COMUNE DI GATTEO Venerdì, 19 dicembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI GATTEO Venerdì, 19 dicembre 2014"

Transcript

1 COMUNE DI GATTEO Venerdì, 19 dicembre 2014

2 COMUNE DI GATTEO Venerdì, 19 dicembre 2014 Prime Pagine 19/12/2014 Prima Pagina Il Resto del Carlino (ed. Forli) 1 19/12/2014 Prima Pagina La Voce di Romagna (ed. Forli) 2 cultura e turismo 18/12/2014 Cesena Today Redazione Gatto Natale: un nuovo week end di iniziative per grandi e piccoli 3 18/12/2014 Cesena Today Redazione Festività natalizie: domenica concerto all' Oratorio San Rocco a /12/2014 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 15 D' ALTRI VINCENZO Il prefetto Cesari in visita alla Croce Verde 6 19/12/2014 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Pagina 17 PASOLINI ERMANNO Moka Club, addio a zeppe e parrucche 7 sport 19/12/2014 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) Pagina 45 Il "sistema Campedelli Trovato 9 19/12/2014 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) Pagina 15 PAOLO MORELLI Cesena calcio, col nevone del 2012 una frode da mezzo milione 11 economia nazionale 19/12/2014 Il Resto del Carlino Pagina 11 La crisi di Mosca gela anche l' Italia A rischio il turismo degli oligarchi 13 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Entra nel vivo la partita italiana sugli investimenti 15 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 7 Padoan: dalla riduzione del prezzo del petrolio mezzo punto di crescita 17 politica nazionale 19/12/2014 Corriere della Sera Pagina 2 Luigi Offeddu Contenere Mosca, ma non troppo Europa spaccata sulle sanzioni 19 19/12/2014 Corriere della Sera Pagina 5 Ivo Caizzi Crescita, sì al fondo Ue ma è sfida sul deficit 21 19/12/2014 Corriere della Sera Pagina 6 Napolitano e la partita dell' addio Il sostegno al governo /12/2014 Il Resto del Carlino Pagina 6 BONINI EMANUELE Piano Juncker, via libera in salita Piccolo passo sugli investimenti 25 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 10 Renzi: sul Colle non ci saranno problemi 27 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 15 Investimenti ancora in calo, il nodo resta la spesa corrente 29 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 28 Le riforme si misurano nel tempo 30 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 12 TINO OLDANI La Troika non è ancora arrivata, ma la povertà c' è /12/2014 Italia Oggi Pagina 31 Testimoni di giustizia assunti dalle p.a. 34 pubblica amministrazione 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 5 Juncker: mi fido di Renzi, non mi deluderà 35 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 7 Fornitori Pa, l' Iva cambia subito 37 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 15 Edilizia, sarà crisi anche nel /12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 16 Sassuolo spinge la ceramica 41 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 42 Scongiurato l' aumento della Tasi nel /12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 43 I modelli sono 60mila ma è «buio» sul gettito 45 19/12/2014 Il Sole 24 Ore Pagina 44 Edilizia con moduli semplificati 46 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 31 ANDREA MASCOLINI Appalti pubblici, le Asl in gara 48 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 37 GIUSEPPE DEL MEDICO Più trasparenza sul mercato 49

3 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 39 FRANCESCO CERISANO Edilizia, un modello in comune 51 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 39 DARIO FERRARA Incarichi senza copertura, risponde il sindaco o il dirigente 53 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 39 STEFANO MANZELLI Manca il decreto. Ancora congelati i proventi da autovelox degli enti 55 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 40 MATTEO BARBERO Regioni, patto verticale bluff 57 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 41 EUGENIO PISCINO E SANTO FABIANO Anticorruzione low profile 59 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 41 ROMEO FLORIAN Denunce mensili con anomalie 61 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 41 VINCENZO IENNARO Il fondo vincolato crea problemi ai bilanci 62 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 42 PAGINA A CURA DI SILVIA ZINI I demografici cambiano la p.a /12/2014 Italia Oggi Pagina 43 PAGINA A CURA DI ROBERTO LENZI Fondi per un' Europa più giusta 66 19/12/2014 Italia Oggi Pagina 44 Buonuscita all' ex sindaco 68

4 Il Resto del Carlino (ed. Forli) Prima Pagina 1

5 La Voce di Romagna (ed. Forli) Prima Pagina 2

6 18 dicembre 2014 Cesena Today cultura e turismo Gatto Natale: un nuovo week end di iniziative per grandi e piccoli Si avvicina la settimana clou delle festività e Gatteo si prepara con un nuovo week end di iniziative per grandi e piccoli proposte dal comune nell' ambito del ricco programma di Gatto Natale Si parte sabato alle ore nella biblioteca comunale con lo spettacolo per bambini "Il mare blu", a cura del Teatro del Drago. Nel blu delle profondità marine vive un cucciolo di nome Dilo, che, guidato da una stella speciale, conoscerà tutte le meravigliose creature che abitano il suo mondo salato per scoprire qual è il suo ruolo in questo habitat fragile e prezioso che questo spettacolo vuole insegnare ad amare e rispettare. Il mare entrerà dunque magicamente in biblioteca grazie al sapiente e suggestivo lavoro della famiglia Monticelli, famiglia di artisti che si tramandano la sapienza del teatro di figura dalla fine del '700. Lo spettacolo verrà realizzato con un raffinato gioco di veli e ombre insieme alla bravura dell' attrice in scena, già nota al pubblico di Gatteo per avere interpretato Pippi Calzelunghe in "Trecce rosse" in occasione dell' ultima Festa di San Lorenzo. Uno spettacolo da non perdere, dunque, dove l' insegnamento più importante viene dai piccoli, che con la loro voglia di scoprire, di conoscere, di sperimentare, rendono evidente ai grandi, presi nei ritmi frenetici della quotidianitàl' importanza di preservare e difendere quello che è il grande tesoro di tutti, il mare che sta cambiando colore proprio perché in tanti hanno dimenticato quello che il cucciolo Dilo ci ricorderà. A conclusione dello spettacolo la biblioteca offrirà una merenda per augurare a tutti un sereno Natale. Il week end di festa a Gatteo si conclude domenica con il tradizionale concerto natalizio di musica classica, in programma alle ore presso l' Oratorio di San Rocco, a cura dell' associazione Ars et Sonus. Ad esibirsi l' ensemble degli Accademici di San Rocco, che proporrà un repertorio barocco con musiche di D.Zelenka, G.F.Haendel e B.Boismortier. Le iniziative proseguiranno anche nel week end successivo, con il terzo spettacolo per famiglie, in programma questa volta al Centro Auser di Gatteo mare per sabato 27 alle ore 16.30, e con un secondo concerto a cura dell' associazione Ars et sonus, domenica 28 alle ore 16.30, sempre all' Oratorio di San Rocco. Ingresso libero a tutte le iniziative. Per il programma completo degli eventi di Natale consultare il sito oppure visitare le pagine facebook: Biblioteca Comunale G.Ceccarelli o Gatteo mare turismo. Per informazioni: urp / biblioteca / ufficio cultura Continua > 3

7 18 dicembre 2014 < Segue Cesena Today cultura e turismo Redazione 4

8 18 dicembre 2014 Cesena Today cultura e turismo Festività natalizie: domenica concerto all' Oratorio San Rocco a Gatteo L' avvento del Natale porta con sé un' atmosfera festosa che genera il fiorire di concerti e manifestazioni musicali dalle forme più svariate; l' Orchestra Gli Accademici di San Rocco sceglie di partecipare alle imminenti festività regalandoci due concerti, che si terranno domenica e la successiva, 28 dicembre, all' Oratorio San Rocco a Gatteo. Mantenendo uno stampo amichevole ed intimista, adatto anche al bellissimo luogo in cui il concerto avrà scena, domenica sarà protagonista l' Ensemble Barocco dell' Orchestra, che ci calerà nella gioiosa atmosfera tipica della musica barocca regalandoci un viaggio che toccherà varie tappe europee, partendo dalla Germania di J. C. Pepusch e G. P. Telemann, entrambi notevoli compositori, contemporanei del grande maestro Haendel, con il quale ebbero occasione di collaborare; di qui si proseguirà per arrivare in Italia attraverso la musica di A. Ariosti, eclettico compositore che fu anche cantante, organista e violoncellista; infine tappa a Parigi ascoltando una composizione di J. M. Hotteterre. Domenica 28 il Trio dell' Orchestra Gli Accademici di San Rocco eseguirà un concerto di fine anno che avrà in programma composizioni di F. Danzi, M. I. Glinka e L. van Beethoven: sarà dunque un excursus nella musica del primo Romanticismo fra Germania e Russia. I concerti si terranno entrambi alle ore all' Oratorio San Rocco a Gatteo; l' ingresso è libero. Redazione 5

9 Pagina 15 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) cultura e turismo GAMBETTOLA. Il prefetto Cesari in visita alla Croce Verde IL PREFETTO di Forlì Cesena, signora Rosa Erminia Cesari, il vicequestore Vincenzo Minarelli, e i sindaci di Gambettola e Montiano: Roberto Sanulli e Fabio Molari sono intervenuti nella sede della Croce Verde di Gambettola per presenziare all' incontro fra la Pro loco di Balignano e la Croce Verde di Gambettola. Motivo dell' incontro è stato la consegna alla Croce Verde di una parte del ricavato della sagra del baccalà, organizzata il mese scorso dalla Pro loco di Balignano. E' già da alcuni anni che fra la Pro loco e la Croce Verde si è instaurato un proficuo rapporto di collaborazione, ed Ivo Bellavista, presidente della Croce verde, ha ricordato che in passato, con gli aiuti ricevuti dagli amici di Longiano, è stato possibile acquistare attrezzature per il servizio di pubblica assistenza (un manichino per i corsi di pronto soccorso, un automezzo Fiat Doblo per disabili, e in parte per l' acquisto di una ambulanza). Bellavista ha informato il Prefetto delle crescenti difficoltà che incontra l' associazione nello svolgere il lavoro di assistenza, e ha ricordato che i volontari della Croce Verde da 22 anni prestano gratuitamente la loro opera nei territori di Longiano, Gambettola, Roncofreddo, Gatteo e Montiano. Luciano Magnani, presidente della Pro loco di Balignano, a conclusione dell' incontro, ha poi consegnato a Ivo Bellavista un assegno di euro. Vincenzo D' Altri. D' ALTRI VINCENZO 6

10 Pagina 17 Il Resto del Carlino (ed. Cesena) Moka Club, addio a zeppe e parrucche Svolta anni 80 per il gruppo cultura e turismo di ERMANNO PASOLINI MILLE show live in quasi 20 anni di attività musicale che dura in pratica tutto l' anno dalle feste di piazza, ai teatri, ai locali da ballo. E un nuovo disco singolo, un inedito, per la festa del ventennale. Sono i Moka Club, sicuramente il gruppo che ha più seguito in Romagna. Qualcosa come mille fans che ogni sera si spostano per seguire i loro concerti. Il gruppo nacque nel 1995 fondato da Andrea Nardi in arte Tony Mannaja, 42 anni di Cesenatico (basso); Luca Brunelli in arte Jackie Brown, 39 anni di Cesena (percussioni e falsetto); Mirko Bellavista in arte Neil White, 40 anni, di Rimini, (cantante) e Massimo Moretto in arte Mister Lova Lova, 39 anni di Forlimpopoli (tastierista). In tutti questi anni di spettacoli i Moka Club hanno inciso quattro cd: 10 live, Power disco show, Dance machine e One More Time, tutti dischi di cover che hanno presentato nel corso degli anni e nel 2010 il singolo Dancing satellite, il primo brano inedito scritto da loro. Nei giorni scorsi i Moka Club hanno pubblicato il nuovo singolo Balla, il loro primo singolo inedito in italiano con testo di Marco Ballelli, musica e arrangiamenti di Lorenzo Sebastiani, edito da Irma Record, prodotto dai Moka Club e in distribuzione nazionale. Ricordate il primo spettacolo? «Nel pub Santa Fè di Cesenatico vicino alla stazione. Tutti in camicia nera e pantaloni bianchi. Andò bene, anche perché il locale era pieno di genitori, parenti e amici». Quale è la caratteristica che vi ha sempre contraddistinto? «All' inizio facevamo musica rithm' n'blues. Un anno e mezzo dopo ci fu un cambiamento totale, con la scelta di puntare sulla disco music e le cover degli anni '70, adeguandoci anche nell' abbigliamento. Lo stesso che abbiamo usato per diciotto anni. Da quest' anno niente più parrucche, paillettes, scarpe col tacco, pantaloni a zampa di elefante, ma un abbigliamento fluorescente nel puro stile new wave anni 80. Abbiamo cambiato anche genere musicale puntando sulla musica americana degli anni '80 e '90. Poi abbiamo inserito il dj Juri Maru in arte Marruzzella dj che arricchisce il live con i suoi mash up dal vivo. E qui c' è stato il nuovo exploit». Cosa c' è nel futuro dei Moka? «In Romagna sabato saremo al Palarubicone di Savignano, il Capodanno in piazza Saffi a Forlì e il pomeriggio del 1 gennaio in piazza Vesi a Gatteo. Stiamo lavorando sullo spettacolo del 2015 per festeggiare i venti anni di Moka Club». Continua > 7

11 Pagina 17 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Cesena) cultura e turismo Perché solo ora, dopo vent' anni il primo disco in italiano? «Il 2014 è stato l' anno dei grandi cambiamenti e quindi abbiamo deciso di incidere Balla un singolo in italiano per il quale stiamo preparando un balletto e poi lo inseriremo nello spettacolo». PASOLINI ERMANNO 8

12 Pagina 45 Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) sport Denunciati l' ex presidente del Cesena, quello che la Finanza definisce il suo "braccio destro" e 4 imprenditori di Cesenatico. Il "sistema Campedelli Trovato Le ipotesi sono riciclaggio, appropriazione indebita, truffa e frode fiscale. CESENA. Sei nuovi denunciati tra cui spiccano l' ex presidente del Cesena Igor Campedelli e l' imprenditore alberghiero di Gatteo Mare Potito Trovato. Continua a muoversi l' indagine "bis" sulla gestione di Campedelli dell' Ac Cesena tra il 2008 e il L' intento è quello di portare in evidenza le operazioni che hanno, secondo le accuse, fatto sì che Campedelli, ed in questo caso anche Trovato, distogliessero dalle casse della società contanti per fini personali. Questa operazione, denominata "Ippocampo", è la prosecuzione della prima indagine che ha portato al rinvio a giudizio (il 10 aprile 2015 l' udienza davanti al Gip) anche di Maurizio Marin. Che non è chiamato in causa nelle nuove denunce. Nuova strategia. Il capo procuratore Sergio Sottani (che coordina le attività della guardia di finanza di Cesena comandata dal capitano Arturo Tavani) ha cambiato strategia rispetto al passato. La prima inchiesta si era chiusa ad opera della Polizia di stato e sta viaggiando da sola verso il giudizio finale. La seconda terrà invece conto di tutti gli aspetti più fiscali, non strettamente legati alla prima indagine. Sarà quindi un lavoro più lungo e complesso per il quale servirà molto tempo e che muoverà a comparti i suoi passi per poi convogliare in un' unica richiesta di rinvio a giudizio finale. Ipotesi d' accusa. La parte d' indagine giunta al termine nelle scorse settimane e ora in evidenza, riguarda una delle maniere che secondo le accuse è stata utilizzata da Igor Campedelli per togliere soldi al Cesena ed incassarne personalmente. Le ipotesi sono riciclaggio, appropriazione indebita, truffa e frode fiscale. «Trovato aveva il 5% del Cesena». Stanno emergendo ingenti movimenti di denaro che partivano dai conti correnti dell' Ac Cesena Spa e finivano nei conti correnti personali di Igor Campedelli, dopo essere transitati (attraverso una serie di operazioni commerciali fit tizie) sui conti correnti intestati a Potito Trovato o a società da lui amministrate. I "fondi neri" ricavati andavano tutti nei conti sammarinesi di Campedelli o di altre persone del suo entourage. La Guardia di Finanza, dopo una primissima perquisizione nella sede del Cesena risalente al 3 Continua > 9

13 Pagina 45 < Segue Corriere di Romagna (ed. Forlì Cesena) sport febbraio, ha eseguito analoghe perquisizioni e sequestri documentali nei mesi scorsi anche in sedi societarie di Campedelli e Trovato. Sono stati "visitati" anche studi di commercialisti e gli uffici di una fiduciaria milanese che, per le accuse, attraverso una serie di società interposte era la effettiva proprietaria della Ac Cesena Spa. Secondo le ipotesi avanzate dalle fiamme gialle, l' Ac Cesena «era per il 95% di Igor Campedelli e per il 5% di Trovato». Ma sopra la stessa ci stava molto, molto altro. La frode del nevone. Un esempio di co me funzionava quello che i finanzieri indicano come un vero e proprio sistema organizzato da Campedelli e Trovato, si ha nelle denunce staccate nelle ultime settimane. Siamo nel febbraio 2012: Cesena viene sepolta dal nevone. Occorre sgombrare la neve dal Manuzzi e dai campi d' allenamento di Villa Silvia. Per l' accusa, Campedelli e Trovato, tramite una società di quest' ultimo, avevano "appaltato" la rimozione della neve per un importo di circa euro. Quando i contratti di rimozione della neve sono stati firmati, la neve non c' era più in quanto era già stata rimossa. A spalarla, per cifre molto più basse, erano state altre società (e non quella di Trovato che veniva profumatamente pagata) incaricate dallo stesso committente, il Cesena. Alcune di queste società spalatrici non sono nemmeno mai state liquidate per il lavoro. A Villa Silvia, poi, la neve non fu rimossa, con le squadre del Cesena (la prima e le giovanili) che si allenarono a Romagna Centro di Martorano nell' attesa che i campi del Rognoni si sgelassero. Eppure, per questi lavori mai effettuati l' Ac Cesena ha contabilizzato e dichiarato fatture, emesse da una società priva di mezzi e di dipendenti che, a sua volta, ha fittiziamente fatto figurare di essersi avvalsa, per i lavori, di altre imprese/società terze che però, dagli accertamenti, sono risultate anch' esse oggettivamente ed inequivocabilmente prive di qualsivoglia potenzialità operativa. Alcune di queste aziende fatturanti non erano nemmeno attive. La neve da rimuovere così è stata nuovamente fatturata: fatture false per oltre euro che hanno coinvolto l' Ac Cesena Spa, le società di Potito Trovato ed alcune imprese riconducibili a imprenditori operanti a Cesenatico. Quattro dei quali sono stati denunciati. Totale operazione neve: 730mila euro. Spariti dalle casse del Cesena per finire in quelle dei singoli soggetti, è l' ipotesi accusatoria. Attesi altri sviluppi. E' solo il primo esempio di quanto le Fiamme Gialle stanno studiando sulle carte. I finanzieri stanno ora allungando la visione a tutte le società di Campedelli, che in qualche maniera sono entrate a far parte del "giro Ac Cesena", per operazioni finanziarie fatte solo per consentire all' allora presidente del club bianconero e a quello che le fiamme gialle hanno definito "il suo braccio destro" (Potito Trovato, appunto) di impossessarsi del denaro presente nei conti dell' Ac Cesena. Fondi neri a San Marino. Il lavoro sarà più lungo del prevedibile anche perché la Finanza ha anche identificato i conti di transito di questi "fondi neri". Fondi che sono stati individuati nel paradiso fiscale più vicino (la Repubblica di San Marino) e per il computo dei quali e il rintraccio di tutte le operazioni serve un lavoro in rogatoria. 10

14 Pagina 15 Il Resto del Carlino (ed. Forlì) sport Cesena calcio, col nevone del 2012 una frode da mezzo milione di PAOLO MORELLI IL LAVORO degli investigatori della Guardia di Finanza di Cesena sui conti del Cesena Calcio (gestione Igor Campedelli) è lungo e meticoloso, ma comincia a dare risultati: quella che è stata denominata Operazione Ippocampo' ha portato all' apertura da parte della Procura della Repubblica di Forlì di due procedimenti penali nei confronti dell' ex presidente Igor Campedelli, 40 anni, di Gatteo, e di Potito Trovato, imprenditore turistico di 44 anni originario di Pavia ma da tempo residente a Gatteo, considerato il suo braccio destro. Secondo gli accertamenti eseguiti dalla Finanza, la proprietà effettiva del Cesena Calcio da fine 2007 agli ultimi giorni del 2012 (quando la gestione tornò nelle mani di Giorgio Lugaresi) era riconducibile a Campedelli per il 95% e a Trovato per il residuo 5% attraverso una serie di società incastrate una nell' altra e controllate da una fiduciaria milanese. I reati ipotizzati a loro carico dal procuratore della Repubblica Sergio Sottani, che segue personalmente l' indagine, non sono di poco conto: riciclaggio di denaro, appropriazione indebita, truffa e frode fiscale per importi milionari. ESAMINANDO i documenti sequestrati presso la sede del Cesena Calcio e di altre aziende ricorducibili ai due indagati e incrociando i dati, sono emersi numerose operazioni attraverso le quali cospicue somme venivano dirottate dalle casse del Cesena Calcio ai conti di società facenti capo a Potito Trovato e poi finivano a San Marino in conti correnti ricorducibili allo stesso Trovato e a Igor Campedelli. TRA LE NUMEROSE operazioni sulle quali s' è appuntata l' attenzione della Finanza c' è quella dello sgombero della neve dallo stadio Dino Manuzzi e dall' impianto per gli allenamenti di Villa Silvia in occasione del nevone' del febbraio 2012: la neve fu rimossa dal campo da gioco dello stadio da personale ingaggiato direttamente dall' Ac Cesena e da volontari con un investimento limitato, mentre a Villa Silvia la neve non fu spalata e gli allenamenti si svolsero in altri impianti. Il 16 febbraio, quando la neve era già stata rimossa, però, Campedelli e Trovato sottoscrissero due contratti per sgombero e rimozione neve' dallo stadio e dal centro di allenamento per un importo di circa 230mila euro che furono regolarmente pagati dal Cesena Calcio. Anzi, attraverso un ulteriore giro di fatture emesse da imprenditori e società della zona di Cesenatico che hanno gonfiato l' importo dello sgombero della neve fino a mezzo milione di euro! Per questo vorticoso giro di fatture false per lo sgombero della neve sono già state denunciate altre quattro persone. L' OPERAZIONE sgombero e rimozione neve' non è che uno dei molteplici aspetti delle attività che, secondo gli accertamenti compiuti dalla Guardia di Finanza, hanno portato a una sistematica sottrazione di ingenti somme dalle casse del Cesena Calcio che, dopo qualche passaggio in Italia, sarebbero finite su alcuni conti della Repubblica di San Marino che, grazie alla collaborazione delle autorità sammarinesi, sono già stati individuati. GLI ACCERTAMENTI della Guardia di Finanza stanno ora proseguendo in altre direzioni perché Continua > 11

15 Pagina 15 < Segue Il Resto del Carlino (ed. Forlì) sport operazioni sospette sono state individuate in parecchi settori. In particolare vengono ricostruiti i movimenti legati alla compravendita dei calciatori, con particolare riguardo a quelli stranieri, e al ruolo dei procuratori. Ci sono diversi conti che non tornano per milioni di euro e l' obiettivo è verificare dove sono finiti i milioni di euro che mancano all' appello. Secondo quanto riportato da Wikipedia, alla fine dei cinque anni della gestione Campedelli (particolarmente felice dal punto di vista sportivo poiché portò il Cesena dalla serie C1 alla serie A) i debiti avevano raggiunto la cifra record di 35 milioni di euro. Alcuni calciatori (tra i quali Nagatomo e Lauro) sarebbero già stati sentiti dai finanzieri, altri lo saranno nelle prossime settimane. Ma la parte più interessante potrebbe essere quella riguardante i procuratori. PAOLO MORELLI 12

16 Pagina 11 Il Resto del Carlino economia nazionale La crisi di Mosca gela anche l' Italia A rischio il turismo degli oligarchi Da Deripaska alla Medvedeva, i paperoni innamorati del Bel Paese. Pino Di Blasio ROMA «SIAMO già a 120 milioni di euro di perdite, il rublo non riesce ad arrestare la sua caduta libera. La falla nei bilanci si allarga per chi vende prodotti in Russia e va a convertire i ricavi in euro. Non possiamo certo adeguare i prezzi all' andamento della valuta, oggi siamo a 75,7 rubli per un euro, pochi mesi fa eravamo a 40». Domenico Simone, già direttore generale del gruppo Menarini, una delle aziende italiane che investono di più in Russia con uno stabilimento produttivo di farmaceutici a 120 chilometri da Mosca, annuncia l' ora delle decisioni per cercare di tappare la voragine. «La fuga dalla Russia non è un' ipotesi allo studio dice anticipando la sintesi delle decisioni aziendali ma dobbiamo mettere i motori al minimo e vedere come si evolve la situazione». Assieme alla Ferrero e a tante aziende della meccanica, della moda e dell' agroalimentare, Menarini è una delle imprese che più collaborano ai 26 miliardi di euro di interscambio (10,5 di export) tra Roma e Mosca. «È interesse di tutti che la crisi finanziaria ha avvertito il ministro per l' economia Pier Carlo Padoan venga fermata e che la situazione sia stabilizzata. Ci sono imprese italiane con forti legami con la Russia, è importante che le autorità russe abbiano adottato misure per la stabilità del cambio». TREMANO anche i grandi alberghi, i ristoranti stellati, i porti e le agenzie immobiliari di alta gamma. Perché è l' Italia, e soprattutto la Toscana, il paradiso delle dacie per gli oligarchi russi, per i miliardari dell' élite vicini al potere e al Cremlino. QUALCHE MESE fa il petroliere e banchiere German Borisovich Khan ha acquistato Villa Feltrinelli all' Argentario per 18 milioni di euro. Mentre poco prima un altro magnate russo aveva rilevato l' Aiola, l' azienda vinicola nel Chianti senese che apparteneva a Giovanni Malagodi, patriarca del Pli. Oltre agli acquisti, milioni di euro spesi per party da marajah. Come quello del banchiere moscovita che ha affittato in primavera Villa Le Maschere, un resort di lusso creato in una villa del Cinquecento dei Medici. Ai suoi ospiti, offrì un volo in elicottero a Montalcino per bere Brunello e una serie di giri in pista sull' autodromo del Mugello. Costo del compleanno, oltre un milione di euro. MONTECATINI e Forte dei Marmi sono i luoghi preferiti degli oligarchi di Putin. L' anno scorso, mentre il marito festeggiava il passaggio di consegne e la rielezione di Putin, la first lady Svetlana Medvedeva passava le giornate in un hotel di lusso a Montecatini, con 18 stanze prenotate per lei e il seguito. In Versilia un magnate russo ha acquistato due anni fa una mega villa con parco per 16 milioni di euro. E Continua > 13

17 Pagina 11 < Segue Il Resto del Carlino economia nazionale nella zona di Roma Imperiale, l' area di Forte dei Marmi che piace più ai russi, ha una sua dacia Oleg Deripaska, capo di un impero che va dall' alluminio agli aerei, assieme ai familiari di Boris Eltsin. Se la crisi del rublo e il crollo del barile di petrolio spaventano gli operatori del turismo, traballano anche le previsioni di investimenti. Tra un mese è prevista l' apertura di uno stabilimento per robot e meccanica di precisione, di proprietà del gruppo russo americano Diakont, che dovrebbe assumere un centinaio di persone nel centro Italia. Si incrociano le dita per evitare che l' altalena del rublo faccia sfumare anche questo progetto. 14

18 Pagina 5 Il Sole 24 Ore economia nazionale Entra nel vivo la partita italiana sugli investimenti L' ANALISI Il convoglio italiano da agganciare al treno europeo degli investimenti è pronto, ma prima di tutto vanno chiariti alcuni aspetti tutt' altro che secondari, oggetto da settimane della trattativa in sede europea. Il via libera «politico» da parte del vertice europeo era dato per scontato. Ora si aprono i giochi. La richiesta di partenza, avanzata dall' Italia, perché nel comunicato finale si facesse esplicito riferimento alla possibilità di scorporare le spese per investimenti produttivi dal calcolo del deficit ha causato la prevedibile resistenza della Germania. E dunque si ragiona al momento solo delle quote dei conferimenti nazionali al Fondo europeo. Non è molto, ma se si guarda al bicchiere mezzo pieno è comunque una novità. Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan rivendicano il merito di aver contribuito, nel semestre a guida italiana della Ue, a un cambio di passo. Quanto meno, se pur nei limiti di uno strumento tuttora da definire, nei tempi ancora incerti di realizzazione e nell' esiguità delle risorse iniziali (21 miliardi), il tema centrale degli investimenti è stato posto in cima all' agenda. La tesi che gli sherpa governativi stanno esponendo in questi giorni ai partner europei è che un eventuale fallimento del Piano Juncker sarebbe una grave sconfitta politica. Ecco perché quel piano va difeso e sostenuto. Gli interrogativi sono molteplici: come verranno allocate le risorse, che nei programmi di Juncker dovrebbero lievitare fino a 315 miliardi in tre anni? Emerge poi una questione di governance: chi siederà nel board del Fondo? Quanto ai tempi, se si immagina (ad essere ottimisti) che il Fondo sarà effettivamente operativo in sei mesi, cosa si fa nel frattempo? La proposta italiana è che si proceda comunque sulla strada "ordinaria" attraverso un maggiore e più incisivo ruolo della Bei. Il compromesso raggiunto ieri sera conferma l' esclusione dal calcolo del deficit solo per i contributi pubblici nazionali al Fondo, mentre la valutazione sull' ulteriore flessibilità da concedere all' intera categoria degli investimenti cofinanziati dalla Ue vi sarà in gennaio. Non è l' unico fronte aperto. La trattativa con Bruxelles cammina in parallelo su altre due direttrici: la valutazione da parte della Commissione del percorso in progress di attuazione delle riforme, la divergenza che permane sull' entità del deficit strutturale nel Nell' ultima riunione dell' Eurogruppo, la questione è emersa con assoluta evidenza. Nel testo finale con cui i ministri hanno condiviso la decisione della Commissione di rinviare a marzo il "verdetto" finale sui conti italiani si continua a sostenere che l' aggiustamento strutturale non va oltre lo 0,1% del Pil, contro lo 0,5% richiesto dall' attuale disciplina di bilancio. Di contro, il governo ribadisce che la riduzione del saldo è dello 0,3 per cento. E rinnova le sue riserve sui criteri utilizzati per misurare l'«output gap». Renzi e Padoan ne sono perfettamente consapevoli: occorre ribaltare il persistente pregiudizio negativo sulla reale capacità del nostro di paese di applicare le riforme approvate dal Parlamento. Non è un caso che ieri Padoan abbia confermato la data del 24 dicembre per il varo dei primi provvedimenti attuativi della legge delega sul lavoro. Continua > 15

19 Pagina 5 < Segue Il Sole 24 Ore economia nazionale RIPRODUZIONE RISERVATA Dino Pesole. 16

20 Pagina 7 Il Sole 24 Ore economia nazionale Previsioni. «Nel 2015 ripresa debole ma si rafforzerà» Padoan: dalla riduzione del prezzo del petrolio mezzo punto di crescita roma Per un' economia in recessione, che nel 2015 riprenderà a crescere ma non oltre un modesto 0,5%, il prezzo del petrolio a 60 dollari (se persisterà) può essere «una notizia più che buona, che vale lo 0,5% di crescita in più. Con l' aria che tira, è molto importante». Per una volta, dunque, potrebbe venire in soccorso un tangibile e duraturo calo della bolletta energetica per effetto del crollo del prezzo del petrolio, secondo l' auspicio espresso ieri dal ministro dell' Economia, Pier Carlo Padoan, nel corso del suo intervento al congresso della Legacoop. La previsione per i prossimi trimestri è di una «crescita debole che via via si andrà rafforzando». Difficile al momento prevederne l' andamento. Si può ottimisticamente sperare che non si tratti di una ripresa ciclica, ma anche di un «cambiamento nella struttura economica del Paese». Occorre del tempo perché l' effetto delle riforme e delle misure "espansive" inserite nella manovra all' esame del Senato siano tangibili. «C' è bisogno di stabilità osserva Padoan ma anche di un orizzonte di medio, lungo termine». Persistono forti tensioni, connesse alla crisi greca e al forte deprezzamento del rublo. Nessun rischio di contagio per l' Italia, in ogni caso: «Lo vediamo dai rendimenti dei titoli pubblici, cosa che faccio tutti i giorni». E poi la Grecia del «non è la stessa del Ha fatto enormi sforzi di aggiustamento». Per quel che riguarda la Russia, si è all' inizio di una vera e propria crisi finanziaria. «È interesse di tutti che tutto questo venga fermato e che la situazione sia stabilizzata». Lo è in particolare per l' Italia, in ragione dei forti legami commerciali con la Russia: «È importante che le autorità russe abbiano adottato misure per la stabilità del cambio». Nel giorno in cui il Consiglio europeo affronta il tema decisivo degli investimenti, Padoan sottolinea come il piano Juncker vada «nella giusta direzione». Restano da chiarire diversi aspetti oggetto appunto del confronto a Bruxelles con in primo piano la questione dello scomputo degli investimenti dai vincoli del Patto di stabilità. Se l' Italia continua a chiedere questa sorta di «mini golden rule», dalla Commissione finora è giunto solo un segnale di disponibilità a valutare lo scorporo dal calcolo del deficit limitatamente alle quote nazionali che confluiranno nel Fondo. Quanto all' auspicata flessibilità, Padoan ribadisce che decisiva è la velocità di attuazione delle riforme, aspetto cui Bruxelles guarda con particolare attenzione. «Confermo che il 24 mattina ci sarà la riunione del Consiglio dei ministri per il varo dei decreti attuativi della riforma del mercato del lavoro». In sostanza, il governo, anche in Continua > 17

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI

QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI 934 QUELL INUTILE GUERRA A PUTIN CHE PUÒ COSTARCI 3 MILIARDI R. Brunetta per Il Giornale 14 giugno 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà -

Dettagli

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO

REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. COSÌ È NATO L EURO TEDESCO 943 REGOLAMENTI E PATTI TRUFFA. R. Brunetta per Il Giornale 5 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 2 Di imbrogli,

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra:

Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un esame del DdL n. 1385 e connessi non può esimersi dal considerare il contesto in cui tale disegno è nato e i vincoli che esso incontra: Un primo vincolo è rappresentato dalla sentenza della Corte Costituzionale

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 20 marzo 2015 (OR. en) EUCO 11/15 CO EUR 1 CONCL 1 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Oggetto: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Riunione del Consiglio

Dettagli

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI

CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI FORUM PA 2014 Roma, 27 maggio 2014 CINQUE IDEE PER LA P.A. DI DOMANI PERCHÉ UNA P.A. DI TUTTI HA BISOGNO DI TUTTI 1 - TRASPARENZA 2.0 Per render conto ai cittadini Garantire l'accessibilità totale Siamo

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA

PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA PACCHETTO DI SOSTEGNO ALL UCRAINA Il presente documento contiene le principali misure concrete a breve-medio termine proposte dalla Commissione per contribuire a stabilizzare

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA

L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA L ATTUAZIONE DELLA LEGGE 56/14: IL RIORDINO DELLE FUNZIONI DELLE PROVINCE E DELLE CITTA METROPOLITANE E L ACCORDO IN CONFERENZA UNIFICATA Roma 3 luglio 2014 PREMESSA La legge 7 aprile 2014, n. 56, Disposizioni

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli