DA O 06/07 QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DA O 06/07 QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE"

Transcript

1 AA 2576 BRUNELLO CHIARA GALTAROSSA SILVIA LA QUALITA' DEL SONNO NEI PAZIENTI OSPEDALIZZATI, PERCEZIONE DEGLI INFERMIERI E DEI PAZIENTI A CONFRONTO AA 2609 GUEGANG CAROLINE GEATTI SANDRO L'INTERVENTO PRECOCE NEL PAZIENTE AFFETTO DA INSUFFICENZA RENALE CRONICA: ASPETTI ASSISTENZIALI QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE INTERVENTO PRECOCE INSUFFICENZA RENALE AA 2619 BWALBUM BUKABO BETTY DE BERNARDO MARIA GLORIA PERCORSO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI AFFETTI MALARIA E DA MALARIA NELL'U.O DI MALATTIE INEFFTIVE E PREVENZIONE TROPICALI DI PADOVA: PROGETTO DI PREVENZIONE AA 2636 PIOL MARTINA COLMANET MARZIA RILEVAZIONE E MONITORAGGIO DEL RISCHIO DI LESIONI DA LESIONE DA COMPRESSIONE: ANALISI DELLO COMPRESSIONE STATO DELL'ARTE IN DUE REALTA' OPERATIVE OSPEDALIERE E STRATEGIE PER L'IMPLEMENTAZIONE DI STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE AA 2667 BARBON MADDALENA AVONI STEFANIA MUSICOTERAPIA UNA RISORSA PER IL NURSING MUSICOTERAPIA AA 2675 PRANOVI ASSUNTA ZANELLA GIORGIO CATETERI VENOSI: NUOVE RESPONSABILITA' PER GLI INFERMIERI CATETERI VENOSI AA 2679 DELLO JACOVO MATTEO PILOTTO FRANCO INFERMIERE E PERSONA EMODIALIZZATA: EMODIALISI ED ETICA L'APPROCCIO BIOGRAFICO NELL'APPROFONDIMENTO DEGLI ASPETTI PSICOLOGICI ED ETICI AA 2688 PELLIZZARI SILVIA PICCOLO PAOLA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE GESTIONE NUTRIZIONALE DELLA PERSONA CON ULCERE DA NUTRIZIONALE PRESSIONE RASSEGNA DELLE EVIDENZE AA 2718 SLONGO LUCIANO BARZON FABIOLA PAURA E CONOSCENZE DEL PZIENTE TRAPIANTATO DI POLMONE RIGUARDO AL RIGETTO AA 2734 DAL BO MARIANMIRENE VIDOTTO MARISA ANZIANI E ALCOL: INDAGINE CONOSCITIVA NEI CENTRI SOCIALI E RICREATIVI DEL COMUNE DI TREVISO AA 2742 CHILO' LUCA LABELLI ELSA EVITARE DI CADERE IN OSPEDALE QUALI RISULTATI CON L'USO DI POSTER AA 2748 MANSUTTI LAURA MENEGHETTI GIULIA LA LETTERA DI DIMISSIONE INFERMIERISTICA UNO STRUMENTO PER FACILITARE LA PRESA IN CARICO DOPO LA DIMISSIONE AA 2773 TOMMASI LORETTA DE BERNARDO MARIA GLORIA IL COUNSELING COME STRUMENTO EFFICACE NELLA RELAZIONE FRA L'INFERMIERE E LA GIOVANE DONNA OPERATA DI TUMORE AL SENO PAZIENTE TRAPIANTATO POLMONE DI ANZIANI E ALCOL EVITARE DI CADERE IN OSPEDALE LETTERA DIMISSIONE COUNSELING DONNA OPERATA AL SENO AA 2775 FRIZZARIN FABIO PAVAN PIERPAOLO LA CADUTE ACCIDENTALI IN OSPEDALE CADUTE ACCIDENTALI IN OSPEDALE 1

2 AA 2776 MINAZZO FEDERICA PAVAN PIERPAOLO SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA MEDIANTE GASTROSTOMIA PERCUTANEA ENDOSCOPICA GASTROSTOMIA PERCUTANEA ENDOSCOPICA AA 2778 CALTANA SIMONE VIDOTTO MARISA LA COMPLIANCE DEL PAZIENTE CON GLAUCOMA COMPLIANCE PAZIENTE GLAUCOMA AA 2781 TELL SARA ZANNATO ROSANNA ACCERTAMENTO E TRATTAMENTO TOPICO DEL DOLORE LEGATO ALLE LESIONI DA DECUBITO AC 2575 GATTO PAOLA FANTON ELENA LA RELAZIONE CON I FAMILIARI DI PERSONE RICOVERATE IN TERAPIA INTENSIVA UNA PROSPETTIVA BIFOCALE: FAMILIARI E INFERMIERI TRATTAMENTO TOPICO LESIONI RELAZIONE FAMILIARI E PAZIENTI IN TERAPIA INTENSIVA AC 2584 WAFO TATO THIERRY EMMA FANTON ELENA GESTIONE DELL'IPOTERMIA NEL PAZIENTE POST- OPERATO IN ICU AC 2594 GIAGNORIO ALESSIA MATTIAZZI MARTINA PROPOSTA PER L'ISTITUZIONE DI UN CENTRO INFORMATIVO E DI SUPPORTO ALLE FAMILIE IN CASO DI EVENTO CATASTROFICO AC 2602 GRAZIOTTO DENNY ANDRIGO MARGHERITA PERCORSO ASSISTENZIALE DI OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA NELL'UNITA' OPERATIVA DI PRONTO SOCCORSO DI CASTELFRANCO VENETO AC 2605 MINELLA LORENA MORETTI NOEMI L'EMERGENZA SANITARIA 118 PROPOSTA DI SCHEDA DI TRIAGE TERRITORIALE PER GLI INFERMIERI DELL'UNTA' OPERATIVA DI PIEVE DI CADORE AC 2628 BUROCCHI STEFANO RAZZOLINI RENATO L'INFERMIERE MILITARE E L'ASSISTENZA SANITARIA NELL'AVIOSGOMBERO DI PAZIENTE AFFETTO DA INFARTO NEL MIOCARDIO ACUTO AC 2632 BORTOLATO ANGELA BENETTON MARIA OPERARE IN CENTRALE OPERATIVA 118: PROGETTO DI INSERIMENTO PER COMPETENZE AC 2656 ANDRIOLLO PAOLA FANTON ELENA STUDIO RETROSPETTIVO SULL'EFFICACIA DELL'UTILIZZO DI PRESIDI MECCANICI NELLA PREVENZIONE DELLA MALATTIA TROMBOEMBOLICA IN UNA UNITA' DI TERAPIA INTENSIVA NEUROCHIRURGICA AC 2672 COLETTI ELENA CORBANESE ULISSE LA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI E LA RELAZIONE D'AIUTO AI FAMILIARI DEL POTENZIALE DONATORE LA PROSPETTIVA DEGLI INFERMIERI AC 2680 NOCENTE MELANIA DE BERNARDO MARIA GLORIA INDAGINE EPIDEMIOLOGICA IN RIANIMAZIONE: 'INFERMIERE E IL PAZIENTE IN STATO DI DELIRIUM AC 2692 BONETTI ROMINA PAVAN MARIA ROSA GESTIONE E TRATTAMENTO DELLE FERITE TRAUMATICHJE: REVISIONE DELLA LETTERATURA IPOTERMIA IN ICU CENTRO INFORMATYIVO EVENTI CASTROFICI OSSERVAZIONE BREVE IN P.S EMERGENZA 118 PIVE DI CADORE INFERMIERE MILITARE AVIOSGOMEBERO OPERARE NEL 118 MALATTIA TROMBOEMBOLICA T.I IN DONAZIONE ORGANI E RELAZIONE D'AIUTO STATO DI DELIRIUM FERITE TRAUMATICHE 2

3 AC 2693 RIZZO CRISTIANO MONACHESI STEFANO RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DELLE VIE AEREE NELL'EMERGENZA EXTRA OSPEDALIERA REALTA' REGIONALE NEL FRIULI VENEZIA GIULIA PROPOSTE FORMATIVE ED OPERATIVE AC 2696 MONETTI STEFANO ZAMPIERON ALESSANDRA INDAGINE SULLE MODALITA' DI GESTIONE DELLA DEFIBRILLAZIONE PRECOCE NEL SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 DELLE AZIENDE SANITARIE ULSS 12 DI MESTRE E ULSS 13 DI MIRANO E DOLO AC 2697 GIORATO PATRIZIA CHEMELLO LILIANA METODI DI VALUTAZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE OPERATO DI PROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO NEL POST OPERATORIO IN TERAPIA INTENSIVA AC 2701 MELCHIORI LUCIA BENETTON MARIA IL PARTO IN AMBIENTE EXTRAOSPEDALIERO PERCEZIONI ED ESIGENZE FORMATIVE DEGLI OPERATORI DI UN SERVIZIO DI EMERGENZA AC 2713 TOMASINI SILVIA CHEMELLO LILIANA PROBLEMI FISIOPATOLOGICI GESTIONALI DI UNA PERSONA ADULTA CON INTOSSICAZIONE ACUTA IN UN REPARTO DI MEDICINA D'URGENZA AC 2716 TACCHETTO STEFANIA CHEMELLO LILIANA L'ASPIRAZIONE TRACHEOBRONCHIALE IN PAZIENYE INTUBATO E/O TRACHEOSTOMIZZATO: OSSERVAZIONE E RACCOLTA DATI IN TERAPIA INTENSIVA E PROPOSTA DI UNA PROCEDURA GESTIONE VIE AEREE EMERGENZA GESTIONE DEFIBRILLAZIONE PRECOCE VALUTAZIONE DOLOTRE DEL PARTO EXTRAOSPEDALIERO INTOSSICAZIONE ACUTA ASPIRAZIONE TRACHEOBRONCHIALE AC 2726 ZANGHIERATO MICHELE TUMIATI MARINA INDIVIDUAZIONE DI STRUMENTI PER LA GESTIONE INFERMIERISTICA DI UN PAZIENTE POTENZIALE DONATORE D'ORGANO DI UN SERVIZIO DI TERAPIA INTENSIVA AC 2735 NEGRI SIMONE PAVAN PIERPAOLO LE INFEZIONI CORRELATE AL CATETERE VENOSO CENTRALE. RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE CLINICHE E ASISTENZIALI ED ECONOMICHE GESTIONE PAZIENTE DONATORE D'ORGANO INFEZIONI CATETERE VENOSO AC 2737 COLONNA AMEDEO GIROTTO ERICA BRONCOASPIRAZIONE A CIRCUITO CHIUSO VS CIRCUITO APERTO CON GUANTO STERILE SATO DELL'ARTE REVISIONE LETTERARIA DELL'ARGOMENTO AC 2738 CREPALDI IRENE GIROTTO ERICA DONAZIONI D'ORGANI: IL RUOLO DELL'INFERMIERE DI TERAPIA INTENSIVA NELLA RELAZIONE D'AIUTO AC 2747 PERSICO MONICA RAIMONDO ALBERTO L'INFERMIERE DEL SUEM 118 SULLA SCENA DI UN REATO RUOLO E COMPORTAMENTO AC 2752 RODRIGUEZ DIANA DECARLI ALESSANDRO IL PASSAGGIO DEL MALATO DALLA SALA OPERATORIA ALLA TERAPIA INTENSIVA: PROPOSTA DI UNA SCHEDA INFERMIERISTICA AC 2757 STORNANTI GIULIA FANTON ELENA DIFFICOLTA' DI COMUNICAZIONE CON IL PAZIENTE APPENA ESTUBATO BRONCOASPIRAZIONE A CIRCUITO CHIUSO DONAZIONE D'ORGANO INFERMIERE E SUEM 118 PASSAGGIO DA S.O A T.I COMUNICAZIONE ESTUBATO IN 3

4 AC 2766 CARRARO LUISA RAZZOLINI RENATO RUOLO DEL NURSING NELLA PREVENZIONE SECONDARIA IN CARDIOLOGIA RIABILITATIVA AC 2780 COMPARIN STEFANIA CAPOVILLA ELEONORA RIDUZIONE DEGLI AOUTCOMES NEGATIVI NEL PAZIENTE AFFETTO DA SINDROME COROMNARICA ACUTA CON ELEVATI LIVELLI DI ANSIA E DEPRESSIONE ACH 2578 GOBBI GABRIELLA FANTON ELENA PERCEZIONE DI COMPETENZA NELLA RIABILITAZIONE PSICO-SOCIALE DEL PAZIENTE CON LESIONI DETURPANTI: INDAGINE SUGLI INFERMIERI DEL CENTRO USTIONI DI PADOVA ACH 2580 MONETTI ANNA FRISON TIZIANA CONOSCENZE DEGLI INFERMIERI E MODALITA' DI GESTIONE DEL PAZIENTE CON DRENAGGIO TORACICO ACH 2581 RIGON SONIA STELLA GALTAROSSA SILVIA PREVENZIONE E SICUREZZA NELLA GESTIONE INTRAOPERATORIA IN SOGGETTI SOTTOPOSTI A CHIRURGIA LAPAROSCOPICA ACH 2593 SEGANFREDDO ELISA FRISON TIZIANA LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON USTIONI GRAVI NELLA PROMOZIONE DEL RECUPERO FUNZIONALE ACH 2595 BISOL FRANCESCA DECET ANDREA L'INFORMATIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLA PRESCRIZIONE E SOMMINISTRAZIONE DEL FARMACO ACH 2610 ALBIERI ORNELLA BOVA SERGIO TERAPIA IMMUNOSOPPRESSIVA NEI TRAPIANTI D'ORGANO ACH 2611 MALOSSO ALBERTO IACOBONE MAURIZIO LA TECNICA DELL'IRRIGAZIONE COME STRUMENTO MIGLIORATIVO DELLA QUALITA' DI VITA NEI PAZIENTI COLONSTOMIZZATI: REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2616 RONCON FEDERICA RAZZOLINI RENATO ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE PORTATORE DI CUORE ARTIFICIALE TOTALE ACH 2624 LUCCHINI CORRADO BADON PIERLUIGI LA GESTIONE DELLE LESIONI CUTANEE PERI ILEO COLONSTOMALI REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2634 CIRABISI MARIA MORETTI NOEMI INFEZIONE DELLA FERITA CHIRURGICA: INDAGINE EPLORATIVA PRESSO UNA UNITA' OPERATIVA DI CHIRURGIA GENERALE ACH 2635 RONCENA EVA NENA FAUSTO LA POMPA DI ASPIRAZIONE E IRRIGAZIONE NELL'ARTROSCOPIA DI SPALLA PREVENZIONE SECONDARIA CARDIOLOGIA IN AUTOCOMES NEGATIVI SINDROME CORONARICA ACUTA RIABILITAZIONE PSICO-SOCIALE LESIONI DETURPANTI DRENAGGIO TORACICO GESTIONE PARAROSCOPIA PAZIENTE E USTIONI GRAVI INFORMATIZZAZIONE RISCHIO CLINICO IMMUNOSOPPRESSIVA TRAPIANTI IRRIGAZIONE COLONSTOMIZZATI CUORE TOTALE GESTIONI CUTANEE INFEZIONE CHIRURGICA POMPA ASPIRAZIONE ARTROSCOPIA ATIFICIALE LESIONI FERITA DI ACH 2640 RUSSO ANGELA ZANELLA GIORGIO STRUMENTO DELLA CHIRURGIA OFTALMICA MANTENIMENTO DELLA QUALITA' ACH 2641 ROSSI DAVIDE ZACHEO TONIA RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREPARAZIONE ALLA COLONSCOPIA E GESTIOEN DEL DOLORE CHIRURGIA OFTALMICA PREPARAZIONE COLONSCOPIA 4

5 ACH 2648 SCHIAVO PAOLA BATTISTELLO MARILINDA LA GESTIONE DEL PAZIENTE SOTTOPSTO A CHEMIOTERAPIA IPERTERMICA INTRAOPERATORIA INTRAPERITONEALE CHEMIOTERAPY INTRAPERITONEAL SURGICAL ONCOLOGY ACH 2652 BETTIO TATIANA BONSO ORNELLA ESPERINEZA PRE OPERATORIA PERCEZIONE DELL'ANSIA DA PARTE DEL PAZIENTE ACH 2653 LONGO GIORGIA BATTISTELLO MARILINDA I RISCHI BIOLOGICI LA PERICOLOSITA' DEI FUMI E VAPORI IN SALA OPERATORIA ACH 2655 CESARO ROBERTA FANTON ELENA ASSISTENZA INFERMIERISTICA E PRIMO SOCCORSO AL PAZIENTE USTIONATO: REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2660 BENETEL GIAMPAOLO ROSSATO MARCO PROCEDURE ANGIOGRAFICHE TRANSRADIALI: STUDIO CONMPARATIVO SULL'EFFICACIA DEI DISPOSITIVI EMOSTATICI ACH 2664 MORARU VIORICA SCANTAMBURLO ADRIANO IL PAZIENTE EMODIALIZZATO RUOLO FONDAMENTALE DEL REGIME DIETETICO PROPOSTA DI UN OPUSCOLO INFORMATIVO PER MIGLIORARE LA COMPLIANCE ALLA PRESCRIZIONE DIETETICA ACH 2681 ARENA GIUSEPPA BURATTIN BRUNETTA ANALISI DEL BISOGNO D'INFORMAZIONE DEI GENITORI DI BAMBINI AFFETTI DA PALATOSCHISI RICOVERATI INNUNA CHIRURGIA SPECIALISTICA DI VICENZA ACH 2695 FANTINI LORENA MAURI ALESSANDRA PROPOSTA DI COUNSELING INFERMIERISTICO COME SOSTEGNO ALLA COLONSCOPIA: INDAGINE NEL SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA ACH 2699 FURIA SALVATORE NENA FAUSTO EDUCAZIONE DEL PAZIENTE NELL'INIEZIONE SOTTOCUTANEA NELL'AIUTO-SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI EPARINICI A BASSO PESO MOLECOLARE NEI POST INTERVENTI ORTOPEDICI ANSIA OPERATORIA PRE RISCHI BIOLOGICI IN S.O PRIMO USTIONE ANGIOGRAFIE TRANSRADIALI PAZIENTE EMODIALIZZATO BAMBINI PALATOSCHISI COUNSELING COLONSCOPIA SOCCORSO E PAZIENTE EINIEZIONE SOTTOCUTE ACH 2702 SAGITA LIKA ZACHEO TONIA OBESITA' PERCORSO ASSISTENZIALE INFERMIERISTICO AL PAZIENTE SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI CHIRURGIA BARIATRICA OBESITA' CHIRURGIA BARIATRICA ACH 2704 ZATTA BRUNO NENA FAUSTO L'UTILIZZO DELL'APPARECCHIATURA A-V IMPULSE SYSTEM NEL PSOT-INTERVENTO DI ARTROPROTESI D'ANCA E GINOCCHIO: PROPOSTA DI UN OPUSCOLO INFORMATIVO APPARECCHIATURA A- V IMPULSE ACH 2706 BAROZZINI ANTONELLA BONSO ORNELLA LA GESTIONE DEL DOLORE POSTOPERATORIO SCELTA E UTILIZZO DELLE POMPE ELASTOMETRICHE ACH 2707 ZAMBON ROSSANA PAVAN PIERPAOLO INDAGINE SULL'IMPORTANZA DEL LAVAGGIO DELLE MANI IN UN REPARTO DI CHIRURGIA ACH 2708 BRUGNARO SABINA PINTON LUIGI PERCORSO EDUCATIVO INFERMIERISTICO AL PAZIENTE SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI MAXILLO FACCIALE POMPE ELASTOMETRICHE IGIENE MANI INFEZIONI INTERVENTO MAXILLO FACCIALE 5

6 ACH 2715 BRAGA SIMONETTA IACOBONE MAURIZIO MONITORAGGIO INFERMIERISTICO DELLA QUALITA' DELL'INFORMAZIONE FORNITA AI PAZIENTI IN UNA UNITA' OPERATIVA DI CHIRURGIA TORACICA QUALITA' DELL'INFORMAZIONE ACH 2724 DA ROLD BARBARA MORETTI NOEMI PROTOCOLOO PER LA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO LATEX-SAFE ALL'INTERNO DI UN GRUPPO OPERATORIO MULTIDISCIPLINARE PROTOCOLO SAFE LATEX- ACH 2732 GAZZOLA PAOLA TUMIATI MARINA LE RECENTI EVIDENZE SCIENTIFICHE RISPETTO AL DIGIUNO PREOPERATORIO: PROPOSTA DI STRUMENTI AD USO INFERMIERISTICO DIGIUNO PREOPERATORIO ACH 2758 FORZAN ROSANNA FANTON ELENA INTERVENTI INFERMIERISTICI PER LA RIDUZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE USTIONATO: UNA REVISIONE DELLA LETTERATURA RIDUZIONE DOLORE DEL ACH 2759 FABRIS SERENA GEATTI SANDRO PROMOZIONE DELL'INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE DEL PAZIENTE SOTTOPOSTO A COLECISTOMIA PROPOSTA DI UNO STRUMENTO INFORMATIVO EDUCATIVO ACH 2764 RUTIGLIANO FEDERICA SARTORE GIOVANNI INTERVENTI INFERMIERISTICI NELLA RIABILITAZIONE POST OPERATORIA DEL PAZIEBNTE SOTTOPOSTO A SOSTITUZIONE PROTESICA D'ANCA ACH 2765 IZZO MICHELE CAMINITI ANTONIO LA GESTIONE E IL MONITORAGGIO DEI DRENAGGI IN CHIRURGIA ADDOMINALE: PROPOSTA DI UN PROTOCOLLO OPERATIVO ACH 2779 FRANCONI MAURIZIO DORIGO MARA EDUCAZIONE SANITARIA ALLA PERSONA PORTATRICE DI STOMIA URINARIA: PROPSOTA DI UN INTERVENTO EDUCATIVO PRESSO L'U.O DI CHIRURGIA DELL'ASS. N. 6 DEL FRIULI OCCIDENTALE AD 2574 MAGAROTTO MARIA CAPOVILLA ELEONORA L'INFERMIERE DOMICILIARE: LA RELAZIONE D'AIUTO PER L'ASSISTENZA AL PAZIENTE IN FASE TERMINALE E AI SUOI FAMILIARI EDUCAZIONE COLICISTECTOMIA RIABILITAZIONE PROTESI D'ANCA DREANAGGI PROTOCOLLO OPERATIVO EDUCAZIONE SANIATRAIA UNARIA STOMIA INFERMIERE DOMICILIARE RELAZIONE D'AIUTO e AD 2582 VETTORELLO VALERIO GALTAROSSA SILVIA PERCORSO ASSISTENZIALE IN DIMISSIONE DEI SOGGETTI CON TRACHEOTOMIA AD 2585 BLANCO SERGIO PAGANO CLAUDIO ASSISTENZA DOMICILIARE NEL PAZIENTE ANZIANO. RUULO DELL'INFERMIERE ASSISTENZA TRACHEOTOMIA ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANO AD 2599 LESSIO VALENTINA ZANOTTI RENZO LA QUALITA' DEL SONNO DELL'ANZIANO A DOMICILIO AD 2625 VIEZZER CRISTINA PILOTTO FRANCO LA COMUNICAZIONE NELL'AMBITO DELL'ASSISTENZA ONCOLOGICA: IL RUOLO DELL'INFERMIERE DOMICILIARE AD 2659 CASAZZA ROSELLA TUMIATI MARINA L'INTEGRAZIONE INFERMIERE OPERATORE SOCIO SANITARIO NEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DELL'AZIENDA ULSS 19 DI ADRIA QUALITA' ANZIANO ASSISTENZA ONCOLOGICA SONNO ASSISTENZA DOMICILIARE ULSS 19 6

7 AD 2689 PARPINEL CINZIA MENEGHETTI GIULIA LA VALUTAZIONE E LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE ONCOLOGICO A DOMICILIO ATTRAVERSO L'USO DI UN DIARIO DEL DOLORE: PROMOZIONE DELL'AUTONOMIA DEL PAZIENTE MEDIANTE L'ATTUAZIONE DI UN PROGETTO EDUCATIVO AD 2703 MEGGIATO ANTONELLA BONSO ORNELLA STRESS CAREGIVER NEL PAZIENTE COMPROMESSO A DOMICILIO AD 2728 MARCHIORI GABRIELLA SCANTAMBURLO ADRIANO LA TERAPIA ORALE A DOMICILIO DEL PAZIENTE PROPOSTA DI UNO STRUMENTO PER MIGLIORARE LA COMPLIANCE AD 2736 ZAMBOLIN GRAZIELLA BATTISTELLO MARILINDA ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA: PROBLEMATICHE INERENTI LA COMUNICAZIONE OSPEDALE-TERRITORIO PER LA CONTINUITA' ASSISTENZIALE AD 2744 FAVA LOUISE PASQUON PIER GIORGIO L'INFERMIERE NEL TERRITORIO: DIFFICOLTA' E COPING STRATEGIES NELLA RELAZIONE DI AIUTO CON IL MALATO ONCOLOGICO TERMIENALE E I SUOI FAMILIARI AE 2579 DEDJA DORINA FERRANTE ANNA INSERIMENTO LAVORATIVO DELL'INFERMIERE STRANIERO AE 2586 PAGNIN MAURA BURATTIN BRUNETTA STUDIO DESCRITTIVO DEL RISCHIO D'ERRORE LEGATO ALL'USO DI PIU' GRAFICHE NELLE UNITA' OPERATIVE RICOVERI A PAGAMENTO AE 2588 RIZZATO SERENA PECERE GIAMPAOLO IL RUOLO DELL'INFERMIERE PROFESSIONALE NEL TRIAGE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA E ACCETTAZIONE AE 2590 RIZZARDI CHIARA GEATTI SANDRO LA QUALITA' DELLA VITA NELLE PERSONE CON DEMENZA IN STRUTTURE RESIDENZIALI: MODELLI E STRUMENTI DI MISURAZIONE A CONFRONTO AE 2591 PIZZATO MONICA NEGRISOLO ADRIANA IL CODICE DEONTOLOGICO COME ESPRESSIONE DEI VALORI ETICI DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA INDAGINE ESPLORATIVA SU QUANTO E' CONOSCIUTO DAGLI INFERMIERI AE 2596 MENARELLO ROSSELLA CARLIZZI ISABELLA ASPETTI EDUCATIVI DI PREVENZIONE E CURA DEL TABAGISMO RUOLO DELL'INFERMIERE AE 2604 ROMA NANCY PECERE GIAMPAOLO LA CONSERVAZIONE DELL'INSULINA SICUREZZA DEL FARMACO QUALITA' DELLA PRESTAZIONE RUOLO CENTRALE DELL'INFERMIERE AE 2612 ZANNI DANIELE MARCON LUIGI UTILIZZO DEL VOLONTARIO SOCCORRITORE DEL SISTEMA 118: DALLE ORIGINI STORICHE AD OGGI, ASPETTI SANITARI GIURIDICI AE 2613 FASCINA IVANO PEGORARO CHIARA LA VALUTAZIONE INFERMIERISTICA NEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA. PROPOSTA DI UNO STRUMENTO PER L'IDENTIFICAZIONE DELLE DOLORE ONCOLOGICO STRESS CAREGIVER TERAPIA COMPLIANCE ADI OSPEDALE TERRITORIO ORALE COMUNICAZIONE DIFFICOLTA' E COPING STRATEGIES LAVORO INFERMIERE STRANIERO RISCHIO D'ERRORE DI PIU' GRAFICHE INFERMIERE E TRIAGE QUALITA' DI VITA DEMENZA CODICE DEONTOLOGICO PREVENZIONE TABAGISMO CONSERVAZIONE DELL'INSULINA VOLONTARIO E 118 VALUTAZIONE DIPARTIMENTO EMERGENZA NEL 7

8 PERSONE ANZIANE FRAGILI AE 2630 ROZITE JELENA SARTORATO FLORA SERVIZIO DI PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. INFORMAZIONE DEI LAVORATORI ATTRAVERSO UN OPUSCOLO INFORMATIVO AE 2639 DEGANI MARTINA MARTELLA SERGIO VIVERE L'HOSPICE LE PROFESSIONALITA' OPERANTI IN HOSPICE AE 2646 PALTANIN SONIA MARTELLA SERGIO INFERMIERE E PSICOTERAPEUTA? PER UN IPOTESI DI ACCESSO ALLA SCUOLS DI SPECIALISZZAZIONE IN PSICOTERAPIA AE 2649 PASQUI ALESSIA RAIMONDO ALBERTO L'INFERMIERE E A RELAZIONE D'AIUTO AL MAATO TERMINALE AE 2657 GOMIERO DORIS STURNIOLO SILVIA CARTELLA CLINICA CARTACEA ED INFORMATIZZATA: ESPERIENZE A CONFRONTO NELL'AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO AE 2662 PAVAN ANTONELLA BERNARDI MATTEO MOTIVARE E SOSTENERE L'AVVIO DI UNA BANCA DEL LATTE UMANO DONATO: STUDIO RETROSPETTIVO SULL'UTILITA' DELLA BLUD AE 2663 COAN CHIARA GEATTI SANDRO BISOGNI EDUCATIVI RELATIVI AGLI STILI DI VITA NELLE PERSONE COLPITE DA INFARTO MIOCARDICO ACUTO INDAGINE CONDOTTA PRESSO LE U.O DI CARDIOLOGIA E UNITA' CORONARICA DELL'OSPEDALE DI CONEGLIANO AE 2668 VENTURI CHIARA ZANNI STEFANIA LA PRESSIONE TOPICA NEGATIVA NELLA CURA DELLE LESIONI CUTANEE: LO SVILUPPO INFERMIERISTICO AE 2671 GASPARETTO CINZIA MILAN ROSALIA IL RUOLO PERSONALE INFERMIERISTICO NELLE RADIOTERAPIE ONCOLOGICO ITALIANE AE 2678 FIOR STEFANIA SARTORATO FLORA FUNZIONI E COMPITI DELL'INFERMIERE NEI CENTRI ORGANIZZATIVI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI DELLE ULSS DELLA PROVINCIA DI TREVISO AE 2683 MINOTTI ROBERTA ZAMPIERON ALESSANDRA ATTEGGIAMENTO DEGLI INFERMIERI NEI CONFRONTI DELLO STATO FUNZIONALE DEL'ANZIANO OSPEDALIZZATO INDAGINE ESPLORATIVA AE 2684 GRANDO ROBERTA SANZOVO GIANNINA L'INFERMIERE E LA GESTIONE DELL'UTENTE AGGRESSIVO INDAGINE E PROPOSTA PROGETTUALE IN MEDICINA D'URGENZA E PRONTO SOCCORSO DELL'AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO PREVENZIONE E SICUREZZA IGIENE VIVERE L'HOSPICE INFERMIERE PSICOTERAPEUTA? E RELAZIONE D'IUTO MALATO TERMINALE CARTELLA CARTACEA CLINICA BANCA DEL LATTE UMANO STILI DI VITA INFARTO PRESSIONE NEGATIVA NURSING COMPETENZE RADIOTERAPIA SCREENING ONCOLOGICO ANZIANO OSPEDALIZZATO TOPICA UTENTE AGGRESSIVO AE 2711 FAVERO ELENA VIDOTTO MARISA USO DI CANNABIS INDAGINE CONOSCITIVA FRA GLI ADOLESCENTI USO DI CANNABIS 8

9 AE 2712 RIZZETTO VANNA VIDOTTO MARISA ALCOL AL FEMMINILE: INDAGINE CONOSCITIVA FRA GLI OPERATORI DI ALCOLOGIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO AE 2714 BAKUN SVITLANA MAURI ALESSANDRA LA SINDROME DEL BURNOUT: INDAGINE NELL'UNITA' OPERATIVA DI EMATOLOGIA NEL PRESIDIO OSPEDALEIRO CA' FONCELLO DI TREVISO AE 2730 TONETTO SARA RODRIGUEZ DANIELE RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PRESA IN CARICO DELLE DONNE VITTIME DI ABUSO AE 2731 BARBAN DAVIDE ZACHEO TONIA AUTONOMIA INFERMIERISTICA: RELAZIONE CODICE DEONTOLOGICO STUDIO EPIDEMIOLOGICO AE 2733 RIGATO URSULA CASAGRANDE RAFFAELLA ONCOLOGIA E ASSOCIAZIONISMO TERRITORIALE: UNA RETE SUPPORTATIVA PER LE DONNE CON CARCINOMA MAMMARIO ALCOL AL FEMMMINILE SINDROME BURNOUT DI DONNE VITTIMA DI ABUSO RELAZIONE CODICE DEONTOLOGICO CARCINOMA MAMMARIO AE 2746 FERRARI ANTONELLA MARTIN ALESSANDRO LE DIPENDENZE IL SERT E IL RUOLO DIPENDENZE E SERT DELL'INFERMIERE AE 2751 PIOL AURORA SARTORATO FLORA ASSISTENZA AI PAZIENTI IN LIBERO ACCESSO PAZIENTI E NELL'AMBULATORIO ODONTOIATRICO UN ODONTOIATRIA CONTRIBUTO INFERMIERISTICO PER IL MIGLIORAMENTO DELLE PROCEDURE ASSISTENZIALI AE 2755 DEOTTO NICOLETTA ZAMPIERON ALESSANDRA L'APPROCCIO INTEGRATO PER L'ADATTAMENTO ADATTAMENTO DEL PAZIENTE DIALIZZATO PAZIENTE DIALISI AE 2768 FRANZOLIN VILMA PAVAN PIERPAOLO ANALISI DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI STUDIO SPERIMENTALE IN QUATTRO REPARTI DELL'OSPEDALE DI MONSELICE AE 2774 BASSOLI GABRIELE DE BERNARDO MARIA GLORIA TEST E COUNSELING PER L'HIV/AIDS IL RUOLO DELL'INFERMIERE NEI CONSULTORI AE 2782 DREOS MANUELA RUBINI ALESSANDRO IL SUPPORTO PSICOLOGICO PER L'INFERMIERE ONCOEMATOLOGICO AF 2607 PRIFTI ERVIN GOBBATO FERDINANDO LA RETE DEI SERVIZI E L'AIUTO INFORMALE: PROPOSTA FORMATIVA PER BADANTI DELL'EST EUROPA IMPEGNATE NELLA TERMINALITA' AF 2627 NARDIN CHIARA AVONI STEFANIA PRIMOSOCCORSO IN UN IMPIANTO NATATORIO: PROPOSTA FORMATIVA PER IL PERSONALE ADDETTO AF 2633 SASRTORATO FLORA STANGHERLIN LAURA L'INFERMIERE E L'EDUCAZIONE ALL'EMERGENZA SANITARIA RIVOLTA AGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA MOVIMETAZIONE MANUALE PAZIENTI TEST PER HIV/AIDS SUPPORTO PSICOLOGICO RETE DEI SERVIZI E INFORMALE PRIMO SCCORSO NATATORIO EMERGENZA SANITARIA AF 2686 MENEGHINI NADIA PINTON LUIGI LA COMPETENZA TUTORIALE INFERMIERISTICA NEL TIROCINIO OSPEDALEIRO DELLO STUDENTE OPERATORE SOCIO SANITARIO TUTOR OSS AF 2729 CONDO MARIA IMELDA CASAGRANDE RAFFAELLA IL COUNSELING PROFESSIONALE NELL'APPROCCIO ASSISTENZIALE AL PAZIENTE LEUCEMICO COUNSELING LEUCEMIA 9

10 AG 2587 PUCSOK EDINA LO STORTO MARIO ROSARIO GESTIONE E PREVENZIONE DELL'ULCERA VENOSA NEL PAZIENTE IN ETA' GERIATRICA AG 2608 GAIO DIANA COLMANET MARZIA IL RISCHIO DI SOTTOVALUTAZIONE DEL DOLORE NELL'ANZIANO CON ALTERAZIONI COGNITIVE: STRATEGIE DI SOLUZIONE DEL PROBLEMA IN UNA STRUTTURA RESIDENZIALE ULCERA VENOSA ETA' GERIATRICA SOTTOVALUTRAZIONE DEL DOLORE ANZIANO AG 2615 TREVISAN DANIELA MARTIN ALESSANDRO APPROCCIO INFERMIERISTICO AL PAZIENTE AFASICO NELL'IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI AG 2650 MARCON ELISA BALLOTTA MASSIMO LA GESTIONE DELLA IDRATAZIONE NELLE RSA: STUDIO ED EDUCAZIONE NELLA PRATICA DEL PERSONALE DI SUPPORTO AG 2651 FENT GIADA VITTORIA BALLOTTA MASSIMO LA DISFAGIA NELLE RSA: EVIDENZA DELLA NECESSITA' DI UNA FORMAZIONE CONTINUA AG 2654 POLITO MARIA FRANCESCA GOBBATO FERDINANDO IL RUOLO DELL'INFERMIERE NEL TEAM RIABILITATIVO RICERCA BIBLIOGRAFICA PER VERIFICARE LA POSSIBILITA' DI LEADERSHIP AG 2677 AGOSTINI TATIANA BARZON FABIOLA REVISIONE BIBLIOGRAFICA SULL'ACCERTAMENTO INFERMIERISTICO DEL DOLORE IN PERSONE ANZIANE CON DEFICIT COGNITIVO MEDIO-GRAVE E GRAVE AG 2723 POSCOLIERO MARIA LUISA BUJA ALESSANDRA STRATEGIE PER FAVORIRE L'AUTONOMIA DELL'ANZIANO NELL'ASSUNZIONE DELLA TERAPIA ORALE AG 2725 ANDREOTTI DANIA GIROTTO CHIARA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE NON FARMACOLOGICA DELL'AGGRESSIVITA' NELLA DEMENZA DI ALZHEIMER AG 2740 SIRACUSA ANGELA TUMIATI MARINA LA VALUTAZIONE INFERMIERISTICA DEL DOLORE NEL PAZIENTE CON DEMENZA MEDIO-GRAVE AG 2756 ERMACORA EVA FANTON ELENA STUDIO EPIDEMIOLOGICO SULLE INFEZIONI URINARIE CONSEGUENTI ALLE DISFUNZIONI MINZIONALI NEI SOGGETTI MIELOLESI AG 2761 RUPOLO RENATA BONSO ORNELLA STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CADUTA UN CONFRONTO SULLA BASE DI REVISIONE DI LETTERATURA AG 2763 PASSADORE MARTA TUMIATI MARINA IL PAZIENTE CON MALATTIA DI ALZHEIMER RICOVERATO IN STRUTTURA: APPROCCIO ASSISTENZIALE MULTIPROFESSIONALE AG 2784 CREPALDI PATRIZIA CARGNELLI GABRIELLA UTILIZZO DEGLI ADDENSATI NELL'ALIMENTAZIONE DEL PAZIENTE DISFAGICO POST-STROKE AFASIA E BISOGNI IDRATAZIONE RSA NELLE DISFAGIA NELLE RSA TEAM RIABILITATIVO DOLORE ANZIANE AUTONOMIA DELL'ANZIANO FARMACOLOGIA AGGRESSIVITA' ALZHEIMER PERSONE DOLORE DEMENZA MEDIO GRAVE INFEZIONI MIELOLESI URINARIE RISCHIO DI CADUTA PAZIENTE ALZHEIMER E PAZIENTE DISFAGICO POST STROKE AM 2577 GUERRA MATTEO SIMONATO LORENZO LA PREVENZIONE DELLE ALCOLDIPENDENZE IN ETA' GIOVANILE: REVISIONE DELLA LETTERATURA PREVENZIONE ALCOLDIPENDENZE 10

11 AM 2583 PICARO ANNA FRISON TIZIANA LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON PERITONITE IN DIALISI PERITONEALE: PREVENZIONE ED EDUCAZIONE TERAPEUTICA PAZIENTE PERITONITE DIALISI AM 2598 PAGGIN SANDRA BELLONI ANNA SANDRA IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO: RUOLO DELL'INFERMIERE NEL TRAPIANTO ALLOGENICO NON MIELOABLATIVO TRAPIANTO OSSEO MIDOLLO AM 2600 ORAMAS LESLIE ZAMPIERON ALESSANDRA L'INFERMIERE ED IL MONITORAGGIO FISIOLOGICO DEL PAZIENTE CON ICTUS IN FASE ACUTA: REVISIONE DELLA LETTERATURA MONITORAGGIO ICTUS AM 2603 BOVOLENTA KETTY GROMPI ALESSANDRA L'INDIVIDUZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE CON DEMENZA AM 2606 FAVARO SONIA DORIGO MARA IL PAZIENTE STRANIERO CON TBC POLMONARE E L'ABBANDONO TERAPEUTICO POST DINISSIONE: PROPOSTA DI UNA STRATEGIA INFORMATIVA A CONTRASTO DOLORE E DEMENZA PAZIENTE STRANIERO E TBC AM 2620 FRANZONI MARIA LUISA GIROTTO CHIARA LA GESTIONE DELLE CADUTE DEL PAZIENTE CON ARTRITE REUMATOIDE DELL'UNITA' OPERATIVA DEI MEDICINA DELL'OSPEDALE DI LEGNAGO CADUTE PER ARTRIRE REUMATOIDE AM 2622 CHINCHIO LAURA PADOVAN LAMBERTO MONITORAGGIO DELLE FUNZIONI VITALI DEI PAZIENTI ACUTI NEI REPARTI INTERNISTICI AM 2626 FILIPPETTO ALESSANDRO PILOTTO FRANCO LA TERAPIA CON CELLULE STAMINALI: ASPETTI INFERMIERISTICI E QUESTIONI ETICHE AM 2631 OTTOCHIAN SILVIA MARTIN ALESSANDRO RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIERE PER I PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO CRONICO NEL CONTESTO AMBULATORIALE AM 2637 MARCHEZZOLO MASSIMO ORLANDO ROCCO IPERTENSIONE ARTERIOSA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE MONITORAGGIO E CURA AM 2638 BARCARI ION ORLANDO ROCCO ASSISTENZA INFERMIERISTICA NEL PAZIENTE POST IMA AM 2642 BIADENE CARLO VETTORATO MARIA GRAZIA LA TERAPIA NUTRIZIONALE DELLA PERSONA CON CIRROSI EPATICA AM 2643 SOTTANA BEATRICE BARBIERO EMANUELA PRESENTAZIONE DI UNO STRUMENTO INFORMATIVO PER I PAZIENTI SOTTOPOSTI AD ABLAZIONE TRASCATETERE PER LA FIBRILLAZIONE ATRIALE AM 2644 DORIGO SERENELLA DE BERNARDO MARIA GLORIA RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIEERE NELLA GESTIONE AD UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE DEL CITTADINO IMMIGRATO DIALIZZATO NEL RISPETTO DELLE SUE ORIGINI E CULTURA DI APPARTENENZA AM 2665 AGUIARI LORENZA DE BERNARDO MARIA GLORIA NURSING NEL TRATTAMENTO DEL DOLORE: L'INFERMIERE E IL PAZIENTE MUSULMANO PAZIENTI ACUTI TERAPIA STAMINALI CELLULE SCOMPENSO CARDIACO CRONICO IPERTENSIONE ARTERIOSA ASSISTENZA POST IMA NUTRIZIONE EPATICA ABLAZIONE TRANSCATETERE CITTADINO IMMIGRATO DIALIZZATO CIRROSI NURSING E DOLORE 11

12 AM 2666 BUSI ANGELA MICHELA ZANARDO GIORGIO L'ALIMENTAZIONE NEL PAZIENTE NEFROPATICO IN TRATTAMENTO SOSTITUTIVO: INTERVENTO EDUCATIVO INFERMIERISTICO PER MIGLIORARE L'ADESIONE ALLA PRESCRIZIONE DIETETICA ALIMENTAZIONE PAZIENTE NEFROPATICO AM 2670 STOCCO ELENA GIROTTO CHIARA LA PRESA IN CARICO INFERMIERISTICA DELLA PAZIENTE CON DIABNETE GRAVIDICO AM 2673 CALLEGARO MARA GIROTTO ERICA LA RIVELAZIONE E LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE RICOVERATO PRESSO IL REPARTO DI MEDICINA DI ESTE AM 2674 MARZOLA CHIARA GIROTTO ERICA PERCORSO CLINICO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE SOTTOPOSTO A TERMOABLAZIONE MEDIANTE RADIOFREQUENZA DI NEOPLASIE PRIMITIVE E SECONDARIE DEL FEGATO DIABETE GRAVIDICO GESTIONE DEL DOLORE ESTE TERMOABLAZIONE AM 2676 MARCHI MARINA ORLANDO ROCCO IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE CON EPATITE C PROPOSTA EDUCATIVA AM 2682 COLOMBI MARIA FLAVIA BALBONI FULVIA LO STATO CONFUSIONALE ACUTO: APPLICAZIONE DELLA SCALA DI NEECHAM AM 2685 CACCO EMANUELA ALBERTI ALFREDO TRATTAMENTO EMOSTATICO DOPO LA RIMOZIONE DI UN CATETERE IN ARTERIA FEMORALE IN PAZIENTE SOTTOPOSTO A CORONAROGRAFIA AM 2687 RIGOBON MARTINA PICCOLO PAOLA PROBLEMATICHE SULLA CONTINUITA' ASSISTENZIALE INFERMIERISTICA TRA OSPEDALE E TERRITORIO: PROPOSTA DI UNA LETTERA DI DIMISSIONE INFERMIERISTICA PER IL PAZIENTE CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA GESTIONE EPATITE C STATO CONFUSIONALE ACUTO PAZIENTE RIMOZIONE CATETERE CORONAROGRFIA LETTERA DIMISSIONE OSPEDALEIRA DI AM 2694 SCABORO GRETA BOSCOLO ANZOLETTI ANTONIO VIVERE ACCANTO AD UNA PERSONA CON DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE: INDAGINE ESPLORATIVA SULLE CONSEGUENZE EMOTIVE E SULLA QUALITA' DI VITA VIVERE DEFIBRILLATORE CON AM 2698 MASCHIO ALICE SANDRI MARCO ACCOMPAGNAMENTO ALLA MORTE: LA COMUNICAZIONE DELL'INFERMIERE AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE ESPERIENZA NELLA REALTA' OSPEDALIERA DI FELTRE AM 2709 NUCIBELLA MONICA PAVAN PIERPAOLO GESTIONE INFERMIERISTICA DEL MONITORAGGIO DELLE FUNZIONI VITALI AL PAZIENTE CON ICTUS IN FASE ACUTA IN UNA NEUROLOGIA SENZA STROKE UNIT AM 2720 MONTICELLI ELENA SARTORE GIOVANNI RUOLO DELL'INFERMIERE NEL PERCORSO EDUCATIVO DELLE DONNE CON DIABETE IN GRAVIDANZA ACCOMPAGNAMENTO ALLA MORTE ICTUS FASE ACUTA DIABETE GRAVIDANZA IN 12

13 AM 2721 LONGHIN SILVIA FERLIN ALBERTO LA PERSONA AFFETTA DA SCLEROSI MULTIPLA RELAPSING REMITTING: BREVE RICERCA IN LETTERATURA RELATIVA ALLA NECESSITA' DI ADOTTARE UN REGIME ALIMENTARE SPECIFICO IL RUOLO DELL'INFERMIERE AM 2727 ZANCHETTIN GIANLUCA STURNIOLO SILVIA QUALITA' DELLA VITA DELLA PERSONA EPATOPATICA: INDAGINE CONOSCITIVA NEL CONTESTO DI MONASTIER (TV) AM 2743 COPPOLA ADRIANA LAPOLLA ANNUNZIATA DISFUNZIONE ERETTILE E SCREENING DELL'ISCHEMIA MIOCARDICA SILENTE NEI DIABETICI: POSSIBILE RUOLO DELLA SORVEGLIANZA CARDIIOVASCOLARE INFERMIERISTICA PRESENTAZIONE DI UNA CASISTICA AM 2749 GORZA DANUSCA STURNIOLO SILVIA AMBULATORIO SCLEROSI MULTIPLA COMPETENZE INFERMIERISTICHE NEI DISTURBI DELLA MINZIONE AM 2750 GEROTTO MAURO VIDOTTO MARISA DIABETE E SPORT: L'INFERMIERE COME PROMOTORE DI UN EFFICACE AUTOGESTIONE AM 2760 SCAPIN LORELLA ANZOLETTI ANTONIO VALUTAZIONE DELL'ADERENZA FARMACOLOGICA TRA GLI UTENTI DI ETA' SUPERIORE A 65 ANNI AFFETTI DA MALATTIA CARDIOVASCOLARE INDAGINE EFFETTUATA PRESSO IL POLIAMBULATORIO DELL'ULSS N. 4 DI ALTO VICENTINO AM 2762 FORLIN ISADORA ZANOTTI RENZO LA SCRITTURA COME MODALITA' COMUNICATIVA PER IL SOGGETTO AFASICO DEPRESSO POST ICTUS AM 2767 PANACCIONE ANNAMRAIA PINTON LUIGI RUOLO DELL'INFERMIERE VERSO IL PAZIENTE CHEMIOTRATTATO PROPOSTA EDUCATIVA PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CASTELFRANCO VENETO AM 2783 MASONI SIMONA DITADI ALESSANDRO LA PERDITA DI CAPELLI IN CHEMIOTERAPIA PROPOSTA DI STRUMENTO AO 2592 VIO ALESSANDRA DORIGO MARA GRAVIDANZA E PUERPERIO APPROCCI E STRUMENTI UTILI ALL'INTEGRAZIONE PROFESSIONALE: PROPOSTA DI UNO STRUMENTO OPERATIVO AO 2597 ZAMPIERI ALESSANDRA GARAVELLO BEATRICE NORME IGIENICO SANITARIE INFERMIERISTICHE PER LA DONNA GRAVIDA PER LA PREVENZIONE DELLA GESTOSI AO 2618 DOLCETTO MICHELA GROMPI ALESSANDRA EDUCAZIONE ALLA SALUTE E PROMOZIONE DELLA PREVENZIONE DEL TUMORE DEL COLLO DELL'UTERO PROSPETTIVE INFERMIERISTICHE AO 2629 EPIFANI FABRIZIO D'ANTONA DONATO MONITORAGGIO DELLA GRAVIDANZA EXTRAUTERINA CON IL MONITORAGGIO SIERICO DELLA BETA HCG SCLEROSI MULTIPLA QUALITA' EPATOPATICA DISFUNZIONE ERETTILE DIABETE SCLEROSI MINZIONE VITA MULTIPLA DIABETE E SPORT ADERENZA FARMACOLOGICA SCRITTURA MODALITA' COMUNICATIVA PAZIENTE CHEMIOTRATTATO PWERDITA CAPELLI CHEMIOTERAPIA GRAVIDANZA PUERPERIO NORME SANITARIE GRAVIDANZA TUMORE DELL'UTERO GRAVIDANZA EXTRAUTERINA E IGIENICO COLLO 13

14 AO 2661 DJEUGO DONGMO FRISON TIZIANA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELL'INCONTINENZA URINARIA FEMMINILE AO 2669 DAMIANO ANTONIETTA COLMANET MARZIA RISCHIO DI GESTIONE INEFFICACE DELL'ALLATTAMENTO AL SENO PER LE PUERPERE PRIMIPARE STRATEGIE DELL'INFERMIERE PER IL SOSTETNO DOMICILIARE ALLE NEO-MAMME INCONTINENZA URINARIA FEMMINILE GESTIONE INEFFICACE ALLATTAMENTO AL SENO AO 2719 MIGLIORANZA ELISA VENDRUSCOLO MARIDA LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE AMBELICALE: ELABORAZIONE DI UN MANUALE PER LA GUIDA INFERMIERISTICA ALLA COMPILAZIONE ANAMNESTICA DELLE PAZIENTI DONATRICI PRESSO L'ULSS N. 9 DI TREVISO DONAZIONE OMBELICALE SANGUE APE 2614 CARONELLO JESSICA MARIN IRENE LE LESIONI LATROGENE ALLA CUTE DEL NEONATO: IDEAZIONE DI UN PROTOCOLLO DI GESTIONE INFERMIERISTICA LESIONI LATROGENE APE 2621 BERTIN MICHELE CORRADIN HERTA ERLE LA PTREVENZIONE DELLE USTIONI PEDIATRICHE: APPROCCIO EPIDEMIOLOGICO: CONOSCERE IL PROBLEMA PER PROGRAMMARE INTERVENTI INFERMIERISTICI DI PREVENZIONE E3D EDUCAZIONE SANIATRIA APE 2645 LINDITA KICA MILAN ROSALIA PSICOFARMACI E BAMBINI DISABILI: EDUCAZIONE TERAPEUTICA E SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA NEL CENTRO EDUCATIVO RIABILITATIVO DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE DELL'AZIENDA ULSS 18 DI ROVIGO APE 2647 FUSARO LUISA VINCENTI EZIO BAMBINI E L'AMBIENTE DOMESTICO L'INFERMIERE NELL'EDUCAZIONE ALLA PREVENZIONE APE 2658 MASO SOFIA STURNIOLO SILVIA PRENDERSI CURA: CONTINUITA' DELLA CARE DALLA PATOLOGIA NEONATALE AL DOMICILIO APE 2691 CENDRON MADDALENA BERNARDI MATTEO GESTIONE DELLA CRISI EPILETTICA E DELLO STATO DI MALE EPILETTICO NEL BAMBINO EPILETTICO OSPEDALIZZATO PROPOSTA DI PIANO STANDAD PER L'ASSISTENZA INFERMIERISTICA PREVENZIONE USTIONI PEDIATRICHE PSICOFARMACI BAMBINI DISABILI INFERMIERE AMBIENTE DOMESTICO E E PRENDERSI CURA GESTIONE EPILETTICA CRISI APE 2705 BERTI VALENTINA GIROTTO CHIARA ALLATTAMENTO AL SENIO STRATEGIE DI PROMOZIONE APE 2717 BORTOLATO SARA ZANNI STEFANIA OBESITA' E STILE DI VITA IN ETA' PEDIATRICA: RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIERE APE 2722 CONSALVO ANGELA VENIER GIANBATTISTA GESTIONE DELLE COMPLICANZE RESPIRATORIE NEL BAMBINO OPERATO DI PALATOSCHISI ALLATTAMENTO SENO AL OBESITA' IN ETA' PEDIATRICA PALATOSCHISI 14

15 APE 2741 PELLEGRIINI ORIANA VERGERIO AMEDEO LA CONTENZIONE DEL DOLORE NEL NOANATO A TERMINE E PRETERMINE IN TERMOCULLA GESTIONE INFERMIERISTICA NELL'UNITA' OPERATIVA DI PATOLOGIA NEONATALE DELL'OSPEDALE SANTA MARIA DEL PRATO DI FELTRE BL APE 2770 BENETTI PAOLA MONCIOTTI CARLA MARIA IL BAMBINO SPINA BIFIDA: LE PROBLEMATICHE PRESENTI E LE LINEE PER UNA CORRETTA GESTIONE DELL'AUTOCATETERISMO VESCICALE APS 2589 DA TOS MARTINA GEATTI SANDRO I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARI (DCA): INDAGINE BIBLIOGRAFICA SUI TRATTAMENTI NON FARMACOLOGICI E POSSIBILI COMPETENZE INFERMIERISTICHE CONTENZIONE DOLORE NEONATO BAMBINO SPINA BIFIDA DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARI APS 2601 MARIANI FRANCESCA GEATTI SANDRO L'INTERVISTA ERMENEUTICA COME STRUMENTO DI MIGLIORAMENTO DELL'ACCERTAMENTO E PRESA IN CARICO INFERMIERISTICI DEL PAZIENTE CON DISAGIO MENTALE INTERVISTA ERMENEUTICA PAZIENTI DISAGIO MENTALE APS 2617 PAVAN MICHELE MARTELLA SERGIO DISTURBO PONDERALE NEL DISAGIO MENTALE IL PROBLEMA DELLA RIMOZIONE CORPOREA IN PSICHIATRIA RIMOZIONE CORPOREA PSICHIATRIA IN APS 2623 GIRIBUOLA VALENTINA GROMPI ALESSANDRA LA COMUNICAZIONE INVISIBILE RUOLO E FUNZIONI DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE NEL NURSING PSICHIATRICO COMUNICAZIONE INVISIBILE APS 2690 DE MARCHI ERIKA GEATTI SANDRO ESPERIENZE DI SELF-STIGMA E DESCRIMINAZIONE INDAGINE CONDOTTA SULLE PERSONE AFFERENTI AI DUE CENTRI DIURNI DEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DELL'ULSS 7 DEL VENETO MEDIANTE SCALA DISC. APS 2700 CALAZAVARA ALBERTO DE BERNARDO MARIA GLORIA L'INFERMIERE E LA VISITA DOMICILIARE IN PSICHIATRIA: RISORSE E DIFFICOLTA' APS 2710 BARBON CATERINA MENEGHETTI GIULIA L'INFERMIERE E LA COMPLIANCE DEL PAZIENTE NELLA GESTIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA IN SPDC PROGETTO PER MIGLIORARE LA QUALITA' ASSISTENZIALE APS 2739 DEL DIN SUSI MORETTI NOEMI DEFICIT D'INFORMAZIONE FORNITE ALLE PERSONE CON PROBLEMI ALCOLCORRELATI COMPLESSI PROPOSTA DI UN PERCORSO ASSISTENZIALE APS 2745 CARNIATO CHIARA MENEGHETTI GIULIA ASSISTENZA INFERMIERISTICA E SUICIDIO ACCERTAMENTO E GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO SUICIDARIO APS 2753 DE MICCO CLAUDIA MENEGHETTI GIULIA SESSUALITA' E PSICHIATRIA STRATEGIE D'INTERVENTO INFERMIERISTICO PER PROMUOVERE LA SALUTE SESSUALE NELLA PERSONA AFFETTA DA DISTURBI MENTALI ESPERIENZE DI SELF- STIGMA VISITA DOMICILIARE PSICHIATRIA INFERMIERE COMPLIANCE E PERSONE E ALCOL GESTIONE SUICIDIO SESSUALITA' PSICHIATRIA PAZIENTE E 15

16 APS 2754 BERALDO MOIRA MENEGHETTI GIULIA STRATEGIE DI PREVENZIONE DEL RISCHIO DI SUICIDIO NEL PAZIENTE AFFETTO DISTURBI MENTALI RICOVERATO NEL SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA: RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE APS 2769 TOSATTO VALENTINA MENEGHETTI GIULIA I GRUPPI TERAPEUTICI E RIABILITATIVI IN AMBITO PSICHIATRICO: STATO DELL'ARTE APS 2771 GABBAN ROBERTA MARTELLA SERGIO IL TRIAGE IN SALUTE MENTALE LA GESTIONE INFERMIERISTICA NELLE URGENZE PSICHIATRICHE REVISIONE NARRATIVA DELLA LETTERATURA E IPOTESI DI TRIAGE A CONFRONTO PREVENZIONE SUICIDIO GRUPPI TERAPEUTICI IN PSICHIATRIA TRIAGE IN SALUTE MENTALE APS 2772 ZENATO LICIA MARTELLA SERGIO L'ASSISTENZA INFERMIERISTICA TERRITORIALE IN SALUTE MENTALE: IL CASE MANAGEMENT COME MODELLO E LA VISITA DOMICILIARE COME STRUMENTO APS 2777 MENEGHETTI GIULIA FAVARO GRAZIELLA GESTIONE DEGLI AGITI AGRESSIVI NEL SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNSOI E CURA: MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' ASSISTENZIALE ATTRAVERSO L'INDIVIDUAZIONE PRECOCE DEI SOGGETTI A RISCHIO DI CONDOTTE AGGRESSIVE ASSISTENZA IN SALUTE MEBNTALE AGITI AGGRESSIVI PSICHIATRICI 16

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf. DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.it Popolazione anziana Distretto RMF1 Dati 2000 65-74 75-84 >85 M 3397

Dettagli

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE

CURRICULUM VITAE TITOLI DI STUDIO E PROFESSIONALI ED ESPERIENZE LAVORATIVE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tumiati Marina Data di nascita 31 gennaio 1964 Qualifica Infermiera Amministrazione Azienda U.L.S.S. 19 Incarico attuale Infermiera con incarico di tutor degli

Dettagli

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo

Distretto di Carpi. Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011. Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Distretto di Carpi Servizi socio-sanitari di sostegno al caregiver familiare 21 maggio 2011 Dr.ssa Rossana Cattabriga Dr. Giuseppe d'arienzo Settore Area Fragili U. O. Cure Primarie Area Disabili Area

Dettagli

Indice PARTE I INQUADRAMENTO CONCETTUALE AUTORI XIII XIX PRESENTAZIONE PREFAZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE XXI. CAPITOLO 1 Lo scenario e i principi 3

Indice PARTE I INQUADRAMENTO CONCETTUALE AUTORI XIII XIX PRESENTAZIONE PREFAZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE XXI. CAPITOLO 1 Lo scenario e i principi 3 AUTORI XIII PRESENTAZIONE XIX PREFAZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE XXI PARTE I INQUADRAMENTO CONCETTUALE CAPITOLO 1 Lo scenario e i principi 3 Antonella Santullo, Paolo Chiari Le prospettive concettuali del

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Rita Viaro INFORMAZIONI PERSONALI Stato civile: Nubile Nazionalità: Italiana Data di nascita: 16 Aprile 1979 Luogo di nascita: Ferrara Residenza : Via Bardocchia, 20 Quartesana

Dettagli

Grandangolo 2010: un anno di oncologia. Corso satellite per infermieri.

Grandangolo 2010: un anno di oncologia. Corso satellite per infermieri. [ Corso Residenziale] Grandangolo 2010: un anno di oncologia. Corso satellite per infermieri. Quando la teoria diventa good clinical practice: grandi cambiamenti costanti nel tempo. 1 di 1 [ Programma

Dettagli

OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.).

OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.). Deliberazione n. 916 del 29 07 2009 OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.). IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Dettagli

Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative. Evoluzione scientifica e tecnologica

Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative. Evoluzione scientifica e tecnologica I percorsi formativi per lo sviluppo dell assistenza infermieristica territoriale Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative Evoluzione

Dettagli

Regione. Sardegna. Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag.

Regione. Sardegna. Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag. Regione Sardegna Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag. 219 Cagliari (CA) - Azienda Ospedaliera G. Brotzu... Pag. 220 Carbonia

Dettagli

ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2

ASL TO2 Torino Nord Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE. Direzione Sanitaria Aziendale. Dipendenze 1. Dipendenze 2 ASL TO2 "Torino Nord" Piano di organizzazione DIREZIONE GENERALE Direzione Sanitaria Macro livello Distretti Circ. 4,5,6,7 Direzione distretto 4 Circoscr. 4 Direzione distretto 5 Circoscr. 5 Direzione

Dettagli

LIVELLI ESSENZIALI di ASSISTENZA

LIVELLI ESSENZIALI di ASSISTENZA Allegato parte integrante Allegato 1 LIVELLI ESSENZIALI di ASSISTENZA delle Unità operative di PSICOLOGIA Pag. 1 di 68 All. 001 RIFERIMENTO: 2010-S128-00159 Psicologia Funzioni, Livelli di Assistenza,

Dettagli

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ALLEGATO B ELENCO PRESTAZIONI PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Medico Specialista ( es. geriatria- medicina interna o discipline equipollenti) 1. Prima visita domiciliare e stesura della

Dettagli

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA

POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA libro:layout 1 21-10-2010 15:06 Pagina 49 POSITION PAPER: RUOLO DELLE STRUTTURE DI DIETETICA E CLINICA M. L. Amerio, D. Domeniconi in collaborazione con la Rete dei Servizi di Dietetica e Nutrizione Clinica

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv.

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv. PRESENTAZIONE I percorsi diagnostico terapeutici nell ambito delle patologie cardiovascolari sono soggetti a continua evoluzione in funzione di nuove disponibilità tecnologiche e di nuove possibilità terapeutiche

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo LOZIORI DANIELA Telefono 349-1886188 Fax E-mail Nazionalità italiana Data di nascita 06.09.1962

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO 2015

PROGRAMMA FORMATIVO 2015 PROGRAMMA FORMATIVO 2015 SEGRETERIA ORGANIZZATIVA U.O. POLITICHE PER IL PERSONALE E FORMAZIONE COMUNICAZIONE - URP e-mail: ecm@ospedaliriunitipalermo.it urp@ospedaliriunitipalermo.it P.O. VILLA SOFIA Tel.

Dettagli

SCHEDA DI INSERIMENTO

SCHEDA DI INSERIMENTO Dipartimento Sviluppo e Sussidiarietà A.S.S.I. Servizio Controllo del stema Socio-sanitario U.O. Accreditamento, Qualità e Appropriatezza del Servizi SCHEDA DI INSERIMENTO CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE

Dettagli

Università degli Studi di Milano-Bicocca FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA

Università degli Studi di Milano-Bicocca FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA Seduta del 16 ottobre 2008 - h. 14:00 Membri della Commissione Prof. Renato GAINI ( Presidente) Prof. Andrea BIONDI Prof. Gianfranco PARATI Prof. Giovanni ZATTI Prof. Alberto PESCI Prof. Marco BIGONI Prof.

Dettagli

Dichiarazione4 sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445)

Dichiarazione4 sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) Dichiarazione4 sostitutiva di atto di notorietà (art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) Il sottoscritto Schiavon Luigino dichiara sottola propria, consapevole delle sanzioni penali previste dall art. 76 del

Dettagli

L Assistenza Domiciliare ai Disabili Gravissimi

L Assistenza Domiciliare ai Disabili Gravissimi L Assistenza Domiciliare ai Disabili Gravissimi Tedaldi Laura Coordinatore Infermieristico Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata Ferrara 22 Ottobre 2011 1 Grave Disabilità articolo 3 Legge 104/1992

Dettagli

UNITA' OPERATIVA: SERVIZIO FARMACIA

UNITA' OPERATIVA: SERVIZIO FARMACIA UNITA' OPERATIVA: SERVIZIO FARMACIA Servizio Farmacia Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini Direttore: dott. Cinzia Monaco Indirizzo: Piazza C. Forlanini, 1-Roma Telefono: 06/5555-2530/36 Fax: 06-55552460

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

Psicologia e Contesti

Psicologia e Contesti U.O.C. di Psicologia ASL Viterbo Psicologia e Contesti 10 anni dell Unità Operativa Complessa di Psicologia 17-18 Gennaio 2008 Palazzo Doria Pamphilij San Martino al Cimino - Viterbo Iscrizioni Le iscrizioni

Dettagli

Regione del Veneto DGR n. 3223 del 08 novembre 2002 ALLEGATO '2' Rete ospedaliera della Regione Veneto

Regione del Veneto DGR n. 3223 del 08 novembre 2002 ALLEGATO '2' Rete ospedaliera della Regione Veneto Regione del Veneto DGR n. 3223 del 08 novembre 2002 ALLEGATO '2' Rete ospedaliera della Regione Veneto Dotazione di funzioni e posti letto strutture a gestione privata N.B. Nei totali non sono conteggiate

Dettagli

ORTOPEDIA E TRUMATOLOGIA. Tutor: Davide Levi A cura di : Elisa Gallinatti e Giulia Soldi

ORTOPEDIA E TRUMATOLOGIA. Tutor: Davide Levi A cura di : Elisa Gallinatti e Giulia Soldi ORTOPEDIA E TRUMATOLOGIA Tutor: Davide Levi A cura di : Elisa Gallinatti e Giulia Soldi SEDE Ospedale di Ivrea (Asl TO 4) Piazza della Credenza Primo piano Blocco B ORGANICO PER TURNO Mattino(6-14): 4

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. FRISON TIZIANA Data di nascita 09/08/1955. Cognome e Nome

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. FRISON TIZIANA Data di nascita 09/08/1955. Cognome e Nome INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome FRISON TIZIANA Data di nascita 09/08/1955 Qualifica Collaboratore Professionale Sanitario Esperto Infermiere esperto Ds 2 Amministrazione Incarico attuale In servizio

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome SERENA ZUPPONE Indirizzo VIA MARCO POLO N 73 98125 CONTESSE MESSINA Telefono 349-0815442 Fax E-mail serenazup73@yahoo.it

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Tonegutti Lorella Data di nascita 31/07/1966 Qualifica Dietista Amministrazione AUSL Valle d Aosta via Guido Rey, 1 11100 Aosta Incarico attuale Dietista Numero

Dettagli

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche PRESENTAZIONE DELL AREA TERRITORIO AREA VASTA 4 FERMO INSERIMENTO AL TIROCINIO DELLO STUDENTE IN INFERMIERISTICA L Area Territoriale dell Area Vasta 4 di Fermo è costituita da n. 3 Distretti. Le UU. OO.

Dettagli

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa:

Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario. web: scuolasi.it INFO 800 03 51 41. Premessa: Corso di O.S.S. Operatore Socio sanitario Premessa: Il corso di OSS - Operatore Socio sanitario -, riguarda tutti coloro che vogliono sviluppare abilità finalizzate all'assistenza socio sanitaria di persone

Dettagli

COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO ESPERTO CAPOSALA. Posizione Organizzativa - GESTIONE ATTIVITA' SALE OPERATORIE ED AMBULATORIALI

COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO ESPERTO CAPOSALA. Posizione Organizzativa - GESTIONE ATTIVITA' SALE OPERATORIE ED AMBULATORIALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome SACCO GIOVANNA Data di nascita 01/04/1949 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO ESPERTO CAPOSALA AZIENDA

Dettagli

PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI

PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI MASTER DI PRIMO LIVELLO IN PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI PRESUPPOSTI Dall'esperienza di presa in carico multidisciplinare del paziente

Dettagli

PAGANONI CATIA Via Pressi n 8 Albosaggia Sondrio. PGNCTA72D66I829M INFERMIERA Collegio I.P.A.S.V.I. della Provincia di Sondrio

PAGANONI CATIA Via Pressi n 8 Albosaggia Sondrio. PGNCTA72D66I829M INFERMIERA Collegio I.P.A.S.V.I. della Provincia di Sondrio F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PAGANONI CATIA Via Pressi n Albosaggia Sondrio Telefono 032511330 PEC catia.paganoni.ipasviso@pec.it

Dettagli

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 204 schede n 47 i tecnicoprofessionali obietti v schede con indicato Dossier Formativo individuale n AREA CLINICA i di processo 8 7,% 34 (28,45 %) i di sistema protesi

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 1000 ore. Operatore Socio Sanitario 1000 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 1000 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 1000 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 Responsabile Scientifico Titolo Evento Tipo Corso Trimestre di svolgimento Durata attività formativa in ore Numero partecipanti Obiettivo formativo 1 Giancarlo Proietti Necci

Dettagli

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci

LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci LE AREE SOCIO-SANITARIE DI COMPETENZA DELLA A.S.L. Ass. Sociale Dottoressa Anna Maria Paladino Ass. Sociale Dottoressa Dorotea Verducci AREA MATERNO INFANTILE ED ETÀ EVOLUTIVA (1) Assistenza di tipo consultoriale

Dettagli

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità Progetto S STEGNO VOL. 6 A chi rivolgersi in caso di necessità A chi rivolgersi in caso di necessità 118 ORE Il 118 è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso sanitario. È un

Dettagli

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI:

ORE TIROCINIO 450 ORE ESERCITAZIONI: ALLEGATO 1 Programma CORSO OSS 1000 ore Il programma analitico è suddiviso in moduli ed unità didattiche secondo le UC di riferimento; ore di aula complessive 450. Per i soggetti che intendono erogare

Dettagli

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti

Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute. Maria Grazia Proietti Il ruolo della professione infermieristica nell evoluzione evoluzione della domanda di salute Maria Grazia Proietti il campo di competenza dell infermiere è rappresentato dal complesso delle attività rivolte

Dettagli

Il telemonitoraggio nel paziente con dispositivo impiantabile (ICD o PM): la tecnologia per la sicurezza e la qualità di vita

Il telemonitoraggio nel paziente con dispositivo impiantabile (ICD o PM): la tecnologia per la sicurezza e la qualità di vita Il telemonitoraggio nel paziente con dispositivo impiantabile (ICD o PM): la tecnologia per la sicurezza e la qualità di vita Autrici: Carlesso Giulia, Corso Marilisa 33 Congresso Nazionale ANIARTI 5-7

Dettagli

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE INFERMIERI DI FAMIGLIA CONVENZIONATI 1 / 8 RELAZIONE Egregi colleghi, la legislazione vigente riconosce già all infermiere un ruolo fondamentale in assistenza domiciliare,

Dettagli

L INFERMIERE CASE MANAGER IN MEDICINA INTERNA L ESPERIENZA DI BIELLA PROGETTO FLORENCE

L INFERMIERE CASE MANAGER IN MEDICINA INTERNA L ESPERIENZA DI BIELLA PROGETTO FLORENCE L INFERMIERE CASE MANAGER IN MEDICINA INTERNA L ESPERIENZA DI BIELLA PROGETTO FLORENCE Belluno 11 ottobre 2008 Derossi Valentina LA MIA FORMAZIONE Diploma universitario di infermiera 1999 Dal 2000 lavoro

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA ATTVTA' D COMPLEMENTO ALLA DDATTCA CORSO D LAUREA N OSTETRCA ANNO ACCADEMCO 15/ Anno di Corso PERSONALE COMPARTO Semestre Corso integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Cognome e Nome. Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE, ISTRUZIONE E FORMAZIONE. Cognome e Nome. Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961 INFORMAZIONI PERSONALI Cognome e Nome Pegoraro Chiara Data di nascita 28/07/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale In servizio presso l Unità Operativa/Unità Organizzativa Numero telefonico dell

Dettagli

(IRCCRO_00877) Terapie cellulari

(IRCCRO_00877) Terapie cellulari (IRCCRO_00877) Terapie cellulari Crediti assegnati: 5.3 Durata: 7 ore Tipo attività formativa: Formazione Residenziale Tipologia: Conferenza, convegno/congresso Organizzato da: I.R.C.C.S. Centro di Riferimento

Dettagli

PRESENTAZIONE. ECM Evento accreditato ECM per le categorie MEDICO CHIRURGO* e INFERMIERE. Crediti assegnati 10,5.

PRESENTAZIONE. ECM Evento accreditato ECM per le categorie MEDICO CHIRURGO* e INFERMIERE. Crediti assegnati 10,5. PRESENTAZIONE I percorsi diagnostico terapeutici nell ambito delle patologie cardiovascolari sono soggetti a continua evoluzione in funzione di nuove disponibilità tecnologiche e di nuove possibilità terapeutiche

Dettagli

INIZIATIVA DI AGGIORNAMENTO SUL TEMA: IL PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE, CURA E CONTROLLO DEL TABAGISMO. l importanza della rete Aziendale nella

INIZIATIVA DI AGGIORNAMENTO SUL TEMA: IL PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE, CURA E CONTROLLO DEL TABAGISMO. l importanza della rete Aziendale nella INIZIATIVA DI AGGIORNAMENTO SUL TEMA: IL PIANO REGIONALE DI PREVENZIONE, CURA E CONTROLLO DEL TABAGISMO l importanza della rete Aziendale nella PREVENZIONE DELLE PATOLOGIE FUMO CORRELATE PROGRAMMA DI MASSIMA

Dettagli

CATTOLICA UNIVERSITÀ CLINICA, ETICA, ORGANIZZAZIONE, CONTINUITÀ ASSISTENZIALE. I Edizione Master Universitario di I livello ANNO ACCADEMICO 2012 2013

CATTOLICA UNIVERSITÀ CLINICA, ETICA, ORGANIZZAZIONE, CONTINUITÀ ASSISTENZIALE. I Edizione Master Universitario di I livello ANNO ACCADEMICO 2012 2013 CALENDARIO DELLE LEZIONI Settimane intensive DATE SEDE 1 Settimana 15-20 aprile 2013 2 Settimana 8-13 luglio 2013 Direttore del master: Roberto Bernabei Weekend DATE SEDE 13-14-15 dicembre 2012 10-11-12

Dettagli

Poletti Massimo. 03 Settembre 1961

Poletti Massimo. 03 Settembre 1961 CURRICULUM VITAE Informazioni Personali Nome Poletti Massimo Data di nascita 03 Settembre 1961 Codice fiscale Qualifica Amministrazione PLT MSM 61P03 D921 M Incarico attuale Assegnatario di posizione organizzativa

Dettagli

CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO

CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO CODICE CENTRO DI COSTO E DI MONITORAGGIO A A00 A000001 A01 A010803 A02 A020801 A025001 A025002 A0250021 A0250022 A0250023 A03 A030702 A0307021 A0307022 A0307023 A030703 A0307031 A0307032 A0307033 A04 A042607

Dettagli

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA

ATTIVITA' DI COMPLEMENTO ALLA DIDATTICA ATTVTA' D COMPLEMENTO ALLA DDATTCA CORSO D LAUREA N OSTETRCA ANNO ACCADEMCO 13/14 Anno di Corso PERSONALE COMPARTO Semestre Corso integrato Disciplina Attività di Complemento richiesta n ore Profilo professionale

Dettagli

CURRICULUM SCIENTIFICO-FORMATIVO

CURRICULUM SCIENTIFICO-FORMATIVO CURRICULUM SCIENTIFICO-FORMATIVO Dati personali Nome e Cognome: Laura Martini Luogo e data di nascita: Riva del Garda (TN), 28 aprile 1966 Cittadinanza: Italiana Residenza: Via Baldessari, 25-38062, Arco

Dettagli

ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Dipartimento cure primarie 1/7 Premessa L'Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) è una forma di assistenza rivolta a persone residenti o domiciliate a Bologna e provincia,

Dettagli

I CORSO BIENNALE IN PSICONCOLOGIA 2012-2013

I CORSO BIENNALE IN PSICONCOLOGIA 2012-2013 Società Italiana di Psico Oncologia Regione Sardegna Con il patrocinio di I CORSO BIENNALE IN PSICONCOLOGIA 2012-2013 Direttore del Corso Nadia Brusasca Coordinatore del Corso Maria Dolores Palmas Sede

Dettagli

1. Pianificazione didattica

1. Pianificazione didattica 1. Pianificazione teoria: comprensive di lavori di gruppo, studio individuale e tirocinio mirato tirocinio: comprensive di project work ed eventuali stage a richiesta concordati tirocinio: periodi a blocchi

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia - Guida dello studente A. A. 2014 / 2015 MANIFESTO DEGLI STUDI ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori Primo anno Fisica (esame) 3 I

Dettagli

definisce le modalità della presa in carico da parte di una specifica struttura dell'area riabilitativa; www.ilfisiatra.it 1

definisce le modalità della presa in carico da parte di una specifica struttura dell'area riabilitativa; www.ilfisiatra.it 1 All'interno del progetto riabilitativo, il programma riabilitativo definisce le aree di intervento specifiche, gli obiettivi a breve termine, i tempi e le modalità di erogazione degli interventi, gli operatori

Dettagli

Congresso Regionale FADOI Lombardia. Congresso Regionale ANIMO Lombardia PROGRAMMA

Congresso Regionale FADOI Lombardia. Congresso Regionale ANIMO Lombardia PROGRAMMA 7 Congresso Regionale FADOI Lombardia Presidenti del Congresso CON IL PATROCINIO DI: Alessandra Martignoni Luigi Magnani Clinica Medica II Fondazione IRCCS Clinica Medica I Fondazione IRCCS 4 ASSOCIAZIONE

Dettagli

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE

PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE Direzione centrale salute e protezione sociale PIANO SANITARIO E SOCIOSANITARIO REGIONALE 2006-2008 (ex articolo 7 L.R. 23 del 29 luglio 2004) Documento N.2 di 2 Schede di ospedale Dicembre 2005 INDICE

Dettagli

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA

SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA REGIONE DEL VENETO AZIENDA SOCIO SANITARIA LOCALE N. 10 VENETO ORIENTALE www.assl10.veneto.it SERVIZI DI MEDICINA TURISTICA A JESOLO EMERGENZA In caso di emergenza chiamare il 118 Per garantire vacanze

Dettagli

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE

DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE Organigramma DIREZIONE GENERALE SICUREZZA DEI LAVORATORI E DEGLI AMBIENTI DILAVORO CONTROLLO DIGESTIONE AREA DI SUPPORTO DIREZIONALE PER L ORGANIZZAZIONE E LO SVILUPPO (ASDOS) INGEGNERIA CLINICA DIREZIONE

Dettagli

ASL Salerno - Piano Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia

ASL Salerno - Piano Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia ASL Salerno - Ospedaliero 2007-2009 Presidio Ospedaliero di Battipaglia Allegato A PL PL PL T MEDIINA HIRURGIA Medicina generale orientata all'urgenza e all'emergenza 14 97 2 201 16 15 3 18 Medicina d'urgenza

Dettagli

Casa della Salute. Portomaggiore e Ostellato. Portomaggiore. Via De Amicis 22. Casa della Salute. Casa della Salute

Casa della Salute. Portomaggiore e Ostellato. Portomaggiore. Via De Amicis 22. Casa della Salute. Casa della Salute Casa della Salute Casa della Salute Azienda Unità Sanitaria Locale di Ferrara Casa della Salute Portomaggiore e Ostellato Via De Amicis 22 Portomaggiore Cos è la Casa della Salute La Casa della Salute

Dettagli

L assistenza al malato e all anziano in casa

L assistenza al malato e all anziano in casa L assistenza al malato e all anziano in casa Prima edizione 2014 PRENDIAMOCENE CURA CON CROCE ROSSA ITALIANA DESIO e NUCLEO BRIANTEO - ASSOCIAZIONE REGIONALE LOMBARDIA INFERMIERE/I L AMORE PER I PROPRI

Dettagli

Il distretto e la presa in cura

Il distretto e la presa in cura Il distretto e la presa in cura Regione Toscana Azienda USL 8 Arezzo Sede legale e Centro Direzionale Via Curtatone, 54 52100 Arezzo Telefono 0575 2551 Il malato nel Sistema sanitario regionale Arezzo

Dettagli

Bilancio di Missione 2007 allegati

Bilancio di Missione 2007 allegati 1 Bilancio di Missione 2007 allegati Policlinico S.Orsola-Malpighi 2 3 indice 1 pag. 5 allegati Discipline cliniche trattate secondo le classi ICD9CM 2 pag. 10 Numero studenti per corso di laurea (medicina

Dettagli

Il Corso di Laurea in Infermieristica

Il Corso di Laurea in Infermieristica Sessione V: Il ruolo della formazione nella costruzione di una cultura geriatrica e multiprofessionale Il Corso di Laurea in Infermieristica Dott.ssa Paola Ferri Corso di Laurea in Infermieristica Università

Dettagli

tirocinio pre-laurea presso la Clinica Nefrologica del Policlinico di Bari;

tirocinio pre-laurea presso la Clinica Nefrologica del Policlinico di Bari; Curriculum Vitae Informazioni Personali Nome e Cognome ANNA MARIA CARRERA Data di nascita 22/06/53 Qualifica DIRIGENTE MEDICO Amministrazione ASL LE - LECCE Incarico attuale DIRIGENTE MEDICO Telefono Ufficio

Dettagli

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore

Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.) 400 ore. Operatore Socio Sanitario 400 ore Corso per OPERATORE SOCIO SANITARIO (O.S.S.)" 400 ore Titolo Destinatari Obiettivi e Finalità Operatore Socio Sanitario 400 ore Il corso è rivolto a tutti gli interessati all ottenimento della qualifica

Dettagli

IL PERCORSO DEL PAZIENTE CON SLA NELL AZIENDA USL BO

IL PERCORSO DEL PAZIENTE CON SLA NELL AZIENDA USL BO IL PERCORSO DEL PAZIENTE CON SLA NELL AZIENDA USL BO Gruppo di Lavoro Coordinamento: Salvi. F (Neurologia Osp. Bellaria) Descovich C. (Governo Clinico) Alvisi S. (DH Neurologia OB) Amadori L. (Medicina

Dettagli

Dott. Nadia Muscialini Via pio II 3, Milano

Dott. Nadia Muscialini Via pio II 3, Milano CURRICULUM VITAE Dr.ssa Nadia Muscialini Psicologa Clinica, Psicoterapeuta, Psicoanalista INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Dott. Nadia Muscialini Via pio II 3, Milano Telefono 02.405317 Fax 02\40222889

Dettagli

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO

UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO CARTA DEI SERVIZI UNITA VALUTATIVA OPERATIVA ANZIANI SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI MONTEBELLUNA CASTELFRANCO VENETO Sportello al pubblico presso il Servizio di Assistenza Domiciliare Castelfranco

Dettagli

SPECIALIZZAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI (OSS)

SPECIALIZZAZIONE PER OPERATORI SOCIO SANITARI (OSS) OBIETTIVI Il corso si prefigge di offrire l opportunità di sviluppo professionale, personale e lavorativo agli operatori socio sanitari consentendo, se previsto, di assumere posizioni di coordinamento

Dettagli

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof.

UNITA OPERATIVA COMPLESSA. EMATOLOGIA d.u SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. Prof. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNITA OPERATIVA COMPLESSA EMATOLOGIA d.u OSPEDALE POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI MA 28 Rev. 0 del 12.01.12

Dettagli

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera

L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia. Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera L Opportunità dell Assistenza Domiciliare Ospedaliera Integrata Giovanni Seccia Responsabile U.O.S. Assistenza Domiciliare Ospedaliera Ospedaliera Spesa complessiva del Servizio Sanitario Nazionale 2011

Dettagli

Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale

Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale Insegnamento: INFERMIERISTICA CLINICA I Crediti Formativi (CFU) 4 Moduli Infermieristica in Medicina Interna Infermieristica in chirurgia generale Sigla: 515014 Tipo esame: scritto Valutazione esame: voto

Dettagli

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale.

La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. La specializzazione in Medicina di Comunità è stata collocata nella classe della Medicina Clinica Generale. Decreto MIUR su Riassetto delle Scuole di specializzazione di area sanitaria G.U. n. 285 del

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome DI PALERMO ANDREA Indirizzo VIA ALCIDE DE GASPERI 72 MISILMERI (PA) 90036 Telefono 0918732462-3298876945

Dettagli

28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton

28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton XII FADOI Bologna 28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton XII FADOI Mattino 8.30 Registrazione partecipanti 8.50 Saluto Carlo Nozzoli, Presidente nazionale FADOI 9.00 Saluto Annunziata Zuccone, Presidente

Dettagli

ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A

ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A ATTO AZIENDALE A.S.L. NAPOLI 1 CENTRO 2013 ALLEGATO A DIREZIONE GENERALE Dipartimento dei Servizi Strategici Prevenzione e Protezione Prevenzione e Infortuni DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

Mantova. Professione per la vita: L INFERMIERE

Mantova. Professione per la vita: L INFERMIERE Mantova Professione per la vita: L INFERMIERE Scegliere un lavoro che ti permette di essere protagonista nella vita vera, di essere un punto di riferimento per gli altri e di esercitare importanti responsabilità,

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO NONA LEGISLATURA PROGETTO DI LEGGE N. 148 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa dei Consiglieri Sandri, Bond, Caner, Lazzarini, Toscani, Cappon, Bozza, Corazzari, Tosato, Cenci,

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli

Struttura del Centro. Reparto di degenza

Struttura del Centro. Reparto di degenza Reparto di degenza Il reparto di degenza dispone di 10 stanze singole e di moderne apparecchiature diagnostiche, riabilitative e terapeutiche. Ogni stanza è dotata di un sistema di climatizzazione, poltrona

Dettagli

Medicina Palliativa (III edizione - Biennale) Livello II Crediti Formativi Universitari 120 Direttore Prof. Gian Luigi Cetto Comitato scientifico

Medicina Palliativa (III edizione - Biennale) Livello II Crediti Formativi Universitari 120 Direttore Prof. Gian Luigi Cetto Comitato scientifico Medicina Palliativa (III edizione - Biennale) Livello II Crediti Formativi Universitari 120 Direttore Prof. Gian Luigi Cetto Comitato scientifico Prof. Maria Antonietta Bassetto: Prof. Associato di Oncologia

Dettagli

Il multimediale nell educazione terapeutica: video-tutorial nella disfagia. Udine 19.09.2014

Il multimediale nell educazione terapeutica: video-tutorial nella disfagia. Udine 19.09.2014 Il multimediale nell educazione terapeutica: video-tutorial nella disfagia Udine 19.09.2014 Università degli studi di Udine Dipartimento di scienze mediche e biologiche Corso di Laurea in Infermieristica

Dettagli

Il paradosso del Veneto

Il paradosso del Veneto Audizione in Quinta Commissione del Consiglio Regionale del Veneto Venezia, 12 Luglio 2013 Il paradosso del Veneto Enzo Bonora Presidente - Sezione Veneto Trentino Alto Adige Società Italiana di Diabetologia

Dettagli

IL RETTORE. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Torino, emanato con Decreto Rettorale n. 1730 del 15 marzo 2012;

IL RETTORE. Visto lo Statuto dell Università degli Studi di Torino, emanato con Decreto Rettorale n. 1730 del 15 marzo 2012; Tit. 3.05 Decreto Rettorale n. 4846 del 26 luglio 2013 OGGETTO: Attivazione del Master universitario di I livello in Cure palliative e terapia del dolore del Dipartimento di Scienza e Tecnologia del Farmaco,

Dettagli

Curriculum vitae di NICOLETTA SCAVINO

Curriculum vitae di NICOLETTA SCAVINO q Curriculum vitae di NICOLETTA SCAVINO D A T I P E R S O N A L I Nome e cognome Data e luogo di nascita Residenza Nicoletta Scavino 6 settembre 1959, Alba (CN) C.so Francia 103/a 10098 RIVOLI Tel. 011-9572601

Dettagli

Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera

Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Allegato 2 Strutture e standard organizzativi della rete dei servizi di assistenza ospedaliera Di seguito sono elencate le schede dei seguenti presidi ospedalieri Istituto di Ricerca e Cura a Carattere

Dettagli

C A R T A D E I S E R V I Z I

C A R T A D E I S E R V I Z I Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA UNITA` LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 13 C A R T A D E I S E R V I Z I U n i t à O p e r a t i v a d i G e r i a t r i a Presidio Ospedaliero di Dolo Complesso

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Melloni Monica Data di nascita 19/12/1961. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 051683248

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Melloni Monica Data di nascita 19/12/1961. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 051683248 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Melloni Monica Data di nascita 19/12/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI FERRARA Staff - Pronto Soccorso 0516838248

Dettagli

HOME SWEET HOME. ( di Daniele Calò)

HOME SWEET HOME. ( di Daniele Calò) HOME SWEET HOME ( di Daniele Calò) 3 PERCHE LA CASA? Le modificazioni demografiche ed economiche degli ultimi decenni insieme alla disponibilità di tecnologie facilmente trasportabili, hanno favorito

Dettagli

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo

Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via........... Altri problemi clinici ventilazione polmonare assistita coma o stato neuro vegetativo Data:1/11/2004 Pag. 1 di 7 Sig/Sig.ra... Nato/a a.. il.. Abitante a. Via.. Anamnesi patologia remota Anamnesi patologia prossima Altri problemi clinici nessuno ventilazione polmonare assistita tracheostomia

Dettagli

Curriculum formativo della Sig.ra Botticelli Luigina nata ad Ascoli Piceno il 17-08-1967 e residente a Porto Sant'Elpidio in via Umberto I 765.

Curriculum formativo della Sig.ra Botticelli Luigina nata ad Ascoli Piceno il 17-08-1967 e residente a Porto Sant'Elpidio in via Umberto I 765. INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Botticelli Luigina Data di Nascita 17-08-1967 Qualifica Coordinatore Infermieristico Amministrazione ASUR ZT 11 FERMO Incarico attuale P.O. Dipartimento Salute Mentale

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome ALBERTO SANTI Amministrazione Telefono dell Ufficio 06 58704411 A O San Camillo Forlanini Piazza Carlo Forlanini,

Dettagli