L evoluzione della bonifica intorno al lago, cenni storici e stato attuale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L evoluzione della bonifica intorno al lago, cenni storici e stato attuale"

Transcript

1 ENTE DI DIRITTO PUBBLICO VIAREGGIO Via della Migliarina Viareggio (LU) Tel fax Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO Via Vittorio Veneto, Lucca Tel fax L evoluzione della bonifica intorno al lago, cenni storici e stato attuale Studio elaborato in collaborazione tra l Autorità di Bacino del Fiume Serchio ed il Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli (Aprile 2009)

2 L EVOLUZIONE STORICA DELLA BONIFICA Nel 1463 la Repubblica di Lucca prende possesso delle terre di marina. Nel 1488 nacque la Società MAONA (associazione finanziaria con 50 soci), che agli inizi del 1500 tentò la bonifica idraulica, attraverso la realizzazione di fosse, ma senza successo. Primi tentativi di prosciugamento per sollevamento meccanico : Nel 1578 il fiammingo Gugliemo Raet, per la parte settentrionale, con ruote azionate dall acqua corrente e nei primi del 600 l olandese Van Der Strett, nella zona meridionale, con pompe azionate da mulini a vento.

3 L EVOLUZIONE STORICA DELLA BONIFICA Nel 1704 viene realizzato il canale Bufalina come ulteriore emissario del lago oltre il Burlamacca. Nel 1741 lo Zendrini installa le porte vinciane sul Burlamacca. Seguirono gli studi del Nottolini (1820), del Ridolfi (1849), del Paoli (1860) per una bonifica per colmata. Nel 1885 con Regio Decreto del 2 Luglio n il bacino del Lago e delle Paludi di Massaciuccoli fu classificato Comprensorio di Bonifica di Prima Categoria. Nel 1887 l Ing. Bella su incarico di un comitato dei principali proprietari dell area predispose un progetto per la bonifica di 4000 Ha di palude ed il prosciugamento del Lago mediante idrovore azionate a vapore poste all incile della Bufalina. Il progetto fu approvato dal Consiglio Superiore LLPP per un importo di lire, ma l opposizione di molti piccoli proprietari ne impedì l esecuzione.

4 -Dopo essere stato proprietà dei Guidiccioni di Lucca (tutto il 1600), dei Conti Minutoli Tegrini (dal 1742), del Marchese Carlo Ginori Lisci (dalla fine dell 800) -Nel 1908 il Lago diventa pubblico (Regio Decreto del 26 Aprile1908).

5 LE BONIFICHE PRIVATE

6 Subito dopo la I Guerra Mondiale iniziarono le bonifiche private a scolo meccanico: Bonifica delle paludi di Malaventre e Vecchiano, con l idrovora della Bozza, del Duca Salviati (dal 1918, su progetto dell Ing. Corsi) 725 ha Bonifica di Quiesa del Conte Minutoli 130 ha B. Alma B. Portovecchio B. Minutoli Bonifica Orlando 20 ha Bonifica Case Rosse (Studiati) 100 ha Bonifica dell Alma 450 ha Bonifica di Portovecchio 80 ha B. Orlando B. Studiati B. Salviati Totale 1505 ha

7 LA BONIFICA PUBBLICA La Bonifica del Lago e delle Paludi di Massaciuccoli viene iscritta, come Comprensorio di Prima Categoria, al n. 77 della Tabella A del Testo Unico delle leggi sulle bonificazioni 30 Dicembre 1923 n Con Regio Decreto 6 Settembre 1928 fu costituito il Consorzio Speciale per la Bonifica di Massarosa che nel 1929 chiese la concessione delle opere di bonifica dell intero comprensorio. Con Regio Decreto 23 Febbraio 1931 il Consorzio di Massarosa viene esteso su tutto il comprensorio di bonifica con la denominazione Consorzio di Bonifica del Lago e delle Paludi di Massaciuccoli, in esso vengono fusi i Consorzi idraulici di Levante di Viareggio e di Torre del Lago ed il Consorzio di Bonifica di Portovecchio. Viene nominato il Commissario Governativo, Prof. Bernardino Petrocchi, con i compiti di costituire l amministrazione consorziale e avviare i primi lavori. Con Regio Decreto 13 Dicembre 1934, su proposta del Commissario, il Consorzio del Lago e delle Paludi del Massaciuccoli è scisso in due distinti Consorzi: Consorzio per la bonifica del Bacino Settentrionale, con sede a Viareggio Consorzio per la bonifica del Bacino Meridionale, con sede a Pisa Viene estromesso il bacino di Migliarino e ripristinati i Consorzi idraulici di Levante di Viareggio e di Torre del Lago.

8 LA BONIFICA PUBBLICA Tra il 1932 ed il 1938 viene realizzata la quasi totalità delle opere, tuttora esistenti: canali, argini, strade, linee elettriche ed opere d arte in genere. In particolare: Vengono realizzati gli impianti idrovori di Pioppogatto, Portovecchio, Massaciuccoli e Vecchiano Viene resa pubblica l idrovora Minutoli Sono mantenute in funzione le idrovore di Case Rosse e della Bozza

9 LA BONIFICA PUBBLICA Negli anni 50 viene costruita l idrovora di Beatrice e nel 59 dismessa l idrovora della Bozza grazie al potenziamento dell idrovora di Vecchiano. Negli anni 60 viene dismessa l idrovora Case Rosse.

10 LA BONIFICA PUBBLICA Con Decreto Presidenziale 20 Settembre 1955 viene costituito il Consorzio di Bonifica della Versilia per fusione dei Consorzi di Bonifica Baccatoio, Ponente di Viareggio e Massaciuccoli Settentrionale.

11 LA BONIFICA PUBBLICA Delibera C.R. n. 415 del 3 ott.1989 Modifica dei confini territorali del C.B. Versilia e del C.B. Meridionale Pisano A: Attuale perimetro del Consorzio di Bonifica del Lago e Padule di Massaciuccoli B: Area di ampliamento già classificata di bonifica

12 LA BONIFICA PUBBLICA Delibera C.R. n. 415 del 3 ott.1989 Modifica dei confini territorali del C.B. Versilia e del C.B. Meridionale Pisano A: Attuale perimetro del Consorzio di Bonifica del Lago e Padule di Massaciuccoli B: Area di ampliamento già classificata di bonifica

13 LA BONIFICA PUBBLICA Con Legge Regionale n. 34 del 5/5/1994 (art. 5, comma 1) tutto il territorio regionale è classificato di bonifica. Con Delibera del Consiglio della Regione Toscana n. 315 del 15/10/1996 il territorio regionale viene diviso in comprensori e tutta l area di bonifica intorno al lago rientra nel comprensorio di bonifica n. 11.

14 LA BONIFICA PUBBLICA Con Delibera del Consiglio della Regione Toscana n. 433 del 29/12/1997 il comprensorio di bonifica n. 11 viene attribuito al Consorzio di Bonifica della Versilia, che assume la denominazione di Consorzio di Bonifica Versilia Massaciuccoli e viene soppresso il Consorzio di Bonifica Bacino Meridionale Pisano.

15 LA BONIFICA OGGI SUPERFICIE TOTALE COMPRENSORIO 38 mila ettari LUNGHEZZA TOTALE CORSI D ACQUA 730 km

16 8 BACINI DI BONIFICA NELL AREA DI PIANURA Ex Porta Nord Ex Porta Sud Baccatoio Ponente Viareggio Sud Massaciuccoli Lucchese Massaciuccoli Pisano Macchia di Migliarino LA BONIFICA OGGI 21 IMPIANTI IDROVORI

17 BACINO IDROGRAFICO DEL LAGO DI MASSACIUCCOLI Superficie totale ha Aree a scolo meccanico ha Aree a scolo naturale ha Superficie lago e padule ha Impianto idrovoro Portata nominale (m 3 /s) Massarosa Beatrice 1.00 Massarosa Pioppogatto 2.60 Massarosa Portovecchio 1.65 Quiesa 2.25 Massaciuccoli Pisano 6.00 Vecchiano Potenziale max. della bonifica Bufalina 10.50

18 LA BONIFICA OGGI B. MASSACIUCCOLI LUCCHESE (MASSAROSA, PORTOVECCHIO E QUIESA) Superficie 1067 ha Canali Acque Alte Canali Acque Basse 13 km 43 km Impianti idrovori n. 4

19 LA BONIFICA OGGI IMPIANTO IDROVORO BEATRICE Pompe n. 2 Potenza installata Portata nominale 93kW 1000 l/s

20 LA BONIFICA OGGI IMPIANTO IDROVORO PORTOVECCHIO Pompe n. 3 Potenza installata Portata nominale 118 kw 1650 l/s

21 LA BONIFICA OGGI IMPIANTO IDROVORO QUIESA Pompe n. 3 Potenza installata Portata nominale 170 kw 2250 l/s

22 LA BONIFICA OGGI SOTTOBACINI VECCHIANO E MASSACIUCCOLI PISANO Superficie 2980 ha (1500 soll.mecc.) Canali Acque Alte Canali Acque Basse 23 km 82 km Impianti idrovori n. 2

23 LA BONIFICA OGGI IMPIANTO IDROVORO MASSACIUCCOLI Pompe n. 3 Potenza installata 333 kw Portata nominale 6000 l/s

24 LA BONIFICA OGGI IMPIANTO IDROVORO VECCHIANO Pompe n. 4 Potenza installata Portata nominale 470 kw l/s

25 LA BONIFICA OGGI B.VIAREGGIO SUD Superficie 2167 ha Canali Acque Alte 46 km Canali Acque Basse 0 km Impianti idrovori n. 2

26 LA BONIFICA OGGI ARGINI PERIMETRALI DEL LAGO DI MASSACIUCCOLI all interno del bacino Massaciuccoli Lucchese 10 km all interno del bacino Massaciuccoli Pisano 6 km

CONSORZIO DI BONIFICA DELLA VERSILIA V I A R E G G I O * * *

CONSORZIO DI BONIFICA DELLA VERSILIA V I A R E G G I O * * * 1 CONSORZIO DI BONIFICA DELLA VERSILIA V I A R E G G I O * * * REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PIENA 2 INDICE 1. Premessa 1.1 quadro di riferimento generale pag. 3 1.2 scopi del servizio di piena pag. 3 2.

Dettagli

Comune di Massarosa Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli. VERSO IL LAGO: Concorso di idee

Comune di Massarosa Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli. VERSO IL LAGO: Concorso di idee VERSO IL LAGO: Concorso di idee 1 2 3 Ambito di intervento Area Piaggetta 0 50 100 Ambito minimo di intervento 1 Ambito1 La Porta del Parco Brilla-Molinaccio 2 Ambito 2 La Passeggiata 3 Ambito 3 Il Porto

Dettagli

EX COMPRENSORIO 11 VERSILIA MASSACIUCCOLI IL PIANO DI CLASSIFICA DEGLI IMMOBILI PER IL RIPARTO DELLA CONTRIBUENZA E MODALITÀ DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO

EX COMPRENSORIO 11 VERSILIA MASSACIUCCOLI IL PIANO DI CLASSIFICA DEGLI IMMOBILI PER IL RIPARTO DELLA CONTRIBUENZA E MODALITÀ DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO EX COMPRENSORIO 11 VERSILIA MASSACIUCCOLI IL PIANO DI CLASSIFICA DEGLI IMMOBILI PER IL RIPARTO DELLA CONTRIBUENZA E MODALITÀ DI CALCOLO DEL CONTRIBUTO Il Piano di Classifica degli Immobili ha il fine di

Dettagli

RELAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2004.

RELAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2004. CONSORZIO DI BONIFICA VERSILIA-MASSACIUCCOLI ENTE DI DIRITTO PUBBLICO V I A R E G G I O * * * RELAZIONE DELL AMMINISTRAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2004. A) SINTESI DEI PRINCIPALI FATTI

Dettagli

L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo

L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia Workshop L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo 4 Esempi di applicazione dei software HEC-HMS e HEC-RAS Canale Ozzeri (prov. di Lucca)

Dettagli

L idrovora di Ca Vendramin: le nostre ricerche. Classe IV B T.I.M. I.P.S.I.A. Porto Tolle (Ro)

L idrovora di Ca Vendramin: le nostre ricerche. Classe IV B T.I.M. I.P.S.I.A. Porto Tolle (Ro) L idrovora di Ca Vendramin: le nostre ricerche. Classe IV B T.I.M. I.P.S.I.A. Porto Tolle (Ro) Il Polesine può essere considerato una zona unica nel suo genere in quanto formatasi dall accumulo di sedimenti

Dettagli

Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio. Santa Croce sull Arno, 28-05-2010

Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio. Santa Croce sull Arno, 28-05-2010 Il Comprensorio del cuoio incontra il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio Santa Croce sull Arno, 28-05-2010 IL COMPRENSORIO CONSORTILE Il Consorzio di Bonifica del Padule di Fucecchio si estende

Dettagli

Premessa 23/05/2014 2

Premessa 23/05/2014 2 Regione Toscana NORMATIVA sulla DIFESA DEL SUOLO Legge Reg. 27 dicembre 2012 n. 79 Nuova Disciplina in materia di Consorzi di bonifica. Modifiche (Ver. alla l.r. 69/2008 e alla l.r. 91/98. 1.0) Abrogazione

Dettagli

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO Piano di Gestione delle Acque I Aggiornamento Rapporto tra PDGAcque e altri piani di indirizzo: PDGAlluvioni, Piano di Sviluppo Rurale, Piano di Indirizzo

Dettagli

4 del 18 Novembre 2015. Seduta Numero. OGGETTO: Bilancio di Previsione 2015 Variazioni / Approvazione.

4 del 18 Novembre 2015. Seduta Numero. OGGETTO: Bilancio di Previsione 2015 Variazioni / Approvazione. Consorzio 6 Toscana Sud Viale Ximenes n. 3 58100 Grosseto - tel. 0564.22189 bonifica@pec.cb6toscanasud.it - www.cb6toscanasud.it Codice Fiscale 01547070530 DELIBERAZIONE N. 15 DELL ASSEMBLEA CONSORTILE

Dettagli

Studio di trasporto solido sul fiume Serchio Il gruppo di ricerca è così composto: - Prof. Geol. Massimo Rinaldi, docente di Geologia Applicata presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale

Dettagli

Le potenzialità di produzione energetica delle derivazioni di pianura L'esperienza del Consorzio di Bonifica Ledra - Tagliamento

Le potenzialità di produzione energetica delle derivazioni di pianura L'esperienza del Consorzio di Bonifica Ledra - Tagliamento Le potenzialità di produzione energetica delle derivazioni di pianura L'esperienza del Consorzio di Bonifica Ledra - Tagliamento Ing. Stefano Bongiovanni MALNISIO, 16 GIUGNO 2011 PRESA DI OSPEDALETTO CONSORZIO

Dettagli

ATTO DI INDIRIZZO IN MATERIA DI FOGNATURE E DEPURAZIONE

ATTO DI INDIRIZZO IN MATERIA DI FOGNATURE E DEPURAZIONE COMUNE di RIMINI ASSESSORATO MOBILITA, LAVORI PUBBLICI E QUALITA URBANA ATTO DI INDIRIZZO IN MATERIA DI FOGNATURE E DEPURAZIONE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 18/02/2010 TAVOLO

Dettagli

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca

COMUNE DI MASSAROSA Provincia di Lucca Oggetto: Piano Attuativo denominato SALOV e Centro Leasing - Adozione- Proposta di deliberazione del Consiglio Comunale Premesso che: con deliberazione del Consiglio Comunale del 27.4.2004 n. 51 è stato

Dettagli

RELAZIONE COMPRENSORIO PIANURA PISANA

RELAZIONE COMPRENSORIO PIANURA PISANA PIANO DELLE ATTIVITA 2015 (L.R. 79/2012 ART. 26 comma 2) VERSIONE 2 APPROVATA DEL 13/03/2015 RELAZIONE COMPRENSORIO Il Direttore Tecnico di Comprensorio Pianura Pisana (Dott. Ing. Sandro Borsacchi) 1 /

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI - PISA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PIENA

CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI - PISA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PIENA CONSORZIO DI BONIFICA UFFICIO DEI FIUMI E FOSSI - PISA REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI PIENA V1 1990 1 i n d i c e 1. premessa pag. 1.1 quadro di riferimento generale 2 1.2 scopi del servizio di piena 2 2.

Dettagli

PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore Difesa del suolo Regione Toscana

PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore Difesa del suolo Regione Toscana Progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni FASE DI PARTECIPAZIONE ATTIVA (art.66 c.7 D.Lgs 152/06) I INCONTRO PUBBLICO PIANIFICAZIONE E DIFESA DEL SUOLO IN TOSCANA Ing. Beatrice Mengoni Settore

Dettagli

La formazione del Piano di Gestione delle acque. Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders)

La formazione del Piano di Gestione delle acque. Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders) La formazione del Piano di Gestione delle acque Elenco dei portatori d'interesse (stakeholders) Enti pubblici MINISTERO DELL AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE Direzione generale per la

Dettagli

CONSORZIO 4 BASSO VALDARNO Sede legale: VIA SAN MARTINO, 60 56125 PISA Consorzio di Bonifica ai sensi della L. R. 79/2012 (ente pubblico economico)

CONSORZIO 4 BASSO VALDARNO Sede legale: VIA SAN MARTINO, 60 56125 PISA Consorzio di Bonifica ai sensi della L. R. 79/2012 (ente pubblico economico) SEDE DI Ponte Buggianese STRUTTURA PROPONENTE: Area Tecnica, Settore Tecnico PROPOSTA NOTA DI SERVIZIO N. DETERMINA DEL Direttore Area Manutenzione, Progetti Ambientali ed Energie Alternative: N. 26 DEL

Dettagli

Competenze dei settori operativi

Competenze dei settori operativi CONSORZIO DI BONIFICA BACCHIGLIONE PIANO DI ORGANIZZAZIONE VARIABILE - adottato dall Assemblea con delibera n. 04/07 del 21 maggio 2010, e definitivamente approvato con modifiche con Decreto del Presidente

Dettagli

SERVIZI DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE COMUNE DI MASSAROSA

SERVIZI DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE COMUNE DI MASSAROSA SERVIZI DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE COMUNE DI MASSAROSA ERSU S.p.A. ha concordato con il Comune di Massarosa lo svolgimento del servizio di disinfestazione contro le zanzare sia nella loro forma

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2008.

RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2008. CONSORZIO DI BONIFICA VERSILIA-MASSACIUCCOLI ENTE DI DIRITTO PUBBLICO V I A R E G G I O * * * RELAZIONE AL BILANCIO PREVENTIVO PER L ESERCIZIO 2008. A) SINTESI DEI PRINCIPALI FATTI DI GESTIONE DALL APPROVAZIONE

Dettagli

STUDIO IDROLOGICO IDRAULICO SUL SISTEMA DEL LAGO DI MASSACIUCCOLI

STUDIO IDROLOGICO IDRAULICO SUL SISTEMA DEL LAGO DI MASSACIUCCOLI CONSORZIO DI BONIFICA VERSILIA MASSACIUCCOLI ENTE DI DIRITTO PUBBLICO VIAREGGIO Via della Migliarina 64 55049 Viareggio (LU) Tel 0584 43991 fax 0584 426357 Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO

Dettagli

CONSIGLIO DI BACINO BRENTA

CONSIGLIO DI BACINO BRENTA CONSIGLIO DI BACINO BRENTA L.R. del Veneto n. 17 del 27 aprile 2012 DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA - Ing. Marco Puiatti - N. 30 di Reg. del 24/07/2015 Prot. n. 1046 del 24/07/2015 Immediatamente eseguibile

Dettagli

DETERMINA DIRETTORE Area 3 Manutenzione, Progetti Ambientali ed energie alternative N.16 DEL 10.07.2015

DETERMINA DIRETTORE Area 3 Manutenzione, Progetti Ambientali ed energie alternative N.16 DEL 10.07.2015 SEDE DI: Pianura Pisana STRUTTURA PROPONENTE: Area Tecnica, Settore Tecnico DETERMINA DEL Direttore Area Manutenzione, Progetti Ambientali ed Energie Alternative: N. 16 DEL 14.07.2015 OGGETTO: Lavori di

Dettagli

FASCICOLO 1 MANUTENZIONE ORDINARIA IN APPALTO (lett.a)

FASCICOLO 1 MANUTENZIONE ORDINARIA IN APPALTO (lett.a) PIANO DELLE ATTIVITA DI BONIFICA 2015 (L.R. 79/2012 art. 26 comma 2) VERSIONE 2 APPROVATA DEL 13/03/2015 FASCICOLO 1 MANUTENZIONE ORDINARIA IN APPALTO (lett.a) attività di manutenzione ordinaria del reticolo

Dettagli

Comune di Busto Garolfo Provincia di Milano

Comune di Busto Garolfo Provincia di Milano Comune di Busto Garolfo Provincia di Milano INDIVIDUAZIONE DEL RETICOLO IDRICO COME DEFINITO DALLA D.G.R. 7/7868 del 25/01/2002 e s.m.i. Relazione tecnica illustrativa Maggio 2009 Aggiornamento: Marzo

Dettagli

2 - L area di riferimento

2 - L area di riferimento 2 - L area di riferimento I temi di ricerca affrontati presentano notevoli difficoltà derivanti dalla complessità dei fenomeni considerati (come anticipato nel capitolo precedente), ma anche dall importanza

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA SANITARIA LOCALE TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 11 del 02/01/2016

REGIONE TOSCANA AZIENDA SANITARIA LOCALE TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE. N. 11 del 02/01/2016 REGIONE TOSCANA AZIENDA SANITARIA LOCALE TOSCANA NORD OVEST DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 11 del 02/01/2016 OGGETTO: NOMINA AMMINISTRATORE DI SISTEMA E GESTIONE RIS-PACS IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE ECOLOGIA Tutela e Uso Risorse Idriche Integrate I L D I R I G E N T E

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE ECOLOGIA Tutela e Uso Risorse Idriche Integrate I L D I R I G E N T E REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA Tutela e Uso Risorse Idriche Integrate Proposta nr. 62 del 19/11/2015 - Determinazione nr. 2729 del 19/11/2015 OGGETTO: D.Lgs. 152/06 HydroGEA

Dettagli

PRINCIPALI ATTIVITA SVOLTE NEL PERIODO 2009-2015

PRINCIPALI ATTIVITA SVOLTE NEL PERIODO 2009-2015 PRINCIPALI ATTIVITA SVOLTE NEL PERIODO 2009-2015 Consiglio dei delegati 27 Aprile 2015 PROGRAMMA DELLE OPERE FINANZIATE DALLA REGIONE O DAL MINISTERO Dall anno 2009 il Consorzio di Bonifica Ledra Tagliamento

Dettagli

A REV. DESCRIZIONE DATA ESEGUITO VPP VPE REV. DESCRIZIONE DATA ESEGUITO VERIFICATO APPROVATO

A REV. DESCRIZIONE DATA ESEGUITO VPP VPE REV. DESCRIZIONE DATA ESEGUITO VERIFICATO APPROVATO SERVIZIO DIFESA DEL SUOLO VIA A. TESTA, 2 52100 AREZZO TEL.0575.3161 FAX.0575.316241 URL: www.provincia.arezzo.it E-MAIL: difesasuolo@provincia.arezzo.it TITOLO: Lavori urgenti di manutenzione con taglio

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI BONIFICA 2015

PIANO DELLE ATTIVITA DI BONIFICA 2015 SEDE LEGALE: Via degli Speziali 17 Loc. Venturina Terme 57021 CAMPIGLIA MARITTIMA (LI) Telefono: +39 0565 85761 Fax: +39 0565 857690 Posta Certificata: cbaltamaremma@pcert.it - consorzio@pec.collinelivornesi.it

Dettagli

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO

Autorità di Bacino BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO Il programma di lavoro per l aggiornamento del Piano di Gestione delle Acque del distretto idrografico del fiume Serchio Indice I. Inquadramento normativo e procedurale II. I contenuti del Piano oggetto

Dettagli

STATUTO CONSORTILE. Art. 50, comma 4

STATUTO CONSORTILE. Art. 50, comma 4 STATUTO CONSORTILE Art. 50, comma 4 Entro due anni dall approvazione dello statuto da parte della Giunta regionale, il Consorzio provvede ad esplicitare nell avviso di pagamento lo specifico beneficio

Dettagli

Emergenza idrica 2005 D.G. Agricoltura - Situazione aggiornata a seguito della riunione del 24 giugno

Emergenza idrica 2005 D.G. Agricoltura - Situazione aggiornata a seguito della riunione del 24 giugno Emergenza idrica 2005 D.G. Agricoltura - Situazione aggiornata a seguito della riunione del 24 giugno Scenario di riferimento Il sistema irriguo della pianura lombarda è costituito da un sistema idraulico

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELIBERAZIONE N 186/2014 OGGETTO: RIPRISTINO DELL EFFICIENZA IRRIGUA CON INTERVENTI DI AMMODERNAMENTO DELLE OPERE DI PRESA, ADEGUAMENTO,

Dettagli

TAVOLO TEMATICO RISCHIO IDRAULICO Salzano (VE), 23/09/2014

TAVOLO TEMATICO RISCHIO IDRAULICO Salzano (VE), 23/09/2014 INIZIATIVA PROMOSSA DA CON IL COMUNI DI CAMPOSAMPIERO LOREGGIA MARTELLAGO MASSANZAGO NOALE PIOMBINO DESE RESANA SALZANO SCORZE TREBASELEGHE VENEZIA CONSORZIO DI BONIFICA ACQUE RISORGIVE FORUM DELLE ASSOCIAZIONI

Dettagli

DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO E PROTEZIONE CIVILE SETTORE GENIO CIVILE DI BACINO TOSCANA SUD E OPERE MARITTIME PISTONE FRANCESCO

DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO E PROTEZIONE CIVILE SETTORE GENIO CIVILE DI BACINO TOSCANA SUD E OPERE MARITTIME PISTONE FRANCESCO REGIONE TOSCANA DIREZIONE DIFESA DEL SUOLO E PROTEZIONE CIVILE SETTORE GENIO CIVILE DI BACINO TOSCANA SUD E OPERE MARITTIME Il Dirigente Responsabile: PISTONE FRANCESCO Decreto soggetto a controllo di

Dettagli

CONSORZIO PER LA BONIFICA DELLA VAL DI CHIANA ROMANA E VAL DI PAGLIA

CONSORZIO PER LA BONIFICA DELLA VAL DI CHIANA ROMANA E VAL DI PAGLIA CONSORZIO PER LA BONIFICA DELLA VAL DI CHIANA ROMANA E VAL DI PAGLIA Estratto dal verbale del Consiglio di Amministrazione Delib. n. 70 del 30.07.2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CERTIFICATO DI RE GOLARE ESECUZIO-

Dettagli

DETERMINAZIONE SETTORE TECNICO. Numero 65 Del 06-02-12

DETERMINAZIONE SETTORE TECNICO. Numero 65 Del 06-02-12 DETERMINAZIONE SETTORE TECNICO Numero 65 Del 06-02-12 Oggetto: L.R. 34794. COMPRENSORIO DI BONIFICA N. 29. "VAL DI CECINA". PROGRAMMA DI BONIFICA 2011. DETERMINA= ZIONE INDICI DI CONTRIBUENZA E APPROVAZIONE

Dettagli

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Deliberazione 22 dicembre 1998 Definizione dei prezzi di cessione delle eccedenze di energia elettrica prodotta da impianti idroelettrici ad acqua fluente fino a 3MW (Deliberazione n. 162/98) Nella riunione

Dettagli

Un Innovativo mix tecnologico per una delle più importanti opere idrauliche d Italia

Un Innovativo mix tecnologico per una delle più importanti opere idrauliche d Italia Un Innovativo mix tecnologico per una delle più importanti opere idrauliche d Italia Marco Gussoni Key Account Manager Saia Burgess Controls Italia Srl 2011 Cosa significa Peace of Mind? Sicurezza, Serenità,

Dettagli

Il calendario delle escursioni del Walking Festival al Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli.

Il calendario delle escursioni del Walking Festival al Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. Il calendario delle escursioni del Walking Festival al Parco di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli. 3 settembre - Macchia Lucchese: Sopra ogni cisto da qui al mare Percorso circa 6,5 km Ritrovo ore

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO

CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO CONSORZIO DI BONIFICA ADIGE EUGANEO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELIBERAZIONE N 28/2016 OGGETTO: LAVORI DI SOMMA URGENZA PER LA MESSA IN SICUREZZA DELLA BOTTE A SIFONE CANALETTA AGNA - FOSSA MONSELESANA

Dettagli

Le Politiche Regionali in tema di BONIFICHE AMBIENTALI

Le Politiche Regionali in tema di BONIFICHE AMBIENTALI Le Politiche Regionali in tema di BONIFICHE AMBIENTALI 13 dicembre 2011 Direzione Ambiente Relatore: Ing. Giorgio Schellino La situazione dei siti contaminati in Piemonte 700 siti contaminati con procedimento

Dettagli

tra la Regione Autonoma della Sardegna e il Consorzio di Bonifica. per lo svolgimento di attività

tra la Regione Autonoma della Sardegna e il Consorzio di Bonifica. per lo svolgimento di attività SCHEMA DI ACCORDO DI PROGRAMMA tra la Regione Autonoma della Sardegna e il Consorzio di Bonifica. per lo svolgimento di attività inerenti al servizio di piena e intervento idraulico e presidio territoriale.

Dettagli

RIPARTO DELLE SPESE CONSORTILI

RIPARTO DELLE SPESE CONSORTILI RIPARTO DELLE SPESE CONSORTILI 1) Che differenza c è fra bonifica idraulica e bonifica intergale e quando si è introdotto per la prima volta il concetto di bonifica integrale? Con il termine bonifica si

Dettagli

AL COMUNE DI CONSELICE

AL COMUNE DI CONSELICE AL COMUNE DI CONSELICE PIANO URBANISTICO ATTUATIVO VIA MERLO, COMPARTI 39/A-39/B PROPRIETA': Cooperativa Ceramica d'imola S.c. Via Vittorio Veneto, 13 40026 Imola (Bo) R.E.A. BO 5545 - C.F. e Reg. Impr.

Dettagli

Che cosa è un consorzio di bonifica? Che cosa è il perimetro di contribuenza? Che cosa si intende per attività di bonifica? Chi sono i consorziati?

Che cosa è un consorzio di bonifica? Che cosa è il perimetro di contribuenza? Che cosa si intende per attività di bonifica? Chi sono i consorziati? Domande frequenti Che cosa è un consorzio di bonifica? Un Consorzio di Bonifica è un ente con personalità giurica che esercita le funzioni previste dalle Leggi nazionali e regionali (R.D. 215/1933, L.R.

Dettagli

Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91. Titolo I - FINALITÀ. Art. 01 - Finalità

Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91. Titolo I - FINALITÀ. Art. 01 - Finalità Norme per la difesa del suolo. (1) Bollettino Ufficiale n. 43, parte prima, del 21.12.1998 Legge Regionale 11 dicembre 1998, n. 91 Titolo I - FINALITÀ Art. 01 - Finalità 1. La Regione Toscana, per soddisfare

Dettagli

ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 23 DICEMBRE 2011

ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 23 DICEMBRE 2011 ELENCO DELIBERE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO DEL 23 DICEMBRE 2011 Numero Data 175. 23.12.11 176. 23.12.11 REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO IDROVORO A SERVIZIO DELL ANTIFOSSO DI USCIANA - CUP H39H10001090002

Dettagli

La valorizzazione turistica lungo l itinerario Locarno- Milano-Venezia: il museo delle acque italo-svizzere - IDROTOUR PROGETTO IDROTOUR INTERREG IT-CH NAVIGAZIONE SUL VILLORESI PROVE TECNICHE DI FATTIBILITA

Dettagli

Progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni FASE DI PARTECIPAZIONE ATTIVA (art.66 c.7 D.Lgs 152/06)

Progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni FASE DI PARTECIPAZIONE ATTIVA (art.66 c.7 D.Lgs 152/06) Progetto di Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni FASE DI PARTECIPAZIONE ATTIVA (art.66 c.7 D.Lgs 152/06) II INCONTRO PUBBLICO Criticità e alternative di intervento per la Macroarea 1 Piana costiera

Dettagli

AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE

AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE AREA DI TARANTO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA SCENARIO/PERCORSO AZIONI DA PORRE IN ESSERE Audizione Esame del disegno di legge n. 1733 - conversione in Legge del DL 5 gennaio 2015, n. 1, recante Disposizioni

Dettagli

Autorità di Bacino del Fiume Serchio Provincia di Lucca ARPAT Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord

Autorità di Bacino del Fiume Serchio Provincia di Lucca ARPAT Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord 6C. Monitoraggio del lago di Massaciuccoli Autorità di Bacino del Fiume Serchio Provincia di Lucca ARPAT Consorzio di Bonifica 1 Toscana Nord ANALISI DATI DI CONDUCIBILITÀ ELETTRICA NEL CANALE BURLAMACCA

Dettagli

La tutela delle acque fluviali, lagunari e marine

La tutela delle acque fluviali, lagunari e marine La tutela delle acque fluviali, lagunari e marine Città di Chioggia 22 maggio 2009 Il sistema idraulico/fognario di Padova ed il completamento ed ampliamento del Depuratore di Cà Nordio - In data 13 febbraio

Dettagli

Ordinanza del Commissario Delegato ai sensi dell'art. 1 comma 548 L.228 del 24 dicembre 2012

Ordinanza del Commissario Delegato ai sensi dell'art. 1 comma 548 L.228 del 24 dicembre 2012 REGIONE TOSCANA Ordinanza del Commissario Delegato ai sensi dell'art. 1 comma 548 L.228 del 24 dicembre 2012 Oggetto: L.228/2012-art. 1 c.548-o.c.d. n. 5/2013 e ss.mm.ii.-intervento cod. 2012EGR0244 Adeguamento

Dettagli

LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015

LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015 I VENTI DELL INNOVAZIONE EXPO 2015: ACQUA Centro Congressi Ville Ponti di Varese, 19 giugno 2014 LA TESTIMONIANZA DEL CONSORZIO ETVILLORESI: VALORIZZARE LE ACQUE DEI CANALI VERSO EXPO 2015 Arch. Laura

Dettagli

Area di crisi idrica della Piana di Lucca: dinamica della falda e simulazioni previsionali

Area di crisi idrica della Piana di Lucca: dinamica della falda e simulazioni previsionali ORDINE DEI GEOLOGI DELLA TOSCANA Convegno: La geologia: Università ed Enti Pubblici Firenze, 14 settembre 2009 Area di crisi idrica della Piana di Lucca: dinamica della falda e simulazioni previsionali

Dettagli

CONSORZIO DELLA BONIFICA RENANA B O L O G N A ESTRATTO DAL VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PROVVISORIO DEL 17 NOVEMBRE 2009

CONSORZIO DELLA BONIFICA RENANA B O L O G N A ESTRATTO DAL VERBALE DELLA RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PROVVISORIO DEL 17 NOVEMBRE 2009 DELIBERAZIONE N. 43/2009 OGGETTO 5 ADOZIONE E PRIMA APPLICAZIONE DELLE TIPOLOGIE DI CONCESSIONI AMMINISTRATIVE E DEI RELATIVI CANONI, DEI CRITERI TECNICI E OPERATIVI, NONCHÉ DELLE REGOLE AMMINISTRATIVE.

Dettagli

PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI: UNO SVILUPPO DIVERSO E POSSIBILE

PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI: UNO SVILUPPO DIVERSO E POSSIBILE PARCO REGIONALE MIGLIARINO SAN ROSSORE MASSACIUCCOLI: UNO SVILUPPO DIVERSO E POSSIBILE SCHEDA PER I RELATORI DI WWF E LEGAMBIENTE AL CONVEGNO DEL 4 GIUGNO I. IL CONTESTO, GLI AMBIENTI Un Parco difficile,

Dettagli

La politica regionale per la sicurezza idraulica e la riqualificazione paesaggistico - ambientale dei corsi d acqua del nord milano

La politica regionale per la sicurezza idraulica e la riqualificazione paesaggistico - ambientale dei corsi d acqua del nord milano La politica regionale per la sicurezza idraulica e la riqualificazione paesaggistico - ambientale dei corsi d acqua del nord milano D. Fossati U.O. Difesa del suolo Dalle esondazioni alla sicurezza idraulica

Dettagli

* L Accordo di Programma per la mitigazione del rischio idrogeologico in Lombardia

* L Accordo di Programma per la mitigazione del rischio idrogeologico in Lombardia #DissestoItalia: viaggio nel Paese che crolla - Focus LOMBARDIA Milano, 6 marzo 2014 * L Accordo di Programma per la mitigazione del rischio idrogeologico in Prof. Carlo Maria Marino * www.territorio.regione.lombardia.it

Dettagli

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI

REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI COMUNE DI OLCENENGO Provincia di Vercelli REGOLAMENTO SPECIALE PER LA COLTIVAZIONE DEL RISO NELLA PROVINCIA DI VERCELLI DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE Decreto del Presidente della Giunta

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE

REPUBBLICA ITALIANA DELLA REGIONE UMBRIA PARTE PRIMA. Sezione II ATTI DELLA REGIONE Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - serie generale - n. 38 del 7 settembre 2005 Spedizione in abbonamento postale Art. 2, comma 20/c, legge 662/96 - Fil. di Potenza REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate

La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate Paolo CALVO Leonardo MAZZA Carlo MOSCA Giovanni MIGLIORELLI La nuova normativa sugli istituti di vigilanza, di investigazione privata e sulle guardie giurate Presentazione di Antonio MANGANELLI CACUCCI

Dettagli

Architetto Responsabile U.O.C.Pianificazione ambientale. Telefono 0583417311 3389430879 Fax 0583417200 p.ramacciotti@provincia.lucca.

Architetto Responsabile U.O.C.Pianificazione ambientale. Telefono 0583417311 3389430879 Fax 0583417200 p.ramacciotti@provincia.lucca. INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ufficio di appartenenza Qualifica RAMACCIOTTI PAOLA Amministrazione provinciale di Lucca Servizio Tecnico Pianificazione Territoriale e della Mobilità, Risorse Naturali e Politiche

Dettagli

P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E

P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E P.O.R. CAMPANIA 2000 2006 RISTRUTTURAZIONE DELLA RETE PRIMARIA E SECONDARIA DEL COMPRENSORIO IRRIGUO DEL TENZA E COLLEGAMENTO CON IL BACINO DEL CASTRULLO REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO IDROELETTRICO IN LOCALITA

Dettagli

PICCOLI IMPIANTI IDROELETTRICI. Elettricità da Fonti Rinnovabili in Liguria

PICCOLI IMPIANTI IDROELETTRICI. Elettricità da Fonti Rinnovabili in Liguria PICCOLI IMPIANTI IDROELETTRICI Elettricità da Fonti Rinnovabili in Liguria ENERGIA IDROELETTRICA La potenza dell impianto dipende dalle caratteristiche della fonte considerata ed in particolare è funzione

Dettagli

LE LEGGI ELETTORALI. Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848

LE LEGGI ELETTORALI. Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848 LE LEGGI ELETTORALI Estremi Oggetto Elementi innovativi essenziali Legge 2 agosto 1848 Introduce sul modello francese il consiglio come assemblea rappresentativa. Regno Subalpino Regno di Sardegna Legge

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO INTERREGIONALE MARECCHIA E CONCA COMITATO ISTITUZIONALE

AUTORITA' DI BACINO INTERREGIONALE MARECCHIA E CONCA COMITATO ISTITUZIONALE AUTORITA' DI BACINO INTERREGIONALE MARECCHIA E CONCA COMITATO ISTITUZIONALE Deliberazione Comitato Istituzionale n 02 del 03 giugno 2014. (pubblicata il 13/06/2014 con prot. n. 340) OGGETTO: Adempimenti

Dettagli

MoVimento 5 Stelle Municipio X. Dissesto idrogeologico

MoVimento 5 Stelle Municipio X. Dissesto idrogeologico MoVimento 5 Stelle Municipio X Dissesto idrogeologico Tavolo Ambiente Municipio X Attività svolta nel 2013-2014 Premesse: Lo strumento pianificatorio dei Piani di Bacino è stato introdotto nel nostro ordinamento

Dettagli

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:.

6. Che la destinazione d uso dopo l intervento: E invariata E mutata in:. 3. Che la tipologia dell intervento, delle suddette opere è riconducibile a: 4. Che lo stato attuale dell immobile/unità immobiliare risulta legittimato dai seguenti atti: Fabbricato antecedente al 1938

Dettagli

R.D. 8 ottobre 1931, n. 1604. Approvazione del testo unico delle leggi sulla pesca TITOLO 1. Norme per l'esercizio della pesca.

R.D. 8 ottobre 1931, n. 1604. Approvazione del testo unico delle leggi sulla pesca TITOLO 1. Norme per l'esercizio della pesca. R.D. 8 ottobre 1931, n. 1604. Approvazione del testo unico delle leggi sulla pesca (modificato con: L.16 marzo 1933 n. 260; R.D.L. 11 aprile 1938 n. 1183; L. 12 luglio 1938 n. 1487; L. 20 marzo 1940 n.

Dettagli

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 43 DEL 14/04/2011 COPIA OGGETTO: VALORI DI RIFERIMENTO AI FINI DEL CALCOLO I.C.I. RELATIVO ALLA AREE EDIFICABILI

Dettagli

ULTERIORI INTERVENTI DI

ULTERIORI INTERVENTI DI ELENCO DECRETI DEL 09 APRILE 2013 DIRETTORE F.F. Numero Data 32. 09.04.13 33. 09.04.13 ULTERIORI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA ALL INTERNO DEL COMPRENSORIO CONSORTILE E NELL AMBITO DEL CANTIERE

Dettagli

AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA

AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario Tecnico Il fiume Fiora tra la S.S. 1 ed il mare: aspetti idraulici e difesa costiera Roma, 16

Dettagli

GREEN SHIPPING SUMMIT 2015

GREEN SHIPPING SUMMIT 2015 GREEN SHIPPING SUMMIT 2015 Ing. Francesco Messineo Presidente Autorità Portuale di Marina di Carrara Il dragaggio del porto di Rotterdam Dragaggio annuale 4 7 milioni di m3 solo per la manutenzione dei

Dettagli

BREVE CENNO STORICO SULLE ORIGINI E SULLO SVILUPPO DELLA SOCIETA' JADROLINIJA

BREVE CENNO STORICO SULLE ORIGINI E SULLO SVILUPPO DELLA SOCIETA' JADROLINIJA BREVE CENNO STORICO SULLE ORIGINI E SULLO SVILUPPO DELLA SOCIETA' JADROLINIJA La Jadrolinija è una delle società croate con la più lunga tradizione nel settore dei trasporti marittimi. La Jadrolinija,

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA Prot. N 611 Del 2 FEB. 2012 CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA DELIBERA COMMISSARIALE N 12 del 2 Febbraio 2012 OGGETTO: Consegna anticipata porzione lotto di cui alla delibera

Dettagli

Curriculum PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PERLA-PERLAMBIENTE

Curriculum PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PERLA-PERLAMBIENTE Curriculum PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PERLA-PERLAMBIENTE L Associazione culturale senza fini di lucro PERLA-Perlambiente è stata fondata nel novembre 2008 da un gruppo di professionisti con l intento

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA. E29H12000270002 NOME FILE 788_All.01-Relazione illustrativa.doc

RELAZIONE ILLUSTRATIVA. E29H12000270002 NOME FILE 788_All.01-Relazione illustrativa.doc 29//202 S.G. G.M. Aggiornamento.0 28//202 S.G. G.M. Redazione REV. DATA REDATTO CONTROL. APPROVATO DESCRIZIONE DENOMINAZIONE LAVORO INTERVENTI PROVVISIONALI URGENTI DELLE OPERE IDRAULICHE DI BONIFICA E

Dettagli

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese a cura di Dario Fossati U.O. Tutela e Valorizzazione Territorio Accordo di Programma

Dettagli

Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità.

Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità. Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità. Marco Volpin Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Torino, 9-10 Ottobre 2013 Consorzio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA COMUNE DI POMEZIA (Provincia di ROMA) SEZIONE TUTELA DELL AMBIENTE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI ALLACCI E SCARICHI IN PUBBLICA FOGNATURA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 94

Dettagli

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva.

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva. INDICE 1. Premessa 1 2. Descrizione dei luoghi 1 3. Valutazione degli afflussi meteorici 3 4. Valutazione dei deflussi 6 5. Calcolo del DMV 7 6. Modifiche alle portate attese a seguito delle opere 10 1.

Dettagli

Decreto Presidente Giunta n. 143 del 15/05/2012

Decreto Presidente Giunta n. 143 del 15/05/2012 Decreto Presidente Giunta n. 143 del 15/05/2012 A.G.C. 15 Lavori pubblici, opere pubbliche, attuazione, espropriazione Settore 3 Geotecnica, geotermia, difesa del suolo Oggetto dell'atto: LEGGE REGIONALE

Dettagli

Codice indicatore. Descrizione sintetica indicatore. Corridoio 17 Acque Alte. Informazioni fornite dall indicatore

Codice indicatore. Descrizione sintetica indicatore. Corridoio 17 Acque Alte. Informazioni fornite dall indicatore SR1.17 Corridoio 17 Acque Alte dall Il corridoio presenta tre aree caratterizzate da trama agricola condizionata da aspetti naturali. Esse sono localizzate lungo il corso dei canali Gambina Lame e Lamette,

Dettagli

Egr. Contribuente, Le comunichiamo l importo da Lei dovuto al. Dettaglio degli importi. Scadenza

Egr. Contribuente, Le comunichiamo l importo da Lei dovuto al. Dettaglio degli importi. Scadenza Avviso di Pagamento Codice Fiscale 09668999999999 della Media Pianura Bergamasca RSSMRR00B11A888A Modalità di Pagamento - Presso la propria banca o presso qualsiasi altro sportello bancario senza oneri

Dettagli

INDICE 1 ) PREMESSA...2 2 ) SOGGETTO PROPONENTE IL PROGETTO...3 3 ) CRONISTORIA PROGETTUALE...4 4 ) INTERVENTI PROGETTUALI...5

INDICE 1 ) PREMESSA...2 2 ) SOGGETTO PROPONENTE IL PROGETTO...3 3 ) CRONISTORIA PROGETTUALE...4 4 ) INTERVENTI PROGETTUALI...5 INDICE 1 ) PREMESSA...2 2 ) SOGGETTO PROPONENTE IL PROGETTO...3 3 ) CRONISTORIA PROGETTUALE...4 4 ) INTERVENTI PROGETTUALI...5 4.1 Descrizione dei lotti funzionali... 5 5 ) RIFERIMENTI NORMATIVI...6 6

Dettagli

Fig.1 Mappa freatimetrica a scala regionale dell acquifero non confinato dell alta pianura friulana.

Fig.1 Mappa freatimetrica a scala regionale dell acquifero non confinato dell alta pianura friulana. ACTION 2: Banca dati e implementazione del GIS, Definizione delle caratteristiche dei siti potenziali per l applicazione del metodo di RA degli acquiferi con particolare attenzione alla metodologia di

Dettagli

Autolinee Extraurbane

Autolinee Extraurbane LIBRETTO ORARI Autolinee Extraurbane EDIZIONE 2013//2014 NEL PERIODO DI VALIDITÀ DEGLI ORARI POSSONO ESSERVI VARIAZIONI/SOPPRESSIONI AL SERVIZIO A SEGUITO DI MODIFICHE APPROVATE DALL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE

Dettagli

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007

COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA CONCERNENTE GLI ECCEZIONALI EVENTI METEOROLOGICI DEL 26 SETTEMBRE 2007 ORDINANZA N. 3 DEL 22.01.08 Oggetto: O.P.C.M. n. 3621 del 18.10.2007. Interventi urgenti di protezione civile diretti a fronteggiare i danni conseguenti agli eccezionali eventi meteorologici che hanno

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA

IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA GREEN ENERGY S.r.l. Vicolo del Divino Amore n 2/C, 00047 Marino (RM) IMPIANTO IDROELETTRICO ELVELLA SUD SUL TORRENTE ELVELLA Comune di Acquapendente (VT) DOMANDA DI CONCESSIONE DI DERIVAZIONE Ai sensi

Dettagli

UFFICIO TECNICO. Catasto mappe 1806-1924 regg. 4 - mappe 75 ruoli 1812-1929 regg. e bb. 29

UFFICIO TECNICO. Catasto mappe 1806-1924 regg. 4 - mappe 75 ruoli 1812-1929 regg. e bb. 29 UFFICIO TECNICO Catasto mappe 1806-1924 regg. 4 - mappe 75 ruoli 1812-1929 regg. e bb. 29 La serie Catasto comprende le mappe catastali del Comune di Collecchio, rilegate in volumi e numerate; ed i ruoli

Dettagli

VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 "SARZANESE - VALDERA" IN ATTRAVERSAMENTO DEL C.A.

VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 SARZANESE - VALDERA IN ATTRAVERSAMENTO DEL C.A. SIMONE STEFANI - GEOLOGO GEOLOGIA ECOLOGIA - AMBIENTE COMUNE DI TERRICCIOLA (Provincia di Pisa) VARIANTE AL R.U. PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA DEL TRATTO DELLA S.R.T. 439 "SARZANESE - VALDERA" IN

Dettagli

Regione Toscana. Gli Archivi della Giunta Regionale Toscana

Regione Toscana. Gli Archivi della Giunta Regionale Toscana Regione Toscana Gli Archivi della Giunta Regionale Toscana Stampa Centro stampa Giunta Regione Toscana Regione Toscana Gli Archivi della Giunta Regionale Toscana La storia degli Archivi Nel 2010 le Regioni

Dettagli

TRIBUTO DI BONIFICA 2010: IL CONSORZIO È ORMAI A PIENO REGIME NEL CHIANTI E IN VALDELSA

TRIBUTO DI BONIFICA 2010: IL CONSORZIO È ORMAI A PIENO REGIME NEL CHIANTI E IN VALDELSA DATA: novembre 2010 OGGETTO: avvisi di pagamento del contributo di bonifica 2010 del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale. CONSORZIO DI BONIFICA PER LA DIFESA DEL SUOLO E LA TUTELA DELL'AMBIENTE

Dettagli

PREMESSO CHE: Autorità di bacino Alto Adriatico Comitato Istituzionale - delibera n. 4/2010 - Pagina 2

PREMESSO CHE: Autorità di bacino Alto Adriatico Comitato Istituzionale - delibera n. 4/2010 - Pagina 2 DELIBERA N. 4 Seduta del 21 dicembre 2010 OGGETTO: Adozione del Piano stralcio per l assetto idrogeologico del bacino del fiume Livenza. IL COMITATO ISTITUZIONALE VISTO il D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152

Dettagli