Farmacia amica dello sportivo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Farmacia amica dello sportivo"

Transcript

1 Imp. Cop. Farmacia amica sport :10 Pagina 1 Valentino Conti Stefano Rufini Con il patrocinio del Ministero della Salute, della Regione Umbria in collaborazione con l Università degli Studi di Perugia e il contributo di Federfarma Umbria Partners STAMPA: UMBRIAGRAF - TERNI / GRAFIACA: UMBERTO MARIANI Farmacia amica dello sportivo Informazioni sui farmaci dopanti Qualche chiarimento sull uso di farmaci particolari da parte di sportivi ludici, amatoriali, dilettanti e professionisti.

2 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 1 Valentino Conti Stefano Rufini Farmacia amica dello sportivo Informazioni sui farmaci dopanti Qualche chiarimento sull uso di farmaci particolari da parte di sportivi ludici, amatoriali, dilettanti e professionisti.

3 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 2

4 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 3 Indice Prefazione... 5 Introduzione... 7 Definizione di doping nello sport Quali farmaci sono vietati dalla legge contro il doping Lista delle sostanze e dei metodi proibiti. Anno Rischi connessi con l uso improprio dei farmaci appartenenti all elenco di quelli vietati per doping Metodiche di indagine utilizzate nei laboratori antidoping In sintesi Allegati Allegato Allegato Norme e Regolamenti per il controllo antidoping... 68

5 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 4

6 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 5 Prefazione Quando, in seguito alle normali vicende della vita mi sono ritrovato, farmacista, a presiedere il CONI della mia Regione, ho a lungo meditato su come utilizzare al meglio le mie competenze nel settore farmaceutico ed in quello dello sport. Due mestieri apparentemente troppo diversi per trovare punti in comune. Ma solo apparentemente perché il doping, quel fenomeno che rappresenta la faccia sporca dello sport, è soprattutto un problema di farmaci impiegati in modo scorretto da persone troppo spesso male informate sui rischi e le conseguenze di un abuso perpetrato a fini illeciti. La chiave di volta è stato il lavoro svolto dal mio predecessore prof. Ruggero Rossi, da anni impegnato in prima linea contro l uso di farmaci dopanti, e il mio incontro con il professor Stefano Rufini, altro farmacista anomalo. Intorno allo stesso tavolo, in pochi minuti è nata una collaborazione sincera che darà validi risultati. Questo testo è stato creato per i colleghi che dal banco delle farmacie dispensano informazioni e consigli sul corretto uso di qualsiasi specialità medicinale, rappresentando con questo servizio la più efficace barriera contro l abuso o solo l ignoranza. Qui dentro troveranno informazioni sul doping; l entità del fenomeno, le disposizioni di legge sui farmaci ritenuti dopanti, gli elenchi dei principi attivi vietati agli sportivi, i rischi connessi con gli effetti collaterali e quant altro possa correttamente informare gli utenti. Rappresenta, insieme ad altre analoghe iniziative, il contributo del CONI Umbria alla diffusione capillare dell informazione sul doping, nel quadro di una Campagna che intendo estendere a livello nazionale perché credo fermamente che una voce amica possa fare più di mille leggi e non esista deterrente migliore della conoscenza. Dott. Valentino Conti Presidente del CONI Umbria 5

7 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 6

8 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 7 Introduzione: due cose da sapere sul doping, le medicine ed i rischi che si corrono. Da qualche tempo in farmacia sono comparsi alcune specialità contrassegnate da un bollino rosso che riproduce un segnale di divieto e la scritta Doping (vedi Allegato n.1 sul decreto legge istitutivo). Molti si sono incuriositi, atri si sono spaventati, pochi hanno capito chiaramente il messaggio che doveva essere trasmesso dal simbolo che caratterizza farmaci da molto tempo in vendita e non certo associati con l idea di proibito o dannoso. A chi è rivolto il messaggio Deve essere chiaro che il divieto riguarda solo l uso improprio del farmaco a scopo di doping, ossia per migliorare dolosamente in positivo la prestazione fisica in vista di una competizione sportiva. La restrizione è ovviamente limitata a poche persone, che svolgono una attività fisica di alto livello, che sono tutt altro che malate e che assumono farmaci dietro presentazione di ricette mediche false o rilasciate da medici compiacenti o direttamente complici. Deve essere altresì chiaro che in questo modo contravvengono a disposizioni di legge ben precise che comportano sanzioni civili e penali che coinvolgono tutti i soggetti che si rendono complici dell atto anche se spesso l approccio con questa pratica vietata avviene ingenuamente seguendo informazioni incomplete date da persone non qualificate. Le strutture preposte al controllo antidoping hanno inteso, con questa soluzione (bollino rosso), avvertire che la assunzione della medicina al di fuori delle prescrizioni cliniche per cui sono commercializzate, specie da parte di 7

9 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 8 atleti comporta una violazione sanzionabile in seguito a positività all eventuale controllo antidoping, con tutte le conseguenze legali che ne conseguono sulla base della legislazione vigente. Dal canto loro i farmacisti e gli altri organi deputati alla salvaguardia della salute, intendono ribadire i rischi connessi con la pratica illegale di assumere principi attivi per finalità diverse da quelle per cui sono stati studiati, commercializzati e per cui vengono prescritti. Il farmacista è in prima linea in questa battaglia contro il doping. Per questo è a disposizione di tutti per informare, chiarire e consigliare personalmente o attraverso la diffusione di questo libretto che contiene molte delle risposte ai dubbi ed alle curiosità di tutti i cittadini. Questa è una delle numerose campagne che vengono svolte nel nostro Paese per contrastare il fenomeno del doping, una piaga che avvilisce lo sport negando tutti i valori che sono insiti nel concetto stesso di sano agonismo e fair play o correttezza nella competizione. In particolare questa campagna nasce dalla collaborazione tra il CONI Regionale dell Umbria e la Federfarma Umbria che hanno inteso, in questo modo, affiancare la Commissione nazionale antidoping che promuove campagne di informazione per la tutela della salute nelle attività sportive e di prevenzione del doping, in modo particolare presso tutte le scuole statali di ogni ordine e grado, in collaborazione con le amministrazione pubbliche, il Comitato olimpico internazionale italiano (CONI), le federazioni sportive nazionali, le società affiliate, gli enti di promozione sportiva pubblici e privati, anche avvalendosi dell attività dei medici specialistici di medicina dello sport. 8

10 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 9 In totale risultano coinvolti in questa battaglia i seguenti organi: Sanità: medici dello sport, pediatri, medici di medicina generale, farmacisti; Scuola: alunni, insegnanti, genitori Sport: atleti, allenatori, dirigenti sportivi Giustizia: ufficiali/agenti/funzionari di Polizia Giudiziaria Media: giornalisti medici. 9

11 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 10

12 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 11 Definizione del doping nello sport Con il termine doping si deve intendere: a) la somministrazione, l assunzione e l uso di farmaci e l impiego di metodi proibiti da parte di atleti e di soggetti dell ordinamento sportivo; b) il ricorso a sostanze o metodologie potenzialmente pericolose per la salute dell atleta, o in grado di alterarne artificiosamente le prestazioni agonistiche; c) la presenza nell organismo dell atleta di sostanze proibite o l accertamento del ricorso a metodologie non consentite facendo riferimento all elenco emanato dal CIO ed ai successivi aggiornamenti. Da questa definizione ne discendono alcuni ovvii concetti di etica: Il doping è contrario ai principi di lealtà e correttezza nelle competizioni sportive, ai valori culturali dello sport, alla sua funzione di valorizzazione delle naturali potenzialità fisiche e delle qualità morali degli atleti. Per questa serie di motivi è vietato raccomandare, proporre, autorizzare, permettere oppure tollerare l uso di qualsiasi sostanza o metodo che rientri nella definizione di doping allo stesso modo del traffico di tale sostanza. Sanzioni: L accertamento di un fatto di doping, l acquisizione di una notizia relativa ad un fatto di doping o alla violazione della legge 14 dicembre 2000, n. 376 comporta l attivazione di un procedimento disciplinare e l applicazione delle sanzioni stabilite dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano Legge 14 dicembre 2000, n. 376 La Legge 14 dicembre 2000, n. 376 (nota come legge Melandri) disciplina in Italia la tutela sanitaria delle attività sportive e della lotta contro il doping. 11

13 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 12 Con l emanazione di questa legge il doping è diventato un reato penale, punito fino a tre anni di reclusione (che possono diventare di più se insorgono danni effettivi per la salute, se ad essere indotto ad assumere sostanze vietate per doping è un minorenne o se, a distribuire le sostanze, è un dipendente del CONI). Eccezioni: solo in presenza di condizioni patologiche dell atleta documentate e certificate da un medico e verificata l assenza di pericoli per la salute, è consentito un trattamento specifico con sostanze vietate per doping e la possibilità di partecipare ugualmente alle competizione sportiva. Ma anche in questo caso il trattamento deve rispondere a specifiche esigenze terapeutiche e la documentazione deve essere conservata e tenuta sempre a disposizione dall atleta. Il controllo anti-doping vero e proprio sulle competizioni e sulle attività sportive spetta ad alcuni laboratori accreditati dal Comitato Internazionale Olimpico (CIO). La lista delle sostanze biologicamente e farmacologicamente attive che circolano negli spogliatoi e nelle palestre è molto lunga. Si possono raggruppare in tre categorie principali: i farmaci appartenenti alle classi vietate dalla legge contro il doping i farmaci non vietati per doping, ma utilizzati per scopi diversi da quelli autorizzati, i prodotti salutistici, erboristici, dietetici od omeopatici utilizzati con modalità, concentrazioni, vie di somministrazione, associazioni diverse da quelle per cui sono prodotti. Per quanto riguarda l impiego di farmaci al di fuori delle indicazioni per le quali sono stati sintetizzati, è opportuno ricordare che la loro somministrazione a persone non malate è sempre pericolosa in quanto priva di finalità terapeutica, scopo fondamentale di un medicamento. 12 I metodi proibiti si può dopare un individuo senza ricorrere alla somministrazione di un prin-

14 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 13 cipio attivo ma semplicemente trasfondendo sangue dello stesso individuo, che, prelevato ed adeguatamente conservato, non appena i globuli rossi sono tornati a livello normale, gli viene trasfuso nuovamente, ottenendo così un incremento del numero dei globuli rossi. Nei metodi proibiti rientrano anche le manipolazioni chimiche e fisiche dei campioni di urina effettuate allo scopo di alterare l integrità del campione stesso apportandone modifiche che consentano di sfuggire agli accertamenti di laboratorio svolti per l identificazione dei metaboliti vietati. Le manipolazioni accertate nel corso dei controlli antidoping vanno dallo scambio dei campioni d urina alla diluizione con altri liquidi, fino all inserimento nella vescica, tramite catetere, dell urina altrui. Possono inoltre essere usati i diuretici chiamati mascheranti, perché in grado di eliminare più velocemente, favorendo la diuresi, le sostanze proibite rintracciabili ai test antidoping. Inoltre, la prima cosa che si esamina nei campioni di urina è il ph, in quanto è possibile facilitare l eliminazione di farmaci vietati alcalinizzando o acidificando l urina; la seconda è la densità: un urina con basso peso specifico, può indicare una manipolazione finalizzata ad abbassare la concentrazione di un farmaco al di sotto della soglia di rilevazione. La storia del doping in numeri Il doping è anche una malattia. Con i suoi sintomi, le sue patologie ed ovviamente i suoi morti. Quanti? Nel 2004 sette ciclisti dilettanti e professionisti, tra i 21 ed i 31 anni sono morti a seguito di trombosi da abuso di eritropoietina, oltre dieci calciatori sono stati diagnosticati affetti da sclerosi laterale amiotrofica. Queste vittime più o meno illustri rappresentano la punta di un iceberg che cela la parte sommersa sotto certificati di morte aggiustati da medici compiacenti o tanto ingenui da credere che a vent anni non si possa morire di trombosi (quando basterebbe chiedere il mestiere del defunto e fare due più due). Sono morti pulite, meno drammatiche di quelle da Creuzfeld-Jacobs contratta per consumo di ipofisi di cadavere alla ricerca dell ormone della crescita o per tumore epatico da abuso da steroidi anabolizzanti di origine veterinaria. 13

15 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 14 sicuramente il doping, come tutte le frodi, è nato con l uomo, spinto a primeggiare a tutti i costi specie se insieme alla vittoria viene assegnata una ricompensa proporzionale allo sforzo profuso. La storia del doping, ovvero il tentativo di modificare le prestazioni atletiche con mezzi non fisiologici o comunque illeciti nel corso di competizioni sportive, inizia molto tempo fa, quando non esisteva la chimica e venivano impiegate sostanze di origine naturale per migliorare la propria condizione fisica. Abbiamo, infatti, notizie di episodi di doping fin dalle prime edizioni delle Olimpiadi greche, allorquando gli atleti ingerivano sostanze stimolanti mescolate agli alimenti carnei e alle bevande. D altra parte l assunzione di sostanze che aiutassero a sopportare la fatica e gli sforzi era, ed in qualche caso lo è ancora oggi, consuetudine presso le popolazioni vichinghe, cinesi e andine. Tracce storiche, risalenti al terzo secolo a.c., testimoniano l utilizzo di alcuni infusi di funghi applicati localmente come impacchi, a scopo più stimolante che curativo o lenitivo. Per lunghi secoli non si trova menzione storica della pratica del doping, probabilmente anche in relazione al fatto che le competizioni olimpiche, al pari di altre attività agonistiche, vennero interrotte o persero d importanza, dopo la caduta dell Impero Romano, finché non vennero reintrodotte le moderne olimpiadi nel 1896 per merito del barone De Coubertin. Stricnina, alcol, morfina, allucinogeni vegetali e di sintesi, estratti di piante officinali, l elenco diventa immediatamente più lungo di quello degli sport praticati. Niente di scientifico, ovviamente siamo lontani dai perfluorocarburi, dai beta bloccanti per migliorare il rendimento dei tiratori o dagli IGF per stimolare la sintesi endogena di GH. Ma solo perché la farmacopea era avara, non perché la moralità fosse più rigorosa di quella di oggi. Il novecento si apre con storie romantiche di atleti che crollano davanti al traguardo e di regine (d Inghilterra) che premiano l eroe sfortunato (in realtà il protagonista della storia, Dorando Pietri, era un povero cristo ubriaco di cognac e stricnina che rimase in coma 12 ore e se la cavò solo perché riuscì a vomitare il micidiale cocktail autosomministrato) Ma il doping scientifico dei nostri giorni spesso ha portato a considerare campioni indimenticabili soggetti che sono ricorsi al sistematico aiuto di far- 14

16 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 15 maci potentissimi, falsando talmente i propri risultati da sconvolgere il concetto stesso di campione. Pantani, vittima di questo sistema, quante vittorie avrebbe conseguito se avesse utilizzato solo le proprie forze, se cioè non fosse mai risultato positivo ai controlli ematici volti ad identificare l abuso di eritropoietina? Come è possibile accettare nel 2006 che il vincitore del Giro non può andare al Tour per una storia di doping e il vincitore del Tour non può partecipare alla Vuelta per una storia di doping e il vincitore della Vuelta incappa anche lui nelle maglie dell antidoping? E ancora siamo impotenti davanti al doping perpetrato con l hgh che scompare in pochi minuti senza lasciare traccia nel sangue o nelle urine mentre gonfia muscoli e capacità anaerobiche: i positivi non si possono scoprire se non dopo qualche anno, quando oltre alla mandibola sproporzionata cresce il piede di sei o sette centimetri e inizia il diabete, unico effetto definitivo di un trattamento che regala la forza del leone per qualche settimana. 15

17 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 16

18 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 17 Quali farmaci sono vietati dalla legge contro il doping Curarsi è un diritto inalienabile di ognuno di noi quindi a nessuno può venir vietato il supporto farmacologico più idoneo in caso di malattia. Ma nel nostro mondo c è una eccezione rilevante: lo sportivo professionista ha un accesso limitato ai farmaci in commercio in quanto alcuni potrebbero modificare la sua prestazione interferendo col concetto di fair-play (giocare pulito) Scorrendo l elenco dei farmaci di cui è limitato l uso per rischio di doping, si scoprono medicinali di tutte le specie, da quelli inotropi positivi a quelli inotropi negativi, dagli eccitanti ai depressori del SNC, dai diuretici ai sostituti ormonali per i malati di insufficienza renale cronica. È vietata qualsiasi terapia con: - anabolizzanti - stimolanti del sistema nervoso - ormoni proteici - anestetici - diuretici e tanti altri che periodicamente entrano ed escono dalla lista redatta dalla WADA. Ma forse è meglio procedere con rigore sistematico e scorrere l elenco ufficiale. Elenco dei farmaci vietati agli sportivi (per categorie) Lista delle sostanze vietate redatta da WADA e COMITATO INTER- NAZIONALE OLIMPICO (2006) La classificazione delle sostanze è quella riportata nella lista redatta dalla WADA (World Anti-Doping Agency), annualmente aggiornata e punto di riferimento per tutte le federazioni sportive. SOSTANZE VIETATE IN COMPETIZIONE E FUORI COMPETIZIONE La lista è suddivisa in sostanze (S) raggruppate per categorie farmacologi- 17

19 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 18 che (nove gruppi) e Metodi (M) riuniti in tre classi. S1 - Agenti anabolizzanti: 1. Steroidi androgeni anabolizzanti (SAA) 2. Altri agenti anabolizzanti (Clembuterolo, etc.) S2 - Ormoni, sostanze correlate e relativi fattori di rilascio S3 - Beta-2 agonisti S4 - Agenti ad attività anti-estrogenica 1. Inibitori dell aromatasi 2. Modulatori selettivi dei recettori per gli estrogeni (SERMs) 3. Altri agenti ad azione anti-estrogenica S5 - Diuretici ed altri agenti mascheranti METODI VIETATI M1 - Aumento di trasporto di ossigeno M2 - Manipolazioni chimiche e fisiche M3 - Doping genetico SOSTANZE VIETATE IN COMPETIZIONE S6 - Stimolanti S7 - Narcotici S8 - Cannabinoidi S9 - Glucocorticosteroidi Oltre alla descrizione delle sostanze e dei prodotti riportati nel regolamento del Codice del Movimento Olimpico, questa sezione del sito contiene un elenco dei principali integratori e dei prodotti cosiddetti naturali, corredato da schede esplicative circa la composizione e gli effetti delle sostanze in essi presenti. L elenco degli integratori e la lista dei principi attivi e dei prodotti appartenenti alle varie classi identificate dal CIO saranno costantemente aggiornati da uno staff di medici farmacologi e nu- 18

20 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 19 trizionisti. L aggiornamento avverrà sia in base alla verifica dell immissione in commercio di nuovi prodotti commerciali contenenti gli stessi principi attivi o principi affini a quelli già elencati. Per esempio qui di seguito vengono riportati gli aggiornamenti più recenti (relativi all anno 2006). Bandiere dei Paesi che parteciparono alle Olimpiadi di Berlino. 19

21 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 20

22 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 21 Lista delle sostanze e metodi proibiti Anno 2006* In vigore dal 1 gennaio 2006 L uso di qualsiasi farmaco dovrebbe essere limitato alle indicazioni mediche Sostanze e metodi sempre vietati (in e fuori competizione) SOSTANZE VIETATE S1. AGENTI ANABOLIZZANTI Gli agenti anabolizzanti sono proibiti. 1. Steroidi anabolizzanti androgeni (SAA) a. Gli SAA esogeni *, includono: 1-androstenediolo (5α-androst-1-ene-3β,17β-diolo); 1-androstendione (5α-androsten-1-ene-3,17-dione); bolandiolo (19-norandrostenediolo); bolasterone; boldenone; boldione (androsta-1,4-diene-3, 17dione); calusterone; clostebol; danazolo (17α-etinil-17β-idrossiandrost-4- eno[2,3-d]isossazolo); deidroclorometil-testosterone (4-cloro-17β-idrossi-17α-metilandrosta-1,4-dien-3-one); desossimetiltestosterone (17α-metil-5α-androst-2-ene-17β-olo); drostanolone; etilestrenolo (19-nor-17α-pregn-4-ene-17-olo); * esogena si riferisce ad una sostanza che non può essere prodotta naturalmente dall organismo. 21

23 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 22 fluossimesterone; formebolone; furazabolo (17β-idrossi-17αmetil-5α-androstan[2,3-c]-furazan); gestrinone; 4-idrossitestosterone (4,17β-diidrossiandrost-4-ene3- one); mestanolone; mesterolone; metandienone (17β-idrossi-17αmetilandrosta-1,4-diene-3-one); metenolone; metandriolo; metasterone (2α,17α-dimetil-5α-androstan-3-one-17β-olo); metildienolone (17β-idrossi-17α-metilestra-4,9-diene-3-one); metil-1-testosterone (17β idrossi-17α-metil-5α-androst-1-ene-3- one); metilnortestosterone (17β-idrossi-17α-metilestr-4-ene-3-one), metiltrienolone (17β-idrossi-17α-metilestra-4,9,11-triene-3-one); metiltestosterone; mibolerone; nandrolone; 19-norandrostenedione (estr-4-ene-3,17-dione); norboletone; norclostebolo; noretandrolone; ossabolone; ossandrolone; ossimesterone; ossimetolone; prostanozol ([3,2-c]pirazolo-5α-etioallocolano- 17β-tetraidropiranolo); quinbolone; stanozololo; stenbolone; 1-testosterone (17βidrossi-5α-androst-1-ene-3-one); tetraidrogestrinone (18α-homo-pregna-4,9,11-triene-17β-olo-3-one); trenbolone e altre sostanze con una struttura chimica simile o un effetto(i) biologico(i) simile(i). b. Gli SAA endogeni ** : androstenediolo (androst-5-ene-3β,17β-diolo); androstenedione (androst-4-ene-3,17-dione); diidrotestosterone (17β-idrossi-5αandrostan-3-one); prasterone (deidroepiandrosterone, DHEA), testosterone e i seguenti metaboliti e isomeri: 5α-androstane-3α,17α-diolo; 5α-androstane-3α,17β-diolo; 5αandrostane-3β,17α-diolo; 5α-androstane-3β,17β-diolo; androst-4-ene-3α,17α-diolo; androst-4-ene-3α,17β-diolo; androst-4-ene-3β,17α-diolo; androst-5-ene-3α,17α-diolo; an- 22 ** endogena si riferisce ad una sostanza che può essere prodotta naturalmente dall organismo.

24 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 23 drost-5-ene-3α,17β-diolo; androst-5-ene-3β,17α-diolo; 4- androstenediolo (androst-4-ene-3β,17β-diolo); 5-androstenedione (androst-5-ene-3,17-dione); epi-diidrotestosterone; 3αidrossi-5α-androstan-17-one; 3β-idrossi-5α-androstan-17- one; 19-norandrosterone; 19-noretiocolanolone. Se uno steroide androgeno anabolizzante può essere prodotto naturalmente dall organismo, un campione biologico sarà considerato contenente tale sostanza proibita quando la concentrazione della sostanza proibita o dei suoi metaboliti o marker e/o qualora la presenza di un rapporto di concentrazione nel campione dell atleta, pertinente la sostanza, differisce in misura così elevata dai valori normalmente riscontrati nell uomo, che è improbabile poterla considerare compatibile con una normale produzione endogena. Un campione biologico non deve essere considerato come contenente una sostanza proibita ogni qual volta l atleta fornisce prova che la concentrazione della sostanza proibita o dei suoi metaboliti o marker e/o che il rapporto di concentrazione rilevato nel campione dell atleta è attribuibile ad una condizione fisiologica o patologica. In ogni caso, e per qualsiasi concentrazione, il campione biologico dell atleta sarà considerato contenente una sostanza proibita e il laboratorio fornirà un riscontro analitico di positività se, sulla base di una metodica analitica affidabile (es. IRMS), il laboratorio può dimostrare che la sostanza proibita è di origine esogena. In questo caso, non sono necessarie ulteriori indagini. La Lista identifica alcune sostanze o loro metaboliti (cannabinoidi, catina, efedrina, metilefedrina, epitestosterone, 19-norandrosterone, morfina, salbutamolo, rapporto testosterone/epitestosterone) per le quali i laboratori, prima di riferire un riscontro analitico di positività, accertino che una determinata soglia sia stata raggiunta. Se la concentrazione riscontrata è compresa nei limiti della variabilità umana fisiologica e la metodica analitica affidabile (es. IRMS) non ha accertato che la sostanza è di origine esogena, ma se sussistono indicazioni di un certo rilievo, come un confronto dei profili steroidei di riferimento, del possibile uso di una sostanza proibita, l Organizzazione Antidoping competente 23

25 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 24 dovrà condurre ulteriori indagini che prevedono il riesame di ogni test precedente o l esecuzione di altri tests, allo scopo di accertare se il risultato sia da ricondurre ad una condizione fisiologica o patologica, oppure sia da attribuire ad una sostanza proibita di natura esogena. Quando un laboratorio ha riscontrato un valore del rapporto T/E superiore a quattro (4) a uno (1), e tutte le metodiche analitiche affidabili utilizzate (ad esempio l IRMS) non hanno accertato la natura esogena della sostanza, è necessario condurre ulteriori indagini attraverso il riesame dei tests precedenti o con l esecuzione di altri tests, allo scopo di accertare se il risultato sia da ricondurre ad una condizione fisiologica o patologica, oppure sia da attribuire ad una sostanza proibita di natura esogena. Se un laboratorio riscontra, usando una ulteriore ed affidabile metodica analitica (es. IRMS), che la sostanza proibita è di natura esogena, non sono necessarie altre indagini e il campione sarà considerato contenere una sostanza proibita. Se non è stata utilizzata una ulteriore e affidabile metodica analitica (es. IRMS) e non sono disponibili almeno gli ultimi tre precedenti tests, l Organizzazione Antidoping competente sottoporrà l atleta ad indagine senza preavviso almeno tre volte entro un periodo di tre mesi. Se il profilo longitudinale dell atleta, che è sottoposto ai successivi controlli, non è compreso nei normali limiti fisiologici, il risultato sarà un riscontro analitico di positività. In casi estremamente rari, possono essere riscontrabili nelle urine concentrazioni molto piccole di boldenone di origine endogena, a livello di nanogrammmi per millilitro (ng/ml). Quando un laboratorio riscontra una tale bassa concentrazione di boldenone e nessuna metodica analitica affidabile (es. IRMS) è riuscita ad accertare la natura esogena della sostanza, devono essere eseguite ulteriori indagini che prevedono il riesame di tests precedenti o l esecuzione di ulteriori tests. Se non è stata utilizzata una ulteriore e affidabile metodica analitica (es. IRMS), l Organizzazione Antidoping competente sottoporrà l atleta ad indagine senza preavviso almeno tre volte entro un periodo di tre mesi. Se il profilo longitudinale dell atleta, sottoposto a tali ulteriori controlli, non è compreso nei normali limiti fisiologici, il risultato sarà un riscontro analitico di positività. Nel caso del 19-Norandrosterone, il dato analitico di positività riscontrato 24

26 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 25 da un laboratorio è considerato una prova scientificamente valida della natura esogena della sostanza proibita. In questo caso, non sono necessarie ulteriori indagini. In caso di mancata collaborazione dell atleta allo svolgimento delle indagini, il campione biologico dell atleta sarà considerato come contenente una sostanza proibita. 2. Altri agenti anabolizzanti, inclusi ma non limitati a: Clenbuterolo, tibolone, zeranolo, zilpaterolo. S2. ORMONI E SOSTANZE CORRELATE Le seguenti sostanze, incluse altre sostanze con una struttura chimica simile o un effetto(i) biologico(i) simile(i) e i loro fattori di rilascio, sono proibite: 1. Eritropoietina (EPO); 2. Ormone della crescita (hgh), Fattore di crescita insulino-simile (IGF-1), Mechano Growth Factors (MGFs); 3. Gonadotropine (LH, hcg), proibite solo negli uomini. 4. Insulina; 5. Corticotropine. Un campione sarà considerato come contenente una sostanza proibita (come quelle sopra elencate) quando la concentrazione della sostanza proibita o dei suoi metaboliti e/o qualora la presenza di un rapporto di concentrazione nel campione dell atleta, pertinente la sostanza, differisce in misura così elevata dai valori normalmente riscontrati nell uomo, che è improbabile poterla considerare compatibile con una normale produzione endogena, a meno che l atleta non possa dimostrare che la concentrazione sia dovuta ad una condizione fisiologica o patologica. Se un laboratorio, avendo utilizzato una metodica analitica affidabile, riscontra che la sostanza proibita è di natura esogena, il campione sarà considerato contenere una sostanza proibita e sarà riportato come un riscontro analitico di positività. La presenza di altre sostanze con una struttura chimica simile o un effetto(i) 25

27 Imp. Farmacia amica sport :06 Pagina 26 biologico(i) simile(i), di marker diagnostico(i) o di fattori di rilascio di un ormone tra quelli sopra elencati o di ogni altro(i) riscontro(i) che indichi(no) che la sostanza rilevata sia di origine esogena, verrà considerata indicativa dell uso di una sostanza proibita e sarà riportata come un riscontro analitico di positività. S3. BETA-2 AGONISTI Tutti i Beta-2 agonisti, inclusi i loro isomeri D- e L- sono proibiti. Fanno eccezione il formoterolo, il salbutamolo, il salmeterolo e la terbutalina, che richiedono un esenzione a fini terapeutici abbreviata, quando somministrati per inalazione. Nonostante sia stata concessa un qualsiasi tipo di esenzione a fini terapeutici, una concentrazione di salbutamolo (in forma libera e glucuronata) superiore a 1000 ng/ml, verrà considerata un riscontro analitico di positività, a meno che l atleta non dimostri che tale risultato anomalo sia dovuto ad un uso terapeutico del salbutamolo, assunto per via inalatoria. S4. AGENTI CON ATTIVITÀ ANTI-ESTROGENICA Le seguenti classi di sostanze anti-estrogeniche sono proibite: 1. Gli Inibitori dell aromatasi compresi, ma non limitati a: anastrozolo, letrozolo, aminoglutetimide, exemestane, formestane, testolattone. 2. I Modulatori selettivi dei recettori estrogenici (SERM) compresi, ma non limitati a: raloxifene, tamoxifene, toremifene. 3. Le altre sostanze anti-estrogeniche comprese, ma non limitate a: clomifene, ciclofenil, fulvestrant. S5. DIURETICI ED ALTRI AGENTI MASCHERANTI Gli agenti mascheranti includono, senza limitarsi a: 26

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE COCAINA COCAINA La cocaina è una sostanza liposolubile che attraversa facilmente qualsiasi membrana, usata per tanto tempo come anestetico locale di superficie. Emivita plasmatica in media inferiore a

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili.

VLT. Aminoacidi Caffeina Derivati botanici Vitamine idrosolubili. VLT VLT (leggi Volt) è un gel energizzante il cui effetto si fonda sulla combinazione e sinergia d azione propria dei componenti in esso contenuti. In VLT si ritrovano, difatti, molteplici principi attivi

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE IN SEDE DI ACCERTAMENTI PSICO-FISICI E ATTITUDINALI (pena l esclusione dal reclutamento) 1. Tutti i convocati (uomini e donne) dovranno presentarsi con: - originale o copia

Dettagli

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3

Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita. Serie N. 3 Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita Serie N. 3 Guida per il paziente Livello: medio Pubertà e Deficit di Ormone della Crescita - Serie 3 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA Vitamina D e analoghi, colecalciferolo. DIBASE 25.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 50.000 U.I./2,5 ml soluzione orale DIBASE 100.000 U.I./ml soluzione iniettabile DIBASE

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore

Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Terapia con pompa da contropulsazione Per aiutare il tuo cuore Per pazienti con determinate condizioni cardiache, l impiego di una pompa

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta

VITAMINA D : Nuove evidenze per una vitamina poco conosciuta - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Vitamina D3: aggiornamenti e nuove applicazioni Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato scientifico Federazione

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Ipertiroidismo. Serie n. 15a

Ipertiroidismo. Serie n. 15a Ipertiroidismo Serie n. 15a Guida per il paziente Livello: medio Ipertiroidismo - Series n. 15a (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera, dal Prof. Gary Butler

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

LA DONAZIONE DI SANGUE

LA DONAZIONE DI SANGUE CHE COSA è La donazione di sangue consiste nel prelievo di un determinato volume di sangue da un soggetto sano, chiamato donatore, al fine di trasfonderlo in un soggetto che ha bisogno di sangue o di uno

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Il doping tra ordinamento statale e ordinamento sportivo Giovanni Crocetti Bernardi

Il doping tra ordinamento statale e ordinamento sportivo Giovanni Crocetti Bernardi Il doping tra ordinamento statale e ordinamento sportivo Giovanni Crocetti Bernardi Indice degli argomenti: Introduzione Descrizione del piano dell elaborato Profili di tutela della disciplina Fonti normative

Dettagli

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE Il Prof. Antonio Dal Monte si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma ed ha conseguito la docenza in Fisiologia Umana ed in Medicina dello Sport. E specialista

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause

Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Il desiderio insoddisfatto di un figlio: le cause Si parla di "sterilità" quando dopo un anno di rapporti sessuali regolari non è ancora intervenuta una gravidanza. Le cause di una mancanza di figli non

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale

Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale Aggiornamenti in Medicina Generale Modena, 20 02 2010 Il dosaggio dei farmaci nell insufficienza renale Dott. Giulio Malmusi - Nefrologo www.malmusi.it Parliamo di: Come la funzione dei reni influenza

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata

alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 7. alcoliche alcoliche: Bevande se sì, solo in quantità controllata 53 7. Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata 1. DEFINIZIONE DI UNITÀ ALCOLICA (U.A.) Una Unità Alcolica (U.A.) corrisponde

Dettagli

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine.

DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. Vinci il muro dell indifferenza, dai più senso alla Tua vita: DIVENTA DONATORE di Sangue, Plasma e Piastrine. INTERCOMUNALE SAN PIETRO Via Cassia 600-00189 Roma Uff. Amm.: Telefax 06 33582700 - Segreteria:

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale?

Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Il cervello ha bisogno di zucchero. e il cuore pure, ma quale? Questo vecchio slogan pubblicitario riconduce ad una parziale verità scientifica, oggi più che attuale. E risaputo che parlare di zucchero

Dettagli

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento

1. Come si svolgono gli accertamenti a Firenze e a chi vengono fatti? 2. Qual è l iter di accertamento Continuiamo con la nostra serie di interviste ad operatori che si occupano dell'applicazione delle attuali leggi sui consumi di sostanze Oggi incontriamo il dr. Francesco Ruffa - Medico Chirurgo, referente

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO Settore Giovanile e Scolastico GUIDA AI REGOLAMENTI DEI TORNEI GIOVANILI ORGANIZZATI DA SOCIETÀ Stagione Sportiva 2014/2015 Tornei organizzati da società Norme, disposizioni

Dettagli

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è

Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000 L alta incidenza relativa di Emofilia A è Emofilia Malattia ereditaria X cromosomica recessiva A deficit del fatt VIII B deficit del fatt IX Il deficit del fatt VIII prevale (5 volte in più rispetto al IX) Prevalenza nel mondo è di 1:10000-1:50000

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli