Il Vice Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Vice Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto:"

Transcript

1 Il Vice Sindaco sottopone alla Giunta Comunale l allegata proposta di delibera avente per oggetto: APPROVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI E LA FONDAZIONE NORD MILANO E PARTECIPAZIONE BANDO IN PARTNERSHIP Vista l allegata proposta di delibera; LA GIUNTA COMUNALE - Ritenuto di approvarla, riconoscendone il contenuto; - Visti i pareri espressi ai sensi dell art comma del D. Lgs. n. 267/00, come da foglio allegato; - Richiamato l art comma del D. Lgs. n. 267/00; - Con voti unanimi, espressi nelle forme di legge, anche per quanto riguarda l immediata eseguibilità della presente deliberazione; DELIBERA 1. di approvare, l allegata proposta avente ad oggetto: APPROVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI E LA FONDAZIONE NORD MILANO E PARTECIPAZIONE BANDO IN PARTNERSHIP di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art comma del D. Lgs.n. 267/00. ALLEGATI: Proposta di deliberazione (1 pagina) Relazione a firma Dr.ssa Piva (1 pagina) Allegato n. 1 Bando Fondazione Nord Milano (6 pagine) Allegato n. 2 Presentazione Progetto e Richiesta di Finanziamento (6 pagine) Allegato n. 3 Protocollo D Intesa (4 pagine) Foglio Pareri (1 pagina)

2 OGGETTO: APPROVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMUNE DI SESTO SAN GIOVANNI E LA FONDAZIONE NORD MILANO E PARTECIPAZIONE BANDO IN PARTNERSHIP 2008 LA GIUNTA COMUNALE - Vista la relazione degli Uffici di Staff del Sindaco ed i relativi allegati parte integrante del presente atto e condividendone le conclusioni; - Visti i pareri espressi ai sensi dell art comma del D. Lgs. n. 267/00, come da foglio allegato; - Richiamato l art comma del D. Lgs. n. 267/00; Con voti unanimi espressi nelle forme di legge anche per quanto riguarda l immediata eseguibilità della presente deliberazione; DELIBERA 1) di approvare il protocollo di intesa allegato n. 1 al presente atto; 2) di partecipare al secondo bando della Fondazione Nord Milano secondo le modalità indicate negli allegati n. 1 e 2 prevedendo lo stanziamento della somma di 7.500,00 ; 3) di provvedere con successivo atto dirigenziale allo stanziamento della somma prevista pari a 7,500,00; 4) di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art comma del D. Lgs. n. 267/00. RELAZIONE Con atto n. 52 approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 20/11/2006, questa Amministrazione comunale ha aderito alla Fondazione Comunitaria del Nord Milano, alla quale hanno partecipato anche i comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cologno Monzese, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano. Con successivo atto n. 279, adottato dalla Giunta comunale nella seduta del 13/11/2007, questa Amministrazione comunale ha approvato la partecipazione al primo bando del Sestese ed il relativo protocollo di intesa. Visto il buon risultato delle iniziative promosse nel corso dell anno e la conseguente ricaduta positiva sul territorio, i comuni aderenti alla Fondazione dell ambito di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni, hanno deciso di sostenere il secondo bando in partnership che la Fondazione Nord Milano promuoverà sul nostro territorio. Le modalità di partecipazione e gli impegni a carico dei Comuni aderenti restano invariate, pur essendo venuta meno l adesione da parte del Comune di Cologno Monzese

3 La partecipazione di ciascun Comune prevede lo stanziamento di 7.500,00. L importo complessivo verrà integrato dal residuo del primo bando in partnership del 2007 pari a euro ,00 e dallo stanziamento di ,00 da parte della Fondazione Comunitaria Nord Milano per un totale di ,00. Si propone di partecipare al secondo bando della Fondazione Nord Milano approvando un protocollo di intesa che regoli i rapporti fra le Amministrazioni Comunali tra cui quella di Sesto San Giovanni e la Fondazione Comunitaria Nord Milano al fine di regolamentare i rapporti relativi alla promozione di questo secondo bando in partnership così come risulta dagli allegati alla presente proposta (all. n. 1, all. n. 2, all. n. 3). Si ritiene di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile ai sensi dell art.134 comma 4 del Dlg 267/00. Sesto San Giovanni La Responsabile degli Uffici di Staff del Sindaco e della Giunta Comunale Dott.ssa Luciana Piva

4 ALLEGATO N. 1 BANDO 2008.X DEL SESTESE PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA E SOLIDARIETÀ SOCIALE, DA FINANZIARE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni CON LA COLLABORAZIONE DEGLI SPONSOR

5 BANDO DEL SESTESE 1. PROMOTORI E FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione Comunitaria del Nord Milano, in partnership con i Comuni dell Area Sestese - Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni - promuove un bando per l individuazione di progetti di utilità e solidarietà sociale da finanziare con il concorso di altri progetti. Il bando ha la finalità di: Migliorare la qualità della vita della Comunità del Nord Milano e in particolare dell area Sestese, rafforzare i legami di solidarietà, suscitare e accrescere donazioni provenienti da privati, imprese ed enti a favore di progetti di utilità sociale, promossi da Organizzazioni non lucrative e Consorzi operanti nel territorio del Sestese. Promuovere e finanziare progetti innovativi che coinvolgano più associazioni, che sperimentino nuovi servizi o modalità innovative, che siano finalizzati a una maggiore coesione sociale. Permettere a molti di fare un gesto concreto e significativo per la propria comunità. Alimentare il Fondo patrimoniale Comuni del Sestese Contribuire a dotare la Fondazione di un patrimonio solido, con il quale poter contribuire alla realizzazione di un numero sempre maggiore di interventi di solidarietà sociale, aiutandola a raccogliere 5 milioni di Euro necessari per ottenere la donazione di 10 milioni di Euro dalla Fondazione Cariplo. 2. SETTORI PROGETTUALI Assistenza sociale e socio-sanitaria; Tutela, promozione e valorizzazione di beni e attività di interesse artistico, storico e culturale; Tutela e valorizzazione della natura e dell ambiente; Interventi in campo socio-educativo; Interventi in campo sportivo-formativo. 3. RISORSE A DISPOSIZIONE Per la realizzazione di questi progetti di utilità sociale sono stanziati Euro ,00 così ripartiti: Euro ,00 da parte della Fondazione Comunitaria del Nord Milano con risorse messe a disposizione dalla Fondazione Cariplo Euro ,00 da parte dei Comuni dell Area Sestese: Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni.

6 4. RUOLO DELLA FONDAZIONE La Fondazione Comunitaria del Nord Milano: assisterà le Organizzazioni Non Profit nell espletamento delle formalità previste dal bando; contribuirà alla pubblicizzazione dei progetti selezionati al fine di promuovere, a favore degli stessi, la raccolta di contributi da privati cittadini, Imprese ed Enti; contribuirà alla realizzazione dei progetti con risorse messe a disposizione dalla Fondazione Cariplo e dai Comuni del Sestese per un massimo complessivo di ,00; monitorerà l effettiva realizzazione del progetto con azioni di valutazione in itinere ed ex-post; diffonderà i risultati conseguiti dai singoli progetti, al fine di permettere alla comunità locale di sviluppare una più ampia conoscenza delle capacità e delle potenzialità delle Organizzazioni promotrici. 5. RUOLO DEI COMUNI DELL AREA SESTESE I Comuni dell Area Sestese - partecipanti al bando in partnership con la Fondazione Comunitaria del Nord Milano -: contribuiranno alla pubblicizzazione dei progetti selezionati al fine di promuovere, a favore degli stessi, la raccolta di contributi da privati cittadini, Imprese ed Enti; contribuiranno alla realizzazione dei progetti con risorse messe a disposizione dai Comuni dell Area Sestese e dalla Fondazione Cariplo e per un massimo complessivo di ,00; diffonderanno i risultati conseguiti dai singoli progetti, al fine di permettere alla comunità locale di sviluppare una più ampia conoscenza delle capacità e delle potenzialità delle Organizzazioni promotrici. 6. CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE Potranno presentare domanda i seguenti soggetti operanti sul territorio del Sestese: - Organizzazioni senza scopo di lucro operanti sul territorio (Associazioni riconosciute e non, Associazioni di promozione sociale, Comitati, Cooperative sociali di tipo A o B, Imprese sociali, Enti ecclesiastici civilmente riconosciuti); - Consorzi. I soggetti richiedenti dovranno aver maturato almeno due anni di esperienza effettiva nel settore specifico. Ogni Organizzazione potrà presentare un solo progetto sul medesimo bando. In caso di progetti realizzati da reti di Organizzazioni l individuazione del capofila e del soggetto/i che intendono partecipare alla partnership deve essere esplicitata nel progetto e formalizzata attraverso scrittura privata sottoscritta dai legali rappresentanti degli enti partner. 7. AMMONTARE DEI CONTRIBUTI E DEI PROGETTI L importo del contributo erogato dalla Fondazione e dai Comuni dell Area Sestese non potrà essere inferiore a euro e superiore a euro e non potrà superare il 70% del costo complessivo del progetto medesimo. Il costo totale del progetto non potrà essere inferiore a euro e non potrà superare l importo di euro. Il riparto dell importo dei contributi fra i settori di intervento avverrà a discrezione del Consiglio d Amministrazione della Fondazione, sulla base delle indicazioni di un comitato composto dai promotori del bando. La parte restante dell importo del progetto dovrà essere finanziato con disponibilità già proprie delle singole Organizzazioni oppure mediante ricorso alla raccolta di donazioni da altri soggetti, effettuata direttamente dall Organizzazione proponente. Le modalità di reperimento di tali risorse dovranno essere indicate nel piano finanziario. Riceveranno inoltre il contributo solo i progetti che susciteranno, da parte di individui, imprese, enti pubblici e privati, donazioni pari al 35% del contributo stanziato congiuntamente dalla Fondazione e dai Comuni; tale importo sarà imputato ad incremento del fondo patrimoniale Comuni del Sestese.

7 Ciò significa che non basta essere selezionati per avere il contributo, ma occorre che il progetto susciti una concreta adesione da parte della comunità. Non è possibile utilizzare, per tale raccolta di donazioni, risorse proprie o già in possesso dell Organizzazione. La Fondazione raccoglierà direttamente le donazioni a patrimonio. Le donazioni dovranno pervenire alla Fondazione entro e non oltre due mesi dalla data di pubblicazione dei progetti e dovranno essere finalizzate ad uno o più dei progetti selezionati dal Comitato. I donatori dovranno indicare al momento della donazione il progetto che intendono sostenere. Per donare è necessario eseguire un bonifico su uno dei seguenti conti correnti bancari intestati alla Fondazione Comunitaria del Nord Milano : 1) Banca di Credito Cooperativo di Sesto San Giovanni Filiale Sede Via Cesare da Sesto, Sesto San Giovanni ABI 8865 CAB CIN S c/c n IBAN: IT53 S ; 2) Banca prossima- Filiale di Milano ABI CAB CIN Y c/c n IBAN: IT88 Y Le donazioni maggiori o minori all'obiettivo di raccolta saranno erogate all'organizzazione. Per le donazioni minori all obiettivo di raccolta il contributo decade e l importo verrà messo a disposizione dell Organizzazione per altre iniziative d utilità sociale. Per le donazioni superiori all obiettivo di raccolta la variazione potrà essere usata come incremento per il progetto selezionato o per altre iniziative d utilità sociale. Importo progetto Esempio di un progetto del valore di Euro ,00 con copertura del 70% Contributo deliberato dalla Fondazione e Comuni Fondi propri della Organizzazione Donazioni da raccogliere (obiettivo 35%) Donazioni ricevute Differenza rispetto all obiettivo Contributo della Fondazione e Comuni Somma extra destinata all Organizz. Somma destinata a patrimonio della Fondazione a) , , , , , , ,00 b) , , , , , , ,00 250, ,00 c) , , , , ,00-150, , TERMINI DEL BANDO Le domande dovranno essere presentate presso la sede della Fondazione entro le ore del 18 dicembre 2008, in ottemperanza al regolamento che segue. Entro il 2 marzo 2009 saranno proclamati i progetti vincitori assegnatari del contributo della Fondazione. Le donazioni dovranno pervenire alla Fondazione entro due mesi da suddetta data di proclamazione. I progetti dovranno essere realizzati, salvo richiesta di proroga motivata ed accettata dalla Fondazione, entro il 31 luglio REGOLAMENTO DEL BANDO L organizzazione proponente dovrà fornire alla Fondazione un piano finanziario analitico relativo alla realizzazione del progetto ed ogni singola voce di tale piano dovrà essere rendicontata con documentazione fiscalmente valida. I progetti saranno selezionati da un Comitato presieduto da un membro della Fondazione e composto da membri delle Amministrazioni Comunali del Sestese e della Fondazione esperti delle tematiche del bando - secondo un ordine di priorità informato ai seguenti criteri: La chiara individuazione di metodologie e obiettivi del progetto; La chiara esposizione delle azioni concrete in cui si esplicherà il progetto; La novità dell approccio al problema e delle metodologie utilizzate; Il carattere di urgenza dell intervento rispetto al bisogno sociale e alle esigenze della comunità locale;

8 L impiego di risorse umane opportunamente qualificate e la capacità di coinvolgere personale a titolo volontario; Un efficace rapporto tra costi e benefici; La sostenibilità nel tempo del progetto e la sua trasferibilità; La sostenibilità finanziaria del progetto, attestata da un dettagliato piano delle risorse economiche. La domanda dovrà essere redatta utilizzando l apposito formulario disponibile presso la segreteria della Fondazione o scaricabile dal sito internet nella sezione i nostri Bandi. 10. MODALITÀ DI EROGAZIONE La Fondazione e i Comuni dell Area Sestese provvederanno a erogare il contributo - previa presentazione di regolare documentazione fiscalmente valida e dell apposito modulo scaricabile dal sito internet della Fondazione - nel seguente modo: - Il 50% alla presentazione di regolare documentazione fiscalmente valida, pari alla metà dell importo complessivo del progetto - Il restante 50% alla conclusione del progetto ed in seguito alla presentazione di regolare documentazione fiscalmente valida pari all altra metà dell importo complessivo del progetto. Le fatture dovranno essere debitamente quietanzate. In caso di pagamento tramite bonifico è sufficiente la copia del bonifico e quella della fattura. La valorizzazione delle donazioni in beni e servizi, il lavoro dei volontari e particolari sconti rispetto alle consuetudini di mercato costituiranno un elemento importante in sede di valutazione del progetto, ma non potranno rientrare nella documentazione fiscalmente valida da presentare per l ottenimento del contributo. L obiettivo della quietanza è di permettere alla Fondazione di verificare l avvenuto pagamento delle fatture. Sarà pertanto accettata ogni modalità che dia la possibilità di verificare l avvenuto pagamento come, ad esempio: timbro pagato con timbro del fornitore firmato, copia del bonifico bancario eseguito; dichiarazione del fornitore, ecc. Al contrario non saranno ritenute valide modalità che non consentano di verificare l avvenuto pagamento come, ad esempio, la fotocopia dell assegno se non accompagnata dalla copia dell estratto conto bancario comprovante l addebito. Nel caso in cui la Fondazione e i Comuni dell Area Sestese ritenessero di erogare un contributo inferiore a quello richiesto dall Organizzazione, quest ultima dovrà comunicare, entro 15 giorni dalla data di selezione dei progetti, se accetta oppure no suddetto contributo e, in caso di accettazione, con quale modalità intende coprire la somma che la Fondazione e i Comuni hanno deciso di non sovvenzionare. Nel caso in cui l Organizzazione ritenesse opportuno, a fronte del minore contributo ottenuto, ridimensionare il progetto dovrà comunicare per iscritto alla Fondazione i criteri adottati per la rimodulazione. In questo caso la Fondazione si riserva la possibilità di deliberare in merito all ammissibilità del progetto ridimensionato. 11. ADEMPIMENTI I progetti per la cui realizzazione è prevista l'autorizzazione di Enti specificatamente preposti o del proprietario del bene, quando questi non si identifichi con il proponente, dovranno essere necessariamente corredati di tale documentazione al fine di permettere il regolare svolgimento dei lavori di valutazione degli stessi. In caso di progetto realizzato in collaborazione tra più organizzazioni è necessario specificare quali saranno le voci di spesa rendicontate da ente diverso dalla capofila designata. La Fondazione, in ogni caso, liquiderà il contributo in un unica soluzione all Organizzazione indicata come capofila che dovrà entro 15 giorni dal ricevimento del contributo corrispondere l importo di competenza agli enti partner, dandone rendicontazione alla Fondazione. Qualora la realizzazione del progetto preveda la realizzazione di materiale promozionale e/o eventi di comunicazione sugli stessi dovrà essere stampato il logo della Fondazione. Per i progetti non ancora realizzati dopo un anno e mezzo (18 mesi) dalla data di selezione, occorre che l Organizzazione faccia avere alla Fondazione una relazione sullo stato di avanzamento dei lavori. Entro un anno dalla conclusione del progetto, le Organizzazioni selezionate dovranno far pervenire alla Fondazione una relazione di quanto fatto, con l indicazione dei benefici sociali arrecati alla comunità.

9 NON SARANNO PRESI IN CONSIDERAZIONE: Le domande di partecipazione al bando present ate con moduli di richiesta (formulario) mancanti o compilati in maniera non corretta e/o non accompagnate da tutti i documenti indicati come obbligatori in suddetti moduli di richiesta; La semplice copertura dei costi ordinari di gestione dell Organizzazione o di debiti e spese pregressi alla data di presentazione del progetto; Progetti già eseguiti al 1 gennaio 2009 e comunque le fatture emesse con data anteriore al 1 gennaio 2009; Iniziative già in corso di realizzazione; Interventi generici non finalizzati agli obiettivi del presente bando; Progetti di sola ricerca o di sola formazione; Pubblicazioni o iniziative editoriali in genere, a meno che non siano finalizzate a valorizzare e/o pubblicizzare un progetto; Progetti presentati da soggetti che non rientrino tra quelli ammissibili; Progetti per i quali i costi per l acquisto di attrezzature o beni durevoli rappresentano una quota esclusiva o prevalente del progetto. Per maggiori informazioni, pregasi contattare: Fondazione Comunitaria del Nord Milano Viale Casiraghi 600, Sesto San Giovanni tel , fax , sito:

10 ALLEGATO N. 2 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO BANDO DEL SESTESE da presentare entro il 18 dicembre 2008 L'Organizzazione che intende effettuare una richiesta di contributo nell ambito del Bando DEL SESTESE dovrà consegnare il seguente modulo integralmente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante, unitamente agli allegati indicati, entro le ore del 18 dicembre 2008 presso la sede della Fondazione Comunitaria del Nord Milano, in Viale Casiraghi 600 Sesto San Giovanni. Per le spedizioni a mezzo posta farà fede il timbro postale di spedizione. È necessario che le informazioni fornite siano precise e complete e che la descrizione dell'organizzazione e del progetto sia effettuata con modalità tali da suscitare l'interesse di potenziali donatori. Il presente formulario dovrà essere compilato negli appositi spazi e consegnato integro in tutte le sue parti, pena l inammissibilità della domanda. DICHIARAZIONI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA DOCUMENTAZIONE L Organizzazione in persona del suo legale rappresentante CHIEDE alla Fondazione Comunitaria del Nord Milano, un contributo finanziario a sostegno del progetto descritto nel presente modulo e relativa documentazione allegata. DICHIARA di aver preso visione ed accettare integralmente quanto previsto dal regolamento del bando in oggetto. In particolare RICONOSCE che - l assegnazione dei fondi e il finanziamento delle proposte di intervento avverranno ad insindacabile giudizio della Fondazione; - il materiale fornito a corredo della presente richiesta non sarà restituito al richiedente. DICHIARA (per completezza di informazione) che: non esistono potenziali situazioni di conflitto di interessi con esponenti della Fondazione o delle Amministrazioni comunali Sestesi; esistono potenziali situazioni di conflitto di interessi con esponenti della Fondazione o delle Amministrazioni comunali Sestesi (in tal caso specificarne la natura) SI IMPEGNA fin da ora, in caso di concessione del finanziamento, a: - autorizzare l effettuazione di controlli, da parte di membri della Fondazione o loro incaricati, volti a garantire la regolare attuazione delle iniziative sovvenzionate ed il corretto impiego dei contributi concessi; - fornire un resoconto consuntivo, alla conclusione del progetto, unitamente alla rendicontazione quietanzata. DICHIARA sotto la propria responsabilità che quanto affermato nella documentazione fornita corrisponde al vero. Data.. Firma (ed eventuale timbro).. Il sottoscritto, preso atto dell informativa di cui all art. 13 D. Lgs. 30 Giugno 2003 n.196, e dei diritti di cui all art. 7 del medesimo decreto, esprime il suo consenso al trattamento dei dati personali forniti in relazione alla presente richiesta di contributo, compreso il trattamento dei dati sensibili e giudiziari, per le finalità indicate nell informativa stessa e nei limiti ivi indicati. Data.. Firma (ed eventuale timbro).. 1

11 INFORMAZIONI SULL ORGANIZZAZIONE Denominazione (per esteso ed eventuale acronimo): Anno di costituzione Codice fiscale Partita Iva Sede operativa nel territorio del Sestese: Indirizzo CAP Comune Telefono Fax sito web Sede legale (se diversa dalla sede operativa): Indirizzo CAP Comune Telefono Fax Banca d appoggio e coordinate: N c/c ABI CAB CIN Codice IBAN (obbligatorio) Forma giuridica: Eventuale tipologia specifica: Tipologia fiscale: Associazione riconosciuta Associazione non riconosciuta Organizzazione di volontariato iscritta al registro regionale Fondazione Associazione di promozione sociale Enti locali associati iscritta al registro Cooperativa sociale di tipo A ONG Cooperativa sociale di tipo B Nessuna tipologia specifica Istituzione ed ente Altro.. ecclesiastico/religioso Ente pubblico in partnership con una organizzazione non profit Altro Onlus Ente non commerciale Altro.. Legale rappresentante: Cognome Nome Indirizzo CAP Comune Telefono Fax Qualifica nell organizzazione Referente delegato per la pratica (se diverso dal legale rappresentante): Cognome Nome Indirizzo CAP Comune Telefono Fax Qualifica nell organizzazione L'Organizzazione fa parte di federazioni, reti di organizzazioni, consorzi, famiglie religiose? Se sì, indicarne la denominazione: 2

12 Breve presentazione dell'organizzazione (max 100 parole), da utilizzare per la presentazione del progetto a potenziali donatori, esplicitando: storia, finalità e valori (mission), principali programmi ed attività INFORMAZIONI SUL PROGETTO Titolo del progetto (max. 6 parole), in grado di attirare l'attenzione dei potenziali donatori: Descrizione sintetica del progetto (max. 10 righe) particolarmente utile al fine di suscitare l attenzione dei potenziali donatori. Esplicitare la descrizione del bisogno e le motivazioni da cui trae origine il progetto Descrivere gli obiettivi specifici del progetto e le azioni previste per la sua realizzazione: OBIETTIVI AZIONI DURATA Settore nel quale si realizza il progetto: assistenza sociale e socio-sanitaria area socio-educativa area sportivo-formativa tutela e valorizzazione della natura e dell ambiente tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico e storico Tipologia del progetto: erogazione di servizi formazione o addestramento acquisto di beni e/o attrezzature durevoli manifestazioni, eventi pubblici altro 3

13 Beneficiari principali del progetto: minori giovani famiglia migranti intera comunità altro Quanti potranno essere i beneficiari del progetto? Territorio principalmente coinvolto: Intero Sestese Comune del Sestese: Indicare date di inizio e presumibile termine del progetto: Se il progetto è destinato a durare nel tempo come si prevede di garantirne la sostenibilità? Il progetto è nuovo o è già stato proposto sul territorio? In tal caso, da quanti anni/edizioni? Il progetto è urgente rispetto al bisogno sociale del territorio? Se sì, perché? Il progetto ha caratteristiche innovative e distintive? Se sì, quali sono? Il progetto va a completare altri servizi già presenti sul territorio? Se sì, quali? Esistono altri Enti e/o Organizzazioni Non Profit coinvolt i nella realizzazione del progetto? Se sì, specificare quali e descrivere le loro modalità di partecipazione: Risorse umane coinvolte nella realizzazione del progetto (mettere in evidenza le qualifiche professionali atte a garantire il successo del progetto): 4

14 Quali azioni intendete intraprendere per stimolare donazioni pari al 35% del contributo stanziato dalla Fondazione e dai Comuni dell Area Sestese? Come intendete rendere noto alla comunità il contributo finanziario dato dalla Fondazione e dai Comuni dell Area Sestese? (previsione del tipo di materiale divulgativo del progetto sul quale appariranno logo e nome della Fondazione). Premesso che, come previsto dal regolamento del presente Bando, non saranno ammesse al rimborso le spese relative a costi di gestione, disavanzi e debiti pregressi, spese relative a pubblicazioni o iniziative editoriali in genere, nonché spese generiche non pertinenti al progetto, indicare: Costo complessivo del progetto al netto di quanto sopra precisato, Euro: (importo massimo Euro , importo minimo Euro 5.000). Elenco delle singole voci di costo: Descrizione: indicare le principali voci di costo (comprensive di IVA) Costo in Euro Totale costo progetto Euro Le Organizzazioni operanti in regime Iva sono tenute a darne comunicazione alla Fondazione e ad indicare l imponibile delle voci di costo. CONTRIBUTO RICHIESTO ALLA FONDAZIONE: Euro (fino ad un massimo del 70% del costo del progetto e comunque non superiore a Euro ) Valore Aggiunto (indicare eventuali valorizzazioni relative a: donazioni in beni e servizi, prestazione di volontari, sconti particolari, etc. Ricordiamo che le valorizzazioni NON rientrano nella documentazione fiscalmente valida da presentare per l ottenimento del contributo della Fondazione e dei Comuni dell Area Sestese) Descrizione Ipotetico valore di mercato Totale valore progetto L Organizzazione dovrà impegnarsi a finanziare, con disponibilità già proprie oppure mediante ricorso alla raccolta di donazioni da altri soggetti, una somma almeno pari a quanto richiesto alla Fondazione e ai Comuni dell Area Sestese e che consenta di portare a termine il progetto, indicando tali risorse nel piano finanziario. 5

15 DOCUMENTI DA ALLEGARE Si ricorda che per l ammissione del progetto è necessario allegare TUTTI i documenti obbligatori richiesti. Obbligatori: Atto costitutivo e Statuto (o convenzione, regolamento, ecc) Bilancio sociale o, in mancanza dello stesso, ultimo bilancio e relazione attività approvati dagli organi sociali competenti Preventivi di tutte le spese previste per la realizzazione del progetto (al fine di verificare la coerenza delle principali voci di costo) Piano finanziario completo di analisi dettagliata dei costi (i costi di personale dipendente e collaboratori esterni devono essere analiticamente esposti esplicitando numero di operatori, livello e funzioni svolte, retribuzione oraria e numero di ore dedicate al progetto) e previsione delle entrate che andranno a coprire la quota a carico dell Organizzazione Autocertificazione riguardante il costo del personale coinvolto nel progetto (indicazione del costo complessivo relativo al personale impiegato nel progetto con dichiarazione che le retribuzioni saranno comprensive di compenso lordo, costo contributivo e costo assistenziale INAIL) Fotocopia del documento di identità del legale rappresentante Documentazione che attesti accordo degli altri enti eventualmente coinvolti Logo o immagine (foto, disegno) relativa all'organizzazione, possibilmente su supporto digitale (da utilizzare per iniziative di pubblicizzazione) Facoltativi: Attuale composizione degli organi sociali ed organigramma dell Organizzazione Documentazione atta a dimostrare la rilevanza del bisogno rispetto al quale il progetto si propone di intervenire Eventuali integrazioni per meglio specificare le risposte alle singole domande Immagine (foto, disegno) sul progetto, possibilmente su supporto digitale (da utilizzare per iniziative di pubblicizzazione). 6

16 ALLEGATO N. 3 PROTOCOLLO D INTESA L anno 2008, il giorno 22 settembre, nella sede della Fondazione Comunitaria del Nord Milano TRA la Fondazione Comunitaria del Nord Milano, codice fiscale , con sede legale c/o Villa Burba, Corso Europa 291, Rho nella persona del suo Presidente e Legale Rappresentante Giuseppe Villa (di seguito, per brevità, anche detta Fondazione) E Il Comune di Bresso con sede in Via Roma, Bresso (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Fortunato Zinni Il Comune di Cinisello Balsamo con sede in Via XXV Aprile, Cinisello Balsamo (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Angelo Zaninello Il Comune di Cormano con sede in P.zza Scurati, Cormano (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Roberto Cornelli Il Comune di Cusano Milanino con sede in P.zza Martiri di Tienanmen, Cusano Milanino (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Lino Volpato Il Comune di Paderno Dugnano con sede in Via Grandi, Paderno Dugnano (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Gianfranco Massetti Il Comune di Sesto San Giovanni con sede in P.zza Resistenza, Sesto S. Giovanni (MI) P.I nella persona del suo Sindaco e Legale Rappresentante Giorgio Oldrini PREMESSO CHE 1. La Fondazione non ha scopo di lucro, persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale nell ambito territoriale della Regione Lombardia e si propone di svolgere attività di solidarietà sociale, beneficenza e pubblica utilità nel territorio di propria operatività, promuovendo il miglioramento della qualità della vita della comunità di riferimento e stimolandone lo sviluppo civile, culturale, sociale, ambientale ed economico. 2. La Fondazione opera principalmente finanziando progetti ed iniziative, in particolare nei settori dell assistenza sociale e sanitaria, della cultura, dell istruzione e formazione, dello sport dilettantistico, dell imprenditoria sociale, della tutela e valorizzazione delle cose di interesse artistico, della natura e dell ambiente e della ricerca scientifica nonché, in generale, sostenendo iniziative volte a rafforzare i legami solidaristici e di responsabilità sociale. 3. A tal fine la Fondazione: a) promuove la raccolta, diretta o indiretta, di fondi da erogare unitamente alle rendite derivanti dalla gestione del patrimonio a favore di progetti ed iniziative di cui alle sopra indicate finalità;

17 b) collabora con altri enti privati o pubblici impegnati in iniziative di erogazione a favore di soggetti operanti nel proprio territorio; c) promuove e sostiene iniziative volte a creare, in varie forme, stabili fondi di dotazione destinati agli stessi suoi fini, anche relativamente a specifiche aree geografiche o particolari settori d intervento; d) promuove ed attua ogni forma di stabile collaborazione ed integrazione con tutti i progetti di organizzazioni non lucrative che operano per la crescita civile, culturale e sociale della comunità di riferimento; e) promuove lo sviluppo di una maggiore consapevolezza circa i bisogni e le potenzialità del territorio di riferimento, anche attraverso ricerche, studi, convegni, seminari, pubblicazioni e periodici; f) assiste coloro che intendono donare operando per rimuovere gli ostacoli di carattere culturale, amministrativo, legale e fiscale, alla diffusione di una cultura della donazione, offrendo anche la possibilità di costituire al proprio interno fondi con caratteristiche e finalità specifiche, purché nei limiti delle proprie finalità statutarie. I Comuni del Sestese nell ambito della loro attività si ispirano ai principi di intervento sul territorio senza fini di speculazione privata proponendosi tra l altro di promuovere: - l assistenza sociale e socio-sanitaria - interventi nell area socio-educativa - interventi nell area formativo-sportiva - la tutela, promozione e valorizzazione di beni e attività di interesse artistico, storico e culturale - la tutela e la valorizzazione della natura e dell ambiente. Le parti come sopra rappresentate convengono quanto segue: ARTICOLO 1 Premesse Le premesse costituiscono parte integrante e sostanziale della presente intesa ARTICOLO 2 Obiettivi La presente intesa ha la finalità di: - migliorare la qualità della vita della Comunità del Nord Milano e in particolare nei comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni, rafforzare i legami di solidarietà, suscitare e accrescere donazioni provenienti da privati, imprese, enti a favore di progetti di utilità sociale, promossi da Organizzazioni non lucrative e Consorzi operanti in questo territorio. - dotare la Fondazione di un patrimonio solido, con il quale poter contribuire alla realizzazione di un numero sempre maggiore di interventi di solidarietà sociale, aiutandola a raccogliere 5 milioni di Euro necessari per ottenere la donazione di 10 milioni di Euro dalla Fondazione Cariplo. - Alimentare il Fondo patrimoniale Comuni del Sestese, Fondo patrimoniale i cui frutti sono destinati a progetti nell ambito della tutela e valorizzazione delle cose di interesse storico, artistico e culturale nel territorio del Sestese. - permettere a molti di fare un gesto concreto e significativo per la propria comunità.

18 ARTICOLO 3 Oggetto La Fondazione e i Comuni del Sestese si impegnano ad emettere insieme un Bando con il quale: - finanziare progetti volti a promuovere, nei territori dei comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni iniziative nei seguenti settori progettuali: assistenza sociale e socio-sanitaria; tutela, promozione e valorizzazione di beni e attività di interesse artistico, storico e culturale; tutela e valorizzazione della natura e dell ambiente; interventi in campo socio-educativo; interventi in campo sportivo-formativo. - raccogliere donazioni destinate al Fondo patrimoniale Comuni del Sestese Le modalità di funzionamento di tale Fondo patrimoniale sono stabilite in uno specifico Regolamento sottoscritto dalle parti. ARTICOLO 4 Attività La Fondazione e i Comuni del Sestese si impegnano a svolgere le seguenti attività: - stanziare Euro ,00 da parte della Fondazione Comunitaria del Nord Milano con risorse messe a disposizione dalla Fondazione Cariplo e Euro 7.500,00 da parte di ciascuno dei Comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni. Tali stanziamenti saranno integrati con l avanzo del precedente bando in partnership del Sestese pari a Euro ,00, per un totale complessivo di Euro ,00. Tali risorse saranno destinate ad un Bando da emettersi nel 2008 con il quale contribuire alla realizzazione di iniziative di pubblica utilità volte a promuovere, nei territori dei comuni di Bresso, Cinisello Balsamo, Cormano, Cusano Milanino, Paderno Dugnano, Sesto San Giovanni, attività nei seguenti settori progettuali: assistenza sociale e socio-sanitaria; tutela, promozione e valorizzazione di beni e attività di interesse artistico, storico e culturale; tutela e valorizzazione della natura e dell ambiente; interventi in campo socio-educativo; interventi in campo sportivoformativo. Tali iniziative dovranno essere conformi a quelle previste dallo Statuto della Fondazione. - divulgare il bando fra i potenziali beneficiari, anche attraverso incontri pubblici - selezionare una lista di progetti da presentare alla comunità - promuovere la raccolta di donazioni da destinarsi al Fondo Comuni del Sestese. ARTICOLO 5 Modifiche al Protocollo d intesa Le parti possono concordemente apportare modifiche e/o integrazioni al presente Protocollo d Intesa, mediante approvazione scritta delle parti stesse, che ne costituirà atto aggiuntivo. ARTICOLO 6 Controversie Per ogni controversia che dovesse insorgere fra le parti in dipendenza del presente Protocollo d Intesa, la competenza è del Foro di Milano.

19 Milano, Letto, confermato e sottoscritto Per la Fondazione Comunitaria del Nord Milano Per i Comuni del Sestese Il Presidente Il Sindaco di Bresso Il Sindaco di Cinisello Balsamo Il Sindaco di Cormano Il Sindaco di Cusano Milanino Il Sindaco di Paderno Dugnano Il Sindaco di Sesto San Giovanni

BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE

BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE BANDO 2010.3 SPORT E SOLIDARIETÀ SOCIALE I SOCI FONDATORI Comuni del bollatese, rhodense, sestese Bando 2010.3 Sport e solidarietà sociale 1. PROMOTORE E FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione Comunitaria del

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO. 1 Bando 2009 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO 1 Bando 2009 ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA - RICERCA SCIENTIFICA E IN CAMPO SANITARIO FORMAZIONE - TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DI ATTIVITA

Dettagli

BANDO 2010.4 VOLONTARIATO

BANDO 2010.4 VOLONTARIATO BANDO 2010.4 VOLONTARIATO con il supporto operativo di Ciessevi I SOCI FONDATORI Comuni del bollatese, rhodense, sestese Bando 2010.4 Volontariato con il supporto operativo di Ciessevi 1. PROMOTORE E FINALITÀ

Dettagli

BANDO 2014/6 OLTRE IL DOPOSCUOLA Una rete scuola/famiglia/comunità per i ragazzi da 11 a 14 anni. 1 - Promotore e finalità del bando

BANDO 2014/6 OLTRE IL DOPOSCUOLA Una rete scuola/famiglia/comunità per i ragazzi da 11 a 14 anni. 1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2014/6 OLTRE IL DOPOSCUOLA Una rete scuola/famiglia/comunità per i ragazzi da 11 a 14 anni 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria

Dettagli

BANDO 2015/4 SOSTEGNO ALLO STUDIO E AL LAVORO. 1 - Promotore e finalità del bando

BANDO 2015/4 SOSTEGNO ALLO STUDIO E AL LAVORO. 1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2015/4 SOSTEGNO ALLO STUDIO E AL LAVORO 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus promuove un bando per l individuazione

Dettagli

BANDO 2015/5 TUTELA DELLA SALUTE E PREVENZIONE. 1 - Promotore e finalità del bando

BANDO 2015/5 TUTELA DELLA SALUTE E PREVENZIONE. 1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2015/5 TUTELA DELLA SALUTE E PREVENZIONE 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus promuove un bando per l

Dettagli

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE

BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE BANDO 2016.3 ASSISTENZA SOCIALE PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione della Comunità

Dettagli

P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711)

P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711) P A G I N A 1 Fondazione Presidio ospedaliero F.lli Montecchi Suzzara (Via General Cantore 14-tel. 0376/51711) BANDO ANNO 2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DA FINANZIARE SINO AD UN MASSIMO DEL 50%

Dettagli

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO

BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BANDO 2015.9 ATTIVITÀ CULTURALI TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus 1 Bando 2010 PER L'INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE SETTORI: A) INTERVENTI FINALIZZATI A SOSTENERE LE FAMIGLIE E LA LORO INCLUSIONE SOCIALE

Dettagli

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI

1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO ART. 2 TIPOLOGIA DEI PARTECIPANTI 1 AVVISO ANNO 2014 Acquisto beni materiali con finalità sociale ART. 1 PROMOTORE E OBIETTIVI DEL AVVISO La Fondazione della Comunità Salernitana Onlus promuove un avviso in collaborazione con il Fondo

Dettagli

BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO

BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO BANDO 2016.5 SALUTE MENTALE E DISAGIO PSICHICO PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARSI DALLA FONDAZIONE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI 1. FINALITÀ DEL BANDO La Fondazione

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus 2 Bando 2012 PER L'INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE SETTORE DI INTERVENTO INFANZIA E ADOLESCENZA 1 OBIETTIVI DEL BANDO Con questo bando la

Dettagli

Bando 2014.3 EXPOniamoci con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest

Bando 2014.3 EXPOniamoci con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest Bando 2014.3 EXPOniamoci con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest 1. PROMOTORE E FINALITÀ DEL BANDO In connessione con la manifestazione EXPO2015 si intende favorire lo

Dettagli

1 BANDO 2009 CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI

1 BANDO 2009 CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA 1 BANDO 2009 PER L'INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE DA FINANZIARE CON IL CONCORSO DI ALTRI SOGGETTI SETTORI: A) ASSISTENZA SOCIALE E SOCIO-SANITARIA

Dettagli

1 - Promotore e finalità del bando

1 - Promotore e finalità del bando Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus BANDO 2016/1 SOSTEGNO ALLA FRAGILITA 1 - Promotore e finalità del bando La Fondazione Comunitaria del Ticino Olona Onlus (di seguito Fondazione) promuove un

Dettagli

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015

Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 Bando Ricerca Scientifica di particolare interesse sociale n 4 Anno 2015 120.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus

Dettagli

Bando 2015.1 EXPOniamoci IIa edizione con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest

Bando 2015.1 EXPOniamoci IIa edizione con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest Bando 2015.1 EXPOniamoci IIa edizione con il supporto operativo del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest 1. PROMOTORE E FINALITÀ DEL BANDO In connessione con la manifestazione EXPO2015 si intende

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO PREVISTA DAL 1 BANDO. alla Fondazione di Comunità della Sinistra Piave per la Qualità di Vita

RICHIESTA DI CONTRIBUTO PREVISTA DAL 1 BANDO. alla Fondazione di Comunità della Sinistra Piave per la Qualità di Vita RICHIESTA DI CONTRIBUTO PREVISTA DAL 1 BANDO alla Fondazione di Comunità della Sinistra Piave per la Qualità di Vita È AMMESSA UNA SOLA DOMANDA PER ORGANIZZAZIONE L organizzazione che intende effettuare

Dettagli

8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO

8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO 8 BANDO 2015 TERRITORIALE PER LA VALLE TROMPIA E VALLE GOBBIA A RACCOLTA A PATRIMONIO OBIETTIVI DEL BANDO La Fondazione della Comunità Bresciana in coerenza con le proprie finalità istituzionali, con l'obiettivo

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721. Bando n. 1 - Anno 2016. Assistenza Sociale

FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721. Bando n. 1 - Anno 2016. Assistenza Sociale FONDAZIONE COMUNITARIA DEL VARESOTTO ONLUS Via Felice Orrigoni, 6 21100 Varese Tel. 0332 287721 Bando n. 1 - Anno 2016 Assistenza Sociale 700.000,00 per l individuazione di progetti di utilità sociale

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI OBIETTIVI DEL BANDO

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI OBIETTIVI DEL BANDO FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 4 BANDO ANNO 2015 SETTORI A) ASSISTENZA ANZIANI B) DISAGIO GIOVANILE C) INTERVENTI SOCIO-SANITARI DA PRESENTARE ON LINE OBIETTIVI DEL BANDO Migliorare

Dettagli

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE 2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore della Tutela, promozione

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 1 BANDO ANNO 2016 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 1 BANDO ANNO 2016 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 1 BANDO ANNO 2016 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO DA PRESENTARE ON LINE OBIETTIVI DEL BANDO Migliorare la qualità della vita

Dettagli

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1

6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 6.2.4 REGOLAMENTO DELL ATTIVITA EROGATIVA SU BANDI 1 Articolo 1 Ambito di applicazione Il presente Regolamento disciplina, in attuazione di quanto previsto all articolo 13, lettera g), dello Statuto della

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA VALLE D AOSTA - Onlus 1 Bando 2012 PER L'INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITÀ SOCIALE SETTORE DI INTERVENTO INVECCHIAMENTO ATTIVO E SOLIDARIETA TRA LE GENERAZIONI 1 OBIETTIVI

Dettagli

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA

5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA 5 BANDO 2013 RICERCA SCIENTIFICA Progetti di ricerca scientifica di particolare utilità sociale promossi da Università, Fondazioni ed Enti di ricerca. PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità

Dettagli

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara

Bando congiunto. Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Bando congiunto Per progettualità di ambito socio-assistenziale realizzate nel territorio del Comune di Novara Premessa Allo scopo di ottimizzare le risorse a propria disposizione, di garantire un maggiore

Dettagli

3 BANDO 2014 (finestra II)

3 BANDO 2014 (finestra II) PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità del Novarese ONLUS si articola in tre punti: 1) perseguire l affermarsi di una cultura complessiva del dono, garantendo la definizione di servizi che

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO BANDO 2011.1 SOLIDARIETÀ FAMIGLIARE E INCLUSIONE SOCIALE da presentare entro il 25/03/2011

PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO BANDO 2011.1 SOLIDARIETÀ FAMIGLIARE E INCLUSIONE SOCIALE da presentare entro il 25/03/2011 PRESENTAZIONE PROGETTO E RICHIESTA DI FINANZIAMENTO BANDO 2011.1 SOLIDARIETÀ FAMIGLIARE E INCLUSIONE SOCIALE da presentare entro il 25/03/2011 L'Organizzazione che intende effettuare una richiesta di contributo

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 1 ANNO 2016 PER LA REALIZZAZIONE DI EVENTI CULTURALI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 200.000 messi a disposizione da Fondazione Cariplo per il tramite

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ORGANIZZAZIONE

INFORMAZIONI SULL ORGANIZZAZIONE E possibile compilare il modulo di presentazione della domanda on line. Basta registrarsi nell area riservata e procedere alla sua compilazione guidata e facilitata, che si può effettuare anche in più

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO OBIETTIVI DEL BANDO

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO OBIETTIVI DEL BANDO FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS 1 BANDO ANNO 2015 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO E STORICO OBIETTIVI DEL BANDO Migliorare la qualità della vita della comunità comasca,

Dettagli

Bando Speciale 2012. Protagonisti i giovani. Un tema che nell ambito di

Bando Speciale 2012. Protagonisti i giovani. Un tema che nell ambito di Bando Speciale 2012 Protagonisti i giovani Un tema che nell ambito di finalità e obiettivi delle Fondazioni Pro Valtellina e Gruppo Credito Valtellinese intende favorire lo sviluppo di una comunità solidale

Dettagli

Bando Patrocini 2015

Bando Patrocini 2015 Scadenza: 16/07 Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere la cultura del dono, offrendo servizi che consentano di riconoscere e soddisfare

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2015 PER LA PROMOZIONE DI ATTIVITA CULTURALI E ARTISTICHE A FAVORE DI GIOVANI SETTORI DI INTERVENTO: ARTE E CULTURA BUDGET COMPLESSIVO : Euro 50.000 messi a disposizione dalla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. entro giovedì 11 Dicembre 2014 la presentazione delle domande per accedere ai finanziamenti

COMUNICATO STAMPA. entro giovedì 11 Dicembre 2014 la presentazione delle domande per accedere ai finanziamenti COMUNICATO STAMPA EMANATO IL TERZO BANDO 2014 CON IL QUALE LA FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI CREMONA METTE A DISPOSIZIONE 260.000,00 EURO PER FINANZIARE PROGETTI DI UTILITA SOCIALE PER IL TERRITORIO

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS

FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS Art. 1 - Promotore FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS 1 AVVISO ANNO 2015 Scuole aperte e promozione della cittadinanza attiva La Fondazione della

Dettagli

1 BANDO 2014 (finestra I)

1 BANDO 2014 (finestra I) PREMESSA La missione della Fondazione della Comunità del Novarese ONLUS si articola in tre punti: 1) perseguire l affermarsi di una cultura complessiva del dono, garantendo la definizione di servizi che

Dettagli

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE

BANDO N. 4 ANNO 2015. ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BANDO N. 4 ANNO 2015 ASSISTENZA SOCIALE seconda sessione SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE BUDGET COMPLESSIVO : Euro 110.000 messi a disposizione dalla Fondazione Cariplo per il tramite della Fondazione

Dettagli

5 Bando 2015 SOSTEGNO AI GIOVANI RICERCATORI

5 Bando 2015 SOSTEGNO AI GIOVANI RICERCATORI 5 Bando 2015 SOSTEGNO AI GIOVANI RICERCATORI Per il finanziamento di progetti per la valorizzazione della conoscenza scientifica OBIETTIVI DEL BANDO Sostegno ai giovani ricercatori che svolgano la loro

Dettagli

1 Bando 2015 (finestra I )

1 Bando 2015 (finestra I ) 1 Bando 2015 (finestra I ) Tutela e valorizzazione del patrimonio storico-artistico e culturale Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre punti: 1. diffondere

Dettagli

BANDO COLTIVA BARRIERA!

BANDO COLTIVA BARRIERA! BANDO COLTIVA BARRIERA! Art. 1 Oggetto e finalità Il Comitato Urban Barriera di Milano (di seguito Comitato) e la Circoscrizione 6, facendo riferimento al Regolamento degli orti urbani della Città di Torino

Dettagli

BANDO N. 25-2016 FINANZIAMENTO DI PROGETTI ED INIZIATIVE, NEL NOSTRO TERRITORIO, PER:

BANDO N. 25-2016 FINANZIAMENTO DI PROGETTI ED INIZIATIVE, NEL NOSTRO TERRITORIO, PER: BANDO N. 25-2016 FINANZIAMENTO DI PROGETTI ED INIZIATIVE, NEL NOSTRO TERRITORIO, PER: LA PROMOZIONE SOCIALE E L ASSISTENZA ALLE FASCE DEBOLI DELLA POPOLAZIONE; LA CONOSCENZA, TUTELA, PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE

Dettagli

Doniamo un futuro alla nostra Comunità

Doniamo un futuro alla nostra Comunità Doniamo un futuro alla nostra Comunità La Fondazione Comunitaria Nord Milano è un intermediario filantropico che opera sul territorio per migliorare la qualità della vita della propria Comunità; rendere

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO

BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Pagina 1 di 6 BANDO PER IL SOSTEGNO DEI PROGETTI SOCIALI PROPOSTI DALLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO Premessa Il Centro di Servizio al volontariato CESAVO emana il presente bando finalizzato al sostegno

Dettagli

3 Bando 2015 CULTURA

3 Bando 2015 CULTURA 3 Bando 2015 CULTURA Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore delle Iniziative Culturali OBIETTIVI DEL BANDO Individuare progetti di utilità sociale nel settore delle iniziative

Dettagli

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali

bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali bando per progetti che prevedono contenuti culturali e finalità sociali pubblicato il 29 gennaio 2016 budget complessivo: 80.000 euro termine per la presentazione dei progetti: 15 aprile 2016 contenuti:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI. ART. 1 I Principi REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE ASSOCIAZIONI CULTURALI, RICREATIVE E SOCIALI ART. 1 I Principi L Amministrazione Comunale di Tempio Pausania può concedere contributi finanziari al fine

Dettagli

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario)

BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) BANDO A TEMA RICERCA DI BASE 2008 (Anno del centenario) La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, nell ambito della propria attività istituzionale relativa al 2008, promuove un Bando a tema per il finanziamento

Dettagli

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi

bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi bando per progetti di riordino e valorizzazione di archivi riguardanti la storia della comunità, dell economia e delle istituzioni trentine budget complessivo 150.000 euro termine per la presentazione

Dettagli

Criteri per la presentazione di richieste di contributo

Criteri per la presentazione di richieste di contributo Fondazione della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi Criteri per la presentazione di richieste di contributo alla Fondazione della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de

Dettagli

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16)

MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) MODULISTICA PER LE RICHIESTE DI CONTRIBUTO PER ANNO 2016 (SCADENZA 28/02/16) I CONTRIBUTI NON DEVONO RIGUARDARE L ATTIVITA ORDINARIA DEL SOGGETTO PROPONENTE. Per attività ordinaria a titolo esemplificativo

Dettagli

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia COMUNE DI BRESCIA Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia OBIETTIVI DEL BANDO La Fondazione della Comunità Bresciana ed il Comune di Brescia intendono congiuntamente continuare

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI CREMONA - ONLUS

FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI CREMONA - ONLUS FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI CREMONA - ONLUS DONARE PER CRESCERE INSIEME 1 BANDO 2015 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI D UTILITÁ SOCIALE DA FINANZIARE COL CONCORSO DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI, AGEVOLAZIONI ECONOMICHE E CONTRIBUTI FINANZIARI C I T T A D I F E R M O Via Mazzini, 4 63900 Fermo Tel. 0734.2841 Fax 0734.224170 Codice fiscale e partita iva 00334990447 - Sito web: www.comune.fermo.it REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI PATROCINI,

Dettagli

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016

bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 bando per progetti sperimentali di innovazione didattica 2014-2016 rivolto a soggetti istituzionali rappresentativi del sistema delle scuole dell infanzia della provincia di Trento budget disponibile:

Dettagli

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione)

Il sottoscritto quale legale rappresentante di (COGNOME E NOME) Associazione Sportiva (denominazione) Associazione Tempo Libero (denominazione) Oggetto: Domanda di contributo per la realizzazione di iniziative sportive e del tempo libero. (Ogni domanda deve essere presentata per una singola iniziativa o progetto unitario.) L.R. 9 marzo 1988 n.

Dettagli

Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e Fondazione Pro Valtellina Onlus Bando Speciale 2014 per le tradizioni alimentari. Budget: 100 mila euro

Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e Fondazione Pro Valtellina Onlus Bando Speciale 2014 per le tradizioni alimentari. Budget: 100 mila euro Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e Fondazione Pro Valtellina Onlus Bando Speciale 2014 per le tradizioni alimentari Budget: 100 mila euro FINALITÀ DEL BANDO Data l importanza economica del settore

Dettagli

Informazioni per la presentazione di domande di erogazione

Informazioni per la presentazione di domande di erogazione Informazioni per la presentazione di domande di erogazione La Fondazione Monte di Parma è una fondazione di origine bancaria nata nell ottobre 1991 in seguito alla trasformazione in società per azioni,

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO

COMUNE DI MONTEROTONDO COMUNE DI MONTEROTONDO REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, NELL AMBITO DELLE ATTIVITA PROMOZIONALI DELL ASSESSORATO ALLE ATTIVITA PRODUTTIVE Approvato con delibera C.C.n.117 del 28/11/2006 Art.

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE)

PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) 1 BANDO N. 2 ANNO 2014 PER IL SOSTEGNO DI ASILI NIDO, SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA E SCUOLE PER L INFANZIA (ENTI PARITARI GESTITI DAL PRIVATO SOCIALE) SETTORI DI INTERVENTO: ASSISTENZA SOCIALE EDUCAZIONE,

Dettagli

FONDAZIONE COMUNITARIA NORD MILANO ONLUS MODELLO OPERATIVO DELL ATTIVITA EROGATIVA

FONDAZIONE COMUNITARIA NORD MILANO ONLUS MODELLO OPERATIVO DELL ATTIVITA EROGATIVA PREMESSE Per una fondazione grantmaking (di erogazione), l attività erogativa è per definizione l attività istituzionale insieme alla gestione del patrimonio. Per garantire un flusso puntuale e trasparente

Dettagli

5 Bando 2015 (finestra I )

5 Bando 2015 (finestra I ) 5 Bando 2015 (finestra I ) Contrasto al disagio e alla dispersione scolastica Promozione del successo formativo Premessa La missione della Fondazione della Comunità del Novarese onlus si articola in tre

Dettagli

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA

C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA @II@ ALLEGATO ALLA DELIBERQZIONE C.C. N. 43 DEL 01.06.2006 REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SUSSIDI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI. Art. 1 Oggetto TITOLO I DISCIPLINA GENERALE.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore)

REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE. TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) REGOLAMENTO DEL REGISTRO PROVINCIALE E DELLA CONSULTA DEI SERVIZI SOCIALI E DEL TERZO SETTORE TITOLO I (Registro Provinciale del Terzo Settore) ART. 1 (Principi fondamentali) La Provincia Regionale di

Dettagli

NORME DI RENDICONTAZIONE

NORME DI RENDICONTAZIONE NORME DI RENDICONTAZIONE Le Organizzazioni ammesse al contributo per i progetti presentati alla Fondazione dovranno inoltrare la rendicontazione utilizzando il modulo allegato debitamente compilato, datato

Dettagli

3. Codice Fiscale Partita IVA

3. Codice Fiscale Partita IVA MODULO DI RICHIESTA CONTRIBUTO INFORMAZIONI SUL SOGGETTO RICHIEDENTE 1. Denominazione (per esteso) ed eventuale sigla 2. Sede legale Indirizzo CAP Comune Telefono E-mail Località Provincia Fax 3. Codice

Dettagli

Bando 2015.5 Sport: coesione sociale e stili di vita sani

Bando 2015.5 Sport: coesione sociale e stili di vita sani Bando 2015.5 Sport: coesione sociale e stili di vita sani 1. PROMOTORE E FINALITÀ DEI BANDI 2015 Fondazione Comunitaria Nord Milano Onlus, nella sua qualità di realtà filantropica attiva e attenta alla

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento

Provincia Autonoma di Trento 140 79470 Deliberazioni - Parte 1 - Anno 2012 Provincia Autonoma di Trento DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA PROVINCIALE del 13 aprile 2012, n. 710 Approvazione dei criteri e modalità per il finanziamento dei

Dettagli

1 Bando 2016 SOCIALE

1 Bando 2016 SOCIALE 1 Bando 2016 SOCIALE Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore dell Area Sociale OBIETTIVI DEL BANDO Individuare progetti di utilità sociale nel settore dell assistenza sociale e

Dettagli

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum

Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Statuto dell Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro cinaforum Denominazione Oggetto Sede Art. 1 1. E costituita, ai sensi dell art. 36 c.c., l Associazione culturale denominata Cinaforum. La denominazione

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CAGLIARI ASSESSORATO AL TURISMO AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TURISMO RENDE NOTO CHE l Assessorato al Turismo del Comune di Cagliari accoglie progetti per l organizzazione degli

Dettagli

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO

BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO BANDO IDEE PER LO SVILUPPO E PROMOZIONE TERRITORIALE DEL VOLONTARIATO Supporto per sviluppo Eventi Anno 2016 1 ART.1 OBIETTIVI Il Centro Servizi al Volontariato della provincia di Terni nell ambito delle

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO

REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO REGIONE CAMPANIA AGC 18 SETTORE 02 SPORT, TEMPO LIBERO E SPETTACOLO AVVISO PUBBLICO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINANZIARI PER MANIFESTAZIONI E INTERVENTI CULTURALI DI RILIEVO NAZIONALE, REGIONALE

Dettagli

MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE

MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE MODULO RICHIESTA LIQUIDAZIONE Spett.le Fondazione Cassa di Risparmio di Mirandola Piazza Castello, 23 41037 Mirandola (MO) tel. 0535 / 27954 fax 0535 / 98781 e-mail: info@fondazionecrmir.it, marcella.bertolini@fondazionecrmir.it

Dettagli

(Provincia di Caserta)

(Provincia di Caserta) (Provincia di Caserta) Regolamento comunale per la concessione di contributi ad Enti, Associazioni e Comitati operanti nel campo culturale, della storia, della solidarietà, turistico, sportivo, ricreativo

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2013 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con

Dettagli

COMUNE DI TAVERNERIO. Regolamento delle Associazioni

COMUNE DI TAVERNERIO. Regolamento delle Associazioni COMUNE DI TAVERNERIO Regolamento delle Associazioni Art. 1 - Finalità del regolamento 1. Il Comune di Tavernerio riconosce ed afferma il valore delle libere e autonome Associazioni e degli organismi di

Dettagli

Spazio riservato alla segreteria. Data di ricevimento Protocollo N. pratica DOMANDA PER PROGETTI DI TERZI - ANNO 2015

Spazio riservato alla segreteria. Data di ricevimento Protocollo N. pratica DOMANDA PER PROGETTI DI TERZI - ANNO 2015 Spazio riservato alla segreteria Data di ricevimento Protocollo N. pratica 2015/ Alla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell Aquila Via Salaria Antica Ovest, 8 67100 L AQUILA DOMANDA PER PROGETTI

Dettagli

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS. Con il sostegno di: 9 BANDO ANNO 2015 PRIMA INFANZIA RISORSE A DISPOSIZIONE

FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS. Con il sostegno di: 9 BANDO ANNO 2015 PRIMA INFANZIA RISORSE A DISPOSIZIONE FONDAZIONE PROVINCIALE DELLA COMUNITA COMASCA ONLUS Con il sostegno di: e del Fondo De Orchi per l infanzia e la gioventù 9 BANDO ANNO 2015 DA PRESENTARE ON LINE PRIMA INFANZIA OBIETTIVI DEL BANDO Lavorare

Dettagli

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori

bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori bando per progetti di ricerca scientifica svolti da giovani ricercatori budget complessivo del bando 500.000 euro termine per la presentazione dei progetti 15 luglio 2014 contenuti: A. NORMATIVA DEL BANDO

Dettagli

BANDO 2014. Obiettivi

BANDO 2014. Obiettivi BANDO 2014 Obiettivi La Fondazione persegue esclusivamente fini di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio e, tenuto conto delle risorse disponibili, realizza la propria

Dettagli

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI

BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI BANDO FAMIGLIE INSIEME AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI November 4, 2015 Autore: Centro per le Famiglie (Allegato alla DD n. 2969 del 14/12/2015) SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...2 A. FINALITA...2

Dettagli

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando

FONDAZIONE CARIPLO Modulo Extrabando GUIDA ALLA PRESENTAZIONE 1) Come presentare un progetto al di fuori dei bandi della Fondazione? Per presentare un progetto che non rientra nei bandi della Fondazione Cariplo è necessario: a) compilare

Dettagli

RICHIESTA DI CONTRIBUTO

RICHIESTA DI CONTRIBUTO RICHIESTA DI CONTRIBUTO Spett.le Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto Piazza Febei, 3 05018 - Orvieto (TR) RISERVATO ALLA FONDAZIONE Luogo e data: Ricevuto il Protocollo: DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE

Dettagli

1 Bando 2015 SOCIALE

1 Bando 2015 SOCIALE 1 Bando 2015 SOCIALE Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore dell Area Sociale OBIETTIVI DEL BANDO Individuare progetti di utilità sociale nel settore dell assistenza sociale e

Dettagli

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO

Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO Vice Direzione Generale Servizi Amministrativi e Legali Settore Politiche Giovanili AVVISO PUBBLICO per l individuazione dei beneficiari del prestito d onore relativo all istituzione del Fondo Rotativo

Dettagli

Legale rappresentante e relativa qualifica (es. Presidente, Direttore, etc.):

Legale rappresentante e relativa qualifica (es. Presidente, Direttore, etc.): Spett.le Fondazione CARIGE Via D. Chiossone, 10 16123 GENOVA GE (luogo e data) DATI RIGUARDANTI IL RICHIEDENTE: Il richiedente deve coincidere con il soggetto che sostiene gli oneri per l'iniziativa a

Dettagli

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO?

AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? AVETE PROGETTI PER IL FUTURO? BANDO PER PROGETTI EM BLEM ATICI M INORI BANDO ANNO 2013 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti

Dettagli

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI:

Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: Bando per il sostegno alla realizzazione di congressi, convegni e seminari di approfondimento scientifico CONTENUTI: 1. NORMATIVA DEL BANDO 2. MODULO DI DOMANDA 3. SCHEDA INFORMATIVA ENTE RICHIEDENTE 4.

Dettagli

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma

DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma DIPARTIMENTO IX - DIREZIONE Viale di Villa Pamphili, 100 00152 Roma AVVISO PUBBLICO RISERVATO AI CENTRI ANZIANI DI ROMA E PROVINCIA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER PICCOLI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA

COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI ALBAREDO D ADIGE PROVINCIA DI VERONA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI DIVERSI AD ENTI, ASSOCIAZIONI ED ALTRE FORME ASSOCIATIVE Il Sindaco MENEGAZZI Paolo Silvio L Assessore

Dettagli

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015

REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 ALLEGATO A REGIONE UMBRIA Bando per la presentazione di proposte progettuali a favore dei giovani in attuazione dell intesa politiche giovanili anno 2015 Aggregazione, Protagonismo, Creatività PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT

COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT COMUNE DI BAGHERIA (provincia di PALERMO) Regolamento ENTI NON PROFIT Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 64 del 20 nov. 2014 Articolo 1 Articolo 2 Articolo 3 Articolo 4 Articolo 5 Articolo

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli