a rassegna stam dell'asp di Trapa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "27.03.2014 a rassegna stam dell'asp di Trapa"

Transcript

1 a rassegna stam dell'asp di Trapa AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE a c u r a d i U f f i c i o S t a m p a T e l F a x cellulare E - m a i l : u f f i c i o. s t a m p a ( S ) a s l t r a D a n i. i t ; S i t o w e b : w w w. a s p t r a p a n i. i t

2 GioRNAu D i s i a m i CASraUMMARE Un uomo di Castellammare del Golfo di 78 anni è salvo grazie all'intera vento dei medici e inferinieri del 118 di Alcamo. U loro intervento è stato provvidenziale per evitare che l'uomo morire soffocato. L'equipaggio composto dal medico rianimatore Antonello Basone,, l'infermiere Vincenzo Cammarata e l'autista soccorritore Lina Fazio, ha ragpunto im paziente che aveva subito un intervento di tracheostomia. H pensionato mentre stava facendo i consueti lavaggi ha fatto scivolare per errore dentro la trachea una siringa inplastica. Stava soffocando. "Arrivati ed domicilio del paziente ci rendiamo conto - afferma il medico Antonello Basone - della estrema gravità della condizione in ctd versa il paziente. L'uomo cercando di estrarla insieme ai parenti l'aveva fatto scivolare bloccando il passaggio dell'ossigeno. L'uomo stava morendo soffocato". Sono stati momenti di paura. Pochi secondi e l'uoifto poteva morire. "Ho esplorato la'trachea con una sonda - aggiunge il medico - e sento la presenza del corpo estraneo. Aiutato dal mio equipaggio con una pinza di KlMnmer riesco ad afferrare la siringa e lo estraggo, con grande sollievo del paziente che riprende a respirare e grande felicità di essere riuscito a liberargli le vie aeree in condizioni critiche". Davvero un piccolo grande miracolo visto che se non riusciva l'intervento l'unica possibilità era il trasferimento a Trapani dove solo Ile' è un reparto di chirvirgia toracica o otorinolaringoiatrica.il direttore generale della Seus, Angelo Aliquò dice: «Un Intervento tempestivo e qualificato che conferma la professionalità degli operatori delllb». (

3 A l q a m a H Anziano di Castellammare rischia di morire con una siringa nella trachea

4 Marsalaviva.it Gii finisce una siringa nella trachea: salvo per miracolo

5 TrapaniOk.it Sanità, approvato piano di zona del distretto Alcamo-Castellammare- Calatafimi

6 GIORNALE M «QUA SANITÀ. Il via libera permetterà le cure soprattutto ai malati di sclerosi multipla in strutture pubbliche e private PAURMO Anche negli ospedali sicilian i si potrà sonuninistrare la cannabis a scopo terapeuticoi La giunta, su proposta dell'assessore alla Salute, Lucia Borsellino, ha approvato ieri i m a delibera per assicurare l'uso terapeutico dei càimabinoidi nelle struttine sanitarie accreditate, pubbliche e private. Il presidente Rosario Crocetta ha spiegato che «il provvedimento nasce sulla base delle m o difiche legislative italiane i n meri* to all'usq della cannabi» che dà piti simte4zé chéhaimo r ^ conoscium i n a i t i, iit partìèoiai< ai ^ a l o ^ a fettl sclerosi tttulàplì^ lat (apertura té;- rapeutica con tale sostanza». I n attesa di una norma che regoli il settore, la decisione della giunta ha già aperto u n caso con i Cinr que Stelle, che avevano discusso il tema i n commissione Sanità all' Ars assieme ai rappresentanti dell'associazione Cannabis Cura Sicilia. «Strano che il governo nonci abbia comunicato quanto meno che stava lavorando a questo provvedimento - ha detto il depu* tato Giancarlo Cancelleri -. Vogliamo prima leggere la norm» d d governo. Se va nella direzione;! giustaritireremo la nostrapropo-^ tfrdi legge, altrimendcontinuer ' remo labattag^a^i '. ' '? ' Per il presidente' Crocetta st^ tratta comunque di u n provvedimento «di particolare valore civile e sociale che mette la Regione Siciliana all'avanguardia come altre regioni europee». E Giorgio Trizzino, direttore sanitario dell'ospedale Civico e del D i Cristìna, ha spiegato che «la cannabis può essere somministrata pervia orale per lenire gli effetti soprattutto di gravi patologie neurologiche come la Sia o la Sclerosi multipla grazie all'effetto rilassante che produce sulla muscolatura, cosa che i farmaci tradizionali n o n riescwto a garantire^ M a rie* sce ad à;vere ottimi rlsutiatì a n ( ^ nella chemioterapia per contrastare lanausefi e il vomito. Si tratta di una cura àmpiamente sperimentata - ha aggiunto Trizzino - che prevede una produzione, a basso costo e in maniera del tutto legale». Per impedire l'abuso dei consumi di cannabinoidi, la prescrizione deu'ùso dovrà essere effettuata da medici specialistici all' intemo di strutture sanitarie e il percorso terapeutico potrà essere eseguito anche al domicilio del paziente. Soddisfatta per la decisione della giunta anche la Samot Onlus, che da anni si occupa di assistere al domicilio i malati affetti da patologjie cronicp-degeneratìve, CRivE*) _ ' HCCMBMWSanMl'

7 L» S I C I L I A LA SVOLTA. 11 gqvematore Crocetta e l'assessore Borsellino illustrano il provvedimento Così la Regione ha autorizz l'uso terapeutico della marij A N T O N I O F I A S C O N A R O O n è iridale. Cosi com^ anticipato nell'edizione di ieri, andìé in Sicilia arrivai it vm libera aua cannabis per usd eeràp<utìco. Ad annucciaré passagli "epótale" - già altre setttìri^lioni bainiodato il viaubera ai fàntiki a base <H cannabinoidi (Tosca- rta* UgittH Friult Marche. Veneto, Pu- ^aeabruzzo)- è stato to stesso presidènte Crocetta, «Il provvedimento - ha detto it govenutore - nasce sulta base delle mck difiche legislative italiane in merito all'uso della cannabis ma anche da più sentenze che hanno rìconpsciuto a diversi malati, in particolare a quelli affetti da sclerosi multipla, la copertura terapeutica tale sostanza». Per Crocetta, «quello appena approvato é un provvedimento di particolare valóre civile e sociale che mette la Regione siciliana all'avanguardia*. Pw impedire l'abuso dei consumi di cannawnoicb, la (wescrizìone dell'uso dovrà essere effettuata da medici speci^istìei a i r i n t e f n o d i s t i u t t u r e s a n i t a r i e e i l p e r c o r s o t e r a p e u t i c o potrà e s sere eseguito anche al domicilio del paziente. L'assessOTe Borsellino ha annunciato che «si prevede, in particolare, che qualora l'inizio del trattamento avvenga nelle strutture ospedaliere o in quelle alle stesse assimilabili, i medicinali cannabinoidi sono acquistati dalla farmacia della medesima struttura, e posti a carico della stessa. Il paziente può proseguire il trattamento in ambito domiciliare, sulla base della prescrizione del miedico, della stmttura ospedaliera o assimilabile, che lo ha in cura; in tal caso, la fornitura del medicinale è assicurata dalla predetta stmttura. sul cui bilanciò graverà la relativa spesa». Ed ancora: «Al fine di favorire la diffusione della conoscenza delle evidenze scientìfiche più ajgjomate sulfeir- cacia e sicurezza dei trattamenti con medicinali cannabinoidi, l'assessorato alta salute adotterà iniziative volte aila informazione dei medici e dei farmacisti. Si batta - ha aggiunto l'assessore alla Salute - di un provvedimento volto a dare una adeguata risposta dt cure, in mancanza di valida alternativa terapeutica, ad un'ampia casistica di patologie, che includono il trattamen-. to del dolore e della spasticità musco lare causata da sclerosi multipla, ma anche la terapia sintomatica di alcune patologie e disturbi, quali ad esempio la nausea ed il vomito in seguito a chemioterapia, la sindrome da deperimento nell'aids, il dolore neuropatico, l'epilessia, il glaucoma, il dolore oncologico e reumatico». Sull'argomento è intervenuto Giorgio Trizzino, coordinatore della rete regionale della 'Terapia del dolore": «Gli specialisti che ptranno prescrivere farmaci a base di cannabinoidi sono quelli che si occupano di cure palliative, gli oncologi, i neurologi, ma potrebbero essere anche gli stessi medici di medicina generale. D'altronde già da tempo i meàci di base prescrivono sotto indicazione degli specialisti farmaci a base di oppiacei, l farmaci cannabinoidi vanno somministrati attraverso aerosol, o sub-linguali con spray ed ancora con specifiche compresse».

8 L A S I C I M * M A R I O BARRE» CATANIA, Sia chiara una cosa: «Con quest'atto Come avverrà la sperimentazione? della Regione non èche da doma «In materia di cannabinoidi ci sono ni mattina si può andare dal medico di orientamenti scientifici contrapposti famiglia a ^rsi prescrìvere una canna». Il L'applicazione più diffusa è quella della che, al netto del (minimo) dosaggio di autoironia professicmale, significa: «La Regione aprirà uno spazio di sperimen tazione in luoghi e con modalità ben precise, nia anche con controlli molto precisi sulle procedure». Paolo Castorìna, responsabile del sertdi Catania, è uno di terapia del dolore, soprattutto su due target: reazioni di nausea e vomito alle terapie chemioterapiche e malati di sclerosi multipla. Anche su questo tipo di patologie sul mercato esistono comunque dei prodotti che si sono dimostrati più efficaci, anche se c'è una certa percentuale quelli che se fossimo in una americana di casi in cui i cannabinoidi riduco sarebbe un medico in prima linea. no effetti collaterali e migliorano i risultati. Da anni impegnato nella trincea della Ma il dibattito è aperto. Anche su un lotta alle dipendenze, può tracciare lo aititi aspetto». scenario da più punti di osservazione. E Quale? 10 fa senza prendisi. Né scientifici, né ideologid. «11 principio attivo della cannabis che è molto variabile a seconda di numerosi Cosa significa la sperhnentaziòhe della fattori, a partire da quello più naturale: la cannabis per uso terapeutkotcosa succederà resa del tipo di pianta dal quale viene bipnrtkapermedldcpìaicntf? preso. A parità (6 prodotto essiccato, il «Per trovare un'analogia penso a quello che succede con la morfina Ci sarà una sperimentazione, che nella fase iniziale ritengo sia limitata ad alcune strutture, per la somministrazione di farmaci con 11 principio di cannabinoidi; Naturalmen principio attivo può essere fino a dnque volte maggiore. Anche in caso di uso terapeutico bisogna tenere conto di questo elemento». Ma lei, da cittadino e da metfico, è d'ac* cordo con questa scelta dalla Regione? te ci saranno una serie di patologhe ammesse alla sperimentazione e delle precise restrizioni da rispettare. Ritengo che all'inizio la distribuzione ai pazienti ammessi al protocollo avverrà nelle farmacie dell'asp delle aziende ospedaliere e solo in un secondo momento nelle farmacie del settore privato con il coinvolgimento del medico curante. Ma è chiaro che aspettiamo i dettagli esatti del provvedimento». «Dal punto di vista professionale non è niente di più che la sperimentazione un farmaco. 11 punto è l'investimento ideologico sull'atto in sé: un percorso in cui il messaggio è che si apre all'uso terapeutico per poi passare alla depenalizzazione del consumo tout court. E bisogna stare attenti nel maneggiare questo tipo di messaggi». Qua! è il il punto di vista dal Sert? Si può essere dipendenti dalle canne? «Alcuni casi ci sono: gente disperata che ha bisogno di fumarne anche 20 spinelli al giorno. Il tasso di casi di dipendenza, rispetto a eroina e cocaina, è ovviamente inferiore. Ma innanzitutto c'è da fare un appunto sul prìndpio attivo, che ha effetti collaterali dannosi, anche momentanei, al di là della dipendenza E poi la nostra esperienza degli ultimi 5-6 anni al Sert d racconta di un'escalation statistica di consumatori di cannabis, che arrivano manifestando stati psicotid, degenerativi e deliranti. Evidentemente qualcosa è cambiato anche nella lavorazione del prodotto che arriva sul mercato illegale, di certo di qualità più scadente». Nella "carriera" diun tossicodipendente quanto pesa il frequente rito iniziatico dello spinelio? «Allora, didamo cosi: quasi la totalità di chi diventa dipendente da sostanze pesanti ha cominciando facendo uso di marijuana o hashish, ma solo podii di quelli che fumano le canne finiscono con l'eroina o la cocaina La canna non è l'inizio di un percorso di dipendenza, ma più che altro un primo "battesimo", che però evidenzia già fa predisposizio ne del soggetto alla sperimentazione di stupefacenti. Ed è per questo che bisogna comunque tenere un profilo di controllo alto, anche nella gestione e nei controlli della sperimentazione per uso terapeutico».

9 L A S I C I L I A U n a d o n n a c a t a n e s e. O M B R E T T A C R A S S O QTANIA. Combatte dal 1997 contro la sclerosi multipla una grave malattia invalidante e senza cura che giorno dopo giorno rende sempre piiì difficili I suoi movimenti, rallenta i suoi gesti, le toglie le forze. Un mostro per ora invincibile che attacca il sistema nervoso e rende sempre più difficile la vita Lei resiste, non si arrende, sperimenta. Si chiama L 1, ha 48 anni, vive in provincia di Catania e ha provato la cannabis a scopo terapeutica «Ho scoperto su internet che un'infinità di malati di sclerosi la usava con ottimi risultati - racconta - alcuni spiegavano che attutiva la spastìcità, al tri che aiutava nei disturbi della vescica, molti che smorzava i dolori neuroparid Non sapevo niente di niente e sono artdata su facebook per capire come poterla reperire. All'inizio mi ero scoraggiata: era complicato, bisognava ordinaria all'estero, c'erano molti passaggi e difficoltà a trovare neurologi che la prescrivessero. Ma da qualche tempo il farmaco è in fascia B e può essere prescritto dal medico curante o da uno specialista e ho pensato di provare». Grazie a facebook L T. scopre che mol- ti altri malati di sclerosi- in Sicilia sono più di , Hiv 0 sottoposti a chemioterapia in Italia e all'estero, sperimentano gli effetti della cannabis. Malati che proprio come nel film vincitore di due Oscar. "Dallas Buyers Club" - che affronta il tema scottante delle cure alternative, delle sperimentazioni e dell'autorizzazioni dei farmaci - uniscono le forze per trovare informazioni, avere più attenzione sui loro problemi, ottenere risposte più rapidamente. Come l'associazionè Cannabis Cura Sicilia o il cannabis social club italiano "Lapiantìamo" creato da tre malati di Lecce per riuscire a coltivare canapa a scopo terapeutico. «Ho trovato una farmacia galenica in provincia di Reggio Emilia che importa la cannabis terapeutica dall'olanda - prosegue L T. - e che mi ha dato molte indicazioni su come assumeria».

10 l A S i C H I A In una settimana le è arrivato a casa il Bedrocan, il farmaco più diffuso, in una confezione da 5 grammi per 185 euro più spese di spedizione. «Ben 36 euro al grammo, un costo non indifferente» commenta ama ramente. I risultati? Gli effetti positivi? L T. è fiduciosa ma cauta, precisa che la dose è molto soggettiva, «va verificata da ciascuno. Ho iniziato con una quantità minima da 30 milligrammi in iràjisione nel latte d'avena caldo due volte al giorno. Ho pian piano aumentato nell'arco di due mesi la dose passando a 60,90,120 milligrammi aumentando di conseguenze le quantità di latte. Ho capito che do vevo ancora aumentare le dosi per avere maggiori benefici, ma seguo un'alimentazione priva di grassi e adesso proverò ad assumeria in maniera differente attraverso un vaporizzatore che costa 520 euro». Per la terapia del dolore esistono molti farmaci «ma bisogna valutare anche anche gli effetti collaterali che per chi ha patologie gravi come la mìa sono molto temuti». Importante è anche la quantità di principi attivi - The (delta- 9-tetraidrocannabinolo) e Cbd (cannabidiolo) - contenuti nel farmaco e a Catania l'anno scorso si era già parlato della sperimentazione del Satìvex, dalla Canapa satìva. «Il più usato è il Bedrocan con il di The e meno dell'i %, gli alni sono Bedrobinol e BedioI». L T cerca di documentarsi, di capire cosa l'aiuta a stare meglio. E il suo racconto è certo lontanissimo dall'idea delle canne "da sballo" che sembra preoccupare chi è contro la cannabis terapeutica. Per chi fa ogni passo con fatica enorme, usa le stampelle o la carrozzina, ha dolori muscolari, ha l'aids subisce gli effetti della chemioterapia la cannabis terapeutica è una grande speranza. Sostenuta anche nelle nuove linee guida dell'american Academy of Neurology che segnalano come sia in grado di attenuare i sintomi della sclerosi multipla. La delibera approvata ieri è un grande passo avanti per aiutare i malati. «Spero di cnoscere presto i dettagli, sono cure costose. Sarebbe molto diverso poter usare i farmaci più rapidamente e gratuitamente». L T dal 1997 segue la dietì Kousmine, che elimina grassi, zuccheri e cibi industriali, puntando su vitamine e cereali. «Ho provato di tutto - racconta - dal metodo Zamboni all'aloe, ma sempre con cautela. Ogni tanto mi chiedo se sto facendo le scelte giuste e quanto sta avanzando la malattia e anche io procedo con qualche incertezza. Cè stato un momento in cui ho avuto paura e per alcuni mesi ho preso l'interferone, la terapia ufficiale, ma poi ho deciso di continuare a proteggere il mio sistema immunitario. Non c'è cura per questa patologia, ma si possono contrastare i sintomi, cercare di avere una buona qualità di vita. E non arrendersi».

11 L A S I C I L I A SI

12 L A S I C I L I A 5

13 la RepubblicaI Cannabis terapeutica via libera dalla Regione ma i medici si dividono in Sicilia la cannabis potrà essere utilizzata per uso terapeutico e per alleviareil dolore di malati terminali o affetti da gravi patologie degenerative come la sclerosi multipla, n via libera della giunta all'assessore alla Sanità Lucia Borsellino per «predisporre gu atti necessari» è arrivato ieri. Stando alle dichiarazioni del governatore Rosario Crocetta si tratterà di un >< atto amministrativo». L'utilizzo dei cannabinoidi sarà consentito in tutte le strutture accreditate pubbliche e private. «Una O R A S E R V E U N A L E G G E decisione di grande valore ci vile e sodale chemettela Regione Siciliana all'avanguardia come altre regioni europee», dicono Crocetta e Borsellino. Esprime «apprezzamento» per la decisione del governo il deputato del Pd, Fabrizio Fenrandelli che già qualche settimana fa aveva depositato in Commissione Sanità all'ars un disegno di legge per regolamentare la materia. E che aggiunge: «È un atto di indirizzo. Ora si approvi una legge in parlamento». Di fatto, la scelta del governo siciliano riapre il dibattito su un tema caldo. A poche settimane dal via libera dato dall'esecutivo Renzi all'uso della canapa a scopo terapeutico con un'inversione di rotta rispetto ai precedenti governi nazionali A marzo, infatti, il Consiglio dei Ministri ha deciso di non impugnare davanti alla Corte costituzionale la legge varata dalla regione Abruzzo e che disciplina proprio i modi in cui i farmaci a base di cannabinoidi possono essere distribuiti con finalità terapeutiche. Una norma considerata oggi la più liberale tra quelle varate finora dalle Regioni in linea con quanto previsto nel 2007da un decreto dell'ex ministro Livia Turco. Ma a pesare sulla decisione del governo Crocetta ci sono, si legge nella nota diramata dalla presidenza, anche «varie sentenze che hanno riconosciuto a diversi pazienti, in particolare ai malati affetti da sclerosi multipla, la copertura terapeutica con tale sostanza». Appena qualche mese fa, anche Umberto Veronesi, lo stesso che nel 2000, da ministro alla sanità, aveva chiesto che si aprisse ufficialmente la sperimentazione del The ( principio attivo della cannabis) per alleviare il dolóre, aveva rilanciato l'urgenza di cambiare passo, con un appello pubblicato su Repubblica Con la decisione di ieri, la Sicilia va ad aggiungersi ad altre otto regioni italiane che hanno già legiferato sulla materia. La prima a promulgare una legge è stata la Toscana nel Poi la Liguria che vide impugnato il provvedimento dal governo Monti, cosi come, poco dopo, la Regione Veneto. Nel 201 sono andati nella stessa direzione le Marche, il Friuli Venezia Giulia e la Puglia. Mentre pochi giorni fa la Commissione Sanità della regione Umbria ha approvato un suo disegno di legge. In Sicilia i particolari si conosceranno nei prossimi giorni. La linea decisa ieri dall'esecutivo Crocetta è che «la prescrizione dovrà essere effettuata solo da medici specialistici all'interno di strutture sanitarie mentre il percorso terapeutico potrà essere eseguito anche al domicilio del paziente. Così da evitare qualsiasi abuso».

14 la Repubblica27M2014 Cannabis terapeutica via libera dalla Regione m a i medici si dividono Unmesefaunuomocon u n tumore èstato assolto perchésecondo il magistrato l'uso non costituiva reato

15 Cannabisterapeutica vialiberadallaregione maimedicisidividono P^oneinStmauiepubbliche n LaSiciliaèrultìmar^one perrutilizzodegli oppioidi come palliativi dellasofferenza nei pazienti affetti da cancro

16 Marsalaviva.it Sicilia, ok a uso cannabis terapeutico. Crocetta: "Provvedimento nasce da modifiche legislazione italiana" La giunta regionale siciliana ha approvato una delibera con la quale Lo rende noto il governatore. Rosario Crocetta. "Il provvedimento nasce

17 LIVESICILIA La giunta: "Sì alla cannabis per uso terapeutico" PALERMO-

18 VillaSofia,ilcasoèpolitico Lacommissionedell'Ais "ViaSampierieTutìno" 1 L'assessore allasanità Lucia Boisellino convocata in procura come parte lesa j

19 LIVESICILIA Villa Sofia, l'indagine nasce dall'esposto di un medico PALERMO- "Tutti'interventi di Tutino,

20 LIVESICILIA L'inchiesta sull'ospedale Villa Sofia. Si indaga sugli interventi di Tutino

21 LIVESICILIA Villa Sofia, blitz dei Nas. Indagati Sampieri e Tutino PALERMO Alla fine, dunque, la polveriera Villa Sofia è esplosa. La documentazione riguarda,

22 Giudizio che si legge Nel giudizio sul colloquio la Commissione aggiungeva: A proposito del Policlinico. A completare il quadro da polveriera

23 LIVESICILIA li caso Villa Sofìa all'ars. Sarà ascoltata la Borsellino PALERMO - La commissione Sanità dell'assemblea siciliana vuole vederci chiaro sull'inchiesta che coinvolge alcuni sanitari dell'ospedale Villa Sofia,

24 LIVESICILIA "Una legge per dare ai disabili assistenza tutto l'anno" Carissimo presidente Il Concetto di base Ed è p r o p r i o p e r q u e s t o c h e in d u e r i g h e proverò a chiarirle q u a n t o a c c a d e. Negli anni queste figure si sono specializzate,

25 M i v o r r e i c o n v i n c e r e c h e t u t t o ciò accadrà s o l o perchè n e s s u n o lo h a m a i d e n u n c i a t o Ma lasciando stare quello che dì migliorabile c'è in questo settore io le porgo una richiesta. Angelo Barranca

26 I nega come funziona il nostro Dna

27 2014 come»iega funziona cheaiuterà2fe VOTsioni

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento Continuiamo con la nostra serie di interviste ad operatori che si occupano dell'applicazione delle attuali leggi sui consumi di sostanze Oggi incontriamo il dr. Francesco Ruffa - Medico Chirurgo, referente

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 36 Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, di

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

1) Il bambino in Ospedale

1) Il bambino in Ospedale Dal giorno in cui qualcuno ha avuto il coraggio di entrare in un reparto di terapia terminale con un naso rosso e uno stetoscopio trasformato in telefono, il mondo è diventato un posto migliore. Jacopo

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico")

SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - testamento biologico) SONDAGGIO sulle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (D.A.T. - "testamento biologico") effettuato tra i chirurghi italiani delle varie branche e delle diverse specialità per conto del Collegio Italiano

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Dai diamanti non nasce niente

Dai diamanti non nasce niente LA NOSTRA IDEA IN POCHE PAROLE Innanzitutto, un cambio di prospettiva. Il centro non è la violenza, ma ciò che resta. Importa ciò che vive, ha un corpo, segni tangibili e un dolore sommerso e stordente,

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli