FCI di diritto francese CARIGE PROTETTO 90. al 30 dicembre 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FCI di diritto francese CARIGE PROTETTO 90. al 30 dicembre 2011"

Transcript

1 FCI di diritto francese CARIGE PROTETTO 90 RENDICONTO ANNUALE al 30 dicembre 2011 Società di gestione: Natixis Asset Management Depositaria: Caceis Bank Revisore dei conti: PriceWaterhouseCoopers Audit Natixis Asset Management 21, quai d Austerlitz Paris Cedex 13 Francia - Tel.: +33 (0) Società anonima con capitale di ,76 euro - RCS Parigi APE 671C

2 INDICE 1. Relazione sulla gestione 3 2. Informazioni di carattere normativo 4 3. Certificazione del revisore legale dei conti 5 4. Conti dell'esercizio 7 2

3 1. RELAZIONE SULLA GESTIONE Il Fondo è stato costituito il 24 settembre 2010 con un periodo di commercializzazione fino al 2 dicembre L'obiettivo di gestione è offrire agli investitori, alla scadenza del Fondo, il 4 dicembre 2015, il 90% del valore patrimoniale netto più elevato calcolato sull'intera durata. La strategia d'investimento del Fondo consiste nell'utilizzare le tecniche di copertura del portafoglio basate su una modifica periodica della proporzione di attivi a rischio e privi di rischio. Il disastro naturale in Giappone e il vento di rivoluzione che attraversa il Medio Oriente hanno messo in evidenza il carattere instabile del mondo. Mentre la ripresa economica iniziava a consolidarsi, questi due eventi hanno provocato il rialzo delle materie prime, suscitando inquietudine sulle prospettive economiche mondiali. La perdita del rating "AAA" americano e le cattive notizie macroeconomiche dall'altro lato dell'atlantico hanno riacceso i timori di una nuova recessione negli Stati Uniti, provocando una brutale correzione di rotta delle borse mondiali nel mese di agosto. La crisi del debito greco e lo spettro del contagio all'insieme dei Paesi membri, i piani di austerità e la perdita della tripla A di alcuni Paesi membri lasciano presagire una recessione nella zona euro. Nel periodo di commercializzazione il Fondo ha adottato una gestione monetaria. Dopo tale periodo, il Fondo sarà investito, con una gestione dinamica, in OICVM di diverse classi di attivi considerati come a rischio e privi di rischio. Il meccanismo di copertura ha consentito, nel periodo compreso tra il 1 o luglio 2011 e il 26 agosto 2011, di premunirsi contro un netto ribasso dei mercati azionari: il Fondo ha subito una perdita di - 2,77%, a fronte di -22,95% per il CAC 40, -23,83% per Eurostoxx 50, -12,16% per S&P 500, - 10,85% per Nikkei 225 e -14% per Hang Seng. La performance del Fondo dalla sua creazione al 30/12/2011 è di -2,55%. La performance del Fondo dal 31/12/2010 al 30/12/2011 è di -2,52%. Le performance passate non sono indicative di quelle future. 3

4 2. INFORMAZIONI DI CARATTERE NORMATIVO PROCEDURA DI SELEZIONE E VALUTAZIONE DEGLI INTERMEDIARI E DELLE CONTROPARTI Nel quadro del rispetto dell'obbligo di esecuzione al meglio da parte della Società, la selezione e il controllo degli intermediari di titoli a reddito fisso, dei broker di azioni e delle controparti avvengono tramite un processo specifico. Gli intermediari di titoli a reddito fisso sono accreditati dal Comitato di rischio. Tale comitato ha anche l incarico delle attività di controllo. I broker di azioni seguono un processo di rating e classificazione definito dalla Direzione gestioni. Tale processo è convalidato dalla Direzione rischi. I gestori dispongono di un elenco di broker di azioni autorizzati. Un analisi semestrale riordina l elenco dei broker e propone eventuali nuovi inserimenti (motivandoli) e l esclusione di altri. Ai broker di azioni viene assegnato un voto basato sui seguenti criteri: - qualità della ricerca - qualità dei costi di realizzazione degli ordini - liquidità offerta - durata dell'intermediario - qualità della valutazione Le controparti seguono le Regole di idoneità degli emittenti e sono oggetto di analisi e autorizzazione da parte del Comitato di rischio nell'ambito della procedura definita dalle Regole di idoneità. In linea generale, il Comitato di rischio della Società di gestione si pronuncia sulla selezione di nuovi intermediari o sull esclusione di altri, motivando ciascuna decisione. Il documento che illustra modalità di esecuzione degli ordini e selezione della società di gestione è disponibile sul sito Internet ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO I dettagli delle modalità con cui la società di gestione intende esercitare i diritti di voto associati ai titoli in portafoglio possono essere consultati presso la sede o sul sito Internet RETROCESSIONE DELLE SPESE DI GESTIONE Nel quadro del rispetto delle migliori prassi applicabili alla gestione del portafoglio, le disposizioni dell'articolo del Règlement Général de l Autorité des marchés financiers vietano la retrocessione alla società di gestione di spese di gestione o di sottoscrizione e di rimborso a titolo di investimenti realizzati da quest'ultima per conto del Fondo in quote o azioni di un OICVM o di un fondo d investimento. La società di gestione dell'oicvm ha adottato le misure necessarie affinché l insieme delle retrocessioni sia imputato direttamente al Fondo. SPESE DI INTERMEDIAZIONE I dettagli delle condizioni alle quali la società di gestione ha fatto ricorso a servizi di aiuto alla decisione di investimento e di esecuzione di ordini durante l'esercizio 2011 possono essere consultati sul sito Internet ALTRE INFORMAZIONI Il prospetto completo o il prospetto informativo dell'oicvm è disponibile presso la società di gestione, nella sua sede o all'indirizzo 4

5 3. CERTIFICAZIONE DEL REVISORE LEGALE DEI CONTI RELAZIONE DEL REVISORE DEI CONTI SUI CONTI ANNUALI Primo esercizio di 15 mesi chiuso il 30 dicembre 2011 CARIGE PROTETTO 90 Fondo comune d'investimento Disciplinato dal Code monétaire et financier (Codice monetario e finanziario) Società di gestione NATIXIS ASSET MANAGEMENT 21, quai d'austerlitz Paris Gentili signore, egregi signori, Adempiendo all incarico conferitoci dalla Direzione della società di gestione, vi presentiamo la nostra relazione dell esercizio di 15 mesi chiuso il 30 dicembre 2011 riguardante: - la verifica dei conti annuali del fondo comune di investimento CARIGE PROTETTO 90, così come sono allegati alla presente relazione; - la motivazione delle nostre valutazioni; - le verifiche e le informazioni specifiche previste dalla legge. I conti annuali sono stati chiusi sotto la responsabilità della società di gestione. È nostro compito, sulla base dell attività di audit, esprimere un opinione su tali conti. 1. OPINIONE SUI CONTI ANNUALI Abbiamo svolto la nostra verifica sulla base delle norme professionali applicabili in Francia; tali norme prevedono l'applicazione di controlli che consentano di ottenere una garanzia ragionevole circa l assenza nei conti annuali di anomalie significative. Un audit prevede l analisi, tramite campionamenti o altri metodi di selezione, degli elementi che giustifichino gli importi e le informazioni presenti nei conti annuali. Prevede inoltre la valutazione dei principi contabili e le stime significative adottati per la presentazione generale dei conti. Riteniamo che gli elementi raccolti siano sufficienti e idonei a formulare il nostro giudizio. Certifichiamo che i conti annuali sono, in merito a regole e principi contabili francesi, regolari e veritieri e che offrono un immagine fedele degli utili delle operazioni svolte durante l esercizio trascorso, così come della situazione finanziaria e del patrimonio del Fondo a fine dell esercizio in questione. 2. MOTIVAZIONE DELLE NOSTRE VALUTAZIONI Ai sensi dell'articolo L del Code de commerce relativo alla motivazione delle nostre valutazioni, desideriamo informarvi che le valutazioni che abbiamo realizzato riguardano l'adeguatezza dei principi contabili applicati, nonché la ragionevolezza delle stime significative adottate. PricewaterhouseCoopers Audit, SA, 63, rue de Villiers, Neuilly-sur-Seine Cedex Tel.: +33 (0) , Fax: +33 (0) , Società di revisione contabile iscritta all'albo professionale dell'ordine di Parigi/Ile-de-France. Società di revisori contabili, membro della Compagnia regionale di Versailles. Société Anonyme con capitale di Sede sociale: 63, rue de Villiers, Neuilly-sur-Seine. RCS Nanterre IVA n o FR Siret Codice APE 6920 Z. Uffici: Bordeaux, Grenoble, Lilla, Lione, Marsiglia, Metz, Nantes, Nizza, Parigi, Poitiers, Rennes, Rouen, Strasburgo, Tolosa. 5

6 CARIGE PROTETTO 90 Pagina 2 Le valutazioni così fornite si inseriscono nel lavoro di verifica dei conti annuali, analizzati nel loro insieme, e hanno così contribuito alla formulazione della nostra opinione, espressa nella prima parte di questa relazione. 3. VERIFICHE E INFORMAZIONI SPECIFICHE Abbiamo inoltre effettuato, conformemente alle norme di esercizio professionale applicabili in Francia, alcune specifiche verifiche previste dalla normativa. Non abbiamo osservazioni da formulare in merito alla correttezza e all uniformità con i conti annuali delle informazioni riportate nel rendiconto annuale e nei documenti rivolti agli azionisti sulla situazione finanziaria e sui conti annuali. Neuilly sur Seine, 30 marzo 2012 Il revisore dei conti PriceWaterhouseCoopers Audit Didier Bénâtre 6

7 4. CONTI DELL'ESERCIZIO BILANCIO in EURO ATTIVITÀ 30/12/2011 Immobilizzazioni nette Depositi Strumenti finanziari ,10 Azioni e valori assimilati Negoziati su un mercato regolamentato o assimilato Non negoziati su un mercato regolamentato o assimilato Obbligazioni e valori assimilati ,30 Negoziati su un mercato regolamentato o assimilato ,30 Non negoziati su un mercato regolamentato o assimilato Titoli di credito Negoziati su un mercato regolamentato o assimilato Titoli di credito negoziabili Altri titoli di credito Non negoziati su un mercato regolamentato o assimilato Organismi d investimento collettivo ,80 OICVM europei coordinati e OICVM francesi a vocazione generale ,80 OICVM riservati a determinati investitori - FCPR - FCIMT Fondi d investimento e FCC quotati Fondi d investimento e FCC non quotati Operazioni temporanee su titoli Crediti rappresentativi di titoli ottenuti come pronti contro termine Crediti rappresentativi di titoli concessi in prestito Ottenimento in prestito di titoli Titoli ceduti come pronti contro termine Altre operazioni temporanee Strumenti finanziari a termine Operazioni su un mercato regolamentato o assimilato Altre operazioni Altri strumenti finanziari Crediti Operazioni di cambio a termine di valute Altro Conti finanziari 4.134,77 Liquidità 4.134,77 Totale attività ,87 7

8 PASSIVITÀ Patrimonio netto 30/12/2011 Capitale ,08 Utile riportato Utile ,31 Totale patrimonio netto (= importo rappresentativo dell attivo netto) Strumenti finanziari Operazioni di cessione su strumenti finanziari Operazioni temporanee su titoli Debiti rappresentativi di titoli ceduti come pronti contro termine Debiti rappresentativi di titoli ottenuti in prestito Altre operazioni temporanee Strumenti finanziari a termine Operazioni su un mercato regolamentato o assimilato Altre operazioni ,77 Debiti ,10 Operazioni di cambio a termine di valute Altro ,10 Conti finanziari Debiti bancari correnti Prestiti Totale passività ,87 8

9 FUORI BILANCIO in EURO 30/12/2011 Operazioni di copertura Impegno sui mercati regolamentati o assimilati Impegno sui mercati over-the-counter Altri impegni Altre operazioni Impegno sui mercati regolamentati o assimilati Impegno sui mercati over-the-counter Altri impegni 9

10 CONTO ECONOMICO in EURO 30/12/2011 Proventi da operazioni finanziarie Proventi da depositi e conti finanziari Proventi da azioni e valori assimilati Proventi da obbligazioni e valori assimilati Proventi da titoli di credito Proventi da acquisizioni e cessioni temporanee di titoli 2.177,88 Proventi da strumenti finanziari a termine Altri proventi finanziari Totale (1) 2.177,88 Oneri da operazioni finanziarie Oneri da acquisizioni e cessioni temporanee di titoli Oneri da strumenti finanziari a termine Oneri da debiti finanziari 334,83 Altri oneri finanziari Totale (2) 334,83 Utili da operazioni finanziarie (1-2) 1.843,05 Altri prodotti (3) Spese di gestione e stanziamenti per ammortamenti (4) ,43 Utili netti di esercizio ( ) ,38 Regolarizzazione degli utili di esercizio (5) ,93 Acconti versati a titolo dell esercizio (6) Utili ( ) ,31 10

11 ALLEGATO CONTABILE NORME E METODI CONTABILI I conti annuali sono stabiliti conformemente alle disposizioni previste dal regolamento del comitato di regolamentazione contabile N modificato relativo al piano contabile degli OICVM. Vigono i principi generali della contabilità: - immagine fedele, comparabilità, continuità dell'attività, - regolarità, sincerità, - prudenza, - permanenza dei metodi da un esercizio all'altro. La valuta di riferimento della contabilità del portafoglio è l'euro. La durata dell'esercizio è di 15 mesi. A - NORME PER LA VALUTAZIONE DELLE ATTIVITÀ Il portafoglio del FCI viene valutato al momento della determinazione del valore patrimoniale netto e del consuntivo, al prezzo di chiusura. I conti annuali del FCI sono stabiliti sulla base dell'ultimo valore patrimoniale netto dell'esercizio. Il FCI è conforme alle regole e ai metodi contabili prescritti dalla normativa vigente ed in particolare al piano contabile degli OICVM che, alla data di edizione del prospetto, sono le seguenti: Le azioni Le azioni francesi sono valutate sulla base del valore di chiusura se si tratta di valori ammessi su un sistema a regolamento differito o su un mercato a pronti. Le azioni estere sono valutate in base al valore di chiusura della Borsa di Parigi qualora tali valori siano quotati a Parigi o dell'ultimo giorno del loro mercato principale convertito in euro in base alla quotazione WMR della valuta al giorno della valutazione. Le obbligazioni Le obbligazioni sono valutate in base a una media delle quotazioni ottenute giornalmente dai market maker e convertite, se necessario, in euro in base al WMR della valuta al giorno della valutazione. I valori mobiliari I valori mobiliari il cui prezzo non sia stato quantificato il giorno della valutazione o il cui prezzo sia stato modificato, sono valutati, sotto la responsabilità della Società di gestione, al loro valore probabile di negoziazione. Per i valori mobiliari non quotati o quelli il cui prezzo non è stato quotato al giorno della valutazione, nonché per gli altri elementi del bilancio, la società di gestione corregge la loro valutazione in funzione delle variazioni che gli eventi in corso rendono probabili. Tali valutazioni e la loro motivazione sono comunicati al revisore dei conti in occasione dei suoi controlli. I valori esteri sono convertiti in controvalore in euro in base alla quotazione delle valute WMR al giorno della valutazione. Gli OICVM Le quote o azioni di OICVM sono valutate in base all'ultimo valore patrimoniale netto conosciuto. Gli OICVM esteri che si valorizzano in tempi incompatibili con la definizione del valore patrimoniale del FCI sono valutati sulla base di stime fornite dagli amministratori di tali organismi sotto il controllo e la responsabilità della società di gestione. Titoli di credito negoziabili (TCN): I titoli di credito negoziabili sono valutati in base alle seguenti regole: 11

12 - i BTAN e i BTF sono valutati in base a una media delle quotazioni constatate presso i market maker, - i titoli di credito a tasso variabile non quotati sono valutati al prezzo di costo corretto delle eventuali variazioni dello spread di credito, - gli altri titoli di credito negoziabili a tasso fisso (certificati di deposito, carte commerciali, buoni degli istituti finanziari...) sono valutati in base al prezzo di mercato. In assenza di prezzo di mercato incontestabile, i TCN sono valutati applicando una curva di tasso, corretta, se necessario, con un margine calcolato in base alle caratteristiche del titolo (dell emittente). Tuttavia, i titoli di credito negoziabili la cui durata residua è inferiore o uguale a 3 mesi sono valutati in modo lineare. Le acquisizioni e cessioni temporanee di titoli I contratti di cessione e acquisizione temporanea su valori mobiliari e operazioni simili sono valorizzati nel corso del contratto, rettificando i dati con eventuali richieste di copertura (valorizzazione secondo le condizioni previste dal contratto). Per i valori mobiliari non quotati o quelli il cui prezzo non è stato quotato al giorno della valutazione, nonché per gli altri elementi del bilancio, la Direzione della Società di gestione corregge la loro valutazione in funzione delle variazioni che gli eventi in corso rendono probabili. Alcune operazioni a tasso fisso di durata superiore ai tre mesi possono essere valutate al prezzo di mercato. Operazioni a termine fisso e condizionato organizzate I prodotti derivati elencati in un mercato strutturato sono valutati in base al corso di compensazione. I swap Gli asset swap sono valorizzati in base al prezzo di mercato in funzione della durata di vita residuale dell'asset e in base alla valorizzazione dello spread di credito dell'emittente (o all'evoluzione del suo rating). Gli asset swap di durata inferiore o pari a 3 mesi sono valutati secondo il metodo lineare, salvo eventi eccezionali di mercato. Gli asset swap con durata residua superiore a 3 mesi sono valutati al prezzo di mercato in base agli spread indicati dai market maker. In assenza di market maker, gli spread saranno recuperati con ogni mezzo presso i fornitori d'informazioni disponibili. Gli altri swap sono valutati in base alle seguenti regole: Gli swap di durata inferiore o pari a 3 mesi sono valutati secondo il metodo lineare. Gli swap di durata residua superiore ai 3 mesi sono valutati tramite il metodo del tasso di ritorno secondo una curva zero coupon. Gli strumenti complessi, quali i CDS, i SES o le opzioni complesse, vengono valorizzati in funzione della loro tipologia in base a un metodo opportuno. I cambi a termine Sono valutati alla quotazione delle valute al giorno della valutazione, tenendo conto dell'ammortamento del riporto/deporto. 12

13 A - Impegni sui mercati a termine fisso 1 - Future Impegno = corso di compensazione x valore nominale del contratto x quantità. Fa eccezione l'impegno sul contratto EURIBOR negoziato sul MATIF che è registrato con il suo valore nominale. 2- Impegni su contratti di scambio Tassi - contratti di scambio di tassi di durata inferiore o pari a 3 mesi Garantiti: valore nominale + interessi maturati (differenziale interessi) Non garantiti: valore nominale + interessi maturati (differenziale interessi) - contratti di scambio di tassi di durata superiore a 3 mesi Garantiti: Tasso fisso/tasso variabile - valutazione del ramo a tasso fisso al prezzo di mercato Tasso variabile/tasso fisso - valutazione del ramo a tasso variabile al prezzo di mercato Non garantiti: Tasso fisso/tasso variabile - valutazione del ramo a tasso fisso al prezzo di mercato Tasso variabile/tasso fisso - valutazione del ramo a tasso variabile al prezzo di mercato Altri contratti di scambio Saranno valutati al valore di mercato. B - Impegni sui mercati a termine condizionati Impegno = quantità x valore nominale del contratto (quota) x corso del sottostante x delta. VALUTE Le valute estere sono convertite in euro in base alla quotazione WMR della valuta al giorno della valutazione. Strumenti finanziari non quotati ed altri titoli Gli strumenti finanziari il cui prezzo non è stato constatato al giorno della valutazione sono valutati all'ultimo prezzo pubblicato ufficialmente o al loro valore probabile di negoziazione, sotto la responsabilità della società di gestione. I valori esteri sono convertiti in controvalore in euro in base alla quotazione delle valute WMR al giorno della valutazione. Gli strumenti finanziari non negoziati su un mercato regolamentato sono valutati, sotto la responsabilità della società di gestione, al loro valore probabile di negoziazione. Gli altri strumenti finanziari sono valutati al loro valore di mercato calcolato dalle controparti sotto il controllo e la responsabilità della società di gestione. Le valutazioni degli strumenti finanziari non quotati e degli altri titoli considerati in questo paragrafo, nonché la motivazione di tali valutazioni, sono comunicate al revisore dei conti in occasione dei suoi controlli. METODI DI CONTABILIZZAZIONE La contabilizzazione degli interessi su obbligazioni e titoli di credito negoziabili viene effettuata secondo il metodo dei proventi incassati. Le spese di negoziazione sono contabilizzate in conti specifici del FCI e non vengono sommate al prezzo. 13

14 La liquidazione dei titoli viene effettuata secondo il metodo del prezzo medio ponderato. Per i prodotti derivati viene invece utilizzato il metodo FIFO (o First in/first out). Il valore patrimoniale netto precedente un periodo non lavorativo (fine settimana e festivi) non tiene conto degli interessi maturati durante tale periodo. Sarà datato in base all ultimo giorno del periodo lavorativo. Le entrate in portafoglio sono contabilizzate al prezzo di acquisizione (spese escluse) e le uscite al prezzo di cessione (spese escluse). COMMISSIONI AMMINISTRATIVE E DI GESTIONE Tali spese comprendono tutte quelle addebitate direttamente all OICVM tranne le spese di transazione. Le spese di transazione comprendono le spese di intermediazione (commissioni e imposte di borsa, ecc.) e la commissione di movimentazione ove applicabile che può essere percepita dal depositario e dalla società di gestione. Alle spese amministrative e di gestione possono venire aggiunte: - Commissioni di sovraperformance che servono a remunerare la Società di gestione dal momento in cui l OICVM supera i propri obiettivi. Queste sono fatturate all OICVM. - Commissioni di movimentazione fatturate all OICVM. - Una parte del reddito proveniente dalle operazioni di acquisizione e cessione temporanea di titoli. Spese di funzionamento e di gestione tasse comprese (incluse tutte le spese diverse dalle commissioni di transazione, di sovraperformance e le spese legate agli investimenti in OICVM o fondi di investimento): Patrimonio netto: 1,25% Tasso massimo Commissioni di sovraperformance: Nessuno. Commissioni di movimentazione: Nessuna Spese indirette: Il FCI investirà in OICVM e fondi d'investimento le cui spese di gestione non supereranno l'1,20%. Ripartizione degli utili L'utile netto dell'esercizio è pari all'importo degli interessi, arretrati, premi e allocazioni, dividendi, gettoni di presenza, maggiorati dei proventi degli importi momentaneamente disponibili. Le spese di gestione e gli oneri sulle operazioni finanziarie vengono imputati a questi proventi. Le plusvalenze o minusvalenze latenti o realizzate e le commissioni di sottoscrizione e di rimborso non sono dei proventi. L'importo distribuibile è pari all'utile netto di esercizio maggiorato degli importi riportati a nuovo e ulteriormente maggiorato o diminuito dal saldo dei conti di rettifica dei proventi relativi all'esercizio chiuso. Il FCI è un fondo di capitalizzazione e/o di distribuzione: ogni anno la società di gestione delibera in merito all'allocazione dei proventi e può considerare la possibilità di distribuire degli acconti. 14

15 EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO NETTO in EURO 30/12/2011 Attività nette a inizio esercizio Sottoscrizioni (comprese le commissioni di sottoscrizione spettanti all OICVM) Rimborsi (previa deduzione delle commissioni di rimborso spettanti all OICVM) , ,31 Plusvalenze su depositi e strumenti finanziari ,13 Minusvalenze su depositi e strumenti finanziari ,09 Plusvalenze su strumenti finanziari a termine Minusvalenze su strumenti finanziari a termine Spese di transazioni ,43 Differenze di cambio Variazioni nella differenza di stima dei depositi e degli strumenti finanziari ,12 Differenza di valutazione esercizio N ,12 Differenza di valutazione esercizio N-1 Variazioni nella differenza di valutazione degli strumenti finanziari a termine Differenza di valutazione esercizio N Differenza di valutazione esercizio N-1 Distribuzione dell esercizio precedente Utili netti di esercizio al lordo dei conti di compensazione ,38 Acconti versati durante l esercizio Altri elementi Attività nette a fine esercizio ,77 15

16 RIPARTIZIONE DEGLI STRUMENTI FINANZIARI PER TIPOLOGIA GIURIDICA O ECONOMICA Attività Obbligazioni e valori assimilati Importo % Obbligazioni a tasso fisso negoziate su un mercato regolamentato o assimilato ,30 24,34 TOTALE Obbligazioni e valori assimilati ,30 24,34 Titoli di credito TOTALE Titoli di credito Passività Operazioni di cessione su strumenti finanziari TOTALE Operazioni di cessione su strumenti finanziari Fuori bilancio Operazioni di copertura TOTALE Operazioni di copertura Altre operazioni TOTALE Altre operazioni 16

17 RIPARTIZIONE PER TIPO DI TASSO DELLE VOCI DELL ATTIVO, DEL PASSIVO E DEL FUORI BILANCIO Attività Depositi Tasso fisso % Tasso variabile Obbligazioni e valori assimilati ,30 24,34 Titoli di credito Operazioni temporanee su titoli % Tasso negoziabile % Altro % Conti finanziari 4.134,77 0,02 Passività Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari Fuori bilancio Operazioni di copertura Altre operazioni RIPARTIZIONE PER MATURITÀ RESIDUA DELLE VOCI DELL ATTIVO, DEL PASSIVO E DEL FUORI BILANCIO < 3 mesi % ]3 mesi - 1 anno] % ]1-3 anni] % Attività Depositi Obbligazioni e valori assimilati Titoli di credito Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari 4.134,77 0,02 Passività Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari Fuori bilancio Operazioni di copertura Altre operazioni ]3-5 anni] % > 5 anni % Attività Depositi Obbligazioni e valori assimilati ,30 24,34 Titoli di credito Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari Passività Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari Fuori bilancio Operazioni di copertura Altre operazioni Le posizioni a termine dei tassi sono presentate in base alla scadenza del sottostante. 17

18 RIPARTIZIONE PER VALUTA DI QUOTAZIONE O DI VALUTAZIONE DELLE VOCI DELL ATTIVO, DEL PASSIVO E DEL FUORI BILANCIO Altre valute Attività Depositi Azioni e valori assimilati Obbligazioni e valori assimilati Titoli di credito OIC Operazioni temporanee su titoli Crediti Conti finanziari Passività Operazioni di cessione su strumenti finanziari Operazioni temporanee su titoli Conti finanziari Fuori bilancio Operazioni di copertura Altre operazioni Importo % Importo % Importo % Importo % CREDITI E DEBITI: RIPARTIZIONE PER TIPOLOGIA Tipo di debito/credito 30/12/2011 Crediti Totale crediti Debiti Spese di gestione ,43 Altri debiti 958,67 Totale debiti ,10 18

19 NUMERO DI TITOLI EMESSI O RIMBORSATI Quote Importo Quote sottoscritte durante l esercizio , ,73 Quote rimborsate durante l esercizio , ,31 Saldo netto delle sottoscrizioni/rimborsi , ,42 COMMISSIONI DI SOTTOSCRIZIONE E/O RIMBORSO Importo Totale delle commissioni acquisite 5.365,61 Commissioni di sottoscrizione acquisite 851,54 Commissioni di rimborso acquisite 4.514,07 SPESE DI GESTIONE 30/12/2011 Commissioni di garanzia Spese di gestione fisse ,43 Percentuale delle spese di gestione fisse 1,22 Spese di gestione variabili Retrocessioni delle spese di gestione 19

20 IMPEGNI RICEVUTI E RILASCIATI Garanzie ricevute dall'oicvm La garanzia è fornita da Natixis. LIVELLO DI GARANZIA ALLA SCADENZA Il 90% del valore patrimoniale netto più elevato, al netto della commissione di sottoscrizione. OGGETTO La garanzia è accordata al Fondo per gli investitori che hanno conservato le loro quote fino alla scadenza del Fondo, il 4 dicembre MODALITÀ Questa garanzia è definita come la garanzia che consente a ciascun investitore che abbia conservato le sue quote fino alla scadenza del Fondo di recuperare, il 4 dicembre 2015, il 90% del valore patrimoniale netto più elevato, al netto della commissione di sottoscrizione, maggiorato di una partecipazione parziale all'andamento dei mercati europei e internazionali. L'impegno del garante riguarda gli importi calcolati al netto delle tasse o prelievi qualsiasi a carico del Fondo e/o degli investitori soggetti a imposta di qualsiasi governo o autorità competente. L'importo della garanzia s'intende al lordo di qualsiasi imposta, tassa o trattenuta di carattere fiscale o sociale che può essere prelevata sul suddetto importo della garanzia e il cui carico incomberebbe al Fondo e agli investitori. Nessun indennizzo potrà essere reclamato al garante per compensare gli effetti sul Fondo o sugli investitori delle suddette imposte, tasse o trattenute di carattere fiscale o sociale. La garanzia è fornita tenendo conto dei testi legislativi e normativi in vigore in Francia e negli Stati in cui il Fondo contratta, alla data di creazione del Fondo. In caso di cambiamento dei suddetti testi (o della loro interpretazione da parte della giurisprudenza e/o dell'amministrazione degli Stati interessati) introdotto, all'occorrenza in modo retroattivo, dopo la data di creazione del Fondo e che comportasse la creazione di nuovi obblighi per il Fondo e segnatamente un onere finanziario, diretto o indiretto, di natura fiscale o sociale, con effetto di diminuire il valore patrimoniale netto delle quote del Fondo, in particolare a causa della modifica dei prelievi fiscali applicabili (o applicabili ai proventi che percepisce), il Garante potrà diminuire l'importo dovuto a titolo di garanzia dell'effetto di questo nuovo onere finanziario. Altri impegni ricevuti e/o rilasciati Nessuno. 20

21 VALORE ATTUALE DEI TITOLI OGGETTO DI ACQUISIZIONE TEMPORANEA 30/12/2011 Rimessa in garanzia di titoli Ottenimento in prestito di titoli VALORE ATTUALE DEI TITOLI CHE COSTITUISCONO DEPOSITI IN GARANZIA Strumenti finanziari concessi in garanzia e mantenuti nella voce originaria Strumenti finanziari ricevuti in garanzia e non inseriti in bilancio 30/12/2011 STRUMENTI FINANZIARI DEL GRUPPO DETENUTI IN PORTAFOGLIO Codice Isin Denominazioni 30/12/2011 Azioni Obbligazioni TCN OICVM ,80 FR AAA ACTIONS AGRO ALIMENTAIRE I ,74 FR NATIXIS ACTIONS US VALUE H-I ,02 FR NATIXIS CASH A 1P1 3DEC FCP ,83 FR NATIXIS CASH EONIA RC FCP ,68 FR NATIXIS CASH EURIBOR R ,00 FR NATIXIS CASH PREMIER FCP 3DEC ,58 FR NATIXIS IMPACT CASH XC FCP 3DEC ,74 FR NATIXIS TRESORERIE PART I-C ,56 FR NATIXIS TRESORERIE PLUS Part IC ,65 Strumenti finanziari a termine 21

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Titoli di debito. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Titoli di debito Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

POPOLARE VITA S.p.A.

POPOLARE VITA S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE SULLA VITA IN FORMA MISTA, A PREMIO UNICO CON RIVALUTAZIONE ANNUALE DEL CAPITALE (TARIFFA N. 560) Orizzonte Sicuro Il presente Fascicolo Informativo, contenente: la Scheda Sintetica;

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE

BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE BancoPostaFondi SGR BANCOPOSTA FONDI S.p.A. SGR appartenente al Gruppo Poste Italiane REGOLAMENTO DI GESTIONE del Fondo Comune d Investimento Mobiliare Aperto Armonizzato denominato BancoPosta Obbligazionario

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

Progetto MiFID. Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi della STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI Aggiornamento del luglio 2013 1 PREMESSA La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal

Dettagli

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO

------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO ------------------- CONVENZIONE DELL'AIA SULLA LEGGE APPLICABILE AD ALCUNI DIRITTI SU STRUMENTI FINANZIARI DETENUTI PRESSO UN INTERMEDIARIO Gli Stati firmatari della presente convenzione, coscienti della

Dettagli

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria

Lezione n. 3. Le determinanti della dinamica finanziaria FINANZA AZIENDALE Lezione n. 3 Le determinanti della dinamica finanziaria 1 SCOPO DELLA LEZIONE Comprendere i principali fenomeni in grado di influenzare la dinamica finanziaria aziendale Sviluppare un

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni

Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Requisiti di informativa relativi alla composizione del patrimonio Testo delle disposizioni Giugno 2012 Il presente documento è stato redatto in lingua inglese.

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

Relazione del collegio

Relazione del collegio Relazione del collegio revisori i dei conti RELAZIONE DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI SUL RENDICONTO DELL'ESERCIZIO 2013 DEL PARTITO "IL POPOLO DELLA L1BERTA'" Il Collegio dei revisori composto dai

Dettagli

Partecipazioni e azioni proprie

Partecipazioni e azioni proprie OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Partecipazioni e azioni proprie Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli