Seconda Università di Napoli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Seconda Università di Napoli"

Transcript

1 Seconda Università di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia UOC di Chirurgia Plastica Direttore: prof. Francesco D Andrea Piazza Miraglia Napoli Telefono /5011/5243 Fax TRATTAMENTO DELLE STRIAE DISTENSAE CON ENERGIA ADATTIVA FRAZIONATA RF ABBINATA A RADIOFREQUENZA CAPACITIVA MONOPOLARE PROF. FRANCESCO D ANDREA Prof. Ordinario di Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica Seconda Università di Napoli Direttore Scuola di Specializzazione in Chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica Seconda Università di Napoli, SUN Direttore Master di II livello in Medicina Estetica, SUN Coordinatore Dottorato di Ricerca in Chirurgia Sperimentale Ricostruttiva, SUN Tesoriere della Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica SICPRE ABSTRACT Si è proceduto ad uno studio per il trattamento delle Striae Distensae a diversa localizzazione, su 35 pazienti di varie età e sesso. Il dispositivo utilizzato per la sperimentazione è SPARK-QUANTUM Di seguito riportiamo i dati tecnici. Modello : SPARK-QUANTUM Tensione di ingresso : 85/260 Vac Potenza massima erogata : 120 Watt +/- 5 Watt Potenza assorbita : 320 VA Frequenze portanti di emissione: 500KHZ, 1 MHZ, 4MHZ Tecnologie presenti: Radiofrequenza Frazionata-Radiofreq.Capacitiva Monopolare- Radiofreq.Resistiva monopolare-radiofreq.resistiva Bipolare Modo di emissione : continua e pulsata Classificazione : Classe IIA Per il trattamento delle Striae è stata utilizzata la Radiofrequenza Frazionata ( Energia Adattiva Frazionata) abbinata alla Radiofrequenza Capacitiva Monopolare I risultati hanno evidenziato che il trattamento è efficace e sicuro e che i risultati sono sovrapponibili a quelli ottenuti con il laser frazionale. INTRODUZIONE OMISSIS EPIDEMIOLOGIA. OMISSIS CLINICA OMISSIS EZIO-PATOGENESI

2 Anche se molto resta ancora da chiarire, si può affermare che le s.d. sono lesioni dovute ad un danno del tessuto connettivo dermico che si associa, all inizio, a fenomeni di tipo infiammatorio ed evolve poi in senso cicatriziale. Questo danno è secondario alla possibile concomitanza di fattori genetici, meccanici (la distensione cutanea), e biochimico-ormonali (un aumentata attività corticosurrenalica). In altre parole si può dire che le s.d. rappresentano una alterazione cutanea causata dall azione di sollecitazioni meccaniche di tipo distensivo (stiramento rapido) su cute con una ridotta capacità di resistenza a causa di fattori costituzionali e/o ormonali. Ciò che sottende alla comparsa delle s.d. è una modificazione quali-quantitativa del collagene dermico, che, verosimilmente, consiste in un alterato assetto molecolare delle fibre collagene dovuto ad una riduzione dei legami covalenti crociati delle catene peptidiche che le costituiscono. Va infine ricordato che la presenza di s.d. è possibile anche nei quadri di importante dimagrimento, non solo dovuto a malattie debilitanti, infezioni acute o croniche, denutrizione, ma anche all anoressia nervosa di tipo restrittivo e alle diete drastiche: in queste condizioni, verosimilmente, il fattore ezio-patogenetico principale, che sottende ad una deficiente sintesi del connettivo, è rappresentato da una aumentata secrezione steroidea. Di attualità l attenzione sul possibile ruolo patogenetico di fattori dietetici, in relazione al dato già riportato di una spiccata tendenza all aumento delle s.d. negli adolescenti: si chiamano in causa carenze subcliniche (ad esempio l acido ascorbico e il rame risulterebbero fattori importanti nella formazione dei legami crociati del collagene), errori dietetici aspecifici (una dieta squilibrata ), ma mancano, in sostanza, studi attendibili in proposito. Per le s.d. si trovano proposti numerosi trattamenti: prodotti per uso topico (vari antiossidanti, come le vitamine E o C, acido glicolico, centella asiatica, aloe, estratti di cipolla, olii essenziali, ecc ). Tra queste numerose proposte quella dell utilizzo della vitamina A acida o tretinoina (ad esempio in crema allo 0,1%, 1 volta al dì per 6 mesi) si presenta con un razionale più interessante, dal momento che la sua azione di stimolo sui fibroblasti e sulla riparazione cutanea è da tempo nota ed esistono in proposito alcuni studi clinici affidabili, con risultati prevalentemente positivi. Vengono proposti, oltre ai prodotti per uso locale, anche svariati tentativi di riempimento della atrofia dermica (utilizzando per via iniettiva collagene, acido ialuronico, vitamina C, betaglucano), di dermoabrasione e soprattutto di peeling chimici. Vengono utilizzati peeling superficiali (acido glicolico), di media profondità (acido tricloracetico) e più sostanze associate ( ac.glicolico e resorcina). Numerosi invece in letteratura gli studi sull utilizzo di vari tipi di Laser, in particolare del Dye-laser pulsato (585 nm), con risultati significativi, ma solo nella fase precoce delle striae rubrae e con molti limiti pratici; ancora più difficile l utilizzo di laser ablativi, come il CO2 e l Erbium, potenzialmente capaci di indurre una retrazione dermica. L'unico trattamento approvato per questa patologia dall'fda è quello effettuato con il laser Frazionato Non Ablativo. In letteratura, vari studi dimostrano l efficacia delle onde elettromagnetiche nel trattamento delle striae; recenti lavori illustrano l utilità terapeutica della radiofrequenza frazionata. DISPOSITIVO MEDICO UTILIZZATO PER LO STUDIO: SPARK-QUANTUM (ELECTRA SPA FLY MEDICAL SRL) Il dispositivo utilizzato per il nostro studio è una piattaforma di ultima generazione dotata di: RF monopolare non ablativa a tre frequenze 500 Khz, 1 Mhz, 4 Mhz che lavora in modalità Capacitiva e Resistiva con elettrodi di diversa grandezza; RF FRAZIONATA Capacitiva a 4 MHZ.

3 Il meccanismo di azione della Radiofrequenza Frazionata consiste nella produzione di archi elettrici sul bordo del manipolo, costituito da un materiale rivestito da uno strato isolante che, a contatto con la cute, forma microscintille di ozono. L azione termica determina due effetti sfruttati in terapia: 1) vaporizzazione selettiva dello strato corneo, dello spessore di frazioni di mm, dovuta all effetto dell ozono prodotto dalle scariche, con azione ablativa; 2) una serie di microfori, a diverse profondità, in base alla potenza utilizzata, che interessano uno spessore maggiore, la cui riparazione, partendo dal tessuto sano interposto, produce compattamento del tessuto trattato. Di seguito vetrini realizzati con tessuto prelevato, in sede di intervento di Addominoplastica a paziente a cui è stato effettuato trattamento di RF frazionata con diverse potenze. I vetrini sono stati valutati dal Professore Vincenzo Esposito, professore ordinario facoltà di medicina e chirurgia, direttore del dipartimento di anatomia umana presso Seconda Università di Napoli. Sfaldamento dello strato corneo con microfori superficiali Vaporizzazione strato corneo fino al resurfacing Microforo profondo Microforo intermedio SCOPO DEL LAVORO Obiettivo dello studio è valutare l efficacia della radiofrequenza frazionata (RFF) abbinata alla radiofrequenza capacitiva monopolare, generate dal dispositivo Spark - Quantum nel trattamento delle smagliature, esaminandone la riduzione della larghezza, della profondità e delle increspature, sia al termine del ciclo di trattamenti (tabella 2), sia a breve periodo (a 3 mesi dal termine del ciclo di trattamenti, tabella 3), che nel medio (a 12 mesi, tabella 4).

4 E' stato fatto anche uno studio parallelo di comparazione dei risultati ottenibili sullo stesso paziente con il laser frazionato Mixto Sx Lasering da noi utilizzato da tempo. MATERIALE E METODO In questo studio sono stati trattati 35 soggetti: 10 maschi e 25 femmine di età compresa tra i 16 e i 40 anni, nel periodo da marzo 2012 a giugno 2013 selezionando pazienti con striae: essenziali, - patologiche, - iatrogene. Di questi, n.5 pazienti presentavano un numero rilevante di striae gravidiche nella regione addominale. Su queste pazienti è stata effettuata l'analisi comparativa. L'addome è stato diviso in due aree prendendo l'ombelico come linea di separazione. Le smagliature presenti nella parte destra sono state trattate con laser frazionale MIXTO Sx LASERING, quelle nella parte sinistra con radiofrequenza frazionata SPARK - QUANTUM Per il laser il protocollo è stato il seguente: - crema anestetica (lidocaina 25%) in occlusione per 60 minuti prima del trattamento. - n 4 sedute a cadenza mensile - impiego di crema antibiotica per 1 settimana dopo ogni trattamento -parametri: Spot 30 micrometri, Index 6, Potenza 10 watt, Densità 20% Per la RF Frazionata abbinata a RF Capacitiva, sia dei 5 pazienti dell'analisi comparativa, sia di tutti gli altri pazienti, i trattamenti prevedevano un ciclo di n.12 sedute a cadenza settimanale della durata di 30/40 minuti per 3 mesi per ciascun paziente, utilizzando il seguente protocollo: Pulizia con acqua della zona da trattare. Nessun prodotto, neppure di scorrimento deve essere presente sulla pelle ben asciutta. Applicazione piastra di ritorno in zona opposta a quella del trattamento. Impostazione dispositivo: Frazionata Capacitiva Striae Atrofiche A Inserimento dell elettrodo monouso nell apposito manipolo, assicurandosi che l avvitamento sia completo ed il rivestimento esterno sia integro. Protocollo a due fasi sequenziali con i seguenti parametri: FASE1) Frequenza portante 4 Mhz, Modulante compresa fra e Hz, Duty Cycle 12-25%, Potenza 40-60% durata 5 minuti, sfiorando leggermente la cute in corrispondenza delle lesioni con movimenti lineari. FASE 2) Frequenza Portante 4 Mhz, Modulante compresa fra 200 e 300 Hz, Duty Cycle 10-18%, Potenza 30-55% durata 10 minuti, sfiorando leggermente la cute in corrispondenza delle lesioni con movimenti lineari. Impostazione dispositivo: Radiofrequenza Capacitiva Striae Atrofiche B Inserire elettrodo capacitivo diametro 40 Frequenza 1 Mh Effettuare movimenti continui e lineari Potenza utilizzata 50-85% Durata 20 minuti Sono stati adottati i seguenti criteri di esclusione: gravidanza, la presenza di pacemaker o di placche metalliche permanenti site in prossimità dell'area da trattare, l'epilessia, la presenza di aritmie cardiache, l'assunzione di farmaci anticoagulanti e la presenza di infezioni a livello cutaneo.

5 Per tutti i pazienti sono state effettuate valutazioni oggettive e soggettive. La valutazione cutanea oggettiva è stata eseguita all inizio del trattamento e a fine ciclo, con esame fotografico (NIKON D300 digital Camera), dermatoscopico (Dermatoscopio HEINE Delta 20) ed elastometrico (Cutometer MPA 580). La valutazione soggettiva dei risultati è stata eseguita dal paziente attraverso un questionario di autovalutazione e dal medico attraverso la Global Aesthetic Improvement Scale () che attribuisce ad un valore numerico crescente il miglioramento estetico soggettivo rispetto alla condizione basale (tabella 1). La valutazione soggettiva è stata fatta all inizio del trattamento, a fine ciclo, a 3 mesi dalla fine del ciclo di trattamenti e a 12 mesi. Tabella 1: Punteggi Valutazione Descrizione o 3 Molto migliorata Ottimo risultato estetico nel soggetto 2 Significativo miglioramento Significativo miglioramento estetico rispetto alla condizione iniziale ma non completamente ottimale per il paziente. 1 Lieve miglioramento Evidente miglioramento estetico rispetto alla condizione iniziale. 0 Nessun miglioramento La condizione rimane sostanzialmente invariata rispetto a quella iniziale. -1 Lieve peggioramento La condizione è lievemente peggiore rispetto a quella iniziale. -2 Significativo peggioramento Significativo peggioramento estetico rispetto alla condizione basale. -3 Molto peggiorata Notevole peggioramento rispetto alla condizione basale. ANALISI DEI RISULTATI Le valutazioni cliniche e strumentali hanno dimostrato i seguenti risultati su tutti i pazienti trattati con RF Frazionata + RF Capacitiva: Riduzione della profondità e della larghezza delle smagliature Superficie più liscia Attenuazione della differenza cromatica tra cute sana e cute smagliata Aumentata elasticità della pelle Confort del trattamento Soddisfazione per il trattamento Non sono stati usati anestetici. Durante il trattamento i pazienti avvertivano un leggero pizzicore con la Frazionata e un calore gradevole con la Radiofrequenza Capacitiva. In quasi tutti i casi si è evidenziato un modesto eritema che è regredito poche ore dopo il trattamento. Quattro pazienti, hanno avuto formazione di microcroste per 4-5 giorni a risoluzione spontanea e senza esiti cicatriziali. Le valutazioni cliniche e strumentali dei pazienti che hanno avuto il trattamento con il laser frazionale hanno ugualmente dimostrato: Riduzione della profondità e della larghezza delle smagliature Superficie più liscia Attenuazione della differenza cromatica tra cute sana e cute smagliata

6 Aumentata elasticità della pelle Soddisfazione per il trattamento E stato tuttavia necessario Applicare anestetico topico (lidocaina 25%) in occlusione 60 minuti prima del trattamento Applicare crema antibiotica con bendaggio per 1 settimana dopo il trattamento, Non esporsi al sole per 1 mese dal termine del ciclo di trattamenti. In tutti i casi si è evidenziato al termine di ogni trattamento un evidente eritema con microlesioni, ed un edema di discreta entità che sono regrediti dopo 5-6 giorni. Nella valutazione del trattamento RFF del medico al termine del ciclo di trattamenti si evidenzia: nel 77,1% dei pazienti (27/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 20% (7/35) un lieve miglioramento estetico ( 1); nel 2,9% (1/35) nessun miglioramento estetico ( 0). Dal questionario di autovalutazione eseguito dai pazienti si ottiene: nel 74% dei pazienti (26/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 20% (7/35) un lieve miglioramento estetico ( 1); nel 6% (2/35) nessun miglioramento ( 0), tabella 2. Tabella 2: risultati a fine trattamento A Paziente Numero di sedute medico paziente

7 Nella valutazione del medico 3 mesi dopo il termine del ciclo di 12 trattamenti si evidenzia: nel 88,6% dei pazienti (31/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 11,4% (4/35) un lieve miglioramento estetico ( 1). Dal questionario di autovalutazione eseguito dai pazienti si ottiene: nel 88,6% dei pazienti (31/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 11,4% (4/35) un lieve miglioramento estetico ( 1); nessun 0, tabella 3. Tabella 3: risultati ad 3 mese dal termine del ciclo B Paziente Numero di sedute medico paziente

8 Nella valutazione del medico 12 mesi dopo il ciclo di trattamenti si evidenzia: nel 94,3% dei pazienti (33/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 5,7% (2/35) un lieve miglioramento estetico ( 1). Dal questionario di autovalutazione eseguito dai pazienti si ottiene: nel 94,3% dei pazienti (33/35) un risultato variabile dal significativo miglioramento all ottimo risultato estetico ( 2-3); nel 5,7% (2/35) un lieve miglioramento estetico ( 1); nessun 0, tabella 4. Tabella 4: risultati a 12 mesi dopo il termine del ciclo di trattamenti C Paziente Numero di sedute medico paziente

9 , ,6 94, , , ,7 Gais 0 Gais 1 Gais 2-3 Gais A dr fine trattamento Gais A pz fine trattamento Gais B dr. dopo 3 mesi Ggais C dr. dopo 12 mesi -I miglioramenti sono stati osservati sia all ispezione visiva che alla palpazione. -I risultati più significativi sono stati osservati nelle pazienti affette da smagliature di recente insorgenza. In tali pazienti si è osservato un notevole miglioramento sia a carico del colorito che del grado di atrofia. -Miglioramento più contenuto si è osservato nelle pazienti con smagliature più vecchie. -Ventisette su trentacinque pazienti presentavano alla fine del trattamento un quadro dermatoscopico quasi sovrapponibile a quello della cute normale, miglioramento della trama cutanea ed aumento dell elasticità (valutata con elastometro modello cutometer MPA 580). -Il trattamento ha indotto una significativa diminuzione del rossore delle smagliature di recente formazione che sono risultate quindi meno evidenti; -Il colore delle smagliature albae si è uniformato al colorito della cute sana circostante. -Le striae risultano riempite come evidenziato dalle fotografie (figura 1).

10 Prima del trattamento RFF A fine ciclo RFF Dopo 3 mesi dall'ultimo trattamento RFF Dopo 12 mesi dall'ultimo trattamento RFF Figura 1: RFF+RF Capac. - risultati per SD albae mammella sx presenti da 5 anni pz 38 aa. Prima, alla fine, a 3 e a 12 mesi Prima del trattamento (T0) Dopo 3 mesi da fine trattamento Fig.2 : esame istologico prima e al termine del trattamento : è evidente un aumento del collagene, dell elastina e della neoangiogenesi.

11 Prima del trattamento (T0) Dopo 3 mesi da fine trattamento Fig.3 : esame istologico prima e al termine del trattamento : è evidente un aumento del collagene, dell elastina e della neoangiogenesi. Tabella 5: risultati comparativi Laser frazionale e RF Frazionata+ RF Capacitiva a sei mesi dal termine del ciclo di trattamenti. Paziente Numero di sedute RFF+RFC Numero di sedute Laser paziente RFF+RFC medico RFF+RFC paziente Laser medico Laser CONSIDERAZIONI Dall'osservazione dei risultati ottenuti nello studio effettuato, si evince che il trattamento risulta efficace in modo statisticamente significativo, nel breve e medio periodo. Dopo il trattamento, è stato osservata una significativa riduzione di tutte le caratteristiche cliniche delle striae (larghezza, profondità e increspatura). L efficacia di questa metodologia appare ancor più significativa valutando il risultato a 6 e 12 mesi, visto che non solo il risultato ottenuto si è mantenuto, ma risulta incrementato. Tale risultato è dovuto alla risposta biologica tardiva dell organismo, allo stimolo termico della radiofrequenza capacitiva monopolare, rappresentata dalla proliferazione dei fibroblasti, dalla sintesi di collagene e di elastina, dalla neoangiogenesi e conseguente ossigenazione tissutale. Con la RF Frazionata abbinata a RF Capacitiva si riscontrano risultati sovrapponibili a quelli del Laser Frazionale nel trattamento delle striae distensae, sono necessari un numero di trattamenti maggiore rispetto al laser (in questo caso tripli) ma in un tempo totale inferiore e con una compliance per il paziente nell immediato post trattamento decisamente più soft.

12 La RF Frazionata abbinata a RF Capacitiva si propone dunque come alternativa efficace al Laser frazionale ma con meno effetti collaterali. CONCLUSIONI L utilizzo del dispositivo SPARK - QUANTUM per il trattamento delle Striae, sotto sorveglianza medica, secondo i protocolli elaborati, si è dimostrato efficace e sicuro. I lievi effetti collaterali sopra descritti (modesto eritema e rara formazione di crosta a risoluzione spontanea) sono da considerarsi accettabili rispetto al reale beneficio ottenuto. Professor Francesco D Andrea

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Potenza dello studio e dimensione campionaria. Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1

Potenza dello studio e dimensione campionaria. Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1 Potenza dello studio e dimensione campionaria Laurea in Medicina e Chirurgia - Statistica medica 1 Introduzione Nella pianificazione di uno studio clinico randomizzato è fondamentale determinare in modo

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2

SISTEMA CIRCOLATORIO. Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2. , sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 SISTEMA CIRCOLATORIO Permette, attraverso il sangue, il trasporto di O 2, sostanze nutritizie ed ormoni ai tessuti e la rimozione di CO 2 e cataboliti, per mantenere costante la composizione del liquido

Dettagli

LASER Holmium CALCULASE II 20 W:

LASER Holmium CALCULASE II 20 W: URO 32 10.0 05/2015-IT LASER Holmium CALCULASE II 20 W: Campi di applicazione ampliati LASER Holmium CALCULASE II 20 W CALCULASE II rappresenta la concreta possibilità di effettuare, rapidamente e con

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 L unità AUTOCON II 80 è un elettrobisturi ad alta frequenza compatto e potente che convince

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane

Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita della paziente donna giovane Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 3 METODOLOGIA Progetto POSIT POpolazione

Dettagli

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t;

dove Q è la carica che attraversa la sezione S del conduttore nel tempo t; CAPITOLO CIRCUITI IN CORRENTE CONTINUA Definizioni Dato un conduttore filiforme ed una sua sezione normale S si definisce: Corrente elettrica i Q = (1) t dove Q è la carica che attraversa la sezione S

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Corrente elettrica e corpo umano

Corrente elettrica e corpo umano Corrente elettrica e corpo umano 1/68 Brevi richiami di elettrofisiologia 1790 Luigi Galvani effettuò esperimenti sulla contrazione del muscolo di rana per mezzo di un bimetallo: concluse che si trattava

Dettagli

TENS; CORRENTE DI KOTZ CORRENTE NEOFARADICA

TENS; CORRENTE DI KOTZ CORRENTE NEOFARADICA I - PARAMETRI DELLA CORRENTE ELETTRICA I parametri che caratterizzano la corrente elettrica sono: 1 Intensità E così definita la quantità di cariche elettriche che passano attraverso un conduttore nell'unità

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

ALLEGATO XXXVI VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE E VALORI DI AZIONE PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI CAMPI ELETTROMAGNETICI

ALLEGATO XXXVI VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE E VALORI DI AZIONE PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI CAMPI ELETTROMAGNETICI ALLEGATO XXXVI VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE E VALORI DI AZIONE PER I CAMPI ELETTROMAGNETICI CAMPI ELETTROMAGNETICI Le seguenti grandezze fisiche sono utilizzate per descrivere l'esposizione ai campi elettromagnetici:

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Formule di Struttura delle Molecole Organiche

Formule di Struttura delle Molecole Organiche Formule di Struttura delle Molecole Organiche Costituzione L ordine in cui gli atomi di una molecola sono connessi è chiamata costituzione o connettività. La costituzione di una molecola deve essere determinata

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE RELAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE Fattori di impatto ambientale Un sistema fotovoltaico non crea un impatto ambientale importante, visto che tale tecnologia è utilizzata per il risparmio energetico. I fattori

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

I METALLI PESANTI NEL LATTE

I METALLI PESANTI NEL LATTE I METALLI PESANTI NEL LATTE di Serraino Andrea Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Patologia Animale - Facoltà Medicina Veterinaria - Università di Bologna - Alma Mater Studiorum. I metalli sono

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia.

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. QUIZ TEM: Ulcere da decubito Quiz estratti dalla banca dati del sito e La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. 1) I germi responsabili di ulcere da pressione

Dettagli

Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico

Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico Esercitazione N. 1 Misurazione di resistenza con metodo volt-amperometrico 1.1 Lo schema di misurazione Le principali grandezze elettriche che caratterizzano un bipolo in corrente continua, quali per esempio

Dettagli

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE

LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA DELLA REGIONE PIEMONTE VIII Convegno IL CONTRIBUTO DELLE UNITA VALUTAZIONE ALZHEIMER NELL ASSISTENZA DEI PAZIENTI CON DEMENZA LA VALUTAZIONE NEUROPSICOLOGICA COME MISURA CHIAVE PER LA DIAGNOSI PRECOCE DEL DNC LIEVE: L ESPERIENZA

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1

CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA. Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 CAPITOLO I CORRENTE ELETTRICA Copyright ISHTAR - Ottobre 2003 1 INDICE CORRENTE ELETTRICA...3 INTENSITÀ DI CORRENTE...4 Carica elettrica...4 LE CORRENTI CONTINUE O STAZIONARIE...5 CARICA ELETTRICA ELEMENTARE...6

Dettagli

Semplice, veloce ed economica:

Semplice, veloce ed economica: GYN 30-6 05/2013-IT Semplice, veloce ed economica: ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI per l isterectomia laparoscopica sopracervicale (LASH) Ansa unipolare SupraLoop sec. BRUCKER/MESSROGHLI

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne

NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O. Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne NOVITÀ FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 9O Qualità dell'abitare per le esigenze più moderne 3 Sintesi perfetta fra isolamento termico, tecnica e design Le finestre e le porte di oggi non solo devono

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A.

Riabilitazione totale mediante protesi fissa mediante impianti inclinati a 35 evitando la zona atrofica postpost foraminale. (Acocella A. Alessandro Acocella comunque ci sono solo studi con un follow-up follow up non ancora elevato e comunque i casi vanno accuratamente selezionati evitando parafunzioni e ricordando che gli impianti corti

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Unità 12. La corrente elettrica

Unità 12. La corrente elettrica Unità 12 La corrente elettrica L elettricità risiede nell atomo Modello dell atomo: al centro c è il nucleo formato da protoni e neutroni ben legati tra di loro; in orbita intorno al nucleo si trovano

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici

Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Strumenti Elettronici Analogici/Numerici Ing. Andrea Zanobini Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI

MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI MODALITA DI VALUTAZIONE DELLA DOSE EFFICACE PER I LAVORATORI ESPOSTI Premessa La presente relazione fornisce i criteri e le modalità mediante i quali verranno valutate le dosi efficaci per lavoratori dipendenti,

Dettagli

Programmazione Modulare

Programmazione Modulare Indirizzo: BIENNIO Programmazione Modulare Disciplina: FISICA Classe: 2 a D Ore settimanali previste: (2 ore Teoria 1 ora Laboratorio) Prerequisiti per l'accesso alla PARTE D: Effetti delle forze. Scomposizione

Dettagli

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN)

I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) I.R.C.C.S. Oasi Maria SS. Troina (EN) VALUTAZIONE DELLA TERAPIA FARMACOLOGICA PER LA CURA DEI COMPORTAMENTI PROBLEMATICI IN SOGGETTI CON SINDROME DI PRADER WILLI State per compilare un questionario sull'utilizzo

Dettagli

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico

Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti. Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Corso avanzato di farmacovigilanza: approfondimenti Corso ECM di formazione a distanza (FAD) con tutoraggio didattico Procedura per sottoscrivere la partecipazione Il professionista sanitario che voglia

Dettagli

Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group

Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group Le Le tecnologie tecnologie Baldan Baldan Group Group Le tecnologie Baldan Group Le tecnologie Baldan Group Epilazione progressiva e permanente in totale sicurezza. Epilazione Pharma Epil progressiva System

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it

Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Corso di laurea magistrale in Ingegneria delle Telecomunicazioni Metodi e Strumenti per la Caratterizzazione e la Diagnostica di Trasmettitori Digitali RF ing. Gianfranco Miele g.miele@unicas.it Trasmettitore

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA

COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA Pagina 1 di 5 COORDINAMENTO PER MATERIE SETTEMBRE 2013 MATERIA DI NUOVA INTRODUZIONE PER EFFETTO DELLA RIFORMA AREA DISCIPLINARE : Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, articolazione Informatica.

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 2 METODOLOGIA Progetto

Dettagli

La corrente elettrica

La corrente elettrica Unità didattica 8 La corrente elettrica Competenze Costruire semplici circuiti elettrici e spiegare il modello di spostamento delle cariche elettriche. Definire l intensità di corrente, la resistenza e

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli