Innovazione e responsabilità, per i pazienti e per la loro qualità della vita. Novartis nelle neuroscienze, un impegno che continua

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Innovazione e responsabilità, per i pazienti e per la loro qualità della vita. Novartis nelle neuroscienze, un impegno che continua"

Transcript

1 Innovazione e reponabiità, per i pazienti e per a oro quaità dea vita. Novarti nee neurocienze, un impegno che continua Queto uppemento è tato reaizzato da Fonema Comunicazione r e Scienze non ha partecipato aa ua reaizzazione e non ha reponabiità per i uo contenuto

2 2) Neuroogia Editoriae Quando a crii viene viuta come opportunità: a neuroogia itaiana vero i cambiamento otenibie S Q uet anno i mente a ua parte, che vuo dire Congreo prima di ogni atra coa offrire i di Neuroogia i tiene a anitarie nazionai e regionai, per proprio contributo ae itituzioni Miano ed avviene in un momento di grande crii de Paee, ma organizzativi de aitenza. Ciò a definizione dei nuovi modei riteniamo che come tutte e crii ignifica partecipare aa configurazione di procei e percori anche queta poa cotituire un momento di opportunità perché diagnotici ed aitenziai ne area di propria pertinenza, un area empre nei momenti di criticità i rendono poibii i cambiamenti caratterizzata da un imponente più conitenti. a neuroogia itaiana ha poi a fortuna di partire teramente rivouzionando e co- viuppo tecnoogico che ta et- da una piattaforma di grande vaore, tanto che per pubbicazioni i modo di fare medicina. Proprio nocenze e di coneguenza anche cientifiche i cooca ad uno dei per queto abbiamo ritenuto eenziae e fondamentae potenzia- primi poti ne mondo, anche davanti a nazioni come a Francia re fortemente da un ato gi apetti e Inghiterra che icuramente educativi e di aggiornamento dei hanno potenziaità economiche neuroogi con a creazione di una più piccate dea notra. Inotre i Scuoa Superiore di Neuroogia notro Sitema Sanitario Nazionae rimane uno dei pochi itemi a anno e da atro potenziare i rap- che inizierà ad operare i proimo copertura gobae ebbene fatichi porti con i Minitero dea Saute a opravvivere in una condizione di grande crii generae; è per faciitare entrata in uo di nuovi e gi aeorati regionai a fine di queto che quaiai ouzione i farmaci fortemente innovativi in intenda appicare dovrà eere in condizioni di icurezza, di maima efficienza e di protezione dagi grado di coniugare i proceo aitenziae ad un non incremento prechi. Entrambe quete azioni de carico economico richieto per hanno i fine utimo di offrire a eeguiro. Coniugare a megio paziente a migiore aitenza efficienza ed economicità, ne iamo conci, cotituice eemento ca ad eempio che in ambito tera- poibie oggigiorno i che ignifi- di riferimento per quaiai propota che poiamo avanzare in terapia più idonea a ingoo cao. peutico i medico deve cegiere a quaità di Società Scientifica. In e terapie innovative offrono e ancor più offriranno nuovi vantaggi reatà però riteniamo che queta ia un opportunità da fruttare per i paziente, ma anche maggior a megio e a Società Itaiana di richi. acceo a quete nuove terapie deve eere garantito in Betapu-annuncio 24x8, :01 Pagina 1 Neuroogia cerca di fare corretta- tutto Giancaro Comi Preidente dea Società Itaiana di Neuroogia SIN) i territorio nazionae attravero individuazione di centri di riferimento che, mediante reti aitenziai baate u principio hub and poke, aicurino a capiarità de aitenza con ottimizzazione de rapporto benefici/richi. a SIN ha contribuito aa mea in atto di trategie per maimizzare efficacia e efficienza dee terapie utiizzate per e patoogie acute coaborando ao viuppo di nuovi modei ne area de emergenza-urgenza che vede patoogie come ictu avere un ruoo icuramente di primo piano. D atra parte anche per e patoogie croniche più frequenti come i Parkinon e Azheimer o a Sceroi Mutipa a SIN ta viuppando con a maima condiviione modei aitenziai che conentano di coneguire neo teo tempo a continuità terapeutica e a proimità a paziente coniderando che quete patoogie croniche poono anche preentare momenti di ania. Dobbiamo purtroppo rievare che a dicipina neuroogica ne notro Paee non vede riconociuto ancora i ruoo che e petta ia per a ovvia centraità che i itema nervoo ha in ambito medico per e deicatiime funzioni a cui preiede ia per a compeità dei procei diagnotici e aitenziai tipica dee patoogie neuroogiche. IN QUESTO NUMERO 6) New: - Ictu a rivegio e utraottantenni 8) Scenari: - Azheimer e demenze, intereante propettiva dei vaccini 10) Souzioni: - Parkinon: non oo tremore - DBS e cefaea 11) Focu: - SM e tudio Como - Epieia, e nuove fide Giornaita da 2000 ha empre critto di Medicina e Saute. Ha coaborato con I Mattino, I Peniero Scientifico Editore, i Dipartimento di Funzione Pubbica, Formez New Eida Sergi Giornaita profeionita da 2008, dopo aver coaborato con Repubbica e I Gruppo 24 Ore, crive ora per agenzia Ana, dove i è peciaizzata nee tematiche egate aa aute e a beneere Ringraziamenti Si ringrazia a Società Itaiana di Neuroogia. II Preidente, Prof. Giancaro Comi per a cortee attenzione riervata aa uperviione deo peciae. Piera evi-montacini Preidente Aociazione evi-montacini Una pubbicazione reaizzata da Fonema Comunicazione r Editoria manager: Giueppe Burzo Project director: Ginevra De Fai Negrei Redazione:, Eida Sergi - Contatti: - - Te Fax Impaginazione e grafica: Vaedeign Stampa: RDS webprinting Sr Ditribuzione: e Scienze Carta Giornae Migiorato ISO 72 da 55 gr/mq

3 3) Neuroogia Focu Sceroi Mutipa: avanguardia dee terapie innovative o viuppo dee conocenze dee maattie autoimmuni che ha permeo a mea a punto di farmaci inteigenti maturati dai principi dea medicina moecoare, ha reo a Sceroi Mutipa una maattia d avanguardia in ambito neuroogico: a Sceroi Mutipa è infatti caratterizzata, nea ua fae iniziae e intermedia, da un proceo di natura infiammatoria e afferma i prof. Giancaro Comi, Preidente dea Società Itaiana di Neuroogia - dati gi viuppi dee conocenze nee maattie autoimmuni c è tato un forte incremento in ambito terapeutico. a Sceroi Mutipa i è poi giovata de ucceo dea terapia bioogica che i baava ugi interferoni e che ha fatto da apripita a vi- uppi ucceivi; tutto ciò ha creato un iveo di compeno economico riconociuto per e terapie per a Sceroi Mutipa di coì eevato vaore che ha richiamato interee di mote aziende farmaceutiche. Infine a Sceroi Mutipa, fra e divere maattie croniche neuroogiche che hanno in comune un proceo degenerativo, ha queta aouta pecuiarità: di poter veder riconociuto i proceo degenerativo in una fae etremamente precoce rendendo poibii trategie difenive con una fortiima anticipazione ripetto ad atre maattie degenerative. È quindi diventata un campo di eercizio perchè acuni procei degenerativi vedono in comune acune vie fiiopatoogiche. Queto fa ì che mentre nea maggior parte dee maattie neuroogiche i ricerca ancora un trattamento efficace, nea Sceroi Mutipa i para già di come uare a megio e divere terapie eitenti. Qua è i panorama attuae? Oggi vediamo già diponibii farmaci di divero profio di efficacia e icurezza e per a fine di quet anno riponde i prof. Comi - ono previti nuovi farmaci con meccanimi d azione pecifici e con un profio di icurezza, efficacia e toerabiità individuae, che aicurano anche una maggiore compiance per i paziente. I Congreo di Neuroogia avrà fra i uoi temi di riievo proprio i confronto di opinione ue divere terapie poibii e u come non aciare i paziente enza i migior trattamento di cui oggi que paziente può diporre e che i medico può cegiere e è a conocenza di tutte e variabii che debbono dettare a ua ceta. Queto è etremamente importante perché queta ceta richiede una conocenza moto accurata de profio e de azione de farmaco. Ma come può fare un paziente a eere certo dea propria cura? a SIN ta mettendo a punto in coaborazione con AIFA e e autorità anitarie regionai modei aitenziai che conentiranno ai pazienti di rivogeri con erenità ai propri centri di riferimento piega i Preidente - quaificati per competenza, eperienza maturata e tecnoogie diponibii. Crediamo quindi di poter raicurare tutti i cittadini u fatto che ci ta a cuore i maato e a ua totaità, che agiremo in modo opportuno perché ia eguito ne modo migiore. Per i paziente affetto da Sceroi Mutipa i apre veramente una propettiva poitiva in quanto ottimizzazione dea cura conentirà di avere come obiettivo terapeutico i competo controo dea maattia. Giancaro Comi Preidente dea Società Itaiana di Neuroogia SIN) Nuova terapia orae per a Sceroi Mutipa S arà preto diponibie anche in Itaia i nuovo farmaco orae che previene i danni dea Sceroi Mutipa: i dimeti fumarato, anche detto BG-12, è già commerciaizzato in USA ed in fae di approvazione da Agenzia Europea de Farmaco EMEA). a prima perimentazione di Fae2 è già tata condotta da 5 anni e i riutati ono davvero poitivi: In reatà i BG-12 ha una toria antica perché per anni una moecoa imie è tata utiizzata ne trattamento dea poriai decrive Caro Pozzii, Profeore di Neuroogia a a Sapienza e Direttore de Centro Sceroi Mutipa preo Opedae Sant Andrea di Roma ma a novità ta nei tria terapeutici dea Sceroi Mutipa in quanto è tato ampiamente dimotrato come, u parametri di rionanza magnetica, queto farmaco ia in grado di diminuire in modo ignificativo i numero di nuove eioni a iveo cerebrae. Queti primi dati moto uggetivi hanno fatto ì che partiero due perimentazioni internazionai di cui una ne notro Centro SM de Sant Andrea: in una caitica di 3000 pazienti oggi in fae di etenione in quanto ono tracori 5 anni ed anche i ricontro temporae è poitivo) è tato confrontato i dimeti fumarato ia con i pacebo che con i gatimer acetato ed entrambi gi tudi hanno dimotrato a maggiore efficacia di queto farmaco perchè è in grado di ridurre i numero dee ricadute otre ad avere un effetto poitivo ne raentare accumuo di diabiità. Quai ono gi effetti coaterai? Si tratta di reazioni tranitorie egate oprattutto a primo mee di aunzione e riguardano piega Caro Pozzii - diturbi di tipo gatrointetinae e fuhing, arroamento de vio ubito dopo aunzione che dura oo 10 minuti. Adià di queti due effetti coaterai, che tendono a comparire dopo i primo mee, ono moti i vantaggi de dimeti fumarato ripetto a panorama terapeutico attuae. Si. È proprio coì perché queta moecoa, otre ad eere icura e ben toerata conferma i prof. Pozzii - è anche orae e non iniettiva come e terapie tradizionai: i aume in compree e in una maattia cronica come a ceroi mutipa, che prevede aunzione quotidiana di farmaci, ciò riuta di particoare rievanza per a compiance de paziente, peropiù un oggetto giovane e ne pieno dee attività avorative. È davvero un pao avanti nea ricerca ua ceroi mutipa e ne approccio terapeutico preventivo contro e nuove ricadute e accumuo di diabiità. Focu} In reatà i BG-12 ha una toria antica perché per anni una moecoa imie è tata utiizzata ne trattamento dea poriai, ma a novità ta nei tria terapeutici dea ceroi mutipa in quanto è tato ampiamente dimotrato come, u parametri di rionanza magnetica, queto farmaco ia in grado di diminuire in modo ignificativo i numero di nuove eioni a iveo cerebrae. Caro Pozzii Profeore di Neuroogia Sapienza Univerità di Roma e Direttore de Centro Sceroi Mutipa preo Opedae Sant Andrea di Roma

4 4) Neuroogia Orizzonti Sceroi Mutipa, interferoni in prima inea q N onotante a recente introduzione ne trattamento dea Sceroi Mutipa di nuovi farmaci in grado di modificare i decoro dea maattia, i farmaci attuamente in prima inea, come gi interferoni, embrano reggere bene i confronto. Abbiamo chieto i parere de prof. Vincenzo Brecia Morra, Neuroogo de Centro Sceroi Mutipa preo Azienda Opedaiera Univeritaria Federico II di Napoi. In bae aa ua peronae eperienza coa pena de efficacia degi interferoni e in particoare dei farmaci ad ata doe e frequenza di omminitrazione come interferone beta-1b? Credo che ne proimo triennio ci arà ancora pazio per uo di interferoni ad ata doe e ad ata frequenza di omminitrazione come IFN b nonotante riponde i prof. Brecia Morra - gi ingrei già intervenuti o che avverranno di nuovi farmaci ne paniere dee moecoe di modifica de decoro dea Sceroi Mutipa. Tae opinione mi deriva dai dati conoidati di efficacia cinica e di icurezza nee divere fai dea maattia e per un tempo proungato. Ormai ono quai vent anni che Interferone Beta 1b viene utiizzato ne trattamento dea Sceroi Mutipa Recidivante Remittente, con obiettivo di modificare i decoro di maattia. Ne tempo ono emeri dati empre più ignificativi reativi a efficacia di queta moecoa come i ricontra in moti tudi che confermano importanza di un intervento precoce agi eordi dea maattia e queto non è quai mai poibie con i nuovi farmaci. Sono davvero numeroe e evidenze che i trattamento con DMT è in grado di modificare i decoro dea Sceroi Mutipa, come ad eempio o tudio di ungo termine BENEFIT, per ei quai ono i dati di queto tudio più utii nea ua pratica cinica? Certamente i dato più intereante è queo degi apetti di riduzione dea progreione de danno aonae e de voume dei back hoe afferma i Neuroogo coniderato che tai dati neuropatoogici hanno una diretta e tretta reazione con a progreione dea diabiità cinica; tae dato preenta una vaenza ancora maggiore e i conidera a icurezza de utiizzo de interferone b 1-b per tempi moto proungati. Gi interferoni beta 1-b ono moecoe che hanno un eperienza ormai ventennae. Queta ha permeo di otenere a oro efficacia che embra manteneri inaterata ne coro degi anni. Quae è a ua peronae eperienza? I mio parere è che i mantenimento de efficacia in tempi anche unghi degi interferoni in una quota di pazienti ia dovuto ad apetti ancora non preciati che riguardano i pattern infiammatorio-immunitario-degenerativo in reazione a un meccanimo di azione degi IFN non imitato a un oo tep. Aa uce dee recenti evidenze di eventi avveri everi empre più numeroi dei nuovi farmaci introdotti ne trattamento dea Sceroi Mutipa, coa pena dea icurezza degi interferoni beta 1-b attuamente in prima inea? Sicuramente gi eventi avveri egati a uo dei farmaci di II inea confermano indicazione a periodi di terapia con interferone anche nei proimi anni piega i prof. Brecia Morra continuando preciando che non tutti i farmaci preenti attuamente in prima inea ono uguai tra oro. In effetti i farmaci di prima inea ne trattamento dea Sceroi Mutipa differicono non poco fra oro in termini di doe, frequenza di omminitrazione, efficacia, e anche ne prezzo. Che biancio può trarre coniderando tutti queti fattori? E difficie trarre una concuione da un dato che preenta un apetto poiedrico, perché certamente vi è una differenza di prezzo tra interferoni a efficacia imie confermata u popoazioni di pazienti con Sceroi Mutipa, però i dicute ormai da anni dea terapia profiata u ingoo oggetto taiored ); inotre e peiamo anche aderenza fattore di cui empre i dicute nee terapie croniche) poiamo vautare a probematica con una viuae divera; certamente i dato fa penare e concude - neceita di una vautazione critica che tenga conto di più fattori e che dovrà eguire dei parametri generai ma con a poibiità di eere caati u ingoo paziente. Vincenzo Brecia Morra Neuroogo de Centro Sceroi Mutipa preo Azienda Opedaiera Univeritaria Federico II di Napoi Cover Story Ngf. a punta di un iceberg ancora da coprire N e 1986 Rita evi-montacini è tata inignita de Premio Nobe per a Medicina inieme a americano Staney Cohen, per a coperta de fattore di crecita nervoo o NGF Nerve Growth Factor), avvenuta nei primi anni 50 de ecoo coro, grazie a ricerche pionieritiche u embrioni di poo, che hanno dimotrato come o viuppo dee fibre nervoe dai gangi dorai richieda una proteina, i NGF. Succeivamente ono tati coperti moti atri fattori di crecita per atri tipi di ceue, che hanno permeo di comprendere e bai moecoari di compei procei bioogici. Una piccoa grande proteina. I fattore di crecita NGF è una proteina indipenabie per a opravvivenza e a crecita dei neuroni de itema impatico e enoriae, capace di innecare empre nuove conneioni, inapi, circuiti aternativi. intera toria de NGF è paragonabie aa coperta di un continente ommero riveato daa ua ommità emergente crive a cienziata ne uo ibro Eogio de imperfezione, ed è proprio coì. Ne 1977 per a prima vota Rita evi-montacini dimotrò inotre che i NGF agice ue ceue de itema immunitario, coprendo in eguito che eo viene prodotto da una varietà di ceue di difea e ghiandoe endocrine. È quindi riduttivo chiamaro oo fattore di crecita nervoo perché è un moduatore che agice in modo inergico ui tre itemi da cui dipende equiibrio de organimo nervoo, endocrino e immunitario). A ditanza di poco più di 60 anni daa ua coperta, ono ancora numeroiime e ricerche che i conducono ne mondo ua proteina NGF e oggi i indaga u quai poano eere e appicazioni ciniche per a cura di maattie neurodegenerative e non oo. a maattia di Azheimer. Acune dee ricerche che tanno entamente avvicinando i NGF ai pazienti ono condotte da Itituto Europeo per e Ricerche u Cerveo Ebri) di Roma, vouto e preieduto daa Profeorea Rita evi-montacini. Qui è tato prodotto un metodo di cotura dee ceue nervoe ne quae è poibie riprodurre gi tei danni prodotti daa maattia di Azheimer: è tato coì coperto che i NGF impedice a produzione dea proteina beta-amioide, a principae reponabie dea maattia, boccando u nacere i proceo degenerativo. Anche moti tudi ia perimentai ia cinici reaizzati negi USA portano a ritenere rievanti e potenziaità terapeutiche de NGF ne trattamento dea maattia di Azheimer. Maattie oftamiche. Un uteriore potenziaità de NGF riguarda e ucere corneai, eioni che poono cauare a perdita dea vita. Sperimentazioni ciniche compaionevoi uggericono che a omminitrazione di coirio a bae di NGF riece efficacemente a riparare i teuto danneggiato. Sono in coro ricerche preo aziende farmaceutiche in Itaia e a etero per viuppare moecoe imii a NGF o mutanti deo teo NGF per trattare e ucere corneai e atre maattie oftamiche, come occhio ecco e gaucoma. Atre maattie neurodegenerative. Infine una erie di tudi ha raccoto evidenze che indicano come i NGF e moecoe ad eo affini iano capaci di prevenire i danni cauati da patoogie neurodegenerative quai a Sceroi Mutipa e e neuropatie periferiche da Diabete o da chemioterapici), ampiando coì interee de indutria farmaceutica per i NGF. Queti ono acuni dei riutati di tanti anni di tudi che hanno portato i NGF daa ricerca di bae aa ricerca cinica. Per i paaggio aa reaizzazione di farmaci per importanti patoogie tuttora prive di preidi terapeutici efficaci, occorre ancora uperare acune probematiche indutriai connee. Ci i augura che ciò poa avvenire a più preto.

5 5) Neuroogia Percori atrofia cerebrae nea ceroi mutipa, quai novità? cerebrae è a perdita di teuto de encefao che può preentari atrofia in mote maattie neuroogiche e neurodegenerative. Ci ono acune patoogie, come Azheimer, in cui quet apetto viene tudiato da tempo. In atre invece, come a Sceroi Mutipa, atrofia cerebrae e in particoare atrofia dea otanza grigia otre che di quea bianca) è un parametro a cui importanza è tata pienamente riconociuta otanto negi utimi anni. a rionanza magnetica conente non oo una definizione più precia dea morfoogia de cerveo e dee parti che o compongono, ma anche una maggiore caratterizzazione de danno trutturae che può intereare acune ue parti. Nea Sceroi Mutipa e divere tecniche convenzionai, ma ancor più quee avanzate di Rionanza Magnetica conentono di vautare a morfoogia de cerveo e dee parti che o compongono ma anche di caratterizzare i danno trutturae che può intereare acune zone. Vari tudi hanno dimotrato che atrofia dea otanza grigia cerebrae i verifica fin da eordio dea ceroi mutipa, evove più rapidamente ripetto a quea dea otanza bianca, ed è aociata aa diabiità fiica e aa preenza di diturbi cognitivi afferma Maimo Fiippi, Profeore Aociato di Neuroogia continuando -. introduzione dea tecnica voxe-baedmorphometry VBM) per anaii dee canioni RM ha permeo di definire a ditribuzione regionae dea perdita di teuto in diveri comparti cerebrai a differenti tadi dea maattia e ha migiorato a comprenione dea fiiopatoogia di acune manifetazioni ciniche dea SM come a diabiità cognitiva e a fatica. Ciò ignifica che oggi è più empice predire i danno cognitivo? Non proprio. a rionanza magnetica ha permeo di capire megio entità e a natura de danno e quindi riponde i prof. Fiippi - icuramente ripetto a quache anno fa abbiamo un quadro più competo perché non oerviamo più otanto apetto infiammatorio; queto non i è ancora tradotto in una pratica cinica definita ma è aupicabie che accadrà in futuro. È oggi poibie tabiire i rapporto fra atrofia cerebrae e diabiità? Nea Sceroi Mutipa atrofia cerebrae i reaizza peo precocemente e in tutte e forme dea maattia anche e atrofia dea otanza grigia interea di più e forme progreive aerice Gioacchino Tedechi, Direttore dea II Cinica Neuroogica e Reponabie de Centro Sceroi Mutipa de A.O.U. dea Seconda Univerità di Napoi. Poiamo inotre affermare che atrofia dea otanza grigia è correata con a diabiità, mentre non embra che e eioni e i carico eionae vogano un ruoo meno importante ne determinare a diabiità e a progreione dea maattia; ma non biogna mai dimenticare che queti dati ono dati di gruppo e ciò ignifica che per i momento non iamo in grado di identificare ne ingoo paziente un vaore ogia che determini a diabiità o i diturbo cognitivo. Quanto hanno infuito e recenti innovazioni in quet ambito? Grazie ai nuovi oftware di anaii dea Rionanza Magnetica poiamo raccogiere informazioni moto dettagiate non percettibii a occhio umano che riponde i prof. Tedechi - vanno dao 0.5% ao 0.10% annuo di atrofia cerebrae nee fai finai dea maattia i conideri che a perdita di teuto cerebrae in un oggetto ano normamente conta di circa uno 0.2% annuo). Poiamo poi parare di una eettività de atrofia e cioè di eettività regionae. Coa intende? Non tutte e aree dea corteccia hanno a tea rievanza e infatti proegue Gioacchino Tedechi - con particoari tecniche di rionanza è poibie miurare atrofia oco regionae e appiamo, ad eempio che intereamento dea corteccia temporae è aociata ad un cao dea memoria, queo de obo frontae di detra è egato aa memoria di avoro, mentre atrofia dea corteccia prefrontae e parietae uperiore impatta con a proceazione dee informazioni per cui e un gruppo di pazienti preenta atrofia in quete regioni è più probabie che i poano verificare diturbi cognitivi. Tutto ciò decritto finora ha una vaidità cientifica perché è tato tetato da tudi cinici ed è cientificamente vaido, ma tiamo parando appunto di dati di gruppo piega Nicoa De Stefano, Aociato di Neuroogia preo Univerità degi Studi di Siena, Dipartimento Scienze Neuroogiche, Neurochirurgiche e de Comportamento; a quetione è moto più compea quando quete conocenze devono eere traate u ingoo paziente, perché ciò ignifica paare da un iveo cinico generae ad un iveo di vautazione individuae: queto impica i confronto con profeionaità divere, con tecniche di anaii differenti da truttura a truttura. Biogna tener preente che quando pariamo di centri ci riferiamo infatti indifferentemente ad opedai come i San Raffaee di Miano coì come a piccoi opedai dea periferia, concude De Stefano. Maimo Fiippi Profeore Aociato di Neuroogia Univerità Vita-Saute San Raffaee Gioacchino Tedechi Direttore dea II Cinica Neuroogica e Reponabie de Centro Sceroi Mutipa de A.O.U. dea Seconda Univerità di Napoi Nicoa De Stefano Aociato di Neuroogia preo Univerità degi Studi di Siena, Dipartimento Scienze Neuroogiche, Neurochirurgiche e de Comportamento

6 6) Neuroogia New Ictu, gi utimi tudi ue terapie Ictu a rivegio e utraottantenni S oo con gi accertamenti eeguibii in regime di ricovero è poibie diagnoticare ede, natura e origine de ictu, otre che evidenziare e curare eventuai compicanze cardiache, repiratorie e metaboiche. a terapia pecifica nee prime ore i baa ua diponibiità di Unità Ictu, ovvero unità emi-intenive dove i maati con ictu ono eguiti da un team mutidicipinare di infermieri, tecnici dea riabiitazione e medici competenti neuroogi, interniti, cardioogi) dedicati ecuivamente ae maattie cerebrovacoari. I probema è che purtroppo i numero di Unità Ictu in Itaia è inadeguato in quanto avverte Danio Toni, Direttore de Unità di Trattamento Neuro-Vacoare de Poicinico Umberto I di Roma i rapporto numerico ottimae è di 1 ogni abitanti come definito da Minitero dea Saute. Avremmo quindi biogno di 300 Unità Ictu mentre invece ne eitono oo 160, cioè poco più dea metà de neceario, e ono ocaizzate oprattutto ne centro nord de Paee. a prima terapia è a tromboii endovenoa, unico trattamento vaidato da numeroi tria e di dimotrata efficacia quando viene effettuato per tempo. Quai ono e indicazioni dei tria più recenti u poibii terapie aternative? Sono tre i tria pubbicati utimamente u New Engand Journa Medicine, una dee rivite medico-cientifiche più pretigioe a mondo: IMS3 tudio canadee), SYNTHESIS interamente itaiano) ed MR RESCUE. Queti tre tria hanno confrontato a tromboii endovenoa con i trattamenti intra-arterioi, farmacoogici e meccanici ma riponde i prof. Toni continuando di fatto non ono riuciti a trovare acun vantaggio nei trattamenti intra-arterioi. Chi i occupa di neuroogia interventitica critica a metodica utiizzata in queti tudi, otenendo che i trattamenti meccanici ono tati utiizzati poco o in maniera inadeguata, ma a momento attuae i meaggio è oo uno: quando un paziente ha tutte e caratteritiche per eere ottopoto a tromboii endovenoa è coì che va trattato, mentre e terapie intra-arterioe vanno attuate in chi non ha ripoto bene o preenta controindicazioni a queta. Danio Toni Direttore de Unità di Trattamento Neuro- Vacoare de Poicinico Umberto I di Roma Circa i 25% dei pazienti con ictu ha più di 80 anni e circa ne 25% dei cai ictu i manifeta ne onno. { New New } GOSSARIO Sono tre i tria pubbicati utimamente u New Engand Journa Medicine una dee rivite medico-cientifiche più pretigioe a mondo: IMS3 tudio canadee), SYNTHESIS interamente itaiano) ed MR RESCUE. a tromboii endo venoa è autorizzata ne trattamento degi eventi con eordio noto e databie a non più di 3 ore prima de inizio de infuione a breve a finetra terapeutica arà ufficiamente ampiata a 4 ore e mezza). Quai ono i cai in cui i prevede una imitazione a utiizzo di queta terapia? Queto trattamento è indicato nea facia di età comprea tra 18 e 80 anni, e in aenza di controindicazioni principamente correate a potenziae richio emorragico de farmaco riponde Maria Sea, Coordinatrice de Unità Ictu de Reparto di Neuroogia de Opedae San Raffaee di Miano -; parte dee imitazioni i baano, tuttavia, u evidenze cientifiche deboi che riducono in modo ignificativo i numero di pazienti eigibii a trattamento. In particoare, e due caue più frequenti di ecuione ono età e a preenza dei egni e intomi de ictu a rivegio. Circa i 25% dei pazienti con ictu ha più di 80 anni e circa ne 25% dei cai ictu i manifeta ne onno. Un tria pubbicato o coro anno u ancet ha motrato come i trattamento con atepae nei pazienti utraottuagenari foe atrettanto efficace che nei pazienti più giovani, in particoare e trattati entro e tre ore da eordio dei intomi. Inotre, numeroi tudi ono in coro ne mondo, tra cui proegue Maria Sea - uno tutto itaiano coordinato da Opedae San Raffaee, voti aa dimotrazione dea icurezza ed efficacia di queta cura ne trattare i pazienti con i intomi de ictu preenti a rivegio. Guardiamo con attenzione a queti riutati che porteranno a garantire una cura ad un empre maggior numero di pazienti affetti da ictu, una maattia che copice prevaentemente anziano concude a dottorea - in un mondo in cui età media è in continuo aumento. [ ICTUS ] GOSSARIO È detto ictu, da atino copo, un evento vacoare cerebrae patoogico, con coneguente perturbazione acuta dea funzionaità encefaica, focae o generaizzata. Viene chiamato anche apopeia o più appropriatamente attacco apopettico. [ TROMBOISI ] Proceo di digregazione di un trombo. È operata da itema fibrinoitico in cao di trombi deputati a tamponare eioni dei vai dopo che i è competata a oro funzione, oppure da farmaci tromboitici in cao di trombi che otruicono e arterie o e vene. Maria Sea Coordinatrice de Unità Ictu de Reparto di Neuroogia de Opedae San Raffaee di Miano t m p i c e r d p c i d m d e c i m i

7 7) Neuroogia New Neurodegenerazione e diabiità nea SM: quae reazione? a Sceroi Mutipa è una maattia frequentemente reponabie di grave diabiità e che generamente i manifeta nea età giovanie, fra i 20 e i 30 anni. a maattia è dovuta aa compara di un proceo autoimmune diretto contro i itema nervoo centrae, con infitrati infiammatori info-monocitari e anticorpai diretti contro antigeni mieinici e coneguente danno mieinico e neuronae, reponabie dea inorgenza dei intomi. Per neurodegenerazione intendiamo a perdita di otanza neuronae ed in particoare degi aoni, un fenomeno che i manifeta fin da principio dea maattia, anche e a inizio c è oo infiammazione che decrive Gianuigi Mancardi, Profeore Ordinario di Neuroogia e Direttore de Dipartimento di Neurocienze de Univerità di Genova - è in grado di ditruggere e danneggiare i itema nervoo: già con gi attacchi infiammatori iniziai infatti i perdono i primi proungamenti nervoi. A queto tadio a maattia non caua in genere diabiità irreveribie perché i itema nervoo teo riece a opperire a danno, ma e a perdita continua può eerci un deficit permanente. Man mano che a maattia va avanti gi aoni non ono più protetti daa guaina mieinica e intervengono atri meccanimi che poono ampificare e perpetuare i danno. I procei neuronai, privi di guaina mieinica, poono degenerare e ciò accade oprattutto nea fae progreiva dea maattia, cauando diturbi cinici de andatura, poiché tendono a degenerare e fibre aonai più unghe, quee quindi che innervano gi arti inferiori. I intomi dipendono daa ocaizzazione dei focoai infiammatori ma poono eere copite tutte e zone de itema nervoo centrae come encefao, i midoo pinae e i nervi ottici. Fra i intomi iniziai frequente è un tranitorio annebbiamento dea vita, a viione doppiata e i diturbi de equiibrio e dea coordinazione dei movimenti. a maggior parte dei pazienti ha a inizio un decoro a ricadute e remiione, ma dopo circa anni a maattia aume un decoro econdariamente progreivo con accumuo di diabiità. Ma qua è a reazione fra neurodegerazione e diabiità in queta maattia? a reazione è moto tretta perché anche e infiammazione tende a regredire pontaneamente, quando i perdono i neuroni e i oro proungamenti riponde i Prof. Mancardi compaiono intomi irreveribii. Si tratta di un fenomeno che inizia precocemente, in quanto a perdita neuronae è preente fin da inizio dea maattia, e i diveri tipi di diabiità motoria, enitiva o enoriae variano in rapporto aa ede de proceo. a Sceroi Mutipa, quando a maattia avanza, dopo anni da eordio, aume in genere un decoro abbatanza tandard con una progreiva diabiità in genere ocaizzata agi arti inferiori, con diturbi dea forza e dea coordinazione, frequentemente aociati a probemi anche a carico di atri apparati come queo viivo e finterico. Con avanzare dea maattia poono comparire deficit di forza ocaizzati anche agi arti uperiori, ma in genere ono più compromei gi arti inferiori e quindi a deambuazione. Eitono terapie farmacoogiche contro avanzare dea neurodegenerazione? Abbiamo mezzi farmacoogici potentiimi per boccare e ridurre infiammazione, ma per a degenerazione neuronae abbiamo ancora probemi e i motivo piega Gianuigi Mancardi è che non conociamo ancora a fondo i meccanimi che tanno aa bae dea degenerazione aonae; anche e appiamo coa avviene e cioè a ditruzione dea guaina mieinica di protezione eguita da anomaie nea ditribuzione dei canai de odio e potaio e aumento intraceuare di cacio e atro ancora, attuamente non iamo in grado di definire preciamente i meccanimi veri e propri de danno ed è per queto che oggi non abbiamo terapie che iano in grado di arretare queto proceo. Oggi è queto i probema più importante nea Sceroi Mutipa: abbiamo farmaci contro infiammazione ma non farmaci in grado di arretare o raentare a neuro degenerazione. Queto è un probema che concude Mancardi - per atro riguarda mote maattie de itema nervoo centrae, non oo a Sceroi Mutipa, poiche i uppone che i meccanimi di degenerazione neuronae iano gi tei o comunque moto imii in divere maattie neuroogiche. New } Abbiamo mezzi farmacoogici potentiimi per boccare e ridurre infiammazione ma per a degenerazione neuronae abbiamo ancora probemi e i motivo, è che non conociamo ancora a fondo i meccanimi che tanno aa bae dea degenerazione aonae Gianuigi Mancardi Direttore de Dipartimento di Neurocienze, Riabiitazione, Oftamoogia, Genetica e Scienze Materno-Infantii de Univerità di Genova Tra e prime aziende a mondo ne ettore farmaceutico, Teva è da empre impegnata ne rendere acceibii terapie di ata quaità attravero o viuppo, a produzione e a commerciaizzazione di farmaci equivaenti, farmaci innovativi, peciaità farmaceutiche e principi attivi. Con i notri farmaci curiamo i preente per otenere i futuro. 240x82eScienze.indd :07:03

8 8) Neuroogia Scenari Demenze, importanza de ociae N uove tecnoogie diagnotiche e maggiore conapevoezza dei intomi egati aa demenza fanno ì che i medici poano intervenire empre più precocemente ui danni cauati dai deficit cognitivi e comportamentai riconocendo i pazienti moti anni prima che epoda a demenza vera e propria. Come i interviene? In primo uogo modificando gi tii di vita perché i a con chiarezza che i deficit cognitivi che preudono a demenza ono più frequenti nee perone meno accuturate e meno timoate da punto di vita pico-affettivo e riponde Caro Catagirone, Docente di Neuroogia a Univerità di Roma Tor Vergata e Direttore Scientifico dea Fondazione Santa ucia IRCCS - ciò conente interventi di tipo riabiitativo ia cognitivo che ociae; c è poi i verante farmacoogico che dimotra come iano utii a riduzione o a rimozione dea proteina patoogica che i depoita ne itema nervoo. a demenza è una indrome caratterizzata daa preenza di deficit dea memoria con diturbi in atre aree cognitive, riduce a capacità di vogere e comuni attività quotidiane, fino aa perdita totae de autonomia e de autoufficienza. Più dea metà dee demenze è di tipo degenerativo Azheimer) e i tima che in Itaia iano copiti quai individui ogni anno per un totae che va dagi a miione: una vera e propria epidemia ienzioa e i pena anche ae famigie intereate. A chi biogna rivogeri quando i ha un parente affetto da demenza? Per i cai concamati eitono e trutture anitarie regionai, Unità Vautative Azheimer UVA) con compiti di diagnoi e precrizione dei farmaci intomatici u diturbo cognitivo, attuamente diponibii. In acune regioni concude i Prof.Catagirone vi ono progetti integrati anche per e famigie, ma i tratta di ecceenze poco diffue. a demenza è peggiorata da eno di oitudine e tre picoogico cui ono epoti ia i paziente che i uoi cari; non è guaribie ma può eere affrontata e per faro i ha biogno di un aiuto per ucire da ioamento. È per queto che ono utii e reti di ervizi che Azheimer, intereante orizzonte dei vaccini I I vaccini e e terapie immunoogiche ne trattamento dee demenze e in particoare de morbo di Azheimer: una propettiva intereante ua quae i mondo cientifico avora da divero tempo. A decrivere in dettagio di coa i tratta è i profeor Aeandro Padovani, che dirige a Cinica Neuroogica de Univerità degi tudi di Brecia. Uno degi approcci caici è queo de immunizzazione paiva, perimentata però da vari anni con eito non favorevoe piega Padovani, econdo i quae invece non è confitta a vaccinazione attiva, che anzi i ta perimentando con diveri tria, otanziamente per tetarne a toerabiità. Soo uperata quea fae, verificato che non ci iano effetti coaterai - proegue - i paerà a dimotrarne efficacia nee varie fai dea maattia. I dati perimentai ugi animai ono però già moto promettenti evidenzia eperto, ottoineando innanzitutto che e dati attuai e tria motraero di avere effetto u pazienti in fae concamata di maattia, i potrebbe poi procedere aa eezione di cooro che è poibie trattare. Ma a vera fida per i neuroogi arebbe quea di riucire a trattare oggetti che non hanno ancora viuppato a pieno i intomi dea demenza : a popoazione target - piega ad eempio a queto propoito i profeor Padovanie quea che è affetta da decadimento cognitivo ieve. O ancora megio arebbe riucire a proteggere i oggetti a richio ancora prima che viuppino quete patoogie, prima ancora che perimentino i più caico dei diturbi, queo dea perdita di memoria. Ad eempio potrebbero eere curati i figi dei maati nei quai foe ricontrata un aterazione genetica aggiunge eperto. I farmaci diponibii e atri agirebbero ua parte intomatica per quanto riguarda i diturbo dea memoria e atre funzioni cognitive - piega - mentre quei bioogici arebbero anti- maattia, in grado di aterarne i decoro. Quete due tipoogie di farmaci agirebbero paraeamente. E, empre a propoito di farmaci, vi arebbero ao tudio anche atre due o tre moecoe con effetto protettivo. I pazienti - concude i profeor Padovani - poono empre teneri aggiornati offrono opportunità per e famigie, ia da punto di vita de otegno che de informazione e dea formazione. Caro Catagirone Docente di Neuroogia a Univerità di Roma Tor Vergata e Direttore Scientifico dea Fondazione Santa ucia IRCCS u andamento dee ricerche cientifiche che riguardano terapie immunoogiche e vaccini per e demenze e i morbo di Azheimer. Per faro baterà conutare acuni iti come com o Eida Sergi Aeandro Padovani Direttore dea cinica neuroogica de Univerità degi tudi di Brecia Rare ì, ma oprattutto neuroogiche I n Europa i definicono rare quee maattie che copicono meno di cinque perone u diecimia. I dati più recenti forniti daa Organizzazione Mondiae dea Sanità indicano in ameno cinquemia e maattie e e indromi che poono eere definite rare. Di quete a grande maggioranza circa 4000) ono cauate da un anomaia genetica, ma oprattutto i 50% dee maattie rare, inerite ne cataogo mondiae, è di natura neuroogica ovvero comporta una compromiione neuroogica. I neuroogo ricopre dunque un ruoo chiave nea diagnoi e ne trattamento di patoogie de genere ma rieva Antonio Federico, Profeore ordinario di Neuroogia, Direttore Centro di Ricerca per a Diagnoi, Terapia e Prevenzione de Neurohandicap e dee Maattie Neuroogiche Rare de Univerità di Siena - diagnoticare una maattia rara non è affatto facie e in Itaia peo a giuta diagnoi arriva con un ritardo di circa 3-6 anni per e forme infantii e di 5-10 anni per e forme adute; ritardo che porta con é danni quai empre irreparabii: è neceario che attravero i migioramento dei meccanimi di conocenza e di getione di tai patoogie intervao diagnotico venga ridotto a minimo e oprattutto vengano divugate dee metodoogie di prevenzione, negi atri membri dea famigia, che prevengano a nacita di atri oggetti affetti. a caua de ritardo diagnotico è quai empre egata aa carenza di informazioni ue divere maattie da parte dei medici di bae e peciaiti, eppure, data a caratteritica di coinvogimento de itema nervoo centrae, periferico e de mucoo, e maattie neuroogiche rare dovrebbero eere coniderate un importante fida per a neuroogia non oo itaiana. e maattie rare ono un incredibie opportunità per a ricerca cinica e di bae - proegue Federico - per comprendere e normai funzioni dei itemi ceuari, rappreentando un vero e proprio modeo di tudio per e maattie più comuni. Ma daa notra eperienza riuta che magrado ci iano numeroe iniziative nazionai ed internazionai rivote aa faciitazione dea diagnoi, dea ricerca e dea terapia dee maattie neuroogiche rare, ancora moto biogna fare per evitare che chi offre di una maattia neuroogica rara offra di due probemi che i accrecono mutuamente: i primo perché i è ammaati, i econdo perché è difficie trovare una ripota a diritto di eere curati. Ciò che erve ono maggiori finanziamenti, coordinamento tra ricerche di bae e ricerche appicate, maggiori informazioni epidemioogiche e regitri nee divere maattie, e oprattutto a coaborazione tra chi, medico, bioogo o tecnico dea ricerca e dea anità cerca di affrontare ne migior modo tai difficii probemi, ed i pazienti e e oro famigie che egittimamente ono in attea di terapie empre più efficaci in grado di migiorare a oro quaità di vita. a Società Itaiana di Neuroogia SIN), di cui i prof. Federico è Pat Preident, ha programmato di dedicare ampio pazio aa formazione dei futuri neuroogi per faciitare a diagnoi e aitenza in tae campo, e ha aperto una finetra preo i proprio ito ue maattie neuroogiche rare. Antonio Federico Profeore ordinario di Neuroogia, Direttore Centro di Ricerca per a Diagnoi, Terapia e Prevenzione de Neurohandicap e dee Maattie Neuroogiche Rare de Univerità di Siena

9 9) Neuroogia Focu Sceroi mutipa e diturbi motori, a quaità di vita può migiorare I diturbi motori, che riguardano moti maati di Sceroi Mutipa, ono imitanti e i manifetano oprattutto nea fae progreiva dea maattia. a quaità di vita de paziente peggiora, perché e a inizio avverte dee difficotà nee contratture veoci dei mucoi ad eempio quando fa una cora o quando ae u un bu) poi inizia ad avere anche ne cao di azioni meno impegnative e a veocità ridotta, come una paeggiata, fino a non riucire a compiere neppure quee che richiedono uno forzo ancora minore. e poibiità di movimento progreivamente i imitano e a gamba embra come inchiodata a pavimento, piega con un eempio efficace a Dottorea eocani, Reponabie Centro MA- GICS, Dipartimento Neuroogico, Itituto Scientifico San Raffaee. Non eitono terapie efficaci per combattere queti diturbi aociati aa Sceroi Mutipa, ma eitono farmaci di tipo intomatico che aeviano cioè i intomi), acuni dei quai vengono iniettati per via intra- rachidea, cioè nea zona a protezione de midoo pinae. Oggi poi vi ono due principi attivi, THC:CBD Tetraidrocannabinoo e Cannabidioo), per cooro che non hanno avuto benefici dai trattamenti precedenti o che hanno riportato ecceivi effetti coaterai. a faciità d uo è data da fatto che i tratta di uno pray- ottoinea a Dottorea eocani - queto rende più agevoe peronaizzare a doe e anche adattare a doe individuamente. Quete due moecoe non agicono u tutti i pazienti ao teo modo, dati anche i meccanimi muti fattoriai e a variabiità patogenetica dea Sceroi Mutipa, per queto è neceario tetari proegue i profeore, ricordando come ia fondamentae, nea omminitrazione corretta i ruoo de infermiere. E ui che omminitra i farmaco per a prima vota ed è ui che piega a paziente come faro da é quando va a caa oerva I profeor Giancaro Comi, preidente dea SIN. I farmaco creato con queti due principi attivi, come riporta anche i ito de AISM, Aociazione Itaiana Sceroi Mutipa è tato autorizzato da AIFA, Agenzia Itaiana de Farmaco, neo coro mee di maggio. Dao coro mee di ugio, poi, a caa farmaceutica che o produce ne ha reo nota a diponibiità u territorio itaiano. a deciione de AIFA è tata quea di ineriro tra i farmaci di cae h opedaiera) rendendoo quindi fruibie nee farmacie opedaiere o in quee dee A territoriai. E tato itituito anche un regitro dei pazienti in cura, che come rieva i profeor Comi è una neceità, in quanto erve a monitorare appropriatezza d uo e impatto. C è anche un dicoro di tipo economico che riguarda i Sitema Sanitario Nazionae e che non va tracurato - è a concuione de profeore - perché in tempi di crii economica i deve ottimizzare i più poibie uo di riore come i farmaci evitando prechi. Eida Sergi etizia eocani Reponabie Centro MAGICS, Dipartimento Neuroogico, Itituto Scientifico San Raffaee GOSSARIO [ CBD ] I cannabidioo CBD) è un metaboita dea Cannabi ativa. Ha effetti edativi, ipnotici, antiepiettici, antiditonici, antioidanti e antinfiammatori. Si è riveato inotre in grado di ridurre a preione endoocuare ed è un promettente antipicotico atipico. I ike to know i m not the ony one concerned about my heath

10 10) Neuroogia Souzioni Parkinon, non oo un probema di tremore N on oo tremore, rigidità mucoare e entezza ne eecuzione dei movimenti. Eitono atri diturbi egati aa maattia di Parkinon di cui i ente parare meno di frequente e che addirittura poono precedere di acuni anni quei motori: i probemi di ofatto o quei cognitivi, i diturbi de onno, i doore ocaizzato dove poi i manifetano e criticità a iveo mucoare, ma non oo), i probemi intetinai come a tipi e quei urinari come a minzione imperioa. A decriveri è i profeor Afredo Berardei, profeore di Neuroogia dea Sapienza e Segretario dea SIN, Società Itaiana di Neuroogia. Conoceri è fondamentae, non oo per i famiiari di un maato di Parkinon che potrebbero eere maggiormente predipoti a viuppare a maattia, ma per tutti come miura di prevenzione generae. identificazione precoce dei diturbi non motori - piega i profeore - ci potrebbe conentire di porre diagnoi di maattia di Parkinon in una fae moto precoce dea maattia, anche e è ovviamente neceario eere icuri che tai intomi non abbiano atre cau- e. a poibiità di effettuare una diagnoi precoce dea maattia di Parkinon proegue - potrebbe conentire di utiizzare in tai pazienti eventuai terapie farmacoogiche in grado di raentare i decoro de mae. Sono in coro a ta copo numeroe perimentazioni u farmaci in grado di raentare i decoro dea maattia tea, anche e per ora i riutati non ono tati moto incoraggianti. Nea gran parte dei cai - ottoinea Berardei - i prende comunque cocienza de probema cinico quando ubentrano i diturbi motori: è in queto cao che iniziano e vere preoccupazioni. In queta fae è neceario che i neuroogo dicuta con i paziente tutte e probematiche reative aa patoogia tea per poi iniziare a terapia intomatica, che deve eere aunta con cotanza e regoarità. a terapia farmacoogica è eenziamente rivota ai diturbi motori ma anche per i diturbi non motori eitono terapie efficaci. aderenza aa terapia e comunque fondamentae e e terapie attuai conentono a paziente affetto da maattia di Parkinon di vivere una vita praticamente normae. Eida Sergi I centri opedaieri per a Sceroi Mutipa: i punto nodae attorno a quae ruota aitenza ai pazienti, parte eenziae nea getione dea maattia. Queo di Gaarate, in provincia di Varee, è tato i primo ad eere creato, 50 anni fa; poi numeroi atri ne ono orti in varie parti d Itaia, ono ora otre 200, ed organizzati in una orta di rete che ne fa un modeo capiare e con ate profeionaità, modeo che a etero ci è invidiato e che rappreenta un vero motivo di orgogio per a notra comunità cientifica. Quei più grandi ono circa una ventina ed hanno in carico otre mie pazienti ciacuno piega i dottor Angeo Ghezzi, coordinatore de Gruppo di Studio Sceroi Mutipa a interno dea SIN, Società Itaiana di Neuroogia, ottoineando come a vera vota i è avuta quando, per a prima vota, ono arrivati i farmaci immunomoduanti come interferone beta e i gatiramer acetato, che queti centri hanno iniziato a ditribuire u eezione ed indicazione dee Autorità Regoatorie. Inieme aa ditribuzione dei farmaci ono arrivate anche e opportunità di nuove iniziative in ambito cinico e aitenziae, i conigi ai pazienti, ai famiiari e ai care-giver, che hanno reo queti centri dei punti di riferimento importanti e imprecindibii per momenti di confronto ua maattia, aggiornamento e ricerca. In queti anni apporto itaiano è tato rievante anche nea cotruzione di modei di aitenza per e forme pediatriche. I centri principai per a Sceroi Mutipa hanno dee équipe compete, fatte da neuroogi a Gaarate ad eempio ce ne ono ben quattro) e infermieri, i cui ruoo è fondamentae oprattutto per getire farmaci nuovi, nea fae di preparazione, inizio e monitoraggio dea maattia. Ma non Afredo Berardei Profeore di Neuroogia dea Sapienza e Segretario dea SIN, Società Itaiana di Neuroogia GOSSARIO [ DBS ] DEEP BRAIN STIMUATION una metodica chirurgica che prevede impianto di un eettrodo timoatore in una pecifica area de cerveo in grado di modificarne attività DBS, aternativa efficace per acuni tipi di cefaea P uò a timoazione cerebrae profonda deep brain timuation - DBS), una metodica chirurgica che prevede impianto di un eettrodo timoatore in una pecifica area de cerveo in grado di modificarne attività, dare benefici in cao di cefaea? Ne abbiamo parato con i profeor Maimo eone, de Itituto Neuroogico Beta di Miano. Non tutte e forme di cefaea traggono beneficio daa DBS - piega eone- ad oggi, a etteratura medico-cientifica ne indica efficacia nee cefaee trigeminai autonomiche e in particoare nea cefaea a grappoo cronica farmaco reitente, nea Sunct hortating uniatera nervragiform headache attack with conjunctiva injection and tearing) e ne emicrania paroitica. Soo una percentuae moto baa di pazienti ha neceità di eere ottopota a DBS evidenzia quindi eperto. a DBS nee cefaee è tata introdotta per a prima vota preo Itituto Neuroogico Beta ne 2000, quando ci i è trovati di fronte un paziente che continuava ad Sceroi mutipa, aitenza ruota attorno ai centri opedaieri deve affatto eere tracurato anche i upporto picoogico, grazie aa preenza di peciaiti. aitenza è i probema fondamentae per quanto riguarda a Sceroi Mutipa - proegue infatti Ghezzi - oprattutto perché a maattia ha una unga evouzione: copice i paziente tra i 20 e i 40 anni, ne pieno dea vita avorativa, famiiare e ociae. Si compone eenziamente di due fai: a prima è prevaentemente peciaitica - cinica e riguarda approccio terapeutico ai nuovi farmaci ubito dopo a diagnoi: queta fae rappreenta peo una orta di doccia fredda per i maato che i trova ad affrontare probemi che neanche ontanamente poteva immaginari. informazione appropriata, in queta fae, rappreenta un apetto fondamentae. a econda è invece di tipo ociae - riabiitativo, uguamente eenziae, perché vi è una progreiva imitazione nea motiità, con deficit o perdita di autonomia e i paziente deve in quache modo eere accompagnato nei paaggi cruciai. Pianificare i futuro è dunque fondamentae per chi deve convivere con a maattia, perché aiuta a guardare avanti con maggiore coraggio. Per queto nei centri di riferimento per a ceroi mutipa è previta a preenza di uno picoogo, inieme a quea de neuroogo e di un infermiere dedicato: i tratta di una figura eenziae per i maato piega Ghezzi. Accanto a queti, in un avoro di équipe, ci ono anche gi peciaiti di acune dicipine correate in quache modo aa ceroi mutipa, come gi uroogi, a cui petta i compito di occupari di acune dee probematiche più comuni correate a queta maattia, come ad eempio a vecica neuroogica. Inotre i fiiatra, ocuita, i neuro radioogo, e atri ancora, a fine di offrire e ouzioni ottimai per i avere crii ubentranti di cefaea a grappoo, reitente a tutti i farmaci come anche ai vari trattamenti chirurgici demoitivi - proegue eone - da Beta, a metodica i è graduamente diffua in tutta Europa e negi Stati Uniti; deve eere uata con cautea poiché non è priva di richi. Viene propota oo quando tutte e terapie farmacoogiche omminitrate per periodi adeguati e a doi corrette hanno faito - rieva - prima di propora vengono effettuate atre procedure meno invaive quai infitrazione de gangio fenopaatino e a timoazione de nervo grande occipitae. Se anche con quete utime non vi è un beneficio, i può proporre a DBS. I pazienti affetti da cefaea cronica farmaco reitente richiedono una getione moto compea, una vautazione attenta, una unga eperienza e un avoro di equipe: neuroogi, neurochirurghi, aneteiti, otorinoaringoiatri, pichiatri, picoogi concude eone, evidenziando che in Itaia a DBS è praticata a Beta e preo Opedae di Vicenza. probemi compei che a maattia comporta.trovare un centro per a ceroi mutipa a quae fare riferimento u proprio territorio non è affatto difficie: arà proprio i neuroogo, una vota fatta a diagnoi, a indirizzare i paziente e i uoi famiiari vero queo più vicino, che gi fornirà upporto e aitenza. Una panoramica competa di quei eitenti però è poibie avera viitando i ito Eida Sergi Angeo Ghezzi coordinatore de Gruppo di Studio Sceroi Mutipa a interno dea SIN, Società itaiana di Neuroogia N E e d d a c d

11 11) Neuroogia Focu Neuna correazione fra CCSV e Sceroi Mutipa. Ecco i dati deo tudio CoSMo. C hiarire effettiva correazione tra inufficienza venoa cerebropinae cronica CCSV) e Sceroi Mutipa SM). E queto obiettivo che i è prefiato o tudio CoSMo acronimo che ta per CCSVI, tudio Oervazionae Sceroi Mutipa e Ond, ovvero Other Neurodegenerative Dieae), organizzato e finanziato a Aociazione Itaiana Sceroi Mutipa AISM) e daa ua Fondazione FISM), con a coaborazione di 35 centri neuroogici e onoogici itaiani e dee due Società Scientifiche, a Società Itaiana Interdicipinare Neurovacoare e a Società Itaiana di Neuroonoogia ed Emodinamica cerebrae, che radunano gi eperti nazionai di Eco Dopper dei vai de coo e intracerebrai. o tudio è tato organizzato con o copo di dare una ripota certa e definitiva a probema dea preenza o meno di retringimenti venoi e inverioni di fuo venoo, come decritto da prof. Zamboni, che piega i Prof. Gianuigi Mancardi, Direttore de Dipartimento di Neurocienze, Riabiitazione, Oftamoogia, Genetica e Scienze Materno-Infantii de Univerità di Genova - ha evidenziato a preenza di tai anomaie venoe ne 100% dei cai di SM e non nei controi normai. Succeivamente atri tudi hanno evidenziato vaori moto diveri, variabii da 49% ao 0% nea SM. Con o tudio CoSMo i è vouto dare una ripota certa, uperando e deboezze degi tudi precedenti. Come i è vota a ricerca? Sono tati formati u Eco Dopper venoo eperti pari u territorio nazionae e eame è tato effettuato da onoogo ocae in cieco u tre tipoogie di oggetti: pazienti affetti da Sceroi Mutipa, oggetti ani e oggetti affetti da atre maattie neuroogiche riponde i Prof. Mancardi -. eame, regitrato u CD, veniva inviato in maniera randomizzata a uno di tre eperti uno tudioo tedeco di fama internazionae o ai due Preidenti dee Società Scientifiche). Se i referto de ettore centrae preenza o meno di CCSVI) era identico a queo de onoogo ocae, veniva tiato i referto definitivo; atrimenti eame veniva inviato agi atri due ettori e i referto finae era queo dea maggioranza degi eperti centrai. o tudio è durato circa 2 anni e ono tate eaminate quai 1800 perone, di cui più di 1150 affette da SM, più di 350 controi u oggetti ani e più di 200 u oggetti affetti da atre maattie neuroogiche. I dati finai dimotrano che a CCSVI è preente in circa i 2-3%, ia dee perone con SM, che di quee ane o con atre maattie neuroogiche e non eite neuna differenza fra queti tre gruppi eaminati. Inotre concude i Direttore non vi è differenza fra cai con SM a eordio dea maattia e cai in fae avanzata di maattia. Eite una concordanza moto ata fra ettore ocae e centrae u aenza di CCSVI, mentre è reativamente baa a preenza di CCSVI. o tudio ha pertanto dimotrato che a CCSVI non è aociata aa SM e che non eite neuna differenza fra SM in pazienti normai o con atre probematiche neuroogiche. Gianuigi Mancardi Direttore de Dipartimento di Neurocienze, Riabiitazione, Oftamoogia, Genetica e Scienze Materno-Infantii de Univerità di Genova Parkinon, i intomi migiorano con a timoazione cerebrae profonda a timoazione cerebrae profonda: una orta di pacemaker cerebrae in grado di migiorare in modo ignificativo i intomi de Parkinon. Si tratta di una procedura terapeutica di tipo chirurgico eeguita da un team di neurochirurghi eperti in Neurochirurgia Stereotaica e neuroogi eperti in Diturbi de Movimento; intervento conite ne poizionamento intracerebrae di particoari eettrodi capaci di fornire una timoazione eettrica continua in grado di migiorare i intomi parkinoniani - piega i profeor eonardo opiano, già Coordinatore de gruppo di tudio Stimoazione cerebrae profonda dea Società Itaiana di Neuroogia - i dipoitivo è Epieia, quai fide? cotituito da due eettrodi intracerebrai coegati ad uno timoatore poizionato in regione pettorae, programmabie da eterno. Queta procedura terapeutica viene generamente conigiata per i trattamento dea fae avanzata di maattia in media dopo circa 10 anni di maattia) quando i pazienti, nonotante a terapia farmacoogica manifetano gravi compicanze motorie futtuazioni motorie, fenomeni on- off, e movimenti invoontari) - proegue - ma un importante tudio europeo condotto di recente ne ha dimotrato efficacia anche in una fae più precoce. a timoazione cerebrae profonda non guarice a maattia ma migiora i intomi motori - evidenzia opiano - e i dimotra efficace ne controo dei coiddetti intomi cardinai, rigidità, tremore e bradicineia, con coneguente migioramento de quadro cinico generae. Dopo intervento - concude - a terapia farmacoogica viene ridotta ignificativamente, eiminando anche eventuai effetti coaterai. I migioramento è più evidente nei pazienti giovani con un groo impatto ua quaità di vita. Per avere maggiori informazioni ui centri che praticano a timoazione cerebrae profonda i conigio de eperto è queo di conutare i iti dee Società Scientifiche, come a IMPE ega Itaiana per a otta contro a maattia di Parkinon, e indromi extrapiramidai e e demenze), a DISMOV-SIN Aociazione Itaiana Diordini de Movimento e maattia di Parkinon) e a SIN Società Itaiana di Neuroogia). Eida Sergi eonardo opiano Coordinatore de gruppo di tudio Stimoazione cerebrae profonda dea SIN, Società Itaiana di Neuroogia Epieia è una dee maattie neuroogiche più diffue, tanto che è riconociuta come maattia ociae, ma è probabie che a ua frequenza ia ottotimata perché è una patoogia che peo viene nacota per motivi picoogici e ambientai. Dai dati attuamente a dipoizione i a che nei Paei indutriaizzati Epieia interea circa 1 perona u 100 e i tima che in Europa circa 6 miioni di perone abbiano un Epieia in fae attiva e che a maattia interei in Itaia circa perone. Epieia è caratterizzata da ripeteri di crii epiettiche, che ono oo un intomo dea patoogia cerebrae e riconocono un ampio numero di caue avverte Roberto Micheucci, Direttore dea UOC di Neuroogia de Opedae Bearia di Boogna e Preidente dea ega Itaiana Contro Epieia ICE) - a coa importante è che compeivamente riuciamo a controare competamente epieia ne 70% dei cai grazie ai farmaci, ma i retante 30% viene chiamato farmaco reitente. Infatti gran parte dea ricerca degi utimi anni i è rivota aa farmaco reitenza, che può avvenire anche a parità di caue: Negi utimi anni ono tati identificati nuovi meccanimi aa bae dea farmaco reitenza come decrive Roberto Micheucci - ecceiva epreione di proteine reponabii dea etruione de farmaco dae ceue nervoe. Inotre i pena che debbano eere coperti nuovi beragi d azione dei farmaci, come i recettori de potaio o de gutammato, nei confronti dei quai ono tate viuppate nuove moecoe. Ma c è ancora moto da fare per garantire ae perone affette da epieia una cura adeguata perché a chirurgia reettiva unica terapia non farmacoogica che può guarire) è praticabie in un numero contenuto di cai e gi timoatori, che erogano impui eettrici, non guaricono daa patoogia. Quai ono oggi e fide dea ricerca? e fide attuai ono tee principamente vero tre obiettivi: o viuppo di moecoe per prevenire epieia dopo eioni cerebrai, i controo dee crii nei cai farmaco reitenti, a coperta dei geni reponabii dee forme più comuni di Epieia di probabie origine genetica; ma concude i Preidente dea ICE - a ricerca cientifica europea manca di un coordinamento centrae ed eite ancora una cara enibiità a iveo poitico in merito aa frequenza e ae coneguenze di queta patoogia, che riceve ancora un numero non adeguato di finanziamenti per a ricerca. Roberto Micheucci Direttore dea UOC di Neuroogia de Opedae Bearia di Boogna e Preidente dea ega Itaiana Contro Epieia ICE)

12 2) Neuroogia Editoriae

LA GESTIONE DELLO STRESS

LA GESTIONE DELLO STRESS LA GESTIONE DELLO STRESS Stre è enza alcun dubbio una delle parole più uate (o abuate) nel mondo, almeno in quello occidentale. Vi ono molti ignificati dati a queto termine, alcuni ne ottolineano primariamente

Dettagli

Statica del corpo rigido: esercizi svolti dai compitini degli anni precedenti

Statica del corpo rigido: esercizi svolti dai compitini degli anni precedenti Statica de corpo riido: eercizi voti dai compitini dei anni precedenti II COMPITIO 00 003 Un ae di eno orizzontae omoenea, di maa M0 k e unhezza L m, è appoiata u due cavaetti. L ae pore di 60 cm otre

Dettagli

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE

Un mondo di vantaggi. Un offerta personalizzata. Là dove i Papi vanno in vacanza CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL TECNOLOGIA PER IL CLIENTE ECONOMIA CULTURA SOLIDARIETÀ TERRITORIO SPORT PLEIADI N 62 - Semestrae - Aprie 2013 CREVALMAGAZINE SOCIOINCREVAL Un mondo di vantaggi TECNOLOGIA PER IL CLIENTE Un offerta personaizzata CASTELLI ROMANI

Dettagli

Teorema del Limite Centrale

Teorema del Limite Centrale Teorema del Limite Centrale Una combinazione lineare W = a 1 X + a Y + a 3 Z +., di variabili aleatorie indipendenti X,Y,Z, ciacuna avente una legge di ditribuzione qualiai ma con valori attei comparabili

Dettagli

6) Stati di cedimento 6.1) Introduzione all analisi delle costruzioni in muratura nel loro stato attuale

6) Stati di cedimento 6.1) Introduzione all analisi delle costruzioni in muratura nel loro stato attuale 6) tati di cedimento 6.1) Introduzione all analii delle cotruzioni in muratura nel loro tato attuale Nel conteto del modello di materiale rigido non reitente a trazione, la valutazione delle capacità portanti

Dettagli

Lezione n.11 Rischio demolizioni

Lezione n.11 Rischio demolizioni CORO DI PROGETTAZIONE ORGANIZZAZIONE E ICUREZZA NE CANTIERE corso A ezione n. Prof. Renato aganà Rischio demolizioni + 5. 6 7 0 0 a 5 0 b 6 0 7 + 7. 7 0 b 5 6 0 0 a 0 + 0.5 +. 7 7 5 0 6 0 0 a + 0. 0 6

Dettagli

Note su alcuni principi fondamentali di macroeconomia Versione parziale e provvisoria. Claudio Sardoni Sapienza Università di Roma

Note su alcuni principi fondamentali di macroeconomia Versione parziale e provvisoria. Claudio Sardoni Sapienza Università di Roma Note u alcuni principi fondamentali di macroeconomia Verione parziale e provvioria Claudio Sardoni Sapienza Univerità di Roma Anno accademico 2010-2011 ii Indice Premea v I Il breve periodo 1 1 Il fluo

Dettagli

Controllore Processo. Le principali componenti del sistema sono: il rivelatore di errore, il controllore che ha il compito di trasformare il segnale

Controllore Processo. Le principali componenti del sistema sono: il rivelatore di errore, il controllore che ha il compito di trasformare il segnale CONTROLLORI DI TIO ID rincipi di funzionamento Il termine controllo definice l azione volta per portare e mantenere ad un valore prefiato un parametro fiico di un impianto o di un proceo (ad eempio, la

Dettagli

Il Preposto. Stress da lavoro correlato, gestanti, sicurezza negli uffici. Materiale didattico per la formazione dei Preposti

Il Preposto. Stress da lavoro correlato, gestanti, sicurezza negli uffici. Materiale didattico per la formazione dei Preposti Materiae didattico per a formazione dei Preposti I Preposto Stress da avoro correato, gestanti, sicurezza negi uffici Cutura dea sicurezza patrimonio comune de mondo de avoro: impresa, avoratori e parti

Dettagli

Poiché la retta è definita dall equazione: y = a + bx. Capitolo 4. Regressione e Correlazione.

Poiché la retta è definita dall equazione: y = a + bx. Capitolo 4. Regressione e Correlazione. Diaz - Appunti di tatitica - AA 1/ - edizione 9/11/1 Cap. 4 - Pag. 1 Capitolo 4. Regreione e Correlazione. Regreione Il termine regreione ha un'origine antica ed un ignificato molto particolare. L inventore

Dettagli

L ATTIVITÁ FISICA. Questo perché l attività fisica migliora Figura 5. il funzionamento dell apparato cardiorespiratorio,

L ATTIVITÁ FISICA. Questo perché l attività fisica migliora Figura 5. il funzionamento dell apparato cardiorespiratorio, L ATTIVITÁ FISICA Fare regolarmente attività fiica fa bene! E le ragioni ono molte: la prima è il miglioramento ia in quantità che in qualità della vita. Maggiore è il livello di allenamento e minore è

Dettagli

SPECIALISTI DELL AUTOMOTIVE

SPECIALISTI DELL AUTOMOTIVE 80_84_147do5 d Pagina 80 o di MILA MOLINARI i e SPECIALISTI DELL AUTOMOTIVE Eperti nella lavorazione di prototipi e particolari detinati al ettore automobilitico, CMG Cofeva da oltre 30 anni opera nel

Dettagli

Strumenti della Teoria dei Giochi per l Informatica A.A. 2009/10. Lecture 11: 13-14 Maggio 2010. Meccanismi per la Condivisione dei Costi

Strumenti della Teoria dei Giochi per l Informatica A.A. 2009/10. Lecture 11: 13-14 Maggio 2010. Meccanismi per la Condivisione dei Costi Strumenti della Teoria dei Giochi per l Informatica A.A. 2009/0 Lecture : 3-4 Maggio 200 Meccanimi per la Condiviione dei Coti Docente Paolo Penna Note redatte da: Paolo Penna Primo Eempio Vogliamo vendere

Dettagli

Giovani e NEET in Europa: primi risultati

Giovani e NEET in Europa: primi risultati Fondazione europea per i migioramento dee condizioni di vita e di avoro Giovani e NEET in Europa: primi risutati > Sintesi < Se i giovani non hanno sempre ragione, a società che i ignora e i emargina ha

Dettagli

La popolazione di gatti urbani sul territorio del Comune di Firenze

La popolazione di gatti urbani sul territorio del Comune di Firenze Relazione di Teoria dei Sitemi La popolazione di gatti urbani ul territorio del Comune di Firenze Modelli per lo tudio ed il controllo Docente: Aleandro Caavola Studenti: Leonardo Profeti, Manfredi Toraldo,

Dettagli

3. Catene di Misura e Funzioni di Trasferimento

3. Catene di Misura e Funzioni di Trasferimento 3.. Generalità 3. Catene di Miura e Funzioni di Traferimento 3.. Generalità Il egnale che rappreenta la grandezza da miurare viene trattato in modo da poter eprimere quet ultima con uno o più valori numerici

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 5 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 5 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... VOLUME 2 CAPITOLO 5 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE LA POPOLAZIONE 1. Paroe per capire Aa fine de capitoo scrivi i significato di queste paroe nuove: popoazione... uogo di provenienza... immigrato...

Dettagli

La manutenzione. Definizioni. Evoluzione storica. Manutenzione: Manutenibilità: Dott.ssa Brunella Caroleo

La manutenzione. Definizioni. Evoluzione storica. Manutenzione: Manutenibilità: Dott.ssa Brunella Caroleo La Dott.a Brunella Caroleo Definizioni Manutenzione: È il controllo cotante degli impianti e l inieme dei lavori di riparazione e otituzione neceari ad aicurare il funzionamento regolare e a mantenere

Dettagli

Manuale DTT APPROFONDIMENTI

Manuale DTT APPROFONDIMENTI Manuae DTT La tramiione digitae terretre DVB-T L introduzione dea teeviione digitae nea diffuione terretre rappreenta una coniderevoe opportunità tecnoogica da comprendere appieno a fine di poter utiizzare

Dettagli

Ricerca Aviva sui comportamenti dei consumatori

Ricerca Aviva sui comportamenti dei consumatori Ricerca Aviva sui comportamenti dei consumatori Contenuto 1. Prefazione di Amanda Mackenzie OBE,Direttore Marketing e Comunicazione, Aviva pc. (p3) 2. Principai evidenze (p4) 3. CAS 2004 - uno sguardo

Dettagli

Parrucchiera / parrucchiere con attestato federale di capacità (AFC)

Parrucchiera / parrucchiere con attestato federale di capacità (AFC) Piano di formazione per l ordinanza ulla formazione profeionale di bae Parrucchiera / parrucchiere con attetato federale di capacità (AFC) Numero della profeione 8014 del 1 novembre 01 Indice Indice...

Dettagli

Lezione 2. Campionamento e Aliasing. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 2 1

Lezione 2. Campionamento e Aliasing. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 2 1 Lezione 2. Campionamento e Aliaing F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 2 1 Schema della lezione 1. Introduzione 2. Il campionatore ideale 3. Traformata di un egnale campionato 4. Teorema del campionamento

Dettagli

1 Generalità sui sistemi di controllo

1 Generalità sui sistemi di controllo 1 Generalità ui itemi di controllo Col termine proceo nell impiantitica chimica i intende un inieme di operazioni eeguite u una certa quantità di materia allo copo di modificarne in tutto o in parte alcune

Dettagli

Obiettivi in Alta Definizione e gestione delle Aberrazioni Cromatiche 1 parte

Obiettivi in Alta Definizione e gestione delle Aberrazioni Cromatiche 1 parte HD ACADEMY a cura dell Ing. Sergio Brighel* Obiettivi in Alta Definizione e getione delle Aberrazioni Cromatiche 1 parte Il fenomeno delle aberrazioni cromatiche è tra le caue più importanti di decadimento

Dettagli

Capitolo IV L n-polo

Capitolo IV L n-polo Capitolo IV L n-polo Abbiamo oervato che una qualiai rete, vita da due nodi, diventa, a tutti gli effetti eterni, un bipolo unico e queto è in qualche miura ovvio e abbiamo anche motrato come cotruire

Dettagli

Lezione 12. Regolatori PID

Lezione 12. Regolatori PID Lezione 1 Regolatori PD Legge di controllo PD Conideriamo un regolatore che eercita un azione di controllo dipendente dall errore attravero la eguente legge: t ut = K et K e d K de t P + τ τ+ D. dt La

Dettagli

Parte III. Unità didattiche

Parte III. Unità didattiche Parte III Unità didattiche I Giochi per cantare Le attività qui propote decrivono acune odaità con e quai inegnare un canto per iitazione. La pria unità a chiaereo «gioco zero» (G0) poiché cotituice i

Dettagli

PRODUTTIVITÀ DCP-8110DN MAGGIORE CON LA SOLUZIONE AD ALTA VELOCITÀ IDEALE PER L'UFFICIO

PRODUTTIVITÀ DCP-8110DN MAGGIORE CON LA SOLUZIONE AD ALTA VELOCITÀ IDEALE PER L'UFFICIO DCP-8110DN MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CON LA SOLUZIONE AD ALTA VELOCITÀ IDEALE PER L'UFFICIO IL MODELLO DCP-8110DN È LA SOLUZIONE "ALL-IN-ONE" AD ALTA VELOCITÀ CHE CONSENTE DI OTTIMIZZARE LA PRODUTTIVITÀ E

Dettagli

ELETTRONICA ANALOGICA INDUSTRIALE PARTE 4. Retroazione

ELETTRONICA ANALOGICA INDUSTRIALE PARTE 4. Retroazione Retroazione Eetto della retroazione ul guadagno Riduzione della ditorione Impedenze di ingreo e di ucita Reti di retroazione Ripota in requenza Eetto della retroazione ui poli Margini di guadagno e di

Dettagli

Il CONCIME da pollice verde? Non sempre è il più CARO

Il CONCIME da pollice verde? Non sempre è il più CARO Il Salvagente 1- maggio 201 Conumi Tet 21 Il CONCIME da pollice verde? n empre è il più CARO Marta Strinati è tato lungo e faticoo anche per le piante. Freddo, pioggia e mancanza di cu- L inverno re hanno

Dettagli

Erga News IL VOLONTARIATO FIRMATO. La voce dei volontari. www.erga omnes.eu BIMESTRALE GRATUITO, CURATO DAI VOLONTARI DELL'ASSOCIAZIONE

Erga News IL VOLONTARIATO FIRMATO. La voce dei volontari. www.erga omnes.eu BIMESTRALE GRATUITO, CURATO DAI VOLONTARI DELL'ASSOCIAZIONE Erga New La voce dei volontari www.erga omne.eu BIMESTRALE GRATUITO, CURATO DAI VOLONTARI DELL'ASSOCIAZIONE INDICE Il volontariato firmato Erga Omne (pag. 1 ) Il Centro di Acolto è un ervizio focale del

Dettagli

Lezione 11. Equilibrio dei mercati del credito e della moneta bancaria. domanda di credito delle imprese = offerta delle banche;

Lezione 11. Equilibrio dei mercati del credito e della moneta bancaria. domanda di credito delle imprese = offerta delle banche; Lezione 11. Equilibrio dei mercati del credito e della moneta bancaria L E d = L domanda di credito delle impree = offerta delle banche; M d H = M M domanda di moneta (legale e bancaria) delle famiglie

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico-Tecnologico Progetto Brocca

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO 2006 Indirizzo Scientifico-Tecnologico Progetto Brocca Eame di tato 00 ESAME D STATO D LCEO SCENTFCO 00 ndirizzo Scientifico-Tecnologico rogetto Brocca Tema di: FSCA tracrizione del teto e redazione oluzione di Quintino d Annibale Secondo tema L'etto oule

Dettagli

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE

ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20ll SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ALLEGATO SUB B) ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 64 DEL 11.07.20 SCHEDE DI VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE VALUTAZIONE ANNO DIPENDENTE: CATEGORIA: B (amministrativo)

Dettagli

Cinematica: soluzioni. Scheda 4. Ripetizioni Cagliari di Manuele Atzeni - 3497702002 - info@ripetizionicagliari.it

Cinematica: soluzioni. Scheda 4. Ripetizioni Cagliari di Manuele Atzeni - 3497702002 - info@ripetizionicagliari.it Cinematica: oluzioni Problema di: Cinematica - C0015ban Teto [C0015ban] Eercizi banali di Cinematica: 1. Moto rettilineo uniforme (a) Quanto pazio percorre in un tempo t = 70 un oggetto che i muove con

Dettagli

Sistemi di gestione per la qualità UNI EN ISO 9001. (edizione 2015)

Sistemi di gestione per la qualità UNI EN ISO 9001. (edizione 2015) Sistemi di gestione per a quaità UNI EN ISO 9001 (edizione 2015) 1 4) CONTESTO DELL'ORGANIZZAZIONE 4.1 Comprendere 'organizzazione e i suo contesto L'organizzazione deve determinare i fattori esterni ed

Dettagli

SIMFER 43 CONGRESSO NAZIONALE FERRARA, 4-7 OTTOBRE 2015

SIMFER 43 CONGRESSO NAZIONALE FERRARA, 4-7 OTTOBRE 2015 SIMFER 43 CONGRESSO NAZIONALE FERRARA, 4-7 OTTOBRE 2015 SIMFER 1985 San Giorgio e i drago di Cosmè Tura > Nuove acquisizioni nea riabiitazione dee persone con esioni cerebrai > Modei organizzativi dea

Dettagli

IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII IMPRESAPERTA IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII Un modo migiore di avorare, attraverso un coinvogimento che iberi energie, capacità e potenziaità per a crescita dea motivazione, dea partecipazione e dea

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA anni di AIP Relazione del Preidente in occaione del 10 Congreo Nazionale Gardone Riviera (BS), 15 aprile 2010 Preidenti Onorari Mario Barucci Lodovico Frattola Pat

Dettagli

Cap. 4 Mercati finanziari

Cap. 4 Mercati finanziari Cap. 4 ercati finanziari Tao interee (i): importante per invetimenti e celte i conumo intertemporali. Noi iamo intereati principalmente ai primi. Come i etermina i? Attori: Banca Centrale (BC), banche,

Dettagli

LA LEADERSHIP ARCHETIPALE. Pagina 5. Pagina 7. Pagina 3. Consulenza Formazione Coaching. Numero 2 - Marzo/Aprile 2013

LA LEADERSHIP ARCHETIPALE. Pagina 5. Pagina 7. Pagina 3. Consulenza Formazione Coaching. Numero 2 - Marzo/Aprile 2013 Pioe Numero 2 - Marzo/Aprie 2013 Consuenza Formazione Coaching LA LEADERSHIP ARCHETIPALE Quae è a distinzione tra un eader e un manager? Leader si nasce o si diventa? I tema dea eadership da sempre affascina

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Il problema Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Docenti: M. Goldwurm, S. Aguzzoli Appello del 5 Aprile 005 Progetto Recinti Conegna entro il Aprile 005 Si tudia la reitenza di alcune pecie di piante

Dettagli

IL CONTROLLO DEI GNSS SYSTEMS IN REAL TIME KINEMATIC CON LE NUOVE NORME ISO 17123-8:2007

IL CONTROLLO DEI GNSS SYSTEMS IN REAL TIME KINEMATIC CON LE NUOVE NORME ISO 17123-8:2007 IL CONTROLLO DEI GNSS SYSTEMS IN REAL TIME KINEMATIC CON LE NUOVE NORME ISO 17123-8:2007 Lorenzo LEONE (*), Daniela LAUDANI FICHERA (**) Marco LEONE (***), Giueppe PULVIRENTI (****) (*) Dipartimento di

Dettagli

Ing. Mariagrazia Dotoli Controlli Automatici NO (9 CFU) Antitrasformata di Laplace PROCEDIMENTI DI ANTITRASFORMAZIONE

Ing. Mariagrazia Dotoli Controlli Automatici NO (9 CFU) Antitrasformata di Laplace PROCEDIMENTI DI ANTITRASFORMAZIONE PROCEDIMENTI DI ANTITRASFORMAZIONE L'operazione di paaggio invero dal dominio della frequenza complea al dominio del tempo F() f(t) è detta antitraformata o traformazione invera di Laplace. Data una funzione

Dettagli

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm Isoamento termico Gamma di prodotti basso emissivi Pikington Pikington K Gass Pikington Optitherm Pikington Optitherm S3 Introduzione a vetro basso emissivo I vetro è uno dei materiai da costruzione più

Dettagli

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm

Isolamento termico. Gamma di prodotti basso emissivi Pilkington. Pilkington K Glass Pilkington Optitherm Isoamento termico Gamma di prodotti basso emissivi Pikington Pikington K Gass Pikington Optitherm Pikington Optitherm S3 Introduzione a vetro basso emissivo I vetro è uno dei materiai da costruzione più

Dettagli

E ANTROPOLOGIA ESISTENZIALE Anno accademico 2015-16

E ANTROPOLOGIA ESISTENZIALE Anno accademico 2015-16 COME RAGGIUNGERE L ATENEO n In treno Da stazione Termini, prendere i treno direzione Civitavecchia e scendere a stazione Aureia. Proseguire a piedi per un breve tratto fino ad arrivare in via de Bazo e

Dettagli

ECO-RELAX, tra i limoni del Garda

ECO-RELAX, tra i limoni del Garda di Camilla Fiorin ECO-RELAX, tra i limoni del Garda [www.lefayreort.com] Bio-architettura, integrazione morfologica, hi-tech ecootenibile, deign e beneere naturale: è il Lefay Reort & SPa Pilatri rivolti

Dettagli

Risoluzione di travature reticolari iperstatiche col metodo delle forze. Complemento alla lezione 43/50: Il metodo delle forze II

Risoluzione di travature reticolari iperstatiche col metodo delle forze. Complemento alla lezione 43/50: Il metodo delle forze II Risouzione di travature reticoari iperstatiche co metodo dee forze ompemento aa ezione 3/50: I metodo dee forze II sercizio. er a travatura reticoare sotto riportata, determinare gi sforzo nee aste che

Dettagli

Personal Mastery Report

Personal Mastery Report Persona Mastery Report Profio base Esempio nome società Esempio dipartimento Esempio posizione avoro Mario Esempio 28 aprie 1 Report di Mario Esempio - 28 aprie 1 Indice 1 Persona Mastery Report 3 11 omprendere

Dettagli

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 509/2015/R/COM

DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 509/2015/R/COM DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 509/2015/R/COM CRITERI PER LA DETERMINAZIONE E L AGGIORNAMENTO DEL TASSO DI REMUNERAZIONE DEL CAPITALE INVESTITO PER LE REGOLAZIONI INFRASTRUTTURALI DEI SETTORI ELETTRICO

Dettagli

Sicurezza dei pazienti e Gestione del Rischio clinico: la Qualità dell assistenza farmaceutica

Sicurezza dei pazienti e Gestione del Rischio clinico: la Qualità dell assistenza farmaceutica Ministero dea Saute Federazione Ordini Farmacisti Itaiani (FOFI) Società Itaiana di Farmacia Ospedaiera e dei Servizi farmaceutici dee Aziende sanitarie (SIFO) Sicurezza dei pazienti e Gestione de Rischio

Dettagli

Sezioni in c.a. La flessione composta. Catania, 16 marzo 2004 Marco Muratore

Sezioni in c.a. La flessione composta. Catania, 16 marzo 2004 Marco Muratore Sezioni in c.a. La fleione compota Catania, 16 marzo 004 arco uratore Per chi non c era 1. Compreione: verifica Tenioni ammiibili α cd Ac f 1.5 f yd A 0.7 σ ( A max c c n A ) Riultati comparabili per il

Dettagli

Salute! Notiziario dell Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco

Salute! Notiziario dell Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Per prenotare viite e pretazioni pecialitiche telefona al NUMERO VERDE 800.638.638 n Per informazioni ulla Carta Regionale dei Servizi telefona al NUMERO VERDE 800.030.606 Notiziario dell Azienda Opedaliera

Dettagli

1 I prodotti finanziari di riferimento

1 I prodotti finanziari di riferimento UN MODELLO PER L ANALISI DELLO STILE DI GESTIONE DEI FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO Domenico Vitocco 1+, Claudio Converano 1 1 Dipartimento di Economia e Territorio, Univerità di Caino, Via Mazzaroppi, I-03043

Dettagli

2 I METODI DI ANALISI DEI SISTEMI DI CONTROLLO AD ANELLO CHIUSO LINEARI 12

2 I METODI DI ANALISI DEI SISTEMI DI CONTROLLO AD ANELLO CHIUSO LINEARI 12 COSO DI SISTEMI Sommario 1 I SISTEMI DI CONTOLLO...4 1.1 Introduzione...4 1.1.1 Sitemi di controllo ad anello aperto...5 1.1.2 Sitemi di controllo a previione...7 1.1.3 Sitemi di controllo ad anello chiuo

Dettagli

Corso di Microonde II

Corso di Microonde II POITECNICO DI MIANO Coro di Microonde II ezi n. 3: Generalità ugli amplificatori ineari Coro di aurea pecialitica in Ingegneria delle Telecomunicazi Circuiti attivi a microonde (Amplificatori) V in Z g

Dettagli

FISICA Lavoro, Potenza, Energia

FISICA Lavoro, Potenza, Energia Lavoro, Potenza, Energia. Il Lavoro Supponiamo di applicare una forza F ad un corpo materiale per un determinato intervallo di tempo, con l effetto di far potare il corpo teo dalla ua poizione iniziale

Dettagli

Guida alla gestione d'impresa. Governare un'impresa

Guida alla gestione d'impresa. Governare un'impresa Guida aa gestione d'impresa Governare un'impresa Edizione 2010 Copyright 2010 Berardino & Partners S.r.. Via Morosini 19 10128 Torino Diritti di riproduzione, con quasiasi mezzo, concessi aa Camera di

Dettagli

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

L educazione civica e alla cittadinanza: due ricerche internazionali.

L educazione civica e alla cittadinanza: due ricerche internazionali. Bruno Loito Univerità Roma Tre L educazione civica e alla cittadinanza: due ricerche internazionali. Intervento al Convegno Fare il cittadino. La formazione di un nuovo oggetto nell Europa fra XIX e XXI

Dettagli

Definizione delle specifiche per un sistema di controllo a retroazione unitaria

Definizione delle specifiche per un sistema di controllo a retroazione unitaria Definizione delle pecifiche per un itema di controllo a retroazione unitaria Obiettivi del controllo Il itema di controllo deve eere progettato in modo da garantire un buon ineguimento dei egnali di riferimento

Dettagli

RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO

RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO RSU ELEZIONI DEL 3-4-5 MARZO 2015 BREVI NOTE SULLA CONTRATTAZIONE D ISTITUTO RSU eezioni de 3-4-5 marzo 2015 3 Caendario e tempistica dee procedure eettorai e termine per e adesioni 13 gennaio 2015 annuncio

Dettagli

Esercizi sul moto del proiettile

Esercizi sul moto del proiettile Eercizi ul moto del proiettile Riolvi li eercizi ul quaderno utilizzando la oluzione olo per controllare il tuo riultato. 1 Un fucile è puntato orizzontalmente contro un beralio alla ditanza di 30 m. Il

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO

CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO Newsetter n.7 - (1/2014) CASSA DI PREVIDENZA INTEGRATIVA PER IL PERSONALE DELL ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO presente numero dea newsetter dea Cassa iustra una rapida situazione de andamento de

Dettagli

Prot. N 1223/C14 Montegalda, 18 Giugno 2014

Prot. N 1223/C14 Montegalda, 18 Giugno 2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. Toaldo di MONTEGALDA Via Cattaneo 51 3 6 0 4 7 M O N T E G A L D A ( V i c e n z a ) 0444 636064 fax 0444 737054 Codice ficale 80015890249 Codice Itituto VIIC826007 Sito

Dettagli

Le ipotesi di base che si utilizzano sono le stesse quattro già viste con riferimento al caso della flessione semplice e cioè:

Le ipotesi di base che si utilizzano sono le stesse quattro già viste con riferimento al caso della flessione semplice e cioè: LEZIONI N 44 E 45 CALCOLO A ROTTURA DELLA SEZIONE PRESSOINFLESSA PROBLEMI DI VERIFICA La procedura di verifica dei pilatri di c.a., ottopoti a forzo normale e momento flettente, è baata ulla cotruzione

Dettagli

green innovation factory formule di insediamento

green innovation factory formule di insediamento formule di inediamento 2013 it La filoofia green innovation factory Progetto Manifattura è un centro di innovazione indutriale che opera prioritariamente nei ettori dell'edilizia ecootenibile, dell'energia

Dettagli

22 - Il principio dei lavori virtuali

22 - Il principio dei lavori virtuali - Il principio dei lavori virtuali ü [.a. 0-0 : ultima reviione 5 aprile 0] Eempio n. Si conideri il portale di Figura, emplicemente ipertatico. Si vuole applicare il principio dei lavori virtuali per

Dettagli

Lexmark Print Management

Lexmark Print Management Lexmark Print Management Ottimizzate a stampa in rete e create un vantaggio informativo con una souzione di gestione dee stampe che potrete impementare in sede o attraverso coud. Riascio stampe sicuro

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI

INFORMAZIONI GENERALI INFORMAZIONI GENERALI SEDE Ergife Paace Hote Roma Via Aureia, 619-00165 ROMA Come raggiungere a sede IN AEREO: Da Aeroporto Internazionae Leonardo da Vinci di Fiumicino a km.25 taxi treno Fiumicino/Roma

Dettagli

Processi verbali delle sedute del Consiglio regionale SESSIONE STRAORDINARIA. Deliberazione n. 224 del 23 luglio 2002

Processi verbali delle sedute del Consiglio regionale SESSIONE STRAORDINARIA. Deliberazione n. 224 del 23 luglio 2002 REGIONE DELL UMBRIA Consigio Regionae Processi verbai dee sedute de Consigio regionae XXXI SESSIONE STRAORDINARIA Deiberazione n. 224 de 23 ugio 2002 OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO - Regoamentazione de uso

Dettagli

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Quetionario cuola tatali 1 ciclo di itruzione Denominazione Scuola VILLANOVA D'ASTI Data invio 01/03/2015 11:31:37 Codice Meccanografico ATIC80600E URL di riferimento http://ext.pubblica.itruzione.it/invali/index.php/534466

Dettagli

Children in Crisis Italy

Children in Crisis Italy Chidren in Crisis Itay Istruzione per i bambini piu indifesi a mondo Chidren in Crisis Itay è un associazione non profit (Onus), fondata in Itaia ne 1999 ed originariamente ne Regno Unito ne 1993, per

Dettagli

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato

Atto costitutivo dell'associazione di volontariato Esente da imposte di boo e registro ex artt. 6-8 Legge 266/1991. Atto costitutivo de'associazione di voontariato ART. 1 - È costituita fra i suddetti comparenti 'associazione di voontariato costituita

Dettagli

Project Management Base

Project Management Base Mater in Management e Getione dell'innovazione http://www.rieforum.org/mater/index.php?option=com_content&view=article&id=48&itemid=53&lang=it Management Bae Modulo 1/3 Seconda Parte Sabato 16 Febbraio

Dettagli

PIANO ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE anno scolastico 2014-15

PIANO ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE anno scolastico 2014-15 PIANO ANNUALE DEL CONSIGLIO DI CLASSE anno scoastico 2014-15 CORSO: DOCENTE COORDINATORE: DOCENTE SOSTEGNO: ASSISTENTE FISICA: 8 9 10 11 12 14 15 16 17 1. ORARIO DEFINITIVO DELLA CLASSE(in giao:orario

Dettagli

Reti di calcolatori. La comunicazione, i nomi e gli indirizzi

Reti di calcolatori. La comunicazione, i nomi e gli indirizzi reti / reti di calcolatori La comunicazione, i nomi e gli indirizzi Se vi è una ituazione comunicativa (ad eempio l'aula colatica ) in cui vi è un emittente e molti poibili detinatari, il fatto che il

Dettagli

Guida all uso 3283. Cenni su questo manuale. Indice. Guida generale. Indicazione dell ora. Cronometro MO1106-IA

Guida all uso 3283. Cenni su questo manuale. Indice. Guida generale. Indicazione dell ora. Cronometro MO1106-IA MO1106-IA Guida a uso 3283 Cenni su questo manuae (Luce) A seconda de modeo di oroogio, a visuaizzazione de testo appare sotto forma di caratteri scuri su sfondo chiaro o sotto forma di caratteri chiari

Dettagli

Salute! Notiziario dell Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco

Salute! Notiziario dell Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Per prenotare viite e pretazioni pecialitiche telefona al NUMERO VERDE 800.638.638 n Per informazioni ulla Carta Regionale dei Servizi telefona al NUMERO VERDE 800.030.606 Notiziario dell Azienda Opedaliera

Dettagli

U.N.I.T.A.L.S.I. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO ELETTORALE

U.N.I.T.A.L.S.I. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO ELETTORALE U.N.I.T.A.L.S.I. Unione Nazionae Itaiana Trasporto Ammaati a Lourdes e Santuari Internazionai REGOLAMENTO GENERALE * * * * REGOLAMENTO ELETTORALE * * * * SECONDA EDIZIONE INDICE GENERALE PREFAZIONE ALLA

Dettagli

2. In un mercato concorrenziale senza intervento pubblico non si ha perdita di benessere sociale netto.

2. In un mercato concorrenziale senza intervento pubblico non si ha perdita di benessere sociale netto. Beanko & Breautigam Microeconomia Manuale elle oluzioni Capitolo 10 Mercati concorrenziali: applicazioni Soluzioni elle Domane i ripao 1. In corriponenza ell equilibrio i lungo perioo, un mercato concorrenziale

Dettagli

ds i Scopri i nostri servizi di screening,diagnosi, rieducazione e doposcuola

ds i Scopri i nostri servizi di screening,diagnosi, rieducazione e doposcuola i LE SS ia Scopri i notri ervizi i creening,iagnoi, rieucazione e opocuola I Diturbi Specifici i Apprenimento nei Centri SOS ileia Coa ono I Diturbi Specifici ell'apprenimento (DSA) ono ifunzioni neurobiologiche,

Dettagli

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE

SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE Focus TU Articoo SICUREZZA ELETTRICA: LE NOVITÀ PER IL DATORE DI LAVORO SUGLI IMPIANTI E SULLE APPARECCHIATURE di Fausto Di Tosto, primo tecnoogo, Sezione Impianti e apparecchiature eettriche - ISPESL

Dettagli

CENTRO LIBRI AREA RISERVATA: ISTRUZIONI PERL USO

CENTRO LIBRI AREA RISERVATA: ISTRUZIONI PERL USO CENTRO LIBRI AREA RISERVATA: ISTRUZIONI PERL USO 1. IL TUO PROFILO 2. RICERCA A CATALOGO SEMPLICE 3. RICERCA A CATALOGO AVANZATA 4. I RISULTATI DELLA RICERCA 5. PROMOZIONI IN CORSO E OFFERTE IN ESCLUSIVA

Dettagli

La bonifica dei siti contaminati è un tema sul quale, da diversi anni, si confrontano soggetti

La bonifica dei siti contaminati è un tema sul quale, da diversi anni, si confrontano soggetti Tra i tanti, acque di fada e terre e rocce, MISE e Conferenza dei Servizi Bonifiche in siti produttivi: quai gi aspetti più critici? La bonifica dei siti contaminati è un tema su quae, da diversi anni,

Dettagli

74 Quadro RF. Unico 2009 Società di capitali ed enti commerciali

74 Quadro RF. Unico 2009 Società di capitali ed enti commerciali 74 Per i beni mobii registrati, con costo ammortizzabie ai fini fiscai in un periodo non inferiore a dieci anni, a cui utiizzazione richieda un equipaggio di ameno sei persone, quaora siano concessi in

Dettagli

La solarità nelle varie zone italiane per il fotovoltaico

La solarità nelle varie zone italiane per il fotovoltaico Energia e Ambiente La soarità nee varie zone itaiane per i fotovotaico Modena 5 marzo 2008 Gianni Leanza Energia e Ambiente QUANTA ENERGIA ARRIVA DAL SOLE? Da Soe, si iberano enormi quantità di energia

Dettagli

Capitolo. Il comportamento dei sistemi di controllo in regime permanente. 6.1 Classificazione dei sistemi di controllo. 6.2 Errore statico: generalità

Capitolo. Il comportamento dei sistemi di controllo in regime permanente. 6.1 Classificazione dei sistemi di controllo. 6.2 Errore statico: generalità Capitolo 6 Il comportamento dei itemi di controllo in regime permanente 6. Claificazione dei itemi di controllo 6. Errore tatico: generalità 6. Calcolo dell errore a regime 6.4 Eercizi - Errori a regime

Dettagli

Le Misure. 2 ottobre 2007

Le Misure. 2 ottobre 2007 Le Miure ottobre 007 In tutte le oluzioni i farà ricoro alla notazione cientifica dei numeri, baata ul ignificato del itema decimale e poizionale. (piegare il ignificato) 1 Lunghezza 1.0.1 Una navetta

Dettagli

Interazione tra forze verticali e longitudinali: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013

Interazione tra forze verticali e longitudinali: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013 Interazione tra forze verticai e ongitudinai: effetti anti 5.5 aggiornato 19-11-2013 Ne piano frontae si studia interazione tra forze verticai Fz e forze aterai Fy sviuppate a iveo de impronta a terra.

Dettagli

L interpolazione areale: una soluzione al problema del confronto fra dati riferiti a sistemi spaziali differenti

L interpolazione areale: una soluzione al problema del confronto fra dati riferiti a sistemi spaziali differenti L interpolazione areale: una oluzione al problema del confronto fra dati riferiti a itemi paziali differenti Maria Michela Dickon, Giueppe Epa, Diego Giuliani e Emanuele Taufer 1. Introduzione Accade di

Dettagli

PIANO DI LAVORO. docente: Lancellotti Canio. classe: 5^ A IGEA. disciplina: ECONOMIA AZIENDALE. consegnato in data: 11 dicembre 2012

PIANO DI LAVORO. docente: Lancellotti Canio. classe: 5^ A IGEA. disciplina: ECONOMIA AZIENDALE. consegnato in data: 11 dicembre 2012 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO STATALE DI SAN DANIELE DEL FRIULI Istituto Statae d Istruzione Superiore Vincenzo Manzini di San Daniee de Friui Piazza IV Novembre 33038 SAN DANIELE DEL FRIULI (prov. di Udine)

Dettagli

COMUNE DI SPINO D ADDA LISTA PROGETTO PER SPINO PAOLO RICCABONI SINDACO PAOLO RICCABONI SINDACO. ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011

COMUNE DI SPINO D ADDA LISTA PROGETTO PER SPINO PAOLO RICCABONI SINDACO PAOLO RICCABONI SINDACO. ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011 COMUNE DI SPINO D ADDA ELEZIONI COMUNALI 15/16 Maggio 2011 LISTA PROGETTO PER SPINO Disponibiità a servizio Metteremo i singoi cittadini e a coettività a primo posto quai destinatari de nostro avoro. Tutti

Dettagli

Finalità del Modulo 6b

Finalità del Modulo 6b All table procee we hall predict. All untable procee we hall control (John von Neumann) Teoria del Controllo Modulo 6b Cortile Volta La funzione di controllo fa parte di un proceo di autoregolazione dell

Dettagli

Teoria delle decisioni in condizione di certezza e rischio

Teoria delle decisioni in condizione di certezza e rischio Teoria delle deciioni in condizione di certezza e richio Appunti di Fioravante PATRONE http://www.fioravante.patrone.name/default.htm Deciori (razionali) interagenti verione del 16 giugno 2010 Indice 1

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Ufficio 4

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sardegna Direzione Generale Ufficio 4 Ministero de struzione, de Università e dea Ricerca Ufficio Scoastico Regionae per a Sardegna Direzione Generae Ufficio 4 AOODRSA.REG.UFF. prot. n. 7373 Cagiari, 9 maggio 206 Ai Dirigenti Scoastici Direzioni

Dettagli

Diagramma circolare di un motore asincrono trifase

Diagramma circolare di un motore asincrono trifase Diagramma circolare di un motore aincrono trifae l diagramma circolare è un diagramma che permette di leggere tutte le grandezze del motore aincrono trifae (potenza rea, perdite nel ferro, coppia motrice,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 PROVINCIA DI ASTI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO PROVINCIALE N. 8258 OGGETTO APPROVAZIONE REGOLAMENTO PROVINCIALE DEL VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE 20/62 L anno duemiasei i giorno trenta de

Dettagli