CANAPA. Situazione Mondiale Tessile. Patologie. Cancro. Edilizia. Medicina. Pianta Coltivazione Vantaggi. Carta Plastica. Industria.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CANAPA. Situazione Mondiale Tessile. Patologie. Cancro. Edilizia. Medicina. Pianta Coltivazione Vantaggi. Carta Plastica. Industria."

Transcript

1 CANAPA

2 Situazione Mondiale Tessile Cancro Patologie Medicina Edilizia Pianta Coltivazione Vantaggi Industria Carta Plastica Legalizzazione CANAPA Agricoltura Alimentare Cosmetici Energia Biomassa Automobilistico Biocarburante Ford Hemp Car 2 c a n a pa

3 Indice In t r o d u z io n e - pa g. 4 St o r ia - pa g. 6 Ge n e r a l e s u u t i l i z z i - pa g. 9 Endocannabinoidi - pag. 10 Me d ic in a - pa g. 13 Approfondimento - Cancro - pag. 18 Se m i d i Ca n a pa - pa g. 20 Fib r a d i Ca n a pa - pa g. 23 Biomassa / Biocarburante - pag. 25 Ap p r o f o n d i m e n t o - He m p Bo d y Ca r - pa g. 28 Bioedilizia - pag c a n a pa

4 In t r o d u z io n e CANAPA Cannabis sativa Pianta dioica fittonante, appartenente alla famiglia delle cannabinacee, con fusto fistoloso e foglie palmate, originaria dell Asia Centrale ma coltivata da tempo immemorabile in Europa e in America. SPECIE Esistono tre tipi di sottospecie di Cannabis Sativa: Cannabis indica: che cresce spontaneamente nei paesi del sud, è alta circa un metro, ha un fogliame fitto ed è ricca di resina; Cannabis sativa: che cresce nei paesi del nord, è alta fino a sei metri ed ha un fogliame più rado. Cannabis ruderalis: fiorisce più precocemente di C. indica e C. sativa, raggiunge una minore altezza, ma è più resistente a climi estremi delle altre due specie. L induzione della fioritura non è causata da variazioni della durata del giorno (fotoperiodo), infatti queste varietà vengono dette auto-fiorenti. Dal punto di vista botanico le prime due sono praticamente indistinguibili. Quello che cambia è a livello di biosintesi di metaboliti secondari, quella che viene detta Cannabis sativa varietà (o sottospecie) indica produce una maggiore quantità di cannabinoidi (fra cui THC, CBD, ecc.), mentre la Cannabis sativa propriamente detta ne produce pochissimi e pertanto, in maniera regolamentata, viene utilizzata per la produzione di fibra tessile o da cordami. INFIORESCENZE: Fiori FEMMINILI, che portano il seme, sono composti da un calice contenete un ovulo e da uno o due pistilli, nei quale si trova la più alta concentrazione di resina (utile per catturare il polline) e dove, in caso di fertilizzazione, comincia a formarsi il seme. Fiori MASCHILI, di color bianco - giallognolo, giunti a maturazione rilasciano il polline e la pianta maschio, giunta alla fine del suo ciclo, muore. IMPOLLINAZIONE: anemofila (trasporto tramite il vento) e i fiori cominciano a svilupparsi almeno 60 giorni dopo la germinazione. FUSTO: La pianta di canapa ha un fusto eretto la cui altezza può variare da 1 a 4/5 metri in media a seconda delle varietà, delle condizioni del suolo, climatiche e ancora della densità di semina. 4 c a n a pa

5 introduzione Alcuni esemplari, superano anche i 7 metri. Il fusto è formato da una corteccia esterna di colore verde costituita da fibre tenute insieme da pectine e da una parte interna detta canapulo, di colore bianco molto leggero. SEME: è prodotto dai fiori femminili e si estrae per pressione il 25% in peso di olio mentre con solventi al solfuro si giunge a spremerne sino oltre il 30%. Tale olio è normalmente impiegato per la produzione di saponi, inchiostri e vernici, ma trova anche utilizzazione, in una economia povera, per l alimentazione umana. COLTIVAZIONE Ambiente/clima: cresce naturalmente in zone dal clima temperato, può sopportare i climi più diversi, questa pianta da rinnovo preferisce le regioni caldo-umide sprovviste di venti, terreni di medio impasto o leggeri, ma freschi, ben lavorati in profondità, ben letamati e ricchi di elementi fertilizzanti. In meno di tre mesi, il ciclo colturale è completo, ma avversità meteoriche (vento, grandine, siccità e prefioritura) o nemici vegetali ed animali costituiscono normali cause di riduzione della produzione a più modesti risultati. Concimazione: nei terreni ricchi di azoto e con le vecchie varietà la concimazione si è dimostrata inutile, anche se il terreno è povero di fosforo. Non rovina il terreno, e le foglie che perde durante tutta la stagione sono un concime naturale e aiutano a mantenere l umidità del suolo. Consumo idrico: la canapa ama i terreni umidi ma muore se si verifica ristagno di acqua. Ha dimostrato di resistere alla carenza di acqua più di tutte le altre colture industriali. In particolare nel 2003 nella medesima località e con il medesimo terreno il mais non irrigato è morto, la canapa non irrigata ha prodotto 20/30 per cento in meno. La maggiore resistenza alla siccità è attribuita al fatto che il fittone (radice), arrivando a profondità notevoli trova umidità. Parassiti: i principali parassiti della cannabis sono il ragnetto rosso e la mosca bianca. Il ragnetto rosso è un piccolo acaro che vive solitamente sulla lamina inferiore delle foglie, dove depone le sue uova e può arrivare a formare colonie molto numerose; tuttavia, nelle coltivazioni moderne non si sono rilevati danni da parassiti. ESPORTAZIONE In Italia, ove tale coltura ha almeno cinque secoli di vita, la qualità della fibra che si ottiene in tali condizioni agronomiche è veramente eccellente, anzi superiore a quella di qualsiasi altro Paese; La canapa italiana è esportata in molti Paesi del mondo: Francia, Inghilterra, Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Cecoslovacchia, Danimarca, Olanda, Norvegia, Palestina, Polonia, Spagna, Svizzera, Russia, Uruguay, ma soprattutto in Germania ove va circa il 38% della esportazione nostra. Per importanza seguono l Inghilterra e la Francia. 5 c a n a pa

6 St o r ia La canapa è la più duratura, la più resistente delle fibre morbide naturali del pianeta. - Le sue foglie e le infiorescenze sono state, a seconda della cultura, la prima, la seconda o la terza medicina più importante e più usata per i due terzi della popolazione mondiale, per almeno anni, fino alla svolta del 20 secolo. - La canapa ad uso fibra si è diffusa prima in Asia occidentale ed Egitto e successivamente in Europa tra il 1000 ed il 2000 a.c. - La carta di canapa durava dalle 50 alle 100 volte più a lungo della maggior parte dei papiri, ed era cento volte più facile e più economica da fare. La sua coltivazione in Europa è diventata estesa dopo il 500 d.c. - La coltura della canapa per usi tessili ha un antica tradizione in Italia, in gran parte legata all espandersi delle Repubbliche marinare, che l utilizzavano grandemente per le corde e le vele delle proprie flotte di guerra. Fino al XX sec. l Italia era uno dei principali paesi produttori mondiali seconda solo all Unione Sovietica - con quasi ettari coltivati all anno. NAVI E MARINAI - Il 90% di tutte le vele navali (da prima dei Fenici, almeno dal V secolo a.c. fino a ben oltre l invenzione delle navi a vapore, tra la metà e la fine del IXX secolo) erano fatte di canapa. - Il rimanente 10% erano solitamente di altre fibre come ramia, sisal, juta, abaca, etc. - Infine, le carte nautiche, le mappe, i diari di bordo, e le Bibbie erano fabbricate con una carta che conteneva fibre di canapa, dai tempi di Colombo fino agli inizi del 1900 nel Mondo Occidentale Europeo/Americano,e dai Cinesi fin dal I secolo. TESSUTI E STOFFE Fino al decennio del 1880 in America (e fino al XX secolo in quasi tutto il resto del mondo) l 80% di tutti i tessuti e le stoffe usate erano composti principalmente della fibra di cannabis: - l abbigliamento (camicie, calzature, ecc.) - i tendaggi - i lini* - la biancheria da letto e da bagno - i tappeti e le tendine, le trapunte, gli asciugamani, i pannolini - la bandiera americana 6 c a n a pa [*L edizione della Encyclopaedia Britannica riporta, e Popular Mechanics nel 1938 stima che almeno la metà di tutto il materiale che è stato chiamato lino (linen) non fosse prodotto dall omonima pianta, ma dalla cannabis. Erodoto (c. 450 a.c.) descrive gli abiti di canapa fabbricati dai Traci come di bellezza pari al lino, e che nessuna persona che non avesse molta esperienza avrebbe saputo dire se fosse canapa o lino.] Benché questi fatti siano ormai dimenticati, i nostri antenati erano ben consapevoli del fatto che la canapa è più soffice, più calda, più assorbente del cotone, ha tre volte la resistenza alla tensione del cotone, ed è molto più duratura. CARTA DI FIBRA E POLPA Fino al 1883, il 75-90% di tutta la carta del mondo era prodotta con fibra di canapa, compresa quella per i libri, le Bibbie, le mappe, le banconote, le obbligazioni e i titoli azionari, i quotidiani, etc. Dal 70 al 90% di tutte le funi, lo spago e il cordame furono prodotti con la canapa fino al 1937: Da allora essa fu sostituita perlopiù con le fibre petrolchimiche. TELE ARTISTICHE La canapa è il mezzo perfetto per l archiviazione. I dipinti di Van Gogh, Gainsborough, Rembrandt, etc., furono stesi soprattutto su tele di canapa, così come praticamente la maggior parte dei dipinti su tela. La fibra di canapa resiste al calore, alla muffa, agli insetti e non è danneggiata dalla luce. I dipinti a olio su tela di canapa e/o lino sono rimasti in buone condizioni per secoli. OLIO DA ILLUMINAZIONE Quello di canapa era l olio da lampada che illuminava maggiormente. L olio di canapa per lampade fu rimpiazzato dal petrolio, dal kerosene, etc., dopo la scoperta del petrolio in Pennsylvania nel 1859 e la monopolizzazione di John D. Rockefeller, dal 1870 in poi.

7 introduzione... e poi cos è successo? E successo che in quel periodo è avvenuto il clamoroso sorpasso dell industria ai danni dell agricoltura, e di questo sorpasso la cannabis è stata chiaramente la vittima numero uno. I nascenti gruppi industriali americani puntavano soprattutto allo sfruttamento: del petrolio per l energia (Standard Oil - Rockefeller) delle risorse boschive per la carta (editore Hearst) delle fibre artificiali per l abbigliamento (Dupont) Tutti settori nei quali avevano investito grandi quantità di denaro. Ma avevano di fronte, ciascuno sul proprio terreno, la concorrenza naturale della canapa, e si unirono così per formare un alleanza sufficientemente forte per batterla. L unica soluzione per poter tagliare di netto le gambe ad un colosso di quelle dimensioni risultò la messa al bando totale. L illegalità. Partì quindi un operazione mediatica di demonizzazione, rapida, estesa ed efficace ( droga del diavolo, erba maledetta ecc. ), grazie agli stessi giornali di Hearst, il quale ne aveva uno praticamente in ogni grande città. maniera determinante a porre il sigillo alla bara della cannabis (a sin. la locandina del film Marihuana: assassina di giovinezza - Un tiro, una festa, una tragedia ). Il Marijuana Tax Act del 1938 ha di fatto terminato la coltivazione e la trasformazione di canapa negli Stati Uniti; proibizione che si è successivamente diffusa in Europa e praticamente in tutto il mondo. Dopo la legge, le nuove fibre plastiche DuPont, usate su autorizzazione della Compagnia Tedesca I.G.Farben rimpiazzarono le fibre naturali di canapa. (Un 30% della I.G.Farben, sotto Hitler, fu di proprietà della DuPont America.) Fatto sta che a partire da quel momento: Dupont inondava il mercato con le sue fibre sintetiche (nylon, teflon, lycra, kevlar, sono tutti marchi originali Dupont). Hearst iniziava la devastazione sistematica delle foreste del Sudamerica, dal cui legno trasse in poco tempo la carta sufficiente per mettere in ginocchio quel poco che era rimasto della concorrenza. Il mercato dell automobile si indirizzava definitivamente all uso del motore a benzina (il primo motore costruito da Diesel funzionava con carburante vegetale). E le multinazionali di oggi, che influenzano fortemente tutti i maggiori governi occidentali, non sono che le discendenti dirette di quella storica alleanza, nata negli anni 30, fra le grandi famiglie industriali. Hollywood si accodò volentieri alla manovra, contribuendo in 7 c a n a pa

8 Il nome messicano marijuana era stato scelto con cura al fine di mettere la canapa in cattiva luce, dato che il Messico era allora un paese nemico contro il quale gli Stati Uniti avevano appena combattuto una guerra di confine (1898); i giornali di Hearst avevano sempre infamato Spagnoli, Messicani-Americani e Latini. Nel frattempo, la parola hemp (canapa) fu abbandonata, e cannabis, il termine scientifico, ignorato e sepolto. L espressione colloquiale Messicana marijuana, garantiva che in pochi l avrebbero riconosciuta come una delle principali medicazioni naturali, la cannabis, e in quanto alla risorsa industriale primaria, hemp, essa era stata cancellata. Venne data come una realtà di fatto che circa il 50% di tutti i crimini violenti commessi negli USA erano opera di Spagnoli, Messicani-Americani, Latino Americani, Filippini, Afro-Americani e Greci, e che tutti i loro delitti erano direttamente relazionati alla marijuana. Proprio così : la marijuana fu molto verosimilmente soltanto un pretesto per la proibizione della canapa. La situazione non fu mai chiarita dalla stampa, che continuò con la disinformazione fino agli anni 60 del 900. Nel 1976 una decisione a sorpresa del governo USA proibì tutte le ricerche federali sugli effetti terapeutici della marijuana. Da notare che non venne proibita solo la canapa ricca di resina, ma anche la normale canapa coltivata, quindi non di semplice proibizionismo si tratta, ma di iperproibizionismo ingiustificato. Da notare che il proibizionismo è stato determinante nel diffondere l uso consumistico della canapa, mentre prima esisteva solo quello medico. A conti fatti, l unico proibizionismo che ha veramente funzionato, è stato quello nei confronti della canapa per uso industriale, il vero obiettivo della proibizione, oltre che della canapa medica. CURIOSITA Dal 1740 al 1807: la Gran Bretagna compra oltre il 90% della canapa per la Marina dalla Russia; la Marina Britannica e le navi mercantili di tutto il mondo usano canapa Russa La regina Vittoria usava la resina di cannabis per i crampi mestruali e la PMS (sindrome pre-mestruale) I semi di canapa furono, fino alla proibizione legale del 1937, il becchime numero uno al mondo, tanto per uccelli selvatici che domestici. Era il loro preferito* tra ogni genere di becchime sul pianeta; nel 1937 quattro milioni di libbre di semi di canapa per uccelli canori furono venduti al dettaglio negli USA. Gli uccelli scelgono i semi di canapa da un mucchio di becchime misto, e li mangiano per primi. Gli uccelli allevati allo stato brado vivono più a lungo e si riproducono di più quando i semi di canapa sono inclusi nella loro dieta, utilizzandone l olio per le loro penne e per la loro salute in generale. [*Atto Congressuale del 1937: Gli uccelli canori non cantano senza, lamentano le industrie di cibi per animali] I monaci dovevano mangiare un piatto di semi di canapa tre volte al giorno, tessevano i loro abiti con la canapa, e stampavano le loro Bibbie su carta composta della sua fibra. Dal 1850 al 1937, la Farmacopea Statunitense elencava la cannabis come terapia principale di oltre 100 diverse malattie o disturbi di sorta. 8 c a n a pa

9 introduzione Generale su utilizzi FOGLIE/FIORI Tisane, birra alla canapa, caramelle Olio essenziale, ricavato per distillazione, utilizzato in: profumi e come aromatizzante per alimenti THC ed altri cannabinoidi: uso farmaceutico in circa 100 preparati medicinali. SEME Decorticato, utilizzato come alimento ad uso umano ed animale (ricco di proteine) Esche per pesci Olio ricavato da spremitura a freddo: condimento per alimenti, utilizzato nella produzione di margarine, tofu, gelati e simili integratore alimentare per uso nutraceutico (naturalmente ricco di omega 3 ed omega 6) utilizzato nella produzione di cosmetici e detergenti per l igiene del corpo Olio prodotto con processi chimici per fabbricazione: detersivi inchiostri per stampa colori ad oli tinte per esterni edifici lubrificanti solventi mastici biodiesel combustibile Farina ricavata da spremitura a freddo (panello): uso alimentare umano ed animale, non contiene glutine FIBRE Fibra lunga macerata di pregio per filatura ad umido: tessuti, abbigliamento, arredo casa, calzature, accessori, tele per dipinti Fibra lunga macerata meno pregiata cordami anche per arredamento reti, sacchi teloni, tessuti per rinforzo plastiche petrolchimiche in sostituzione lana di vetro (imbarcazioni), rinforzo PLA filati per tappeti e maglieria imbottitura materassi pasta di cellulosa per carte speciali (tipo carta moneta e carta dei titoli di stato) pasta di cellulosa per cartine sigarette cartoni e imballaggi pannolini blocchi stampati in pressofusione guarnizioni per i freni Fibra corta semi-macerata: pannelli isolanti e fonoassorbenti per edilizia, termosaldati con poliestere, amido di patate, altri amidi imbottiture per auto Canapulo: intonaci e cappotti isolanti per edifici, blocchi da costruzione costituiti da canapa e calce mangimi per ruminanti lettiere per cavalli e piccoli animali pannelli rigidi per interno auto (cruscotto) pannelli rigidi per fabbricazione mobili esplosivi materiale per disoleazione acque inquinate Con la canapa si potrebbero salvare ogni anno centinaia di milioni di alberi, produrre ogni tipo di tessuti, fabbricare carburanti, materie plastiche e vernici non inquinanti. Con i semi della canapa si potrebbe colmare la carenza di proteine dei paesi in via di sviluppo. Salvare l ambiente, produrre la carta in modo non inquinante e senza sacrificare gli alberi, sostituire i prodotti chimici del petrolio. Con la fibra e il legno si possono fabbricare prodotti più tradizionali come tessuti e carta, ma anche materiali plastici a partire dalla cellulosa, compensati marini, truciolati leggeri che possono essere lavorati come il legno ecc. Ma il problema oggi è che, per poter seminare la canapa, è necessario che nella zona ci sia qualcuno disposto a ritirare il raccolto. Salvo limitate eccezioni, manca quasi ovunque in Italia questa condizione. Un eccezione è Ferrara, dove è stato costruito un impianto per la lavorazione della fibra tessile, ma dove la canapa viene raccolta quando è alta solo m. 1,20 per poterla lavorare nelle macchine usate per il lino. 9 c a n a pa

10 En d o c a n n a b in o id i IL SISTEMA DEGLI ENDOCANNABINOIDI Il sistema degli endocannabinoidi è stato scoperto grazie alle ricerche effettuate sul delta-tetraidrocannabinolo (THC), il componente attivo della Cannabis. Il sistema degli endocannabinoidi comprende: Recettori per i cannabinoidi Cannabinoidi endogeni (endocannabinoidi) Gli enzimi che sintetizzano e degradano gli endocannabinoidi Gli endocannabinoidi: sono di natura lipidica derivano da un acido grasso polinsaturo, l acido arachidonico (C20H32O2) due sono i più coinvolti in tali patologie: l AEA (anandamide) e 2-AG (2-arachidonilglicerolo) attivano i recettori dei cannabinoidi I r e c e t t o r i: CB1 e CB2 Dove si trovano? in molte regioni del cervello: corteccia, ippocampo, gangli basali, cervelletto, striato, amigdala. I recettori CB1 sono stati trovati in modo numeroso a livello dei terminali nervosi centrali e periferici. - Funzione: interferiscono con il rilascio di alcuni neurotrasmettitori e la loro attivazione protegge il SNC dalla sovra-stimolazione o dalla sovra-inibizione prodotta da altri neurotrasmettitori. I recettori CB2 sono situati principalmente sulle cellule immunitarie e in altre zone: I linfociti B e le cellule NK (natural killer) sono le cellule con la massima concentrazione leucociti, la milza e le tonsille, il midollo osseo ematopoietico, il pancreas. Funzione: svolgono un azione periferica con attività immunomodulatoria. Nel sistema immunitario, infatti, una delle funzioni dei recettori cannabinoidi è la modulazione del rilascio di citochine, molecole proteiche responsabili della regolazione della funzione immune e delle risposte infiammatorie. Gli endocannabinoidi sono importanti modulatori della risposta fisiologica durante: condizioni di stress ripetitivo nelle condizioni patologiche, come ansia, fobia, depressione e disturbi da stress post-traumatico. Inoltre è stato ipotizzato che il sistema degli endocannabinoidi svolga un importante ruolo nella protezione contro la neurotossicità e probabilmente, contro certe forme di epilessia. 10 c a n a pa

11 I Fitocannabinoidi sono invece sostanze vegetali che stimolano i recettori dei cannabinoidi. Il Delta-9-tetraidrocannabinolo, o THC, è la più psicoattiva e certamente la più famosa di queste sostanze, ma gli altri cannabinoidi, come il cannabidiolo (CBD) e cannabinolo (CBN) stanno guadagnando l interesse dei ricercatori a causa di una serie di proprietà curative. E interessante notare che la pianta di cannabis utilizza anche il THC e gli altri cannabinoidi per promuovere la propria salute e prevenire le malattie. I cannabinoidi della canapa: hanno proprietà antiossidanti che proteggono le foglie e le strutture fiorite dalle radiazioni ultraviolette; neutralizzano i radicali liberi nocivi generati dai raggi UV, proteggendo le cellule. Negli esseri umani, i radicali liberi causano l invecchiamento, il cancro e la difficoltà di cicatrizzazione. Gli Antiossidanti presenti nelle piante sono stati a lungo promossi come integratori naturali per prevenire i danni da radicali liberi. Di s t r i b u z i o n e d e i r e c e t t o r i CB1 n e l c e r v e l l o. Nello s p e c i f i c o, le a r e e i n d i cat e c o n i p u n t i n i n e r i s o n o quelle in cui maggiormente si lega il cannabin o i d e e s o g e n o THC m o d i f i ca n d o n e il n o r m a l e f u n z i o na m e n t o e s v i l u p p o. Al di là dei trattamenti dei sintomi, al di là anche del curare la malattia, la cannabis può aiutare a prevenire le malattie e promuovere la salute, stimolando un sistema antico che è cablato in tutti noi? Ora credo che la risposta sia sì. La ricerca ha dimostrato che piccole dosi di cannabinoidi di Cannabis possono segnalare all organismo di produrre più endocannabinoidi e costruire più recettori di cannabinoidi. Altri recettori aumentano la sensibilità di una persona ai cannabinoidi; piccole dosi hanno effetti più grandi, e l individuo ha una base maggiore di attività degli endocannabinoidi. Io credo che le piccole, regolari dosi di Cannabis potrebbero agire come tonico per il nostro sistema di guarigione fisiologico più centrale. 11 c a n a pa

12 FUNZIONI Descrizione delle risposte mediate dal sistema endocannabinoide FUNZIONI COGNITIVE SUPERIORI Attenzione, memoria, apprendimento Emozioni Capacità di prendere decisioni (decision making) e controllo del comportamento CONTROLLO MOTORIO PERCEZIONE DEL DOLORE E GRATIFICAZIONE NEUROPROTEZIONE SVILUPPO CEREBRALE FUNZIONI IMMUNITARIE FUNZIONI SESSUALI E FERTILITÀ GESTAZIONE EQUILIBRIO ENERGETICO REGOLAZIONE DELL APPETITO FUNZIONI ENDOCRINE FUNZIONI CARDIOVASCOLARI REGOLAZIONE CELLULE NEOPLASTICHE Controllo e coordinazione del movimento Mantenimento della postura corporea e dell equilibrio Sensibilità agli stimoli dolorosi Sensibilità agli stimoli piacevoli Azione protettiva del SNC dalla sovrastimolazione o sovrainibizione esercitata da altri neurotrasmettitori Sviluppo neuronale Controllo della plasticità sinaptica Attività immunomodulatoria Infiammazione Processi di maturazione degli spermatozoi Interazioni con la funzione ovarica Effetti sulla libido Attecchimento dell embrione Meccanismi che regolano le prime fasi della gravidanza Regolazione dell assunzione di cibo Modulazione dell omeostasi metabolica Modulazione della sensazione di sazietà Sensibilità viscerale, nausea e vomito Modulazione della secrezione di ghiandole endocrine Risposta vascolare (azione vasodilatatoria e ipotensiva) Ruolo del sistema endocannabinoide nella regolazione dei processi di proliferazione cellulare alla base della crescita dei tumori 12 c a n a pa

13 Me d ic in a Negli ultimi decenni un numero sempre maggiore di ricercatori ha riscontrato notevoli proprietà terapeutiche nella cannabis, delle quali si aveva testimonianza sin dal lontano 3000 a.c. e, grazie alla tecnologia di cui disponiamo nei giorni nostri, sono state individuate nei principi attivi della pianta: THC, CBN, CBD e gli altri 64 finora identificati. Per svariati motivi di natura politica ed economica la canapa è stata bandita dalla farmacopea mondiale ufficiale nei primi anni del 1900 e resa illegale praticamente in tutti gli Stati del mondo a partire dalla fine degli anni Trenta A cavallo tra Ottocento e Novecento la canapa indiana cominciò ad essere sostituita dai farmaci sintetici, che avevano il vantaggio di poter essere dosati con esattezza e di funzionare in modo più evidente, ed anche di far guadagnare di più, mentre gli effetti collaterali non erano ancora evidenti. Ad ogni modo negli ultimi decenni si è accumulato un certo volume di ricerche sulle attività farmacologiche della cannabis e sulle sue possibili applicazioni. Per la stragrande maggioranza della gente, la cannabis ha letteralmente centinaia di usi terapeutici, tra i quali: ASMA Il THC ha capacità broncodilatatorie; Il fumo della cannabis contiene prodotti della combustione qualitativamente simili a quelli del tabacco, tra i quali diversi cancerogeni che possono danneggiare la mucosa. L inalazione di questi prodotti della combustione dovrebbe essere evitata o sostanzialmente ridotta. Per evitare l assunzione di prodotti della combustione, la cannabis può essere assunta per bocca o vaporizzata. Per ridurre la quantità dei cancerogeni inalati, la cannabis o il THC possono venire inalati con un vaporizzatore. Un gruppo di ricercatori internazionali ha scoperto perché la marijuana in alcuni casi provoca la tosse e in altri casi impedisce il broncospasmo e la tosse. Questi risultati possono portare a un migliore trattamento delle malattie respiratorie. In un rapporto sulla rivista Nature, degli scienziati dell Istituto per la Medicina Sperimentale di Budapest (Ungheria), dell Università di Napoli (Italia), e dell Università di Washington (USA) hanno dimostrato come l endocannabinoide anandamide influenzi le vie aeree. L anandamide viene prodotta nel tessuto polmonare ed esercita il suo effetto tramite i recettori dei cannabinoidi. DOLORE I recettori CB1 sono localizzati sulle vie del dolore nel cervello e nel midollo spinale e sui terminali periferici e centrali dei neuroni primari afferenti che mediano sia il dolore neuropatico che quello nonneuropatico. Studi su animali hanno indicato che il cannabinoide endogeno anandamide ed i ligandi del recettore dei cannabinoidi sono molto efficaci nei confronti del dolore, sia di origine neuropatica che infiammatoria. GLAUCOMA I glaucomi sono un gruppo molto diversificato di malattie oculari, accomunate dalla presenza di un danno cronico e progressivo del nervo ottico: Il 14% della cecità in America è causata dal glaucoma, con una perdita progressiva della vista e pressione oculare elevata. Un gruppo di oculisti dell università dell Arizona ha individuato negli occhi il recettore del tetraidrocannabinolo (Thc): secondo i ricercatori da questi recettori dipende la pressione endoculare, il cui aumento è causa di danni alla retina. La marijuana diminuisce la pressione interna dell occhio del 25-30% in media, a volte fino al 50%. L uso della cannabis non provoca danni epatici o renali come effetti collaterali, né esiste il pericolo della sudden death syndrome (lett., sindrome di morte improvvisa) che può essere causata dai farmaci legali contro il glaucoma. Gli endocannabinoidi ed i recettori dei cannabinoidi svolgono un importante ruolo nella regolazione della pressione intraoculare. Gli endocannabinoidi così come i recettori CB1 sono presenti nella retina. I cannabinoidi esercitano effetti neuroprotettivi contro la neurotossicità a livello retinico. 13 c a n a pa

14 Sclerosi Multipla La sclerosi multipla (SM) è una malattia degenerativa cronica del sistema nervoso centrale che causa infiammazione, debolezza muscolare e perdita di coordinazione motoria. Nel tempo, i pazienti con SM diventano tipicamente permanentemente disabili e, in alcuni casi, la malattia può essere fatale. C è evidenza da studi clinici condotti su pazienti con Sclerosi Multipla, che i cannabinoidi possano ridurre gli spasmi, la spasticità, i tremori in questi pazienti. Studi su modelli murini di Sclerosi Multipla hanno indicato che l attivazione dei recettori CB1 e CB2 mediante somministrazione esogena di agonisti, o favorendo il rilascio endogeno, può opporsi alla progressione della Sclerosi Multipla, rallentando il processo neurodegenerativo, riducendo l infiammazione e promuovendo la rimielinizzazione. [Dopo una lunga attesa è stato approvato anche in Italia il trattamento spry oro-mucolale a base di cannabis per il trattamento della spasticità (da moderata a grave) nella sclerosi multipla. Il prodotto, che sarà messo in commercio contiene due cannabinoidi: THC (delta- 9-tetraidrocannabinolo) e CBD (cannabidiolo). Si tratta della prima medicina derivata dalla pianta di Cannabis sativa, coltivata e lavorata in condizioni rigidamente controllate. Il nuovo farmaco è privo degli effetti collaterali che derivano dal consumo di cannabis non a fini terapeutici e non crea dipendenza.] SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA Nonostante la nostra comprensione dei meccanismi molecolari della sclerosi laterale amiotrofica (Sla) sia migliorata, scrivono gli autori, non esistono ancora terapie davvero efficaci. In questa malattia, spiegano i ricercatori, si verificano simultaneamente diversi processi fisiologici anormali. Per potervi far fronte, sarebbe necessaria una terapia basata su una molteplicità di farmaci, tra cui antagonisti del glutammato, antiossidanti, anti-infiammatori che agiscono a livello centrale, modulatori di cellule microgliali, un agente antipoptico, uno o piu fattori di crescita neurotropica e un agente che accresce le funzioni mitocondriali. Incredibilmente, scrivono i ricercatori, la cannabis sembra agire in tutte queste aree. La cannabis ha infatti potenti effetti antiossidanti, anti-infiammatori e neuroprotettivi. Somministrata a topi con Sla, la cannabis ha provocato un allungamento della vita delle cellule neurali, ha posticipato l emergere dei sintomi e ha rallentato la degenerazione della malattia. La cannabis ha anche proprietà utili alla gestione dei sintomi della Sla, grazie alle sue proprietà analgesiche, di rilassante muscolare, broncodilatanti, di riduzione della salivazione, di stimolazione dell appetito e favorisce il sonno. EPILESSIA In sostituzione di farmaci anticonvulsivi, che hanno gravi effetti secondari anche sull umore. Efficacia provata in qualche caso. In uno studio condotto su 15 pazienti trattati con cannabidiolo (CBD), circa il 90% dei casi si ottenne la scomparsa delle crisi convulsive o una loro significativa riduzione. L interesse per questo potenziale campo di applicazione è stato confermato dal Workshop on medical marijuana del National Institutes of Health USA, dal rapporto dello Science and Technology Committee della Camera dei Lord inglesi ed in ultimo dal rapporto dell Institute of Medicine della Accademia Nazionale delle Scienze USA, Marijuana and Medicine: Assessing the Science Base [A 5 anni assume marijuana: no, non è la storia di un giovanissimo scapestrato, ma quella di Jayden David, un bambino di 5 anni che soffre di una rara forma di epilessia. Per far fronte ai dolorosissimi spasmi muscolari che affliggevano il piccolo, il padre, scoprendo gli effetti terapeutici della cannabis in un servizio del telegiornale, e si rivolge a un centro specializzato, che ha prescritto a Jayden una soluzione fatta per lo più di cannabidiolo o CBD che a differenza del THC non è psicoattivo e ha un efficacia maggiore; i dolori di Jayden sono diminuiti notevolemente. LA Times] SPASTICITÀ In piccoli studi clinici del delta- 9-tetraidrocannabinolo è stato osservato un effetto benefico sulla spasticità provocata da sclerosi multipla o lesioni del midollo spinale. Fra gli altri sintomi influenzati positivamente, dolore, parestesie, tremore e atassia. Nella medicina popolare ci sono segnalazioni di miglior controllo della vescica e dell intestino. C è anche qualche evidenza aneddotica di benefici della marijuana nella spasticità dovuta a lesioni cerebrali. 14 c a n a pa

15 Disordine intestinale Mentre alcuni disturbi gastrointestinali possono essere controllati con la dieta e farmaci farmaceutiche, gli altri sono scarsamente moderati da trattamenti convenzionali. I sintomi di disturbi gastrointestinali spesso includono crampi, dolore addominale, infiammazione del rivestimento del grande e / o piccolo intestino, diarrea cronica, sanguinamento rettale e perdita di peso. E ormai evidenteche certi disordini, caratterizzati da infiammazione del tratto gastrointestinale o da diarrea, possono essere associati ad un aumento dei livelli intestinali di endocannabinoidi e/o dell espressione dei recettori CB1 mediante neuroni mesenterici; inoltre, l iperattività del sistema degli endocannabinoidi migliora almeno alcuni dei sintomi di queste malattie. I ricercatori del Meir Medical Center hanno scoperto che i soggetti che hanno consumato cannabis hanno significativamente ridotto il loro bisogno di altri farmaci. Oggi, molti esperti ritengono che i cannabinoidi e / o modulazione del sistema cannabinoide endogeno rappresentino un nuovo approccio terapeutico per il trattamento di numerose patologie gastrointestinali tra cui le malattie infiammatorie croniche intestinali, malattie intestinali funzionali, le condizioni di reflusso gastro-esofageo, diarrea secretoria, ulcere gastriche e cancro del colon. NAUSEA E INAPPETENZA DA FARMACI CHE- MIOTERAPICI Benché si conoscano i suoi effetti disastrosi sul sistema immunitario, la chemioterapia è ritenuta da chi la pratica un beneficio, per i pazienti affetti da cancro e AIDS. Tra i gravi effetti collaterali che la chemio produce c è la nausea. La marijuana è il migliore agente di controllo per la nausea durante la chemiotherapia secondo il Dr. Thomas Ungerleider, che ha capeggiato il programma di ricerca medica California s Marijuana for Cancer dal 1979 al In sostituzione di medicinali molto forti o difficili da somministrare vi è l efficacia provata dalla pratica medica dì routine; centinaia di migliaia dì dosi di THC sintetico sono state prescritte ogni anno dagli oncologi USA. anche se non sembra avere gli stessi effetti della marijuana assunta nel suo stato naturale poiché il THC è solo uno dei 460 composti chimici presenti nella cannabis. DISORDINI CARDIOVASCOLARI I recettori CB1 hanno un ruolo molto più importante dei recettori CB2 nella regolazione cardiovascolare. I recettori CB1 sono stati trovati nel miocardio, dove mediano l effetto inotropo negativo, ed anche nel tessuto vascolare, dove la loro attivazione porta alla vasodilatazione. Entrambi questi effetti appaiono essere coinvolti nell effetto ipotensivo dell anandamide. TRAUMI CEREBRALI ICTUS Esistono numerose conferme, sia in vitro che in vivo che svelano un ruolo neuroprotettivo dopo trauma cranico o ictus sia degli endocannabinoidi che dei cannabinoidi naturali e sintetici. In particolare l attivazione dei recettori dei cannabinoidi di tipo 1 (CB1) può ridurre il rilascio di glutammato in caso di ischemia cerebrale, e prevenire i fenomeni di eccitotossicità legati al rilascio del glutammato. I cannabinoidi avrebbero inoltre intrinseche proprietà antiossidanti. Un recente studio, a cui ha collaborato anche l italiano Grimaldi ha dimostrato che i cannabinoidi sono in grado di neutralizzare le sostanze nocive ossidanti che si sviluppano in corso di trauma cranico o ictus. Questi risultati, ottenuti in laboratorio, hanno avuto conferme dirette nell uomo. [In caso di ictus è possibile salvare ciò che non è ancora distrutto (intervista Maurizio Grimaldi, ricercatore italiano) Arteriosclerosi La sostanza psicostimolante contenuta in hascisc e marijuana può prevenire l arteriosclerosi e quindi potrebbe essere impiegato per combattere efficacemente la principale causa di malattie cardiocircolatorie. È quanto risulta da uno studio condotto dall ospedale universitario di Ginevra, sotto la direzione di François Mach, e pubblicato nell edizione di giovedì di Nature. Gli scienziati ginevrini hanno aggiunto piccole quantità di THC, al cibo dato a topi di laboratorio, che, tramite modifiche genetiche, erano particolarmente predisposti all arteriosclerosi. La sostanza attiva si è legata ai recettori CB2 situati sulle cellule immunitarie, bloccando in parte lo sviluppo delle infiammazioni provocate dalla malattia, le quali sono responsabili della progressiva ostruzione dei vasi sanguigni. Nelle cavie sono stati rilevati alti valori di grassi nel sangue, ma l evoluzione dell affezione era sensibilmente rallentata dalla somministrazione di THC. 15 c a n a pa

16 ALZHEIMER Alcuni composti presenti nella marijuana sarebbero utili per prevenire l invecchiamento cognitivo e l Alzheimer, perché in grado di ridurre i processi infiammatori del cervello e di stimolare la formazione di nuovi neuroni. Sono le parole di Yannick Marchalant, ricercatore della Ohio State University (OSU), con le quali ieri, al meeting annuale della Society for Neuroscience di Washington D.C. (Neuroscience 2008), ha introdotto la presentazione dei risultati di uno studio specifico finanziato dal National Institutes of Health (NIH). La ricerca dei neuroscienziati suggerisce che lo sviluppo di un farmaco a base di alcune proprietà similari a quelle del THC, principio attivo della marijuana, potrebbe essere efficace nella prevenzione o nel rallentamento dello sviluppo dell Alzheimer, patologia associata a infiammazione cerebrale cronica, una delle cause delle compromissioni di memoria caratteristiche di questa malattia neurodegenerativa: agisce inoltre sui recettori CB1 e CB2, stimolando la generazione di nuove cellule cerebrali, processo noto come neurogenesi. [Nel kibbutz di Naan, non lontano da Gerusalemme e Tel Aviv, per i pazienti di Alzheimer e Parkinson sono banditi antidepressivi, antidolorifici, antipsicotici, ecc. Nell ospizio è infatti avviata un innovativa sperimentazione: per lenire i dolori, agli anziani pazienti, caso unico nel mondo, viene fatta fumare marijuana. I test sono stati avviati dieci mesi fa: ai trentasei ospiti dell ospizio viene somministrata marijuana tre volte al giorno, seguendo un protoccollo autorizzato dal governo. Il quadro complessivo dei pazienti non solo migliorerebbe, ma al contrario di ciò che avviene con i farmaci tradizionali, non ci sarebbero effetti collaterali. Non riuscivo nemmeno a prendere un bicchiere d acqua - ha raccontato a Il Corriere della Sera, Moshe, pittore 78enne che da sei mesi segue la sperimentazione - Ora mi danzano le mani, le gambe, la testa e parlo. Mi rado anche da solo, sono anni che non lo facevo ] ESPETTORANTE E DEPURATORE POLMONARE La cannabis è il migliore espettorante naturale per ripulire i polmoni umani dallo smog, dalla polvere e dal catarro associato all uso del tabacco. Il fumo di marijuana dilata sensibilmente le vie aeree di polmoni e bronchi, facendo confluire più ossigeno ai polmoni. E anche un dilatatore delle più piccole vie aeree dei polmoni, i tubi bronchiali, il che fa della cannabis il miglior broncodilatatore in assoluto. SINDROME DI TOURETTE La sindrome di Tourette è caratterizzata da un eccesso di energia nervosa e da una smodata produzione di gesti e atteggiamenti bizzarri: tic, scatti, manierismi, smorfie, versacci, imprecazioni, imitazioni involontarie e ogni sorta di ossessioni; Scienziati tedeschi delle università di Goettingen, Amburgo e Dresda riportano il trattamento di un ragazzo di 15 anni con sindrome di Tourette (TS) refrattaria alla terapia e disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD), tali da portare a grave menomazione della funzionalità fisica e psicosociale. La somministrazione di THC ha determinato un notevole miglioramento dei tic, senza effetti negativi, e ha dato inoltre un efficace trattamento parallelo dell ADHD. La terapia con THC ha aumentato inibizione intracorticale, cioè l inibizione della trasmissione del segnale tra le cellule nervose della corteccia del cervello. Gli autori hanno concluso che la nostra osservazione suggerisce che il delta-9-thc potrebbe essere una alternativa di successo nei pazienti con grave TS refrattaria al trattamento classico. In particolare nel caso di esacerbazione di tic indotta da eccesso di stimolazione il delta- 9-THC potrebbe rappresentare un trattamento efficace della comorbidità da ADHD. L aumento della inibizione intracorticale potrebbe essere mediata dalla modulazione del rilascio di diversi neurotrasmettitori tra cui la dopamina e l acido gamma-aminobutirrico. MALATTIE AUTOIMMMUNI E INFIAMMAZIONI Questo effetto immunomodulatore della cannabis ha implicazioni che non sono in genere sottolineate come meritano. I farmaci immunosoppressori sono importantissimi per moltissime malattie; sono relativamente pochi, e sono tutti estremamente delicati da usare nel lungo termine. L attività immunosoppressiva (oltre che antinfiammatoria) dei cannabinoidi potrebbe quindi essere utilmente sfruttata in diverse malattie autoimmuni. In diverse sindromi dolorose secondarie a processi infiammatori (p.es. colite ulcerosa, artrite) i prodotti a base di cannabis possono agire non solo come analgesici, ma anche come antiinfiammatori. Per esempio, alcuni pazienti che usano cannabis riferiscono una minore necessità di steroidi e di FANS. Inoltre, ci sono alcune segnalazioni di effetti positivi dell automedicazione con cannabis in condizioni allergiche. 16 c a n a pa

17 STRESS / EMICRANIA Può sostituire in completa sicurezza Valium, Librium, alcool e anche il Prozac, per milioni di Americani. Mentre l azione terapeutica della marijuana è sicura, l abuso di benzodiazepina (Valium) è il problema no.1 negli abusi di droga nel Paese, è responsabile negli USA di più ricoveri di quelli per problemi relativi alla cocaina, o di quelli per eroina e morfina messi assieme. Mentre il tabacco restringe le arterie, la cannabis le dilata. Da che l emicrania è il risultato di spasmi arteriosi associati ad un eccessivo rilasciamento delle vene, le modificazioni vascolari causate dalla cannabis sul rivestimento del cervello (le meningi) solitamente la fanno scomparire. La prova evidente della dilatazione vascolare è visibile dall arrossamento degli occhi, che sono estensioni del cervello. In ogni caso, a differenza della maggioranza delle altre droghe la cannabis apparentemente non ha effetti sul sistema vascolare in generale, se non per una lieve accelerazione del battito cardiaco quando l effetto ha inizio. DIABETE Stando ad nuovo studio realizzato da una collaborazione tra diversi centri americani, e pubblicato sulle pagine dell American Journal of Medicine, l utilizzo di cannabis diminuirebbe infatti del 16% i livelli di insulina presente nel sangue, proteggendo in questo modo dall insorgenza di insulinoresistenza e di diabete mellito di tipo 2 SONNO / RELAX La cannabis riduce la pressione sanguigna, dilata le arterie e abbassa la temperatura corporea di circa mezzo grado, alleviando così la tensione. Chi fuma cannabis di sera in genere ha un sonno più riposante. L uso di C. offre a molti un riposo più completo, con un periodo alfa maggiore durante il sonno, anche rispetto all uso di sedativi e sonniferi. Le pillole di sonnifero (farmaci che si dicono legali, sicuri ed efficaci ) sono spesso prodotti di sintesi di piante davvero pericolose come la mandragora, il giusquiamo e la belladonna. [cap.7 L imperatore non è vestito Jack Herer] Nel 1991 dottori, farmacisti e case farmaceutiche combattevano contro le nuove leggi restrittive per l uso di questi medicinali spesso abusati. (L.A. Times, 2 Aprile 1991). A differenza del Valium, la cannabis non potenzia gli effetti dell alcool. Si stima che la cannabis può rimpiazzare più del 50% dei prodotti come Valium, Librium, Torazina, Stelazina, molte altre -zina, e la gran parte dei sonniferi. azione antibiotica Le giovani piante di canapa senza fiori permettono l estrazione di CBD (acidi cannabidiolici). L impiego dei cannabinoidi naturali ridurrebbe la diffusione di alcuni batteri resistenti agli antibiotici, tra cui lo stafilococco aureo penicillinoresistente (MRSA). La ricerca, pubblicata sul Journal of Natural Products, è frutto del menage a trois fra il Cra-Cin di Rovigo, che ha coltivato le piante, l Università del Piemonte Orientale di Novara, dove sono state isolati i composti e sintetizzati i loro analoghi, e la School of Pharmacy di Londra, che si è occupata dei saggi biologici. Nel giro di tre anni, fra il 2005 e il 2008, gli studiosi sono riusciti a dimostrare che i cannabinoidi sono eccezionalmente attivi contro EMERSA-15 e EMERSA-16, due fra i ceppi più virulenti di stafilococco; tra questi più efficaci si sono dimostrati i cannabinoidi CBD e il CBG, entrambi non psicotropi. 17 c a n a pa

18 Situazione introduzione mondiale Oggi, anche per quanto riguarda l uso terapeutico di questa pianta, esistono enormi diversità nei vari Stati: Belgio, Camerum, Canada, Israele, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Spagna, Repubblica Ceca e alcuni Stati U.S.A. sono tra i paesi più tolleranti e molti di questi hanno un chiaro regolamento per l uso terapeutico della marijuana. In Italia la situazione non è positiva, ma in alcune regioni comunque le cose stanno cambiando: Toscana, Liguria e Veneto hanno votato a favore di proposte di legge per la regolamentazione dell uso terapeutico della cannabis, ma nel resto delle altre regioni, quando va bene, se ne parla appena. Negli Usa la marijuana terapeutica è già legale ed utilizzabile in alcuni Stati della federazione, ma non si esclude che presto il suo impiego possa essere ancora maggiormente esteso. In effetti, i sondaggi hanno per la prima volta messo in evidenza che la maggioranza degli americani è favorevole all uso legale della marijuana. La legalizzazione sembra essere sempre più sostenuta dai cittadini e, considerando anche il fatto che vi sono alcuni stati (Colorado e Washington) che hanno legalizzato la cannabis anche per scopi ricreativi, non è improbabile ritenere che presto si arriverà a legalizzare gli usi terapeutici e medici della pianta in gran parte del territorio statunitense. Tra l altro proprio ora in California sono in arrivo i distributori automatici di farmaci a base di cannabis; sarà quindi possibile per chi è parte del Medical Marijuana Program acquistare i farmaci direttamente da questi dispenser, accessibili tramite la ID Card del programma. 18 c a n a pa

19 Approfondimento - CANCRO Come riporta il Newsweek, già nel 2007 uno studio del California Pacific Medical Center mostrava come il cannabidiolo uccida le cellule tumorali nei pazienti con cancro al seno, distruggendo i tumori maligni e spegnendo il gene ID-1, una proteina che gioca un ruolo chiave nel diffondere il male alle altre cellule. Questo gene, nei soggetti sani, è attivo solo durante lo sviluppo embrionale. Ma nei malati di tumore al seno, e di molti altri tumori maligni in stato avanzato, si è visto che questo gene è attivo e provoca le metastasi, favorendo il passaggio della malattia alle cellule sane. Ferma il male come la chemioterapia ma, a differenza di quest ultima, che uccide ogni genere di cellula che incontra e devasta il corpo e lo spirito dei malati, riesce a bloccare solo quella particolare cellula maligna. La scoperta dell efficacia di queste sostanze si deve a Cristina Sanchez, una giovane biologa della Complutense University di Madrid. Stava studiando il metabolismo cellulare, analizzando le cellule tumorali del cervello, che crescono molto più velocemente delle cellule normali. Per caso, notò che queste morivano ogni volta che erano esposte ai tetracannabinoidi, il famoso Thc che provoca gli effetti psicoattivi della marijuana. Proseguì le sue ricerche e nel 1998 pubblicò i suoi studi, dimostrando che il Thc induce l apoptosi, ovvero la morte delle cellule di una forma aggressiva di tumore cerebrale. Successivamente furono molte le conferme, condotte in diversi Paesi, che il Thc e altri derivati della marijuana i cannabinoidi hanno effetti direttamente ANTITUMORALI SPAGNA: I ricercatori somministrarono THC a nove malati di tumore al cervello, che non avevano avuto benefici dalle terapie tradizionali, inserendolo direttamente nelle cellule malate con un catetere. Tutti e nove videro la proliferazione del tumore ridursi significativamente, e i risultati furono pubblicati su Nature. Nel frattempo gli studiosi della Harvard University trovarono gli stessi effetti per i tumori al polmone. La cosa più sorprendente fu il fatto che il Thc colpisce solo le cellule tumorali, lasciando indisturbate le cellule sane. Recenti studi alla St. George s University di Londra hanno poi visto effetti simili sulla leucemia, con test pre-clinici. A fine luglio, l ultimo congresso della International Cannabinoid Research Society ha messo intorno a un tavolo tutti i maggiori esperti sul tema a Friburgo, in Germania, con interessanti contributi anche da parte di studiosi italiani, che hanno parlato dei cannabinoidi come della più potente arma a disposizione per l eliminazione delle cellule tumorali nel cancro alla prostata, mentre ricercatori della Lancaster University hanno riportato simili conclusioni per quanto riguarda il tumore del colon. EFFETTI: ANTIPROLIFERANTI : impediscono alle cellule tumorali di riprodursi. ANTIANGIOGENESI : impediscono al tumore di sviluppare nuovi vasi capillari che gli permetterebbero di crescere. ANTIMETASTICI: impediscono alle cellule cancerose di trasmettersi ad altri tessuti. APOPTOTICO: accelera la morte delle cellule anomale, senza disturbare le cellule sane. 19 c a n a pa

20 Se introduzione m i d i Ca n a pa Il seme di canapa è l alimento vegetale con il più alto valore nutrizionale. CONTENUTO PROTEICO: %, l elevato contenuto di edestina, insieme con l altra proteina globulare, l albumina, fa in modo che tali proteine contengano tutti e nove gli amminoacidi essenziali in una combinazione proteica unica in tutto il mondo vegetale, fornendo così al nostro corpo la base su cui creare altre proteine come le immunoglobuline: anticorpi che respingono le infezioni prima ancora che arrivino i primi sintomi percepibili. OLIO di canapa COMPONENTE GRASSA: 34-35%, di ottima qualità e di composizione equilibrata costituita, per il 70-75%, da una miscela di acidi grassi polinsaturi: questi oli essenziali sono responsabili delle nostre reazioni immunitarie e puliscono le arterie dal colesterolo e dalla placca. VALORE ENERGETICO: di grande rilievo anche il tenore dei carboidrati che gli conferiscono un valore energetico elevato (516 Kcal per 100g). Buona è anche la percentuale di fibra grezza e di sali minerali, tra cui prevalgono il ferro ed il fosforo e potassio. Considerevole anche la dotazione di vitamine A,E,PP,C, e del gruppo B, con l esclusione della B 12. Nessun alimento vegetale può essere paragonato ai semi di canapa per quanto riguarda il valore nutritivo. Mezzo chilo di semi di canapa fornisce tutte le proteine, gli acidi grassi essenziali e la fibra necessari alla vita umana per due settimane. Dott. Udo Erasmus da Fats that Heal, Fats that Kill - Alive Books, 20 c a n a pa Un olio di grande pregio cosmetico (e in prospettiva futura anche dietetico) in ragione del suo elevato contenuto in acidi grassi insaturi. Il tutto partendo dalla coltivazione, su ampia scala, di varietà di sementi contenenti meno dello 0,3% di THC (le sostanze psicoattive della pianta), il cui impiego è liberamente consentito anche in base alle norme europee. Secondo il medico nutrizionista Udo Erasmus, autore del best seller Fats that Heal, Fats that Kill - una vera autorità internazionale nel campo dei grassi e degli oli alimentari - quello di canapa è l olio vegetale più bilanciato, grazie all elevato contenuto ed al rapporto ottimale dei due acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6. L olio di canapa ha una ELEVATA FLU- IDITÀ, penetra molto facilmente, ed è per questo un eccellente olio da massaggio; in cosmesi si propone come ingrediente indispensabile in tutti i prodotti anti-età, destinati al trattamento di pelli secche, disidratate, senescenti.

21 GLI EFA DELL OLIO DI CANAPA Nei lipidi in genere sono presenti acidi grassi a lunga catena di atomi di carbonio del tipo saturi (ad esempio l acido stearico, il palmitico, il miristico, ecc.) i quali, in via generale non hanno alcun interesse specifico ai fini del trofismo cutaneo ed alcuni acidi grassi insaturi cosiddetti in quanto contengono nella loro catena di atomi di carbonio dei doppi legami ai quali sono invece riconosciute specifiche proprietà trofiche per la cute. Alcuni di questi acidi grassi insaturi devono essere assolutamente presenti in quantità sufficiente nel nostro organismo, e pertanto vengono scientificamente definiti come EFA (Essential Fatty Acid) cioè Acidi Grassi Essenziali. La quantità di acidi grassi insaturi contenuta in quest olio è veramente elevata, qualora si consideri che le tradizionali fonti naturali più ricche in tali acidi attualmente utilizzate non superano il 30%. IMPORTANZA BIOLOGICA DEGLI EFA Questi particolari acidi, che si ritiene non vengano sintetizzati dall organismo umano a velocità sufficiente per soddisfare le esigenze dell organismo stesso, si ritrovano in lipidi vegetali ed in animali marini (certi tipi di pesci come sgombri, sardine, aringhe, merluzzo). IN CASO DI CARENZA? Provoca sia nell uomo che nell animale, specie in soggetti più giovani, sindromi specifiche (arresto della crescita, indesiderate manifestazioni cutanee quali lesioni, pelle secca e squamosa, fenomeni eritemici, ecc.). Tali sindromi regrediscono se si somministra all organismo una giusta dose di tali acidi. Per decenni le composizioni a base di EFA e le loro possibilità applicative hanno riguardato solo e specificamente il campo dell alimentazione e della dietetica. INDUSTRIA COSMETICA Una trentina di anni fa è apparsa la prima domanda di brevetto intesa a sfruttare composizioni contenenti EFA a fini cosmetici: si trattava cioè di somministrare tali principi attivi all organismo per via topica, cioè attraverso la pelle. Un EFA opportunamente veicolato in un cosmetico (crema, gel, latte, olio), poteva direttamente incorporarsi nei lipidi strutturali dello strato corneo per il mantenimento della giusta idratazione. INDICAZIONI: PELLI SECCHE PELLI RUGOSE PELLI SCREPOLATE EFFETTI BENEFICI: IDRATANTE ELASTICITA ED EMOLLIENZA CUTANEA COSMETICI ANTI-ETA :, tendenti a migliorare l aspetto esterno della pelle e ritardarne per quanto più possibile il processo di invecchiamento. Il suoi effetti sono progressivi, cioè aumentano col perdurare del trattamento. L olio di canapa oggi è disponibile sia in forma di olio vergine, ottenuto per spremitura a freddo dei semi di canapa, sia come olio raffinato indicato per formulazioni cosmetiche più sofisticate, ove si richiede meno odore e meno colore. L olio di canapa è pure altamente suggerito quale componente ideale di prodotti solari (specialmente in preparati doposole) e di saponi. 21 c a n a pa

22 Nella Tavola 1 è riportata la composizione percentuale dei vari acidi grassi, saturi, insaturi e superiori dell olio di canapa. Dalla tabella è pure facile rilevare quanto sia ridotta nell olio in oggetto la quantità di acidi grassi saturi presenti, non utili ai fini dietetici e trofici cutanei, come ben si sa. In particolare è da far notare che, tra gli oli naturali contenenti insaturi, è proprio l olio di canapa quello che presenta un rapporto veramente ottimale (1:3) tra i due acidi grassi essenziali più importanti: Omega 3 (acido gamma-linolenico LNA) e Omega 6 (acido linoleico LA). La dietetica moderna oggi dà molta importanza a questo rapporto tra Omega 3 e Omega 6. Tavola 1 Composizione in acidi grassi dell olio di canapa. DENOMINAZIONE STRUTTURA % NELL OLIO Acido palmitico C16:0 5,8 Acido palmitoleico C16:1 0,2 Acido stearico C18:0 2,6 Acido oleico (Omega 9) Acido linoleico (Omega 6 - LA) Acido gamma-linoleico (Omega 3 - LNA ) Acido alfa-linoleico (Omega 6 - GLA) L olio di semi di canapa biologico, spremuto a freddo, viene utilizzato sia come integratore alimentare che ad uso terapeutico, per una infinita gamma di patologie tra cui: Eczema atopico, herpes, dermatiti, acne Artrosi Tutte le patologie dell apparato respiratorio (asma, rinite, faringite, tracheite, otite, sinusite, allergie respiratorie) Malattie degenerative del sistema immunitario; epilessia e crisi convulsive Nel trattamento della chemioterapia e nella terapia anti-aids [A causa della denutrizione e per carenza di proteine, il 60 % dei bambini del terzo mondo muore di fame prima di raggiungere il quinto anno di vita. Il seme della canapa potrebbe salvare la vita a molti di loro.] C18:1 W9 11,4 C18:2 W6 54,7 C18:3 W3 22 c a n a pa 18,4 C16:3 W6 2,6 Acido arachidico C20:0 0,8 Acido eicosaenoico C20:1 0,8 Acido eicosadienoico C20:2 0,1 Acido behenico C22:0 0,3 Acido lignocenico C24:0 0,1

23 Fibre di Canapa LA FIBRA DI CANAPA La fibra tessile è l insieme dei prodotti fibrosi che, per la loro struttura, lunghezza, resistenza ed elasticità, hanno la proprietà di unirsi, attraverso la filatura, in fili sottili, tenaci e flessibili che vengono utilizzati nell industria tessile per la fabbricazione di filati, i quali, a loro volta, mediante lavorazioni vengono trasformati in tessuti. FIBRE CHIMICHE O TECNOFIBRE: prodotte da polimeri ottenuti da composti di natura organica (derivati dal petrolio), grazie a reazioni chimiche di polimerizzazione. ARTIFICIALI se prodotte a partire da polimeri organici di origine naturale (cellulosa ecc.) Es. Poliammide (Nylon), Poliestere, Polietilene, Polipropilene SINTETICHE se prodotte da polimeri di sintesi (cioè a differenza delle fibre artificiali il polimero di partenza non esiste già in natura ma viene sintetizzato dall uomo). Es. Lana di vetro, Rayon (Viscosa) FIBRE NATURALI: ecocompatibilità dei materiali che provengono da fonti rinnovabili grado di comodità che sono in grado di assicurare a contatto con la pelle biodegradabilità. Impatti ambientali: terreni dedicati acqua sostanze chimiche utilizzate Principali fibre di origine vegetale: cotone, lino, canapa, iuta. SITUAZIONE MONDIALE La f i b ra n at u r a l e m a g g i o r m e n t e d i f f u sa è il c o t o n e d i cui si producono ogni anno circa 25 milioni di tonnellate LA FIBRA DELLA CANAPA è ottenuta dal floema* * Il floema, detto anche tessuto cribroso o libro, è il tessuto di conduzione della linfa elaborata, la soluzione zuccherina che viene traslocata da un area di produzione, come ad esempio la foglia matura, ad una regione di utilizzo che richiede gli zuccheri per la propria crescita o ad una regione di accumulo. Come pianta può arrivare in alcuni casi fino a 7 metri di altezza, ed è una barriera ideale contro le impollinazioni di altre colture dal momento che il suo olio è un antiparassitario naturale. 23 c a n a pa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA

L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'IMPORTANZA DELL'ACQUA L'acqua è il principale costituente del nostro corpo. Alla nascita il 90% del nostro peso è composto di acqua: nell'adulto è circa il 75% e nelle persone anziane circa il 50%; quindi

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura

IL SISTEMA NERVOSO. Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO Organizzazione e struttura IL SISTEMA NERVOSO. è costituito due tipi cellulari: il neurone (cellula nervosa vera e propria) e le cellule gliali (di supporto, di riempimento: astrociti,

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli