l monitore Non è solo vanità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "l monitore Non è solo vanità"

Transcript

1 Centro Medico di Fisiokinesiterapia e Ginnastica Riabilitativa l monitore numero 07, numero settembre 7, MEDICO La chirurgia estetica viene spesso percepita come una disciplina vanesia, dedita solo a sanare bisogni superficiali e narcisisti. C è molto di più! Facciamo chiarezza con l aiuto di un esperto Non è solo vanità Parliamo di chirurgia plastica con il Dr. Andrea Margara. Ne parliamo anche per tentare di dissolvere l alone di ritrosia e pudore che aleggia su questo tema soprattutto nella nostra città. Sì, perché c è una sorta di pregiudizio, tutto torinese, che bolla come scandaloso il ricorso alla correzione estetica, opinione dovuta probabilmente ad una distorta (e qualche volta ipocrita) condanna del valore estetico. Cosa c è da vergognarsi nel volersi migliorare ai propri occhi? Nel voler aumentare la propria autostima? Quanto c è in realtà di psicologico e recondito nell attività apparentemente frivola del chirurgo estetico? Sullo spunto di queste provocazioni vi invitiamo ad approfondire l argomento Quali sono le principali differenze tra le varie branche della chirurgia plastica? La chirurgia plastica vera e propria si occupa di ripristinare i danni che il nostro corpo ha subìto e le relative funzionalità tenendo presente i principi dell estetica. L ambito di interventi di questa specialità è vastissimo: si va dal trattamento dei grandi ustionati, alla ricostruzione in caso di demolizione di tumori del testa-collo, dalla cancellazione della piccola cicatrice alle ricostituzioni estetiche e funzionali in seguito a gravi perdite e compromissioni fisiche dovute ad incidenti. Entra in gioco anche la chirurgia della mano con il trattamento ad esempio del tunnel carpale. Il chirurgo plastico fa inoltre parte dell equipe chirurgica ogni qual volta l intervento sul paziente abbia caratteristiche demolitive, a livello ad esempio addominale per la ricostruzione delle pareti, o ginecologico, come nel caso di cambio di sesso. Molto attuale l esigenza del recupero estetico post obesità: con la diffusione pandemica del problema del sovrappeso la chirurgia bariatrica (che tratta cioè pazienti affetti da obesità patologica) porta a perdita di volumi e riduzioni di peso davvero enormi. Immaginate un paziente che ha perso 100, 110 chili: il suo problema sarà la pelle in eccesso, causa di gravissimi disagi di natura igienico-sanitaria, psicologica e sociale. Il trattamento dunque del paziente post-bariatrico, che si è sottoposto ad esempio a by-pass gastrico, diversione bilio pancreatica o in- continua a pag. 2 Approfondimento Non è solo vanità Dossier p. 1 e 2 Le due facce della colonscopia: tradizionale o virtuale? Prevenzione Terapie p. 3 Speciale DONNA L importanza dei controlli al seno Gravidanza serena: quali controlli preventivi e durante i nove mesi? Appuntamenti e novità p. 4 p. 5 p. 6 L esperto risponde p. 7 Periodico di divulgazione medica realizzato in collaborazione con il Gruppo Larc. Diffusione copie. Distribuzione gratuita. Anno di fondazione 1984, anno ventottesimo Direttore Responsabile: Emanuela Amadei. Segreteria di redazione: Larc C.so Venezia, Torino tel fax Sito web:

2 2 MEDICO terventi di riduzione o bendaggio dello stomaco, è dunque in notevole evoluzione. La chirurgia estetica invece lavora esclusivamente su tessuti che non sono stati danneggiati e quindi sana dei difetti soggettivi, che ciascun paziente vede in sé e vuole migliorare: il quadro clinico di partenza non prevede un danno funzionale. La liposuzione è uno degli interventi più comuni, utile nel caso del ripristino di volumi e per la riduzione di volumi adiposi importanti. Altro intervento frequente è l aumento del seno tramite protesi mammaria; la combinazione tra le due operazioni nello stesso soggetto è il lipofilling mammario, dove si preleva grasso dal resto del corpo e si trasferisce nei seni, con un aumento di volume di circa mezza taglia, usando una tecnica naturale di ridistribuzione. Molto diffusa anche la blefaroplastica, superiore o inferiore, che riduce l eccesso di cute intorno agli occhi e interviene in caso di borse palpebrali molto evidenti. Esistono poi vari tipi di lifting eseguibili a diverse parti del corpo, dal viso alla pancia alla cosce. (Nella foto sotto, un esempio di prima e dopo ). La medicina estetica ci permette infine di migliorare la nostra figura, di minimizzare alcuni difetti o di prevenire gli effetti dell invecchiamento sul nostro fisico, contribuendo dunque a mantenere un aspetto giovanile nel tempo. La medicina estetica non è chirurgica: gli interventi si basano su iniezioni e trattamenti con macchinari specifici non invasivi. I principali agenti attivi impiegati sono la tossina botulinica e l acido ialuronico in filler; per quanto riguarda l eliminazione di adiposità localizzate, esistono trattamenti specifici quali la mesoterapia e la fosfatidilcolina, efficaci su piccole zone circoscritte. Concentrandosi sul campo estetico, laddove cioè la scelta del paziente è finalizzata al solo miglioramento dell aspetto esteriore, quali sono i reali rischi relativi ad un esito insoddisfacente degli interventi? Il primo mito da sfatare è senz altro quello del botulino, spesso incriminato dai pazienti e ritenuto responsabile di esiti disastrosi, come quelli alla tv. Premesso che a Torino i modelli dello spettacolo da imitare non sono così presenti e che dunque a livello geografico la nostra area è a basso rischio di eccessi, molto dipende dal rapporto che si instaura tra paziente e medico, o meglio, dall equilibrio che si deve necessariamente creare tra la richiesta e l offerta della prestazione. Un medico che lavora in maniera seria, opererà prima di tutto nel rispetto delle linee guida dettate dalle associazioni scientifiche preposte, che tendono a preservare i canoni di bellezza originaria di ogni fisionomia. Un professionista che opera in quest ambito non causerà alcun danno al paziente perché non eccederà nell utilizzo delle varie tecniche. Di fronte a richieste sempre più estreme, un buon chirurgo estetico saprà orientare il proprio paziente verso scelte consapevoli e responsabili, richiamandolo eventualmente anche al buon senso e alla corretta visione di sé stesso, e poi dovrà disporre di un bagaglio ampio di soluzioni e tecniche, che vadano al di là della semplice quantità di botulino da iniettare! Un medico estetico con poche frecce al proprio arco, non avrà altra scelta se non insistere nell uso di un solo rimedio, con risultati spesso disastrosi, come ad esempio con un eccesso di iniezioni di acido ialuronico come volumizzante per rimpolpare un viso che ha perso turgore; va bene riempire finchè mantengo il paziente nella sua condizione originaria, oltre questo limite però devo proporre soluzioni alternative connaturate all entità della correzione, aiutando così il paziente a restare nel suo canone di bellezza naturale. Altro tema su cui è indispensabile fare chiarezza riguarda le protesi al silicone: queste capsule, che contengono un gel coesivo e molto compatto, se costruite con rigore e qualità, sono assolutamente sicure, non cancerogeniche e prive di effetti indesiderati. Il silicone liquido invece, iniettato per gonfiare ad esempio zigomi e labbra, è un prodotto assolutamente dannoso e pertanto illegale; nonostante questo, si trovano ancora persone di pochi scrupoli che lo usano, magari operando senza alcuna qualifica medica. Per concludere, la serietà del professionista a cui ci si affida rimane una delle migliori garanzie di successo sull esito del proprio intervento. Serietà e professionalità, dunque. Ma come riconoscerle? La garanzia per il paziente è rivolgersi a categorie di professionisti certificati. In Italia abbiamo la SICPRE, cioè Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Estetica, e l AICPE, l Associazione Italiana Chirurghi Plastici Estetici, due società scientifiche di riferimento per la specialità. I membri e i soci di questi Enti sono medici preparati e competenti, nonché coloro che dettano le linee guida e pubblicano i consensi e le informative relative alla scientificità della professione. Ad un livello di rigore altrettanto alto c è l ISAPS (International Society of Aesthetic Plastic Surgery) l organo internazionale al di sopra delle realtà locali che conta tra i suoi iscritti chirurghi plastici con caratteristiche di preparazione selettive. In quali step si articola il percorso del paziente che ha deciso di effettuare un intervento estetico? L iter dipende dalla problematica che si affronta. Il primo passo è la visita, in cui si prende atto dell esigenza del paziente e vengono prospettate le varie tecniche utili alla correzione del suo problema. A quel punto si fa una pianificazione: se la richiesta è di medicina estetica, in brevissimo tempo e senza grandi necessità, si possono finalizzare le richieste del cliente. Nel caso di lavori più articolati, si organizzano e pianificano più sedute. Nel caso infine di intervento chirurgico, si prospetta al paziente tutto ciò che lo aspetta in termini di rischi, complicanze possibili o eventuali, decorso post-operatorio, tempi di recupero e convalescenza. Seguiranno vari esami volti ad accertare la buona salute del paziente, condizione di partenza indispensabile per poter procedere con l operazione. In linea di massima le attuali tecniche anestesiologiche e contenute somministrazioni analgesiche rendono questi interventi, oggi, più che mai confortevoli. Dr. Andrea Margara Specialista in Chirurgia Plastico Ricostruttiva Estetica Consulente LARC

3 MEDICO 3 Una breve descrizione di entrambe le procedure, per conoscerne vantaggi e controindicazioni Le due facce della colonscopia: tradizionale o virtuale? LA COLONSCOPIA TRADIZIONALE È un esame invasivo che consente di visualizzare internamente il grosso intestino (colon). L esame ha subìto negli ultimi anni grandi miglioramenti tecnologici, che ne hanno aumentato l efficienza e la tollerabilità. La colonscopia consente una visualizzazione diretta dell organo ed è solitamente molto precisa. L esame permette di visualizzare la mucosa intestinale, identificandone alterazioni di parete o lesioni. È possibile effettuare biopsie, ovvero il prelievo in modo assolutamente indolore, di un campione di tessuto da analizzare, oppure asportare piccole lesioni pre-tumorali, come i polipi intestinali (escrescenze anomale, che si sviluppano sulla parete interna dell intestino); la colonscopia pertanto è un esame particolarmente importante nella prevenzione e nella diagnosi precoce del tumore del colon-retto. È fondamentale, per la riuscita dell esame, un adeguata pulizia dell intestino. Solitamente si effettua la colonscopia in regime ambulatoriale, solo in casi eccezionali richiede il ricovero, laddove richiesto dalle condizioni del paziente. Si introduce nell orifizio anale una sonda flessibile del diametro variabile di millimetri, che ha sulla sua estremità una telecamera che trasmette le immagini a un video. Questa sonda viene fatta risalire lungo tutto il grosso intestino (dal retto fino al cieco) e permette di esaminare le pareti interne, la cosiddetta mucosa intestinale. È un esame che si può svolgere con un minimo di sedazione cosciente con farmaci iniettati endovena; l eventuale fastidio può essere provocato dalla distensione delle pareti dell intestino, che viene determinata dall introduzione di aria mediante lo strumento. Dr.ssa Elisabetta Borghesio Specialista in Gastroenterologia LA COLONSCOPIA VIRTUALE Dalla sua nascita nel 1994 la colonscopia virtuale ha subìto implementazioni continue sino a quando non è stata inserita tra le metodiche consigliate per l identificazione del cancro colo-rettale e dei suoi precursori insieme ad esami più invasivi come la sigmoidoscopia flessibile e la colonscopia tradizionale. La colonscopia virtuale è una tecnica di studio non invasiva che studia il colon dal suo interno tramite una TAC dell addome dopo insufflazione dell intestino in modo simile alla colonscopia convenzionale, ma senza l introduzione di alcuna sonda endoscopica. Il soggetto che la esegue deve sottoporsi per tre giorni ad una dieta priva di scorie e prendere un blando lassativo (se non stitico) o un lassativo normale (se stitico). L esame dura circa 15 minuti da quando si sale sul lettino TAC. Si gonfia il colon con aria ambiente mediante una piccola sonda flessibile introdotta nell ampolla rettale e successivamente si esegue la TAC (che dura pochi secondi). La TAC viene fatta in due decubiti (prono e supino). L esame viene quindi ricostruito da appositi software e letto dai radiologi. Il colon si può quindi vedere sia in modo bidimensionale (Fig. 1a) che tridimensionale (vedi Fig.1b) ossia dal suo interno come la vedono i gastroenterologi. Dopo l esame il paziente può ritornare alle sue attività quotidiane (perché non si usano sedativi). La colonscopia virtuale può individuare sia il cancro situato nel colon che i polipi di dimensioni significative (uguali o superiori a 6 mm). I polipi inferiori a 6 mm sono quelli considerati non pericolosi perché la loro tendenza a crescere è molto bassa. Il limite della colonscopia virtuale è l impossibilità di prelevare campioni di tessuto per cui il paziente potrebbe doversi poi sottoporre ad esame endoscopico per effettuare biopsie o per rimuovere i polipi trovati. Se il soggetto è però a basso rischio (ossia non ha fattori di rischio tali da avere un alta probabilità di sviluppare polipi o cancro) può sottoporsi ad un esame meno invasivo di quello tradizionale. Malgrado la TAC della colonscopia virtuale sia effettuata somministrando basse dosi di radiazioni, si possono vedere dei reperti che sono fuori dal colon (es.: cisti epatiche, renali, masse che interessano gli organi endoaddominali, lesioni ossee etc). Le indicazioni principali alla colonscopia virtuale sono le colonscopie tradizionali incomplete o il rifiuto a sottoporsi alle colonscopie tradizionali, le malattie diverticolari, i soggetti più fragili e con comorbidità che non possono effettuare la colonscopia tradizionale. Le complicanze della colonscopia virtuale sono: perforazione intestinale che però è stata documentata in grandi casistiche internazionali in meno dello 0.05% dei casi e le reazioni vasovagali, anch esse decisamente poco frequenti. Fig. 1a: Dr.ssa Gabriella Iussich Specialista in Radiodiagnostica Fig 1b Fig. 1a: Visione bidimensionale dell ampolla rettale con lesione mucosa multilobulata della parete sinistra del retto Fig. 1b: Visione tridimensionale della lesione rettale in Fig. 1a

4 4 Speciale DONNA La prevenzione del cancro al seno si basa sull anticipazione della diagnosi che permette di individuare il tumore quando ha ancora dimensioni ridotte ma è già riscontrabile dallo strumento L importanza dei controlli al seno La prevenzione primaria, intesa come azione atta ad evitare l insorgenza del tumore della mammella, non è ancora realizzabile. È invece attuabile la cosiddetta prevenzione secondaria, vale a dire una anticipazione della diagnosi, obiettivo che ha permesso negli ultimi decenni una consistente riduzione della mortalità per quella che è tutt ora la più frequente neoplasia della donna. Anticipare la diagnosi significa scoprire il tumore quando ha ancora dimensioni assai ridotte ed è presumibilmente ancora localizzato, senza diffusione di metastasi vitali in altri organi o tessuti. In questo caso il trattamento chirurgico sarà spesso risolutivo, permettendo l asportazione completa della massa tumorale, evitando quindi la progressione della malattia. Infatti nei tumori al primo stadio, senza metastasi, il tasso di sopravvivenza è attualmente assai elevato. Quindi, in buona sostanza, si tratta di identificare il tumore in una fase preclinica, quando cioè esso è già riscontrabile dallo strumento, ma non ancora palpabile. Da qui il consiglio alle donne di sottoporsi a controlli periodici, la cui frequenza è correlata alla durata della fase preclinica, che è a sua volta funzione del tipo istologico e dell età della donna. Per ottimizzare tali controlli è stato pertanto proposto dalle più autorevoli Organizzazioni sanitarie il seguente protocollo. Per le donne asintomatiche sotto i 40 anni: visita clinica ed eventuale ecografia, se emergono segni obiettivi che meritano un ulteriore accertamento. Dai 40 ai 49 anni: visita clinica, mammografia ed eventuale ecografia con cadenza annuale. Dopo i 50 anni: visita clinica e mammografia ogni due anni; ogni anno associata ad ecografia nel caso di mammelle mammograficamente dense o in Pazienti in terapia sostitutiva. Nella paziente sintomatica: visita clinica, mammografia ed ecografia con eventuale agoaspirato o microbiopsia in presenza di immagini dubbie o sospette. Anche se purtroppo qualunque metodologia di indagine, pur condotta con i più elevati standard qualitativi, sia tutt ora gravata da una certa percentuale di falsi positivi e falsi negativi con conseguenti insuccessi nel percorso diagnostico- terapeutico, ciò non giustifica una rinuncia della donna a un costante e preciso espletamento dei test diagnostici già attualmente assai avanzati, ma che la ricerca scientifica permette di aggiornare, sviluppare ed incrementare continuamente. Dr. Mario Piolatto Specialista in Radiodiagnostica

5 Speciale DONNA 5 É responsabilità della mamma condurre una vita sana ed equilibrata nei nove mesi della gestazione per garantire un buon esito della gravidanza Gravidanza serena: quali controlli preventivi e durante i nove mesi? La gravidanza è un esperienza unica nella vita di una donna ed è fondamentale che sia vissuta come un periodo sereno e piacevole da ricordare. Quali sono le indicazioni da seguire per affrontare al meglio questa esperienza? Anzitutto è molto importante comprendere che gran parte del buon esito della gravidanza dipende dal comportamento della gestante. La medicina moderna ha chiaramente evidenziato che alimentazione e abitudini di vita sono fondamentali nella prevenzione e nel trattamento di patologie anche gravi. Lo stesso discorso vale per la gravidanza. Così è fondamentale che la donna giunga alla gestazione nelle migliori condizioni: si dovrà ridurre l eventuale sovrappeso con una dieta adeguata, condurre una vita il più possibile sana e equilibrata, e, assolutamente, eliminare o ridurre drasticamente il fumo di sigaretta, che determina effetti negativi sulla fertilità e sul decorso della gravidanza. A questo si aggiungono alcuni esami ematochimici e sierologici e, naturalmente, un controllo ginecologico, possibilmente con ecografia transvaginale, e un pap test. Il discorso comportamentale diviene ancora più importante durante la gestazione. L eccessivo incremento di peso è spesso responsabile delle più gravi patologie gravidiche e fetali. Un aumento ponderale complessivo entro i 12 Kg è l obiettivo da prefissarsi. I controlli da effettuare dovrebbero avere mediamente cadenza mensile, e dovrebbero essere eseguiti sempre dallo stesso ginecologo di fiducia. Le ecografie da eseguire sono principalmente tre: una a 12 settimane, una a 20 settimane, e una a settimane. Gli esami realmente necessari non sono molti e possono essere effettuati anche solo due tre volte durante la gravidanza. È importante la valutazione dei globuli rossi, la ricerca di eventuali infezioni urinarie, e il controllo dello stato immunitario verso la toxoplasmosi. Altri controlli possono rendersi necessari in casi particolari, come ad esempio il diabete gestazionale. Universalmente consigliato è lo screening per la sindrome di Down, che consente, con l esecuzione di test ematochimici e ecografia di rilevare il rischio di un feto affetto, in modo da eseguire l amniocentesi solo nei casi selezionati. Molto importante è la partecipazione ad un corso di preparazione al parto, da effettuare negli ultimi due mesi di gravidanza, che consente di affrontare serenamente e informati questo delicato evento. Concludendo, osservare adeguate abitudini di vita e seguire le indicazioni di medico e ostetrica, consentirà alla gestante di affrontare nel modo più sicuro e sereno l evento del parto. Dr. Stefano Maccario Specialistia in Ostetricia e Ginecologia CORSO DI PREPARAZIONE AL PARTO Il corso pre-parto, rivolto alle neomamme ed ai futuri papà, è un valido strumento per prepararsi in modo consapevole e sereno alla genitorialità. Un incontro tra futuri genitori ed un personale qualificato, in cui si affrontano temi su gravidanza, travaglio, parto, allattamento e puericultura. Si abbinano alla teoria tecniche di respirazione e rilassamento corporeo, utili a ridurre la sensazione di dolore durante l insorgenza delle contrazioni uterine. In gravidanza la donna vive emozioni contrastanti: alla gioia di avere un bambino, spesso si accompagnano timori su quello che succederà in futuro. Lo scopo degli incontri è quello di confrontare la propria esperienza con altre donne che condividono la stessa condizione. È fondamentale frequentare un corso, rivolgendosi a persone esperte e qualificate, alle quali si potranno raccontare le proprie ansie, i propri dubbi, le proprie incertezze: questo serve per vivere i nove mesi di gravidanza con maggiore consapevolezza e serenità. Alessandra Denina Ostetrica

6 6 MEDICO Appuntamenti... LA SALUTE DELLE OSSA Dicembre gennaio 2014 Hai un età pari o superiore ai 55 anni? Controlla la salute delle tue ossa per valutare il rischio di osteoporosi. PRENOTA SUBITO LA DENSITOMETRIA OSSEA DEXA! PER TE UNO SCONTO del 10% LARC C.so Venezia 10 - Torino LARC C.so Duca degli Abruzzi 56 - Torino LARC Via A. D Oria 14/14 Ciriè Informazioni e prenotazioni tel BASTA CON IL DOLORE CRONICO Tutti i giorni dalle ore alle ore Soffri di emicrania? L ernia del disco ti blocca? Il dolore cronico non ti permette di effettuare le normali attività? L Ambulatorio di Terapia del Dolore del Gruppo LARC è aperto a tutti coloro che vogliono dire basta alla sofferenza. La prima consulenza è gratuita. LARC Corso Venezia 10 - Torino Informazioni e prenotazioni tel e NOVITÀ Nella sede Larc di Corso Venezia 10 è arrivata la nuova Risonanza Magnetica Avanto, di ultimissima generazione che, grazie alla qualità di immagine e affidabilità diagnostica, permette di effettuare esami molto approfonditi anche sul cuore e sulla mammella. Utilizzando un intensità del campo magnetico di 1.5 Tesla, raggiunge il massimo livello disponibile per capacità diagnostica. Da oggi è possibile effettuare nel tuo centro medico di fiducia LARC, l epilazione laser medicale. Si tratta dell UNICO TRATTAMENTO MEDICO PROGRESSIVAMENTE DEFINITIVO che con poche sedute elimina permanentemente i peli dalle aree trattate. Può essere svolto esclusivamente da un Medico Specialista in Dermatologia o Chirurgia Estetica, e dopo una precisa anamnesi del paziente. telefona al numero oppure scrivi a Per essere sempre aggiornato sulle novità del Gruppo LARC iscriviti alla newsletter sul sito e seguici su

7 MEDICO 7 L esperto risponde ENDOCRINOLOGIA Ipertiroidismo e peso Sono una ragazza di 20 anni, negli ultimi 2 anni sono ingrassata di 20 kg. Ho scoperto di soffrire di ipertiroidismo, mi sono rivolta a diversi specialisti ma nessuno ha saputo dirmi quale strada intraprendere. Da circa 2 mesi e mezzo assumo il tapazole, la tiroide pare che abbia iniziato a funzionare, ma il peso continua ad aumentare nonostante pratichi sport e segua una dieta specifica. Cosa posso fare? I.R. Risponde la Dr.ssa Marina Caccia Specialista in Endocrinologia e Scienza dell Alimentazione I disturbi della tiroide possono influenzare il peso corporeo, anche perché ci può essere importante ritenzione idrica che si manifesta con aumento ponderale. Occorre prima regolarizzare i valori tiroidei e poi provvedere a dieta ed attività fisica. Per questi aspetti dovrebbe sentire chi le ha prescritto lo schema dietetico, cui attualmente si sta attenendo: infatti solo un accurato bilancio alimentare può verificare se ci sono motivi per cui lei non riesce a dimagrire. Cosa utile può essere la tenuta del diario alimentare che indubbiamente aiuterà a capire eventuali errori. OTORINOLARINGOIATRIA Fastidioso raffreddore Sono una donna di 25 anni non bevo e non fumo. Sono spesso soggetta a tossi e mal di gola in quanto ho la fibrosi cistica e sono allergica agli acari della polvere. Per una settimana ho avuto tosse, raffreddore, mal di gola e febbre. Quest ultima è scomparsa, ma sono passati 10 giorni e continuo ad avere una fortissima rinite, abbondante muco trasparente e ogni tanto sangue, tosse e mal di gola, dolori al palato e all orecchio sinistro e perdita di voce, cosa mi consiglia di fare? T.P. Risponde il Dr. Roberto Marino Specialista in Otorinolaringoiatria Come Lei ben sa, il paziente affetto da Fibrosi Cistica ha una maggiore scettibilità di incorrere in processi flogistici delle alte e basse vie respiratorie. Bisogna inoltre ricordare che è più frequentemente colpito da una particolare patologia dei seni paranasali chiamata Poliposi nasale. Pertanto se i suoi sintomi persistessero nonostante una opportuna terapia prescritta dal suo medico curante, sarebbe opportuno eseguire una visita Specialistica ORL con un fibroscopia nasale che permetterebbe di rilevare la presenza di Polipi nasali o di sinusite e di curarli in modo opportuno e mirato. ANDROLOGIA Stanchezza ed erezione Ho il testosterone totale, Lh, Fsh, SHBG con valori alti più della norma, mentre gli altri ormoni sono a posto. E da mesi che sono stanco e che non raggiungo l erezione. Cosa posso fare? M.C. Risponde il Dr. Marco Laudi Specialista in Urologia Direttore Sanitario Larc Il testosterone, ormone sessuale maschile prodotto dal testicolo, ha diverse attività funzionali che riguardano non solo l erezione (una carenza di tale ormone determina una riduzione del desiderio sessuale e di conseguenza una disfunzione erettile), ma anche le condizioni fisiche generali (una carenza di testosterone nel sangue può essere responsabile di senso di stanchezza, debolezza muscolare). Attualmente si parla di sindrome da deficit di testosterone nei confronti della quale sono possibili terapie sostitutive. Per stabilire l orientamento terapeutico in caso di tale sindrome è necessario eseguire oltre alla testosteronemia anche un dosaggio nel sangue degli ormoni ipofisari LH e prolattina e il PSA. Disponendo di tali esami è indicato consultare uno specialista andrologo o endocrinologo. Per rivolgere una domanda agli specialisti consulenti LARC compilare e spedire in busta chiusa a: IL MONITORE MEDICO C.so Venezia, Torino oppure scrivere a:

8 8 MEDICO 2 FISIOKINESITERAPIA E GINNASTICA RIABILITATIVA LARC - * LARC - * LARC - * LARC - LARC - ODONTOLARC GIORDANA DUE CENTRO MEDICO CHIRURGICO FREIDOUR CENTRO MEDICO CHIRURGICO GUTTUARI STUDIO MEDICO PINEROLESE *Centri accreditati SSN fascia A TUTTI I CENTRI SONO CONVENZIONATI CON I PRINCIPALI FONDI DI CATEGORIA ESAMI DI LABORATORIO DIAGNOSTICA PER IMMAGINI VISITE MEDICHE SPECIALISTICHE CHIRURGIA AMBULATORIALE STUDIO DENTISTICO PREVENZIONE ONCOLOGICA CHECK UP PERSONALIZZATI FISIOKINESITERAPIA TERAPIA A ONDE D URTO AMBULATORIO DELL OSTEOPOROSI MEDICINA DELLO SPORT MEDICINA DEL LAVORO DAY SURGERY

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it

SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it SC U.O. GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA SERVIZIO DI ENDOSCOPIA DIGESTIVA Padiglione Regina Elena Piano 3 - Via M. Fanti n 6 E-mail gastro@policlinico.mi.it M.04.F.CONS. REV. 2 DEL 26/03/2014 PAGINA 1 DI

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Prevenire il tumore del colon retto Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Prevenire il tumore del colon retto INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 21-0 05/09/2012 INDICE Prevenire il tumore del colon. 4 Come si esegue

Dettagli

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia 1. 7 domande sui tumori 2. Convivere con la malattia Dott. Andrea Angelo Martoni Direttore Unità Operativa di Oncologia Medica Policlinico S.Orsola-Malpighi Bologna 1. Cosa sono i tumori? i tumori Malattia

Dettagli

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA:

L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LO SCREENING DEL CANCRO COLON-RETTALE AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO

Dettagli

IL TUMORE DELLA PROSTATA

IL TUMORE DELLA PROSTATA IL TUMORE DELLA PROSTATA Dott. CARMINE DI PALMA Andrologia, Urologia, Chirurgia Andrologica e Urologica, Ecografia Che cos è il cancro della prostata? Cancro significa crescita incontrollata di cellule

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Che cosa è la colonscopia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Che cosa è la colonscopia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 23-0 09/09/2012 INDICE Che cos è la "colonscopia? 4 Chi fa la colonscopia e a

Dettagli

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita.

Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Cancro. Ecco i 3 screening salva vita. Come tenersi aggiornati sui test offerti dal Ssn per il tumore del seno, della cervice uterina e del colon retto. Il vademecum del ministero Il ministero della Salute

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale

CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007. Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale CONFERENZA STAMPA 24 Gennaio 2007 Campagna di prevenzione a favore dello screening per la ricerca del tumore colon rettale Conferenza stampa per la presentazione della Campagna di prevenzione a favore

Dettagli

Altre informazioni sullo screening del colon retto

Altre informazioni sullo screening del colon retto Altre informazioni sullo screening del colon retto AGGIORNAMENTO: Queste informazioni per utenti e operatori completano quelle contenute nei documenti Un semplice esame contro il tumore del colon retto

Dettagli

Regione Toscana e ASL 1 di Massa e Carrara Servizio Sanitario della Toscana Liceo Artistico Statale Artemisia Gentileschi Progetto per migliorare l informazione ed il rapporto con i cittadini, attuato

Dettagli

Le proponiamo un appuntamento per il giorno alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via , Roma

Le proponiamo un appuntamento per il giorno <gg/mm/aaa> alle ore <00.00> presso l ambulatorio di via <indirizzo>, Roma La Regione Lazio e la ASL Roma XY La invitano a partecipare ad un programma di prevenzione del tumore del collo dell utero rivolto alle donne di età compresa fra i 25 e 64 anni. Il programma ha lo scopo

Dettagli

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora

PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING. Relatore: Brunella Spadafora PROGETTAZIONE E ORGANIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI SCREENING Relatore: Brunella Spadafora Epidemiologia e prevenzione dei tumori maligni I tumori nel loro insieme, costituiscono la seconda causa di morte,

Dettagli

La linea giusta è prevenire.

La linea giusta è prevenire. La linea giusta è prevenire. PROGRAMMA DI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLON-RETTO I.P. Regione_ER_Opuscolo_Colon_14,7x19,7.indd 1 28/03/11 14.17 entile Signora e gentile Signore, mi rivolgo

Dettagli

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles

Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles 3 www.bowelscreeningwales.org.uk Interventi di screening per i tumori intestinali in Galles Perché è consigliato effettuare lo screening per i

Dettagli

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Il tumore della mammella è il più frequente nella popolazione femminile. E asintomatico per un lungo periodo di tempo; la tempestività della diagnosi e della terapia

Dettagli

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY

GINECOLOGIA. Guida al DAY SURGERY GINECOLOGIA Guida al DAY SURGERY Gentile utente, questa guida contiene le informazioni utili per accedere al Day Surgery. Le indicazioni che troverà nella guida la faciliteranno nel percorso pre e post

Dettagli

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO

ASL TO3 : 84.500 CITTADINI VENGONO INVITATI ALLO SCREENING DEL COLON RETTO COMUNICATO STAMPA LA PREVENZIONE PUO SALVARE LA VITA : APPELLO DELL ASL A PRESENTARSI ALL INVITO. RISULTANO POSITIVI CIRCA IL 6% DI ESAMI (162 SU 2.840), SUBITO INVIATI ALLA COLONSCOPIA DI APPROFONDIMENTO

Dettagli

Sviluppo di un tumore

Sviluppo di un tumore TUMORI I tumori Si tratta di diversi tipi di malattie, che hanno cause diverse e che colpiscono organi e tessuti differenti Caratteristica di tutti i tumori è la proliferazione incontrollata di cellule

Dettagli

Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA

Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA Informazioni relative alla COLONSCOPIA E POLIPECTOMIA 2 COS È LA COLONSCOPIA Il termine colonscopia indica una speciale tecnica che ci consente, attraverso l uso di un endoscopio, di esplorare l interno

Dettagli

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV -

COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - COLONSCOPIA VIRTUALE - stato dell arte - Dr. P. QUADRI Dip. Diagnostica per Immagini Ospedale S.Paolo - SV - La TC spirale multistrato consente di ottenere un volume di dati dell intero addome in una unica

Dettagli

scheda 04.08 Chirurgia Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

scheda 04.08 Chirurgia Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica scheda 04.08 Chirurgia Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica Cos è Grazie all impegno della comunità scientifica internazionale, negli ultimi anni la Chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica

Dettagli

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43

Scritto da Giovanni Creton Domenica 27 Febbraio 2011 17:32 - Ultimo aggiornamento Domenica 27 Marzo 2011 19:43 E evidente che lo screening per un tumore può diagnosticare la malattia molto precocemente, ma nel caso del tumore alla prostata il ricorso al test del PSA può creare dati incerti e rischi sanitari in

Dettagli

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea.

8 maggio2014. Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico. La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. 8 maggio2014 Giornata Mondiale sul Tumore Ovarico La Rete Farmacisti Preparatori è in prima linea. Aiutaci ad abbattere il muro del silenzio Ognuno di noi ha una donna che ama e che ci ama: una mamma,

Dettagli

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente

ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente ginecomastia aumento di volume della mammella maschile, mono o bilateralmente diagnosi differenziale: carcinoma della mammella sono elementi di sospetto: monolateralità, rapido sviluppo Primitiva: puberale,

Dettagli

La scintigrafia per la. ricerca del linfonodo sentinella nel tumore della mammella. Informazione per pazienti

La scintigrafia per la. ricerca del linfonodo sentinella nel tumore della mammella. Informazione per pazienti La scintigrafia per la Informazione per pazienti ricerca del linfonodo sentinella nel tumore della mammella Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore

Dettagli

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA

LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO TUMORE DELLA MAMMELLA LA PREVENZIONE PROTEGGE DAL CANCRO Combattere i tumori è possibile. Prima di tutto prevenendone la comparsa attraverso la riduzione dei fattori di rischio, adottando stili di vita sani come evitare il

Dettagli

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti

PraenaTest. Esame non invasivo delle trisomie nel feto. Qualità dall Europa ORA NUOVO. Brochure informativa per gestanti ORA NUOVO PraenaTest express Esito in 1 settimana PraenaTest Qualità dall Europa Esame non invasivo delle trisomie nel feto Brochure informativa per gestanti Care gestanti, Tutti i futuri genitori si chiedono

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

La Cura del malato oncologico

La Cura del malato oncologico La Cura del malato oncologico Salvagno Luigi U.O. Oncologia Amb onco-ematologia ULSS 7 Conegliano 23 aprile 2016 Mortalità per neoplasia negli USA anni 1975-2012 Questo dipinto rivela il mio stato d'animo

Dettagli

se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica.

se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica. se pensi alla tua salute, pensi a Domus Medica. un approccio umanistico: la persona al centro. DOMUS MEDICA è una Struttura Sanitaria Privata polispecialistica accreditata per la medicina dello sport di

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE

NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Pag. 1 di 5 NORMA UNI EN ISO 9001:2008 REG.N.3000/GA1-A GASTROENTEROLOGIA ED ENDOSCOPIA DIGESTIVA NOTA INFORMATIVA PER IL PAZIENTE Gentile Signora/e,come le è stato detto dal medico, Dott., per proseguire

Dettagli

Screening per il tumore al seno e al collo dell utero

Screening per il tumore al seno e al collo dell utero Screening per il tumore al seno e al collo dell utero SCREENING PER LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL SENO E DEL COLLO DELL UTERO. UN APPUNTAMENTO DA RICORDARE La Regione Valle d Aosta,

Dettagli

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale

SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO. Impatto sulla Medicina Generale SCREENING DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO Impatto sulla Medicina Generale SCOPI DEGLI SCREENING ONCOLOGICI Uno screening è un esame sistematico della popolazione per individuare le persone affette da una

Dettagli

MASTOPESSI LA CHIRURGIA PER IL SOLLEVAMENTO DEL SENO

MASTOPESSI LA CHIRURGIA PER IL SOLLEVAMENTO DEL SENO MASTOPESSI LA CHIRURGIA PER IL SOLLEVAMENTO DEL SENO dottor Alessandro Gennai CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA dottor Luigi Izzo CHIRURGIA PLASTICA RICOSTRUTTIVA ed ESTETICA La chirurgia plastica

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI SCREENING PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI A CURA DI Centro screening - Dipartimento di Sanità Pubblica Programma Screening per la prevenzione dei tumori-direzione Sanitaria AUSL Bologna I tumori rappresentano

Dettagli

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA?

E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? E SE MI RICHIAMANO... DOPO LA MAMMOGRAFIA? Informazioni sui percorsi di trattamento chirurgico e di cura PROGRAMMA REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI FEMMINILI Coordinamento editoriale e di redazione:

Dettagli

CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA

CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA CHIRURGIA BARIATRICA SICOB CENTRO SICOB CENTRO Società Italiana Chirurgia della Obesità e Malattie Metaboliche Il Centro di Chirurgia Bariatrica e Metabolica dell Ospedale Sacra Famiglia

Dettagli

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. "essenziale" "secondaria".

uno dei maggiori problemi clinici del nostro secolo. essenziale secondaria. L ipertensione arteriosa, una tra le malattie più diffuse nei paesi industrializzati, si riscontra nel 20 percento della popolazione adulta ed è considerata uno dei maggiori problemi clinici del nostro

Dettagli

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella

Percorso Clinico-Assistenziale della Paziente con Tumore della Mammella DIPARTIMENTO EMATOLOGIA, ONCOLOGIA E MEDICINA DI LABORATORIO - DIRETTORE: PROF. F.W. GRIGIONI DIPARTIMENTO EMERGENZA/URGENZA, CHIRURGIA GENERALE E DEI TRAPIANTI - DIRETTORE: PROF. A.D. PINNA DIPARTIMENTO

Dettagli

LA COLONSCOPIA L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: AIGO PER I PAZIENTI:

LA COLONSCOPIA L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: AIGO PER I PAZIENTI: L ASSOCIAZIONE ITALIANA GASTROENTEROLOGI ED ENDOSCOPISTI DIGESTIVI OSPEDALIERI PRESENTA: LA COLONSCOPIA AIGO PER I PAZIENTI: INFORMAZIONE SANITARIA A CURA DELLE COMMISSIONI AIGO LA COLONSCOPIA Cos è la

Dettagli

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura

MultiMedica. Tumore al seno: il nostro percorso diagnostico terapeutico. IRCCS Istituto di Ricovero e Cura. m Istituto di Ricovero e Cura COMUNICAZIONE BLZ E IMMAGINE m IRCCS MultiMedica m Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Via Milanese, 300 - Sesto S. Giovanni (Mi) MultiMedica Castellanza Viale Piemonte, 70 - Castellanza

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 RISONANZA MAGNETICA INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV AL7-0 03/10/2011

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 RISONANZA MAGNETICA INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV AL7-0 03/10/2011 Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 o La RISONANZA MAGNETICA INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV AL7-0 03/10/2011 INDICE A cosa serve e che cosa è la RISONANZA MAGNETICA? Tutti possono

Dettagli

SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA

SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA SERVIZIO DI SENOLOGIA E MAMMOGRAFIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA Questo testo intende fornire in maniera semplice utili informazioni su un tema di particolare importanza

Dettagli

PREVENZIONE SECONDARIA

PREVENZIONE SECONDARIA PREVENZIONE PREVENZIONE SECONDARIA 1 LIVELLO DELLA PREVENZIONE SECONDARIA Con il termine di screening, si intende un esame sistematico condotto con mezzi clinici, strumentali o laboratoristici nella popolazione

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

Endoscopia Digestiva Branca dell endoscopia inerente la diagnosi e la terapia endoscopica delle affezioni dell apparato digerente.

Endoscopia Digestiva Branca dell endoscopia inerente la diagnosi e la terapia endoscopica delle affezioni dell apparato digerente. Endoscopia Esplorazione di organi cavi attraverso gli orifizi naturali, o di cavità corporee virtuali accedendo da piccole incisioni chirurgiche, per mezzo di appositi apparecchi ottici detti endoscopi.

Dettagli

N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a -

N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a - N u o v o P r o g r a m m a d i S c r e e n i n g 2 0 1 4 - S e n o l o g i a D i a g n o s t i c a - Di seguito si intende riportare, in sequenza non ordinata, i vari elementi che incidono sul primo approccio

Dettagli

Prevenzione dei tumori del colon-retto

Prevenzione dei tumori del colon-retto Prevenzione dei tumori del colon-retto Il Carcinoma del Colon-Retto (CCR) rappresenta la seconda causa di mortalità neoplastica sia nei maschi, dopo quello del polmone, sia nelle donne dopo quello della

Dettagli

Cosa è il cancro colorettale

Cosa è il cancro colorettale Cosa è il cancro colorettale La maggioranza dei cancri colorettali si sviluppa da un ingrossamento non-maligno nel grosso intestino conosciuta come adenoma. Nelle prime fasi, gli adenomi assomigliano a

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Informazioni ai pazienti per endosonografia inferiore (sonografia interna attraverso l ano)

Informazioni ai pazienti per endosonografia inferiore (sonografia interna attraverso l ano) - 1 - Informazioni ai pazienti per endosonografia inferiore (sonografia interna attraverso l ano) Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente

Dettagli

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna

Gentile signora, Giovanni Bissoni Assessore alle politiche per la salute della Regione Emilia-Romagna Gentile signora, dal 1 gennaio 2010 in Emilia Romagna il programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori della mammella è esteso a tutte le donne dai 45 ai 74 anni. La Giunta regionale ha preso

Dettagli

Gentile signora, Carlo Lusenti

Gentile signora, Carlo Lusenti Gentile signora, I programmi di screening per la prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori della mammella e del collo dell utero sono in corso nella nostra regione dal 1996, rappresentando un elemento

Dettagli

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA

PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Direzione Sanitaria PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO DELLE PAZIENTI CON PATOLOGIA DELLA MAMMELLA Il carcinoma della mammella rappresenta la neoplasia più frequente nel sesso femminile, in tutte le fasce

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

SCREENING MAMMOGRAFICO

SCREENING MAMMOGRAFICO PROMOSSO DAL MINISTERO DELLA SALUTE E DAL COMUNE DI SEGRATE SCREENING MAMMOGRAFICO PERSONALIZZATO NELLE DONNE 40-49ENNI PREVENZIONE SECONDARIA DEL CANCRO MAMMARIO: STUDIO OSSERVAZIONALE DI FATTIBILITÀ

Dettagli

Conoscerla per viverla in salute

Conoscerla per viverla in salute PAGANOTTI, Claudio MENOPAUSA Conoscerla per viverla in salute La Compagnia della Stampa Massetti Rodella Editori Roccafranca - Brescia 136 p.; 21 cm ISBN: 978-88-8486-245-7 Claudio Paganotti MENOPAUSA

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

INFORMATIVA ALLA ECOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO_CEUS

INFORMATIVA ALLA ECOGRAFIA CON MEZZO DI CONTRASTO_CEUS Pag. 1/4 Cognome Nome Nato/a il N.B. Il presente modulo informativo deve essere firmato per presa visione e riconsegnato al sanitario che propone/esegue la procedura di seguito descritta. Questo modulo

Dettagli

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova

8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova 8. Valutazione degli screening di prevenzione delle patologie tumorali nell ASL di Mantova I programmi di screening per la prevenzione dei tumori della mammella, del colon retto e della cervice uterina

Dettagli

Il ruolo del colloquio informativo e del disegno pre-operatorio

Il ruolo del colloquio informativo e del disegno pre-operatorio Il ruolo del colloquio informativo e del disegno pre-operatorio Il colloquio informativo e la fase pre-operatoria L esordio di una malattia, è un momento difficile, caratterizzato inizialmente dallo stress

Dettagli

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa

Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa Finalmente ad abano Terme un centro di Riabilitazione CaRdiologiCa e non solo! abbiamo ideato per voi servizi medici di alto livello con un equipe di eccellenza: CaRdiologia nutrizione ortopedia e FisiatRia

Dettagli

Cancro del Colon-Retto

Cancro del Colon-Retto Cancro del Colon-Retto Prevenzione, Screening e Sorveglianza Dott. Marco La Torre Dipartimento di Chirurgia Generale Azienda Ospedaliera Sant Andrea Epidemiologia Il carcinoma colon- rettale (CCR) è al

Dettagli

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo?

Ipotiroidismo. Società Italiana di Endocrinologia. Sintomi. Cosa è l ipotiroidismo? Società Italiana di Endocrinologia Le informazioni presenti sul sito non intendono sostituire il programma diagnostico, il parere ed il trattamento consigliato dal vostro medico. Poiché non esistono mai

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

AGOASPIRATO ECO-GUIDATO DI TESSUTI E ORGANI SUPERFICIALI

AGOASPIRATO ECO-GUIDATO DI TESSUTI E ORGANI SUPERFICIALI AGOASPIRATO ECO-GUIDATO DI TESSUTI E ORGANI SUPERFICIALI Data di acquisizione: 1 - Generalità del Paziente Cognome Nome Data di nascita Etichetta Paziente 2 - Quale procedura mi viene proposta? La presente

Dettagli

Progetto alternanza scuola-lavoro

Progetto alternanza scuola-lavoro Progetto alternanza scuola-lavoro OSPEDALI RIUNITI DI BERGAMO Gastroenterologia Abbiamo visto il reparto di gastroenterologia in due aspetti: L ambulatorio dove si effettuano tutti giorni visite ed esami

Dettagli

Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008

Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008 Longevità della donna in un mondo che invecchia: clinica, etica e società Bollate 24 maggio 2008 Ornella Gottardi - U.O. Oncologia I.R.C.C.S. Multimedica Sesto S. Giovanni Epidemiologia dei tumori Disciplina

Dettagli

Dott. Pascal Scioscia. Chirurgia Plastica, Chirurgia Estetica, Medicina Estetica

Dott. Pascal Scioscia. Chirurgia Plastica, Chirurgia Estetica, Medicina Estetica Dott. Pascal Scioscia Chirurgia Plastica, Chirurgia Estetica, Medicina Estetica Trattamenti Filler Chi è il medico estetico Il medico estetico è il medico (ovvero laureato in medicina e chirurgia) che

Dettagli

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015

CONFERENZA STAMPA. Presentazione del convegno Prevenzione Brescia. 10 anni di screening oncologico 19 gennaio 2015 DIREZIONE GENERALE SERVIZIO ATTIVITA SPERIMENTALI E MALATTIE RARE U.O. Comunicazione viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030/3838315 Fax 030/3838280 E-mail: comunicazione@aslbrescia.it CONFERENZA

Dettagli

NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE

NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE 800 65 02 33 NON ESSERE PAZIENTE! NELLE FARMACIE CONVENZIONATE www.revitasalute.it PROGETTO SALUTE PERCHE SCEGLIERE REVITA 10 MOTIVI PER SCEGLIERE REVITA COS E REVITA RE VITA PROGETTO SALUTE È una moderna

Dettagli

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva

Unità Operativa di Endoscopia Digestiva I NOSTRI IMPEGNI NEI CONFRONTI DEGLI UTENTI Garanzia e tutela Il personale si impegna ad effettuare, a cadenze stabilite, la rilevazione della soddisfazione degli utenti e garantisce che i risultati delle

Dettagli

PINK TUMORE AL SENO. Per sconfiggerlo scegli la prevenzione e sostieni la ricerca. IS GOOD

PINK TUMORE AL SENO. Per sconfiggerlo scegli la prevenzione e sostieni la ricerca. IS GOOD UN PROGETTO DI FONDAZIONE UMBERTO VERONESI TUMORE AL SENO PINK IS GOOD TUMORE AL SENO. Per sconfiggerlo scegli la prevenzione e sostieni la ricerca. I NUMERI OLTRE 48 mila OGNI ANNO IL NUMERO DELLE DONNE

Dettagli

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12

Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 www.printo.it/pediatric-rheumatology/it/intro Febbre Ricorrente Associata a NLRP12 Versione 2016 1.CHE COS È LA FEBBRE RICORRENTE ASSOCIATA A NLRP12 1.1 Che cos è? La febbre ricorrente associata a NLRP12

Dettagli

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord

Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria. Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Conoscere per Vincere Il Rotary per la prevenzione Sanitaria Giuseppe Failla R.C.Ct & Giovanni Urso R.C. Ct Nord Qualche numero Sul territorio nazionale: Incidenza CRC: 52.000 nuovi casi diagnosticati

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche

Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche Salute e Genere Ipotesi di lavoro nelle Marche Ancona, 14 aprile 2012 L esperienza della Medicina di Genere nell Azienda Ospedali Riuniti di Ancona. Dall organizzazione alla clinica Perdita di salute nella

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE

IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE IL PROGRAMMA DI SCREENING COLON RETTALE TERRITORIO di riferimento PROVINCIA DI VARESE ESTENSIONE TERRITORIALE: 1.199 Kmq DENSITÀ ABITATIVA: 744,48 abitanti per Kmq (01/01/2015) TOTALE COMUNI: 139 POPOLAZIONE

Dettagli

Incontinenza urinaria nella donna

Incontinenza urinaria nella donna Focus on Incontinenza urinaria nella donna Ritrovare la serenità superando i pregiudizi Bios International Holding La capillare rete di strutture di Bios International opera da anni nel campo della diagnostica

Dettagli

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A.

Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA. Responsabile Dott. A. Regione Veneto ULSS N 9 - Treviso 1 Dipartimento di Medicina SERVIZIO DI DIETETICA E NUTRIZIONE CLINICA Responsabile Dott. A. Paccagnella Una breve premessa Se sfogliamo un giornale femminile, viaggiamo

Dettagli

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini

Endoscopia digestiva. scheda 01.05 Diagnostica per immagini scheda 01.05 Diagnostica per immagini 01.05 pag. 2 Cos è Le patologie ricercate MediClinic offre la possibilità di effettuare, in condizioni di massima sicurezza e confortevolezza, i due principali esami

Dettagli

Pubblicazione in collaborazione con l'azienda Unità sanitaria locale di Ravenna

Pubblicazione in collaborazione con l'azienda Unità sanitaria locale di Ravenna Coordinamento editoriale e di redazione: Marta Fin, Alba Carola Finarelli, Carlo Naldoni Redazione testi: Gianni Saguatti, Debora Canuti, Marilena Manfredi, Mario Taffurelli Grafica: Tracce, Modena Stampa:

Dettagli

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA

PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA PSA SCREENING NEL TUMORE DELLA PROSTATA Prof. Giuseppe Martorana Clinica Urologica Alma Mater Studiorum Università di Bologna Convegno medico UniSalute Appropriatezza ed efficacia degli screening Bologna,

Dettagli

La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI COSA È LA CATARATTA PERCHÉ COMPARE? COSA COMPORTA

La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI COSA È LA CATARATTA PERCHÉ COMPARE? COSA COMPORTA La cataratta INDICAZIONI E LIMITI DELL INTERVENTO DI CATARATTA NEGLI ANIMALI Prof. Claudio Peruccio Specialista in Clinica delle Malattie dei Piccoli Animali (SCMPA) Diplomato European College of Veterinary

Dettagli

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente

PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO. Modulo informativo per il paziente PROCEDURA ENDOSCOPICA DI POSIZIONAMENTO DI PALLONCINO INTRAGASTRICO Modulo informativo per il paziente Il posizionamento di palloncino intragastrico è indicato per l uso temporaneo nella terapia mirata

Dettagli

dal 2004 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3

dal 2004 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3 dal 2004 BRESCIAmensile della città anno 8 - n. 77 - Marzo 2012 - euro 3 COVER STORY: IL FUTURO STEP BY STEP CMP BRESCIA Spedizione in a. p. D.L 353/2003 (conv. in L.27/02/2004 n.46) art.1, comma 1, DCB

Dettagli

LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008

LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008 LA ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL TUMORE DEL COLON RETTO AGGIORNAMENTO AL 30 APRILE 2008 Dal luglio 2006 è iniziato il programma di screening del cancro del colon retto organizzato

Dettagli

Aifm Associazione Italiana di Fisica Medica

Aifm Associazione Italiana di Fisica Medica RADIAZIONI PERICOLOSE PER LA SALUTE: VERO O FALSO? 1. Le radiazioni ionizzanti possono danneggiare l organismo dell uomo. Vero. Il danno provocato dalle radiazioni ionizzanti dipende da molti fattori,

Dettagli

LEZIONI DI STATISTICA MEDICA

LEZIONI DI STATISTICA MEDICA LEZIONI DI STATISTICA MEDICA A.A. 2010/2011 - Screening - Test diagnostici Sezione di Epidemiologia & Statistica Medica Università degli Studi di Verona Storia naturale della malattia (Rothman( Rothman,,

Dettagli

IL PROGRAMMA DI SCREENING REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO

IL PROGRAMMA DI SCREENING REGIONALE PER LA PREVENZIONE DEI TUMORI DEL COLLO DELL'UTERO SCREENING DEL TUMORE DEL COLLO DELL'UTERO IL TUMORE DEL COLLO DELL UTERO Il tumore del collo dell utero (o della cervice) è uno dei tumori più frequenti nella donna. In Italia ogni anno ci sono 3.500 nuovi

Dettagli

IL MMG E LO SCREENING

IL MMG E LO SCREENING IL MMG E LO SCREENING Tirocinio Medicina Generale Siena 2009 RUOLO DEI MMG NEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICO 1. Progettazione 2. Correzione liste di invito 3. Firma dell invito personalizzato 4. Consegna

Dettagli

Carta della qualità della Cartella Clinica

Carta della qualità della Cartella Clinica Carta della qualità della Cartella Clinica La carta della qualità della Cartella Clinica, ovvero la documentazione sanitaria prodotta nel singolo ricovero ospedaliero del paziente, è ispirata alla Carta

Dettagli

INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE

INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE TUMORE DELLA CERVICE, LESIONI PRE-CANCEROSE e INFEZIONI DA PAPILLOMAVIRUS Perché, come, chi? INFORMARE, TUTELARE, PREVENIRE www.wacc-network.org PERCHÉ PREVENIRE IL CANCRO Tube di Falloppio Ovaio Che cos

Dettagli

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico

Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Programma valdese di screening del cancro del colon Screening del cancro del colon : a partire dai 50 anni Consulto il mio medico Dépistage du cancer du colon Canton de Vaud Indice Decisione assistita

Dettagli

Screening oncologici

Screening oncologici Screening oncologici Il Centro Screening Oncologici, fa parte della UOC di Igiene e Sanità Pubblica nel Dipartimento di Prevenzione ed il Responsabile della struttura è il Dott. Francesco Silvio Congiu.

Dettagli

DECISION MAKING. E un termine generale che si applica ad azioni che le persone svolgono quotidianamente:

DECISION MAKING. E un termine generale che si applica ad azioni che le persone svolgono quotidianamente: DECISION MAKING E un termine generale che si applica ad azioni che le persone svolgono quotidianamente: Cosa indosserò questa mattina? Dove e cosa mangerò a pranzo? Dove parcheggerò l auto? Decisioni assunte

Dettagli

Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica

Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica Esperienze di buona pratica nella gestione del secondo livello Screening ASL Città di Milano: la comunicazione telefonica Anna Dina De Mezza, Infermiera Professionale Comunicare con tutti 4 seminario su

Dettagli

Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere?

Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere? Il caso Jolie: Ereditarietà e prevenzione cosa e come scegliere? Uni-A.T.E.Ne.O. "Ivana Torretta" Sergio Fava Oncologia Medica Legnano 22.10.2013 I nuovi casi di tumore Quali tumori più frequenti? Primi

Dettagli

Il paziente e la ricerca: cosa sapere

Il paziente e la ricerca: cosa sapere Il paziente e la ricerca: cosa sapere 1 Perché è importante la ricerca? Negli ultimi decenni la ricerca scientifica ha conseguito importanti risultati nella lotta contro i tumori. La qualità e l eccellenza

Dettagli