DA O 06/07 QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DA O 06/07 QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE"

Transcript

1 AA 2576 BRUNELLO CHIARA GALTAROSSA SILVIA LA QUALITA' DEL SONNO NEI PAZIENTI OSPEDALIZZATI, PERCEZIONE DEGLI INFERMIERI E DEI PAZIENTI A CONFRONTO AA 2609 GUEGANG CAROLINE GEATTI SANDRO L'INTERVENTO PRECOCE NEL PAZIENTE AFFETTO DA INSUFFICENZA RENALE CRONICA: ASPETTI ASSISTENZIALI QUALITA' DEL SONNO OSPEDALE INTERVENTO PRECOCE INSUFFICENZA RENALE AA 2619 BWALBUM BUKABO BETTY DE BERNARDO MARIA GLORIA PERCORSO ASSISTENZIALE PER PAZIENTI AFFETTI MALARIA E DA MALARIA NELL'U.O DI MALATTIE INEFFTIVE E PREVENZIONE TROPICALI DI PADOVA: PROGETTO DI PREVENZIONE AA 2636 PIOL MARTINA COLMANET MARZIA RILEVAZIONE E MONITORAGGIO DEL RISCHIO DI LESIONI DA LESIONE DA COMPRESSIONE: ANALISI DELLO COMPRESSIONE STATO DELL'ARTE IN DUE REALTA' OPERATIVE OSPEDALIERE E STRATEGIE PER L'IMPLEMENTAZIONE DI STRUMENTI PER LA VALUTAZIONE AA 2667 BARBON MADDALENA AVONI STEFANIA MUSICOTERAPIA UNA RISORSA PER IL NURSING MUSICOTERAPIA AA 2675 PRANOVI ASSUNTA ZANELLA GIORGIO CATETERI VENOSI: NUOVE RESPONSABILITA' PER GLI INFERMIERI CATETERI VENOSI AA 2679 DELLO JACOVO MATTEO PILOTTO FRANCO INFERMIERE E PERSONA EMODIALIZZATA: EMODIALISI ED ETICA L'APPROCCIO BIOGRAFICO NELL'APPROFONDIMENTO DEGLI ASPETTI PSICOLOGICI ED ETICI AA 2688 PELLIZZARI SILVIA PICCOLO PAOLA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE GESTIONE NUTRIZIONALE DELLA PERSONA CON ULCERE DA NUTRIZIONALE PRESSIONE RASSEGNA DELLE EVIDENZE AA 2718 SLONGO LUCIANO BARZON FABIOLA PAURA E CONOSCENZE DEL PZIENTE TRAPIANTATO DI POLMONE RIGUARDO AL RIGETTO AA 2734 DAL BO MARIANMIRENE VIDOTTO MARISA ANZIANI E ALCOL: INDAGINE CONOSCITIVA NEI CENTRI SOCIALI E RICREATIVI DEL COMUNE DI TREVISO AA 2742 CHILO' LUCA LABELLI ELSA EVITARE DI CADERE IN OSPEDALE QUALI RISULTATI CON L'USO DI POSTER AA 2748 MANSUTTI LAURA MENEGHETTI GIULIA LA LETTERA DI DIMISSIONE INFERMIERISTICA UNO STRUMENTO PER FACILITARE LA PRESA IN CARICO DOPO LA DIMISSIONE AA 2773 TOMMASI LORETTA DE BERNARDO MARIA GLORIA IL COUNSELING COME STRUMENTO EFFICACE NELLA RELAZIONE FRA L'INFERMIERE E LA GIOVANE DONNA OPERATA DI TUMORE AL SENO PAZIENTE TRAPIANTATO POLMONE DI ANZIANI E ALCOL EVITARE DI CADERE IN OSPEDALE LETTERA DIMISSIONE COUNSELING DONNA OPERATA AL SENO AA 2775 FRIZZARIN FABIO PAVAN PIERPAOLO LA CADUTE ACCIDENTALI IN OSPEDALE CADUTE ACCIDENTALI IN OSPEDALE 1

2 AA 2776 MINAZZO FEDERICA PAVAN PIERPAOLO SOMMINISTRAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA MEDIANTE GASTROSTOMIA PERCUTANEA ENDOSCOPICA GASTROSTOMIA PERCUTANEA ENDOSCOPICA AA 2778 CALTANA SIMONE VIDOTTO MARISA LA COMPLIANCE DEL PAZIENTE CON GLAUCOMA COMPLIANCE PAZIENTE GLAUCOMA AA 2781 TELL SARA ZANNATO ROSANNA ACCERTAMENTO E TRATTAMENTO TOPICO DEL DOLORE LEGATO ALLE LESIONI DA DECUBITO AC 2575 GATTO PAOLA FANTON ELENA LA RELAZIONE CON I FAMILIARI DI PERSONE RICOVERATE IN TERAPIA INTENSIVA UNA PROSPETTIVA BIFOCALE: FAMILIARI E INFERMIERI TRATTAMENTO TOPICO LESIONI RELAZIONE FAMILIARI E PAZIENTI IN TERAPIA INTENSIVA AC 2584 WAFO TATO THIERRY EMMA FANTON ELENA GESTIONE DELL'IPOTERMIA NEL PAZIENTE POST- OPERATO IN ICU AC 2594 GIAGNORIO ALESSIA MATTIAZZI MARTINA PROPOSTA PER L'ISTITUZIONE DI UN CENTRO INFORMATIVO E DI SUPPORTO ALLE FAMILIE IN CASO DI EVENTO CATASTROFICO AC 2602 GRAZIOTTO DENNY ANDRIGO MARGHERITA PERCORSO ASSISTENZIALE DI OSSERVAZIONE BREVE INTENSIVA NELL'UNITA' OPERATIVA DI PRONTO SOCCORSO DI CASTELFRANCO VENETO AC 2605 MINELLA LORENA MORETTI NOEMI L'EMERGENZA SANITARIA 118 PROPOSTA DI SCHEDA DI TRIAGE TERRITORIALE PER GLI INFERMIERI DELL'UNTA' OPERATIVA DI PIEVE DI CADORE AC 2628 BUROCCHI STEFANO RAZZOLINI RENATO L'INFERMIERE MILITARE E L'ASSISTENZA SANITARIA NELL'AVIOSGOMBERO DI PAZIENTE AFFETTO DA INFARTO NEL MIOCARDIO ACUTO AC 2632 BORTOLATO ANGELA BENETTON MARIA OPERARE IN CENTRALE OPERATIVA 118: PROGETTO DI INSERIMENTO PER COMPETENZE AC 2656 ANDRIOLLO PAOLA FANTON ELENA STUDIO RETROSPETTIVO SULL'EFFICACIA DELL'UTILIZZO DI PRESIDI MECCANICI NELLA PREVENZIONE DELLA MALATTIA TROMBOEMBOLICA IN UNA UNITA' DI TERAPIA INTENSIVA NEUROCHIRURGICA AC 2672 COLETTI ELENA CORBANESE ULISSE LA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI E LA RELAZIONE D'AIUTO AI FAMILIARI DEL POTENZIALE DONATORE LA PROSPETTIVA DEGLI INFERMIERI AC 2680 NOCENTE MELANIA DE BERNARDO MARIA GLORIA INDAGINE EPIDEMIOLOGICA IN RIANIMAZIONE: 'INFERMIERE E IL PAZIENTE IN STATO DI DELIRIUM AC 2692 BONETTI ROMINA PAVAN MARIA ROSA GESTIONE E TRATTAMENTO DELLE FERITE TRAUMATICHJE: REVISIONE DELLA LETTERATURA IPOTERMIA IN ICU CENTRO INFORMATYIVO EVENTI CASTROFICI OSSERVAZIONE BREVE IN P.S EMERGENZA 118 PIVE DI CADORE INFERMIERE MILITARE AVIOSGOMEBERO OPERARE NEL 118 MALATTIA TROMBOEMBOLICA T.I IN DONAZIONE ORGANI E RELAZIONE D'AIUTO STATO DI DELIRIUM FERITE TRAUMATICHE 2

3 AC 2693 RIZZO CRISTIANO MONACHESI STEFANO RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DELLE VIE AEREE NELL'EMERGENZA EXTRA OSPEDALIERA REALTA' REGIONALE NEL FRIULI VENEZIA GIULIA PROPOSTE FORMATIVE ED OPERATIVE AC 2696 MONETTI STEFANO ZAMPIERON ALESSANDRA INDAGINE SULLE MODALITA' DI GESTIONE DELLA DEFIBRILLAZIONE PRECOCE NEL SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 DELLE AZIENDE SANITARIE ULSS 12 DI MESTRE E ULSS 13 DI MIRANO E DOLO AC 2697 GIORATO PATRIZIA CHEMELLO LILIANA METODI DI VALUTAZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE OPERATO DI PROTESI TOTALE DEL GINOCCHIO NEL POST OPERATORIO IN TERAPIA INTENSIVA AC 2701 MELCHIORI LUCIA BENETTON MARIA IL PARTO IN AMBIENTE EXTRAOSPEDALIERO PERCEZIONI ED ESIGENZE FORMATIVE DEGLI OPERATORI DI UN SERVIZIO DI EMERGENZA AC 2713 TOMASINI SILVIA CHEMELLO LILIANA PROBLEMI FISIOPATOLOGICI GESTIONALI DI UNA PERSONA ADULTA CON INTOSSICAZIONE ACUTA IN UN REPARTO DI MEDICINA D'URGENZA AC 2716 TACCHETTO STEFANIA CHEMELLO LILIANA L'ASPIRAZIONE TRACHEOBRONCHIALE IN PAZIENYE INTUBATO E/O TRACHEOSTOMIZZATO: OSSERVAZIONE E RACCOLTA DATI IN TERAPIA INTENSIVA E PROPOSTA DI UNA PROCEDURA GESTIONE VIE AEREE EMERGENZA GESTIONE DEFIBRILLAZIONE PRECOCE VALUTAZIONE DOLOTRE DEL PARTO EXTRAOSPEDALIERO INTOSSICAZIONE ACUTA ASPIRAZIONE TRACHEOBRONCHIALE AC 2726 ZANGHIERATO MICHELE TUMIATI MARINA INDIVIDUAZIONE DI STRUMENTI PER LA GESTIONE INFERMIERISTICA DI UN PAZIENTE POTENZIALE DONATORE D'ORGANO DI UN SERVIZIO DI TERAPIA INTENSIVA AC 2735 NEGRI SIMONE PAVAN PIERPAOLO LE INFEZIONI CORRELATE AL CATETERE VENOSO CENTRALE. RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE CLINICHE E ASISTENZIALI ED ECONOMICHE GESTIONE PAZIENTE DONATORE D'ORGANO INFEZIONI CATETERE VENOSO AC 2737 COLONNA AMEDEO GIROTTO ERICA BRONCOASPIRAZIONE A CIRCUITO CHIUSO VS CIRCUITO APERTO CON GUANTO STERILE SATO DELL'ARTE REVISIONE LETTERARIA DELL'ARGOMENTO AC 2738 CREPALDI IRENE GIROTTO ERICA DONAZIONI D'ORGANI: IL RUOLO DELL'INFERMIERE DI TERAPIA INTENSIVA NELLA RELAZIONE D'AIUTO AC 2747 PERSICO MONICA RAIMONDO ALBERTO L'INFERMIERE DEL SUEM 118 SULLA SCENA DI UN REATO RUOLO E COMPORTAMENTO AC 2752 RODRIGUEZ DIANA DECARLI ALESSANDRO IL PASSAGGIO DEL MALATO DALLA SALA OPERATORIA ALLA TERAPIA INTENSIVA: PROPOSTA DI UNA SCHEDA INFERMIERISTICA AC 2757 STORNANTI GIULIA FANTON ELENA DIFFICOLTA' DI COMUNICAZIONE CON IL PAZIENTE APPENA ESTUBATO BRONCOASPIRAZIONE A CIRCUITO CHIUSO DONAZIONE D'ORGANO INFERMIERE E SUEM 118 PASSAGGIO DA S.O A T.I COMUNICAZIONE ESTUBATO IN 3

4 AC 2766 CARRARO LUISA RAZZOLINI RENATO RUOLO DEL NURSING NELLA PREVENZIONE SECONDARIA IN CARDIOLOGIA RIABILITATIVA AC 2780 COMPARIN STEFANIA CAPOVILLA ELEONORA RIDUZIONE DEGLI AOUTCOMES NEGATIVI NEL PAZIENTE AFFETTO DA SINDROME COROMNARICA ACUTA CON ELEVATI LIVELLI DI ANSIA E DEPRESSIONE ACH 2578 GOBBI GABRIELLA FANTON ELENA PERCEZIONE DI COMPETENZA NELLA RIABILITAZIONE PSICO-SOCIALE DEL PAZIENTE CON LESIONI DETURPANTI: INDAGINE SUGLI INFERMIERI DEL CENTRO USTIONI DI PADOVA ACH 2580 MONETTI ANNA FRISON TIZIANA CONOSCENZE DEGLI INFERMIERI E MODALITA' DI GESTIONE DEL PAZIENTE CON DRENAGGIO TORACICO ACH 2581 RIGON SONIA STELLA GALTAROSSA SILVIA PREVENZIONE E SICUREZZA NELLA GESTIONE INTRAOPERATORIA IN SOGGETTI SOTTOPOSTI A CHIRURGIA LAPAROSCOPICA ACH 2593 SEGANFREDDO ELISA FRISON TIZIANA LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON USTIONI GRAVI NELLA PROMOZIONE DEL RECUPERO FUNZIONALE ACH 2595 BISOL FRANCESCA DECET ANDREA L'INFORMATIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO NELLA PRESCRIZIONE E SOMMINISTRAZIONE DEL FARMACO ACH 2610 ALBIERI ORNELLA BOVA SERGIO TERAPIA IMMUNOSOPPRESSIVA NEI TRAPIANTI D'ORGANO ACH 2611 MALOSSO ALBERTO IACOBONE MAURIZIO LA TECNICA DELL'IRRIGAZIONE COME STRUMENTO MIGLIORATIVO DELLA QUALITA' DI VITA NEI PAZIENTI COLONSTOMIZZATI: REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2616 RONCON FEDERICA RAZZOLINI RENATO ASSISTENZA INFERMIERISTICA AL PAZIENTE PORTATORE DI CUORE ARTIFICIALE TOTALE ACH 2624 LUCCHINI CORRADO BADON PIERLUIGI LA GESTIONE DELLE LESIONI CUTANEE PERI ILEO COLONSTOMALI REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2634 CIRABISI MARIA MORETTI NOEMI INFEZIONE DELLA FERITA CHIRURGICA: INDAGINE EPLORATIVA PRESSO UNA UNITA' OPERATIVA DI CHIRURGIA GENERALE ACH 2635 RONCENA EVA NENA FAUSTO LA POMPA DI ASPIRAZIONE E IRRIGAZIONE NELL'ARTROSCOPIA DI SPALLA PREVENZIONE SECONDARIA CARDIOLOGIA IN AUTOCOMES NEGATIVI SINDROME CORONARICA ACUTA RIABILITAZIONE PSICO-SOCIALE LESIONI DETURPANTI DRENAGGIO TORACICO GESTIONE PARAROSCOPIA PAZIENTE E USTIONI GRAVI INFORMATIZZAZIONE RISCHIO CLINICO IMMUNOSOPPRESSIVA TRAPIANTI IRRIGAZIONE COLONSTOMIZZATI CUORE TOTALE GESTIONI CUTANEE INFEZIONE CHIRURGICA POMPA ASPIRAZIONE ARTROSCOPIA ATIFICIALE LESIONI FERITA DI ACH 2640 RUSSO ANGELA ZANELLA GIORGIO STRUMENTO DELLA CHIRURGIA OFTALMICA MANTENIMENTO DELLA QUALITA' ACH 2641 ROSSI DAVIDE ZACHEO TONIA RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREPARAZIONE ALLA COLONSCOPIA E GESTIOEN DEL DOLORE CHIRURGIA OFTALMICA PREPARAZIONE COLONSCOPIA 4

5 ACH 2648 SCHIAVO PAOLA BATTISTELLO MARILINDA LA GESTIONE DEL PAZIENTE SOTTOPSTO A CHEMIOTERAPIA IPERTERMICA INTRAOPERATORIA INTRAPERITONEALE CHEMIOTERAPY INTRAPERITONEAL SURGICAL ONCOLOGY ACH 2652 BETTIO TATIANA BONSO ORNELLA ESPERINEZA PRE OPERATORIA PERCEZIONE DELL'ANSIA DA PARTE DEL PAZIENTE ACH 2653 LONGO GIORGIA BATTISTELLO MARILINDA I RISCHI BIOLOGICI LA PERICOLOSITA' DEI FUMI E VAPORI IN SALA OPERATORIA ACH 2655 CESARO ROBERTA FANTON ELENA ASSISTENZA INFERMIERISTICA E PRIMO SOCCORSO AL PAZIENTE USTIONATO: REVISIONE DELLA LETTERATURA ACH 2660 BENETEL GIAMPAOLO ROSSATO MARCO PROCEDURE ANGIOGRAFICHE TRANSRADIALI: STUDIO CONMPARATIVO SULL'EFFICACIA DEI DISPOSITIVI EMOSTATICI ACH 2664 MORARU VIORICA SCANTAMBURLO ADRIANO IL PAZIENTE EMODIALIZZATO RUOLO FONDAMENTALE DEL REGIME DIETETICO PROPOSTA DI UN OPUSCOLO INFORMATIVO PER MIGLIORARE LA COMPLIANCE ALLA PRESCRIZIONE DIETETICA ACH 2681 ARENA GIUSEPPA BURATTIN BRUNETTA ANALISI DEL BISOGNO D'INFORMAZIONE DEI GENITORI DI BAMBINI AFFETTI DA PALATOSCHISI RICOVERATI INNUNA CHIRURGIA SPECIALISTICA DI VICENZA ACH 2695 FANTINI LORENA MAURI ALESSANDRA PROPOSTA DI COUNSELING INFERMIERISTICO COME SOSTEGNO ALLA COLONSCOPIA: INDAGINE NEL SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA ACH 2699 FURIA SALVATORE NENA FAUSTO EDUCAZIONE DEL PAZIENTE NELL'INIEZIONE SOTTOCUTANEA NELL'AIUTO-SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI EPARINICI A BASSO PESO MOLECOLARE NEI POST INTERVENTI ORTOPEDICI ANSIA OPERATORIA PRE RISCHI BIOLOGICI IN S.O PRIMO USTIONE ANGIOGRAFIE TRANSRADIALI PAZIENTE EMODIALIZZATO BAMBINI PALATOSCHISI COUNSELING COLONSCOPIA SOCCORSO E PAZIENTE EINIEZIONE SOTTOCUTE ACH 2702 SAGITA LIKA ZACHEO TONIA OBESITA' PERCORSO ASSISTENZIALE INFERMIERISTICO AL PAZIENTE SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI CHIRURGIA BARIATRICA OBESITA' CHIRURGIA BARIATRICA ACH 2704 ZATTA BRUNO NENA FAUSTO L'UTILIZZO DELL'APPARECCHIATURA A-V IMPULSE SYSTEM NEL PSOT-INTERVENTO DI ARTROPROTESI D'ANCA E GINOCCHIO: PROPOSTA DI UN OPUSCOLO INFORMATIVO APPARECCHIATURA A- V IMPULSE ACH 2706 BAROZZINI ANTONELLA BONSO ORNELLA LA GESTIONE DEL DOLORE POSTOPERATORIO SCELTA E UTILIZZO DELLE POMPE ELASTOMETRICHE ACH 2707 ZAMBON ROSSANA PAVAN PIERPAOLO INDAGINE SULL'IMPORTANZA DEL LAVAGGIO DELLE MANI IN UN REPARTO DI CHIRURGIA ACH 2708 BRUGNARO SABINA PINTON LUIGI PERCORSO EDUCATIVO INFERMIERISTICO AL PAZIENTE SOTTOPOSTO AD INTERVENTO DI MAXILLO FACCIALE POMPE ELASTOMETRICHE IGIENE MANI INFEZIONI INTERVENTO MAXILLO FACCIALE 5

6 ACH 2715 BRAGA SIMONETTA IACOBONE MAURIZIO MONITORAGGIO INFERMIERISTICO DELLA QUALITA' DELL'INFORMAZIONE FORNITA AI PAZIENTI IN UNA UNITA' OPERATIVA DI CHIRURGIA TORACICA QUALITA' DELL'INFORMAZIONE ACH 2724 DA ROLD BARBARA MORETTI NOEMI PROTOCOLOO PER LA REALIZZAZIONE DI UN PERCORSO LATEX-SAFE ALL'INTERNO DI UN GRUPPO OPERATORIO MULTIDISCIPLINARE PROTOCOLO SAFE LATEX- ACH 2732 GAZZOLA PAOLA TUMIATI MARINA LE RECENTI EVIDENZE SCIENTIFICHE RISPETTO AL DIGIUNO PREOPERATORIO: PROPOSTA DI STRUMENTI AD USO INFERMIERISTICO DIGIUNO PREOPERATORIO ACH 2758 FORZAN ROSANNA FANTON ELENA INTERVENTI INFERMIERISTICI PER LA RIDUZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE USTIONATO: UNA REVISIONE DELLA LETTERATURA RIDUZIONE DOLORE DEL ACH 2759 FABRIS SERENA GEATTI SANDRO PROMOZIONE DELL'INFORMAZIONE ED EDUCAZIONE DEL PAZIENTE SOTTOPOSTO A COLECISTOMIA PROPOSTA DI UNO STRUMENTO INFORMATIVO EDUCATIVO ACH 2764 RUTIGLIANO FEDERICA SARTORE GIOVANNI INTERVENTI INFERMIERISTICI NELLA RIABILITAZIONE POST OPERATORIA DEL PAZIEBNTE SOTTOPOSTO A SOSTITUZIONE PROTESICA D'ANCA ACH 2765 IZZO MICHELE CAMINITI ANTONIO LA GESTIONE E IL MONITORAGGIO DEI DRENAGGI IN CHIRURGIA ADDOMINALE: PROPOSTA DI UN PROTOCOLLO OPERATIVO ACH 2779 FRANCONI MAURIZIO DORIGO MARA EDUCAZIONE SANITARIA ALLA PERSONA PORTATRICE DI STOMIA URINARIA: PROPSOTA DI UN INTERVENTO EDUCATIVO PRESSO L'U.O DI CHIRURGIA DELL'ASS. N. 6 DEL FRIULI OCCIDENTALE AD 2574 MAGAROTTO MARIA CAPOVILLA ELEONORA L'INFERMIERE DOMICILIARE: LA RELAZIONE D'AIUTO PER L'ASSISTENZA AL PAZIENTE IN FASE TERMINALE E AI SUOI FAMILIARI EDUCAZIONE COLICISTECTOMIA RIABILITAZIONE PROTESI D'ANCA DREANAGGI PROTOCOLLO OPERATIVO EDUCAZIONE SANIATRAIA UNARIA STOMIA INFERMIERE DOMICILIARE RELAZIONE D'AIUTO e AD 2582 VETTORELLO VALERIO GALTAROSSA SILVIA PERCORSO ASSISTENZIALE IN DIMISSIONE DEI SOGGETTI CON TRACHEOTOMIA AD 2585 BLANCO SERGIO PAGANO CLAUDIO ASSISTENZA DOMICILIARE NEL PAZIENTE ANZIANO. RUULO DELL'INFERMIERE ASSISTENZA TRACHEOTOMIA ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANO AD 2599 LESSIO VALENTINA ZANOTTI RENZO LA QUALITA' DEL SONNO DELL'ANZIANO A DOMICILIO AD 2625 VIEZZER CRISTINA PILOTTO FRANCO LA COMUNICAZIONE NELL'AMBITO DELL'ASSISTENZA ONCOLOGICA: IL RUOLO DELL'INFERMIERE DOMICILIARE AD 2659 CASAZZA ROSELLA TUMIATI MARINA L'INTEGRAZIONE INFERMIERE OPERATORE SOCIO SANITARIO NEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DELL'AZIENDA ULSS 19 DI ADRIA QUALITA' ANZIANO ASSISTENZA ONCOLOGICA SONNO ASSISTENZA DOMICILIARE ULSS 19 6

7 AD 2689 PARPINEL CINZIA MENEGHETTI GIULIA LA VALUTAZIONE E LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE ONCOLOGICO A DOMICILIO ATTRAVERSO L'USO DI UN DIARIO DEL DOLORE: PROMOZIONE DELL'AUTONOMIA DEL PAZIENTE MEDIANTE L'ATTUAZIONE DI UN PROGETTO EDUCATIVO AD 2703 MEGGIATO ANTONELLA BONSO ORNELLA STRESS CAREGIVER NEL PAZIENTE COMPROMESSO A DOMICILIO AD 2728 MARCHIORI GABRIELLA SCANTAMBURLO ADRIANO LA TERAPIA ORALE A DOMICILIO DEL PAZIENTE PROPOSTA DI UNO STRUMENTO PER MIGLIORARE LA COMPLIANCE AD 2736 ZAMBOLIN GRAZIELLA BATTISTELLO MARILINDA ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA: PROBLEMATICHE INERENTI LA COMUNICAZIONE OSPEDALE-TERRITORIO PER LA CONTINUITA' ASSISTENZIALE AD 2744 FAVA LOUISE PASQUON PIER GIORGIO L'INFERMIERE NEL TERRITORIO: DIFFICOLTA' E COPING STRATEGIES NELLA RELAZIONE DI AIUTO CON IL MALATO ONCOLOGICO TERMIENALE E I SUOI FAMILIARI AE 2579 DEDJA DORINA FERRANTE ANNA INSERIMENTO LAVORATIVO DELL'INFERMIERE STRANIERO AE 2586 PAGNIN MAURA BURATTIN BRUNETTA STUDIO DESCRITTIVO DEL RISCHIO D'ERRORE LEGATO ALL'USO DI PIU' GRAFICHE NELLE UNITA' OPERATIVE RICOVERI A PAGAMENTO AE 2588 RIZZATO SERENA PECERE GIAMPAOLO IL RUOLO DELL'INFERMIERE PROFESSIONALE NEL TRIAGE DEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA E ACCETTAZIONE AE 2590 RIZZARDI CHIARA GEATTI SANDRO LA QUALITA' DELLA VITA NELLE PERSONE CON DEMENZA IN STRUTTURE RESIDENZIALI: MODELLI E STRUMENTI DI MISURAZIONE A CONFRONTO AE 2591 PIZZATO MONICA NEGRISOLO ADRIANA IL CODICE DEONTOLOGICO COME ESPRESSIONE DEI VALORI ETICI DELLA PROFESSIONE INFERMIERISTICA INDAGINE ESPLORATIVA SU QUANTO E' CONOSCIUTO DAGLI INFERMIERI AE 2596 MENARELLO ROSSELLA CARLIZZI ISABELLA ASPETTI EDUCATIVI DI PREVENZIONE E CURA DEL TABAGISMO RUOLO DELL'INFERMIERE AE 2604 ROMA NANCY PECERE GIAMPAOLO LA CONSERVAZIONE DELL'INSULINA SICUREZZA DEL FARMACO QUALITA' DELLA PRESTAZIONE RUOLO CENTRALE DELL'INFERMIERE AE 2612 ZANNI DANIELE MARCON LUIGI UTILIZZO DEL VOLONTARIO SOCCORRITORE DEL SISTEMA 118: DALLE ORIGINI STORICHE AD OGGI, ASPETTI SANITARI GIURIDICI AE 2613 FASCINA IVANO PEGORARO CHIARA LA VALUTAZIONE INFERMIERISTICA NEL DIPARTIMENTO DI EMERGENZA. PROPOSTA DI UNO STRUMENTO PER L'IDENTIFICAZIONE DELLE DOLORE ONCOLOGICO STRESS CAREGIVER TERAPIA COMPLIANCE ADI OSPEDALE TERRITORIO ORALE COMUNICAZIONE DIFFICOLTA' E COPING STRATEGIES LAVORO INFERMIERE STRANIERO RISCHIO D'ERRORE DI PIU' GRAFICHE INFERMIERE E TRIAGE QUALITA' DI VITA DEMENZA CODICE DEONTOLOGICO PREVENZIONE TABAGISMO CONSERVAZIONE DELL'INSULINA VOLONTARIO E 118 VALUTAZIONE DIPARTIMENTO EMERGENZA NEL 7

8 PERSONE ANZIANE FRAGILI AE 2630 ROZITE JELENA SARTORATO FLORA SERVIZIO DI PREVENZIONE IGIENE E SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. INFORMAZIONE DEI LAVORATORI ATTRAVERSO UN OPUSCOLO INFORMATIVO AE 2639 DEGANI MARTINA MARTELLA SERGIO VIVERE L'HOSPICE LE PROFESSIONALITA' OPERANTI IN HOSPICE AE 2646 PALTANIN SONIA MARTELLA SERGIO INFERMIERE E PSICOTERAPEUTA? PER UN IPOTESI DI ACCESSO ALLA SCUOLS DI SPECIALISZZAZIONE IN PSICOTERAPIA AE 2649 PASQUI ALESSIA RAIMONDO ALBERTO L'INFERMIERE E A RELAZIONE D'AIUTO AL MAATO TERMINALE AE 2657 GOMIERO DORIS STURNIOLO SILVIA CARTELLA CLINICA CARTACEA ED INFORMATIZZATA: ESPERIENZE A CONFRONTO NELL'AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO AE 2662 PAVAN ANTONELLA BERNARDI MATTEO MOTIVARE E SOSTENERE L'AVVIO DI UNA BANCA DEL LATTE UMANO DONATO: STUDIO RETROSPETTIVO SULL'UTILITA' DELLA BLUD AE 2663 COAN CHIARA GEATTI SANDRO BISOGNI EDUCATIVI RELATIVI AGLI STILI DI VITA NELLE PERSONE COLPITE DA INFARTO MIOCARDICO ACUTO INDAGINE CONDOTTA PRESSO LE U.O DI CARDIOLOGIA E UNITA' CORONARICA DELL'OSPEDALE DI CONEGLIANO AE 2668 VENTURI CHIARA ZANNI STEFANIA LA PRESSIONE TOPICA NEGATIVA NELLA CURA DELLE LESIONI CUTANEE: LO SVILUPPO INFERMIERISTICO AE 2671 GASPARETTO CINZIA MILAN ROSALIA IL RUOLO PERSONALE INFERMIERISTICO NELLE RADIOTERAPIE ONCOLOGICO ITALIANE AE 2678 FIOR STEFANIA SARTORATO FLORA FUNZIONI E COMPITI DELL'INFERMIERE NEI CENTRI ORGANIZZATIVI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI DELLE ULSS DELLA PROVINCIA DI TREVISO AE 2683 MINOTTI ROBERTA ZAMPIERON ALESSANDRA ATTEGGIAMENTO DEGLI INFERMIERI NEI CONFRONTI DELLO STATO FUNZIONALE DEL'ANZIANO OSPEDALIZZATO INDAGINE ESPLORATIVA AE 2684 GRANDO ROBERTA SANZOVO GIANNINA L'INFERMIERE E LA GESTIONE DELL'UTENTE AGGRESSIVO INDAGINE E PROPOSTA PROGETTUALE IN MEDICINA D'URGENZA E PRONTO SOCCORSO DELL'AZIENDA ULSS 9 DI TREVISO PREVENZIONE E SICUREZZA IGIENE VIVERE L'HOSPICE INFERMIERE PSICOTERAPEUTA? E RELAZIONE D'IUTO MALATO TERMINALE CARTELLA CARTACEA CLINICA BANCA DEL LATTE UMANO STILI DI VITA INFARTO PRESSIONE NEGATIVA NURSING COMPETENZE RADIOTERAPIA SCREENING ONCOLOGICO ANZIANO OSPEDALIZZATO TOPICA UTENTE AGGRESSIVO AE 2711 FAVERO ELENA VIDOTTO MARISA USO DI CANNABIS INDAGINE CONOSCITIVA FRA GLI ADOLESCENTI USO DI CANNABIS 8

9 AE 2712 RIZZETTO VANNA VIDOTTO MARISA ALCOL AL FEMMINILE: INDAGINE CONOSCITIVA FRA GLI OPERATORI DI ALCOLOGIA NELLA PROVINCIA DI TREVISO AE 2714 BAKUN SVITLANA MAURI ALESSANDRA LA SINDROME DEL BURNOUT: INDAGINE NELL'UNITA' OPERATIVA DI EMATOLOGIA NEL PRESIDIO OSPEDALEIRO CA' FONCELLO DI TREVISO AE 2730 TONETTO SARA RODRIGUEZ DANIELE RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PRESA IN CARICO DELLE DONNE VITTIME DI ABUSO AE 2731 BARBAN DAVIDE ZACHEO TONIA AUTONOMIA INFERMIERISTICA: RELAZIONE CODICE DEONTOLOGICO STUDIO EPIDEMIOLOGICO AE 2733 RIGATO URSULA CASAGRANDE RAFFAELLA ONCOLOGIA E ASSOCIAZIONISMO TERRITORIALE: UNA RETE SUPPORTATIVA PER LE DONNE CON CARCINOMA MAMMARIO ALCOL AL FEMMMINILE SINDROME BURNOUT DI DONNE VITTIMA DI ABUSO RELAZIONE CODICE DEONTOLOGICO CARCINOMA MAMMARIO AE 2746 FERRARI ANTONELLA MARTIN ALESSANDRO LE DIPENDENZE IL SERT E IL RUOLO DIPENDENZE E SERT DELL'INFERMIERE AE 2751 PIOL AURORA SARTORATO FLORA ASSISTENZA AI PAZIENTI IN LIBERO ACCESSO PAZIENTI E NELL'AMBULATORIO ODONTOIATRICO UN ODONTOIATRIA CONTRIBUTO INFERMIERISTICO PER IL MIGLIORAMENTO DELLE PROCEDURE ASSISTENZIALI AE 2755 DEOTTO NICOLETTA ZAMPIERON ALESSANDRA L'APPROCCIO INTEGRATO PER L'ADATTAMENTO ADATTAMENTO DEL PAZIENTE DIALIZZATO PAZIENTE DIALISI AE 2768 FRANZOLIN VILMA PAVAN PIERPAOLO ANALISI DEL RISCHIO DA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI PAZIENTI STUDIO SPERIMENTALE IN QUATTRO REPARTI DELL'OSPEDALE DI MONSELICE AE 2774 BASSOLI GABRIELE DE BERNARDO MARIA GLORIA TEST E COUNSELING PER L'HIV/AIDS IL RUOLO DELL'INFERMIERE NEI CONSULTORI AE 2782 DREOS MANUELA RUBINI ALESSANDRO IL SUPPORTO PSICOLOGICO PER L'INFERMIERE ONCOEMATOLOGICO AF 2607 PRIFTI ERVIN GOBBATO FERDINANDO LA RETE DEI SERVIZI E L'AIUTO INFORMALE: PROPOSTA FORMATIVA PER BADANTI DELL'EST EUROPA IMPEGNATE NELLA TERMINALITA' AF 2627 NARDIN CHIARA AVONI STEFANIA PRIMOSOCCORSO IN UN IMPIANTO NATATORIO: PROPOSTA FORMATIVA PER IL PERSONALE ADDETTO AF 2633 SASRTORATO FLORA STANGHERLIN LAURA L'INFERMIERE E L'EDUCAZIONE ALL'EMERGENZA SANITARIA RIVOLTA AGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA MOVIMETAZIONE MANUALE PAZIENTI TEST PER HIV/AIDS SUPPORTO PSICOLOGICO RETE DEI SERVIZI E INFORMALE PRIMO SCCORSO NATATORIO EMERGENZA SANITARIA AF 2686 MENEGHINI NADIA PINTON LUIGI LA COMPETENZA TUTORIALE INFERMIERISTICA NEL TIROCINIO OSPEDALEIRO DELLO STUDENTE OPERATORE SOCIO SANITARIO TUTOR OSS AF 2729 CONDO MARIA IMELDA CASAGRANDE RAFFAELLA IL COUNSELING PROFESSIONALE NELL'APPROCCIO ASSISTENZIALE AL PAZIENTE LEUCEMICO COUNSELING LEUCEMIA 9

10 AG 2587 PUCSOK EDINA LO STORTO MARIO ROSARIO GESTIONE E PREVENZIONE DELL'ULCERA VENOSA NEL PAZIENTE IN ETA' GERIATRICA AG 2608 GAIO DIANA COLMANET MARZIA IL RISCHIO DI SOTTOVALUTAZIONE DEL DOLORE NELL'ANZIANO CON ALTERAZIONI COGNITIVE: STRATEGIE DI SOLUZIONE DEL PROBLEMA IN UNA STRUTTURA RESIDENZIALE ULCERA VENOSA ETA' GERIATRICA SOTTOVALUTRAZIONE DEL DOLORE ANZIANO AG 2615 TREVISAN DANIELA MARTIN ALESSANDRO APPROCCIO INFERMIERISTICO AL PAZIENTE AFASICO NELL'IDENTIFICAZIONE DEI BISOGNI ASSISTENZIALI AG 2650 MARCON ELISA BALLOTTA MASSIMO LA GESTIONE DELLA IDRATAZIONE NELLE RSA: STUDIO ED EDUCAZIONE NELLA PRATICA DEL PERSONALE DI SUPPORTO AG 2651 FENT GIADA VITTORIA BALLOTTA MASSIMO LA DISFAGIA NELLE RSA: EVIDENZA DELLA NECESSITA' DI UNA FORMAZIONE CONTINUA AG 2654 POLITO MARIA FRANCESCA GOBBATO FERDINANDO IL RUOLO DELL'INFERMIERE NEL TEAM RIABILITATIVO RICERCA BIBLIOGRAFICA PER VERIFICARE LA POSSIBILITA' DI LEADERSHIP AG 2677 AGOSTINI TATIANA BARZON FABIOLA REVISIONE BIBLIOGRAFICA SULL'ACCERTAMENTO INFERMIERISTICO DEL DOLORE IN PERSONE ANZIANE CON DEFICIT COGNITIVO MEDIO-GRAVE E GRAVE AG 2723 POSCOLIERO MARIA LUISA BUJA ALESSANDRA STRATEGIE PER FAVORIRE L'AUTONOMIA DELL'ANZIANO NELL'ASSUNZIONE DELLA TERAPIA ORALE AG 2725 ANDREOTTI DANIA GIROTTO CHIARA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE NON FARMACOLOGICA DELL'AGGRESSIVITA' NELLA DEMENZA DI ALZHEIMER AG 2740 SIRACUSA ANGELA TUMIATI MARINA LA VALUTAZIONE INFERMIERISTICA DEL DOLORE NEL PAZIENTE CON DEMENZA MEDIO-GRAVE AG 2756 ERMACORA EVA FANTON ELENA STUDIO EPIDEMIOLOGICO SULLE INFEZIONI URINARIE CONSEGUENTI ALLE DISFUNZIONI MINZIONALI NEI SOGGETTI MIELOLESI AG 2761 RUPOLO RENATA BONSO ORNELLA STRUMENTI DI VALUTAZIONE DEL RISCHIO DI CADUTA UN CONFRONTO SULLA BASE DI REVISIONE DI LETTERATURA AG 2763 PASSADORE MARTA TUMIATI MARINA IL PAZIENTE CON MALATTIA DI ALZHEIMER RICOVERATO IN STRUTTURA: APPROCCIO ASSISTENZIALE MULTIPROFESSIONALE AG 2784 CREPALDI PATRIZIA CARGNELLI GABRIELLA UTILIZZO DEGLI ADDENSATI NELL'ALIMENTAZIONE DEL PAZIENTE DISFAGICO POST-STROKE AFASIA E BISOGNI IDRATAZIONE RSA NELLE DISFAGIA NELLE RSA TEAM RIABILITATIVO DOLORE ANZIANE AUTONOMIA DELL'ANZIANO FARMACOLOGIA AGGRESSIVITA' ALZHEIMER PERSONE DOLORE DEMENZA MEDIO GRAVE INFEZIONI MIELOLESI URINARIE RISCHIO DI CADUTA PAZIENTE ALZHEIMER E PAZIENTE DISFAGICO POST STROKE AM 2577 GUERRA MATTEO SIMONATO LORENZO LA PREVENZIONE DELLE ALCOLDIPENDENZE IN ETA' GIOVANILE: REVISIONE DELLA LETTERATURA PREVENZIONE ALCOLDIPENDENZE 10

11 AM 2583 PICARO ANNA FRISON TIZIANA LA GESTIONE DEL PAZIENTE CON PERITONITE IN DIALISI PERITONEALE: PREVENZIONE ED EDUCAZIONE TERAPEUTICA PAZIENTE PERITONITE DIALISI AM 2598 PAGGIN SANDRA BELLONI ANNA SANDRA IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO: RUOLO DELL'INFERMIERE NEL TRAPIANTO ALLOGENICO NON MIELOABLATIVO TRAPIANTO OSSEO MIDOLLO AM 2600 ORAMAS LESLIE ZAMPIERON ALESSANDRA L'INFERMIERE ED IL MONITORAGGIO FISIOLOGICO DEL PAZIENTE CON ICTUS IN FASE ACUTA: REVISIONE DELLA LETTERATURA MONITORAGGIO ICTUS AM 2603 BOVOLENTA KETTY GROMPI ALESSANDRA L'INDIVIDUZIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE CON DEMENZA AM 2606 FAVARO SONIA DORIGO MARA IL PAZIENTE STRANIERO CON TBC POLMONARE E L'ABBANDONO TERAPEUTICO POST DINISSIONE: PROPOSTA DI UNA STRATEGIA INFORMATIVA A CONTRASTO DOLORE E DEMENZA PAZIENTE STRANIERO E TBC AM 2620 FRANZONI MARIA LUISA GIROTTO CHIARA LA GESTIONE DELLE CADUTE DEL PAZIENTE CON ARTRITE REUMATOIDE DELL'UNITA' OPERATIVA DEI MEDICINA DELL'OSPEDALE DI LEGNAGO CADUTE PER ARTRIRE REUMATOIDE AM 2622 CHINCHIO LAURA PADOVAN LAMBERTO MONITORAGGIO DELLE FUNZIONI VITALI DEI PAZIENTI ACUTI NEI REPARTI INTERNISTICI AM 2626 FILIPPETTO ALESSANDRO PILOTTO FRANCO LA TERAPIA CON CELLULE STAMINALI: ASPETTI INFERMIERISTICI E QUESTIONI ETICHE AM 2631 OTTOCHIAN SILVIA MARTIN ALESSANDRO RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIERE PER I PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO CRONICO NEL CONTESTO AMBULATORIALE AM 2637 MARCHEZZOLO MASSIMO ORLANDO ROCCO IPERTENSIONE ARTERIOSA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE MONITORAGGIO E CURA AM 2638 BARCARI ION ORLANDO ROCCO ASSISTENZA INFERMIERISTICA NEL PAZIENTE POST IMA AM 2642 BIADENE CARLO VETTORATO MARIA GRAZIA LA TERAPIA NUTRIZIONALE DELLA PERSONA CON CIRROSI EPATICA AM 2643 SOTTANA BEATRICE BARBIERO EMANUELA PRESENTAZIONE DI UNO STRUMENTO INFORMATIVO PER I PAZIENTI SOTTOPOSTI AD ABLAZIONE TRASCATETERE PER LA FIBRILLAZIONE ATRIALE AM 2644 DORIGO SERENELLA DE BERNARDO MARIA GLORIA RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIEERE NELLA GESTIONE AD UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE DEL CITTADINO IMMIGRATO DIALIZZATO NEL RISPETTO DELLE SUE ORIGINI E CULTURA DI APPARTENENZA AM 2665 AGUIARI LORENZA DE BERNARDO MARIA GLORIA NURSING NEL TRATTAMENTO DEL DOLORE: L'INFERMIERE E IL PAZIENTE MUSULMANO PAZIENTI ACUTI TERAPIA STAMINALI CELLULE SCOMPENSO CARDIACO CRONICO IPERTENSIONE ARTERIOSA ASSISTENZA POST IMA NUTRIZIONE EPATICA ABLAZIONE TRANSCATETERE CITTADINO IMMIGRATO DIALIZZATO CIRROSI NURSING E DOLORE 11

12 AM 2666 BUSI ANGELA MICHELA ZANARDO GIORGIO L'ALIMENTAZIONE NEL PAZIENTE NEFROPATICO IN TRATTAMENTO SOSTITUTIVO: INTERVENTO EDUCATIVO INFERMIERISTICO PER MIGLIORARE L'ADESIONE ALLA PRESCRIZIONE DIETETICA ALIMENTAZIONE PAZIENTE NEFROPATICO AM 2670 STOCCO ELENA GIROTTO CHIARA LA PRESA IN CARICO INFERMIERISTICA DELLA PAZIENTE CON DIABNETE GRAVIDICO AM 2673 CALLEGARO MARA GIROTTO ERICA LA RIVELAZIONE E LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE RICOVERATO PRESSO IL REPARTO DI MEDICINA DI ESTE AM 2674 MARZOLA CHIARA GIROTTO ERICA PERCORSO CLINICO ASSISTENZIALE DEL PAZIENTE SOTTOPOSTO A TERMOABLAZIONE MEDIANTE RADIOFREQUENZA DI NEOPLASIE PRIMITIVE E SECONDARIE DEL FEGATO DIABETE GRAVIDICO GESTIONE DEL DOLORE ESTE TERMOABLAZIONE AM 2676 MARCHI MARINA ORLANDO ROCCO IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE CON EPATITE C PROPOSTA EDUCATIVA AM 2682 COLOMBI MARIA FLAVIA BALBONI FULVIA LO STATO CONFUSIONALE ACUTO: APPLICAZIONE DELLA SCALA DI NEECHAM AM 2685 CACCO EMANUELA ALBERTI ALFREDO TRATTAMENTO EMOSTATICO DOPO LA RIMOZIONE DI UN CATETERE IN ARTERIA FEMORALE IN PAZIENTE SOTTOPOSTO A CORONAROGRAFIA AM 2687 RIGOBON MARTINA PICCOLO PAOLA PROBLEMATICHE SULLA CONTINUITA' ASSISTENZIALE INFERMIERISTICA TRA OSPEDALE E TERRITORIO: PROPOSTA DI UNA LETTERA DI DIMISSIONE INFERMIERISTICA PER IL PAZIENTE CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA GESTIONE EPATITE C STATO CONFUSIONALE ACUTO PAZIENTE RIMOZIONE CATETERE CORONAROGRFIA LETTERA DIMISSIONE OSPEDALEIRA DI AM 2694 SCABORO GRETA BOSCOLO ANZOLETTI ANTONIO VIVERE ACCANTO AD UNA PERSONA CON DEFIBRILLATORE IMPIANTABILE: INDAGINE ESPLORATIVA SULLE CONSEGUENZE EMOTIVE E SULLA QUALITA' DI VITA VIVERE DEFIBRILLATORE CON AM 2698 MASCHIO ALICE SANDRI MARCO ACCOMPAGNAMENTO ALLA MORTE: LA COMUNICAZIONE DELL'INFERMIERE AL MALATO NEOPLASTICO GRAVE ESPERIENZA NELLA REALTA' OSPEDALIERA DI FELTRE AM 2709 NUCIBELLA MONICA PAVAN PIERPAOLO GESTIONE INFERMIERISTICA DEL MONITORAGGIO DELLE FUNZIONI VITALI AL PAZIENTE CON ICTUS IN FASE ACUTA IN UNA NEUROLOGIA SENZA STROKE UNIT AM 2720 MONTICELLI ELENA SARTORE GIOVANNI RUOLO DELL'INFERMIERE NEL PERCORSO EDUCATIVO DELLE DONNE CON DIABETE IN GRAVIDANZA ACCOMPAGNAMENTO ALLA MORTE ICTUS FASE ACUTA DIABETE GRAVIDANZA IN 12

13 AM 2721 LONGHIN SILVIA FERLIN ALBERTO LA PERSONA AFFETTA DA SCLEROSI MULTIPLA RELAPSING REMITTING: BREVE RICERCA IN LETTERATURA RELATIVA ALLA NECESSITA' DI ADOTTARE UN REGIME ALIMENTARE SPECIFICO IL RUOLO DELL'INFERMIERE AM 2727 ZANCHETTIN GIANLUCA STURNIOLO SILVIA QUALITA' DELLA VITA DELLA PERSONA EPATOPATICA: INDAGINE CONOSCITIVA NEL CONTESTO DI MONASTIER (TV) AM 2743 COPPOLA ADRIANA LAPOLLA ANNUNZIATA DISFUNZIONE ERETTILE E SCREENING DELL'ISCHEMIA MIOCARDICA SILENTE NEI DIABETICI: POSSIBILE RUOLO DELLA SORVEGLIANZA CARDIIOVASCOLARE INFERMIERISTICA PRESENTAZIONE DI UNA CASISTICA AM 2749 GORZA DANUSCA STURNIOLO SILVIA AMBULATORIO SCLEROSI MULTIPLA COMPETENZE INFERMIERISTICHE NEI DISTURBI DELLA MINZIONE AM 2750 GEROTTO MAURO VIDOTTO MARISA DIABETE E SPORT: L'INFERMIERE COME PROMOTORE DI UN EFFICACE AUTOGESTIONE AM 2760 SCAPIN LORELLA ANZOLETTI ANTONIO VALUTAZIONE DELL'ADERENZA FARMACOLOGICA TRA GLI UTENTI DI ETA' SUPERIORE A 65 ANNI AFFETTI DA MALATTIA CARDIOVASCOLARE INDAGINE EFFETTUATA PRESSO IL POLIAMBULATORIO DELL'ULSS N. 4 DI ALTO VICENTINO AM 2762 FORLIN ISADORA ZANOTTI RENZO LA SCRITTURA COME MODALITA' COMUNICATIVA PER IL SOGGETTO AFASICO DEPRESSO POST ICTUS AM 2767 PANACCIONE ANNAMRAIA PINTON LUIGI RUOLO DELL'INFERMIERE VERSO IL PAZIENTE CHEMIOTRATTATO PROPOSTA EDUCATIVA PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO DI CASTELFRANCO VENETO AM 2783 MASONI SIMONA DITADI ALESSANDRO LA PERDITA DI CAPELLI IN CHEMIOTERAPIA PROPOSTA DI STRUMENTO AO 2592 VIO ALESSANDRA DORIGO MARA GRAVIDANZA E PUERPERIO APPROCCI E STRUMENTI UTILI ALL'INTEGRAZIONE PROFESSIONALE: PROPOSTA DI UNO STRUMENTO OPERATIVO AO 2597 ZAMPIERI ALESSANDRA GARAVELLO BEATRICE NORME IGIENICO SANITARIE INFERMIERISTICHE PER LA DONNA GRAVIDA PER LA PREVENZIONE DELLA GESTOSI AO 2618 DOLCETTO MICHELA GROMPI ALESSANDRA EDUCAZIONE ALLA SALUTE E PROMOZIONE DELLA PREVENZIONE DEL TUMORE DEL COLLO DELL'UTERO PROSPETTIVE INFERMIERISTICHE AO 2629 EPIFANI FABRIZIO D'ANTONA DONATO MONITORAGGIO DELLA GRAVIDANZA EXTRAUTERINA CON IL MONITORAGGIO SIERICO DELLA BETA HCG SCLEROSI MULTIPLA QUALITA' EPATOPATICA DISFUNZIONE ERETTILE DIABETE SCLEROSI MINZIONE VITA MULTIPLA DIABETE E SPORT ADERENZA FARMACOLOGICA SCRITTURA MODALITA' COMUNICATIVA PAZIENTE CHEMIOTRATTATO PWERDITA CAPELLI CHEMIOTERAPIA GRAVIDANZA PUERPERIO NORME SANITARIE GRAVIDANZA TUMORE DELL'UTERO GRAVIDANZA EXTRAUTERINA E IGIENICO COLLO 13

14 AO 2661 DJEUGO DONGMO FRISON TIZIANA IL RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE E TRATTAMENTO DELL'INCONTINENZA URINARIA FEMMINILE AO 2669 DAMIANO ANTONIETTA COLMANET MARZIA RISCHIO DI GESTIONE INEFFICACE DELL'ALLATTAMENTO AL SENO PER LE PUERPERE PRIMIPARE STRATEGIE DELL'INFERMIERE PER IL SOSTETNO DOMICILIARE ALLE NEO-MAMME INCONTINENZA URINARIA FEMMINILE GESTIONE INEFFICACE ALLATTAMENTO AL SENO AO 2719 MIGLIORANZA ELISA VENDRUSCOLO MARIDA LA DONAZIONE DEL SANGUE DEL CORDONE AMBELICALE: ELABORAZIONE DI UN MANUALE PER LA GUIDA INFERMIERISTICA ALLA COMPILAZIONE ANAMNESTICA DELLE PAZIENTI DONATRICI PRESSO L'ULSS N. 9 DI TREVISO DONAZIONE OMBELICALE SANGUE APE 2614 CARONELLO JESSICA MARIN IRENE LE LESIONI LATROGENE ALLA CUTE DEL NEONATO: IDEAZIONE DI UN PROTOCOLLO DI GESTIONE INFERMIERISTICA LESIONI LATROGENE APE 2621 BERTIN MICHELE CORRADIN HERTA ERLE LA PTREVENZIONE DELLE USTIONI PEDIATRICHE: APPROCCIO EPIDEMIOLOGICO: CONOSCERE IL PROBLEMA PER PROGRAMMARE INTERVENTI INFERMIERISTICI DI PREVENZIONE E3D EDUCAZIONE SANIATRIA APE 2645 LINDITA KICA MILAN ROSALIA PSICOFARMACI E BAMBINI DISABILI: EDUCAZIONE TERAPEUTICA E SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA NEL CENTRO EDUCATIVO RIABILITATIVO DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE DELL'AZIENDA ULSS 18 DI ROVIGO APE 2647 FUSARO LUISA VINCENTI EZIO BAMBINI E L'AMBIENTE DOMESTICO L'INFERMIERE NELL'EDUCAZIONE ALLA PREVENZIONE APE 2658 MASO SOFIA STURNIOLO SILVIA PRENDERSI CURA: CONTINUITA' DELLA CARE DALLA PATOLOGIA NEONATALE AL DOMICILIO APE 2691 CENDRON MADDALENA BERNARDI MATTEO GESTIONE DELLA CRISI EPILETTICA E DELLO STATO DI MALE EPILETTICO NEL BAMBINO EPILETTICO OSPEDALIZZATO PROPOSTA DI PIANO STANDAD PER L'ASSISTENZA INFERMIERISTICA PREVENZIONE USTIONI PEDIATRICHE PSICOFARMACI BAMBINI DISABILI INFERMIERE AMBIENTE DOMESTICO E E PRENDERSI CURA GESTIONE EPILETTICA CRISI APE 2705 BERTI VALENTINA GIROTTO CHIARA ALLATTAMENTO AL SENIO STRATEGIE DI PROMOZIONE APE 2717 BORTOLATO SARA ZANNI STEFANIA OBESITA' E STILE DI VITA IN ETA' PEDIATRICA: RUOLO EDUCATIVO DELL'INFERMIERE APE 2722 CONSALVO ANGELA VENIER GIANBATTISTA GESTIONE DELLE COMPLICANZE RESPIRATORIE NEL BAMBINO OPERATO DI PALATOSCHISI ALLATTAMENTO SENO AL OBESITA' IN ETA' PEDIATRICA PALATOSCHISI 14

15 APE 2741 PELLEGRIINI ORIANA VERGERIO AMEDEO LA CONTENZIONE DEL DOLORE NEL NOANATO A TERMINE E PRETERMINE IN TERMOCULLA GESTIONE INFERMIERISTICA NELL'UNITA' OPERATIVA DI PATOLOGIA NEONATALE DELL'OSPEDALE SANTA MARIA DEL PRATO DI FELTRE BL APE 2770 BENETTI PAOLA MONCIOTTI CARLA MARIA IL BAMBINO SPINA BIFIDA: LE PROBLEMATICHE PRESENTI E LE LINEE PER UNA CORRETTA GESTIONE DELL'AUTOCATETERISMO VESCICALE APS 2589 DA TOS MARTINA GEATTI SANDRO I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARI (DCA): INDAGINE BIBLIOGRAFICA SUI TRATTAMENTI NON FARMACOLOGICI E POSSIBILI COMPETENZE INFERMIERISTICHE CONTENZIONE DOLORE NEONATO BAMBINO SPINA BIFIDA DISTURBI COMPORTAMENTO ALIMENTARI APS 2601 MARIANI FRANCESCA GEATTI SANDRO L'INTERVISTA ERMENEUTICA COME STRUMENTO DI MIGLIORAMENTO DELL'ACCERTAMENTO E PRESA IN CARICO INFERMIERISTICI DEL PAZIENTE CON DISAGIO MENTALE INTERVISTA ERMENEUTICA PAZIENTI DISAGIO MENTALE APS 2617 PAVAN MICHELE MARTELLA SERGIO DISTURBO PONDERALE NEL DISAGIO MENTALE IL PROBLEMA DELLA RIMOZIONE CORPOREA IN PSICHIATRIA RIMOZIONE CORPOREA PSICHIATRIA IN APS 2623 GIRIBUOLA VALENTINA GROMPI ALESSANDRA LA COMUNICAZIONE INVISIBILE RUOLO E FUNZIONI DELLA COMUNICAZIONE NON VERBALE NEL NURSING PSICHIATRICO COMUNICAZIONE INVISIBILE APS 2690 DE MARCHI ERIKA GEATTI SANDRO ESPERIENZE DI SELF-STIGMA E DESCRIMINAZIONE INDAGINE CONDOTTA SULLE PERSONE AFFERENTI AI DUE CENTRI DIURNI DEL DIPARTIMENTO DI SALUTE MENTALE DELL'ULSS 7 DEL VENETO MEDIANTE SCALA DISC. APS 2700 CALAZAVARA ALBERTO DE BERNARDO MARIA GLORIA L'INFERMIERE E LA VISITA DOMICILIARE IN PSICHIATRIA: RISORSE E DIFFICOLTA' APS 2710 BARBON CATERINA MENEGHETTI GIULIA L'INFERMIERE E LA COMPLIANCE DEL PAZIENTE NELLA GESTIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA IN SPDC PROGETTO PER MIGLIORARE LA QUALITA' ASSISTENZIALE APS 2739 DEL DIN SUSI MORETTI NOEMI DEFICIT D'INFORMAZIONE FORNITE ALLE PERSONE CON PROBLEMI ALCOLCORRELATI COMPLESSI PROPOSTA DI UN PERCORSO ASSISTENZIALE APS 2745 CARNIATO CHIARA MENEGHETTI GIULIA ASSISTENZA INFERMIERISTICA E SUICIDIO ACCERTAMENTO E GESTIONE DEL PAZIENTE A RISCHIO SUICIDARIO APS 2753 DE MICCO CLAUDIA MENEGHETTI GIULIA SESSUALITA' E PSICHIATRIA STRATEGIE D'INTERVENTO INFERMIERISTICO PER PROMUOVERE LA SALUTE SESSUALE NELLA PERSONA AFFETTA DA DISTURBI MENTALI ESPERIENZE DI SELF- STIGMA VISITA DOMICILIARE PSICHIATRIA INFERMIERE COMPLIANCE E PERSONE E ALCOL GESTIONE SUICIDIO SESSUALITA' PSICHIATRIA PAZIENTE E 15

16 APS 2754 BERALDO MOIRA MENEGHETTI GIULIA STRATEGIE DI PREVENZIONE DEL RISCHIO DI SUICIDIO NEL PAZIENTE AFFETTO DISTURBI MENTALI RICOVERATO NEL SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA: RUOLO DELL'INFERMIERE NELLA PREVENZIONE APS 2769 TOSATTO VALENTINA MENEGHETTI GIULIA I GRUPPI TERAPEUTICI E RIABILITATIVI IN AMBITO PSICHIATRICO: STATO DELL'ARTE APS 2771 GABBAN ROBERTA MARTELLA SERGIO IL TRIAGE IN SALUTE MENTALE LA GESTIONE INFERMIERISTICA NELLE URGENZE PSICHIATRICHE REVISIONE NARRATIVA DELLA LETTERATURA E IPOTESI DI TRIAGE A CONFRONTO PREVENZIONE SUICIDIO GRUPPI TERAPEUTICI IN PSICHIATRIA TRIAGE IN SALUTE MENTALE APS 2772 ZENATO LICIA MARTELLA SERGIO L'ASSISTENZA INFERMIERISTICA TERRITORIALE IN SALUTE MENTALE: IL CASE MANAGEMENT COME MODELLO E LA VISITA DOMICILIARE COME STRUMENTO APS 2777 MENEGHETTI GIULIA FAVARO GRAZIELLA GESTIONE DEGLI AGITI AGRESSIVI NEL SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNSOI E CURA: MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA' ASSISTENZIALE ATTRAVERSO L'INDIVIDUAZIONE PRECOCE DEI SOGGETTI A RISCHIO DI CONDOTTE AGGRESSIVE ASSISTENZA IN SALUTE MEBNTALE AGITI AGGRESSIVI PSICHIATRICI 16

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti

b) dati di base: dati elementari utilizzati in forma aggregata per la costruzione degli indicatori. Comprendono dati correnti già parte dei vigenti D.M. 12-12-2001 Sistema di garanzie per il monitoraggio dell'assistenza sanitaria. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 febbraio 2002, n. 34, S.O. IL MINISTRO DELLA SALUTE di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura

Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Capitolo 11 Gli anni di vita persi per morte prematura Introduzione Gli indicatori calcolati sugli anni di vita persi per morte prematura (PYLLs) combinano insieme le informazioni relative alla numerosità

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica

Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Il PICC Catetere Venoso Centrale ad inserzione periferica Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo

Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Articolazione aziendale del Progetto Strategie per ridurre il rischio di depressione post partum e proposta di un percorso formativo Dott.ssa Lorenza Donati Convegno Agli albori della salute: prevenzione

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 95,45 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

LO PSICOLOGO NELLA RIANIMAZIONE APERTA

LO PSICOLOGO NELLA RIANIMAZIONE APERTA Sig.ra Gelsomina Barozzino - CPSE SC Rianimazione e Anestesia Cirié Dott. Marcello Giove Psicologo Servizio di Psicologia Ospedaliera sede di Chivasso e di Ivrea Dott. Bruno Scapino - Responsabile S.S.

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI GG. PRES./ GG.LAVORATIVI % CENTRO CONTROLLO DIREZIONALE 80,00 DIPARTIMENTO PREVENZIONE Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso nel mese /. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge, avis, allattamento, matrimonio, lutto,

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A Staffette 4 x 25 Stile Libero 1 F SPORT VILLAGE (Azzoni-Mazzeo-Caravaggi-Costa) 2 F VOGHERESE N (Guida-Prizzon-Guagnini-Dragoti) 3 F CENTRO FIN PAVIA (Rossi-Beretta-.-Balduzzi)) 1 F/M MELEGNANO (Marchesoni-Gigli-Turazza-Benussi)

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio

MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio Azienda Ospedaliera di Padova Medicina Generale AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA MEDICINA GENERALE DIRETTORE: Prof. Giovannella Baggio IL REPARTO Telefono: 049 8212675 CARTA DI ACCOGLIENZA PER IL PAZIENTE

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

. Prot. n 7083/C21 S. M. Maddalena,20/11/2014. Agli insegnanti dell Istituto Loro Sedi All Albo sul sito

. Prot. n 7083/C21 S. M. Maddalena,20/11/2014. Agli insegnanti dell Istituto Loro Sedi All Albo sul sito ISTITUTO COMPRENSIVO DI OCCHIOBELLO Via M.L. King, 3 45030 S.M. Maddalena Occhiobello (RO) Tel 0425-757513 fax 0425-769322 Email: amos.golinelli@istruzione.it roic803002@istruzione.it Sito web: www.ic-occhiobello.gov.it

Dettagli

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1.

La scheda deve essere compilata dal medico Riabilitatore Respons abile del caso (e/o Borsista) Denominazione Struttura. Ospedale. UO 1. Allegato 4: scheda di rilevazione dat i della persona con lesione midollare La scheda deve essere compilata nei casi in cui la persona venga ricoverata in Unità Spinale o Centro di Riabilitazione in occasione

Dettagli