Indice. Verso una pediatria dell evidenza scientifica e della relazione 1. Pediatria generale e specialistica 15

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. Verso una pediatria dell evidenza scientifica e della relazione 1. Pediatria generale e specialistica 15"

Transcript

1 Indice Introduzione XXIII Verso una pediatria dell evidenza scientifica e della relazione 1 Ivan Cavicchi Pediatria generale e specialistica 15 Capitolo 1 Pediatria preventiva e promozione della salute Gianfranco Mazzarella, Alfredo Pisacane, Armido Rubino Strategie della prevenzione 16 Promozione della Salute e Prevenzione delle Malattie: due differenti strategie per migliorare la salute dei bambini 16 Prevenzione delle Malattie 16 Promozione della Salute 17 Educazione alla Salute 17 Per il pediatra, oggi, è possibile prevenire le malattie e promuovere la salute? 18 Parlare, comunicare anzi entrare in relazione con i genitori e i bambini 18 Comunicazione: non si tratta soltanto di parole 18 Comunicazione-relazione: optional o indispensabile strumento di lavoro? 19 Comunicazione spontanea vs comunicazione strutturata e consapevole 19 Cosa si può ottenere da una comunicazione adeguata? 20 Prevenzione nei gruppi ad alto rischio di malattia 20 Una strategia per aumentare efficacia ed efficienza degli interventi 20 Modalità e complessità dell approccio ai gruppi ad alto rischio 20 Continuità o frammentazione delle cure? 21 Percorsi assistenziali 21 Bambini con Bisogni Speciali (BBS): chi sono e quali i loro bisogni? 21 BBS: la situazione attuale 22 In prospettiva: chi sarà sempre più chiamato a coordinare le cure in favore dei BBS? 23 Sorveglianza della Salute del bambino e dell adolescente 24 Conoscere per agire 24 Stili di vita del bambino e malattie cronico-degenerative dell adulto 24 Sistemi di Sorveglianza: salute e stili di vita dei bambini e degli adolescenti in Italia e in Europa 24 Sorveglianza attiva durante la gravidanza 26 Gravidanza fisiologica e gravidanza a rischio: livelli diversi di assistenza 27 Necessità di una buona e corretta informazione per la gestante 27 Tempestività della presa in carico della gestante per favorire esiti positivi sulla salute della madre e del neo nato 27 Prevenzione del parto pretermine e del ritardo di crescita intrauterino 27 Difetti del tubo neurale 28 Allattamento al seno 29 Tanti buoni motivi per 29 Promuovere e sostenere l inizio e la durata dell allattamento al seno 29 Controindicazioni all allattamento al seno: poche, pochissime 30 Altre condizioni che non controindicano l allattamento al seno 31 Comportamenti a rischio 31 Adolescenti e comportamenti a rischio: una nuova sfida per il pediatra 31 Fumo 31 Alcol 31 Uso di Cannabis 32 Abitudini sessuali 32 Strategie per la prevenzione e la riduzione dei comportamenti a rischio 32 Comportamenti a rischio: il ruolo specifico del pediatra 33 Incidenti 33 Tipologia dei più comuni incidenti 34 Intossicazioni 35 Prevenzione del sovrappeso e dell obesità 37

2 VI Indice ISBN Sostegno alla genitorialità 37 Genitorialità: un determinante della salute del bambino e dell adolescente 37 La famiglia: uno scenario che cambia rapidamente 38 Sostegno alla genitorialità: un intervento tangibile di promozione della salute e di prevenzione delle malattie 38 Lettura ad alta voce a partire dai 6 mesi di vita: un sostegno concreto alla genitorialità 38 Screening 39 Principali test di screening 40 Screening uditivo neo natale 40 Bambini e farmaci 41 Scenario attuale 41 Iperprescrizione di farmaci: una scorciatoia quando c è poco tempo per educare? 42 Farmaci in cerca di malattie: il Disease Mongering 42 Disuguaglianze in salute 43 Prevenzione in concreto: l efficace alleanza tra pediatra e famiglia 45 Per saperne di più 45 Test di autovalutazione 46 Capitolo 2 Anamnesi ed esame obiettivo Maria Alessio, Franca Parizzi, Armido Rubino Anamnesi 48 Anamnesi familiare 49 Anamnesi personale 50 Esame obiettivo 53 Valutazione generale 53 Ispezione 53 Palpazione 54 Percussione 55 Ascoltazione 55 Esame neurologico 55 Esame articolare 55 Per saperne di più 55 Test di autovalutazione 56 Capitolo 3 Accrescimento e sviluppo Sergio Bernasconi, Salvatore Di Maio Crescita e sviluppo corporeo 57 Fattori dell accrescimento somatico 57 Periodi di crescita 58 Crescita staturale 58 Crescita ponderale 59 Proporzioni corporee durante la crescita 60 Circonferenza cranica 60 Anomalie della circonferenza cranica: microcefalia e macrocefalia 61 Suture e fontanelle 62 Bambino con statura ridotta o eccessiva 62 Crescita normale 63 Modelli di bassa statura 63 Modelli di alta statura 64 Crescita di recupero (catch up growth) 64 Criteri diagnostici nei disturbi di crescita staturale 64 Terapia dei disturbi di crescita 65 Curve di crescita 66 Bambino sovrappeso e bambino sottopeso 68 Obesità 68 Magrezza 70 Modificazioni dello sviluppo puberale 71 Pubertà normale 71 Ontogenesi del GnRH pulse generator e concetto di minipubertà 72 Stadi puberali 73 Età ossea e maturazione puberale 74 Pubertà ritardata 74 Amenorrea 79 Emorragie uterine in rapporto agli steroidi sessuali 81 Pubertà precoce 82 Varianti della norma dello sviluppo puberale 83 Per saperne di più 84 Test di autovalutazione 85 Capitolo 4 Sviluppo neuromotorio e psichico Fabrizio Ferrari, Ennio Del Giudice Premesse teoriche alla valutazione dello sviluppo infantile 88 Teorie e modelli interpretativi dello sviluppo del bambino 90 Sviluppo normale 90 Postura e movimento nel I anno di vita 90 Sviluppo cognitivo 95 Sviluppo del linguaggio 96 Sviluppo delle competenze sensoriali: sensibilità tattile, udito e visione 97 Metodologie di valutazione dello sviluppo 98 Il pediatra e la valutazione di sviluppo 105 Valutazione formale da parte dello specialista 108 Un approccio pratico al ritardo psicomotorio per il pediatra 110 Per saperne di più 113 Test di autovalutazione 114

3 ISBN Indice VII Capitolo 5 Nutrizione Massimo Pettoello Mantovani, Francesco Raimondi Fabbisogni nutrizionali 115 Requisiti nutrizionali specifici 116 Energia 116 Acqua 117 Macronutrienti 119 Micronutrienti 123 Allattamento naturale 126 Caratteristiche del latte materno 126 Modalità per l allattamento al seno 128 Allattamento artificiale 128 Latte vaccino 128 Formule per l infanzia 129 Modalità per l allattamento artificiale 129 Alimentazione integrativa dell allattamento al seno 130 Allattamento e prematurità 130 Divezzamento 131 Modalità per il divezzamento 131 Alimentazione dopo il primo anno di vita 133 Alimentazione durante il secondo anno 133 Alimentazione oltre il secondo anno e nell adolescente 135 Nutrizione del bambino e prevenzione delle patologie croniche nell adulto 135 Valutazione delle abitudini alimentari del bambino 135 Metodi di valutazione delle abitudini alimentari 136 Obiettivi della valutazione e scelta del metodo di indagine 137 Per saperne di più 137 Test di autovalutazione 138 Capitolo 6 Attività fisica e sportiva Giuliana Valerio Benefici dell attività fisica 139 Valutazione dei livelli di attività fisica e di efficienza fisica nella pratica ambulatoriale 141 Attività fisica 141 Efficienza fisica 142 Composizione corporea 142 Efficienza cardiorespiratoria (prova da sforzo) 142 Efficienza muscolare 143 Flessibilità 143 Prescrizione dell attività fisica dall età prescolare all adolescenza 144 Neonato ed età prescolare 144 Età scolare 145 Adolescenza 145 Discipline sportive per bambini e adolescenti 146 Idoneità all attività fisica e certificazione sportiva 147 Alimentazione nel bambino e nell adolescente che pratica sport 149 Energia e macronutrienti 149 Energia 149 Proteine 149 Carboidrati 149 Lipidi 150 Micronutrienti 150 Vitamine 150 Minerali 150 Idratazione 151 Rischi dell allenamento intenso 151 Sindrome da sovrallenamento (over-training) 152 Pratica simultanea di più sport 152 Trauma da overuse 152 Influenza sulla crescita e sulla maturazione puberale 152 Prevenzione del doping 153 Per saperne di più 155 Test di autovalutazione 156 Capitolo 7 Neonatologia Giuseppe Buonocore, Serafina Perrone, Maria Carmela Muraca Introduzione alla neo natologia 157 Embrione 157 Feto 157 Aspetti preventivi 158 Gravidanze ad alto rischio 158 Diagnosi prenatale 158 Screening del primo trimestre 158 Screening del secondo trimestre 159 Ultrasuoni 159 Amniocentesi 160 Villocentesi 160 Prelievo di sangue ombelicale 160 Indicazioni al trasporto neo natale 160 Crescita fetale e sue alterazioni: ritardo di crescita intrauterino e neo nato piccolo per età gestazionale 160 Ritardo della crescita intrauterina 161 Neonato SGA 161 Adattamento alla vita extrauterina 163 Adattamento respiratorio 163 Adattamento circolatorio 165 Termoregolazione 165 Cure neo natali in sala parto 165 Preparazione alla sala parto 165 Posizionamento e pulizia delle vie aeree 166 Stimolazione 166

4 VIII Indice ISBN Stabilità termica in sala parto 166 Indicatori di necessità di rianimazione: il punteggio di Apgar 166 Valutazione di routine 167 Cure del neo nato a termine: il rooming-in 169 Monitoraggio della glicemia 170 Profilassi neo natali 170 Allattamento del neo nato a termine: latte umano e latti formulati 171 Proprietà nutrizionali 172 Proprietà non nutrizionali 173 Pratica dell allattamento al seno 174 Formule per lattanti 174 Contenuto dei latti formulati 175 Omeostasi glucidica 175 Cause di ipoglicemia 176 Trattamento 176 Neonato da madre diabetica 177 Ipotesi di Pederson e fetopatia diabetica 177 Intolleranza glucidica materna e rischi neo natali 177 Disturbi della crescita 177 Ipoglicemia neo natale 178 Ipocalcemia neo natale e ipomagnesemia 178 Policitemia neo natale 178 Carenza di ferro neo natale 179 Funzione cardiaca e polmonare 179 Iperbilirubinemia 179 Alterazioni del sistema nervoso 179 Sequele a lungo termine 179 Itteri neo natali 179 Metabolismo della bilirubina 179 Ittero a bilirubina non coniugata 180 Ittero a bilirubina coniugata 187 Atresia delle vie biliari 188 Neonato pretermine 188 Assistenza alla nascita - Prima valutazione 188 Monitoraggio cardiorespiratorio 189 Monitoraggio della pressione arteriosa 189 Monitoraggio transcutaneo dei gas 189 Monitoraggio della glicemia 189 Rischi specifici del neo nato pretermine 189 Omeostasi calcio-fosforica 190 Ipocalcemia neo natale 190 Ipercalcemia 192 Metabolismo del fosforo 193 Metabolismo del magnesio 193 Osteopenia del prematuro 194 Depressione neo natale e asfissia 196 Rianimazione del neo nato 197 Preparazione per la rianimazione e selezione dei casi a rischio 197 Indicazione alla rianimazione e linee guida 197 Modificazioni fisiologiche e biochimiche a seguito di un processo asfittico 197 Valutazione 198 Assistenza alla nascita 198 Stabilizzazione iniziale 199 Follow up del neo nato pretermine 199 Patologie respiratorie 199 Follow up nutrizionale 200 Problemi neurologici 201 Problemi visivi e uditivi 201 Follow up neurologico 201 Apparato cardiorespiratorio 203 Sviluppo e malformazioni polmonari 203 Stadi di sviluppo polmonare fetale 203 Sviluppo polmonare postnatale 204 Determinanti fisiche dello sviluppo polmonare 204 Malformazioni polmonari 204 Malformazioni intrapolmonari cistiche 205 Agenesia polmonare 207 Ipoplasia polmonare 208 Linfangectasia congenita polmonare 210 Chilotorace 211 Disallineamento delle vene polmonari con displasia alveolo-capillare 211 Discinesia ciliare primaria 212 Sindrome da distress respiratorio: fattori predisponenti, fisiopatologia e diagnosi 212 Fisiopatogenesi 212 Surfactante 213 Secrezione di liquido polmonare fetale 213 Biotrauma 214 Broncodisplasia polmonare 216 Ipertensione polmonare persistente del neo nato ed ernia diaframmatica congenita 219 Patologia vascolare polmonare nell ernia diaframmatica congenita 223 Air leak: perdite d aria a livello polmonare 223 Enfisema polmonare interstiziale 223 Pneumomediastino 224 Pneumotorace 225 Pneumopericardio 226 Sindrome da aspirazione di meconio 226 Pervietà del dotto arterioso di Botallo 227 Ematologia 230 Disordini della coagulazione e rischio trombotico nel neo nato 230 Emostasi in età neo natale 230 Trombofilia ereditaria 231 Eventi trombotici non cerebrali in epoca neo natale 231 Trombosi arteriose 232 Trombosi venosa 232 Embolia polmonare (EP) 232 Stroke ischemico arterioso neo natale 232 Trombosi venosa dei seni 233 Terapia antitrombotica in epoca neo natale 234 Anemia nel periodo neo natale 237 Fisiopatologia 237

5 ISBN Indice IX Anemia da difetto della membrana eritrocitaria o del metabolismo cellulare 238 Anemia fetale e neo natale da malattia emolitica immuno-mediata 239 Anemia fetale e neo natale emorragica 240 Anemia fetale e neo natale a causa di infezione congenita 241 Anemia della prematurità 241 Altre anemie ipoproliferative o associate a sindromi 241 Terapia emotrasfusionale 242 Neutropenia neonatale ereditaria 243 Neutropenia congenita severa 243 Neutropenia ciclica 243 Mielocatessi e sindrome WHIM 243 Neutropenia cronica congenita in associazione con altre sindromi 243 Disordini piastrinici 244 Funzione piastrinica nei neo nati 244 Disturbi quantitativi 244 Disturbi qualitativi delle piastrine 247 Valutazione della funzione piastrinica in un neo nato 247 Infezioni connatali e sepsi 249 Infezioni fetali: CMV, herpes e varicella 249 Citomegalovirus 249 Infezione da virus herpes simplex, sierotipo 1 e Infezione peri- e postnatale da HSV 252 Varicella 254 Sindrome da rosolia congenita 255 Virus dell immunodeficienza umana 256 Virus dell epatite C 258 Virus dell epatite B 259 Infezione cronica da HBV 261 Parvovirus B Sifilide 262 Tubercolosi 264 Toxoplasmosi 265 Infezioni e sepsi neo natali 267 Meningite 270 Polmonite 270 Infezioni delle vie urinarie 271 Osteomielite e artrite settica 272 Ophthalmia neo natorum 272 Onfalite 273 Impetigine bollosa e staphylococcal scalded skin syndrome (SSSS) 273 Noma neo natorum 273 Tetano neo natale 273 Infezioni fungine 274 Prevenzione dell infezione precoce da streptococco di gruppo B 275 Shock settico nel neo nato 275 Apparato gastroenterico 277 Sviluppo del tratto gastrointestinale: organogenesi e funzione 277 Malformazioni del tratto gastrointestinale 277 Malformazioni anorettali 277 Malrotazioni intestinali 278 Duplicazioni del tratto intestinale 279 Persistenza del dotto onfalomesenterico 280 Ostruzioni intestinali 280 Ostruzione duodenale 281 Malformazioni congenite del piloro 282 Difetti della parete addominale 282 Atresia esofagea 283 Embriogenesi 283 Classificazione anatomica 284 Clinica 284 Malformazioni associate 285 Enterocolite necrotizzante 286 Sistema nervoso centrale 289 Esame neurologico del neo nato 289 Finalità dell esame neurologico del neo nato 289 Stima dell età gestazionale 289 Esame fisico 289 Esame funzionale 292 Diversi tipi di esame neurologico attualmente disponibili 294 Esame neurologico nel neo nato patologico 294 Encefalopatia ipossico-ischemica 294 Encefalopatia ipossico-ischemica (EII) nel neo nato a termine e pretermine 295 Emorragia della matrice germinativa e idrocefalo postemorragico 299 Dilatazione ventricolare postemorragica 300 Infarto emorragico periventricolare 300 Emorragia endocranica 302 Emorragia intraparenchimale cerebrale e cerebellare (IPH) 302 Emorragia sottodurale (SDH) 303 Emorragia epidurale (EH) 303 Emorragia subaracnoidea (SAH) 304 Emorragia subgaleale e cefaloematoma 304 Convulsioni neo natali 304 Ipossia-ischemia cerebrale globale o focale 306 Emorragie intracraniche 306 Infezioni del SNC 306 Disturbi metabolici transitori ed errori congeniti del metabolismo 306 Disgenesia corticale 307 Sindromi epilettiche a esordio neo natale 307 Sindrome di astinenza neo natale 308 Retinopatia nel pretermine 310 Per saperne di più 313 Test di autovalutazione 317

6 X Indice ISBN Capitolo 8 Genetica clinica Angelo Selicorni, Silvia Maitz Definizione, epidemiologia e classificazione dei difetti congeniti 320 Difetti congeniti multipli 321 Eziologia dei difetti congeniti 322 Laboratorio di citogenetica e biologia molecolare 325 Analisi citogenetica (cariotipo) 325 Analisi citogenetico-molecolare (FISH) 326 Analisi molecolari 328 ArrayCGH 328 Bambino con sindrome malformativa complessa 329 Inquadramento diagnostico 329 Raccolta anamnestica 330 Valutazione clinica 333 ABC di semeiotica dismorfologica 333 Approccio clinico al bambino con sospetta patologia scheletrica costituzionale 334 In che modo e/o in che tempi viene posta una diagnosi? 334 Comunicazione di diagnosi 335 Il percorso di follow up diagnostico 336 Sindromi malformative che il pediatra deve conoscere 337 Sindromi cromosomiche classiche 337 Sindromi da microdelezione cromosomica 339 Sindromi monogeniche 342 Associazioni non casuali 352 Sindromi da esposizione a teratogeni 353 Impostazione del percorso di follow up assistenziale 353 Complicanze mediche trasversali 353 Complicanze mediche sindrome-specifiche 356 Trattamento riabilitativo 357 Consulenza genetica e diagnosi prenatale 358 Per saperne di più 360 Test di autovalutazione 361 Aminoacidi solforati 375 Disturbi del trasporto degli aminoacidi 376 Disturbi del metabolismo dei carboidrati 376 Difetti del metabolismo del galattosio 377 Difetti del metabolismo del fruttosio 378 Disturbi del metabolismo del glucosio 378 Malattie del metabolismo energetico 382 Difetti della beta-ossidazione degli acidi grassi 382 Piruvato deidrogenasi e ciclo di Krebs 385 Catena respiratoria 385 Malattie dei perossisomi 386 Malattie da accumulo lisosomiale 389 Malattie da difetto di degradazione dei mucopolisaccaridi 391 Malattie da difetto di degradazione di sfingolipidi 394 Malattie da difetto di degradazione delle glicoproteine 397 Malattie da alterato trasporto lisosomiale (mucolipidosi e malattie da accumulo di acido sialico) 399 Malattie da accumulo di acido sialico 399 Disturbi del metabolismo e del trasporto delle lipoproteine 399 Trasporto dei lipidi esogeni ed endogeni 399 Ipercolesterolemie 400 Ipertrigliceridemie 401 Metabolismo delle HDL 402 Dislipidemie con bassi valori di colesterolo-ldl e trigliceridi 403 Iperlipidemie miste 403 Difetti di altre vie metaboliche 404 Sindromi CDG (disturbi della glicosilazione delle proteine) 404 Difetti della sintesi degli steroli 404 Disturbi del metabolismo di purine e pirimidine 405 Difetti del trasporto o dell utilizzazione dei metalli 406 Porfirie 406 Per saperne di più 408 Test di autovalutazione 408 Capitolo 9 Malattie metaboliche Marcello Giovannini, Enrica Riva, Sabrina Paci Malattie del metabolismo e del trasporto degli aminoacidi 363 Principi di terapia dietetica e vitaminica nelle malattie del metabolismo degli aminoacidi 363 Gruppo fenilalanina-tirosina 364 Aminoacidi ramificati e organicoacidosi 368 Difetti del ciclo dell urea e altre iperammoniemie 371 Aminoacidopatie e acidosi organiche con prevalenti manifestazioni neurologiche 373 Capitolo 10 Immunologia Maurizio de Martino, Luisa Galli Concetti generali di fisiologia dell immunità 409 Ontogenesi dei meccanismi immunologici 410 Componenti della risposta immunitaria 411 Immunità innata 411 Collegamenti dell immunità innata con l immunità adattiva 412 Immunità adattiva 413 Immunodeficienze primitive 418

7 ISBN Indice XI Difetti combinati dei linfociti T e B 418 Principali difetti prevalentemente a carico dell anticorpopoiesi 420 Principali sindromi con immunodeficienza 426 Malattie con disregolazione immunologica 427 Principali difetti dei fagociti 430 Principali difetti dell immunità intrinseca 431 Difetti del complemento 431 Diagnosi delle immunodeficienze primitive 434 Trattamento delle immunodeficienze primitive 436 Immunodeficienze secondarie 437 Infezione da virus dell immunodeficienza umana 438 Trasmissione dell infezione 438 Profilassi della trasmissione perinatale 439 Diagnosi 439 Decorso dell infezione perinatale 439 Gestione del bambino con infezione perinatale 441 Infezioni respiratorie ricorrenti (IRR) 442 Definizione di bambino con IRR 442 Fattori ambientali di innesco delle IRR 442 Gestione del bambino con IRR 443 Per saperne di più 443 Test di autovalutazione 445 Capitolo 11 Allergologia Elio Novembre, Alberto Vierucci Rinite allergica 446 Asma 447 Farmacoterapia 451 Approccio a step nella terapia di fondo 452 Terapia dell attacco acuto 452 Il controllo ambientale nel trattamento delle malattie allergiche respiratorie 454 I derivati epiteliali degli animali domestici 455 Gli acari della polvere 455 Reazioni avverse ai farmaci 455 Allergia agli insetti 456 Allergia al lattice o gomma naturale 457 Allergia alimentare 457 Principali allergeni alimentari 458 Patogenesi 458 Diagnosi 459 Aspetti clinici 461 Anafilassi 462 Terapia dell allergia alimentare e prospettive future 464 Per saperne di più 465 Test di autovalutazione 466 Capitolo 12 Vaccinazioni Nicola Principi, Susanna Esposito Prevenzione delle malattie infettive con le vaccinazioni 467 Calendario vaccinale 468 Caratteristiche generali dei vaccini 469 Controindicazioni vere e false 470 Per saperne di più 470 Test di autovalutazione 471 Capitolo 13 Otorinolaringoiatria Nicola Principi, Paola Giovanna Marchisio, Susanna Esposito, Lorenzo Pignataro, Sara Torretta Patologie infiammatorie e infettive 472 Rinite acuta 472 Rinosinusite acuta 472 Rinosinusite cronica e poliposi naso-sinusale 474 Ipertrofia adenoidea 476 Faringotonsillite acuta 477 Laringite 479 Otologia 480 Otite esterna 480 Otite media acuta 481 Otite media secretiva 483 Otite media suppurativa cronica semplice 484 Otite media suppurativa cronica colesteatomatosa 485 Complicanze dell otite media 485 Sordità infantile 486 Cenni di audiologia infantile e terapia della sordità infantile 488 Tumefazioni del collo 489 Linfoadeniti 490 Cisti e fistole mediane e latero-cervicali 492 Urgenze ed emergenze 493 Epistassi 493 Corpi estranei 495 Traumi nasali 498 Complicanze suppurative 499 Per saperne di più 503 Test di autovalutazione 504 Capitolo 14 Pneumologia Nicola Principi, Susanna Esposito, Valeria Raia Corpi estranei laringo-tracheo-bronchiali 505 Tracheomalacia 506

8 XII Indice ISBN Tracheite batterica 506 Bronchite acuta 506 Bronchiolite 507 Asma infettivo 508 Polmoniti 509 Polmoniti infettive 509 Polmoniti da aspirazione 512 Polmoniti da ipersensibilità 513 Polmoniti eosinofiliche 513 Pleurite 514 Pneumotorace 515 Ascesso polmonare 516 Bronchiectasie 516 Atelettasia 518 Sindrome delle ciglia immobili 519 Masse mediastiniche 520 Fibrosi cistica 521 Prove di funzionalità respiratoria 526 Esecuzione e interpretazione della spirometria 526 Peak flow meter 528 Misurazione dei volumi polmonari 528 Per saperne di più 528 Test di autovalutazione 528 Capitolo 15 Gastroenterologia Alfredo Guarino, Roberto Berni Canani, Raffaele Iorio, Salvatore Cucchiara Malattie gastrointestinali di intestino chirurgico 531 Atresia e fistola tracheoesofagea 531 Acalasia 532 Stenosi ipertrofica del piloro 533 Malrotazione intestinale 533 Diverticolo di Meckel 533 Malattia di Hirschsprung 534 Polipi 535 Poliposi 536 Malattie del fegato e delle vie biliari 537 Eziologie e quadri clinici di presentazione 537 Approccio clinico al bambino con sospetta epatopatia 538 Ipertransaminasemia 538 Epatiti infettive 540 Epatiti autoimmuni 542 Epatopatie genetico-metaboliche 543 Disordini biliari 545 Epatopatia steatosica non alcolica 545 Malattia del fegato e celiachia 546 Epatotossicità da farmaci e droghe 547 Colestasi del neonato e del lattante 547 Emocromatosi neonatale 550 Trattamento delle epatopatie ed epatotrapianto 551 Malattie del pancreas esocrino 552 Insufficienza pancreatica 552 Pancreatiti acute e croniche 553 Malattie dell esofago e dello stomaco 554 Reflusso gastroesofageo e malattia da reflusso gastroesofageo 554 Esofagite eosinofila 557 Ingestione da caustici 558 Malattia ulceroso-peptica 559 Malattie dell intestino 563 Diarrea acuta 563 Diarrea cronica 568 Allergie alimentari 573 Malattia celiaca 576 Malattie infiammatorie croniche intestinali 580 Il dolore addominale in età pediatrica 585 Disordini funzionali gastrointestinali nel bambino 587 Dolore addominale funzionale 588 Dispepsia funzionale 588 Sindrome dell intestino irritabile 588 Stipsi cronica funzionale 589 Diarrea cronica funzionale 589 Diarrea cronica aspecifica del lattante 590 Per saperne di più 590 Test di autovalutazione 591 Capitolo 16 Cardiologia Raffaele Calabrò, Giuseppe Pacileo, Maria Giovanna Russo, Berardo Sarubbi Approccio clinico diagnostico 594 Anamnesi 594 Esame clinico 594 Indagini strumentali 596 Elettrocardiogramma 596 Radiografia del torace 596 Ecocardiogramma 596 Indagine emodinamica 596 Cardiopatie congenite 597 Generalità 597 Circolazione fetale 597 Cardiopatie congenite con shunt sinistro-destro 599 Difetti del setto interatriale 599 Difetti del setto interventricolare 600 Canale atrioventricolare 601 Dotto arterioso pervio 601

9 ISBN Indice XIII Cardiopatie congenite con ipoafflusso polmonare 602 Tetralogia di Fallot 602 Malattia di Ebstein 603 Cardiopatie congenite con ostruzione agli afflussi ventricolari e dotto-dipendenti 604 Stenosi aortica congenita 604 Coartazione aortica 604 Stenosi valvolare polmonare isolata 605 Cardiopatie congenite con circolazione in parallelo 606 Trasposizione delle grandi arterie 606 Cardiopatie congenite complesse 606 Cuore univentricolare 606 Patologie aritmiche in età pediatrica 607 Generalità delle aritmie in età pediatrica 607 Extrasistolia sopraventricolare e ventricolare 607 Tachicardia da rientro nodale 608 Sindrome di Wolff-Parkinson-White 609 Sindrome del QT lungo congenito 609 Sindrome del QT corto 611 Sindrome di Brugada 611 Tachicardia ventricolare polimorfa catecolaminergica 612 Bradicardia sinusale 612 Blocchi senoatriali 612 Blocchi atrioventricolari 613 Fenomeni tachiaritmici nelle cardiopatie congenite 614 Fenomeni bradiaritmici nelle cardiopatie congenite 616 Malattie del miocardio, del pericardio e dell endocardio 616 Cardiomiopatie 616 Miocarditi 619 Pericardite 620 Endocardite infettiva 620 Scompenso cardiaco 622 Ipertensione arteriosa in età pediatrica 623 Per saperne di più 624 Test di autovalutazione 625 Capitolo 17 Endocrinologia Gianni Bona, Mariacarolina Salerno Disordini dell asse ipotalamo-ipofisi 626 Sintesi e azione degli ormoni ipofisari 626 Ipopituitarismo 626 Deficit di ormone della crescita 627 Disordini dell asse GH/IGF-I 631 Metabolismo idroelettrolitico 631 Disturbi del metabolismo del potassio 634 Disturbi dell equilibrio acido-base 635 Diabete insipido 636 Tumori ipofisari 638 Disordini della ghiandola tiroidea 638 Fisiologia della tiroide 638 Ipotiroidismo 639 Ipertiroidismo 642 Gozzo 645 Noduli tiroidei e tumori 646 Disordini delle ghiandole paratiroidi 647 Metabolismo calcio-fosforico 647 Ipoparatiroidismo 648 Pseudoipoparatiroidismo 650 Iperparatiroidismo 651 Disordini delle ghiandole surrenali 653 Sintesi e azione degli ormoni surrenalici 653 Iposurrenalismo 654 Iperplasia congenita del surrene 658 Sindrome di Cushing 663 Sindrome da ipersecrezione di mineralcorticoidi 663 Tumori surrenalici 664 Feocromocitoma 664 Disordini dello sviluppo sessuale 665 Differenziazione sessuale 665 Classificazione dei disordini dello sviluppo sessuale 666 Gestione del neonato con genitali ambigui 666 Micropene 671 Criptorchidismo 672 Disturbi della regolazione glicidica 673 Diabete mellito 673 Ipoglicemia 677 Per saperne di più 680 Test di autovalutazione 681 Capitolo 18 Reumatologia Alberto Martini, Clara Malattia Inquadramento diagnostico del bambino con artrite 683 Reumatismo articolare acuto 685 Artrite idiopatica giovanile 687 Lupus eritematoso sistemico 692 Lupus neonatale 694 Lupus discoide 694 Lupus da farmaci 694 Sindrome da anticorpi antifosfolipidi 694 Dermatomiosite giovanile 694 Sclerodermia 696 Sclerodermia localizzata 696 Sclerodermia sistemica 696 Sindromi da overlap e connettivite mista 697 Sindrome di Sjögren 697 Vasculiti 697

10 XIV Indice ISBN Sindrome di Schönlein-Henoch 697 Malattia di Kawasaki 698 Arterite di Takayasu 700 Poliarterite nodosa 700 Vasculiti associate alla presenza di ANCA 701 Altre vasculiti 701 Malattie autoinfiammatorie (febbri ricorrenti) 701 Febbre familiare mediterranea 702 Febbre periodica associata al deficit di mevalonato-chinasi (sindrome da iper-igd) 702 Sindrome autoinfiammatoria associata al recettore del TNF (TRAPS) 702 Criopirinopatie 702 Altre malattie autoinfiammatorie 702 Altre malattie a presumibile eziologia autoinfiammatoria 703 Per saperne di più 703 Test di autovalutazione 704 Capitolo 19 Ortopedia Fabrizio Cigala, Francesco Sadile, Clemente Servodio Iammarrone Anatomia e funzione dell articolazione dell anca 705 Coxite fugans o sinovite acuta transitoria 706 Malattia di Legg-Calvè-Perthes 706 Epifisiolisi femorale superiore 707 Epifisiolisi cronica 707 Epifisiolisi acuta 707 Artrite settica del neonato 707 Eziologie tumorali 707 Tumori benigni 707 Tumori maligni 708 Displasia congenita dell anca 708 Piede 709 Anatomia funzionale del piede 709 Piede torto congenito (PTC) 709 Metatarso varo 709 Piede piatto 710 Osteocondrosi scafoide 710 Colonna vertebrale 710 Anatomia e funzione 710 Scoliosi 711 Cifosi 712 Rachialgie, lombalgie, lombosciatalgie 712 Lesioni traumatiche nel bambino 712 Distorsione 712 Lussazione 713 Pronazione dolorosa 713 Frattura 713 Distacco epifisario 713 Deviazioni assiali del ginocchio 713 Gonalgie 715 Menisco discoide 716 Lesioni meniscali 716 Osteocondrite dissecante 716 Patologia sinoviale 717 Artrite cronica giovanile (ACG) 717 Osteocondrosi apofisarie o inserzionali 717 Instabilità femoropatellare e sindrome rotulea dolorosa 717 Borsiti 717 Neoplasie benigne e maligne 717 Problemi dell apparato muscoloscheletrico 718 Sindrome di Down 718 Paralisi cerebrali infantili 718 Malattie neuromuscolari 718 Artrite reumatoide giovanile 719 Rachitismo 719 Osteogenesi imperfetta (OI) 719 Artrogriposi 720 Paralisi ostetrica del plesso brachiale 721 Distrofie muscolari 722 Distrofia muscolare progressiva 723 Atrofie muscolari spinali (SMA) 723 Spina bifida, meningocele e mielomeningocele 723 Per saperne di più 725 Test di autovalutazione 725 Capitolo 20 Ematologia Nicola Principi, Emanuela D Angelo Anemie 727 Anemie aplastiche 727 Anemie aplastiche pure 727 Anemie aplastiche acquisite 729 Anemie ipoplastiche secondarie 729 Anemie diseritropoietiche 729 Panmielopatie 730 Anemia fisiologica dell infanzia 730 Anemia sideropenica 731 Anemie megaloblastiche 731 Anemia da carenza di vitamina B 12 (cobalamina) 731 Anemia di Bierner o anemia perniciosa 733 Anemia da carenza di acido folico 733 Anemia megaloblastica da oroticoaciduria ereditaria 733 Anemie emolitiche 733 Anemie emolitiche da difetti intrinseci agli eritrociti 734 Anemie emolitiche da difetti estrinseci agli eritrociti 741 Anemie postemorragiche 743

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE

VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE VACCINAZIONI E VACCINI DECALOGO PER LE FAMIGLIE In un qualsiasi anno prima dell'uso esteso dei vaccini in Italia si registravano circa 3.000 casi di poliomielite, circa 12.000 di difterite, circa 700 casi

Dettagli

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA

Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA 3 dicembre 2014 Anno 2012 LE PRINCIPALI CAUSE DI MORTE IN ITALIA Nel 2012 vi sono stati in Italia 613.520 con un standardizzato di mortalità di 92,2 individui per diecimila residenti. La tendenza recente

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC

REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) SOC SOC REAZIONI SEGNALATE (anche più di una per singolo caso) TOTALE PERC Esami diagnostici Pressione arteriosa ridotta 1 0.2% Patologie cardiache Cianosi 2 0.4% Bradicardia 1 0.2% Tachicardia 9 1.9% Extrasistoli

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

COMUNICAZIONE E IMMAGINE

COMUNICAZIONE E IMMAGINE COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE La Neurofisiologia Elettromiografia Elettroencefalogramma Potenziali Evocati m IRCCS MultiMedica m1 1 2 Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

ANEMIE DEL II GRUPPO

ANEMIE DEL II GRUPPO ANEMIE DEL II GRUPPO Per incapacità dell eritrone midollare di produrre normalmente eritrociti a causa di difetti della: Proliferazione cellulare ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE (ERITROBLASTOLISI MIDOLLARE)

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA

PROGRAMMAZIONE. Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA PROGRAMMAZIONE Anno Scolastico 2009-10 IGIENE ED EDUCAZIONE SANITARIA Classe: 4^ LTS/A - SALUTE Insegnante: Claudio Furioso Ore preventivo: 132 SCANSIONE MODULI N TITOLO MODULO set ott nov dic gen feb

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche difetti del setto interatriale difetti del setto interventricolare pervietà del dotto arterioso stenosi aortica

Dettagli

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie

Bilancia emostatica. Ipercoagulabilità. Ipocoagulabilità. Normale. Trombosi. Emorragie Coagulazione 1 Bilancia emostatica Ipercoagulabilità Ipocoagulabilità Normale Trombosi Emorragie 2 emostasi primaria emostasi secondaria Fattori coinvolti nell emostasi Vasi + endotelio Proteine della

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Infortunio sul lavoro:

Infortunio sul lavoro: Infortunio sul lavoro: evento che determina un danno alla persona, che si verifica per causa violenta in occasione di lavoro nell ambiente di lavoro, in un breve periodo di tempo (< 8 ore lavorative) Malattia

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale:

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIFETTI SETTALI Classificazione dei difetti settali: I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIA tipo Ostium Secundum, il più comune, con deficit

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

SOC ART TOTALE PERC Esami diagnostici Peso diminuito 1 0.1% Glicemia aumentata 2 0.2% Linfonodo palpabile 1 0.1% Forza di prensione ridotta 1 0.

SOC ART TOTALE PERC Esami diagnostici Peso diminuito 1 0.1% Glicemia aumentata 2 0.2% Linfonodo palpabile 1 0.1% Forza di prensione ridotta 1 0. SOC ART TOTALE PERC Esami diagnostici Peso diminuito 1 0.1% Glicemia aumentata 2 0.2% Linfonodo palpabile 1 0.1% Forza di prensione ridotta 1 0.1% Fluttuazione della glicemia 1 0.1% Pressione arteriosa

Dettagli

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari

INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari INDICATORI DI SALUTE Diretti (negativi) Sanitari MORTALITA Mortalità generale o grezza = numero di morti per tutte le cause registrati nella popolazione Mortalità specifica = numero di morti per tipologia

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico DSM-V DISTURBO DELLO SPETTRO DELLA SCHIZOFRENIA E ALTRI DITURBI PSICOTICI SCHIZOFRENIA A. Due o più dei seguenti sintomi, presente per una parte di tempo significativa durante il periodo di un mese. Almeno

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16 Diabete di tipo 2 ed Obesità Serie N.16 Guida per il paziente Livello: facile Diabete di tipo 2 ed Obesità - Serie 16 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera,

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol?

Quali danni può provocare il consumo eccessivo di alcol? alcol Qual è la dimensione del problema? L alcol è una sostanza tossica per la quale non è possibile identificare livelli di consumo sicuri, anche a causa delle differenze individuali legate al metabolismo

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia

Camminiamo insieme. Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia Camminiamo insieme Gli ematologi ai pazienti con trombocitemia 1 A cura di: Prof. Valerio De Stefano Professore Ordinario Istituto di Ematologia Università Cattolica di Roma - Policlinico Agostino Gemelli

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA. Approccio razionale dal territorio al PS INSUFFICIENZA RESPIRATORIA ACUTA Approccio razionale dal territorio al PS Dr. Giorgio Bonari 118 LIVORNO LA RESPIRAZIONE CO2 O2 LA RESPIRAZIONE 1) Pervietà delle vie aeree 2) Ventilazione 3) Scambio Alveolare

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE

LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE LEGGIAMO LE ANALISI DEL SANGUE Ad ogni donazione, dovunque venga fatta, il sangue prelevato viene sottoposto ad analisi dal Centro Trasfusionale dell Ospedale San Michele ( Brotzu ) ed i relativi risultati

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

ICD-10 CLASSIFICAZIONE STATISTICA INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE E DEI PROBLEMI SANITARI CORRELATI DECIMA REVISIONE

ICD-10 CLASSIFICAZIONE STATISTICA INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE E DEI PROBLEMI SANITARI CORRELATI DECIMA REVISIONE ISBN88-240-3591-4 9 7 8 8 8 2 4 0 3 5 9 1 0 Prezzo dei 3 volumi CLASSIFICAZIONE STATISTICA INTERNAZIONALE DELLE MALATTIE E DEI PROBLEMI SANITARI CORRELATI ICD-10 MINISTERO DELLA SANITÀ DIPARTIMENTO PER

Dettagli

La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione.

La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione. IL DONO DELLA VITA ProCreazione on s a p ev o le La famiglia è la cellula primaria della società, che si rinnova perennemente con la procreazione. A cura dell A.I.L.U. Associazione Italiana Leucodistrofie

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile

n Tumore n Infiammazione n Decadimento senile n Danno congenito n Infortunio n Colpo apoplettico n Idiopatico/criptogeno = senza una causa accertabile Le cause più frequenti nelle diverse fasce d età Le indicazioni sulle singole cause citate nel capitolo precedente si riferivano a tutte le persone affette da epilessia, senza tener conto dell età delle

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO

ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO ANEMIE MEGALOBLASTICHE II GRUPPO SONO DOVUTE A ESALTATA ERITROPOIESI INEFFICACE CON ERITROBLASTOLISI INTRAMIDOLLARE IL MIDOLLO E RICCHISSIMO DI ERITROBLASTI CHE NON RIESCONO A MATURARE E MUOIONO NEL MIDOLLO

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti

MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA. pertinenza dermatologica. e nei confronti di loro conviventi o contatti MISURE DI PROFILASSI PER ESIGENZE DI SANITA PUBBLICA IN DERMATOLOGIA Fonte: Ministero della Salute Circolare n 4 del 13 marzo 1998 del MINISTERO DELLA SALUTE Provvedimenti da adottare nei confronti di

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli