PRINCIPATO DI MONACO. A cura di: Ambasciata d'italia - PRINCIPATO DI MONACO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRINCIPATO DI MONACO. A cura di: Ambasciata d'italia - PRINCIPATO DI MONACO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri."

Transcript

1 A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - ICE Camere di Commercio italiane all'estero

2 INDICE PERCHE' Perchè Dati generali Dove investire Cosa veere OUTLOOK POLITICO Politica interna Relazioni internazionali OUTLOOK ECONOMICO Quadro macroeconomico Politica economica Iicatori macroeconomici Tasso di cambio Bilancia commerciale Saldi e riserve internazionali Investimenti - Stock Investimenti - Flussi Barriere tariffarie e non tariffarie COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT Iici di Apertura al commercio internazionale ACCESSO AL CREDITO RISCHI Accesso al credito Rischi politici Rischi economici Rischi operativi RAPPORTI CON L'ITALIA Overview Scambi commerciali Investimenti con l'italia - Stock Investimenti con l'italia - Flussi Flussi turistici

3 PERCHE' PERCHÈ Vetrina sul moo Posizione geografica strategica e ambiente internazionale Rete di affari diversificata ed internazionale Qualità della vita, dei servizi e sicurezza sociale Presenza della comunità italiana Vetrina sul moo Il Principato di Monaco è una realtà cosmopolita, un luogo di incontro e di scambio, spazio globale e crocevia di nazioni. Inserita in un contesto internazionale di altissimo profilo, Monaco rappresenta un luogo ideale per la promozione e il lancio di nuovi prodotti. Posizione geografica strategica e ambiente internazionale dicembre 2014, abitanti. Il Principato di Monaco è, dopo la Citta del Vaticano, il secoo Stato più piccolo al moo. Situato sulla costa del Mar Ligure, 18 chilometri ad est Nizza e 14 km a sud-ovest di Ventimiglia, è molto vicino al confine italiano. La popolazione del Principato conta al 31 Rete di affari diversificata ed internazionale Il Principato di Monaco si caratterizza per la stabilità del suo quadro politico, istituzionale ed economico. La presenza di infrastrutture competitive, le molteplici attività legate alla finanza, una fiscalità leggera, la sicurezza di beni e delle persone, fanno di Monaco oltre che uno dei principali centri finanziari globali, una piattaforma strategica per un insediamento in Europa. Qualità della vita, dei servizi e sicurezza sociale Il Principato di Monaco è in grado offrire servizi pubblici e sanitari eccellenti, sicurezza interna e protezione civile, elementi che determinano una qualità della vita molto alta. Presenza della comunità italiana La presenza dell'italia e dell'italianità, è di forte impatto e rappresenta una speciale unicità. La comunità italiana residente nel Principato gode di grae prestigio ed è pienamente inserita nel contesto socio-economico. Molto diffusa è la conoscenza della lingua e della cultura italiana, fattori che reono il Principato un luogo particolarmente attraente per gli operatori italiani. Ultimo aggiornamento: 29/05/2015 DATI GENERALI Forma di stato Superficie Lingua Religione Moneta Monarchia costituzionale 1,97 km² francese, monegasco cattolica euro Ultimo aggiornamento: 28/05/2015 1

4 DOVE INVESTIRE Attività immobiliari Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli Prodotti chimici Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici Attività immobiliari Investire nel mercato immobiliare del Principato di Monaco è da decenni considerato un interessante impiego del capitale, sia come investimento in generale, che come utilizzo del bene immobiliare ad uso residenza o secoa abitazione. Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Il Principato di Monaco rappresenta la terza piazza dello shipping internazionale,dopo Lora e New York. Ad oggi sono presenti circa 30 società del settore, di cui il 40% italiane, con un incidenza del 5% circa sull'intero giro d'affari. Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli Le attività di import/expor nel settore alimentare, in particolare biologico, sono molto sviluppate. Monaco rappresenta un importante mercato di snodo verso i mercati internazionali. Prodotti chimici Il settore chimico è uno dei principali settori del tessuto produttivo monegasco. Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici Il settore farmaceutico, soprattutto dell'omeopatia, è molto sviluppato. Ultimo aggiornamento: 29/05/2015 2

5 COSA VENDERE Costruzioni Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) Prodotti alimentari Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi Costruzioni Il Principato di Monaco sta attuao nel corso di questi ultimi anni un vasto piano di riqualificazione urbanistica. Numerosi sono i progetti e le nuove costruzioni in corso di realizzazione, realizzati con materiali e forniture italiane di altissima qualità, come marmi, ardesie, laterizi, ceramiche, piastrelle, vetri, mobilio e arredamenti d interni. Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) La piazza di Monaco rappresenta un' importante opportunità per il Sistema Italia per quanto riguarda la veita di yacht e imbarcazioni di lusso. Il "Monaco Yacht Show", salone internazionale dedicato alla nautica da diporto di lusso, ospita ogni anno a settembre espositori italiani di altissimo livello. Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) Il Principato di Monaco attribuisce grae importanza al settore della moda. Sono presenti i piu' grai marchi della moda italiana (Fei, Ferragamo, Prada, Gucci, Valentino etc.). Particolarmente apprezzata l' haute couture, la profumeria e la gioielleria. Nel cuore della città si trova il famoso Cercle d Or, che accoglie eleganti boutiques di lusso. Dalle stradine della città vecchia, dove i negozi espongono i loro oggetti-ricordo tipici, alle gallerie del Métropole, delle Allées Lumières, o del Centro Commerciale di Fontvieille, con le loro vetrine di prêt-à-porter, decorazione, pelletteria, articoli regalo. Prodotti alimentari L'agroalimentare rappresenta una grae opportunità per le aziee del settore. Monaco è conosciuta per essere una vetrina internazionale, una piattaforma internazionale per il lancio di prodotti sui mercati internazionali. Particolarmente apprezzati nel Principato sono gli eventi di promozione enogastronomica. Grae interesse riscuotono inoltre anche i prodotti biologici e artigianali di qualità. Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi Si tratta di una delle principali voci delle importazioni monegasche, che riguarda componentisca e forniture per autoveicoli. L'Italia è uno dei Paesi leader nella produzione di autoveicoli. Ultimo aggiornamento: 28/05/2015 3

6 OUTLOOK POLITICO POLITICA INTERNA Il potere legislativo viene esercitato dal Consiglio Nazionale, che legifera in accordo con il Principe Sovrano, il quale, a sua volta, esercita il potere esecutivo nominao direttamente il Ministre d État e i Conseillers de Gouvernement. La revisione degli Accordi bilaterali con la Francia avvenuta nel novembre 2005 ha causato profoe ripercussioni sul piano politico interno. Obiettivo di tali modifiche, quello di riaffermare l iipeenza e la piena sovranità del Principato, nonché di adeguare il sistema costituzionale agli staard del Consiglio d Europa. La più rilevante delle modifiche costituzionali è stata quella relativa alla successione al trono, prevista per via collaterale, affinchè il Principato potesse mantenere la propria autonomia e il proprio Stato. All Assemblea sono stati conferiti nuovi poteri in materia di politica estera e di iniziativa legislativa, prima riservata solo al Governo. La dialettica tra le componenti politiche del Conseil National (UPM, REM, UNAM) si mantiene in equilibrio in un gioco di ruoli tra soggetti schierati su posizioni abbastanza tradizionaliste, con sfumate differenze, con l importante riferimento comune, costituito dalla fedeltà al Principe. Negli ultimi anni si sono registrati segnali di risveglio nel dibattito politico con momenti di confronto tra le varie componenti istituzionali. Occorre rilevare inoltre che dall ascesa al trono del Principe Alberto II, si è registrato un progressivo ringiovanimento della classe politica e dirigenziale ed un graduale passaggio degli incarichi istituzionali di rilievo ai monegaschi. Monaco intrattiene relazioni diplomatiche con 121 Paesi e vari organismi internazionali. Dal 2 gennaio 2006, a seguito agli accordi franco-monegaschi, vengono elevati ad Ambasciate, gli allora Consolati Generali d Italia e Francia. Ultimo aggiornamento: 22/05/2015 RELAZIONI INTERNAZIONALI Il 18 marzo 2015 si è tenuta a Bruxelles la cerimonia di apertura dei negoziati con i tre Ministri degli Esteri di Aorra, San Marino e Monaco, per la conclusione di uno o piu accordi di Associazione con l'unione Europea. Questa tappa è frutto di un lungo percorso iniziato nel 2009 con il Trattato di Lisbona, che all art.8 invitava l Unione Europea a rinforzare i legami con i Paesi terzi dell UE. Con la definizione di uno o più accordi, sarà garantita la partecipazione dei tre microstati al mercato unico e le restrizioni che oggi limitano il loro agire nei più diversi settori saranno ridimensionate. Il rafforzamento dei legami economici con i tre Paesi potrebbe avere un ruolo determinante nella ripresa economica sostenibile in Europa nell ambito della Strategia Europa 2020, soprattutto in termini di crescita d impiego, scambi commerciali e investimenti nelle regioni della UE limitrofe a questi paesi. La politica estera del Principato è largamente ispirata alle strette ed articolate relazioni con la Francia, regolate da specifici accordi, che concernono le questioni politiche e le relazioni economico-finanziarie. Il Principato di Monaco è allineato sulle posizioni dell Unione Europea e l acquis comunitario costituisce il suo principale riferimento legislativo. Membro ONU dal 28 maggio del 1993, Monaco è impegnata nel raggiungimento degli obiettivi del millennio per lo sviluppo. La partecipazione a numerose conferenze internazionali, l'adesione ai molteplici organismi internazionali, in particolare quelli intergovernativi di cooperazione scientifica e tecnologica, nonché agenzie specializzate dell'onu (UIT, OMS,UNESCO,UPU,AIEA,OMPI, OACI, OMI,OIAC,OMM,CTBTO,OMT E FAO), e la firma di molte convenzioni bilaterali reono sempre piu' importante la presenza di Monaco a livello internazionale. L'azione del Principato è orientata principalmente verso i Paesi del Mediterraneo, il settore della cooperazione allo sviluppo con progetti prioritari in Africa, le politiche a tutela dell ambiente, degli oceani e a tutela delle specie protette, nonché gli eventi legati allo sport internazionale. Ultimo aggiornamento: 26/05/2015 4

7 OUTLOOK ECONOMICO QUADRO MACROECONOMICO Le ridotte dimensioni del territorio e la collocazione all interno dell area doganale francese non fanno rientrare il Principato di Monaco negli ordinari parametri economici, molti dei quali non sono pertanto rilevabili. Secoo i dati pubblicati dall IMSEE[1] a gennaio 2015, nel 2013 il prodotto interno lordo monegasco è salito al 9,3%, in forte ripresa rispetto al 2012, anno in cui aveva raggiunto l 1,2%. Il reddito pro-capite nominale per dipeente è salito a euro, con un aumento del 6,8% rispetto al Quanto al 2014, gli ultimi disponibili, evidenziano nel complesso il buon aamento dell economia monegasca, attualmente in una delicata fase di trasformazione, soprattutto per quanto riguarda il settore iustriale. E' importante notare che Monaco, nonostante sia un piccolo stato, rappresenta il bacino d impiego più dinamico del sud dell Europa, con circa imprese. A tale proposito sarà determinante il negoziato già avviato, per la conclusione di un possibile accordo di Associazione con l'unione Europea, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti di carattere economico-commerciale. Tra i settori in crescita figurano quello dell' occupazione, il commercio con l estero e il settore immobiliare, a fronte di un calo registrato nel settore turistico e del commercio all ingrosso. Il fatturato complessivo delle imprese, escluse le attività finanziarie e assicurative, vede comunque al primo posto il commercio all ingrosso, seguito dal commercio al dettaglio, dalle attività tecniche e scientifiche e servizi amministrativi. Tra i settori in maggiore difficoltà figurano le costruzioni (-21,4%) e l iustria (- 9,9%). In particolare il settore dell occupazione ha mostrato una crescita del 3,8%, con posti di lavoro in piu a fine 2014, distribuiti prevalentemente nel settore delle attività tecniche e scientifiche e servizi amministrativi. [1] Institute Monégasque de la Statistique et des Études Économiques Ultimo aggiornamento: 04/06/2015 POLITICA ECONOMICA L economia di Monaco ha subito innovazioni strutturali, con profoe modifiche a livello di ordinamento legislativo, tali da reere il Principato un polo bancario e finanziario riconosciuto a livello internazionale. Il principio generale della fiscalità monegasca è l assenza di imposizione diretta per i redditi delle persone fisiche monegasche e per i residenti nel Principato, ad eccezione dei cittadini francesi. Monaco dispone di una fiscalité douce, articolata su diversi tipi di tassazioni, tra cui l imposta sugli utili (ISB) del 33,33% a carico delle imprese che esercitano un'attività iustriale o commerciale e che realizzano più del 25% del loro fatturato al di fuori di Monaco, i diritti di registro, e l'imposta sul Valore Aggiunto (TVA), con aliquote corrispoenti a quelle francesi. Da lato dei conti pubblici, occorre segnalare che grazie all'adozione da parte del Governo monegasco di efficaci politiche economiche, a fine 2014 le entrate statali sono state pari a 1.114,4 milioni di euro, con un incremento del 17,6% rispetto all'anno precedente. Tali proventi sono derivati dall'iva, dai diritti per le transazioni immobiliari, dai monopoli, dai dividei di Monaco Telecom e dal lavoro delle società che contribuiscono alla crescita del Paese. Si rileva che negli ultimi tre anni, il Governo monegasco ha applicato una severa politica di tagli alle spese, senza ridurre pero in alcun modo gli investimenti per la realizzazione di progetti, parcheggi, nuovi appartamenti, infrastrutture, etc. Il Principato inoltre non ha debito sovrano e può contare su un Foo Costituzionale di Riserva (FRC), costituitosi grazie alle eccedenze di bilancio accumulatesi dal secoo dopoguerra. Cospicui introiti provengono allo Stato anche dall'attività del Casinò (di proprietà dello stesso dal 1967), dalle emissioni filateliche e dalle concessioni riguardanti l'emittente radiotelevisiva locale. La presenza dello stato nell economia si concretizza attraverso la proprietà dell aziea semi-pubblica Société des Bains de Mer (SBM), che detiene la maggior parte degli alberghi del Principato, del Casinò, del Teatro dell'opera e dei circoli più eleganti nonché le rilevanti proprietà del Tesoro e della Casa del Principe, composte da immobili e partecipazioni azionarie in importanti istituti finanziari monegaschi e non. Anche lo Yacht Club di Monaco è a partecipazione statale.occorre segnalare gli importanti progressi compiuti da Monaco nel processo di attuazione degli staard internazionali in materia di trasparenza fiscale. A tale riguardo di segnala che il Principato di Monaco ha firmato il 13 ottobre 2014 la Convenzione multilaterale sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale dell'o.c.s.e. L accordo, che prevede tutte le forme di reciproca assistenza intergovernativa in materia tributaria, dallo scambio di informazioni, alle verifiche fiscali all'estero, fino alla riscossione delle tasse, rafforza maggiormente la collaborazione internazionale in materia fiscale. Da notare che il sistema bancario monegasco ha accelerato il processo di autoregolamentazione e controllo dei conti privati, finalizzato ad incrementare la trasparenza del settore bancario nella sua totalità. Monaco, che ha già sottoscritto 32 accordi bilaterali in materia di scambio di informazioni fiscali, partecipa inoltre, da numerosi anni, ai vari organismi internazionali in materia di trasparenza fiscale e di lotta contro il riciclaggio, finanziamento del terrorismo e lotta alla corruzione, come il Global Tax Forum dell'ocse, il Gafi, il Moneyval e la Greco. Il Principato si è dotato altresi' di una cellula d'informazione finanziaria (S.I.C.C.FIN), ossia un Servizio d'informazione e controllo sui circuiti finanziari. Il settore bancario e finanziario si basa sull'attività di circa 40 banche a 50 società di gestione, con un totale di risorse gestite pari a circa 100 miliardi di euro. Gli Istituti di credito monegaschi, sono principalmente filiali e agenzie di grai gruppi bancari internazionali, mentre le società di gestione si sono sviluppate maggiormente a seguito dell'arrivo dei gestori di hedge fus o di imprese specializzate in transazioni borsistiche. L'intera attività bancaria è sotto il controllo della Banque de France. 5

8 Ultimo aggiornamento: 20/05/2015 6

9 INDICATORI MACROECONOMICI PIL Nominale (mln ) Variazione del PIL reale (%) 3,23 6,6 1,2 9,3 Popolazione (mln) 0,04 Inflazione (%) 1,5 1,9 Variazione del volume delle importazioni di beni e servizi (%) 37,4 Fonte: Fonte: IMSEE 2014: Reddito per impiegato a prezzi correnti: euro ; Popolazione al = (censimento 2008) Ultimo aggiornamento: 20/05/2015 TASSO DI CAMBIO Controlla il cambio giornaliero sul sito di Banca d'italia 7

10 BILANCIA COMMERCIALE EXPORT Export Previsioni di crescita 2015 Previsioni di crescita 2016 Totale 695,6 mln ,3 mln ,6 mln. % % PRINCIPALI DESTINATARI 2012 (mln. ) 2013 (mln. ) 2014 (mln. ) ITALIA 82,9 ITALIA 135,5 SVIZZERA 185,2 REGNO UNITO 58 GERMANIA 122 ITALIA 106,4 GERMANIA 51,3 SVIZZERA 112,2 GERMANIA 105,2 Italia Position: Italia Position: Italia Position: 8

11 IMPORT Import Previsioni di crescita 2015 Previsioni di crescita 2016 Totale 760,8 mln ,8 mln ,8 mln. % % PRINCIPALI FORNITORI 2012 (mln. ) 2013 (mln. ) 2014 (mln. ) ITALIA 212,2 ITALIA 278 ITALIA 291,3 CINA 85,4 REGNO UNITO 124,9 REGNO UNITO 127,9 REGNO UNITO 77 CINA 75,4 GERMANIA 66 Italia Posizione: Italia Posizione: Italia Posizione: OSSERVAZIONI Il commercio estero rappresenta un settore chiave per il Principato di Monaco, che rientra nel territorio doganale comunitario dal 1968, a seguito alla Convenzione Doganale sottoscritta nel 1963 tra il Principato stesso e la Francia.Le autorità francesi sono responsabili dei controlli doganali e dello sdoganamento, nonché della riscossione dei dazi doganali per conto di Monaco, che fa riferimento al diritto doganale dell'unione Europea. Nel caso di scambi commerciali tra Monaco e gli Stati membri dell Unione Europea non sono previste dichiarazioni doganali. L IVA, che viene riscossa a Monaco corrispoe alla stessa aliquota prevista nel territorio francese: esiste un unico conto su cui confluisce l IVA riscossa in Francia e a Monaco (Regime IVA Europeo). Le merci beneficiano della libera circolazione delle merci all'interno dell'ue. Dopo l ottima performance registrata nel 2013, è proseguito anche nel 2014 il tre di crescita del commercio estero monegasco. In particolare secoo gli ultimi dati provvisori diffusi dall IMSEE, le esportazioni hanno raggiunto nel 2014 quota 1.141,6 milioni di euro, faceo registrare un incremento del 3,9% rispetto all anno precedente, a differenza delle importazioni che sono ammontate a 1.061,8 milioni di euro, con un calo del 2,7%. Il surplus della bilancia commerciale è passato da 13,5 a 79 milioni di euro. L Unione Europea si conferma il primo partner commerciale di Monaco, con il 54% degli scambi commerciali complessivi, e un saldo commerciale negativo di 27 milioni di euro. Nel 2014 i primi tre partner commerciali di Monaco sono stati: l Italia, la Svizzera e il Regno Unito. I primi tre Paesi fornitori sono risultati: Italia, Regno Unito, e Germania, mentre i primi tre Paesi acquirenti sono stati Svizzera, Italia e Germania. A dominare l export monegasco, prodotti iustriali, apparati elettrici, elettronici e informatici, materiali per il trasporto, e prodotti alimentari, bevae e tabacco, mentre le importazioni riguardano prodotti iustriali, materiali per il trasporto, apparati elettrici, elettronici e informatici, prodotti alimentari, bevae e tabacco. 9

12 SALDI E RISERVE INTERNAZIONALI Saldo commerciale (Exp. - Imp.) (mln. ) 12,05 Fonte: Elaborazioni Ambasciata d'italia su dati EIU Ultimo aggiornamento: 21/02/

13 INVESTIMENTI - STOCK 11

14 OSSERVAZIONI 12

15 INVESTIMENTI - FLUSSI 13

16 OSSERVAZIONI 14

17 BARRIERE TARIFFARIE E NON TARIFFARIE Market Access Database della Commissione Europea 15

18 INDICI DI APERTURA AL COMMERCIO INTERNAZIONALE COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT Valore (%) Valore (%) Peso % del commercio sul PIL 28,3 28,1 Fonte: Elaborazioni Ambasciata italiana nel Principato di Monaco Ultimo aggiornamento: 07/03/

19 ACCESSO AL CREDITO ACCESSO AL CREDITO Non ci sono osservazioni da formulare sull'argomento Ultimo aggiornamento: 20/05/

20 RISCHI RISCHI POLITICI Non si evidenziano particolari rischi politici Non si evidenziano particolari rischi politici Ultimo aggiornamento: 19/04/

21 RISCHI ECONOMICI Non si evidenziano particolari rischi economici Non si evidenziano particolari rischi economici Ultimo aggiornamento: 19/04/2013 RISCHI OPERATIVI Non si evidenziano particolari rischi operativi Non si evidenziano particolari rischi operativi Ultimo aggiornamento: 19/04/

22 RAPPORTI CON L'ITALIA OVERVIEW Le relazioni commerciali bilaterali sono intense. Monaco rappresenta un mercato di snodo foamentale dei prodotti italiani sui mercati internazionali. Punto di forza dell Italia nel Principato di Monaco è la comunità Italiana residente, che gode di grae prestigio ed è pienamente inserita nel settore istituzionale, sociale, culturale ed economico. L Italia si conferma nel 2014 il primo partner commerciale di Monaco, seguita da Svizzera e Regno Unito. Una parte consistente dell export italiano si concentra in particolare nei settori della cantieristica navale (nautica da diporto), enogastronomia, design, innovazione tecnologica e del lusso. Numerose sono le aziee italiane che operano nel tessuto economico monegasco. Al 16 aprile 2015 risultavano iscritte nel Registro delle imprese di Monaco società gestite da italiani, di cui 546 S.r.L. (fonte IMSEE), attive prevalentemente nei settori: farmaceutico, alberghiero, ristorazione, immobiliare, costruzione, cantieristica navale, servizi di intermediazione e trading internazionale, enogastronomia, sport, design, moda, arte e automobilismo. Tra queste si segnala: il Gruppo Es-Ko (progetti di cooperazione, logistica, fornitura equipaggiamenti e approvvigionamenti alimentari, assistenza a forze di pace, strutture e contingenti ONU e NATO), il Gruppo Ferrero (settore dolciario) presente a Monaco con la Soremartec (ricerca) la Silversea Cruises (crociere di lusso), il Gruppo Marzocco e la ENGECO (costruzione) il Gruppo Giraudi, (distribuzione carne e ristorazione), la Frimo (alimentare), Risso&Cambiaso, la V Ships, e la D Amico Ship (marittimo), le Assicurazioni Generali (assicurativo). Quanto al settore bancario, si registra la presenza di alcuni istituti connessi al sistema italiano, che operano sia direttamente, che tramite partecipazioni in istituzioni finanziarie di diritto monegasco. Tra queste la Compagnie Monégasque de Banque (CMB) (Mediobanca), foata nel 1976 su iniziativa della Banca Commerciale Italiana, la Banca Martin Maurel Sella, e la Banca Popolare di Sorio. Ultimo aggiornamento: 21/05/

23 SCAMBI COMMERCIALI EXPORT ITALIANO VERSO IL PAESE: Export italiano verso il paese: Totale 212,2 mln. 278 mln. 291,3 mln. mln. mln. 21

24 IMPORT ITALIANO DAL PAESE: Import italiano dal paese: Totale 82,9 mln. 135,5 mln. 106,4 mln. mln. mln. OSSERVAZIONI Nel 2014 l'italia si riconferma il primo partner commerciale di Monaco, seguita da Svizzera e Regno Unito, primo Paese fornitore e secoo Paese acquirente. L'ammontare dell''interscambio commerciale è stato pari a 397,7 milioni di euro. In particolare le esportazioni (+ 4,7% rispetto al 2013) e le importazioni i(-21,5% rispetto al 2013) sono ammontate rispettivamente a 291,3 (27,4% del totale) e 106,4 milioni di euro (9,3% del totale). Nel 2014 l Italia ha esportato nel Principato di Monaco principalmente: - prodotti tessili, articoli di abbigliamento, cuoio e calzature; - materiali trasporto (componentistica e materiali autoveicoli, navi e imbarcazioni); - prodotti in gomma, plastica e altri prodotti minerali non metallici; - cibo, bevae e prodotti a base di tabacco; - manufatti vari. Nel 2014 l Italia ha importato dal Principato di Monaco principalmente: - materiali trasporto (componentistica e materiali autoveicoli); - prodotti dell iustria chimica; - prodotti agricoli, della pesca e silvicoltura; - cibo, bevae e tabacco; - prodotti tessili, abbigliamento e cuoio e calzature; - prodotti informatici, elettronici e ottici; - manufatti vari 22

25 INVESTIMENTI CON L'ITALIA - STOCK 23

26 OSSERVAZIONI 24

27 INVESTIMENTI CON L'ITALIA - FLUSSI 25

28 OSSERVAZIONI 26

29 FLUSSI TURISTICI Il turismo è uno dei comparti trainanti dell'economia monegasca. Secoo gli ultimi dati ad oggi disponibili è cresciuto il numero dei turisti francesi (+17,89%), inglesi (+11,96%), italiani (+11,30%), americani (+10,01%), russi (+7,22%), tedeschi (5,31%) e svizzeri (4,15%). Buoni risultati anche per quanto riguarda il turismo d'affari, in virtu' dei numerosi convegni e conferenze internazionali, che si svolgono abitualmente nel Principato nel corso dell'anno. Tali eventi hanno comportato un sensibile aumento dei pernottamenti alberghieri in particolare tra giugno e settembre 2013, mesi in cui sono stati organizzati gli eventi Oréal, IMB, Ernst & Young, Fu Forum, Festival Internazionale della Televisione, Monaco Yatch Show, etc.. In tale periodo il settore alberghiero ha registrato una crescita del 7%, in linea con il tre positivo registrato nel 2011 (+4%), nel 2012 (+3,8%) e nel 2013 (+2,9%). In forte ascesa anche il turismo da crociera di livello premium e lusso (+96%). Nel 2013 il settore alberghiero ha registrato una crescita complessiva del 64,54% rispetto all'anno precedente. Non sono disponibili dati statistici sul flusso turistico outgoing. Occorre comunque rilevare la forte propensione a visitare il nostro Paese, in costante aumento grazie, oltre che alla vicinanza geografica, storica e culturale tra i due Paesi, anche ai numerosi eventi di promozione dell'italia, dedicati principalmente all'enogastronomia, alla moda e alla cultura, organizzati nel corso dell'anno, dall'ambasciata d'italia e dall'associazione Impreitori Italiani di Monaco, tra cui il "Montecarlo Food a Wine Festival", le degustazioni enogastronomiche promosse da Regioni italiane e le numerose iniziative inserite nell'ambito del Mese della Cultura e Lingua italiana, evento giunto alla sua IV Edizione. Ad accrescere l'interesse verso il nostro Paese anche altri eventi organizzati nel Principato, tra cui il Monaco Yatch Show, il Salone del Lusso e quello della Gastronomia, occasioni a cui partecipano aziee italiane esponeo l'eccellenza del "Made in Italy". Nel 2015 l'apertura dell' Expo di Milano rappresenterà un' importante occasione per richiamare in Italia flussi turistici provenienti dal Principato. Ultimo aggiornamento: 01/04/

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

SRI LANKA. A cura di: Ambasciata d'italia - SRI LANKA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

SRI LANKA. A cura di: Ambasciata d'italia - SRI LANKA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

Introduzione 10 INTRODUZIONE

Introduzione 10 INTRODUZIONE Introduzione Il Rapporto 2002 sull Economia romana consente di trarre qualche considerazione positiva sull andamento del sistema produttivo e del tessuto sociale dell area romana. Come si vedrà, da questa

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI

INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI INTERNAZIONALIZZAZIONE: Opportunità di crescita per le PMI Mercoledì 18 marzo 2015, ore 17.00 Camera di Commercio, Sala Arancio, Via Tonale 28/30 - Lecco Materiale a cura di: Direzione Studi e Ricerche,

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS

Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Quadro di riferimento Il mercato elvetico, il Made in Italy e la CCIS Tendenze primo semestre 2012 L economia svizzera è una delle più ricche e solide dell Occidente, fortemente orientata ai servizi ed

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VANNUCCI, BERSANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2113 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VANNUCCI, BERSANI Agevolazioni per l arredo della prima casa di abitazione e dell ufficio,

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

IRLANDA. A cura di: Ambasciata d'italia - IRLANDA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

IRLANDA. A cura di: Ambasciata d'italia - IRLANDA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005

Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 25 Ottobre 2006 Investimenti fissi lordi per branca proprietaria, stock di capitale e ammortamenti Anni 1970-2005 L Istat rende disponibili le serie storiche degli investimenti per branca proprietaria

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane

Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Il mercato dell olio di oliva in Russia Analisi delle opportunità commerciali per le imprese italiane Roberto Cassanelli - Responsabile Commerciale Corporate Nord Est Verona, 8 aprile 2013 INDICE IL QUADRO

Dettagli

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo LE ESPORTAZIONI ITALIANE A LIVELLO TERRITORIALE Nel corso dei primi nove mesi del 2015, l 80% delle regioni italiane ha conosciuto incrementi su base tendenziale delle proprie esportazioni. % 150 130 110

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Fondazione Edison - Symbola I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Intervento di Marco Fortis (vice presidente Fondazione Edison) Assolombarda, 7 ottobre 2009 Bilancia commerciale di alcuni Paesi

Dettagli

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5.

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5. 1. Orientamento alle esportazioni Oggi il Cile detiene il primato mondiale per quanto riguarda la rete di trattati di libero scambio commerciale: oltre venti accordi sottoscritti con sessanta paesi, e

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

LUSSEMBURGO. A cura di: Ambasciata d'italia - LUSSEMBURGO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

LUSSEMBURGO. A cura di: Ambasciata d'italia - LUSSEMBURGO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

SAN MARINO. A cura di: Ambasciata d'italia - SAN MARINO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

SAN MARINO. A cura di: Ambasciata d'italia - SAN MARINO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005

La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 7 ottobre 2005 La Ricerca e Sviluppo in Italia nel periodo 2003-2005 L Istat presenta i principali risultati delle rilevazioni sulla Ricerca e Sviluppo intra-muros 1 (R&S) in Italia, riferiti alle imprese,

Dettagli

COMMERCIO CON L ESTERO

COMMERCIO CON L ESTERO 17 novembre 014 Settembre 014 COMMERCIO CON L ESTERO Rispetto al mese precedente, a settembre 014 si rileva un aumento sia delle esportazioni (+1,5%) sia delle importazioni (+1,6%). L aumento congiunturale

Dettagli

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI

LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI Aggiornamento del 29 maggio 2015 I CONTENUTI IL SISTEMA ECONOMICO LA FINANZA PUBBLICA LA SANITA IL SISTEMA ECONOMICO LA CASSETTA DEGLI ATTREZZI IL PIL PIL: DINAMICA E PREVISIONI NEI PRINCIPALI PAESI UE

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA

AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA AUTUNNO 2015: ESPORTARE DI PIÙ E MEGLIO OPPORTUNITÀ SVIZZERA Perché scegliere il mercato svizzero? Primo fruitore pro-capite al Mondo di Made in Italy La Svizzera è per le esportazioni italiane uno dei

Dettagli

Private Banking e Fondi Immobiliari

Private Banking e Fondi Immobiliari 0 Private Banking e Fondi Immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari Il mercato dei fondi immobiliari nel mondo e in Europa Nel 2005 il portafoglio dei gestori professionali ha superato gli 800 mld di

Dettagli

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio

Roma 20 maggio 2015 ore 10.30. Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio Roma 20 maggio 2015 ore 10.30 Camera dei deputati Sala della Regina Piazza di Montecitorio La domanda estera sostiene l economia PIL E COMPONENTI DELLA DOMANDA IN ITALIA Variazioni congiunturali percentuali

Dettagli

L Area MEDA IL Caso TUNISIA

L Area MEDA IL Caso TUNISIA L Area MEDA IL Caso TUNISIA Ing.Enrico Ottolini Esperto settoriale Progetto 5 Technopoli tunisine Università Insubria 18 dicembre 2006 I dati di base Superficie 162 155 Km2 ( ca. metà dell Italia) Popolazione

Dettagli

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

Approfondimenti: Provincia di Cuneo

Approfondimenti: Provincia di Cuneo Approfondimenti: Provincia di Cuneo Premessa Contesto e attività/1 Nel generale contesto di crisi che ha continuato a caratterizzare il sistema economico italiano nel 2013 i dati relativi al Piemonte hanno

Dettagli

UNIONCAMERE MARCHE Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura delle Marche

UNIONCAMERE MARCHE Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura delle Marche UNIONCAMERE MARCHE Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura delle Marche PROGETTO BRIDGE Incontro con gli operatori della filiera marittima anconetana Ancona, venerdì

Dettagli

Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010

Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010 Rapporti Economici fra la Repubblica di Cuba e la Repubblica Italiana. Giugno 2010 La Repubblica di Cuba è un arcipelago formato da più di 1.600 isole e isolotti; la maggiore è Cuba, seguita per estensione

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini

L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera. Elisabetta Tondini L Umbria tra terziarizzazione e presenza manifatturiera Elisabetta Tondini Procede anche in Umbria il processo di terziarizzazione. Dai dati strutturali alcuni segnali di cambiamento Il percorso Sul rapporto

Dettagli

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing

PartnerWorld. Straordinarie possibilità di crescita con. IBM Global Financing. Servizi finanziari per i Business Partner IBM. IBM Global Financing PartnerWorld IBM Global Financing Straordinarie possibilità di crescita con IBM Global Financing Servizi finanziari per i Business Partner IBM ibm.com/partnerworld Accesso diretto a un avanzato servizio

Dettagli

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI A seguito della crisi politico-militare con l Ucraina, le sanzioni economiche introdotte nel 2014 dall Unione europea nei confronti della Russia e le reazioni

Dettagli

Presentazione del Rapporto

Presentazione del Rapporto Presentazione del Rapporto Cremona, 5 giugno 5 L economia della Lombardia Paola Rossi Banca d Italia Sede di Milano Divisione Analisi e Ricerca economica territoriale Camera di Commercio di Cremona L economia

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners

S t ud io M a rt el li Ulissi & Partners Studio Martelli Ulissi & Partners Il Kazakhstan conseguita l indipendenza dall'unione Sovietica e terminato il periodo di transizione con la ristrutturazione organizzativa, economica e legislativa ha dato

Dettagli

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita

Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita Gli investimenti diretti esteri in entrata e in uscita A cura del Centro Studi Confindustria Toscana Qualche dato generale Gli investimenti diretti dall estero in Italia Secondo i dati dell Ufficio Italiano

Dettagli

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita

L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita L industria immobiliare italiana 2012: opportunità per la crescita GUALTIERO TAMBURINI ASSEMBLEA ANNUALE FEDERIMMOBILIARE ROMA, 18 GENNAIO 2012 Il quadro macroeconomico PIL ed occupazione (variazioni %

Dettagli

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII

Relazione Annuale - Appendice. Roma, 31 maggio 2007. anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO. esercizio CXIII Relazione Annuale - Roma, 31 maggio 2007 anno 2006 CENTOTREDICESIMO ESERCIZIO esercizio CXIII Relazione Annuale - Presentata all Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno 2006 - centotredicesimo esercizio

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione 05 Prezzi 983-1100 Indice dei prezzi alla produzione e all importazione Neuchâtel, 2011 Che cos è l indice dei prezzi alla produzione e all importazione? L indice dei prezzi alla produzione (IPP) misura

Dettagli

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese

Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese II Conferenza regionale sul credito e la finanza per lo sviluppo Le iniziative del settore bancario a favore della patrimonializzazione delle imprese David Sabatini Resp. Ufficio Finanza Il sistema industriale

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

SCHEDA DI SETTORE ABBIGLIAMENTO INTIMO. 2013 Primi 9 mesi

SCHEDA DI SETTORE ABBIGLIAMENTO INTIMO. 2013 Primi 9 mesi SCHEDA DI SETTORE ABBIGLIAMENTO INTIMO Primi IL MERCATO A livello mondiale il mercato dell abbigliamento intimo vale circa 50 miliardi di euro e i principali Paesi consumatori sono l Europa e gli Stati

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali

Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Prospettive del settore farmaceutico: riflessi economici ed occupazionali Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria 52 Simposio AFI -1 giugno 2012 La farmaceutica è la prima industria hi-tech per

Dettagli

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI

RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI RAFFORZATE SOLIDITA PATRIMONIALE E LIQUIDITA ; LA GESTIONE OPERATIVA TRAINA LA REDDITIVITA (+23%): UTILE NETTO 2013: 150 MILIONI In un contesto ancora debole, il esprime una redditività in crescita continuando

Dettagli

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO

I DATI SIGNIFICATIVI IL CONTO TECNICO L ASSICURAZIONE ITALIANA Continua a crescere ad un tasso elevato la raccolta premi complessiva, in particolare nelle assicurazioni vita. L esercizio si chiude in utile soprattutto grazie alla gestione

Dettagli

Cassa depositi e prestiti

Cassa depositi e prestiti Cassa depositi e prestiti Il Gruppo Cassa depositi e prestiti opera a sostegno della crescita del Paese ed impiega le sue risorse, prevalentemente raccolte attraverso il Risparmio Postale (Buoni fruttiferi

Dettagli

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione

L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Dies Academicus 2014-2015 in occasione del trentennale della sede di Cremona e della SMEA Lectio L agro-alimentare italiano e la sfida dell internazionalizzazione Prof. SMEA, Alta scuola in economia agro-alimentare

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Andamento delle attività economiche Sedi di imprese e localizzazioni

Dettagli

BIELORUSSIA 81/100 70/100 81/100 53/100 81/100 71/100. Contesto Politico. Esproprio e violazioni contrattuali. Mancato pagamento controparte sovrana

BIELORUSSIA 81/100 70/100 81/100 53/100 81/100 71/100. Contesto Politico. Esproprio e violazioni contrattuali. Mancato pagamento controparte sovrana BIELORUSSIA Capitale Minsk Popolazione (milioni) 9,34 81/100 70/100 81/100 PIL nominale (miliardi USD PPP) 150,42 Mancato pagamento controparte sovrana Esproprio e violazioni contrattuali Mancato pagamento

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia La farmaceutica è un patrimonio manifatturiero che il Paese non può perdere La farmaceutica e il suo indotto 174 fabbriche 62.300 addetti

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007

Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE. Luglio 2008. Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Osservatorio regionale sul Leasing 2007 Luglio 2008 Sardegna ANDAMENTO DELL ECONOMIA REGIONALE L economia regionale ha registrato nel 2007 una crescita a ritmo sostenuto, pari al 4.2% valutato a prezzi

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, l intero Paese Logiche d intervento nell utilizzo dei Fondi Strutturali: Adattamento ed evoluzione. Pasquale D Alessandro DG REGIO Unità G3: Italia

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Istituto nazionale per il Commercio Estero INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi * * * * * Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Vigevano, 22 aprile 2008 Esportazioni indiane

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Commercio Estero Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 4 COMMERCIO ESTERO La Russia svolge un ruolo importantissimo nel commercio mondiale. Da un lato, esporta materie

Dettagli

REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE)

REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE) REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE) A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero

Dettagli

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE

Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Aiutare le popolazioni povere delle aree rurali a sconfiggere la povertà L IFAD IN BREVE Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO POSIZIONE GEOGRAFICA DELL AEROPORTO MilanO 440 Km Venezia 380 Km Bologna 230 km Ancona Perugia 140 km Pescara 157 km Roma 300 km Bari 470 km DISTANZE Aeroporto - Porto 20 Km

Dettagli