Prof. Alessandro Littara

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prof. Alessandro Littara"

Transcript

1 La chirurgia dell allungamento e ingrossamento del pene Prof. Alessandro Littara La lipopenostruttura combinata (ingrossamento del pene)

2 A letto contano di più le misure del sesso o quelle del cervello?, le chiese un giornalista qualche anno fa. Con una battuta impertinente, Sharon Stone rispose: Senz altro quelle del cervello, anche se a letto certe misure non disturbano. È proprio vero che le cose stanno così? e da dove ricavano, gli uomini, l idea di come dovrebbe essere il loro pene? Alcuni dalla vista del pene paterno. Altri dai corpi dei compagni negli spogliatoi. Altri dai commenti di una partner. Altri ancora dai corpi delle icone della cultura: i superdotati dei video e delle riviste porno, reclutati proprio per la loro dotazione. Per tutti coloro che si sentono inadeguati, o semplicemente per soddisfare un desiderio puramente estetico, la chirurgia offre oggi la soluzione: la Designer laser falloplastica, punto d incontro tra creatività e tecnologia in chirurgia. Tale approccio, innovativo nel settore, fonde i vantaggi della personalizzazione delle tecniche chirurgiche con l uso del laser di ultima generazione. Il chirurgo diventa quindi una sorta di designer, che personalizza l opera in base alla propria esperienza, capacità e senso estetico, nell ottica di ottenere il risultato più gratificante per lui e per il suo paziente. Introduzione Le dimensioni del pene hanno da sempre rappresentato un argomento di forte richiamo per l uomo. Sin dall antichità abbiamo continui esempi dell importanza delle dimensioni dell organo genitale come simbolo di virilità e di comando. Attualmente, sempre più uomini si rivolgono agli specialisti del settore con lo scopo di correggere un deficit di sviluppo, migliorare la propria autostima o anche semplicemente con scopi esclusivamente estetici. Quale che sia il motivo, la domanda di soluzioni in questo campo è in continuo aumento, stimolando i chirurghi a un sempre crescente perfezionamento delle tecniche. Da oltre 20 anni il Prof. Littara e la sua équipe si dedicano alla chirurgia estetico-ricostruttiva del pene, maturando una vasta esperienza nel settore. Quello che la pratica continua ci ha insegnato è che ogni individuo ha anatomia, esigenze e aspettative diverse, e che quindi le procedure chirurgiche devono adattarsi ad ogni singolo caso, e non viceversa. Nasce così la designer laser falloplastica, un approccio innovativo nel settore, costituita da un insieme di più tecniche chirurgiche da adattare ad ogni singolo caso, allo scopo di ottenere il miglior risultato estetico e la maggiore soddisfazione possibile per le aspettative del paziente. Tale risultato si è reso possibile anche grazie all utilizzo del laser, che consente di ottenere un risultato estetico migliore, ridotti effetti collaterali e tempi di recupero sensibilmente più rapidi. Il chirurgo diventa quindi una sorta di designer, che personalizza l opera in base alla propria esperienza, capacità e senso estetico, nell ottica di ottenere il risultato più gratificante per lui e per il paziente. Il Prof. Alessandro Littara e la sua équipe Nato a Pisa il 15 aprile 1964.: Laurea in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti presso l Università di Pisa.: Specializzazione in Chirurgia Generale presso Università degli Studi di Pisa (Istituto di Chirurgia generale e sperimentale, Ospedale Cisanello, Pisa), con una tesi dal titolo: Terapia chirurgica del varicocele: moderni orientamenti..: Perfezionamento in Diagnostica con ultrasuoni in Chirurgia presso Università di Pisa.: Perfezionamento in Operatore di moduli di Andrologia presso Università di Pisa.: Perfezionamento in Sessuologia presso Università di Pisa.: Vincitore del concorso per accedere alla Scuola Europea in Andrologia e Chirurgia Andrologica (organizzato presso Centri andrologici di eccellenza europei dalla Società Italiana di Andrologia).: Abilitazione alle procedure LVR (Laser Vaginal Renjuvenation) e DLV (Designer Laser Vaginoplasty) presso il Laser Vaginal Rejuvenation Center di Los Angeles, diretto dal Dr. David Matlock..: Professore a.c. di Chirurgia Ricostruttiva Uro-genitale, Università di Pisa

3 .: Formazione (1991) presso il Centro di Andrologia dell Università di Pisa (diretto dal Prof. G.F.Menchini Fabris), attualmente presta opera di collaborazione esterna. Presso tale Centro si è perfezionato in Operatore di moduli di Andrologia e in Sessuologia Medica..: Lunga collaborazione con l Istituto di Chirurgia Generale II Unità Operativa di Endocrinochirurgia (diretta dal Prof. P. Miccoli), dell Università degli Studi di Pisa, per quanto attiene alla pratica chirurgica..: Allievo in chirurgia uro-andrologica dell insegnamento pratico del Prof. E. Belgrano (direttore della clinica urologica dell Università di Trieste) e del Prof. F. Carmignani (direttore clinica urologica Università di Genova) per oltre cinque anni, rimanendo al corrente di tecniche di chirurgia uro-andrologica e di urologia ginecologica d avanguardia..: Aggiornamento presso l Istituto S. Raffaele di Milano nel reparto di Urologia diretto dal Prof. Rigatti..: Responsabile della branca di andrologia-sessuologia medica e chirurgica presso la Casa di Cura Mercurio-Quisisana di Montecatini Terme (PT), dove ha partecipato a circa 1000 interventi di chirurgia andrologica, uro-ginecologica e chirurgia generale in qualità sia di primo operatore che di aiuto..: Partecipazione come discente alla Scuola Europea in Andrologia e Chirurgia Andrologica, organizzata dalla Società Italiana di Andrologia presso centri europei di riconosciuta eccellenza..: Esercita attività libero-professionale inerente la diagnosi e terapia, medica e chirurgica, delle patologie di pertinenza uro-andrologica, uro-ginecologica e sessuologia..: Numerose partecipazioni in qualità di relatore a numerosi congressi di carattere uro-andrologico e plastico-estetico (Società italiana di Andrologia; European Society of Aestethic Surgery; Società Italiana di Medicina Estetica, e altri).: Convinto sostenitore dell informatizzazione, è autore del primo sito internet italiano dedicato all andrologia (sito del Centro di Andrologia di Pisa), e dal 1996 ha attivato un servizio di informazione per il pubblico presso il proprio sito internet (www.androweb.it)..: Collaboratore di Radio 24 per quanto riguarda l andrologia medica e chirurgica, e la sessuologia. Collabora con quotidiani nazionali, riviste settimanali e mensili a larga tiratura e programmi televisivi nazionali e regionali. Ha ideato e condotto per due anni una trasmissione radiofonica rivolta alla sessuologia presso una radio locale toscana ( SessoOS ). Partecipa in qualità di esperto della materia alla trasmissione Istruzioni per l uso condotta da Emanuela Falcetti su Radio1 e Rai 3..: Fondatore e responsabile del Centro di Medicina Sessuale di Milano, dove vengono trattate tutte le patologie della sfera sessuale e riproduttiva maschile e femminile. Gestisce un èquipe multidisciplinare, formata da andrologi, ginecologi, specialisti in riproduzione assistita, psico-sessuologi, psichiatri, chirurghi plastico-estetici e avvocati..: Training e abilitazione alla laserchirurgia genitale femminile presso il Laser Vaginal Rejuvenation Center di Beverly Hills, diretto dal Dr. David Matlock. Chirurgo affiliato e abilitato alle procedure DLV (Designer Laser Vaginoplasty), LVR (Laser Vaginal Rejuvenation) e G-Spot Amplification presso tale centro..: Attualmente esercita la libera professione e visita a Milano, sede principale, e periodicamente a Roma e Viareggio (LU), collabora con strutture specializzate nella terapia dell infertilità di coppia, ed è Professore a.c. di Chirurgia Ricostruttiva Uro-genitale presso l Università di Pisa..: Appartenenza a Società Scientifiche: Membro della Società Italiana di Andrologia (S.I.A.) Membro della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (S.I.A.M.S.) Consigliere della Società Italiana di Sessuologia ed Educazione Sessuale (S.I.S.E.S.) Membro della Società Italiana di Chirurgia Genitale Maschile (S.I.C.G.E.M.) Membro della European Society of Sexual Medicine (E.S.S.M.) Membro della International Society for Sexual and Impotence Research (I.S.S.I.R.) Membro della American Academy of Cosmetic Surgery (A.A.C.S.) Membro della American Academy of Phalloplasty Surgeons (A.A.P.S.)

4 Consigliere dell Associazione Europea di Ringiovanimento e Chirurgia Plastica ed Estetica Genitale (A.R.P.L.E.G.) La Designer Laser Falloplastica È oggi possibile aumentare la lunghezza e la larghezza del pene, singolarmente o in associazione, mediante interventi chirurgici semplici e veloci. Attualmente tali metodiche chirurgiche sono standardizzate. Per allungare il pene, si ricorre alla sezione del legamento sospensore, mentre per aumentare il diametro la tecnica più usata è quella mediante l uso del grasso corporeo. Alcune scuole chirurgiche usano materiali estranei all organismo (filler non riassorbibili, fascia di derma di suino, ecc.), ma a nostro avviso la frequenza delle complicanze e i risultati ottenuti sconsigliano l uso di queste tecniche. La standardizzazione di una procedura chirurgica permette di riprodurre tutte le volte gli stessi gesti, al fine di ottenere sempre gli stessi risultati. È un comportamento molto efficace e molto diffuso in chirurgia. Tuttavia, nella chirurgia estetica del pene i risultati, pur adottando sempre e rigorosamente la stessa metodica, variano anche considerevolmente: evidenti incrementi in alcuni casi, modesti in altri, praticamente nulli in altri ancora. Questo è dovuto a vari fattori, rappresentati in massima parte dall anatomia della zona, considerevolmente differente da individuo a individuo, e dall esperienza del chirurgo operatore. Infatti, oltre alla consistenza del legamento sospensore del pene, da cui dipende buona parte del risultato, bisogna considerare lo spessore del pannicolo adiposo sovrapubico, le inserzioni laterali del pene, il diametro della base e dell apice penieno, il punto di inserzione della cute dello scroto con quella del pene, ed altri ancora. Inoltre, una volta sezionato il legamento sospensore, si forma un incavo di dimensioni e forma ogni volta differenti, che richiede accorgimenti personalizzati. sopra esposte, personalizza l opera in base alla propria esperienza, capacità e senso estetico, nell ottica di ottenere il risultato più gratificante per lui e per il paziente. Naturalmente, per ambire a questo scopo è necessario che il chirurgo abbia una vasta esperienza nel settore, e sia dotato di uno spiccato senso estetico. A questo proposito, è stata creata una équipe chirurgica con specifiche competenze. Il chirurgo principale, il Prof. Alessandro G. Littara, vanta un esperienza più che decennale in questo campo, ed è assistito durante gli interventi da un chirurgo plastico con specifiche competenze nelle pratiche di vibroliposcultura e plastica cutanea. Inoltre, l uso di un laser chirurgico a diodi di ultima generazione consente di ottenere indiscutibili vantaggi per quanto riguarda l accuratezza delle sezioni, riduzione dei tempi di intervento e una più veloce guarigione delle ferite. Il termine designer laser falloplastica sta ad indicare un insieme di procedure chirurgiche, che il chirurgo adopererà a seconda del risultato che si vuole ottenere. Vi sono uomini che desiderano solo allungare il pene, altri che vorrebbero un pene più grosso, e altri ancora che richiedono entrambe le correzioni. Per ottenere lo scopo desiderato, ci si avvale delle seguenti procedure chirurgiche: Sezione laser del legamento sospensore del pene (con sutura introflettente anti-retrazione) Plastica cutanea sovrapubica laser con metodica V-Y Vibroliposcultura sovrapubica Plastica cutanea laser peno-scrotale Lipopenostruttura combinata (ingrossamento del pene) Proprio il concetto di personalizzazione è alla base della Designer Laser Falloplastica: il chirurgo diventa una sorta di designer che, considerando le variabili

5 La Lipopenostruttura Combinata (Ingrossamento del pene) (a) Considerazioni generali L aumento della circonferenza del pene ha rappresentato e continua a rappresentare un argomento controverso, in particolar modo per quanto riguarda la metodica per ottenerlo. Esistono casi in cui vi è una discrepanza tra la lunghezza e la circonferenza del pene, correggibile esclusivamente mediante una procedura di aumento dello spessore mediante inserimento di un filler (sostanza che riempie). Infatti, altre metodiche chirurgiche più cruente sono eccessivamente rischiose per lo scopo estetico che ci si prefigge. Quest ultime infatti prevedono l apertura dei corpi cavernosi del pene, e l inserimento di strisce di tessuto autologo o eterologo (derma di suino), allo scopo di determinare un incremento del diametro dei corpi cavernosi stessi. Tuttavia l apertura delle strutture cavernose non è priva di rischi anche importanti, con la possibilità di evoluzione verso deficit erettili non più correggibili. La necessità di attuare metodiche meno invasive e soprattutto meno rischiose ha stimolato la ricerca di materiali da iniettare sottocute, allo scopo di ottenere un risultato estetico che non influenzasse la funzionalità dell organo. Sono stati così utilizzate varie soluzioni, tutte grossolanamente riconducibili all uso di materiali sintetici o autologhi (prelevati dallo stesso organismo). I vantaggi del materiale di sintesi consistono soprattutto nell assenza di riassorbimento, quindi nell ottenimento di un risultato duraturo. Gli svantaggi sono costituiti dalla possibilità di reazioni di rigetto (si tratta di sostanze estranee all organismo), ed alla formazione di una capsula, definita endoprotesi, che circoscrive il materiale iniettato, alterando la normale consistenza al tatto. Inoltre, la presenza dell endoprotesi rende estremamente difficile correggere eventuali malposizionamenti del filler stesso. I materiali autologhi, costituiti in massima parte dal tessuto adiposo, hanno il vantaggio di non determinare reazioni allergiche (il grasso viene prelevato da aree diverse dello stesso organismo), e di sviluppare un effetto visivo e tattile più naturale. Gli svantaggi sono costituiti esclusivamente dal parziale riassorbimento del grasso stesso. Questo avviene perché il tessuto adiposo ha necessità di molto nutrimento (leggi sangue) per sopravvivere, quando viene prelevato per poi essere reimpiantato in altri distretti perde le sue connessioni vascolari, e quelle che si formano ex novo possono non essere sufficienti per un adeguata nutrizione. Il risultato è che una parte, variabile da individuo a individuo in funzione delle caratteristiche proprie di ogni organismo, viene riassorbita, perdendo parte dell effetto di riempimento che si era ottenuto. per piani della breccia chirurgica, e l esecuzione della plastica cutanea. Parallelamente alla comparsa di problemi per i materiali sintetici (in particolar modo con il gel di poliacrilammide), si è intensificato lo studio per rendere più duraturo l innesto di grasso autologo, e adesso, tramite processi di centrifugazione mediante la procedura di Coleman (lipostruttura), si è ottenuto un composto generalmente durevole, oltre che assolutamente sicuro e naturale. Questa tecnica, inventata e brevettata dal Dr. Sidney Colemann, prevede la purificazione mediante centrifugazione del grasso prelevato, in modo che vengano eliminate le componenti di acqua, olio e materiali impuri e rimangano solo i globuli di grasso puri, e quindi molto più difficilmente soggetti a riassorbimento. L unico limite di questa metodica, che ha permesso di ottenere risultati decisamente migliori sia per quanto riguarda estetica e naturalezza al tatto, oltrechè ovviamente per lo scarso riassorbimento, è data dalla necessità di prelevare una superiore quantità di grasso, dato che oltre la metà andrà persa nel processo di purificazione. Inoltre, l utilizzo del plasma ricco di piastrine o PRP (Platelet Rich Plasma), una tecnica che soprattutto a causa dei costi e delle autorizza

6 zioni sanitarie specifiche era finora riservata solo all ambito ospedaliero, ci permette oggi, con l uso di appositi kit, di raggiungere una stabilizzazione ottimale del risultato operatorio, con un riassorbimento del grasso sempre più prossimo allo zero. Tale metodica rappresenta ad oggi il miglior metodo possibile, e sopratutto innocuo, nel campo dell aumento della circonferenza peniena mediante filler. Non esistono controindicazioni nell uso di questa metodica, e l unico limite è rappresentato da individui particolarmente magri o muscolosi, nei quali potrebbe essere difficile reperire la quantità di grasso necessaria per un risultato ottimale. Inoltre, questa metodica risulta ideale se abbinata alla liposcultura sovrapubica: l aspirazione del grasso dalla regione sovrapubica approfondisce l insersione cutanea del pene, con il risultato di un incremento della lunghezza della parte visibile. Il grasso così raccolto viene utilizzato per la lipopenostruttura combinata, determinando così non solo un aumento della circonferenza del pene, ma anche un allungamento a riposo legato al peso del grasso stesso, che stirerà verso il basso il pene. (b) La procedura L intervento viene eseguito in ambiente sterile, e consta di 4 fasi: asportazione mediante sottili cannule di tessuto adiposo dalla zona sovrapubica, o in alternativa da addome e/o fianchi. Questa procedura permette, oltre a ottenere il grasso necessario, di ridurre il pannicolo adiposo sovrapubico (punto di frequente accumulo di grasso nell uomo) rendendo così più arretrato il punto di inserzione del pene e determinando in tal modo un allungamento della parte visibile del pene; purificazione del grasso mediante procedura di Coleman, che permette di eliminare le componenenti impure (sangue, olio, materiale di infiltrazione), ottenendo grasso purificato e in quanto tale molto meno riassorbibile; utilizzo di una metodica innovativa denominata PRP (plasma arricchito di piastrine), che consiste nel miscelare al grasso purificato un gel di piastrine ottenuto dal paziente stesso mediante un semplice prelievo ematico. Il gel di piastrine ha lo scopo di rendere ancora più stabile il grasso e di migliorarne ulteriormente l attecchimento e la disposizione uniforme al di sotto della cute peniena; impianto uniforme del grasso così ottenuto nello spazio tra cute e corpi cavernosi del pene, mediante due millimetriche incisioni alla base del pene. Il tutto dura circa 40 minuti, e non rimarrà alcuna cicatrice visibile. La procedura sopra descritta rappresenta attualmente il miglior compromesso tra innocuità, risultato estetico e durata del trattamento. Una parte di grasso, variabile individualmente (dal 10 al 30%), potrà riassorbirsi nei mesi successivi (e per tale motivo viene generalmente impiantata una quantità maggiore di grasso). Tuttavia, data la semplicità e la sicurezza della metodica, questa potrà essere ripetuta per tutte le volte che si renderà necessario. I risultati sono molto spesso altamente soddisfacenti nella sicurezza più assoluta. La Laser-Plastica Cutanea Peno-Scrotale In alcuni casi il punto di inserzione della pelle dello scroto con quella del pene è situato lungo l asta del pene stesso, anziché alla base come di norma. Questa condizione anatomica provoca un aspetto ad ali di pipistrello della pelle della parte posteriore del pene, che si traduce in pratica in un inestetismo che riduce visivamente la lunghezza totale del pene (vedi foto che devo scattare a qualcuno). Per ovviare a questa condizione, mediante l uso del laser a diodi effettuiamo una plastica cutanea peno-scrotale con metodica a Z, chiusa successivamente con sutura estetica in materiale riassorbibile a giorni. Questa metodica può essere effettuata singolarmente o più spesso nel contesto della designer laser falloplastica, e permette un risultato estetico molto evidente e soddisfacente.

7 La Chirurgia Senza Dolore Tutte le procedure chirurgiche della designer laser falloplastica, anche se adottate contemporaneamente, prevedono la dimissione nella stessa giornata operatoria. Il tipo di anestesia adottato verrà preventivamente discusso con la nostra équipe anestesiologica, che considererà la lunghezza dell intervento, le caratteristiche del paziente, il risultato degli accertamenti ematochimici e strumentali richiesti e, non ultimo, la preferenza del paziente stesso. L équipe anestesiologica è adeguatamente preparata a fornire la necessaria assistenza pre e post-operatoria ed è in grado di utilizzare ogni moderna tecnica anestesiologica specifica per ogni intervento effettuato. Questo compito è svolto mediante l applicazione rigorosa dei principi della chirurgia senza dolore, che permette di vivere serenamente l attesa, la parte operativa e il decorso post-operatorio, eliminando o riducendo drasticamente la percezione del dolore, da sempre fonte di angoscia per il paziente. Da sempre, una delle principali preoccupazioni di una persona che deve sottoporsi ad un intervento chirurgico, è la presenza del dolore, sia durante che al termine dell intervento, e nei giorni successivi. In effetti qualunque procedura chirurgica, in ogni zona del nostro corpo, mette in moto una serie di reazioni chimiche che producono quella sensazione identificabile nel dolore. A maggior ragione nel campo della chirurgia sessuale, che per definizione agisce su distretti corporei particolarmente sensibili e quindi facilmente in grado di determinare una sintomatologia algica. Per ovviare, o quantomeno decisamente limitare questo fenomeno, abbiamo messo a punto, con la collaborazione della nostra équipe anestesiologica, una serie di accorgimenti specifici. Vengono infatti prescritti farmaci già prima dell intervento, econdo modalità di assunzione ben codificate e spiegate al paziente. La tecnica anestesiologica per l intervento viene prima spiegata e poi attuata in modo da evitare ogni forma di dolore percepibile. Dopo l intervento, viene somministrato uno specifico cocktail farmacologico che riduce considerevolmente, e spesso annulla, la presenza di dolore. Alla dimissione, dopo il controllo e l eventuale medicazione della ferita chirurgica, viene prescritta una specifica terapia farmacologica per prevenire eventi infettivi e flogistici. Inoltre, nei due giorni successivi, viene somministrato uno specifico farmaco ad azione antalgica, cioè contro il dolore post-operatorio. In questo modo si attua una vera e propria prevenzione del dolore, che ha lo scopo di permettere al paziente di riprendere più velocemente le sue abituali occupazioni. Prima dell intervento Gli interventi di chirurgia sessuale non sono diversi da interventi eseguiti in altre zone corporee, quindi non necessitano di attenzioni particolari. Tuttavia: la sera prima dell intervento è meglio osservare una dieta a base di elementi facilmente digeribili e in modica quantità, da assumere entro e non oltre la mezzanotte; eventuali farmaci andranno sospesi o utilizzati secondo le norme impartite dalla nostra équipe anestesiologica; praticare la tricotomia, ossia la depilazione della zona interessata, utilizzando creme depilatorie facilmente reperibili in farmacia, e adatte per zone sensibili. Il farmacista vi consiglierà per il meglio. Se ciò dovesse creare troppo disagio, la tricotomia verrà eseguita la mattina dell intervento dal nostro personale infermieristico; controllare che tutti documenti richiesti (esami ematochimici, elettrocardiogramma, documento di identità, codice fiscale, ecc ) siano presenti e disponibili; farsi una doccia con accurato lavaggio dei genitali, utilizzando prodotti da igiene intima

8 se si soffre di stitichezza, utilizzare un microclisma da adulti per evacuare, minimizzando quindi i disagi per il giorno seguente; annotarsi tutte le domande, anche quelle apparentemente più banali, che vengono in mente e che al mattino successivo rivolgerete al chirurgo e/o all anestesista. Ricordate che è meglio chiedere due volte che rimanere nel dubbio, e che dovrete affrontare l intervento senza dubbio alcuno, consapevolmente informati di ogni suo passo; avere molta fiducia e dormire tranquilli! Consigli per il buon post-operatorio Il tempo di degenza e convalescenza dopo gli interventi di chirurgia sessuale varia da persona a persona e ovviamente dipende dal tipo di procedura scelta e dalla realizzazione eventuale di più interventi combinati. Indipendentemente dalla procedura ci saranno aspetti fisici ed emotivi da considerare durante il post operatorio. È importante ricordare di non aver fretta nel processo di guarigione. Ecco alcuni suggerimenti utili per un buon post operatorio: per ridurre il gonfiore del pene e della zona sovrapubica dopo l intervento di allungamento laser è utile applicare del ghiaccio, da posizionare al di sopra della medicazione. È sufficiente utilizzarlo nei primi due giorni dall intervento. organizza il tuo post operatorio. A seconda del tipo di intervento e della tua variabilità biologica, il tempo di recupero può variare da un solo giorno a 5 o 6. Ricordatelo perché ciò influenza il lavoro, la famiglia, e gli eventi sociali. siate realistici nelle aspettative. Prima di ottenere il risultato definitivo ci sarà un periodo dove vi vedrete peggiori. Questo riguarda tutti gli interventi chirurgici, e in particolare quelli eseguiti in aree molto sensibili, come appunto quella genitale. Bendaggi, cerotti, gonfiori ed ecchimosi sono normali dopo la chirurgia. Anche se si impiegano tecniche all avanguardia ci sarà comunque un periodo in cui l aspetto non sarà dei migliori. Nessuna paura! Il processo di guarigione svelerà gradualmente il risultato dell intervento. Se comunque avete dubbi in relazione ad un particolare fatto non esitate a contattare il chirurgo; seguite sempre le indicazioni fornite dal chirurgo. Che si tratti di prendere i farmaci prescritti o quando per riprendere la regolare attività fisica o le indicazioni per la cura e l igiene delle cicatrici, seguite le istruzioni fornite dal chirurgo e se ci sono dubbi contattate il numeri che vi sono stati forniti alla dimissione; organizzatevi in maniera tale da non avere impegni importanti subito dopo l intervento. Prendetevi tutto il tempo che serve per la guarigione, senza forzare la situazione. Un eccesso di fretta può ad esempio portare all apertura della ferita chirurgica, evento che necessiterà di medicazioni e ulteriore pazienza per risolversi. reidratare spesso l organismo. Dopo la chirurgia è possibile che ci siano nel proprio corpo meno liquidi. Bere acqua frequentemente nel post operatorio aiuta i tessuti a reidratarsi. Mantenere una dieta leggera e di facile digestione;

9 La nostra struttura Le visite specialistiche, gli interventi chirurgici e i controlli postoperatori vengono effettuati presso l Istituto di Laser-chirurgia Sessuale di Milano, in viale Vittorio Veneto, 14 (zona Piazza della Repubblica Stazione Centrale). Il nostro Istituto nasce nel 2006 con uno scopo ben preciso: garantire la privacy più assoluta e gestire personalmente il paziente in ogni fase del suo soggiorno presso la nostra struttura. Infatti, le visite e gli interventi chirurgici nelle aree intime del nostro corpo coinvolgono in particolar modo la sfera emotiva e necessitano di privacy e assistenza diverse da quelle che si potrebbero offrire in una grande Casa di Cura, fornita di molti letti di degenza e di un ricambio continuo di pazienti e personale. L Istituto è composto da un unità chirurgica di day-surgery, dove vengono eseguiti interventi chirurgici di sex design maschile e femminile. La sala operatoria è autorizzata per interventi in anestesia generale. Il blocco chirurgico è perfettamente attrezzato e dotato di unità letto per il monitoraggio post-operatorio. Si effettuano, oltre a tutti gli interventi di chirurgia andrologica, urologia, ginecologia, chirurgia generale, anche procedure di chirurgia plastica ed estetica, chirurgia vascolare, dermatologia, e sono a disposizione medici specialisti per qualsiasi problema di natura medica, estetica e psicologica. L accesso ai soggetti con handicap è garantito con adeguate soluzioni architettoniche e strutturali. Il servizio di segreteria è ubicato all entrata, al fine di garantire l orientamento degli utenti all interno della struttura e semplificare l attività di accettazione. Il blocco operatorio e l area di degenza sono forniti di tutti i requisiti strutturali e impiantistici necessari a garantire la sicurezza e il buon esito delle prestazioni: il blocco operatorio è dotato di microclimatizzazione che garantisce un filtraggio al 99,97% dell aria, temperature e grado di umidità ottimali. Le sale operatorie, le sale per la preparazione dei pazienti e le camere di degenza sono fornite di prese multiple di ossigeno e di aria compressa. Le sale operatorie garantiscono un monitoraggio adeguato delle funzioni vitali attraverso l ausilio di monitor parametrici; vi sono inoltre ventilatori automatici per anestesia ed eventuali emergenze. L alimentazione dei gas medicali è garantita da un impianto centralizzato a doppia rampa dotato di un sistema di allarme per esaurimento degli stessi. Tutto l ambiente è stato progettato per garantire il massimo confort nel rispetto più rigoroso della privacy. Dopo la dimissione I nostri interventi, salvo casi particolari, sono tutti in day-hospital, quindi con dimissione nella stessa giornata. Per tutti nostri pazienti che vengono da fuori Milano, e che sono la grande parte, risulterebbe tuttavia disagevole, oltre che non consigliabile, affrontare un lungo viaggio nella stessa giornata dell intervento. Per tale motivo il nostro Istituto offre la possibilità di prenotazione di camere singole o matrimoniali presso alberghi di ottimo livello nelle immediate vicinanze, così da poter riposare e il giorno successivo riprendere il viaggio di ritorno, spesso dopo essersi sottoposti a un ultimo controllo presso la sede chirurgica. Tramite la segreteria dell Istituto è possibile ottenere il servizio di prenotazione alberghiera. Chiedete ogni informazione alla nostra segretaria, Tania, che oltre a essere straordinariamente efficiente è anche squisitamente gentile! NH Milano Touring tel Eurohotels tel Hotel Amadeus tel

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi.

L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA. Ci muoviamo insieme a voi. L A CLINICA SPECIALIZZ ATA IN CHIRURGIA ORTOPEDICA E MEDICINA SPORTIVA Ci muoviamo insieme a voi. PREMESSA LA ORTHOPÄDISCHE CHIRURGIE MÜNCHEN (OCM) È UN ISTITUTO MEDICO PRIVATO DEDICATO ESCLUSIVAMENTE

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port

Sommario IL PORT SOTTOCUTANEO. Che cos è? Come viene impiantato? DOVE VIENE POSIZIONATO IL PORT? L intervento L uso del Port Che cos è il Port? Le informazioni fornite in questo opuscolo vi aiuteranno a capire meglio che cosa sono i port e a trovare risposta ad alcuni quesiti riguardanti i port sottocutanei Bard Access. Sommario

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto.

Questa guida è stata realizzata per fornire ai pazienti e ai loro famigliari alcune informazioni, nella speranza che ciò possa essere d aiuto. Il port. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione) lo IEO pubblica

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI RISONANZA MAGNETICA Gentili Pazienti, desideriamo fornirvi alcune informazioni utili per affrontare in modo

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE

INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE INTERVENTO DI RICOSTRUZIONE DELLA CUFFIA DEI ROTATORI DELLA SPALLA E TRATTAMENTO DEL CONFLITTO SOTTOACROMIALE Acromioplastica a cielo aperto Lesione della cuffia dei rotatori Sutura della cuffia dei rotatori

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione

CONCETTI GENERALI. Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Tecnologie per l autonomia e la partecipazione delle persone con disabilità corso di alta formazione Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS-IRCCS Centro S. Maria Nascente Milano 5 febbraio 2014 Organizzazione

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività:

In questo servizio si svolgeranno le seguenti attività: Insieme si può Arcigay Pistoia La Fenice dopo le varie attività svolte sul territorio pistoiese e zone limitrofe, ha valutato l opportunità di realizzare un progetto con la collaborazione di personale

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti

Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Altre informazioni sul virus HPV: informazioni approfondite per le utenti Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo consultate il documento Alcune informazioni sul virus HPV

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti

La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife Informazioni per i pazienti La radiochirurgia tramite Gamma Knife è un metodo ampiamente diffuso per il trattamento di un area selezionata del cervello, detta bersaglio.

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie

Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili Come fare per prenotare esami, visite o altre prestazioni sanitarie Informazioni utili U.O. AFFARI GENERALI E SEGRETERIA

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità

Uno più uno fa tre. Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità Uno più uno fa tre di Informazione assistita per proteggere e curare la fertilità La formula della fertilità Esiste una stretta relazione tra fertilità e stili di vita: individui perfettamente sani dal

Dettagli

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione:

SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2. Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: IT SISTEMA DI CHIODI PER ARTRODESI DELLA CAVIGLIA VALOR 141906-2 Le seguenti lingue sono incluse in questa confezione: English (en) Deutsch (de) Nederlands (nl) Français (fr) Español (es) Italiano (it)

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI

SALUTE E BENESSERE MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI MASEC LA CLINICA DEL SALE CENTRI FISIOTERAPICI OTTICA DANILO CROTTI PARRUCCHIERI CENTRI ESTETICI SALUTE E BENESSERE MASEC COS E È la mutua assistenza volontaria dei piccoli imprenditori e delle loro famiglie,

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT

Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Pinza da coagulazione e da taglio Duo CLICKLINE sec. SHAWKI GYN 50-3 07/2014/EW-IT Introduzione Per eseguire un attenta dissezione nella maggior parte delle fasi operative in laparoscopia, si utilizza

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Codice etico dell AIP

Codice etico dell AIP Codice etico dell AIP Premessa Questo Codice fa parte integrante del Regolamento dell'aip e si propone di regolamentare gli aspetti etici dell'attività di ricerca e di insegnamento della psicologia. Le

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA

CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA CENTRO DI TRAUMATOLOGIA DELLO SPORT CHIRURGIA ARTROSCOPICA UNITA OPERATIVA DI RIABILITAZIONE SPORTIVA ISTITUTO ORTOPEDICO GALEAZZI - MILANO Responsabili: M. DENTI - H. SCHÖNHUBER - P. VOLPI Responsabile:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

PROGETTO SORRISI IN ATTESA

PROGETTO SORRISI IN ATTESA PROGETTO SORRISI IN ATTESA IL DOTTOR SORRISO e l OSPEDALE BUZZI IN COLLABORAZIONE CON OBM ONLUS - Ospedale dei bambini di Milano CHI È DOTTOR SORRISO 1. La Fondazione La Fondazione Aldo Garavaglia Dottor

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza

Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza POpolazione Sieropositiva ITaliana Abitudini e stili di vita del paziente a rischio di scarsa aderenza Survey realizzata da In collaborazione con Con il supporto non condizionato di 2 METODOLOGIA Progetto

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli