UNA GIORNATA DA REDATTORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNA GIORNATA DA REDATTORI"

Transcript

1 La Tavolozza Dicembre Numero 13 Direttore: Brunella Petrillo Vicedirettore: Angelina Dianto Sede: classe V scuola elementare G. Marconi Santa Vittoria loc. Villa Tassani 3 Sestri Levante Viaggio alla scoperta del mondo di speaker e giornalisti UNA GIORNATA DA REDATTORI La quarta e la quinta di Santa Vittoria visitano la sede genovese del Secolo XIX Cari lettori e lettrici, noi di quinta vi presentiamo il giornalino. All interno scoprirete argomenti divertenti e istruttivi, il tutto condito con i nostri Lo sapevi che. Visiterete con noi la redazione del Secolo. Troverete approfondimenti storici e culturali sulla diversità. Guarderete inoltre il Natale attraverso gli occhi dei bimbi di prima, leggerete i diritti di quelli di seconda, vi immergerete nei colorati versi poetici della terza e accompagnerete la quarta nel suo viaggio alla ricerca delle reliquie di Santa Vittoria. Per finire, vi intratterrete con le pagine dedicate agli sport, ai giochi, alle filastrocche inglesi, alle canzoni e poesie genovesi. Buona Lettura! La classe quinta Noi alunni di quarta e quinta della scuola primaria di Santa Vittoria il 21 novembre siamo andati a Genova per visitare la sede del quotidiano Il Secolo XIX. L intento era conoscere ed approfondire le strutture, le persone e gli strumenti che compongono una redazione giornalistica, visto che stiamo realizzando un giornale tutto nostro. Una volta giunti alla sede giornalistica abbiamo conosciuto Manuela, che ci ha parlato di Radio 19, una parte giovane ed importante del gruppo editoriale. Prosegue a pag. 2 SESTRI SI TRASFORMA IN UNA PISCINA La cugina dell uragano Sandy allaga il Tigullio Tra fine ottobre e inizio novembre la nostra regione, in particolare il Levante genovese, è stato colpito da quella che alcuni hanno chiamato la cugina dell uragano Sandy. Per fortuna non ci sono state vittime, ma le piogge hanno causato alcuni danni alle strade e agli edifici, basta pensare che il caruggio si poteva attraversare in canoa, in quanto l acqua scorreva sulle strade come un fiume ingrossato. Il Comune di Sestri Levante ha fatto chiudere la nostra scuola sia il 5 che il 10 BORGHETTO VARA novembre a causa della diramazione dell allerta 2. Dopo una giornata UN ANNO DOPO intera di pioggia, San Bartolomeo, Renà e Riva sono rimaste isolate per Il 25 ottobre è stato il primo l allagamento, mentre Casarza Ligure è stata invasa dal fango. anniversario della disastrosa alluvione che ha colpito molti LA FESTA DEI SANTI E DEI paesi del territorio della pro- CRISTOFORO COLOMBO E IL CIBO VIAGGIATORE DEFUNTI NEL MONDO vincia di La Spezia. A pag. 6 A pag. 3 A pag. 10

2 La Tavolozza 2 DAL MONDO Milioni di evacuati, morti e danni SANDY LA DISTRUTTRICE L uragano devasta le coste orientali dell America L ultima settimana di ottobre un potente uragano dal nome Sandy ha colpito e spaventato milioni di persone lungo le coste orientali dell America centrale e settentrionale, sull Oceano Atlantico, acquistando sempre più potenza man mano che saliva. Ogni Stato ha provveduto ad evacuare le zone a rischio, ben 55mila persone a Cuba e 455mila nei dieci Stati del nord. L uragano ha provocato 21 vittime nell isola di Cuba, 38 negli altri Stati e moltissimi danni alle città per le numerose inondazioni e gli imprevisti blackout; per fortuna ha poi rallentato fino ad indebolirsi dopo aver superato la Florida. Sandy quindi è passato da categoria due a categoria uno sulla scala Saffir Simpson (che ne prevede in tutto cinque) perché essendosi indebolito non è stato più considerato così pericoloso. Tuttavia, che sia stato definito di categoria uno o due, non cambia il fatto che molte persone ora sono senza un tetto sulla testa. LO SAPEVI CHE... La stagione degli uragani dura da inizio giugno a fine novembre. Per molti secoli gli uragani sono stati chiamati con il nome del santo festeggiato il giorno in cui accadevano. Durante la seconda guerra mondiale, il servizio di previsione meteorologico militare era solito assegnare i nomi delle ex fidanzate alle tempeste particolarmente violente. Il primo uragano atlantico fu battezzato Able nel Nel 1953 il W.O.M. ( Organizzazione Meteorologica Mondiale ) adottò una serie di nomi femminili in rotazione, successivamente le femministe chiesero di aggiungere nomi maschili per una questione di uguaglianza, richiesta accolta nel Da allora la regola prevede che i nomi da assegnare agli uragani siano maschili e femminili in modo alternato. Viaggio alla scoperta di speaker e giornalisti UNA GIORNATA DA REDATTORI Prosegue dalla prima pagina Dal 2006, Radio 19 trasmette in diretta durante l intera giornata notizie di attualità e informazioni sulla viabilità, il tutto intervallato da un ampio programma musicale, dalle hit intramontabili alle novità del momento. Nella seconda metà della mattinata abbiamo visitato gli uffici con Alessandra Nasini, la quale ci ha spiegato e mostrato la differenza tra l edizione del Secolo di ieri e quella di oggi. Un tempo, infatti, non c erano il colore e le foto, ma disegni e caricature in bianco e nero, il giornale era composto da una sola grande pagina fronteretro, la scrittura era piccolissima e si usava la lente per leggerlo. Il colore comparirà nel 2000 per la prima pagina, mentre per il full color bisognerà aspettare il Il giornalista si avvaleva, fino a poco tempo fa, del dimafonista, al quale dettava per telefono la notizia che veniva registrata dal dimafono e poi trascritta. Una squisita sorpresa ha poi interrotto le nostre conversazioni: il panificio Paolin di Nervi ci ha offerto una buonissima focaccia per merenda! Per concludere abbiamo a- vuto la fortuna di incontrare alcuni giornalisti molto disponibili che ci hanno regalato un po del loro tempo rispondendo a qualche nostra domanda. Giovanni Mari, della redazione politica, ci ha raccontato della sua pericolosa esperienza come inviato speciale in Congo nel 2002, durante la guerra civile. Ci ha inoltre spiegato che il suo lavoro è molto impegnativo e che a volte può essere rischioso, come quando lo pedinarono per ricattarlo ed impedirgli di pubblicare un articolo. Fortunatamente però non ci sono riusciti. Claudio Paglieri, della redazione sportiva, è solito invece arrivare in ufficio in mattinata, ritirare la sua mazzetta, la pila dei diversi quotidiani prevista per ogni giornalista, leggerli e confrontarli. Una volta cercate le notizie sportive sul computer, consultando le varie agenzie, elabora i suoi articoli, impiegando da dieci minuti a più ore a seconda del numero e della complessità delle informazioni. LO SAPEVI CHE... Il Secolo XIX è nato il 25 aprile del 1886 come quotidiano laico e indipendente; il primo direttore è stato Ferruccio Macola e dal 1897 in poi è diventato proprietà della famiglia Perrone. Ci sono giornalisti, inviati speciali in tutto il mondo, che per amore del loro lavoro rischiano la vita ogni giorno e alcuni vengono anche imprigionati perché non vogliono rinunciare alla verità!

3 La Tavolozza 3 Alla scoperta della storia e delle curiosità legate all illustre navigatore genovese CRISTOFORO COLOMBO E IL CIBO VIAGGIATORE Non scoprì solo l America: ecco chi dobbiamo ringraziare per i nostri cibi preferiti Il 12 ottobre abbiamo ricordato e celebrato la scoperta dell America leggendo un racconto storico che immaginava come avrebbe potuto essere un amicizia tra Cristoforo Colombo e Leonardo Da Vinci, visto che erano quasi coetanei ed erano nati e cresciuti a pochi chilometri di distanza l uno dall altro. Grazie a varie ricerche svolte presso la biblioteca comunale, abbiamo potuto raccogliere informazioni sulla vita di Colombo e abbiamo capito che non ha solo scoperto una terra nuova, ma anche la pizza, la cioccolata calda e le patatine fritte! Non ci credete? Allora leggete la sua biografia Cristoforo Colombo LA BIOGRAFIA NOI SCRITTORI IN ERBA Avendo studiato il testo biografico, abbiamo provato a metterci nei panni di uno scrittore, realizzando la biografia di alcune maestre della nostra scuola. Ecco la biografia della maestra Patrizia Mazzini, una delle insegnanti della terza. Patrizia Mazzini è nata il 6 febbraio 1956 a Genova, dove è cresciuta con i genitori. Era una bambina timida, ordinata e dimostrava più anni di quanti ne aveva. Una volta, quando era in prima elementare, aveva cancellato così forte una scritta con la gomma che il foglio si era bucato e si mise a piangere quando la maestra le diede visto come voto. Alle superiori frequentò la scuola magistrale per diventare maestra. All età di diciotto anni, nel 1974, prese la patente di guida. Patrizia è sempre stata molto timida: i professori delle scuole superiori, infatti, le dicevano sempre che le ci volevano cento lire per farla parlare e duecento per farla smettere. Lo sport che preferiva era lo sci. Oggi è sposata, ha una figlia di trent anni e svolge l attività di insegnante presso le scuole elementari di Pila e Santa Vittoria di Sestri Levante. I suoi alunni dicono che è molto brava e paziente e lei ritiene di essere disponibile, gentile ed educata. nacque a Genova nel 1451 da Domenico e Susanna. Fino ai vent anni aiutò il padre nella sua professione di laniere, tuttavia cercò di studiare, anche se non regolarmente, grammatica, geografia, cartografia e navigazione, perché aveva una grande passione per il mare. In seguito lavorò presso una compagnia di flotte commerciali e iniziò così a navigare, fino a decidere di trasferirsi in Portogallo, a Lisbona, dove si sposò ed ebbe un figlio di nome Diego. Cominciò a studiare vari percorsi di navigazione, convinto che ci fosse una via più breve e veloce per raggiungere le Indie, andando verso ovest attraverso l oceano Atlantico. Dopo vari rifiuti della corte portoghese (all epoca si pensava che la Terra fosse piatta), riuscì a convincere la corte spagnola, sotto la protezione della regina Isabella di Castiglia, a finanziare il suo progetto, ottenendo centoventi marinai, tre caravelle (la Nina, la Pinta e la Santa Maria) e la promessa del titolo di vice re al suo ritorno. Dopo due mesi di estenuante navigazione, il 12 ottobre 1492 Colombo toccò terra: si trattava di un isola delle attuali Bahamas che egli battezzò col nome di San Salvador, credendo di essere giunto in Asia. Colombo effettuò quattro viaggi in America Centrale, ma non si rese mai conto di aver scoperto il Nuovo Mondo. Eppure a lui dobbiamo il merito di aver aperto la via dell Occidente all Europa, portandoci tante novità: il pomodoro, la patata, il mais, la zucca e il cacao. Colombo morì in Spagna nel 1506, in povertà e miseria, dimenticato da tutti ma non da noi! Grazie a lui, infatti, noi Europei abbiamo potuto conoscere i gustosi ingredienti dei nostri cibi preferiti!

4 La Tavolozza 4 I Diritti dei bambini Abbiamo letto con la maestra i Diritti naturali di bimbi e bimbe e ne abbiamo discusso stabilendo dei diritti tutti nostri. 1- Il diritto a GIOCARE insieme all aria aperta. 2- Il diritto alla MENSA: mettere tutti i tavoli attaccati per poter stare insieme. 3- Il diritto alla MUSICA e ad ascoltarne di più. 4- Il diritto alla FAVOLA a credere che il bene può vincere sempre. 5- Il diritto alla VITA CONDIVISA: Uno per tutti, tutti per uno. 6- Il diritto al BAGNO: avere rispetto e cura dei luoghi pubblici. 7- Il diritto a SCRIVERE: dar vita alla fantasia come un luogo immaginario aperto a tutti. 8- Il diritto all AMICIZIA: amici con cui giocare a da aiutare se hanno difficoltà. 9- Il diritto a STARE IN COMUNITA SERENE: vivere la giornata tranquillamente. Abbiamo in seguito deciso di unire questa esperienza ad un altra, inviando una lettera ai bambini della scuola primaria di San Tomaso Agordino in provincia di Belluno, condividendo i diritti, la ricetta dei corzetti al pesto e alcune informazioni sulla nostra scuola. I nostri disegni per augurarvi Buon Natale!

5 La Tavolozza 5 Emozioni a colori Verde di rabbia, gioco con la sabbia; con gli amici avevo litigato Ecco il cartellone che abbiamo realizzato in classe sulle emozioni a colori e la poesia che abbiamo scritto in gruppo! costruire un castello mi ha calmato. Giallo di felicità, presto Natale arriverà; tanti regali riceverò e con la famiglia festeggerò. Arcobaleno di allegria: musica, movimento e compagnia; i nostri compleanni organizziamo e tante risate facciamo. Nero di paura, speriamo che non capiti una sventura; questa notte mostri e fantasmi ho sognato e mi sono molto spaventato. Grigio di noia, una giornata senza gioia: in casa non faccio niente, ma non è divertente. Blu di malinconia, sento della mamma nostalgia; vorrei una sua carezza leggera come la brezza. Lilla di stupore, mi batte forte il cuore: un paesaggio ho ammirato e sono rimasto affascinato. Alcune emozioni da noi provate con rime e colori sono state rappresentate.

6 La Tavolozza 6 Il 15 novembre siamo andati a visitare la chiesa di Santa Vittoria: lì ci ha accolto il parroco, don Antonio, il quale ci ha fornito notizie importanti sulla chiesa e sulla vita della santa. Vittoria era una cittadina di Roma, era nobile, aveva una vita agiata e, come sua cugina Anatolia, decise di non sposare il suo promesso sposo per dedicarsi a Dio. A causa di questo rifiuto entrambe furono denunciate ed esiliate a Monteleone Sabino, dove Vittoria si adattò a vivere in povertà. Le popolazioni sabine (la Sabina è una zona del Lazio) furono colpite dalla vita semplice e operosa di Vittoria e cominciarono a mandare le loro figlie a istruirsi da lei. Alcune vollero seguirla nella vita religiosa. A quel tempo (III secolo d.c.) chi era cristiano veniva ucciso e così avvenne anche per Vittoria, che fu uccisa con la spada per aver rifiutato di adorare la dea Diana. Il corpo della martire fu custodito dai monaci benedettini e tante persone andavano sulla sua tomba a pregare, finché nel V secolo ci fu l invasione dei Longobardi (un popolo proveniente dal nord Europa), per cui la popolazione capì che le reliquie della santa non erano più al sicuro in quel posto e così furono portate a Farfa. Lì, nel 230 e per sette anni, ci furono le invasioni dei Saraceni (popoli provenienti dal medio Oriente e dall Africa) e così nell 897 alcuni monaci si trasferirono a Piacenza, altri a Santa Vittoria d Alba (Piemonte) e altri a Libiola, portando con sé le reliquie. Tra Libiola e Rovereto, intorno al 1035, crearono un monastero BORGHETTO VARA, UN ANNO DOPO Il ringraziamento che la scuola primaria di Borghetto di Vara ci ha inviato il 1 ottobre 2012 Il 25 ottobre 2012 è stato il primo anniversario della disastrosa alluvione che ha colpito molti paesi del territorio della provincia di La Spezia, tra cui Borghetto Vara. L anno scorso, in occasione di quell evento, abbiamo iniziato a LA CHIESA DI SANTA VITTORIA in località Casette. Ci fu poi una frana che distrusse il monastero, per cui i monaci si trasferirono a Santa Vittoria dove costruirono una piccola chiesa. I monaci si allontanarono da Santa Vittoria nel XVII secolo. Durante la guerra gli sfollati ingrandirono e abbellirono la chiesa con dipinti e affreschi, tra cui uno del pittore Vittorio Corio. L affresco della cupola rappresenta il trionfo di Santa Vittoria al centro e ai lati i santi protettori dei paesi della Valle del Gromolo: San Pietro Apostolo, il patrono di Libiola, Sant Andrea Apostolo di Rovereto, San Domenico di Montedomenico, Sant Anna di Tassani. Ai lati esterni della cupola sono dipinti i quattro momenti più importanti della vita di Santa Vittoria: quando istruisce le fanciulle, la cattura, il processo, il martirio. Le reliquie della santa furono prima custodite in un urna di marmo all interno della chiesa, ora si trovano in una teca posta sopra l altare. Alla fine della visita don Antonio ci ha mostrato gli antichi registri dei battesimi che la chiesa conserva a partire dal 1563 e i resti dell antica chiesa che si possono osservare passando da un uscita secondaria. scrivere ai bambini della nostra stessa età della scuola di Borghetto e così abbiamo avviato una piacevole corrispondenza con loro. Ci hanno fatto sapere che hanno apprezzato la nostra amicizia in quel momento così difficile e noi abbiamo cercato di tranquillizzarli, anche se qualcuno di loro ci ha raccontato di aver perso una persona cara proprio durante l alluvione. Quest anno abbiamo augurato loro un buon anno scolastico e loro ci hanno fatto sapere che non dimenticano la nostra amicizia! Non vediamo l ora di scriverci ancora!

7 La Tavolozza 7 I giochi che ci piacciono LE CARTE YU-GI-OH Le carte Yu-gi-oh sono famose nel mondo, hanno superato il record delle carte da gioco più vendute e rappresentano dei mostri. Quelle più rare sono le divinità egizie e la loro fusione. I tornei, dalle nostre parti, si svolgono alla Games Academy di Genova e consistono nell affrontare duelli il cui scopo è quello di azzerare i life points dell avversario prima che siano i tuoi ad arrivare a zero. Un duello inizia di solito con 8000 life points. Occorre tempo e pratica per imparare tutte le regole e diventare bravi. A chi volesse iniziare a divertirsi con questo gioco consigliamo di osservare gli amici mentre giocano: è il modo più semplice per imparare! INVIZIMALS E un gioco per PSP (Play Station Portable). Gli Invizimals sono animaletti simili a piccoli dinosauri, ma invisibili ai nostri occhi tranne che per un particolare tremolio di un punto dello schermo. Bisogna puntare verso di loro la magica PSP, inquadrarli e annientarli. SONIC COLOURS E un videogioco il cui scopo è liberare gli alieni catturati dal dottor Eggman e sconfiggerlo. Gli altri personaggi principali sono Sonic the hedgehog (il riccio) e Tails: essi sono appena arrivati dal parco spaziale creato dal dottor Eggman. Sonic pensa che lui abbia un piano segreto. Vede due robot inseguire dei piccoli alieni volanti e li ferma. Tails cerca di capire il loro linguaggio e poi riesce a creare un apparecchio in grado di tradurre la lingua parlata dagli Wisp (gli alieni) in un codice che solo lui può decifrare. Ogni alieno dona un potere diverso a Sonic. Gli sport che ci piacciono IL CALCIO FEMMINILE Molto tempo fa il calcio era solo maschile. Il calcio femminile, infatti, in Italia nasce solo nel 1930, a Milano, quando viene fondato il gruppo femminile calcistico: le giocatrici giocavano indossando la gonna, al contrario delle colleghe tedesche e inglesi, nazioni in cui si giocava già dal Nel 1999 a Genova è nato il Genoa Calcio femminile, che ora gioca nel campionato di serie C. La squadra ha anche tre formazioni giovanili: Primavera, Under 14 e Under 12. In Liguria esistono poche squadre di calcio femminile: il Baiardo, che accoglie ragazze dai vent anni in su, il Casarza in cui giocano ragazze dai quindici anni in su e l Entella. Invece le ragazze di età inferiore giocano con i ragazzi, cambiandosi in spogliatoi separati. L INTERVISTA CICLISMO GIOVANILE MIMMO L ALLENATORE Mimmo, il suo è un lavoro o un hobby? Come lavoro vendo e riparo biciclette, per me fare l istruttore è un hobby che adoro. Ha sempre sognato di fare l allenatore di ciclismo? No, da piccolo sognavo di volare e di diventare un paracadutista. Le è mai capitata un esperienza sgradevole durante un allenamento? Sì, una volta ho perso di vista due allievi per mezz ora, non riuscivo più a trovarli. Ha dovuto fare dei sacrifici per allenarsi? Sì, perché quando svolgevo le gare, oltre a lavorare, dovevo allenarmi molto. Le è mai capitato di pensare di praticare un altro sport? Quando vivevo in Germania, da piccolo, ho praticato il nuoto. Che tipo di alimentazione seguiva prima di una gara? Mangiavo carboidrati, come la pasta, magari alle sei del mattino. Preferisce allenare bambini di una determinata età? Sì, preferisco allenare i bambini dai sei agli otto anni perché sono come delle spugne: assorbono subito i miei insegnamenti. Con quale cadenza i suoi allievi svolgono le gare? Per sette mesi, ogni domenica, si svolge una gara.

8 La Tavolozza 8 LA RIFLESSIONE UNA BELLA DIFFERENZA Quest anno le insegnanti hanno voluto sviluppare un lavoro interdisciplinare, dal titolo Una bella differenza, sul concetto della diversità intesa come pluralità di razze, religioni, attività lavorative, lingue, climi, ambienti. Siamo giunti alla consapevolezza che essere differenti è bello, se lo si vive in un clima di dialogo, confronto e condivisione, soprattutto se si tiene ben presente che, al di là delle reciproche differenze, siamo tutti uguali perché, come dice Marco Aime nel libro da cui abbiamo preso spunto, il genere umano è uno solo, infatti non esiste nessuna malattia che colpisca una sola popolazione o non colpisca certe popolazioni. Ci ammaliamo tutti allo stesso modo. Ecco alcuni approfondimenti e riflessioni che abbiamo fatto sulla diversità, a tutto tondo! LE RELIGIONI DEL MONDO TANTE STRADE PER INCONTRARE DIO L inizio del nostro anno scolastico è stato caratterizzato dalla preparazione di un cartellone chiamato: La mostra dei sogni. Questo è il titolo pensato per introdurci allo studio delle religioni nel mondo, perché il sogno di incontrare Dio è presente nel cuore di ogni persona. Abbiamo scoperto che gli uomini raffigurano Dio con gli strumenti che appartengono loro: il proprio modo di ragionare, di esprimersi, di pregare. Da questa diversità nascono modi di immaginare Dio non identici. Questa è una ricchezza e non dovrebbe essere occasione di discriminazione. Per questo Giovanni Paolo II ha pensato di parlare con i rappresentanti di tutte le religioni per costruire la pace. Il dialogo interreligioso significa dialogare con chi appartiene ad altre fedi, conoscendo bene la propria. GLI ULTIMI VERSI DELLA POESIA DI TOTO La livella La morte, sai, cos è?e una livella.. Un re, un magistrato, un grand uomo, passando questo cancello, ha fatto il punto che ha perso tutto, la vita e pure il nome: non ti sei fatto ancora questo conto? Totò, con queste parole, voleva dire che nella morte si è tutti sullo stesso livello, sulla stessa linea, nel senso che si è tutti uguali e non diversi come nella vita mortale, perché si perde tutto ciò che si possedeva: il nome, le ricchezze, ogni cosa materiale e nessuno può permettersi di dire che è meglio di un altro. LA PREGHIERA CANTATA DEL PIGMEO MOKE Il mio cuore è tutto felice, il mio cuore mette le ali nel canto, sotto gli alberi della foresta, la foresta nostra casa e nostra madre. Secondo me, questa preghiera vuole dire che lui è felice di vivere nella foresta perché è come una mamma e un padre che lo proteggono. il suo cuore è felice solo quando è nella foresta perche è la sua casa. IL PIANTO DEL RAMO Amadou, l amico di Marco Aime, quando dice che una montagna ha una sola cima, ma che i sentieri per raggiungerla sono tanti e diversi intende dire che la cima è la casa di Dio e che i tanti sentieri per arrivarci sono le diverse religioni.. ci sono tanti modi di pregare, ma la vetta è sempre quella. ci sono tante strade per incontrare Dio. non importa come ci si arriva, ma l importante è arrivare in cima. ognuno può pregare secondo la propria religione, ma l intento è sempre lo stesso. si può pregare per la stessa cosa, ma in tanti modi diversi.

9 La Tavolozza 9 O ZENEISE IN TE SCHEUE Il nostro esperto di genovese Bruno Minardi sta preparando le classi terza, quarta e quinta di Santa Vittoria per la recita natalizia in dialetto del 19 dicembre. La terza presenterà una poesia di Minardi dal titolo Neutte de Natale, che narra di un Natale in famiglia sperando che il Signore li aiuti a stare bene. La quarta intonerà la canzone Neutte de Natale, su un Natale molto festoso, pieno di felicità e d amore verso il prossimo. La quinta si esibirà in una recita dal titolo Aspetavimo Natale che racconta la storia di due figli, Gioannin e Beppinn-a, che per aiutare il loro amico bisognoso, Luigin, decidono di sacrificare i soldi destinati ai loro regali natalizi per donarli a lui. Alla fine tanta generosità e bontà verrà premiata. THE CHANTS Happy Christmas Happy Christmas! The bells are ringing The stars are shining Father Christmas is near! Happy Christmas! The stars are shining The children are sleeping Father Christmas is here! Happy Christmas! The bells are ringing The children are playing Thank you, Father Christmas, For our presents this year! Thank you, Father Christmas, For our presents this year! RIDDLES (INDOVINELLI) Day or night my bones are white. What am I? Trick or treat? Trick or treat Smell my feet Give me something To eat Not too big Not too small Like the size Of Montreal. The elephant The elephant goes like this, like that He s terribly big, he s terribly fat He s got no fingers He s got no toes But goodness gracious What a nose! Word bank Bones = ossa Climb = arrampicarsi I never fall = non cado mai Legs = zampe Scary = far paura I ve got 8 legs. I m very small. I climb and climb. I never fall. What am I? I m scary and white and you see me at night. What am I?

10 LA FESTA DEI SANTI E DEI DEFUNTI NEL MONDO, FINO AD HALLOWEEN! La Tavolozza 10 In tempi molto lontani un ampia parte dell Europa era occupata dai Celti, un popolo di pastori. Per loro il nuovo anno iniziava il 1 novembre, festeggiato con la cerimonia del Fuoco Sacro che aveva come tema principale la morte. I Celti, infatti, pensavano che durante la notte del 31 ottobre l aldilà si unisse al mondo dei vivi, lasciando che i morti vagassero per la Terra; così, per tenerli lontani, si travestivano e accendevano fuochi nei boschi, u- sando delle lanterne fatte con cipolle e rape svuotate. Successivamente i Romani, che erano cristiani, li conquistarono e cercarono invano di porre fine a questa tradizione, fino a quando nel IX secolo d.c. un Papa cercò di cristianizzarla, spostando dal 13 maggio al 1 novembre la festa di Ognissanti e al 2 novembre quella dei Defunti. Per i cristiani ortodossi invece il giorno dei Santi cade ogni anno la domenica dopo la Pentecoste. La commemorazione dei Defunti si celebra il 2 novembre anche in Messico, ma è una tradizione molto sinistra, in quanto negozi, pasticcerie e mercati si riempiono di dolci a forma di teschio, considerato il simbolo dell immortalità, e le panetterie preparano il pane dei morti. Nella notte che precede il 2 novembre l intera popolazione si reca nei cimiteri e dapper- LO SAPEVI CHE... La zucca, che è diventata famosa per la festa di Halloween, è originaria dell America Latina. Forse è il più grande ortaggio che esiste in natura, ma sicuramente è uno dei più ricchi di vitamina A e di minerali. La sua polpa viene persino usata per attenuare il dolore delle scottature! Peccato che quando si vuol dare a qualcuno del capoccione si dice che è uno zuccone o che è una zucca vuota povera buona e colorata zucca! tutto vengono allestite composizioni di scheletri che sembrano ballare, mangiare e vivere, perché, secondo le credenze popolari, i defunti ritornano dall aldilà per partecipare con i vivi alla festa. In Gran Bretagna e negli U.S.A. tra il 31 ottobre e il 1 novembre, come tutti sappiamo, si festeggia Halloween. Ecco però una curiosità: la nota abitudine del dolcetto o scherzetto, tanto diffusa negli ultimi anni anche qui in Italia, sembra derivare da un usanza cristiana del IX secolo d.c. chiamata souling, cioè elemosinare l anima : il giorno dei morti, infatti, i cristiani erano soliti andare in cerca del pane d anima, un dolce di uva passa ricevuto in cambio di preghiere per i parenti defunti. LO SAPEVI CHE... Ci sono animali considerati simbolo di Halloween: il gatto, perché era la forma sotto la quale gli spiriti dei morti tornavano sulla terra secondo la tradizione celtica il gufo, perché, come animale della notte, è associato al mistero e alla paura il pipistrello, perché è associato a creature che succhiano il sangue come i vampiri SEGUI LA LINEA Ritaglia il rettangolo qui a fianco e fai un disegno partendo dalla linea tracciata. Scrivi sul retro il tuo nome e la tua classe e imbucalo nella cassetta che troverai a scuola. Eleggeremo un vincitore per ogni classe e se vincerai il tuo disegno sarà pubblicato sul prossimo numero!

11 INCONTRANDO LA POESIA Attraverso il lavoro sulle biografie delle insegnanti di Santa Vittoria, siamo venuti a conoscenza di una passione molto interessante della maestra di quarta Angelina Dianto: la poesia! Le abbiamo chiesto se ci poteva far leggere qualche suo scritto poetico e visto che ci è piaciuto tanto le abbiamo chiesto se potevamo pubblicarlo per condividerlo con tutti voi. Angelina non solo ci ha dato il permesso, ma si è anche resa disponibile ad una breve intervista per spiegarci come è nato questo amore. Da dove è nata la passione per la poesia? Dalla passione per la lettura e la scrittura. Da cosa o da dove prende l ispirazione? Prendo l ispirazione dalle emozioni, dagli stati d animo che provo durante momenti particolari della mia vita. Da quanto tempo le piace scrivere poesie? Da quando avevo 17 anni. Dove e quando le scrive? Non c e un luogo o un momento particolare, a volte mi viene l ispirazione anche mentre faccio le faccende di casa. Da chi ha imparato a scriverle, ha seguito un corso? Non ho seguito alcun corso, ho imparato da sola. Per lei è facile scriverle o ha qualche difficoltà? Non è facile esprimere quello che si vuole dire e trovare le parole giuste per far capire agli altri le emozioni più profonde, ma ci provo ugualmente. In che luogo e a che età ha scritto la sua prima poesia? Ho iniziato a scrivere poesie durante l ultimo anno della scuola superiore, le dedicavo alle mie compagne. Che cosa o chi ha ispirato la sua ultima poesia? L ultima poesia che ho scritto l ho dedicata a una persona per me molto importante. L ho intitolata Incontrandosi. In quale stato d animo si trova quando scrive? Quando scrivo provo sentimenti molto forti come gioia, tristezza, nostalgia, malinconia. Quale strumento usa di solito per scrivere? Scrivo con carta e penna, butto giù delle frasi che mi vengono in mente e poi con calma le elaboro; altre volte, invece, scrivo di getto. Ha mai pubblicato le sue poesie? No, questa è la mia prima volta. Quali argomenti tratta nelle sue poesie? Tratto argomenti vari, come il tema della natura, soprattutto del mare, perché alcune sue caratteristiche mi ricordano alcuni stati d animo umani, ma amo scrivere anche di persone a me care, come familiari, amici e alunni. Aurora Diego Gabriele Giada Jessica Joel Lorenzo M. Lorenzo S. Mattia Nicole Riccardo Sara Thomas Tommaso Incontrandosi Sono scesa nei tuoi occhi e ho incontrato il mare su cui mi hai condotto tra tempeste e brezze a lidi sicuri e tranquilli dove la sabbia ti respira nei capelli e il vento sussurra tra le mani parole mai dette al cuore. Salperà all alba la nave dei ricordi delle notti più buie lasciando conchiglie di piccole gioie nel profumo di una tua carezza sulla riva della nostra esistenza. La Tavolozza 11

12 La Tavolozza 12 Orizzontali 2. E accanto al bue nel presepe 5. E un aiutante di Babbo Natale 6. Ci abita Babbo Natale 8. Trascinano la slitta di Babbo Natale Verticali 1. Porta tanti doni 3. Si festeggia il 25 dicembre 4. Si trovano sotto l albero il 25 dicembre 7. Ci protegge con le sue ali dorate Scrivi le definizioni e nella prima colonna comparirà il nome di un insetto coloratissimo! 1. E simile all otaria 2. Una rete per dormire sotto gli alberi 3. Annuncia l arrivo della primavera 4. Viene dopo una lunga corsa 5. Le stelle di alta montagna 6. Lo sono le tartarughe 7. Un agrume giallo e aspro 8. Si usa per pescare Suggerimento: parti inserendo le parole da 7 e 8 lettere! Risolvi il mosaico aiutandoti con la parola già stampata e comporrai il nome di una bevanda molto amata dai bambini! 5 LETTERE Festa 6 LETTERE Bibita Ospite 7 LETTERE Lattine 8 LETTERE Ghiaccio 9 LETTERE Aranciate Bicchiere Bottiglie Cannuccia Macedonia

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

dalla Messa alla vita

dalla Messa alla vita dalla Messa alla vita 12 RITI DI INTRODUZIONE 8 IL SIGNORE CI INVITA ALLA SUA MENSA. Dio non si stanca mai di invitarci a far festa con Lui, e gli ospiti non si fanno aspettare, arrivano puntuali. Entriamo,

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

PREMESSA. L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al

PREMESSA. L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al PREMESSA L educazione religiosa nell età compresa tra i tre e i cinque anni risponde al bisogno del bambino di dare un significato alla propria esistenza, favorendo la formazione della individuale personalità

Dettagli

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO

Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO Mi presento 1. CIAO, MI CHIAMO 2. SONO UN RAGAZZO UNA RAGAZZA 3. HO ANNI 4. VENGO DA 5. SONO IN ITALIA DA 1 MESE 3 MESI 6 MESI 1 ANNO PIU DI UN ANNO 6. ABITO A 7. QUESTA E LA MIA FAMIGLIA: 1 8. A CASA

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre

UN LIBRO CHE ANNUNCIA.. LA GIOIA DEL NATALE ... VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA. Parole chiave. Novembre-dicembre UN LIBRO Novembre-dicembre CHE ANNUNCIA..... LA GIOIA DEL NATALE VANGELO NASCITA NATALE GESU GIOIA FESTA Parole chiave SEGNI E SIMBOLI DELLA FESTA DI NATALE nella borsina ci sono due scatole che contengono

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

Maria ha mandato una lettera a sua madre.

Maria ha mandato una lettera a sua madre. GRAMMATICA LE PREPOSIZIONI Osservate: Carlo ha regalato un mazzo di fiori a Maria per il suo compleanno. Vivo a Roma. La lezione inizia alle 9:00. Sono ritornata a casa alle 22:00. Ho comprato una macchina

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata

Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata Il 28 novembre 2015, noi classe 1^B, come tutti gli alunni del nostro Istituto, abbiamo aperto la nostra scuola al territorio. L esperienza è stata molto positiva perché ci ha permesso di far conoscere

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!!

Sulle Ali di Hermes LA NUOVA REDAZIONE I MOTIVI DELLA NOSTRA SCELTA. MEGA INTERVISTA ALLA REDAZIONE continua... Siamo nuovamente qui!!! Sulle Ali di Hermes Siamo nuovamente qui!!! Gennaio 2014 LA NUOVA REDAZIONE Anno n 5 Sommario: La nuova REDA- ZIONE Mega intervista alla REDAZIONE Intervista a Gelsomina Giornata dei Diritti nella scuola

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi.

FIABE GIAPPONESI. La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. Le Creature delle fiabe giapponesi. http://web.tiscali.it La principessa del bambù. La fanciulla del melone. Le due Fortune. Luna e Stella. FIABE GIAPPONESI Le Creature delle fiabe giapponesi. LA PRINCIPESSA DEL BAMBÙ. C'erano una volta

Dettagli

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza!

ANNO I n. 3-Dicembre A.S. 2010-2011. Si desti l umanità intera a lodare. l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! A.S. 2010-2011 ANNO I n. 3-Dicembre Si desti l umanità intera a lodare l Emmanuel Dio con noi disceso dal cielo a donarci la Salvezza! Il 15 dicembre la classe II I si è recata al Teatro Curci di Barletta

Dettagli

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno

LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI. Maggio-Giugno LA CHIESA I SUOI SIMBOLI ED I SUOI SIGNIFICATI Maggio-Giugno Le campane nel campanile suonano a festa. E risorto Gesù E Pasqua senti come suonano allegre! ascoltiamole Queste suonano forte! Maestra perchè

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

NOTIZIE DALL INTERNO

NOTIZIE DALL INTERNO Istituto Comprensivo Cantù2 Scuola Primaria di Fecchio Anno 7. Numero 3 Giugno 2012 SCUOLA IN...FORMA Pag. 2 NOTIZIE DALL INTERNO (CURIOSANDO NELLA SCUOLA) A CURA DI ALICE, TABATA, MATTEO CAMESASCA (QUINTA)

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Gli orari e i servizi

Gli orari e i servizi INfanzia IN fiore Le Scuole dell infanzia di Attraverso esperienze reali impariamo le norme e i comportamenti da adottare in caso di pericolo I progetti Gli esperti Sportello psicologico una psicologa

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo bambini

Livello CILS A1 Modulo bambini Livello CILS A1 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi

PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi PROGETTO ACCOGLIENZA: All asilo con Gigi Motivazione del gruppo Comincia l anno educativo per i bambini del nido. Alcuni bimbi entrano per la prima volta al nido e devono attraversare il periodo delicato

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A2 Bambini. Università per Stranieri di Siena. per Stranieri di Siena Centro CILS : Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

POESIE DAL CUORE. Concorso "Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco

POESIE DAL CUORE. Concorso Don Bosco 2012. Prendimi per mano... Don Bosco POESIE DAL CUORE Concorso "Don Bosco 2012 Prendimi per mano... Don Bosco di Matteo Melis, 3 a A (primo classificato) Proprio tu sei l amico più importante PeR ragazzi come me PiEno di ideali, desideri

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

SPETTACOLO DI NATALE 2014

SPETTACOLO DI NATALE 2014 Sabato 20 Dicembre 2014 SPETTACOLO DI NATALE 2014 TUTTO IL MONDO FESTEGGIA IL NATALE Carissime famiglie, mamme, papà, fratelli, sorelle, nonni, zii Benvenuti a tutti! Eccoci anche quest anno alle porte

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Scopri il piano di Dio: Pace e vita

Scopri il piano di Dio: Pace e vita Scopri il piano di : Pace e vita E intenzione di avere per noi una vita felice qui e adesso. Perché la maggior parte delle persone non conosce questa vita vera? ama la gente e ama te! Vuole che tu sperimenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA

PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA. C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA C era una volta un Grande libro...che annunciava.. INSEGNANTE: ZICOMERI LAURA a.s.2015/2016 PREMESSA Insegnare Religione Cattolica nella scuola dell Infanzia significa

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

SPECIALE HALLOWEEN "DOLCETTO O SCHERZETTO"?

SPECIALE HALLOWEEN DOLCETTO O SCHERZETTO? SPECIALE HALLOWEEN La parola Halloween deriva dalla frase ALL HALLOWS EVE, cioè la notte di Ognissanti che si festeggia il 31 ottobre. Tale data coincideva anche con la fine dell'estate. I colori di Halloween

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri.

CHI SI CURA DI NOI? Sviluppare atteggiamenti di attenzione e cura nei confronti degli altri. CHI SI CURA DI NOI? Nel libro della Bibbia si narra come da sempre Dio si prende cura dell uomo. Con l aiuto di alcune immagini riflettiamo su chi si preoccupa di noi e in che modo. Proviamo anche noi

Dettagli

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE

ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE ECCO PERCHÈ LA PACE INIZIA PROPRIO DA TE - di Deepak Chopra Sette esercizi spirituali per portare la pace all interno delle tua vita e nel mondo che ti circonda. L approccio alla trasformazione personale

Dettagli

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro

Gesù è sempre con noi, non ci abbandonerà mai e porterà sempre gioia a tutti. Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro PRESEPE Racconta come un personaggio del presepe presenterebbe il nostro lavoro Buongiorno, io sono il fiume Giordano, un fiume molto importante perché nelle mie acque è stato battezzato Gesù. Vi racconterò

Dettagli

1 Completate il cruciverba.

1 Completate il cruciverba. Esercizi 1 Completate il cruciverba. Orizzontali 1. Giulia scrive messaggini a tutti con il... 2. Che bello... gli amici! 3. Amo... lezione d italiano. 4. Il primo giorno di scuola conosco nuovi... Verticali

Dettagli

1 Consiglio. Esercizi 1 1

1 Consiglio. Esercizi 1 1 1 Consiglio Prima di andare a dormire scrivi cinque parole italiane che ti interessano. La mattina dopo, prima di alzarti, cerca di ricordarti le parole scritte la sera prima. 1 Animali Fai il cruciverba.

Dettagli

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO.

NEL MARE DELLA NOSTRA FANTASIA OGNI PESCE E DIVERSO NELLE SUE FORME E COLORI, COME NOI RAGAZZI CHE ABBIAMO ESPRESSO QUESTO BELLISSIMO DISEGNO. SEMPLICEMENTE INSIEME per condividere esperienze, notizie, gioie, conquiste, vittorie, delusioni, difficoltà, sofferenze come in famiglia, senza giudizi, rispettando l opinione di ciascuno, certi che ognuno

Dettagli

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA

LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA LA CLASSE IV D ALLA PINACOTECA DI BRERA ANNO SCOLASTICO 2011/ 12 UNA GIORNATA A BRERA Venerdì 17 febbraio sono andato con la mia classe e la IV E a Brera. Quando siamo arrivati le guide ci hanno diviso

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

...SULLA BUONA STRADA...

...SULLA BUONA STRADA... SCUOLA DELL INFANZIA SANT' EFISIO Via Vittorio Veneto, 28 Oristano PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA EDUCATIVO-DIDATTICHE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA BAMBINI - 3-4-5 ANNI Numero sezioni:

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A

A B B I A M O P E N S A T O D I S C R I V E R E U N G I O R N A L I N O D I C L A S S E P E R C H Ė O G N I B A M B I N O P U Ó S C R I V E R E L A Periodico della classe IV A Scuola elementare A. Sabin Anno Scolastico 2011/2012 INDICE 1. Presentazione: perché un giornalino 2. Cosa succede a scuola: elezioni del consiglio dei ragazzi 3. Scrittori

Dettagli

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania

INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania INFANZIA E PRIMARIA di Latina PER SALUTARE ARIANNA di Genova ED AUGURARLE BUON VIAGGIO in Germania Cara Arianna, ciao, io sono Federica D.L. e abito a Latina e frequento la scuola elementare dell IC Don

Dettagli

La voce de "Gli Amici"

La voce de Gli Amici Gli Amici La voce de "Gli Amici" domenica 11 agosto 2002 La domenica con Gesù Tempo ordinario Domenica 11 agosto 2002 Gesù si ritira a pregare L'artista della settimana Carmela Parente La scuola della

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ

ΟΝΟΜΑΤΕΠΩΝΥΜΟ ΜΑΘΗΤΗ/ΤΡΙΑΣ: ΤΟ ΕΞΕΤΑΣΤΙΚΟ ΔΟΚΙΜΙΟ ΑΠΟΤΕΛΕΙΤΑΙ ΑΠΟ ΕΠΤΑ ( 7) ΣΕΛΙΔΕΣ ΥΠΟΥΡΓΕΙΟ ΠΑΙΔΕΙΑΣ ΚΑΙ ΠΟΛΙΤΙΣΜΟΥ ΔΙΕΥΘΥΝΣΗ ΜΕΣΗΣ ΕΚΠΑΙΔΕΥΣΗΣ ΚΡΑΤΙΚΑ ΙΝΣΤΙΤΟΥΤΑ ΕΠΙΜΟΡΦΩΣΗΣ ΤΕΛΙΚΕΣ ΕΝΙΑΙΕΣ ΓΡΑΠΤΕΣ ΕΞΕΤΑΣΕΙΣ ΣΧΟΛΙΚΗ ΧΡΟΝΙΑ 2011-2012 Μάθημα: Iταλικά Επίπεδο: 3 Διάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία:

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI...

NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... NOMI IN CERCA DI AGGETTIVI... Collega ogni nome all aggettivo corretto. NOMI spettacolo leone lana musica arrosto gioiello cavaliere minestra sostanza fiore ragno scolaro bambina torta AGGETTIVI bollente

Dettagli

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.

E pace in terra. raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A. della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12. E pace in terra raccolta di poesie di alcuni alunni delle classi 3A 3B 3E 2A della Scuola Media C.Aschieri di S.Pietro in Cariano 13.12.2007 INTRODUZIONE Il lavoro è stato svolto all interno di tre classi

Dettagli

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO

FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO FESTA DEI CRESIMANDI CON IL VESCOVO GIANNI ATTIVITÀ A CATECHISMO INTRODUZIONE Le attività proposte in preparazione all incontro con il Vescovo Gianni hanno il loro orizzonte più ampio nei contenuti della

Dettagli

Istituto Maria Consolatrice

Istituto Maria Consolatrice ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:direzioneprimaria@ismc.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

CENA PASQUALE EBRAICA

CENA PASQUALE EBRAICA PARROCCHIA B.V.M. IMMACOLATA CENA PASQUALE EBRAICA per i ragazzi della Prima Comunione Sabato 4 aprile 2009 - Ore 16,00 CAPPUCCINI ORISTANO 1 momento - La schiavitù del popolo d Israele (I ragazzi sono

Dettagli

Concerto di Natale 2014

Concerto di Natale 2014 La serata in musica, prima delle festività natalizie, è diventata ormai un appuntamento immancabile per tutti noi, studenti, genitori e insegnanti delle Scuola Secondaria di Primo grado dell Istituto di.

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli