANO IN RIFERIMENTO AL PROGETTO DELLA CITTADELLA DELLO SPORT DI BERGAMO 18/08/2009 Il sindaco di Stezzano scrive al sindaco di Bergamo in ordine alla richiesta di incontro per intavolare un sereno dialogo su un argomento importante e altrettanto impattante come lo stadio nella localizzazione individuata; 11/09/2009 Il sindaco Tentorio risponde a Stezzano, informando che l'eventuale realizzazione del parco dello sport e la sua collocazione sono ancora molto lontane da una decisione; 03/11/2009 Il sindaco Poma, in riferimento a notizie apparse sui giornali, invia al sindaco Tentorio un'altra richiesta di incontro, al fine di aprire un tavolo tra comune di Bergamo, Stezzano e la provincia di Bergamo, avviando così un luogo di confronto sereno su tematiche comuni ai due territori; 25/11/2009 con emendamento n. 21 la maggioranza nel consiglio comunale di Bergamo approva la richiesta di ripubblicazione dello stralcio con modifica di destinazione da parte dell'area inserita nel PLIS da destinarsi come verde per lo sport e il tempo libero; 15/12/2009 Il sindaco Tentorio risponde al sindaco Poma (vedi lettera del 03/11/2009), ribadendo la doverosa necessità di rapportarci con il Comune di Stezzano, sia in relazione al PLIS, sia in relazione all'eventuale Parco dello Sport ; 16/02/2010 il Comune di Stezzano, con delibera di Giunta n. 25, esprime parere contrario alla proposta di modifica del PGT di Bergamo con la paventata futura cittadella dello sport e/o altre attività ad essa connesse; Il comune di Stezzano nella stessa sede delibera l'osservazione da presentare al comune di Bergamo, con la quale si chiede di riconfermare la destinazione dell'area a Plis di Bergamo/Stezzano, chiedendo di individuare la cittadella dello sport in una diversa localizzazione, in aree territorialmente compatibili per le quali esiste già il consenso delle amministrazioni interessate; 4 18/02/2010 il comune di Stezzano invia alla Provincia di Bergamo il documento di cui sopra, chiedendo l'avvio di un tavolo tecnico tra il comune di Bergamo, Stezzano e la Provincia, al fine di stabilire l'uso delle aree, prendendo in considerazione tutti i processi di sviluppo e di tutela ambientale del territorio; 20/05/2010 il consiglio comunale di Stezzano, con delibera n. 11 approva la mozione unitaria con la quale manifesta la volontà di tutelare l'area interessata dalla costituzione del PLIS Bergamo Stezzano, invitando il sindaco e l'amministrazione comunale ad adottare tutte le azioni necessarie a tutelare l'area interessata. La suddetta mozione viene inviata al comune di Bergamo; 27/09/2010 il consiglio comunale di Stezzano approva la prima variante al PGT piano delle regole e piano dei servizi nella quale tra l'altro viene declassato il ruolo gerarchico della via Santuario, la quale in questo modo viene ricondotta a livello di viabilità locale, così da consentire al comune di Stezzano di intervenire nella regolamentazione degli attraversamenti e del traffico, anche in riferimento all'ipotesi di uno stadio a Grumello; 13/05/2011 il sindaco di Stezzano scrive ancora al Sindaco Tentorio, e gli rappresenta una forte preoccupazione, stante le notizie pubblicate sui giornali, sempre inerenti la realizzazione della cittadella dello sport. In questa lettera il sindaco Poma chiede la condivisione di alcune scelte che interessano un territorio complessivamente più ampio dei confini di un sigolo comune; 23/05/2011 il sindaco Tentorio risponde di attendere la prevista e auspicata presentazione del progetto Parco dello sport per discutere su qualcosa di concreto. Il Sindaco Elena Poma

5 Lavori Pubblici e viabilità Ampliamento scuole a che punto siamo? Marco Rota Assessore Lavori Pubblici La procedura per l affidamento dei lavori è in pieno svolgimento. Purtroppo trattandosi di un opera che richiede un impegno finanziario di 4,9 milioni di Euro, finanziato con leasing, numerose e complesse sono le fasi formali da gestire per arrivare ad individuare il vincitore della gara e dare poi inizio ai lavori. Giusto per completezza di informazione diamo di seguito uno schema delle più importanti tappe burocratiche propedeutiche all inizio lavori - Delibera (Del.) Giunta Comunale (G.C.) n. 119 del : Adozione Piano Opere Pubbliche (POP) anni per e ,00 - Del. G.C. n. 158 del : Approvazione documento preliminare avvio progettazione - Del. G.C. n.159 del : Approvazione progetto preliminare - Del. Consiglio Comunale (C.C.) n.55 del : Approvazione POP anni per e ,00 - Del. C.C. n. 11 del : Approvazione leasing finanziario in costruendo e costituzione diritto di superficie di 25 anni. - Del. G.C. n. 32 del : Riadozione POP anni per e ,00 aumento dovuto a: 1 ricalibro strutture portanti a seguito indagini geognostiche 2 ottemperamento richieste VV.FF. 3 riqualifica facciate esterne Nullo 4 nuovo parcheggio - Del. G.C. n. 33 del : Approvazione progetto preliminare avanzato - Del. C.C. n. 14 del : Riapprovazione POP per e ,00 - Del. G.C. n. 47 del : Approvazione criteri bando di gara ed allegati - Provvedimento (Prov.) Responsabile (Resp.) Direzione (Dir.) 2 n. 95 del Indizione gara d appalto - Pubblicazione bando per 60 giorni durante i quali sono pervenuti 23 quesiti da parte dei partecipanti la gara - Pubblicazione bando su sito internet del Comune il Prov.Resp.Dir. 2 n. 128 del : Costituzione Commissione Aggiudicatrice - 1 riunione Commissione del : Controllo formale documentazione partecipanti gara - 2 riunione Commissione del : Esame progetto ed offerta migliorie - 3 riunione Commissione del mattina: Esame progetto ed offerta migliorie 5-4 riunione Commissione del pomeriggio: Esame progetto ed offerta migliorie - 5 riunione Commissione del : Valutazione offerte economiche con aggiudicazione provvisoria: Associazione temporanea d Impresa capogruppo Impresa Vecchierelli - Verifiche documentali sull ati in corso di esecuzione al momento della messa in stampa - Validazione progetto da parte di staff di professionisti esterni ed acquisizione dei pareri di vari Enti Pubblici (ASL, VV.FF. ecc) di conseguente prossima effettuazione - Previsione approssimativa inizio lavori cantiere: fine 2011.

6 Lavori Pubblici e viabilità Ecco alcune immagini tratte dal plastico di proprietà comunale esposto al pubblico presso le Scuole Medie F.Nullo Collegamento tra Caroli Nord e Caroli Centro Elementari Caroli Nord Nuova Mensa e Nuove Aule Medie Nullo Nuova Direzione Didattica e Auditorium Medie Nullo Nuove Aule 6

7 Lavori Pubblici e viabilità Medie Nullo Nuovo Parcheggio La tabella di marcia (troppo ottimistica la previsione dell estate 2011 per l inizio lavori) è comunque serrata ed adeguatamente rispettata dagli uffici comunali per arrivare a consegnare le nuove strutture agli Stezzanesi nel più breve tempo possibile rispettando ovviamente con il dovuto rigore, tutte le procedure di legge! L Assessore LL.PP. e Viabilità Dott. Marco Rota VARIANTE FORESTAZIONE TANGENZIALE SUD La forestazione della Tangenziale Sud, opera già descritta nel notiziario del dicembre scorso, subirà una variante, vediamo il perché: - il 30/12/2010, come da programma, sono stati affidati i lavori alla ditta vincitrice della gara: Miani Garden Soc.Coop.. I lavori sono stati aggiudicati con un sostanzioso sconto pari al 47,01%! - dopo l inizio lavori del marzo passato il Direttore Lavori segnalava in diversi punti della scarpata della tangenziale, gravi dissesti 7 - essendo questa una strada di esecuzione e proprietà della Provincia di Bergamo, la problematica è stata prontamente segnalata ai competenti uffici provinciali

8 Lavori Pubblici e viabilità - La Provincia, non avendo la possibilità di sistemare le scarpate della strada in tempi compatibili con la realizzazione del progetto ha concesso la possibilità al Comune di Stezzano di operare una variante sui lavori di forestazione (onde non perdere i contributi regionali concessi) prorogando il termine per l esecuzione delle opere al 31/12/2011. La redazione della variante ha come obiettivo lo stralcio delle aree oggetto di dissesto e lo spostamento di parte delle piantumazioni su altre aree comunali quali zone di mitigazione attigue alla viabilità. Nello specifico l intervento in oggetto sarà rivolto all area di terrapieno che separa la Circonvallazione Est dall abitato oltre che l area centrale del Parco Rodari con la formazione di un area a bosco urbano (vedi tavola). Per inciso la pista ciclopedonale compresa tra la Circonvallazione Est e l abitato è stata oggetto recentemente di arredo urbano con panchine in plastica riciclata e cestini portarifiuti. Il conseguente incremento arboreo prodotto dalla variante in questione oltre a mitigare i disagi causati dalla Circonvallazione Est, contribuirà anche a costituire nella zona sopradescritta, un area adatta a scopi didattici sul fronte ambientale. Per quanto attiene i residui derivati dallo sconto applicato in sede di gara, questi verranno utilizzati in tutto o in parte per interventi sul verde in altre zone del territorio comunale. Assessore LL.PP. e Viabilità Dott. Marco Rota

9 Sport e tempo libero Mauro Ricciardi Assessore Sport e Tempo Libero Iniziati i lavori della tensostruttura Il progetto di un nuovo campo polivalente nasce dalla volontà dell amministrazione comunale e pubblica di dotare il centro sportivo comunale di una struttura utilizzabile per la pallavolo e il basket. Una necessità che nasce anche dalla considerazione e dalla presa visione del fatto che il paese di Stezzano è carente dal punto di vista di strutture adeguate. Da qui la domanda sempre crescente di poter usufruire di spazi dove praticare le discipline sportive. L area destinata a questa nuova struttura è attualmente inutilizzata; pertanto la progettazione è finalizzata al suo recupero realizzando un impianto regolamentare. Il progetto - Il progetto prevede una sistemazione finale atta ad ospitare un campo polivalente coperto e dalle misure regolamentari per i giochi della pallavolo e del basket delle dimensioni di 33X24, incluse le aree di rispetto, regolarmente delimitate e dotate delle strutture necessarie. La scelta La localizzazione dell intervento è dettata da una serie di considerazioni che sono strettamente connesse alla tipologia e alla funzionalità dell opera, come la presenza di un impianto sportivo comunale esistente che consente di offrire un servizio complessivamente più ampio e opportunità di gestione e conduzione complessive capaci di soddisfare quegli aspetti economici che sono essenziali per la vita utile di un attrezzatura sportiva di buon livello. L i n d a g i n e g e o l o g i c a L indagine geologica ha confermato la fattibilità dell intervento, mentre l assenza di altri vincoli può offrire soluzioni progettuali finalizzate alla realizzazione di una struttura pubblica capace di ospitare un impianto per il gioco, non facile da individuare su altre aree del territorio comunale. L Assessore allo Sport e Tempo Libero Mauro Ricciardi In ricordo di Giuseppe Fusari è stato un uomo importante per il paese di Stezzano. Un uomo di sport, amato e benvoluto dalla sua famiglia, dalla sua Bocciofila e dai suoi concittadini. Un uomo sempre con il sorriso sulle labbra, un generoso, una persona socievole e di cuore, allegra e solare, amante e curioso della vita. Per Stezzano ha fatto molto, si è speso in prima persona affinché il suo paese avesse una bocciofila tutta sua, per costruire un centro apposito dove gli appassionati di questo sport potessero dar sfogo alla loro vena sportiva. C è un filo conduttore importante e solido, dunque, che collega Fusari al mondo delle bocce: fu lui, insieme a Gentili e altri amici, a dar vita nel 1963 alla Bocciofila Cacciatori, diventata poi agli inizi degli anni Novanta Bocciofila Vuemme Stezzanese. E stato una pietra miliare della bocciofila, tanto da rimanere in carica come Presidente per la bellezza di 23 anni, rivestendo oltre che questo ruolo, anche quello di segretario e cassiere negli anni a venire. Il suo è sempre stato un impegno forte e concreto: animato da grandi idee e tanta volontà, ha contribuito in prima persona e in maniera attiva alla realizzazione, nel 1999, dell attuale bocciodromo. Una scelta voluta per portare l impianto nel paese. Tanti i chilometri percorsi nella provincia bergamasca da lui e da Gentili per visionare le altre bocciofile e scegliere il modello migliore da ricalcare per costruire il nuovo impianto. Fusari, marito di Rosa Angela, padre di tre figlie, Gianfranca, Donatella e Claudia, e nonno di 6 nipoti è venuto a mancare il 21 giugno di quest anno. Vogliamo ricordarlo a poca distanza dalla sua scomparsa e stringerci in un abbraccio di cordoglio alla sua famiglia. 9

10 Ecologia e Ambiente Francesco Manaresi Assessore Ecologia e Ambiente Sinergie e strategie per le energie rinnovabili Ln Unione Europea ha adottato il 9 Marzo 2007 il a ridocumento Energia per un mondo che cambia, impegnandosi unilateralmente a ridurre le proprie emissioni di CO2 del 20% entro il 2020 aumentando nel contempo del 20% il livello di efficienza energetica e del 20% la quota di utilizzo delle fonti di energia rinnovabile sul totale del mix energetico; - il 6 aprile 2009 l Unione Europea ha adottato il Pacchetto Legislativo Clima-Energia (-20% di riduzione di CO2, + 20% di aumento dell'efficienza energetica, 20% di energia da fonti rinnovabili) che prevede per gli stati membri dell'unione Europea, con orizzonte temporale al 2020, una riduzione dei consumi del 20% di CO2, la copertura di una quota pari al 20% del fabbisogno con fonti rinnovabili e la riduzione delle emissioni di gas climalteranti del 20%. Secondo la direttiva, ogni Stato membro dovrà ora adottare entro il 2010 un piano nazionale che delinei le strategie per conseguire gli obiettivi al 2020 relativi alla quota di energia rinnovabile nei trasporti, elettricità, riscaldamento e raffreddamento (per l'italia il target è il 17 per cento). Nell ambito della riduzione dei gas serra, contiene la normativa con la revisione del Sistema comunitario di scambio delle quote delle emissioni di gas serra (European Union Emissions Trading Scheme) allo scopo di ottenere una riduzione delle emissioni maggiore nei settori ad alta intensità di energiacome quello della produzione elettrica, cementifici, l'industria del vetro e della carta; nonchè la normativa per ripartire gli sforzi di riduzione tra gli Stati Membri (Effort Sharing) nei settori non-ets (trasporti, agricoltura, e abitazioni). Nel pacchetto sono infine incluse le regole per la riduzione delle emissioni dalle automobili (entro il 2015, le emissioni medie delle nuove macchine non dovranno superare i 130 g/km, meno altri 10 derivanti da misure per l'efficienza dei condizionatori e dei pneumatici, per poi portarle a 95 g/km entro il 2020), per i biocarburanti sostenibili, e il quadro normativo per lo stoccaggio geologico del CO2; - la Commissione Europea ritiene che anche i Comuni si debbano assumere la responsabilità per la lotta al cambiamento climatico e che si impegnino in ciò, indipendentemente dagli impegni di altre Parti in quanto le città sono responsabili, direttamente e indirettamente, (attraverso i prodotti e i servizi utilizzati dai cittadini) di oltre il 50% delle emissioni di gas serra derivanti dallíuso dellíenergia nelle attività umane; - molte delle azioni sulla domanda energetica e le fonti di energia rinnovabile necessarie per contrastare il cambiamento climatico, ricadono nelle competenze dei governi locali e comunali e comunque, non perseguibili senza il supporto dei governi locali; - il Piano di Azione dell Unione Europea per l efficienza energetica Realizzare le potenzialità include come azione prioritaria la creazione della Covenant of Mayors ñ Patto dei Sindaci; - il 10 febbraio 2009 a Bruxelles 400 città europee hanno firmato il Patto dei Sindaci con líimpegno di superare l obbiettivo energetico del 20% nell'ue in cooperazione con la Commissione europea e il Comitato delle Regioni; 10 - La Provincia di Bergamo, con DGP n 121 del 12/04/2010, avente ad oggetto Accordo di partenariato tra la Direzione Generale Energia e Trasporti della Commissione Europea e la Provincia di Bergamo -Patto dei Sindaci, ha aderito in qualità di Struttura di Supporto per i Comuni della Provincia di Bergamo, al Patto dei Sindaci, promosso dall Unione Europea per lo sviluppo delle politiche energetiche per il raggiungimento degli obiettivi sull Energia Sostenibile individuati dalla Commissione Europea; - con tale decisione la Provincia di Bergamo si è impegnata, tra l altro, a coordinare i Comuni del proprio territorio che hanno aderito al Patto e a sostenerli nell implementazione dei Piani d Azione (SEAP); Il Comune di Stezzano, al fine di dare un adeguato contributo al raggiungimento dei risultati di tutela ambientale e contenimento delle emissioni inquinanti perseguiti dalle politiche comunitarie, ha deciso pertanto di aderire alla Covenant of Mayors ñ Patto dei Sindaci con delibera di consigliocomunale del Entro dodici mesi dall'adesione formale, verrà elaborato un Piano d'azione per l'energia Sostenibile, documento nel quale far convergere le iniziative che la comunit e gli attori pubblici e privati che operano sul territorio e che saranno direttamente coinvolti nel Patto, intendono attuare per raggiungere l'ambizioso obiettivo di riduzione delle emissioni di CO2. L Assessore Ecologia e Ambiente Francesco Manaresi

11 Ecologia e Ambiente Costituzione del nuovo parco agricolo ecologico Bergamo Stezzano Aseguito di un elaborato percorso, (iniziato nell anno 2009 con l approvazione della convenzione per la costituzione del Parco di Interesse sovracomunale), che ha visto come protagonisti il comune di Stezzano e il Comune di Bergamo, finalmente con delibera della Giunta Provinciale n. 292 del , è stato riconosciuto il nuovo Parco Locale di Interesse Sovracomunale denominato Parco Agricolo Ecologico. Il nuovo parco occupa una superficie complessiva di 295,50 ha, ripartiti in 208 ha per il Comune di Bergamo e in 91,50 ha per il comune di Stezzano. La costituzione del PLIS Agricolo Ecologico è ulteriore dimostrazione della volontà di arginare l'urbanizzazione del territorio, salvaguardando le attività agricole presenti sul territorio e anzi di incrementandone la potenzialità; Per Stezzano il nuovo parco rappresenta l opportunità di una connessione diretta con il più vasto PLIS del rio Morla e delle Rogge, già presente sul territorio, e dovrà essere una area verde di collegamento alla città. Il nuovo PLIS si propone in fasi successive di elaborare progetti volti al miglioramento dell area soprattutto rispetto alla naturalità e all aumento della biodiversità, prevedendo eventualmente la realizzazione di percorsi ciclopedonali e l elaborazione di attività didattiche rivolte alle scuole, analogamente a quanto già attuato con il Plis del Morla e delle Rogge, per incrementare la sensibilizzazione al rispetto della natura da parte dei giovani. 11

12 Scuola/Cultura/Sicurezza E iniziata la scuola Ivano Fedele Assessore Scuola/Cultura/Sicurezza Il nuovo anno scolastico è da qualche giorno cominciato: le famiglie sono pronte ad iniziare una nuova avventura, faticosa ma anche affascinante: la Scuola. Via Don Minzoni L amministrazione comunale ha lavorato per arrivare puntuale anche a questo appuntamento e quindi tutto è pronto: in bilancio quest anno abbiamo stanziato complessivi euro ,60 per garantire il regolare svolgimento delle attività scolastiche ed educative, somma che comprende il servizio di nido, dello spazio gioco, le spese per le scuole dell'infanzia, la manutenzione dei locali, il trasporto, l'assistenza educativa per i bambini disabili, le mense, i progetti extrascuola, i premi e le borse di studio, i centri ricreativi estivi, il progetto giovani, la fornitura gratuita dei testi scolastici, insomma tutto ciò che serve ai nostri ragazzi per svolgere al meglio l'esperienza scolastica. Anche quest'anno senza operare, nonostante le difficoltà, alcun taglio, senza infliggere alcun sacrificio a questo importante e fondamentale ambito di crescita per i nostri ragazzi. Nel mese di aprile/maggio gli uffici comunali hanno erogato complessivamente euro ,00 in buoni relativi alla Dote scuola di Regione Lombardia, un sostegno fondamentale alle famiglie nella cura dei figli. A beneficiarne sono state complessivamente n. 355 famiglie.un sostegno concreto quindi che consente a tutti i nostri ragazzi di accedere ad un servizio scolastico di qualità come è sempre stato quello dell istituto comprensivo di Stezzano. Per la dote merito, essendo le iscrizioni ancora aperte, non abbiamo ancora un dato ufficiale. Basta sapere che nell'anno 2010 sono state raccolte n. 10 domande per un totale di euro 5.500,00. Gli studenti che accedono alle nostre scuole quest'anno sono complessivamente n : - N. 397 bambini nelle scuole dell infanzia - N. 636 ragazzi nelle scuole primarie di primo grado - N. 386 ragazzi nelle scuole secondarie di primo grado. Via Caroli Un colorato esercito di ragazzi quindi che dal 12 settembre incroceremo di nuovo per le strade di Stezzano: non mancherà il servizio di sorveglianza agli attra versamenti stradali e agli incroci pericolosi, anche grazie all infaticabile contributo dato dai volontari che, gratuitamente, offrono il loro prezioso servizio. Continueremo a vedere il Piedibus, formato da gruppi di bambini che decidono di raggiungere la sede scolastica a piedi e che permette loro di incontrarsi e perché no, di sviluppare momenti di autonomia personale, sempre sotto il controllo di genitori volontari che vigilano per la loro incolumità. Approfittiamo di questo spazio per dare la notizia dell arrivo della nuova dirigente scolastica: l ufficio scolastico provinciale ha infatti nominato una reggente per il nostro istituto, che ci accompagnerà finchè, con i nuovi concorsi, non verrà assegnata una nuova figura di ruolo. Si tratta della dott.ssa Anna Maria Gritti, già dirigente dell istituto comprensivo di Seriate. Persona di grande esperienza, alla quale anche da queste pagine vogliamo dare un caloroso benvenuto e augurare un profiquo lavoro nella nostra Comunità. Via Nullo Infine una grande novità ci aspetta per l autunno: nel pieno rispetti dei tempi prefissati, si sono infatti concluse tutte le fasi della gara d appalto per l ampliamento e la ristrutturazione delle scuole F.Nullo e L. Caroli: con l impresa stiamo programmando i lavori in modo tale da arrecare il minor disturbo possibile al regolare svolgimento delle lezioni nelle scuole coinvolte dai lavori: cinquecento giorni lavorativi e poi, anche noi, potremo vantare di essere dotati di scuole all avanguardia, sia dal punto di vista strutturale che progettuale. E tutto pronto, quindi, e allora auguriamo a tutti gli studenti e alle loro famiglie di vivere questo nuovo anno scolastico entusiasmo e tanta serenità. L Assessore alla Cultura, all Istruzione ed alla Sicurezza Avv. Ivano Fedele 12

13 Servizi Sociali CRE 2011: un successo Elena Poma Sindaco Assessore ai Servizi Sociali Èvero che i soli numeri non possono fornire indicazioni circa la bontà di un progetto, è pur vero che per questo servizio anche i numeri parlano : quest anno infatti si sono iscritti al CRE 583 ragazzi, 61 in più rispetto al 2010, di cui 375 delle elementari e 208 delle medie. Hanno partecipato 83 animatori dalla 1a alla 4a superiore, cui vanno aggiunti 16 educatori, un coordinatore e 2 sacerdoti, oltre agli assistenti educatori per l handicap. Quello che dai numeri possiamo trarre quindi è sicuramente la soddisfazione da parte delle famiglie per il lavoro svolto l anno scorso, confermato e migliorato quest anno, nonché la qualità degli interventi offerti ai nostri ragazzi. Un unico progetto, questo, tra Amministrazione comunale e Parrocchia, che conferma la volontà di percorrere insieme un cammino importante, quello che riguarda i nostri ragazzi e che non si esaurisce con il servizio CRE. Un alleanza che genera sicurezza e esprime con chiarezza la condivisione di obiettivi e valori. Un unica mission, quindi: il benessere dei nostri ragazzi e una Comunità attenta e disponibile a cogliere e interpretare i tanti segnali che da loro continuamente riceviamo. La conferma del gradimento passa anche attraverso i numeri del servizio mensa e dell anticipo al mattino. La prima, che era solo per le elementari, ha infatti interessato 142 ragazzi con la presenza di 4 educatori, un animatore e don Manuel. La comodità dell anticipo (alle ore 8 e alle 8 e mezza) ha visto inoltre l adesione di una cinquantina di bambini. Il Cre ha saputo accogliere anche 6 minori della Comunità Il Guado e una quindicina di ragazzi diversamente abili, di cui 4 come animatori. La classe più numerosa è risultata la 1a media con 87 iscritti mentre la classe con meno iscritti è stata ancora la 3a media (48). La presenza dei ragazzi è quindi cresciuta, praticamente in tutte le classi, anche in 3a media, 12 in più rispetto alla 3a media dello scorso anno. Quest anno il progetto InvAdo è entrato a pieno titolo anche nel CRE, in quanto si è chiesto agli adolescenti di impegnarsi durante l inverno in almeno una proposta in oratorio, come preparazione al Cre. Infatti solo chi ha partecipato a questo progetto ha potuto fare l animatore. Questo ha permesso di conoscere meglio gli animatori e di introdurli nell esperienza educativa con un lavoro nel tempo che ha consentito di meglio coinvolgerli e renderli consapevoli del loro ruolo. Il camposcuola è un progetto significativo nella programmazione del CRE, in quanto permette ai ragazzi di vivere un esperienza che, oltre ad essere indimenticabile, permette loro di sviluppare relazioni e autonomia personale. 1a e 2a media sono state a Gandellino, dove i ragazzi hanno svolto molte attività, passeggiate in montagna, servizi di pulizia in casa, il tutto condiviso con i propri compagni di età e gli animatori del CRE e con la presenza di alcuni adulti in cucina. Quest anno la 3a media è andata al mare, a Misano Adriatico: molto positiva l esperienza e la struttura scelta. La 5a settimana per i bambini delle elementari si è svolta al mare (Torre Pedrera), Ha visto la partecipazione di una settantina di bambini (di cui 11 di 1a e 2a elementare). Il tema scelto è stato La vita è un tempo per te!, in continuità con il tema del CRE. Bellissime e gradite sono state le serate del venerdì sera, pensate per le famiglie e organizzate per favorirne l incontro e la relazione. Il nuovo spazio all aperto dell arena dell oratorio ha favorito una più ordinata, comoda e sentita partecipazione da parte di tantissimi genitori che sono intervenuti per vedere i propri figli ballare e mettere in atto le scenette che avevano preparato. Naturalmente anche che il bel tempo ha dato una mano. Da incorniciare, sicuramente, la serata fatta in Piazza, in concomitanza con la festa del Patrono S. Giovanni Battista: è stato un modo per far tornare la Piazza all origine: il mercato al mattino, la Messa, la cena, i balli, il luna-park (con il toro meccanico, i gonfiabili e giochi nuovi) la sempre più gradita salita al campanile e la novità della visita alla chiesa e all organo, hanno fatto gustare a tutti la bellezza e il valore di essere e sentirsi una comunità viva. Un grazie sincero a tutti coloro che hanno permesso tutto questo, ma soprattutto ai ragazzi che ne sono stati encomiabili protagonisti. Al prossimo anno! 13

14 Scuola Notizie dal Piedibus Il gruppo piedibus stezzano comunica che il servizio piedibus attivo presso i plessi scolastici don Minzoni e Caroli riprenderà regolarmente sabato 24 settembre All inizio dell anno scolastico verrà distribuito a tutti gli alunni della scuola primaria il depliant informativo con la piantina dettagliata del territorio di Stezzano, suddiviso con i colori delle varie linee e l elenco dei genitori responsabili di ciascuna linea ai quali ci si può rivolgere per informazioni e chiarimenti. Il piedibus, come un vero autobus di linea, parte da un capolinea e seguendo un percorso stabilito raccoglie i passeggeri (bambini) alle fermate predisposte rispettando l orario prefissato. Ad ogni fermata è presente un conducente che conta i bambini che partecipano e lo comunica al responsabile del ritorno. Il piedibus, patrocinato dal comune di Stezzano, è realizzato grazie all aiuto di genitori volontari che donano mezz ora del loro tempo ogni sabato mattina. Ovviamente ogni anno raccogliamo le adesioni di nuovi genitori che vogliono ricoprire il ruolo di conducente. Vi ricordiamo anche che il piedibus è un modo sano, divertente ed ecologico di andare e tornare da scuola a piedi e rappresenta un occasione per socializzare ed arrivare di buon umore all inizio delle lezioni. Le scuole durante l entrata e l uscita dei bambini vengono prese d assalto dalle automobili che congestionano l intera zona di traffico con le conseguenze che tutti noi conosciamo. Dobbiamo iniziare a cambiare le nostre abitudini ed il piedibus ci consente una scelta semplice ed efficace almeno per una volta alla settimana. Vi aspettiamo numerosi!!! Gruppo piedibus Stezzano Un saluto al Dirigente scolastico Giambattista Sertori L amministrazione comunale ha salutato in data 23 giugno Giambattista Sertori, dirigente scolastico dell intero Istituto Comprensivo Caroli di Stezzano, che, dopo 20 anni di lavoro e impegno, è andato in pensione. Un breve rinfresco e un incontro, accompagnati da un importante presente, hanno permesso all amministrazione comunale tutta di salutare e ringraziare Sertori per la passione e la dedizione con cui ha accompagnato, nel cammino scolastico, i tanti giovani del paese. 14

15 Giovani Stezzanesi Vittorie su vittorie per il karateka Sanjiv Tiraboschi Continua imperterrita la scalata del nostro piccolo grande karateka. Sanjiv Tiraboschi, tredicenne e già cintura nera 1 dan da un anno, ha ottenuto anche in questa stagione agonistica numerosi risultati di rilievo in tutte le gare FESIK (Federazione Educativa Sportiva Italiana Karate) e CSI (Centro Sportivo Italiano). Prima fra tutte in ordine cronologico è il 21 trofeo di San Pellegrino Terme tenutosi il 7 novembre 2010, nel quale il giovane atleta ha guadagnato il 1 posto sia nel kata (forme) che nel kumite (combattimento). Solo una settimana più tardi, a Imperia, Sanjiv ha sfoggiato il suo talento conquistando il 3 posto nei kata in un importante competizione internazionale, il 2 WUKO World Karate Cup for Clubs nonché il 1 Memorial Carlo Henke. Ed eccolo poi alla carica nella prima prova del 13 campionato provinciale CSI a Curno, dove ha ottenuto un oro nelle forme ed un bronzo nel combattimento libero. Segue poi il 13 Memorial Salvatore Palmieri a Liscate (MI), nel quale ha primeggiato nel kumite ed è arrivato 2 nel kata. Di nuovo un argento nell 11 Trofeo Festa di Natale Jitakyoei a Desio che ha visto partecipare anche numerosi agonisti stranieri. E poi a Urgnano, sede dei suoi allenamenti sotto le direttive del maestro Rampinelli, sale sul podio per ben tre volte durante la seconda prova provinciale CSI: 1 classificato nel kata, 3 nel kumite e 3 nel kata a coppia assieme all amico Michele Bonomi, cintura verde. Il 2011 comincia per lui con due secondi posti nella terza prova CSI tenutasi a Ponte San Pietro, alla quale segue la quarta a Bolgare dove si è guadagnato ancora un argento nel kata ed un oro nel kumite. Sempre a inizio anno, doppio primo posto per Sanjiv al palazzetto dello sport di Bergamo che ha ospitato ancora una volta il Campionato Regionale FESIK. Conclude poi a Zogno le competizioni bergamasche CSI con un secondo posto nel kata ed un quinto nel kumite, riportando così due medaglie d argento alla premiazione finale del 13 campionato provinciale CSI che si è svolta il 2 giugno a Mozzo. La fine di marzo vede il giovane karateka impegnato ancora una volta in un grande trofeo internazionale, il 13 Grand Prix d Italia FESIK-WUKO che ha avuto luogo come tutti gli anni a Desio (MI). Anche qui Sanjiv si è cimentato in tre prove, kata individuale, kata a squadre (assieme a Michele Bonomi e Simone Manenti) e kumite, conquistando rispettivamente il 1, 3 e 2 posto in classifica. Al Campionato Italiano Ragazzi FESIK si è distinto con un argento nei kata, mentre nel Gran Premio Nazionale del CSI di Rovereto (TR) ha ottenuto un 1 posto nelle forme ed un 2 nel combattimento. Nel mezzo si è esibito in due gare di minore importanza ma che comunque arricchiscono la sua esperienza ed il suo curriculum sportivo grazie ad un 2 e 1 posto nel Trofeo Città di Gambara (BS) ed un 1 e 2 in classifica nel 9 Trofeo dell Amicizia di Liscate (MI) rispettivamente nel kata e nel kumite. Passa dunque il tempo ma non la voglia di mettersi in gioco, di impegnarsi e di vincere per il giovane Sanjiv Tiraboschi. Gli auguriamo che la sua grinta continui a crescere con lui. 15

16 Associazioni Arriva il circo CRE infanzia Stezzano Nel mese di luglio e per la prima settimana di agosto 103 bambini e bambine tra i tre ed i cinque anni hanno frequentato il Cre infanzia di Stezzano presso la Scuola dell Infanzia Cattaneo. E stato necessario suddividere i bambini in 7 sezioni ed ogni sezione ha avuto una o due educatrici come riferimento costante per l intero mese. La scansione della giornata ha tutelato i ritmi dei bambini sia grandi che piccoli prevedendo momenti di relax, di gioco individuale, di piccolo gruppo, di grande gruppo, e soprattutto il momento sempre atteso del pranzo e delle merende (mattutina e pomeridiana). Nel pomeriggio, per i più piccoli è stato allestito uno spazio riservato alla nanna. I bambini sono stati coinvolti attraverso una giornata scandita da momenti di gioco all interno della scuola e uscite all esterno: al parco e in biblioteca. Queste uscite sono state garantite grazie alla disponibilità dei genitori di accompagnarci nei tragitti rendendo possibile la realizzazione delle attività all esterno. Il mercoledì il gruppo dei bimbi più grandi è stato accompagnato presso il centro Wet life di Stezzano per trascorre la mattinata in piscina, mentre i più piccoli si divertivano con piccole piscinette e giochi d acqua in giardino. Tutti i bambini hanno visitato la biblioteca, appuntamento che li ha appassionati grazie anche alla disponibilità della bibliotecaria che ci ha illustrato la sezione della biblioteca dedicata ai bambini e si è resa disponibile a leggere libri nel parco della biblioteca. Le educatrici hanno pensato di proporre una storia ai bambini che potesse fare da filo conduttore per l intero mese di frequenza seguendo le gesta del clown Celestino e dei suoi fantastici personaggi (lo stregone Guglielmo, il domatore di Leoni ed il leone buono) e sono stati coinvolti nella storia nel preparare la scenografia, e cercando di superare prove di forza e coraggio per impedire allo stregone Guglielmo di chiudere il circo. Durante il mese di luglio sono state inoltre proposte due occasioni che coinvolgevano anche le famiglie: la festa finale con lo spettacolo di clown dell assoc i a z i o n e Ambaradan e la gita alla fattoria Pachaman di S o r i s o l e. Quest ultima sorge all interno della Comunità Don Milani che accoglie minori e giovani in difficoltà. Gli operatori, per far conoscere la loro realtà e per impegnare i ragazzi attraverso incarichi di lavoro hanno costruito una fattoria aperta alle scuole, ai cre. Ci hanno accolto all ingresso ed hanno illustrato i vari laboratori presenti. Al termine della giornata i ragazzi della comunità hanno consegnato ad ogni bambino la patente del contadino. I bambini, all interno di quest area molto vasta, hanno avuto modo di trovare: piscine di fieno, lana, semi vari dove tuffarsi e travasare; visitare i recinti degli animali di piccola taglia, accudire l asino e portarlo spasso, seminare e piantare nel vaso; costruire oggetti d arte con materiale della natura ed altre esperienze interessanti. Tutti i genitori ed i bambini sono stati molti soddisfatti dell accoglienza riservata in particolare anche per il buffet sempre presente di frutta e bevande. Come tutte le esperienze che volgono al termine, è necessario per chi ci ha lavorato ed in particolare per l Amministrazione Comunale fare un bilancio dell esperienza. Per questo abbiamo chiesto alle famiglie, attraverso un la compilazione di un questionario di soddisfazione, di commentare e fare un bilancio dell esperienza. Ringraziamo quindi, tutti i genitori che si sono sforzati nella compilazione del questionario perché ci hanno fornito indicazioni utili per il futuro.non ci resta che ringraziare tutte le persone che a vario titolo e con la propria disponibilità anche personale hanno contribuito alla buona riuscita del CRE: la direzione didattica, le insegnanti e il personale ausiliario della scuola dell infanzia Cattaneo, le famiglie che hanno contribuito e collaborato ad accompagnare i bambini, le educatrici e le assistenti educatrici.

17 LE IMMAGINI PIU BELLE DEL CRE 2011

18 CRE battiba

19 2011 leno

20 Da staccare e conservare

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI

EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI PER INIZIARE EDUCARE. TRA ALLENATORI, GENITORI E DIRIGENTI Dicesi dirigente un signore che dovrebbe non dirigere ma animare; non solo animare ma testimoniare, non solo testimoniare, ma motivare. Insomma,

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel.

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (BR) Tel. Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca II ISTITUTO COMPRENSIVO Monaco - Fermi Via Cavour - 72024 ORIA (R) Tel. 0831/845057- Fax:0831/846007 bric826002@istruzione.it bric826002@pec.istruzione.it

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA COMUNE DI RAVENNA Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA Anno scolastico 2007/2008 PREMESSA Il Piedibus è il modo più sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola. E un autobus

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013

Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Anno scolastico 2013-2014 Verbale n. 1 Verbale del Consiglio di Istituto del 2 ottobre 2013 Il 2 Ottobre 2013, alle ore 16.30, si riunisce il Consiglio di Istituto del Comprensivo 1 di Frosinone nell aula

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

RENDICONTO DI FINE MANDATO

RENDICONTO DI FINE MANDATO MAGGIO 2014 RENDICONTO DI FINE MANDATO ASSESSORATO LL.PP. E VIABILITA ANNO 2009 Sistemazione aiuola via Zanchi per messa in sicurezza fermata ATB Manutenzione straordinaria spalcatura barriera verde Impianti

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI AREA PATRIMONIO AMBIENTE UFFICIO TUTELA DEL PAESAGGIO E SUPPORTO AMMINISTRATIVO ALL AREA SETTORE PATRIMONIO E MANUTENZIONI REGOLAMENTO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI (Approvato con deliberazione

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli