Da quest anno la nostra scuola è stata intitolata ad Italo Calvino.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Da quest anno la nostra scuola è stata intitolata ad Italo Calvino."

Transcript

1 Pagina 1 ITALO CALVINO Da quest anno la nostra scuola è stata intitolata ad Italo Calvino. Italo Giovanni Calvino Mameli, noto come Italo Calvino, nasce a Cuba nel 1923, il padre è un agronomo e la madre una ricercatrice di botanica. L infanzia e l adolescenza del futuro scrittore hanno come teatro la città di Sanremo, tra la stazione sperimentale di floricultura diretta dal padre e la casa di campagna di famiglia, in cui si sperimentavano coltivazioni di frutti esotici. I genitori gli impartiscono un'educazione di stampo razionalistico e laico, e il giovane Italo frequenta anche delle scuole valdesi. Dopo la maturità si iscrive alla facoltà di agraria dell università di Torino, dove insegna anche il padre, ma gli manca un vero interesse per la materia e si arena sui primi esami. Dopo l armistizio dell 8 settembre 1943 la Liguria si trova sotto l occupazione tedesca e il giovane si dà alla macchia per non essere arruolato nell esercito della Repubblica di Salò. Partecipa alla lotta partigiana sulle Alpi Marittime, e i genitori vengono anche arrestati per un breve periodo dai tedeschi. Durante la resistenza aderisce al Partito Comunista. Successivamente, ha modo di lavorare con vari giornali e riviste, svolgendo anche attività di consulenza editoriale. Muore a Siena nel "Il cavaliere inesistente" AUTORE: Italo Calvino AGILULFO: è un cavaliere modello, ma inesistente e che riesce ad essere presente in guerra contro gli infedeli, soltanto con la forza di volontà. Egli abita una candida armatura che lo distingue da tutti gli altri, quasi a voler rilevare la sua purezza e perfezione, sia nei movimenti sia nelle azioni. Calvino lo descrive così: un cavaliere dall armatura tutta bianca, solo una righina nera correva intorno ai bordi per il resto era candida, ben tenuta, senza un graffio, ben rifinita in ogni giunto la voce giungeva metallica da dentro l elmo chiuso, come se fosse, non una gola, ma l elmo stesso a vibrare AMBIENTAZIONE: Il romanzo di Italo Calvino è ambientato nel medioevo presso l esercito di Carlo Magno, durante le guerre combattute per sconfiggere gli infedeli. TEMATICHE AFFRONTATE: Con il semplice e piacevole libro Il cavaliere inesistente Calvino vuole affrontare un tema preciso: la ricerca di se stesso e il percorso che l uomo, da adolescente, compie per diventare adulto. I personaggi come Gurdulù, Rambaldo, Torrismondo e a volte lo stesso Agilulfo sono personaggi volubili e in continua ricerca di sé. COMMENTO: Il libro di Calvino" Il cavaliere inesistente" ci è piaciuto molto, perché sotto una storia in apparenza banale, tratta un tema considerevole: la ricerca di sé. Proprio per questo, è un ottimo romanzo specialmente per noi adolescenti che stiamo crescendo e siamo ancora alla ricerca della nostra identità.

2 Un altra delle sue opere è Il rampante" barone In questo romanzo si narra di un adolescente di 12 anni, Cosimo, figlio del barone di un paese della Liguria, che, stanco della vita piena di regole e costrizioni, decide, come segno di protesta, di andare a vivere sugli alberi e decide di non scendere mai più. Cosimo conosce una bambina: Violante, di cui si innamora perdutamente ma in seguito questa parte spezzandogli il cuore. Negli anni seguenti, Cosimo si adatta alla vita sugli alberi sopravvivendo grazie alla caccia e vivendo molte avventure e molti avvenimenti: lotta contro i pirati, legge molti libri diventando un filosofo conosciuto in tutta Europa, conosce un pericoloso brigante, che riesce a redimere grazie alla cultura ma che vede poi morire sulla forca fonda una squadra di vigili del fuoco, incontra un gruppo di persone spagnole che come lui vivono sugli alberi e conosce Ottimo Massimo, il cane che gli tiene compagnia per molti anni. Un giorno Violante ritorna a casa, e tra i due nasce un Pagina 2 grande amore, che però si conclude male e quindi la ragazza riparte. Cosimo passa tranquillamente gli ultimi anni della sua vita e alla fine muore, a 65 anni, dopo essersi ammalato gravemente, attaccandosi all'ancora di una mongolfiera in volo e buttandosi lontano dal suo paese, per non dare agli abitanti la soddisfazione di vederlo alla fine toccare la terra. AMBIENTAZIONE: il romanzo di Italo calvino è ambientato nel Settecento COMMENTO: Ho trovato questo romanzo molto interessante la cosa che mi ha colpito è la situazione insolita della vicenda, cioè la vita di un uomo sugli alberi.e'strano il modo in cui il protagonista cerca di adattarsi a questa vita insolita e i tentativi che fa per vivere civilmente, anche in una condizione che non è umana. Per me rappresenta la solitudine propria di ogni uomo nei confronti della realtà. Questo racconto é avvincente ed entusiasmante. Francesca Carrivale e Salvo Privitera

3 Pagina 3 Giochi matematici del Mediterraneo L AIPM (Accademia Italiana per la Promozione Matematica), come anni precedenti, ha organizzato i GMM 2014 (Giochi Matematici del Mediterraneo 2014) dei quiz matematici e logici a risposta chiusa. Anche la nostra scuola ha partecipato e sono passati due ragazzi delle scuole primarie: Barone di terza (via Laurana), arrivato tra i primi tre non si sa ancora il posto esatto fino alla cerimonia di premiazione con medaglia Giuffrida Alessandro di quinta (via Quartararo), arrivato nono, e uno delle secondarie, Monaco Giorgio, classificatosi quarto (prima media, plesso di via Ferro Fabiani). E passato anche un nostro ex compagno, Nicolosi Francesco, ora alla Cavour, arrivato tra i primi tre. Ci sarà una premiazione nella quale diranno esattamente il piazzamento dei primi tre classificati nelle varie categorie (una per ogni classe). I premiati, riceveranno una medaglia. Per la nostra scuola, Barone di terza primaria. I tre alunni sopracitati andranno alla prova nazionale a Palermo. G. M.

4 Pagina 4 Gita in Sila: aspettative Non vedo l'ora di andare in gita perchè sarò con i miei compagni che per la maggior parte conosco da 8 anni. So che conoscerò cose nuove e mi divertirò da matti, soprattutto la sera, perchè ci saranno la discoteca e l animazione. Sono emozionatissima e felicissima anche perchè non credevo che i miei genitori mi avessero permesso di andare. Chiara Grancagnolo La gita a Santo Stefano di Camastra Vorrei parlare della gita a Santo Stefano di Camastra. All'inizio siamo arrivati nella nostra scuola in Via Ferro Fabiani, poi siamo saliti sull autobus, dove abbiamo parlato e giocato. Dopo circa 2 ore e mezza siamo arrivati al museo e abbiamo visitato tutto. C'erano cose molto antiche. Poi abbiamo mangiato e nel pomeriggio siamo andati a lavorare l'argilla, con cui abbiamo fatto delle rose e dei vasi. Verso le siamo andati via ci siamo fermati in autogrill e abbiamo comprato patatine e gelati. Poi siamo risaliti e ci siamo messi a cantare: "Fedez Cigno nero". Dopo, la professoressa Saele ci ha fatto cantare la canzone dell'elefante ( un elefante si dondolava sopra un filo di una ragnatela e ritenendo la cosa interessante andò a chiamare un altro elefante. Due elefanti... ) è la canzone dell'alfabeto ( a come avventura, b come bravura, c come canaglia che mi porto alla questura, d come diamante, e come elefante... ). Siamo arrivati intorno alle La gita mi è piaciuta moltissimo e vorrei rifarne un'altra sempre con le stesse classi. In pullman è stato bellissimo abbiamo parlato di calcio, video games, ci siamo raccontati le barzelette di Pierino e Giufà e abbiamo ascoltato la musica. Siamo andati subito al museo e abbiamo fatto uno spuntino. Dopo, abbiamo visitato una fabbrica di ceramica, abbiamo pranzato e, dopo, lavorato la ceramica. Poi siamo tornati a scuola e poi a casa. Dovevamo partire dal plesso di Via Ferro Fabiani alle 7:30 con l' autobus, ma siamo partiti con un leggero ritardo. Dopo due ore, abbiamo fatto una sosta, qualcuno nel frattempo ha comprato qualcosa e siamo ripartiti. Dopo un' altra ora siamo arrivati in un posto dove facevano vasi, porta uova e tante altre cose con la ceramica e abbiamo fatto merenda.tutte le classi hanno provato a lavorare la ceramica abbiamo anche fatto delle rose con l' argilla. Siamo usciti fuori a pranzare e, dopo, siamo partiti per il museo della ceramica. Per arrivare non ci abbiamo impiegato molto tempo. Era molto grande, c' erano tante stanze e quasi sembrava una casa. Dopo aver visitato il museo siamo partiti di nuovo per tornare a casa. Denise Privitera Stefano Di Maria ALESSIO TIMPANARO

5 Pagina 5 Giorno 20 marzo siamo andati a Santo S. di Camastra, gita organizzata dalla professoressa di arte. Alle 6:45 circa avevamo l' appuntamento davanti la scuola per l' appello. Eravamo tutti puntualissimi, ma soprattutto felici ed emozionati per questa nuova esperienza. Dopo l appello siamo saliti sul pullman, ognuno seduto con un compagno, ma tutti vicini per scherzare e ridere. Infatti quando siamo partiti abbiamo iniziato a scherzare e a raccontarci tante barzellette. Il tragitto è stato un po lungo ma appena arrivati eravamo tutti entusiasti. Il primo luogo che abbiamo visitato è stato il MUSEO DELLA PIASTRELLA, dove vengono custodite delle piastrelle particolari, alcune antiche e altre più recenti. C erano anche delle sculture di vari artisti mi ha colpito la scultura di un cavaliere che sprofondava nella sabbia stava a significare la fine delle guerre. Dopo aver visitato il museo siamo saliti in una terrazza dove si poteva ammirare un bel panorama e lì abbiamo fatto merenda. Siamo scesi e ci siamo incamminati verso il pullman che doveva accompagnarci al laboratorio. Appena arrivati, abbiamo pranzato e giocato. In attesa dell inizio del laboratorio abbiamo comprato anche degli oggetti. Tutti ordinati con il camice aspettavamo il proprio turno per lavorare l argilla. E stato molto bello. Io ho realizzato una piccola bottiglia. Quando tutti abbiamo svolto questo lavoro siamo risaliti e verso le siamo partiti per Catania. Questa per me è stata una delle più belle gite finora fatte. Giorno 20 marzo del 2014 verso le 6:00,mi sono svegliato e, come tutte le mattine, mi sono lavato, vestito, ho fatto colazione e ho preso lo zaino precedentemente preparato e mi sono avviato felice verso la scuola con la Renault Scenic di mio papà entrambi i miei genitori mi hanno accompagnato. Verso le 6:30 hanno aperto la scuola e siamo entrati, ci hanno diviso in gruppi e le nostre professoresse hanno fatto l appello. Appena arrivato il pullman, siamo saliti e abbiamo salutato i nostri genitori. Il viaggio è durato più di tre ore il paesaggio si divideva in mare e montagna e buie e interminabili gallerie. Tutti scattavano foto, ascoltavano musica o giocavano con videogiochi, come Fifa 14. Arrivati al Museo della Ceramica, abbiamo visitato stanze con più di 1300 mattonelle fantastiche, una più bella dell altra, una bellissima statua, che rappresentava la fine della guerra, e altri arnesi che si utilizzavano molto tempo fa in un altra ala c erano sculture di ceramica e altre collezioni, la sala delle giare, dove un tempo si conservavano l olio e i cereali. Siamo saliti al piano superiore, dove c era una terrazza pavimentata tutta con mattonelle in ceramica bianca con decorazioni blu, li abbiamo fatto merenda. Dopo, ci siamo recati nella fabbrica, ci hanno fatto indossare il camice e abbiamo lavorato col tornio io ho fatto un piccolo salvadanaio poi abbiamo lavorato la creta. E stata un esperienza che rifarei volentieri. SONO DANIELE SPAMPINATO E VOGLIO RACCONTARE DELLA GITA A SANTO STEFANO DI CAMASTRA. APPENA ARRIVATI, SIAMO ANDATI IN UN MUSEO DI MATTONELLE. ABBIAMO VISTO MOLTE MATTONELLE TIPICHE SICILIANE E ATTREZZI CHE USAVANO GLI UOMINI NELL' ANTICHITA'. DOPO AVER FINITO IL GIRO AL MUSEO, ABBIAMO FATTO LA MERENDA E CI SIAMO DIRETTI VERSO IL LABORATORIO DI CERAMICA,DOVE ABBIAMO FATTO DEI FIORELLINI CON L'ARGILLA E DEI VASI. DOPO ABBIAMO GIOCATO E SIAMO TORNATI A CATANIA. GIUSEPPE LEONE Rosario Lo Castro

6 Pagina 6 Giorno venti Marzo siamo stati a Santo Stefano di Camastra. La partenza era prevista alle sette e il ritorno alle diciannove e trenta. Tutti ci siamo recati a scuola e siamo partiti verso le sette e mezza con il pullman. Durante il tragitto abbiamo scherzato, ascoltato la musica e alcuni compagni hanno cantato delle canzoni di Davidekyo. Dopo un po, abbiamo fatto la prima sosta. Siamo arrivati alle undici per visitare il museo con una guida. Nel museo c erano dei bellissimi mosaici, affreschi e altre cose davvero interessanti. Poi siamo ripartiti per andare nella fabbrica dell argilla. Nel negozio c erano molti oggetti. Dopo pranzo siamo finalmente entrati nella fabbrica e ci hanno divisi in gruppi. Uno per volta abbiamo provato a modellare l argilla e poi abbiamo creato degli oggetti e, infine, ci hanno spiegato come fare le rose. Poi siamo ripartiti per tornare a casa. Nel pullman abbiamo scherzato, alcuni si sono addormentati e la nostra professoressa ci ha cantato una canzone. E stata un esperienza bellissima e non la dimenticheremo mai. Oggi vi racconto la gita che ho fatto con la mia scuola a Santo Stefano di Camastra. Abbiamo viaggiato con dei bus fino al laboratorio di ceramica lì abbiamo costruito dei vasi e ci hanno insegnato a fare delle rose con la ceramica dopo ci siamo fermati a fare merenda, alcuni bambini hanno comprato dei souvenir. Poi siamo andati nella città di Camastra, nel museo della ceramica, e abbiamo visto cose interessanti, abbiamo fatto un giro della citta finché non siamo tornati di nuovo nei bus per rientrare a casa. Il viaggio è stato lungo. Ci siamo fermati in un autogrill e la mia professoressa ha regalato a tutti dei vasetti. Finalmente, siamo arrivati nel plesso di via Ferro Fabiani e da lì tutti siamo tornati a casa. Carmen Pulvirenti, Giorgia Talio, Giordana Di Mauro Giuseppe Crisciglione

7 Pagina 7 Come affronteremo l esame di terza media In quel giorno penso che sarò molto ansiosa perchè è la prima volta che affronto un esame e quindi sono molto preoccupata. Spero vada bene, non solo a me, ma anche ai miei compagni. Mi impegnerò tanto, ma la mia più grande paura è quella di non saper rispondere a qualche domanda. Spero di essere ammessa, così andrò alle superiori e sinceramente non vedo l ora, perché sarò più grande, autonoma e anche più responsabile. Sarà anche un giorno bellissimo, perché quel giorno si sposerà mia sorella e quindi sarò emozionata anche per questo. Quindi affronterò l esame tranquillamente e serenamente. Gli esami di terza media si stanno avvicinando e io mi sento sotto pressione, ho paura di non farcela non voglio diventare pessimista ma in questo momento lo sono. Vorrei superare gli esami, perché vorrei fare felici i miei genitori, soprattutto mio padre, perché quando è morto gli avevo promesso di impegnarmi. Già immagino quel giorno, tutti impauriti per l esame, tutti i professori seduti dietro un tavolo lungo, che fanno domande... Comunque, mi farò forza rispondendo alle domande dei professori. Ciao, sono Francesca Carrivale e frequento la terza media. Gli esami saranno il 16 giugno e ho molta paura perché so che sarà dura e non so se mi ammetteranno, ma penso che con la volontà e l impegno si supera tutto. Inoltre mi dispiace tanto perché dopo gli esami la mia classe si dividerà e mi mancheranno molto i miei compagni, ma so,anche, che dopo mi aspetterà la scuola superiore, ancora più difficile mi darà un futuro e ci vorrà il doppio dell impegno che ho messo alla scuola media. Comunque sia, sarà un emozione bellissima piena di paura ma anche di energia, cercherò di dare il meglio di me per far vedere che tipo di persona sono spero anche di non dimenticare tutto per la troppa emozione. Auguro a tutti voi un bellissimo esame. Io sono molto emozionata all'idea di fare gli esami. Mi sto preparando, sto ripassando tutto il programma di tutte le materie. Sono emozionata, ma allo stesso tempo, ho paura. Non vedo l'ora di togliermi questo peso, perchè il tempo passa e gli esami si avvicinano. In latino si dice reo tempo (REO vuol dire colpevole, quindi il tempo è colpevole perchè passa troppo in fretta!) Sono molto preoccupata e anche molto ansiosa perchè ho paura che agli esami incepperò per l'emozione. I ragazzi più grandi che mi conosco dicono che gli esami sono una passeggiata e una volta superati sarò contenta, sempre se li supererò con un buon voto. So che mi devo impegnare e studiare come una pazza, perchè devo essere contenta e soddisfare i miei genitori, com'è giusto che sia, perchè loro accontentano me, ma io non li accontento sempre come loro vorrebbero che facessi. Martina Caruso Nancy Torrisi Chiara Grancagnolo

8 Pagina 8 Spazio letterario Il fu Mattia Pascal Il fu Mattia Pascal è forse l'opera più importante di Luigi Pirandello. Mattia Pascal vive con la madre e il fratello a Miragno e suo padre gli lascia una discreta fortuna che poi va persa da un amministratore disonesto. Lavora come bibliotecario in una chiesa sconsacrata ed è sposato con una donna che non ama e con lei conduce una vita infelice. Decide di fuggire di casa e di andare in America, ma passando per Montecarlo, va al casinò e vince una grossa somma di denaro, poi legge sul giornale che è morto un certo Mattia Pascal quindi pensa di essere libero e cambia identità. Così decide di chiamarsi Adriano Meis e va ad abitare a Roma nella pensione di Anselmo Pelari, che ha una figlia che si chiama Adriana e vorrebbe sposare ma non può perché, siccome è ufficialmente morto, non ha uno stato civile. Ritorna a Miragno, trova il posto di lavoro occupato e la moglie sposata con un altro. Non gli resta altro che rifugiarsi in biblioteca e scrivere la sua storia e qualche volta va al cimitero a portare i fiori sulla tomba del Fu Mattia Pascal. Chiara Grancagnolo Le mie sensazioni leggendo "Veglia" di Ungaretti Veglia ci descrive una scena terribile che Ungaretti trascorre in trincea con accanto un soldato morto. Qui si parla dell'orrore della guerra e qui risaltano delle parole pesanti come: massacrato e digrignata. C'è un rigo che divide le due strofe questo ci fa capire che c'è un brusco cambiamento, il poeta ci fa una confessione, ci rivela che sentire la presenza della morte aumenta la voglia di vivere. Il poeta, giorno dopo giorno, scrive e per lui è come uno sfogo e la poesia diventa un mezzo di salvezza si dice che è anche una boa alla quale aggrapparsi per non naufragare nel dolore. A me questa poesia piace molto anche se mi porta molta tristezza somiglia un po a me che, quando sono triste e sto male, non mi vado ad aggrappare alla poesia ma alla musica. Chiara Grancagnolo Le mie sensazioni sulla poesia Caro piccolo insetto Eugenio Montale in questa poesia parla di sua moglie che si chiamava Drusilla Tanzi, ma gli amici la chiamavano mosca. Quando è morta, il poeta le dedica tante poesie. Lui racconta che una sera stava leggendo la Bibbia e, ad un certo punto, sente la presenza di sua moglie, anche se una barriera non consente loro di vedersi ma l idea che ha il poeta è che possa esserci un legame che può durare anche oltre la vita. Per Montale, sua moglie era la luce, la guida e la salvezza quando morì, egli si sentì avvolto dal buio. Eugenio Montale lo abbiamo studiato da poco e già ho voglia di scoprire le altre sue poesie perché mi sono sentita molto coinvolta. Mi è dispiaciuto molto della morte di sua moglie mi sono immedesimata in mia mamma che è molto triste per la morte di mio padre. Mi ha molto toccato questo fatto e anche io mi sono sentita buia. Nancy Torrisi

9 Pagina 9 LE MIE SENSAZIONI SULLA POESIA IN MEMORIA QUESTA POESIA E STATA SCRITTA DA GIUSEPPE UNGARETTI, IL 30 SETTEMBRE DEL UNGARETTI PARLA DI UN SUO AMICO DI NOME MOAMMED SCEAB, CONOSCIUTO AD ALESSANDRIA D EGITTO. INSIEME PARTONO PER PARIGI, PER STUDIARE. MOAMMED CAMBIA NOME E IDENTITA PER FARSI ACCETTARE NELLA NUOVA NAZIONE. IL SUO NOME ERA MARCEL. NON RIUSCENDO A USCIRE DALLA SOLITUDINE E AD AVERE RELAZIONI D AMORE E DI AMICIZIA, SI SUICIDA NELLA SUA STANZA D ALBERGO. ANCHE SE UNGARETTI HA PASSATO TUTTA LA SUA ADOLESCENZA CON MOAMMED, HANNO AVUTO DUE DESTINI DIVERSI PERCHE UNGARETTI SI E SALVATO GRAZIE ALLA POESIA. INFATTI UNGARETTI E L UNICA PERSONA CHE RICORDA LA SCOMPARSA DEL SUO AMICO. QUESTA POESIA SECONDO ME E STATA LA PIU BELLA E LA PIU COMMOVENTE PERCHE IL POVERO MOAMMED NON VIENE RICORDATO DA NESSUNO, SOLO DAL POETA. MI SUSCITA MOLTA TRISTEZZA E MALINCONIA. SPERO CHE NESSUNO CAPITI NELLA STESSA CONDIZIONE DI MOAMMED CHE ERA SCONOSCIUTO AL MONDO. MARTINA CARUSO Descrivi un amico... Vorrei descrivere una mia amica di nome Martina. Ha 14 anni e va in terza media. E' magra. Ha gli occhi verde castano, i capelli castani. Per me è un'amica stupenda e di lei mi fido tantissimo ed è l'unica amica a cui racconto tutta la mia vita: chi mi piace, le cose della mia vita ecc... La stessa cosa fa lei e a volte ci diamo consigli a vicenda. Noi ci vediamo ogni giorno e quasi sempre usciamo il pomeriggio. Il carattere di Martina è bello. E' gentile, brava, studiosa, intelligente, un po testarda ma è sempre un'ottima amica e non litighiamo quasi mai. Di lei posso solamente parlare bene ed è l'unica amica vera che ho trovato. Le voglio un mondo di bene e gliene vorrò sempre. Denise

10 Pagina 10 Le farfalle La farfalla è un insetto che, come le falene, appartiene all'ordine dei Lepidotteri. In base a tale distinzione "popolare", alcuni autori del passato hanno proposto una distinzione tra Ropaloceri o "Rhopalocera" (farfalle), che nella classificazione moderna corrispondono alle superfamiglie Hesperioidea e Papilionoidea, ed Eteroceri o "Heterocera" (falene). Questa distinzione oggi, però, non è più scientificamente accettata. Le farfalle hanno abitudini generalmente diurne ed hanno antenne clavate, a differenza di quelle delle falene, che sono spesso pettinate o filiformi, e chiudono le ali a libro. Questa distinzione, nel caso di quella tra macrolepidotteri e microlepidotteri, non essendo più ritenuta valida, viene ancora utilizzata dagli entomologi per ragioni pratiche, dato che corrisponde a differenze nei metodi di studio dei diversi gruppi. Giordana Di Mauro Gli animali Ho deciso di scrivere questo articolo, perchè amo gli animali, infatti ho un cane di nome Chicco. Avere un animale in casa è una responsabilità, significa portarlo fuori tre volte al giorno, non scordarsi di mettere i croccantini e l'acqua nella ciotola. Ma ne vale la pena, perchè puoi giocare con lui quando non sai cosa fare e ti tiene compagnia quando ti senti solo. Un' altra cosa bella è che quando arrivi a casa e ti fa le feste, salta e si rotola perchè vuole le coccole. I cani sono più fedeli di molte persone. In generale, tutti gli animali sono speciali e spero, quando mi sposerò, di avere una famiglia molto numerosa con due bei cagnolini. Io sono contro l'abbandono e la violenza sugli animali e spero che la gente che li abbandona e li tratta male o che li uccide sia punita, perchè abbandonare o uccidere un animale è come farlo ad una persona. Invito tutta la gente a rispettare gli animali! Apprezzo molto il programma "Striscia la notizia", perchè fanno vedere come vengono spesso maltrattati gli animali, per far capire alla gente che è sbagliato. Martina Caruso

11 Pagina 11 I serpenti I serpenti sono animali carnivori, si nutrono di piccoli animali, compresi altri rettili, uccelli, uova e insetti. Alcune specie possono uccidere la preda con un morso velenoso prima di nutrirsene o la paralizzano. I serpenti ingoiano la preda senza masticarla, anche se hanno la mandibola, e hanno numerose articolazioni del cranio flessibili. La pelle dei serpenti è coperta di squame e la maggior parte viene utilizzata per muoversi. Le palpebre dei serpenti sono delle squame trasparenti che rimangono chiuse. I serpenti mutano la loro pelle per diversi periodi ma da altri rettili viene fatta in un solo momento, come tirarsi fuori un calzino. Per l uomo i serpenti velenosi sono un problema perché portano alla morte. Alcune persone, soprattutto in Asia Meridionale e in Africa, non rivolgendosi alle strutture ospedaliere, muoiono avvelenate e il numero varia da a Carmen Pulvirenti e Giorgia Talio

12 Pagina 12 Barzellette, a cura di Giuseppe Leone Il 10 Un ragazzo che viene da scuola: Mamma, mamma oggi ho preso 10! La mamma: Bravo in quale materia? Il ragazzo: Mmmmmm 3 in italiano, 3 in matematica e 4 in inglese. L inverno Perché l inverno è la stagione più lunga dell anno?????? Perché poi continua l anno successivo. Pinocchio e Cappuccetto rosso Pinocchio dice a Cappuccetto: IN BOCCA AL LUPO Cappuccetto risponde : IN BOCCA ALLA BALENA JUVENTINO Qual è il colmo per uno Juventino? Non avere la zebra a casa.

13 Sapete qual è il colmo per un cuoco? Finire sempre nei pasticci. Secondo voi tra Dracula e la Mummia chi vince a una parita a carte? Dracula, perchè bara. Sapete qual è il colmo per un pompiere? Essere cotto a puntino. Secondo voi cosa ci fanno otto cani al mare? Un canotto. La Mummia vede che una persona sta per cadere da un precipizio e secondo voi che cosa fa? Scegliete tra queste opzioni: a) Salva l'uomo e l' uccide lui stesso. b) Fa perdere la presa all' uomo e lo fa cadere. c) Salva l' uomo e lo fa tornare a casa sua. Nessuna delle tre perchè la Mummia non ha cuore. Sapete cosa hanno in comune le scarpe e le mappe a parte che entrambi fanno rima? Ti portano ovunque tu voglia. Che cosa fa un bambino quando viene rimproverato dalla maestra di matematica? Spara numeri. Un uomo entra in un ristorante per cenare e chiede al cameriere << mi scusi qual è il piatto del giorno?>> ed il cameriere gli risponde << non posso dirglelo, è un segreto.>> ed il cameriere gli domanda << che cosa vuole ordinare?>> e l uomo gli risponde << non posso dirglelo è un segreto>>. Un giorno Pierino chiede a suo padre << Papà ma perché i pesci non parlano mai? >> e suo padre gli risponde << perché stanno tutto il tempo sott acqua e quindi hanno la bocca piena di acqua e non possono parlare mai>>. Pierino ed un suo amico vanno a mangiare in un ristorante e l amico di Pierino incomincia ad ingozzarsi con il cibo di Pierino e con il suo, e Pierino dice al suo amico << ooh ma non lasciarmi a bocca Pagina 13 asciutta! >> e l amico risponde << Non ti preoccupare non mi bevo la tua acqua. >> Pierino gli dice << Vedi che mi sto seccando! >> e il suo amico risponde <<E allora, non vorrai mica che ti annaffi io. >> ALESSIO TIMPANARO Qual è il colmo per un astronauta? Avere problemi di spazio. Qual è il colmo per un pizzaiolo? Avere una figlia capricciosa che si chiama Margherita. Qual è il colmo per un idraulico? Avere una moglie che non capisce un tubo. Qual è il colmo per una sardina? Avere parenti stretti. Un uomo che non sa leggere entra in un negozio di elettrodomestici e deciso vuole comprare un televisore. Il commesso lo caccia via subito dicendo che non vendevano agli analfabeti. L uomo ancora più deciso si traveste ed entra nuovamente nel negozio ma ancora una volta lo cacciano via. Solo che questa volta il commesso lo smaschera e lui incuriosito chiede perché non poteva comprare un televisore, il padrone gli risponde che quello non era una televisione ma un forno a microonde. Un uomo è alla stazione del treno e nel frattempo vede uno strano aggeggio, legge la targhetta La bilancia parlante, mette una monetina e sale sopra la bilancia ad un certo punto la bilancia dice Ti chiami Saro Farsaperla e abiti in Via Plebiscito numero 3 lui dice ma come ha fatto?. Allora si veste uguale a sua moglie con i tacchi, il mascara e il rossetto e sale nuovamente sulla bilancia che dice Ti chiami Saro Farsaperla e abiti in via Plebiscito numero 3 l uomo è nuovamente sorpreso e si traveste come suo figlio con il cappello degli Yeenkies, le scarpe Nike e lo zainetto Seven e nuovamente sale sulla bilancia che dice Ti chiami Saro Farsaperla e abiti in via Plebiscito numero 3 e sei un vero cretino perché hai perso il tuo treno.

14 Un carabiniere vuole comprare uno strumento musicale a suo figlio va in città senza farsi riconoscere, entra nel migliore negozio di strumenti musicali di Catania e dice al commesso "Vorrei comprare una fisarmonica. Il commesso risponde vada nell altra stanza e lì troverà sicuramente la fisarmonica adatta. Passa un ora, ne passano due e finalmente alla terza ora il carabiniere torna dal commesso che gli chiede Scusi, ma lei è un carabiniere? Il carabiniere Sì, io sono maresciallo, perché mi fa questa domanda? Il commesso Beh si vede, perché lei con tutte le fisarmoniche che c erano la dentro, proprio il termosifone dal muro si doveva prendere. Che cosa ci fa un uomo sul letto verso le due del pomeriggio con un martello in mano? Schiaccia un pisolino. Che cosa ci fa una tartaruga su un altra? Due lenti a contatto. Un uomo va dal dentista e un altro gli chiede Paura? l altro Sì il primo E la prima volta? il secondo No ho avuto paura altre volte. Dove si svolgono tutte le riunioni dei dentisti? A Trapani. Che cosa fa una montagna quando dorme? La montagna russa. Una zanzara torna a casa infelice e la mamma gli chiede Che cosa è successo? la zanzara Se Mosca è la capitale della Russia io di che cosa sono la capitale?. La maestra a un alunno Perché il canale di Suez si chiama così? l alunno Perché non Pagina 14 è né Miez né Tuez. La maestra a un alunno Dove si trova Amburgo? l alunno Al McDonald. Un uomo protesta al ristorante Cameriere c è una mosca nella minestra la vorrei cambiata subito il cameriere Un'altra mosca per il signore. Un faraone va al ristorante e chiede il piatto del giorno il cameriere Abbiamo risotto con gli asparagi e faraona al forno il faraone Per favore già faraona ne ho una che mi aspetta a casa. Ad un semaforo una Cinquecento e una Ferrari si affiancano l autista della Cinquecento chiede a quello della Ferrari Scusa la conosci la Cinquecento? semaforo verde dopo un po altro semaforo e stessa domanda, altro semaforo e altra domanda il pilota della Ferrari incuriosito chiede all altro Perché mi fai questa domanda? l altro Perché non so dove sono i freni. Un uomo entra in una stazione di servizio e chiede Mi dia un goccia d olio e una di benzina il benzinaio Visto che c è, vuole anche che le gonfi le ruote della macchina con una pernacchia?. ROSARIO LO CASTRO

15 Pagina 15 La natura e le sue piante La natura è molto bella e interessante perché ci sono molte cose importanti e curiose. Le sue piante sono molto carine. A scuola stiamo facendo un orto e già abbiamo piantato i piselli,le cipolle,le zucchine,i pomodori, le lattughe,il prezzemolo e il rosmarino. Gli strumenti che utilizziamo sono: piccone grande e piccolo, zappa piccola e zappa grande, scopa da giardino o rastrello. Abbiamo anche dei fiori che sono: lavanda o lavandino, datura arborea. Francesco ci ha detto che le lattughe piacciono agli uccelli e quindi ci ha fatto mettere una rete legata con fil di ferro. C è anche una serra molto spaziosa, ma dentro c è molto caldo ci sono anche un innaffiatoio e un secchiello e un ripostiglio dove conserviamo gli strumenti. Il nostro orto è dotato di impianto di irrigazione, per innaffiare le piante. Questo orto mi piace molto e vorrei che durasse per tutte l estate. Carmen Pulvirenti

16 Pagina 16 La Coca Cola La coca cola è una bevanda analcolica. Il suo colore è dato da un colorante detto caramello. La bibita deve il suo nome al fatto che nella sua ricetta sono usati sostanze provenienti dalle noci di cola ed estratti dalle foglie della pianta di coca (privati delle sostanze tossiche). Con lo stesso nome viene spesso indicata anche la casa produttrice della bevanda: The Coca Cola Company. La Coca Cola Company, come la maggior parte delle aziende alimentari, non ha reso pubbliche le proporzioni esatte degli ingredienti, né la ricetta, infatti quella della coca cola è in parte una ricetta segreta. La Coca Cola è anche stata accusata di provocare danni alla salute. L'azienda si difende affermando che la quantità di zuccheri semplici che contiene il suo prodotto è paragonabile a quella di succhi di frutta o altre bevande estive. ANDREA URZI' ALESSANDRO BEFUMO

17 Pagina 17 "Braccialetti rossi" La fiction Braccialetti rossi, parla di alcuni ragazzi (Leo, Vale, Cris, Davide, Toni e Rocco), ricoverati in ospedale per varie cause, e fanno amicizia. Leo regala agli altri i braccialetti che ha avuto dopo gli interventi e da lì in poi diventano il simbolo del gruppo. Rocco è un ragazzino di 11 anni che è in coma da 8 mesi a causa di un impatto forte con l'acqua. Leo è un ragazzo di 17 anni che è in ospedale a causa di un tumore infatti gli è stata amputata una gamba. E un ragazzo solare che cerca di combattere la sua malattia nel modo migliore possibile. Vale è il compagno di stanza di Leo anche a lui devono amputare una gamba a causa del tumore che ha alla tibia un ragazzo timido e riservato. Davide è un ragazzino di 14 anni, si trova in ospedale perché, mentre giocava a calcio, si è accasciato a terra. E un ragazzino bulletto testardo e scontroso, ma alla fine scopre il suo lato affettuoso. Tony è un ragazzo che ha avuto un incidente con una moto, mentre la provava di nascosto da suo nonno è un ragazzo furbo e gentile. Cris è una ragazza di diciassette anni che soffre di anoressia e fa battere il cuore a Leo e Vale. Nancy Torrisi INTERVISTA IMPOSSIBILE A BEAR GRYLLS Abbiamo intervistato L ultimo sopravvissuto dopo un escursione sui monti Himalayani. N. Buongiorno. B G. Ciao, datemi del tu. N. Ok. Qual è il tuo nome vero e proprio? B G. Il mio vero nome è Edward Michael Grylls. N. In origine il tuo programma come si chiama? B G. In origine Man VS Wild, in Italia è arrivato solo come L ultimo sopravvissuto e ci sono altre serie come Escape from Hell e Sopravvivi se ci riesci. N. E vero che sei il più giovane inglese ad aver scalato l Everest? B G. Sì è vero a 23 anni l ho scalato ed ero in compagnia di molti che sono morti, ma io sono ancora vivo. N. Chi e quando ha iniziato a chiamarti Bear? B G. Mia sorella nel giugno del 74. N. Sei un capo Boy Scout quando sei stato nominato? B G. Sono stato nominato all età di 35 anni nel luglio del N. Sei figlio di? B G. Sarah Ford e Micheal Grylls. N. Gli sport praticati? B G. Mio papà mi ha insegnato a fare free climbing e vela quando ero molto piccolo. Ho praticato karate e mi sono fermato al secondo Dan Shotokan da adolescente da quando ho 8 anni sono scout. N. Figli e moglie? B G. Si ho sia moglie che figli. Mia moglie è Shara Cannings Knights e i miei figli si chiamano Jesse, Marmaduke e Huklebarry. N. Quali lingue conosci? B G. Francese, inglese e spagnolo. N. College e università frequentati? B G. Eton College e università di Londra. N. Tanto per curiosità eri nelle forze speciali? B G. Sì, inizialmente nell esercito indiano sui monti himalayani e ho lavorato per il SAS e ho avuto un incidente aereo con il paracadute. N, Per quanto ne sai, in Italia dove sono stati trasmessi i tuoi consigli e gli episodi completi? B G, I consigli su Wild Oltrenatura, invece gli episodi completi su DMax e Discovery Channel. N. Va bene ciao alla prossima. B G. Alla prossima. Rosario Lo Castro

18 Pagina 18 INTERVISTE IMPOSSIBILI A ROWAN ATKINSON Sto per fare un intervista all attore che ha interpretato il personaggio famoso Mr. Bean. A: salve signor Rowan, le dispiacerebbe se le facessi un intervista? R: no di certo, inizia pure ma prima di cominciare sarei felice, se mi dessi del tu! A: Per iniziare ti farò delle domande semplici. Quando e dove sei nato? R: io sono nato a Londra il 15 settembre A: quanti anni hai? R: ho 57 anni. A: quanti anni avevi quando hai girato il tuo primo film e quali sensazioni hai provato? R: avevo più o meno 20 anni ed ero un pò nervoso. A: grazie per l intervista signor Rowan. R: no grazie a te. A presto! A: arrivederci! G: Buongiorno signor Rowan, le dispiacerebbe se le facessi un' intervista? R: Comincia pure, ne sarei felice. G: le è piaciuto il film di mr bean holiday? R: Si, soprattutto lavorare con Willem Dafoe, l attore che ha fatto la parte del protagonista nel film Spider man con il bambino Max Baldry è molto simpatico. E stata un'emozione unica lavorare con queste persone speciali. G: Ma è vero che mr Bean significa mr fagiolo? R: Si è vero ma a me questo personaggio è piaciuto molto, e anche il cartone animato. G: Grazie di tutto, arrivederci... alla prossima. R:Arrivederci. ALESSIO TIMPANARO Giuseppe Crisciglione

19 Pagina 19 RECENSIONE GIOCO TEKKEN 5 Tekken 5 è la continuazione di una saga di giochi picchia duro conosciuti in tutto il mondo, sia in versione Arcade che per consolle, come playstation e computer. E uscito in versione Arcade nel 2004 e per consolle nel 2005, Europa, Cina e Stati Uniti in date diverse. Come in tutti gli altri tornei, Kazuya Mishima arrivò alla semifinale, dove lo avrebbe aspettato il figlio che però era caduto in un tranello ed era stato imprigionato. Kazuya però perse e fu imprigionato, diventò demone, ma l Angel dentro di lui lo fece tornare normale. Allora portò Heiachi Mishima in un tempio dove furono attaccati da un gruppo di robot che fecero esplodere l edificio. Ad indagare sul caso ci sarà Raven (agente segreto). Esiste una modalità Arcade dove ci si allena per diventare Tekken Lord, il grado più alto che c è si parte dai Kyu che sono da 9 a 1, poi ci sono i Dan, che sono 5, e iniziano i gradi più alti a partire da Shihan, Esperto, Virtuoso, Campione, Leggenda, Saggio, Guerriero, Condottiero, Divinità e infine Tekken Lord. Nella modalità arcade ci sono, inoltre, i Promotion Change e i Demotion Risch. Le innovazioni sono molte e molti personaggi assomigliano a quelli di altri giochi di combattimento inoltre, è stato concepito per il decimo anniversario del gioco, un gioco chiamato Star Blade e si possono personalizzare i personaggi some si vuole. Come personaggi abbiamo una gamma: Anna Williams (da sbloccare) Baek Do Saan (da sbloccare) Bruce Irvin (da sbloccare) Bryn Fury (già presente) Christie Monteiro (già presente) vasta Craig Marduck (già presente) Eddie Gordo (come variante costumistica di Christie) Ganryu (da sbloccare) Heihachi Mishima (da sbloccare) Hworang (già presente) Jin Kazama (già presente) Julia Chang (già presente) Kazuya Mishima (già presente) King II (già presente) Kuma (da sbloccare) Lee Chaolan (già presente) Lei Wulong (già presente) Ling Xiaoyu (già presente) Marshall Law ( già presente) Mokujin (da sbloccare) Nina Wiliams (già presente) Panda (come variante costumistica di Kuma) Paul Phoemix (già presente) Steve Fox ( già presente) Wang Jinrei ( da sbloccare) Yoshimytsu (già presente) Asuka Kazama (già presente) Devil Jin (sub boss da sbloccare) Feng Wei (già presente) Jack 5 (già presente) Jimpachi Mishima (boss sbloccabile attraverso un codice Action Replay ecc) Roger Jr (da sbloccare) Devil (sbloccabile acquistando i suoi oggetti tramite Kazuya) Colonna sonora è stata inventata da Tom Leonard e Jeff Pescetto con Mokujin e Jin che non compaiono. Se volete un consiglio, acquistatelo. ROSARIO LO CASTRO

20 Pagina 20 Resident evil Resident evil è un videogioco per la ps1, ps2 e ps3. Il primo capitolo di questa saga racconta di un corpo di polizia scomparso in una villa in periferia di Racoon city. Il corpo di polizia s.t.a.r.s. (composto da Cris Renfil, Jiil Valentain, Berri) va a indagare su quanto accaduto. Scoprono che in questa villa si trova l'umbrella inc., che ha creato un virus che trasforma le persone in zombie. Il secondo capitolo è ambientato otto mesi dopo. Cler Renfil (sorella di Cris) va alla ricerca di suo fratello. Appena entrato in città viene accolto da un' orda di cittadini infettati dal virus. Cler viene salvata da Leon (nuovo membro della s.t.a.r.s.). Il terzo capitolo della serie racconta di Jill valentine, che corre in tutta la città scappando dal nemesis, che dà la caccia a tutti i membri della s.t.a.r.s. Dopo aver ucciso il nemesis, per la centocinquantesima volta il gioco, finirà con un razzo nucleare lanciato dall' esercito per distruggerre la citta. Stefano Di Maria e Daniele Spampinato

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse

Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse Unità 3 41 Il Vesuvio Ciao ragazzi! - Lombardo Nosengo Ulysse affresco - Pompei Capri Il golfo di Napoli Pompei Napoli Pompei Capri 42 L imperfetto indicativo L alternanza passato prossimo e imperfetto

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE

LA STREGA ROVESCIAFAVOLE LA STREGA ROVESCIAFAVOLE RITA SABATINI Cari bambini avete mai sentito parlare della strega Rovesciafavole? Vi posso assicurare che è una strega davvero terribile, la più brutta e malvagia di tutte le streghe

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

C era una volta. Fiabe in rima

C era una volta. Fiabe in rima C era una volta Fiabe in rima Ed ora le fiabe. Perché non trasferire in rima le fiabe conosciute? Non tutte naturalmente, quelle che i bambini conoscevano, quelle che amavano di più, quelle che più sollecitavano

Dettagli