PRINCIPATO DI MONACO. A cura di: Ambasciata d'italia - PRINCIPATO DI MONACO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRINCIPATO DI MONACO. A cura di: Ambasciata d'italia - PRINCIPATO DI MONACO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri."

Transcript

1 A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane - ICE Camere di Commercio italiane all'estero

2 INDICE PERCHE' Perchè Dati generali Dove investire Cosa veere OUTLOOK POLITICO Politica interna Relazioni internazionali OUTLOOK ECONOMICO Quadro macroeconomico Politica economica Iicatori macroeconomici Tasso di cambio Bilancia commerciale Saldi e riserve internazionali Investimenti - Stock Investimenti - Flussi Barriere tariffarie e non tariffarie COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT Iici di Apertura al commercio internazionale ACCESSO AL CREDITO RISCHI Accesso al credito Rischi politici Rischi economici Rischi operativi RAPPORTI CON L'ITALIA Overview Scambi commerciali Investimenti con l'italia - Stock Investimenti con l'italia - Flussi Flussi turistici

3 PERCHE' PERCHÈ Vetrina sul moo Posizione geografica strategica e ambiente internazionale Rete di affari diversificata ed internazionale Qualità della vita, dei servizi e sicurezza sociale Presenza della comunità italiana Vetrina sul moo Il Principato di Monaco è una realtà cosmopolita, un luogo di incontro e di scambio, spazio globale e crocevia di nazioni. Inserita in un contesto internazionale di altissimo profilo, Monaco rappresenta un luogo ideale per la promozione e il lancio di nuovi prodotti. Posizione geografica strategica e ambiente internazionale dicembre 2014, abitanti. Il Principato di Monaco è, dopo la Citta del Vaticano, il secoo Stato più piccolo al moo. Situato sulla costa del Mar Ligure, 18 chilometri ad est Nizza e 14 km a sud-ovest di Ventimiglia, è molto vicino al confine italiano. La popolazione del Principato conta al 31 Rete di affari diversificata ed internazionale Il Principato di Monaco si caratterizza per la stabilità del suo quadro politico, istituzionale ed economico. La presenza di infrastrutture competitive, le molteplici attività legate alla finanza, una fiscalità leggera, la sicurezza di beni e delle persone, fanno di Monaco oltre che uno dei principali centri finanziari globali, una piattaforma strategica per un insediamento in Europa. Qualità della vita, dei servizi e sicurezza sociale Il Principato di Monaco è in grado offrire servizi pubblici e sanitari eccellenti, sicurezza interna e protezione civile, elementi che determinano una qualità della vita molto alta. Presenza della comunità italiana La presenza dell'italia e dell'italianità, è di forte impatto e rappresenta una speciale unicità. La comunità italiana residente nel Principato gode di grae prestigio ed è pienamente inserita nel contesto socio-economico. Molto diffusa è la conoscenza della lingua e della cultura italiana, fattori che reono il Principato un luogo particolarmente attraente per gli operatori italiani. Ultimo aggiornamento: 29/05/2015 DATI GENERALI Forma di stato Superficie Lingua Religione Moneta Monarchia costituzionale 1,97 km² francese, monegasco cattolica euro Ultimo aggiornamento: 28/05/2015 1

4 DOVE INVESTIRE Attività immobiliari Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli Prodotti chimici Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici Attività immobiliari Investire nel mercato immobiliare del Principato di Monaco è da decenni considerato un interessante impiego del capitale, sia come investimento in generale, che come utilizzo del bene immobiliare ad uso residenza o secoa abitazione. Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Il Principato di Monaco rappresenta la terza piazza dello shipping internazionale,dopo Lora e New York. Ad oggi sono presenti circa 30 società del settore, di cui il 40% italiane, con un incidenza del 5% circa sull'intero giro d'affari. Commercio all'ingrosso e al dettaglio; riparazione di autoveicoli e motocicli Le attività di import/expor nel settore alimentare, in particolare biologico, sono molto sviluppate. Monaco rappresenta un importante mercato di snodo verso i mercati internazionali. Prodotti chimici Il settore chimico è uno dei principali settori del tessuto produttivo monegasco. Prodotti farmaceutici di base e preparati farmaceutici Il settore farmaceutico, soprattutto dell'omeopatia, è molto sviluppato. Ultimo aggiornamento: 29/05/2015 2

5 COSA VENDERE Costruzioni Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) Prodotti alimentari Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi Costruzioni Il Principato di Monaco sta attuao nel corso di questi ultimi anni un vasto piano di riqualificazione urbanistica. Numerosi sono i progetti e le nuove costruzioni in corso di realizzazione, realizzati con materiali e forniture italiane di altissima qualità, come marmi, ardesie, laterizi, ceramiche, piastrelle, vetri, mobilio e arredamenti d interni. Altri mezzi di trasporto (navi e imbarcazioni, locomotive e materiale rotabile, aeromobili e veicoli spaziali, mezzi militari) La piazza di Monaco rappresenta un' importante opportunità per il Sistema Italia per quanto riguarda la veita di yacht e imbarcazioni di lusso. Il "Monaco Yacht Show", salone internazionale dedicato alla nautica da diporto di lusso, ospita ogni anno a settembre espositori italiani di altissimo livello. Articoli di abbigliamento (anche in pelle e in pelliccia) Il Principato di Monaco attribuisce grae importanza al settore della moda. Sono presenti i piu' grai marchi della moda italiana (Fei, Ferragamo, Prada, Gucci, Valentino etc.). Particolarmente apprezzata l' haute couture, la profumeria e la gioielleria. Nel cuore della città si trova il famoso Cercle d Or, che accoglie eleganti boutiques di lusso. Dalle stradine della città vecchia, dove i negozi espongono i loro oggetti-ricordo tipici, alle gallerie del Métropole, delle Allées Lumières, o del Centro Commerciale di Fontvieille, con le loro vetrine di prêt-à-porter, decorazione, pelletteria, articoli regalo. Prodotti alimentari L'agroalimentare rappresenta una grae opportunità per le aziee del settore. Monaco è conosciuta per essere una vetrina internazionale, una piattaforma internazionale per il lancio di prodotti sui mercati internazionali. Particolarmente apprezzati nel Principato sono gli eventi di promozione enogastronomica. Grae interesse riscuotono inoltre anche i prodotti biologici e artigianali di qualità. Autoveicoli, rimorchi e semirimorchi Si tratta di una delle principali voci delle importazioni monegasche, che riguarda componentisca e forniture per autoveicoli. L'Italia è uno dei Paesi leader nella produzione di autoveicoli. Ultimo aggiornamento: 28/05/2015 3

6 OUTLOOK POLITICO POLITICA INTERNA Il potere legislativo viene esercitato dal Consiglio Nazionale, che legifera in accordo con il Principe Sovrano, il quale, a sua volta, esercita il potere esecutivo nominao direttamente il Ministre d État e i Conseillers de Gouvernement. La revisione degli Accordi bilaterali con la Francia avvenuta nel novembre 2005 ha causato profoe ripercussioni sul piano politico interno. Obiettivo di tali modifiche, quello di riaffermare l iipeenza e la piena sovranità del Principato, nonché di adeguare il sistema costituzionale agli staard del Consiglio d Europa. La più rilevante delle modifiche costituzionali è stata quella relativa alla successione al trono, prevista per via collaterale, affinchè il Principato potesse mantenere la propria autonomia e il proprio Stato. All Assemblea sono stati conferiti nuovi poteri in materia di politica estera e di iniziativa legislativa, prima riservata solo al Governo. La dialettica tra le componenti politiche del Conseil National (UPM, REM, UNAM) si mantiene in equilibrio in un gioco di ruoli tra soggetti schierati su posizioni abbastanza tradizionaliste, con sfumate differenze, con l importante riferimento comune, costituito dalla fedeltà al Principe. Negli ultimi anni si sono registrati segnali di risveglio nel dibattito politico con momenti di confronto tra le varie componenti istituzionali. Occorre rilevare inoltre che dall ascesa al trono del Principe Alberto II, si è registrato un progressivo ringiovanimento della classe politica e dirigenziale ed un graduale passaggio degli incarichi istituzionali di rilievo ai monegaschi. Monaco intrattiene relazioni diplomatiche con 121 Paesi e vari organismi internazionali. Dal 2 gennaio 2006, a seguito agli accordi franco-monegaschi, vengono elevati ad Ambasciate, gli allora Consolati Generali d Italia e Francia. Ultimo aggiornamento: 22/05/2015 RELAZIONI INTERNAZIONALI Il 18 marzo 2015 si è tenuta a Bruxelles la cerimonia di apertura dei negoziati con i tre Ministri degli Esteri di Aorra, San Marino e Monaco, per la conclusione di uno o piu accordi di Associazione con l'unione Europea. Questa tappa è frutto di un lungo percorso iniziato nel 2009 con il Trattato di Lisbona, che all art.8 invitava l Unione Europea a rinforzare i legami con i Paesi terzi dell UE. Con la definizione di uno o più accordi, sarà garantita la partecipazione dei tre microstati al mercato unico e le restrizioni che oggi limitano il loro agire nei più diversi settori saranno ridimensionate. Il rafforzamento dei legami economici con i tre Paesi potrebbe avere un ruolo determinante nella ripresa economica sostenibile in Europa nell ambito della Strategia Europa 2020, soprattutto in termini di crescita d impiego, scambi commerciali e investimenti nelle regioni della UE limitrofe a questi paesi. La politica estera del Principato è largamente ispirata alle strette ed articolate relazioni con la Francia, regolate da specifici accordi, che concernono le questioni politiche e le relazioni economico-finanziarie. Il Principato di Monaco è allineato sulle posizioni dell Unione Europea e l acquis comunitario costituisce il suo principale riferimento legislativo. Membro ONU dal 28 maggio del 1993, Monaco è impegnata nel raggiungimento degli obiettivi del millennio per lo sviluppo. La partecipazione a numerose conferenze internazionali, l'adesione ai molteplici organismi internazionali, in particolare quelli intergovernativi di cooperazione scientifica e tecnologica, nonché agenzie specializzate dell'onu (UIT, OMS,UNESCO,UPU,AIEA,OMPI, OACI, OMI,OIAC,OMM,CTBTO,OMT E FAO), e la firma di molte convenzioni bilaterali reono sempre piu' importante la presenza di Monaco a livello internazionale. L'azione del Principato è orientata principalmente verso i Paesi del Mediterraneo, il settore della cooperazione allo sviluppo con progetti prioritari in Africa, le politiche a tutela dell ambiente, degli oceani e a tutela delle specie protette, nonché gli eventi legati allo sport internazionale. Ultimo aggiornamento: 26/05/2015 4

7 OUTLOOK ECONOMICO QUADRO MACROECONOMICO Le ridotte dimensioni del territorio e la collocazione all interno dell area doganale francese non fanno rientrare il Principato di Monaco negli ordinari parametri economici, molti dei quali non sono pertanto rilevabili. Secoo i dati pubblicati dall IMSEE[1] a gennaio 2015, nel 2013 il prodotto interno lordo monegasco è salito al 9,3%, in forte ripresa rispetto al 2012, anno in cui aveva raggiunto l 1,2%. Il reddito pro-capite nominale per dipeente è salito a euro, con un aumento del 6,8% rispetto al Quanto al 2014, gli ultimi disponibili, evidenziano nel complesso il buon aamento dell economia monegasca, attualmente in una delicata fase di trasformazione, soprattutto per quanto riguarda il settore iustriale. E' importante notare che Monaco, nonostante sia un piccolo stato, rappresenta il bacino d impiego più dinamico del sud dell Europa, con circa imprese. A tale proposito sarà determinante il negoziato già avviato, per la conclusione di un possibile accordo di Associazione con l'unione Europea, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti di carattere economico-commerciale. Tra i settori in crescita figurano quello dell' occupazione, il commercio con l estero e il settore immobiliare, a fronte di un calo registrato nel settore turistico e del commercio all ingrosso. Il fatturato complessivo delle imprese, escluse le attività finanziarie e assicurative, vede comunque al primo posto il commercio all ingrosso, seguito dal commercio al dettaglio, dalle attività tecniche e scientifiche e servizi amministrativi. Tra i settori in maggiore difficoltà figurano le costruzioni (-21,4%) e l iustria (- 9,9%). In particolare il settore dell occupazione ha mostrato una crescita del 3,8%, con posti di lavoro in piu a fine 2014, distribuiti prevalentemente nel settore delle attività tecniche e scientifiche e servizi amministrativi. [1] Institute Monégasque de la Statistique et des Études Économiques Ultimo aggiornamento: 04/06/2015 POLITICA ECONOMICA L economia di Monaco ha subito innovazioni strutturali, con profoe modifiche a livello di ordinamento legislativo, tali da reere il Principato un polo bancario e finanziario riconosciuto a livello internazionale. Il principio generale della fiscalità monegasca è l assenza di imposizione diretta per i redditi delle persone fisiche monegasche e per i residenti nel Principato, ad eccezione dei cittadini francesi. Monaco dispone di una fiscalité douce, articolata su diversi tipi di tassazioni, tra cui l imposta sugli utili (ISB) del 33,33% a carico delle imprese che esercitano un'attività iustriale o commerciale e che realizzano più del 25% del loro fatturato al di fuori di Monaco, i diritti di registro, e l'imposta sul Valore Aggiunto (TVA), con aliquote corrispoenti a quelle francesi. Da lato dei conti pubblici, occorre segnalare che grazie all'adozione da parte del Governo monegasco di efficaci politiche economiche, a fine 2014 le entrate statali sono state pari a 1.114,4 milioni di euro, con un incremento del 17,6% rispetto all'anno precedente. Tali proventi sono derivati dall'iva, dai diritti per le transazioni immobiliari, dai monopoli, dai dividei di Monaco Telecom e dal lavoro delle società che contribuiscono alla crescita del Paese. Si rileva che negli ultimi tre anni, il Governo monegasco ha applicato una severa politica di tagli alle spese, senza ridurre pero in alcun modo gli investimenti per la realizzazione di progetti, parcheggi, nuovi appartamenti, infrastrutture, etc. Il Principato inoltre non ha debito sovrano e può contare su un Foo Costituzionale di Riserva (FRC), costituitosi grazie alle eccedenze di bilancio accumulatesi dal secoo dopoguerra. Cospicui introiti provengono allo Stato anche dall'attività del Casinò (di proprietà dello stesso dal 1967), dalle emissioni filateliche e dalle concessioni riguardanti l'emittente radiotelevisiva locale. La presenza dello stato nell economia si concretizza attraverso la proprietà dell aziea semi-pubblica Société des Bains de Mer (SBM), che detiene la maggior parte degli alberghi del Principato, del Casinò, del Teatro dell'opera e dei circoli più eleganti nonché le rilevanti proprietà del Tesoro e della Casa del Principe, composte da immobili e partecipazioni azionarie in importanti istituti finanziari monegaschi e non. Anche lo Yacht Club di Monaco è a partecipazione statale.occorre segnalare gli importanti progressi compiuti da Monaco nel processo di attuazione degli staard internazionali in materia di trasparenza fiscale. A tale riguardo di segnala che il Principato di Monaco ha firmato il 13 ottobre 2014 la Convenzione multilaterale sulla mutua assistenza amministrativa in materia fiscale dell'o.c.s.e. L accordo, che prevede tutte le forme di reciproca assistenza intergovernativa in materia tributaria, dallo scambio di informazioni, alle verifiche fiscali all'estero, fino alla riscossione delle tasse, rafforza maggiormente la collaborazione internazionale in materia fiscale. Da notare che il sistema bancario monegasco ha accelerato il processo di autoregolamentazione e controllo dei conti privati, finalizzato ad incrementare la trasparenza del settore bancario nella sua totalità. Monaco, che ha già sottoscritto 32 accordi bilaterali in materia di scambio di informazioni fiscali, partecipa inoltre, da numerosi anni, ai vari organismi internazionali in materia di trasparenza fiscale e di lotta contro il riciclaggio, finanziamento del terrorismo e lotta alla corruzione, come il Global Tax Forum dell'ocse, il Gafi, il Moneyval e la Greco. Il Principato si è dotato altresi' di una cellula d'informazione finanziaria (S.I.C.C.FIN), ossia un Servizio d'informazione e controllo sui circuiti finanziari. Il settore bancario e finanziario si basa sull'attività di circa 40 banche a 50 società di gestione, con un totale di risorse gestite pari a circa 100 miliardi di euro. Gli Istituti di credito monegaschi, sono principalmente filiali e agenzie di grai gruppi bancari internazionali, mentre le società di gestione si sono sviluppate maggiormente a seguito dell'arrivo dei gestori di hedge fus o di imprese specializzate in transazioni borsistiche. L'intera attività bancaria è sotto il controllo della Banque de France. 5

8 Ultimo aggiornamento: 20/05/2015 6

9 INDICATORI MACROECONOMICI PIL Nominale (mln ) Variazione del PIL reale (%) 3,23 6,6 1,2 9,3 Popolazione (mln) 0,04 Inflazione (%) 1,5 1,9 Variazione del volume delle importazioni di beni e servizi (%) 37,4 Fonte: Fonte: IMSEE 2014: Reddito per impiegato a prezzi correnti: euro ; Popolazione al = (censimento 2008) Ultimo aggiornamento: 20/05/2015 TASSO DI CAMBIO Controlla il cambio giornaliero sul sito di Banca d'italia 7

10 BILANCIA COMMERCIALE EXPORT Export Previsioni di crescita 2015 Previsioni di crescita 2016 Totale 695,6 mln ,3 mln ,6 mln. % % PRINCIPALI DESTINATARI 2012 (mln. ) 2013 (mln. ) 2014 (mln. ) ITALIA 82,9 ITALIA 135,5 SVIZZERA 185,2 REGNO UNITO 58 GERMANIA 122 ITALIA 106,4 GERMANIA 51,3 SVIZZERA 112,2 GERMANIA 105,2 Italia Position: Italia Position: Italia Position: 8

11 IMPORT Import Previsioni di crescita 2015 Previsioni di crescita 2016 Totale 760,8 mln ,8 mln ,8 mln. % % PRINCIPALI FORNITORI 2012 (mln. ) 2013 (mln. ) 2014 (mln. ) ITALIA 212,2 ITALIA 278 ITALIA 291,3 CINA 85,4 REGNO UNITO 124,9 REGNO UNITO 127,9 REGNO UNITO 77 CINA 75,4 GERMANIA 66 Italia Posizione: Italia Posizione: Italia Posizione: OSSERVAZIONI Il commercio estero rappresenta un settore chiave per il Principato di Monaco, che rientra nel territorio doganale comunitario dal 1968, a seguito alla Convenzione Doganale sottoscritta nel 1963 tra il Principato stesso e la Francia.Le autorità francesi sono responsabili dei controlli doganali e dello sdoganamento, nonché della riscossione dei dazi doganali per conto di Monaco, che fa riferimento al diritto doganale dell'unione Europea. Nel caso di scambi commerciali tra Monaco e gli Stati membri dell Unione Europea non sono previste dichiarazioni doganali. L IVA, che viene riscossa a Monaco corrispoe alla stessa aliquota prevista nel territorio francese: esiste un unico conto su cui confluisce l IVA riscossa in Francia e a Monaco (Regime IVA Europeo). Le merci beneficiano della libera circolazione delle merci all'interno dell'ue. Dopo l ottima performance registrata nel 2013, è proseguito anche nel 2014 il tre di crescita del commercio estero monegasco. In particolare secoo gli ultimi dati provvisori diffusi dall IMSEE, le esportazioni hanno raggiunto nel 2014 quota 1.141,6 milioni di euro, faceo registrare un incremento del 3,9% rispetto all anno precedente, a differenza delle importazioni che sono ammontate a 1.061,8 milioni di euro, con un calo del 2,7%. Il surplus della bilancia commerciale è passato da 13,5 a 79 milioni di euro. L Unione Europea si conferma il primo partner commerciale di Monaco, con il 54% degli scambi commerciali complessivi, e un saldo commerciale negativo di 27 milioni di euro. Nel 2014 i primi tre partner commerciali di Monaco sono stati: l Italia, la Svizzera e il Regno Unito. I primi tre Paesi fornitori sono risultati: Italia, Regno Unito, e Germania, mentre i primi tre Paesi acquirenti sono stati Svizzera, Italia e Germania. A dominare l export monegasco, prodotti iustriali, apparati elettrici, elettronici e informatici, materiali per il trasporto, e prodotti alimentari, bevae e tabacco, mentre le importazioni riguardano prodotti iustriali, materiali per il trasporto, apparati elettrici, elettronici e informatici, prodotti alimentari, bevae e tabacco. 9

12 SALDI E RISERVE INTERNAZIONALI Saldo commerciale (Exp. - Imp.) (mln. ) 12,05 Fonte: Elaborazioni Ambasciata d'italia su dati EIU Ultimo aggiornamento: 21/02/

13 INVESTIMENTI - STOCK 11

14 OSSERVAZIONI 12

15 INVESTIMENTI - FLUSSI 13

16 OSSERVAZIONI 14

17 BARRIERE TARIFFARIE E NON TARIFFARIE Market Access Database della Commissione Europea 15

18 INDICI DI APERTURA AL COMMERCIO INTERNAZIONALE COMPETITIVITA' E BUSINESS ENVIRONMENT Valore (%) Valore (%) Peso % del commercio sul PIL 28,3 28,1 Fonte: Elaborazioni Ambasciata italiana nel Principato di Monaco Ultimo aggiornamento: 07/03/

19 ACCESSO AL CREDITO ACCESSO AL CREDITO Non ci sono osservazioni da formulare sull'argomento Ultimo aggiornamento: 20/05/

20 RISCHI RISCHI POLITICI Non si evidenziano particolari rischi politici Non si evidenziano particolari rischi politici Ultimo aggiornamento: 19/04/

21 RISCHI ECONOMICI Non si evidenziano particolari rischi economici Non si evidenziano particolari rischi economici Ultimo aggiornamento: 19/04/2013 RISCHI OPERATIVI Non si evidenziano particolari rischi operativi Non si evidenziano particolari rischi operativi Ultimo aggiornamento: 19/04/

22 RAPPORTI CON L'ITALIA OVERVIEW Le relazioni commerciali bilaterali sono intense. Monaco rappresenta un mercato di snodo foamentale dei prodotti italiani sui mercati internazionali. Punto di forza dell Italia nel Principato di Monaco è la comunità Italiana residente, che gode di grae prestigio ed è pienamente inserita nel settore istituzionale, sociale, culturale ed economico. L Italia si conferma nel 2014 il primo partner commerciale di Monaco, seguita da Svizzera e Regno Unito. Una parte consistente dell export italiano si concentra in particolare nei settori della cantieristica navale (nautica da diporto), enogastronomia, design, innovazione tecnologica e del lusso. Numerose sono le aziee italiane che operano nel tessuto economico monegasco. Al 16 aprile 2015 risultavano iscritte nel Registro delle imprese di Monaco società gestite da italiani, di cui 546 S.r.L. (fonte IMSEE), attive prevalentemente nei settori: farmaceutico, alberghiero, ristorazione, immobiliare, costruzione, cantieristica navale, servizi di intermediazione e trading internazionale, enogastronomia, sport, design, moda, arte e automobilismo. Tra queste si segnala: il Gruppo Es-Ko (progetti di cooperazione, logistica, fornitura equipaggiamenti e approvvigionamenti alimentari, assistenza a forze di pace, strutture e contingenti ONU e NATO), il Gruppo Ferrero (settore dolciario) presente a Monaco con la Soremartec (ricerca) la Silversea Cruises (crociere di lusso), il Gruppo Marzocco e la ENGECO (costruzione) il Gruppo Giraudi, (distribuzione carne e ristorazione), la Frimo (alimentare), Risso&Cambiaso, la V Ships, e la D Amico Ship (marittimo), le Assicurazioni Generali (assicurativo). Quanto al settore bancario, si registra la presenza di alcuni istituti connessi al sistema italiano, che operano sia direttamente, che tramite partecipazioni in istituzioni finanziarie di diritto monegasco. Tra queste la Compagnie Monégasque de Banque (CMB) (Mediobanca), foata nel 1976 su iniziativa della Banca Commerciale Italiana, la Banca Martin Maurel Sella, e la Banca Popolare di Sorio. Ultimo aggiornamento: 21/05/

23 SCAMBI COMMERCIALI EXPORT ITALIANO VERSO IL PAESE: Export italiano verso il paese: Totale 212,2 mln. 278 mln. 291,3 mln. mln. mln. 21

24 IMPORT ITALIANO DAL PAESE: Import italiano dal paese: Totale 82,9 mln. 135,5 mln. 106,4 mln. mln. mln. OSSERVAZIONI Nel 2014 l'italia si riconferma il primo partner commerciale di Monaco, seguita da Svizzera e Regno Unito, primo Paese fornitore e secoo Paese acquirente. L'ammontare dell''interscambio commerciale è stato pari a 397,7 milioni di euro. In particolare le esportazioni (+ 4,7% rispetto al 2013) e le importazioni i(-21,5% rispetto al 2013) sono ammontate rispettivamente a 291,3 (27,4% del totale) e 106,4 milioni di euro (9,3% del totale). Nel 2014 l Italia ha esportato nel Principato di Monaco principalmente: - prodotti tessili, articoli di abbigliamento, cuoio e calzature; - materiali trasporto (componentistica e materiali autoveicoli, navi e imbarcazioni); - prodotti in gomma, plastica e altri prodotti minerali non metallici; - cibo, bevae e prodotti a base di tabacco; - manufatti vari. Nel 2014 l Italia ha importato dal Principato di Monaco principalmente: - materiali trasporto (componentistica e materiali autoveicoli); - prodotti dell iustria chimica; - prodotti agricoli, della pesca e silvicoltura; - cibo, bevae e tabacco; - prodotti tessili, abbigliamento e cuoio e calzature; - prodotti informatici, elettronici e ottici; - manufatti vari 22

25 INVESTIMENTI CON L'ITALIA - STOCK 23

26 OSSERVAZIONI 24

27 INVESTIMENTI CON L'ITALIA - FLUSSI 25

28 OSSERVAZIONI 26

29 FLUSSI TURISTICI Il turismo è uno dei comparti trainanti dell'economia monegasca. Secoo gli ultimi dati ad oggi disponibili è cresciuto il numero dei turisti francesi (+17,89%), inglesi (+11,96%), italiani (+11,30%), americani (+10,01%), russi (+7,22%), tedeschi (5,31%) e svizzeri (4,15%). Buoni risultati anche per quanto riguarda il turismo d'affari, in virtu' dei numerosi convegni e conferenze internazionali, che si svolgono abitualmente nel Principato nel corso dell'anno. Tali eventi hanno comportato un sensibile aumento dei pernottamenti alberghieri in particolare tra giugno e settembre 2013, mesi in cui sono stati organizzati gli eventi Oréal, IMB, Ernst & Young, Fu Forum, Festival Internazionale della Televisione, Monaco Yatch Show, etc.. In tale periodo il settore alberghiero ha registrato una crescita del 7%, in linea con il tre positivo registrato nel 2011 (+4%), nel 2012 (+3,8%) e nel 2013 (+2,9%). In forte ascesa anche il turismo da crociera di livello premium e lusso (+96%). Nel 2013 il settore alberghiero ha registrato una crescita complessiva del 64,54% rispetto all'anno precedente. Non sono disponibili dati statistici sul flusso turistico outgoing. Occorre comunque rilevare la forte propensione a visitare il nostro Paese, in costante aumento grazie, oltre che alla vicinanza geografica, storica e culturale tra i due Paesi, anche ai numerosi eventi di promozione dell'italia, dedicati principalmente all'enogastronomia, alla moda e alla cultura, organizzati nel corso dell'anno, dall'ambasciata d'italia e dall'associazione Impreitori Italiani di Monaco, tra cui il "Montecarlo Food a Wine Festival", le degustazioni enogastronomiche promosse da Regioni italiane e le numerose iniziative inserite nell'ambito del Mese della Cultura e Lingua italiana, evento giunto alla sua IV Edizione. Ad accrescere l'interesse verso il nostro Paese anche altri eventi organizzati nel Principato, tra cui il Monaco Yatch Show, il Salone del Lusso e quello della Gastronomia, occasioni a cui partecipano aziee italiane esponeo l'eccellenza del "Made in Italy". Nel 2015 l'apertura dell' Expo di Milano rappresenterà un' importante occasione per richiamare in Italia flussi turistici provenienti dal Principato. Ultimo aggiornamento: 01/04/

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015

PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2015 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti

INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico. 2. Analisi del mercato turistico. 3. Obiettivi. Bibliografia. Contatti PRINCIPATO DI MONACO Rapporto Congiunto Ambasciate/Consolati/ENIT 2013 INDICE : 1. Analisi del quadro socio-economico 1.a Principali indicatori economici 1.b Principali indicatori sociali e demografici

Dettagli

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy

I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Fondazione Edison - Symbola I T A L I A Geografie del nuovo Made in Italy Intervento di Marco Fortis (vice presidente Fondazione Edison) Assolombarda, 7 ottobre 2009 Bilancia commerciale di alcuni Paesi

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento

Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale. Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Ambasciata di Turchia Ufficio Commerciale Fare Affari con la Turchia : Prospettive Economiche, Clima Commerciale, Opportunità di investimento Roma, 29 aprile 2015 1 Sviluppi Economici Investimenti Diretti

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

LUSSEMBURGO. A cura di: Ambasciata d'italia - LUSSEMBURGO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

LUSSEMBURGO. A cura di: Ambasciata d'italia - LUSSEMBURGO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

Un Paese su cui scommettere

Un Paese su cui scommettere Un Paese su cui scommettere La Polonia è un Paese in cui investire è una garanzia; da anni ormai attrae l interesse di un numero crescente di imprese (Europee e non), che operano nei settori più svariati,

Dettagli

SRI LANKA. A cura di: Ambasciata d'italia - SRI LANKA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

SRI LANKA. A cura di: Ambasciata d'italia - SRI LANKA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco

Scheda Paese Marocco. A cura di. Nadia Harbouli Ufficio Marocco Scheda Paese Marocco A cura di Nadia Harbouli Ufficio Marocco DESK ITALIA - MAROCCO MAROCCO MAROCCO Mercato prioritario per stabilità economica e politica Posizione geografica strategica Indicatori macro-economici

Dettagli

LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA

LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA LA CRISI FINANZIARIA NEL MONDO E L ITALIA Un Paese forte in un contesto di deterioramento economico globale FONDAZIONE EDISON (Febbraio 2009) LA TURBOLENZA ECONOMICO- FINANZIARIA È PARTITA DAGLI STATI

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IN MATERIA DI COOPERAZIONE ECONOMICA Il Governo della Repubblica Italiana e il Governo della Repubblica di San

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 Biroul de la Bucuresti Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania 11

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro)

Tab. 1 La spesa finale per lo sport in Italia nel 2001 (valori in euro) Il quadro macroeconomico Il fatturato del sistema sportivo italiano può essere valutato nel 2001 in circa 31,6 miliardi di euro. Tale cifra rappresenta la somma di quanto è speso dalle famiglie italiane,

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

IRLANDA. A cura di: Ambasciata d'italia - IRLANDA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

IRLANDA. A cura di: Ambasciata d'italia - IRLANDA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 2007

L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 2007 L EXPORT ITALIANO VOLA ANCHE NEL 27 Nel 27 la bilancia commerciale italiana ha chiuso un passivo di oltre 9,4 miliardi di euro, valore relativamente tenuto se raffrontato quello di altri paesi europei

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

I motivi per cui l'italia può guardare con ottimismo al 2016

I motivi per cui l'italia può guardare con ottimismo al 2016 Strettamente riservato Milano, 1 dicembre 2015 I motivi per cui l'italia può guardare con ottimismo al 2016 BizTravel Forum 2015 Valerio De Molli Managing Partner The European House - Ambrosetti The European

Dettagli

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY Camera Italiana di Commercio e Industria di Santa Catarina (Organo riconosciuto dal Governo Italiano Decreto Mise29/7/2009) Tel.: +55 48 3027 2710 www.brasileitalia.com.br ECONOMIA DEL MARE - BLUE ECONOMY

Dettagli

Il mercato degli Stati Uniti

Il mercato degli Stati Uniti Il mercato degli Stati Uniti Introduzione Gli Stati Uniti rappresentano il principale partner commerciale dell Italia al di fuori dei paesi dell Ue e il terzo paese di destinazione delle esportazioni italiane,

Dettagli

CHINA HAINAN INTERNATIONAL YACHTING EXHIBITION 2013 & HONOR LIFESTYLE SHOW

CHINA HAINAN INTERNATIONAL YACHTING EXHIBITION 2013 & HONOR LIFESTYLE SHOW HAINAN INTERNATIONAL YACHTING EXHIBITION 2013 & HONOR LIFESTYLE SHOW 21 24 Novembre 2013 PERCHÈ ITALIAN WAY L obiettivo principale dell evento ITALIAN WAY è quello di presentare prodotti esclusivamente

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Italia - Iran ایران - ایتالیا

Italia - Iran ایران - ایتالیا Italia - Iran ایران - ایتالیا Elaborato dall Ufficio di supporto per la pianificazione strategica, studi e rete estera pianificazione.strategica@ice.it 14 luglio 215 Sanzioni in vigore A partire dal 26

Dettagli

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov

Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Discorso dell Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica del Kazakhstan nella Repubblica Italiana S.E. Andrian Yelemessov Egregi partecipanti! Cari amici! (29 gennaio 2013, Venezia)

Dettagli

http://www.rotary2071.org/content.php?p=doc.7&id=1

http://www.rotary2071.org/content.php?p=doc.7&id=1 Pagina 1 di 5 Classifiche: Codici e Descrizioni 1 - Agricoltura 10 - Allevamento - zootecnica 15 - Aziende agricole - Agriturismo 20 - Colture arboree 25 - Viticoltura e enologia 40 - Colture erbacee 50

Dettagli

SENEGAL. A cura di: Ambasciata d'italia - SENEGAL. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

SENEGAL. A cura di: Ambasciata d'italia - SENEGAL. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI A seguito della crisi politico-militare con l Ucraina, le sanzioni economiche introdotte nel 2014 dall Unione europea nei confronti della Russia e le reazioni

Dettagli

Malta. Capitale La Valletta (9.129 abitanti)

Malta. Capitale La Valletta (9.129 abitanti) Malta Informazioni Generali Superficie 316 Km2. L arcipelago maltese si compone di sei isole e isolette; le tre principali sono Malta (246 Km2), Gozo (67 Km2) e Comino (2,7 Km2). Capitale La Valletta (9.129

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

COLOMBIA. A cura di: Ambasciata d'italia - COLOMBIA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

COLOMBIA. A cura di: Ambasciata d'italia - COLOMBIA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud

Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Utili consigli per chi è interessato a conoscere e ad investire in Corea del Sud Un leader nella CRESCITA SOSTENIBILE UN RUOLO INTERNAZIONALE Seoul ha ospitato a novembre 2010 il Summit G20 dei Capi di

Dettagli

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno

Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR 2,4 miliardi all'anno Bojan Stevanovic, M.B.A. Console Consigliere Commerciale Consolato Generale della Repubblica di Serbia Milano Produrremo in Serbia... Oggi in Serbia, cca 200 imprese Italiane producono il valore di EUR

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in India PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il sistema economico indiano sta progressivamente cambiando forma: da economia rigidamente pianificata,

Dettagli

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione

Indice dei prezzi alla produzione e all importazione 05 Prezzi 983-1100 Indice dei prezzi alla produzione e all importazione Neuchâtel, 2011 Che cos è l indice dei prezzi alla produzione e all importazione? L indice dei prezzi alla produzione (IPP) misura

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO

AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO AEROPORTO DELLE MARCHE CARGO POSIZIONE GEOGRAFICA DELL AEROPORTO MilanO 440 Km Venezia 380 Km Bologna 230 km Ancona Perugia 140 km Pescara 157 km Roma 300 km Bari 470 km DISTANZE Aeroporto - Porto 20 Km

Dettagli

DISTRETTO 2072 - EMILIA ROMAGNA E REPUBBLICA SAN MARINO CLASSIFICHE GENERALI

DISTRETTO 2072 - EMILIA ROMAGNA E REPUBBLICA SAN MARINO CLASSIFICHE GENERALI DISTRETTO 2072 - EMILIA ROMAGNA E REPUBBLICA SAN MARINO CLASSIFICHE GENERALI 10 - Agricoltura 10 10 - Allevamento - zootecnica 10 15 - Aziende agricole - Agriturismo 10 40 - Colture erbacee 10 20 - Colture

Dettagli

Analisi delle Esportazioni Italiane

Analisi delle Esportazioni Italiane Federazione Russa Analisi delle Esportazioni Italiane Agenzia ICE Mosca Febbraio 2014 1. INTERSCAMBIO ED ESPORTAZIONI SETTORIALI ITALIANE Nel 2013 l Italia ha esportato nella Federazione Russa per 10,4

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Commercio Estero Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 4 COMMERCIO ESTERO La Russia svolge un ruolo importantissimo nel commercio mondiale. Da un lato, esporta materie

Dettagli

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI

L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI L'UNIONE EUROPEA E I SUOI PARTNER COMMERCIALI Primo esportatore mondiale di beni e servizi e principale fonte globale di investimenti esteri diretti, l'ue occupa una posizione dominante nel mercato globale.

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

Communiqué de presse Pressemitteilung Comunicato Stampa

Communiqué de presse Pressemitteilung Comunicato Stampa Office fédéral de la statistique Bundesamt für Statistik Ufficio federale di statistica Uffizi federal da statistica Service d information Informationsdienst Servizio informazioni Servetsch d infurmaziun

Dettagli

QATAR. A cura di: Ambasciata d'italia - QATAR. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

QATAR. A cura di: Ambasciata d'italia - QATAR. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO

Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO 13 dicembre 2013 Anno 2011, nuovi investimenti 2012-2013 STRUTTURA, PERFORMANCE E NUOVI INVESTIMENTI DELLE MULTINAZIONALI ITALIANE ALL ESTERO La presenza delle imprese italiane all estero si conferma rilevante

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo

Dalla lettura dei dati pubblicati lo scorso primo LE ESPORTAZIONI ITALIANE A LIVELLO TERRITORIALE Nel corso dei primi nove mesi del 2015, l 80% delle regioni italiane ha conosciuto incrementi su base tendenziale delle proprie esportazioni. % 150 130 110

Dettagli

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina

Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina www.confapiexport.org Hong Kong e Cina: Un Paese, due Sistemi Stefano De Paoli, Presidente, Sviluppo Cina E-mail: info@umbriaproduce.com Un Paese due Sistemi: Hong Kong Tradizionale Modello di Consumo

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5.

1. Orientamento alle esportazioni. 2. Esperienza turistica. 3. Impegno verso l ambiente. 4. Comunicazioni di livello mondiale. 5. 1. Orientamento alle esportazioni Oggi il Cile detiene il primato mondiale per quanto riguarda la rete di trattati di libero scambio commerciale: oltre venti accordi sottoscritti con sessanta paesi, e

Dettagli

Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna. Marco Sassatelli

Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna. Marco Sassatelli Osservatorio Economia e Lavoro in Emilia-Romagna Marco Sassatelli Il quadro - Produzione industriale ed export - 60 Produzione Fatturato Ordini 40 20 0-20 2003 - I 2003 - II 2003 - III 2003 - IV 2004 -

Dettagli

Seminario. Focus Ungheria

Seminario. Focus Ungheria Seminario Focus Bulgaria, Croazia, Romania, Slovenia e Ungheria Ancona, 4 Febbraio 2016 Focus Ungheria Ungheria: Punti principali della presentazione I. Aspetti generali, focus macroeconomico, dati di

Dettagli

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica

Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici. Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Hong Kong e Macao Introduzione generale Dati macroeconomici Hong Kong porta d ingresso della Cina Analisi geo-economica e politica Perche investire a Hong Kong Analisi dei dati di import/export di Hong

Dettagli

Il soft power italiano: punti di forza e criticità

Il soft power italiano: punti di forza e criticità Il soft power italiano: punti di forza e criticità Giorgio Alleva Presidente Istat L Italia, «potenza morbida»: gli strumenti culturali della nostra politica estera ISAG ISTITUTO DI ALTI STUDI IN GEOPOLITICA

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085)

Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085) MEMO/11/640 Bruxelles, 28 settembre 2011 Norme comuni per un'imposta sulle transazioni finanziarie domande frequenti (Si veda anche IP/11/1085) 1. Contesto generale Perché la Commissione ha proposto una

Dettagli

QUADRO MACROECONOMICO

QUADRO MACROECONOMICO IMPORTARE IN QATAR Forma istituzionale: Monarchia costituzionale Capo dello Stato: Emiro S.A. Sceicco Tamim bin Hamad Al Thani (dal 2013) Capitale : Doha Superficie : 11.521 km2 Popolazione : 300.000 popolazione

Dettagli

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$.

Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. Perché la COREA? La Corea del Terzo millennio: Negli anni 60 il reddito pro-capite coreano era di 79 $. Nel 2008 è stato di 19.231$. La Corea è oggi la quattordicesima economia mondiale per prodotto interno

Dettagli

SAN MARINO. A cura di: Ambasciata d'italia - SAN MARINO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

SAN MARINO. A cura di: Ambasciata d'italia - SAN MARINO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

6. I SETTORI * Capitolo 6 319. Quadro d insieme

6. I SETTORI * Capitolo 6 319. Quadro d insieme Capitolo 6 319 6. I SETTORI * Quadro d insieme Quasi tutti i settori industriali hanno contribuito al recupero fatto registrare nel 2007 dalla bilancia mercantile italiana, il cui disavanzo è sceso da

Dettagli

AGENDA. Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche;

AGENDA. Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche; AGENDA Informazioni politiche sociali e sviluppo economico; Accordi di libero commercio; Regimi di zone Franche; Costituire una impresa in Costa Rica; Dati di crescita e aspettative per il 2013; Interscambio

Dettagli

Marco Saladini. Ice - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Marco Saladini. Ice - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Marco Saladini Ice - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Impatto sull'economia italiana del commercio estero e degli investimenti diretti esteri Roma,

Dettagli

Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici

Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici La Farnesina a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici economico-commerciali delle Ambasciate

Dettagli

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India

INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi. Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Istituto nazionale per il Commercio Estero INDIA: ASCESA DI UN GIGANTE DEMOCRATICO Convegno di studi * * * * * Interscambio commerciale e Programmi ICE in India Vigevano, 22 aprile 2008 Esportazioni indiane

Dettagli

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata

Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale. Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Analisi e riflessioni sul sistema imprenditoriale provinciale Annalisa Franceschetti Area Promozione Camera di Commercio di Macerata Andamento delle attività economiche Sedi di imprese e localizzazioni

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti

FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea. Informazioni generali. Superficie: kmq 783.562. Popolazione: 74.8 milioni di abitanti FARE BUSINESS IN TURCHIA: la Cina Mediterranea Informazioni generali Superficie: kmq 783.562 Popolazione: 74.8 milioni di abitanti Maggiori città: Istanbul (10.4 milioni), Ankara -capitale (3.846 milioni),

Dettagli

Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE

Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE Il Made in Italy in Messico PROGRAMMA STRAORDINARIO DI PROMOZIONE promosso e finanziato dal IL MERCATO Il Messico, con 105,9 milioni di abitanti, un PIL nominale di circa 886,4 miliardi di USD ed un PIL

Dettagli

IL VALORE DELLE 2 RUOTE

IL VALORE DELLE 2 RUOTE Lo scenario dell industria, del mercato e della mobilità EXECUTIVE SUMMARY Aprile 2014 Partner Il futuro oggi Scenario dell industria, del mercato e della mobilità EXECUTIVE SUMMARY 1. Lo scenario internazionale

Dettagli

La Legge 949/52 LE SPESE AMMISSIBILI. Investimenti agevolabili in conto interessi

La Legge 949/52 LE SPESE AMMISSIBILI. Investimenti agevolabili in conto interessi La Legge 949/52 La Legge 949/52 è rivolta alle imprese artigiane (anche in forma cooperativa e consortile) ed alle c.d. microimprese, ovvero secondo la definizione del MAP per come recepita dal Regolamento

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015

PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 Piattaforma Tecnologica Nazionale Marittima PROGRAMMA INDUSTRIA 2015 PROPOSTA DI Azioni Connesse sulle Tecnologie Marine {1} 4/09 L Italia e il Mare L Italia ha oltre 8.000 chilometri di coste ed una innata

Dettagli

REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE)

REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE) REPUBBLICA DEL CONGO (BRAZZAVILLE) A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali

«Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali «Going Global: M&A per il food Made in Italy» Fare sistema per conquistare i mercati internazionali Gregorio De Felice Direzione Studi e Ricerche Milano, 8 settembre 2015 Agenda 1 Importanza e specificità

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici

Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici La Farnesina a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese Alla tradizionale attività di raccordo con le Amministrazioni economiche estere, la rete degli uffici economico-commerciali delle Ambasciate

Dettagli

Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona. Milano, 4 Febbraio 2015

Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona. Milano, 4 Febbraio 2015 Il Piano Straordinario per il Made in Italy: il Sistema Moda-Persona Milano, 4 Febbraio 2015 1 Il Piano per la Moda-Persona 2015 Il Governo recepisce le priorità del settore declinando un piano di filiera

Dettagli

CUBA. A cura di: Ambasciata d'italia - CUBA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

CUBA. A cura di: Ambasciata d'italia - CUBA. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

UNIFIERE. la tua vetrina in polonia

UNIFIERE. la tua vetrina in polonia UNIFIERE la tua vetrina in polonia unifiere TI APRE LE PORTE DEL MERCATO POLACCO UNIFIERE SRL è l Ufficio italiano, con sede a Verona, dell Ente Fieristico polacco MTP Poznan, leader nel settore del Mercato

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50 DEL 02-11-2006 REGIONE TOSCANA

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50 DEL 02-11-2006 REGIONE TOSCANA DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 50 DEL 02-11-2006 REGIONE TOSCANA Regolamento di attuazione della legge regionale 31 gennaio 2005, n.18 (Disciplina del settore fieristico). Fonte: BOLLETTINO

Dettagli

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale

Armenia. Scheda paese. Dati Geografici. Popolazione. Collocazione. Superficie. Clima. Ambiente naturale Scheda paese Armenia Dati Geografici Collocazione Superficie Asia, Medio Oriente. L Armenia si trova nella parte meridionale dell altopiano caucasico, in posizione chiave tra l oriente e l occidente. Confina

Dettagli

DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA. Opportunità per gli investitori e Linea di credito per le PMI

DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA. Opportunità per gli investitori e Linea di credito per le PMI TAVOL TUNISIA DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA Opportunità per gli investitori e Linea di credito per le PMI OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO IN TUNISIA L Unione Europea è il primo partner economico e commerciale

Dettagli

BIELLA 27 gennaio 2014. Road show - Internazionalizzazione

BIELLA 27 gennaio 2014. Road show - Internazionalizzazione BIELLA 27 gennaio 2014 Road show - Internazionalizzazione 1 3 4 6 8 9 13 18 22 Nota Metodologica Principali prodotti export e Paesi acquirenti del Piemonte Focus Biella Documenti e formalità per le cessioni

Dettagli

La sostenibilità economica dei grandi eventi e i rischi di speculazione immobiliare Roberto Camagni Politecnico di Milano

La sostenibilità economica dei grandi eventi e i rischi di speculazione immobiliare Roberto Camagni Politecnico di Milano Grandi eventi e legacy: Rischi e opportunità per la competizione urbana nel mercato mondiale prima e dopo la crisi globale Politecnico di Milano, 18-20 novembre 2010 La sostenibilità economica dei grandi

Dettagli

MECCANICA. settori e scelte promozionali

MECCANICA. settori e scelte promozionali MECCANICA settori e scelte promozionali Il sistema della meccanica è costituito da un ampia gamma di settori che rappresentano tradizionali punti di forza del Made in Italy e sono da sempre oggetto di

Dettagli

Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili)

Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili) Energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata (anche da fonti rinnovabili) La Romania detiene una gamma diversificata, ma quantitativamente ridotta, di fonti di energia primaria (petrolio, gas naturale,

Dettagli