ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI"

Transcript

1 UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE ADEMPIMENTI PER LA BOLLATURA DI LIBRI E REGISTRI Versione 6 marzo 2014 (inserite precisazioni sulla tassa di concessione governativa) 1

2 Indice generale 1. DISPOSIZIONI GENERALI Oggetto della bollatura L'Ufficio del Registro delle imprese non procederà alla bollatura: Altri libri e scritture contabili previsti dalla riforma I libri sociali obbligatori per i consorzi di garanzia collettiva Fidi LA PREPARAZIONE E PRESENTAZIONE DEL LIBRO Predisposizione del libro/registro oggetto della bollatura La numerazione dei libri La modulistica da compilare I diritti di segreteria La tassa di concessione governativa L imposta di bollo Il ritiro dei libri bollati Raccomandazioni ALLEGATI ALLE DISPOSIZIONI TABELLA RIASSUNTIVA DEGLI ADEMPIMENTI LIBRI E REGISTRI BOLLATI DAL REGISTRO IMPRESE LIBRI E REGISTRI DA BOLLARE PRESSO ALTRI ENTI

3 1. DISPOSIZIONI GENERALI 1.1. Oggetto della bollatura La legge n. 383 all articolo 8 determina la soppressione dell obbligo di bollatura di alcuni libri contabili obbligatori, tramite la modifica delle seguenti disposizioni: a) sostituzione dell articolo 2215 del c.c., il quale ora prevede la bollatura dei libri contabili solo quando essa sia espressamente prevista da norme e che l operazione deve essere eseguita dal Registro delle imprese o dal notaio. Il libro giornale e il libro inventari devono invece essere soltanto numerati progressivamente e non sono soggetti a bollatura; b) sostituzione del primo comma dell articolo 39 del D.P.R.633/1972, (disciplina dell IVA) che ora prevede la sola numerazione dei registri soggetti al decreto stesso e non più la bollatura, sempre in esenzione dall imposta di bollo e la loro tenuta ai sensi dell articolo 2219 del c.c.; c) sostituzione del primo comma dell articolo 22 del D.P.R. 600/1973 (disposizioni in materia di accertamento delle imposte sui redditi) che ora prevede la sola numerazione dei registri soggetti al decreto stesso e non più la bollatura, sempre in esenzione dall imposta di bollo e la loro tenuta ai sensi dell articolo 2219 del c.c.; d) variazioni all articolo 16 della Tariffa, parte prima, annessa al D.P.R. 642/1972 concernente la disciplina dell imposta di bollo (così come sostituita dal decreto del Ministro delle Finanze 20 agosto 1992); Da tali modifiche si ricava rispettivamente che: (a) il libro giornale ed il libro inventari non sono più soggetti a bollatura; (b) i registri previsti dalla normativa fiscale non sono più soggetti a bollatura; (c) le scritture contabili previste dalla normativa tributaria non sono più soggette a bollatura; (d) l imposta di bollo per i libri giornale ed inventari e per le altre scritture contabili previsti dall articolo 2214 del c.c., passa 1 da 16 a 32 euro per ogni cento pagine, solo per i soggetti diversi dalle società di capitali; quest ultime, infatti, continuano ad applicare il bollo nella misura di 16 euro per ogni cento pagine e continuano ad assolvere in modo forfettario la tassa di concessione governativa per la bollatura e numerazione di libri sociali previsti dal c.c. (articolo 23 della Tariffa allegata al D.P.R. 641/1972) Le modifiche non riguardano invece i libri e registri tenuti ai sensi di normative speciali diverse dalle suddette, che continuano ad essere bollati con le solite modalità presso i soliti Enti; i libri sociali previsti dall art c.c. (riguardanti S.p.A. e cooperative per il richiamo fatto dall'art c.c.) per i quali rimane l obbligo della bollatura: il libro dei soci; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Comitato esecutivo; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione; il libro delle obbligazioni; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti; il libro degli strumenti finanziari emessi ai sensi dell'articolo 2447 sexies; 1 Legge 24 giugno 2013 n. 71, di conversione del Decreto Legge n. 43/2013 art. 7 2 In grassetto sottolineato le integrazioni apportate all'articolo 2421 dal decreto legislativo 6/2003 in vigore dal 1 gennaio

4 i libri sociali previsti dall art del c.c. per le S.r.l., per i quali rimane l obbligo della bollatura: il libro dei soci; il libro delle decisioni dei soci, nel quale sono trascritti senza indugio sia i verbali delle assemblee, anche se redatti per atto pubblico, sia le decisioni prese ai sensi del primo periodo del terzo comma dell'articolo ; il libro delle decisioni degli amministratori; il libro delle decisioni del Collegio sindacale o del revisore nominati ai sensi dell'articolo 2477; 1.2. L'Ufficio del Registro delle imprese non procederà alla bollatura: a) di libri, registri e scritture contabili di imprese od altri soggetti aventi la sede legale in altra Provincia; b) di libri, registri la cui bollatura e a carico, per espressa previsione normativa, di specifici Enti, quali l Ufficio del Registro, l INPS, l INAIL, la Questura, l'ufficio Tecnico di Finanza, ecc Altri libri e scritture contabili previsti dalla riforma Il dettato del nuovo articolo 2447-sexies c.c. individua due casi particolari per i quali occorre tenere i libri e le scritture contabile previsti dagli artt e segg. C.c.: a) costituzione di un patrimonio destinato in via esclusiva ad uno specifico affare; b) emissione di strumenti finanziari diversi dalle obbligazioni; per ciò che concerne l'ipotesi a) si tratta del libro giornale e del libro inventari e di altre eventuali scritture contabili richieste dallo specifico affare (difatti ogni affare necessita di una specifica contabilità); per la bollatura si applicano le norme generali dell'art c.c., nel senso che il giornale e gli inventari non vi sono soggetti e per eventuali altri libri l'articolo 2447-sexies non la prevede. Per l'ipotesi b) si è già visto che esso è compreso tra quelli per i quali l'art prevede la bollatura I libri sociali obbligatori per i consorzi di garanzia collettiva Fidi Secondo quanto stabilito dall art. 13, comma 36 del D.L. 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, con la legge 24 novembre 2003, n. 326, i consorzi di garanzia collettiva Fidi, con attività esterna, oltre i libri e le altre scritture contabili prescritti tra quelli la cui tenuta è obbligatoria, devono tenere: 1) il libro dei consorziati, nel quale devono essere indicati la ragione o denominazione sociale ovvero il cognome e il nome dei consorziati e le variazioni nelle persone di questi; 2) il libro delle adunanze e delle deliberazioni dell'assemblea, in cui devono essere trascritti anche i verbali eventualmente redatti per atto pubblico; 3) il libro delle adunanze e delle deliberazioni dell'organo amministrativo collegiale, se questo esiste; 4) il libro delle adunanze e delle deliberazioni del collegio sindacale, se questo esiste. I primi tre libri devono essere tenuti a cura degli amministratori e il quarto a cura dei sindaci. Ai consorziati spetta il diritto di esaminare i libri indicati nel presente comma e, per quelli indicati nei numeri 1) e 2), di ottenerne estratti a proprie spese. Il libro indicato nel numero 1) può altresì essere esaminato dai creditori che intendano far valere la responsabilità verso i terzi dei singoli consorziati ai sensi dell'articolo 2615, secondo comma, e deve essere, prima che sia messo in uso, numerato progressivamente in ogni pagina e bollato in ogni foglio dall'ufficio del Registro delle imprese o da un notaio. 3 L'articolo 2478 sostituisce il vecchio articolo 2490 c.c., ai sensi del decreto legislativo 6/2003 in vigore dal 1 gennaio Il primo periodo del terzo comma del nuovo articolo 2479 recita: "L'atto costitutivo può prevedere che le decisioni dei soci siano adottate mediante consultazione scritta o sulla base del consenso espresso per iscritto." 4

5 2. LA PREPARAZIONE E PRESENTAZIONE DEL LIBRO 3.1. Predisposizione del libro/registro oggetto della bollatura Su ciascun foglio di libro o registro dovrà essere riportata la numerazione progressiva; se si tratta di fogli singoli su ciascuno di essi dovranno essere riportati anche la denominazione o ragione sociale dell'impresa e il tipo di libro (es. F.lli Rossi S.r.l. verbale delle assemblee pag.1 ). Sull ultimo foglio numerato dovranno essere riportati i seguenti dati, relativi al libro e all impresa:: Tipo di libro/registro denominazione o ragione sociale - sede sociale - codice fiscale Numero totale delle pagine che compongono il libro Numero della pagina iniziale e numero della pagina finale Esempio della dicitura da apporre: VERBALE DELLE ASSEMBLEE DELLA F.LLI ROSSI s.r.l. CON SEDE IN ANCONA, CODICE FISCALE , COMPOSTO DA 500 PAGINE NUMERATE DALLA PAGINA N.1 ALLA PAGINA N La numerazione dei libri a) i libri, prima di essere messi in uso, devono essere numerati progressivamente; b) il libro giornale e il libro degli inventari dovranno essere numerati progressivamente con l indicazione delle quattro cifre dell anno di bollatura La modulistica da compilare Dovrà essere compilato l apposito modello L2 di richiesta, indicando i dati dell impresa per la quale si richiede la bollatura, compresi il numero di posizione REA e/o il codice fiscale. Con un unico modello può essere richiesta la bollatura di più libri o registri riferiti alla medesima impresa o soggetto obbligato. Il modello L2 può essere sottoscritto, oltre che dal titolare o legale rappresentante dell'impresa, anche dalla persona dello Studio o dell Agenzia che procede direttamente alla richiesta. All interno del modello: a) la prova dell avvenuto pagamento della T.C.G., che potrà essere per le società di capitali: -l ultima ricevuta rilasciata in seguito al pagamento telematico con il mod. F24 della tassa forfetaria annuale, da cui risulta l effettivo prelevamento del tributo; -l attestazione originale del versamento effettuato sul CCP n in sede di apertura della Partita Iva; se il bollettino di c/c postale non comprende le due parti ricevuta e attestazione se ne potrà depositare una copia previa esibizione dell originale; per i soggetti diversi dalle società di capitali vale quanto detto in merito sopra relativamente al versamento con c/c postale. b) l attestazione dell avvenuto pagamento dei diritti di segreteria, se effettuato tramite versamento sul CCP n , anziché direttamente allo sportello camerale. 5

6 3.4. I diritti di segreteria Per ogni libro o registro da bollare presso l Ufficio del Registro delle imprese, previsto dalla normativa o tenuto volontariamente, e dovuto un diritto di segreteria di euro indipendentemente dal numero delle pagine che lo costituiscono. Vedi anche la tabella allegata Tale diritto potrà essere pagato, direttamente allo sportello del Registro delle imprese, o a mezzo del CC Postale n , intestato alla Camera di Commercio di Ancona. Può essere effettuato un versamento cumulativo per la contestuale richiesta di bollatura di più libri o registri, purché riferiti ad una medesima impresa. Nel caso in cui il versamento dei diritti di segreteria venga effettuato tramite Conto Corrente Postale, all interno del modello L2 dovrà essere applicata l attestazione comprovante l avvenuto versamento La tassa di concessione governativa Il pagamento della tassa di concessione governativa e dovuto per la bollatura obbligatoria dei libri sociali previsti dalla normativa civilistica e per la bollatura volontaria di altri libri e registri. La tassa è dovuta nella misura di euro 67,00 per ogni libro per gli imprenditori commerciali individuali, le società di persone, le società cooperative (comprese le banche popolari e le banche di credito cooperativo, escluse le cooperative sociali e le edilizie e di abilitazioni per le quali si rinvia più sotto); le mutue assicuratrici; i consorzi ; E' dovuta in modo forfetario per le società per azioni; le società in accomandita per azioni; le società a responsabilità limitata; le società consortili a responsabilità limitata. La tassa forfetaria di euro 309,87 (o di euro 516,46 se il capitale sociale od il fondo di dotazione al 1 gennaio sia pari o superiore a euro ,90), va effettuata entro il termine di versamento dell imposta sul valore aggiunto dovuta per l anno precedente, facendo uso del modello telematico F24, con codice versamento 7085, la cui ultima ricevuta attestante l effettivo pagamento va consegnata con la richiesta di bollatura, come detto al punto 2.4. Le operazioni di bollatura richieste dal 1 gennaio alla suddetta data di scadenza, verranno effettuate dietro presentazione dell originale del modello F24 relativo all'anno precedente o di una sua copia se durante l anno sono stati bollati altri libri o registri. Per le società di nuova costituzione, il primo versamento dovrà essere effettuato unicamente con il C/C Postale n ECCEZIONI: - Le società cooperative sociali, regolarmente iscritte nell albo presso il Ministero delle Attività produttive, le ONLUS, le società e le associazioni sportive dilettantistiche 6 che hanno adeguato i loro statuti aggiungendo alla denominazioni gli acronimi A.S.D. (ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA) o S.S.D. (SOCIETA SPORTIVA DILETTANTISTICA) sono COMPLETAMENTE escluse dal pagamento della tassa di concessione; per le sole società cooperative edilizie e di abitazione, regolarmente iscritte nell albo presso il Ministero delle Attività produttive, e previsto il pagamento di una tassa di concessione governativa dell importo di euro 16,75 (25% del totale) per ogni 500 pagine o frazione di 500 pagine da effettuarsi con apposite marche di tassa concessione governativa. La semplificazione introdotta dalla legge richiamata in Oggetto della bollatura esonera dall obbligo di bollatura il libro giornale ed il libro inventari. 5 6 D.M. in vigore dal 1 luglio 2008: riduzione da Art. 13-bis legge 641/1972 6

7 Nel caso in cui questi libri siano portati volontariamente a bollare, sarà dovuta la tassa di concessione secondo le modalità sopra indicate a seconda dalla forma giuridica dell'imprenditore L imposta di bollo Il pagamento dell imposta di bollo e dovuto per la tenuta dei libri e delle scritture contabili previsti dalla normativa civilistica (libro giornale, libro degli inventari, libro soci, libro dei verbali di assemblea, ecc.). e dei libri e registri previsti da leggi speciali o tenuti volontariamente. Sono pertanto esclusi dal pagamento dell imposta in questione solo i libri, registri e scritture contabili previsti da normativa fiscale e tributaria.. Vedi anche la tabella allegata Novità si riscontrano anche in materia di imposta di bollo. Con il comma 4, dell articolo 8 in esame viene, infatti, modificato l articolo 16 della Tariffa, Parte Prima, allegato al D.P.R. 26 ottobre 1972, n A seguito di queste modifiche, vengono introdotte le seguenti novità: 1. per i libri soggetti alla numerazione e alla bollatura, l imposta di bollo è di 16 1 euro per ogni 100 pagine; 2. per il libro giornale e il libro degli inventari, tenuti dai soggetti diversi da quelli che assolvono in modo forfetario la tassa di concessione governativa per la bollatura e la numerazione di libri e registri a norma dell articolo 23 della Tariffa allegata al D.P.R. n. 641/1972, sarà dovuta una imposta doppia di bollo pari ad euro 32 per ogni 100 pagine. Dunque: Sul libro giornale e sul libro degli inventari tenuti da: gli imprenditori commerciali individuali, le società di persone, le società cooperative (comprese le banche popolari e le banche di credito cooperativo); le mutue assicuratrici; i consorzi. dovrà essere applicata una marca da bollo da 32 euro ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine, indipendentemente dal fatto che il libro sia o non sia sottoposto a bollatura; Sul libro giornale e sul libro degli inventari tenuti da: le società per azioni, le società in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le società consortili a responsabilità limitata continuerà ad essere applicata una marca da bollo da 16 euro per ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine. Su tutti gli altri libri soggetti a numerazione e bollatura, continuerà ad applicarsi una marca da bollo da 16 euro per ogni 100 pagine e frazione di 100 pagine. L incremento dell imposta di bollo non riguarderà, infatti, i libri sociali non rientranti nell articolo 2214 del Codice civile. Novità ci sono anche sulle modalità di pagamento dell imposta di bollo: tale tributo potrà, infatti, essere assolto sia mediante l applicazione di speciali marche sulla prima pagina numerata, sia effettuando il versamento con il modello F23. In quest ultimo caso, gli estremi della relativa ricevuta di pagamento dovranno essere riportati sulla prima pagina di ciascun libro o registro. Con la Risoluzione n. 174/E del 31 ottobre 2001, l Agenzia delle entrate ha reso noto il codice tributo da utilizzare per il pagamento dell imposta di bollo su libri e registri. I codici da usare sono i seguenti: codice tributo: 458T Imposta di bollo su libri e registri codice ufficio: R9A più l anno Come precisato nella Circolare dell Agenzia delle entrate n. 92/E, L imposta di bollo, dovuta per la formalità di numerazione, va assolta prima che il registro sia posta in uso, ossia prima di effettuare le annotazioni sulla prima pagina. In materia di modalità di assolvimento dell imposta con PROVVEDIMENTO 5 maggio 2005 del Direttore dell Agenzia generale delle Entrate sono state approvate le caratteristiche e le modalità d'uso del contrassegno sostitutivo delle marche da bollo, ai sensi dell'articolo 3, comma 1, numero 3-bis, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 642, e le caratteristiche tecniche del sistema informatico idoneo a 1 Legge 24 giugno 2013 n. 71, di conversione del Decreto Legge n. 43/2013 art. 7 7

8 consentire il collegamento telematico tra gli intermediari e l'agenzia delle entrate. (pubblicato nella G.U 118 del Sono escluse dal pagamento 7 di tale imposta le sole COOPERATIVE SOCIALI (regolarmente iscritte nell albo presso il Ministero dello Sviluppo economico), che la legge considera ONLUS di diritto Il ritiro dei libri bollati Si comunica che, al fine di evitare inconvenienti di vario genere ed a tutela delle imprese e degli altri soggetti richiedenti la bollatura, il ritiro dei libri bollati può essere effettuato soltanto dietro esibizione della ricevuta di protocollo rilasciata dall'ufficio all'atto della consegna dei libri stessi Raccomandazioni Se la bollatura riguarda complessivamente più di 10 libri e/o registri, SOPRATTUTTO NEL CASO SIANO DI IMPRESE DIVERSE, è opportuna una telefonata ( /244 sede di Ancona 0731/ sede di Jesi- 0732/23846 sede di Fabriano) per accordarsi circa il giorno e l ora di presentazione più conveniente, sia per l ufficio che per il richiedente. 3. ALLEGATI ALLE DISPOSIZIONI Sono allegati a queste disposizioni: 1. una tabella dei diritti, imposte e tasse da corrispondere a seconda della natura giuridica del soggetto che bolla e del tipo di libro da bollare; 2. un riepilogo, a solo titolo esemplificativo, dei libri e registri previsti dalle diverse normative e di quelli che non possono essere bollati dal Registro delle imprese. 3.1 TABELLA RIASSUNTIVA DEGLI ADEMPIMENTI Tipo di libro Libro giornale, Libro inventari di imprese individuali, Snc, Sas, Coop., Consorzi Libro giornale, Libro inventari di Spa, Sapa, Srl e Soc. cons. a r.l. Numerazione Bollatura SI SI NO NO Imposta di bollo 32 Euro ogni 100 pagine o frazione escluse Onlus e cooperative sociali 16 Euro ogni 100 pagine o frazione di 100 pagine T.C.G. NO (se presentati per la bollatura EURO 67,00 ogni 500 pag., escluse le Onlus; le coop. edilizie versano euro ) SI - FORFETTARIA Euro 309,87 (o euro 516,46 se il capitale è pari o superiore ad euro ,90 ) Diritti di segreteria o speciali NO (Se presentati per la bollatura 25.00) NO (Se presentati per la bollatura 25.00) Libro soci SI SI SI SI Adunanze assemblea SI SI SI SI c.s 7 fino al 10 aprile 2007 ne erano esentate anche le società cooperative edilizie e di abitazione; successivamente, in relazione ai pareri espressi.dalle agenzie regionali delle Entrate dell Emilia Romagna e della Lombardia, (in risposta rispettivamente ad interpelli della Camera di commercio di Ferrara e di quella di Milano), l esenzione è applicata solamente agli atti ed adempimenti tassativamente elencati nell art. 66 comma 6 bis del D.L. 331/1993 8

9 Libro decisioni dei soci SI SI SI SI c.s. Libro adunanze/decisioni organo amministrativo SI SI SI SI c.s. Libro adunanze/decisioni dell' organo di controllo SI SI SI SI c.s. Libro adunanze Comitato esecutivo SI SI SI SI c.s. Libro delle obbligazioni SI SI SI SI c.s. Assemblee obbligaz.isti " speciali SI SI SI SI c.s. Libro strumenti SI SI SI SI c.s. finanziari Registri IVA SI NO NO NO NO/ se bollati Libri IRPEF SI NO NO NO NO/ se bollati Scritture ausiliare NO NO NO NO NO/ se bollati Scritture ausiliare di magazzino NO NO NO NO NO Registro carico/scarico SI SI NO NO rifiuti 8 Formulari identificazione SI SI NO NO NO rifiuti 9 Registro raccolta 10 SI SI NO NO eliminazione oli usati Registro cronotachigrafi SI SI SI NO Registri/libri portati a bollare volontariamente 11 SI SI ogni 100 pag. SI LIBRI E REGISTRI BOLLATI DAL REGISTRO IMPRESE PREVISTI DALLE NORME CIVILISTICA BOLLATURA OBBLIGATORIA i libri sociali previsti dall art del c.c., per i quali rimane l obbligo della bollatura: il libro dei soci; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Consiglio di amministrazione o del consiglio di gestione; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Comitato esecutivo; il libro delle adunanze e delle deliberazioni del Collegio sindacale ovvero del consiglio di sorveglianza o del comitato per il controllo sulla gestione; il libro delle obbligazioni; il libro delle adunanze e delle deliberazioni delle assemblee degli obbligazionisti; il libro degli strumenti finanziari emessi ai sensi dell'articolo 2447 sexies; i libri sociali previsti dall art del c.c., per i quali rimane l obbligo della bollatura: il libro dei soci; 8 152/ D.Lgs. 16/01/2008 n. 4 G.U. 24 del 29/01/2008 art. 2 comma 24 bis che aggiunge il comma 6-bis all art. 190 del D.Lgs. Tenuti ai sensi dell articolo 15 del D.Lgs. n. 22/1997 e del D.M. 1^ aprile 1998, n Va bollato senza pagare alcun diritto. E' possibile effettuarne la bollatura anche per imprese con sede fuori provincia. 10 Si ricorda che tali registri, ai sensi dell art. 2 del D.M. 22 febbraio 1984, possono essere bollati anche dal Consorzio obbligatorio nazionale di raccolta e trattamento degli oli e dei grassi vegetali e animali esausti. 11 Vedi elenco nelle pagine seguenti, redatto a fini indicativi, senza pretesa di completezza 12 imposta che raddoppia a 32 euro per i libri giornale ed inventari di imprese individuali, Snc, Sas, Coop., Consorzi sono naturalmente esenti dall imposta i libri/registri tenuti in base alla normativa fiscale o tributaria 13 Ne sono escluse le società e associazioni sportive dilettantistiche (vedi paragrafo TCG) ed i libri/registri tenuti in base alla normativa fiscale o tributaria 9

10 il libro delle decisioni dei soci, nel quale sono trascritti senza indugio sia i verbali delle assemblee, anche se redatti per atto pubblico, sia le decisioni prese ai sensi del primo periodo del terzo comma dell'articolo 2479 ; il libro delle decisioni degli amministratori; il libro delle decisioni del Collegio sindacale o del revisore nominati ai sensi dell'articolo 2477; PREVISTI DALLA NORMATIVA FISCALE e TRIBUTARIA (BOLLATURA NON OBBLIGATORIA) esenti da imposta di bollo e T.C.G. anche se sottoposti a bollatura REGISTRO IVA ACQUISTI REGISTRO IVA VENDITE REGISTRO DEI CORRISPETTIVI REGISTRO DEI BENI AMMORTIZZABILI REGISTRO PRIMA NOTA REGISTRO UNICO IRPEF REGISTRO UNICO IVA REGISTRO RIEPILOGATIVO IVA REGISTRO CORRISPETTIVI MANCATO/IRREGOLARE FUNZ. REGISTR. CASSA REGISTRO FATTURE IN SOSPESO REGISTRO DI CARICO STAMPATI FISCALI REGISTRO MERCI CONTO DEPOSITO REGISTRO MERCI CONTO LAVORAZIONE REGISTRO MERCI IN VISIONE REGISTRO MERCI IN PROVA REGISTRO DELLE DICHIARAZIONI D'INTENTO REGISTRO PROTOCOLLO DICHIARAZIONI ESPORTATORI REGISTRI MULTIAZIENDALI PER CED REGISTRI DI CARICO E SCARICO PER CED REGISTRI DELLE SOMME RICEVUTE IN DEPOSITO REGISTRO EDITORI REGISTRO DI CARICO REGISTRATORI FISCALI CONTI DI MASTRO - CONTI DI MAGAZZINO REGISTRO ELABORAZIONI MECCANOGRAFICHE REGISTRO DEI CAMPIONI GRATUITI REGISTRO DELLE MOVIMENTAZIONI FINANZIARIE PROSPETTO PER CONTRIBUENTI MINIMI E MINORI REGISTRO IVA VENDITE / ACQUISTI CEE REGISTRI PER OPERAZIONI SOGGETTI INTRA COMUNITARI REGISTRI CONTABILI TENUTI DA PROFESSIONISTI (BOLLATURA NON OBBLIGATORIA) (i registri tenuti ai sensi della normativa fiscale e tributaria sono esenti da bollo e T.C.G.) REGISTRO IVA ACQUISTI (Spese) REGISTRO IVA FATTURE EMESSE (Parcelle) REGISTRO IRPEF PAGAMENTI E INCASSI REGISTRO IVA ACQUISTI con Sezione IRPEF Pagamenti REGISTRO IVA FATTURE EMESSE con Sezione IRPEF Incassi REGISTRO CRONOLOGICO componenti di Reddito e relativi Movimenti Finanziarie REGISTRO DEGLI ONORARI 1

11 LIBRI REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI PREVISTI DA NORMATIVE SPECIALI BOLLATURA OBBLIGATORIA REGISTRO CARICO E SCARICO RIFIUTI (obbligatoria dal ,esente da bollo etcg) 14 REGISTRO CARICO E SCARICO OLI USATI FORMULARI DI IDENTIFICAZIONE RIFIUTI TRASPORTATI (completamente gratuiti) REGISTRO DEI PALINSESTI REGISTRO GIORNALE DEGLI INCARICHI DEGLI STUDI DI CONSULENZA AUTOMOBILISTICA REGISTRO DI CONTABILITA PER L ESECUZIONE DI LAVORI PUBBLICI 15 REGISTRO OPERAZIONI DI CAMBIO (esente da bollo art. 5 tab. alleg. B DPR 6442/72) e da TCG - nota 1 art. 23 tariffa DPR641/72) REGISTRO DEI PREMI (ASSICURAZIONI) (esente da bollo art. 5 tab. alleg. B DPR 6442/72) e da TCG - nota 1 art. 23 tariffa DPR641/72) LIBRO DEI FIDUCIANTI REGISTRO TENUTO DAL COMMISSARIO LIQUIDATORE DI COOPERATIVE 16 REGISTRO AMIDI E ZUCCHERI; (Camera di commercio - Regolazione del Mercato) 14 art. 190 comma 6 D.L.gs. 152/2006 I registri sono numerati, vidimati e gestiti con le procedure e le modalità fissate dalla normativa sui registri IVA L obbligo della bollatura dal è stato introdotto dal D.Lgs n tenuto ai sensi del D.P.R. 554/1999 art. 183 comma 4 che dispone: Il registro di contabilità è numerato e bollato dagli uffici del registro ai sensi dell art c.c. (oggi ufficio competente alla bollatura è il registro delle imprese (legge 383/2001 art. 8 comma 1) 16 Dal 15 agosto 2009, il registro tenuto, ai sensi dell art. 1 L. 400/1975, dal commissario liquidatore delle società cooperative, enti o consorzi cooperativi (nel quale vengono annotate le operazioni relative alla sua amministrazione), deve essere vidimato dalla Camera di Commercio competente per territorio (articolo 10 comma 7 della Legge 23/07/2009 n G.U. n. 176 del 31/07/2009). Per la vidimazione di ogni registro deve essere corrisposto il solo diritto di segreteria di Euro 10,00 (indipendentemente dal numero di pagine), come previsto dal Decreto MiSE 21 dicembre

12 3.3 LIBRI E REGISTRI DA BOLLARE PRESSO ALTRI ENTI Libro matricola 17 Libro paga 18 LIBRI DEI LAVORATORI DIPENDENTI Registro degli infortuni Registro dei committenti Registro delle presenze (INPS INAIL - ASL) REGISTRI PREVISTI DALLA NORMATIVA DI PUBBLICA SICUREZZA (Questura) 17 tra cui Giornale degli affari Registro di carico e scarico di autoveicoli Registro degli autoveicoli affidati a terzi Registro operazioni giornaliere antiquariato e collezionismo Registro operazioni giornaliere materiali esplodenti REGISTRI PREVISTI DALLE LEGGI SULL'IMPOSTA DI FABBRICAZIONE (UFFICIO TECNICO DI FINANZA) tra cui: Registro di carico e scarico per i titolari di depositi di oli minerali e di distribuzione di carburanti in genere Registro di carico e scarico per fabbricanti ed importatori di margarina Registro di carico e scarico per fabbricanti di oli di semi Registro di carico e scarico per fabbricanti di glucosio, marmellate, liquori e fermentati alcoolici REGISTRO O SCHEDARIO TENUTO DAI DETENTORI DI PRESIDI SANITARI (ASL) REGISTRO DEL COMMERCIO DI COSE USATE (COMUNE) REGISTRO PER LE AZIENDE CHE DETENGONO ANIMALI (SERVIZIO VETERINARIO) BOLLE DI ACCOMPAGNAMENTO DELLE SOSTANZE ZUCCHERINE (ISTITUTI DI VIGILANZA MINISTERO POLITICHE AGRICOLE) 17 L art. 39 del D.L. 25 giugno 2008, n. 112 riduce ogni scritturazione contabile alla tenuta di un Libro unico del lavoro.escono di scena: il libro matricola, il libro paga, il libro delle presenze. Con il decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali del 9 luglio 2008 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 18 agosto 2008) sono state stabilite le modalità e i tempi di tenuta e conservazione del libro unico del lavoro e disciplinato il relativo regime transitorio. 18 In seguito al trasferimento delle competenze dalla Questura ai comuni questi ultimi sono anche tenuti alla vidimazione dei libri/registri necessari all attività subordinata all autorizzazione. 1 1

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI

GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI GUIDA ALLA BOLLATURA E VIDIMAZIONE DI LIBRI E REGISTRI L'Ufficio Registro Imprese effettua la bollatura dei libri sociali e dei registri previsti da leggi speciali, a meno che la legge stessa non indichi

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI.

BOLLATURA E NUMERAZIONE LIBRI SOCIALI OBBLIGATORI E ALTRI LIBRI O REGISTRI PER I QUALI L OBBLIGO DELLA BOLLATURA E PREVISTO DA NORME SPECIALI. Avvertenze generali Occorre compilare il modello DISTINTA VIDIMAZIONI indicando le generalità di chi presenta il modello (può essere anche un incaricato dell impresa) e i dati identificativi dell impresa,

Dettagli

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI (Aggiornata a dicembre 2013) 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE Competente alla bollatura è la Camera di Commercio nella

Dettagli

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Alla conclusione di ciascun anno è buona norma per le imprese ed i professionisti verificare il pieno rispetto delle regole di tenuta delle scritture contabili, intese

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

REGISTRO DELLE IMPRESE. GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI REGISTRO DELLE IMPRESE GUIDA alla BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 11/12/2014 INDICE 1. COMPETENZA TERRITORIALE DEL REGISTRO IMPRESE... 3 2. PREPARAZIONE DEI LIBRI DA BOLLARE... 3 3. LIBRO

Dettagli

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI

VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE ANNUALI E BOLLI STUDIO NOTARILE GIANLUCA CESARE PLATANIA Via dei Partigiani 5 - Bergamo Tel. 035 235001 - Fax 035 235868 www.notaioplatania.it email: gplatania@notariato.it VIDIMAZIONE E BOLLATURA LIBRI SOCIALI - TASSE

Dettagli

GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri

GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri AREA ANAGRAFE ECONOMICA SETTORE IMMISSIONE DATI E PRODOTTI REGISTRO IMPRESE GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri A cura di: A. Nicola Responsabile del settore Immissione dati e prodotti Registro

Dettagli

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI

GUIDA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI UFFICIO REGISTRO DELLE IMPRESE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI LATINA GUIDA ALLA BOLLATURA DEI LIBRI E DEI REGISTRI Aggiornata al 01/02/2014 Ha curato particolarmente la stesura e l aggiornamento della presente

Dettagli

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI 1. REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata o presso

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DI REGISTRI E LIBRI SOCIALI Aggiornamento marzo 2015 La legge 383/01 ha introdotto, con decorrenza 25 ottobre 2001, alcuni importanti novità in materia di bollatura di scritture e

Dettagli

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI

GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI GUIDA ALLA BOLLATURA DEI REGISTRI E LIBRI SOCIALI REGISTRI E LIBRI DA BOLLARE PRESSO IL REGISTRO IMPRESE Il Codice Civile e il DPR 581/1995 prevedono che la bollatura dei libri contabili venga effettuata

Dettagli

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI

BOLLATURA E NUMERAZIONE INIZIALE DI LIBRI E REGISTRI Pagina 1 di 8 Pagina 2 di 8 Per effetto della Legge 383 del 18/10/01, entrata in vigore il 25/10/01, è venuto meno l obbligo di procedere alla numerazione e alla bollatura presso i notai ed il Registro

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti

LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti LA NUMERAZIONE E LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E DELLE SCRITTURE CONTABILI OBBLIGATORI Sintesi della normativa e degli adempimenti di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Normativa di riferimento.

Dettagli

GUIDA alla. Bollatura dei libri e dei registri

GUIDA alla. Bollatura dei libri e dei registri AREA ANAGRAFE ECONOMICA SETTORE IMMISSIONE DATI E PRODOTTI R.I. REGISTRO IMPRESE GUIDA alla Bollatura dei libri e dei registri A cura di Giuseppe Galliano Responsabile settore Immissione dati e prodotti

Dettagli

I termini di stampa dei registri e libri contabili

I termini di stampa dei registri e libri contabili ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 19 8 OTTOBRE 2014 I termini di stampa dei registri e libri contabili Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI

MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI MODALITÀ DI TENUTA DEI LIBRI E DEI REGISTRI CONTABILI OBBLIGATORI. APPROFONDIMENTI Sommario: 1. Premessa 2. Quadro normativo attuale 3. Numerazione dei libri e dei registri contabili 4. Tassa sulle concessioni

Dettagli

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE

LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE LIBRI SOCIALI, REGISTRI, SCRITTURE E DOCUMENTI CONTABILI NUMERAZIONE E BOLLATURA TENUTA E CONSERVAZIONE Claudio Venturi Libri sociali, registri, scritture e documenti contabili Numerazione, bollatura,

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO

L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO L IMPOSTA DI BOLLO E GLI ADEMPIMENTI PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO SCHEDA N. 3 Parte Seconda Claudio Venturi - Imposta di bollo Scheda n. 3 Parte Seconda 26 Giugno 2013 Pag. 1/30 www.tuttocamere.it PRATICA

Dettagli

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori

Circolare N.152 del 16 novembre 2011. La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Circolare N.152 del 16 novembre 2011 La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori La stampa dei libri sociali e registri contabili obbligatori Con la presente informativa, per tutti i clienti

Dettagli

L ABROGAZIONE DELLA BOLLATURA DELLE SCRITTURE CONTABILI

L ABROGAZIONE DELLA BOLLATURA DELLE SCRITTURE CONTABILI L ABROGAZIONE DELLA BOLLATURA DELLE SCRITTURE CONTABILI Le modalità di numerazione delle pagine del libro giornale e del libro degli inventari Circolare n. 4/2002 Documento n. 6 del 14 febbraio 2002 Via

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO PER LE DOMANDE, LE DENUNCE E GLI ATTI DA INVIARE TELEMATICAMENTE AL REGISTRO DELLE IMPRESE

L IMPOSTA DI BOLLO PER LE DOMANDE, LE DENUNCE E GLI ATTI DA INVIARE TELEMATICAMENTE AL REGISTRO DELLE IMPRESE L IMPOSTA DI BOLLO PER LE DOMANDE, LE DENUNCE E GLI ATTI DA INVIARE TELEMATICAMENTE AL REGISTRO DELLE IMPRESE Sintesi degli adempimenti e importi attualmente in vigore di Claudio Venturi Sommario: - 1.

Dettagli

RISOLUZIONE N. 24/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 24/E QUESITO RISOLUZIONE N. 24/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 marzo 2010 OGGETTO: Istanza di interpello articolo 11, legge 27 luglio 2000, n. 212 Imposta di bollo su Comunicazione unica presentata con modalità

Dettagli

Registro beni ammortizzabili Libro Giornale Libro inventari

Registro beni ammortizzabili Libro Giornale Libro inventari LA STAMPA DEI LIBRI CONTABILI (art. 1, co. 161, L. n. 244/2007, (Finanziaria 2008) art. 7, c. 4 ter, D.L. 10/06/1994, n. 357) Entro il prossimo 31 dicembre 2010, i contribuenti che tengono la contabilità

Dettagli

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire

Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire Fattura elettronica Conservazione delle fatture su supporto informatico: le regole da seguire di Francesco Scopacasa Codice civile Normativa tributaria Validità fiscale La possibilità di conservare su

Dettagli

VADEMECUM PER LE ASSOCIAZIONI

VADEMECUM PER LE ASSOCIAZIONI VADEMECUM PER LE ASSOCIAZIONI ASSOCIAZIONE L associazione è un raggruppamento di almeno tre persone che si propongono di perseguire uno scopo comune. Caratteristiche delle associazioni sono: 1. lo scopo

Dettagli

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili Le associazioni sportive dilettantistiche che svolgono attività commerciale hanno l'obbligo

Dettagli

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it

TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE. Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it TASSE SULLE CONCESSIONI GOVERNATIVE Claudio Venturi Tassa sulle concessioni governative Luglio 2007 Pag. 1/33 www.tuttocamere.it OGGETTO DELLA TASSA ATTI SOGGETTI AL PAGAMENTO DELLA TASSA MODALITA DI PAGAMENTO

Dettagli

Si applica a tutti gli atti di modificazione non espressamente indicati nella nota di cui al punto 3 (Nota 5).

Si applica a tutti gli atti di modificazione non espressamente indicati nella nota di cui al punto 3 (Nota 5). TABELLA A Allegata al decreto dirigenziale interministeriale 17 giugno 2010, integrato dal decreto dirigenziale 22 dicembre 2011 (decreto OIC 2012) IMPORTI DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PER IL REGISTRO DELLE

Dettagli

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l.

SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. SOCIETA' DI CAPITALI SRL e Soc. Consortili a r.l. Sommario: 1. Iscrizione dell atto costitutivo e statuto 2. Iscrizione degli atti modificativi dello statuto PARTE PRIMA 3. Nomina o riconferma delle cariche

Dettagli

OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione Bancaria Italiana Libro giornale Applicabilità dell imposta di bollo alle scritture contabili ausiliarie

OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione Bancaria Italiana Libro giornale Applicabilità dell imposta di bollo alle scritture contabili ausiliarie RISOLUZIONE N. 371/E Roma, Roma, 06 ottobre 2008 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Prot. n. 2008/137243 OGGETTO: Consulenza giuridica Associazione Bancaria Italiana Libro giornale Applicabilità

Dettagli

TABELLA A Allegata al decreto dirigenziale interministeriale 17 luglio 2012, integrato dal decreto dirigenziale 22 dicembre 2011 (decreto OIC 2012)

TABELLA A Allegata al decreto dirigenziale interministeriale 17 luglio 2012, integrato dal decreto dirigenziale 22 dicembre 2011 (decreto OIC 2012) TABELLA A Allegata al decreto dirigenziale interministeriale 17 luglio 2012, integrato dal decreto dirigenziale 22 dicembre 2011 (decreto OIC 2012) IMPORTI DEI DIRITTI DI SEGRETERIA PER IL REGISTRO DELLE

Dettagli

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI

VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI VADEMECUM PER LA STAMPA E LA CONSERVAZIONE OTTICA DEI REGISTREI CONTABILI Come noto, le imprese / lavoratori autonomi, in relazione ai registri contabili nonché, limitatamente alle imprese in contabilità

Dettagli

La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti

La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti Cerreto Guidi 27 luglio 2011 La fattura elettronica e la conservazione sostitutiva Prospettive per imprese e professionisti Umberto Zanini Dottore Commercialista e Revisore Contabile www.umbertozanini.it

Dettagli

Oggetto: Nuove modalità di versamento dell imposta di bollo su documenti informatici

Oggetto: Nuove modalità di versamento dell imposta di bollo su documenti informatici Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Reggio Emilia, lì 9/1/2015

Dettagli

LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE

LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE LA PUBBLICAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE Aprile 2011 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV13 IST/BIL/1

Dettagli

LIBRO GIORNALE (1/8) LIBRO GIORNALE (Art. 2216 c.c.) Il libro giornale deve indicare giorno per giornole operazioni relative all'esercizio dell'impresa. Conseguentemente esso contiene le registrazioni

Dettagli

LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione

LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione Di Claudio Venturi Tuttocamere Bollatura e numerazione scritture contabili 13 Luglio 2013 Pag. 1/94 SOMMARIO 1. Premessa

Dettagli

TRACCIABILITÀ NUOVI LIMITI AL PAGAMENTO IN CONTANTI CAUSE E CONSEGUENZE DELLA FUORIUSCITA DAL REGIME L. 398/91 MODELLO EAS

TRACCIABILITÀ NUOVI LIMITI AL PAGAMENTO IN CONTANTI CAUSE E CONSEGUENZE DELLA FUORIUSCITA DAL REGIME L. 398/91 MODELLO EAS TRACCIABILITÀ NUOVI LIMITI AL PAGAMENTO IN CONTANTI CAUSE E CONSEGUENZE DELLA FUORIUSCITA DAL REGIME L. 398/91 Funzionari relatori: DE LUCA VALERIA ORLANDO STEFANO MODELLO EAS 1 LA TRACCIABILITA DEI PAGAMENTI

Dettagli

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI

MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI MODULO B Deposito di bilanci di esercizio e situazioni patrimoniali. AVVERTENZE GENERALI Soggetti utilizzatori del modulo Società per azioni Società a responsabilità limitata Società in accomandita per

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

GRUPPO GBN - Celda S.r.l. Società soggetta a direzione, controllo e coordinamento della SERVER S.a.s. di Città Domenica & C.

GRUPPO GBN - Celda S.r.l. Società soggetta a direzione, controllo e coordinamento della SERVER S.a.s. di Città Domenica & C. Part.Iva/Cod. Fiscale e Iscritta al Registro delle Imprese di Palermo n 05041420828 Capitale Sociale. 10.000,00 Interamente versato Iscritta alla CCIAA di Palermo il 28.12.2001 al n. 231840 Email: info@gbnworld.net

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE

Circolare n. 21. del 2 luglio 2013. Imposta di bollo - Aumento degli importi INDICE Circolare n. 21 del 2 luglio 2013 Imposta di bollo - Aumento degli importi fissi INDICE 1 Premessa...2 2 Decorrenza degli aumenti...2 3 Ammontare dei nuovi importi...2 4 Ambito di applicazione dei nuovi

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista 1/6 OGGETTO IMPOSTA DI BOLLO DOVUTA IN MISURA FISSA AUMENTO DAL 26 GIUGNO 2013 CLASFICAZIONE DT II.II. Imposta di bollo RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 7 bis, comma 3 DL 26.4.2013, n. 43 convertito in Legge

Dettagli

LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione

LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione LIBRI, REGISTRI E SCRITTURE CONTABILI Numerazione, bollatura, tenuta e conservazione Di Claudio Venturi Tuttocamere Bollatura e numerazione scritture contabili 10 Settembre 2009 Pag. 1/87 SOMMARIO 1. Premessa

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Protocollo n. 2013/5272 Approvazione delle istruzioni per la compilazione del modello di dichiarazione IVA 74-bis per il fallimento o per la liquidazione coatta amministrativa approvato con provvedimento

Dettagli

f e r d i n a n d o b o c c i a

f e r d i n a n d o b o c c i a NETWORK TRA LIBERI PROFESSIONISTI Dottori Commercialisti ed esperti contabili Ferdinando Boccia Gualtiero Castiglioni Paola Castiglioni Enrico Colombo Bolla Massimo De Marchi Marco Grecchi Roberto Ianni

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PRESSO L ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE MODELLI DOCUMENTAZIONE DIRITTI IMPOSTA DI BOLLO Sommario: - 1. Norme di carattere generale. 2. Le domande di iscrizione. 2.1. L iscrizione di

Dettagli

AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010

AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010 AVVERTENZE DEPOSITO BILANCI 2010 COMPILAZIONE E INVIO BILANCIO 1. il bilancio deve essere compilato senza decimali e deve essere comparato con quello dell anno precedente; 2. tutti gli allegati devono

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI TRIBUTARI: NOVITÀ a cura del Col. t.st Danilo PETRUCELLI Comandante del Nucleo PT Torino Guardia di Finanza Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 Sviluppo tecnologico

Dettagli

Seminario del 21 Febbraio 2014 Regimi contabili e fiscali dell Amministratore

Seminario del 21 Febbraio 2014 Regimi contabili e fiscali dell Amministratore Seminario del 21 Febbraio 2014 Regimi contabili e fiscali dell Amministratore Condominio Adempimenti e agevolazioni fiscali (guida Agenzia Entrate) Ai fini della corretta individuazione degli adempimenti

Dettagli

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21

Indice generale. Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 Booksite - istruzioni per l'uso... 20 Capitolo I L ESSENZA DELLE COOPERATIVE... 21 1 - Lo scopo mutualistico... 21 2 - La mutualità esterna... 24 3 - La nuova mutualità... 25 4 - I segni distintivi...

Dettagli

Di cosa stiamo parlando?

Di cosa stiamo parlando? Genova, 17 novembre 2010 Di cosa stiamo parlando?..del passaggio culturale, sociologico, economico e, quindi, giuridico da un documento pesante e statico ad un documento dinamico, che si condivide e che

Dettagli

Notizie e aggiornamenti normativi che riguardano la dematerializzazione e l archiviazione elettronica dei documenti.

Notizie e aggiornamenti normativi che riguardano la dematerializzazione e l archiviazione elettronica dei documenti. Studio TEOREMA SERVIZI di A. Drappero News di aggiornamento Agenda per l Italia digitale Archiviazione conservativa dei Modelli 770 software dedicato I punti di forza: a) Unica installazione in grado di

Dettagli

Gli adempimenti dichiarativi ed il modello Intrastat

Gli adempimenti dichiarativi ed il modello Intrastat Gli adempimenti dichiarativi ed il modello Intrastat Relatore: dott. Fabio Corti Hotel Casa tra noi Roma 6 dicembre 2011 Disciplina fiscale Il D.Lgs 460/97 e la Legge 289/2002 hanno di fatto identificato

Dettagli

REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo

REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI. Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo REGISTRO IMPRESE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI Unione Regionale delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura d Abruzzo REGISTRO IMPRESE Guida agli adempimenti Unione Regionale delle Camere di

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014

Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Circolare N.31 del 28 Febbraio 2014 Versamento tassa annuale sui libri sociali entro il 17 marzo 2014 Gentile cliente con la presente intendiamo ricordarle che il 17 marzo 2014 (poiché il 16 cade di domenica)

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA DEL MESE DI NOVEMBRE

CIRCOLARE INFORMATIVA DEL MESE DI NOVEMBRE Bologna, 16 Novembre 2015 A TUTTI I CLIENTI LORO INDIRIZZI Circolare n 11/2015 CIRCOLARE INFORMATIVA DEL MESE DI NOVEMBRE NOTIZIARIO MENSILE... 2 1. In arrivo PEC che allertano su violazioni legate alla

Dettagli

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista IMPOSTA DI BOLLO PER LA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVO CONTABILE

DAMIANO ADRIANI. Dottore Commercialista IMPOSTA DI BOLLO PER LA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVO CONTABILE 1/7 OGGETTO IMPOSTA DI BOLLO PER LA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVO CONTABILE RIFERIMENTI NORMATIVI DPR 26.10.1972 n. 642 ALLEGATI 1. ALLEGATO 1 TABELLA RIEPILOGATIVA DEL TRATTAMENTO DELLE FATTURE AI FINI

Dettagli

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE ED IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE Ufficio del Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio Industria Artigianato ed Agricoltura di Napoli Aggiornamento

Dettagli

FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE

FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE FORMALITA PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRERE PREMESSA DI ORDINE GENERALE Sommario: 1. La compilazione della modulistica. 2. I soggetti obbligati/legittimanti alla

Dettagli

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.)

LE FORME GIURIDICHE. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) LE FORME GIURIDICHE Per Forma giuridica si intende la tipologia giuridica del soggetto cui farà capo l attività e le norme ad essa conseguenti. IL LAVORO IMPRENDITORIALE (Art. 2082 cod. Civ.) Il Codice

Dettagli

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014

La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero 24/2014 Pagina 1 di 10 La Comunicazione Dati Iva 2014 entro il 28.02.2014 Numero : 24/2014 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : IVA COMUNICAZIONE DATI IVA PROVVEDIMENTO DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE

Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE Procedure Pagina 1 di 8 PROCEDURE AMMINISTRATIVE PER L AVVIO DI UNA IMPRESA INDIVIDUALE Il codice civile (art. 2082) stabilisce che è imprenditore chi esercita professionalmente un attività economica organizzata

Dettagli

Psicologo e libera professione

Psicologo e libera professione Psicologo e libera professione aspetti amministrativi, fiscali, previdenziali 04/12/08 a cura del dott. Andrea Tamanini Lavoro autonomo Definizione Modalità di svolgimento dell attività Adempimenti iniziali

Dettagli

ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l.

ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l. VADEMECUM SOCIETARIO ADEMPIMENTI COMUNI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DI ATTI SOCIETARI AL REGISTRO DELLE IMPRESE S.p.A. e società consortili per azioni s.r.l. e consortili a responsabilità limitata società

Dettagli

Quale tipo di società scegliere per il proprio business

Quale tipo di società scegliere per il proprio business Quale tipo di società scegliere per il proprio business È possibile scegliere la forma giuridica più conveniente all interno di queste quattro categorie: 1) Impresa individuale 2) Società di persone 3)

Dettagli

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015

Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Legnano, 06 Marzo 2015 Alle imprese assistite Oggetto: Il versamento della tassa libri sociali 2015 Entro il 16.3.2015 le società di capitali (spa, srl e sapa) devono provvedere al versamento della tassa

Dettagli

L IMPOSTA DI BOLLO MODALITA OPERATIVE DA SEGUIRE PER LE STRUTTURE

L IMPOSTA DI BOLLO MODALITA OPERATIVE DA SEGUIRE PER LE STRUTTURE DIREZIONE GENERALE CENTRALE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE MARCELLO BONACCURSO TIPO ANNO NUMERO REG. PG / 2013 / 299497 DEL 02 / 12 / 2013 Alle

Dettagli

GB Software Contabilità Aziende

GB Software Contabilità Aziende In collaborazione con Presenta: GB Software Contabilità Aziende per l'azienda che deve gestire internamente la propria contabilità Con il GB Software Contabilità Aziende potrai gestire: 1. CB101 Contabilità

Dettagli

Verbale di adunanza del Collegio sindacale

Verbale di adunanza del Collegio sindacale Verbale di adunanza del Collegio sindacale del. * * * Il giorno.. del mese di dell anno.., alle ore, presso la sede sociale, in. (PC) via.., si è riunito il sottoscritto Collegio sindacale della Società

Dettagli

Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA. In questa Circolare

Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA. In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 16/2014 I TERMINI DI AGGIORNAMENTO DEI LIBRI CONTABILI 2013 E LA LORO TENUTA In questa Circolare 1. I termini per la stampa dei libri contabili 2. Come compilare

Dettagli

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro.

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro. Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di marzo 2012. Cordialmente. Lo Studio ADEMPIMENTI MESE DI MARZO 2012 Giovedì 1 marzo DOCUMENTI FISCALI Archiviazione informatica - Termine di

Dettagli

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano

Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano N. 15/2015 MODALITÀ DI PAGAMENTO DELL'IMPOSTA DI BOLLO SUGLI ATTI EDILIZI PRESENTATI TELEMATICAMENTE Disposizione tecnico

Dettagli

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE

SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE SOCIETA' DI MUTUO SOCCORSO GUIDA AGLI ADEMPIMENTI PER IL REGISTRO DELLE IMPRESE versione aggiornata a ottobre 2013 Pag. 1 di 7 LE SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO L'art. 23 del Decreto Crescita 2.0 (D.L. n. 179

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 19 giugno 2006 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 giugno 2006 Oggetto: Fondi comuni di investimento immobiliare. Modificazioni al regime tributario dei partecipanti. Articolo 1, comma

Dettagli

NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014

NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014 NOTE GENERALI SUL DEPOSITO BILANCIO AL 31.12.2014 Il bilancio d esercizio di srl, spa, sapa, società cooperative, ecc., dopo essere stato approvato, va depositato a cura degli amministratori presso il

Dettagli

2 caso Presentazione da parte del legale rappresentante o da altri soggetti

2 caso Presentazione da parte del legale rappresentante o da altri soggetti PREDISPOSIZIONE BILANCI ED ELENCHI SOCI APRILE 2015 FORMATO PER LA REDAZIONE DEL BILANCIO Versione tassonomia XBRL Secondo quanto previsto dal DPCM 10.12.2008 art. 5, la tassonomia da utilizzare per la

Dettagli

Società di capitali. Forma giuridica

Società di capitali. Forma giuridica Società di capitali Forma giuridica Le società di capitali sono definite tali in quanto in esse prevale l'elemento oggettivo, costituito dal capitale, rispetto a quello soggettivo rappresentato dai soci.

Dettagli

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI 1 APERTURA PARTITA I.V.A. Lo psicologo che svolge in modo abituale e senza vincolo di subordinazione la propria

Dettagli

www.isupporti.it - info@isupportibs.it CCIAA BRESCIA

www.isupporti.it - info@isupportibs.it CCIAA BRESCIA www.isupporti.it - info@isupportibs.it CCIAA BRESCIA Promemoria operativo NON UFFICIALE al 23/04/2014 - sul deposito del Bilancio d'esercizio chiuso al 31/12/2013 BILANCIO L invio ai ns. uffici potrà avvenire,

Dettagli

Informativa per la clientela di studio

Informativa per la clientela di studio Informativa per la clientela di studio N. 01 del 08.01.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Le nuove regole IVA dal 2013 Gentile Cliente, la presente per comunicarle che la Legge di stabilità 2013

Dettagli

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ Scadenzario fiscale FEBBRAIO 2009 Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ 6 VENERDÌ IMPOSTE DIRETTE E Soggetti con partita e cessioni intra-ue relative all anno precedente > 40.000,00

Dettagli

Risoluzione n. 13/E. Roma, 17 gennaio 2006

Risoluzione n. 13/E. Roma, 17 gennaio 2006 Risoluzione n. 13/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 17 gennaio 2006 OGGETTO: Istanza d Interpello ART. 11, Legge 27 luglio 2000, n.212. XX SPA Unico documento contenente estratto di conto

Dettagli

Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti

Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti Area Ambiente e Sicurezza Numerazione e Vidimazione registri di carico e scarico rifiuti Dal 13 febbraio 2008, i registri di carico e scarico rifiuti devono essere numerati e vidimati dalla Camera di Commercio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone Protocollo n. 2012/156146 Modifiche al provvedimento del Direttore dell Agenzia delle entrate del 22 ottobre 2012 di approvazione del modello di comunicazione dei dati per l accesso al finanziamento dei

Dettagli

ASSIREVI. Documento applicativo del principio di revisione (SA Italia) 250B

ASSIREVI. Documento applicativo del principio di revisione (SA Italia) 250B ASSIREVI Documento applicativo del principio di revisione (SA Italia) 250B Luglio 2015 Introduzione L emanazione degli ISA Italia, avvenuta nel dicembre del 2014, ha introdotto il principio (SA Italia)

Dettagli

ASSOCIAZIONE MAESTRI SCI ITALIANI

ASSOCIAZIONE MAESTRI SCI ITALIANI ASSOCIAZIONE MAESTRI SCI ITALIANI Inquadramento civilistico, fiscale, contabile e previdenziale Aspetti generali - La professione di maestro di sci rientra tra le c.d. Professioni intellettuali per le

Dettagli

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012

LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012 LA REGOLARE TENUTA E LA STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI PER L'ANNO 2012 A cura di Celeste Vivenzi Entro il 31 Dicembre 2013 i contribuenti che tengono la contabilità con sistemi meccanografici devono procedere

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ

FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ Circolare informativa per la clientela n. 3/2013 del 31 gennaio 2013 FATTURAZIONE e REGISTRAZIONE delle OPERAZIONI EFFETTUATE dal 1 GENNAIO 2013 NOVITÀ In questa Circolare 1. Normativa Iva nazionale Novità

Dettagli

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 17 giugno 2014 Modalità di assolvimento degli obblighi fiscali relativi ai documenti informatici ed alla loro riproduzione su diversi tipi di supporto -

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE IL DIRETTORE GENERALE Visto il Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico FESR 2007-2013

Dettagli

OGGETTO: Estratti conto delle carte di credito. Imposta di bollo.

OGGETTO: Estratti conto delle carte di credito. Imposta di bollo. RISOLUZIONE N. 160/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 11 novembre 2005 OGGETTO: Estratti conto delle carte di credito. Imposta di bollo. Da più parti è stato chiesto qual è il corretto

Dettagli

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1

I.Ri.Fo.R. - ONLUS. Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 I.Ri.Fo.R. - ONLUS Regolamento per la Gestione Finanziaria vers. 1 CAPO I - BILANCIO DI PREVISIONE Articolo 1 - Principi generali 1. La gestione finanziaria della struttura nazionale e delle strutture

Dettagli

Pagine numerate progressivamente. Non è soggetto a vidimazione È soggetto ad imposta di bollo. Non può essere sezionale

Pagine numerate progressivamente. Non è soggetto a vidimazione È soggetto ad imposta di bollo. Non può essere sezionale L OBBLIGO FISCALE Sancito dal D.P.R. n. 633 del 26/10/72 - Istituzione e disciplina dell'iva - all'art. 39 prevede la conservazione dei registri e dei documenti fiscali a norma dell'art. 22 del D.P.R.

Dettagli